SCHOLZ E MACRON MINACCIANO RITORSIONI COMMERCIALI CONTRO BIDEN

scritto da NICOLA_Z
29 · Ott · 2022

SCHOLZ E MACRON MINACCIANO RITORSIONI COMMERCIALI CONTRO BIDEN

 

  • Francia e Germania vogliono negoziare con Washington sulla concorrenza sleale, ma se fosse necessario, sono pronte a rispondere.
  • Infatti Macron e Scholz dopo settimane di tensioni e scontri reciproci, si accordano sulla lotta contro “la concorrenza sleale degli USA”, giurano di voler negoziare con Washington, ma senza una svolta conciliante, sono pronti anche al contrattacco, verso una nuova guerra commerciale.

 

BERLINO/PARIGI — Dopo aver litigato pubblicamente, Olaf Scholz ed Emmanuel Macron hanno trovato qualcosa su cui sono d’accordo: cresce l’allarme per “la concorrenza sleale degli Stati Uniti” e con essa la potenziale necessità che l’Europa reagisca.

Il cancelliere tedesco e il presidente francese hanno discusso delle loro preoccupazioni comuni durante quasi tre ore e mezza di colloqui durante un pranzo a base di pesce, vino e champagne a Parigi mercoledì.

Secondo gli informatori che hanno familiarità con le loro discussioni, i due leader hanno convenuto che i recenti piani di sussidi statali americani, rappresentano misure distorsive del mercato che mirano a convincere le aziende a spostare la loro produzione negli Stati Uniti. E questo è un problema che vogliono che l’Unione europea, affronti.

L’accordo su questo tema ha fatto seguito ai disaccordi pubblici delle ultime settimane su questioni politiche chiave come l’energia e la difesa, fratturando quella che è spesso vista come l’alleanza politica centrale dell’UE tra le sue due maggiori economie.

Ma anche se il loro pranzo è avvenuto in uno scenario imbarazzante, entrambi i leader hanno convenuto che l’UE non può rimanere inattiva qualora Washington portasse avanti il suo “Inflation Reduction Act”(la legge per la riduzione dell’inflazione) , che nella sua forma attuale, offre tagli alle tasse e vantaggi energetici per le aziende che investono sul suolo statunitense. In particolare, la legislazione statunitense recentemente promulgata, incoraggia i consumatori a “comprare americano” quando si tratta di scegliere un veicolo elettrico, una mossa particolarmente irritante per le principali industrie automobilistiche della Francia e della Germania.

Il messaggio del pranzo di Parigi è: se gli Stati Uniti non si ridimensionano, l’UE dovrà contrattaccare. Analoghi schemi di incentivazione per le imprese saranno necessari per evitare la concorrenza sleale o la perdita di investimenti. Questa mossa rischierebbe di far precipitare le relazioni transatlantiche in una nuova guerra commerciale.

Macron è stato il primo a rendere pubblico il severo avvertimento. “Abbiamo bisogno di unaBuy European Act” analoga a quella degli americani, dobbiamo riservare [i nostri sussidi] ai nostri produttori europei”, ha detto mercoledì sera il presidente francese in un’intervista al canale televisivo France 2, riferendosi specificamente ai sussidi statali per le auto elettriche.

Scholz e Macron hanno convenuto che l’UE dovrà agire, nel caso in cui gli Stati Uniti dovessero proseguire sul “Buy American Act“, grazie alla quale offrono incentivi per le aziende che investono sul suolo statunitense, il che interesserebbe in particolare le industrie francesi e tedesche dei veicoli elettrici.

Macron ha anche menzionato preoccupazioni simili sulla concorrenza sovvenzionata dallo stato della Cina: “C’è la Cina che sta proteggendo la sua industria, gli Stati Uniti che stanno proteggendo la loro industria e l’Europa invece che è una casa aperta”, ha detto Macron, aggiungendo: “[Scholz ed io] abbiamo una vera convergenza per andare avanti sull’argomento, abbiamo avuto un’ottima conversazione”.

Fondamentalmente, secondo coloro che hanno familiarità con il pensiero del cancelliere, Berlino – che era tradizionalmente più riluttante quando si trattava di affrontare gli Stati Uniti nelle controversie commerciali – sta effettivamente sostenendo la spinta francese. Scholz concorda sul fatto che l’UE dovrà adottare contromisure simili allo schema statunitense se Washington si rifiutasse di affrontare le preoccupazioni chiave espresse da Berlino e Parigi.

Scholz non è un grande fan della formulazione di Macron di un “Buy European Act” in quanto evoca il “Buy American Act” di quasi 90 anni ormai, il quale viene spesso criticato di essere protezionista, in quanto favorisce le aziende americane. Ma il cancelliere condivide le preoccupazioni di Macron su tali vantaggi competitivi sleali.

All’inizio di questo mese, Scholz ha dichiarato pubblicamente che l’Europa dovrà discutere la “legge sulla riduzione dell’inflazione” con gli Stati Uniti “in modo approfondito”.

È sopraggiunta come una batosta al cuore industriale tedesco, la notizia del colosso chimico BASF, che mercoledì ha annunciato l’intenzione di ridurre le sue attività commerciali e i posti di lavoro in Germania, in cui il capo dell’azienda Martin Brudermüller, ha citato tra le motivazioni di tale decisione, l’aumento dei prezzi del gas – denunciando che questi, sono ben sei volte più alti di quelli degli Stati Uniti – come anche la crescente regolamentazione dell’UE.

“Le decisioni di un’azienda di successo come BASF, mostrano che dobbiamo migliorare l’attrattiva generale della Germania come sede commerciale”, ha affermato in un tweet il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner, promettendo di adottare varie misure come “sgravi fiscali per gli investimenti privati”.

Però prima di tirare fuori le armi grosse, Scholz e Macron vogliono cercare di raggiungere una soluzione negoziata con Washington. Ciò dovrebbe essere fatto attraverso una nuova “task force UE-USA sulla riduzione dell’inflazione” che è stata istituita martedì durante un incontro tra il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il vice consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Mike Pyle.

La task force dei funzionari dell’UE e degli Stati Uniti si incontrerà in videoconferenza verso la fine della prossima settimana, sottolineando la gravità della spinta europea.

Inoltre, lunedì prossimo, i ministri del Commercio dell’UE si riuniranno per un incontro informale a Praga, con l’inviata per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai che prevede di partecipare, per discutere delle tensioni in atto tra le parti.

A Bruxelles, la Commissione guarda con preoccupazione anche alla formulazione di Macron di un “Buy European Act“, che evoca tendenze protezionistiche che l’istituzione dell’UE ha cercato a lungo di combattere.

“Ogni misura che adottiamo deve essere in linea con le regole dell’Organizzazione Mondiale del Commercio”, ha affermato un funzionario della Commissione, aggiungendo che l’Europa e gli Stati Uniti dovrebbero risolvere le divergenze attraverso i colloqui e “non scadere in misure di guerra commerciale combattuta colpo su colpo, come avevamo già sperimentato sotto [l’ex presidente degli Stati Uniti Donald] Trump”.

https://www.politico.eu/article/france-and-germany-find-ground-on-a-common-concern-u-s-protectionism/

 

 

 

JOE BIDEN E L’ALTRA GUERRA ALL’EUROPA DI CUI NESSUNO PARLA

 

Il gas in Europa è sceso sotto i 100 euro per megawattora. Ma c’è poco da gioire. Il 26 ottobre 2020 costava 14,86 euro. Ed esattamente un anno fa, durante la ripresa post pandemia, 45 euro. Ai prezzi attuali, le industrie e le famiglie europee restano quindi fuori mercato. In particolare, quelle italiane e tedesche. Dovendo rinunciare al metano venduto dalla Russia, colpita dalle sanzioni dopo l’invasione dell’Ucraina, i nostri principali fornitori diventeranno gli Stati Uniti, attraverso il gas naturale liquefatto di cui sono i primi produttori al mondo. E in un’economia meno globalizzata e con la Cina sempre più isolata, gli Usa saranno presto anche il principale concorrente industriale dell’Europa. Avranno però un costo dell’energia supercompetitivo: fatte le dovute conversioni, il prezzo del gas naturale sul mercato americano è oggi di 18 euro per megawattora.

Circa ottanta euro in meno rispetto a noi.

La strategia messa in campo dal presidente Joe Biden ha gli effetti di UNA GUERRA COMMERCIALE che fa impallidire perfino i goffi proclami anti-europei del suo predecessore Donald Trump.

È L’ALTRA GUERRA ALL’EUROPA di cui nessuno parla, oltre a quella militare scatenata da Vladimir Putin.

Eppure sarebbero bastate poche parole per contrastare la speculazione che il 26 agosto ha portato il prezzo europeo del gas, sul mercato Ttf olandese di riferimento, a 349 euro. E fino a pochi giorni fa, l’ha mantenuto sopra i 150 euro.

I sacrifici di imprese e famiglie

Biden avrebbe potuto dichiarare pubblicamente il sostegno energetico degli Stati Uniti agli alleati europei, maggiormente colpiti dalle conseguenze delle sanzioni. Quel whatever it takes, costi quel che costi, pronunciato da Mario Draghi, allora presidente della Banca centrale europea, per neutralizzare la speculazione internazionale contro l’euro e le nazioni che ne fanno parte. Ma la guerra ucraina è lontana da Washington.

E nessuno, nell’amministrazione americana, a cominciare dal suo presidente, ha finora pronunciato parole in grado di attenuare la speculazione. Dando così prova della determinazione della Casa Bianca nel gestire la crisi internazionale attuale a proprio esclusivo favore: nonostante i pesanti sacrifici che tutti i cittadini europei, chi più chi meno, stanno facendo per sostenere la risposta delle democrazie occidentali all’imperialismo russo.

Gran parte del gas americano viene estratta attraverso le tecniche di fratturazione idraulica delle rocce profonde (fracking), un metodo non impiegato in Europa per il rischio di innescare terremoti. Ma un’altra parte significativa è ricavata come sottoprodotto della raffinazione del petrolio. E con il prezzo del greggio attorno ai cento dollari al barile, il gas da petrolio le compagnie americane lo ottengono praticamente gratis. L’industria energetica americana ne sta beneficiando abbondantemente. Lo si vede dalle quotazioni in borsa: il titolo del colosso Exxon Mobil Corp., ad esempio, è passato dai 32 dollari ad azione dell’ottobre 2020, nel pieno della crisi provocata dalla pandemia, ai circa 60 dollari del dicembre 2021, alla vigilia dell’aggressione russa in Ucraina, fino ai 105 dollari attuali.

Troppo amici di Russia e Cina

È come se la Casa Bianca volesse farci pagare anni di relazioni amichevoli privilegiate con lo zar di Mosca. Un’economia europea indebolita ha la sua utilità, dal punto di vista di Washington, anche contro la Cina, dopo anni di stretta collaborazione on Pechino da parte di Parigi, Berlino e Roma. Azzoppare i principali clienti del regime di Xi Jinping, quali siamo, può avere pesanti ricadute sul prodotto interno lordo del dragone.

Poi c’è il fronte di Taiwan. L’isola produce il 90 per cento dei microchip di ultima generazione e il 65 per cento dei semiconduttori utilizzati nell’industria mondiale. Un’invasione militare da parte di Pechino sarebbe un colpo devastante per l’economia digitale occidentale. Per questo gli Stati Uniti stanno riportando le produzioni strategiche dentro i propri confini. E lo stanno facendo a suon di ulteriori sussidi per centinaia di miliardi.

È comunque responsabilità dei governi europei, a cominciare dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, se non riusciamo a far valere i nostri interessi essenziali nemmeno al tavolo del principale alleato.

La posta in gioco però è altissima: LA DEINDUSTRIALIZZAZIONE DELL’EUROPA, oltre che dell’Italia, e il trasferimento delle imprese dove l’energia costa meno provocherebbero disoccupazione, povertà, crisi sociali.

Sarebbe la grande vittoria di Vladimir Putin. Ed è questo che va detto a Washington, se il distratto presidente Biden non se ne fosse ancora reso conto.

https://www.today.it/mondo/biden-guerra-europa-gas.html

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
60 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Spring
1 anno fa

Gli step profetici principali si susseguono sempre più velocemente. Prepariamoci al grande botto.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Grande vittoria di Putin:lo chiedessero a Putin se la considera una grande vittoria.Poi Biden ,distratto o peggio,di per sè decide nulla.I satanici anglosionisti fanno la guerra al mondo intero,e il commentatore di today da’ alla Ue la sua colpa,e va bene, ma poi chiude dandone una maggiore a…Putin. Per me è semplicemente puerile,faccia un altro lavoro.Puo’ scrivere al Secolo d’Italia.

