IL RITORNO DEL GRAN TURCO

scritto da Remox
02 · Gen · 2020

IL RITORNO DEL GRAN TURCO




Oggi il Parlamento
della Turchia si appresta a votare per l’invio di truppe in Libia al fianco del
Governo di Al Serraj, l’unico riconosciuto dall’ONU, dietro sua esplicita
richiesta.

Una richiesta che era
stata formulata anche all’Italia.

Il guaio di Al Serraj
è che le fazioni che lo supportano gravitano attorno all’orbita della
Fratellanza Musulmana. E’ il gran bel regalo lasciato in eredità dal cripto-islamico
Obama e Sarkozy che per abbattere Gheddafi hanno permesso che la Fratellanza,
che era al governo anche in Egitto e Tunisia, prendesse il potere.

L’Italia non è stata
politicamente in grado di capire come con l’elezione di Trump tutti gli
equilibri venissero rimescolati. Era troppo affaccendata a tifare per la
Clinton.

L’unico governo appoggiato
dall’ONU è di fatto quello che per il nostro paese rappresenta la minaccia
peggiore: l’islamismo alle porte di casa.

La lentezza nel capire
la geopolitica dell’area e di prendere dunque parte alla campagna laica
sponsorizzata dall’Egitto di Al Sisi contro i Fratelli Musulmani ci ha messo
oggi fra l’incudine e il martello, incapaci a prendere una decisione,
impreparati ad affrontare le conseguenze dell’inazione.

Non così per il Turco,
che ha sfruttato al volo l’occasione. Sempre avendo bene in testa l’obiettivo
di configurarsi come potenza regionale mediterranea del gas. Sfruttando le
divisione e le inettitudini occidentali.

Dal punto di vista
profetico possiamo dire che la realtà supera la fantasia. La questione libica l’ho
affrontata nel 2014 principalmente in tre articoli:

         La Libia nei destini d’Italia e di Roma

         
La Guerra di Libia

         
Viva Tripoli Italiana

In questi articoli si
possono vedere, anni fa, due cose: il pericolo rappresentato dai flussi
migratori incontrollati in relazione al terrorismo islamico e l’inettitudine
dei nostri governanti, all’inizio della campagna del Generale Haftar,
impersonificati da Gentiloni e Renzi.

Le quartine di
Nostradamus, i messaggi di Anguera, le visioni di Zaro tutte insieme
evidenziavano ed evidenziano il pericolo specifico per l’Italia che rappresenta
la Libia; quello che non potevamo immaginare era che riemergesse nell’uscio di
casa il pericolo del Gran Turco.

Avevo sempre
ipotizzato infatti che la lettura dovesse essere simbolica laddove nel ‘500 l’Impero
Ottomano rappresentava lo spauracchio dell’Europa così come oggi lo rappresenta
il terrorismo islamico. Ma la sempre maggiore fusione fra la Fratellanza
Musulmana e la Turchia di Erdogan non può lasciarci indifferenti. Perché rischia
di concretizzare in Libia uno scenario siriano con migliaia di veri combattenti
islamisti armati dalla Turchia, finanziati dal Qatar e sostanzialmente liberi
ed indipendenti di organizzarsi come bande armate in grado di compiere azioni
terroristiche sfruttando la nostra incapacità totale a controllare i confini
meridionali italiani.

Ecco che il pericolo
esistenziale per l’Italia di cui parlavo anni fa legato all’immigrazione
clandestina acquisisce un peso assai maggiore potendosi incanalare in questi
flussi islamisti addestrati alla guerra. La minaccia di Erdogan considerato il
peso della Turchia nel controllare queste bande, si fa concreta ed
intimidatoria.

Rivediamo i due
messaggi si Anguera:

Anguera messaggio N. 2595 del 29/10/2005

La Libia inciamperà e i miei poveri figli
conosceranno grandi sofferenze. Per gli uomini del terrore sarà un regalo di
valore. Intensificate le vostre preghiere.

Anguera messaggio N. 2691 del 07/06/2006

Cari figli, a Cirene si udranno grida di
disperazione e i miei poveri figli temeranno i grandi eventi. Dio vi chiama a
vivere rivolti verso la sua grazia salvifica e misericordiosa.

Il primo messaggio
forse trova maggiore conferma proprio in questi giorni se diventerà possibile
che Qatar e Turchia assistano e prendano direttamente parte alla guerra civile
libica

Il secondo messaggio
che poteva far pensare alla caduta di Gheddafi con le rivolte cominciate a
Cirene può anch’esso aver a che fare con i nostri giorni se consideriamo la
frase “e i miei poveri figli temeranno i grandi eventi”. Si sente infatti
nell’aria, a vari livelli, un fastidioso odore di zolfo che attanaglia l’Europa.
Dalla stupidità con cui Berlino ha condannato il continente alla stagnazione ed
alla divisione alla Brexit, dalle rivolte sempre più massicce in Francia alla
questione catalana in Spagna, dall’immobilismo del sistema di potere politico
italiano non rappresentativo del popolo che persegue una politica anti
patriottica e ormai fuori tempo al disastro ogni giorno più evidente di questo
pontificato.

I grandi eventi devono
proprio farci temere la conflagrazione generale di tutte queste crisi.

Sappiamo già ad
esempio che la Turchia andrà incontro alla propria dissoluzione proseguendo in
questa politica, ma fino a quel momento, che sembra comunque essere vicino, i
danni che può produrre, ad esempio in Libia, sono tanti. Il terrorismo in
Italia è stato già annunciato sempre ad Anguera, ma anche a Zaro:

2553 – 24/07/2005

Gli uomini del terrore raggiungeranno
il Vaticano. La piazza sarà piena di cadaveri. L’umanità vedrà l’azione
malefica degli uomini dalla grande barba. Il Colosseo crollerà.

Nel bosco di Zaro ad Ischia la
Madonna ha mostrato una visione, l’otto Gennaio del 2013.

All’improvviso la Madonna mi ha
detto: “Guarda figlia”.

Mi sono trovata in Piazza San Pietro, era sull’imbrunire, c’era un venticello
tiepido e ho guardato il cupolone, da esso fuoriusciva un fumo grigio, denso e
continuo.

Giù nel piazzale c’era come un tumulto, ma io all’inizio non vedevo chiaro
quello che stava accadendo. Man mano alla mia vista apparivano sembianze e
colori e le scene mi si presentavano vicine. La piazza era piena di gente e di
soldati vestiti con pantaloni neri e

a righe tenuti negli stivali, sopra bluse larghe. In mano avevano delle
scimitarre tipo falci a forma di mezza luna allungata, avevano strani
copricapi, come dei cappelli. C’erano corpi riversi a terra e tanto sangue,
talmente tanto che la piazza sembrava una conca piena. Alcuni dei sopravvissuti
hanno alzato una bandiera.

La bandiera era verde con dentro una mezza luna e una stella a cinque punte
bianca.

Dopo si sono avvicinati al portone principale per entrare, ma era di fuoco e
non sono riusciti ad

entrare. Poi il cielo si è schiarito e tante colombe bianche sorvolavano la
piazza ed il sangue e i cadaveri scomparivano.

Infine la Mamma ha benedetto tutti in modo particolare, nel nome del Padre, del
Figlio e del Santo Spirito Santo.

Amen.

I due messaggi si
equivalgono descrivendo in Piazza San Pietro una grande strage. Notiamo che all’inizio
della visione di Zaro si vede il fumo uscire dalla Cupola. La spiegazione di
questo simbolo ho provato a darla in “Le Visioni della Madonna di Zaro: La Grande Battaglia”. Il fumo rappresenta satana che viene cacciato dalla Chiesa;
ma furioso per la sconfitta, dove pensava di poter operare nel segreto e nell’ombra,
si tramuta in un’orrida bestia che attacca frontalmente ed apertamente la
Chiesa provocando un gran tumulto proprio nella piazza. Se vi fosse
correlazione fra l’attacco terroristico e la cacciata del diavolo dovremmo pensare
che l’attentato avverrà quando la Chiesa riuscirà o proverà ad uscire dalla
spaventosa crisi interna che la attraversa. Cosa che non può avvenire senza una
decisa operazione “verità”.

Anche le quartine
libiche acquisiscono nuovo significato alla luce dello sviluppo degli eventi:

Dal Ramo XIX del ‘900 “Il Risveglio
Islamico”

260

La foy Punicque en Orient rompue.

Grand Iud, & Rosne Loyre & Tag changeront:

Quand du mulet la faim sera repue,

Classe espargie, sang & corps nageront.

260

La fede Punica in Oriente sarà abbattuta.

I grandi d’Europa faran cambiamenti:

Quando del muletto la fame sarà riempita,

Dalla flotta sangue si spargerà e i corpi galleggiare.


Cade Gheddafi per i
bombardamenti occidentali.

La fame del muletto (mezzo
di trasporto) è saziata dal petrolio.

La flotta libica è
composta di barconi di immigrati, cominciano le stragi dei mari

Dal Ramo XIX del ‘900 “Il
Risveglio dell’Islam”

109

De l’Orient viendra le coeur Punique

Fascher Hadrie, & les hoires Romulides,

Acompagne de la classe Libique,

Trmbler Melites & proches Isles vuides.

109

Dal’Oriente verrà anima Punica

Incollerirà l’Italia e gli eredi di Romolo,

Accompagnata dalla flotta libica,

Vedi Malta e l’isole vicine tremare.

Roma e l’Italia, a
causa della stupidità politica dei propri governanti, sono invase da immigrati
che arrivano grazie ad una flotta di barconi. Tutte le isole del canale di
Sicilia come Lampedusa e Malta vengono messe a dura prova.

Dal Ramo XXIII del ‘900 “Il Secolo di
Febo”

230

Vn qui les dieux d’Annibal infernaux,

Fera renaistre, effrayeur des humains.

Oncq’ plus d’horreur ne plus pire iournaux,

Qu’auint viendra par Babel aux Romains.

230

Un che, terrore degli umani, d’Annibale

Farà rinascere gli dei infernali.

Che non peggiori orrori ne fatali,

L’avvento verrà da Babele ai Romani. 


Qui la minaccia sembra
cambiare e farsi più concreta. Annibale sembra rappresentare simbolicamente non
solo l’invasione dei migranti, ma qualcosa di peggio dal punto di vista
militare: l’islamismo. Annibale è infatti anagramma di Bin Laden (così è
cominciato molto tempo fa l’accostamento simbolico), ma oltre che un uomo può
rappresentare un movimento, un evento di massa. Senza escludere ovviamente l’identificazione
con un soggetto (lo yemenita di Anguera?) che al momento però non credo sia Erdogan.

L’avvento verrà da
Babele, in pieno Medioriente islamico. L’ISIS nasce lì, a due passi da Baghdad.

Dal Ramo IV del 2000 “La Chiesa
degli Ultimi Tempi”

Presagio
11 Septembre.

Pleurer le ciel. A’ il cela faict faire?

La mer s’appreste. Annibal fait ses ruses:

Denys mouille. Classe tarde. Ne taire,

Na sçeu secret. & à quoy tu t’amuses?

Presagio 11 Settembre

Piangere il cielo, ma chi ce l’ha fatto fare?

La flotta s’appronta, Annibale compie le sue astuzie:

Denys allagato, flotta in ritardo, nessuna sicurezza,

Il segreto dissigillato, di che cosa ti meravigli?

Presagio arcano, ma
molto interessante. Torna Annibale in relazione ad una flotta. Il che purtroppo
mi fa pensare sempre ai flussi di immigrati che senza controllo alcuno giungono
sulle nostre coste. Sembra contrapporsi ad un’altra flotta, che è in ritardo e
che lascia pensare all’inesistenza della difesa dei nostri confini. Chi è
Denys? In passato l’ho accostato all’attuale papa che, in quanto pontefice, è
timoniere della Barca di S. Pietro. Che è fradicia d’acqua, zuppa, allagata (mouillè);
come non pensare all’immagine citata anche da Benedetto XVI di una barca che
sembra in procinto di ribaltarsi persa fra i flutti del mare. Insomma una
metafora della grave crisi della Chiesa.

L’ultimo verso
annuncia un segreto aperto, dissigillato: il segreto di Anguera? O un altro?

Di fatto questa è l’unica
quartina in cui compaiono due domande. Chi ce l’ha fatto fare? Di cosa ti
meravigli? Sembra quasi che Nostradamus entri in empatia con il lettore con
domande retoriche.

L’apertura e la
chiusura sono quindi emblematiche: un segreto è aperto e il cielo piange. In
mezzo crisi della Chiesa e Annibale in azione. E’ praticamente il contenuto
della visione di Zaro.

Dal Ramo XIX del ‘900 “Il
Risveglio dell’Islam” e dal V del 2000 “La Guerra in Europa”

150

De l’aquatique triplicité naistra,

D’vn qui fera le ieudy pour sa feste:

Son bruit, loz, regne, sa puissance croistra,

Par terre et mer aux orients tempeste.

150

Dall’acquatica triplicità nascerà

D’uno che stabilirà il giovedì per
sua festa:

Sua fama, sua gloria, regno, sua
potenza crescerà,

Per terra e mare agli orienti
tempesta.

La quartina compare
due volte sia nel Ramo del risveglio islamico che nel penultimo del Poema.
Annuncia un personaggio o un movimento eretico poiché viene da chi vuole il
Giovedì come festa in contrapposizione al Venerdi dei Musulmani, il Sabato degli
Ebrei e la Domenica dei Cristiani.

Il luogo di
provenienza è la triplicità acquatica che nella geografia tolemaica indica
nella sua parte esterna la Libia intesa come Nordafrica escluso l’Egitto e
nella sua parte interna la Turchia esclusa la costa meridionale.

Neanche a farlo
apposta abbiamo Turchia più Libia connesso al risveglio islamico e alla guerra
in Europa. Insomma il ritorno del Gran Turco in tutte le sue accezioni.

Concludo con altre due
quartine entrambe del Ramo I del 2000 di cui la prima vista nel precedente
articolo e che uso per mostrare la contiguità cronologica degli eventi:

Dal Ramo I del 2000 “Guerra in
Medioriente”

Pres. 40 Giugno

De Maison sept par mort mortelle
suite,

Gresle, Tempeste. Pestilent mal, fureurs:

Roy d’Orient d’Occident tous en fuite,

Subiuguera ses iadis conquereurs.

Pres. 40 Giugno

Della settima casa per morte mortale
successione,

Grandine, tempesta, pestilente male,
furori:

Il re d’Oriente d’Occidente tutti in
fuga,

Soggiogherà i suoi d’un dì conquistatori.

Pres. 99 Luglio

En peril monde et rois feliciter,

Razes esmeu. par conseil ce qu’estoit

l’Eglise rois pour eux peuple irriter,

Un monstrera apres ce qu’il n’estoit.

Pre 99 Luglio

Mondo in pericolo e i re felicitare

Saracena sommossa, per consiglio che
c’è stato

La Chiesa i re per loro popoli
irritare

Un mostrerà in appresso quel c’egli
non è stato

La prima quartina
mette in relazione l’emersione del Re Orientale che va a soggiogare i conquistatori
di un tempo, classica allusione allo scontro fra europei ed ottomani, oggi
rappresentato dal Sultano Erdogan. La sua politica sta mettendo l’Europa in
soggezione, con i migranti, con il gas, con la Libia e vedremo con cos’altro
fino a che non si giungerà alla rottura.

Al primo verso la
successione della casa di Bilancia, l’Inghilterra, in relazione alla Brexit.
Sarà mortale e porterà il regno alla disgregazione in quattro parti.

La seconda quartina
vede il mondo in pericolo per l’islamismo e lo scontro fra i popoli e i re. La
Chiesa è irritata per questi scontri e a causa di questi popoli (non sarà mica
il populismo che angoscia Bergoglio?).

Alla fine uno si
mostrerà diversamente da come è stato e come ho detto in passato potrebbe
riguardare proprio l’attuale pontefice.

Se la scaletta degli
eventi che ho elaborato è grosso modo corretta il 2020 sarà un anno difficile
che dovrà introdurci dentro al culmine degli eventi profetizzati a partire
dalla metà del 2021.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
340 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Passando in rassegna i fatti storici passati come quelli attinenti l'impero romano e quelli moderni e contemporanei possiamo affermare che le varie società concretizzatesi nel tempo crollano quando sono deboli e l'inizio del crollo inizia sempre con la perdita di identità. La conseguenza di tale perdita è che non sappiamo più difenderci, come ho già esposto più diffusamente in "La frantumazione del regno unito". P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

LA TENAGLIA MEDITERRANEA CHE SI STRINGE SULL’ITALIA
Franco Venturini – Corriere della Sera, 30 dicembre 2019

Il nostro Paese si scopre all’improvviso al centro di una grande partita geopolitica, che non aveva previsto, che minaccia i suoi interessi energetici.
UNA TENAGLIA MEDITERRANEA SI STRINGE SULL’ITALIA E RISCHIA DI FARLE VIVERE, NEL 2020, IL SUO PIÙ GRAVE SMACCO DIPLOMATICO DALLA FINE DELLA GUERRA: LA PERDITA DELLA TRIPOLITANIA. Complici la guerra civile in Libia e la decisione di Turchia e Russia di inviare uomini e armi sul campo di battaglia, l’Italia delle interminabili liti interne si scopre all’improvviso al centro di una grande partita geopolitica che non aveva previsto, che MINACCIA I SUOI INTERESSI ENERGETICI e che lascia poco spazio al TENTATIVO DI GOVERNARE I FLUSSI MIGRATORI che proprio dalla Tripolitania giungono sulle nostre coste. Quando va bene.

Eppure per l’Italia l’emergenza Libia viene da lontano, da un mondo tramontato (chiedere agli Usa) nel quale né Putin né Erdogan oserebbero muoversi come fanno oggi. Fedele alla sua cultura del soft power, per molti anni dopo l’abbattimento militare di Gheddafi nel 2011 l’Italia si è identificata con i buoni uffici dell’Onu. Anche quando essi risultavano palesemente inefficaci o troppo partigiani a sostegno di Fayez al-Sarraj, oggi fragile capo della Tripolitania. E si è nascosta, l’Italia, anche dietro rassicurazioni americane tanto altisonanti quanto prive di concreto significato: il «ruolo dirigente» di Obama, poi la «comune cabina di regìa» di Trump. Ipersensibili eravamo invece ad una ingigantita competizione con la Francia (che esiste ed è lecita), con il risultato che noi e i transalpini collaboriamo strettamente per tentare di recuperare il terreno che entrambi, ma noi più di loro, abbiamo perduto. Schierata decisamente dalla parte di Sarraj, l’Italia poteva almeno vantare una coerenza tra la sua linea e i suoi interessi in Tripolitania. Per un po’ siamo andati avanti così.

MA IL 4 APRILE SCORSO QUESTO DEBOLE CASTELLO DI CARTE, FATTO DI PAROLE E DI CORTESI INVITI PIÙ CHE DI INIZIATIVE POLITICHE, È VENUTO GIÙ.

Con l’aiuto dell’Arabia Saudita, degli Emirati e dell’Egitto, e forte di una calcolata disattenzione statunitense, Khalifa Haftar si è lanciato quel giorno all’assalto di Tripoli. Che avrebbe probabilmente espugnato, non fosse stato per le sperimentate milizie di Misurata che in odio al generale cirenaico decisero di difendere la capitale.

