IL CARDINALE BURKE LANCIA UNA BOMBA SUL SINODO: ATTUAZIONE DI UNA “IDEOLOGIA” IL CUI FRUTTO È LO “SCISMA”

scritto da NICOLA_Z
25 · Ago · 2023

IL CARDINALE BURKE LANCIA UNA BOMBA SUL SINODO: ATTUAZIONE DI UNA “IDEOLOGIA” IL CUI FRUTTO È LO “SCISMA”

 

Il cardinale GERHARD MÜLLER l’ha definito una “acquisizione ostile” della Chiesa cattolica.

Il defunto cardinale GEORGE PELL lo ha definito un “incubo tossico”.

Ora, il cardinale RAYMOND BURKE ha scritto la prefazione di un nuovo libro che denuncia il SINODO SULLA SINODALITÀ come un “Vaso di Pandora” che minaccia di scatenare gravi danni al Corpo mistico di Cristo.

IL PROCESSO SINODALE: UN VASO DI PANDORA, scritto da José Antonio Ureta e Julio Loredo de Izcue, presenta ai lettori una serie di 100 domande e risposte volte a informare il grande pubblico su un dibattito che, a loro dire, è stato “in gran parte limitato agli addetti ai lavori” nonostante il suo “impatto potenzialmente rivoluzionario”.

Nella sua introduzione, il cardinale Burke, ex prefetto della Segnatura Apostolica, scrive: “Ci viene detto che la Chiesa che professiamo, in comunione con i nostri antenati nella fede dai tempi degli Apostoli, essere Una, Santa, Cattolica e Apostolica, deve ora essere definita dalla sinodalità, un termine che non ha storia nella dottrina della Chiesa e per il quale non esiste una definizione ragionevole”.

“La sinodalità e il suo aggettivo, sinodale, sono diventati slogan dietro i quali è in atto una rivoluzione per cambiare radicalmente l’autocomprensione della Chiesa, in accordo con un’ideologia contemporanea che nega molto di ciò che la Chiesa ha sempre insegnato e praticato”, aggiunge.

Il cardinale americano avverte: “Non si tratta di una questione puramente teorica, perché l’ideologia è già stata messa in pratica da alcuni anni nella Chiesa in Germania, diffondendo ampiamente la confusione e l’errore e il loro frutto, la divisione, anzi lo scisma, con grave danno per molte anime”. Con l’imminente SINODO SULLA SINODALITÀ, si può giustamente temere che la stessa confusione, lo stesso errore e la stessa divisione si abbattano sulla Chiesa universale. In realtà, ha già iniziato a verificarsi attraverso la preparazione del Sinodo a livello locale”.

Annunciato da Papa Francesco nel 2021, il SINODO SULLA SINODALITÀ si svolgerà in tre fasi: locale, continentale e universale. A ottobre inizierà la fase universale con la sedicesima Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, che riunirà 300 vescovi e laici in Vaticano. Una seconda assemblea si terrà nel 2024. All’inizio di quest’anno, Papa Francesco ha compiuto il passo senza precedenti di concedere pari diritti di voto ai membri episcopali e non episcopali.

Pubblicato il 22 agosto in otto lingue, “IL PROCESSO SINODALE: UN VASO DI PANDORA” risponde in modo chiaro e conciso a tutta una serie di domande che circondano il controverso evento. Attingendo ai documenti ufficiali del Sinodo e a un’ampia gamma di fonti, i temi trattati includono la natura del Sinodo dei vescovi e i cambiamenti introdotti da Papa Francesco, il processo sinodale e se gli organizzatori hanno veramente consultato il “popolo di Dio”, e il significato di “sinodalità”, “ascolto” e “inclusione” – slogan ripetitivi usati nelle conferenze stampa del Sinodo.

Il libro esamina anche quello che i promotori del Sinodo considerano il “problema principale” della Chiesa, cosa significherebbe la loro soluzione per una Chiesa gerarchica e come influirebbe sulla sacra liturgia. Gli autori considerano poi il controverso cammino sinodale tedesco e le sue potenziali ramificazioni per la Chiesa universale. In particolare, esaminano la spinta alla democratizzazione della Chiesa, l’ordinazione delle donne e il significato dell’ ”inclusione” degli omosessuali nella Chiesa per i suoi promotori. Infine, esaminano le reazioni alla sinodalità, se si troverà un “compromesso alla romana” e che tipo di Chiesa emergerebbe se il processo sinodale fosse portato alle sue ultime conseguenze.

L’uscita del libro avviene nel contesto di una crescente reazione da parte dei media. Il 14 agosto, il quotidiano francese “LE FIGARO” ha pubblicato un lungo e pungente articolo in prima pagina dello stimato giornalista Jean-Marie Guénois, che accusa il Vaticano di andare avanti senza considerare veramente la spiritualità dei cattolici francesi.

“La gente pensa che la consultazione che ha portato al documento preparatorio sia stata parziale, come una manovra per arrivare a conclusioni scritte in anticipo”, ha detto una fonte a Guénois. Secondo il vaticanista francese, il nuovo documento di lavoro del Sinodo, INSTRUMENTUM LABORIS, “ha causato un’agitazione senza precedenti tra i sacerdoti moderati e un buon numero di vescovi. Finora acritici, molti sono preoccupati per l’assalto autoritario e volontaristico di Francesco a una riforma che considerano rischiosa e confusa. Questa nuova sfiducia tra i moderati è globale”.

Tali turbolenze e diffidenze non saranno placate da una recente intervista rivelatrice rilasciata da uno dei nuovi membri laici votanti scelti da Papa Francesco per il Sinodo di ottobre: La laica svizzera Helena Jeppesen-Spuhler, che a giugno ha presentato il documento di lavoro in Vaticano. Ha ammesso apertamente di essere “a favore dell’ordinazione delle donne”, di credere che “la questione LGBTQIA+ debba essere presa molto sul serio” e che “è la nostra ultima possibilità!”.

Gli organizzatori del Sinodo hanno insistito sul fatto che non esiste un’agenda nascosta, ma la realtà di un’agenda di questo tipo sta cominciando a uscire dal VASO DI PANDORA, insieme a tante altre cose che il cardinale Burke e molti altri temono possano danneggiare la Chiesa e le anime che è incaricata di salvare.

Diane Montagna

Una versione online di “IL PROCESSO SINODALE È UN VASO DI PANDORA” può essere letta qui

https://www.sabinopaciolla.com/il-cardinale-burke-lancia-una-bomba-sul-sinodo-ideologia-e-scisma/

 

 

 

SINODO SULLA SINODALITÀ: UNA RIVOLUZIONE “PER CAMBIARE RADICALMENTE L’AUTOCOMPRENSIONE DELLA CHIESA”

 

Il recente articolo di Diane Montagna che presenta lo straordinario libro “IL PROCESSO SINODALE È UN VASO DI PANDORA”, con tanto di prefazione del cardinale Burke, è stato giustamente inquietante. In esso ci viene presentato l’impegnativo invito di Burke alla Chiesa a resistere ai processi sinodali che, secondo lui e gli autori, sono destinati a cambiare la nostra fede.

Gli autori, José Antonio Ureta e Julio Loredo de Izcue, affermano che stanno cercando di svegliare la Chiesa sulla portata dell’emergenza sia in Occidente che nella Chiesa cattolica. Essi avvertono la Chiesa che la cultura secolare è in pericolo imminente di essere scristianizzata e, peggio ancora, che questo movimento decristianizzerà anche la Chiesa stessa se introdotto dal cavallo di Troia della sinodalità.

Hanno scritto con semplicità e chiarezza perché hanno scoperto con grande allarme che “nemmeno i vescovi con cui abbiamo parlato sono consapevoli di tutta la posta in gioco”.

Se i vescovi non sono davvero consapevoli, ne consegue che è improbabile che lo siano anche i laici. Gli autori cercano quindi di scrivere in modo da “mettere in guardia la gerarchia, i circoli dell’intellighenzia cattolica e i fedeli comuni dai serpenti e dalle lucertole eterodosse presenti nel vaso di Pandora che si sta aprendo”.

Questo tipo di linguaggio potrebbe sembrare a prima vista irragionevolmente allarmistico. Per questo, per rendere il loro caso il più accessibile possibile, hanno scritto sotto forma di domande e risposte, in uno stile catechetico familiare, per aiutare i cattolici a risolverlo da soli.

Nel loro libro esplorano ciò che rappresenta e intende la strategia che sta dietro al processo sinodale.

Ciò che forse manca al libro è un’analisi concettuale complessiva di ciò che sta accadendo alla società secolare e di ciò che potrebbe accadere alla Chiesa.

Infatti, il processo che sta alla base di quella che il cardinale Burke descrive come una rivoluzione utilizza una miscela inebriante di sesso, marxismo e bi-pensiero orwelliano confusamente avvolti insieme, per capovolgere l’etica tradizionale del cattolicesimo.

I lettori del libro vorranno ovviamente esaminare attentamente queste affermazioni. Che cos’è, ad esempio, il “doppio senso”? Perché viene usato?

Il classico distopico 1984 di George Orwell, che ha preannunciato in modo così accurato gran parte di ciò che viviamo oggi, ci fornisce la chiave. Il bi-pensiero è “l’atto di avere contemporaneamente due idee o opinioni opposte e singolarmente esclusive e di credere in entrambe contemporaneamente e in modo assoluto”. Il doppio pensiero richiede l’uso della logica contro la logica o la sospensione dell’incredulità nella contraddizione”.

In questo romanzo, il Ministero della Pace si occupa della guerra, il Ministero della Verità della menzogna, il Ministero dell’Amore della tortura e il Ministero dell’Abbondanza della fame. I tre slogan del partito sono: “La guerra è pace; la libertà è schiavitù; l’ignoranza è forza”.

L’agenda contemporanea per la DIVERSITÀ, L’INCLUSIONE e l’UGUAGLIANZA (DIVERSITY, INCLUSION and EQUALITY – D.I.E.) riflette le stesse contraddizioni.

  • In termini contemporanei Diversità significa in realtà uniformità non cristiana,
  • Inclusione significa escludere i valori cristiani e tradizionali,
  • e Uguaglianza significa vendicarsi di coloro che hanno opinioni cristiane con la cancellazione o peggio.

Ogni giorno i telegiornali ci raccontano di cristiani che sono stati licenziati o cancellati per avere opinioni che “non si allineano con i valori di”, eccetera.

Orwell aveva avvertito i suoi lettori che l’obiettivo della follia del bi-pensiero è quello di far sì che una popolazione sempre più sottoposta al lavaggio del cervello non sia più in grado di riconoscere le contraddizioni.

Nell’attuale nebbia politica e culturale, in cui i politici hanno troppa paura di basarsi sulla biologia quando si chiede loro cos’è una donna, e in cui i trans-attivisti lanciano attacchi violenti contro le femministe comuni, la nostra cultura secolare sembra aver raggiunto lo stesso punto di paralisi in cui la contraddizione non può essere né gestita né articolata.

L’attuale lotta filosofica in tutto il mondo occidentale coinvolge il marxismo culturale o nuovo marxismo che sostituisce l’etica di quella che era la cristianità. I fondamenti dell’integrità dell’individuo e della compassione che Gesù incarnava vengono sostituiti dal collettivismo e dalle gerarchie di potere. Potremmo osservare che le relazioni di potere politicizzate hanno sostituito la compassione contrabbandandosi per il favore del pubblico fingendo di essere composte da un’inebriante e attraente miscela di gentilezza e giustizia. L’opinione pubblica ha ampiamente accettato l’idea che essere “WOKE” significhi essere a favore di una rinnovata giustizia sociale e che questa sia una cosa buona e meritevole.

La giustizia sociale, ora definita come restituzione dei cosiddetti alienati ed emarginati, in modo alquanto bizzarro ora funziona attraverso un prisma che vede il sesso come un elemento importante.

La sfida per la Chiesa che questo nuovo libro ci avverte non è solo che stiamo perdendo la battaglia per i valori cristiani nello Stato secolare, ma che il Sinodo amazzonico e il Cammino sinodale stanno replicando gli obiettivi secolari di minare e ridefinire l’etica cristiana, ma questa volta all’interno della Chiesa e non solo.

L’ironia è che la Chiesa stessa ci ha già provato una volta e si poteva pensare che avesse imparato da questo.

Negli anni ’60 e ’70 una prima versione economica di questo è stata tentata in quella che abbiamo chiamato “TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE”. Stranamente tutto questo sta accadendo proprio nel momento in cui alcune parti della Chiesa che ha tentato l’esperimento si sono svegliate e hanno capito che la TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE ha distrutto la Chiesa ovunque sia stata praticata in Sud America.

Il fratello di Leonardo Boff, Clodovis, come il fratello, ex teologo della liberazione, ha recentemente scritto un’accorata analisi del modo in cui l’adozione di categorie marxiste a favore degli alienati si è rivelata del tutto distruttiva dell’integrità e dell’etica cattolica.

Come mai, dunque, scorgiamo nella Sinodalità un attacco all’etica e alle convinzioni della Chiesa?

Vediamo l’uso del doppio linguaggio orwelliano rappresentato dai valori del D.I.E. che ci sono stati inflitti.

  • Scopriamo anche la sostituzione dell’integrità dell’individuo con la preferenza per il “collettivo”.
  • Scopriamo che il peccato è meno importante dell’inclusione;
  • che la compassione e il perdono lasciano il posto al dominio delle relazioni di potere.
  • Ma c’è anche l’ulteriore elemento, forse sconcertante, della centralità del sesso al centro dell’agenda.

Perché il classico focus dell’alienazione si è spostato dall’economia al sesso?

È solo una parte della degenerazione della cultura del losco?

O forse fa parte della crescente pandemia di dipendenza dal sesso che la pornografia ha scatenato dietro la privacy dello schermo del computer?

Oppure fa parte di una strategia?

È diventato impossibile non notare che le conseguenze del progetto secolare che la sinodalità sta copiando sono state la diminuzione di ciò che viene sprezzantemente chiamato “ETERONORMATIVO”. E come il valore dell’eterosessualità viene messo in discussione, così inevitabilmente anche lo status e il funzionamento della famiglia.

La spiritualità cattolica del secolo scorso è stata giustamente allertata dagli avvertimenti scaturiti dall’apparizione mariana di Fatima. E a prescindere da come li interpretiamo, è sempre più difficile non riconoscere che la sintesi di suor Lucia, secondo cui “la battaglia finale tra il Signore e il regno di Satana riguarderà il matrimonio e la famiglia”, ha una profonda e crescente risonanza e rilevanza contemporanea per la Chiesa nel momento attuale.