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

 Gioire sul male che incombe è diabolico; ma se colpisce le teste di … legno europee ed usa, allora siamo assolti dal cielo!

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

https://www.youtube.com/watch?v=ADNIM_lhP0s Finanza in chiaro Marcotti Il discorso di Giorgia Meloni. Un crescendo interessante.

mario mancusi
1 anno fa

Remox hai letto l’ultimo articolo Andrea Cionci?
Codice Ratzinger: come papa Benedetto XVI ha messo a posto Flores d’Arcais – RomaIT

«Ecco, metterò pietre d’inciampo per questo popolo e inciamperanno insieme padri e figli;vicini e amici periranno (6, 21).
E infatti d’Arcais aspettava la caduta di Ratzinger, si augurava che la sua Reconquista si dissolvesse come un vampiro all’alba; così come ha anche sparso malignità su di lui, ma l’”amico” filosofo non sa ancora che inciamperà. L’ufficializzazione immancabile della sede impedita (non vi diciamo quando) porterà alla cancellazione completa dell’antipapato bergogliano e alla debàcle dei movimenti mondialisti e anticristici da lui sponsorizzati.
E a dissolversi definitivamente, “come i sogni e i vampiri”, sarà la reputazione intellettuale e umana di Flores d’Arcais.

Cionci sembra sapere quando sarà dichiarata la sede impedita, cosa ne pensi?, forse lo stesso Cionci potrebbe intervenendo qui, darci alcuni dettagli ?.

Vimana
Vimana
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

Spero sempre nel zanga zanga ma non arriva 😞

Spring
1 anno fa
Rispondi a  Vimana

Il fatto che l’EU alza la testa vuol dire che le cose non vanno proprio bene.

Intanto una nota azienda che produce biscotti ha cominciato ad usare anche la farina di ceci e quella di lenticchie per sfornare i suoi dolcetti da prima colazione.

E poi ho notato che alcuni supermercati a tutt’oggi sono sprovvisti di panettoni e pandori. L’anno scorso di questi tempi ne avevano già un centinaio sugli scaffali.

Vedremo tra qualche settimana se si tratta solo di un problema logistico o se la farina comincia davvero a scarseggiare

dott.G.I.
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

“L’ufficializzazione immancabile della sede impedita (non vi diciamo quando) porterà alla cancellazione completa dell’antipapato bergogliano e alla debàcle dei movimenti mondialisti e anticristici da lui sponsorizzati.” (Mario Mancusi)

Da tempo abbiamo detto che la tesi di Andrea Cionci è una semplice congettura, cioè una TEORIA che non ha alcun fondamento giuridico di Diritto canonico (feci un lungo commento su munus e ministerium, sinonimi) e che, inoltre, si fonda su un presupposto ingiusto ed una aspettativa fallace.

Il presupposto ingiusto è credere che il Papa Benedetto XVI abbia agito non come una semplice colomba, ma come un astuto serpente, un machiavellico calcolatore e mistificatore, un mentitore, mascherando nella sua Declaratio la prova della nullità della sua rinuncia, così ingannando milioni di cattolici.

L’aspettativa errata e fallace (perché destinata a cadere nel nulla) è quella di sperare in una futura ufficializzazione pubblica della Sede impedita, cioè della sua dichiarata menzogna. Finora non è avvenuto e non credo avverrà mai.

Il merito di Cionci, a mio parere, è quello di tenere desti alcuni cattolici (ignari) sull’anomalia di questo pontificato e sui pericoli a cui esso può portare; ma l’ipotesi in sé è sbagliata, perché è la risposta errata a un problema reale, o, come dice Aldo Maria Valli, “le Sue conclusioni, … peccano per essere più ampie delle premesse“. Ed è così: abbiamo un problema da quasi dieci anni e come lo risolviamo? con un escamotage, con un trucco astuto e ingegnoso (= dicendo che non è Papa).

Tuttavia, può essere utile leggere il libro di Cionci (Codice Ratzinger) – che anch’io ho e sto leggendo, molto lungo – a patto che non si prendano le conclusioni dell’autore come un fatto vero e già accertato, ma come una pura ipotesi o comunque, un modo per riflettere sulle tante e gravi anomalie di questo Papa e sui pericoli del modernismo nella Chiesa.

La risposta di Aldo Maria Valli a Cionci (che condivido):
 

Gentilissimo Dott. Cionci, (…) le teorie del “Codice Ratzinger”, del “Messaggio in bottiglia”, e le altre teorie secondo le quali il vero ed unico Papa sarebbe ancora Benedetto XVI, sono prive di fondamento: e sono pure dannose, perché distolgono o buoni cristiani dal fare quel che invece bisogna oggi doverosamente compiere.

(continua qui)

Diceva bene NICOLA_Z nel post precedente, scrivendo che se mai fosse dimostrato, che Cionci si sbaglia sulla questione “sede impedita” (e io credo si sbagli), noi tutti gli dobbiamo riconoscere un gran coraggio e soprattutto il merito di tenere viva l’attenzione e la riflessione sul “dilemma” di questo Pontificato.

Ultima modifica di 1 anno fa da dott.G.I.
mario mancusi
1 anno fa
Rispondi a  dott.G.I.

2.748 – 20/10/2006
Cari figli, un segreto sarà rivelato e ci sarà grande confusione nel palazzo. Non permettete che nulla vi allontani dalla verità.

3.785 – 5 marzo 2013
La barca di Pietro ondeggerà e ci sarà grande confusione. Pietro e il segreto: ecco la risposta.

4.061 – 18 novembre 2014
Cari figli, il segreto di un uomo sarà rivelato e ci sarà grande confusione e divisione nel Palazzo (Vaticano). Inginocchiatevi in preghiera.

4.451 – 04/04/2017
La Chiesa e il Segreto: Ecco che tutto si realizzerà. La Grande Nave sarà colpita ma come promesso, la vittoria finale sarà del Signore. Avanti nella verità.

4820 25/06/2019
Cari figli, soffro per quello che viene per voi. Un figlio si pentirà e la verità sarà rivelata. Sarà un tempo di dolore per i Miei Devoti. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Grande sarà la confusione nella Casa di Dio

mario mancusi
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

https://youtu.be/ezwWhQBJTBE

Papa Benedetto è in sede impedita

Massimiliano
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

E senza alcun dubbio, aggiungo io. Evidenza chiarissima e senza possibilità di errore alcuno. Come per ogni cosa basta attendere. Saluti.
Massimiliano.

Massimiliano
1 anno fa
Rispondi a  Massimiliano

Ps. Cionci o non Cionci.

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

 https://aftershock.news/?q=node/1172010:
{….i droni navali si sono spostati lungo la zona di sicurezza del “corridoio del grano”, dopodiché hanno cambiato rotta in direzione della base navale russa di Sebastopoli. Allo stesso tempo, le coordinate del movimento di uno dei droni marini indicano il punto di partenza nella zona di mare della zona di sicurezza del “corridoio del grano” nel Mar Nero. Secondo gli esperti, ciò potrebbe indicare un lancio preliminare di questo dispositivo a bordo di una delle navi civili noleggiate da Kiev o dai suoi patroni occidentali per l’esportazione di prodotti agricoli dai porti marittimi dell’Ucraina}.
La Russia non ci ha pensato troppo: eliminato l’accordo sul grano.
https://aftershock.news/?q=node/1172185
La NATO esorta la Russia a riprendere urgentemente l’accordo sul grano con l’Ucraina{BRUXELLES, 30 ott. (Reuters) – La NATO domenica ha esortato Mosca a riavviare urgentemente un accordo mediato dalle Nazioni Unite che ha consentito all’Ucraina di riprendere le esportazioni di grano attraverso il Mar Nero nel mezzo di una crisi alimentare globale.
“Il presidente Putin deve smettere di usare il cibo come arma”, ha detto la portavoce della NATO Oana Lungescu. “Esortiamo la Russia a riconsiderare la sua decisione e a riaprire urgentemente l’accordo, consentendo al cibo di raggiungere coloro che ne hanno più bisogno”.
Ha osservato che tutti gli alleati della NATO hanno accolto con favore l’accordo raggiunto con l’aiuto della Turchia.
“Queste esportazioni hanno contribuito a far scendere i prezzi dei generi alimentari in tutto il mondo”, ha aggiunto Lungescu}.

Il grano ucraino non doveva andare ai paesi poveri? In effetti ci è andato non di più del 3% ! E dove è andato? Naturalmente in occidente … Oltre al gas e materie prime ci verrà a mancare anche il grano? In linea colle previsioni del tempo e anche dell’Apocalisse:

https://www.zerohedge.com/commodities/record-high-75-us-winter-wheat-suffers-drought
Record: il 75% del grano invernale degli Stati Uniti è colpito dalla siccità.
Per quanto riguarda il frumento invernale, quasi il 75% della superficie seminata è coperta da siccità, il dato più alto degli ultimi decenni.
Gary Millershasky, presidente della Kansas Wheat Commission, ha affermato che gli agricoltori, che applicano regolarmente fertilizzanti chimici ai loro campi in inverno per dare al terreno la possibilità di reintegrare i nutrienti prima della stagione di crescita primaverile, si rifiutano di usarli per paura che “evaporare e scomparire”.
Millershasky coltiva anche grano e mais nella parte sud-occidentale dello stato. Disse di aver piantato circa 4.000 acri di grano invernale, ma a causa di una grave siccità, si aspettava di raccoglierne solo 1.500… cioè meno della metà.
“Quando c’è una tale siccità, non sai se il grano germoglierà e morirà o germoglierà l’anno prossimo”, ha aggiunto.

La mancanza di umidità indica che alcune piante potrebbero non germogliare fino alla primavera, compromettendo i raccolti.
Monitoraggio della siccità negli Stati Uniti
Aree di produzione cerealicola soggette a siccità (± cambi settimanali):
Grano primaverile: 75% (+0%)
Grano invernale: 74% (+4%)
Soia: 71% (+10%)
Mais: 70% (+8%)

Drought.png
vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Anche se non è elegante dirlo,la siccita’ dal 2022 è un castigo di Dio atteso,purtroppo.A me lo dissero nel 2019(della siccita’ dal 2022).Tra molte cose che dice la Madonna nelle sue Apparizioni,piu’ delle previsioni realizzate e da realizzarsi,c’è il nocciolo di quello che disse a La Salette.Piaccia o non piaccia in Vaticano,Dio castiga,e riconoscere che Dio castiga, anche nella propria vita personale,è di una importanza decisiva. DECISIVA.Riconoscerlo e dirlo anche agli altri(Opera di Misericordia spirituale).Invece non dirlo è fare i bravi ragazzi per poi passare all’incasso dalla mamma.(Quella terrena,che fa gli gnocchi fintantochè ha l’acqua per cuocerli(o la corrente elettrica).

mario mancusi
1 anno fa

dott.G.i. cosa ne pensi di questa scaletta , sembra coincidere a quello detto fino adesso
IL REGNO DEI GIORNI FELICI | Johannes De Parvulis

QUADRO SINOTTICO (Avvenimenti futuri: le nove tappe)

  1. Ultimo precursore dell’anti-Cristo.
  2. Tregua provvisoria e precaria (il tempo presente).
  3. Inizio del potere dell’anti-Cristo. Falso Papa. Abolizione del Sacrificio perpetuo (la Messa). Nuove Catacombe (nelle case private). Realizzazione dei segni profetizzati a Dozulé, Medjugorje, Garabandal. (Grande Avvertimento. Grande Miracolo. Grande Castigo)
  4. Interventi celesti. Evangelizzazione della Terra. Riunificazione delle Chiese nella Chiesa. Conversione degli Ebrei.
  5. Scatenamento finale dell’anti-Cristo
  6. Rapimento della Chiesa nelle nubi. Sconfitta dell’anti-Cristo. Parusia intermedia. Inizio della Nuova Era.
  7. Nuova Era = Millennio felice = Paradiso terrestre finale.
  8. Fine del Millennio felice. Scatenamento di Satana in persona. (Periodo peggiore di quello dell’anti-Cristo). Apocalisse finale. Fine del Mondo.
  9. Parusia di Cristo (la terza, l’ultima). Risurrezione della carne. Giudizio Universale.
Vimana
Vimana
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

Questa ha già più senso delle vostre teorie

dott.G.I.
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

Johannes De Parvulis è un ex professore in pensione, studioso e appassionato della Valtorta.
Le sue ricostruzioni sono credibili, proprio perché in gran parte si basano sui testi della Valtorta.