Nove mesi dopo l’attacco, l’ambizioso Haftar mostra oggi di aver fatto il passo più lungo della gamba. Ma il suo nemico Sarraj è stato comunque costretto a chiedere aiuto, a reclamare forniture di armi malgrado l’ormai ridicolizzato embargo proclamato dall’ONU. Questo poteva essere un momento di scelta strategica per l’Italia, UN MOMENTO CHE FORSE IN FUTURO RIMPIANGEREMO.
Sta di fatto che né l’amica Italia né altri esponenti di quella Comunità internazionale formalmente legata a Tripoli hanno accettato di aiutare Sarraj.

La guerra civile libica veniva ormai condotta da DUE SCONFITTI virtuali tenuti in vita e in guerra dai rispettivi patrocinatori:

• Arabia Saudita, Emirati e Egitto con HAFTAR,
• Turchia e Qatar con SARRAJ.

segue……

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

continua…..

Ma il fallimento militare di HAFTAR e le vane richieste di aiuti di SARRAJ avevano ormai creato in Libia un vuoto di potere. UNO DI QUEI VUOTI, LA STORIA INSEGNA, CHE NON RIMANGONO A LUNGO TALI, CHE I PIÙ FORTI E SPREGIUDICATI SI PRECIPITANO SEMPRE A RIEMPIRE. Più che mai quando c’è odore di petrolio e di gas.

E’ COSÌ CHE IN LIBIA SI È PRODOTTA LA SVOLTA RUSSO-TURCA CHE OGGI CI MINACCIA E CI IMPONE DI REAGIRE.

Putin, pur continuando ad auspicare a parole un accordo di pace, ha inviato in appoggio ad Haftar i contractors della Wagner già visti in Ucraina.

Erdogan ha fornito a Sarraj armi sofisticate e ha creato le premesse per mandare anch’egli forze di terra (ma avanguardie delle sue milizie turcomanne sono già aTripoli). Nemiche per interposti clienti, Russia e Turchia si criticano reciprocamente. Ma il loro vero obbiettivo sta già per essere raggiunto senza scontri militari diretti, come in Siria.

Quando verrà l’ora del negoziato, quando I DUE LIBICI SCONFITTI DIVENTERANNO EFFETTIVAMENTE TALI, sul tavolo della questione libica ci saranno soltanto le pistole della RUSSIA e della TURCHIA.

 Loro (così sperano) decideranno se e come la Libia resterà unita.

 Loro saranno i primi a mettere le mani su petrolio e gas libici.

 Loro decideranno chi altri potrà mettersi in fila e avere le briciole.

 Loro decideranno cosa fare con i migranti, sapendo quanto pesa il loro impatto elettorale sulle democrazie europee.

Gli antidoti difensivi sono pochi e urgenti. Una “NO-FLY ZONE” come quella descritta da Lorenzo Cremonesi sul Corriere potrebbe fermare la CRUCIALE GUERRA DEI DRONI, soprattutto se ad imporla fosse UNA FORZA AEREA ITALIANA, BRITANNICA, FRANCESE E TEDESCA.

Ma per definire un simile accordo serve tempo. E di tempo ce n’è poco, LA CONFERENZA DI BERLINO DI FINE GENNAIO rischia di arrivare tardi e gli europei, almeno alcuni di essi, dovrebbero agire subito se non vogliono dover sottostare in futuro alle regole russo-turche.

 Tanto più che al largo di Cipro le prospezioni dell’ENI e di molti altri sono già oggetto del contendere con Ankara.

 Tanto più che in Siria infuria la battaglia di Idlib patrocinata da Damasco e dai russi, e la Turchia si rifiuta di far entrare i 350.000 profughi che scappano verso il nulla e che fatalmente diventeranno rifugiati da accogliere in Europa.

 Tanto più che la Russia è già un forte alleato dell’Egitto, e il turco Erdogan ha appena gettato un amo in Tunisia sognando che l’accordo sottoscritto con Sarraj possa consentirgli di spingere fino alle coste tripolitane le ambizioni marittime di Ankara.

 E che la Libia di domani possa essere una rivincita della sconfitta ottomana del 1911 contro l’Italia.

Nelle stanze dei decisori italiani la sveglia suona ormai con inaudito fragore. E questa volta le parole non basteranno.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

E’ un ginepraio inestricabile per l’Italia, come si capisce dall’analisi del direttore di “ANALISI DIFESA” Gianandrea Gaiani….

COSA RISCHIANO ITALIA ED ENI CON LA TURCHIA IN LIBIA

……Quando il premier Giuseppe Conte afferma, come ha fatto durante la conferenza stampa di fine anno, che “anche una NO-FLY ZONE” sulla Libia “può essere uno strumento per raggiungere un obiettivo: la cessazione immediata delle ostilità” si rende conto che interdire con aerei armati anche una sola porzione di spazio aereo a uno o a tutti i contendenti libici è un atto di guerra? Si può fare, per carità, ma prima di avviare operazioni militari sarebbe meglio dichiararle come tali così come prima di infilarci in una guerra sarebbe il caso di decidere da che parte stare.

Conte ha ribadito che l’Italia “appoggia convintamente l’iniziativa di Berlino. Cerchiamo di dissuadere chi pensa che con mezzi militari si possa raggiungere un risultato” ma se punta sulla no-fly zone allora si iscrive anche lui alla lista di chi punta sulle armi per risolvere quella crisi.

Siamo pronti a tornare a combattere in Libia sotto l’egida della Ue dopo i danni che abbiamo provocato nove anni or sono sotto le bandiere della Nato?
In tal caso qualcuno ci spieghi come vogliamo intervenire e e al fianco di chi ci schieriamo. In attesa di chiarimenti dal governo proviamo a fare qualche ipotesi. Appare fin d’ora chiaro che si valuti al massimo un’operazione limitata all’impiego di forze aeree, senza cioè quei soldati sul terreno (boots on the ground) che tanto spaventano le cancellerie di un’Europa ornai incapace di combattere persino i terroristi islamici che ha in casa, figuriamoci agguerrite milizie jihadiste oltremare.
Per imporre la fine delle ostilità stiamo quindi valutando di proteggere Tripoli e il governo di accordo nazionale con una no-fly-zone che impedisca l’azione ai velivoli di Haftar?

Questo significherebbe schierarsi con il “GOVERNO DI ACCORDO NAZIONALE” (GNA) e soprattutto al fianco della Turchia che sta inviando i suoi migliori militari (forze speciali e consiglieri) e i suoi peggiori tagliagole (miliziani siriani già distintisi per crimini di guerra a Idlib, Aleppo e nel Rojava curdo) in Tripolitania.

Opzione non proprio in linea con i nostri interessi nazionali e difficile da far digerire ai greci (che a dire il vero dall’Europa hanno già subito fin troppe batoste in questi anni) ma alla stessa Ue che ha condannato il memorandum turco-libico che espande le zone economiche esclusive marittime proprio con l’obiettivo di bloccare il gasdotto EastMed strategico per l’Unione Europea.
In base a queste valutazioni dovremmo quindi schierarci con Haftar e il governo della Cirenaica che con Egitto, Cipro e Israele affianca la Grecia nel condannare l’intesa tra Ankara e Tripoli?

Anche questa opzione è resa improbabile dal fatto che l’Italia ha troppi interessi in Tripolitania (gas dell’ENI e controllo flussi migratori illegali in testa), dove schiera anche circa 400 militari, per abbandonare il GNA.

Che facciamo allora? Attuiamo una no-fly zone contro tutti abbattendo droni e velivoli dell’LNA (L’ESERCITO NAZIONALE LIBICO del generale Khalifa Haftar) ma anche del GNA (GOVERNO DI ACCORDO NAZIONALE guidato da al-Sarraj), cioè quelli turchi e quelli emiratini? Anche questa opzione pare improponibile.

In ogni caso mentre l’Europa si dibatte tra scelte impossibili e opzioni impraticabili c’è chi fa sul serio. I turchi stanno mandando mezzi, munizioni, mercenari jihadisti arruolati nel nord della Siria (sotto controllo turco) e pagati 2mila dollari al mese (più benefit) per combattere in Libia sotto le bandiere del GNA e della Fratellanza Musulmana e presto forse invieranno a Tripoli una brigata motorizzata dell’esercito regolare.

Sull’altro lato della barricata, Haftar riceve nuove armi e aiuti da emiratini ed egiziani, sembra disporre di contractors russi e arruola migliaia di mercenari sudanesi……

https://www.analisidifesa.it/2019/12/litalia-pronta-a-imporre-il-cessate-il-fuoco-in-libia/

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Un post molto efficace, tra attualita' e profezie,e anche molto esplicito,e coraggioso,che fa nomi.Renzi e Gentiloni.Entrambi ancora in situazioni chiave,nonostante tutto.Due casi esemplari della mentalita'immersa nel peccato originale,nella complicita' e nella vigliaccheria potenzialmente vendicativa."Dio vi chiama a vivere rivolti verso la sua grazia salvifica e misericordiosa." dice la Madonna.Sembrano le raccomandazioni solite delle mamme e inascoltate dal figlio che ha fretta di andare.Invece sono sapienziali e sono la via vera di uscita dal tunnel.Renzi e Gentiloni e non solo loro rappresentano la mentalita' ,molto diffusa,dell'autorita' basata sul rifiuto dell'autorita'.Adottano uno stile low profil ,fintamente modesto,che non disturba.Sono scesi dal "piedistallo". :-)Allegria.Anche l'Italia e' scesa dal piedistallo:che antipatico che era quell'Andreotti! Odddddiooo quanto era antipatico! :-)La trappola diabolica era ed e ' invincibile senza la Croce di Cristo.Al diavolo i calcoli da politici.50 anni fa c'era quella che si chiamava la "Societa' educante":anche i piu' semplici t'insegnavano ,se ne avevano occasione,anche ad allacciarti le stringhe alle scarpe,anche se non ti conoscevano.Poi anche gl'idraulici,ma anche gl'imbianchini,i viglili urbani,i giornalai,etc e via via su su, son diventati come funzionari.Prudenti e che si fanno i fatti loro.Tutti un po' "politici".Eva ed Adamo,ribellatisi al piano di Dio, nascosto nei secoli(Colossesi 1,26)in definitiva si ribellarono contro l'Autorita' che indicava il meglio,il miglior modo di agire.Si bastavano,e non desideravano che di essere liberi di esprimersi.D'altra parte stavano bene:ma siamo fatti per essere tesi al Meglio e all'Infinito.Bloccato questo desiderio,non scompare,ma devia verso Gola, Lussuria e altri vizi,che diventano passioni desiderabili sulla via di una discesa di condizione.Portano anche sofferenze, non solo soddisfazioni,ma la piu' grande soddisfazione e' gia' ottenuta col peccato originale:affrancarsi da Dio.Cosi' gli elementi giusti ci sono tutti,ma funzionano a rovescio:c'e' la tensione all'infinito,c'e' la passione,c'e' anche la sofferenza e il sacrificio di se',e c'e' il frutto spirituale di ascesi.ma al contrario,che e' degradazione.Quando hai gia' ottenuto quello che ti sembra il massimo,o anche piu' del massimo,soffrire non importa,tanto piu' se le passioni,anche quella della guerra, ti "consolano" e attraggono ,facendoti schiavo.L'importante e' essere piu' furbi degli altri,vincere,e la prima regola per esserlo e' non voler essere, o non mostrarsi,"superiori".Una vera trappola,solo la "violenza" della Passione aggiunta all'Incarnazione(progetto antecedente il peccato degli Angeli e quello di Eva ed Adamo)puo' fermarla:puo',per tutti,ma non e' detto lo ottenga per tutti.Per questo siamo ridotti cosi'.Chi ce lo ha fatto fare?

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Ancora questo sui media verso Papa Francesco e chiudo:ero rimasto veramente allibito nel vedere che consideravano normale che una donna si prendesse quella licenza col Papa:per me era roba da denunciarla e fermarla anche.Poi si e' saputo cosa aveva detto,e si e' capito tutto,e puo' anche aver fatto bene secondo il Vangelo,e secondo me,perche' tanto il Papa da sola mai l'avrebbe ascoltata.Pero' resta la scorrettezza e lei dovrebbe ,da cristiana,essere la prima a dire che vuole scontare la sua infrazione.Ai media tutto questo non interessa:non interessa educare la gente,interessa mentire,nascondere,e degradare la gente.Ci hanno detto che il Papa si e' scusato.Scusato per cosa?Non certo per quello di cui dovrebbe; cioe' quello che la donna gli ha detto.Pero' puo' essere che Zaro e Nostradamus ci prendano:questo Papa che si ostina a voler insegnare a non baciargli l'anello,se la Grazia lo illumina, puo' dare migliori frutti di quelli che si ostinano a volerglielo baciare pure se non vuole e quasi si sentono privati di un "diritto".Ecco:saro' immodesto,ma accorgermi di essere coerente nelle mie reazioni con quanto ritengo giusto,mi consola.A prescindere che uno sia contento o meno del pontificato di Bergoglio.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Salve, vorrei sapere, dato che per un bel pò non ho seguito il blog, come è stata ricavata la data di metà 2021 per l'inizio dei giochi.
Inoltre, tenevo a far osservare che per la veggente Suor della Natività, o Jeanne Le Royer che dir si voglia, avrebbe visto nella luce di Dio la fine dei giochi entro il 2020 (e non sono neppure inizati).
Come ve lo spiegate?

Alessandro

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

vai a leggere qui, ci sono tutte le spiegazioni
http://ducadeitempi.blogspot.com/2018/04/la-timeline-della-rivoluzione-mondiale.html
http://ducadeitempi.blogspot.com/2018/04/la-timeline-della-rivoluzione-mondiale_18.html
http://ducadeitempi.blogspot.com/2018/05/tempi-e-protagonisti-della-grande.html
http://ducadeitempi.blogspot.com/2019/11/marie-julie-jahenny-i-grandi-papi.html
http://ducadeitempi.blogspot.com/2019/10/la-profezia-del-monaco-paisios-linizio.html

La Timeline potrebbe quindi essere la seguente:

Autunno – Inverno 2021: primi due crisi di Francia, in parallelo con la seconda crisi guerra in Medioriente
Inverno 2021: Rivolta in Italia
Gennaio 2022: Ultimatum alla Russia per ritirare le truppe dal Medioriente
Luglio 2022: Inizio della Guerra Mondiale
Ottobre 2022: Intervento del Grande Monarca in Francia, Governo filorusso in Italia
Aprile 2023: Pace ristabilita in Francia
Settembre 2023: Inizio della Guerra d’Italia
Novembre 2023: Arrivo di Archel de la Torre in Italia
Giugno del 2025: Fine del Governo di Archel de la Torre
Luglio – Novembre 2025: Anarchia in Italia centro-meridionale
Inverno 2025 – 2026: Tre Giorni di Buio
Primavera 2026: Fine della guerra, sconfitta della Russia con lo scoppio di una rivoluzione
Maggio 2026: Re Cattolico in Italia

Se invece optiamo per il secondo metodo di calcolo possono esserci alcune piccole differenze; la prima parte rimane più o meno invariata:

Autunno – Inverno 2021: primi due crisi di Francia, in parallelo con la seconda crisi guerra in Medioriente
Gennaio 2022: Ultimatum alla Russia per ritirare le truppe dal Medioriente
Maggio 2022: Rivolta in Italia
Luglio 2022: Inizio della Guerra Mondiale
Agosto 2022: Intervento del Grande Monarca
Febbraio 2023: Pace ristabilita in Francia
Aprile 2023: Governo filorusso in Italia
Giugno 2023: Inizio della Guerra d’Italia
Febbraio 2024: Arrivo di Archel de la Torre in Italia
Luglio 2025: Fine del Governo di Archel de la Torre
Luglio – Novembre 2025: Anarchia in Italia centro-meridionale
Inverno 2025 – 2026: Tre Giorni di Buio
Primavera 2026: Fine della guerra, sconfitta della Russia con lo scoppio di una rivoluzione
Maggio 2026: Re Cattolico in Italia

aggiornamento

Nei commenti a LA TIMELINE DELLA RIVOLUZIONE MONDIALE AGGIORNATA ho pubblicato una cronologia parzialmente rivista e che sostanzialmente reputo attualmente in parte come la più probabile, stante sempre le pre-condizioni generali di cui parliamo.

"Re Cattolico in Italia: Maggio 2025
Periodo di Archel de la Torre e sodali: da metà 2023 a Novembre 2024
Governatore: da metà 2022 a metà 2023
Re che consegna il paese alla rivoluzione: da metà 2021 a metà 2022

Vicende del trono inglese nel 2020. A cavallo fra 2020 e inizio 2021 prime due crisi in Francia."

Rispetto a questa cronologia c'è da dire che ho inserito vari eventi in modo consequenziale l'uno all'altro, ma potrebbero anche avvenire contemporaneamente e mi riferisco proprio alle rivolte in Francia e Inghilterra.
E' evidente tuttavia che affinchè la cronologia sia rispettata è indispensabile che questi fatti accadano fra il 2020 e il 2021.
Potrebbero avvenire tutti insieme…compresa una prima rivolta in Italia che costringe il papa alla fuga e all'instaurazione di un governatorato.

E se non dovessero essere questi gli anni?

Beh, comunque vada considerata la situazione in cui siamo non credo che si debba andare tanto oltre…prima di vedere le rivolte anche in Europa. Attualmente infatti le vediamo in Asia, Sud America e Medioriente. Piano piano, come in un effetto domino, credo che questo spirito di protesta di massa si allargherà anche nel nostro continente.

Germania: crisi economica in arrivo, con la destra che avanza
Francia: neanche a parlarne
UK: Brexit
Spagna: instabilità politica e secessionismo
Italia: crisi economica e sociale, scarsa corrispondenza politica fra elettorato e governo/parlamento
Chiesa: neanche a parlarne.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Complimenti per il riassunto a collage Mario.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie mille, Mario e Remox.
Darò un'occhiata per benino ai link, quello che mi premeva sapere era se le date erano una vostra supposizione oppure erano desunte da rivelazioni private, come quella di Le Royer, che è presa in considerazione molto ultimamente per le timeline.
Alessandro

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Marie Julie Jahenny è la mistica su cui sono basate queste timeline.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ormai lo conosco a memoria )) aggiungerei ,ne abbiamo già parlato anche la profezia di Gustavo Roll a ulteriore incastro per questa timeline
https://www.maurizioblondet.it/gustavo-rol-la-data-e-2025/
La previsione che Rol fece nel 1991, fu questa:
“che nel 2025 in Italia vi saranno il 60% di persone “di colore” e il 40% di bianchi.”
Solo una guerra puo provocare tutto questo, invasione e conseguenza riduzione della popolazione locale

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

https://www.maurizioblondet.it/profeti-e-profezie/
Suor della Natività
Ho considerato, sempre attraverso questa stessa luce, anche il secolo XX, fino alla fine, per vedere in maniera sicura se questo sarebbe stato l’ultimo.
Nostro Signore mi ha fatto conoscere e allo stesso tempo mi ha messo in dubbio se il giudizio fosse avvenuto alla fine del 1900 o in piuttosto sarebbe avvenuto nel 2000.

Ma quello che ho visto è che se il giudizio fosse arrivato nel 1900, sarebbe arrivato soltanto verso la fine di esso, e che se il mondo fosse riuscito ad attraversare questo secolo, i primi due decenni del secolo XXI non sarebbero passati senza che il giudizio fosse arrivato, questo ho visto alla luce di Dio … ”

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

https://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_suornativita.htm
Le profezie di Suor della Natività
Quali tribolazioni precederanno il suo inizio. L’Anticristo ucciderà il Papa, probabilmente per crocifissione. Da bambino, a dieci anni, saprà più di chiunque altro nel mondo e quando avrà trent’anni incomincerà la sua vera opera…"

Vi ricorda qualcosa?? Arhe de la torre che uccide il Papa dei tre anni per crocifissione ??

