LA LUNGA BATTAGLIA PER IL DOPO FRANCESCO

scritto da NICOLA_Z
21 · Gen · 2024

LA LUNGA BATTAGLIA PER IL DOPO FRANCESCO

 

  • Se il piano era  di garantire al pontificato di Papa Bergoglio un’eredità all’insegna della continuità, il sospetto è che si vada nella direzione opposta.
  • La mossa del cardinale Fernández ha dato un’ulteriore scossa alla Chiesa, alimentando la confusione in una situazione già tesa, fra la spinta della Conferenza episcopale tedesca da una parte e le resistenze dei vescovi statunitensi dall’altra, ciascuna delle due parti con episcopati-satellite che – più o meno silenziosamente – tifano per la vittoria del proprio gruppo.

di Matteo Matzuzzi 19 gen 2024

 

Roma. In attesa del prossimo “importante” documento del dicastero per la Dottrina della fede annunciato in una nuova intervista dal cardinale Víctor Manuel Fernández – “sulla dignità umana che non include solo questioni sociali, ma anche una forte critica alle questioni morali come il cambiamento di sesso, la maternità surrogata, le ideologie di genere” –, la questione aperta da Fiducia supplicans e dal suo repentino “chiarimento” è ancora al centro del dibattito ecclesiale. Al di fuori delle mura vaticane ma, ed è quel che conta, al loro interno. Non è possibile derubricare la vicenda a errore di comunicazione né farla rientrare nel “consueto” argomentare antibergogliano. Fiducia supplicans è il primo documento approvato da un Pontefice rigettato pubblicamente dagli episcopati di un intero continente. E lo stesso cardinale segretario di stato, Pietro Parolin, che pure ha ricordato come la Chiesa sempre si aggiorni perché “è attenta ai segni dei tempi ma deve essere fedele al Vangelo”, ha sottolineato le “forti reazioni” alla Dichiarazione che portano a ritenere che “ci vorranno ulteriori approfondimenti”.

La mossa del cardinale Fernández ha dato un’ulteriore scossa alla Chiesa, alimentando la confusione in una situazione già tesa, fra la spinta della Conferenza episcopale tedesca da una parte e le resistenze dei vescovi statunitensi dall’altra, ciascuna delle due parti con episcopati-satellite che – più o meno silenziosamente – tifano per la vittoria del proprio gruppo. Metafora sportiva ma adatta all’attuale stato delle cose.

Se la ventata di novità portata dal cardinale argentino all’ex Sant’Uffizio voleva consolidare il programma di Francesco garantendo al suo pontificato un’eredità all’insegna della continuità, il sospetto è che il risultato vada nella direzione opposta. Ed è un problema, anche perché una delle ragioni fondamentali dell’elezione di Jorge Mario Bergoglio è stata proprio quella di rendere irreversibile la riforma della Chiesa, come dissero anni fa il cardinale honduregno Oscar Maradiaga – il quale parlò di vento primaverile entrato nelle sacre stanze – e il cardinale Walter Kasper, teologo assai vicino al Papa soprattutto nei primi tempi del pontificato. Se fino a oggi i borbottii dei variegati fronti d’opposizione erano per lo più ripresi da siti e social vicini alle realtà tradizionaliste o conservatrici (o comunque subito liquidati come tali da giornali e pubblicazioni mainstream, come chiacchiericcio dei “nemici del Papa”), oggi la questione è ben diversa. Il no all’applicazione di un documento approvato dal Pontefice è esplicito e viene non solo dal blocco africano (anche se i vescovi del Nord Africa, quasi tutti europei, guidati dal cardinale salesiano Cristóbal López Romero, hanno invece accolto positivamente Fiducia supplicans), ma anche da settori tutt’altro che identificabili come opposti alla visione di Chiesa-ospedale da campo di Francesco. E questo peserà nel futuro Conclave.

Intanto, è la conferma che non esiste una maggioranza preconfezionata: che il Papa volesse scegliersi il successore, come s’è letto ampiamente in occasione dell’ultimo concistoro di settembre, era una boutade infondata. Primo perché difficilmente il prediletto poi viene eletto, secondo perché di molti neoporporati si sa ben poco quanto a idee in materia di dottrina e pastorale. Un esempio: un anno e mezzo fa, il Papa consegnò la berretta rossa all’arcivescovo di Singapore William Goh, che non solo è un sostenitore della messa secondo il rito del 1962, ma è stato anche fra i primi a esprimersi contro Fiducia supplicans.

Il firmatario del documento delle conferenze episcopali africane che rigettano la Dichiarazione del prefetto Fernández è Fridolin Ambongo, arcivescovo di Kinshasa creato cardinale sempre da Francesco. Etichettare i cardinali secondo il principio della fedeltà a colui che li ha ammantati di porpora ha dunque poco senso. Chi sono, poi, i cardinali cosiddetti “bergogliani”? E’ vero che Francesco ha rivoluzionato il Collegio con molte figure affini al suo modo di intendere la Chiesa oggi e soprattutto domani. Ma in cosa consiste la qualifica di “bergogliani”? Sono bergogliani in quanto convinti della necessità di inaugurare una grande opera missionaria ed evangelizzatrice? Sono bergogliani perché ci tengono all’Amazzonia e ai viri probati? Sono bergogliani perché hanno come priorità le periferie e i migranti? O sono bergogliani perché il punto essenziale è combattere la corruzione e – per dirla come Francesco – “chi ruba”?

Fiducia supplicans ha dimostrato che su certe questioni – come quella delle unioni omosessuali – non esiste alcuna maggioranza a favore della “svolta”, anzi. La resistenza proviene anche da chi si riteneva più docile al cambiamento. In Cappella Sistina, davanti al “Giudizio universale”, i rappresentanti delle Chiese africane se lo ricorderanno e – soprattutto – lo faranno pesare ai confratelli. Ma ancor prima, nelle congregazioni generali che precederanno il Conclave, momento in cui si fa il Papa. Tre i temi che prevedibilmente s’imporranno sul resto: i rapporti con le altre religioni, la questione “giuridica” e l’unità della Chiesa. Sul primo tema, la questione è delicata: se enormi passi avanti sono stati fatti sul terreno del dialogo con l’islam sia sciita sia sunnita (radicale è stata l’inversione a U rispetto, ad esempio, ai rapporti con al Azhar), le relazioni con l’ebraismo hanno fatto molti passi indietro, come ha detto due giorni fa alla Gregoriana il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni. Sul secondo tema, pressoché unanime è la convinzione che la gestione del processo Becciu sia stata pessima, fra intrusioni dall’alto a procedimento in corso. E poi la riforma della curia fresca di stampa e già da aggiornare, il profluvio di motu proprio un giorno sì e l’altro pure. Ordine, serve ordine, si sente dire in Vaticano. Sull’unità della Chiesa, il discorso si fa più ampio: la sinodalità permanente con le istanze delle diverse Chiese da un capo all’altro del pianeta, le battaglie per aggiornare o conservare l’esistente, le diaconesse e i preti sposati come medaglie d’appuntarsi al petto.

E ora le benedizioni a todos, todos, todos. Come tenere tutto unito, tutti insieme? Cosa significa davvero sinodalità? Forse che un provvedimento papale può essere attuato in un contesto e non nell’altro? Che una coppia gay può essere benedetta in San Pietro ma non nella cattedrale di Accra, in Ghana? Tutto qui, il senso della sinodalità? Improbabile. E su questo si scontreranno inevitabilmente visioni opposte con al centro della contesa lo stesso programma di Francesco, il significato da dare all’andare al largo senza conoscere la meta che è un pilastro, oltre che un motto significativo, della sua agenda. Si potrà allora eleggere un Papa che abbia idee e programmi in totale contrasto con le posizioni dei vescovi africani, pastori dell’unica realtà dove il cattolicesimo cresce e s’espande, seppure in maniera non sempre coerente? Basterà, per fermare le loro obiezioni, dire nuovamente che sulla sessualità il problema è solo “culturale”? Certo, nel Collegio non manca chi la pensa come il cardinale Kasper, che in una conversazione registrata durante il Sinodo sulla famiglia disse che gli africani “non dovrebbero dirci troppo cosa fare, visto che da loro il tema dei gay è un tabù”. Ma la logica del Conclave non è quella della conta all’ultima scheda. Invocando lo Spirito santo, si cercherà l’unità.

La fotografia odierna è quella di uno scontro fra nord e sud del mondo, con il paradosso che a contrastare le novità più traumatizzanti sono quelle periferie che Papa Francesco ha posto come perno della propria azione pastorale. La vecchia Europa “nonna” e addormentata con la fede sempre più spenta e che Bergoglio frequenta poco e malvolentieri, è quella più entusiasta delle aperture e dei progressi. La periferia africana, l’Asia e perfino una parte dell’America latina, si fanno custodi della dottrina e guardano di sottecchi le svolte impresse dall’ex Sant’Uffizio immerso nella misericordia. Uno scenario difficilmente immaginabile undici anni fa che taglia le estreme, la destra nostalgica di un tempo che non può tornare e la sinistra che ammicca allo Zeitgeist.

https://www.ilfoglio.it/chiesa/2024/01/19/news/la-lunga-battaglia-per-il-dopo-francesco-6118218/

https://pierluigipiccini.it/la-battaglia-per-il-dopo-francesco/

 

 

*******

 

LA CHIESA DI CRISTO E LA CHIESA DI DAVOS

di Silvano Danesi

 

Boni Castellane, ieri, ha perfettamente sintetizzato l’attuale deriva della Chiesa cattolica scrivendo di “un asse nichilista tra i settori modernisti della Chiesa e la sinistra transumanista”.

Detto in altri termini, la Chiesa di Cristo è “progressivamente” (il termine è più che mai appropriato) diventata la chiesa di Davos, ossia interprete dell’agenda del World Economic Forum, a sua volta pensatoio del capitalismo finanziario che ha nell’ideologia woke di Palo Alto e dei Black Lives Matter la sua fonte di ispirazione per un Nuovo Ordine Mondiale che va ben oltre quello denunciato da Orwell.

In questa deriva, lo stato iper controllante di fabiana ispirazione, denunciato dal fabiano Orwell, è ampiamente superato da un’impostazione cosmista, transumanista, tecnocratica che sta puntando ad una rivoluzione antropologica dopo la quale non esiste più l’essere umano (intelletto, anima, corpo), ma un transumano misto di carne e di tecnologia, senza anima e senza Sé.

Siamo, ormai, in modo evidente, di fronte al tentativo epocale di distruggere ogni dimensione spirituale, per ridurre l’essere umano ad un umano senza essere, terreno soggetto vivente, compresso nel tempo che, disperatamente, cerca di allungare, diventando preda della speranza tecnologica, dopo aver perso la speranza in tutto ciò che non è materia.

L’anima è sparita dall’orizzonte e, tanto più, il nucleo pensante che rappresenta l’essenza dell’essere umano: l’intelletto (che non è la ragione).

Tutto è ridotto a corpo, asservibile e dominabile e, soprattutto, sottoposto al ricatto della paura della morte e della malattia (pandemie). Paura che crea angoscia e necessità di protezione, alla quale provvede lo Stato Sanitario a sua volta governato dalle multinazionali, in mano a pochi centri di comando finanziari.

L’essere umano è stato escluso dalla salvaguardia del Pianeta, diventata la nuova religione green che si è avvalsa di scritti del papa venuto dalla fine del mondo per far finire il mondo; ed è escluso in quanto occupante abusivo di un mondo che senza di lui si svilupperebbe secondo natura, con ciò dicendo che l’essere umano non è natura e può essere incluso o escluso a piacere e secondo criteri statistici di compatibilità.

L’ideologia green, climatica e transumanista è perfettamente condivisa dalla chiesa di Davos che ormai è sempre più lontana dalla Chiesa di Cristo, la quale, per chi è cristiano, come dice il cardiale Gerhard Ludwig Müller, “è corpo di Cristo e Tempio dello Spirito Santo”.

La chiesa di Davos è in perfetto asse nichilista con la sinistra transumanista, cosmista, ossia con la affermazione progressista della sola materialità dell’uomo.

Con questa deriva o, meglio, con questa dipendenza della chiesa di Davos dal capitalismo finanziario materialista e cosmista, la Chiesa di Cristo non ha nulla a che fare e, non a caso, è in atto uno scisma di fatto, che inchioda Bergoglio alle sue responsabilità.

L’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso è la Dichiarazione Fiducia Supplicans, un distillato di ambiguità gesuitica, la quale, per chi ha ben capito dove vuol andare a parare, con la logica della progressività e dell’ambiguità nasconde, dietro alla benedizione della coppie omosessuali, lo sdoganamento della procreazione non necessariamente dovuta all’accoppiamento naturale di un uomo e di una donna.

Dopo aver osservato il progressivo avanzare del transumanesimo, in varie forme, è del tutto prevedibile che i prossimi passaggi saranno quelli delle nascite programmate in vitro, in uteri artificiali, con la definitiva distruzione della famiglia e di ogni radice parentale e sociale.

La chiesa di Davos, ben vestita dai panni buonisti dell’amore per il prossimo, sta programmando, in perfetta linea con il pensatoio della Montagna Incantata, una rivoluzione antropologica dove non c’è spazio per l’anima e tanto meno per qual “nucleo essenziale” che, solitamente, viene chiamato spirito.

Con la chiesa di Davos siamo oltre il controllo sociale, siamo alla snaturazione dell’uomo, alla costruzione di una nuova antropologia.

L’essere umano che riconosce la propria trinità, ossia essere Sé, Anima e Io (intelleto, anima, corpo), vive contestualmente nei tre mondi; conosce l’essere eterno e il divenire limitato.

L’umano senza essere è il terrestre solo corporale, il transumano che si illude di eternarsi con la tecnica e si affida solo alla conoscenza dei sensi e della razionalità, divenendo schiavo della techné e di chi della techné fa uso per governare chi ha rinunciato all’anima e all’intelletto.

La chiesa di Davos è la chiesa della techné.

La Dichiarazione Fiducia Supplicans, che alcuni vescovi (molti) hanno capito dove vuol andare a parare con progressimo gesuitico, è l’atto culminante di un papato che sta minando le basi stesse del cattolicesimo.

Da non cattolici potremmo anche guardare quanto avviene con distacco, ma il distacco non è possibile, perché quanto accade nella Chiesa di Roma riguarda quell’asse nichilista con la sinistra transumanista (cosmista) che riguarda tutti gli essere umani che non vogliano essere ridotti a carne che cammina.

Combattere quell’asse è compito non solo di chi è cristiano e tanto più cattolico, ma di tutti coloro che intendono l’essere umano non riducibile a strumento nelle mani delle tecnocrazie, ossia ai nuovi chierici della chiesa di Davos.

Il discrimine ormai è chiaro. Si deve scegliere se si sta dalla parte degli esseri umani o se si è complici dell’asse nichilista della chiesa di Davos.

La svolta è epocale e, non a caso, è entrata a gamba tesa anche in quelli che dovrebbero essere i “sacri palazzi”.

Il 29 giugno 1972, giorno della Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, in un’omelia, Paolo VI, come si legge nel resoconto ufficiale, parla del fumo di Satana.

Vediamolo:

“Riferendosi alla situazione della Chiesa di oggi, il Santo Padre afferma di avere la sensazione che «da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel tempio di Dio». C’è il dubbio, l’incertezza, la problematica, l’inquietudine, l’insoddisfazione, il confronto. Non ci si fida più della Chiesa; ci si fida del primo profeta profano che viene a parlarci da qualche giornale o da qualche moto sociale per rincorrerlo e chiedere a lui se ha la formula della vera vita. E non avvertiamo di esserne invece già noi padroni e maestri. È entrato il dubbio nelle nostre coscienze, ed è entrato per finestre che invece dovevano essere aperte alla luce. Dalla scienza, che è fatta per darci delle verità che non distaccano da Dio ma ce lo fanno cercare ancora di più e celebrare con maggiore intensità, è venuta invece la critica, è venuto il dubbio. Gli scienziati sono coloro che più pensosamente e più dolorosamente curvano la fronte. E finiscono per insegnare: «Non so, non sappiamo, non possiamo sapere». La scuola diventa palestra di confusione e di contraddizioni talvolta assurde. Si celebra il progresso per poterlo poi demolire con le rivoluzioni più strane e più radicali, per negare tutto ciò che si è conquistato, per ritornare primitivi dopo aver tanto esaltato i progressi del mondo moderno.

Anche nella Chiesa regna questo stato di incertezza. Si credeva che dopo il Concilio sarebbe venuta una giornata di sole per la storia della Chiesa. È venuta invece una giornata di nuvole, di tempesta, di buio, di ricerca, di incertezza. Predichiamo l’ecumenismo e ci distacchiamo sempre di più dagli altri. Cerchiamo di scavare abissi invece di colmarli. Come è avvenuto questo? Il Papa confida ai presenti un suo pensiero: che ci sia stato l’intervento di un potere avverso. Il suo nome è il diavolo, questo misterioso essere cui si fa allusione anche nella Lettera di S. Pietro. Tante volte, d’altra parte, nel Vangelo, sulle labbra stesse di Cristo, ritorna la menzione di questo nemico degli uomini. «Crediamo – osserva il Santo Padre – in qualcosa di preternaturale venuto nel mondo proprio per turbare, per soffocare i frutti del Concilio Ecumenico, e per impedire che la Chiesa prorompesse nell’inno della gioia di aver riavuto in pienezza la coscienza di sé. Appunto per questo vorremmo essere capaci, più che mai in questo momento, di esercitare la funzione assegnata da Dio a Pietro, di confermare nella Fede i fratelli. Noi vorremmo comunicarvi questo carisma della certezza che il Signore dà a colui che lo rappresenta anche indegnamente su questa terra». La fede ci dà la certezza, la sicurezza, quando è basata sulla Parola di Dio accettata e trovata consenziente con la nostra stessa ragione e con il nostro stesso animo umano. Chi crede con semplicità, con umiltà, sente di essere sulla buona strada, di avere una testimonianza interiore che lo conforta nella difficile conquista della verità”.

https://www.vatican.va/content/paul-vi/it/homilies/1972/documents/hf_p-vi_hom_19720629.html

Siamo nel 1972. Dopo mezzo secolo quelle parole di Paolo VI sembrano essersi avverate.

L’essere ultramondano a quanto pare è diventato molto mondano e teorizza, con le logiche transumane, una rivoluzione antropologica che trasforma l’essere umano in un bamboccio da dominare. L’essere ultramondano ha teorie e volti ormai identificabili.

Esserne alleati e correi è davvero diabolico.

https://www.nuovogiornalenazionale.com/index.php/italia/politica/15423-la-chiesa-di-cristo-e-la-chiesa-di-davos.html

 

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
288 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
mario mancusi
4 mesi fa

mario mancusi
41 minuti fa
Remox ieri la Madonna ha dato questo messaggio o presunto
Tale ))

Cari figli, vi amo e vengo dal Paradiso per richiamarvi alla sincera conversione. Siate docili alla Mia Chiamata Abbi cura della tua vita spirituale e in ogni cosa sii come Gesù. Conosco ognuno di voi per nome e pregherò il mio Gesù per voi. L’oscurita’ sta arrivando sulla casa di Dio. Un uccello pericoloso scapperà dall’aquila. State attenti. Non permettere a nulla di allontanarti dalla verità. Coraggio! Il domani sarà migliore per uomini e donne di fede. Qualunque cosa accada, non allontanarti da Gesù e dalla sua vera Chiesa. Datemi le vostre mani e vi guiderò sulla strada sicura. Avanti nella difesa della verità! Questo è il messaggio che vi trasmetto oggi in nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Siate in pace.

5.550 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 20/01/2024

https://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/mensagens/5550

interessante questa frase Un uccello pericoloso scapperà dall’aquila. State attenti.

in un altro messaggio si ha avuto un riferimento simile

2.539 – 24 Giugno 2005Il sole di mezzogiorno sarà considerato più importante di quello della sera. Un uccello del palazzo andrà ad abitare in un altro nido. Uccello pericoloso del paese dei re; terra di peccati. Ascoltate con attenzione ciò che vi dico. Pregate sempre e pregate molto. È bene pregare per Papa Benedetto XVI. La pietra della pietra sarà spezzata.
Il termine uccello nell’originale portoghese è scritto “passaro”, ovvero passero. Una sottigliezza di Maria, poiché nel continente americano è molto diffuso il genere “cardinalis”, un passeriforme a cui appartiene anche il “cardinalis cardinalis” o “cardinale rosso” o “cardinale della Virginia” poiché molto diffuso in Nord America. Con questa sottigliezza la Madonna non solo ci spiega che sta parlando di un cardinale, ma che probabilmente parla di un cardinale americano.

quindi Cardinale americano ,
nel secondo messaggio considerando anche il sole presente nella bandiera Argentina , il fatto che Papa Francesco è andato ad abitare a Santa marta è un chiaro riferimento a Bergoglio

nel messaggio di ieri come dobbiamo interpretarlo ?? Uccello pericoloso (Bergoglio) scappera ? si dimettera ??
dall’acquila cosa puo significare?

Sombrero
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Mario cosa significa: “..del paese dei re; terra di peccati.” Quale paese intende? Gli Stati Uniti? Grazie

mario mancusi
4 mesi fa
Rispondi a  Sombrero

Nel secondo messaggio uccello = passero sta a significare cardinale, dovrebbe intendersi continente Americano in senso generale, considerando anche le altre frasi del messaggio dovrebbe indicare il cardinale Bergoglio che andrà ad abitare a Santa Marta , nella sua bandiera ha un sole (Argentina), pericoloso per le decisioni che prenderà in futuro, terra dei peccati, non so come interpretarlo

Sombrero
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ti ringrazio. Vero è difficile interpretare quale terra dei peccati intende, se gli Stati Uniti, l’Argentina o tutto il continente Americano. magari Remox ha un’altra interpretazione.

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa
Rispondi a  Sombrero

Wow la Madonna è proprio un’ appassionata di indovinelli

mario mancusi
4 mesi fa
Rispondi a  Anonimo

Indovina indovinello, chi è il troll anonimo del poema del duca?? Due parole ha nel vocabolario, un giorno si e uno no scrive , chi è??

Ultima modifica di 4 mesi fa da mario mancusi
Anonimo
Anonimo
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Stai diventando bravo quasi quanto Pedro!

mario mancusi
4 mesi fa
Rispondi a  Anonimo

Allora sei riuscito a interpretarlo ??))

Anonimo
Anonimo
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Troppo facile, Pedro ha più fantasia

Remox
Admin
4 mesi fa
Rispondi a  Sombrero

Il paese dei re è il paese dei papi, perché i re in Anguera sono i papi. È una parabola per indicare il Vaticano.

Sombrero
4 mesi fa
Rispondi a  Remox

Grazie Remox, quindi la definisce « una terra di peccati » interessante.

Pierluigi
Pierluigi
3 mesi fa
Rispondi a  Sombrero

Su questo, viste varie faccenduole emerse nell’ultimo pontificato (attenzione, emerse, non tutte originatesi durante l’ultimo pontificato, vedi mafia di San Gallo), credo che oggigiorno ci siano pochi dubbi. Più in generale possiamo dire che, durante il pontificato di Francesco, le cose non sono migliorate.

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  Pierluigi

Non sarebbero migliorate neanche se avessimo avuto un ‘papa santo’ dal momento che la perdita della fede è galoppante (e ha avuto inizio molto tempo fa) e non dipende certo da un solo individuo…

Dimash
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Dall’aquila forse si intende dagli Usa, perchè in altri messaggi l’aquila sono appunto gli Usa, essendo l’aquila reale il loro simbolo .
Un Cardinale malvagio scapperà dagli Usa, per andare dove e con quale scopo e motivo non saprei.

Dimash
4 mesi fa
Rispondi a  Dimash

aguia=aquila però potrebbe essere un paese brasiliano, ma ci possono essere anche altri posti nel mondo col nome aguia. Se uno li cerca.

https://it.wikipedia.org/wiki/%C3%81guia_Branca

Ultima modifica di 4 mesi fa da Dimash
Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Visto che si parla di Chiesa, vescovi e cardinali, ci sono anche due cardinali (nominati da Bergoglio) il cui nome richiama aguia-aquila: il primate del Messico, Carlos Aguiar Retes, e il cardinale più giovane, portoghese, Américo Manuel Alves Aguiar.

mario mancusi
4 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ovviamente era aquila non acqui la , non rileggo mai dopo avere postato

Dimash
4 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Vi ho anche svelato le subdole e diaboliche insidie tese a voi dalla MASSONERIA, che è entrata all’interno della Chiesa ed ha posto il centro del suo potere là dove Gesù ha posto il centro ed il fondamento della sua unità. Non turbatevi, perché questo fa parte del MISTERO DI INIQUITÀ, che la Chiesa conosce fino dalla sua nascita.

Riferibile ai Cardinali massoni e a Bergoglio e chi gli succederà illegittimamente, ma il mysterium iniquitatis che li ispira è conosciuto dalla Chiesa, come viene detto nel messaggio, fin dalla sua nascita. E’ lo spirito anticristico che vi era anche al tempo degli Apostoli, nemico delle anime e di Dio, denunciato anche da Paolo VI.
Non so cosa ne pensi, non hai fatto alcun commento.

Ultima modifica di 4 mesi fa da Dimash
SAVERIO
4 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Non mi stupirei se l’atteggiamento di BXVI fosse sulla falsa riga di quello tenuto da Gesù con Giuda dopo che questi prese il boccone dalle sue mani…gli lasciò carta bianca…anzi lo invitò a fare presto affinché si adempissero le scritture…Gesù fece un passo indietro per permettere a Giuda di portare a termine il suo compito senza sapere che questo avrebbe permesso a Gesù di trionfare sul peccato…forse BXVI ha fatto un passo indietro per permettere anche in questo caso che il male nella chiesa si manifestasse esplicitamente prima di farla risorgere nuova con il trionfo del Cuore Immacolato di Maria…
“Gesù rispose: «È colui al quale io darò il boccone, dopo averlo intinto». E intinto il boccone, lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone. Or dopo quel boccone, Satana entrò in lui. Allora Gesù gli disse: «Quel che fai, fallo presto!».”

Dimash
4 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ciao Nicola.
Non so se lo conosceva BXVI, ma certo è possibile, e poi sono tante le profezie che glielo potevano suggerire un tale possibile esito. Perdipiù conosceva il significato della visione del 3° segreto di Fatima, e quindi che il vescovo vestito di bianco poteva venire un giorno ed essere solo un vescovo….

Probabilmente quando si riferiva ai “lupi” si riferiva alla Massoneria infiltrata nel Vaticano, e che poteva far eleggere un tizio compiacente o addirittura affiliato alla Massoneria? Per questo non è veramente scappato, ma ha fatto credere che ha rinunciato ad essere Papa? Alla sua età, ed avendo tutti contro nella Curia romana, non poteva farci più niente, tanto valeva permettere che si facesse una elezione illegittima, senza sanarla ex post, come dice Remox, nel caso si fosse presentata davvero tale sciagurata, ma purtroppo fattibile, eventualità. Per cui i tanti indizi sulla sua invalida rinuncia e il suo comportamento inizialmente apparentemente strano e contraddittorio, portano proprio all’ipotesi opposta a quella, da parte di BXVI, di tradire Gesù, per quieto vivere, o meglio sopravvivere a minacce anche velate , o per un tornaconto personale. E lui non avendo altre possibilità, ma essendo Papa e quindi avendo l’autorità per poter decidere, si è inventata la figura nuova del Papa emerito, finchè fosse in vita, ma continuava ad essere il vero Papa, anche se ufficialmente pareva non lo fosse più. In tal modo, resosi conto, col tempo, forse non da subito, di chi fosse Bergoglio e chi lo aveva appoggiato, gli atti compiuti da questi sarebbero stati un giorno dichiarati nulli, compresa la sua elezione? A parere personale può essere, dopo che si è capito il modo di fare di BXVI e la situazione in cui versava.

Ultima modifica di 4 mesi fa da Dimash
Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

ed essere solo un vescovo….