«Il quadro sinottico che qui è proposto offre il vantaggio di riassumere tale futuro in nove tappe successive. Che il lettore lo consideri come un tentativo umano destinato ad interpretare il più onestamente possibile i progetti divini, non come un assoluto categorico (non lo potrebbe mai essere, giacché il futuro appartiene a Dio, che lo può anche modificare se così gli piace).»

Infatti, ci sono alcuni errori e cose incerte.

QUADRO SINOTTICO 

1. Ultimo precursore dell’anti-Cristo.
2. Tregua provvisoria e precaria (il tempo presente).
3. Inizio del potere dell’anti-Cristo. Falso Papa. Abolizione del Sacrificio perpetuo (la Messa). Nuove Catacombe (nelle case private). Realizzazione dei segni profetizzati a Dozulé, Medjugorje, Garabandal. (Grande Avvertimento. Grande Miracolo. Grande Castigo)

———————————————–

4. Interventi celesti. Evangelizzazione della Terra. Riunificazione delle Chiese nella Chiesa. Conversione degli Ebrei.
5. Scatenamento finale dell’anti-Cristo
6. Rapimento della Chiesa nelle nubi. Sconfitta dell’anti-Cristo. Parusia intermedia. Inizio della Nuova Era.
7. Nuova Era = Millennio felice = Paradiso terrestre finale.
8. Fine del Millennio felice. Scatenamento di Satana in persona. (Periodo peggiore di quello dell’anti-Cristo). Apocalisse finale. Fine del Mondo.
9. Parusia di Cristo (la terza, l’ultima). Risurrezione della carne. Giudizio Universale.

Questo quadro sinottico si basa sul seguente brano valtortiano:

27 agosto 1943
Dice Gesù:

«Anche nell’Apocalisse pare che i periodi si confondano, ma non è così. Sarebbe meglio dire: si riflettono nei tempi futuri con aspetti sempre più grandiosi. Ora siamo al periodo che Io chiamo: dei precursori dell’Anticristo [punto 1 del quadro sinottico, poiché il dettato di Gesù è del 1943]. Poi verrà il periodo dell’Anticristo [punto 3 del q. s.], che è il precursore di Satana [precursore di Satana quale apparirà nel punto 8 del q. s.]. Questo [precursore di Satana] sarà aiutato da manifestazioni di Satana: le due bestie nominate nell’Apocalisse. Sarà un periodo peggiore dell’attuale [1943]. Il Male cresce sempre più.

Vinto l’Anticristo, verrà il periodo di pace [punto 7 del q. s.], per dare tempo agli uomini colpiti dalle sette piaghe e dalla caduta di Babilonia, di radunarsi sotto il segno mio. 

L’epoca anticristiana assurgerà alla massima potenza nella sua terza manifestazione, ossia quando vi sarà l’ultima venuta di Satana. [punto 8 del q. s.]. Avete capito? Credere occorre, e non cavillare. Veramente tu avevi capito, appunto perché non cavilli. I dettati non si contraddicono fra loro. Occorre saperli leggere con fede e semplicità di cuore.»

Io dividerei il quadro sinottico in due parti:

– La prima parte, dal punto 1 al punto 3, più vicina ai nostri tempi.
– La seconda parte, dal punto 4 al punto 9, lontana.

Sui primi tre punti più o meno ci troviamo: 

1. Questo attuale è il periodo dei precursori dell’anticristo, che si concluderà con un ultimo e più potente precursore.
2. Il tempo presente, però, non è una tregua provvisoria, perché già operano molti anticristi precursori.
3. Dove dice: “Inizio del potere dell’anti-Cristo”, bisogna intendere non dell’anticristo-uomo, ma dell’anticristo-spirito, che prepara la strada per possedere il suo figlio prediletto, a suo tempo.

Dopo il Grande Castigo è tutto più incerto.
Al punto 4 non ci può essere la conversione degli ebrei, perché gli ebrei si convertiranno solo alla fine, dopo la “caduta” dell’anticristo-uomo (quello di Melania). Quindi, deve essere dopo il punto 6.
L’Evangelizzazione della Terra inizia già dopo il Miracolo, come pure la Riunificazione delle Chiese nella Chiesa cattolica.

Dal punto 6 in poi, entriamo nel mistero di eventi lontani: il Rapimento, il Millennio, la venuta di Satana… 

Lo schema però è quello, perché è basato sui dettati della Valtorta e sull’Apocalisse (non è arbitrario).

Per non confondersi, bisogna ricordare che, come scrive la Valtorta, “Vinto l’Anticristo, verrà il periodo di pace“, cioè la pace lunga, il “Millennio”. E sottolineo che la Valtorta scrive qui “Anticristo” con la “A” maiuscola.

Potremmo dire, similmente, che vinto l’ultimo precursore verrà una pace vera, ma breve, quella promessa a Fatima.

Se invece ponessimo il vero anticristo nei nostri tempi, significherebbe che staremmo già alle soglie del Millennio e ciò non è possibile, perché non abbiamo mai avuto finora “un certo tempo di pace” promesso a Fatima (“e será concedido ao mundo algum tempo de paz“). E nemmeno alcun Trionfo del Cuore Immacolato.
Sì, sono due “trionfi”, due paci, una breve e una più lunga. La più lunga segue la vittoria sull’anticristo finale (quello di Melania).
C’è un trionfo di Maria (pace breve) e un trionfo di Gesù sull’anticristo finale (pace lunga alcuni secoli).

Secondo Gesù che parla a Maria Valtorta, la cronologia degli avvenimenti è la seguente:

1) regno breve dell’Anticristo finale (3 anni e mezzo);
2) flagelli/piaghe, quali castighi di invito alla conversione;
3) Parusia spirituale di Gesù per vincere l’Anticristo;
4) Regno spirituale di Pace e Santità sulla Terra, il “Millennio” (Apocalisse 20,4);
5) ultimo scatenamento di Satana e guerra finale (Apocalisse 20,7);
6) Ritorno di Gesù per la vittoria ed il Giudizio, ed il Regno di Dio definitivo (Apocalisse 21).

Su quest’ultimo punto 4, il “Regno pacifico” sulla Terra o Millennio, non si può proprio dubitare che sia il regno di pace che seguirà la sconfitta dell’Anticristo finale, perché in quest’altro dettato, Gesù stesso dice: “Sarà il periodo di cui ti ho parlato” e ne aveva parlato il 27 agosto 1943 (sopra citato). Un “periodo” in cui alcuni “sono i rimasti fedeli alla Bestia anche dopo la sconfitta della Bestia e del suo ministro“. Misteriosamente, anche dopo la caduta dell’Anticristo, rimarranno alcuni suoi seguaci, servi della Bestia sconfitta.

12 novembre 1943
Dice Gesù:

«Quando verrà il tempo del mio Regno pacifico – e verrà perché l’ho promesso ed Io non manco alle mie promesse – i buoni sulla Terra verranno tutti a Me. Sarà il periodo di cui ti ho parlato, il periodo in cui lo spirito avrà raggiunto quell’evoluzione per la quale spontaneamente vi separerete in due parti. Quelli viventi fuori dello spirito giaceranno nelle loro tenebre in attesa di esser milizia per il Principe del Male. I viventi nello spirito verranno al seguito del Figlio santo di Dio, del Germe del Signore, amato e benedetto dagli uomini in grazia, che comprenderanno allora ciò che ora è compreso da pochi eletti e conosceranno quale sia la mia gloria e quale la loro di figli di Dio.
Radunerò i miei santi, poiché è santo chi mi ama e segue, ubbidiente e fedele. Li radunerò dai quattro angoli della Terra. E per il loro amore perdonerò le iniquità degli uomini. La bontà dei santi spegnerà il rigore della Giustizia, e l’amore mio e dei santi monderà col suo fuoco la Terra. Come un grande altare sarà la Terra pacificata con se stessa e con Dio, e su questo altare il Maestro istruirà nella conoscenza esatta della Verità gli uomini, perché i buoni non vacillino quando Satana, furente di vedere adorato dalla umanità il Cristo, si scatenerà per l’ultima battaglia.
Lotta di spirito contro spirito. Satana contrapporrà al mio Regno spirituale e alla mia istruzione la sua satanica guerra agli spiriti per traviarne i più che può, i più deboli, e dalle sue riserve, dalle sue fortezze, dove sono i rimasti fedeli alla Bestia anche dopo la sconfitta della Bestia e del suo ministro, trarrà gli agenti di seduzione per rovinare un’ultima volta l’opera di Dio, la cui rovina iniziò ai piedi dell’albero del Bene e del Male.
L’epoca satanica sarà tre volte più feroce dell’epoca anticristiana. Ma sarà breve perché per i viventi in quell’ora pregherà tutta la Chiesa trionfante fra le luci del Cielo, pregherà la Chie­sa purgante fra le fiamme purgative dell’amore, pregherà la Chiesa militante col sangue degli ultimi martiri.»

Per chi non avesse ancora capito: dopo la “sconfitta della Bestia” (e la Bestia in Apocalisse e nella Valtorta è l’Anticristo finale, non un precursore) viene il “Regno pacifico” di Gesù sulla Terra, ovvero il cosiddetto Millennio di pace. Ma sono tempi troppo lontani, che non ci riguardano.

Ultima modifica di 1 anno fa da dott.G.I.
vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa
Rispondi a  dott.G.I.

Dott.GI,grazie della spiegazione,ma ho sempre dei problemi su questo argomento.Il primo, il solito che ho detto altre volte, sui mille anni,che poi secondo Melania,come Lei dice, sono alcuni secoli,è che oggi molti interpretano alla lettera Apocalisse 20,4 ma la spiegazione classica era un’altra.Cioe’ i 1000 anni indicherebbe simbolicamente la rinascita alla grazia dopo il Sacrificio di Cristo,quindi il Battesimo e la s. Messa e coloro che ne partecipano.Apocalisse non è una stretta successione di eventi in ordine temporale,lo sappiamo.Preferisco rifarmi al Vangelo,e ricordare che Cristo risorto nel giardino incontra la Maddalena e dimostra di avere un corpo simile a quello di Adamo ed Eva, con doni preternaturali ma non ancora pienamente celeste e per questo non si lascia toccare.La Resurrezione prima dell’Ascensione forse equivale al Giardino Terrestre prima del peccato.Se il Tempo comincio’ con il peccato originale,il Giardino era fuori del Tempo,anticamera all’eternita’ del Paradiso a cui i progenitori erano destinati.Quanto all’Anticristo con la maiuscola,puo’ indicare un uomo indemoniato,mentre l’ultima offensiva di Satana puo’ avvenire non nel Tempo ma nel Giardino terrestre a cui l’Umanita’ ritorna dopo la sconfitta dell’Anticristo.Puo’ essere la rivincita in Cristo contro il serpente antico e la sua stirpe,e cosi’ si spiegherebbe la presenza di adoratori della Bestia anche dopo il Trionfo di Cristo nella Storia che chiude la Storia e il Tempo.In accordo col canto XXVII e ssgg del Purgatorio dantesco.Quindi Parusia intermedia, spirituale, si’,anche se ci sono quelli del “Cristo viene in carne e ossa” (invece verra’ col Giudizio Universale e la Resurrezione dei morti(che non è in Apocalisse 20.4).Pero’,durante la Parusia,gli uomini possono ancora peccare,in teoria,come i progenitori,ma la Grazia di Dio lo impedisce.Come è per le anime del Purgatorio:e questo perchè il Tempo, la Storia,sono chiusi,sigillati dal Trionfo definitivo di Cristo,che chiamate ” pace lunga”,ma per me il Trionfo di Cristo,imo,è ontologicamente diverso da quello di Maria,onnipotente per Grazia ma non per natura.Con Cristo(Dio) risorto,in Cristo, siamo non in una sospensione felice del Tempo,come con la Madonna(pace breve)ma fuori del Tempo,e il trionfo definitivo di Maria non puo’ che essere in Cristo risorto,fuori del Tempo,non nel Tempo,quindi s’identifica con quello di Cristo e della Chiesa(processione incontrata da Dante alla fine del Purgatorio.Chiesa militante e chiesa purgante sta nel Tempo.Chiesa gloriosa o trionfante sta nell’Eternita’(Increata).l’Eden era l’anticamera dell’Eternita’.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Su quello che dice Valli,circa il Codice Ratzinger,con tutto il rispetto,non sono convinto.Intanto la conclusione,dove parla di un “nuovo modernismo contrario al primo” al posto “di fare il contrario del modernismo”.Ricercato,ma non ci “azzecca” direbbe qualcuno.Proprio perchè antimodernista fin da quando aveva i calzoni corti,Valli non puo’ confondere le eresie moderniste su materia di fede sub specie aeternitatis,e molto altro, con l’ipotesi di un rocambolesco ribaltone ecclesiale ed ecclesiastico,a prescindere che avvenga o meno.La Chiesa militante sono i fedeli,poi ci sono la Purgante e la Trionfante.Ecco forse perchè la Madonna ad Anguera, se è Lei,puo’ dire che “il veleno non è nel frutto ma nell’albero”.Fosse velenoso l’albero,il frutto sarebbe velenoso,ma è nell’albero.Insomma,l’Eucarestia è valida sostanzialmente.Nessuna falsa Chiesa ma semmai dei falsi pastori(come al tempo di Elia e del libro biblico di Malachia).Anche io ragionavo come Valli anni fa,ma temo che Valli si sia chiuso troppo in una torre d’avorio.Diceva GPII:”Se vuoi rimanere giovane devi stare coi giovani”.Capisco la mentalita’logica e “vincente” della fedelta’ all’Istituzione,ma pure la Bibbia,vedi Abramo,vedi Ester,vedi Rebecca verso Esau’, non esclude una certa flessibilita’.Con Dio non si sa mai ,non si puo’ appendere il cappello,Dio sorprende.Che significa che Benedetto,se il Codice Ratzinger fosse reale, ingannerebbe i fedeli?Moralismo nevrotico che non ci azzecca.Allora Dio,non poteva dirlo subito che era Uno e Trino?Dico:dirlo chiaramente,esplicitamente?Ha forse ingannato Isreale inviandogli un Messia improbabile( ma documentato per chi avesse studiato con sincerita’ le Scritture?).Forse il problema non è Ratzinger,ma il moralismo velleitario se uno s’irrigidisce senza conoscere tutto dall’interno.la guerra è guerra,e a Benedetto ,e alla Chiesa, hanno fatto guerra e dall’interno.Altro che far le anime belle.Non lo dico per il dott. GI,che sulle elezioni ha dimostrato di non far l’anima bella.