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

https://www.maurizioblondet.it/profeti-e-profezie/
C’è da aggiungere che anche Suor Lùcia dos Santos ebbe dalla Vergine delle locuzioni intime in cui parlando del trionfo del Suo Cuore Immacolato assicurò che esso sarebbe cominciato con Suor Lùcia ancora in vita.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

E dopo le provocazioni in Libia del Sultano Turco Erdogan, che mandano in fibrillazione ed in ambasce UE, UK, USA, Egitto, Grecia, Israele, e altre nazioni arabe, l'inizio del l'anno nuovo 2020, inizia con il BOTTO, un'altra carico da novanta tremendo, che incrementa le Tensioni in Medio Oriente, in modo sempre più preoccupante ed angosciante……. che Dio ci salvi!!!!

"UN RAID USA UCCIDE SOLEIMANI:SI RISCHIA LA GUERRA CON L'IRAN"

Alcuni missili hanno colpito un convoglio che trasportava il generale iraniano comandante delle brigate Al Quds.

La serata di Baghdad è stata molto movimentata: prima la notizia di esplosioni nei pressi dell’aeroporto internazionale, poi i rumori dei caccia americani sulla capitale irachena, infine i report che parlavano di nuove esplosioni ancora una volta nei pressi dello scalo aeroportuale. Ore molto lunghe di tensione, arrivate peraltro al culmine di giornate contrassegnate dagli assalti all’ambasciata statunitense e dal botta e risposta a distanza tra Washington e Teheran sulle responsabilità di quanto accaduto nella sede diplomatica Usa. Nessuno però, al termine di un giovedì sera infuocato in una Baghdad tornata suo malgrado ad essere perno delle tensioni regionali, si aspettava un epilogo che ha tutta l’aria di un episodio drammatico per gli equilibri mediorientali: in una delle esplosioni registrate presso l’aeroporto di Baghdad, è rimasto ucciso QASEM SOLEIMANI.
I RAID CHE HANNO UCCISO IL GENERALE IRANIANO
La conferma della morte di una delle figure più importanti legate a Teheran, è arrivata direttamente dalla capitale iraniana: “L’ATTO DI TERRORISMO INTERNAZIONALE DEGLI STATI UNITI CON L’ASSASSINIO DEL GENERALE SOLEIMANI, LA FORZA PIÙ EFFICACE NEL COMBATTERE IL DAESH, AL NUSRAH E AL QAIDA, È ESTREMAMENTE PERICOLOSA E UNA FOLLE ESCALATION”, ha dichiarato il ministro degli esteri iraniano Javad Zarif. Nessun dubbio dunque sulla sorte del generale che per anni è stato il braccio proteso sul medio oriente della diplomazia iraniana. Soleimani è stato protagonista in tutti gli scenari in cui Teheran negli ultimi anni ha avuto un ruolo di protagonista. C’è anche il suo zampino nell’aiuto fornito dall’Iran al governo siriano guidato da Bashar Al Assad durante gli anni più intensi del conflitto che dal 2011 coinvolge il paese arabo. Soleimani, a capo della brigata al Quds, tra le più importanti dei Pasdaran, negli ultimi mesi si recava spesso in Iraq……

https://it.insideover.com/guerra/ucciso-il-generale-soleimani.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

RAID ORDINATO DA TRUMP A BAGHDAD, UCCISO IL GENERALE IRANIANO SOLEIMANI. KHAMENEI: «CI VENDICHEREMO»

………

LA GUIDA SUPREMA
«Il lavoro e il cammino del generale QASSEM SOLEIMANI non si fermeranno e una DURA VENDETTA ATTENDE I CRIMINALI, le cui mani nefaste sono insanguinate con il sangue di Soleimani e altri martiri dell'attacco della notte scorsa»: lo ha detto oggi la guida suprema iraniana Ali Khamenei riferendosi all'attacco americano a Baghdad che ha ucciso il generale iraniano…….
…….

«I NEMICI AMERICANI E ISRAELIANI SONO RESPONSABILI PER L'UCCISIONE DI ABU MAHDI AL-MUHANDIS E QASSEM SOLEIMANI». Lo afferma Ahmed al-Assadi, il portavoce della Forze di Mobilitazione Popolare, la coalizione di milizie paramilitari sciite pro-iraniane attive in Iraq. Abu Mahdi al-Muhandis, era il numero due delle Forze di mobilitazione Popolare.

https://www.ilmessaggero.it/mondo/iraq_attacco_ucciso_soleimani_generale_chi_e_oggi-4958687.html

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ho l'impressione che giungeranno presto le tristi notizie da Persia e Gerusalemme di cui parla la Jahenny.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

E' incredibile come tutto stà avvenendo nei nostri occhi, in uk si arriverà allo scontro con la secessione , nel medio oriente crisi imminente tra Isaraele e Iran, la Turchia mostra la sua aggressività e presto avremo la provocazione verso la Grecia. Tutto ormai è iniziato

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

IRAN, UCCISO SOLEIMANI: SOLO UN MIRACOLO PUÒ EVITARE LA GUERRA

Gli Stati Uniti HANNO APERTO IL VASO DI PANDORA.

L’assassinio del generale Qassem Soleimani, comandante delle Guardie rivoluzionarie iraniane, ucciso stamane in un raid aereo all’aeroporto di Baghdad, COSTERÀ CARO AL MEDIO ORIENTE E AL MONDO INTERO.

L’AZIONE SUPERA TUTTE LE LINEE ROSSE che appartengono al non detto ma sono rispettate da anni nella regione, tracciate per evitare di precipitare il Medio oriente in un PRECIPIZIO CATASTROFICO PER TUTTI.

SOLEIMANI, considerato un terrorista dall’amministrazione Usa, in Iran era più di un capo militare, ERA UNA LEGGENDA.

E le autorità di Teheran non possono accettare il suo omicidio con remissione. Arriveranno delle risposte, annunciano, né possono fare altrimenti.

Tante le cose da scrivere in un MOMENTO TANTO DRAMMATICO.
In attesa degli sviluppi ci limitiamo a riportare la DICHIARAZIONE DI UN ESPONENTE DEL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO, Richard Blumenthal:

“L’amministratore Trump deve una spiegazione completa – e dettagliata – sugli attacchi aerei, al Congresso e al popolo americano”.

“Le attuali autorizzazioni all’uso della forza militare non coprono in alcun modo l’inizio di una nuova guerra.

L’AZIONE POTREBBE PORTARE ALLO SCONTRO MILITARE PIÙ ESTESO DEGLI ULTIMI DECENNI” (Axios).

Già, se guerra sarà, quella in Iraq sembrerà uno scherzo.

TEMPESTA PERFETTA IN ARRIVO, SOLO UN MIRACOLO LA PUÒ EVITARE.

http://piccolenote.ilgiornale.it/43518/ucciso-soleimani

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

IRAQ, EVACUATO PERSONALE PETROLIFERO

Le compagnie petrolifere straniere presenti nella regione irachena di Bassora, vicino al confine con l'Iran, hanno ordinato dopo l'uccisione del generale Solleimani, l'evacuazione di centinaia di loro dipendenti.
Ne danno notizia media libanesi citando la televisione di Stato irachena.

https://parstoday.com/it/news/middle_east-i205614-iraq_evacuato_personale_petrolifero

ISRAELE IN STATO MASSIMA ALLERTA, CHIUSO MONTE HERMON

Alto stato di allerta in Israele, per timori di rappresaglie dall'Iran, dopo l'uccisione del potente generale iraniano Qassem Soleimani a Baghdad, in un raid americano. Lo ha annunciato l'esercito israeliano (Idf) in un tweet, riferendo anche della decisione di chiudere ai visitatori l'accesso al monte Hermon, sulle alture del Golan……..

https://www.shalom.it/blog/news-in-israele-bc241/israele-in-stato-massima-allerta-chiuso-monte-hermon-b697581

TRUMP UCCIDE L’EROE DELLA GUERRA ALL’ISIS E DICHIARA GUERRA ALL’IRAN

Una dichiarazione di guerra

…….Che Trump se ne sia accorto o meno, la sua decisione HA DATO GIÀ INIZIO ALLA GUERRA APERTA CONTRO L’IRAN.

Finora Iran e Stati Uniti si erano combattuti in guerre per procura in Medio Oriente ma molte volte avevano anche collaborato, come nel caso della lotta ai talebani o all’Isis. Per non parlare della pace che avevano raggiunto nel periodo Obama, e che proprio Trump ha rovinato strappando l’accordo nucleare.

L’ASSASSINIO DI SOLEIMANI, PERÒ, È QUELLO CHE IL VICE-PRESIDENTE IRANIANO HA DEFINITO “OLTREPASSARE LA LINEA ROSSA”.

Dopo la sua morte ha preso parola direttamente la guida suprema proclamando 3 giorni di lutto nazionale e PROMETTENDO LA VENDETTA.

A QUESTO PUNTO IL PROBLEMA NON È PIÙ “SE L’IRAN RISPONDERÀ O MENO”, MA “COME, DOVE E CON QUALI DIMENSIONI REAGIRÀ”…….
…..

Le prossime ore

L’IRAN PIANGERÀ IL MARTIRIO DEL SUO FIGLIO, E MOLTO PRESTO SCATENERÀ L’INFERNO, molto più di quanto lui possa pensare.
A quel punto toccherà a Trump decidere se andare in guerra o ritirarsi. Tutto pero' lascia credere che lui voglia proprio la guerra…..

COME LA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il problema di una eventuale guerra, sarebbe che con un attacco americano all'Iran, molti paesi sarebbero costretti a intervenire. Scatterebbero le alleanze in Medio Oriente. CINA E RUSSIA, APPENA REDUCI DA ESERCITAZIONI MILITARI CON L'IRAN, non entrerebbero in guerra, ma sicuramente farebbero avere buone armi a Teheran. Gli alleati regionali dell'Iran, ossia Iraq, Siria, Hezbollah libanese e persino Hamas potrebbero entrare in azione.
Potrebbe cambiare anche lo scenario in Yemen e sicuramente anche Arabia Saudita e Israele interverrebbero. Paesi piccoli come Giordania, Qatar, Emirati, Bahrain ed ecc… entrerebbero nel conflitto senza volerlo; forse pure la Turchia si affaccerebbe per giocare la sua partita.

Ai margini di tutto, NON OSIAMO PENSARE COME ANDREBBERO A FINIRE I RIFORNIMENTI DI PETROLIO E QUALE QUOTA POTREBBE RAGGIUNGERE IL BARILE. UNO SCENARIO APOCALITTICO CHE NON E' A FAVORE DI NESSUNO E CHE PENALIZZEREBBE MOLTO ANCHE L'EUROPA.

https://parstoday.com/it/news/iran-i205617-trump_uccide_l%E2%80%99eroe_della_guerra_all%E2%80%99isis_e_dichiara_guerra_all%E2%80%99iran

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Ma secondo voi la situazione è davvero grave come dicono? magari tra una settimana non se ne parlerà più

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao, può darsi che il tuo dubbio sia reale, la situazione non sia così grave e non se ne parlerà più.
Però, vedi, anche se non se ne parlasse più, vengono piantati come dei semi di odio e sospetto che restano assopiti. Questi semi, col tempi, piantano radici sempre più spesse, fino a inoltrarsi finanche nelle più profonde viscere. Ne risulta un clima di sospetto, diffidenza, rancore, disprezzo che perdura.
Quindi la situazione resta grave.
Alessandro

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Sull'uccisione di Suleimani non rinuncerfei a leggere o ascoltare l'analisi di Giulietto Chiesa che forse,e per fortuna,in molti casi sembra essere informato direttamente da pandoratv.it/il-punto-di-giulietto-chiesa-guerra-alliran-litalia-dica-che-non-partecipera/

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

..da Mosca

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Remox sei una fonte immensa di sapienza, troppa per questo mondo odierno superficiale e ignorante.
Buon anno Luc

Antonio
Antonio
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ecco il vero Papa
https://gloria.tv/post/xgkjRdgkmqu14dNooxgcYHMVk
Quando papa Benedetto XVI è stato attaccato: Si alzò, sorrise e celebrò la Messa.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Antonio allora speriamo che il prossimo Papa sarai tu(o lei,come preferisce).

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

" Come ha detto la Madonna di Anguera: il veleno non è nel frutto, ma nell'albero."

QUEL MESSAGGIO, IL PRIMO DATO CON AL SOGLIO DI PIETRO FRANCESCO, A DETTA DI PEDRO REGIS E' INDIRIZZATO A PAPA BENEDETTO E' DI LUI CHE SI PARLA IN QUEL MESSAGGIO E SE LO LEGGI BENE, MA SEI TROPPO PRESA DALLE TUE POSIZIONI BASATE SU VEGGENTI E APPARIZIONI CONTRADDITTORIE TI RENDERAI CONTO CHE FRANCESCO NON CI AZZECCA NULLA!
NON TI DICO DI SCENDERE DAL PIEDISTALLO, CREDO CHE IL TUO SIA QUELLO DELLA STATUA DELLA LIBERTA'…
PIU' ALTO E' IL PIEDISTALLO SUL QUALE VI ERGERETE E PIU' VI FARETE MALE QUANDO CADRETE.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao HDC, mi auguro che tu abbia ragione, affinché il feroce e subdolo Saulo, che perseguitava Cristo e la sua dottrina, si converta folgorato, e diventi il Grande Paolo, apostoli Delle genti, difensore di Cristo e della sua dottrina! Al momento come dici tu, è una oscenità, e sconcerto diffuso in larghi settori del clero e dei fedeli cattolici!

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il portavoce ufficiale (di fatto) di papa Francesco, ossia Eugenio Scalfari, attribuisce al papa, altre ignominose eresie, senza che il papa si prenda alcun dovere di smentire risolutamente tali eresie rivoltanti, ed incocepibili:

…….Ed ecco Eugenio Scalfari farsi avanti e rispondere senza incertezze: il Figlio di Dio era un uomo, solo uomo, mentre era vivo, e lo restò fino a quando fu crocifisso. Poi è tornato Dio, cioè uno spirito, un fantasma, dopo la sua morte. Dissolvendosi come un fuoco fatuo e lasciandoci il suo messaggio fraterno. Insomma, al diavolo Dostoevskij: non era Dio fattosi uomo, l'Eterno entrato nel tempo in una fattispecie umana, pienamente uomo e pienamente Dio. Ma prima Dio, poi uomo, dopo di che ancora Dio. Un simpatico trasformista. Un Oudini di vaste ambizioni.
CHI è DIO?
E chi è Dio? Scalfari la sa lunga anche su di Lui. L'antico inganno delle molte religioni in competizione tra loro sta per finire. Sono tutte forme effimere dell'Unica Essenza che le profuma tutte: Dio è unico. La sua luce prende colori diversi a seconda del cristallo che attraversa. Tutte le religioni sono uguali, con sfumature diverse, riferite ad aspetti secondari quali le celebrazioni, che in realtà si equivalgono. I popoli purtroppo hanno diversificato il concetto di Dio, con grandi danni per la pace. Ora viene l' epoca di un nuovo affratellamento universale, dove ci sarà una sola grande religione con tanti fiumi dai diversi nomi ma dove scorre la medesima acqua. E grazie a chi? Grazie a papa Francesco.

Ciascuno ha facoltà di pensarla su Gesù e su Dio come crede. Eugenio Scalfari ha un'età veneranda, e può dire ciò che vuole reclamando rispetto. E glielo diamo. Ma c'è un problema. Il problema è che il massimo intellettuale laico del nostro tempo (così pare), nell'esprimersi come sopra non dice la propria opinione, ma si qualifica come portavoce del Papa, suo personale evangelista. Riferisce queste definizioni a proposito del Nazareno allo stesso Vicario di Cristo. Non è la prima volta. Sono anni che la storia si ripete. E francamente non ci sono più parole. Gutta cavat lapidem, la goccia scava la pietra, e ci domandiamo perché non gli si domanda privatamente, con una telefonata dall'alto, di chiudere questo rubinetto. Il fatto è che se Scalfari si sente autorizzato a farlo la ragione è perché si sente investito da una missione propostagli dallo stesso Santo Padre, il quale non ha mai sentito la necessità di smentirlo dicendo sì sì no no. Finora, anche dinanzi a virgolettati che – secondo ogni scuola di giornalismo – dovrebbero coincidere con le parole testuali, sono intervenuti pallidi portavoce le cui precisazioni assai comprensive e avalutative, neppure sono state riportate da Repubblica. Accadrà lo stesso stavolta?…..

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

……Intanto registriamo quel che è accaduto ancora ieri, con il tradizionale editoriale domenicale di Scalfari, che ormai dobbiamo interpretare di precetto come a messa domenicale, a quanto pare. Non c'è dubbio che tutto questo sconcerta il semplice fedele, ma anche il fedele complicato. Non ci si capisce nulla. Chi era Gesù Cristo davvero? Il dogma è fluido? Gesù è bifronte come Giano? Viene da pensare che – autorizzato o almeno tollerato dalla Santa Sede – ci sia un credo cattolico apostolico romano buono per le élite, una specie di cremina gnostica, una sorta di scienza massonica del Dio Supremo, il Quale coordina dall'alto, insieme alle menti più elevate, un pensiero religioso progressista di fraternità universale. E poi, più sotto, un credo parallelo, buono per le prediche nei santuari e per l' Angelus domenicale, un messaggio popolare, in cui sono accettati vecchi dogmi sul Dio incarnato, fatto di Cristi sanguinanti, e di Madonne piangenti, di san Tommaso che infila la sua mano nel costato aperto e carnale di Cristo dopo la resurrezione. Nel mio piccolo, mi rifiuto di pensarlo. Chiedo di essere smentito. Non si smentisca Scalfari che è un semidio, ma almeno me che sono un pirla.

LA RISPOSTA DEL PAPA
Il brano centrale di questo nuovo capitolo del Vangelo secondo Eugenio è questo: «Desideravo conoscere il parere (di Francesco) su Gesù Cristo: qual era la posizione del Papa rispetto a quello che per i cristiani è il figlio di Dio. La risposta del Papa fu la seguente: «Quando Dio, che è Unico per tutte le genti di tutto il mondo, ad un certo punto decide di incarnarsi con l' obiettivo di aiutare l' umanità a credere nell'aldilà e a comportarsi adeguatamente, succede che nel momento in cui si incarna diventa un uomo a tutti gli effetti, un uomo in carne ed ossa, un uomo perfino nel pensare e nell'agire. Cioè è un uomo vero e totale e lo dimostra nell'ultima settimana trascorsa a Gerusalemme, nell'ultima cena, nell'orto dei Getsemani dove prega Dio di esentarlo dall'esser crocifisso ma Dio non gli risponde. Anche sulla croce è un uomo, il quale si rivolge a quello che chiama il Padre e quasi lo rimprovera dicendogli: "Padre, Padre mi hai abbandonato". Era un uomo fino a quando fu messo nel sepolcro dalle donne che ne ricomposero il cadavere. Quella notte nel sepolcro l' uomo scomparve e da quella grotta usci in sembianze di uno spirito che incontrò le donne e gli apostoli conservando ancora l' ombra della persona e poi definitivamente scomparve».
La citazione è lunga, ma necessaria. Non credo possibile che il Papa abbia detto questo.