Ciò è reso ancora più toccante e allarmante dal momento che, avendo osservato la ferocia con cui i regimi marxisti hanno attaccato l’integrità della famiglia durante i loro anni di dominio negli Stati comunisti del XX secolo, ci troviamo a chiederci: “È davvero possibile che la Chiesa si stia preparando a sottoscrivere un progetto che sembra cercare di raggiungere di nascosto gli stessi obiettivi che un tempo erano stati tentati in modo così spietato con la forza”?

Il cardinale Burke, nella sua prefazione a questo nuovo libro, insiste che è esattamente ciò che sta accadendo:

“La sinodalità e il suo aggettivo, sinodale, sono diventati slogan dietro i quali è in atto una rivoluzione per cambiare radicalmente l’autocomprensione della Chiesa, in accordo con un’ideologia contemporanea che nega molto di ciò che la Chiesa ha sempre insegnato e praticato”.

Se è vero che i nostri vescovi, i cattolici consapevoli e la Chiesa in generale non hanno ancora compreso il carattere e la presunta strategia dell’attuale turbolenza, allora la lettura di “IL PROCESSO SINODALE È UN VASO DI PANDORA” può essere un compito importante come lo ritengono gli autori.

Gavin Ashenden

https://www.sabinopaciolla.com/sinodo-sulla-sinodalita-una-rivoluzione-per-cambiare-radicalmente-lautocomprensione-della-chiesa/

 

 

 

IL VESCOVO STRICKLAND DEL FIREBRAND – TEXAS, AFFERMA CHE IL SINODO DI ROMA SVELERÀ CHI SONO I “VERI SCISMATICI”

 

In una nuova lettera pubblica che fa eco alle dichiarazioni antimoderniste della Chiesa cattolica della fine del XIX e dell’inizio del XX secolo, il controverso vescovo di Tyler – Texas, prevede che molte delle “verità fondamentali” della fede cattolica saranno messe in discussione durante il prossimo Incontro di ottobre a Roma del SINODO DEI VESCOVI SULLA SINODALITÀ.

Avendo precedentemente accusato Papa Francesco di “minare il deposito della fede“, il vescovo Joseph Strickland avverte nella sua lettera del 22 agosto del “messaggio malvagio e falso” che, secondo lui, ha “invaso” la Chiesa.

Strickland esorta inoltre i suoi lettori a diffidare di qualsiasi “tentativo di presentare un’alternativa al Vangelo di Gesù Cristo” e dichiara che chiunque resista a tali cambiamenti non sta cercando di lasciare la chiesa.

Invece, coloro che vorrebbero proporre cambiamenti a ciò che non può essere cambiato cercano di requisire la chiesa di Cristo, e sono proprio loro i veri scismatici“, ha scritto Strickland nella sua provocatoria lettera di tre pagine, indirizzata ai cattolici della sua diocesi.

Nominato da Papa Benedetto XVI nel 2012 per diventare il quarto vescovo della diocesi di Tyler, Strickland negli ultimi anni ha coltivato il personaggio pubblico di un uomo schietto e fervente, che non esita a sfidare l’attuale leadership del papa o a criticare in pubblico i suoi colleghi vescovi. La sua guida della diocesi del Texas orientale è attualmente oggetto di un’indagine vaticana, formalmente nota come visita apostolica.

Oltre ai post sui social media che mettono in dubbio la fedeltà di Francesco alla fede cattolica e appoggiano i video che attaccano l’attuale pontefice definendolo un “pagliaccio diabolicamente disorientato”, Strickland ha messo in dubbio il concetto di sinodalità, una pratica storica in cui i vescovi consultano i fedeli in comunione con il chiesa universale.

Francesco ha cercato di far rivivere la sinodalità. Nel 2020, il papa ha annunciato il SINODO DEI VESCOVI SULLA SINODALITÀ, un processo triennale di consultazione dei cattolici di tutto il mondo prima degli incontri nel 2023 e 2024 a Roma di vescovi e delegati votanti, compresi laici uomini e donne.

Molte delle consultazioni hanno evidenziato questioni come il modo in cui la Chiesa può essere uno spazio più accogliente per le persone emarginate, compresi i cattolici LGBTQ, e può integrare meglio le donne in posizioni di leadership, inclusa la possibilità di un ministero ordinato.

Mentre Francesco ha descritto la sinodalità come “ciò che Dio si aspetta dalla Chiesa nel terzo millennio”, Strickland ha toccato una nota diversa durante un’intervista radiofonica nel 2020: “Tutta questa sinodalità è spazzatura per quanto mi riguarda. Semplicemente non è vivere la verità.

Nella sua nuova lettera, Strickland elenca sette “verità fondamentali” che comprendono gli insegnamenti cattolici ufficiali sulla moralità sessuale, i sacramenti, la sofferenza redentrice e l’affermazione teologica secondo cui solo la Chiesa cattolica fornisce l’autentica via verso la salvezza.

Dobbiamo attenerci a queste verità ed essere cauti nei confronti di qualsiasi tentativo di presentare un’alternativa al Vangelo di Gesù Cristo, o di spingere per una fede che parli di dialogo e fraternità, tentando allo stesso tempo di rimuovere la paternità di Dio“, ha scritto Strickland .

Sulla possibilità che i cattolici conservatori vengano etichettati come “SCISMATICI” per il loro disaccordo con i cambiamenti proposti che potrebbero emergere dal sinodo, Strickland ha aggiunto che “nessuno che rimane saldamente sul filo a piombo della nostra fede cattolica è uno scismatico”.

Strickland ha delineato le sue sette “verità fondamentali” e le sue difese, in modo coerente con due documenti papali dell’inizio del XX secolo che ha citato e pubblicato su X, precedentemente noto come Twitter, il giorno prima del rilascio della lettera.

In quei documenti – “Sillabo di condanna degli errori dei modernisti” e “Il giuramento contro il modernismo” – Papa San Pio X ribadiva le tradizionali dottrine cattoliche e cercava di difenderle contro quelli che vedeva come errori in alcune delle tendenze filosofiche allora emergenti e in alcuni approcci storico-critici alla ricerca biblica.

Diversi altri prelati conservatori hanno sollevato preoccupazioni riguardo al SINODO DELLA SINODALITÀ. Riflettendo le critiche conservatrici di lunga data durante il pontificato di Francesco, nella prefazione di un nuovo libro il cardinale Raymond Burke afferma che, il papa nella guida del sinodo, sta rischiando di provocare confusione e persino lo scisma.

https://www.ncronline.org/news/firebrand-texas-bishop-strickland-says-rome-synod-will-reveal-true-schismatics

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
106 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa

il papa nella guida del sinodo, sta rischiando di provocare confusione e persino lo scisma”. Facciamo chiarezza, alfine: “il papa nella guida del sinodo, genera confusione col fine ultimo di provocare uno scisma”.

Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

 “Ma caro P. …”; ti ringrazio per il caro …. A parte lo scherzo, non capisco come un uomo addentro alle cose di chiesa si trastulli a fare il falso profeta … è peggiore di Giuda … fosse pazzo, capirei! 

tantiguaisonocausatidaipeccati!
tantiguaisonocausatidaipeccati!
8 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Ci sono in giro falsi antisistema che tentano di provocare lo scisma.
Giorni fa un KUFO (known useful flying object) ha volato sulla riviera romagnola.
https://www.youtube.com/watch?v=TDBSPday3ts
Perché sono falsi?
https://www.youtube.com/watch?v=Md_90jh9NDo
Guardate i gesti massonici del tizio con gli occhiali. Oltre che su Radio Radio sono stati fatti anche su ByoBlu, che ha sponsorizzato il libro di Cionci. Quest’ultimo poi difende Minutella, un personaggio sulla cui falsità è difficile non dubitare, a voi non sembra stia recitando in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=PIU2G1qHroI ?
Quanti falsi malvagi ingannatori ci sono in giro!
Quando la smetteranno di ingannare la gente e di palesarsi per quello che sono realmente?
Si convertiranno prima del Giudizio? Dio sa chi è falso e chi è vero!

eranuova
8 mesi fa

 “a voi non sembra stia recitando in questo video?”

purtroppo non sta recitando, ma questo è ancora più grave…

mario mancusi
8 mesi fa

Il “Senza nome” nelle profezie di Malachia – Cosa o Chi si nasconde dietro questa anomalia? – gloria.tv

Il “Senza nome” nelle profezie di Malachia – Cosa o Chi si nasconde dietro questa anomalia?di fra Giovanni Maria
https://assistant.gloria.tv/1z94gyaCTBei3D8MsGrYwjE6j/4r5ksz1c1hbpgsso01rhy5fb5n0xyqyqurhdpt8.webp?secure=-gppceJ5rllLPqzT3yYFoA&expires=1693426192&scale=256&webp=on
Una pubblicazione sul blog di Marco Tosatti dell’inizio dell’anno 2023 [i] commentando un libro del sacerdote gesuita spagnolo Juan Manuel Igartúa [ii] mi aveva molto colpito. Secondo le sue ricerche sulle profezie del vescovo San Malachia, si può affermare con notevole certezza che alla fine, seguendo il motto Gloria Olivae (la gloria dell’ulivo) di Papa Benedetto XVI, sono elencate altre due persone. Non ci interessa l’ultimo che è Petrus Romanus (Pietro il Romano), al cui eroico pontificato si attribuiscono la distruzione di Roma e il Giudizio Universale, ma il candidato di transizione inserito tra Gloria Olivae e Petrus Romanus, rappresentato con la frase incompleta: “Nella persecuzione della Santa Chiesa Romana siederà – “. [iii]
Il risultato di un’analisi accurata delle prime due stampe storiche dell’originale di queste profezie nel XVI secolo ha quindi rivelato non solo il fatto che, oltre a Petrus Romanus, nella lista compare un altro candidato intermedio, ma pure che il soggetto, il nome, è stato deliberatamente omesso dal motto di questo stesso candidato. – Per fugare ogni dubbio sull’apprezzamento della Chiesa per queste profezie papali: Il defunto Papa Benedetto XVI, in una conversazione con Peter Seewald, non solo non ha negato la loro autenticità, ma ha addirittura chiamato questi oracoli “profezie” e ha associato la loro origine con San Filippo Neri. Quando gli è stato chiesto se probabilmente sarà l’ultimo dei papi a rappresentare la figura del papa come la conosciamo, ha risposto: “Tutto è possibile”. [iv] Quindi non si nega che non ci saranno più papi, ma è stato testimoniato dalla bocca più autorevole nel 2016 o poco prima che potrebbe essere l’ultimo dei papi come li conosciamo.
Nell’articolo sopra citato si dimostra che anche gli antipapi elencati nella Lista dei Papi sono designati da un proprio motto regolare. Se il soggetto grammaticale viene deliberatamente omesso da questo penultimo motto, allora l’autore intende dire che non si tratta ne di un papa ne di un antipapa, ma di una persona a cui viene attribuita un’estrema corruzione morale come unica nella lista dei papi.
Perché, secondo Sant’Ireneo l’anticristo non ha nome
È qui che entra in gioco Sant’Ireneo di Lione. Nel quinto libro della sua opera “Contro le eresie” scrive il seguente commento sul numero della bestia o dell’anticristo: “ ha taciuto il nome, poiché non è degno di essere proclamato dallo Spirito Santo. Infatti, se fosse stato proclamato da lui, forse sarebbe durato a lungo; ma, poiché “era e non è più, e risale dall’abisso e va alla perdizione”, come se non esistesse affatto, non fu proclamato il suo nome, perché non si proclama il nome di ciò che non esiste.” [v] Come vediamo, il vescovo Ireneo dà una risposta chiara alla domanda sul perché l’anticristo non sia chiamato con il suo nome nell’Apocalisse, ma solo con il numero 666: Egli non è degno di essere chiamato per nome dallo Spirito Santo, e quindi è stato nascosto. Poiché l’anticristo è descritto nell’Apocalisse come uno che “era, non è e verrà per andare alla distruzione” [vi], è come se non fosse mai stato. Pertanto, poiché lo Spirito Santo gli ha in un certo senso negato l’essere, ha nascosto anche il suo nome. Questa affermazione di Sant’Ireneo riguarda la natura dell’anticristo, che ha negato la propria natura creata da Dio a tal punto da perdere il nome datogli da Dio. È così che non esiste più per Dio, vive come uno che è già consegnato prematuramente al giudizio della dannazione eterna. Non per niente la bestia/anticristo e il falso profeta saranno gli unici a inaugurare il lago di fuoco per 1000 anni alla venuta del Signore [vii], prima che tutti gli altri dannati si uniranno volontariamente allo stesso destino alla fine dei 1000 anni. [viii]
Poiché, secondo il commento di Sant’Ireneo, il motto in questione parla dell’anticristo, è logico che inizi con l’espressione “Nella persecuzione della Santa Chiesa Romana”. È lui stesso, dopo tutto, la bestia che sale dal mare con le due corna, a cui per quarantadue mesi è concesso di combattere con i santi e di sconfiggerli. [ix] Ma se il Senza nome è l’anticristo, allora il predecessore, Gloria Olivae (Papa Benedetto XVI), è stato necessariamente il Katechon. [x] Ciò significa, in altre parole, che in questo momento storico, se questa visione è corretta, inizierà o è già iniziata una persecuzione della Chiesa Cattolica. Almeno così si legge in 2 Tessalonicesi: “E allora l’uomo dell’iniquità/anticristo si rivelerà” [xi], cioè dopo la rimozione del Katechon. [xii] “Ora dopo che questo avrà devastato tutto nel mondo, dopo che avrà regnato per tre anni e sei mesi e si sarà assiso nel tempio di Gerusalemme, verrà il Signore dal cielo, sopra le nubi, nella gloria del Padre”. [xiii] Questo trono dell’anticristo nel tempio di Gerusalemme, secondo Sant’Ireneo, San Paolo e Papa Leone XIII, è il trono di Pietro a Roma. [xiv]
È ora una questione della logica decidere se si tratta di una pura coincidenza – che secondo me non può esistere in un mondo creato dal Logos – quando l’autore delle profezie papali pone in penultima posizione un motto che corrisponde esattamente al segno distintivo dell’anticristo in Sant’Ireneo. Secondo colui che è probabilmente il più importante dei Padri della Chiesa post-apostolici, il segno distintivo dell’anticristo è la deliberata omissione del suo nome, che viene sostituito dal numero 666. Si può addirittura ipotizzare che l’autore delle profezie papali conoscesse questo passo di Sant’Ireneo e abbia deliberatamente inserito questa anomalia.
La Bibbia conferma la cancellazione del nome degli empi
Nell’Apocalisse, così come nella Sacra Scrittura in generale, solo colui il cui nome è iscritto nel Libro della Vita ha parte alla vita eterna. “Il nome dei pagani e dell’empio… tu l’hai cancellato per sempre”, “e chiunque non è stato scritto nel Libro della Vita è stato gettato nel lago di fuoco”. [xv] Nel contesto è anche interessante vedere che solo “gli abitanti della terra, i cui nomi non sono stati scritti nel Libro della Vita fin dalla creazione del mondo, adoreranno la bestia/anticristo”. [xvi] Al contrario, per quanto riguarda gli eletti, si legge: “Ma colui che vince sarà rivestito di vesti bianche. Non cancellerò mai il suo nome dal Libro della Vita, ma lo confesserò davanti al Padre Mio e davanti ai Miei angeli”.[xvii]

mario mancusi

9 minuti fa
Come gia evidenzai a gennaio direttamente agli autori dell’articolo, è stato ampiamente copiato, riporto la conversazione che ebbi con gli autori:

MARIO MANCUSI
11 Gennaio 2023 alle 22:03

L’articolo è stato ampiamente copiato
Un’ipotesi sul PETRUS ROMANUS di san Malachia – Duca dei tempi
Sarebbe corretto almeno citare la fonte di chi ha fatto realmente l’articolo,
Grazie
Rispondi

SERGIO RUSSO
12 Gennaio 2023 alle 21:59

Un amico di cui mi fido, e che ogni tanto mi manda dei file in word, dagli spunti sempre molto interessanti, me ne mandò appunto uno qualche tempo fa: gli chiesi se potevo usarlo come materiale per un prossimo e possibile articolo, e mi rispose che sì, non c’era alcun problema: cosa che poi effettivamente ho fatto.
Ringrazio dunque l’amico Mario Mancusi per averne individuato la fonte precisa.