Massimiliano
1 anno fa
Rispondi a  dott.G.I.

L’importante come sempre è essere convinti di ciò che si afferma, ma questa è solo un’interpretazione e niente di più. Può essere come no. pari sono. E leggendo attentamente la Valtorta, visto che di lei si parla, non sarei così certo di questa lettura dei fatti…Anzi! Saluti.
Massimiliano

mario mancusi
1 anno fa

AS PROFECIAS: SERÁ AGORA? – YouTube

dott.G.i. potresti tradurre questo video, grazie

dott.G.I.
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

Pedro commenta l’esito del ballottaggio tra Lula e Bolsonaro, alla data del 31 ottobre. 
Jair Bolsonaro, dopo oltre 24 ore dalla fine delle elezioni, non aveva ancora commentato, né riconosciuto la vittoria di Lula. Ieri l’ha fatto, dopo oltre 40 ore di silenzio, ma non ha riconosciuto la vittoria dell’avversario. Ha accettato di iniziare la transizione.
“Continuerò a seguire la Costituzione”, ha detto Bolsonaro. “Il nostro sogno continua, più vivo che mai, siamo per l’ordine e il progresso. Sono stato sempre etichettato come antidemocratico, pur muovendomi sempre dentro la Costituzione”.
Le proteste dei suoi sostenitori continuano, con blocchi stradali e autostradali in una ventina dei 27 Stati del Paese. L’obiettivo è raggiungere l’area dei Palazzi del potere a Brasilia – che include il Palazzo Presidenziale, la Corte Suprema e il Parlamento. Parlano di «resistenza armata».
Alcuni dicono che i dimostranti invocherebbero l’articolo 142 della Costituzione, che prevede l’intervento delle Forze armate per ristabilire l’ordine tra i poteri. Poiché l’esercito è dalla parte di Bolsonaro, c’è il pericolo di una guerra civile…

– Pedro, le profezie, sarà ora? accadranno ora?… beh, credo che alcune di esse sì… preghiamo… Nostra Signora ha detto: piegate le vostre ginocchia in orazione, pregate per il Brasile… quante volte l’ha detto…

– Molta gente è rimasta delusa perché ha pregato e apparentemente, le cose non sono accadute, APPARENTEMENTE… Pedro, e le preghiere della gente? Non date la colpa ai nordestini [quelli del nord-est] per ciò che è successo, sto solo aspettando il pronunciamento del presidente, che finora non ha parlato ancora… anche i suoi sostenitori stanno ancora analizzando le elezioni e non si sono espressi… io guardo, aspetto… la faccenda è molto seria, è mancata molta onestà… se fosse un processo elettorale ben trasparente, dentro la legalità, ma la giustizia ha voltato le spalle alle cose ingiuste [parla di alcuni brogli, voti rubati]

– Pedro, in un clima come questo, tu vai a parlare di queste cose? Io parlo, parlo per ricordare alle persone che Nostra Signora avvisò che fatti gravi sarebbero accaduti in Brasile… domanda: sarà ora che questa profezia si compirà? Non lo so, sono sincero, non lo so, voglio mostrare queste cose, che se non sarà ora, sarà in seguito… ma la profezia si compirà…

Qui comincia a citare questi quattro messaggi sul futuro del Brasile:

4.042 – 4 ottobre 2014
Cari figli, camminate verso un futuro doloroso. La Terra della Santa Croce berrà il calice amaro della sofferenza. Si diffonderanno conflitti violenti e il dolore sarà grande per i miei poveri figli.

2.522 – 14.05.2005
La capitale del Brasile vivrà momenti di angoscia e il sangue scorrerà nella famosa piazza.

2.513 – 23.04.2005
Cari figli, inginocchiatevi in preghiera supplicando la misericordia di Dio per la vostra nazione. Il fumo del demonio si è diffuso in Brasile, causando cecità spirituale in molte anime. Ritornate in fretta. Pentitevi dei vostri peccati. La vostra nazione inciamperà e lungo le strade ci saranno conflitti e spargimento di sangue. Il Brasile sarà in guerra. La bandiera: ecco che in essa vi è la causa della guerra. Pregate molto.

3.886 – 12 ottobre 2013
Inginocchiatevi in preghiera per il Brasile. La vostra nazione berrà il calice amaro del dolore. Gravi conflitti si diffonderanno per il Brasile e un grave e doloroso attentato richiamerà l’attenzione del mondo. Sono vostra Madre Addolorata e soffro per quello che vi attende.

– Se prima le persone pregavano per il Brasile, in questa settimana, è bene che la gente preghi di più… chiedo di intensificare le preghiere, chiedendo a Dio che il Suo Braccio faccia Giustizia… quando la giustizia della Terra non funziona, la gente chiede quella di Dio… sento il pericolo di confusione che può venire da queste cose… questa cosa del comunismo, del socialismo, che è una piaga per l’umanità e che è stata condannata dalla Chiesa cattolica, è una cosa pericolosa…

– Io sto a guardare, non ho nulla a che vedere con la politica, ma temo che le cose non siano chiare… la gente vede le promesse della sinistra che si vanno a compiere, e non sono promesse buone, non sono promesse che hanno Dio dentro di esse… non sto né inventando, né calunniando nessuno…

– Ci sono molti gruppi di preghiera che pregano per il Brasile, vari gruppi cattolici di destra stanno pregando per il Brasile, da tutto il mese, ma nessun gruppo di sinistra sta facendo questo…

– Dio rispetta la nostra libertà, se la gente vuole fare cose ottime, bene… se vuole fare cose sbagliate, Egli le rispetta, non è ottimo, ma le rispetta; se voglio andare in Cielo, ottimo, se voglio andare all’inferno, non è ottimo, ma Dio rispetterà, perché Egli è un dio di libertà… è bene che la gente continui a pregare per il Brasile… la gente percepisce che qualcosa di strano e di sbagliato è accaduto [alle elezioni]…

– Non smettete di amare il Brasile, non smettete di pregare, chiediamo benedizioni per tutti noi brasiliani, sia di destra che di sinistra, perché siamo tutti figli di Dio, ma ricerchiamo ciò che è giusto, speriamo nella risposta, non è ancora arrivata una risposta, chiara, oggettiva e giusta, perché ingiustizie sono state commesse… confidiamo in Gesù e Maria, che Dio salvi il nostro Brasile…

La “famosa piazza” (3 messaggi in tutto), come già dissi in passato, sembra senza dubbio legata a Brasilia, la capitale:

La capitale del Brasile vivrà momenti di angoscia e il sangue scorrerà nella famosa piazza.” (2522)

Aggiungo anche quest’altro, che pare descrivere la morte in un attentato di qualcuno importante (Lula? Bolsonaro?), proprio in quella famosa piazza:
 
Nella famosa piazza cadrà e la croce sarà pesante per i Miei poveri figli.” (4470)

Ricordiamo che Bolsonaro ha già subito un grave attentato pubblico nel 2018 (fu accoltellato al fegato). C’è il video:
https://www.youtube.com/watch?v=odDKiUw_LDY
http://it.euronews.com/2018/09/06/brasile-accoltellato-jair-bolsonaro-candidato-della-destra-lula-dilma-rouseff-destra

Il caos cresce in Brasile.

Ultima modifica di 1 anno fa da dott.G.I.
Remox
Editor
1 anno fa
Rispondi a  dott.G.I.

Sottolineerei il particolare sulla bandiera. Non è solo la scritta “ordine e progresso”, ma il disegno delle stelle. Ogni stella rappresenta un stato brasiliano. Sono 27 stelle per 27 stati. Fra queste la stella del sud rappresenta il distretto federale, ovvero la capitale Brasilia. In diversi messaggi questa città è citata per le violenze che vi avverranno. La guerra civile con la causa nella bandiera sembra riferirsi alla lotta per il potere nella capitale brasiliana. Ecco quindi che queste elezioni possono essere la miccia di innesco di questa rivolta.
Non dimentichiamo il messaggio sull’attentato al parlamento brasiliano e sulla piazza dei tre poteri.

2.513 – 23.04.2005
Il fumo del demonio si è diffuso in Brasile, causando cecità spirituale in molte anime. Ritornate in fretta. Pentitevi dei vostri peccati. La vostra nazione inciamperà e lungo le strade ci saranno conflitti e spargimento di sangue. Il Brasile sarà in guerra. La bandiera: ecco che in essa vi è la causa della guerra.

2.606 – 24.11.2005
La Stella perderà la sua brillantezza.

2.663 – 04/04/2006
Cari figli, la stella del sud perderà la sua brillantezza e gli uomini temeranno i grandi eventi.

2.745 – 12/10/2006
Cari figli, sono la Madre e la Regina della vostra nazione. Inginocchiatevi in preghiera per il Brasile. Una stella del vostro Brasile si spegnerà e porterà sofferenza per molti. State attenti.

2.522 – 14.05.2005
La capitale del Brasile vivrà momenti di angoscia e il sangue scorrerà nella famosa piazza.

2.839 – 19/05/2007
Dio è rattristato a causa dei vostri peccati. La capitale del Brasile sarà vittima del suo stesso popolo. Ci sarà grande distruzione. Pregate. Pregate. Pregate.

2.496 – 17.03.2005
Cari figli, un uomo cieco, un uccello veloce, uomini riuniti e un piatto rotto. Chi guarda solo se stesso perde la grazia di Dio.