Sono vecchie eresie di stampo ariano e gnostico, condannate già al Concilio di Nicea nel 325. Sarebbe davvero il capovolgimento dei vangeli, andrebbero sostituiti. Capisco che non si voglia offendere un amico, smentendolo. Ma che amicizia è se non si nutre di verità? ……

https://www-liberoquotidiano-it.cdn.ampproject.org/v/s/www.liberoquotidiano.it/news/italia/13548879/papa-francesco-muto-parla-eugenio-scalfari-chi-e-davvero-gesu-vaticano-obbedisce.amp?amp_js_v=a2&amp_gsa=1&usqp=mq331AQCKAE%3D#aoh=15781385791643&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&amp_tf=Da%20%251%24s&ampshare=https%3A%2F%2Fwww.liberoquotidiano.it%2Fnews%2Fitalia%2F13548879%2Fpapa-francesco-muto-parla-eugenio-scalfari-chi-e-davvero-gesu-vaticano-obbedisce.html

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Alla fine uno si mostrerà diversamente da come è stato e come ho detto in passato potrebbe riguardare proprio l’attuale pontefice." (Cit. Remox)

@HDC io l'interprete cosi: alla fine mostrerà la sua vera faccia, qualunque essa sia (Non buona…)

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Caro Remox rispetto tutto il tuo pensiero elaborato in merito, anche perché sembrerebbe la soluzione profetica più razionale. Eppure coltivo quella "speranziella" da piccolo idiota dostoevskijano sul papabile mutamento, forse per il fatto che la grande Beata Anna Katherina Emmerich ci ha lasciato quella umile frase ("Ma Dio aveva altri progetti"). Certamente sarebbe una batosta incredibile per l'ala diabolica una conversione genuina, magari sbalordendo il mondo intero per la narrazione del dietro alle quinte. Si lo so che sto sognando, ma quel fumo che esce dal Cupolone visto dalla veggente di Zaro spero si riferisca a questa conversione.

D'altronde nemmeno loro si fidano totalmente: "Infine: è candido come una colomba ma furbo come una volpe.“ (cit. Eugenio Scalfari su Papa Francesco)

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Hdc per me il punto non e' cosa hanno fatto altri Papi.Questo e' un approccio da bar,permettimi.Il punto e' che la donna ha fatto vilipendio.Qualcuno dice che anche l'emorroissa strattono' Gesu' etc etc ma almeno si sara' scusata.Vedere che i cosiddetti fedeli difensori della Fede attaccano Bergoglio comunque,di pancia, dimostra a che livelli siamo.Mi dissocio. Considerando le enormi pressioni a cui e' sottoposto Trump in questo momento.Lindon Jhonson le subi' e ando' in guerra contro il Vietnam pur non volendolo e pur avendo resistito per mesi e mesi ai suoi collaboratori dietro ai quali c'erano i potentati.Gli dicevano che se non reagiva alla provocazione( alla falsa flag organizzata dagli Usa)qualche americano sentendosi umiliato avrebbe potuto ucciderlo.Oggi Trump potrebb'essere ucciso da qualche sedicente vendicatore di Soleimani,per un assassinio che non ha voluto e nemmeno ordinato,fatto anche contro Trump stesso.Alla faccia di Salvini che se Trumpo lo incontra lo riempie di botte :-)Se manda gli Usa in guerra contro l'Iran per Sion,fa il gioco di Satana.Anche Giuda ebbe paura e riceveva pressioni.Arriva il tempo per tutti,nella vita, di scegliere:o Gesu' o Giuda(o Pietro, via di mezzo,tanto c'e' il Purgatorio,se non muori martire:ma fossi Trump sceglierei Gesu'evitando possibilmente il Purgatorio.).Meglio pregare che fare previsioni.Non sottovalutate Giulietto Chiesa,perche' e' uno informato.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Hdc,solo per chiarire gli ultimi post che ho scritto prima di leggere l'ultimo tuo non sono rivolti a te,infatti.Quanto all'approccio da bar intendo dire che il giusto approccio non puo' non essere a partire da se' stessi,da come ci saremmo comportati dal Papa,per educazione o meglio per sensibilita'acquisita;non dalla cultura personale storica,di qualunque livello essa sia.Fosse anche superiore a quella universitaria,secondo la mia sensibilita' religiosa l'approccio giusto non e' quello.Infatti,piu' o meno consapevolmente diventa anche esibizionistico,cioe' un mostrare, come quello che al bar,o altrove, ma al bar si parla di piu', ti dice:"Io sono stato qui,la' su e giu' e ho visto e ti dico che…",e ti parla anche di cose che non c'entrano niente.Capito?Cosi' sento io, poi fanne quello che vuoi.Comunque ,nella mia grande modestia, posso dirti che :"Non sei lontano dal Regno dei Cieli".Sei lontanissimo :-)))Quasi come me.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Caro Hdc, fai come Maria:vivi rivolto alle cose celesti,vigila sul tuo cuore,e non preoccuparti di cosa pensa la gente,anche se cosi' facendo puoi sembrare tonto.Tanto se uno non lo fa sembra debole,ai furbi,e lo e',e cosi' rischia davvero,che e' peggio.Le cose celesti che ci rivelano i mistici,specialmente quelle relative ai Novissimi,ma anche al Purgatorio,al peccato originale,alla vita e passione di Gesu' e di Maria,devi arrivare a sentirle come cio' che conta e guida i tuoi desideri piu' profondi:e questo non va contro la natura umana,perche'e' vantaggioso,e il miglior investimento a lungo termine.Fatti costantemente un elenco di tutte le persone morte che hai conosciuto,e anche di quelle che non hai piu' visto e che potrebbero esserlo,e almeno a ferragosto e a Natale ,ma anche tutti i giorni,un po' per volta, prega per loro l'Eterno Padre offrendo in suffragio tutte le sante Messe celebrate e quelle che si celebreranno fino alla fine del mondo e ,per il cuore Immacolato di Maria,il Sangue di Gesu' Cristo.Per loro e per i "loro suffragati"perche' poi il Cielo distribuisce secondo necessita' e meriti.Per ognuna un PaterAveGloria e Rip.Anche per gli agonizzanti, ogni giorno,la preghiera di Maria Simma,che anni fa si ricopio' quel bravo ragazzo di Spring.Prima le opere nascoste,sopra tutto,visto che non siamo monaci,e poi,piu' le nascoste diventano parte di noi,anche le opere visibili,tanto piu' se non ci sentiamo divisi in noi stessi nel farle,ma anzi decisi .Cioe' se le facciamo "fregandocene " degli altri.:-)Si',perche' in fondo,nonostante tutto,Dio si preoccupa molto ma anche no ,affatto, dell'opinone della gente.Ha messo quasi tutto in enigma,per la serie,"Chi ha orecchi,intenda".Il Dio del paradosso.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Caro Vincenzo seguirò quanto mi hai suggerito: grazie infinite. Possa il Signore benedirti e proteggerti, possa la Santa Madre di Dio donarti la forza per continuare nella tua missione terrena e possa lo Spirito Santo illuminarti con la sua potenza gloriosa.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Cosi' sia.

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non è che l'ho "ricopiato" perché sono un bravo ragazzo, che tradotto in simboli logici diventerebbe P=>Q, (a parole: P implica Q). Ma perché ¬Q=>P , a parole … .
Certo se vivessi su un "isola deserta", bravo lo sarei sicuramente ^_^
Però ce la metto … tutta

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

ULTIMISSIME – Francesco schiaffeggia mano di suora

https://gloria.tv/post/a1KpsESAnz3a6DVBitVwSVTu2

È emerso sui social media un video in cui si vede Francesco schiaffeggiare una suora durante la sua visita in Cile del 2018.

La religiosa allunga il braccio per stringere la mano a Francesco, senza toccarlo.

Non c'era alcun problema di sicurezza. Nonostante ciò, Francesco ha schiaffeggiato la sua mano allungata, probabilmente per frustrazione o aggressione.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Ritorno sull'episodio del Papa.Dico quello che sento:trovo scandaloso e segno dei tempi che quasi nessuno,(ma giro poco tra blog e commenti)non si sia sentito ferito dal vilipendio commesso da quella donna.Lo dico io che nella mia mente qualche volta ho preso Bergoglio a quattrocchi in una stanza per il bavero e l'ho attaccato al muro,dandogli del tu.Ma vedere quel vilipendio,in pubblico,che di per se' e' molto meno,e' tutta un'altra cosa.Purtroppo quello che mi sembra non capiscano in troppi e' che nel vilipendio c'e' una componente soggettiva di superbia e d'irrealta'.Non lo strattona Dio e lo strattoni tu?Come se ci fossi solo tu e il Papa,davanti a tutti? Ma chi sei?Puoi avere ragione in quello che pensi,ma se sei un fedele minimamente degno non puoi,da solo e in pubblico,senza neanche essere agitato da una folla inferocita e coinvolgente,che sembri avere la fatalita' della volonta' permissiva di Dio,mettere le mani addosso al Papa.E' un problema individuale ,di pudore,freni,sensibilita' morale ed estetica,non di stare a giudicare il Papa,viene prima di questo e chi non lo capisce e' un poveretto che dovra' mangiare polvere,altroche'vedere piedistalli sotto i piedi di chi dice la sua onestamente e con imparzialita'.Vogliamo fare i diffidenti? Attenzione che non c'e' solo s. Tommaso che fa le pulci alle "buone intenzioni",ma c'e' anche il detto "Honi soit qui mal y pense".Anche perche' scrivere in maiuscolo e' da maleducati ed e' un fatto ,non e' un mio sospetto.Li' la caduta c'e' gia' e manifesta!Detto questo, il confronto tra i Papi e' un altro argomento e viene dopo.Certamente Benedetto e' un'altra cosa,altro stile,una luce e di Papa Francesco ho scritto le cose peggiori ma anche argomentate, non buttate li' di pancia.Pero' mi dissocio da tutta questa pletora di zelantoni di pancia.Se Dio vuole posso soffrire per voi,ma non mi metto in societa' con voi.Per me non siete onesti,nei fatti,e non e'solo un sospetto.Non e' questioni di sospetti da servette,e di paranoie,e' questione di non svegliare l'orso o il can che dorme,che poi nelle cose ci va a fondo e ci sa andare.La divina volonta' e' altra cosa e il troppo sublime ,come diceva Bernanos, non le appartiene.Pure don Leonardo,che ormai tende a parlare sotto voce per essere "delicato",come agli amici su un divano,come se fossimo tutti in stanze ovattate,non mi convince quando sottolinea che Maria rinuncio' a dire la verita' per non umiliare san Giuseppe,nell'episodio del quinto mistero gioioso.San Giuseppe era san Giuseppe,e va bene,ma a certa gente e' giusto dirle in faccia.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Aggiungo che questa cosa di pretendere che Cesare sia irreprensibile e' fasulla.Tanto piu' se la pretesa viene dai cristiani o sedicenti tali.E' Provvidenza a volte che il padre sia meno esemplare del figlio.E' Dio che suscita il volere e l'agire,insegna la Liturgia,e la buona volonta' serve per ottenere Misericordia,non necessariamente per fare del tutto bene.Chi dice:"Dalle piccole cose si vede come uno e',mentre dalle grandi come vuole apparire" e' una servetta fintamente umile.Si vede come uno crede di dover essere e vuole essere:ma la perfezione non e' per tutti e Dio usa l'imperfezione come usera' i terroristi..del resto.Empio chi non lo capisce e fintamente umile.Sono i satanici nemici della Chiesa e dell'Umanita' che diffondono una pedagogia a rovescio,per seminare anarchia e perdizione.Il Papa e' un uomo,coi suoi pregi e difetti,e mettersi a far gazzarre su questi episodi,che anche quando criticabili meriterebbero pietoso contegno,e' roba da politici,non da fedeli.O da lecchini e portaborse.Quando parlava Palmaro tacevano tutti.Anch'io,per la verita'.Quando usciva il Motu Proprio sulla Sacra Rota,in alcuni punti scandaloso e quindi manifestamente in mala fede,nessuna protesta.Quando col Giubileo Papa Francesco metteva l'aborto sullo stesso piano degli altri peccati,poche voci di allarme ricordo o forse nessuna.Adesso siamo a Radio Serva.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Aggiungo,per far capire, un piccolo ricordo di quando andai a Medjugorje con mia moglie.Mentre si camminava in gruppo nel vialetto per andare in visita alla suora francese, la Meilland, non ricordo ora il nome proprio(ha scritto libri,tra cui il Bambino nascosto di Md,e ha viaggiato anche in Italia)mi capito' di udire due,probabilmente assidui dei viaggi a Medju,che parlottavano,e uno disse :"Pero' non tocca"..e all'altro scappo':"Tocca sua moglie".Al che mi venne da ipotizzare dentro di me,ma non dissi nulla,che,da "anziani" stessero valutando il comportamento dei nuovi pellegrini e che parlassero di me,perche' effettivamente io in pullmann a volte accarezzavo mia moglie cosi' d'improvviso,e perche' io non toccavo statue e altre cose sacre come quasi tutti,e non mi piaceva farlo.Non so se fu cosi',ma nel caso l'ultima frase avrebbe scoperto una conversazione che altrimenti era impersonale.Tra l'altro ci avevano azzeccato,nel caso,perche' allora in fondo m'interessava mia moglie e il viaggio la' era come adempiere a un desiderio del passato.Complimenti!Cosi' sono molti fedeli,e quando hanno discernimento.Quando va male invece non ci azzeccano neppure.Ora dico:toccare e' concupiscenza, possibile che anche il porco debba poter toccare il Papa sen'aspettare che sia il Papa a fare un gesto d'incoraggiamento?Non ha diritto e dovere,se lo ritiene,il Papa d'insegnare questo?E perche' voi cosi' attenti a ogni volo di mosca,non lo avete ancora imparato e non lo insegnate?Cosa c'e' di piu' becero volgare e vigliacco che fare queste gazzarre da iene?Cosa dobbiamo aspettarci dall'Umanita' se i cristiani si comportano cosi?Andate allo stadio,che e' meglio, ma forse li' sono piu' intenditori.Ma forse siete tutti Teresina di Lisieux che vuole entrare in convento in anticipo,per importantissime ragioni spirituali(Pero' non mi risulta che tocco' il Papa,solo indugio').Altri tempi.Oggi siete abituati a respirare aria viziata e a inalarla con volutta' a pieni polmoni.Plebaglia insuperbita,avete bisogno di conoscere il bastone duro,che ancora non avete conosciuto e ritrovare pudore e sentimenti.Io anche ,si capisce 🙂

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Che poi questi fatti gia' cominciano a sembrare parte di quei" ben strani tormenti" di cui una quartina diceva forse riguardo a un Papa nei suoi ultimi anni.Semina il vento della demagogia e raccogli la tempesta della demagogia viscerale.Un contrappasso,una nemesi.Per conto mio sarei contento che rispolverasse la sedia gestatoria.Sarebbe divertente.I Peronisti non sai mai da che parte si girano… Chi ha il senso dell'onore non tocca quel che non e' suo:ne' cose ne' persone,se non gli e' richiesto o per soccorso.Neanche chiama facilmente per nome se non ha familiarita'.Son tutti modi di manifestare possesso,proprieta'.A militare non si fa sdraiare sulla propria branda nessuno.Non e' mica il letto della putt… .Lo si difende.Anche da questo si capisce l'ingiustizia subita dal Figlio a causa nostra,e chi non conserva un cuore di figlio,e una prospettiva di figlio,non e' padre nel cuore.Ma chi non capisce queste cose merita quello che potra' succedergli nei prossimi anni.Io pero' capisco queste cose non per scienza umana ma perche' sono stato un bravo ragazzo e forse lo sono ancora un po':scienza umana potrebb'essere ancora contrattualismo,ugualitarismo.Invece il bravo ragazzo va oltre,va in verticale,ci crede perche' ama e ama perche' ci crede,tende al superamento di se',all'abnegazione,alla dedizione alla causa che non e' la gazzarra plebea…Senza questa tensione assoluta,si perde anche il rispetto umano,orizzontale:magari continuando a fingerlo,finche' si vive d'illusioni,e di political correct,ma non si puo' costruire sulle illusioni.Sembra un discorso da carabiniere di un secolo fa.Infatti lo era mio nonno paterno. :-)Ce ne fossero.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo
NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Iran, issata la bandiera rossa a Qom. «È il segno che precede la battaglia»

Sabato 4 Gennaio 2020

Qualche ora dopo l’assassinio del generale Qassem Soleimani nella Santa moschea di Jamkaran a sei chilometri a est dalla città santa di Qom in Iran é stata innalzata la bandiera dell’Imam Hussein, nipote del Profeta. La foto è stata condivisa su Facebook dall'antropologa esperta di Iran Tiziana Ciavardini. «Questo gesto simbolico – spiega l'esperta – avviene ogni volta l’Iran vuole comunicare che ci si trova davanti ad un imminente battaglia».

L’imam Hussein il piú venerato nell’Islam Sciita é il nipote del profeta Maometto, che secondo la tradizione fu ucciso e decapitato nel Settimo secolo, assieme a decine di suoi seguaci nella battaglia di Kerbala, contribuendo a creare la scissione dai sunniti, il ramo maggioritario dell'islam. «La bandiera rossa di Hussein innalzata sopra la moschea – aggiunge Ciavardini – simboleggia la forza della battaglia come quella di Kerbala ed il colore del sangue che presto verrá versato come sacrificio e quale vendetta per la morte del Generale Qassem Soleimani ormai diventato Shahid Soleimani (martire Soleimani)».

https://www.ilmessaggero.it/mondo/iran_soleimani_bandiera_imam_segno_battaglia-4962157.html

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Al lavoro del ricercatore francese aggiungiamo quanto segue.
Alcuni autori ritengono che Nostradamus prevedesse un conflitto armato tra Turchia e Iran. In primo luogo sarà una guerra locale, nella quale avrà il vantaggio iniziale l'Iran.
Questo evento è descritto nell'almanacco nel 1565, dove il profeta parla di una "guerra mortale". Descrive i partecipanti al conflitto con turbanti di vari colori: blu (così indossati dai turchi) e bianchi (tradizionale per gli iraniani).
Successivamente i turchi tenteranno di utilizzare questa guerra per la propria espansione in Europa.
Secondo Nostradamus, i Turchi cercheranno di trovare una percorso attraverso l'Africa per il proprio esercito. Ed è lì che si troveranno impantanati e saranno costretti a tornare.
https://it.sputniknews.com/mondo/201708224931289-Nostradamus-Russia-Iran-Spagna/

FB

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sui turbanti blu e bianchi (e curulei) ho scritto vari articoli. L'interpretazione riportata sa Sputnik è però sbagliata: è vero il contrario. I blu sono i persiani i bianchi i turchi. Rimane il dubbio dei cerume da me identificati con i siriani.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"i Turchi cercheranno di trovare una percorso attraverso l'Africa per il proprio esercito. Ed è lì che si troveranno impantanati e saranno costretti a tornare."

il commento era piu' per questo, la Turchia in Africa si sta avverando.

FB

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

L'evento globale, che si terrà in Vaticano il 14 maggio 2020, è a tema Reinventare l.
Secondo una dichiarazione vaticana rilasciata giovedì 12 settembre 2019, il Papa sta invitando rappresentanti delle principali religioni, organizzazioni internazionali e varie istituzioni umanitarie, nonché figure chiave del mondo della politica, dell'economia e del mondo accademico, e di importanti atleti, scienziati e sociologi a firmare un "Patto globale sull'istruzione" in modo da "trasmettere alle generazioni più giovani una casa comune unita e fraterna"

https://gloria.tv/post/oE8uGscdUU3k2cUUr8rQwJP1P

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Sempre più simile alla figura dell'oppositore di Anguera e al suo "velenoso progetto".