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

fra Giovanni Maria

Segnalare
Modificare commento
Rimuovere commento
2 ore fa
Non voglio offendere nessuno, mi spiace se in ipotesi avrei mancato di onestà, sempre tentando di citare le fonti a me conosciute. Se Sergio si o no ha conosciuto l’artiolo in questione, non lo so, se lo ha conosciuto lo avrebbe dovuto citare. Dall’altra parte penso che dobbiamo ringraziare ognuno che investe nel lavoro di far conoscere la verità. Grazie dell’informazione.
mario mancusi

Segnalare
Modificare commento
Rimuovere commento
2 minuti fa
Ovviamente lei non ha nessuna colpa, come ha ammesso Sergio Russo l’articolo era ispirato da un lavoro di Dott.g.i. Del sito il Poema del Duca, per onestà intellettuale questa fonte doveva essere citata originariamente dal Russo e non solo in seguito a una mia puntualizzazione

dott.G.I.
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ho letto i commenti alla pagina di GloriaTv. Alcuni spunti sono interessanti.
Anche il Papa Pio XI aveva il suo carattere difficile.
Ed è vero che suor Lucia, poco dopo i Patti Lateranensi (11 febbraio 1929), gli inviò una lettera, per chiedere la consacrazione della Russia, ma lui non ne tenne conto. Anzi, si lamentò delle tante richieste che provenivano da anime mistiche, dicendo: «Dicono che io sono il Suo Vicario in Terra. Se ha qualcosa da farmi sapere, potrebbe dirlo a me!».

Come a dire che se Dio voleva veramente la consacrazione solenne e pubblica poteva chiederla direttamente a lui!
Infatti, la consacrazione non fu fatta.

E nel 1931 Gesù si rammaricò con suor Lucia perché i suoi ministri ritardavano l’esecuzione della Sua richiesta:

Fai sapere ai Miei ministri, dato che seguono l’esempio del Re di Francia nel ritardare l’esecuzione della Mia richiesta, che lo seguiranno nella sciagura. Non sarà mai troppo tardi per ricorrere a Gesù e a Maria“.

La tesi però esposta dalla commentatrice Caterina Greco è una falsa tesi delle comunità protestanti, in particolare degli Avventisti, i quali odiano la Chiesa cattolica (ritenuta la “grande prostituta” di Apocalisse 17) e soprattutto il Papato, di cui non vedono l’ora di saperlo abbattuto (infatti Bruno Cornacchiola, che aveva aderito agli Avventisti, voleva uccidere il Papa).
Secondo questa tesi, la Chiesa cattolica, con la firma dei Patti Lateranensi, avrebbe accettato di stringere alleanza con la Potenza politica del mondo (Massoneria, poteri forti, ecc.), pur di recuperare il suo potere, e sarebbe stata costituita come monarchia assoluta elettiva (già lo era prima, Pio IX era chiamato Papa re). Da quella data (11 febbraio 1929) partirebbe il conteggio dei sette re di Apocalisse 17. Benedetto XVI (il settimo re) avrebbe scelto la data della Declaratio, richiamandosi alla stipula dei Patti Lateranensi. Bergoglio doveva essere l’ottavo re, ma non quadrano troppe cose: che il suo regno doveva durare 3 anni e mezzo o al massimo 7 anni (stiamo a oltre 10); che GPII doveva essere l’ottavo re; che soprattutto non si spiega come l’ottavo re sia ottavo e allo stesso tempo uno dei sette; ecc..

Ovviamente, Apocalisse 17 si riferisce ad altra cosa che non ai re della Chiesa cattolica “prostituta di Babilonia”.

Ora, queste comunità protestanti hanno rinunciato a credere che Bergoglio sia l’ottavo re, ma parlano di “Papa di transizione” e lo vedono come “ultimo Papa di Roma” prima del glorioso ritorno di Cristo (v. foto).

“Non crediamo più che papa Francesco sia l’ottavo re. Tuttavia, continuiamo a credere che i sette monti/re siano sette papi, con il defunto Papa Benedetto XVI che è il settimo re. Il cambiamento nella nostra comprensione è dovuto principalmente alla conoscenza recentemente acquisita degli eventi finali predetti dal profeta Ezechiele. (…)

Inoltre, la frase [Apoc. 17:11] che descrive l'”Ottavo come uno dei sette” ci lascia perplessi.

Una possibile spiegazione su questo enigma divino potrebbe essere che il papa che verrà dopo Francesco potrebbe essere l’impersonificazione demoniaca a lungo pensata di Giovanni Paolo II. Se ciò dovesse essere, corrisponderebbe alla descrizione secondo cui l’Ottavo è effettivamente uno dei sette. Papa Francesco è quindi un papa di transizione perché non è uno dei sette.

Ha più senso che l’impersonificazione di Giovanni Paolo II sia ritardata perché il palcoscenico mondiale non è del tutto pronto per la confluenza degli eventi finali che si svolgeranno contemporaneamente su più fronti, culminando con il ritorno di Yahushua.”

https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/revelation-17-prophecy-of-the-seven-kings-8th-king-identified.html

https://www.warningmessage.org/library/msskate.htm
https://www.catholic.com/tract/hunting-the-whore-of-babylon

Curiosità.
Oggi c’è un raro doppio plenilunio (seconda luna piena nel mese di agosto), più conosciuto come Blue Moon + Superluna:
 

“Nella notte di oggi, … la Luna ha raggiunto la sua massima fase (plenilunio) per la seconda volta in un solo mese, un evento molto raro, più conosciuto con il nome di “Luna piena Blu”. La Luna Blu del 31 agosto è anche una Superluna, chiamata così per la coincidenza del plenilunio con il massimo avvicinamento del satellite alla Terra: in quest’occasione la Luna piena sarà particolarmente vicina… per assistere alla prossima Superluna Blu, quindi la combinazione di Luna piena, Superluna e Luna Blu, bisognerà attendere fino al 2037…”

https://www.fanpage.it/innovazione/scienze/luna-piena-stanotte-31-agosto-2023-a-che-ora-vedere-la-superluna-blu-e-perche-si-chiama-cosi/

sette re.jpg
mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  dott.G.I.

Dott.g.i. cosa ne pensi dell’ipotesi di fra Giovanni Maria

Chi è l’anticristo secondo la Sacra Scrittura? – gloria.tv

mario mancusi27 ago
Ne approfitto fra Giovanni Maria, non ho capito se per lei il falso profeta e l’anticristo, bestia della terra e bestia del mare sono due persone distinte o la stessa persona, grazie

fra Giovanni Maria27 ago
Chi è l’anticristo secondo la Sacra Scrittura? Non mi sembra che mi posso aver sbagliato: la persona, che è il settimo anticristo, la sua apparenza umana rimane, ma di fatto si sostituisce con l’ottavo re che sale dall’abisso, che per forza di ciò che può salire da quelle parti è un demonio. Corrisponde perfettamente a ciò che dicono san Paolo in 2Ts2″ e Daniele in 8,25, cioè che non di mano d’uomo sarà distrutto la bestia. Sono due persone distinte, ma con la stessa e identica apparenza umana.

28 ago
Sta tutto nel articolo sull’apocalisse. Si tratta di una cosa malefica, il nemico fa la parodia dell’incarnazione la cui negazione era la causa della sua caduta. Malefico e brutto, marcio all’estremo. Direi non la persona, ma, come dice l’apocalisse, l’apparenza, l’immagine della sua persona. Uno se ne è andato, un altro è venuto.

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

fra Giovanni Maria

Si. Corretto. Mentre Daniele fa venire le quattro bestie dal mare, dicendo però che la quarta, che corresponde alla settima testa della bestia dal mare di san Giovanni, era molto differente. Quest’ultimo la settima testa la fa salire anche dal mare, ma in verità per l’inganno del maligno, è dalla terra/chiesa. Terra significa terra ferma, la chiesa di Cristo. Questo causa stupore. Come il più grande male può provvenire dalla chiesa?
C’è però un’altra distribuzione possibile, che alla fine risulta di essere identico. Anche da San Giovanni la settima bestia, la Massoneria, verrebbe dal mare, dal paganesimo. Questa settima bestia, è caratterizzta da 10 corna/10 re, che sono i collaboratori della Massoneria mondiale. Bergoglio era Massone. Ecco, il re della terra/chiesa che in verità è dal paganesimo/massoneria. Manca l’ottavo re di Ap 17, che sarà quello che viene da sotto, clandestinamente, che deve fare il teatro della risurrezione, anche egli proveniente dalla “chiesa”, sempre di nascosto.
Sempre le due corna, il settimo e l’ottavo di Ap 17 sarebbero la “seconda bestia dal mare” di Ap.13, che fa tanto stupire, perche sono vestiti di bianco: “vedevamo un vescovo vestito di biano…”.

Grump
Grump
8 mesi fa

Comunque fa sempre ridere quando usano il termine marxismo a sproposito in questi articoli.
Nei paesi marxisti hanno distrutto la famiglia? 😆
Se in tutto l’Est Europa la maggior parte delle persone è contraria alla follia woke è proprio perché da quelle parti i vecchi governi comunisti hanno sempre privilegiato la famiglia tradizionale lol.
Questo non esime ovviamente dal giudizio negativo su quei regimi ma è ora di dire basta a queste stupidaggini che vengono dall’America dove usano parole come comunismo, fascismo e minipony per voler dire concetti e fatti che non hanno nessuna attinenza con la realtà storica di questi fenomeni politici.

Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa
Rispondi a  Grump

Nei paesi marxisti hanno distrutto la famiglia; mentre in occidente l’hanno rinforzata con padre1, padre2, padre con utero innestato diventato(a) madre, con madre1, con madre2 e tutte le varianti transumane; il figlio oggi è maschio, domani è femmina, dopodomani metà e metà… Per fantasia hanno superato il carnevale di Rio.

mario mancusi
8 mesi fa

Remox il primo a creare confusione è lo stesso Regis eravamo rimasti nella sua ultima interpretazione di questo messaggio
2.532 – 05.06.2005 Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. UN UOMO APPARENTEMENTE BUONO, OSSIA L’ANTICRISTO, ACQUISTERÀ GRANDE POTERE SATANICO. L’AZIONE MALEFICA SI VERIFICHERÀ NELLA FESTA DI UN GRANDE SANTO, QUELLO CHE QUANDO VENNE CHIAMATO DA DIO CADDE DA CAVALLO E LA SUA VITA FU TRASFORMATA

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ora ieri ha detto che secondo lui non è un uomo della Chuesa ma sarà appoggiato dalla chiesa, quest’uso modo di fare genera confusione, non si ricorda neanche quello che dice, si limitasse a fare catechesi brevi e precise su quello che conosce realmente

https://www.youtube.com/live/vu0f6jelZn8?si=GcpqU3KkydscbhMW

Sombrero
8 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

E se fosse qualcuno che ancora non sia famoso? Qualcuno che all’improvviso farà meraviglie e metterà “pace” tra i popoli.

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  Sombrero

Rileggete il mio identikit, pian piano si arriverà a quello.

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Però oltre la questione Elon Musk, su cui potrebbe aver ragione Remox, non concordo del tutto sul resto di quello che ha detto Fabbri. Se gli Usa hanno tanta paura della destabilizzazione della Russia, com’è che hanno ceduto alla pressione del governo ucraino di permettere l’invio degli F16 dalle nazioni alleate? Oltre che le bombe a grappolo.
Io qualche motivazione l’ho data, Fabbri omette del tutto la questione.

L’Ucraina è arrivata alla prima linea russa conquistando Robotyne nell’oblast di Zaporizja , e, a quanto pare, vuole continuare ad avanzare verso Melitopol. Siccome hanno investito migliaia di uomini morti sul campo e centinaia di mezzi corazzati, dal loro punto di vista come dare loro torto?

Intanto verrà iniziata nei prossimi giorni la mobilitazione generale in mezza Ucraina. Questi non si vogliono affatto fermare.

Anzi aspettano l’anno prossimo i caccia e chissà cos’altro dai Paesi Nato.
Le notizie non buone dal campo di battaglia potrebbero portare malcontento tra la popolazione e altri tentativi di golpe in Russia.