2.800 – 17.02.2007
Arriverà il giorno in cui tre poteri saranno dominati. Pregate per il Brasile. Dio vuole salvarvi.

mario mancusi
1 anno fa
Rispondi a  Remox

https://www.rainews.it/video/2022/11/brasile-i-sostenitori-di-bolsonaro-chiedono-ai-militari-di-lasciarlo-al-potere-e3907511-1249-4484-a70c-5e388102c8fb.html

Brasile, i sostenitori di Bolsonaro chiedono ai militari di lasciarlo al potere
A migliaia si sono radunati sotto la pioggia davanti al Comando militare orientale a Rio de Janeiro, uno degli otto quartier generali regionali dell’esercito. Proteste anche a San Paolo e a Brasilia

17:47

In Brasile migliaia di sostenitori del presidente Jair Bolsonaro hanno chiesto ai militari di mantenere il leader di estrema destra al potere, anche se la sua amministrazione ha segnalato la volontà di cedere le redini al rivale di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva.

I sostenitori di Bolsonaro si sono radunati sotto la pioggia davanti al Comando militare orientale a Rio de Janeiro, uno degli otto quartier generali regionali dell’esercito. Molti di loro hanno alzato i pugni chiusi in aria mentre sventolavano le bandiere verde-giallo e blu del Brasile e cantavano l’inno nazionale. Alcuni hanno intonato slogan come “Forze armate, salvate il Brasile!” e “Uniti, il popolo non sarà mai sconfitto!”

Nel frattempo, i camionisti che per giorni hanno mantenuto posti di blocco in tutto il Brasile per protestare contro la sconfitta di Bolsonaro non hanno ancora abbandonato la protesta, nonostante un ordine della Corte Suprema di rimuovere i blocchi.

Proteste anche a Brasilia e a San Paolo
Con il passare delle ore, aumenta la concentrazione di manifestanti pro-Bolsonaro davanti alle caserme in vari capoluoghi, tra cui la megalopoli di San Paolo. Nella capitale, Brasilia, crescono le proteste – segnala la versione online del quotidiano Correio Braziliense – con clacson, fuochi d’artificio e trombette. Da ieri i dimostranti si sono accampati presso il Quartier generale dell’esercito, nel Settore militare Urbano (Smu) di Brasilia. ‘La nostra bandiera non sarà mai rossa’ è uno degli slogan gridati dalla folla. Motociclisti e camionisti si sono intanto uniti alla manifestazione, causando disagi al traffico nei dintorni della città.

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

La fame arriva; non preoccupatevi: mandate le armi … gratis possibilmente e non preoccupatevi! Naturalmente ciò vale anche e soprattutto per l’Italia!
https://www.bristolpost.co.uk/news/bristol-news/one-eight-skip-meals-half-7759843
Uno su otto salta i pasti, metà di noi riduce l’acqua calda: come Bristol sta affrontando la crisi del costo della vita.{L’enorme sondaggio di Opinium è un “brusco promemoria” delle pressioni sul costo della vita a Bristol e nel South Gloucestershire.
Di Tristan Cork giornalista senior 14:56, 30 OTTOBRE 2022.

Una persona su otto a Bristol perde i pasti o non mangia cibo perché non può permetterselo e più della metà di tutte le persone a Bristol ha ridotto la quantità di acqua calda, riscaldamento o elettricità che utilizza nelle proprie case, secondo i dati di un’enorme indagine sulla crisi del costo della vita.
E più della metà delle persone che vivono nella parte orientale di Bristol hanno ridotto la cifra che spendono per il cibo, ha rivelato il sondaggio della società di sondaggi Opinium.
Il sondaggio, che ha intervistato cinque volte più persone in tutto il paese rispetto ai normali sondaggi di opinione, ha rivelato l’entità dell’impatto della crisi del costo della vita, con buste paga a Bristol che dovrebbero valere circa 1.200 sterline all’anno in meno quest’anno in in termini reali, rispetto al 2021.
Il sondaggio Opinium ha intervistato 10.495 adulti negli ultimi cinque giorni di settembre di quest’anno, solo pochi giorni dopo il disastroso mini-budget del 23 settembre che alla fine ha portato alle dimissioni di Liz Truss da Primo Ministro.
Il sondaggio ha rilevato che una persona su otto a Bristol perde i pasti o rimane senza cibo perché è a corto di soldi e poco meno della metà sta tagliando la somma che sta spendendo per il cibo questo autunno. Una cifra che sale a quasi una persona su sei a South Bristol. ….}

Bristol.png
Spring
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Non solo Bristol. Anche Londra è messa male.

Spring
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Ho dimenticato il video sulla recessione

P.Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

Strano! I commenti compaiono e poi scompaiono; che succede?

Spring
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Proviamo. Vediamo se resta almeno qualche fingerprint

Nicolò98
Nicolò98
1 anno fa

Forte tensione tra le due Coree e voci (per quanto da prendere con le pinze) di un possibile conflitto tra Iran ed Arabia Saudita (ed ovviamente Israele, specie ora con il ritorno di Bibi Netanyahu, non potrà starne fuori) imminente.
Pedro Regis ed Anguera non parlavanodi una nuova guerra nove mesi dopo lo scoppio di quella ucraina? Quindi a novembre…dovremmo esserci…

Dimash
1 anno fa
Rispondi a  Nicolò98

Sì, infatti bisogna vedere cosa accade in questo mese di Novembre. A meno che è una interpretazione fallace di Pedro, perchè contrariamente a quanto sostiene qualche errore lo sta facendo, vedasi ad es. il mancato tsunami che doveva essere causato dalla supposta frana dell’isola di La Palma nelle Canarie

Lucio Anneo
Lucio Anneo
1 anno fa
Rispondi a  Dimash

Pedro si arrabatta, un colpo al cerchio e uno alla botte, dice e non dice…tirando le somme non sa niente e la presunta entità celeste non lo tiene informato…paralisi della scrittura automatica?

Dimash
1 anno fa
Rispondi a  Lucio Anneo

Ultimamente tira ad indovinare, specie riguardo i tempi degli eventi predetti ad Anguera, non tanto sul cosa accadrà, ma anche lì però azzarda a volte. Gli sarà venuta una smania di protagonismo, come con altri veggenti in passato. Dovrebbe stare più accorto a quello che dice e parlare anche di meno, invece di fare ipotesi sue. Se le apparizioni sono vere quello che è evidente è che lui non sà i tempi degli avvenimenti descritti, a volte più nel vago, a volte più dettagliatamente,nei messaggi ricevuti. Con la sua incontinenza di video su video non stà rendendo un buon servizio, ma molta confusione.

Ultima modifica di 1 anno fa da Dimash
Sombrero
1 anno fa
Rispondi a  Dimash

Concordo, i veggenti dovrebbero essere sicuri e stare più accorti in quello che dicono se sono vere le apparizioni. Ora non sto dicendo che non sono vere, ma che forse non tutte lo siano. Infatti a Medjugorie solo le preme 7 apparizioni sono confermate dalla Chiesa le altre non mi pare. Correggetemi se non sia così.

Dimash
1 anno fa
Rispondi a  Sombrero

Sì, solo le prime sette apparizioni di Medjugorje sono state ritenute vere dalla commissione d’inchiesta Ruini, voluta da Papa Ratzinger.

https://it.aleteia.org/2020/02/21/medjugorje-apparizioni-madonna-dossier-ruini/

Mentre per le apparizioni successive il giudizio è sospeso. Personalmente credo anche alle successive, o almeno ad una parte di esse. Però nulla è sicuro, almeno finchè non iniziano a compiersi i segreti, che dovrebbero attestare l’autenticità delle apparizioni. Vedremo se si realizzeranno.

Spring
1 anno fa

Minacciano ritorsioni contro Biden, poi impongono all’Italia di prendersi la loro annuale dose di immigrati. Eppure il grande caldo pare essere terminato.

P.Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa
Rispondi a  Spring

Mentre gli inglesi sentono puzza di bruciato e qualcuno anche un leggero languorino allo stomaco, mentre gli europei dimostrano di non essere affatto preoccupati con in prima fila i tedeschi, tantomeno gli italiani che hanno affollato le spiagge per sfruttare anche il l’estate di novembre, anche i russi sono contenti e lo dimostrano pure:
https://en.topcor.ru/29103-pochemu-svo-na-ukraine-mozhet-zakonchitsja-sovsem-skoro.html
{Epigrafe: “In tutti questi otto anni ho arato come uno schiavo nelle galee, con piena dedizione di forze. Sono soddisfatto dei risultati del mio lavoro…” (VV Putin)
Bene, signori, ho buone notizie per voi. Putin ha appena promesso che ci aspetta “il decennio più imprevedibile dalla seconda guerra mondiale”. Quindi, mi affretto a farti piacere: Putin non ha ingannato, è già iniziato! Allacciate le cinture di sicurezza: quest’anno, che non è ancora finito, sarà il più violento e il più divertente ci aspetta nel prossimo futuro (prima del nuovo anno).

Un paio di testi fa ho scritto di un certo accordo tra il Cremlino e Washington, e non avevo alcuna informazione privilegiata, solo teoricamente e schematicamente, tutti i fattori lo indicavano. Ora ci sono prove circostanziali. Credimi, io stesso sono scioccato. Raccomando la lettura di questo testo a tutti i cittadini allarmistici del nostro paese, che hanno già preso tutti con le loro lamentele sul fatto che Putin è un debole, non controlla la situazione, ha fallito l’SVO e sta portando il paese alla morte, e solo del branco di traditori e liberali che si è circondato, quindi solo il pigro non ne parla (qui sia allarmisti che patrioti, abbracciandosi e tenendosi per mano, stanno versando acqua sul mulino dei nostri nemici ormai da otto mesi, che non smettono mai di stupirsi di tanti utili idioti che non devono nemmeno pagare) .

Allo stesso tempo, non nascondo il fatto che nelle mie scoperte di oggi non rivendico affatto gli allori di Cristoforo Colombo o di Amerigo Vespucci, ho attinto la mia conoscenza esclusivamente dalle dichiarazioni di Mikhail Khazin (si definisce modestamente solo un economista ), che un mese fa ha espresso l’ipotesi che l’America haplyk. Così ha detto, anticipando l’incontro del suo club “Street of Truth”:
Ebbene, onorevoli colleghi, voglio congratularmi con voi, viviamo in un momento fantastico in cui tutto è già stato deciso, ma non sta ancora succedendo nulla. Tuttavia, mi permetto di affermare che presto l’America avrà un FSE (haplyk è già da me)!.

Biden è un cadavere politico

Epigrafe: “La guerra è una cosa troppo seria per essere affidata ai militari” (Charles Maurice de Talleyrand).

Khazin ha costruito la sua base di prove sulla propria economia, la teoria secondo cui l’economia americana è surriscaldata e le basi non possono più supportare una sovrastruttura economica così costosa, guidata da Nonno Joe, che era il capo parlante delle élite liberali sovranazionali finanziarie globali, in parole povere, prezzemolo, un burattino di banchieri internazionali. La bolla speculativa di dollari americani non garantiti, gonfiata negli anni grassi di 30 anni di prosperità, è esplosa e tutti hanno visto che semplicemente non c’è nulla per tappare il buco che si è creato, non importa cosa stia facendo la Fed ora, peggiora solo. Non lasciarti ingannare dall’attuale leggero rafforzamento del dollaro nei confronti di altre valute forti (euro, sterlina, ecc. yen), accade sempre prima di un forte calo: hai ancora un rally così vertiginoso che le montagne russe sullo sfondo saranno sembrano solo scherzi infantili. In medicina, una storia simile è descritta come remissione: il defunto migliora sempre un po’ prima della… morte. In questo caso, il comportamento del rublo è indicativo – è l’unico che si è rafforzato nei confronti del dollaro negli ultimi otto mesi, il che indica l’andamento previsto da Khazin – sopravviveremo, il dollaro no!

Alla fine, questo è stato capito in America: il quarto giorno, il Vigilant Falcon locale ha notato che il quarto muro mancava nel capannone in cui erano stati collocati. Alla fine del secondo anno di regno di nonno Joe, le élite americane hanno notato che il vecchio non aveva un’agenda positiva, non importa quello che ha fatto; il paese cade solo da questo, l’inflazione va alle stelle, il dollaro si deprezza (questo può si vede non nel tasso di cambio del dollaro, ma nel business dei mutui americani è già entrato in un rapido picco), la recessione ha coperto completamente l’intera economia statunitense, anche la guerra iniziata dal nonno di Joe in Europa non sta più salvando la nave americana che sta affondando costantemente. Dopodiché, i topi scapparono da lui. Khazin ha attirato l’attenzione su questo fattore un mese fa: i Democratici hanno iniziato a disperdersi dall’affondamento del Titanic. Il primo a lasciare la nave democratica che affonda è stato l’ex candidato presidenziale democratico Tulsi Gabbard (per un secondo, un maggiore dell’esercito americano che ha preso parte personalmente a diversi conflitti scottanti). Ha ufficialmente annunciato il suo ritiro dal Partito Democratico, perché nonno Joe sta guidando nella direzione sbagliata. Dopodiché, iniziò un esodo di massa di democratici dalle sedi elettorali e dalle commissioni: questi topi burocratici sono sempre i primi a sentire l’odore del pericolo. L’ultima ciliegina sulla torta è stata una lettera di trenta democratici progressisti di sinistra sul loro disaccordo perché nonno Joe sta guidando nella direzione sbagliata. …}
Per ora godiamoci questa piccola estate di novembre, per il futuro si vedrà, tanto la colpa è sempre di “quegl’attri”.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Molto interessante.Pero’ manca un analisi sulla situazione interna russa.Se fosse traballante pure Putin?