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Avete guardato il dito piuttosto che la luna. Tanto inchiostro per denigrare la donna che strattona e tanto per Bergoglio che reagisce, ma nulla sulle guardie che non sono intervenute. I servizi segreti hanno fatto la prova generale del prossimo attacco. Mi meraviglio come mai non hanno arrestato le guardie.

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Anche io ho notato questa cosa…

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa

Salve vi voglio raccontare un'esperienza che ho vissuto un pò di anni fa e che mi ricordo ancora bene.

Ho preso il treno, come ogni mattina, e quando sono salito sul vagone ho fatto la scelta di andare a sinistra, e siccome non c'era posto, mi sono appoggiato alla fine del vagone vicino a dei posti già occupati. Aggiungo che quella mattina sentivo qualcosa di diverso, le sensazioni di scelta se andare a destra o sinistra del vagone appoggiarmi vicino ad un posto invece di un'altro, era tutto molto strano, però li per li non ci avevo fatto molto caso.
Dopo riflettendo su quello che mi sarebbe successo di li a poco, mi è sembrato quasi che qualcosa mi avesse guidato in quella direzione in quel posto e in quel dato momento. Quando avrò finito di raccontare capirete, cosa voglio dire.
Mentre stavo appoggiato sulla porta che divide i vagoni del treno, accanto a me c'era una coppia una ragazza e un ragazzo, il ragazzo era proprio vicino a me e senza volerlo ho ascoltato la loro conversazione, parlavano dei sogni che avevano fatto quella notte, la ragazza raccontava di un sogno, in cui dominava il ragazzo, ordinando di fare delle cose. Un sogno "quasi comune", invece il sogno del ragazzo mi ha sconvolto, ha cominciato a raccontare di essere una persona che si era suicidata, questa persona morta girava nel mondo come spirito, e mentre si guardava intorno vedeva che il mondo era nel caos più assoluto, a causa di "alieni" che avevano appena invaso la terra e uccidevano a destra e manca, durante il suo girovagare si trovo davanti al palazzo delle nazioni unite e dopo essere entrato constatò che il palazzo era vuoto, tranne per un piccolo gruppetto.

(segue)

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa

(continua)

Si avvicinò per osservare meglio e riconobbe uno degli individui, era il Presidente della Terra, che parlava a degli individui che lo spirito non conosceva e che questi individui non erano umani.
Il presidente disse a loro "Voi fate il caos, poi io farò finta di avervi convinto a firmare la pace e diventerò l'uomo più importante, più amato e più potente della Terra, e voi avrete vantaggio da questa cosa." Gli individui accettarono e se ne andarono.
Lo spirito spaventato da questa visione corse nel mondo per avvertire tutti che il Presidente era in combutta con gli "Alieni", ma le persone non lo ascoltavano, anzi non lo vedevano proprio, siccome Lui era morto. Allora nella speranza di salvare la propria famiglia cerco di avvertirli, ma anche questi, non potendo vederlo, ignoravano i suoi avvertimenti. E vedeva la sua famiglia venir presa dagli alieni. Intanto nel mondo le persone venivano occultamente "rapite" da questi "alieni", grazie all'aiuto del Presidente della Terra.
Dopo il ragazzo, sconvolto, svegliatosi dal sogno, ancora angosciato da questo visione, si alzava dal letto con la decisione di avvertire i suoi familiari, poi accortosi che era solo un "sogno" si tranquilizzava e si preparava per uscire da casa.

Finito di raccontare chiesi a questo ragazzo se avesse mai letto libri di rapimenti alieni, di profezie, o visto film di questo genere. La risposta fu negativa in tutto, dimostrandomi che questa persona non era totalmente o parzialmente viziata da queste cose.
Queste mi fece capire che forse quello non era un sogno ma una visione di un futuro imminente. Con il passare del tempo riflettendo su questo strano accadimento nella mia vita ho sempre più compreso che l'evento vissuto su quel treno aveva come scopo quello di toccare me, e ho anche compreso che le figure come il Presidente della Terra e gli "Alieni" non erano quello che sembravano, ma secondo una mia idea, uno era l'Anticristo, e gli altri erano demoni. Ormai sono sempre più convinto che il Demonio per allontanarci da DIO, ha creato e userà gli "Alieni" solo per allontanarci dalla Fede. Ho letto molti messaggi della Madonna, dove essa dice sempre "DIO è soprannaturale…" come se ci volesse dire che nel Mondo girà e girera sempre di più la convinzione che DIO è un RE alieno, oltretutto dittatoriale e iracondo.
Non so se questo mio pensiero sia esatto ma mi ha talmente colpito che mi trovassi accanto ad una persona sconosciuta su un treno pendolare, ad ascoltare un simile racconto di un sogno fatto da quella stessa persona.

Comunque vorrei sentire un vostro parere.
Daniele

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Ciao Avvoltoio, il sogno è davvero spaventoso, ma a mia personale opinione, non si tratta di un sogno premonitivo, cioè di un evento che deve ancora accadere in un futuro oscuro, ma piuttosto di tratterebbe di un sogno rivelatore, del presente, dell'attualità che stiamo già vivendo adesso; infatti, molti oggi vivono ignari di tutto, completamente sordi e ciechi, ad ogni richiamo celeste, ad ogni avvertimento "spirituale", perché ciò che è spirituale, non si vede, non si tocca, non si ascolta, e quindi neanche si potrebbe credere, a qualcosa che non sia materiale e materialista.
Il "Presidente di tutta la Terra", sarebbe quello che biblicamente viene chiamato il "principe di questa Terra", ossia Satana, colui che ha osato tentare nel deserto, il Verbo di Dio fatto uomo, «Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni, perché è stata messa nelle mie mani e io la do a chi voglio. Se ti prostri dinanzi a me tutto sarà tuo». Adesso tutta la potenza economica, finanziaria, politica, militare, giudiziaria, culturale, mass-mediatica, e tutta la gloria effimera dei regni di questo mondo, sono stati dati alla massoneria, e gli uomini, che vi appartengono, sono a diretto servizio di tale Presidente di tutta la Terra, ossia del principe di questo mondo, satana in persona. Adesso tale infernale presidente della Terra, sta cercando di colpire, il Corpo Mistico di Cristo, la sua Chiesa Cattolica, con la più subdola e perniciosa Delle eresie, il modernismo, dopo aver diffuso apostasia dilagante, nei popoli un tempo cattolici, tramite i mezzi potenti di perversione capillare, a disposizione della massoneria mondiale.

Un abbraccio, Santa Epifania a te, e a tutti i lettori!

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Non voglio fare il bastian contrario inesorabile,e "riduttivo"pero'tra il faceto e pure il serio, il sogno della ragazza sara' quasi comune ma non e',spero,quasi comune che lo abbia raccontato al suo ragazzo.Percio'e' questo il sogno che mi ha colpito,unito al fatto che lo abbia raccontato al suo ragazzo.Troppo candore.Una brava ragazza lo tiene per se',non lo trasforma in una proposta-tentazione destinata a lavorare piano piano nel tempo dentro la mente del "partner",sempre che' non si attivi da subito.Ma non fateci caso,magari sara' un mio problema,sto invecchiando,il testosterone cala:sole sulla pelle(vitamine D,esercizio fisico intenso anche se non troppo prolungato aiutano,insieme a olio di fegato di merluzzo),le ragazze mi piacciono,la moglie mi trascura, e quindi devo difendermi :-)Magari un'aliena/o quel ragazzo ce l'ha accanto,mentre di notte si sogna gli alieni.I demoni s'intromettono tra uomo e donna:quelli maschili adottano la donna e quelli femminili adottano l'uomo,sperando che non si suicidi.Non si puo' dire una bella coppia.A volte meglio soli che male accompagnati.Ma se e' "quasi comune"allora… rassegnatevi. ;-)Il futuro e' donna(dicono)e dopo Greta il prossimo grande fenomeno di massa manipolata potrebb'essere un movimento di donne e un ritorno alle societa' gilaniche(si scrive)e ginarchiche(si legge).I padroni del mondo han voglia di divertirsi a spese dei popoli(quel che rimane) e di vedere fino a che punto riescono a portarli.Ma Dio ha altri progetti.

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Grazie a tutti per la risposta.
Nicola_7 interessante interpretazione di questo sogno fatto dal ragazzo.
Vincenzo anche io riflettendoci sopra, pensavo che il sogno di dominare il suo amico/ragazzo non è un bel sogno, scavalcare o dominare le persone non è una bella cosa.
Ps. comunque non so se sono una coppia o solo amici, non li conoscevo. 🙂

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Se Dio avesse dei progetti, come suona da più parti lo stonato ritornello, non sarebbe Dio. Dio è assoluta gratuità. Buon anno a tutti. Dcm

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

"Se Dio avesse dei progetti, come suona da più parti lo stonato ritornello, non sarebbe Dio. Dio è assoluta gratuità. Buon anno a tutti. Dcm"

Dcm la sua risposta trasuda ignoranza biblica. DIO FA PROGETTI e lo dice la stessa Bibbia.

"Signore, tu sei il mio Dio;
voglio esaltarti e lodare il tuo nome,
perché hai eseguito PROGETTI meravigliosi,
concepiti da lungo tempo, fedeli e veri." (Isaia 25,1)

"Io chiamo dall'oriente l'uccello da preda,
da una terra lontana l'uomo dei MIEI PROGETTI.
Così ho parlato e così avverrà;
l'ho PROGETTATO, così farò." (Is 46,11)

"Io, infatti, conosco i progetti che ho fatto I PROGETTI CHE HO FATTO A VOSTRO RIGUARDO – dice il Signore – progetti di pace e non di sventura, per concedervi un futuro pieno di speranza." (Ger 29,11)

"Trema la terra e freme,
perché si avverano contro Babilonia
I PROGETTI DEL SIGNORE
di ridurre il paese di Babilonia
in luogo desolato, senza abitanti." (Ger 51,29)

MI FERMO PER FAR CAPIRE CHE CHI RAGIONA COSI' – annullando o deridendo lo "stornato ritornello" – SICURAMENTE MISTIFICA LA PAROLA DI DIO.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Riconosco la mia ignoranza biblica e mi inchino davanti alle pertinenti citazioni. Il mio non voleva essere un intervento teologico ma uno sfogo filosofico. DCM

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

DOM capisco quello che voleva dire,di fatti realisticamente fatichiamo nel centrarci sulla Volonta' di Dio quando non siamo rapiti dalla Grazia in una dimensione di estetica e gratuita'.Ma se Eva e Adamo,davanti al progetto di Dio,sentirono il Meglio come nemici del Bene che gia' vivevano,e sbagliarono,adesso cosa vogliamo fare:in nome del Meglio,vogliamo perseverare nell'errore dei progenitori?Cioe' vogliamo fare tutto a rovescio:dopo che i progenitori sbagliarono accontentandosi,adesso,per non accontentarci,vogliamo andare a ruota libera verso l'abisso?Una prospettiva cara a Satana.Vabbe' che col miracolo economico degli anni '60 siam diventati tutti "signori"ma ormai il miracolo ce lo hanno sfilato sotto il naso e tanto vale adeguarci,imparare, ed essere realisti.Ben vengano tutte le forme imperfette di timor di Dio,di obbedienza,di realismo,di buon senso contadino paesano alla Sancho Panza,purche'frenino la discesa e favoriscano l'azione della Grazia che ci vuole risollevare.Senno' perche' Dio ci avrebbe tolto i doni preternaturali?O forse ,come molti modernisti,pensa che non esistessero, questi doni?La contraddizione di Bergoglio e'che da una parte vuol essere un gran signore,addirittura libero di rifiutare il progetto di Dio senza andare all'Inferno(lo sappiamo)e di mandare Giuda in Paradiso;dall'altra, nella morale, vuol essere super realista e conciliante:solo che il suo realismo vede solo il comodo,perche' i rischi eterni li elimina in nome della Misericordia e della non esistenza dell'Inferno.Invece il vero realismo ti dice che se metti la mano sul fuoco e senti male devi tirarla via,usando la modesta e prosaica buona volonta' umana.Lo sanno anche i bambini…quelli VERI,non quelli ipocriti,insuperbiti,non quelli "signori" che poi si rivelano "sciuretti" e "sciurette".

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Tutto si tiene.Per esempio:@Avvoltoio:"Il sogno di dominare il suo amico/ragazzo non e' un bel sogno,scavalcare o dominare le persone non e' una bella cosa.".Certamente,ma questo non basta a renderlo non desiderabile,e da entrambe le parti.La verita' teologica ed esistenziale del cristianesimo,tutt'altro che fantasiosa, ha anche uno sguardo crudo e realistico sulla realta'.Va oltre l'affermazione morale di principio,anche se sincera e sentita.Pero' questo realismo non diventa lassismo morale,anzi,il contrario.Se lo diventa,finisce col convergere di fatto,se non in teoria,con lo storicismo e col materialismo,per esempio con quello del gender, ma su tutto.Tentazione interna alla Chiesa di oggi.Alla fine tutto diventa una questione di principi generali astratti e di genetica fine,(contro quella…grossolana:roba da matti) l'essere umano diventa come un robot che si puo'assemblare come si vuole se si riesce ad avanzare nella scienza e nella tecnologia genetica.Cosi' l'aspetto materiale,genetico diventa preponderante,nel rispetto solo formale del principio generale della liberta' di scelta.Un po' la logica dello spacciatore che vende la droga perche' la vogliono e la chiedono.Su questa strada, un giorno ,quando sentissero di aver preparato bene il terreno,potrebbe reintrodurre la schiavitu' nella legge o addirittura nella Costituzione.Di Overton in Overton.IL cristianesimo invece ti da' dei punti fermi e ti dice:se la tua anima non vive secondo Dio,cioe' secondo la sua stessa natura,si perverte a livello ontologico e a livello funzionale, fisiologico.Se vuoi vivere in coerenza con quello che credi,devi praticarlo,senno' finirai col credere a cio' che pratichi e non a cio' che credevi,finche'addirittura dimenticherai cio' che credevi.Questa e' stata la discesa dell'Umanita' dopo il peccato originale.Senza intervento esterno sarai perduto e dannato.Il Figlio e' venuto,e dove la situazione e' peggiore di quella di Adamo ed e Eva,sovrabbonda con la Grazia,ma questa Grazia va accolta e fatta circolare.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Condivido quanto ha scritto Vincenzo. Nel mio piccolo desidero sottolineare come la filosofia sia l'ombra distorta della visione cristiana del mondo. Una filosofia senza l'Eterno è pura genetica della tentazione, una domotica di illusori intenti e una tecnopatica realtà quotidiana.

Consiglio una sana lettura di Félicité de Lamennais.
Secondo la mia umile visione, da piccolo peccatore convertito, l'attuale pontificato avrebbe dovuto ricalcare quanto scritto proprio da FDL: "Voi dovete formare la famiglia universale, edificare la Città di Dio, tradurre in fatto progressivamente, con un continuo lavoro, l'opera sua nell'Umanità. Quando, amandovi gli uni cogli altri come fratelli, voi vi tratterete reciprocamente sí come tali, e ciascuno, cercando il proprio bene nel bene di tutti, unirà la propria vita alla vita di tutti, i propri interessi agl'interessi di tutti, pronto sempre a sagrificarsi per tutti i membri della comune famiglia egualmente pronti a sagrificarsi per lui, i piú fra i mali che pesano in oggi sulla razza umana spariranno come i vapori addensati all'orizzonte spariscono al levarsi del sole; e ciò che Dio vuole si compirà: però che è suo volere che l'amore unendo a poco a poco piú sempre strettamente gli elementi dispersi dell'umanità, e ordinandoli in un solo corpo, essa sia una com'egli è uno." (cit. Félicité de Lamennais)

Invece hanno seguito Karl Rahner e i suoi accoliti.
Il mondo potrebbe rinascere dalle parole dimenticate…
…e dimenticare quelle fetide parole accolte 50 anni fa!

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Sarebbe interessante leggere un post scritto da Remox che racchiuda le profezie che riguardano l'Iran visti i recenti avvenimenti. Penso interessi a molti.

UnLettore

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ci siamo; nel luglio scorso su questo blog ho scritto quanto segue:
Iran e Hezbollah sono pronti alla guerra
Jeremy Salt, AHTribune 18 luglio 2019
http://aurorasito.altervista.org/?p=7946
Nell’articolo si evidenzia il rafforzamento dell’asse della resistenza sciita che poggia su due colonne portanti come Hezbollah e la Guardia rivoluzionaria dell’Iran; per Israele e l’occidente si avvicinano i tempi finali preconizzati da diverse profezie; non sono un fan di queste: sono vere solo all’atto dei fatti. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti: per la maggior parte per fanatici e creduloni, ma alcune da prendere in dovuta considerazione; tra queste le centurie di Nostradamus, i moniti di Fatima ed il libro dell’Apocalisse: da impiegarci una vita a studiarne i contenuti e le relazioni che dovrebbero esistere tra loro. Tralascio le centurie di Nostradamus che sono l’ossatura di questo blog e sono dure da “svelare” per mettere a fuoco elementi comuni tra Fatima e l’Apocalisse che sembrano promettere un alto grado di veridicità previsionale. L’interpretazione dell’Apocalisse che mi ha colpito per il piglio concreto interpretativo è contenuta nel sito:
http://pierre2.net/it/la-cle-de-lapocalypse/
Che il Libro sia di difficile o meglio impossibile ad interpretarsi è scritto nello stesso: sette (numero perfetto) sigilli lo tengono serrato alla curiosità umana; solo il Cristo potrà rivelarlo alla fine dei tempi; si tratta quindi di rivelazioni ad un prete libanese che vanno d’accordo con le rivelazioni di Fatima come specificato nel sito. Per me è ozioso domandarsi se tali rivelazioni sono vere o false facendo appello alla teologia, al magistero delle chiese ed oltre. Mi sono sembrate estremamente concrete e coerenti: se sono vere dovranno passare alla prova dei fatti. Ne faccio un piccolo sunto per forza di cose insufficiente. La grande bestia è Israele; il suo potere finanziario si estende su buona parte del mondo, ma è un potere imperfetto costituito da tre sei (il famoso 666), dove il sei è segno di imperfezione; chi le conferisce potere è la seconda bestia, gli USA con i suoli 10 re (presidenti), parassitata dalla prima. Quando il trionfo della prima bestia è quasi completo con la conquista della chiesa cattolica, ecco arrivare il Cristo su un cavallo bianco, vestito da guerriero, pronto a giudicare materialmente il mondo. La battaglia decisiva sarà ad armagheddon ovvero nelle vicinanze del monte (ar) Megiddo, oggi importante incrocio sulla strada che congiunge il centro di Israele con la Galilea inferiore e le regioni settentrionali. Dell’armata che distruggerà la bestia faranno parte pochi cristiani rimasti fedeli e i musulmani sciiti che avranno il battesimo di sangue. Il nuovo popolo di Cristo sarà formato anche dai musulmani sciiti. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dott. g.i.ha già chiarito le tesi ridicole di quel sito , e aggiungo qualsiasi uomo giungerebbe alle stesse conclusioni, un minestrone …..