Per cui in realtà gli Usa non fanno abbastanza per limitare Zelensky e l’escalation del conflitto, nonchè la destabilizzazione della Russia. La quale non potrebbe accettare la perdita di oblast già annessi, nè attacchi pesanti sul suo suolo.

pietrop
pietrop
8 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

“Egli abita ai confini estremi del Regno di Persia, nel suo confine più nascosto, al fondo di questa terra”.
Se sono vere le premonizioni della Jahenny e di altri veggenti, non può non essere un arabo. Dovete guardare al mondo arabo, che effettivamente si trova al di sotto dell’Iran. Un personaggio del mondo arabo che sembra avere interessi nei confronti dell’Italia è in questo video:
https://www.youtube.com/watch?v=NHAvAJzMjw4
Ha incontrato Mattarella quest’anno il 13 febbraio, non vi dice niente questa data?
Quando è iniziata la legislatura Draghi?
Altro particolare: chi era seduto accanto a Mattarella ai funerali di Berlusconi?
https://www.youtube.com/watch?v=uuZkrGYJ7RI
A voi non sembra strano che uno sceicco di un paese musulmano lontano lasci gli affari del suo paese per volare a Milano a presenziare a una cerimonia funebre cattolica e gli venga riservato il posto accanto al presidente della repubblica italiana?
Quest’estate è stato avvistato a Bari con il suo yacht del valore di 500 milioni di euro
https://www.youtube.com/watch?v=S6So-hZKy_s .
In questo articolo
https://www.ilgiornale.it/news/cronache/islam-papa-francesco-tende-mano-cristiani-e-musulmano-1267517.html
si parla di un incontro tra la madre dell’emiro e Bergoglio, con il suo ex segretario particolare egiziano, insieme ai due papi in questa foto:
comment image
Se poi si tiene conto dello scandalo Qatargate e di quanto è riportato in questo articolo https://www.destra.it/home/non-solo-mondiali-di-calcio-laltro-volto-del-qatar/ (“l’ispirazione di tutto questo progetto qatariota di Qatar Charity sono i Fratelli musulmani che si ispirano all’ideologo Hassan Al-Banna, che fu anche teorico del Jihad e poi dello sceicco egiziano Yusuf Al-Qaradawi, il patriarca degli integralisti islamici”)
i sospetti che Archel de la Torre possa vivere in Qatar aumentano.

Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa
Rispondi a  pietrop

Risposta già data:
https://www.ilgiornale.it/news/cronache/islam-papa-francesco-tende-mano-cristiani-e-musulmano-1267517.html
Maura S.
4 Giu 2016 – 15:07
{papa francesco, non parlate per tutti i cristiani, oramai noi cristiani crediamo sì in CRISTO ma non nella chiesa che voi rappresentate. Oltretutto, se tanto ci tenete, parlate per il Vaticano ma non per l’Italia. Tra l’altro il Qatar è il paese che sponsorizza l’isis, quelli che ammazzano i nostri fratelli cristiani, insistito, i nostri fratelli ma, a quanto pare, non i vostri.}

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Regis è un casinista. Intanto Bergoglio esalta la santa Madre Russia. e i naziucraini hanno travasi di bile

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Concordo su tutto, Regis è inutile starlo ad ascoltare, non dice niente di significativo da qualche anno. A meno che si abbia tempo libero e voglia……, e io non ne ho.

A questo punto dopo le accuse da parte ucraina

https://www.ilgiornale.it/news/vaticano/kiev-contro-papa-lui-propaganda-imperialista-2202505.html

sembra più probabile che Bergoglio faccia un viaggio in Russia per allearsi con Putin contro Kiev. Altro che pace.
Pace, pace, pace, un mondo senza pace.

Ma con Bergoglio cosa si poteva mai ottenere, che la consacrazione della Russia e dell’Ucraina, in special modo, fatta ad inizio guerra, il 25 Marzo 2022, non è stata accettata da Dio?

certiguaisonocausatidaipeccati!
certiguaisonocausatidaipeccati!
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

https://www.youtube.com/watch?v=NePzEMPLecc#t=1m36s
L’uomo a sinistra ride, l’uomo a destra piange?
Hanno diffuso la notizia della morte dell’uomo a destra poche settimane prima di un suo processo in tribunale in cui avrebbe potuto finalmente parlare: c’è concreta possibilità di falso funerale !
https://www.repubblica.it/esteri/2022/11/08/news/benedetto_xvi_accetta_testimoniare_tribunale_tedesco_abusi_minori-373586825/
https://www.youtube.com/watch?v=5WT4u6b2lLk
Forse non sbagliava il tizio che pubblicò per scherzo questo video pochi minuti dopo la pseudomorte di Ratzinger:
https://www.youtube.com/watch?v=yB5s9zFTFK8 .
Se sono stati capaci di fare questo
https://www.youtube.com/watch?v=Zyu9l3vAsIc
(dopo aver visto politici e giornalisti seduti a breve distanza senza mascherina in certi studi televisivi evidentemente “immuni” al covid, si può dire che sia stato un vero atto di persecuzione religiosa mascherato), non dovrebbe stupire l’organizzazione di un funerale falso.
Di fronte a tanta malvagità, forse solo preghiera e rispetto dei comandamenti potrebbero mitigare i castighi nel prossimo futuro.

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

non voglio gettare benzina sul fuoco, ma, secondo molti di voi, si sarebbero realizzate le profezie di Pedro sull’incendio in Canada di qualche settimana fa:
potrebbe anche essere, ma mi chiedo e vi chiedo:

  • che utilità avrebbe una tale rivelazione di così poco conto se confrontata alle tragedie, ben più gravi, che, in questi stessi mesi, si stanno verificando nel mondo: il terremoto in Marocco, la devastante alluvione in Libia, ecc…., e di cui, mi pare, non vi siano tracce nei suoi messaggi?…
Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Ci sono, Mario ti ha postato il messaggio su Cirene (sorgeva a un tiro di schioppo da Derna). La Cirenaica è stata devastata dal crollo della diga a seguito dell’alluvione. La diga, causa guerra civile, era priva di manutenzione. Questa profezia segue in un certo senso quella più famosa della caduta della Libia. Ai tempi di Gheddafi le infrastrutture venivano controllate, ora che non c’è ordine e non c’è governo ovviamente no.
Per quanto riguarda il Marocco a parte una profezia generica sulle sofferenze della nazione che potrebbero tranquillamente associarsi a questo terremoto ce ne sono altre che sembrano più gravi e che parlano di una grande devastazione di diverse città a causa dell’acqua.
Insomma, per il Marocco verrà di peggio.

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  Remox

2.691 – 07/06/2006
Cari figli, a Cirene si udranno grida di disperazione e i miei poveri figli temeranno i grandi eventi. …

se alludi a questa, è generica e, come spesso accade, nell’interpretazione di questi messaggi, può riferirsi a molteplici eventi di varia natura…

mario mancusi
8 mesi fa

Purtroppo non si riesce ancora a modificare i messaggi, c’è ancora qualche problema, non ho potuto eliminare gli errori grammaticali nei post sopra

Spring
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

tik tok non funge!

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Spring

A me funzia, cmq non aggiunge niente di più all’articolo, se non che è stata postato il video il giorno prima della morte.

Vedi se riesci ad accedere così

https://www.tiktok.com/@michaelzanera?lang=it-IT

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

In ogni caso basta fare una ricerca su tik tok su Michel Zanera

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Michael.
La mia tastiera ha problemi a scrivere la a

Spring
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

A me appare questo

La pagina non funziona

ERR_TOO_MANY_REDIRECTS

Forse mi hanno bannato anche da tik tok. Eppure l’ho usato si e no 3 o 4 volte.

In rete si trova la foto, ma il filmato no. Comunque si vede bene la croce luminosa.

Curioso anche il nome del paese, Brandizzo.

Brandizzare v. tr. Apporre, rendere visibile su un prodotto il marchio di chi lo produce o lo distribuisce; indurre familiarità nei clienti di un prodotto.

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Spring

Il video non cambia rispetto alla foto. Non ti perdi niente, è una foto con la musichetta( the power of love) di sottofondo e il messaggio del defunto Michael che scorre sopra la foto della rotaia con la croce.

Spring
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Chissà che vuol dire leggere (troppo) spesso le ore doppie o speculari, tipo 10:10 oppure 12:21. Qualcuno lo sa?

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  Spring

Non so ma penso siano messaggi da parte dell’angelo custode o da Dio, per mettere in guardia da qualche cosa. Anche a me capitava spesso, ora di meno, di vedere dei numeri particolari sulla sveglia o sull’orologio al quarzo.

Probabilmente hanno significato biblico. Devi cercare di capire quale. Io i miei penso di averli capiti: 3:33 o 13:33 ( 1 x 333) è la Trinità, 23:33 = doppiezza = Satana, 2×333= 666.

17:17 quando ero ragazzo pensavo fosse la sfortuna, ora penso sia la Madonna che rimase incinta a 17 anni, sembra. Quindi è sempre un richiamo a pensare alle cose di lassù, a comportarsi bene e a non peccare, imho.

Però chi ne sà di più è bene accetto.

mario mancusi
8 mesi fa

Remox e Dott.g.I. In questo messaggio si parla del figlio del lupo, se il lupo è il falso profeta il figlio dovrebbe essere l’Anticristo prossimo??

ANGUERA

5.485 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 26/08/2023

Cari figli, vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede. Vivete nel tempo della grande oscurità spirituale ed è giunto il momento del vostro ritorno al Dio della Salvezza e della Pace. Non abbiate paura! Voi non siete soli! Il Mio Gesù vi ama e cammina con voi. Pentitevi sinceramente dei vostri peccati. La vostra anima è preziosa per il Signore. Allontanatevi dal mondo e vivete rivolti al Cielo. Pregate. Cercate forze nell’Eucaristia e nelle Parole del Mio Gesù. Dite a tutti che Dio ha fretta e che questo è il tempo della grazia. Pregate per la Chiesa. Il Figlio del Lupo agirà con grande furia. Soffro per quello che viene per voi. Coraggio! Nessuna forza umana potrà distruggere quello che viene da Dio. Avanti senza paura! Io pregherò il Mio Gesù per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per averMi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

La chiave per comprendere il messaggio è nell’azione del personaggio. “Agirà con grande furia” è un’espressione usata varie volte in relazione all’anticristo (colui che si oppone a Cristo).

dott.G.I.
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

“Remox e Dott.g.I. In questo messaggio si parla del figlio del lupo, se il lupo è il falso profeta il figlio dovrebbe essere l’Anticristo prossimo??” (Mario Mancusi)

No, non credo. 
Io interpreto in un altro modo.
I “lupi” sono i gesuiti. Non è detto in senso dispregiativo, ma sono chiamati proprio così, dal loro fondatore, S. Ignazio.
Il fondatore della Compagnia di Gesù, ultimo di 13 figli, nasce Íñigo López de Loyola (in lingua basca). Loyola era una località, nella provincia basca di Guipúzcoa, mentre il suo cognome era Lopez.
Lopez, in Spagnolo vuol dire “Figlio del Lupo” (Lope). I “Lupo” (o “Lupi”), come famiglia nobiliare, sono di origine italiana.
https://it.wikipedia.org/wiki/Lupi_(cognome)

I cognomi spagnoli che terminano in “-ez” hanno la loro origine nel suffisso patronimico “-ez”, che indica “figlio di” nella lingua castigliana medievale. L’origine di questo suffisso deriva dal latino volgare, che utilizzava il suffisso “-icium”.

Nel caso dei cognomi, al nome del padre veniva aggiunto il suffisso “-ez” per formare il cognome del figlio, indicando così la filiazione e stabilendo una sorta di genealogia nel cognome stesso.
Ad esempio, se il nome del padre era “Sancho”, il figlio poteva avere il cognome “Sanchez”, che significa “figlio di Sancho”.

In America latina (e non solo) questi cognomi in “-ez” sono molto diffusi.

Sánchez. Figlio di Sancho.
Pérez. Figlio di Pere.
Gómez. Figlio di Gome o Gomo.
Hernández. Figlio di Hernando.
López. Figlio di Lope.
Rodríguez. Figlio di Rodrigo.
Suárez. Figlio di Suero.
Álvarez. Figlio di Álvaro.
Fernández. Figlio di Fernando.
González. Figlio di Gonzalo.
Menéndez. Figlio di Menendo.
Martínez. Figlio di Martín.
ecc.
https://elpopular.pe/educacion/2023/07/10/significa-apellido-lopez-cual-es-su-origen-926570

Quindi, “Figlio del Lupo” (Hijo de Lope = Lopez) è innanzitutto S. Ignazio di Loyola, ma sono anche i suoi seguaci, i gesuiti (i lupi, a cui anche BXVI si riferì).
Il messaggio potrebbe riferirsi a un gesuita (presente o futuro), oppure addirittura a uno di cognome “Lopez”.

PS.
Il Papa è rientrato a Roma dalla Mongolia e non ha fatto tappa in Russia. Ancora una volta un falso allarme.
Su fra’ Giovanni Maria ti risponderò con più calma, ma l’ipotesi è errata.

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  dott.G.I.

Oppure semplicemente il figlio del lupo indica lo stesso Bergoglio che è un gesuita

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Fra Giovanni Maria la pensa in questo modo

La parola lupo nei messaggi appare solo due volte: 1998 e adesso una settimana fa. Conclusione: il lupo, da venire, era B. Adesso dopo il 6 Giugno, abbiamo il suo maledetto figlio. Cerca nei messaggi di Lei la parola anticristo, e capirai .

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

non ho capito il riferimento al 6 giugno

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Remox

Secondo fra Giovanni Maria dopo la morte di Benedetto , con la scomparsa del katekon , deve apparire l’anticristo pertanto il 6 giugno dei prossimi anni a partire da questo è quello buono per la sua apparizione, ecco i messaggi che parlano del lupo

1.370 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 09/01/1998

Cari figli: il lupo avanza per attaccare l’Agnello. Pregate. Coloro che saranno con il Signore vinceranno con Lui. Tutto quello che vi ho predetto in passato accadrà, ma alla fine trionferà il mio Cuore Immacolato. Coraggio. Io sono sempre al vostro fianco. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace

4.509 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 05/08/2017

Cari figli, non permettete che gli ostacoli del vostro cammino vi impediscano di incontrare mio Figlio Gesù. Non c’è vittoria senza Croce. Voi siete del Signore ed Egli Vi ama. Non tiratevi indietro. Vi chiedo di mantenere accesa la fiamma della vostra fede e ovunque cercate di testimoniare che siete unicamente del Signore. Le cose del mondo attraggono e schiavizzano. Le cose del Cielo santificano e salvano. Siate uomini e donne di preghiera. Camminate verso un futuro doloroso e solamente coloro che pregano riusciranno a sopportare il peso delle prove. Siate coraggiosi. Vi chiedo ancora una volta di avere il coraggio di Giovanni Battista. Non siate traditori della fede. Siete del Signore e difendete la verità. Sarete perseguitati da colui che agisce come agnello,ma ha un cuore di lupo. State attenti. Solamente nella Verità del Vangelo e nel Vero Magistero della Chiesa troverete la vostra vera liberazione e salvezza. Avanti senza paura

Pertanto il messaggio ultimo dovrebbe riguardare l’anticristo figlio del falso profeta

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

fra Giovanni Maria

Segnalare
Modificare messaggio
Rimuovere messaggio
23 minuti fa
il lupo la Madonna se lo prende da Gv 10, dove Gesù parla del mercenario che non è pastore

mario mancusi
8 mesi fa

Per Riccardo

riccardo
8 giorni fa
Rispondi a NICOLA_Z
so che molti non ci credono, ed anch’io non penso che sia tutto oro colato, specialmente riguardo alle sue idee sul papa… Io la conobbi nel 1996 e la seguii poi con Mons Hnilica.
ma intanto, il primo segno se una profezia è vera, è se si avvera

AD AGOSTO CI SARÀ UN GRANDE SEGNO MONDIALE – 20-07-2023-FORUM MARIAE VIRGO EUCHARISTIAE – YouTube

PRIMA DELLE ORE PIU’ DURE TENDIAMO LE ORECCHIE A CRISTO! – YouTube
Rispondi

Agosto è passato e ovviamente non è successo nulla, questa falsa veggente è stata messa all’indice più volte.