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

un’analisi.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Ieri riflettevo sulle analogie della vittoria elettorale di F.d I.con quella del 2002 del Popolo delle Liberta’.Dice bene D’Alema coi suoi numeri,in un breve video su youtube dal titolo “Quello che mi piace della Meloni”.Elettoralmente nessuna rivoluzione,tranne l’astensione cresciuta.Aggiungo che allora Veltroni fu il perdente, oggi Letta:sembra lo stesso copione manovrato dall’alto.Poi venne l’emergenza che prende in ostaggio i vincitori delle elezioni e il loro programma che va a farsi benedire.Insomma:come diceva Gianni Agnelli molti anni fa,i governi di sinistra fanno politiche di dx e viceversa.Vengono presi in ostaggio, e, ,anche,hanno quinte colonne interne. Speriamo non succeda pure a Putin(alla Meloni succedera’ di sicuro,serve per tenere buoni per un po’gli scontenti di centrodx). Per ipotesi,vedo Putin come uno che volendo fare una politica, di fatto,non in tutto ma nella politica estera, ha ottenuto il contrario,e ha fatto quella opposta,preparando la strada a un governo che magari dira’ bianco e fara’ rosso.Cioè guerra, invasione e persecuzione ai cristiani.Come se i burattinai di vertice mondiale si divertissero a usare i governi per scavarsi la fossa da soli e poi essere uccisi da chi gli spara e li fa cadere dentro e li seppellisce.Magari,come con Berlusconi,si diverte anche a fare la parodia della resurrezione di Lazzaro,e lo prende a suo servizio un’altra volta.Pero’ Putin non è un burattino nè un misero e volgare e meschino traditore.Ha fatto quello che poteva e doveva fare.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Aggiungo che la rapidita’ di cui parlano le profezie circa un’invasione in Europa Occidentale da est fu oggetto qui di interessanti e precise osservazioni critiche,basate pero’ sull’andamento della guerra in Ucraina che abbiamo visto finora,teleguidata dagli Usa tramite i satelliti.Satelliti che pero’ possono probabilmente essere messi fuori gioco,non so se dall’uomo o dalla natura.Interessante anche ricordare a questo proposito quanto diceva Fabio Mini a Margherita Furlan anni fa circa lo scenario post tecnologico su cui puntano i cinesi,a differenza di Nato e Russia.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa
vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

cliccando sul link lo da non piu’ disponibile ma scrivendo il titolo si arriva lo stesso

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

Secondo Putin prossimamente avremo una stagione speciale, infatti:
https://aftershock.news/?q=node/1174430
{Marjorie Taylor Green: l’Ucraina “non otterrebbe un centesimo” se i repubblicani vincessero le elezioni del Congresso.5/nov/22. Voci a Kiev hanno respinto l’impegno di Marjorie Taylor Green, sostenendo che non rappresentava il mainstream del suo partito.
Se i repubblicani riconquisteranno il Congresso a metà mandato della prossima settimana, “l’Ucraina non otterrà un centesimo”, ha detto giovedì la rappresentante degli Stati Uniti Marjorie Taylor Green in una manifestazione a Sioux City, Iowa, accusando il Partito Democratico al potere di mettere l’esercito ucraino al di sopra della vita degli americani.}

https://aftershock.news/?q=node/1174448
{L’avvio dei reattori di emergenza non è ancora possibile! Solo il caldo può salvare Parigi dai blackoutIl vapore sale dalle torri di raffreddamento della centrale nucleare di Electricite de France SA a Croix.
Mio Dio! La Francia si avvia verso i blackout invernali
Electricite de France SA taglia per la quarta volta le sue previsioni di produzione di elettricità a causa della chiusura del reattore.
4 novembre 2022
Agenda di oggi: la città della luce si scontra con l’oscurità.
È tempo che Parigi si occupi della società Electricite de France SA, che sta complicando
notevolmente la crisi energetica europea, alla vigilia dell’inverno.
La Francia eviterà qualche forma di blackout solo se l’inverno è mite. Ma non incolpare il presidente russo Vladimir Putin per questo: è un tuo successo.}

https://aftershock.news/?q=node/1174415
{I migliori consigli dell’esperta di pulizie Aggie Mackenzie per la Gran Bretagna affamata di energia5/nov/22. “Clean in the car”: un esperto di pulizie britannico spiega agli inglesi che in una crisi energetica non ha senso accendere la lavatrice: i vestiti che puzzano dovrebbero essere stesi al sole e quelli che non puzzano come i vestiti dei bambini e le mutande non dovrebbero essere lavate in linea di principio.
I migliori consigli dell’esperta di pulizia Aggie McKenzie:
🔴 invece di asciugare: “Prendi alcuni asciugamani e adagia le tue cose sopra, poi coprile con un altro asciugamano, arrotolalo bene e poi srotolalo. L’acqua finirà sugli asciugamani e i tuoi vestiti si asciugheranno”.
🔴 invece di lavare: “Appendete i vestiti puzzolenti all’esterno in una giornata di sole – I raggi UV sono ottimi per lavare via batteri e odori. Ma se non hai il lusso di uno spazio aperto, usare un piroscafo o un ferro da stiro sui tuoi vestiti eliminerà anche gli odori allentando le fibre del tessuto, che uccide i batteri odorosi”.
🔴 non lavare il bambino: “I bambini non puzzano tanto quanto gli adulti, quindi possono camminare più a lungo con i vestiti. Se il cibo viene a contatto con esso, dovresti semplicemente pulirlo con un panno umido il più rapidamente possibile fino a quando non viene assorbito dal materiale. E non c’è bisogno di accendere la lavatrice per le macchie”.
🔴 strofinare, non lavare: “Acqua semplice e un panno pulito si prenderanno cura di eventuali macchie. Il detersivo per piatti Diluted Fairy fa anche un ottimo lavoro nel rimuovere ogni tipo di macchia dai tuoi vestiti.
🔴 possedere i microbi più vicini al corpo: “Tutti i batteri sui tuoi vestiti sono i tuoi stessi microbi e non ti causeranno alcun danno. Quindi se non ha odore ed è sporco, non lavarlo!”
🔴 Mutandine dell’anno: “Usa i salvaslip e potrai mantenere le tue mutandine fresche molto più a lungo, quindi potrai cambiarle a giorni alterni.”
Finalmente degni trucchetti per gli inglesi, noti a tutta l’Europa.}
Il problema sorge per quei soggetti in specie anziani che come Fantozzi sono dediti al rutto libero e … come faranno senza lavatrice? Il rimedio per i più abbienti ci sarebbe: si fa il cambio ogni volta con biancheria intima nuova! Preso dal problema, anch’io ho perso il senno.

Spring
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

Se tornassimo all’età della pietra, non mi dispiacerebbe.
Purché tutti insieme.

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

Allegato

2022-11-05_231209.jpg
vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Tra un conferma e l’altra delle profezie serie,tra uno step e l’altro,una semplice riflessione da portare con se’,per chi è gia’ in grado di capirla,da molto o da poco tempo,e che sara’ in grado di “resistere” nella Fede(che è Sostanza delle cose sperate,e specialmente di quelle eterne).Riflessione che è anche un antidoto per gli “eterni”tra virgolette, genii e fenomeni de noantri “eternamente”immaturi. Un padre è un figlio,anche solo con un gattino siamese e i suoi occhi celesti in braccio,e affidandosi al Padre, diventa un Figlio.Un figlio,nelle braccia di un padre divenuto Figlio,puo’ diventare un padre, che affidandosi al Padre…etc. “Fatto salvo il “nego paritatem ,si capisce).

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

“una” conferma, porca miseria! :-)… e che bello,se,contemporaneamente, una brava ragazza da marito se ne accorge e capisce… Uno si sente giovane, anche se non tocchera’ a lui,padre spirituale dei futuri eventi,e grazie al Cielo di poter gustare questi piccoli ordinari e straordinari eventi.I veri eventi che meritano la cronaca, in fondo,o quasi.Gli altri sono un dèja vu con questi “dentro”,nel migliore dei casi.Nel peggiore…meglio non dire.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

(Fatto salvo il “nego paritatem”,si capisce).Porca miseria! 🙂

Spring
1 anno fa

31 ottobre 2022 (die Vorbereitung)
“… pregate in questi giorni, perché la più grande calamità sta per accadere…”

Guai in vista?

mario mancusi
1 anno fa
Rispondi a  Spring

La Preparazione – Die Vorbereitung (temponuovo.net)

dott.G.i. come valuti queste profezie ? grazie

dott.G.I.
1 anno fa
Rispondi a  mario mancusi

La Preparazione (die Vorbereitung)
https://www.dievorbereitung.de/lapreparazione/index.html

Sono messaggi di falsi spiriti che sanno alcune cose, non certamente di Gesù o di Maria SS.ma (che non parlerebbero mai in modi così rozzi e aspri).
Mettono subito a tacere chiunque osi porre dei dubbi:

Credete in questi messaggi e diffondeteli, perché più figli di Dio li conoscono e più anime possono essere salvate. Di’ questo mia amata figlia a chi dubita della veridicità di questi messaggi. Di più non devi fare. Chi non ci vuole sentire si chiuda in se stesso, ma tu che ti chiudi davanti alla verità, non pensare di avere il diritto di mettere in discussione la fede degli altri. Taci e non arrecar danno agli altri.” (Premessa)

Che bel garbo e gentilezza! Sembrano quasi avvertimenti mafiosi.

No, noi non tacciamo e diciamo che sono messaggi millenaristi (come quelli di MDM), dove il Millennio è annunciato come imminente ed è descritto in maniera distorta (cioè eretica).

Benedetto XVI è indicato come l’ultimo papa e “il vero rappresentante di Gesù qui sulla terra” e papa Francesco il falso profeta a servizio dell’anticristo.
Ne ho parlato qui:
https://www.ducadeitempi.it/2016/12/thrilling-2017/

Limitandomi solo ai messaggi sui “1000 anni” (scritto come fosse un numero preciso), si vorrebbe far credere che chi accetta Gesù, verrà sollevato, rapito, “preso” ed entrerà nel Regno millenario; mentre, chi lo rifiuta, andrà all’inferno per mille anni, dove soffrirà per mille anni. Terminati questi mille anni, questi dannati “a tempo determinato” avranno la possibilità di una nuova scelta: “Poi ci sarà nuovamente la possibilità di una decisione, però riguardo a questo non posso comunicarvi altro per ora.
Questa è un’eresia chiarissima: non esistono dannati per un certo numero di anni, perché la dannazione è eterna.

Messaggio nr. 273 – 16 settembre 2013
…se non si convertono, se non si pentono e non trovano Gesù, non potranno entrare in questo millenario Regno di pace, che il Padre vi profetizzò già da lungo tempo.

Messaggio nr.274 – 17 settembre 2013
Figlia Mia. Mia cara bambina il Nuovo Regno di Mio Figlio durerà 1000 anni. Vivrete in 12 nazioni con una sola lingua. L’adorazione sarà la vostra gioia quotidiana…

Messaggio nr. 275 – 17 settembre 2013
Vivremo tutti insieme nell’amore e manterremo la pace per 1000 anni.
Quando poi questo tempo finirà i Nostri figli, cioè voi, sarete sottoposti alla tentazione del diavolo, allora dovrete essere abbastanza forti da opporvi a lui, il male. Tutti i figli che allora resteranno fedeli al Padre, entreranno nel Suo Regno Celeste. Il Mio Regno finirà e noi vivremo per l’eternità con il Padre. Riguardo a questo, figli Miei non rompetevi la testa per comprendere, perché la cosa importante è il qui e l’adesso. IO non potrò portare con Me chi non si prepara, e costui avrà l’inferno come dimora per 1000 anni*.