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

“Per me è ozioso domandarsi se tali rivelazioni sono vere o false facendo appello alla teologia, al magistero delle chiese ed oltre”; di fronte alla ragione sono tutte pure fantasie come è per ora pura fantasia l’avvento del GM restauratore dell’ordine civile e restauratore dell’ordine religioso insieme ad un per ora inesistente papa santo, l’opposto dell’attuale; è più semplice infatti prevedere che i prossimi si adeguino alla linea attuale. Avere poi fede cieca nelle profezie è da evitare per un credente, perché anche per quelle che sembrano provenire da Dio stesso vale tassativamente il monito evangelico: “Vegliate, dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora” (Mt 25,13)”. Per me le fesserie che provengono dal prete libanese sono equivalenti a tutte le altre fino a prova contraria; in generale è mia convinzione che le profezie, direi meglio previsioni, hanno un maggiore tasso di successo tanto più sembrano incongruenti colla realtà del momento: all’epoca chi avrebbe profetizzato la distruzione del tempio sarebbe stato dichiarato pazzo! Ciò che è verosimile non si avvera, specie se si formalizza per le innumerevoli esigenze impellenti attuali: è sorto un immenso minestrone di profezie per tutti i gusti…. che diventa cattivo per l’erba cipollina del libanese.
Il mio intendo era porre l’attenzione sul fatto che i cristiani d’oriente, traditi dagli occidentali, trovano conforto associarsi all’asse della resistenza che ha ritrovato unità e fervore antisionista a seguito dei recenti fatti. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

un refuso: intento. P.Riesz_

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

https://conflitmondial.wordpress.com/

Ultima analisi , sulla stessa linea di Remox

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Una cosa su Amsterdam e sul quinto Dogma.(A parte,dico che Padre Livio come il buon vino invecchiando migliora e i suoi commenti meritano di essere uditi e visti,nella mimica facciale,nei sorrisi,nelle pause in cui "punta " con lo sguardo gli ascoltatori e fa intendere quel che non dice del tutto).Sicuramente non tutti sanno cosa nasconde la prima lettura della seconda domenica dopo Natale(ieri).Insieme con la seconda lettura, da san Paolo,lettera agli Efesini.Nella prima,dal Siracide,parla la Sapienza,e chi non crede alla divinita' di Gesu' Cristo e alla S.S.Trinita',se ne fa forte.La Sapienza infatti e'uno degli attributi del Figlio.Ma non e' il Figlio.Infatti si dice creata da suo creatore,e creata prima dei secoli,fin dal principio.Non e' Gesu',e' la sposa dello Spirito Santo.Noi stessi come figli adottivi,dice san Paolo nel secondo brano,fummo scelti prima della creazione del mondo e predestinati a esserne figli adottivi.Ovviamente possiamo decadere.Non e' la predestinazione dei protestanti.Anche Maria fu tentata e poteva decadere.Ecco percio' che Satana fu folle ma non irragionevole.Difatti qualcosa ha ottenuto.Contro Dio non si sarebbe ribellato direttamente.Non serviva a niente.Contro Maria e contro di noi,si',perche' siamo liberi e Dio rispetta sostanzialmente la nostra libera volonta'(entro certi limiti,per fortuna).Percio' Satana non era il primo dopo la S.S.Trinita',quando si ribello'.Anzi:si ribello' proprio perche' sapeva di non esserlo e sapeva che contro le creature aveva delle possibilita' che contro Dio non aveva.Maria non e' esattamente la nuova Eva,oserei dire:lo e' nel Tempo,ma prima della creazione Maria precede Eva nella mente di Dio e precede Lucifero.Quindi Lucifero non ha nemmeno l'attenuante "romantica" del bravo figlio che si vede superare dal fratello minore.E' un usurpatore e omicida freddo e fin da principio:fin da quando vede lucidamente,con intelligenza angelica, le cose come erano da principio nella mente di Dio.Il S.Natale,L'Epifania,il Trionfo del Cuore Immacolato,sono lo stesso evento che nasce e giunge alla sua pienezza e poi con la Pasqua ci porta nell'Eternita'e si realizza anche con l'aiuto della Sapienza:aiuto subordinato al Padre suo creatore, al Figlio e allo Spirito Santo.Il suo Trionfo e' anche il Trionfo della Giustizia di Dio ,nella causa intentatagli dal Maligno e dagli uomini nel corso della Storia,ma non e' un Trionfo passivo.Difende la sau causa e quella dei suoi Figli.Anche se ,come dice padre Livio in modo sornione:"Maria l'abbiamo messa in Sacrestia,altroche' che storie!".(Che schifo!).

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Padre Livio mi ha fatto rinascere proprio nella conversione vissuta nel 2010. Io devo parte della mia vita alle parole di questo santo vivente: disprezzo chi lo ha disprezzato perché non ha aderito alla sua causa. Padre Livio è un sapiente, un dono di Dio, una voce che ha gridato nel deserto. Recentemente sto ascoltando le meditazioni di Padre Serafino Tognetti su La Salette (YouTube) e le trovo abbastanza interessanti: uomo preparato, moderato, intelligente e cristiano nel vero senso cattolico. Ma Padre Livio è un tocco all'anima. Racconto un piccolo ricordo personale: la mia ex odiava a morte la sua voce. Se in automobile accendevo Radio Maria, lei andava via di matto. Stati di panico e atti violenti nei miei confronti: dopo qualche anno scoprii che era adepta di un grupp pagano-cristiano che venerava Minerva come trasposizione della Madonna e Giove come trasposizione di Cristo. Vi sembre uno scherzo? No. Questa gente esiste e molte volte vivono intorno a noi. Magari qualcuno legge anche Nostradamus, però la voce di Padre Livio ha un potere esorcistico.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

TRUPPE DI HAFTAR CONFERMANO: "ABBIAMO CONQUISTATO SIRTE"

I miliziani dell'uomo forte della Cirenaica entrano a Sirte: "In tre ore saremo nel cuore della città. L'attacco sarà preciso".

Svolta importante in Libia: da Sirte infatti, città natale del rais Muammar Gheddafi, sono arrivate nelle scorse ore le immagini dell’ingresso delle truppe del Libyan National Army, l’esercito cioè guidato dal generale Khalifa Haftar. Per l’uomo forte della Cirenaica, si tratta di un colpo a proprio favore decisivo forse anche per la stessa presa di Tripoli: Sirte infatti è la località strategica posta a metà strada tra Misurata e Bengasi…….

https://it.insideover.com/guerra/svolta-in-libia-haftar-ha-conquistato-sirte.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect

Adesso la Turchia sarà ancora più aggressiva e risoluta, per fare guerra aperta con il proprio esercito, contro le fazioni del generale cirenaico Haftar, appoggiate da Russia, Egitto e Francia……potremmo entrare presto in una fase molto calda dello scontro militare, in simultanea con la tensione alle stelle tra Iran gli USA e Israele…… è un inizio dell'anno nuovo 2020, davvero incandescente!!!

gnaktpino
gnaktpino
4 anni fa
Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  gnaktpino

No ,ha ragione.Torto ce l'hanno le "leggere" che non capiscono quello che dice e pensano che abbia detto quello che vorrebbero avesse detto.Il tuo narcisismo e la tua sottile ironia prova a frullarli con la panna(montata).Eccesso di allarmismo ed eccesso di moralismo va a braccetto con l'ignoranza del passato ma anche del presente.In certe casalinghe assume le forme dell'isteria.Nei loro mantenuti assume le forme dell'ermetismo "montato" su un piedistallo gonfiabile ad aria.Piedistallo "petulante"come l'ermetismo finto autistico o finto asperger. I veri autisti o asperger sono piu' serii.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  gnaktpino

"Eccesso di allarmismo ed eccesso di moralismo va a braccetto con l'ignoranza del passato ma anche del presente." (cit. Vincenzo)

Condivido in pieno. Questa propaganda è micidiale, petulante e vomitosa.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

https://profezie3m.altervista.org/mes_schio90-99.htm#I messaggi dell’anno 1992
2 febbraio 1992 (Chiesetta di S. Martino. Ore 22.00)
Preghiamo insieme il Padre.
Figli miei, vi ho donato la forza del Vangelo; vi ho introdotti nella via della verità; ho chiamato voi in questo tempo in cui le forze dell’odio e le potenze della menzogna sono all’opera contro l’ordinamento di Dio.
Figli miei, vi immerga il mistero dell’amore di Gesù con l’opera di grazia dello Spirito Santo.
Possiate voi conoscere, insieme con tutti i figli di Dio, che è venuto il tempo dell’Anticristo, ove prevale la vuota scienza dei falsi profeti e la cieca opera della loro superbia.
Siatemi vicini, obbedendo seriamente con tutta la vostra volontà a Gesù. Non ci sia in voi indifferenza. Ora, nulla è più importante e grande della vostra responsabilità di chiamati. Onoratemi e fate onorare questa mia immagine benedetta.
Vi accolgo tutti nel mio Cuore di Mamma e vi benedico.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

675 Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti. 637 La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra 638 svelerà il « mistero di iniquità » sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell'apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell'Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l'uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne. 639

676 Questa impostura anti-cristica si delinea già nel mondo ogniqualvolta si pretende di realizzare nella storia la speranza messianica che non può essere portata a compimento se non al di là di essa, attraverso il giudizio escatologico; anche sotto la sua forma mitigata, la Chiesa ha rigettato questa falsificazione del regno futuro sotto il nome di millenarismo, 640 soprattutto sotto la forma politica di un messianismo secolarizzato « intrinsecamente perverso ». 641

677 La Chiesa non entrerà nella gloria del Regno che attraverso quest'ultima pasqua, nella quale seguirà il suo Signore nella sua morte e risurrezione. 642 Il Regno non si compirà dunque attraverso un trionfo storico della Chiesa 643 secondo un progresso ascendente, ma attraverso una vittoria di Dio sullo scatenarsi ultimo del male 644 che farà discendere dal cielo la sua Sposa. 645 Il trionfo di Dio sulla rivolta del male prenderà la forma dell'ultimo giudizio 646 dopo l'ultimo sommovimento cosmico di questo mondo che passa. 647

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Anonimo 7 gennaio,15:48 E quindi?Dove sarebbe la novita'?Il soggetto dell'art.642 qual'e'?E'Il Trionfo?No.E' il Regno.Son due cose diverse.O No? :-)Credi che non li conosciamo questi articoli?La gente normale si stufa di ripetere sempre le stesse cose.Se tu fossi onesto (intellettualmente),e forse non lo sei,nel leggere gli altri staresti attento a non capire quello che vuoi capire tu ,perche' ti fa comodo,e che non e' quello che dicono.Troppo facile cosi',ma costruisci sulla sabbia,non sulla roccia.E' un metodo da rosiconi,che non paga.Invece di rompere le scatole ,leggiti l'Antico e il Nuovo Testamento e la Liturgia.Ma ci vai a Messa,almeno?LO sai com'e' fatta la Settimana Santa, cioe' di Pasqua?Lo sanno anche i bambini che il Venerdi' Santo c'e' un'Apostasia dopo che la Domenica delle Palme c'era stato un Trionfo e lo sanno anche i ragazzini che la vicenda storica della Chiesa ripercorrera' quella di Gesu' Cristo.Come fa uno normale a pensare che qualcuno abbia scritto che si passa direttamente dalla Domenica delle Palme alla Pasqua eterna?Difficile capire se e' piu' grande la malafede o la piccineria.Comunque tu insisti,cosi' se non ti rispondono piu' vuol dire che hai ragione :-)Prendili per stanchezza.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ma a parte la Settimana Santa quello che mi dispiace davvero e' che non hai capito le profezie che la Liturgia legge nel Tempo di Natale.Maria nel Magnificat,Simeone,Isaia.Che spreco.Ti passa tutto da un orecchio e ti esce dall'altro.Ce l'hai il concetto di frattale?I tre Re Magi sono solo un frattale.Fai cosi':quando hai sete,bevi una goccia d'acqua e basta,tanto a questo mondo cosa vuoi aspettarti di piu'?Non vorrai mica riempirti lo stomaco come un cammello o un dromedario,e se ti sposi,basta un fico secco:non sei mica nella Pasqua eterna.Ci sei mai stato a un pranzo di nozze?Li hai mai visti i genitori dello sposo e della sposa?Ci tenevano a far le cose in grande o no?Eppure non erano ancora le nozze Pasquali che precedono il Giudizio Universale.Erano un frattale.Ma ci scommetto che il prete,che esagerato,che ambizioso,l'Ostia te l'ha data intera,se lo sposo eri tu.Bastava un pezzetto.Ma l'Eucarestia poi l'hai fatta,o hai deciso di aspettare il Giudizio Universale per farla? .

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Provo sincera compassione per lei Vincenzo. Ma credo che ci sia poca speranza per una persona che si crede preparato e lo ribadisce costantemente con superbia facendosi beffe di coloro che non la pensano come lui. In questo caso addirittura disserta su due post anonimi che parlano delle visioni di don Gobbi e del catechismo della Chiesa Cattolica. E non mi sembra fossero indirizzate a nessuno ma a tutti. Ma lei si sente il profeta del blog e quindi ha dovuto dire la sua anche in questo caso. Tra l'altro farfugliando con un linguaggio incomprensibile, dando del tu ad un utente che anoimamente, come tutti tra l'altro, ha la sola colpa di aver postato. Ripeto, provo grande compassione per lei Vincenzo. Mi auguro che si renda conto della sua prosopopea e della sua superbia caro signor tuttologo.
Alessio

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il primo post anonimo a cui ho risposto non trattava delle visioni di don Gobbi,ma tanto per uno come ,lei,Alessio, che su due post che scrive non entra nel merito neanche in uno,e si limita a ciurlare nel manico,questo e' un dettaglio insignificante.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quanto al tu o al lei,lei parli per se',e lasci che gli altri decidano per se' stessi.Allo stesso modo per la comprensibilita' o meno di quello che scrivo.Sono regole di educazione.Allo stesso modo,proprio perche' i due anonimi si sono rivolti a tutti e a nessuno in particolare,come lei ha sottolineato,rispetti il diritto di chi ha deciso di rispondere:sempreche' la sua "visceralita'" glielo permetta.Provi col bicarbonato che elimina l'acidita'.Checca volo!.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Niente, caro Vincenzo, questo è il destino voluto dalla Divina Provvidenza. Noi siamo al fronte di fronte a chi ci offende. Prima attaccarono me, adesso tocca a te. Prima invocarono l'esilio per me da questo blog, adesso stanno colpendo te. Io chiedo a Remox di vigilare su questi comportamenti, molte volte velati, per lo più atti a colpire gli utenti che abitualmente condividono il loro pensiero. Giustamente esiste la libertà di parola e quella di opinione, ma costruttiva al contempo. Non mi inserisco nella vostra diatriba, anche perché ho già i miei seguaci che mi odiano a modo loro. Ne approfitto per salutare Vincenzo e tutti gli altri – dalla serie ragazzi resistiamo – in vista del futuro. Grazie Remox per la pazienza e sempre complimentissimi per il tuo lavoro.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non ti preoccupare.Io lo faccio apposta,e mi diverto anche, perche' quelli che davvero vogliono imparare si leggono il dott. GI e Remox e si convincono.Quelli che sono fissati sulla loro idea,non ascoltano nessuno.Allora ci sta bene anche uno un po' provocatore come me,con uno stile diretto,un po' personale,che puo' cercare di "arrivare" dove non arriva il dott. GI o Remox.Il dott. GI e Remox vanno bene cosi',devono essere ufficiali,noi possiamo esser un po' pirati,e se non lo fossi io mi sentirei un po' str… perche'se uno sa fare il pirata deve farlo,cosi' offre anche ai seguaci di Greta una opportunita' per cominciare a diventare uomini veri,prima o poi,non dico subito,ma qualcosa poi emerge ;-)P.S.Alessio poi e' impreciso,fuori di testa.Cosa c'entra don Gobbi…L'altra volta in 4 righe ha scritto che ho inviato centinaia di messaggi illeggibili e poi ha scritto che in tutti ero in prima fila per attaccare tutto e tutti:allora era riuscito a leggerli :-)))Roba da matti.Diciamo che e' un po' ingeneroso se non "riduttivo"(eufemismo) :-)Forse e' giovane e immaturo.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Mi chiedo come mai sulle zone dove è sicuro ci siano sempre terremoti i messaggi di Anguera dicono che la terra tremerà mentre, per quanto riguarda la catastrofe australiana non abbia detto che la terra sarebbe bruciata? Beh, semplice, perché il Pedro non ci sarebbe mai arrivato a pensare che un fuoco simile poteva inghiottire un continente intero, causando una catastrofe di proporzioni bibliche. quindi si è limitato a dire che l'Australia avrebbe vissuto una qualsiasi croce, come d'altronde le affrontano tutti i paesi del mondo per i più disparati motivi.
Luca

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Queste sono critiche che ricordano quelle ascoltate in certi video. Io non giocherei con Pedro e le apparizioni di Anguera, perché il divino non deve rivelare tutto per forza. Basti pensare a La Salette che non ha descritto la prima e seconda guerra mondiale, però ci ha descritto perfettamente il presente e non solo. Ma vi lascio parlare, voi della critica aperta, voi che attaccate prima Pedro e poi Padre Livio….ma tanto conosco la fonte delle vostre idee. Chi semina scisma raccoglie tempesta, non si gioca con le cose dell'Eterno.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@HDC "Chi semina scisma raccoglie tempesta, non si gioca con le cose dell'Eterno." Certo che questa frase in questo sito con questi utenti che offendono continuamente il papa fa un po' ridere.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

Sarà vero ?
https://www.funweek.it/people/regina-elisa…/photogallery/6

La Regina Elisabetta morta, il triste annuncio dato da Nostradamus per il 2020: cosa accadrà alla monarchia inglese
Dopo la morte della Regina Elisabetta sul trono salirà lui: non si tratta di Carlo o William.
Un’altra profezia di Nostradamus sconvolge l’opinione pubblica britannica: a salire sul trono dopo l’eventuale morte della Regina Elisabetta non sarà suo figlio Carlo.
A sorpresa, secondo il mistico francese, non sarà nemmeno William ma suo fratello Harry, che è sesto in linea di successione al trono. A incoronarlo re, dice Nostradamus, sarà un ordine del Tribunale.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Divampa l'incendio in Medio Oriente, l'Iran si è presa la sua VENDETTA, come aveva proclamato e promesso la Guida Suprema, l'ayatollah Ali Khamenei, dopo l'attacco e l'omicidio USA, contro il genale Solemaini in territorio straniero dell'Iraq….

C'È LA VENDETTA DEGLI AYATOLLAH
VIA AL RAID 'SOLEIMANI MARTIRE'

Teheran attacca due basi americane in Iraq. Trump: "Fin qui tutto bene". Gli ayatollah: "Ci sono almeno 80 morti".

INIZIATA L’OPERAZIONE “SOLEIMANI MARTIRE”

Nella notte di oggi è iniziata l’operazione “Soleimani martire“. Missili iraniani hanno infatti colpito due basi irachene – quella di Ayan al-Asad e di Erbil – che ospitano anche le truppe americane. Secondo quanto affermato da fonti di Teheran, i morti americani provocati dal raid sarebbero almeno 80. Gli Usa però smentiscono e il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif ha precisato che “non abbiamo ancora il numero delle vittime, non abbiamo statistiche e non sappiamo di che nazionalità siano” i caduti nell’attacco iraniano. Lo stesso Zarif ha poi aggiunto: “Quello che sappiamo è che c’è stato un attacco contro base Usa nella regione”……..