“sembrare un vescovo(vestito di bianco)” Volevo scrivere

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

L’ostacolo è Bergoglio. L’albero velenoso è Bergoglio. La pietra della pietra è Bergoglio. L’uomo ben vestito è Bergoglio e si potrebbe continuare.
Il suo pontificato sta diventando sempre più politico, ovvero inteso ad appoggiare la politica marxista globalista (il grande drago rosso). Affinchè tuttavia le profezie di Anguera si avverino è necessario che la capacità di Bergoglio di influenzare fortemente e direttamente le politiche di queste nazioni aumenti facendolo apparire sempre più leader globale di una parte di mondo. Contro questo progetto gioca l’età che è avanzata, nonchè la sua capacità divisiva, ma in fin dei conti non servono poi così tanti anni.

certiguaisonocausatidaipeccati!
certiguaisonocausatidaipeccati!
4 mesi fa

https://www.youtube.com/watch?v=hKiuRVz8YGc
Quante verità in questo video, benché si potrebbe dubitare anche di chi parla in esso. Quanti falsi antisistema ci sono in giro, compreso un famoso cattolico divorziato no green pass di cui si parla in questo articolo: https://www.gayburg.com/2020/06/dopo-tante-lamentele-sullobbligo-delle.html .
C’è anche chi con un articolo inventato forse ha azzeccato la verità:
https://it.mediamass.net/people/papa-benedetto-xvi/vivo.html
“Articolo fatto per attirare click” potrebbe dire qualcuno, ma non è detto che in tali articoli sia tutto falso; “da decenni circolano oggetti religiosi contaminati” era scritto in un commento, e se fosse vero? “Dio è Spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità” è scritto nel Vangelo. Un mondo con meno immagini forse sarebbe un mondo migliore. Certe società segrete hanno fatto un largo uso di immagini per propagandare il loro pensiero, pensate a quanti messaggi subliminali sono stati inseriti in certi video musicali o in certi cartoni animati. Senza immagini non ci sarebbe stata la pornografia e sarebbero stati commessi molti peccati in meno. Oggi purtroppo con i social le immagini si sono moltiplicate esponenzialmente, però se tanti smettessero di diffondere immagini e cancellassero quelle pubblicate, il mondo potrebbe migliorare.
Gli inganni purtroppo sono tanti, questo mondo è pieno di lupi travestiti da agnelli, dopo quello che hanno fatto durante la pseudopandemia, non dovrebbe essere scartata la possibilità che il 5 gennaio 2023 ci sia stato il falso funerale di un uomo longevo che qualche settimana prima aveva dato la propria disponibilità a difendersi in un tribunale tedesco (cfr. https://www.repubblica.it/esteri/2022/11/08/news/benedetto_xvi_accetta_testimoniare_tribunale_tedesco_abusi_minori-373586825/ ). Di fronte a tanta malvagità, forse solo preghiera e rispetto dei comandamenti potrebbero mitigare i castighi nel prossimo futuro.

P.Riesz_
P.Riesz_
4 mesi fa

Nel blog precedente ho sostenuto che Bergoglio è un principe rosa croce del 18° grado massonico e che la prima bestia dell’Apocalisse è Israele e la seconda gli Usa; proseguo l’esposizione perché Israele e la chiesa bergogliana avranno la stessa sorte.
Libro dell’Apocalisse – 17:
1 Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi si avvicinò e parlò con me: «Vieni, ti farò vedere la condanna della grande prostituta che siede presso le grandi acque.
2 Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione».
3 L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto. Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna.
4 La donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle, teneva in mano una coppa d’oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione.
5 Sulla fronte aveva scritto un nome misterioso: «Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra».
6 E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Al vederla, fui preso da grande stupore.
7 Ma l’angelo mi disse: «Perché ti meravigli? Io ti spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta, con sette teste e dieci corna.
8 La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall’Abisso, ma per andare in perdizione. E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà.
9 Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re.
10 I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.
11 Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione.
12 Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un’ora soltanto insieme con la bestia.
13 Questi hanno un unico intento: consegnare la loro forza e il loro potere alla bestia.
14 Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli».
15 Poi l’angelo mi disse: «Le acque che hai viste, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue.
16 Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.
17 Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio.
18 La donna che hai vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della terra».
Prendiamo la figura della prostituta; certamente non è riducibile ad un singolo personaggio femminile; per alcuni commentatori la meretrice di Babilonia è il culmine di tutti i falsi sistemi religiosi nel corso della storia e il fatto che sia “ebbra del sangue dei santi” (Apocalisse 17:6) mostra il suo odio per la religione vera e divina; la sua orribile morte mostra l’odio di Dio per la religione falsa e sacrilega (versetti 16–17). Anche le due bestie non sono singoli individui ma un conglomerato mostruoso con più teste.

Di città su sette colli non esiste solo Roma:
https://www.larazzodeltempo.it/2020/citta-sette-colli/
{…abbiamo provato a ricercare altre città costruite su 7 colli e con grande sorpresa scopriamo che anche Gerusalemme e la Mecca, che insieme a Roma sono le città simbolo delle tre religioni monoteiste, seguono questo particolare assetto, nella città vecchia. …}
Le sette teste della Bestia sono i sette colli sui quali siede la grande Prostituta; inoltre sono anche sette i regni (17,10) di Israele: i 5 re che sono caduti rappresentano la Bestia che «era»; quello ancora esistente rappresenta il tentativo di ristabilire con continue rivolte contro Roma il regno di Israele; in questo tentativo S.Paolo intravede il mistero dell’iniquità che da allora è già all’opera (2 Tessalonicesi 7-9: Il mistero dell’iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo colui che finora lo trattiene. Allora l’empio sarà rivelato e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà con lo splendore della sua venuta. La venuta dell’empio avverrà nella potenza di Satana, con ogni specie di miracoli e segni e prodigi menzogneri). Il settimo re, che non è ancora venuto e quando sarà venuto dovrà rimanere per poco e che è a un tempo l’ottavo re e uno dei sette. Il settimo re è la ricostituzione dello stato laico di Israele; l’ottavo è il tentativo fallimentare di ricostruire il tempio ed i suoi riti, talmente fallimentare che l’ottavo regno si confonde con il settimo: [10 I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco. 11 Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione].
La seconda bestia sono gli Usa che resuscitano la prima bestia e sono a suo servizio. I dieci re appaiono nello stesso tempo della prima bestia ma appartengono alla seconda bestia; sono i dieci presidenti Usa dopo 1948: Harry Truman (45-53) , Eisenhower, Kennedy, Johnson, Nixon, Ford, Carter, Reagan, Bush Senior, Clinton; essi erano asserviti alla massoneria ebraica ed hanno operato perché Israele ritornasse in vita e poi successivamente lo hanno protetto. Con Bush Junior iniziano i problemi in medio oriente ed Israele non può più fare il bello e il cattivo tempo come prima; quindi il tempo dei 10 re è il tempo dei trionfi che non si ripeteranno in futuro. Il numero 10 ha anche un ulteriore significato: 10 sono la totalità delle dita quindi 10 significa la completezza. A vario titolo infatti tutti i presidenti successivi sono stati a favore di Israele ma da allora sono iniziati i problemi. Comunque i 10 re sono gli artefici sia dell’apparire che della perdizione di Israele: scacciare i palestinesi dalle loro terre ha portato guerre e distruzioni che termineranno solo con la caduta di Gerusalemme. Con Trump il deep state inizia a declinare e la presidenza Biden è contestata e sempre più e la sua presidenza appare manifestamente prigioniera della mafia Khazariana. Il caso Eptstein fa affiorare alla luce le trame del Mossad e il losco intrigo di ricatti generalizzati nell’amministrazione porterà i prossimi presidenti Usa su posizioni opposte a quella dei 10 re: la Bestia stessa distruggerà Israele, colpendo Gerusalemme, «Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.» (Apocalisse 17,16).
La scomparsa dello stato laico ebraico cioè il settimo regno (l’ottavo, quello religioso, con la ricostituzione del regno di Salomone non vedrà mai la luce) pone una serie di domande sulla fine parallela della chiesa bergogliana frutto della cospirazione del non papa e della massoneria internazionale alla quale partecipa come principe rosa croce. Se vince Trump alle prossime elezioni per Bergoglio è la fine; non si è accorto che il vento sta cambiando. A Davos si sono accorti invece che la politica americana attuale ha condotto il mondo occidentale in un vicolo cieco; si sta verificando una corsa al salvataggio di capra e cavoli da parte dei potenti del mondo cercando una conciliazione con Trump. Il disastro economico per l’Europa è alle porte: l’insicurezza di navigazione nel canale di Suez pone la necessità di aprire altre rotte commerciali delle quali beneficeranno la Russia e l’Iran; già ora non ci sono navi portacontainer a Trieste per la Germania.

Fuori luogo l’appello bergogliano a quelli di Davos:
https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2024/01/17/0051/00106.html
Dal Vaticano, 15 gennaio 2024. Al presidente esecutivo del Forum economico mondiale.
{L’incontro annuale del World Economic Forum di quest’anno si svolge in un clima di instabilità internazionale molto preoccupante. Il vostro Forum, che mira a guidare e rafforzare la volontà politica e la cooperazione reciproca, offre un’importante opportunità di impegno da parte di più soggetti per esplorare modi innovativi ed efficaci per costruire un mondo migliore. Spero che le vostre discussioni tengano conto dell’urgente necessità di promuovere la coesione sociale, la fratellanza e la riconciliazione tra gruppi, comunità e Stati, per affrontare le sfide che abbiamo davanti. …}.
Gli fa eco Mons Viganò:
https://www.aldomariavalli.it/2024/01/17/carlo-maria-vigano-con-il-messaggio-a-davos-bergoglio-appoggia-il-colpo-di-stato-mondiale/
Con il messaggio a Davos Bergoglio appoggia il colpo di Stato mondiale”{A Davos si riuniscono i padroni e i servi della cupola globalista: personaggi che dichiarano apertamente di voler ridurre la popolazione mondiale attraverso guerre, carestie e pestilenze organizzate; personaggi che si avvalgono della complicità dei nostri governanti, delle istituzioni internazionali e soprattutto dell’alta finanza e dell’informazione, totalmente nelle loro mani.
Come avrebbe parlato Nostro Signore al sinedrio di criminali eversori del World Economic Forum? Cosa avrebbero detto ai partecipanti del Forum di Davos tutti i Papi da San Pietro a Pio XII? Non quello che ha detto Bergoglio, sicuramente. E questo dimostra ancora una volta che il Gesuita argentino è un servo dell’élite globalista: che lo faccia per interesse o per ricatto, conta poco.
Bergoglio appoggia esplicitamente il colpo di stato mondiale e coopera attivamente all’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale. …}

Il problema per Bergoglio è che il sistema del nuovo ordine mondiale ormai è defunto: i potenti con armi bagagli si pongono sotto l’ombrello di Trump per salvare i propri averi.
La fine della chiesa bergogliana ricalca quella della prostituta dell’Apocalisse: Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco (Apocalisse 17,16). La sua orribile morte mostra l’odio di Dio per la religione falsa e sacrilega (versetti 16–17).

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

di Don Curzio Nitoglia

Ho già scritto un breve commento sui capitoli più controversi dell’Apocalisse di san Giovanni, ossia i capitoli centrali dell’ultimo Libro sacro del Nuovo Testamento (XI-XIII, XIX-XX), i quali riguardano le vicende delle ultime persecuzioni che si scateneranno verso l’avvento del regno dell’anticristo finale.

Mi son servito principalmente dei seguenti commenti: L’Apocalisse, commentata da A. Romeo, in La Sacra Bibbia, diretta e curata da Salvatore Garofalo, Il Nuovo Testamento, vol. III, Torino, Marietti, Casale Monferrato, 1960, pp. 763-861; Cornelio A Lapide, Commentarius in Apocalypsin, Venezia, II ed., 1717; mons. Pier Carlo Landucci, Commento all’Apocalisse di Giovanni, Milano, Diego Fabbri, 1964; dom Jean de Monléon, Le sens mystique de l’Apocalypse, Parigi, NEL, 1984; La Bibbia commentata dai Padri, Nuovo Testamento, Apocalisse, vol. 12, Roma, Città Nuova, 2008; padre Marco Sales, La Sacra Bibbia commentata, Torino, Berruti, Il Nuovo Testamento, vol. II, Le Lettere degli Apostoli – L’Apocalisse, 1914, pp. 645-682 .

 

Ora che l’Editore Effedieffe ha ristampato il Commento di padre Marco Sales (che impiegò 20 anni a commentare la S. Scrittura) (1all’ultimo Libro sacro della Bibbia mi azzardo a compendiare il suo studio per sintetizzare un insegnamento oggi molto attuale e porgerlo ai lettori affinché ne possano far frutto spirituale in questi tempi veramente apocalittici. Lo integro con i testi succitati solo nella spiegazione di qualche versetto o passaggio che dovesse risultare ancora di difficile spiegazione.

“Tratto la seconda parte dell’Apocalisse (capp. IV-XIX), che è abbastanza lunga, in varie puntate. Questa terza puntata tratta il capitolo XVII (1-18). Pian piano commenteremo l’Apocalisse intera, anche se brevemente”

Capitolo XVII (1-18)

È giunta l’ora del giudizio di Dio su Babilonia, personificata in una regina-meretrice in cui si condensa la potenza del male (vv. 1-10).

Uno dei sette angeli che hanno le sette ampolle si rivolge a San Giovanni e gli dice: “Vieni, ti farò vedere la condanna della gran meretrice che siede sopra molte acque” (v. 1), ossia il veggente-profeta di Patmos assisterà ora all’esecuzione del giudizio di condanna emesso da Dio contro Babilonia, che è definita spregiativamente “gran meretrice” non solo in senso carnale (per i suoi peccati di lussuria), ma anche in senso religioso e spirituale (per la sua fornicazione idolatrica).

Babilonia sarà distrutta (cap. XVIII) e il Verbo incarnato risulterà il vincitore, che si erge sui cadaveri dei suoi nemici (cap. XIX).

Come già detto sopra, Babilonia incarna la massa degli empi di tutti i tempi e di tutti i luoghi, la città terrestre o di satana, che si erge contro la città di Dio (S. Agostino, De Civ. Dei). La città di satana di volta in volta si concretizza nelle varie capitali degli imperi anticristiani (la Gerusalemme deicida, la Roma pagana ebbra del sangue dei cristiani, le megalopoli contemporanee sede delle sette occulte, dei governi massonici e atei, che cospirano contro la Chiesa e la perseguitano apertamente…).

Gli autori reputano comunemente che Babilonia non rappresenti la singola città della Mesopotamia sorta sulle acque del fiume Eufrate, ma sostengono che essa è il simbolo della massa dei reprobi riunita nella contro-chiesa. Le acque sono anche il simbolo dell’incostanza, dell’irruenza e del ribollir delle passioni dei popoli. Perciò la festa che si fa in cielo per la caduta di Babilonia conviene molto meglio allo sterminio generale degli empi alla fine del mondo che alla caduta di una sola città (padre Marco Sales, nota 1, cap. XVII). Inoltre la meretrice siede sopra sette monti e sette re (vv. 9-10), l’ultimo dei quali è l’Anticristo. Quindi la distruzione di Babilonia è simbolicamente legata alla disfatta dell’Anticristo finale verso la fine del mondo.

Certamente è vero che essa “siede sopra molte acque” e Babilonia sorgeva sopra l’Eufrate, ma ogni grande città o capitale ha il suo grande fiume. Oltre a ciò secondo gli esegeti le acque sono il simbolo dei popoli sempre in rivolta, mutevoli e frenetici sui quali “la gran meretrice” o la città di satana estende il suo dominio, spingendoli all’apostasia e al vizio e tenendoli per schiavi.

Babilonia è definita “meretrice” in contrapposizione alla “Donna” del capitolo XII, che rappresenta la Chiesa (sposa senza macchia di Cristo) e Maria Immacolata. Ora, se la Chiesa è la congregazione dei fedeli, Babilonia è la contro-chiesa o la conventicola dei malvagi infedeli che odiano Cristo.

In breve Babilonia o la città di satana è l’antitesi della città sposa dell’Agnello, la Chiesa o città di Dio. In questo passo dell’Apocalisse si ricevono, perciò, tramite un angelo, le rivelazioni divine sulle due città antagoniste che lotteranno incessantemente sino alla fine del mondo. La Genesi ci parla dei figli della donna (Maria/Chiesa) e dei figli del serpente (mondani/contro-chiesa); S. Agostino della Città di Dio e di quella di satana; S. Ignazio da Loyola dello stendardo di Cristo e di quello di Lucifero; S. Luigi Maria Grignion de Montfort del partito di Maria e di quello del mondo.

Con la gran meretrice “hanno fornicato i re della terra” (v. 2), vale a dire che i grandi di questo mondo si son lasciati trascinare all’idolatria e all’infedeltà con i conseguenti disordini morali da Babilonia o dalla città del diavolo in lotta perpetua con la città di Dio. Inoltre “gli abitanti della terra si son ubriacati col vino della fornicazione (di Babilonia)”, cioè la maggior parte degli uomini spinta dalla città di satana si è abbandonata ad ogni vizio.

L’angelo conduce San Giovanni “in spirito”, ossia in visione profetica, “nel deserto” (v. 3), per indicare in quale stato sarà ridotta la città empia che combatte contro Cristo e i suoi Santi. Inoltre la parola “deserto” vuol farci capire che la città di satana o terrena è un deserto totalmente privo di vita spirituale e soprannaturale, simboleggiate dall’acqua. Quindi Giovanni vede “una donna seduta sopra una bestia di colore cocco-scarlatto” (v. 3); la bestia è quella che sale dal mare il che si ricollega alle “molte acque” su cui sorge Babilonia, ossia è l’Anticristo aiutato dal potere politico (la bestia che sale dalla terra); la donna è “piena di nomi di bestemmia” (v. 3), perché l’attività principale dell’Anticristo è il bestemmiare Dio e il voler usurparne il posto. Quindi la donna seduta sulla bestia (v. 3) è tutto il contrario della donna del capitolo XII (la Chiesa di Cristo e Maria SS.), ossia è la contro-chiesa che odia Maria come il serpente infernale, suo caporione, che insidia il suo tallone (Gen., III, 15). Il “colore cocco-scarlatto” è il rosso e indica il carattere sanguinario dell’Anticristo. Si noti che il rosso è anche il colore del dragone ossia del diavolo (cfr. capitolo XII, verso 3).

Anche la donna è vestita “di porpora e cocco” (v. 4), ossia essa ha i tratti di una regina (che si ammanta di porpora) ma è crudele come il diavolo e l’Anticristo. Inoltre la donna ostenta “oro e pietre preziose” (v. 4), cioè è vestita come una regina, con gran sfoggio di ricchezza e di eleganza, ed ha “in mano un bicchiere d’oro pieno di abominazione e della sporcizia della sua fornicazione”: essa non solo è ricca, ma è anche immersa nei piaceri sensuali e idolatrici e fa bere le sue immondezze a tutti i popoli che le sono soggetti. Si noti la contrapposizione tra il calice che è di “oro”, ma è ripieno di “abominazioni” e di “impurità”.

Sulla fronte della donna è «scritto il nome: “Mistero”: “Babilonia la grande”, la madre delle fornicazioni e delle abominazioni della terra» (v. 5). Il nome della donna, che essa porta scritto in fronte, è “Mistero”, ossia qualcosa di non conoscibile naturalmente in opposizione a “nome” che indica una natura o persona con chiarezza; questo nome cioè non è il suo vero nome, ma è un mistero o un simbolo razionalmente inintelligibile. Questo nome misterioso è “Babilonia la grande, la madre delle prostituzioni e delle abominazioni della terra” e qui ancor di più si scorge che Babilonia va interpretata in senso simbolico quale città di satana e degli empi, maestra dei disordini e delle perversioni. Infatti come Sion o la Gerusalemme celeste è madre degli eletti, così Babilonia è la madre dei reprobi. L’Apostolo vede pure che la donna è “ebbra del sangue dei santi e dei martiri di Gesù” (v. 6), vale a dire che l’odio dei tiranni i quali governano questo mondo ostile a Dio (Babilonia) è talmente feroce che la donna (ossia la città di satana) è assetata del sangue dei fedeli a tal punto da essere come ubriaca. San Giovanni rimane “sorpreso e ricolmo di gran meraviglia” (v. 6) al solo vedere l’odio insondabile che anima Babilonia, in ciò vera figlia della bestia che sale dal mare cioè dell’Anticristo.

I versi 7-18 son reputati i più oscuri e di difficile interpretazione di tutta l’Apocalisse. Quindi anche dopo averli commentati rimane qualche oscurità. Vediamoli.

L’angelo mi disse: Perché ti meravigli? Io ti dirò il mistero della donna e della bestia che la porta, la quale ha sette teste e dieci corna” (v. 7), ossia ti svelerò il significato simbolico della donna (Babilonia) e della bestia (l’Anticristo) sulla quale siede la donna. Nel versetto 5 la parola “mistero” era applicata al nome “Babilonia”, qui invece è simbolo relativo alla coorte intera della donna (la città di satana) e della bestia (l’Anticristo) sopra la quale è seduta la donna. Qui la meretrice (Babilonia o la città di satana) e la bestia (l’Anticristo) sono intimamente associate come cavaliere e cavallo. L’angelo parla prima della bestia e poi della donna meretrice, che è quasi un accidente della fiera ed un suo strumento per perdere le anime: la fiera è l’elemento essenziale e il principio satanico da cui procedono le male azioni della donna e gli eventi funesti da queste prodotti.

La bestia che hai veduto fu e non è, e salirà dall’abisso, e andrà in perdizione: e gli abitanti della terra, i nomi dei quali non sono scritti nel libro della vita, resteranno ammirati vedendo la bestia che era e non è ” (v. 8). La “bestia” è l’Anticristo; essa “fu” viva e presente nei suoi ministri, ossia negli anticristi iniziali, che sono i vari capi delle false religioni e dei poteri politici ostili a Dio e a Cristo, ma “non è” più poiché tutti costoro son passati come ogni creatura di quaggiù ed inoltre andrà alla “perdizione” eterna del fuoco dell’inferno.

Sappiamo infatti che con l’Incarnazione del Verbo il dragone rosso ossia il diavolo, che è il “principe di questo mondo” (Gv., XII, 31), è stato incatenato e non ha potuto fare tutto il male che avrebbe voluto fare. Ma verso la fine del mondo apparirà l’Anticristo finale e l’impero di satana o del dragone rosso riprenderà tutta la sua forza persecutrice e tenterà l’ultimo assalto contro Dio stesso, portando dietro a sé la maggior parte degli uomini, che “non sono scritti nel libro della vita”, ossia non entreranno nel Regno dei Cieli. Tuttavia il suo trionfo durerà solo tre anni e mezzo (“un tempo, due tempi e mezzo tempo”; “42 mesi”; “1260” giorni) poiché Gesù lo ucciderà col soffio della sua bocca (Ap., XIX, 20 ss.).

L’Anticristo, come spiega il profeta di Patmos nel versetto 8, “salirà dall’abisso”, cioè dal mare (come inviato dall’inferno e dal dragone rosso) e ciò ci fa capire quanto intimamente sia legato al diavolo l’Anticristo finale e come riceva tutto il suo potere da satana stesso, di cui sarà il principale strumento. Infine, però, “andrà in perdizione”. Il veggente di Patmos stabilisce una sorta di analogia tra la parusia di Cristo alla fine del mondo e quella dell’Anticristo verso la fine del mondo e predice una “parusia” dell’uomo del peccato, che è l’Anticristo. Allora i reprobi, ossia coloro “i cui nomi non son scritti nel libro della vita”, di fronte alla venuta e alla sconfitta del loro caporione “resteranno meravigliati” vedendo la “bestia che era e non è più”, anche se “riapparirà” (v. 8), dopo la sua pseudo-resurrezione dalla ferita apparentemente mortale: l’Anticristo che dominava il mondo con gran potenza, alla fine cessa subitaneamente di esistere, ucciso realmente dal soffio della bocca di Cristo.

Le sette teste sono sette monti sopra dei quali siede la donna e sono sette re” (v. 9), ora la donna siede non più sulla bestia ma sulle sue teste che sono sette monti, i quali simboleggiano per alcuni Padri (S. Ireneo, Adv. Haer., V, 26; S. Girolamo, In Isaiam, XXIV, 7) i sette colli di Roma e quindi il paganesimo persecutore dei cristiani; invece per altri (Andrea da Cesarea, San Beda il venerabile) i sette imperi che si son succeduti nel corso dei secoli da quello egiziano sino a quello romano ed infine all’ultimo, ossia quello dell’Anticristo finale (passando per quello assiro-babilonese, caldeo, persiano e greco) e che con il loro paganesimo e politeismo hanno sostenuto la donna o Babilonia. Padre Sales (nota 9, cap. XVII) commenta che, pur se si allude a Roma o alle altre capitali degli imperi su citati, essi sono il simbolo della capitale del regno dell’Anticristo finale (la Gerusalemme deicida per alcuni o la Roma cristiana caduta nella grande apostasia per altri). Vi è dunque un’equivalenza tra monti e re o regni. Ora i monti che sorreggono la prostituta simboleggiano le potenze terrestri e politiche, promotrici della rivolta e della sovversione contro la legittima autorità e in ultima analisi contro Dio dal quale discende ogni autorità agli uomini. Infatti nel linguaggio biblico il monte è sinonimo di superbia, la valle di umiltà e i monti sono i principali ostacoli alla conversione degli uomini, perché “Dio dà la sua grazia agli umili”.

I “sette re” simboleggiano i capi degli imperi anticristiani e oppressori dei fedeli di Dio. “Cinque (regni/re) son caduti, l’uno è (ancora) e l’altro non è ancora venuto” (v. 10). I primi cinque regni vanno dall’Egitto alla Grecia e son finiti, il sesto è quello romano che nel 95 sotto l’imperatore Domiziano era nel pieno delle sue forze e perseguitava allora la Chiesa (San Giovanni era stato esiliato nell’isola di Patmos per ordine dell’imperatore romano), il settimo non è ancora venuto, infatti è quello dell’Anticristo finale, che prenderà forma verso la fine del mondo e “venuto che sia deve durar poco tempo”, ossia solo tre anni e mezzo (cfr. XI, 2; XIII, 5).

E la bestia, che era e non è (più) è l’ottavo ed è di quei sette regni, e va in perdizione” (v. 11), ossia il settimo impero è la personificazione del dominio della città terrestre avversa alla città di Dio poiché si identifica con la bestia che sale dal mare; l’ottavo impero (otto in simbologia è il perfezionamento e il rafforzamento del sette), pur essendo il culmine dei sette regni, è pur sempre uno dei sette, anche se spunta qui all’improvviso e inatteso. Quindi il settenario primitivo viene mantenuto e non contraddetto dall’ottavo monte. Ma esso “va in perdizione” conformemente al v. 10 “venuto che sia deve durare poco tempo”, chiara allusione al tema costante dell’Apocalisse: lotte incessanti tra bene e male, ma vittoria finale di Cristo. Insomma le “sette teste” sono il simbolo della pienezza (il numero sette) del potere della città terrena o di satana, che, nonostante le divergenze tra i malvagi, costituisce un unico corpo: la contro-chiesa, prevaricatrice e tiranneggiante sino alla parusia di Gesù, il quale distruggerà il regno dell’Anticristo proprio quando “l’uomo del peccato” sembrava aver prevalso. “La fiera è l’aspetto satanico dell’Anticristo, di cui le sette teste sono le sporgenze o i poteri umani e politici; ciò spiega il paradosso dell’ottavo re, che è la stessa bestia in tutte le sue fasi anti-divine: passato, presente e futuro ed è anche vero uomo: uno dei sette re” (A. Romeo).

Le dieci corna sono dieci re i quali non hanno ancora ricevuto il regno, ma riceveranno la potestà per un’ora con la bestia” (v. 12); questi dieci re e regni non sono figurati da teste come al versetto 7, ma da dieci corna (colà annunziate e qui riprese) poiché la loro potenza è meno forte delle sette teste, ossia dei grandi imperi precedenti. Alcuni ritengono che sono regni formatisi a partire dalla scomparsa dell’impero romano, formanti i vari reami che succederanno all’impero di Roma. Essi al momento della visione di San Giovanni “non hanno ancora ricevuto il regno (il potere)”, perché nel 95 sussisteva ancora l’impero romano antico e questi regni sarebbero venuti dopo la sua caduta ed avrebbero governato “per un’ora”, vale a dire per un tempo relativamente breve, “con la bestia”; si tratta quindi dello stesso potere infernale della bestia di cui sono strumenti. Questi regni diverranno come i sette imperi precedenti precursori del regno dell’Anticristo a causa del loro odio contro Dio. Ma mentre la bestia esercita il potere per tre anni e mezzo i dieci re lo eserciteranno solo per “un’ora” poiché partecipano in grado molto inferiore al potere dell’Anticristo.