Dimash
8 mesi fa

Guerra Ucraina, Kiev: “Potremo colpire obiettivi in Russia fino a 1.500 chilometri”
02 set 2023 – 23:58

 
Lo ha dichiarato il segretario del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa Oleksiy Danilov, spiegando che ciò è possibile grazie a due progetti sviluppati internamente dagli ucraini, uno missilistico e uno di droni. L’amministrazione Biden, intanto, invierà per la prima volta a Kiev le controverse munizioni perforanti contenenti uranio impoverito, mandate finora solo da Londra. Lo rivela sul proprio sito la Reuters, dopo aver visto un documento e ottenuto conferma da due dirigenti Usa

https://tg24.sky.it/mondo/2023/09/02/ucraina-russia-guerra-ultime-notizie-2-settembre-diretta

L’Ucraina ha sfondato la prima linea di difesa oltre Robotyne e sembra prepari uno sfondamento veloce ulteriore con i tank verso Tokmak, finchè il tempo lo permetterà. E secondo i GlobalModels lo permetteranno.

Come dicevo a NicolaZ le cose non si stanno mettendo bene. L’Ucraina si fa sempre più aggressiva ed è una minaccia per la Russia. La guerra durerà ancora almeno un altro anno, niente colloqui di pace possono esserci con una tale minaccia ai confini russi.

E la Russia messa alle strette vincerà come non vorrebbe vincere.
Purtroppo.

Gli Usa manderanno anche le munizioni ad uranio impoverito, già fornite dalla GB.
Non mi sembra tengano troppo conto di quello che dice Medvedev( che, curiosità, in russo significa orso) il quale conosce le profezie di Irlmaier e dice alla Nato che è meglio per loro se la controffensiva ucraina fallisca.

Mi aspetto un clima sempre più pesante ed accesso con la controffensiva ucraina della prossima estate, che proseguirà quella in corso, la quale per forza di cose si fermerà o rallenterà con la stagione autunnale .

formica
formica
8 mesi fa

https://www.mittdolcino.com/2023/09/04/siamo-nelle-ultime-fasi-dellapocalisse-seconda-parte/
ne racconta di storie però quella dei numeri è sorprendente

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  formica

molto interessante. Senza dimenticare quanto disse ROL sul 2025.

Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa

https://www.isoladiavalon.eu/satan-soros/

Dietro la Nazificazione dell’occidente e la Nuova Religione del Satanismo Occidentale c’è Satan Soros. Soros come il supervillain Magneto Soros è stato creato dal vulcanico Elon Musk. Tra i due non corre buon sangue: Immediatamente uno dei media italici funzionali al Totalitarismo DEM Made in USA e al Puparo Globale George Soros, si alzano in piedi elevando alti lai di protesta sbavante nei confronti dell’«antisemita» Elon Musk, La Stampa.
{Ad ogni modo, se c’è un antisemita per antonomasia, questi è proprio il Soros. Il padre, odiatore dell’Ebraismo, trasformò il nome di famiglia da Schwarz in Soros, portava alla Messa Cattolica la famiglia e andava in vacanza nella Germania nazista.
Lo stesso Soros ha confermato a Steve Kroft durante la trasmissione “60 Minutes” del 20 dicembre 1998 di aver collaborato con i Nazisti nel 1944 per la requisizione dei beni degli Ebrei Magiari – «se non l’avessi fatto io, l’avrebbe fatto qualcun altro» (siffatta è la sua filosofia per giustificare tutte le nefandezze compiute nella vita) – e che quello fu «il periodo più bello della mia vita» (sic!).

Questo pezzo del Simplìcissimus dell’Aprile 2022 appalesa tutta la sociopatia sociocida di Satana Soros e degli altri Ultramiliardari del World Economie Forum:

Due anni fa George Soros, in una lunga intervista al mensile tedesco Cicero, descrisse la guerra che viviamo oggi, i suoi scopi finali e persino la strategia dei combattimenti a partire da un concetto fondamentale, ovvero che gli ucraini sono solo carne da cannone: “Abbiamo bisogno dell’ucraina come siluro nella guerra con la Russia. Il destino dei cittadini di questo Paese non ci riguarda affatto”. Una dichiarazione di fondo su cui si imperniano gli eventi di oggi, da una parte la Nato che manda armi a più non posso sapendo bene che Kiev non può vincere questa guerra e che ogni proiettile non è altro che una morte insensata e dall’altra la Russia che procede con lentezza cercando di fare il meno possibile vittime civili: in quell’intervista infatti Soros disse che gli ucraini dovranno combattere da soli e il più a lungo possibile ma ha anche affermato che la debolezza della Russia risiede nel fatto che “la Federazione russa non potrà lasciare che gli ucraini muoiano di fame e muoiano congelati tra le rovine. Tuttavia, l’Europa vincerà comunque anche se dall’ucraina rimane solo un’enorme cenere, disseminata di una montagna di cadaveri puzzolenti “.

Tutto è chiaro e non potrebbe essere altrimenti perché Soros potrebbe essere descritto come un contractor di lusso del Dipartimento di stato americano che con la sue ong e fondazioni collabora efficacemente alla destabilizzazione dei Paesi che Washington vuole controllare. Del resto egli stesso ammette tranquillamente di aver attivamente partecipato al golpe di Maidan “Sì, le mie organizzazioni hanno preso parte a questa rivoluzione. È stato un investimento redditizio. Sono contento del risultato”.

Oggi egli possiede tutti media ucraini oltre ad una notevole fortuna immobiliare e di fatto controlla attraverso la corruzione tutta l’amministrazione di Kiev. Probabilmente questo non sorprenderà nessuno e tuttavia il cinismo di Soros è così strettamente legato a quello dell’impero che egli ne è quasi una specie di simbolo. Con il pretesto di “salvare la democrazia in Ucraina” che egli stesso peraltro ha assassinato a Maidan, vuole mettere in difficoltà Putin e il governo russo in maniera da ottenere una sorta di rivoluzione colorata a Mosca, l’unico modo che gli Usa hanno per poter avere ragione del potere russo. Soros – come tutti gli ultramiliardari sociocidi e psicopatici (Gates, Bezos, Buffett, et similia) – ama solo una cosa al mondo, il denaro, lo sterco del Demonio, ha un solo dio, il dio della sarx, Satana-Baphomat, e una sola religione, il Capitalismo Necroliberista. Non va obliato che Satana è il dio della Morte, avendo sostituito nella Realtà il mitologico Ade, che il Capitalismo è la Religione Economica della Morte. … }

Soros e la massoneria stanno rovinando il mondo e delle loro nefaste intenzioni non fanno mistero; credono di avere il mondo nelle loro mani compresa la chiesa cattolica che hanno conquistato con Bergoglio. I cattolici e la gerarchia dormono profondamente: non riescono a prendere coscienza della situazione, solo qualche garbato lamento. Eppure di segnali ci sono stati; ma la gerarchia ha dormito un sonno ipnotico dal quale non si è mai riavuta: “Ma caro P.Riesz_, ti pare che il cardinale Burke, possa mai dire quello che dici tu, o qualcuno di noi? Cadrebbe fulminato, prostrato e annichilito, sotto la “Misericordiosa” azione ed inquisizione del Santo Padre Francesco”. Purtroppo sono sotto il dominio della menzogna e non riescono a liberarsene perché perseguono il loro interesse; neppure le scritture li scuotono:
Romani 1,24-2724 Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, 25 poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.
26 Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. 27 Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento.
https://www.quieuropa.it/ {Domenica, 9 luglio/ 2017 Sergio BasileRoma, Catanzaro – di Sergio Basile – Alla luce di questo chiarissimo e famossissimo brano del Nuovo Testamento tratto dalla lettera di San Paolo ai Romani (1, 24-27) ed in considerazione alle ultime uscite di “illustri” rappresentanti del “nuovo” apparato gerarchico del Vaticano (citiamo fra tutte le dichiarazioni espresse nell’articolo di Mons. Ravasi “Cari fratelli massoni” vedi qui “Cari fratelli massoni” del Cardinal Ravasi) qualche riflessione appare d’obbligo, specie se a rendersi protagonista di queste “uscite” antitetiche alla Scrittura è addirittura il nuovo responsabile del settore mediatico e della comunicazione della Santa Sede.
            “La Chiesa dovrebbe riconoscere che la comunità LGBT esiste (…)
                               e che essa porta doni unici alla Chiesa. (…)
                               Le implicazioni pastorali sono le seguenti:
                            celebrare messe con la comunità LGBT. (…)
               Che le persone LGBT sono figlie predilette del Signore. (…)
              Infine, dire che una delle parti più profonde di una persona
                                     – la parte che dà e riceve amore –
                       è ‘disordinata’ è in sé stesso inutilmente crudele”.
                                           Padre James Martin SJ. }

https://lanuovabq.it/it/il-papa-e-gay-friendly-parola-di-padre-martin
Marco Tosatti
DICHIARAZIONI CHOC
{«Il Papa è gay-friendly», parola di padre Martin
Parole e gesti di papa Francesco sono chiarissimi, c’è una nuova apertura nella Chiesa al mondo LGBT e lo si vede anche dalla nomina di vescovi gay-friendly. A dichiararlo è il gesuita padre James Martin, grande sostenitore dell’accettazione dell’omosessualità nella Chiesa.
ECCLESIA09_11_2018 }

https://www.quieuropa.it/{La duplice strategia dei nemici di Cristo per la dissoluzione: ecumenismo e scisma nella Chiesa(*)Venerdì, 5 Agosto/ 2016
Roma – di Sergio Basile – Mai come in questi tempi bui, i cristiani devono stare vicini ai propri pastori e pregare per loro, sia pur nella verità! Una verità che non ammette mezze misure, e vedremo il perché. In un articolo apparso negli ultimi giorni sul web,  “12 Times Pope Francis Has Openly Promoted A One World Religion Or A New World Order“, scritto dal blogger americano Michael Snyder, vi è un resoconto documentato sulle più stupefacenti dichiarazioni, dal tenore spiccatamente mondialista, che Papa Bergoglio ha fatto negli ultimi due anni e dalle quali si evince la propensione verso un’unica spiritualità globale; verso la contemplazione comune di un “unico dio”. Questo nuovo credo sarebbe auspicato e promosso quale panacea all’integralismo e al terrorismo imperante che, tuttavia, lo stesso mondialismo giudeo-massonico-ecumenico crea (vedi, ad esempio, il ruolo dei governi massonici nella creazione e sostegno all’ISIS). Ovviamente non si conosce il volto di questo provvidenziale “unico dio”! Bergoglio non lo spiega! Di sicuro, evidentemente, non si tratta di Gesù Cristo, considerata l’incompatibilità del cristianesimo con religioni come l’islam e l’ebraismo (e la giudeo-massoneria filo-ebraica) o con filosofie come il buddismo …

Un Nuovo Ordine Economico ed Ecologico(**).Nel Luglio del 2015, in Ecuador, Bergoglio sullo slancio di “Laudato sì” (del 24 Maggio 2015)  – enciclica “ecologista” che accese un vespaio di polemiche nel mondo cattolico anti-modernista (24 Maggio 2015) – e poche settimane dopo aver auspicato la nascita di “una nuova autorità politica mondiale”, che avesse drenato le risorse necessarie “per affrontare i problemi economici del mondo e le ingiustizie”, parlò della necessità di “un nuovo ordine mondiale economico ed ecologico“, in cui la ricchezza del pianeta fosse “condivisa da tutti”. Egli nell’enciclica auspicò in almeno due passaggi l’ascesa di un unico governo globale: nel capitolo 164 intravide la “necessità di un solo mondo, di un progetto comune e di un consenso mondiale“; nel capitolo 175 lo stesso “affermò” l’esigenza di un’autorità politica mondiale: In definitiva, abbiamo bisogno di un accordo sui regimi di governance per tutta la gamma dei cosiddetti beni comuni globali (…) per garantire la salvaguardia dell’ambiente e per regolamentare i flussi migratori, urge la presenza di una vera Autorità politica mondiale, quale è stata già tratteggiata dal mio Predecessore, Giovanni XXIII».

http://www.quieuropa.it/tremendi-castighi-sullitalia-e-sul-mondo-coincidenza-delle-profezie-sugli-ultimi-tempi/
Roma – di Don Curzio Nitoglia – Pio XII aveva ben previsto: “Oggi quasi tutta l’umanità va rapidamente dividendosi in due schiere opposte: con Cristo o contro Cristo. Il genere umano al presente attraversa una formidabile crisi che si risolverà in salvezza con Cristo o in funestissime rovine” (Enciclica Evangelii praecones, 2 giugno 1951). Ci troviamo allo scontro finale tra la Chiesa e la contro-chiesa. La situazione odierna è peggiore di quella che precedette l’abbattimento della Torre di Babele, il diluvio universale, la distruzione di Sodoma e Gomorra. Il 13 maggio 2010 Benedetto XVI a Fatima disse: “Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria”. Ma il trionfo del Cuore di Maria, secondo ciò che la Madonna disse ai pastorelli in Cova di Iria sarà preceduto da una terribile prova … 
https://www.quieuropa.it/padre-kramer-il-terzo-segreto-di-fatima-rivela-il-grande-castigo/