*Non esiste l’inferno “come dimora per 1000 anni”. 
L’inferno è per sempre e chi ci va, ci va per sempre. Non è una dimora temporanea. 

Messaggio nr. 290 – 30 settembre 2013
In verità vi dico:
Chi non si rivolge in tempo a Me,
chi non MI accetta per Quello che Sono,
chi non Mi onora ma Mi calpesta,
perderà la propria anima e lo aspetteranno 1000 anni di sofferenza.*
Chi invece viene a Me,
chi Mi ama,
chi Mi è fedele e Mi onora,
verrà con Me e vivrà 1000 anni di pace.

*Chi perde la propria anima, non avrà soltanto 1000 anni di sofferenza.

Messaggio nr. 351 – 21 novembre 2013
…presto il vostro mondo finirà e per allora tutti i Nostri figli devono essersi convertiti, perché Mio Figlio verrà a salvare coloro che GLI hanno regalato il loro SÌ, che si sono dimostrati fedeli e Lo amano! Tutti gli altri però, cadranno nelle mani del diavolo, perché egli li trascinerà con sé e non li libererà più. Proveranno le pene dell’inferno e soffriranno per 1000 anni.*

*Anche qui è contraddittoria la frase: se è inferno (“cadranno nelle mani del diavolo”), non è sofferenza per soli 1000 anni, ma per sempre.

Messaggio nr. 401 – 5 gennaio 2014
Mio Figlio Gesù è superiore a lui, così come anche la Sua Santissima Madre, la vostra Vergine Maria e l’Arcangelo Michele. Maria schiaccerà la testa del serpente, la spada dell’arcangelo lo farà cadere e Gesù, il Mio dilettissimo Figlio, lo getterà nell’inferno. Là sarà incatenato per 1000 anni ma attenti, perché nell’inferno egli si muoverà liberamente. I suoi seguaci e tutte le anime innocenti, da lui rubate, cioè quelli che non si sono dichiarati per Mio Figlio, egli, il diavolo, le torturerà per 1000 anni*, infatti, all’inferno non ci sarà né apparenza, né splendore, né una “bella vita”. Egli distruggerà la bolla di sapone del mondo dell’apparenza inscenato per voi e al suo posto, la vostra esistenza sarà caratterizzata da atrocità e bugie, da umiliazione e disprezzo, da pena e dolore, miseria e tormento. Convertitevi quindi, perché non è, ancora troppo tardi e condividete anche voi la vostra vita con Gesù insieme ai Nostri fedeli figli. In questo modo vi saranno donati 1000 anni di pace, dove non vi mancherà nulla.  

*Il diavolo non tortura solo per 1000 anni.

Messaggio nr. 426 – 27 gennaio 2014
Nell’ora della sua morte, quando lui (l’uomo) è impotente e confuso, i demoni verranno e siccome non ha voluto saperne di Gesù, non ha preparato la sua anima e se stesso per il Signore, sarà catturato dai demoni degli inferi, che lo getteranno per via diretta nel lago di fuoco. L’inferno sarà il suo soggiorno e là brucerà, finché i 1000 anni della pace sono terminati. Poi ci sarà nuovamente la possibilità di una decisione, però riguardo a questo non posso comunicarvi altro per ora.

*Questo messaggio è gravemente eretico. Sono comunicazioni spiritiche di falsi spiriti, perché la Madonna non parlerebbe mai in questo modo.

Messaggio nr. 686 – 12 settembre 2014 
Figli Miei. È importantissimo che vi avviciniate a Mio Figlio perché senza di LUI vi aspettano 1000 anni di dannazione*. Soltanto dopo questo tempo, a tutte le anime, sarà data una nuova ultimativa possibilità, però soltanto pochi di voi sapranno sfruttarla perché la vostra anima sarà già troppo malata, troppo debole per portare in sé ancora un barlume di speranza e poter così trovare ancora la via per il Padre. Chiedetevi quello che desiderate: Una vita nella divina gioia, nella pace, nell’amore, nella felicità, nella sicurezza o 1000 anni di pena, travaglio, tormenti, sofferenze e desolazione*? 

*La dannazione per 1000 anni (“1000 anni di dannazione”) è un ossimoro.
C’è una contrapposizione tra 1000 anni di pace e 1000 anni di tormenti che è falsa e non trova fondamento nel cap. 20 dell’Apocalisse.

Messaggio nr. 705 – 3 ottobre 2014
Figli Miei. Resistete! Non Manca molto ormai! Gesù verrà per salvarvi e allora comincerà l’era dei 1000 anni di pace!

Messaggio nr. 726 – 24 ottobre 2014
Figli Miei. Dovete decidervi perché la fine si avvicina. A quelli di voi che donano a Gesù, il MIO Unigenito Figlio, il loro SÌ sincero sarà mostrata la via per il Nuovo Regno! Essi saranno innalzati* e avranno 1000 anni di pace.

*Il rapimento degli eletti.

Messaggio nr. 770 – 6 dicembre 2014
Dovete essere pronti per quel momento perché è più vicino, di quanto crediate e soltanto chi è puro ed è dalla parte di Gesù raggiungerà la vita eterna; tutti gli altri però periranno, catturati nell’inferno dove il diavolo sarà incatenato e la cui “porta d’entrata e d’uscita” sarà sbarrata! Tutti i figli “ salvati” saranno redenti e il Nuovo Regno diverrà la loro dimora. Quelli però che non si convertono andranno perduti e il diavolo li torturerà. Egli li tormenterà per 1000 anni*, poi “l’entrata e l’uscita” dell’inferno saranno aperte ancora una volta. 

*Ma il diavolo tortura solo per 1000 anni quelli che sono perduti? Poi c’è ricreazione?

Messaggio nr. 1102 – 14 novembre 2015
Venite, Figli Miei, venite, il Padre è puro amore. Grazie a quest’amore EGLI vi dona la pace di 1000 anni e questo tempo ora è imminente. Amen.*

*No, non è imminente una pace millenaria, ma una pace breve, predetta a Fatima.

https://www.dievorbereitung.de/lapreparazione/messagi/Tutti%20Messaggi/La%20preparazione%20-%20tutti%20messagi.pdf

Macao
Macao
1 anno fa
Rispondi a  Spring

Non conosco questo veggente, da quello che ho letto sembra che preveda una prossima Seconda Venuta (molto a breve) e instaurazione del regno dei 1000 anni, saltando di fatto il tutto il periodo di pace breve con l’avvento del Papa Santo e Grande Monarca (personaggi che non vengono nominati in queste apparizioni).

Sembra quindi discostarsi dalla linea temporale che già conosciamo, che prevede pace intermedia e breve con Papa Santo e Grande Monarca, comparsa e sconfitta dell’Anticristo (“A maiuscola”), e pace lunga con mondo trasformato (i “1000” anni).

Rispetto ad altri veggenti, sembra concentrarsi molto anche sul fenomeno del “sollevamento degli Eletti”.

Anche qui si fa riferimento all’Avvertimento di Garabandal, affermando che non appena si verificherà, tutti i successivi eventi profetici si compiranno precipitosamente.

Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa

https://www.spectator.co.uk/article/western-leaders-must-share-the-blame-for-the-energy-crisis/
Emmet Penney
L’Occidente è sulla strada della rovina energetica.
{Dall’inizio della guerra in Ucraina e dalle sanzioni che ha innescato, i prezzi dell’energia sono saliti alle stelle. Liz Truss ha avvertito che l’aumento delle bollette energetiche è un “prezzo che vale la pena pagare” per opporsi a Vladimir Putin. Il presidente Joe Biden ha definito le bollette vertiginose di quest’anno “l’aumento dei prezzi di Putin”. Margrethe Vestager, vicepresidente della Commissione europea, ha incoraggiato gli europei a fare brevi docce fredde per risparmiare energia. “Quando chiudi l’acqua, dì ‘Prendilo, Putin!”, ha esortato.
Ma i prezzi alti sono davvero colpa di Putin? Non si è sanzionato, dopotutto. È l’Occidente che ha scelto di isolarsi dai combustibili fossili russi su cui aveva fatto affidamento. Inoltre, le sanzioni non sono state un successo assoluto: i profitti delle società russe sono balzati del 25% tra l’imposizione delle sanzioni e la fine di agosto.
Allora, quali sono le origini dell’attuale crisi energetica? Quando è iniziato davvero?
Facciamo un gioco. Indovina da quale anno provengono questi titoli: “Riduzione della produzione di ammoniaca ad Anversa e Ludwigshafen”. “I prezzi elevati del gas naturale portano alla chiusura degli impianti di fertilizzanti britannici”. “Carenza di diesel a causa dell’aumento dei prezzi: il camion interrompe il ricorso al razionamento”. Se avessi indovinato il 2022, ti sbaglieresti. Sono tutti di settembre 2021.
La verità è che la crisi energetica è entrata in vigore alla fine dell’anno scorso. Una combinazione di rimbalzo della domanda post-Covid, siccità eolica in Europa e stoccaggio esaurito di combustibili fossili nel continente si sono scontrati per esercitare una forte pressione sui sistemi industriali mondiali. Aggiungiamo gli investimenti di lunga data in energie rinnovabili inaffidabili, la chiusura di centrali nucleari in tutto il mondo a seguito del disastro di Fukushima e un calo globale di oltre il 50% degli investimenti in petrolio e gas, da $ 700 miliardi (£ 635 miliardi) a $ 300 miliardi ( £ 270 miliardi) — tra il 2014 e l’anno scorso e hai tutto ciò di cui hai bisogno per dare il via a una crisi energetica globale. I carri armati russi che corrono dal Donbas a Kiev hanno solo peggiorato le cose.
Vorresti essere agganciato per tutto questo? È molto più facile incolpare il malvagio ragazzo russo
Quando i politici puntano il dito contro Putin, si stanno allontanando dai propri fallimenti. È difficile biasimarli, soprattutto se sono europei. Le fonderie di alluminio nell’UE hanno dovuto chiudere le operazioni, così come gli impianti di fertilizzanti, le fabbriche di vetro e vari altri produttori. La Germania, la più grande economia del continente, sta per perdere gran parte della sua base manifatturiera a causa degli alti prezzi dell’energia. I leader dell’industria e dei sindacati hanno lanciato l’allarme per mesi, avvertendo che il settore manifatturiero tedesco potrebbe crollare senza energia sufficiente. E non è nemmeno chiaro che i numeri di stoccaggio della Germania migliori del previsto siano sufficienti per farli passare l’inverno senza flussi dalla Russia.
Nel frattempo, nel Regno Unito, il numero di persone in ritardo con le bollette è aumentato vertiginosamente da tre milioni a quasi 11 milioni tra marzo e agosto. L’11% della popolazione britannica – quasi sei milioni di persone – sta già rinunciando al cibo per pagare le bollette energetiche. Vorresti essere agganciato per tutto questo? È molto più facile incolpare il malvagio ragazzo russo.
Non fatevi ingannare dal pensare che l’America sia immune dalla crisi. Certo, gli Stati Uniti hanno risorse interne incredibili, ma il Paese si sta muovendo anche in direzione europea. Negli ultimi anni, l’America ha chiuso prima del tempo le centrali nucleari, tra cui Palisades nel Michigan e Indian Point a New York. L’industria dei combustibili fossili non è interessata a rischiare capitali sull’espansione quando i Democratici continuano a blaterare per distruggerla. Non da quando Truman ha un presidente affittato così poche terre federali al settore petrolifero e del gas. A peggiorare le cose, la maggior parte della nuova capacità aggiunta alla rete è eolica e solare intermittente e inaffidabile.
Il risultato di tutto questo? I settori dell’energia e dell’elettricità americani sembrano anemici, fragili e costosi. Durante l’estate, la National Energy Assistance Directors Association ha riferito che circa 20 milioni di famiglie negli Stati Uniti – una casa su sei – sono in ritardo con le bollette. In alcune parti del paese i prezzi dell’elettricità sono aumentati del 233% rispetto allo scorso anno. … [segue un’analisi puntuale sulle energie].
Possiamo vivere in un paese in cui i burocrati decidono quando dobbiamo far funzionare le nostre lavatrici e asciugatrici per risparmiare le nostre infrastrutture mal gestite, o in un paese in cui possiamo goderci la libertà di perseguire i nostri interessi. Siamo a distanza di anni dalla prima e l’Inflation Reduction Act non aiuta: ci rende ancora più dipendenti dall’elettricità inaffidabile proveniente da eolico e solare, aumenta le tasse su petrolio e gas, dà all’EPA un potere quasi illimitato per frenare uso di combustibili fossili e non riesce assolutamente a depenalizzare il nucleare. Ma non è troppo tardi per correggere la rotta.
Durante la crisi energetica degli anni ’70, anche Amory Lovins, padrino dell’ideologia delle energie rinnovabili, invocò la scelta tra due percorsi energetici: il percorso ‘duro’ delle grandi centrali o quello ‘morbido’ di eolico, solare e biomasse. Ha basato la sua visione su una lettura errata della poesia di Robert Frost, “The Road Not Taken”.
Nella poesia, i percorsi non presentano alcuna reale differenza. Solo con il senno di poi, come razionalizzazione ad hoc, appare l’illusione della scelta. L’oratore della poesia si lusinga fingendo di “aver preso quello da cui si è meno viaggiato”. Lovins era un pessimo lettore e un povero pensatore: si è anche consultato sull’Energiewende tedesco, la sua “inversione di tendenza” verso la produzione di energia rinnovabile a basse emissioni di carbonio. I leader europei, e in seguito quelli americani, non Putin, hanno scelto la via morbida e si sono offerti volontari per il disastro. E ciò ha fatto la differenza.
Una versione di questo articolo è stata originariamente pubblicata nell’edizione mondiale di novembre 2022 di The Spectator}
SCRITTO DA
Emmet Penney
Emmet Penney è l’editore di Grid Brief, una newsletter su combustibili fossili, rinnovabili, nucleare e rete.
Non occorrono profezie: il disastro è voluto da teste di legno; Iddio li ha “cecati”.