Costoro hanno un medesimo parere” (v. 13), ossia sono animati dallo stesso sentimento di ostilità contro Dio e la sua Chiesa. Infatti “porranno la loro potestà in mano alla bestia”, cioè si metteranno totalmente al servizio dell’Anticristo preparandogli la via.
“Costoro combatteranno l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà”, l’Apostolo riprende il tema annunziato nel capitolo XVI versetto 14 dell’unione dei malvagi per sferrare l’attacco finale contro Gesù, ma proprio perché riunitisi in un sol luogo e nel medesimo tempo l’Agnello li annienterà tutti. Questa è la guerra dei re di tutta la terra (dieci re) radunati in Armagedon (XVI, 12 ss.). Tuttavia il motivo principale della vittoria dell’Agnello è che “Egli è il Signore dei signori, il Re dei re” (v. 14). In realtà è solo l’Agnello che vince, mentre senza di lui anche i suoi santi vengono travolti e martirizzati, e questo versetto esplicita il dogma espresso nel Vangelo giovanneo della indispensabilità della grazia e dell’aiuto di Cristo: “sine Me nihil potestis facere” (Gv., XV, 5).
L’angelo precisa alcuni aspetti dello schieramento anticristico che sarà debellato da Gesù e dice a San Giovanni: “Le acque che hai visto, dove siede la meretrice, sono i popoli e genti e lingue” (v. 15), ossia la donna che siede sopra la bestia (v. 3) e sopra i sette monti (v. 9) siede anche sopra molte acque, che simboleggiano i popoli e le nazioni di diverse lingue (le quali nazioni sono fluttuanti e mutevoli come l’acqua) e su di esse la bestia (l’Anticristo) estende il suo potere.

Inoltre l’angelo rivela all’Apostolo che “Le dieci corna che hai visto alla bestia, odieranno la meretrice e la renderanno deserta e nuda mangeranno le sue carni, e la bruceranno col fuoco”, vale a dire queste potenze della bestia (le dieci corna) formatesi sulle rovine dell’impero romano, dopo aver servito di sostegno alla meretrice, l’abbandoneranno e la lasceranno nell’ignominia e infine la distruggeranno col fuoco. In breve queste dieci corna combatteranno la città di satana e la rovineranno per un certo tempo, mettendola a ferro e a fuoco. L’Apostolo descrive qui la fine miseranda che farà ogni super-potenza mondiale (Babilonia, la città di satana) per opera degli stessi caporioni e popoli che avrà soggiogati; queste potenze parziali (nazionali) e momentanee (dieci corna) nel loro coalizzarsi e combattersi contribuiscono al crollo del potere universale e mondiale che le accomuna ma nello stesso tempo è odiato da esse. In questo modo i re e i regni parziali (nazionali), pur se animati da spirito anti-divino, sono inconsciamente strumenti della divina Provvidenza: Dio li muove ad eseguire malgrado loro il suo disegno e non quello della bestia di cui son fedeli.

Poiché Dio ha posto loro in cuore di fare quel che a Lui è piaciuto” (v. 17), vale a dire nei suoi decreti misteriosi Dio ha disposto che i dieci regni (“corna”) si unissero contro “la gran meretrice” o città di satana e la sbaragliassero per un certo tempo. Tuttavia, aggiunge l’Angelo, Dio ha anche stabilito “di dare il loro regno alla bestia sino a che le parole di Dio siano compiute” (v. 17), cioè il Signore ha pure permesso che questi dieci regni cadessero nella grande apostasia e che fossero a loro volta vinti dalla bestia ossia dall’Anticristo finale, ma solo sino a che siano compiute le parole o i decreti di Dio con la distruzione definitiva di tutte le potenze nemiche compreso l’Anticristo stesso e con l’instaurazione perfetta del Regno di Cristo in Paradiso dopo il giudizio universale e la fine del mondo. In breve è sempre per divina disposizione che questi dieci re cedono la loro regalità alla bestia in modo che il suo potere sia davvero universale e quasi onnicomprensivo. Tuttavia ciò durerà solo sino a che saranno compiuti i misteriosi disegni della divina Provvidenza ed allora Babilonia, la grande meretrice, sarà distrutta dallo stesso potere satanico su cui poggia e che serve, anche non volendolo, la Volontà divina. Infatti tutti gli intrighi del diavolo alla fine si risolvono contro di lui e compiono il piano di Dio al quale nessun essere creato può sottrarsi.

Quindi l’Apostolo conclude il XVII capitolo asserendo: “la donna che hai vista è la grande città, che ha il potere sopra i re di questa terra” (v. 18). Egli riafferma, così, che la donna o “la gran meretrice” simboleggia Babilonia, la grande città o la città di satana, e che essa è un governo talmente esteso da essere quasi universale governando la maggior parte degli uomini e delle nazioni.

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV1501_Nitoglia_Succo_Apocalisse_IV.html

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Per una facilità di lettura consiglio di vederlo sul sito linkato

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Daniele 7
1 Nel primo anno di Baldassàr re di Babilonia, Daniele, mentre era a letto, ebbe un sogno e visioni nella sua mente. Egli scrisse il sogno e ne fece la relazione che dice:
2 Io, Daniele, guardavo nella mia visione notturna ed ecco, i quattro venti del cielo si abbattevano impetuosamente sul Mar Mediterraneo 3 e quattro grandi bestie, differenti l’una dall’altra, salivano dal mare. 4 La prima era simile ad un leone e aveva ali di aquila. Mentre io stavo guardando, le furono tolte le ali e fu sollevata da terra e fatta stare su due piedi come un uomo e le fu dato un cuore d’uomo.
5 Poi ecco una seconda bestia, simile ad un orso, la quale stava alzata da un lato e aveva tre costole in bocca, fra i denti, e le fu detto: «Su, divora molta carne».
6 Mentre stavo guardando, eccone un’altra simile a un leopardo, la quale aveva quattro ali d’uccello sul dorso; quella bestia aveva quattro teste e le fu dato il dominio.
7 Stavo ancora guardando nelle visioni notturne ed ecco una quarta bestia, spaventosa, terribile, d’una forza eccezionale, con denti di ferro; divorava, stritolava e il rimanente se lo metteva sotto i piedi e lo calpestava: era diversa da tutte le altre bestie precedenti e aveva dieci corna.
8 Stavo osservando queste corna, quand’ecco spuntare in mezzo a quelle un altro corno più piccolo, davanti al quale tre delle prime corna furono divelte: vidi che quel corno aveva occhi simili a quelli di un uomo e una bocca che parlava con alterigia.
9 Io continuavo a guardare,
quand’ecco furono collocati troni
e un vegliardo si assise.
La sua veste era candida come la neve
e i capelli del suo capo erano candidi come la lana;
il suo trono era come vampe di fuoco
con le ruote come fuoco ardente.
10 Un fiume di fuoco scendeva dinanzi a lui,
mille migliaia lo servivano
e diecimila miriadi lo assistevano.
La corte sedette e i libri furono aperti.
11 Continuai a guardare a causa delle parole superbe che quel corno proferiva, e vidi che la bestia fu uccisa e il suo corpo distrutto e gettato a bruciare sul fuoco.
12 Alle altre bestie fu tolto il potere e fu loro concesso di prolungare la vita fino a un termine stabilito di tempo.
13 Guardando ancora nelle visioni notturne,
ecco apparire, sulle nubi del cielo,
uno, simile ad un figlio di uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui,
14 che gli diede potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano;
il suo potere è un potere eterno,
che non tramonta mai, e il suo regno è tale
che non sarà mai distrutto.
15 Io, Daniele, mi sentii venir meno le forze, tanto le visioni della mia mente mi avevano turbato; 16 mi accostai ad uno dei vicini e gli domandai il vero significato di tutte queste cose ed egli me ne diede questa spiegazione: 17 «Le quattro grandi bestie rappresentano quattro re, che sorgeranno dalla terra; 18 ma i santi dell’Altissimo riceveranno il regno e lo possederanno per secoli e secoli».
19 Volli poi sapere la verità intorno alla quarta bestia, che era diversa da tutte le altre e molto terribile, che aveva denti di ferro e artigli di bronzo e che mangiava e stritolava e il rimanente se lo metteva sotto i piedi e lo calpestava; 20 intorno alle dieci corna che aveva sulla testa e intorno a quell’ultimo corno che era spuntato e davanti al quale erano cadute tre corna e del perché quel corno aveva occhi e una bocca che parlava con alterigia e appariva maggiore delle altre corna. 21 Io intanto stavo guardando e quel corno muoveva guerra ai santi e li vinceva, 22 finché venne il vegliardo e fu resa giustizia ai santi dell’Altissimo e giunse il tempo in cui i santi dovevano possedere il regno.
23 Egli dunque mi disse: «La quarta bestia significa che ci sarà sulla terra un quarto regno diverso da tutti gli altri e divorerà tutta la terra, la stritolerà e la calpesterà.
24 Le dieci corna significano che dieci re sorgeranno da quel regno e dopo di loro ne seguirà un altro, diverso dai precedenti: abbatterà tre re 25 e proferirà insulti contro l’Altissimo e distruggerà i santi dell’Altissimo; penserà di mutare i tempi e la legge; i santi gli saranno dati in mano per un tempo, più tempi e la metà di un tempo. 26 Si terrà poi il giudizio e gli sarà tolto il potere, quindi verrà sterminato e distrutto completamente. 27 Allora il regno, il potere e la grandezza di tutti i regni che sono sotto il cielo saranno dati al popolo dei santi dell’Altissimo, il cui regno sarà eterno e tutti gli imperi lo serviranno e obbediranno».
28 Qui finisce la relazione. Io, Daniele, rimasi molto turbato nei pensieri, il colore del mio volto si cambiò e conservai tutto questo nel cuore.
https://www.laparola.net/testo.php?riferimento=Daniele7&versioni%5B%5D=C.E.I.
 
 
San Ippolito
“La testa d’oro dell’immagine del leone [in Daniele capp. 2 e 7] indica i babilonesi; il petto e le braccia d’argento e l’orso rappresentano i persiani e i medi; il ventre e le cosce di bronzo e il leopardo stanno a significare i greci, che mantennero la sovranità dal tempo di Alessandro; le gambe di ferro e la bestia spaventosa e terribile simboleggiano i romani, che esercitano la sovranità attualmente; le dita dei piedi, che erano in parte d’argilla e in parte di ferro, e le dieci corna erano emblemi dei regni che devono ancora sorgere; l’altro piccolo corno che spunta fra di esse indica l’Anticristo in mezzo a loro [fra quei dieci regni]; la pietra che percuote la terra e porta il giudizio sul mondo è Cristo. […]”. 

On Christ and Antichrist, 28

Ante-Nicene Fathers, Vol. 5, edited by Alexander Roberts, D.D. & James Donaldson, LL.D., Wm. B. Eerdmans

 
“E con questo nuovo corno non si intende altro che l’Anticristo che deve ristabilire il regno degli ebrei. E le tre corna che devono essere divelte stanno a significare tre re, cioè quelli dell’Egitto, della Libia e dell’Etiopia, che egli distruggerà […], e quando avrà trionfato su di essi, essendo egli un feroce tiranno, scatenerà tribolazioni e persecuzioni contro i santi, innalzando se’ stesso contro di essi”.
 
 
 
 
 L’impero romano ancora continua finchè non verrà il GM, re di Francia, della dinastia dei Capetingi:
 
Sant’Agostino
 
“…sebbene vediamo che l’impero romano è già in gran parte
distrutto, tuttavia finché esisteranno i re dei franchi che devono ottenere
l’impero romano, la dignità del nome romano non perirà del tutto perché si
conserverà sempre nei suoi re.
 
 
 
 
L’Anticristo , una delle bestie, sarà certamente un uomo, non una nazione o altro ancora:
 
 
San Giovanni
Crisostomo
 
Ma chi è egli [l’Anticristo]? E’ Satana? Niente affatto, ma è
qualcuno che permette che [Satana] operi in lui pienamente. Perché si tratta di
un uomo, «e s’innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di
culto» [cfr. 2 Tes 2,4]. Egli non introdurrà l’idolatria, ma sarà una sorta di
oppositore di Dio; abolirà tutti gli dei, ordinerà agli uomini di adorare lui
anziché Dio e siederà nel tempio di Dio, non solo in quello di Gerusalemme ma
anche in ogni chiesa […] Compirà grandi opere e mostrerà segni
prodigiosi”. 
 
 

San Anselmo

 

“Verso la fine del mondo l’Anticristo attrarrà a sé i cuori degli ebrei con la sua grande generosità e l’atteggiamento benevolo, tanto che essi lo loderanno come un semi-dio. Gli ebrei parlando fra di loro diranno: «Non c’è in tutta la nostra generazione un uomo più virtuoso, giusto e saggio. Fra tutti gli uomini egli sarà certamente capace di liberarci da tutti i nostri patimenti.»”. 

 

 

San Cirillo di Gerusalemme

 

La venuta

del vero Cristo, del Figlio Unigenito del Padre, non avrà luogo come la prima

volta dalla terra. Non uscire neppure per vedere chi nel deserto vanta delle

visioni: «Se qualcuno vi dirà: ‘Ecco il Cristo è qui, ecco è là’, non ci

credete». Non guardare alla terra, perché il Signore scenderà dal cielo: non

più nell’isolamento come nel primo avvento ma in compagnia di molti e scortato

da miriadi di angeli; non più nel nascondimento come rugiada nel vello, ma nel

pieno splendore della luce folgorante da lui stesso preannunziata: «Come la

folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del

Figlio dell’uomo»; «Vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo

con grande potenza e gloria, ed egli manderà i suoi angeli con una grande

tromba, ecc.». […]” 

“Ma

il diavolo interviene con la sua malizia, calcolando come poter screditare il

vero facendogli precedere il falso: la prima volta prevenendo l’avvento nella

carne e la generazione verginale col suscitare tra gli idolatri miti di falsi

dèi generanti e generati da donne; così pure la seconda volta l’avversario, prendendo

l’abbrivo dall’attesa dei semplici e specialmente di quelli della

circoncisione, preverrà l’avvento del vero Cristo col suscitare un uomo dedito

alla magia e molto esperto in ogni arte malefica di venefici e incantesimi, che

usurperà il potere imperiale tra i romani e il nome di Cristo tra i giudei, per

trarre in inganno i pagani con prestidigitazioni magiche e i giudei con il nome

del Messia che ancora attendono. […]

L’Anticristo

di cui abbiamo parlato verrà però quando l’impero romano avrà esaurito il suo

tempo e sarà ormai vicina la fine del mondo. Dieci imperatori in diverse

regioni contemporaneamente occuperanno allora il potere supremo di Roma, e dopo

questi imperatori contemporanei verrà come undicesimo l’Anticristo.

Egli

usurperà con arti magiche l’impero romano, umiliando tre degli imperatori suoi

predecessori e assoggettando gli altri sette al suo dominio. Dapprincipio si

mostrerà ragionevole e saggio, simulando benignità, moderazione e clemenza; ma

dopo aver tratto i giudei a seguirlo come il Messia aspettato, ingannandoli con

i segni e i prodigi della sua menzognera magia, in seguito sopravanzerà per

comportamenti disumani e iniqui gli ingiusti ed empi suoi predecessori,

segnalandosi per comportamenti malvagi e sanguinari, tirannici e impietosi.

Sarà versipelle e maldisposto con tutti, ma specialmente con noi cristiani.

Tale

strapotere durerà soltanto tre anni e sei mesi, perché lo sperderà nel secondo

avvento glorioso dal cielo il Figlio Unigenito di Dio, il nostro Signore e

Salvatore, il vero Cristo che col soffio della sua bocca sopprimerà

l’Anticristo ricacciandolo nel fuoco della geenna. […]” 

“Ciò

che insegniamo non è frutto di una nostra ricerca sofistica, ma è dottrina

appresa dalle Sacre Scritture ammesse dalla Chiesa, soprattutto dalla profezia

di Daniele che abbiamo appena letta, secondo l’interpretazione che ne diede lo

stesso arcangelo Gabriele dicendo precisamente: «La quarta bestia significa che

ci sarà sulla terra un quarto regno che supererà ogni altro impero». Secondo la

tradizione esegetica della Chiesa, il quarto regno è l’impero romano: il primo

regno, famoso, fu quello degli assiri; il secondo quello dei medi e dei

persiani; il terzo successivo quello dei macedoni; il quarto è dunque l’impero

romano.

L’interpretazione

di Gabriele così continua nel testo immediatamente successivo: «Le dieci corna

significano che dieci re sorgeranno da quel regno e dopo di loro ne seguirà un

altro che supererà nel male i precedenti – dice tutti i precedenti, non solo i

dieci -; abbatterà tre re – ovviamente: tre dei dieci di cui ha parlato; non

considerando re i tre abbattuti, egli regnerà come ottavo -; e proferirà

insulti contro l’Altissimo». Sarà cioè un uomo bestemmiatore e iniquo, né

succederà in modo legittimo nell’impero in quanto con arti magiche occuperà il

trono che non ha ereditato dagli avi. […]

I 10 re sono effettivamente re, non capi di Stato, nazioni, o altro:

San Girolamo

[…] dichiariamo ciò che gli autori ecclesiastici ci hanno tramandato: alla consumazione del mondo, quando il Regno dei Romani sarà stato distrutto, quando dieci re avranno diviso fra di loro il territorio dei Romani, ne sorgerà un undicesimo [re] da un piccolo regno… quando [quest’ultimo] avrà vinto tre dei dieci re, cioè il re degli egiziani, quello degli africani, e quello degli etiopi, che successivamente … egli ucciderà, gli altri sette re si assoggetteranno al vincitore”. 
“E neanche pensiamo che egli sia il Diavolo o un demone (come alcuni altri pensano), ma uno dell’umanità [un uomo] in cui Satana abiterà totalmente … proferendo la sua bocca grande vanto, perché egli è l’uomo del peccato, il figlio della perdizione, tanto che siederà nel tempio come se fosse Dio”. 

Corpus Christianorum, Series Latina, Vol. LXXV A, S. Heironymi Presbyteri Opera, Pars I, Commentariorum in Danielem

 
“Satana eserciterà la sua influenza su tutte le facoltà dell’Anticristo, sia su quelle del corpo che dell’anima – cioè sulla sua volontà, il suo intelletto e la sua memoria”.

Commentariorum in Danielem

 
“«Io sono venuto a voi nel nome del Padre mio e non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome, voi lo riceverete» (Gv 5,43). Non c’è dubbio che in «quest’altro» che Gesù dice che verrà di propria autorità e che sarà ricevuto dai Giudei, Egli intendesse parlare dell’Anticristo”.

Enoch ed Elia saranno l’apice dell’evangelizazione, che porterà gli Ebrei a convertirsi:

San Ippolito
 
“Perché egli [Daniele nel cap. 9] dice: «[L’Anticristo]
stringerà una forte alleanza con molti per una settimana e, nello spazio di
metà settimana, farà cessare il sacrificio e l’offerta». Con «una settimana»,
perciò, egli intendeva l’ultima settimana che dovrà esserci alla fine del mondo
intero, e di questa settimana i due profeti Enoch ed Elia ne occuperanno la
metà. Perché essi predicheranno vestiti di sacco per 1260 giorni [cfr. Ap
11,3], proclamando il pentimento ai popoli di tutte le nazioni”. 
 
“ed essi [Enoch ed Elia] opereranno segni e prodigi con
l’obiettivo di far vergognare e pentire gli uomini, anche con questi mezzi, a
causa della loro smodata iniquità ed empietà. «E se qualcuno pensasse di far
loro del male, uscirà dalla loro bocca un fuoco che divorerà i loro nemici.
Essi hanno il potere di chiudere il cielo, perché non cada pioggia nei giorni
dell’avvento dell’Anticristo, e di cambiare l’acqua in sangue, e di colpire la
terra con ogni sorta di flagelli tutte le volte che lo vorranno». E quando
avranno proclamato tutte queste cose essi cadranno a fil di spada, uccisi
dall’accusatore”. 

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

 “I 10 re sono effettivamente re, non capi di Stato, nazioni, o altro”; questa sì che è una buona notizia: l’apocalisse è chiusa! Di re ci restano: Carlo con problemi di prostata e altri duo o tre scalcagnati che certo non riusciranno a bruciare Gerusalemme, poi Roma ed ancora la Mecca, le tre città sui sette colli.
Da questi re scalcagnati o loro parenti dovremmo avere il GM: “L’impero romano ancora continua finché non verrà il GM, re di Francia, della dinastia dei Capetingi”. Sono contento che l’impero romano esiste ancora; ma non è ancora arrivato il GM e ho l’impressione che nel frattempo l’impero sia caduto più in basso rispetto al sacco dei Vandali del 455, essendo Roma governata ora da una imperatrice che ha acquisito le insegne regali con un diplomino all’alberghiero.

San Cirillo di Gerusalemme è figlio del suo tempo: a quel tempo i vescovi litigavano fra loro ferocemente e Cirillo non fece eccezione con Acacio, vescovo di Cesarea (340-366). Non entro in merito alla disputa ma questi litigi indebolirono l’impero romano d’oriente, ne minarono la stabilità e lo portarono al disfacimento. L’imperatore Costantino sudò sette camicie per tenere a bada i vescovi nel Concilio di Nicea del 325; ma le dispute non finirono mai finché i musulmani non conquistarono la Siria, l’Egitto e l’Africa; poi i turchi conquistarono Costantinopoli.

Sempre per questioni di dispute teologiche (a pretesto!) gli europei combatterono la “guerra dei trent’anni” che costò la vita a due milioni di europei. Anche allora come oggi avevano occhi per vedere e non videro.
Tutti abbiamo visto l’intronizzazione di Pachamama sotto la regia dell’accolito del principe del male:
https://lanuovabq.it/it/i-tre-cardinali-benedicono-i-culti-di-maya-pachamama-e-dio-sole
E gli altri cardinali? Di fronte a questo sacrilegio nessuno ha fiatato.
Non dobbiamo aver chiare le profezie né per questo lambiccarci il cervello; basta essere preparati (estote parati!), a cosa? Gli eventi futuri in generale non sono conoscibili:
“Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno lo sa, né gli angeli del cielo né il Figlio, ma solo il Padre” (Mt 24, 35-36).
Dobbiamo essere attenti ai segni che precedono gli eventi: «Guardate il fico e tutte le piante; quando già germogliano, guardandoli capite da voi stessi che ormai l’estate è vicina» (Luca 21,29-33).
Il padrone del tempo è solo il Padre e questo lo sapevano anche i pagani: il dio dal quale procedono gli altri dei veniva chiamato per l’appunto Crono (in greco Κρόνος) secondo la teogonia di Esiodo.

La volta scorsa mi hai fatto un regalino; non dovevi: chissà quanto ti sarà costato … per me è di troppo, non ti offendere se te lo restituisco. Saluti.

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Concordo in toto. Le profezie possono aprire un varco così come una buona intuizione. Ma solo se accompagnate dall’osservazione dei segni e dei fatti ci aiutano a comprendere. Altrimenti diventa lettera. E la lettera porta alla morte spirituale. Si guarda al dito ma non si vede la luna… saluti.
Massimiliano.

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

Aggiungo anche che la scrittura si è conclusa con l’apocalisse di San Giovanni che guarda caso significa rivelazione. Il resto è importante ma fondamentalmente potremmo farne completamente a meno. Saluti.
Massimiliano

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

“questa sì che è una buona notizia: l’apocalisse è chiusa! Di re ci restano: Carlo con problemi di prostata e altri duo o tre scalcagnati che certo non riusciranno a bruciare Gerusalemme, poi Roma ed ancora la Mecca, le tre città sui sette colli.”
 
Non essendo tu un neofita sai che questi 10
re non sono per questo tempo, ma dopo il tempo di pace p.v. , come detto a la
Salette, che ricalca quanto detto dai Padri e Dottori della Chiesa che ho
riportato ed altri ancora, per brevità di esposizione, le cui opere fanno parte
del Depositum Fidei, che i fedeli sono tenuti a credere. Si denigra tanto il
modernismo ma se non si crede ai Padri dell Chiesa è come essere eretici
modernisti.
Riguardo Babilonia è la città di Satana in generale, l’insieme dei popoli dediti al peccato, ai 7 peccati capitali, che sono come dei “monti” di eccessi, di ardori e di superbia, non si identifica con una città particolare.

 
“Sono contento che l’impero romano esiste
ancora; ma non è ancora arrivato il GM ”
 
Ache il GM non è atteso per adesso, come detto
sopra, se lo attendessi per adesso sarebbe una vana attesa
 
“San Cirillo di Gerusalemme è figlio del
suo tempo”
San Cirillo di Gerusalemme è Dottore della
Chiesa, e tanto basta per i Cristiani non protestanti di DOVER seguire e
credere in quello che ha insegnato, ispirato da Dio
 
“ma le dispute non finirono mai finché i
musulmani non conquistarono la Siria, l’Egitto e l’Africa; poi i turchi
conquistarono Costantinopoli.”
 
La Verità, che è Dio, è più importante della
vita umana, che passerebbe comunque sia, lo scopo degli uomini è la ricerca di
Dio. Morire per questo non è affatto vita sprecata, ma vissuta appieno. La tua
pare una preoccupazione come quella degli Ebrei sotto l’Impero Romano, i quali
auspicavano di tornare liberi dalla sottomissione a Roma, piuttosto che liberi
dal peccato accettando e accogliendo il Salvatore, che invece crocifissero, Pur
non volendo e non spendo però fecero la volontà del Padre per la salvezza di
tutti i popoli della Terra.
 
“Sempre per questioni di dispute
teologiche (a pretesto!) gli europei combatterono la “guerra dei trent’anni”
che costò la vita a due milioni di europei.”
Lo stesso che sopra, a meno che per te faccia
lo stesso che dei popoli siano eretici o non eretici, e quindi fuori dalla
Chiesa in cui non c’è salvezza, o dentro.
 
“Tutti abbiamo visto l’intronizzazione di
Pachamama sotto la regia dell’accolito del principe del male:”
 
Certo che è una cosa gravissima, contraria al
primo Comandamento, ma l’Apocalisse dice che un segno dell’Anticristo sarà
proclamare sè stesso come Dio, non la dea della Terra, la Pachmama. Finchè non
vedremo questa cosa e un Falso Profeta che fà i miracoli( per essere più
corretti magia) per sedurre gli uomini e portarli a credere all’Anticristo che
si proclamerà Cristo, non è il tempo giusto per le 2 bestie. E questo lo dice la Bibbia, non una rivelazione privata,
o dobbiamo dubitare pure della Bibbia e farci una nuova religione per conto
proprio in base alle preferenze personali?
 
“Gli eventi futuri in generale non sono
conoscibili”
Eh certo, ma se le profezie vengono da Dio lo
diventano per Sua permissione, sempre che uno abbia sensus fidei e ci creda.
Poi se Dio decide di spostare i tempi questa è un’altra Sua prerogativa, ma non
inficia le rivelazioni già fatte, ma solo ne modifica il tempo di realizzazione.
Come dici: “Il padrone del tempo è solo il
Padre”
in cui in realtà non c’è tempo ma solo
Eternità. Il tempo a ben vedere riguarda la vita terrena
 
“La volta scorsa mi hai fatto un regalino”
 
A caval donato non si guarda in bocca, in ogni
caso non comprendo a cosa alludi

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Messa per Re luigi XVI

Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

In questo tempo l’Argentina offre personaggi davvero contrastanti.

Spring
3 mesi fa

E il marconista dalla sua torre,
le lunghe dita celesti nell’aria,

trasmetteva saluti e speranze
in quasi tutte le lingue del mondo,

(liberamente tratto da una song di De Gregori)

IT-ALERT for exercise purposes only!