Il contenuto essenziale del Terzo Segreto di Fatima         
Il Cardinale Joseph Ratzinger, dopo il 26 giugno 2000, ad un amico personale di Papa Giovanni Paolo II che gli chiedeva, in un incontro privato, se “il Terzo Segreto era stato rivelato interamente durante la sua conferenza stampa?“, Ratzinger ammise: “In verità, non tutto è stato pubblicato“. Questo è il contenuto essenziale del Terzo Segreto di Fatima: tutta la furia dell’inferno sarà lasciata libera di scatenarsi sulla terra per cercare di detronizzare Cristo Re e per instaurare satana al suo posto – sarà il culmine del “mistero dell’iniquità” rappresentato dalla Torre di Babele – l’apocalittico “mistero di Babilonia“: la “chiesa” contraffatta, la “chiesa dell’eresia” ed il suo “papa”. …Il Terzo Segreto sarà rivelato, ma sarà tardi: ciò avverrà solo dopo che la prossima guerra mondiale sarà ormai scoppiata(***). La dissacrazione delle chiese Cattoliche e dei santuari da parte dei fedeli pagani, ed il mischiarsi della vera religione con quelle false, sono il segnale che il castigo avverrà presto, in un futuro assai prossimo. La dissacrazione del santuario, di un Luogo Sacro a Dio, è un atto empio, sacrilego e blasfemo che chiede giustizia ed una punizione immediata ed esemplare. …}

(*) Lo scisma dopo il sinodo.
(**) Il nuovo ordine economico è già fallito sotto i colpi dei BRICS: mondo multipolare e non più unipolare.
(***) Dopo il castigo avverrà il trionfo della B.V.; successivamente verrà nominata Corredentrice e a Lei verrà consacrata la Russia che si riunirà a Roma sotto un nuovo e legittimo papa.
https://www.ansa.it/oltretevere/notizie/2021/03/24/papa-nega-ancora-dogma-di-maria-corredentrice_5aa4f994-07d4-49d4-b83d-864ef88d27a7.html

NICOLA_Z
NICOLA_Z
8 mesi fa

Il Papa è tornato dalla Mongolia: “Viaggiare ora è difficile. In Vietnam? Ci andrà Giovanni XXIV…”

https://www.rainews.it/articoli/2023/09/il-papa-e-tornato-dalla-mongolia-viaggiare-per-me-e-piu-difficile-in-vietnam-ci-andra-giovanni-x-05ad75a2-8e60-4bcc-9d55-68e1ab8ae1a8.html

Sarà uno scherzo, oppure la Mafia di San Gallo, ha già deciso il nome del successore di Francesco?

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Nel passato altre volte ha fatto quest’affermazione, il programma è pronto il secondo falso ??

La riforma di Giovanni XXIV evocata da Papa Francesco (Bernard Haering) – FarodiRoma

“Ho invitato il Papa a visitare la città di Ragusa in occasione del settantacinquesimo anniversario della fondazione della Diocesi nel 2025. Il Santo Padre ha fatto un sorriso e un cenno di assenso e con una battuta mi ha risposto dicendo che nel 2025 sarà Giovanni XXIV a fare quella visita”. Lo racconta il vescovo di Ragusa, monsignor Giuseppe La Placa, che è stato ricevuto in udienza privata da Papa Francesco nella Biblioteca del palazzo apostolico in Vaticano.

Francesco
Francesco
8 mesi fa

Riprendo il messaggio che riportava il fatto che “AD AGOSTO CI SARÀ UN GRANDE SEGNO MONDIALE – 20-07-2023-FORUM MARIAE VIRGO EUCHARISTIAE”. Una ulteriore veggente di Sydney ha invece riferito di un altro segno, questa volta da verificarsi in ottobre (non è indicato però il giorno). Lascio il link per chi volesse leggere il messaggio https://www.temponuovo.net/ar1/valentina.html
Altra falsa veggente secondo voi oppure no?

dott.G.I.
8 mesi fa
Rispondi a  Francesco

Molto probabilmente falsi veggenti.
Anche altri presunti veggenti dicono che a ottobre 2023 inizierà la grande Tribolazione. Non ci resta che attendere il mese prossimo. Uno in particolare, un sedicente padre Oliveira, brasiliano (che alcuni ritengono personaggio inventato, perché non si è mai mostrato in pubblico, ma “rilascia” solo messaggi a uno youtuber di fiducia) dà la data del 13 ottobre 2023. Sempre diffidare di chi indica date precise.
https://www.youtube.com/watch?v=Rup04y–zjw

mario mancusi
8 mesi fa

Re della Misericordia il 25.07.2023 (maria-die-makellose.de)

Apparizione del Re della Misericordia
il 25.07.2023 sopra la Fontana di Maria Annuntiata

anche per quest’apparizione Sievernich l’abonimio nel luogo sacro è prossimo

Il Re della Misericordia mi spiegò quale sarebbe stato un “abominio” per Dio. lo troviamo in Mosè nelle Sacre Scritture. (Nota propria: 3° libro di Mosè, Levitico capitolo 18:22). Il Signore ora mi spiegò che questa è anche la venuta Abominio nel Luogo Santo. Il Padre Eterno risponderà a questo e a questo Non accettare quante persone pensano.

Il Re della Misericordia parla:
“Vi amo tutti tanto! Voi siete miei amici, figli dell’Eterno Padre, figli di Dio! Le Il libero arbitrio è il più grande dono del Padre Eterno. Quindi puoi usarlo con Ama con tutto il cuore. Questo, cari amici, non sarebbe possibile senza il libero arbitrio possibile. L’abominio che trovate in Mosè si manifesterà nel mondo e nella Chiesa. e devo permetterlo. Non sai quale dolore mi abbia causato. Prepara! Perché vedo quanti consacrati vanno nell’abisso, perché seguono una falsa misericordia e non i comandamenti dell’Eterno Padre. Ecco perché vi dico: piccolo gregge, state saldi!

State vivendo nel tempo della tribolazione. Questo Sapere! Il prossimo periodo è serio. Pregate, pregate, pregate che la guerra nel Che l’Ucraina non si espanda!

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Per chi ha in simpatia Cecco d’Ascoli e non gli garba per nulla Accursio Bonfantini: Vladimir Vladimirovic, San Pietroburgo, 7 ottobre 1952, h 9.30, asc. scorpione- – 7 ottobre 2023: direzione primaria Marte quadrato a Marte; 29 ottobre, direzione primaria Venere sesquiquadrato a Giove; 1 gennaio 2024, direzione primaria Saturno opposto alla luna….

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Quello che hai scritto è la dimostrazione della tua inutilità in questo blog , il nulla cosmico))) il vuoto perenne , zero termico, ghiaccio perenne zero pensieri…..)))

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

aquila non capit muscas

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

tuum esse in hoc blog est inutilis

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Il Re della Misericordia parla:
“Vi amo tutti tanto! Voi siete miei amici, figli dell’Eterno Padre, figli di Dio! Le Il libero arbitrio è il più grande dono del Padre Eterno. Quindi puoi usarlo con Ama con tutto il cuore. Questo, cari amici, non sarebbe possibile senza il libero arbitrio possibile. L’abominio che trovate in Mosè si manifesterà nel mondo e nella Chiesa. e devo permetterlo. Non sai quale dolore mi abbia causato. Prepara! Perché vedo quanti consacrati vanno nell’abisso, perché seguono una falsa misericordia e non i comandamenti dell’Eterno Padre. Ecco perché vi dico: piccolo gregge, state saldi!
State vivendo nel tempo della tribolazione. Questo Sapere! Il prossimo periodo è serio. Pregate, pregate, pregate che la guerra nel Che l’Ucraina non si espanda!

-Più che il Re della misericordia, direi il Re dell’analfabetismo…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Se fossi attento capiresti che il sito originale è scritto in tedesco, pertanto ho usato una traduzione automatica, non precisa e grossolana, ma ovviamente neanche ha controllato il sito, questa apparizione è una delle poche vere come attestato da dott. g.i., Persona capace e preparata non certo
Come il nulla cosmico di Anneo )))

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

non mi pare un buon modo di procedere quello di usare le traduzioni automatiche…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Purtroppo non conosco il tedesco

Anonimo
Anonimo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Tranquilli, tanto che sia in tedesco o in italiano l, sono sempre le stesse cose che ripetono da quarant’anni a questa parte

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi
  • Nehmt euch vor einem Ochsen vorn; vor einem Esel hinten und vor einem Mönch auf allen seiten in Acht.
Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

de minimis non curat praetor

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Sai dire qualcosa di intelligente?? Un’analisi ? Qualsiasi cosa di interessante su passi biblici , profetici ecc , non dico come Remox e dott.g.i. Ma al pari degli altri utenti di questo blog??? Nulla del nulla , non pervenuto

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

noli foras ire, in te ipsum redi. In interiore homine habitat veritas. Et si tuam naturam mutabilem inveneris, trascende te ipsum sed memento cur te trascendis, ratiocinantem animam te trascendere. Illuc ergo tende, unde ipsum lumen rationis accenditur

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Allora ora mi sono stancato, ti avevo già avvisato che quando scrivo io non devi leggere e devi andare avanti, come faccio io quando tu scrivi, pertanto la mia pazienza ha un limite, te lo ripeto quando scrivo io non voglio più vedere tuoi commenti, ultimo avvertimento, altrimenti passiamo ad altre forme di persuasione , spero questa volta di essere chiaro, mi devi lasciare in pace, altrimenti passiamo a via legali

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

hai bisogno di un TSO

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Amico qui andiamo all’offesa, Remox o intervieni a cacciare questa persona o provvedo a una denuncia

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Io sono ‘nuovo’ qui dentro, ma la mia impressione è che te la prendi troppo per i suoi interventi: grazie al Cielo siamo ancora fra liberi pensatori, non mi pare il caso di esasperare gli animi…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Uno che ti dice hai bisogno di un sto, come lo consideri??

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

L’ho avvisato più volte che non voglio i suoi commenti, non voglio dialogare con lui , se uno persiste , lo fa apposta ad esasperare la situazione, mi deve lasciare in pace

Lucio Anneo
Lucio Anneo
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

ci vuole pazienza, è una brava persona che ha bisogno di cure

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Continua , sono un carabiniere, considerati denunciato

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

mah!…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Eranuova io e te abbiamo idee diverse ma rispetto , leggi sotto , quello che avevo postato alcuni giorni fa, per te la risposta che mi è stata data , sognifica avere idee diverse o prendere in giro le persone??

mario mancusi
1 giorno fa
Re della Misericordia il 25.07.2023 (maria-die-makellose.de)

Apparizione del Re della Misericordia
il 25.07.2023 sopra la Fontana di Maria Annuntiata

anche per quest’apparizione Sievernich l’abonimio nel luogo sacro è prossimo

Il Re della Misericordia mi spiegò quale sarebbe stato un “abominio” per Dio. lo troviamo in Mosè nelle Sacre Scritture. (Nota propria: 3° libro di Mosè, Levitico capitolo 18:22). Il Signore ora mi spiegò che questa è anche la venuta Abominio nel Luogo Santo. Il Padre Eterno risponderà a questo e a questo Non accettare quante persone pensano.

Il Re della Misericordia parla:
“Vi amo tutti tanto! Voi siete miei amici, figli dell’Eterno Padre, figli di Dio! Le Il libero arbitrio è il più grande dono del Padre Eterno. Quindi puoi usarlo con Ama con tutto il cuore. Questo, cari amici, non sarebbe possibile senza il libero arbitrio possibile. L’abominio che trovate in Mosè si manifesterà nel mondo e nella Chiesa. e devo permetterlo. Non sai quale dolore mi abbia causato. Prepara! Perché vedo quanti consacrati vanno nell’abisso, perché seguono una falsa misericordia e non i comandamenti dell’Eterno Padre. Ecco perché vi dico: piccolo gregge, state saldi!

State vivendo nel tempo della tribolazione. Questo Sapere! Il prossimo periodo è serio. Pregate, pregate, pregate che la guerra nel Che l’Ucraina non si espanda!
Rispondi
Lucio Anneo
Lucio Anneo
1 giorno fa
Rispondi a mario mancusi
Per chi ha in simpatia Cecco d’Ascoli e non gli garba per nulla Accursio Bonfantini: Vladimir Vladimirovic, San Pietroburgo, 7 ottobre 1952, h 9.30, asc. scorpione- – 7 ottobre 2023: direzione primaria Marte quadrato a Marte; 29 ottobre, direzione primaria Venere sesquiquadrato a Giove; 1 gennaio 2024, direzione primaria Saturno opposto alla luna….

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

dunque? Non vi è libertà di critica (e anche di sarcasmo se non si sconfina troppo (e non mi pare questo il caso)?
hai dimenticato quante ingiustizie mi sono state fatte nel vecchio forum dal nibbio ipovedente? quella sì era una grave prevaricazione (per non parlare del mc Giver) nei miei confronti: un ‘vero’ cristiano non può appellarsi (come hai fatto tu) al suo (piccolo) potere concessogli dagli uomini, ma sa ‘ponderare’ con giustizia (vera) per evitare di fare brutte figure come quelle dei tuoi colleghi che si recavano nelle chiese per bloccare i trasgressori della legge durante la celebrazione della messa…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  eranuova

Per me questo è irridere, non sarcasmo, comunque se uno fa presente che non vuole essere importunato e invece si continua a punzecchiare e si giunge a ad offendere con tso o persona malata, si sconfina, non mi sono appellato al fatto che sono carabiniere, l’ho detto solo per far capire che un poco di legge la conosco, e che si sta sconfinando nell’ illecito penale con le offese

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Comunque voglio fare il buon Cristiano per me Anneo finisce qua spero altrettanto

eranuova
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Hai fatto la cosa più giusta…

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

https://www.laleggepertutti.it/amp/278841_commenti-e-post-offensivi-si-puo-denunciare-il-proprietario-del-blog

La denuncia contro il responsabile
La vittima può recarsi presso la polizia postale con una stampa della pagina incriminata e l’indicazione dell’url (ossia dell’indirizzo web ove è pubblicato il commento diffamatorio). Anche in questo caso si procederà per diffamazione aggravata per via dell’uso di internet.

Ho tutti gli estremi per denunciarti.