vincenzo in guayas
vincenzo in guayas
1 anno fa

Mons. Marian Eleganti,vescovo ausiliare di Coira(Svizzera).Sua Eminenza Reverendissimo Mons.Rub Mutsaerts,vescovo della diocesi di s.Hertogenbosch nei Paesi Bassi.Sulla sinodalita’ di Bergoglio. La chiusa di Blondet fa centro almeno nella sostanza:legittimo o no,è antipapa,re infedele del nuovo Israele come lo furono molti dell’Antico Israele.

Macao
Macao
1 anno fa

Ultimamente noto che si parla molto di accordi Russia-Iran, specialmente in ambito militare:

https://www.google.com/search?q=accordo+russia+iran&rlz=1C1GCEA_enIT1028IT1028&source=lnms&tbm=nws&sa=X&ved=2ahUKEwiesJOy95v7AhWDW_EDHUKbBoMQ_AUoAXoECAEQAw&biw=1744&bih=906

Anguera, sull’unione Russia (Orso) – Iran (Leone):

2.516 – 30.04.2005 Cari figli, INGINOCCHIATEVI in preghiera per la pace nel mondo. L’umanità vive forti tensioni e cammina verso l’autodistruzione. UN UOMO ORGOGLIOSO FARA’ ACCORDI CON L’ IRAN. LUI SEMBRERA’ ESSERE UN PACIFICATORE, MA IN VERITA’ SARA’ UNA SPINA PER MOLTE NAZIONI. Gli UOMINI DEL TERRORE, capeggiati da colui che ha l’apparenza di un profeta, porteranno sofferenza e dolore al nido dell’aquila e al Paese del Salvatore. Ecco che sono giunti i tempi da me predetti. Pregate. State attenti. Io sono vostra Madre e sono al vostro fianco. Avanti con speranza.
2.902 – 13.10.2007 Cari figli, l’orso feroce alimenterà il leone e questo acquisterà grande forza per l’attacco. Inginocchiatevi in preghiera. L’umanità cammina verso una catastrofe.
3.135 – 17.03.2009 Arriverà il giorno in cui l’Orso feroce si unirà al Leone divoratore. La furia degli animali cadrà sulla Chiesa e i miei poveri figli consacrati porteranno una croce pesante. Soffro per ciò che vi attende. Ascoltatemi.

Qui capiamo che l’uomo orgoglioso è russo:

2.780 – 01.01.2007 Cari figli, SONO LA REGINA DELLA PACE e sono venuta dal Cielo per offrirvi la Pace. Aprite i vostri cuori al Signore e accogliete il suo amore misericordioso. State entrando ora nel tempo decisivo. LA LOTTA TRA ME E IL MIO AVVERSARIO SARÀ INTENSA. FATE ATTENZIONE. NON ALLONTANATEVI DALLA VERITÀ. Accogliete i miei appelli e cambiate vita. L’uccello sarà ferito nella costa e molti nidi saranno distrutti. Una montagna cadrà e ci sarà GRANDE DISTRUZIONE in molte regioni. LA RUSSIA INCIAMPERÀ E L’UOMO ORGOGLIOSO AGIRÀ CON LA FORZA DATAGLI DAL DEMONIO. Pregate. Solo tramite la preghiera l’umanità troverà la salvezza.

Con un possibile riferimento a Putin, nato a San Pietroburgo:

2.778 – 26.12.2006 Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la pace nel mondo. DA SAN PIETROBURGO USCIRÀ UNA SPINA CHE FERIRÀ I MIEI POVERI FIGLI. L’ALBERO DEL MALE È NATO LÌ E I SUOI RAMI SI DIFFONDONO NEL MONDO. IL SUO VELENO E’ MORTALE, MA IL SIGNORE VERRA’ IN DIFESA DEI SUOI. Coraggio. Non allontanatevi dal cammino della preghiera. Avanti senza paura. Dio è con voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

​​Tornando invece indietro al 28 febbraio 2005, sul Corriere della Sera si leggeva:

“​Nonostante l’opposizione americana, e le perplessità dell’UE, la Russia ha firmato ieri un accordo che la impegna a fornire all’Iran il combustibile nucleare necessario per attivare la discussa centrale di Bushehr.
[Bush non ferma Putin: combustibile russo alla centrale iraniana, “Corriere della Sera”, 28/2/2005, p. 9]”

Negli stessi giorni, sulla stampa si evidenziavano gli aspetti apparentemente contraddittori del comportamento di Putin:

Malgrado l’impegno contro la proliferazione nucleare, confermato a Bratislava, rimane l’assistenza dei russi alla costruzione del reattore atomico di Bushehr, mentre Putin insiste a negare che l’Iran aspiri alla bomba. Come può saperlo, anzi garantirlo? Vende anche tecnologie nucleari alla Siria, che mantiene truppe in Libano, trascurando l’infiammabilità di quell’area strategica. Perché?
[Alberto Rochey, Putin e l’ansia da assedio, “Corriere della Sera”, 26/2/2005, p. 1]

La Cina (Dragone) pure guadagnerà un alleato:

3.281 – 17.02.2010 Arriverà il giorno in cui il leone furioso si getterà ai piedi del dragone. L’unione delle fiere porterà grande sofferenza per i miei poveri figli.

Dagli accordi tra Russia e Iran, potrebbe però nascere la guerra in Medio Oriente:

2.516 – 30.04.2005 Un uomo orgoglioso farà accordi con l’Iran. Lui sembra essere un pacificatore, ma in verità sarà una spina per molte nazioni. Gli uomini del terrore, capeggiati da colui che ha l’apparenza di un profeta, porteranno sofferenza e dolore al nido dell’aquila e al Paese del Salvatore.
2.544 – 03.07.2005 Israele vivrà l’angoscia di un condannato, perché sarà sorpreso dagli uomini del terrore.
2.601 – 12.11.2005 Gli uomini del terrore agiranno nella terra della Madre e la sofferenza sarà grande per i miei poveri figli. Sarà preso in Brasile.

2.899 – 06.10.2007 Israele piangerà. La morte passerà e grande sarà la distruzione. La grande città sarà circondata e i suoi abitanti conosceranno una croce pesante.
2.695 – 17.06.2006 Su un monte presso Gerusalemme accadrà un fatto spaventoso.
2.563 – 16.08.2005 A GERUSALEMME, UN TEMPIO SARÀ RAGGIUNTO. LA VIOLENZA CRESCERÀ. SOTTO L’APPARENZA DI FRAGILI PROMESSE DI PACE, SI PREPARANO I MEZZI DI MORTE PIÙ AVANZATI E I MIEI POVERI FIGLI PROCEDONO VERSO UNA GRANDE SOFFERENZA

3.325 – 29.05.2010 L’umanità vivrà momenti di dolore per una grande guerra in Oriente. Il fuoco attraverserà il cielo e gli uomini saranno bruciati.
3.272 – 28.01.2010. IL MEDIO ORIENTE TREMERA’ PER IL GRANDE OLOCAUSTO ATOMICO. I MOMENTI DI DOLORE PER L’ UMANITA’ SI AVVICINANO.
2.501 – 26.03.2005 Il paese del Salvatore dovrà soffrire molto, ma quando sentirà la sconfitta si difenderà con armi che diffonderanno fuoco nel cielo.
2.557 – 04.08.2005 La terra si agiterà e tremerà per il grande olocausto atomico. L’Iran sarà devastato da Israele.

3.311 – 27.04.2010 L’umanità berrà il calice amaro della sofferenza. Betlemme vivrà l’angoscia di un condannato. La distruzione sarà grande e i miei poveri figli sperimenteranno una croce pesante.
2.806 – 03.03.2007 La morte passerà per la città santa. Il TERRORE sarà immenso. Non vi fu in tutta la sua storia un AVVENIMENTO simile. Pregate. Soffro per ciò che vi attende
3.145 – 10.04.2009 (Venerdì Santo). L’umanità affronterà grandi prove. Gerusalemme e molte città vicine sperimenteranno una CROCE PESANTE.
2.514 – 26.04.2005 La Città di Gerusalemme sarà distrutta e quando passerà la grande tribolazione non sarà riconosciuta; resterà solo un grande deserto.

Spring
1 anno fa
Rispondi a  Macao

Infatti, l’accordo Russia-Iran potrebbe essere la miccia che farà esplodere …
Non credo che abbiano dimenticato lo scherzetto dei caccia israeliani di qualche anno fa. E così sdogana anche l’uso dell’atomica, senza doverla utilizzare per primi.
Giochi molto pericolosi.

Il messaggio del 31 ottobre 2022 (die Vorbereitung) potrebbe riferirsi a questo.

Ultima modifica di 1 anno fa da Spring
Riesz_
P.Riesz_
1 anno fa
Rispondi a  Macao

Le profezie sopra riportate lasciano perplessi non per i fatti di guerra ipotizzati che potrebbero facilmente accadere, quanto nell’incolpare solo una parte: i cattivi sarebbero solo Putin, l’Iran e la Cina; mentre dall’altra parte Israele, Usa ed Europei sono assolti per le loro nefandezze perpetrate in Medio Oriente.

Macao
Macao
1 anno fa
Rispondi a  P.Riesz_

In realtà in nessun messaggio di Anguera, Israele, USA o Europa vengono descritte come nazioni “buone” scelte da Dio e immacolate, senza peccati.

Piuttosto, vengono descritte come nazioni che molto avranno da soffrire. E noi sappiamo che tanto più una nazione avrà da espiare, in chiave divina, tanto più avrà da soffrire. Ricordo che anche Dott.G.I. ne aveva parlato, a riguardo.

Sul Brasile ad esempio Satana esercita ed eserciterà un grande dominio, e sarà giustappunto una delle nazioni che più avrà da soffrire. Non è infatti un caso che la Madonna di Anguera spesso ci ricordi come abbia scelto il Brasile per apparire in questi ultimi tempi e che in nessun’altra nazione del mondo, abbia mai apportato né mai apporterà rivelazioni e contenuti così profeticamente ricchi.

Questo rende le apparizioni di Anguera uniche, nel loro genere. Se si riveleranno inoltre autentiche, solo il tempo ce lo dirà.

Macao
Macao
1 anno fa
Rispondi a  Macao

Riporto anche questo recentissimo articolo, per rafforzare ulteriormente la mia analisi di cui sopra:

Arma nucleare in Iran con l’aiuto della Russia: gli Usa lanciano l’allarme
https://www.money.it/arma-nucleare-iran-con-aiuto-della-russia-usa-lanciano-allarme

Share This