Quando sentirete tutte queste cose, sollevate il capo: la vostra liberazione è vicina. (from the Bible)

In termini più moderni:

e quando suonano le sirene 
ci sembra quasi che canti il gallo,
ci sembra quasi che il ghiaccio che abbiamo nel cuore
piano piano si vada a squagliare
in mezzo al fumo di questo vapore
di questa “vacanza” in alto mare.

sempre dalla stessa song

😊

mario mancusi
3 mesi fa

Remox cosa intendi da queste parole di Regis dal minuto 7
UMA NOVA RELIGIÃO OPOSTA À IGREJA CATÓLICA (youtube.com)

dice Roma diventerà la sede dell’Anticristo, la vera verità , secondo te da dove verrà l’Anticristo ? noi avremo vari anticristi, ma il pericoloso che sarà sconfitto solo da Gesu’ lui sarà nella chiesa

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ho rivisto in portoghese dice chiaramente che l’ Anticristo sarà dentro la Chiesa , Quello con la A maiuscola, c’è poco da interpretare pertanto o Anguera è falsa o bisogna rivedere quello che si è detto per esempio a La Salette, diciamo che Anguera è sulla stessa linea di Don Gobbi , Maracaibo , el Escorial, la stessa Valtorta alla fine chiama Anticristo il pastore idolo dentro la Chiesa ecc le profezie antiche e datate , tutte da interpretare , danno una visione diversa , quelle recenti danno una visione differente

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Il cervello e le orecchie le abbiamo tutti ogni volta devo ripetere sempre le stesse cose , io sto riportando i messaggi e le dichiarazioni di Regis pertanto come faccio io 2+ 2 li puoi fare tu come tutti , quindi queste domande le dovresti porre a Regis che da una visione dell’Anticristo differente ,ha detto l’Anticristo con la A maiuscola te lo ripeto l’ Anticristo che verrà sconfitto da Gesù starà nella chiesa , quindi già quest’affermazione è distante da quanto si è interpretato in la Salette in cui l’Anticcristo secondo alcune interpretazioni dovrebbe essere politico , poi riporto ancora una volta alcuni messaggi già riportati a cui ne Remox e dott.G.I. Hanno risposto

mario mancusi
8 giorni fa
Remox e dott.G.I , io non so se anguera è vera, comunque dall’ultimo messaggio spiegato da Regis

3.276 – 6 febbraio 2010

Arriverà il giorno in cui sorgerà un uomo apparentemente buono e giusto. Ingannerà molti, perché realizzerà grandi prodigi. Verrà dall’emisfero sud e molti lo considereranno come un salvatore. State attenti per non essere ingannati. Ascoltate i miei appelli. Amate e difendete la verità.
a cui si aggiunge

3.452 – 14 marzo 2011

Vivete nel tempo delle grandi confusioni spirituali. Quando un uomo si presenterà con tre nomi, ci sarà grande confusione nella casa di Dio.
3.086 – 24/11/2008
La Chiesa del mio Gesù troverà un grande ostacolo in Argentina.

che è un Papa :Bergoglio
da questo messaggio

2.532 – 05.06.2005

Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata.

si deduce che l’Anticristo è un Papa (almeno in Anguera)
tra l’altro è’la spiegazione data da regis in riferimento a San Norberto
pertanto in anguera l’Anticriso-falso profeta- oppositore o è Bergoglio o il suo successore ??

c’è poco da interepretare a mio parere, o anguera è falsa o i messaggi parlano chiaro

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Non lo dico io , è questo che non capisci , hai visto il video che ho postato??? Lo dice Regis , le mie interpretazioni non servono a nulla, io riporto le affermazioni di Regis , a mio parere tutto può essere , ti faccio io una domanda a la Salette si parla del Falso profeta ?? Chi è? Nell’ Apocalisse si esplicita il nome di un uomo l’Anticristo e il Falso profeta che nome ha??? Pertanto io a differenza vostra non ho certezze sul futuro mi limito a vedere gli eventi e a leggere i messaggi delle profezie più recenti , alla fine la stessa Valtorta parla di Anticristo e pastore idolo che sono la stessa persona il resto di quello che ha detto dott.G.I.Sono solo interpretazioni

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Quindi dice Arriverà il giorno in cui sorgerà un uomo apparentemente buono e giusto. Ingannerà molti, perché realizzerà grandi prodigi. Verrà dall’emisfero sud

Messaggio chiarito ed è Bergoglio poi dice
Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico.

Quindi 2+2 Anticristo di San Norberto ( Regis ha detto che questo messaggio è riferito all’Anticristo con la A maiuscola) e’ sempre un uomo ben vestito, quindi un Papa , o Bergoglio o il suo successore, pertanto Nicola il cervello e gli occhi li abbiamo tutti , o Anguera e’ falsa o quello che ha de Regis e quello che dicono i messaggi dicono che l ‘ Anticristo capitolo XIII dell’Apocalisse è un Papa

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Il mio parere non ha importanza Regis ha detto che L’Anticristo con la A maiuscola è un Papa pertanto è inutile dire che devono avere accordo con l’Apocalisse , fai prima a dire che Anguera è falsa oppure lo chiedi a lui))) questo è quello che ha detto e si capisce dai messaggi che ho postato sopra

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa

A IGREJA NÃO É DOS HOMENS, MAS DE CRISTO. (youtube.com)

Remox dal minuto 11 Regis parla senza spiegare totalmente il messaggio del 20/01/2024 5.550
Un uccello pericoloso scapperà dall’aquila

come abbiamo detto uccello indica un cardinale quindi una persona in particolare, che fuggirà dall’aquila , per aquila non si deve intendere come nei messaggi precedenti Stati Uniti, ma non ha spiegato esattamente cosa significa, comunque ha ribadito che per la realizzazione dei messaggi sulla chiesa non ci vorrà molto tempo , compreso quest’ultimo

Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Per questo ho proposto la similitudine con i nomi di alcuni cardinali.

Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  Remox

Infatti in quella catechesi che hai riportato Pedro dice che “aguia” è una persona.

FRATELLO D'ITALIA
FRATELLO D'ITALIA
3 mesi fa

Onore a Gigi Riva il più grande attaccante italiano del dopoguerra! Nostradamus non predisse alcunché sull’avvento di “Rombo di tuono”?
“CALCIATORE GIGI RIVA”………..”PRESENTE!”
“CALCIATORE GIGI RIVA”………..”PRESENTE!”
“CALCIATORE GIGI RIVA”………..”PRESENTE!”(non si sa se era un camerata)

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  FRATELLO D'ITALIA

A me caro fratello d’Italia mi fai un pochino pena… perdonami eh, ma mi sembri un attimino puerile e stupidino. Per dirla dolcemente. E visto che fai il buffoncello …
https://www.corriere.it/cronache/21_novembre_11/gigi-riva-covid-la-mia-badante-stata-ricoverata-io-ora-ho-tre-dosi-assurdi-no-vax-2705c072-432e-11ec-84b2-370e2b694419.shtml
Saluti.
Massimiliano

Lucio Anneo
Lucio Anneo
3 mesi fa
Rispondi a  FRATELLO D'ITALIA

Nostradamus si occupava di storia, non di cronaca sportiva…Riva era trivaccinato ma il danno al cuore non c’entra, neppure il dolore per essere stato irriso dai no vax! Povero scorpione, avvelenato dai sopravvissuti….

P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

“Con raffinata perfidia”; la definizione perfetta: è perfido!
Treccani:
perfìdia s. f. [dal lat. perfidia, der. di perfĭdus «perfido»]. – 1. L’esser perfido; comportamento sleale, subdolo e malvagio volto intenzionalmente a far male agli altri: conosco la sua p.; la p. degli uomini mi fa più male che l’inclemenza delle stagioni (V. Monti). 2. Con sign. concr., azione, comportamento, parola perfida: è un individuo capace di ogni p.; che p. tradirci così!; dire, sussurrare una sottile p.; talvolta anche in tono iperbolico o enfatico: le piccole p. femminili; è una p., una vera p., un’ignobile perfidia! 3. ant. Ostinazione, pervicacia; in partic., ostinata fermezza nel difendere le proprie idee e ragioni, atteggiamento che, nella polemica antigiudaica, era in passato rimproverato agli Ebrei.

“Dopo la caduta del Muro di Berlino e il crollo del comunismo, i marxisti hanno rapidamente elaborato il NEO-MARXISMO …”. I veri marxisti furono messi all’angolo e dimenticati; la maggior parte si sono riciclati aderendo di fatto al liberalismo progressista con l’etichetta di neo-marxismo come copertura. L’operazione è stata architettata e diretta dalla massoneria; parallelamente la mafia di San Gallo se ne è servita per i suoi scopi: non è stata mai marxista o egualitaria all’estremo ma semplicemente neo marxista cioè liberal progressista. Ad ogni modo sia la mafia di San Gallo ed anche la chiesa in generale hanno utilizzato il neo marxismo. Vediamo come. Papa Wojtyla ha gravemente mentito rivelando uno pseudo-segreto di Fatima. L’argomento indiziario della sua menzogna riposa sull’aver detto nell’anno 2000 che il segreto di Fatima riguardava l’attentato contro la sua persona del 13 Maggio 1981; ma la B.V. aveva espresso il desiderio che il segreto fosse rivelato nel 1960 cioè nel momento più opportuno per comprendere ed operare di conseguenza. Se doveva essere rivelato nel 1960, non poteva riguardare un avvenimento futuro, del tutto particolare, di scarso valore generale e al momento incomprensibile per i fedeli cioè di un attentato al papa di 21 anni più tardi! Se il segreto fosse incentrato sull’attentato, non è comprensibile l’ostinazione del Vaticano a non volerlo pubblicare. E’ certo quindi che si trattasse di ben altro: ho già espresso il mio parere in linea con la rivelazione dell’Apocalisse cioè il segreto riguardava l’apparire della prima bestia e la conquista del trono di Pietro da parte del principe delle tenebre a mezzo di un suo accolito falso papa. La baruffa sul terzo segreto ne copre con una nube di polvere il suo vero contenuto e pure un altro misfatto; il Vaticano con Marcinkus si fece prestare diversi miliardi di dollari per la rivoluzione polacca dal banco ambrosiano ma in realtà dalla mafia attraverso la sua filiale di Nassau; poiché la restituzione poi ritardava, la mafia prima fece pressione sui dipendenti del Vaticano ma poi chiese ed ottenne appoggio dalla mafia turca travestita da servizio bulgaro.

A tutt’oggi non è stato possibile conoscere il testo non manipolato del terzo segreto; vari i tentativi:
http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV540_Terzo_segreto_Fatima_Chiesa_Viva.html
Nelle varie forme in cui ci è arrivato il 3° segreto si parla di una grande guerra nella seconda parte del secolo XX con milioni e milioni di morti, avvenimento mai accaduto che copre l’avvenimento molto più grave dell’agonia della chiesa cattolica e della morte spirituale di milioni di fedeli. Altra incongruenza: la consacrazione della Russia doveva avvenire prima della seconda guerra mondiale; la Russia si sarebbe convertita e milioni di europei si sarebbero salvati e gli errori del marxismo e dell’ateismo non si sarebbero diffusi nel mondo. La consacrazione della Russia dopo il ‘60 sarebbe arrivata troppo tardi: dopo poco più di 20 anni l’unione sovietica sarebbe semplicemente collassata.

Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

“FATIMA (PORTOGALLO), 15 MARZO 1993.
TI HO VOLUTO QUI.
….
…..

……Ti ho voluto qui, perché devi comunicare a tutti che ormai, da questo anno, siete entrati negli avvenimenti che vi sono stati da Me predetti e che sono contenuti nella terza parte del segreto, che non vi è stato ancora svelato.”

20 dopo Bergoglio viene eletto papa. Altri 20 anni e forse si avvereranno le promesse della Madre Celeste.

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  Remox

Dal 1993 siamo entrati negli avvenimenti del 3° segreto? Dove? Come? dovreste cominciare a ridimensionare (o addirittura depennare) questi messaggi come credibili (eppure sono stati la mia consolazione per molti anni)…

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa
Rispondi a  Remox

Campa cavallo…

Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  Anonimo

Ci hanno ingannato!
Ecco il Terzo Segreto di Fatima (unavox.it)
Ecco il terzo segreto di Fatima

Il Cardinale Pacelli l’ha letto…

E ne ha detto qualche cosa

Dal sito dell’Associazione Culturale Montfort

Nel 1936, poco prima del suo viaggio negli Stati Uniti d’America, il Segretario di Stato di Pio XI, il Cardinale Eugenio Pacelli, futuro Pio XII, disse al Conte Enrico Pietro Galleazzi:

Supponga, mio caro amico, che il comunismo sia soltanto il più visibile degli organi di sovversione contro la Chiesa e contro la tradizione della rivelazione divina, allora noi andremo a vedere l’invasione di tutto quanto è spirituale, la filosofia, la scienza, il diritto, l’insegnamento, l’arte, i giornali, la letteratura, il teatro e la religione. Sono esterrefatto per le confidenze fatte dalla Vergine alla piccola Lucia di Fatima. Questo insistere da parte della Madonna sui pericoli che minacciano la Chiesa è un avvertimento divino contro il suicidio per l’alterazione della Fede, nella sua liturgia, nella sua teologia e della sua anima”. (…).

Sento intorno a me gl’innovatori che vogliono smantellare la Sacra Cappella, distruggere la fiamma universale della Chiesa, respingere i suoi ornamenti, infliggerle il rimorso per il suo passato storico”.

Così, mio caro amico, sono convinto che la Chiesa di Pietro deve difendere il suo passato; altrimenti si scaverà la fossa”.

“...un giorno verrà che il mondo civilizzato rinnegherà il suo Dio, che la Chiesa dubiterà come Pietro ha dubitato. Essa sarà tentata a credere che l’uomo è diventato Dio, che suo Figlio è soltanto un simbolo, una filosofia come tante altre, e nelle chiese i cristiani invano cercheranno la fiamma rossa che indica che Dio gli aspetta”.

(Mgr. Georges Roche et Père Philippe St.Germain, Pie XII devant l’histoire, Laffont, Paris, 1972, pp 52-53 ;

également

Abbé Daniel Le Roux, Pierre m’aimes-tu ?, Fideliter, Brout Vernet, 1986 p.1 ;

encore

Padre Dominique Bourmaud, Cien Años de Modernismo, Fundación San Pio X, Buenos Aires, 2006, p.312, apud Mgr. Bernard Fellay, Supérieur Général de la FSSPX, lettre du 22 juin 2001 à la lettre du Cardinal Castrillon Hoyos du 7 mai 2001, in Communicantes, août 2001, – in francese, in italiano)

Che precise profezie!
Sicuramente, però, il Cardinale Pacelli non era un profeta!.
Lui affermava che era rimasto impressionato da quello che la Madonna aveva detto “insistentemente” a Lucia – una delle veggenti di Fatima – su “il suicidio per l’alterazione della Fede, nella Sua liturgia, la Sua teologia e la Sua anima”.
Ma, ci chiediamo: come ha conosciuto il Cardinale Pacelli queste predizioni della Madonna di Fatima alla veggente Lucia.
Da quanto ne sappiamo, neppure un libro racconta che la Madonna abbia detto tali cose a Lucia.
E allora, il Cardinale Pacelli, futuro Pio XII, da dove ha appreso queste predizioni?
Sicuramente solo dall’autentico testo del Terzo Segreto di Fatima, che Suor Lucia scrisse; segreto al quale il Cardinale Segretario di Stato possibilmente aveva avuto accesso, senza che il testo fosse ancora pubblicato. (Il Vaticano ha pubblicato soltanto la descrizione della visione riportata nel terzo segreto).
Nel Terzo Segreto di Fatima, la Madonna avrebbe anticipatamente accusato il Concilio Vaticano II e la Nuova Messa di Paolo VI come suicide.
È proprio per questo che i Papi non hanno mai voluto pubblicare il Terzo Segreto di Fatima: questo segreto condanna il Concilio Vaticano II e la Nuova Messa di Paolo VI.
Orlando Fedeli
São Paulo, 24 Maggio 2007, festa di Maria Ausiliatrice.
Maggio 2007
***********
Domanda delle domande: Se la chiesa sapeva, perché non ha reagito?
Risposta tra le risposte: la massoneria ecclesiastica era già al lavoro. Già? Sì:
La massoneria alla conquista della Chiesa – di Carlo Alberto Agnoli (unavox.it)
{…Un Cardinale il cui nome non figura nella lista di Pecorelli e in quella di Panorama, ma appare in quella, già citata, del periodico Introibo, del luglio 1976, è Achille Liénart, vescovo di Lilla. Il nome di questo prelato era già incluso in una lista di alti ecclesiastici massoni pubblicata dal settimanale italiano Il Borghese. Il Liénart sarebbe stato iniziato alla Massoneria a Cambrai nel lontano 1912, e nel 1924 sarebbe stato elevato addirittura al 30° Grado del Rito Scozzese Antico e Accettato. Sul suo letto di morte, a detta della rivista francese Tradition-Information (nº 7, pag. 21), egli avrebbe esclamato: «Umanamente parlando, la Chiesa è perduta» ….}.

La scalata alla chiesa era iniziata già prima di … Bergoglio col card Mariano Rampolla del Tindaro: “…Al soglio pontificio si avvicendano Pio IX e Leone XIII, che del presule siciliano apprezza le doti, tanto da elevarlo al cardinalato. Ascesa e declino di una eminenza che, da nunzio in Spagna torna nell’Urbe e ricopre la massima carica di Segretario di Stato Vaticano per più di tre lustri. Fino al 1903, quando, per tutti, sarà lui il nuovo Papa. Per tutti, ma non per l’imperatore d’Austria, Francesco Giuseppe, che si avvale di un vecchio privilegio: lo jus exclusivae. Drammatico episodio che cambiò la storia della Chiesa e che portò all’abolizione del diritto di veto e dunque di qualsiasi interferenza politica: la fine dell’ancien régime. Documenti, foto, interviste e una corposa rassegna stampa dell’epoca, per ripercorrere la storia di quello che oggi viene ricordato come il Papa mancato. …(da Wiki)”.
https://www.chiesaviva.com/453%20mensile.pdf
pag. 12 “Chiesa viva” Ottobre 2012
IL CARDINALE MARIANO RAMPOLLA
{Sull’appartenenza alla Massoneria del card. Mario (Mariano) Rampolla, sono stati scritti, recentemente, articoli molto documentati che, dopo dettagliate analisi su fatti, documenti e aspetti, inerenti al veto posto dal Card. Puzyna nel conclave del 1903, giungono alla conclusione sull’impossibilità di poter affermare con certezza l’appartenenza alla Massoneria del card. Rampolla.
In questi articoli, oltre le minuziose ricostruzioni dei dettagli che provano la quasi impossibilità per il card. Rampolla di essere eletto Papa nel conclave del 1903, vi è una esauriente esposizione delle
varie posizioni, interessi politici e preferenze delle massonerie degli Stati europei in relazione all’elezione del Papa in quel conclave, ed una serie di interessanti confutazioni di fatti comunemente ritenuti certi che invece avrebbero bisogno di ulteriori ricerche e prove per essere accettati come veritieri.
In questi articoli, accettando tutto ciò che onestamente si deve riconoscere perché debitamente documentato, provato o messo onestamente in dubbio, vogliamo soffermarci su alcune citazioni dalle quali poter intraprendere una nuova via che possa portarci, non tanto ad affermare con certezza alcuni fatti storici o politici personali o nazionali, ma a comprendere come funziona realmente il piano diabolico della Massoneria nella sua opera di distruzione della Chiesa di Cristo e della Civiltà cristiana e la strategia che viene usata per mettere in atto e far proseguire questo piano.
1.1. All’inizio dell’articolo del febbraio 2007, vi è una citazione interessante.
«Nel 1859, Jacques Cretinau-Joly (1803-1875) diede alle stampe, con un Breve di felicitazione di Pio IX, la sua opera: “L’Eglise Romaine en face de la Révolution”. Il libro è il frutto di numerose ricerche archivistiche sollecitate all’autore dagli stessi Sommi Pontefici Gregorio XVI e Pio IX. In esso vengono tra l’altro pubblicati dei documenti dell’Alta Vendita nei quali era esposto un progetto di infiltrazione del clero cattolico da parte della massoneria, per giungere a guadagnare alla propria causa persino la Sede di Pietro: “Noi dobbiamo giungere (…) al trionfo dell’idea rivoluzionaria per mezzo di un Papa”. “Quello che noi dobbiamo domandare, quello che dobbiamo cercare e aspettare,
come gli Ebrei aspettano il Messia, è un Papa secondo i nostri bisogni”. Per predicare una “rivoluzione in tiara e cappa”, bisogna gettare le “reti nel fondo delle sacrestie, dei seminari e dei conventi”».
2.2. Nello stesso articolo, a pag. 18, viene riportata la testimonianza di mons. Marty, Vescovo di Montauban, che dopo la sua visita ad limina a Roma, con numerosi dettagli, raccontò al direttore, Lacointa, de “Le bloc antirévolutionnaire”: « .. alla morte del card. Rampolla si scoprì tra le sue carte la prova formale del suo tradimento. Questi documenti schiaccianti furono portati a Pio X: il santo Pontefice ne fu terrorizzato ma, per preservare dal disonore la memoria del Cardinale fellone e per evitare uno scandalo, disse, profondamente turbato: Disgraziato!
Bruciate!.. e le carte furono gettate nel fuoco in sua presenza».
Le carte private di Rampolla documentavano che il Cardinale era membro di una sètta massonica segreta e occulta, dal nome di Ordo Templis Orientis (O.T.O.).
Il dubbio su questa testimonianza, viene gettato semplicemente con queste parole: «Vediamo, però, dalle parole stesse di un Papa, come possano facilmente essere deformate delle confidenze fatte in tutti gli ambienti, non esclusi quelli vaticani». Segue il racconto di un’intervista fatta durante la Prima Guerra mondiale a Benedetto XV dal giornale francese “La Liberté” «in cui alcune parole del
Papa parvero, in tempo di guerra, gravissime, in quanto favorevoli alle potenze degli Imperi centrali (Austria e Germania). Lo scandalo fu enorme».
Questo tentativo di vanificare o gettare dubbi sulla testimonianza di mons. Marty in relazione alle carte segrete del card. Rampolla, non solo sembra volatile, ma, come vedremo in seguito, persino infelice.
3.3. Un’altra citazione utilissima, riportata sempre nell’articolo del febbraio 2007, è quella di Henri Coston: «Nel 1992, Coston è più severo (nel frattempo c’è stato il Concilio): dopo aver ricordato il caso Rampolla e il caso Le Nordez, conclude. “se abbiamo parlato a lungo dei casi Rampolla e le Nordez è per mostrare fino a che punto è difficile dimostrare l’appartenenza massonica di personaggi altolocati (…) Ciononostante, non c’è fumo senza fuoco, secondo il noto proverbio, per cui, se è difficile dimostrare l’affiliazione di altri prelati a delle società segrete, in mancanza di documenti autentici, si può a giusto titolo considerarli per lo meno come alleati, nella misura in cui il loro comportamento o la loro politica sono conformi alle intenzioni, agli scopi, al piano delle retrologge, che sono invece ben note”».
L’autore dell’articolo prende questa citazione quasi come un’anticipazione della sua conclusione sull’impossibilità di provare l’appartenenza alla massoneria del card. Rampolla.
Queste tre citazioni sono importanti perché legate tra loro e perché ci offrono una via per non perderci in specifiche questioni personali, ma per affrontare l’essenza dell’infiltrazione massonica nelle Gerarchie ecclesiastiche.
Mettiamo in evidenza questi fatti:
– l’Alta Vendita coi suoi 40 membri era l’organo direttivo internazionale del satanico Ordine degli Illuminati di Baviera.
– Il Nubius, era il Capo degli Illuminati di Baviera, succeduto al fondatore, Adam Weishaupt.
– Il vero promotore e mente suprema dell’Alta Vendita non era il Nubius, ma il suo vice, detto “Piccolo Tigre”, che non era altri che Karl (o Karman) Rothschild, uno dei cinque figli di Amschel Mayer Rothschild (creatore dell’Ordine degli Illuminati di Baviera), che era stato destinato a Napoli.
– Il Nubius e Piccolo Tigre non avevano solo espresso l’intenzione di infiltrare la Gerarchia cattolica e aspettare o cercare un Papa “secondo i loro bisogni”, ma avevano stilato una strategia ben precisa per creare le condizioni in cui poi “gettare le reti nelle sacrestie, nei seminari e nei
conventi”. Questa strategia era la corruzione.
– Trattandosi di ambienti ermetici e difficili da infiltrare, come potevano essere quelli della Gerarchia vaticana, non bastavano untorelli improvvisati, ma servivano quelli ai quali Adam Weishaupt richiedeva l’irreprensibilità, la rettitudine esteriore ma un’anima corruttrice.
– L’Ordo Templis Orientis (O.T.O.) era la società dedicata alla corruzione di uomini e donne di alto rango e che portava tutte le società segrete sotto un solo centro direttivo dominato dagli Illuminati di Baviera.
– Henry Coston non ci suggerisce di fermarci alle indagini della semplice appartenenza alla Massoneria, ma di andare all’essenza di queste intenzioni, di questi piani, di questi scopi satanici e l’unica via da seguire è quella indicata dal fetore della corruzione!}

Purtroppo ora non siamo all’essenza delle intenzioni, siamo alla realizzazione effettiva delle stesse con Bergoglio sul trono di Pietro.