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Ti ho diffidato più volte a interloquire con me, ho stampato la pagina, ti diffido ulteriormente a non interloquire mai più con me , da oggi rispondo per via legale

P.Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa

Anche in occidente la controffensiva ucraina è considerata ormai fallita ed il pedone Ucraina è fuori dalla scacchiera; come reagirà l’occidente? Certamente non si fermerà e ciò porterà alla terza guerra mondiale sulla falsariga della seconda; i polacchi scalpitano e questa volta non per Danzica ma per il corridoio di Suwalki:
https://k-politika.ru/rokovoj-koridor-nato-nachalo-otrabatyvat-scenarij-napadeniya-na-rossiyu/?utm_source=warfiles.ru
Corridoio fatale: la NATO ha iniziato a elaborare lo scenario di un attacco alla Russia.07/09/2023
Il 9 settembre inizieranno nel Mar Baltico le esercitazioni navali della NATO “Costa Nord” con la partecipazione di 30 navi, 20 aerei e tremila militari delle unità di terra degli eserciti di 14 paesi dell’Alleanza. Secondo il vice ammiraglio Jan Christian Kaak, comandante della marina tedesca, il tema ufficiale dell’esercitazione è “respingere l’attacco della Russia ai paesi europei”. Il capitano esperto militare di 1° grado nella riserva Vladimir Gundarov ha parlato di ciò per cui si prepareranno effettivamente le forze armate della NATO. Direttamente la leggenda delle esercitazioni prevede lo sviluppo di uno scenario per sostenere Lettonia, Lituania ed Estonia nel caso in cui la Russia conquisti il corridoio di Suwalki, una stretta striscia di terra all’incrocio del confine polacco-lituano che separa la Bielorussia da Kaliningrad regione della Russia. Secondo il vice ammiraglio Kaak, se si perde il controllo del corridoio, i paesi baltici comunicheranno con il resto dei paesi della NATO esclusivamente via mare. …Si scopre che il corridoio di Suwalki si sta trasformando in un altro punto caldo e che l’Europa, guidata dalla Germania, sta elaborando un possibile scenario per una nuova guerra lì?
– Sì, considera questo scenario come probabile. La Polonia, invece, non ha alcun dubbio al riguardo. Nel novembre dello scorso anno, parlando a studenti, scienziati e militari presso l’Università della Scienza e della Tecnologia di Cracovia, il viceministro polacco della Difesa nazionale Marcin Ozepa aveva apertamente dichiarato: “La probabilità di una guerra alla quale prenderemo parte è molto alta .” E ora tutto sta arrivando a questo. …
Anche in Usa però alcuni cominciano a pensar male:
https://www.youtube.com/watch?v=w-2rz1L-bY8
{OPS! “Nato può crollare entro il 2025”: The Atlantic spiega perché…}
Tempi duri, tempi secondo l’Apocalisse …

Apocalisse 6:7-8, “Quando aprì il quarto sigillo, udii la voce del quarto essere vivente che diceva: ‘Vieni e vedi’. Così ho guardato, ed ecco, un cavallo pallido. E il nome di colui che vi sedeva sopra era Morte, e Ade lo seguiva. E fu loro dato potere su un quarto della terra, per uccidere con la spada, con la fame, con la morte e con le bestie della terra».
Non solo la guerra:
https://comedonchisciotte.org/piani-di-riduzione-della-popolazione-volevate-le-prove-eccole/
PIANI DI RIDUZIONE DELLA POPOLAZIONE. VOLEVATE LE PROVE? ECCOLE{No, non è una “teoria del complotto” 30Luglio 2023 Di Alessio Fortunati per comedonchisciotte.orgIl 10 dicembre 1974, Kissinger scrive un rapporto per la Casa Bianca, un documento dal titolo: National Security Study Memorandum – NSSM 200 – Implications of Wolrdwide Population Growth For U.S. Security and Overseas Interests (THE KISSINGER REPORT). Prima di entrare nel merito del documento, occorre ricordare che Henry Kissinger è uno dei principali sostenitori e mentori di Klaus Schwab ed è coinvolto, con la CIA stessa, nella creazione iniziale del World Economic Forum e nello sviluppo della sua agenda, muovendosi da consulente strategico sia per il WEF come per il CCP e del presidente della Cina, Xi Jinping.
Probabilmente, la prima riflessione allarmante, non appena si finisce di leggere il rapporto, non potrà non essere la preoccupante similarità che subito notai, tra l’agenda di controllo e riduzione della popolazione mondiale e le innumerevoli iniziative promosse negli anni da tanti gruppi privati e non, come la Bill & Melinda Gates Foundation, la Rockefeller Foundation, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le Nazioni Unite e molte altre istituzioni non-governative e governative internazionali.
Secondo spunto di riflessione è invece l’interessante somiglianza, e in alcuni casi vera e propria sovrapposizione, di alcune delle politiche post-covid applicate dai governi e le raccomandazioni descritte nel rapporto NSSM 200 di Kissinger. Raccomandazioni, quest’ultime, formalmente integrate nella politica statunitense già nel 1975 dal Presidente Gerald Ford e, in teoria, ancor oggi attive.
Qualcuno a questo punto potrà dire che il rapporto in sé non è una prova; per usare una perifrasi di moda in questi tempi, dire che: “non c’è nessuna correlazione”. Partiamo dal presupposto che una correlazione non dimostra certamente il nesso di causalità; né dobbiamo e né possiamo dimostrare che le politiche di controllo/riduzione della popolazione elaborate negli anni settanta abbiano influenzato le scelte (per quanto assurde e scellerate in molti casi) fatte per gestire la questione covid, come alcuni cosiddetti “teorici della cospirazione” dogmaticamente propongono come lettura della realtà. Il punto chiave qui non è quello di dare verità assolute, che ad oggi non abbiamo, ma di soffiare sul sacro fuoco del ragionamento critico e riaccenderlo; riappropriarci, come spesso ripeto, della nostra perduta curiosità per il reale e farci domande sul mondo che ci circonda. Ciò che invece posso realizzare e riconoscere è l’incredibile parallelismo, che chiunque potrebbe e dovrebbe riconoscere, tra le analisi strategiche sulla popolazione, presentate nel rapporto NSSM 200 – entrate effettivamente nei piani politici americani da decenni -, e le azioni politiche intraprese dal 2020 negli USA e nella maggior parte dei Paesi occidentali. Politiche che coprono gli aspetti chiave dell’agenda di controllo della popolazione: controllo delle nascite, fertilità, riduzione delle cure per i malati, lavoro, cibo, rapporti tra persone dello stesso sesso, contraccezione, propaganda e indottrinamento e guerra. Suggerisco vivamente di leggere attentamente il “Rapporto Kissinger” affinché ciascuno si possa fare una propria idea e valutare se e quanto sia profondo il legame di causalità tra l’agenda politica integrata dal NSSM 200 e le politiche covid e post-covid.
8 miliardi di abitanti sono troppiIl Rapporto si apre così: “A causa del momento delle dinamiche di popolazione, riduzioni nei tassi di natalità influenzano solo lentamente i numeri totali. […] Comunque, se i numeri futuri saranno tenuti entro valori ragionevoli, è urgente che misure per ridurre la fertilità siano iniziate e rese effettive negli anni ’70 e ’80“.
Qual è la preoccupazione più grande? Su quali proiezioni si spinge l’amministrazione americana e le Nazioni Unite stesse, a programmare un piano strategico di azione per il controllo della popolazione?
Il rapporto ci dice che: “Le Nazioni Unite stimano l’uso di una popolazione di 3.6 miliardi del 1970 come base (ci sono quasi 4 miliardi adesso) e prospettano dai circa 6 miliardi agli 8 miliardi di persone per l’anno 2000. […] Le proiezioni medie degli USA mostrano una popolazione mondiale di 12 miliardi nel 2075 […]. Non sappiamo se gli sviluppi tecnologici ci permetteranno di sfamare più di 8 figuriamoci i 12 miliardi di persone nel ventunesimo secolo. Non possiamo essere definitivamente certi che i cambiamenti climatici nel prossimo decennio non creeranno grandi difficoltà nello sfamare una popolazione in crescita, specialmente le persone negli LDC [nota: Low-Developed Countries; Paesi sottosviluppati] che vivono in crescenti condizioni marginali e più vulnerabili. Esiste almeno la possibilità che gli sviluppi presenti puntino alle condizioni Malthusiane per molte ragioni del mondo“.
Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite: “Il 15 novembre 2022, la popolazione mondiale ha raggiunto gli 8 miliardi di persone, una pietra miliare nello sviluppo umano“. Sarà una coincidenza che la popolazione mondiale, nel 2020, raggiunse i 7.84 miliardi di persone e pochi mesi fa la simbolica cifra dei fatidici 8 miliardi? Il famigerato punto di non ritorno?
Le preoccupazioni espresse nel rapporto, insieme alle raccomandazioni strategiche per l’amministrazione americana su quali azioni politiche compiere per affrontare il problema, entreranno nella politica del governo federale nel 1975. In un rapporto datato 26 novembre 1975, il National Security Council rilascia il: “National Security Decision Memorandum 314“, che aveva come oggetto: “Implicazioni della crescita della popolazione mondiale per la sicurezza degli Stati Uniti e per gli interessi oltreconfine“. Nel memorandum, si chiarisce che il Presidente Gerald Ford aveva visionato la risposta delle agenzie al NSSM 200 e che l’avesse appoggiata. “Egli crede che la leadership degli Stati Uniti è essenziale per combattere la crescita della popolazione, per implementare il World Population Plan of Action e per incrementare la sicurezza degli Stati Uniti e gli interessi oltreconfine. Il Presidente appoggia le raccomandazioni normative contenute nel Sommario Esecutivo della risposta al NSSM 200“.
Tutte queste raccomandazioni, o “policy” che gli Stati Uniti svilupperanno in futuro sulla base del rapporto, furono essenzialmente interpretate e viste come risposta a una minaccia reale e concreta; l’incontrollata esplosione demografica, soprattutto in Paesi chiave dal punto di vista strategico (militare, alimentare, minerario energetico), fu interpretata come ostacolo e un vero pericolo all’accumulo di ricchezza. Il controllo della popolazione mondiale, specificatamente applicato nei Paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, avrebbe facilitato gli stati ricchi, e in particolare gli USA, nell’impedire che in un Paese povero, ma con rilevanti risorse, si sviluppassero e che accrescessero il loro peso politico. Tali politiche, così come vengono fuori dalle raccomandazioni descritte nel rapporto, furono presentate anche come mezzo fondamentale per preservare e proteggere gli interessi americani in giro per il mondo.
I programmi e le politiche a livello mondiale, nel campo del controllo della popolazione, dovrebbero quindi includere due principali obiettivi:

  • azioni per stabilizzare la continua crescita della popolazione a un massimo di 6 miliardi per la metà del 21° secolo, senza una massiccia denutrizione o una totale frustrazione delle speranze di sviluppo;
  • azioni per tenere il livello massimo il più vicino possibile agli 8 miliardi piuttosto che permettergli di raggiungere i 10 miliardi, 13 miliardi, o più.

Così, se andiamo ad analizzare l’agenda sviluppata e messa in pratica dal governo americano per decenni, mettendo da parte tutto ciò che riguarda il covid e quanto fatto dal 2020 di conseguenza, e ci fermiamo, focalizzando l’attenzione sulle azioni prese, sulla base di quei due obiettivi principali, e, ancora, focalizzando l’attenzione sugli effetti che quelle politiche hanno avuto a livello globale, emerge che ne è risultato un più esasperato controllo della popolazione e una riduzione della popolazione (e un controllo della crescita della popolazione). Questo, detto senza trarne giudizi, senza specularne la bontà o meno. Una semplice e oggettiva analisi del quadro generale. Ma qualche domanda su queste “strane coincidenze” è opportuno, anzi meglio necessario, farle e farsele. A cosa servirono realmente i lockdown? Perché chiudere l’economia per così tanto tempo e in modo così invasivo? Terminata la fase di puro terrore in cui magari questa domanda per molti sarebbe stata difficile da porsi, oggi appare chiaro come nulla, quelle restrizioni, avessero a che fare con la scienza, tantomeno con una benché minima attinenza con la prevenzione/riduzione dei contagi da un ipotetico virus influenzale. Di fatto il risultato ottenuto fu l’incremento esponenziale del numero di persone a rischio denutrizione. …
La storia ci ha insegnato che, seppur nel breve periodo che è stato quello dell’era covid, chiunque si opponesse o semplicemente sollevasse dubbi o domande sulla narrazione dominante, diventa un nemico dello Stato. È sempre la conformità fondamento del potere totalitario, – come già due anni fa esprimevo nel saggio Reset: L’Ultima Grande Pandemia. E la conformazione alla narrazione del potere dominante è sempre imposta con la forza, mentre si premia sempre chi spontaneamente si conforma. Basti ricordare la propaganda della vaccinazione di massa: se ti vaccini sei un “bravo bambino” e salvi l’umanità; non ti vaccini e allora diventi un nemico dello Stato, e sarai escluso dalla società. Di scientifico non c’era nulla, ovviamente. Solo costringere la massa alla conformità. La stessa storia che ci racconta la necessità di depopolare il pianeta e per farlo, tutti devono fare la propria parte. Chi non si piega è un nemico dello Stato. Semplice.
E allora arriviamo al fatidico punto di non ritorno, alla congiuntura nefasta per avverarsi delle condizioni Malthusiane, agli 8 miliardi di abitanti su questo pianeta.
Cosa abbiamo imparato dalla storia, lungo tutti questi decenni, fino al 2022?

Il cavaliere della Morte vuole uccidere non solo il corpo umano ma anche lo spirito! Ma i popoli della terra seguono questo cavaliere? La maggior parte si sta ribellando, solo gli occidentali lo seguono.

mario mancusi
8 mesi fa

Remox uno spunto di riflessione

2.532 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 05/06/2005

Cari figli, pregate con il cuore. Non allontanatevi dal cammino che vi ho indicato. Sappiate che l’umanità vivrà momenti di grandi difficoltà. Un uomo apparentemente buono, ossia l’anticristo, acquisterà grande potere satanico. L’azione malefica si verificherà nella festa di un grande santo, quello che quando venne chiamato da Dio cadde da cavallo e la sua vita fu trasformata.

Era il 6 giugno 2023

https://www.gazzetta.it/attualita/06-06-2023/papa-francesco-oggi-al-policlinico-gemelli-per-controlli-come-sta.shtml
Il Pontefice si è sottoposto a delle visite presso il Ce.M.I. Come sta e quali esami ha fatto per i suoi problemi di salute, poi sappiamo che fu operato d’urgenza

Strana coincidenza

Massimiliano
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Diciamo che piano piano ci arriveranno tutti… In fondo è tutto palesemente davanti ai nostri occhi…! In ogni caso siamo agli sgoccioli. I tempi sono questi e non bisognerà attenderne altri. Pochi anni ancora. Poi chi ci sarà potrà vedere davvero Cieli nuovi e Terre nuove… Saluti.
Massimiliano

https://www.aldomariavalli.it/2023/09/08/la-profezia-di-malachia-e-bergoglio-e-francesco-il-papa-senza-nome/

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Massimiliano

Si l’avevo postato sopra era l’articolo di fra Giovanni Maria che ha tratto spunto dal lavoro del dott.g.i.