…….“UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA”

L’attacco condotto dagli ayatollah ha provocato la reazione dell’ala neocon del Partito repubblicano. Il senatore Lindsey Graham – che da tempo predica la dottrina della massima pressione contro Teheran e che forse ha avuto un ruolo importante nella decisione del raid contro Soleimani – ha detto a Fox News che il raid rappresenta “UN ATTO DI GUERRA” e che Trump “ha tutta l’autorità di cui ha bisogno per rispondere”.
Toni simili usati anche da Liz Cheney, il quale ha affermato che “IL REGIME IRANIANO HA FATTO UN GRAVE ERRORE DI CALCOLO LANCIANDO QUESTI ATTACCHI. GLI STATI UNITI NON TOLLERERANNO ALTRE AZIONI CONTRO LE NOSTRE FORZE”.

https://it.insideover.com/politica/operazione-soleimani-martire.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Dal blog del colonnello russo Cassad:

L'IRAN HA BOMBARDATO LE BASI STATUNITENSI IN IRAQ

Dopo aver completato il funerale di Solimani, l'Iran è passato dalla minaccia all'azione.
Le basi americane in Iraq sono state lanciate da missili balistici. Sono state lanciate diverse decine di razzi.
Il Pentagono ha affermato che gli attacchi sono avvenuti sulle basi americane Ain al-Assad ed Erbil. Sono stati segnalati anche attacchi al campo di Taj.
Non ci sono informazioni affidabili sulle vittime e sulla distruzione.
Dopo lo sciopero, il presidente iraniano ha pubblicato la bandiera dell'Iran sul suo Twitter.
È stato anche riferito che la seconda ondata ha seguito la prima ondata di missili.
La polizia sciita in Iraq ha annunciato l'inizio dell'Operazione “RISPOSTA SCHIACCIANTE”.

6 AEREI SONO DECOLLATI DALLA BASE AEREA DEGLI EMIRATI ARABI UNITI. I COMBATTENTI DELL'IRAN SONO GIÀ IN VOLO.

L'IRGC AFFERMA CHE NON APPENA GLI STATI UNITI COLPIRANNO L'IRAN, L'IRAN ATTACCHERÀ OBIETTIVI IN ISRAELE.

La situazione è in fase di sviluppo.

https://colonelcassad.livejournal.com/5550002.html

LA GUARDIA RIVOLUZIONARIA IRANIANA AVVISA GLI USA, ULTERIORI PROVOCAZIONI CAUSERANNO NUOVI CONTRATTACCHI!

"Avvertiamo il Grande Satana, il regime sanguinario e arrogante degli Stati Uniti, che qualsiasi nuovo atto malvagio o più mosse e aggressioni (contro l'Iran) porteranno risposte più dolorose e schiaccianti", ha detto l'IRGC mercoledì le sue forze hanno preso di mira la base aerea americana di Ayn al-Asad nella provincia di Anbar, nell'Irak occidentale, e hanno quindi lanciato una seconda ondata di attacchi.

"Stiamo avvertendo tutti gli alleati degli Stati Uniti che hanno dato le loro basi al suo esercito terrorista che qualsiasi territorio che in qualche modo diventa il punto di partenza di atti ostili e aggressivi contro la Repubblica islamica dell'Iran sarà preso di mira", ha aggiunto la nota.

"NON CONSIDERIAMO IN ALCUN MODO IL REGIME SIONISTA (DI OCCUPAZIONE DELLA PALESTINA) SEPARATO DAL REGIME CRIMINALE AMERICANO IN QUESTI CRIMINI", HA DETTO.

L'IRGC ha inoltre esortato il popolo americano a chiedere il ritorno delle forze statunitensi dalla regione al fine di prevenire ulteriori perdite e non consentire al governo di Washington di mettere a rischio la vita delle truppe americane.

L'attacco alla principale base aerea americana in Irak è arrivato dopo che l'Iran si è impegnato a ritorsioni dell'assassinio statunitense del comandante antiterrorismo iraniano, il tenente generale Soleimani.

"Decine di missili terra-terra" sono stati lanciati contro la base aerea strategica ma il numero esatto non è ora noto.
L'attacco è stato successivamente confermato dai funzionari statunitensi.
L'attacco non è una sorpresa poiché l'Iran ha promesso di ottenere una "DURA VENDETTA".

Secondo quanto riferito, le sirene sono state ascoltate e gli elicotteri americani hanno sorvolato la base aerea e l'allarme totale è stato attivato.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato informato in merito agli attacchi di rappresaglia.
"Siamo a conoscenza delle notizie di attacchi a strutture statunitensi in Irak. Il Presidente è stato informato e sta monitorando attentamente la situazione e consultandosi con la sua squadra di sicurezza nazionale ”, ha dichiarato in una nota LA PORTAVOCE DELLA CASA BIANCA STEPHANIE GRISHAM.

Il Pentagono ha affermato che avrebbe adottato le misure necessarie per proteggere le forze militari statunitensi tra le tensioni accresciute nella regione.
"Stiamo lavorando alle valutazioni iniziali del danno da battaglia", ha dichiarato IL PORTAVOCE DEL PENTAGONO JONATHAN HOFFMAN, aggiungendo che le basi prese di mira erano la base aerea di al-Asad e un'altra a Irbil, la capitale della regione semi-autonoma del Kurdistan irakeno.

http://palaestinafelix.blogspot.com/2020/01/la-guardia-rivoluzionaria-iraniana.html

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

ATTACCO AGLI USA, ROHANI: "CI AVETE TAGLIATO LE BRACCIA, VI TAGLIEREMO LE GAMBE"

Se gli Stati Uniti hanno ''tagliano la mano'' al generale Qassem Soleimani, l'Iran risponderà tagliando loro ''le gambe''. Lo ha dichiarato il presidente iraniano HASSAN ROHANI commentando il lancio di missili contro le basi militari americane in Iraq in risposta all'uccisione del generale Soleimani in un raid aereo Usa a Baghdad. Lo riporta l'agenzia di stampa Fars.

Questa mattina la Guida Suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei ha commentato l’attacco alle basi Usa in Iraq come uno “schiaffo in faccia”. "Ieri notte li abbiamo schiaffeggiati", ha detto parlando dalla citta' santa di Qom. "Ma se si arriva al confronto, le azioni militari di questo tipo non sono sufficienti … la presenza corrotta degli Stati Uniti deve finire". "I NOSTRI NEMICI PRINCIPALI INCLUDONO IL SISTEMA ARROGANTE DEGLI AMERICANI E DEL SIONISMO", ha aggiunto. Khamenei: Rivoluzione è viva, Usa saranno sempre contro Iran.
"Dovremmo diventare più forti cosicché il nemico non possa farci del male, gli Usa non metteranno mai fine al loro stato d'inimicizia con l'Iran", ha proseguito secondo l'agenzia Tasnim.

Il ministro degli esteri iraniano ha precisato che l'attacco dell'Iran alle basi Usa in Iraq è stato condotto per "LEGITTIMA DIFESA" contro un "ATTACCO TERRORISTICO" compiuto con l'uccisione del generale Qassem Soleimani. "Non ho dati precisi sul numero" delle vittime dell'attacco alle basi Usa in Iraq, "li fornirà l'esercito. Ciò che è certo è che la Repubblica islamica ha preso di mira una base degli Stati Uniti da cui avevano colpito il comandante Soleimani e che avevano usato in passato per attacchi contro le forze della Resistenza. Perciò È STATO UN OBIETTIVO LEGITTIMO SECONDO IL DIRITTO INTERNAZIONALE", ha aggiunto Zarif.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/presidente-iran-rohani-vi-taglieremo-gambe-usa-attacco-basi-militari-a07582b8-7b4b-47ba-98ef-d6fda4b2c0b1.html

Videre Nec Videri
Videre Nec Videri
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Credo che stiamo assistendo ad una farsa in più atti.

Gli Iraniani "abbaiano" ma non hanno nessuna volontà di scatenare un conflitto con gli USA, dal quale uscirebbero con le ossa rotte.

Il lancio di missili è servito solo ad "uso interno", non mi sorprenderei se gli iraniani avessero anticipato agli USA l'attacco e i siti militari interessati dallo stesso.

E' molto probabile che nei giorni a venire il tutto si sgonfierà al netto delle dichiarazioni bellicose Khamenei di turno.

L'unico reale pericolo di escalation è se qualche gruppo di miliziani dovesse agire in "autonomia" e colpire qualche americano ……. solo allora la situazione potrebbe sfuggire di mano ai contendenti.

Credo che per Gog e Magog bisognerà aspettare ancora a lungo ……

VNV

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Se gli iraniani hanno abbaiato, non hanno abbaiato invano; non hanno ottenuto nulla dal confronto diretto, ma hanno ottenuto molto dalla guerra asimmetrica: il parlamento iracheno ha dichiarato fuori legge la truppa americana sul territorio dello stato; gli USA sono aggressori, devono andarsene. Di riflesso diventano aggressori dichiarati anche in Siria senza più la foglia di fico irachena. Nel contempo Erdogan e Putin giocano su due tavoli opposti con l’intenzione ormai evidente di non scontrarsi per spartirsi la Libia, ma di far fuori tutti gli altri giocatori, senza spender troppo; l’Europa è già fuori e gli altri lo saranno a breve dopo l’accordo e la spartizione finale. Sono fiducioso per l’ENI che non avendo un governo dietro (se lo ha serve per carnevale) potrà essere di nuovo utile alla Libia poiché senza pretese politiche e comunque ponte con l’Europa per il traffico sicuro di petrolio e gas. P.Riesz_

Videre Nec Videri
Videre Nec Videri
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Permettimi di dissentire.

Il parlamento Iracheno ha "solo" emesso un invito al governo di valutare, agli effetti pratici, una risoluzione per espellere gli americani dal loro paese.

All'atto pratico ad oggi niente di formale.
Come sempre gli arabi "abbaiano" ma oltre non vanno.
Agiscono solo quando sono "certi" di poterlo fare.

Che poi l'Iran abbiano " ottenuto molto dalla guerra asimmetrica " questo sinceramente mi sembra più un desiderata che una realtà.

Con la loro "ridicola" risposta hanno solo dimostrato chi comanda, ovvero gli USA.

Si perchè ad oggi nessuno e ripeto nessuno ha condannato con forza l'uccisione del generale, isolando de facto l'Iran e portandone allo scoperto la sua fragilità diplomatica ed di alleanze nel mondo.

Russia e Cina, e se vuoi ci aggiungo anche l'India, si sono limitati ad una generica condanna a mezzo comunicato stampa.

In pratica dimostrando che nessuno di loro avrebbe speso una cartuccia a difesa degli ayatollah urlanti.

Trump, abilmente "sobillato" dai sionisti, ha solo fatto vedere chi ce l'ha "più grosso" …….

Poi non entro nell'arena di chi ha torto o ragione, mi limito solo a considerare i fatti, e questi al momento da un punto di vista strategico pendono a favore di Washington.

Che piaccia o meno …..

Sulla Libia mi trovi daccordo …… non è da oggi che chi citi hanno deciso per la spartizione.

Dubito invece sul tuo ottimismo per l'ENI, presto saremo fuori da ogni gioco.

VNV

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Si la versione di VDC, è plausibile, dopo aver appreso la seguente notizia:

Premier iracheno: "L' Iran ci aveva avvisato prima degli attacchi alle basi americane"

https://it.sputniknews.com/mondo/202001088498175-iraq-dichiara-di-aver-ricevuto-da-iran-lavviso-degli-attacchi-alle-basi-americane/

Insomma l'IRAN ha avvisato la nuora(IRAQ), affinchè la suocera malefica(USA), possa intendere, che si deve mettere al riparo, prima dell'arrivo dei missili persiani, lanciati contro le basi militari in Iraq, del "Grande Satana" yankee.

Buon per noi e per il mondo intero!

Ma rimane il fatto, che quello che è successo, potrebbe essere un punto di svolta storico, perchè adesso l'Iran, si potrà sentire completamente libero da ogni impegno solenne, e da ogni trattato internazionale, che la obbligava a rinunciare all'arricchimento dell'uranio, per giungere alla costruzione della bomba atomica.
Adesso ricomincia la rincorsa all'atomica, e questo non potrà che sfociare in ulteriori tensioni, via via crescenti, fino ad un futuro inevitabile "punto di rottura", senza ritorno!

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Ok, adesso c'è anche la conferma da parte del presidente americano Trump, l'attacco alla basi militari americane in Iraq era solo dimostrativo, e ad "uso interno iraniano", come sosteneva sopra l'utente VNV, infatti non ci sono vittime di tale attacco, nè americani, nè iracheni.

Il problema adesso è, come può essere possibile fermare l'Iran dalla corsa verso la Bomba atomica?

Credo sia lo stesso timore di Trump, che infatti urla che l'Iran non avrà mai la bomba atomica, quasi ad esorcizzare tale scenario da incubo.

Ma come pensa Trump di impedirlo?
Se l'Iran andrà avanti cocciutamente nel suo programma verso la bomba atomica senza farsi intimorire da alcuna minaccia americana, come possono gli USA, impedire tale scenario, se non scatendando un vera e propria guerra aperta all'Iran?

Credo che gli USA, abbiano aperto il classico Vaso di Pandora, che non sono più in grado di richiudere!

Adesso gli Usa lasciano un spiraglio alla diplomazia verso l'Iran, illudendosi che sia ancora possibile richiudere tale vaso……

IL MONITO DI TRUMP ALL'IRAN: "NON AVRETE MAI L'ATOMICA"

…..

L'apertura su un nuovo accordo

Il presidente americano continua a ribadire la necessità di un accordo con l'Iran "per il bene del popolo iraniano". Uno spiraglio che la Casa Bianca non ha mai voluto chiudere con la Repubblica islamica nonostante la costante e violenta pressione nei cofronti degli Ayatollah. L'uccisione del generale Qasem Soleimnai per Trump è una tappa verso l'accordo, non l'inizio di una nuova e terrificante escalation. E il messaggio pare sia stato recepito anche a Teheran visto che l'attacco di questa notte a Erbil e contro la base Al Asad di fondo è uno schiaffo più simbolico che politico.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/monito-trump-alliran-non-avrete-mai-latomica-1808617.html

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

“Non avrete l’atomica!” Può darsi invece che ce l’abbiano già: dopo il disfacimento dell’Unione sovietica, la Russia ricevette la parte di atomiche in possesso dell’Ucraina; ma pare che qualcuna sia andata perduta. Non certo Israele si sarebbe dato all’acquisto data la sovrabbondanza di cui è fornito; poiché una bombetta più o una meno non è rilevante per l’amico coreano, può darsi che almeno una sia finita nei paraggi di Teheran; un aiutino fraterno da parte del Pakistan non è da escludere a priori. Il fatto è che mentre Israele ne deve avere molte per tenere a bada i molti nemici ed intimorire gli amici, agli Iraniani ne bastano poche, pochissime; al limite una sola per stendere Israele al primo colpo distruggendo Tel Aviv; al che basterebbero di già un buon numero di missili precisi e l’atomica non servirebbe. P.Riesz_

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Mi sembra di parlare del nulla. Suvvia ragazzi cerchiamo di ragionare! Ovvio che l'ovvio è ovvio.

Videre Nec Videri
Videre Nec Videri
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Il monito di Trump è saggio …. per gli interessi Occidentali.

Finchè ad averne una piccola scorta è ciccio kim il problema è relegato in una area del mondo relativamente insignificante, quanto meno in termini di pericolo "occidentale".

Sarà anche cinico ma, per chi comanda davvero, qualche giapponese o coreano et similia è sacrificabile cosa che non è assolutamente "accettabile" se questi fossero francesi, italiani o americani.

Ecco perchè gli iraniani non avranno Mai l'atomica.

E non c'era bisogno di trump che lo annunciava urbi et orbi, a quello ci pensano i veri "destinatari" di tale minaccia, ovvero i sionisti.

Sono loro che attraggono Tutti i rischi, lo sanno e muoveranno ogni pedina direttamente o indirettamente per far si che il sogno atomico degli ayatollah rimanga tale.

E c'è un particolare che ci fa riflettere sul fatto che l'Iran non possiede nessuna arma Nucleare ….. ovvero il fatto che "esista" ancora un Iran.

Diversamente sarebbe già stato abbondantemente "spianato".

Ma ad oggi l'unica vera deterrenza iraniana che rende arduo pensare ad un loro attacco diretto in una guerra convenzionale, che perderebbero comunque, sta nel possedere non tanto bombe atomiche ma loro versione …… "povera".

La dirty bomb, la bomba sporca o meglio conosciuta come l'atomica dei poveri.

Tale ordigno si ottiene rivestendo la parte bellica convenzionale con materiale radioattivo quale lo stesso Uranio già in possesso degli Iraniani, anche se non arricchito a sufficienza per ottenerne un ordigno capace di innescare una reazione atomica.

Questo consente di poter utilizzare le ogive dei missili già in possesso da Teheran, di cui dispone in buona quantità e non senza una sufficiente capacità di centrare con buona approssimazione l'obiettivo desiderato.

Gli effetti di tali esplosioni non sono certo superiori alla capacità convenzionale dell'esplosivo contenuto, ma l'irraggiamento radioattivo e la successiva contaminazione ambientale produrrebbe effetti significativi, in particolar modo, su aree ad alto valore strategico.

E noi europei o Trump che centriamo con questo "rischio" ?

Ovviamente un bel nulla.

Ma a Tel Aviv ………

E questi "gentili" signori ben consci di tale pericolo non hanno esitato, non esitano e non esiteranno mai a far fare il lavoro "sporco" a qualcun'altro.

In questo, ahinoi, sono maestri ……….

VNV

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Da internet: “Ad una suora africana che gesticolava con grande energia dietro le transenne, ha detto: «ma io ho paura. Tu mordi». La suora naturalmente ha fatto di no con il capo, continuando a tenere le braccia protese verso l’attuale Papa. «Io ti do un bacio ma tu stai tranquilla eh? Non mordere»”. Nonostante l’impegno, non sempre le battute del comico fanno ridere. Immaginatevi una battuta del genere ad es. sulle labbra di Pio XII, sarebbe intervenuto l’ONU! P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Secondo me l'uomo orgoglioso di Anguera è Trump, voi che dite?
Un uomo orgoglioso farà un accordo con l' Iran, lui sembra essere un pacificatore ma sarà una spina per molte nazioni.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

No. Secondo me ti stai sbagliando. L'accordo sul nucleare iraniano, è un accordo internazionale sull'energia nucleare in Iran che è stato raggiunto a Vienna il 14 luglio 2015 tra l'Iran, il P5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite – Cina, Francia, Russia, Regno Unito, Stati Uniti – più la Germania) e l'Unione europea. Chi ha firmato l'accordo è stato OBAMA, non è colpa di Trump (anzi l'8 maggio 2018 ha deciso di uscirne).

Quindi quel messaggio storicamente è collegato ad Obama. Se analizziamo l'accordo in questione ci resta: Russia o Cina. Queste sono le due uniche nazioni che non hanno cambiato "uomo" negli ultimi anni. Non mi pare che la Cina attualmente stia guerreggiando in Libia, non mi pare che sia in Siria e non mi pare nemmeno che venda armi all'Iran e alla Turchia. Non è una questione di simpatie, ma una realtà che avanza. La dissoluzione dell'Unione Europea apre la porta al grande sogno di qualcuno (forse per questo motivo si chiedeva la consacrazione) e quindi (nonostante la mia simpatia personale) c'è un solo candidato a fare "asso pigliatutto" con la situazione. Trump è orgoglioso? Troppo facile. Dominato dall'orgoglio, chiuso nel proprio orgoglio: questo vuol dire orgoglioso. Non preoccuparti, tanto il tempo ti farà capire la verità.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@Anonimous E' Putin.

Il Piedistallo
Il Piedistallo
4 anni fa

Don Mario Galbiati, FONDATORE DI RADIO MARIA

https://www.youtube.com/watch?v=JrPNEgg3OvQ

Pierpaolo
Pierpaolo
4 anni fa

@ Avvoltoio – Daniele
Scusa se rispondo così tardi…in effetti è parecchio che non mi affaccio sul Blog e chiedo scusa a tutti, vi leggo – più o meno – ma non intervengo. Auguri !