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Nicola, impegnandoci, troveremo sempre, da qualche parte una motivazione e una giustificazione ad evidenti discordanze, dissonanze, mancanze, incongruenze, imprecisioni, mancati accadimenti, ecc, ma appare evidente che molti mistici del passato e, inoltre, molti del nostro tempo (o quasi) come Don Stefano Gobbi, la Piccarreta, Anguera, ecc. hanno perso (quasi) ogni credibilità…

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Non è una questione di credibilità, è una questione di visione limitata. E ciò nonostante i favori del cielo. Pensa un pochino quanto è limitata la nostra…! Saluti.
Massimiliano

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

se fosse come dici tu, avremmo descrizioni ‘limitate’ ma coerenti e armoniose nel loro insieme, ma, nel momento in cui si riscontrano palesi contraddizioni ed imprecisioni (o, peggio, errori) (la Piccarreta ne è un esempio eclatante, ma è in buona compagna), non è più una questione di visione ‘limitata’…

P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

 [A documentare l’abominio della desolazione manca la documentazione fotografica dell’originale di questo articolo; alla fine si rimane … anche senza parole; più che la guardia svizzera invocata da Mons. Viganò, manca … una guardia medica!]
Bergoglio e il suo amore per il transessualismo – Articolo di Belvecchio (unavox.it)
Bergoglio
e
il suo amore per il transessualismo
Articolo di Belvecchio
Dopo la nomina ad Arcivescovo di Buenos Aires di Mons. Jorge García Cuerva, è inevitabile che si compili un piccolo campionario degli atti di Bergoglio che mostrano come questo Papa anomalo affondi sempre più nel pantano maleodorante dei vizi contro-natura.
Qui segnaliamo solo alcuni fatti recenti, oltre ai tanti che abbiamo già segnalato.
Il nuovo Arcivescovo di Buenos Aires, che per ciò stesso è Primate dell’Argentina, proviene dalla diocesi di Rio Gallegos, nella Patagonia meridionale. Qui egli ha permesso una cerimonia religiosa nella parrocchia di Nostra Signora della Misericordia, situata nel centro della città di Ushuaia e appartenente alla comunità salesiana. Due soldati dell’esercito si “sposano”. Tale cerimonia, che si è svolta con tutti gli elementi del culto cattolico, ha unito in “matrimonio” due soldati dell’esercito, di cui uno ha fatto la parte della donna dopo essersi sottoposto agli usuali interventi medico-chirurgici. I due, che hanno ricevuto anche la Comunione, non risultano cattolicamente “sposati” perché il Codice di Diritto Canonico ancora non lo permette.
Un’altra nota prodezza di García Cuerva è stato il battesimo amministrato nel 2012 ai “figli” del famoso “transessuale” argentino “Florencia de la Vega” nella Basilica del Santissimo Sacramento di Buenos Aires.
Nel corso della cerimonia sacrilega, García Cuerva ha amministrato la Comunione a “Florencia” e a suo “marito” e, alla fine, li ha abbracciati con effusione, mentre le telecamere accorse numerose documentavano l’obbrobrio.
Nel 2020, nella città di Neuquén, in Patagonia, per iniziativa della suora carmelitana Monica Astorga Cremona, è stato inaugurato il “Condominio sociale per transessuali”: dodici miniappartamenti con un salone comune.
Per l’occasione, Bergoglio ha scritto alla suora: “Cara Mónica, Dio che non è andato al seminario né ha studiato teologia, ti ripagherà abbondantemente. Prego per te e per le tue ragazze. Non dimenticare di pregare per me. Gesù ti benedica e la Santa Vergine ti assista. Fraternamente, Francesco”.
Prima di stabilirsi a Roma, Bergoglio aveva già incoraggiato la suora nel suo “apostolato”.
Da notare che Bergoglio non ha remore ha chiamare “ragazze” questi uomini travestiti da donne, né ha alcuna reticenza ad incoraggiare l’operato di questa suora che appoggia il vizio e la perversione, dimentica dei comandamenti di Dio. Ma il momento del giudizio arriverà immancabilmente sia per i travestiti sia per la suora.
Nel giugno 2022, in una udienza speciale al termine dell’udienza generale in piazza San Pietro, Bergoglio ha ricevuto sei transessuali travestiti da donne, di cui quattro argentini, un colombiano e il barese Alessia Nobile. Ad accompagnarle è stato don Andrea Conocchia, parroco della comunità della Beata Vergine Immacolata di Torvaianica, e suor Geneviève Jeanningros delle Piccole Sorelle di Gesù, che da oltre 50 anni vive con due consorelle nel lunapark di Ostia.
Alessia Nobile ha consegnato a Bergoglio una copia del libro che ha scritto, dove racconta la vicenda della sua vita.
Bergoglio l’ha accolto con molto calore, tenendogli stretta la mano e impedendogli di inginocchiarsi; l’ha quindi esortato: “Sii sempre te stessa e non farti avvolgere dalla cattiveria”.
Dopo un po’ di tempo, lo stesso transessuale ha scritto un messaggio a Bergoglio, che ha risposto prontamente: «Cara sorella, grazie tante per la tua mail. Mi ha commosso. Sono d’accordo con te sul problema dei pregiudizi. Fanno tanto male! Agli occhi di Dio tutti siamo i suoi figli, e questo è quello che conta! Abbiamo un Padre che ci ama, che è vicino con compassione e tenerezza. A tutti, nessuno escluso. Proprio questo è lo stile di Dio: vicinanza, compassione, tenerezza. Prego per te, per favore fallo per me. Che il Signore ti benedica e la Madonna ti custodisca. Fraternamente, Francesco».
Il 5 maggio 2022, il gesuita James Martin, ha scritto a Bergoglio una nota in spagnolo, chiedendogli se fosse disposto a rispondere ad alcuni quesiti che solitamente gli rivolgono i cattolici Lgbt+. Alcuni giorni dopo, ha ricevuto una nota scritta a mano in spagnolo, con le sue risposte. Ne è nata una mini-intervista pubblicata sul sito “Outreach””, la pagina web creata dal gesuita.
James Martin è un attivo sostenitore della piena accettazione nella Chiesa cattolica delle persone LGBT+.
Dal 2017, su designazione di Bergoglio, è consultore del Segretariato per le Comunicazioni della Città del Vaticano, l’organismo che sovraintende alla gestione di tutti i mezzi di comunicazione vaticana (televisione, radio, stampa, internet …..).
E’ noto anche per scritto il libro Building a Bridge: How the Catholic Church and the LGBT Community Can Enter into a Relationship of Respect, Compassion, and Sensitivity – Costruire un ponte: Come la Chiesa cattolica e la comunità LGBT possono entrare in una relazione di rispetto, compassione e sensibilità – pubblicato in Italia col titolo: Un ponte da costruire.
Il sito del Vaticano (Vatican News) ha pubblicato le domande del Martin e le risposte di Bergoglio.

Domanda: Qual è la cosa più importante che le persone Lgbt devono sapere di Dio?
Risposta: Dio è Padre e non rinnega nessuno dei suoi figli. E “lo stile” di Dio è “vicinanza, misericordia e tenerezza”. Lungo questo cammino troverete Dio.

Domanda: Cosa vorrebbe che le persone Lgbt sapessero della Chiesa?
Risposta: Vorrei che leggessero il libro degli Atti degli Apostoli. Lì troveranno l’immagine della Chiesa vivente.

Domanda: Cosa dice a un cattolico Lgbt che ha sperimentato il rifiuto della Chiesa?
Risposta: Vorrei che lo riconoscessero non come “il rifiuto della Chiesa”, ma invece come quello di “persone nella Chiesa”. La Chiesa è una madre e chiama a raccolta tutti i suoi figli. Prendiamo ad esempio la parabola degli invitati al banchetto: “i giusti, i peccatori, i ricchi e i poveri, ecc.” (Matteo 22:1-15; Luca 14:15-24). Una Chiesa “selettiva”, di “sangue puro”, non è la Santa Madre Chiesa, ma piuttosto una setta.

Anche nel luglio dello scorso anno, Papa Francesco aveva inviato a padre Martin una lettera autografa in spagnolo, in occasione del webinar “Outreach 2021”, affermando che Dio
“si avvicina con amore ad ognuno dei suoi figli, a tutti e ad ognuno di loro. Il suo cuore è aperto a tutti e a ciascuno. Lui è Padre”.
“Pensando al tuo lavoro pastorale vedo che cerchi continuamente di imitare questo stile di Dio. Tu sei un sacerdote per tutti e tutte, come Dio è Padre di tutti e tutte. Prego per te affinché tu possa continuare in questo modo, essendo vicino, compassionevole e con molta tenerezza”.
“Prego per i tuoi fedeli, i tuoi ‘parrocchiani’ tutti coloro che il Signore ha posto accanto a te perché tu ti prenda cura di loro, li protegga e li faccia crescere nell’amore di nostro Signore Gesù Cristo”.

Come si può capire dalle risposte di Bergoglio, egli non fa altro che ingannare le persone LGBT+, facendo loro credere che Dio li accetta e li ama per come sono, senza sanzionare la loro vita peccaminosa. Così facendo, Bergoglio li conferma nel loro peccato e li porta per mano verso la loro dannazione eterna.

Già San Paolo aveva ribadito:
«non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio» (1 Corinti 6, 9-10).

2024-01-25_144203
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

La Chiesa conoscerà l’ora della sua più grande apostasia, l’uomo iniquo si introdurrà al suo interno e siederà nel Tempio stesso di Dio, mentre il piccolo resto che rimarrà fedele sarà sottoposto alle più grandi prove e persecuzioni.

E’ già entrato dal 2013 , l’Anticristo è un Papa fatevene una ragione

P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

https://www.marcotosatti.com/2024/01/24/riformare-il-ruolo-del-papa-forse-e-utile-ma-il-problema-e-la-mente-di-bergoglio/
Ci ho azzeccato: anche per Tosatti il problema è la mente di Bergoglio:
….Papa Francesco in questi quasi undici anni di pontificato ha commesso molti errori, come tutti i Papi, ma un suo specifico modo di essere lo ha impantanato in errori gravissimi come la poca trasparenza, l’opacità autoritaria e una relazione disinvolta con la verità. ….
Ma chi si piglia la responsabilità di chiamare ora la guardia medica?

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Comunque la perfidia è della Massoneria vaticana e della Massoneria internazionale. Bergoglio anche se è solo un viscido imbrogioncello squallido e subdolo, questo gli và riconosciuto come suo “alto merito”, è alla fine rispetto alla mente che c’è dietro volta a svuotare di contenuto la religione e la Chiesa per far cosa gradita al mondo ateo, pagano o eretico che sia, e quindi a Satana principe del Mondo, ha la funzione dell’utile idiota. Talmente tanto che le persone, se se ne rendessero davvero conto, ma il problema è che o non se ne importano o sono contro Cristo già in partenza e quindi a favore della distruzione della Chiesa e dei retti insegnamenti di questa, non immaginerebbero che possa fare il Papa un soggetto simile. Però siccome si ritrova a fare il Papa gli viene tributato un certo riguardo per la sua figura, come avveniva anche col babbeo George W. Bush, ma anche con sleepy Joe Biden, che riescono, nonostante i loro grossi limiti personali, a far credere al mondo le falsità più plateali. Però per chi comanda veramente , il deep State, la deep Church, conta che l’imbonitore da 4 soldi consegua risultati. Non importa la forma.

Massimiliano
3 mesi fa

Ogni tanto per curiosità mi rileggo i messaggi contenuti nel Libro della Verità e devo dire che spesso Maria della Divina Misericordia c’ha preso..! Ne hanno parlato sempre tutti male, forse a ragione o forse a torto, ma quante ne azzeccate cavolino! Si tante tante e prima di molti altri. Oltretutto su vaccini falsi profeti e compagnia bella sono state dette cose verissime e sopratutto in tempi non sospetti. Ps. Se qualcuno volesse fare polemica sterile sulla veridicità delle date eviti per favore, perchè sarebbe immediatamente squalificato… Ho letto di tutto e lo faccio costantemente da oltre venti anni, compresi quei messaggi nelle date della pubblicazione… In ogni caso pur prendendole con le pinze (ma questo vale per ogni rivelazione di veggenti) perchè non le approfondiamo? Indiscutibilmente qualcosina sapeva, poi si può discutere la fonte, ma la realtà è che rileggendola, molti messaggi tornano, eccome se tornano. Saluti
Massimiliano

Massimiliano
3 mesi fa

Sempre provando a ragionare. I dieci re che diventano sette. Può anche darsi che con il crollo imminente dell’Unione Europea si possa andare a formare qualche altro tipo di coalizione che comprenda appunto 10 nazioni. Ciò sempre in teoria dovrebbe appunto in qualche modo ricondursi appunto all’impero romano probabilmente per la zona in cui saranno situate le nazioni. E la capitale deve essere per forza Roma. poi 3 di questi re dovrebbero essere tolti di mezzo. Ma sarà davvero così. Comprendiamo davvero il senso o magari ci sfugge qualcosa? (e spesso moltissime cose sono sfuggite anche a santi e dottori della Chiesa. Ma questo Domenico lo sa!) Così eh.. per capire. Perchè per me non è così scontata l’interpretazione dei dieci re. Anche leggendo e rileggendo intepretazioni importanti si riscontrano molte differenze e diverse visioni. quale sarà quella vera? Saluti.
Massimiliano

Massimiliano
3 mesi fa

In fondo, Gesù Cristo non ha fatto altro che realizzare ciò che il Vecchio Testamento riportava attraverso i secoli. E mentre era sulla terra molte volte spiega la scrittura e il suo significato. Fino ad Emmaus. E poi ancora dopo la Resurrezione. E ancora ci volle tempo per comprendere. E poi la Pentecoste con l’effusione dello Spirito Santo che illumina definitivamente e chiarisce la visione. Questo solo per dire che noi possiamo tentare di comprendere e magari riusciamo anche ad avvicinarci un pochino prendendo anche spunto dalla realtà dei fatti e cercando di farla entrare nelle scritture nelle profezie e nelle veggenze. Ma solo quando le cose le vedremo compiute forse riusciremo davvero a comprendere cosa davvero significava l’Apocalisse. Che poi è proprio ciò di cui parliamo i questo blog. Diciamo che siamo seri ma un pochino ci “divertiamo” e proviamo a comprendere le Vie del Signore. Saluti.
Massimiliano.

SAVERIO
3 mesi fa

Consiglio la lettura di questo breve articolo che spiega perfettamente la mentalità “poco” cattolica di Papa Francesco…

https://www.sabinopaciolla.com/latto-di-dolore-secondo-francesco/

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  SAVERIO
  • Come mi faceva osservare una persona piuttosto acuta, “il cuore di Dio non si rattrista”

sarà, ma… l’A. T. ha, invece, centinaia di riferimenti in tal senso…

SAVERIO
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Magari prima di rispondere a caso e in modo generico potevi accertarti meglio…non esistono “centinaia” di riferimenti…nell’A.T. il termine compare 4 volte e in nessun caso riferito a Dio…nel nuovo testamento 5 volte …4 volte in riferimento ai patimenti di San Paolo e solo una volta per Gesù ma non in riferimento al peccato ma alla durezza del cuore di chi non credeva in Lui..
“E guardandoli tutt’intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse all’uomo: “Tendi la mano!”. Egli la tese e la sua mano fu guarita.”

Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa

Oltre alle notizie su Bergoglio ce ne sono altre che provengono dall’altra parte (o altro mondo?) da prendere colle molle, ma che bisogna comunque esaminare per classificarle almeno:

https://svpressa.ru/war21/news/402752/?itg=1
Israele ritira le truppe dal nord della Striscia di Gaza
L’esercito israeliano, per una ragione sconosciuta, ha iniziato a ritirare le truppe dal nord della Striscia di Gaza. Presumibilmente lì non sono più necessarie altre truppe. Vale la pena notare che all’inizio di ottobre iniziarono a ritirare le truppe che avevano subito pesanti perdite.
La guerra si è rivelata non una passeggiata facile per l’esercito israeliano, ma una battaglia urbana molto difficile e viscosa, alla quale non era preparato. Scarso addestramento, tattiche chiaramente inadeguate: carri armati e TBTR (veicoli corazzati pesanti) combattevano separatamente dalla fanteria, diventando facili bersagli per i lanciagranate che emergevano dalle solide rovine o strisciavano fuori dai tunnel e si nascondevano immediatamente. …Tuttavia, è probabile che Netanyahu possa iniziare un’altra guerra contro Hezbollah in Libano. Ma visti i risultati a Gaza, gli attacchi libanesi potrebbero andare molto peggio. Inoltre, a Washington stanno cominciando a perdere la pazienza, chiedendo di concludere in qualche modo la situazione. Ma non puoi semplicemente andartene: questa è la fine della reputazione e della carriera di Netanyahu e della sua cerchia. …

https://svpressa.ru/war21/article/402719/?utm_source=warfiles.ru
Crescono le perdite anglosassoni in Medio Oriente, ci provano gli Houthi. Innanzitutto, sulle perdite non legate al combattimento delle navi da guerra. Cosa c’entrano gli Houthi, chiedi? Se non fosse stato per l’eccentrica operazione “Guardian of Prosperity”, intrapresa contro di loro dagli anglosassoni, queste navi forse non sarebbero finite contemporaneamente nel punto X, così fatale per loro.
Ma il 21 gennaio, sulle pagine di molte risorse Internet sono apparsi video che mostravano una collisione tra due navi da guerra della Marina di Sua Maestà nel porto del Bahrein. Nello stesso luogo dove si trovano il quartier generale operativo e la base navale della Quinta Flotta statunitense. Due rappresentanti della classe di azione antimine (in altre parole, dragamine) non hanno preso strade separate: la piccola nave M109 “Bengor” del progetto Sandown e la nave M37 “Chiddingfold” del progetto Hunt.
Il risultato fu disastroso sia per le navi stesse, che subirono diversi gravi danni, sia per l’intera squadriglia “anti-Yemen”, nella quale entrambe le navi ricoprirono ruoli molto importanti.
Questo è il motivo per cui i “ragazzi barbuti con i sandali” hanno una discreta quantità di mine sottomarine che, in assenza di navi così specializzate, possono, se non completamente paralizzare, limitare in modo significativo le attività sia dei cacciatorpediniere di classe Arleigh Burke che dei Incrociatore missilistico di classe Ticonderoga. Dopotutto, è la Gran Bretagna ad essere responsabile della protezione dalle mine delle navi della coalizione. Attualmente né l’una né l’altra nave sono in grado di svolgere i compiti loro assegnati. E nessuno può dire quanto tempo richiederà la riparazione. …
Secondo fonti irachene, domenica scorsa è stato un giorno di riposo frenetico per i soldati locali che cercavano (o fingevano di farlo) di attuare una sorta di piano di “intercettazione”. Lo scopo di questo piano era quello di cercare l’equipaggio MANPADS che fece atterrare in modo permanente l’UAV da ricognizione e attacco americano MQ-9 Reaper del valore di 30 milioni di dollari (informazioni confermate da fonti ufficiali) e un drone da ricognizione israeliano (presumibilmente). Il risultato, come previsto, si è rivelato negativo e il comando della base di Ain al-Assad ha deciso di prepararsi per un attacco contro i propri aerei francesi che decollavano dalla sua pista. Tuttavia, i misteriosi “guerriglieri” iracheni, dietro i quali è chiaramente visibile la formidabile sagoma dell’IRGC, hanno lanciato un attacco missilistico sulla base stessa. E fu dopo questo colpo che iniziò l’amara delusione del “signore del globo” nelle capacità della sua stessa difesa aerea.
Dopotutto, questa base, oltre ai sistemi di difesa aerea della NASA e Skyguard-Sparrow, era sorvegliata anche dal vero e proprio complesso MIM-104 Patriot, che aveva otto lanciatori, che è stato trasferito lì nel 2020.
E questo miracoloso sistema di difesa aerea, come un passero, abbattendo i “pugnali” ipersonici (leggi la stampa ucraina!), dopo aver lanciato quindici missili antimissile, è riuscito a eliminare solo sette missili tattici semi-artigianali degli Houthi su ventiquattro licenziati. …
Un’altra cosa è importante: per la base di Ain al-Assad, che è alla base della presenza dell ‘”egemone” non solo in Iraq, ma anche in Siria, si è concluso un periodo di quattro anni di vita tranquilla. Sotto la pressione quotidiana, in costante aumento e sempre più efficace, agli “ospiti” non invitati viene categoricamente mostrata la via d’uscita. Inoltre, in un modo estremamente dannoso per la loro salute. …

Ronin
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Anche la situazione in Texas si fa interessante:
http://www.maurizioblondet.it/guerra-di-secessione

Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  Ronin

Ancor più:
https://www.maurizioblondet.it/la-corte-internazionale-di-giustizia-ci-sono-sufficienti-prove-per-procedere-nel-processo-per-genocidio/
Gilberto: Il sionismo, come il nazismo, persegue la pulizia etnica di un intero popolo. Le vittime di ieri diventano così i carnefici di oggi. La #GiornataDellaMemoria dovrebbe chiamarsi la #GiornataDellaMemoriaCorta.

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Ronin

Gli Usa si sgretoleranno, prima o poi. E’ una notizia interessante quella che viene dal Texas, che subisce gran parte dell’immigrazione dal Messico e Biden se ne frega altamente. O Torna Trump(Corte Suprema permettendo, nonchè nuovi brogli elettorali, o altro ancora) e le cose si sistemano, oppure le cose finiranno male. Il Texas, primo Stato degli Usa, è probabilmente lo Stato più importante degli Usa e con una forte identità e spirito patriottico. Se dovessero vincere i Democratici alle prossime presidenziali è possibile che esca dagli Usa, e altri Stati maggioranza repubblicana potrebbero seguirlo. Prodromi della guerra civile che un giorno gli Usa conosceranno? Forse.
Non c’è dubbio invece sul fatto che la situazione negli Usa si farà viva via più incandescente, ed è la cosa che invito sempre a tenere d’occhio. Caduti gli Usa crolla tutto il sistema di potere massonico globale, che si fà scudo degli armamenti della Nato, della finanza statunitense e anglosionista, per dettare legge nel mondo, anche in Vaticano. Crollato questo sistema di potere satanico verranno i castighi sotto forme di guerre, pestilenze e castighi divini.

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Ronin

Vedrai che prima che finisca l’anno solare, qualcosa di notevole succederà.
Il Texas è in ebollizione da molti anni.

Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Prima che finisca l’anno solare. Oltre alle notizie su Bergoglio ce ne sono altre ancora che provengono dall’altra parte (o altro mondo?) da prendere colle molle, ma che bisogna comunque esaminare per classificarle almeno: l’occidente vuol suicidarsi?
https://k-politika.ru/zaxvat-kaliningrada-i-blokirovka-baltiki-kak-nato-sobralos-pobezhdat-rossiyu/?utm_source=warfiles.ru
Cattura di Kaliningrad e blocco del Baltico: come la NATO vorrebbe sconfiggere la Russia.28/01/2024 · In giro per il mondo.
{I piani dell’alleanza per conquistare la nostra Patria sono diventati noti. Il comitato militare della NATO ha chiesto i preparativi per una “guerra totale” con la Russia nei prossimi 20 anni. “Devi avere acqua, devi avere una radio e una torcia elettrica a batteria in modo da poter sopravvivere le prime 36 ore”, ha rivolto questo appello ai cittadini occidentali il capo del comitato militare dell’alleanza, l’ammiraglio Rob Bauer.
Nella società occidentale odierna prevale l’opinione che la sicurezza dei paesi della NATO sia decisa solo dal personale militare professionista. Tuttavia, l’Alleanza del Nord Atlantico la pensa diversamente: le forze armate esistenti non sono sufficienti. Quindi, per sostenere l’esercito, è l’intero sistema sociale dei paesi occidentali che deve essere ricostruito per la guerra.
L’alleanza ritiene che l’intera società occidentale sarà coinvolta nel conflitto. È percepito come parte della soluzione al problema, come il complesso militare-industriale e il settore privato. ….
In questo contesto, lunedì la NATO ha iniziato esercitazioni militari su larga scala che dureranno fino a maggio. … Ufficialmente alle esercitazioni prenderanno parte 93mila militari. Ufficiosamente sono attese oltre 340mila persone, tra cui membri di centri quartier generali, centri di controllo, gruppi e flotte di portaerei, forze spaziali e gruppi di forze speciali.
Invece di un percorso costruttivo basato sullo sviluppo di legami economici, culturali e diplomatici, i politici occidentali scelgono un percorso distruttivo. La sua estremità sarà sicuramente ricoperta di cenere nucleare. Naturalmente, speriamo che i residenti dei paesi occidentali ripensino i processi in atto nella politica internazionale e non seguano il percorso lungo il quale le élite di oggi stanno cercando di guidarli}.

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_
Ronin
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Anche Parigi è in fermento: stanno arrivando gli agricoltori e Macron si prepara ad accoglierli con gli autoblindo della polizia. Stiamo a vedere.

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

La maggioranza meno addentro a questioni relative alle alte sfere protestano prosaicamente per i costi troppo alti e i prezzi dei prodotti venduti troppo bassi. Per l’ipotesi di togliere gli incentivi all’acquisto del carburante defiscalizzato agricolo, dato che è inquinante. Però l’alternativa non c’è. Così come le auto elettriche non sostituiscono appieno quelle a motore endotermico, in quanto le batterie si scaricano gradualmente anche con il non uso, e con il freddo ancora di più. Specie poi se hanno qualche anno di vita la situazione peggiora ulteriormente, per cui è facile rimanere a piedi. Ma è il progresso, baby! Per cui a Bruxelles si propongono di non favorire più i carburanti e gettando interi settori energivori nello sconforto.
Poi obbligano a non far coltivare parte della superficie aziendale ma a naturalizzarla, leggasi rimanere incolta, almeno dessero contributi per piantare alberi , ad usare carne artificiale in luogo di quella naturale, per evitare di consumare suolo e acqua. Si dimenticano di dire che la carne artificiale, oltre che far venire ribrezzo solo a pensarla, viene prodotta industrialmente con grandi impatti per l’ambiente. Inoltre la genialata di farine di insetti, che non penso li servano al forum economico di Davos, per dare un esempio illuminato ed illuminante, ma li vorrebbero far mangiare alle masse che secondo loro si sorbiscono qualunque assurdità, basta che ce lo chiede l’Europa, il Mondo , la tv , Greta.

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Ronin

Di vederne di cose ne vedremo ancora parecchie, ma non sono/sarnno queste proteste che daranno una svolta

Dimash
3 mesi fa

https://www.analisidifesa.it/2023/01/liran-ricevera-in-primavera-i-primi-sukhoi-su-35-da-mosca/

https://www.fanpage.it/esteri/perche-lasse-che-sta-nascendo-tra-russia-e-iran-fa-paura-agli-usa/

https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2024/01/30/cina-e-russia-chiedono-moderazione-agli-usa-dopo-lattacco-in-giordania_536bb21a-c073-4e6c-98bc-dadf782d5db9.html

La Russia, che ha stretto un accordo di cooperazione militare con l’Iran, è pronta a difendere l’Iran in caso di attacco. L’Iran ha le spalle coperte, per cui si è preso qualche soddisfazione. Vediamo se gli Usa rischieranno una guerra mondiale,dopo l’Ucraina, per l’Iran. Parere mio no, ma vediamo.

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Ci andremo vicini però, sul filo di lana, qualcosa gli Usa sembra che lo faranno, per non far vedere all’esterno e all’interno che sono del tutto inerti. La potenza degli Usa a poco alla volta si eclissa a favore dell’unione delle 3 belve + Nord Corea

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Prima dell’accordo dell’anno scorso dell’Iran con la Russia lo scenario che descrivi pareva imboccato, per le paure israeliane di un vicino nemico che si arma con l’atomica. Adesso però l’Iran avendo come alleato la Russia, può sperare che Usa e Israele facciano solo azioni più o meno dimostrative, come a Kerman, perchè se veramente volessero distruggere l’Iran la guerra mondiale nucleare sarebbe praticamente certa, e non conviene a nessuno.
Per cui, penso, che non potranno calcare la mano come vorrebbero, sono fuori tempo massimo. Nè la guerra mondiale può avvenire adesso, come si sà, mancano le guerre civili in Europa, in Usa, e altre ancora.

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Potrebbero bombardare i siti dove l’Iran arricchisce l’uranio, per scopi civili e/o militari, in modo da eliminare tale pericolo per Israele, e sarebbe un’azione più giustificabile davanti all’opinione pubblica occidentale e mondiale, e tranquillizzerebbe gli israeliani. Potrebbe forse essere più digeribile anche per la Russia, ma una distruzione completa dell’Iran, dei civili, o anche solo delle armi convenzionali iraniane no.
Ciao

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Ricorda quel che accadde qualche anno fa.

E poi, quando tutti ti sono contro è facile che salti la nervatura. Che farebbe la Russia se Israele spianasse l’Iran una volta per tutte? Distruggerà a sua volta Israele per far un favore ad un paese alleato che non c’è più?

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Israele non è stato ancora attaccato direttamente dall’Iran, nel caso lo sarà o distruggerà direttamente l’Iran con le armi nucleari o userà armi convenzionali. Nel primo caso la distruzione dell’Iran sarà repentina, e la Russia per non entrare in una guerra nucleare potrebbe anche tirarsi indietro, chi può dirlo, però sarebbe un grosso azzardo per Israele, nel caso la Russia rispondesse. Diventerebbe una guerra nucleare mondiale con Usa e Israele contro la Russia.
Anche la Russia ha la sindrome dell’ accerchiamento della Nato, e i nervi a fior di pelle se venisse ulteriormente isolata e privata di uno dei suoi pochi alleati militari.

Se invece Israele usasse solo armi convenzionali dopo un attacco iraniano allora l’Iran non verrebbe distrutto dall’oggi al domani, pertanto la Russia avrebbe tutto il tempo e il modo per intervenire e difendere l’alleato. Anche in questo caso però la guerra mondiale sarebbe dietro l’angolo, una volta messisi contro Russia e Israele, si aggiungerebbero facilmente anche gli Usa, e sarebbe ugualmente la fine per tutti. Però sappiamo che a quel punto ci sarà l’intervento di Dio per evitare che la Chiesa e il Mondo finiscano.

Per tali possibili risvolti della guerra Israele-Iran, immagino che questa sarà collocata nei tempi della 3à guerra mondiale, quando appunto si arriverà ad uno scontro Nato-Russia in Europa, e all’incirca nel medesimo tempo potrebbe degenerare la situazione in M.O., in quanto saranno saltati gli schemi e verrà a mancare la lucidità in chi governerà.

Dimash
3 mesi fa

Neuralink, l’azienda fondata nel 2016 da Elon Musk per sviluppare tecnologie che migliorino le capacità cognitive umane e risolvano le malattie neurologiche, ha impiantato il primo chip nel cervello di una persona.

Il primo “prodotto” di Neuralink – vale a dire la prima interfaccia computer-cervello sperimentata su un essere umano – si chiama “Telepathy”.