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Nel messaggio si parla di azione malefica e grande potere satanico, ovvero potere di inganno io penso. Un “miracolo”, una grande seduzione…

Dimash
8 mesi fa

Questo è un messaggio palesemente provocatorio, spero che chi può lo cancelli.
Mi pare che di flame ce ne siano anche già troppi

Dimash
8 mesi fa

03:40 09 Settembre

Putin: “Il conflitto in Ucraina è stato provocato dall’Occidente”“Il conflitto in Ucraina è stato provocato deliberatamente dall’Occidente, anche per limitare lo sviluppo della Federazione russa”. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, citato dalle agenzie russe.

18:40 09 Settembre

Ilconsole generale russo a Milano, Dmitry Shtodi:”Ls città da spazio a nazifascisti del battaglione Azov”“Ho appreso con rammarico la notizia che il Comune di Milano aveva deciso di patrocinare la mostra fotografica “Eye of Mariupol – Uno sguardo negli occhi dei difensori di Mariupol”, autorizzando la sua installazione presso via Dante e il Museo del Risorgimento. Tenendo conto che senza l’appoggio delle autorità, organizzare un tale evento sarebbe impossibile, vorrei esprimerLe il mio più profondo sdegno per la decisione del Comune di dare lo spazio all’unità militare ucraina “Azov”, nota per le sue stragi commesse non solo a Mariupol, ma in tutta la Regione del Donbass”. Lo dice, in una lettera inviata al sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il console generale russo nel capoluogo lombardo, Dmitry Shtodin. “Sottolineo, che per la popolazione locale che ha provato sulla propria pelle i crimini di guerra, i militanti del battaglione non sono degli eroi, sono invece gli assassini feroci – aggiunge -. In questi giorni si parla molto di pace in Ucraina. Risulta che la città metropolitana di Milano, uno dei centri culturali, economici e politici più importanti in Europa, da il palco per esibirsi alle forze più tenebri di matrice nazifascista. Cosi si scoraggia la soluzione molto ambita. Per lo più in questi giorni la popolazione del Donbass ricorda gli 80 anni della liberazione dall’occupazione fascista il 8 settembre 1943”

https://www.rainews.it/maratona/2023/09/putin-la-guerra-e-stata-voluta-dalloccidente-zelensky-bugiardo-no-al-negoziato-b72edcf1-2501-4bae-a1c9-6eec95a6c37f.html

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Chi vuole può scaricare da qui il libro Processo Sinodale: Un vaso di Pandora sul sinodo con prefazione del cardinale Burke:

https://www.tfpitalia.it/processo-sinodale/

P.Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

Visto dall’altra parte ma con occhi israeliani:
https://k-politika.ru/kedmi-u-rossii-est-besproigryshnyj-variant-navsegda-konchit-s-ukrainoj/?utm_source=warfiles.ru
Kedmi: La Russia ha un’opzione vantaggiosa per tutti per porre fine per sempre alle relazioni con l’Ucraina. 11/09/2023. {Quanto sono accurate le previsioni ottimistiche riguardo alle prospettive di un assalto russo? Cosa c’è che non va nella “controffensiva” ucraina? Perché l’Occidente è interessato a congelare il conflitto? Mosca riprenderà la vecchia linea dei nuovi “negoziati di pace” con Kiev? Ne ha parlato l’analista israeliano Yakov Kedmi.

— In Occidente continuano a dire che “la guerra in Ucraina durerà per anni”. Esistono basi reali per tali affermazioni?
— “Non c’è alcuna base per tali discorsi, queste sono chiacchiere vuote di meschini propagandisti che non capiscono di quali sciocchezze stanno parlando.” La verità è che la situazione è chiaramente catastrofica per l’Ucraina. L’offensiva delle forze armate ucraine fin dall’inizio era destinata al fallimento: Kiev non aveva abbastanza artiglieria, carri armati, veicoli blindati e aviazione. Gli ucraini non sono stati in grado di creare un gruppo in grado di condurre un’offensiva a tutti gli effetti. E, soprattutto, hanno dimostrato l’incapacità di agire in grandi unità, con un’alta concentrazione di forze militari e potenza di fuoco contro la difesa in profondità. …

— Ma sono stati addestrati secondo gli standard NATO, dove l’enfasi è sui gruppi di battaglioni …
Una tale offensiva può essere condotta solo per divisioni, con la concentrazione e il coordinamento del passaggio delle truppe, quando divisione dopo divisione va a sfondare le linee difensive del nemico. E le forze armate ucraine non avevano abbastanza personale nemmeno per un’offensiva in alcune aree. Fin dall’inizio della “controffensiva” subirono perdite terribili, ma non raggiunsero nemmeno la prima linea di difesa russa. Kiev ha disperso le sue forze, ha sperperato il suo esercito e non ha mai creato un pugno corazzato per l’offensiva.

— Hanno ancora delle riserve?
Tre settimane fa si parlava di otto brigate di riserva. I due più pronti al combattimento furono preparati dagli inglesi, ma questo non fu sufficiente per organizzare un’offensiva. …

— I consigli degli americani e dei membri della NATO non saranno più utili in questo caso?
“Ho sempre avuto una bassa opinione delle capacità di combattimento degli eserciti degli Stati Uniti e della NATO. Le loro tattiche militari primitive sono adatte solo per la guerra contro indigeni e terroristi, con completa supremazia aerea. Ma non sono pronti per una guerra con un esercito forte. Questo è sempre stato chiaro, ma ora è stato dimostrato nella pratica: la NATO non ha insegnato agli ucraini come condurre operazioni di combattimento in una guerra moderna. …

— È per questo che Washington esercita pressioni su Kiev, chiedendo negoziati e congelando il conflitto?
“Gli americani hanno capito che l’Ucraina non otterrà nulla con mezzi militari. Il congelamento del conflitto consentirà agli Stati Uniti e alla NATO di mantenere l’Ucraina come territorio per basi militari e attacchi di sabotaggio contro la Russia. Anche se non si tratta di tutta l’Ucraina, ma solo di una parte di essa, per l’Occidente questo è sufficiente. Un’altra questione è se Mosca accetterà tali negoziati.

— Ci sono già state esperienze tristi a Minsk 2015 e Istanbul 2022, quando la Russia è stata semplicemente ingannata…
E’ di questo che sto parlando. La Russia accetterà di calpestare nuovamente la stessa linea e di permettere alla NATO di creare basi NATO in Ucraina, minacciando la sicurezza della Russia? Ora tutto dipende dalla volontà politica di Putin e non dai burattinai occidentali di Zelenskyj.

— Quanto è realistico, secondo lei, il raggiungimento completo degli obiettivi della SVO?
La Russia ha un obiettivo chiaramente dichiarato: la denazificazione e la smilitarizzazione dell’Ucraina. Ciò significa l’eliminazione del regime nazista filooccidentale in tutte le sue forme. …

— La privazione dell’accesso al Mar Nero da parte dell’Ucraina ha ridotto drasticamente il suo valore strategico agli occhi dell’Occidente?
Se la Russia liberasse l’intera costa del Mar Nero e tutta la riva sinistra dell’Ucraina, già questo basterebbe a eliminare le basi per l’esistenza fisica dello Stato sul restante territorio. Ciò che resterà sarà un “sottostato”, incapace di sostenersi, trasformato in un’area geografica senza sbocco sul mare, senza industria né agricoltura, con una popolazione inferiore a 10 milioni di abitanti, di cui una parte considerevole fuggirà all’estero. ….}

La soluzione della guerra verrà forse dall’alto:
https://svpressa.ru/war21/article/386692/?utm_source=warfiles.ru
46 Iskander costringeranno Kiev a capitolare.Bankovaya sta preparando la società indipendente al fatto che quest’inverno i missili russi spegneranno completamente l’“interruttore”Aleksandr Sitnikov
{… L’intelligence nemica cerca costantemente di rintracciare gli Iskander a causa della loro capacità di colpire facilmente bersagli a una distanza di 500 chilometri, ha chiarito il Ministero della Difesa. A questo scopo vengono utilizzati non solo i droni da ricognizione delle forze armate ucraine, ma anche i sistemi di sorveglianza satellitare della NATO e il pattugliamento AWACS in Polonia e Romania.
“Tutto è inutile. I missilisti continuano con calma, fiducia ed efficacia il loro lavoro di gioielleria”, ha riassunto il nostro dipartimento della difesa. Dall’altra parte del fronte, l’attenzione si è concentrata anche sugli Iskander.
“Ad oggi, l’esercito russo ha schierato lungo il confine di stato dell’Ucraina 46 lanciatori del sistema missilistico tattico-operativo Iskander, che vengono utilizzati per attaccare il nostro paese con i missili balistici e da crociera R-500, noti anche come Iskander-K, ” si è lamentato al forum strategico europeo di Yalta, il vice capo della direzione principale dell’intelligence Vadim Skibitsky .
Solo l’8 settembre, secondo i portavoce delle forze armate ucraine, le nostre truppe hanno inflitto un totale di 13 attacchi, compresi gli Iskander, sugli obiettivi di Bandera, incluso un risonante arrivo a Krivoy Rog. E possiamo tranquillamente affermare che la difesa aerea indipendente, piena di radar NATO e sistemi di difesa aerea, non è in grado di proteggere la piazza dai missili russi. Il problema per i cannonieri antiaerei nemici è che l’Iskander accelera fino a Mach 8 sul traguardo e manovra allo stesso tempo, il che rende impossibile calcolare la sua traiettoria.
Ora il Pentagono, basandosi tra l’altro su fonti russe, si chiede cosa accadrà dopo. In particolare, l’edizione americana di Military Watch suggerisce che presto il numero di arrivi di questa formidabile arma nelle strutture militari e infrastrutturali in Ucraina aumenterà notevolmente. …}
Altro motivo di risoluzione per la guerra; la stampa occidentale non lo dice, ma gli ucraini fuggono:
https://www.youtube.com/watch?v=rraQj88ah_0

https://t.me/Il_Magiaro
https://www.facebook.com/ilmagiaroYouTube/
FUGGONO IN RUSSIA”: 1 milione di mobilitati ucraini evita l’Unione Europea” –

P.Riesz_
P.Riesz_
8 mesi fa
Rispondi a  P.Riesz_

Allegato.

Fuggono.gif
Dimash
8 mesi fa

Riguardo il terremoto in Marocco c’è un messaggio di Anguera (3.484 – 17 maggio 2011) che parla di Agadir, vicino all’epicentro sui monti dell’Atlante, però la cosa poteva essere obiettata, mentre con l’alluvione di Derna proprio no

2.691 – 07/06/2006
Cari figli, a Cirene si udranno grida di disperazione e i miei poveri figli temeranno i grandi eventi. Dio vi chiama a vivere rivolti verso la sua grazia salvifica e misericordiosa. Non restate con le mani in mano. Siate coraggiosi e sappiate affrontare le difficoltà di ogni giorno. Voi non siete soli. L’umanità percorre le strade della distruzione che gli uomini hanno preparato con le proprie mani. Ecco il tempo del vostro ritorno. Fuggite dal peccato e servite il Signore con gioia. Desidero la vostra conversione. Pentitevi, perché il pentimento è il primo.
passo da fare sulla strada della santità. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

https://it.wikipedia.org/wiki/Distretto_di_Derna

mario mancusi
8 mesi fa
Rispondi a  Dimash

https://www.youtube.com/live/gSCQsqczMb0?si=3UnToB6K2hxboQSa

PROFEZIA PER RS: “IN UNA PICCOLA CITTÀ SARÀ UN GRANDE TERRORE: IL TUO NOME, UN OMAGGIO A DUE RE”

Remox
Admin
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Si tratta di Roca Sales, piccola città brasiliana nel Rio Grande do Sul. La zona pochi giorni fa è stata devastata da un ciclone:

Almeno 37 persone sono morte nel sud del Brasile a causa di una violenta tempesta che ha causato inondazioni in diverse città. Da lunedì l’acqua ha sommerso interi quartieri a Muçum e Taquari, costringendo alcuni residenti a salire sui tetti e ad aspettare di essere salvati.

“È spaventoso”, ha dichiarato Amilton Fontana, il sindaco di Roca Sales, una delle città più colpite, al sito A Hora. “La tempesta ha distrutto tutto” ha aggiunto. “Oggi a Roca Sales non è rimasto nulla”.

mario mancusi
8 mesi fa

URGENTE: VEDERE COSA HA DETTO LA MADONNA DI QUESTE 3 CITTÀ: AGADIR, RABAT, SAFI E UN’ALTRA A BAHIA

https://m.youtube.com/live/kmpJJ8XdFLA?si=COHzCUMycOL-UWM-&fbclid=IwAR0jiXNL6-HupgopEzRrofA9AWDbj0eualHj1nrobYMLzHRcUeyEZI2SCZs_aem_AWL-Ug1VtfEiy7TaYWUVipQ3Cm2evtziceQyOuclORCH08BTNTZ0VcoWAeFTQ1A8by4#bottom-sheet

3.746 – Mensagem de Nossa Senhora Rainha da Paz, transmitida em 04/12/2012
Stai andando verso un futuro di sofferenza. Safim (chiamato anche Safi) berrà il calice amaro del dolore. Un evento simile avrà luogo a Salvador

3.484 – Mensagem de Nossa Senhora, em Brasília/DF, transmitida em 17/05/2011

Caen piangerà la morte dei suoi figli e Memphis griderà aiuto. Agadir berrà il calice amaro del dolore e i Miei poveri figli porteranno una croce pesante. Soffro per ciò che ti verrà incontro.

3.408 – Mensagem de Nossa Senhora, transmitida em 04/12/2010

La morte sorgerà in Indonesia e i Miei poveri figli berranno il calice amaro della sofferenza. Rabat griderà aiuto. Sono la vostra Madre dolorosa e soffro per ciò che vi verrà incontro

PROFECIA VAI SE CUMPRINDO. VEJA O QUE DISSE A VIRGEM MARIA
https://m.youtube.com/live/ne4mPuX5Fd8?si=QWF8qx1m27Nkq5Ph&fbclid=IwAR1wxfYFiojqeL-XinhkmHr818bHcuPPCGA2sU1vvNdem66KFi_CBIVzp4U_aem_AWJyxrl2OxIdo44yz-7dDC5TuphlFg5_F5d3_XUeyNn4sORPBNV3QXTFrSAkl-r-yto#bottom-sheet

Dimash
8 mesi fa
Rispondi a  mario mancusi

Ultimamente si stanno verificando varii messaggi di Anguera, forse un monito divino per i risultati del futuro sinodo?

Share This