“Telepathy consente di controllare il telefono o il computer, e attraverso di essi quasi tutti i dispositivi, semplicemente col pensiero – ha scritto Musk sul social network X – Gli utenti iniziali saranno coloro che hanno perso l’uso degli arti. Immaginate se Stephen Hawking potesse comunicare più velocemente di un veloce dattilografo. Questo è l’obiettivo”.

L’azienda di Musk ha iniziato a settembre scorso la fase di reclutamento per la sperimentazione sull’uomo. Si sono candidate migliaia di persone. Ognuna di queste risponde a requisiti precisi: deve avere meno di 40 anni e tutti e quattro gli arti paralizzati.

Solo negli Stati Uniti sono 5,4 milioni le persone affette da paralisi. Milioni di persone nel mondo che potrebbero tornare ad avere un rapporto proattivo con il mondo. Per loro con ogni evidenza un sogno. Per Musk un tassello in più nella costruzione del suo futuro.

Finora Neuralink aveva impiantato chip unicamente nel cervello di animali. La Fda, l’ente regolatorio che salvaguarda la salute pubblica negli Usa, ha autorizzato Neuralink a iniziare i suoi test sul cervello umano a maggio 2023.

L’operazione necessaria all’impianto del chip Neuralink è abbstanza complessa e richiede un lavoro di almeno due ore da parte del chirurgo che effettua la craniectomia.

Ai pazienti viene rimosso un pezzo di cranio grande quanto una monetina da un quarto di dollaro americano, che ha un diametro di circa 2,2 centimetri.

1.024 elettrodi in grado di captare i segnali dei neuroni. Ecco cosa è un chip di Neuralink.

L’azienda ha annunciato di aver trovato un modo per costruire i ‘fili’ in grado di collegare il cervello a un chip e un robot in grado di ‘cucire’ l’impianto nella calotta cranica. Fili capaci di leggere i segnali del cervello di un paziente e collegarli a uno smartphone, a un computer. Un paziente paralitico ad esempio potrebbe scrivere al computer o usare uno smartphone senza toccare tastiere o mouse. Potrebbe in futuro guidare una macchina connessa alla rete. Giocare ai videogame. O, chissà, muoversi attraverso un esoscheletro che lo sorregga.

Neuralink insomma non avrà soltanto fini benefici. Avrà degli effetti agognati da milioni di persone. Ma per Musk sarebbe solo una parte di un progetto più vasto. Raggiungere un’ambizione sul lungo termine più ambiziosa. Nelle sue parole riprese dal Washington Post: “Raggiungere una vita in simbiosi con l’intelligenza artificiale e le macchine”, contribuire alla “fusione di umano e intelligenza artificiale”, per evitare di essere surclassati quando l’Intelligenza artificiale diventerà più potente, più sofisticata dell’intelligenza umana.

Musk è deciso a puntare su questa tecnologia nonostante i rischi. Rischi di cui si sa pochissimo. Spesso solo immaginati, arrivati ai media americani dalle denunce di ex dipendenti che parlavano di metodi invasivi e dannosi per cervello degli animali su cui si sono condotte sperimentazioni. Ma che poco effetto hanno avuto sulla Fda, che ha approvato la sperimentazione sugli umani. Neuralink non ha mai direttamente risposto alle accuse. Come non ha risposto a chi ha paventato negli anni i rischi di una società fatta di persone con chip impiantati nel cervello e connessi alla rete: scenari distopici, fatti di controllo delle menti e dei corpi, rischio di sorveglianza diretta, di possesso della vita.

Neuralink punta a impiantare chip in 11 esseri umani entro il 2024. Saranno 22mila le persone che riceveranno l’interfaccia entro il 2030.

Ogni impianto costerà all’azienda circa 10mila dollari. I pazienti-clienti pagheranno una cifra molto più alta: circa 40mila dollari.

L’azienda guidata da Elon Musk sostiene di poter ricavare dagli impianti 100 milioni di dollari entro i prossimi cinque anni.
https://www.repubblica.it/tecnologia/2024/01/30/news/come_funziona_neuralink-422012054/?ref=RHLF-BG-P5-S2-T1

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Sì, certo, perchè pensavi che i tuoi post io li salti? Giammai : ) Era per dare una notizia di un fatto divenuto realtà, l’impianto di tale chip della società Neuralink( il suffisso link non cambia, come il laccio del peccato?)di E. Musk che viene spacciato per un prodigio capace di risolvere tutti i problemi, quasi fosse un miracolo divino. La cui applicazione però riserva molti rischi, come il collegamento ipertestuale indicava, per non parlare di un uso distorto. Sarà l’idolo della falsa scienza come lo chiamava don Dolindo Ruotolo? Ne ha tutti i presupposti: le persone sembra si offrano come cavie nella fiduciosa speranza di avere un “miracolo” scientifico umano. Si è sostituita la Fede nel culto dell’uomo e delle sue capacità tecno-scientifiche per risolvere ogni problema, cosicchè l’uomo basti a sè stesso. Incominciassero pure a dire i costi, che se li potranno permettere le solite elite progressiste radical chic, che sembra tengano ai poveri ma solo a loro stessi. Il progresso è appannaggio di pochi, per gli altri ci sarà solo l’illusione di poterne fare parte, ma in questo caso se la tengano pure la possibilità di diventare una specie di androide. Più alla portata di mano di chi vorrà ci sarà la farina di insetti, il fast food spazzatura, il 5G

Ultima modifica di 3 mesi fa da Dimash
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Finora Neuralink aveva impiantato chip unicamente nel cervello di animali. 

io qualche volta ho la sensazione che lo abbiano già fatto con le cornacchie

Ultima modifica di 3 mesi fa da Spring
P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Perché non ti fai gli affari tuoi invece di suggerire a Zelens’kyj di usare nella guerra con i russi le cornacchie chippate o altro animale come bufali e leoni?

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

😇 Mi dispiace. Ma la verità bisogna dirla.

dott.G.I.
3 mesi fa

“Ho rivisto in portoghese dice chiaramente che l’ Anticristo sarà dentro la Chiesa , Quello con la A maiuscola, c’è poco da interpretare pertanto o Anguera è falsa o bisogna rivedere quello che si è detto…”  

“…o Anguera e’ falsa o quello che ha de Regis e quello che dicono i messaggi dicono che l‘ Anticristo capitolo XIII dell’Apocalisse è un Papa” (Mario Mancusi)

L’uomo iniquo di don Gobbi è un Papa, il quale uomo, essendo per definizione “iniquo”, è evidentemente UN anticristo, UN falso profeta (perché inganna tutti con la sua pelle di pecora e il suo cuore di lupo). E se quest’uomo proviene dalla Massoneria ecclesiastica (come si sospetta), appartiene alla seconda Bestia di Ap. (si identifica con essa), che secondo i messaggi a don Gobbi è proprio la Massoneria ecclesiastica.

La bestia nera, simile a una pantera, indica la Massoneria; la bestia con due corna, simile a un agnello, indica la Massoneria infiltrata all’interno della Chiesa, cioè la Massoneria ecclesiastica, che si è diffusa sopra tutto fra i Membri della Gerarchia. Questa infiltrazione massonica, all’interno della Chiesa, vi è già stata da Me predetta in Fatima, quando vi ho annunciato che Satana si sarebbe introdotto fino al vertice della Chiesa.” (mess. 13 giugno 1989)

Che cos’è il VERTICE della Chiesa? Il vertice della Chiesa è il Collegio cardinalizio e, soprattutto, il trono di Pietro.
Quindi, un membro della Massoneria ecclesiastica come Papa, cioè un Papa massone. Questo è il cuore del segreto di Fatima, secondo il messaggio citato (e secondo anche altri messaggi): Satana, attraverso un suo agente, si introduce furtivamente fino al vertice della Chiesa, il Papato.

«Infatti anche nel Collegio Apostolico è entrato Satana, che ha spinto Giuda, uno dei dodici, a diventare il traditore. In questi vostri tempi, il mistero di iniquità si sta manifestando in tutta la sua terribile potenza.» (5-8-95)

Qui, nel 1995, la Madonna diceva che il mistero di iniquità si stava per manifestare con l’entrata di Satana nel Collegio cardinalizio.

Negli ultimi video, Pedro Regis ha ripetuto più volte che se anche la Chiesa lo condannasse o gli ordinasse di non diffondere più messaggi, egli ignorerebbe la condanna e proseguirebbe la sua missione liberamente. Preoccupante. 

Nostra Signora ha detto che la Chiesa camminerà senza Pietro… Oh no, la Chiesa potrebbe condannare l’apparizione di Anguera per questo. Bene, invitatemi alla sentenza di condanna, andrò lì e la firmerò. Tutto condannato, bellezza, continuo la mia missione. Ok, nessun problema…

La Madonna ha ragione in quello che dice…

Questa è un’altra cosa controversa, non c’entra niente con Anguera. No, ma ne ho sentite tante, bla bla bla, non sapevo nemmeno questa parte: “Roma diventerà la sede dell’anticristo”, verità vera. Da dove pensate che verrà l’anticristo? È perché le persone si confondono, perché non capiscono che avremo diversi anticristi, ma quello pericoloso che sarà sconfitto solo da Gesù uscirà dalla Chiesa stessa. Va bene, Pedro, è fantastico, stai dicendo che puoi essere condannato. Mandami la condanna, la firmo qui sotto, nessun problema, nessun problema. Gesù nel Vangelo lo ha detto chiaro, lo ha spiegato alla sua Chiesa, ha avvertito la sua Chiesa. Ricordatevi quella celebre frase che dico sempre qui: “Signore, nel tuo nome abbiamo predicato, nel tuo nome abbiamo evangelizzato… Non vi conosco.” Gesù sta parlando della Sua Chiesa, cattolica, dei falsi pastori…” (dal min. 7)

https://www.youtube.com/watch?v=crPa-4O02ws

Quando Pedro parla di anticristo, “quello pericoloso” che “uscirà dalla Chiesa” e che sarà vinto da Gesù, si riferisce semplicemente all’ “oppositore” dei suoi messaggi.

2.953 – 06.02.2008
Cari figli, l’oppositore troverà nel palazzo la chiave che gli aprirà la porta per agire nel mondo. Con la sua astuzia coinvolgerà uomini e donne di grande sapienza. Il suo progetto coinvolgerà uomini di scienza e di religione. Attirerà verso il suo velenoso progetto governanti del mondo intero; persone famose e persone semplici. Gli uomini fedeli porteranno una croce pesante, ma il mio Gesù lo vincerà e l’umanità troverà la liberazione.

2.944 – 17.01.2008
Cari figli, il mio Gesù fu tradito da uno dei suoi eletti e consegnato ai nemici. Arriverà il giorno in cui la sua Chiesa sarà tradita da uno di quelli eletti per difenderla. Il nemico avrà grande forza perché avrà l’appoggio di molti consacrati. Ecco il tempo della grande battaglia spirituale per la Chiesa. Sappiate che nonostante il danno causato dall’oppositore, la Chiesa non sarà mai sconfitta. Nel cuore dei fedeli, la Chiesa resterà viva e forte. Pregate. Non abbiate paura. È necessario che tutto questo accada, ma alla fine la vittoria sarà del Signore.

2.959 – 21.02.2008
Cari figli, con l’obiettivo di indebolire la Chiesa del mio Gesù, l’oppositore convocherà i leader delle false religioni e molti falsi pastori. Insieme, faranno di tutto per distruggere il Sacro e raggiungeranno molti dei loro obiettivi, ma la vittoria finale sarà del Signore.

Certamente Gesù vincerà questo oppositore-anticristo – tra l’altro, anche nei messaggi a don Gobbi l’uomo iniquo viene chiamato “colui che si oppone a Cristo“: «La mia Chiesa sarà scossa dal vento impetuoso dell’apostasia e della incredulità, mentre colui che si oppone a Cristo entrerà nel suo interno...» – ma se questo oppositore fosse JMB, dovremmo dedurre che vinto JMB, la Chiesa trionfi e ci sia la liberazione da ogni male.

Ammesso che ciò sia vero, ma quanto può durare JMB, vista la sua età? Tutta la Tribolazione avverrà sotto di lui e terminerà con lui?
Fernandez, con i suoi atti precipitosi, ormai si è tolto la maschera da solo. Chi lo eleggerebbe mai come papa (posto anche che un secondo papa argentino è più che improbabile)? Chi mai metterebbe la Chiesa nelle sue mani? Il cardinale Zen ha stroncato le benedizioni gay ed ha evocato le dimissioni di Tucho. Lo stesso hanno fatto altri alti ecclesiastici (anche mons. Bux).

Inoltre, questo oppositore (che sia JMB o un altro) dovrà fare ancora molte cose. Per esempio, perseguiterà (secondo gli stessi messaggi) la Chiesa in Brasile (finora niente):
 
2.993 – 04.05.2008
L’oppositore causerà grandi danni all’umanità. Perseguiterà la Chiesa nella Terra della Santa Croce e porterà molti dei miei poveri figli all’errore. Molti abbracceranno false dottrine e si allontaneranno dalla verità.

Un messaggio piuttosto chiaro:

3.092 – 07.12.2008
L’oppositore affronterà la Chiesa. Sarà una lunga e dolorosa battaglia. Pochi resteranno sul cammino della verità. In questo tempo la Chiesa sarà sul suo calvario, ma il mio Gesù vincerà il nemico insieme ai pochi pastori fedeli. Ci sarà un solo gregge e un solo Pastore.

Se l’oppositore è l’uomo iniquo di don Gobbi, evidentemente è un Papa che porterà la Chiesa al Calvario. Ma la sua azione nefasta rappresenta soltanto la Tribolazione della Chiesa (che si conclude con l’unità dei cristiani).

Si può credere che, tolto di mezzo JMB, la Chiesa trionfi e ci sia l’unità dei cristiani?
Dubito.
In ogni caso, l’oppositore non è l’anticristo finale, ma, uscendo dalla Chiesa come dice Pedro, più probabilmente un vescovo traditore.

Potremmo dire che, l’uomo iniquo o oppositore è l’anticristo più pericoloso che si manifesta nei nostri giorni.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  dott.G.I.

ok ci siamo , quello che sostengo da sempre Bergoglio o il suo successore sono il falso profeta.
resta anche questo messaggio che Regis ha spiegato riferito all’Anticristo biblico
2.532 – 05.06.2005
Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata.
anche qui l’Anticristo, è un Papa , in quanto il riferimento a San Norberto vissuto all’epoca dell’inizio delle profezie di Malachia con la presenza di un antipapa, lascia pochi dubbi di interpretazione

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

il messaggio di sopra 2.532 – 05.06.2005
Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo

simile a questo, che è stato spiegato da regis riferito a Bergoglio

3.276 – 6 febbraio 2010
Arriverà il giorno in cui sorgerà un uomo apparentemente buono e giusto. Ingannerà molti, perché realizzerà grandi prodigi. Verrà dall’emisfero sud e molti lo considereranno come un salvatore. State attenti per non essere ingannati. Ascoltate i miei appelli. Amate e difendete la verità.
a cui si aggiunge



Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Si, ma siamo sempre allo stesso punto. Tutta sta fuffa di messaggi (secoli di avvertimenti e qualche volta di indovinelli) apparizioni locuzioni, in un mondo prossimo allo sconvolgimento sociale e materiale, per affermare che in fondo è solamente un anticristino o un falso profetino. Ma dai!! Non ci siamo, o quantomeno dovremmo rivedere tutta la portata di ciò che ci viene raccontato. E aggiungo, ribandendolo, che in fondo osserviamo sì lo sfacelo ma non è poi così grave… Piccole diatribe che con il tempo si risolveranno e poi per qualche annetto tutti a trionfare..! Mah. Ognuno rimane ovviamente libero di pensarla come vuole. In fondo basta attendere. Se Dio vorrà. Saluti.
massimiliano

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

E aggiungo, ribandendolo, che in fondo osserviamo sì lo sfacelo ma non è poi così grave… Piccole diatribe che con il tempo si risolveranno e poi per qualche annetto tutti a trionfare..!

  • purtroppo non è così: lo sfacelo è totale e andrà sempre più peggiorando e, stanne certo, presto si paleserà l’unico, vero Anticristo…
Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Si certo. La mia era chiaramente una battuta in riferimento ai “normalizzatori” che non riescono a vedere i segni dello sfacelo, o che fanno finta di non vederli. Saluti.
Massimiliano

P.Riesz_
P.Riesz_
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Terribile per la Chiesa Cattolica”; terribile per l’Italia.
Precedentemente ho riportato che Pio XII conoscesse il segreto di Fatima fin dagli anni ‘30; ora cito altra fonte:
Papa Pio XII fu il primo a parlare ufficialmente di Fatima nel 1940 nell’enciclica Saeculo Exeunte; l’enciclica si conclude con queste parole: «La Beata Vergine, la Madonna del Rosario venerata a Fatima, la Santa Madre di Dio che portò la vittoria a Lepanto, vi assisterà con la Sua potenza». Il pensiero mariano guidava il papa anche in piccole cose come l’indicazione nel 1940 della Madonna di Fatima come Patrona della nuova diocesi di Nampula, in Mozambico (riduz da cooperatores).
https://cooperatores-veritatis.org/2017/01/17/ven-pio-xii-il-papa-di-fatima/ :
{Nell’ottobre del 1942, in risposta ad un messaggio inviatole dalla veggente Suor Lucia Dos Santos nel 1940, Papa Pio XII consacrò il mondo al Cuore Immacolato di Maria, con una menzione speciale per la Russia. All’inizio del 1943, Suor Lucia, però, spiegò che Nostro Signore le aveva detto che avrebbe accettato questo Atto di Consacrazione per contribuire a far finire prima la Seconda Guerra Mondiale, ma che esso non avrebbe ottenuto la pace nel mondo.
Come predetto, questo atto ottenne la fine della guerra, ma non portò quella pace che aveva promesso la Madonna, dato che non si era trattato di una consacrazione specifica della Russia, e per via del fatto che i vescovi di tutto il mondo non vi avevano partecipato. Pio XII non si scoraggiò e il 4 maggio 1944, fece istituire la Festa del Cuore Immacolato di Maria. Nel 1946, il Cardinale Masella, in veste di Legato personale del Santo Padre, incoronò la Madonna di Fatima “Regina del mondo”.
Nel 1950, Papa Pio XII disse addirittura al Maestro Generale dei Dominicani: «Dite ai vostri religiosi che il pensiero del Papa è contenuto nel Messaggio di Fatima».
Il 13 ottobre 1951, il Legato Pontificio, Cardinale Tedeschini, fu inviato a Fatima per la chiusura dell’Anno Santo. Egli disse alla folla che Papa Pio XII aveva visto in persona, ripetuto a Roma, il Miracolo del Sole che era avvenuto durante l’ultima apparizione di Fatima.
È ovvio che l’amato Santo Padre aveva scelto Fatima per questo evento così importante, in modo da destare attenzione al Messaggio della Madonna di Fatima. Pio XII aveva infatti ricevuto la grazia di vedere il Miracolo del Sole, in quattro occasioni distinte, durante l’anno precedente: il 30 e il 31 ottobre, il 1° novembre (il giorno in cui Pio XII definì solennemente il dogma dell’Assunzione), e l’8 novembre (l’ottava di quella stessa solennità).
Il mistero della terza parte del Segreto
Il 7 luglio 1952, in risposta alle petizioni dei Cattolici della Russia, Papa Pio XII consacrò la Russia ed il suo popolo al Cuore Immacolato di Maria. L’11 ottobre 1954, Sua Santità pubblicò un’enciclica sul Regno di Maria, ed in esso egli si riferì alla Sua miracolosa immagine di Fatima. Due anni dopo, la Chiesa che sorgeva sul luogo dell’apparizione, a Fatima, venne elevata a rango di Basilica.

Leggiamo ora una vera profezia descritta dal venerabile Pontefice quando era cardinale, nel 1933, in data non sospetta, come si direbbe:
«Supponiamo, caro amico, che il Comunismo [uno degli “errori della Russia” menzionati dal Messaggio di Fatima, ndr] fosse solo uno degli strumenti più evidenti di sovversione usati contro la Chiesa e le tradizioni della Rivelazione Divina… Sono preoccupato per il messaggio che la Beata Vergine ha dato a Lucia di Fatima. Questo insistere da parte di Maria, sui pericoli che minacciano la Chiesa, è un avvertimento divino contro il suicidio di alterare la Fede, nella Sua liturgia, la Sua teologia e la Sua anima… Sento tutto intorno a me questi innovatori che desiderano smantellare la Sacra Cappella, distruggere la fiamma universale della Chiesa, rigettare i suoi ornamenti e farla sentire in colpa per il suo passato storico. … Verrà un giorno in cui il mondo civilizzato negherà il proprio Dio, quando la Chiesa dubiterà come dubitò Pietro. Sarà allora tentata a credere che l’uomo sia diventato Dio … Nelle nostre chiese, i Cristiani cercheranno invano la lampada rossa dove Dio li aspetta. Come Maria Maddalena, in lacrime dinanzi alla tomba vuota, si chiederanno: “Dove Lo hanno portato?”» (Citazione riportata nel libro Pius XII Devant L’Histoire, Editions du Jour/Robert Laffont, 1972, pp. 52-53).
Dal canto suo, il cardinale, domenicano, Fr. Luigi Ciappi, uno dei pochi uomini al mondo che lesse l’intero segreto di Fatima, ebbe a dire: «Nel Terzo Segreto viene predetto che, tra le altre cose, la grande apostasia nella Chiesa inizierà dai suoi vertici».}

https://www.acistampa.com/story/19298/padre-kolbe-fulton-sheen-e-quelle-profezie-su-mosca-19298
{Secondo l’arcivescovo Fulton Sheen, il 13 ottobre 1917 ha avuto luogo la nascita del mondo moderno. E non è un caso che sia quella la data di una delle apparizioni di Fatima. Ma Fulton Sheen ebbe anche un’altra profezia, e riguardava Mosca. Una profezia, in qualche modo, simile a quella che un altro santo dalla devozione mariana incrollabile, Massimiliano Kolbe, che guardò al Cremlino negli anni Trenta, ritornando dal Giappone.
Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, Pio XII scriveva: “Preghiamo con animo semplice e instancabile la soavissima Madre di Dio, che il popolo russo venera e moltissimo ama, affinché impetri per i desolati figli, nel più breve spazio di tempo possibile, il magnifico dono di Dio: la libertà di professare la fede”. E nel 1952, lo stesso Papa consacrava al Cuore Immacolato di Maria la popolazione russa, e disse: “Passerà questo tempo e la fede ritornerà a splendere in Russia. Un giorno la sua fulgida luce si vedrà da Occidente a Oriente”.
Quella profezia di Pio XII era stata anticipata dalle profezie di padre Massimiliano Kolbe e dell’arcivescovo Fulton Sheen.
Kolbe passò da Mosca nel lungo viaggio che lo portò dal Giappone fino in Polonia, dove tornò e morì poi in campo di concentramento, offrendo la vita per un prigioniero. È stato padre Pierre Caillon a raccontare che, proprio nella Piazza Rossa, padre Kolbe guardò al Cremlino e disse: “Un giorno, l’Immacolata regnerà sul Cremlino e dal Cremlino sul mondo intero”.
Sono parole che erano strettamente collegate alla profezia della Madonna apparsa a Fatima. E lo sapeva anche Fulton Sheen. In una delle puntate della trasmissione Life is Worth Living (La vita è degna di essere vissuta) nel 1954, Fulton Sheen sottolineò che “la nascita del mondo moderno” ebbe luogo il 13 ottobre 1917. … Perché Fulton Sheen sosteneva che il mondo moderno era cominciato proprio in quell’ottobre 1917? La risposta stava ovviamente nel mistero di Fatima. Nel 1942, Pio XII annunciò che la Madonna aveva detto ai pastorelli, proprio in quel giorno, che una guerra peggiore sarebbe venuta, che l’avrebbe diffusa il comunismo ateista, e che l’unico modo di salvare il mondo dall’annichilimento e la collera di Dio era appunto pentirsi onestamente, pregare il Rosario e consacrare la Russia al Cuore Immacolato di Maria. …}

La massoneria ha concluso l’opera con Bergoglio che era penetrata nella chiesa fin dall’inizio del secolo scorso: ormai la chiesa cattolica è diventata una cosa diversa da prima in fatto di dottrina e di morale per l’ignavia e il tradimento dei cardinali e dei prelati che hanno fatto finta di non accorgersi di nulla; speravano e sperano ancora che un qualche ente certificatore affibbi a Bergoglio una tripla-A, cioè AAAnticristo. L’avvertimento della B.V. è stato ignorato se non osteggiato dai successori di Pio XII; ci hanno ingannato. L’agenda globalista ha ora campo libero ma non riuscirà a vincere perché il trionfo finale non le appartiene. Purtroppo l’Italia ne subirà le conseguenze se crediamo nel Vangelo(da Matteo 21 ); “…Quando dunque verrà il padrone della vigna che farà a quei vignaioli?”. Gli rispondono: “Farà morire miseramente quei malvagi e darà la vigna ad altri vignaioli che gli consegneranno i frutti a suo tempo”: “Passerà questo tempo e la fede ritornerà a splendere in Russia. Un giorno la sua fulgida luce si vedrà da Occidente a Oriente”.

Francesco
Francesco
3 mesi fa

cosa ne pensate della “profezia” della guerra predetta a trevignano romano? e del fatto che i destini di italia, francia e germania sono accomunati? (perdonatemi per la battuta ma quando ho letto dei tre paesi mi è venuto inizialmente in mente il mondiale del 2006 (l’italia che batte la francia a berlino)); altra domanda: secondo voi la “rivolta dei trattori” potrebbe essere uno dei prodromi che potrebbero portare alle lotte intestine nei paesi?

Francesco
Francesco
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ti ringrazio per la tua risposta. Non era mia intenzione imporre il credere ai messaggi di trevignano romano, ai quali neppure io credo, sono venuto a conoscenza della “profezia” sulla guerra solo leggendo un editoriale su “leggo . it”che mi era apparso sulle notizie di google. Mi ero solo incuriosito visto che si parlava della guerra dove veniva presa in considerazione in particolare modo l’Italia.

mario mancusi
3 mesi fa

Cari figli: vi amo come siete. Sono di fretta, quindi vengo dal Paradiso stasera per chiedervi di tornare a Dio il prima possibile. Non restate parcheggiati, fate la volontà del Signore! Pregate! Fate penitenza! Rivolgiti a Colui che è il tuo tutto! Gesù è il vostro grande amico Non inganna e non delude. Fidati di Lui e vedrai quante grazie riceverai! Dio è contrastato dai peccati dell’umanità e se non vi convertite, presto cadrà sugli uomini una grande punizione. Convertitevi ora! Sei importante per il Signore. Anche con i vostri difetti, Lui vi aspetta con immenso Amore di Padre. Non arretratevi! Avanti con gioia! Che la vostra vita parli del Signore più delle vostre parole! Vivete i messaggi che vi do! Non voglio obbligarvi, ma se vivrete con docilità ciò che vi chiedo, potete stare certi che il Paradiso vi ricompenserà generosamente. Questo è il messaggio che vi trasmetto oggi nel Nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete in pace!

793 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace trasmesso il 07/05/1994

https://www.apelosurgentes.com.br/pt-br/mensagens/793

Presto cadrà su gli uomini una grande punizione, sono quasi 30 anni , i tempi di Dio, non sono i nostri

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Mario, perdonami, ma la Madonna che va di fretta mi fa sorridere. Se poi ci rifletto mi fa anche un pochino arrabbiare e dubitare. Sicuramente sono io che non riesco ad afferrare il concetto della fretta per Maria la Madre di Dio, però credo che avere qualche dubbio sia quantomeno lecito. Saluti.
Massimiliano

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

Lo so e’ come il miracolo di Garabandal e i segreti di medjugorie

Ronin
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Sicuro che sia la traduzione corretta?

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Ronin

Effettivamente la traduzione dell’originale sembra differente

Queridos filhos: Eu vos amo como sois. Tenho pressa e por isso venho do Céu nesta noite para pedir-vos que volteis a Deus o mais rápido possível. Não fiqueis estacionados, fazei a Vontade do Senhor! Rezai! Fazei penitência! Voltai-vos Àquele que é o vosso tudo! Jesus é o vosso Grande Amigo. Ele não engana nem decepciona. Confiai n’Ele e vereis quantas graças recebereis! Deus está contristado com os pecados da humanidade e, se não vos converterdes, não tardará cair sobre os homens um grande castigo. Convertei-vos já! Sois importantes para o Senhor. Mesmo com vossos defeitos, Ele vos espera com imenso Amor de Pai. Não recueis! Avante com alegria! Que a vossa vida fale do Senhor mais que vossas palavras! Vivei as mensagens que vos dou! Não quero obrigar-vos, mas, se viverdes com docilidade o que vos peço, podeis ter a certeza que o Céu vos recompensará generosamente. Esta é a mensagem que hoje vos transmito em Nome da Santíssima Trindade. Obrigada por Me terdes permitido reunir-vos aqui por mais uma vez. Eu vos abençôo: Em Nome do Pai, do Filho e do Espírito Santo. Amém. Ficai em Paz!

Cari figli: Vi amo come siete. Ho fretta e quindi vengo dal cielo stasera per chiedervi di tornare a Dio il prima possibile. Non essere parcheggiati, fate la volontà del Signore! Rezai! Fai la penitenza! Rivolgetevi a Colui che è il vostro tutto! Gesù è il tuo grande amico. Non inganna o delude. Fidati di Lui e vedrai quante grazie riceverai! Dio è rattristato dai peccati dell’umanità, e se non vi convertite, non tarderà a cadere una grande punizione sugli uomini. Convertiti ora! Sei importante per il Signore. Anche con i tuoi difetti, ti aspetta con immenso Amore del Padre. Non tiratevi indietro! Avanti con gioia! Che la tua vita parli del Signore più delle tue parole! Vivi i messaggi che ti do! Non voglio costringervi, ma se vivete con docilità ciò che vi chiedo, potete essere sicuri che il Cielo vi ricompenserà generosamente. Questo è il messaggio che vi trasmetto oggi in Nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Ti benedico: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Stai in pace!

Se non vi convertirete non tarderà una grande punizione

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Così è già cosa diversa. Mi chiedo però perchè dal “cielo” continuano a chiedere conversione a coloro che ci almeno ci provano, vanno a messa, si confessano, si comunicano, quando poi ci sono miliardi di persone che non sanno neanche cosa sia la conversione e se ne sbatterebbero altamente anche se lo sapessero. Quindi o intervieni e fai in modo di aiutare davvero i miliardi, o la punizione è certa considerata l’esiguità di coloro che la seguono. Tertum non datur… Mi spiace, ma spesso mi sembrano prese per i fondelli. Saluti.
Massimiliano

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

oppure questi messaggi non sono di Dio…

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Le differenze con le apparizioni di Fatima, di Lourdes, di Quito, di Civitavecchia etc, di Siracusa, etc etc sono enormi, tanto che comincio a nutrire diversi dubbi in merito. Non mi ha mai stupito la Madonna che parla in dialetto, ma mi stupisce, e molto, il tenore dei messaggi di questa e altre apparizioni similari di questi ultimi tempi. Per carità potrebbe essere il cambi di paradigma, ma in fondo Maria Santissima si sente in Fatima, ma molto molto molto meno in Anguera. Parere personale chiaramente, ma qualcosa non torna. Saluti.
Massimiliano

Raffaella
Raffaella
3 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

Completamente d’accordo con te, Massimiliano. Qualcosa non torna, né nell’apparizione né in Pedro.
Anche il mio, parere personale.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Alla fine quello che conta è solo la parola di Dio , ossia la Bibbia , per il resto le apparizioni non aggiungono nulla, pertanto occorre solo vigilare sui segni dei tempi .

Massimiliano
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Concordo totalmente. Bisogna, io per primo, prestare più attenzione alle scritture e ai segni. Saluti.
Massimiliano

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Non esageriamo ora nel versante opposto: senza la Valtorta e il Movimento cui aderisco non avrei mai conosciuto molte profondità del pensiero di Dio e della storia degli avvenimenti evangelici. E Garabandal rimane la più sensazionale apparizione di tutti i tempi…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Con Valtorta e Garabandal concordo con il tuo movimento no ))) Glauber sembrava attendibile poi ha deluso , Anguera non è dogma di fede, ripeto occorre vigilare sui segni, esempio per adesso il giudizio negativo su questo Papa è evidente non perché lo dice Anguera ma perché lo dicono i fatti e tutto quello che ne consegue

Remox
Admin
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Fatti però che erano stati anticipati SOLAMENTE ad Anguera.
Per la modifica della professione di fede il 2025 potrebbe essere l’anno giusto.
Quanto durerà Bergoglio? Diciamo, teoricamente, altri 5-6 anni. Ma qualora durasse un po’ meno per via di intrighi e dimissioni, per ipotesi, cosa farebbe? Vita ritirata come Ratzinger? Dubito.
In tempi non sospetti Vattimo lo definì “unico vero leader della sinistra globale” ovvero, tradotto, dei vari movimenti ideologici neomarxisti.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Remox

Infatti da parte mia Anguera è ancora attenzionata perchè fino adesso è stata coerente

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

come fai a giudicare il mio Movimento se non ne conosci (praticamente) niente se non il giudizio affrettato e superficiale (e non è degno di lui) di G. I.?…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Se si crede alle astronavi per me , siamo già fuori..))

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

quindi, un Dio che ha creato cose ed esseri incredibilmente perfetti e meravigliosi, non può aver creato altri esseri che viaggino (più progrediti di noi o semplicemente manifestatisi a noi con le modalità che il Creatore ha ritenuto opportuno) su astronavi?!…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

No , perché siamo soli nell’Universo, siamo al vertice della creazione ne abbiamo discusso tante volte , ti ho riportato anche la giusta interpretazione del passo della Valtorta sugli altri mondi , fatta da una delle più accreditate esperte dei testi della Valtorta

eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

non è una spiegazione sufficiente: è solo l’idea di una come me e te; tu invece non hai risposto alla mia domanda…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Ti ho già risposto infinite volte , Dio ha assunto la natura umana, la Madonna e’ la Regina dell’universo , pertanto sopra l’uomo non ci possono essere creature più intelligenti, non ci possono essere creature che hanno una tecnologia superiore alla nostra , Dio è ordine solo gli Angeli sono dotati di intelligenza come la nostra.Dio l’essere preferissimo che assunto la natura umana creava poi esseri superiori a lui stesso ?? È credibile??

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

e cos’era il carro di fuoco che ha portato Elia in ‘cielo’?…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Lo sapevo classico esempio insieme al carro di Ezechiele dei cosiddetti contattisti per accreditare nella Bibbia la presenza di altri esseri, la Bibbia molte volte si sempre in parabole e le cose sono simboliche, Gesù si esprimeva in tal modo

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Eliseo vide un carro di fuoco, non era affatto un simbolo: è un fatto incontrovertibile; poi si può discutere su cosa fosse esattamente quel ‘carro’, un astronave o altro, ma era certamente un ‘fatto’…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Appunto bisogna capire cosa è ?? certamente non è un’astronave, sarebbe ridicolo, Dio avrebbe bisogno di muoversi con l’astronave , dai siamo seri

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Cercando meglio, ho trovato un importante articolo di don Ennio Innocenti, sacerdote e teologo fedele alla Tradizione, in cui viene demolito tutto, anche il Movimento Carismatico (Incipit aera nova, da p. 237 a 244).
Nel dubbio, meglio stare alla larga da questa cosiddetta “carismatica”.

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Non per fare l’avvocato del diavolo, ma su questo punto occorrerebbe più riflessione.

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Le Apparizioni di EL ESCORIAL sono ancora più sensazionali.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Spring spring , bisogna ricordarsi le cose del passato, dott.G.I. A mia domanda già spiego quei passi di El Escorial , bisogna ricordarsele, altrimenti poi ritorniamo a ripetere ciclicamente sempre le stesse cose)))

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

mario mancusi
11 mesi fa
Rispondi a Spring
dott.G.I.
6 giorni fa
Reply to mario mancusi
Una cosa è parlare della possibilità che Dio abbia creato altri esseri, in luoghi della creazione a noi ignoti (da comprendere che tipo di natura abbiano), ciò non crea alcuna difficoltà e anzi, non possiamo nemmeno escluderlo, perché significherebbe limitare l’Onnipotenza di Dio Creatore.

Altra cosa è parlare degli “extraterrestri” nel modo in cui vengono presentati dai media e dalle nuove correnti pseudo-religiose.
Gli UFO e gli alieni fanno parte del piano diabolico del Nuovo Ordine Mondiale. Sono esseri definiti “buoni” che “aiuteranno” l’umanità, apparendo al momento giusto per permettere all’umanità di fare un salto quantico verso la Coscienza Collettiva… nel momento in cui “Cristo” appare. Ovviamente, il Cristo qui è l’Anticristo.
Il tema UFO & extraterrestri è stato diffuso dalla letteratura New Age da molti anni. Il risultato finale pianificato di questo enorme programma di inganno sarà la fede nell’Anticristo.
Probabilmente, quando verrà l’Anticristo finale, fingerà di essere un Maestro asceso da un’altra dimensione, un essere divino. Dichiarerà che ha a cuore i nostri interessi e che vorrebbe condurre il mondo verso una nuova ERA pacifica. Alla fine, si farà adorare come Dio.
Dice l’apostolo san Giovanni che lo spirito dell’anticristo è negare che Gesù Cristo si sia fatto uomo e sia venuto nella carne. Infatti, cercheranno di separare il Gesù storico, venuto nella carne, dal Gesù divino che era ed è ancora Dio. In realtà, questo già lo stanno facendo da anni con tutte le false dottrine in circolazione.

La New Age dichiara apertamente (attraverso i “contattisti” umani) che i “Maestri Ascesi della Gerarchia” si stanno preparando ad intervenire di nuovo nella storia del mondo, per condurre l’umanità ad un livello superiore di coscienza e che sceglieranno una persona umana, dandole poteri e conoscenze sovrumane. Questo è ciò che noi cattolici chiamiamo l’anticristo.

Chi è quest’uomo scelto? Il nome è noto, è il Signore M. (Innominato), l’Anticristo (lo dichiarano loro, non io, che aspettano questo Avatar della Nuova Era).

“I demoni dell’aria, insieme all’Anticristo, opereranno grandi prodigi sulla terra e nell’aria…” (La Salette)

Non entro nei particolari, ma chi vuole approfondire, può leggersi questo sintetico articolo del GRIS per comprendere l’inganno che è già in atto.

Riguardo a Franca Cornado, ho trovato una cosa interessante.
Qui inserisco altri due messaggi, sempre presenti nel libro citato.

(Franca, alquanto scettica in merito alla questione “dischi volanti”, aveva domandato luce in proposito).

“I dischi volanti / vanno veloci!
Vanno a forza cosmica con luce cosmica.
Detta forza esce dalla potenza del mio amore.
Non dite: “Tuo è il Regno”?
Il Regno della Terra è mio.
Non dite: “Tua è la potenza”?
Ecco la forza cosmica!
Non dite: “Tua è la Gloria”?
Questa è la felicità e forza mistica.
Hanno una missione preparata da millenni . . .”. (29/1/1974)

“Parlando della gloria della Gerusalemme futura,
ho detto per bocca di Isaia:
“Chi sono costoro che volano come nuvole
e come colombe alle loro colombaie?” .
È una missione di pace, quella dei dischi volanti!” (21/3/1974)

Tratte dal libro “FRANCATEOLOGIA” – 1975 Magalini Editrice
IMPRIMATUR
+ PETRUS SANTORO Ep. Thermulis
Thermulis 2 aprile 1975

Questo Imprimatur lascia tuttora perplessi.

Cercando meglio, ho trovato un importante articolo di don Ennio Innocenti, sacerdote e teologo fedele alla Tradizione, in cui viene demolito tutto, anche il Movimento Carismatico (Incipit aera nova, da p. 237 a 244).

Nel dubbio, meglio stare alla larga da questa cosiddetta “carismatica”.

Stiamo a questo punto: che non possiamo più fidarci nemmeno del giudizio di un vescovo.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

La spiegazione di dott.G.I. Su El Escorial non la trovo , magari lo stesso dott.G.I. Lo può riportare grazie

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ok grazie

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Supponiamo che … domani mattina ti svegli, apri la finestra e vedi un oggetto di forma anomala (magari discoidale) che “galleggia” nel tuo giardino. Dalle manovre che fa e senza generare alcun rumore intuisci subito che non è l’elicottero radiocomandato del vicino. Poi all’improvviso alla velocità della luce vola via e sparisce, senza fare alcun rumore.

Supponiamo che … una sera ti affacci alla finestra per ammirare la natura illuminata dalla Luna e all’improvviso vedi arrivare delle sfere luminose che dai loro movimenti veloci ti fanno subito intendere non essere fenomeni naturali.

Supponiamo che … una notte d’estate mentre osservi le stelle, quella su cui hai fissato lo sguardo comincia a muoversi. Non però come farebbe una stella, ma in modo diverso (avanti e indietro, quasi a descrivere un albero di natale stilizzato).

Che supporresti?

Io due cose: o ci sono extra–terrestri che ci fanno visita oppure che qualche governo ha una tecnologia (e quindi anche conoscenze fisiche) che non sono trattare nei corsi d’ingegneria.

C’è una terza possibilità: i visitatori sono stati ospitati e in cambio dell’ospitalità hanno ricevuto in dono qualche conoscenza superiore che gli consente di poterci stupire con effetti speciali e colori ultravivaci.

Scienza o fantascienza?

Sono troppe le persone che hanno visto per cui è impossibile ignorare il fenomeno o trattarlo ancora con schemi concettuali inadeguati.

Io non vado dietro la new age. Comunque anche un falso o una marionetta può dire cose vere, magari senza che lo sappia (a volte funge da mela di Newton), perciò un occhio su ciò che scrive ce lo butto.

—-

Ti ricordo che su Suor Beghe come mistica reale, prima ancora del suo blog, avevo emesso qualche dubbio. Nonostante la faccenda del GM la trovi comunque molto veritiera.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Spring ,ti devi ricordare le cose del passato ))

1 ) Suor Beghe è una falsa mistica , lo abbiamo ribadito più volte , crede per esempio nella reincarnazione, pertanto depennata
2) hai letto i commenti di dott.G.I. Evidentemente no , La salette :negli ultimi tempi i demoni dell’aria faranno falsi prodigi , ti ho riportato le dichiarazioni di Maria Simma , Padre Tomaselli ecc , quello che tu dici sono manifestazioni diaboliche, sonno apparizioni infernali, l’uomo moderno non crederebbe più a Satana pertanto gli stessi demoni si mascherano con angeli di luce finte astronavi ecc

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

No! Sei tu che non ricordi le cose. Io ho sollevato il dubbio quando ancora il suo blog non c’era. Avevo letto il libricino ma qualcosa non mi tornava.
E se non hai perso la memoria dovresti anche ricordare perché nel futuro GM ci credo ancora.

Quelle finte astronavi sono finte perché le ha viste in foto, non per chi le ha viste davvero. Che un’astronave sia un prodigio è secondo la tua concezione.

Se ti metti a scavare in rete troverai nomi illustri che non credono ai 3 giorni di buio (parole di un famoso ex esorcista), poi troverai chi ai 3 gg. di buio ci crede, ma non crede ad un’altra cosa … chi crede ad un’apparizione ma non in un’altra, … chi crede a questo ma non a quel messaggio …alle fine ti rendi conto che non c’è una cosa su cui tutti sono d’accordo. Ognuno smonta un pezzo e lascia intatto il resto. Così ci possiamo scannare a vicenda nei forum.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Credi a quello che vuoi, ci mancherebbe , per me è talmente scontato che siamo soli nell’universo , la domanda non si dovrebbe neanche porre, Dio si è incarnato su questa Terra, ha assunta la natura umana e l’avrà per sempre, l’uomo è al centro della creazione per natura è inferiore agli angeli ma per grazia è superiore, questo ci insegna la chiesa Cattolica pertanto chi si professa appartenente alla Chiesa Cattolica Apostolica Romana neanche dovrebbe avere dubbi sull’argomento, La Bibbia insegna questo il resto è fuffa.
Dio ha creato le schiere angeliche nel mondo spirituale e nel mondo materiale a posto al vertice l’uomo. Punto il resto sono chiacchiere.
Suor Beghe l’hai inserito tu nell’argomento sopra, non capisco per quale motivo, io non ne avevo parlato sopra ???

Ti ricordo che su Suor Beghe come mistica reale, prima ancora del suo blog, avevo emesso qualche dubbio. Nonostante la faccenda del GM la trovi comunque molto veritiera.

che significa??

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Significa che non bevo tutto quello che mi propinano, ma ora non mi va di ripetermi di nuovo. Avevo già scritto i miei dubbi nei commenti del vecchio blog.

Inoltre sono uno abbastanza concreto e non giro la testa dall’altra parte: o i governi hanno una bella tecnologia (in realtà la loro è sempre stata superiore a quella “dell’iPhone”, che consideriamo il top) oppure qualcuno che non è di questo pianeta ci è venuto a trovare. In questo non c’è nulla di eretico. Inutile mescolare questo che dico con la new age. I fatti sono fatti. Le testimonianze sono fatti (ricordo che anche il Vangelo si basa sulla testimonianza)

Ultima modifica di 3 mesi fa da Spring
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Te lo ripeto non ci può essere nell’universo nessun essere dotato di materia più intelligente dell’uomo , perché l’uomo è al vertice della creazione, quindi come possono venire a trovarci da altri pianeti ?? Significa che sono superiori a noi?? Le testimonianze di chi?? Di persone che hanno visto astronavi e miraggi di Satana?? Perché questi esseri non si mostrino a tutti , perché non atterrano al palazzo dell’ONU e fanno una bella conferenza stampa ??)))

Questo dice la Bibbia

27 E Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò: maschio e femmina li creò. 1,27 Soltanto l’umanità è a immagine di Dio, staccata dalle altre creature, collocata al vertice del creato (vedi anche Sal 8), prossima a Dio e partecipe del suo mistero.

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Sei un po’ (troppo) orgoglioso.

Se per te sono ologrammi proiettati dal nono girone, così sia.

Mi dispiace ma non è questo il modo di ragionare.

Risparmiami la Bibbia, l’ho letta.

Non è la materia ad essere intelligente.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Ok , pensa quello che vuoi . Orgoglioso poi per cosa ? Per me le cose sono tanto semplici , se esistono si facessero vedere a tutti, quindi …. Tutte speculazioni su nulla

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ti ricordo che non sei più al vertice della creazione. Le conseguenze del peccato originale ci hanno reso “deficienti”.

Maria di Nazareth aveva un’intelligenza superiore perché preservata dal peccato originale. Comunque, dovendo esercitare la Fede, tante altre cose le erano nascoste.

“Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di animali selvatici e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome”. Considerando la varietà degli animali che gli passavano davanti, Adamo doveva vedere quali fossero le qualità e le attitudini di ciascuno, quale utilità avrebbe potuto trarne… Come loro signore doveva imporre a ciascuna specie un nome corrispondente. Poiché i nomi corrispondevano al significato di ogni animale, si è concluso che Adamo fosse dotato di una scienza infusa per poter conoscere all’istante la natura dei singoli animali e dare loro il nome corrispondente. Per questo in teologia si afferma che Adamo, oltre a godere dello stato di grazia (bene di ordine soprannaturale), che godeva anche dei doni preternaturali: scienza infusa e immunità dalla sofferenza e dalla morte. (Padre Angelo, ordine domenicano)

Anche oggigiorno l’Onnipotente ci infonde la Sua conoscenza. Il problema è che non siamo più sintonizzati sulle sue frequenze, a causa della nostra deformazione. Quando necessario, deve operare un’ulteriore grazia per farcela entrare in zucca.

9 La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. (prima lettera ai Corinzi)

—————————————————

se esistono si facessero vedere a tutti, quindi …. Tutte speculazioni su nulla

È quello che dicono anche i non credenti su Dio, gli angeli … et cetera.
Ma quello non è il modo di ragionare.

Ultima modifica di 3 mesi fa da Spring
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Mi sono stancato, e’ la terza volta che lo scrivo , )) pensa quello che vuoi, un vero cattolico neanche si pone questi quesiti .

Valtorta lo spiega

Vite e vite pullulano nei milioni di mondi che sono la gioia del vostro sguardo nelle notti serene,
e la perfezione di Dio vi apparirà quando potrete vedere con la vista intellettuale dello spirito ricongiunto a Dio, le meraviglie di quei mondi

Solo quando saremo in Paradiso vedremo quei mondi , quindi mondi non materiali ma spirituali ,

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
eranuova
eranuova
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

un vero ‘cattolico’ non avrebbe alcun dubbio sul fatto che esistano altre civiltà e molti, molti altri esseri nell’Universo: non avrebbe alcun senso l’esistenza di oltre 2000 miliardi di galassie prive di essere intelligenti (e non venirmi a parlare di angeli spirituali che le abitano, perché non ha proprio senso)…

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Più passo il tempo e più mi accorgo che sei eretico considerando che non sai vedere le eresie di questo Papa))) non sei credibile

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Le tue sono solo teorie, a chi sono apparsi queste creature fantomatiche?? La parola di Dio parla solo di Angeli e uomo Stop io discuto di cose concrete non di teorie o di pseudo affermazioni di veggenti stravaganti la cui lista ho riportato sopra, tra Tomaselli Maria Simma Padre Amorth , nei confronti di Eranuova Spring, conchiglia Enoch Luz De Maria Cornado eccc non c’è storia 10-0 , palla al centro

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

È quello che dicono anche i non credenti su Dio, gli angeli … et cetera.
Ma quello non è il modo di ragionare

Gli angeli sono descritti nella Bibbia quello che pensi tu exstratterestri in quale passo della Bibbia si trovano??

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Stranamente in tutte le apparizioni condannate o sospette si afferma che l’uomo non è solo nell’universo ( sarà un caso ?) :
Enoch
Luz de Maria
Stefania Caterina
Conchiglia
Manduria
Dozule-jnsr
Suor beghe
Gocce di luce
Steve locher eccc poi invece abbiamo

Maria Valtorta: mai scritto di extraterrestri

Chi sia Maria Valtorta è noto a molti, ma non è altrettanto noto che mai ha scritto di extraterrestri. Alcuni testi lo dimostrano senza ombra di dubbio.

Il primo testo si trova a pag., 157 dei quaderni del 1943:
“Ma come mai non hanno mai pensato che la “gran Babilonia” sia tutta la Terra? Sarei un ben piccolo e limitato Iddio Creatore se non avessi creato che la Terra come mondo abitato! Con un palpito del mio volere ho suscitato mondi e mondi dal nulla e li ho proiettati, pulviscolo luminoso, nell’immensità del firmamento.
La Terra, di cui siete tanto orgogliosi e tanto feroci, non è che uno dei pulviscoli rotanti nell’infinito, e non il più grande. Certo però è il più corrotto. Vite e vite pullulano nei milioni di mondi che sono la gioia del vostro sguardo nelle notti serene, e la perfezione di Dio vi apparirà quando potrete vedere, con la vista intellettuale dello spirito ricongiunto a Dio, le meraviglie di quei mondi”.
In questo testo non c’è alcun cenno a incontri con extraterrestri oltre i confini della morte, ma solo la visione intellettuale delle meraviglie dei milioni di mondi. “Le vite e vite” si riferiscono a vite vegetali e animali. “E’ il più corrotto” poiché lo rende tale l’uomo con i suoi peccati. Gli altri sono corrotti non per la presenza di esseri razionali, ma perché la “caducità” dovuta alla colpa originale dell’uomo ha toccato tutto il cosmo. La provvidenza singolare che prima del peccato il cosmo aveva non c’è più (Rm 8,20-21).
La Babilonia presentata dall’Apocalisse (18,1) è stata intesa comunemente come Roma, ma il testo di Maria Valtorta la identifica con tutta la Terra.(Pag. 158): “Non è la terra seduta sulle acque dei suoi mari e non s’è servita di questi per nuocere?”. Per “Terra” (pag. 160) non si deve intendere solo come pianeta terra e acqua, ma come “ente morale”, come “unione di persone”. Una tale realtà risulta per i peccati un idolo che “regna sui re della terra” (Ap 17,18). La Terra, idolo di se stessa, è vittima di se stessa.

Testo che confuta radicalmente la prospettiva di esseri razionali extraterrestri è quello di pag. 391 dei quaderni del 1943:
“Trasalirono i cieli di ammirazione e la terra cantò con voce altissima, in mezzo all’armonia delle sfere, per la gloria d’esser il pianeta che, nelle origini dell’universo, diveniva immensa reggia del re-uomo, figlio di Dio”.
La terra, nella personificazione letteraria, ebbe un’esultanza di altissima gioia perché unica nell’”armonia delle sfere”, cioè stelle e dei pianeti, diveniva la reggia dell’uomo. L’armonia delle sfere è così espressa a pag. 75 dei quaderni del 1944: “Astri e pianeti rotanti per i campi dei cieli e cantanti col loro eterno, veloce, splendente vivere, la lode delle sfere a Dio”. A pag., 651-652 dei quaderni del 1943, si legge che all’origine, in assenza del peccato, la Terra era “un altare planetario destinato a cantare con gli altri pianeti le lodi di Dio, e per colpa dell’uomo divenuto base al patibolo del suo Signore fatto Carne per salvare la Terra”. Facile rapportarsi con il cantico dei tre giovani del libro di Daniele (3,57s) e con il salmo 148.

Nelle lezioni sulla Lettera a Romani l’uomo è (pag. 83) la “perfezione della creazione e ultima delle sei opere delle sei giornate divine dopo le quali Dio si riposò”. Nelle stesse Lezioni (pag. 91) si legge che l’uomo è ”l’opera più perfetta del creato”, ma la “perfezione della perfezione” è Gesù, in quanto la natura umana è stata assunta dalla natura divina.

A pag. 75 dei quaderni del 1944 si parla del reame di Cristo che abbraccia il cielo e la terra. Si parla di “universo celeste e di universo planetario”. Il suo reame è “fatto di creature spirituali e di creature terrestri, fatto di “vite” infinite e tutte create perfette dal Dio, Padre e Creatore, le quali sono “vite” di astri e pianeti rotanti per i campi dei cieli e cantanti col loro eterno, veloce, splendente vivere, la lode delle sfere a Dio; sono “vite” di animali minuscoli o grandiosi, canori, muti, volanti, striscianti, guizzanti, correnti, fortissimi, delicatissimi, “vite” che sembrano rupi e “vite” che sembrano fiori e che vi danno carne, ala, canto, aiuto, lana, miele, che fecondano i fiori lontani, ecc”. Le “creature spirituali”, sono gli angeli e i beati in cielo. Le “vite terrestri” sono sulla terra, ma anche nell’”universo planetario” poiché si parla anche di vite che “sembrano rupi” (si pensa ai dinosauri). Sulla terra l’uomo (pag. 76, quaderni 1944): “Vite create per generazione continua da Padre mio: le anime destinate a vitalizzare le carni sulla terra concepite”.

Nel primo volume de “Il poema dell’Uomo-Dio” dettato del 27 agosto 1944 si legge: “Non merita, anche per se stessa, pur così povera e ignuda, e fatta aspra dalla vostra cattiveria, di essere vissuta, questa giornata, per conoscere e ammirare l’infinito Bello che la mano di Dio ha seminato nell’universo?
Per chi avrebbe fatto questi astri e pianeti che scorrono come saette e frecce, rigando l’arco del firmamento, o vanno, e paiono lenti, vanno maestosi nella loro corsa di bolidi, regalandovi luci e stagioni e dandovi eterni, immutabili e pur mutabili sempre, una nuova pagina da leggere sull’azzurro; ogni sera, ogni mese, ogni anno, quasi volessero dirvi: ‹Dimenticate la carcere, lasciate le vostre stampe piene di cose oscure, putride, sporche, velenose, bugiarde, bestemmiatrici, corruttrici, e elevatevi, almeno con lo sguardo, nella illimitata libertà dei firmamenti, fatevi un’anima azzurra guardando tanto sereno, fatevi una riserva di luce da portare nella vostra carcere buia, leggete la parola che noi scriviamo cantando il nostro coro siderale, più armonioso di quello tratto da organo di cattedrale›”.

Come si vede negli scritti di Maria Valtorta non c’è il minimo accenno a extraterrestri, anzi sono esclusi.

http://www.perfettaletizia.it/archivio/infomazione/extraterrestri/scheda.html

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Maria Simma e don Giuseppe Tomaselli: Tutti quegli avvistamenti sono opera di satana!

https://m.youtube.com/watch?v=ZRL2_cDAsuc

https://it.aleteia.org/2022/01/15/legami-tra-ufo-e-demonologia-dalle-pratiche-new-age-a-maria-simma/

Alcuni gruppi “cristiani New Age” affermano addirittura che gli UFO sono dei veri mezzi di trasporto utilizzati dagli angeli

C’è un legame tra gli UFO e la demonologia? La risposta è positiva. Ma prima di spiegarvi perchè sono collegati tra loro, è bene chiarire le origini e il significato della sigla UFO.

Velivoli luminosi

Si parla di decine di migliaia di osservazioni, alcune delle quali palesemente false. Altre che non trovano nessuna spiegazione logica. Tuttavia effettivamente si materializzano in maniera repentina velivoli di aspetto metallico o luminoso che si muovono velocemente e che lasciano gravi turbamenti negli spettatori.

Fantomatici rapimenti

Come se non bastasse sono numerosi i casi in cui uomini e donne affermano di essere stati rapiti da strani esseri provenienti da altri pianeti o, molto più verosimilmente, da altre dimensioni. Addirittura alcuni di essi sono vittime di esperimenti e manipolazioni gravi che arrivano fino alla fecondazione eterologa di entità non umane.

Leggi anche:Come si può conciliare l’ipotesi di vita extraterrestre con la fede?
Curiosità “aliena”

Purtroppo oggi è molto facile, soprattutto per le nuove generazioni, rimanere colpiti ed incuriositi da simili esperienze. Ma quello su cui riflettere attentamente è l’attenzione che danno a questi fenomeni alcuni gruppi di potere, quali la massoneria e le sette esoteriche, tramite ben note case editrici e produzioni di trasmissioni televisive.

Pericolo “channelling”

Il pericolo per la salvezza eterna delle anime è grande perché molto spesso insieme alle tematiche di approfondimento ufologiche si accompagnano vere e proprie esperienze di tipo spiritico o, come vengono chiamate in ambiente “new age”, di channeling. Sono noti infatti i gruppi che ricevono messaggi medianici da entità che dicono di provenire dallo spazio.

Ashtan Sheran

Una di queste entità medianiche è chiamata Ashtan Sheran, sedicente comandante della “flotta spaziale interplanetaria”. Essa si manifestò per la prima volta mediante un certo Van Tessel che affermò addirittura di aver viaggiato su una delle astronavi che orbiterebbero attorno alla Terra.

Il demone Astaroth

Non vorrei entrare nei dettagli dei messaggi di questi spiriti, che rientrano nella tipologia di molti altri riportati da gruppi di channeling new age. Ma vorrei solo far notare l’inquietante nome del “comandante alieno” che ricorda in modo chiaro quello di Astaroth, uno dei demoni della cultura ebraica che, secondo una tradizione non canonica, spinse Caino ad uccidere Abele.

Leggi anche:Come difendersi dagli attacchi demoniaci?
Il caso di Brian Scott

Altre volte sono diverse entità che si manifestano, come nel caso emblematico accaduto negli anni settanta ad un americano di nome Brian Scott, che in seguito ad un rapimento, venne sottoposto a sedute di ipnosi per cercare di capire la natura della sua esperienza. In quell’occasione, oltre a messaggi di un’entità sconosciuta, avvennero fenomeni che di solito si osservano in casi di infestazione, come poltergeist, combustioni spontanee e apparizioni di forme umane vaporose.

Manifestazioni diaboliche

Alcuni dubbi sulla veridicità di racconti e di ricordi di alcune persone possono naturalmente sorgere, ma alcune di queste esperienze hanno una somiglianza straordinaria con manifestazioni di tipo preternaturale maligno, quindi demoniaco.

Inoltre bisogna considerare che sono numerose, riguardano un periodo di tempo prolungato e colpiscono persone di ogni nazionalità che non sono a conoscenza l’una delle altre.

Angeli in astronave”

Alcuni gruppi new age affermano che gli UFO sono dei veri mezzi di trasporto utilizzati dagli angeli. Molto noto a questo proposito il libro “Angeli in astronave”. Ancora più pericolosa è la commistione di tematiche religiose e di apparizioni mariane con argomenti ufologici e di chiaro significato esoterico come nel caso del famoso “contattista” Giorgio Bongiovanni.

Maria Simma

Nel difficile discernimento che i fedeli devono affrontare in questi casi che possono sicuramente trarre in inganno anime fragili ci vengono in aiuto delle persone illuminate dalla grazia divina, come ad esempio la mistica austriaca Maria Simma.

Leggi anche:Le apparizioni delle anime del Purgatorio a Maria Simma sono vere?
Le anime e gli alieni

Nel testo più importante della carismatica austriaca – “Fateci uscire da qui!!” – alcune anime del Purgatorio hanno parlato sia degli UFO che della vita extraterrestre. Le affermazioni di Simma non lasciano spazio a dubbi: «un amico mi chiese recentemente di domandare alle anime del Purgatorio se esiste una vita intelligente su altri pianeti. L’anima rispose: “no”. Non c’è dunque vita intelligente su altri pianeti”. Ma ciò non vuol dire che tutti quegli avvistamenti e quelle storie di rapimenti non siano vere. Non è nelle intenzioni di così tante persone mentire su questo argomento, ma c’è un’altra spiegazione. Se nell’universo non ci sono altre forme di vita intelligente, e qui vorrei aggiungere che chiunque con una profonda conoscenza e fede nelle Sacre Scritture concluderebbe allo stesso modo, tutti quegli avvistamenti sono opera di satana».

La logica di queste fenomeni

In maniera intelligente poi Maria Simma spiega la logica che sta dietro questi fenomeni. «Satana vorrebbe che fossimo molto curiosi: quale modo migliore ci potrebbe essere, infatti, per condurci fuori strada se non quello di farci rincorrere delle piccole creature verdi nel vuoto dello spazio? La curiosità ha ucciso più di un semplice gatto. E tutti quei film e quegli spettacoli televisivi sulle civiltà extraterrestri possono facilmente far deviare i ragazzi».

Correlazione negativa

In base a diverse statistiche sociologiche la credenza negli UFO è correlata negativamente con la pratica cristiana e la fede religiosa. E’ come se la credenza negli extraterrestri fosse sostitutiva della fede religiosa tradizionale. Per molti Dio e le manifestazioni di angeli e santi sono state sostituite dagli UFO. Non di meno, qualche denominazione cristiana, soprattutto fra i gruppi evangelici fondamentalisti, ma anche in settori del movimento carismatico, ha in realtà adottato una prospettiva ufologica questi gruppi considerano gli UFO pericolosi e negativi.

“Agenti di Satana”

In parecchi casi gli UFO sono considerati “Agenti di Satana” o più semplicemente “Esseri satanici”. Diversi telepredicatori evangelici americani affermano che essi siano qui per distorcere la mente delle persone in modo che esse possano essere confuse al ritorno di Cristo. Questa visione colloca gli UFO nello stesso scenario escatologico in cui sono di norma percepiti anche dai vari gruppi ufologici. Ma in questo caso il loro ruolo è negativo e distruttivo. Gli UFO non vengono a salvarci. Sia afferma che essi sono qui per renderci schiavi per conto di Satana.

Leggi anche:Ufo ed extraterrestri, tra spiritismo e magia
La spiegazione dei gruppi satanici

Secondo diversi gruppi protestanti fondamentalisti gli UFO non vengono rifiutati come superstizione o assurdità irrazionali. Al contrario essi, sono interpretati secondo le categorie della mitologia cristiana, la quale prevede che Satana sta facendo qualsiasi cosa per distruggere il piano salvifico di Dio. Assieme ai suoi demoni, egli farà il possibile, sotto qualsiasi travestimento per indebolire l’umanità.

Rilevamenti spiegabili

Personalmente il sottoscritto che è un sacerdote cattolico che da molti anni diffonde la devozione cristiana ai santi Angeli, non crede assolutamente all’esistenza degli UFO. Infatti relativamente alla maggior parte dei rilevamenti di UFO, gli studiosi sono in grado di dimostrare che il 95% di essi sono completamente esplicabili (velivoli, stelle, palloni aerostatici, satelliti, ecc.). Ed anche i cosiddetti rilevamenti (altamente inspiegabili) sono generalmente spiegabili al 90% in modo analogo.

Leggi anche:Il profeta Ezechiele descrive davvero un UFO?
Il fisico Tullio Regge

Faccio mie anche le considerazioni del fisico Tullio Regge che una volta dichiarò: “Purtroppo non sono molto ottimista riguardo un possibile contatto con civiltà aliene: perché per ragioni epistemiche la vita, come la possiamo intendere noi, è molto difficile. Infatti dovrebbero esistere delle condizioni particolari per il contatto. Ed il tempo non c’è molto d’aiuto. Noi potremmo ricevere ora un messaggio di una civiltà che si è estinta già da millenni, ma che la nostra risposta impiegherebbe lo stesso tempo per raggiungere la stella da cui proviene il segnale”.

Prodotti culturali

In conclusione i resoconti sugli UFO sono prodotti culturali. E perciò i presunti studi sugli UFO si occupano, di fatto, dell’immaginazione, delle speranze, delle paure e dei desideri della gente. Condivido l’ipotesi demonologia circa gli UFO nel senso però che a causa del suo aspetto razionalista, materialista e scientifico, tale credenza è facilmente accettata e anche ricercata dagli increduli che invece sono scettici nei riguardi della verità della religione cristiana. Quindi essa è usata dalle forze del male per confondere tantissime persone ed in modo particolare i giovani!

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Hai fatto un bel minestrone! Con questa poi …

 Infatti relativamente alla maggior parte dei rilevamenti di UFO, gli studiosi sono in grado di dimostrare che il 95% di essi sono completamente esplicabili (velivoli, stelle, palloni aerostatici, satelliti, ecc.). Ed anche i cosiddetti rilevamenti (altamente inspiegabili) sono generalmente spiegabili al 90% in modo analogo.

… tocchi il fondo.

Mi pare che anche quelli del cicap usino la medesima argomentazione per spiegare i miracoli.

Allora facciamo un bel giochetto.
Cominciamo ad eliminare quelli che … “i 3 gg. di buio”, in quanto padre Amorth non ci credeva.
Togliamo il GM, suor Beghe (ironia di un nome) non è affidabile. Togliamo Medjugorje, perché i veggenti non si sono avviati ad una vita consacrata. In più hanno sposato gente con la dote ed hanno pure gli alberghi.
Le apparizioni di Fatima non sono ammesse: la Chiesa non le ha approvate. Et cetera, et cetera

Poi togliamo quei veggenti i cui messaggi contengono qualcosa messo in discussione da chi hai nominato (Simma, p. Tomasselli, …) o che in altro modo sono stati squalificati. Vedrai che pian pianino non ti resterà alcun veggente in cui credere.

E se il Male ha bisogno pure di altre eventuali civiltà per renderci la vita difficile, sta sparando ad una mosca con il cannone.

Il punto è che se centinaia di testimoni hanno visto con tanto di prove, allora gatta ci cova. È il demonio seduto sulla Luna con lo yoyo?
Bah, a me suona strano.

L’unica alternativa è che qualche governo ha una tecnologia da orbi. E allora, per usare la medesima argomentazione, perché non la usa per stravincere?

Ultima modifica di 3 mesi fa da Spring
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Ancora ma proprio non vuoi capire ma la tua è una fissa , ho capito , secondo me fai parte della schiera che ha visto questi inganni diabolici , ammettilo… ti ho riportato la spiegazione della Valtorta, ti ho riportato alcune dichiarazioni dei pochi attendibili, ora aspetto visto che conosci i passi della Bibbia , le affermazioni che attestano l’esistenza di altri esseri dotati di spirito anima e intelligenza nell’universo, aspetto. Allora ???

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Isaia 24:21-25:8

24:21 In quel giorno il Signore punirà in alto l’esercito di lassù

e qui in terra i re della terra.

22 Saranno radunati e imprigionati in una fossa, saranno rinchiusi in un carcere e dopo lungo tempo saranno puniti.

Secondo me tu fai parte di quelli che, infiltrati, devono deviare il corso dei pensieri.

p.s. Tu invece sai indicarmi un passo della Bibbia dove parla di Dinosauri?
Eppure gli scheletri ci sono. Ti compro un biglietto per entrare al museo?

Ultima modifica di 3 mesi fa da Spring
mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Il passo che hai portato indica che ci sono altri esseri nell’universo? Oltre gli angeli e gli uomini ?)))
Facciamoci due risate che e’ meglio )))))

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Base Dulce

Fu in occasione di questo episodio che commentai con quel passo della Bibbia. Non puoi negare che la “parentela” è al quanto curiosa.
Poi, per carità.

Comunque i cerchi nel grano restano ancora inspiegabili (a parte i tuoi tout court demoniaci)

Once more: i dinosauri nella Bibbia?

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Questa tua domanda ha una facile risposta: i passaggi della Genesi 1,24-28, nei quali l’Onnipotente Dio conferma di aver creato tutti gli animali, e quindi anche i dinosauri: Dio disse: «La terra produca esseri viventi secondo la loro specie: bestiame, rettili e bestie selvatiche secondo la loro specie». E così avvenne: Dio fece le bestie selvatiche secondo la loro specie e il bestiame secondo la propria specie e tutti i rettili del suolo secondo la loro specie. E Dio vide che era cosa buona. E Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra».

Secondo te Dio doveva fare un elenco di tutte le specie create sulla terra??? Mua …..))) ci attacchiamo agli specchi

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Secondo te Dio doveva fare un elenco di tutte le specie create sulla terra???

Se non aveva tempo per quello, che poteva avercelo per elencare le specie intelligenti create su altri pianeti?

fino al minuto 6:34

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Ma per favore se i tuoi ragionamenti scendono a questo livello, siamo messi bene, gli animali creati sulla terra sono citati , esseri nell’universo mai citati , questa la differenza

per la macchina chiedi alla fraternita galattica nel loro archivio avranno tutti i dati ))

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

gli animali creati sulla terra sono citati , esseri nell’universo mai citati , questa la differenza

Meno i dinosauri, solo per fare un esempio.

per la macchina chiedi alla fraternita galattica nel loro archivio avranno tutti i dati ))

Complimenti! … 🎊🎉 … sei riuscito a scendere ancora più in basso. Okkio a non arrivare al 9° girone!

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

porta argomenti piu convincenti , che significa che i dinosauri non sono citati ? ci sono migliaia di specie , li doveva elencare tutti, dai argomentiamo con qualcosa di concreto

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

L’unica alternativa è Satana , la più semplice

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Certo.
Non so’ da quanto sei qui, ma se guardi ho pubblicato un link ad un libro di Gaeta Saverio, dove si parla di “esseri strani”

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Ok lo puoi riportare, leggiamo vediamo cosa dice
Qui c’è l’elenco di tutti i suoi libri ,

https://www.libreriauniversitaria.it/libri-autore_gaeta+saverio-saverio_gaeta-p_4.htm

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Spring
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Cercalo tra i commenti del vecchio blog. Io non sono in pensione come te.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Vabbè , facciamo prima Dott.G.I. Sei a conoscenza di questo libro?? Cosa dice grazie

Knut73066
Knut73066
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Buongiorno,
mi accodo a questo scambio di opinioni e domando scusa se eventualmente, non avendo letto le discussioni precedenti a cui si accenna, ripeto temi già affrontati.
Mi chiedo se eventuali altri abitanti del Creato non possano essere sì inferiori all’Uomo nel suo stato originario, ma superiori allo stesso nella sua condizione decaduta.

Knut73066
Knut73066
3 mesi fa
Rispondi a  Knut73066

Chiedo scusa, ma mi accorgo ora che questa osservazione è stata già avanzata dall’utente Spring.

mario mancusi
3 mesi fa

https://m.youtube.com/watch?v=ecYD74R3DCM&t=1831s

Remox dott.G.I, dal minuto 25 Regis prima parla delle profezie del Arcivescovo Fulton Sheen e poi riportando di nuovo le profezie di La Salette , ribadisce che l’Anticristo di Melania colui che farà i prodigi sarà un membro della Chiesa un Papa, ovviamente non dice se è già dentro di essa, ancora una volta quindi non stiamo parlando di un piccolo anticristino))) ma di quello biblico.

Ps , mi sembra di ricordare che in molte profezie , oltre al Grande Monarca , anche l’Anticristo zoppicherà…. Altra strana coincidenza))) indovina indovinello per l’anonimo

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Continua a ripetere sempre le stesse cose, richiama altre profezie senza sbilanciarsi mai.

mario mancusi
3 mesi fa
Rispondi a  Anonimo

Io mi riferivo allo zoppo , era mio l’ indovinello ))

mario mancusi
3 mesi fa

Questi sono i segni a cui prestare attenzione, il cielo ci parla

Se oggi ci fosse un profeta come Daniele, saprebbe interpretare i segni che vengono dal cielo, che riguardano il falso pontificato di Bergoglio, alcuni dei quali sono veramente eclatanti!

PRIMI SEGNI: Per tre volte nell’arco di pochi anni un fulmine si è scagliato sulla cupola di san Pietro. Anche gli scienziati affermano che è quasi impossibile, statisticamente parlando, che accada questa concomitanza di eventi in uno spazio di tempo così ristretto.
Se poi mettiamo in relazione le tre date in cui la cupola è stata colpita con gli avvenimenti annessi allora non avremo nessun dubbio che sono segni che vengono da Dio:

Primo fulmine: 11 febbraio 2013 giorno delle dimissioni invalide di papa Benedetto XVI. Inizio dello scisma.

Secondo fulmine: Il 7 ottobre 2016, verso le 9:20, un fulmine ha colpito la cupola della Basilica di San Pietro, facendo tremare il Vaticano. Questo secondo fulmine colpisce la cupola di san Pietro, nel giorno della Regina delle Vittorie ovvero la festa della Madonna del Rosario. In quel mese Bergoglio ha preparato la sua chiesa, con delle iniziative, a commemorare il cinquecentesimo anniversario della Riforma Protestante, introducendo la statua di Martin Lutero in sala Nervi, esaltando come gran riformatore l’infame scismatico ed eretico Lutero, facendo stampare dei francobolli in onore della riforma protestante.
Il 31 ottobre 2016, poi, “Papa Francesco” partecipa alla prima celebrazione del cinquecentesimo anniversario dello scisma in Svezia, riabilitando a tutti gli effetti, l’eresiarca Lutero, che la Beata Serafina Micheli vide chiaramente essere un’anima dannata nell’inferno.
Tutto questo nel mese mariano di ottobre e un anno prima del centenario delle apparizioni di Fatima.

Terzo fulmine: Un violento temporale ha colpito Roma nella notte tre il 7 e l’8 giugno 2018. Una serie di fulmini si è abbattuta sulla capitale: uno di questi ha centrato la cupola di San Pietro, causando un blackout a uno dei simboli più celebri della città.
Per il Novus Ordo il 7 giugno 2018 era la festa del Sacro Cuore di Gesù e l’8 giugno 2018 la festa del Cuore Immacolato di Mara.
Bergoglio in quella occasione era impegnato a predicare al summit di petrolieri in Vaticano.

SECONDO SEGNO: Domenica 26 Gennaio 2014: Bergoglio libera due colombe alla fine dell’angelus, in occasione delle manifestazioni per la pace promosse dall’azione cattolica italiana.
Le due colombe vengono aggredite da un corvo e da un gabbiano: una colomba muore, l’altra riesce a liberarsi.

TERZO SEGNO: una statua di San Pietro in Argentina (guarda caso a Buenos Aires), è stata colpita da un fulmine il 17 dicembre 2023 (giorno del compleanno di Bergoglio e giorno antecedente alla emanazione della dichiarazione Fiducia supplicans), polverizzando l’aureola, la chiave e la mano benedicente».

Cosa direbbe il profeta DANIELE?
Azzardo una mia ipotesi:

PRIMI SEGNI: I fulmini
Lo sdegno di Dio incombe sul Vaticano per l’usurpazione del trono di Pietro da parte della massoneria ecclesiastica.

SECONDO SEGNO: le colombe
Non ci sarà nessuna pace fino a quando non sarà ristabilito il Trono di Pietro, rappresentato dalla colomba che si è liberata.

TERZO SEGNO: la statua di san Pietro
Nella comunione con la falsa chiesa non c’è la benedizione (mano fulminata) che passa attraverso il successore di Pietro perchè non c’è Pietro (chiavi fulminate: le chiavi rappresentanola potestà vicaria di Pietro) e non c’è lo Spirito Santo (aureola fulminata).

Ultima modifica di 3 mesi fa da mario mancusi
Dimash
3 mesi fa

08:57 02 Febbraio

Russia, Mishustin: “Previsioni PIL 2023 tra il 3,5 ed il 4%”
Nonostante le sanzioni, la crescita del PIL russo entro la fine del 2023 sarà indicativamente del 3,5-4%, “un valore superiore alla media mondiale”. Così il primo ministro russo Mikhail Mishustin, intervenendo alla sessione plenaria del forum digitale internazionale Digital Almaty 2024 in Kazakistan.
 

11:30 02 Febbraio

Ucraina, Shoigu: manteniamo l’iniziativa su tutta linea del fronteLe forze armate russe mantengono l’iniziativa strategica lungo tutta la linea di contatto nella zona operativa militare speciale dopo il fallimento della controffensiva dell’Ucraina, ha detto venerdì il ministro della Difesa Sergei Shoigu.
“Dopo il fallimento della controffensiva nemica, le forze armate russe mantengono l’iniziativa strategica lungo tutta la linea di contatto di combattimento. Le nostre unità avanzano, ampliano le loro zone di controllo e migliorano la loro posizione lungo la linea del fronte. Durante le operazioni in direzione Kupyansk, Krasnyi Lyman e Donetsk sono stati liberati gli insediamenti di Vesele, Krokhmalne, Tabaivka”, ha detto Shoigu in un incontro con la leadership militare.

11:34 02 Febbraio

Valerii Zaluzhny: Kiev si adatti a riduzione aiuti militari occidentaliL’Ucraina deve adattarsi ad una riduzione degli aiuti militari da parte dei suoi principali alleati e concentrarsi sempre di più sulla tecnologia se vuole vincere la guerra contro la Russia: lo scrive il capo dell’esercito ucraino, Valerii Zaluzhny, in un saggio scritto in esclusiva per la Cnn. L’articolo del generale non fa alcun riferimento al suo rapporto con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky – né alle indiscrezioni secondo cui quest’ultimo sarebbe pronto ad annunciare il suo licenziamento dopo quattro anni di lavoro – ma affronta la sfida della mobilitazione di massa, fonte di forte tensione con il numero uno di Kiev. Zaluzhny ritiene che i leader militari ucraini debbano tenere conto di una serie di delusioni e distrazioni anche fuori dal campo di battaglia. Indirettamente, rileva la Cnn, il generale fa riferimento al fallimento degli Stati Uniti nel concordare un nuovo pacchetto di aiuti militari per l’Ucraina, così come al fatto che gli sviluppi in Medio Oriente da ottobre hanno attirato l’attenzione internazionale altrove. E sottolinea che c’é una “alta probabilità che la Russia provochi una serie di conflitti dopo l’esempio di Israele e Yemen e distogliere i principali partner dal sostegno all’Ucraina”. Oltre al fatto che “la debolezza del regime delle sanzioni internazionali significa che la Russia è ancora in grado di schierare il suo complesso militare-industriale nel perseguimento di una guerra di logoramento contro di noi”. Il capo dell’esercito cita poi “‘l’imperfezione del quadro normativo che disciplina il settore militare-industriale nel nostro Paese” e sottolinea che “la parziale monopolizzazione di questo settore porta a difficoltà nella produzione nazionale di munizioni e, di conseguenza, a una maggiore dipendenza dell’Ucraina dall’offerta degli alleati”. In questo scenario, Zaluzhny ritiene che bisogna “trarre vantaggio dai progressi nello sviluppo di nuove tecnologie che permetteranno di vincere”, sottolineando “la necessità di aumentare significativamente le capacità dei sistemi senza pilota e altri sistemi tecnologici avanzati, per influenzare positivamente il corso delle ostilità”. 

https://www.rainews.it/maratona/2024/02/il-senato-usa-votera-il-pacchetto-di-aiuti-allucraina-la-prossima-settimana-invasione-russa-giorno-709-3ca73f33-69e7-449d-9d66-7cb89deb686c.html#:~:text=Nonostante%20le%20sanzioni%2C%20la%20crescita,Digital%20Almaty%202024%20in%20Kazakistan.

Dimash
3 mesi fa

Gli Usa stanno rispondendo all’attacco di droni iraniani alla base statunitense in Giordania di qualche giorno fà, colpendo miliziani filoiraniani sciiti in Siria e Iraq.
La stanno prendendo alla lontana, per adesso: no attacchi diretti in Iran

https://www.youtube.com/watch?v=pYCurDc3xas

Dimash
3 mesi fa

La ricca UE butterebbe volentieri 50 mld di Euro in 4 anni a favore del governo neonazista Zelensky. Indizi su come coleremo a picco un giorno, ma per adesso và tutto bene, madama la marchesa, quindi possiamo permettercelo.

https://it.euronews.com/my-europe/2024/02/01/ue-accordo-sul-fondo-da-50-miliardi-per-lucraina

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Intanto i trattori … marciano su Roma.
Diciamocelo, i tempi sono ormai maturi. Manca solo il colpo iniziale … ultima chance per gli stalker 😄

………….. ☢️💣

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Però dovrebbe succedere un bel casotto e morti prima in Uk, e la famiglia reale dovrebbe tutta morire secondo quanto detto a Jahenny . Se non partono da lì le rivolte vorrà dire che neanche questa occasione è quella che attendiamo . Che poi la rivolta dei trattoristi non è molto pericolosa. Non hanno tempo da perdere a occupare strade di grande comunicazione e soprattutto centri cittadini. Non hanno lo stipendio assicurato per permettersi di fare a lungo guerriglie e pretendere che le loro richieste vengano soddisfatte. Per una guerra civile ci vogliono i cittadini che vivono sul posto, in città, dove ci sono gli organi politici da contestare, ed è anche più comodo per loro fare le barricate dandosi il cambio e mutuo supporto. Quando vedrò cittadini incavolati neri perché non hanno più un’entrara, che davano per scontata, e che non hanno alternative come lavoro perché si erano illusi che sia una tempesta passeggera, allora mi preoccuperò davvero .

Anonimo
Anonimo
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Forconi, gilet gialli ecc ecc.. questo è un altro fuoco di paglia

Dimash
3 mesi fa
Rispondi a  Anonimo

Potranno pure esserci episodi di violenze e crollo di nervi di parte di taluni, con le manifestazioni dei prossimi giorni, ma ci vole qualcosa di più grave per una guerra civile. Una parte di agricoltori, in generale di bassa scolarizzazione, se non ce la fà più con i conti in perdita o intorno al pareggio, tanto da non rimanere niente di utile, potrebbe sempre abbandonare tutto ed emigrare o allungare le fila dei cittadini mantenuti dallo Stato, o che vive del settore dei servizi che ancora tira. Per cui non sono costretti a rimanere in ambiente rurale. Mentre quando la crisi colpirà le città( che vivono di spesa pubblica a debito ), per i fallimenti statuali in Europa, in Usa, non ci saranno altri sbocchi. Al tempo ci sarà anche un mondo diviso in due blocchi, tra Est e Ovest, non più globalizzato, e già ci siamo vicini adesso con blocchi e sanzioni crescenti, guerre e minacce che impediscono la libera circolazione di merci e persone. Diventerà sempre più difficile e pericoloso viaggiare ed emigrare. Le città diventeranno degli imbuti dove dopo entrati sarà molto difficile uscirne, non si torna indietro, e la mancanza di soluzioni ai problemi di reddito e lavoro faranno scoppiare la guerra civile

Spring
3 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Un video di Padre Livio. Pare che il 1° segreto non sia lontano (stima uno o due anni)

Ronin
3 mesi fa
Rispondi a  Spring

Quanti annunci del genere ha già fatto in passato?
È affidabilissimo…🙃

Spring
3 mesi fa