Col tuo post mi hai fatto immediatamente ricordare – spero ti sia utile, come antivirus : cioè ti inietto così un antivirus "soprannaturale" – la corrente di pensiero/congettura/ipotesi di Corrado Malanga (professore universitario di chimica) : egli ritiene che noi umani siamo vittime/pazienti di "alieni" invisibili, che vivono in regioni/frazioni di spazio/tempo invisibili ai nostri sensi, un pò come le onde elettromagnetiche dei cellulari; il loro "corpo" è invisibile, perchè si trova in frazioni di tempo così piccole – si parla di nanosecondi/milionesimi di secondo – per cui l'occhio umano è incapace di vederli.

Ora, capiamoci, non è che c'era bisogno del signor Malanga per sapere questo : San Paolo nella sua lettera agli Efesini ci mette ben in guardia che la nostra "battaglia", come "milizia" cristiana, si svolge non nella "materia" ma nell'"invisibile" :

Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza. Rivestitevi dell'armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo. La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. (Efesini 6,10)

Eppoi come cattolici – si spera ben formati alla sana Dottrina e al Magistero – lo sappiamo benissimo che abbiamo dei nemici invisibili… senza parlare poi di tutte le tradizioni/culture gnostico/esoteriche…ci vorrebbero ore e fiumi di parole.

Il problema è penso – come tra le riga volevi indicare – che il satanasso ci vuole convincere che il Signore è un Dio "padrone", che non capisce l'uomo, perchè è una creatura fatta di carne – e invece e Lui è di spirito…come potrebbe capire il dolore, la fame, ecc ? – e perchè noi siamo sue creature e quindi siamo in uno stato di sottomissione/servilismo.

E Gesù ?!? °_° dove lo mettiamo ? ….Gesù Cristo ha parlato chiaro, ha detto cose ben precise, ha mostrato un Volto di Dio ben definito: un papà (Abbà, letteralmente signica "papino") buono e paziente, lento all'ira e incline alla misericordia e al perdono, (siamo noi umani che siamo "corrotti" per natura e ci cacciamo nei guai da soli e ci facciamo del male a causa del nostro ego) e soprattutto ha FATTO cose strepitose e la Sua morte ha un preciso significato e la Sua Resurrezione, strepitosa per un essere umano, ha spaccato la storia, tant'è che contiamo gli anni proprio a partire da quell'evento eccezionale.

Solo nel Nome di Gesù c'è la Salvezza : intelligenti pauca

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

"siamo noi umani che siamo "corrotti" per natura e ci cacciamo nei guai da soli e ci facciamo del male a causa del nostro ego"

😀 😀 😀

Scusa mi viene da ridere, perchè da questa tua frase, più che giusta, fa sembrare l'umanità dei deficienti Cerca-Guai.

Comunque condivido appieno tutto quello che hai detto….

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Da don Galbiati a don Minutella e' un ventaglio molto ampio,e la sostanza,divina e anche umana,sta all'inizio.Con don Galbiati Gesu' Cristo ha ingaggiato fin da bambino un vero duro alla Gigi Riva,e il paragone e' lecito perche' basta vederlo in faccia e ascoltare come parla,e come non si parla addosso.Tutti e solo contenuti,senza leziosita'e questo lo si arguisce non da quanto parla ma da come parla.Infatti chi ha molto da dire e 'giusto che parli molto.(Se fosse Alessio,invece,basterebbero due suoi commenti brevi.Quando c'e'la passione ,che viene dalla sostanza,ti fa entrare nel merito, ti fa affrontare nel dettaglio;mentre invece il transfert psicologico ti fa proiettare inconsciamente e superficialmente su un altro una parte di te,quella che ti piace,oppure quella che non ti piace,e ti fa ciurlare nel manico senza concretezza e pertinenza.Se poi non hai esperienza e consistenza esistenziale magari pensi,inconsciamente, che un altro sia come te, e sbagli di grosso).Don Minutella non l'ho ascoltato,lo conoscevo gia',don Galbiati non lo conoscevo.Ho notato all'inizio la superficialita'anche un poco presuntuosa dell'intervistatrice,ormai comune in molti,la cui fede e' inquinata dal materialismo.Dio chiama l'anima quando vuole ,a qualunque eta',e "Ubi Major minor cessat".E' bergogliana,in fondo,e non ha ancora capito niente della Fede.E solo di Fede io parlo sempre,e gl'intelligenti lo capiscono.Solo uno come Alessio,in maniera avventata e inconsistente puo' darmi del tuttologo.:-).

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Chiedo scusa dell'Off Topic, ma sarebbe davvero interessante, sapere da Remox, dal dott. G.I., da Vincenzo, HDC, VNV, Pierpaolo, Avvoltoio, il Samaritano, Mario Mancusi, e tutti gli altri utenti e lettori del blog un loro parere su quanto viene sostenuto nella seguente trascrizione di un video su papa Benedetto XVI,……. SAREBBE, SE FONDATO, UN SEGRETO ESPLOSIVO:

Benedetto XVI è ancora il papa ed ecco perché.

……Lo scopo di questo video è quello di fornire una chiara e inconfutabile dimostrazione che papa Benedetto XVI non ha rinunciato validamente all'ufficio del papato nel febbraio 2013 ed è quindi ancora il papa……

…..Sapere chi è il Papa, quindi, è una necessità di fede e di comunione. Se ci sbagliamo, infatti, finiremo per seguire un falso pastore. Per questo la Chiesa ci dà il Diritto Canonico – per dirci quando e a quali condizioni un uomo diventa il vero papa, e quando e a quali condizioni un vero papa si dimette.

Forse siete perplessi per l'esistenza di due papi in Vaticano, per il fatto che Benedetto continua ad indossare il bianco, ad indossare l'Anello papale, a portare e firmare il nome papale Benedetto, a vivere in Vaticano, a dare benedizioni apostoliche che solo il papa può dare, e così via. Allo stesso tempo si può guardare con sgomento mentre l'uomo che sembra essere l'attuale papa, Francesco (o il cardinale Bergoglio) sta spingendo la Chiesa cattolica su una scogliera con la sua promozione delle Comunioni sacrileghe, la negazione della validità della pena di morte secondo la legge naturale, la promozione dell'idolatria pagana, e il suo progetto globalista-massonico di religione mondiale al posto del Vangelo di Gesù Cristo.

Questo è un problema serio! E' un grande affronto alla Giustizia Divina, e un pericolo per le anime, credere che il papa non sia il papa, e seguire qualcun altro come se fosse papa. Ogni cattolico ha bisogno di praticare la giusta fedeltà.

È dimostrabile dal Diritto Canonico che Benedetto non ha mai validamente rassegnato le dimissioni dall'incarico nel febbraio 2013. Il ministero sì, ma non l'ufficio del papato. Vedremo che questa distinzione è fondamentale per capire perché Benedetto è ancora papa, e Francesco (il cardinale Bergoglio) è quindi un antipapa senza alcuna autorità nella Chiesa.

Perché le dimissioni di papa Benedetto XVI non sono valide?

Per capire questo, dobbiamo guardare all'Atto di rinuncia di Benedetto XVI dell'11 febbraio 2013. Il problema principale di quest'atto è che Benedetto non annuncia mai che sta rinunciando all'ufficio del papato. La parola latina per ufficio è "munus" che si traduce anche in "onore" o "incarico". Al contrario, egli annuncia solo che sta rinunciando al ministero……..

http://italian.godsplanforlife.org/pastoral/benedict_it.html

Andate direttamente al sito per leggere l'intera trascrizione, così da esprimere il vostro parere sulla fondatezza delle tesi esposte…..

Videre Nec Videri
Videre Nec Videri
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Caro Nicola,

non mi sottraggo al tuo invito sul commentare quanto afferma l'autore del video, pur conscio come sicuramente, tra chi hai citato, ci siano utenti molto più ferrati di me nel poter "analizzare" con maggior contezza, il tema molto dibattuto della validità della rinuncia di papa Benedetto XVI.
Qui nel blog sicuramente dott. G.I. e Remox, esternamente non posso non pensare al sempre ottimo Antonio Socci.

Ho sempre molto apprezzato, da un punto di vista personale, papa Benedetto XVI.
La sua mitezza fa da contro altare ad una granitica aderenza alla parola di sempre.
In ogni suo detto o scritto non ho mai trovato nulla che potesse provocarmi un minimo senso di "disagio", cosa che non nascondo provo oramai quotidianamente con Bergoglio.

Non che questo mi porta al diritto di giudicare il ministero petrino al di là di chi lo eserciti, come ogni buon fedele cattolico dovrebbe fare.
Sarebbe facile cadere in atti di superbia ….. ma credimi Bergoglio riesce a farmi "cadere" spesso da tal proposito.

Sarà una sua dote naturale o un mio limite.

Rispondo dunque al tuo invito con una domanda, pur sapendo che potrebbe sembrare un modo per "svicolare" ed invece è un modo per condividere con te e gli altri del blog un pensiero che ritorna ciclicamente ogni volta che affronto la situazione della validità o meno delle "dimissioni".

Quale "correità" avrebbe papa Benedetto XVI se le sue dimissioni non fossero valide?

E si …… è un qualcosa che ha sempre solleticato la mia curiosità.

Analizziamo i fatti, ovviamente visto il poco spazio e la già enorme mole di notizie in merito, lo farò in grana grossa.

papa Benedetto XVI "decide", costretto o meno, di "dimettersi".

Egli sa benissimo che se le sue dimissioni non fossero scevre da ogni imposizione, queste sarebbero per loro natura invalide.
Egli sa bene che non può in nessun modo "diluirle" tra ministero ed ufficio del papato, il Papa non è una "carica" che ne somma altre, bensì un Unicum.
Egli sa bene che non possono "esistere" due papi, e potremmo continuare a lungo.
papa Benedetto XVI è un fine Teologo ed un vero Sapiente della Chiesa e delle "cose" di Chiesa ….. Egli sa.

Torniamo alla "correità", termine che uso con tutta l'umiltà del caso prima che qualche "suscettibile" salti sulla sedia e mi proponga per l'Inquisizione, ovvero quello che sarebbe successo dopo.

Tutti gli atti da lì in poi sarebbero "invalidi", forse non nella forma ma nella "sostanza".
Con un Papa nella pienezza interiore della convinzione di "esserlo ancora" come potrebbe mai esporre la Chiesa ad un tale scandalo?
Come potrebbe mai averlo fatto un uomo come papa Benedetto XVI con la sua meravigliosa Fede unita ad una altrettanto completa conoscenza del Diritto.
Non certo colui che ha fatto quel Meraviglioso e Forte e Condivisibile Discorso di Ratisbona !

Non riesco a credere che se "costretto", non avrebbe considerato il dopo.
Non riesco a credere che se ciò fosse avvenuto in "piena" convinzione e volontà, egli possa averlo fatto a "metà".

Nei due casi si verrebbe a creare una "correità" consapevole degli effetti devastanti del dopo.

Oso ….. Così facendo avrebbe "volontariamente" reso l'elezione di Bergoglio "invalida", al massimo valida nella "forma" ma non nella "sostanza".

Ecco perchè il termine "correità" potrebbe un giorno essere visto o percepito come un "sacrificio".

Un Atto d'Amore infinito, per un fine ad oggi ancora "oscuro" ……..

VNV

P.S.

Perdonami il "caro" in inizio di commento.

Se mi sono permesso è perchè leggo sempre con piacere i tuoi interventi, sempre stimolanti e mai banali, come apprezzo molto la tua convinta Fede.
Se trovi tale dimostrazione di vicinanza troppo eccessiva, ne farò ammenda scusandomene anticipatamente.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Grazie di cuore VNV, per il tuo intervento, e per lo stimolo alla riflessione, e all'approfondimento di tale scottante tema davvero nebuloso. Anche tu VNV, sei caro al mio cuore, come tutti gli altri del blog, autori, utenti, o lettori che siano! Pertanto sono felice e ti sono grato che il tuo approccio sia così confidenziale e amichevole, e per niente glaciale e distaccato. È per me un onore!
Se stiamo su questo blog, è perché dobbiamo essere amici in Cristo, ed Egli ci sprona e ci esorta calorosamente che " Voi siete miei AMICI, se farete ciò che Io vi comando!"

Seguiamo Gesù Cristo, e come ci esorta la sua SS. Madre Maria Immacolata, "Fate quello che Egli vi dice"!

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Pedro Regis ha detto che Papa Benedetto è stato costretto a dimettersi, vive come prigioniero in vaticano, un giorno tutto il mondo saprà il motivo delle sue dimissioni

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Io non ho una conoscenza tale del Diritto Canonico, per dibattere su questa questione in maniera legale, ma condividendo appieno le risposte di VNV e di anche Mario Mancusi, aggiungo solo una cosa.
La Chiesa è la sposa di Cristo, quindi i sacerdoti sono anch'essi legati da un vincolo di matrimonio con Gesù, essi non possono slegarsi da esso se non per vizi gravi tali da rompere questo legame, uno di questi è la Morte, gli altri possono l'eresia, e l'apostasia. Il Papa quando viene eletto può decidere se accettare questo ulteriore atto sacrale di legame spirituale con Gesù, ma se lo fa da quel momento è legato spiritualmente a Gesù fino alla sua Morte, come dovrebbe essere in un matrimonio, non può dimettersi da questo incarico, a meno che non viene accusato di reati gravi tra cui Eresia o Apostasia. La salute fisica o mentale non è una giustificazione, secondo me, per cui il Papa si possa dimettere, a meno che non siano i cardinali a decidere che la sua incapacità mentale comprometta, con le sue azioni o affermazioni l'incarico del Munus Petrino, considerando che Papa Giovanni II ha resistito con tutti i suoi acciacchi fino alla morte.
Se quindi Papa Benedetto XVI si è dimesso contro la sua volontà, allora vuol dire che spiritualmente Papa Bergoglio non è protetto e legato allo Spirito Santo, e le sue affermazioni non vengono tutte da DIO. Io prego per Lui che si converta e si salvi, prima della fine. Ma condivido appieno che DIO ha voluto questo "Papa" per fare piazza pulita della sozzura che attualmente si trova nella sua Sposa (CHIESA), come quando un medico dovendo far uscire il PUS, preme sulla ferita. 🙂 Comunque questo è solo un mio modesto parere.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

L'eco dei libri di Socci in California.
Questo Brian Murphy è un cattolico, "un imprenditore che lavora in un'azienda che gestisce sperimentazioni cliniche per nuovi farmaci prodotti e testati da un'azienda farmaceutica", presidente di una fondazione no-profit situata nella diocesi di Orange, presso Los Angeles, e fa apostolato a favore della famiglia:
"La nostra missione è quella di proclamare il piano di Dio per la vita. Lo facciamo attraverso conferenze Humanae Vitae per il clero e i laici, in modo da ringiovanire la Chiesa cattolica romana con la ricca bellezza del piano di Dio per la vita, l'amore, il matrimonio e la famiglia."

La sua tesi è la originaria tesi di Socci sulla distinzione tra "munus" (ufficio) e "ministerium" (ministero). Benedetto XVI avrebbe rinunciato solo al ministero attivo ma non all'ufficio di Papa: non la rinuncia al “munus petrinus” (ufficio petrino), ma solo alla “executio”, cioè l’esercizio attivo dell’ufficio stesso. Con la conseguenza che: “Francesco (il cardinale Bergoglio) è quindi un ANTIPAPA senza alcuna autorità nella Chiesa.” (Murphy).

Allo stato attuale delle nostre conoscenze (cioè, per quello che ne sappiamo fino ad oggi e se non emergeranno segreti sconvolgenti), la questione è superata anche a livello teologico. Ne abbiamo discusso in passato.

Dice Murphy:

"Perché le dimissioni di papa Benedetto XVI non sono valide?
Per capire questo, dobbiamo guardare all'Atto di rinuncia di Benedetto XVI dell'11 febbraio 2013. Il problema principale di quest'atto è che Benedetto non annuncia mai che sta rinunciando all'ufficio del papato. La parola latina per ufficio è "munus" che si traduce anche in "onore" o "incarico". Al contrario, egli annuncia solo che sta rinunciando al ministero.
Perché questa distinzione è importante? Perché ciò a cui non si rinuncia si conserva ancora. Perché la rinuncia al papato sia valida, l'uomo che è papa deve rinunciare esplicitamente all'ufficio per nome. Ciò è dichiarato esplicitamente nel Codice di Diritto Canonico del 1983 (can. 332 § 2).
Quindi, l'atto di rinuncia di Benedetto non soddisfa le condizioni di una rinuncia del papato ed è quindi INVALIDO. Essendo invalido, BENEDETTO RIMANE PAPA finché non rinuncia all'ufficio o non lascia questa vita."

Effettivamente, la questione esiste e si è creata con alcune dichiarazioni o "intenzioni innovative" di papa Benedetto.

I teologi che hanno esaminato questo punto lo definiscono "difetto di intenzione" di Benedetto XVI (in pratica un "errore"), che però è SANATO. Di errori ne ha commessi molti (v. articolo di Silvana De Mari, dopo citato), alcuni veramente bizzarri, come quello sulla data dell'abdicazione.
L’abdicazione annunciata sarebbe diventata effettiva il 28 febbraio alle ore 29 (29 al posto di 20): la data con l’ora inesistente.
Sembra uno scherzo, ma se volessimo essere formalisti, dovremmo concludere che la rinunzia è nulla.

Invece, basta leggere questo articolo di due teologi cattolici, quando trattano del problema "difetto d'intenzione":
https://www.radiospada.org/2017/02/francesco-o-benedetto-chi-e-il-vero-papa/

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Essi scrivono:

"…Benedetto stesso non ha mai dichiarato di voler rinunciare solo a una PORZIONE del suo ufficio. Questa speculazione è basata sulla sola testimonianza altrui e sulle PAROLE SCELTE nella sua rinuncia.

È anche utile notare che nel fare un Papa (i.e., Dio unisce l’uomo eletto al Pontificato), un difetto legale della elezione non significa necessariamente che non diventerà un vero Papa. In realtà, un uomo può essere eletto illegalmente, o anche prendere fraudolentemente possesso del pontificato, e nondimeno diventare un vero Papa. Proprio come difetti legali e tecnici non impedirebbero a Dio – la causa efficiente – di unire un uomo al pontificato, così una intenzione difettosa (dovuta ad errore dottrinale) non impedirebbe necessariamente a Dio – la causa efficiente – di rimuoverlo dall’ufficio (i.e. slegarlo dal papato).

Come spiega S. Alfonso, Dottore della Chiesa, il fatto che Dio unisca un uomo al pontificato (o separi un Papa dal pontificato?) non è necessariamente basato su tecnicalità legali. Scrive il Santo: “Non importa se nei secoli passati qualche Pontefice sia stato illegittimamente eletto o abbia preso possesso del Pontificato con la frode; è sufficiente che in seguito sia stato accettato dalla intera Chiesa come Papa, dal momento che attraverso tale accettazione sarebbe comunque diventato il vero Papa.”

Se una elezione illegale, o una presa di possesso del papato fraudolenta, non impedisce necessariamente a Dio di unire l’uomo al papato (posto che la Chiesa stessa lo considera essere Papa), sembra abbastanza certo che UNA INTENZIONE DI RINUNCIA PARZIALMENTE DIFETTOSA, DOVUTA A UN BIZZARRO ERRORE NELLA MENTE DEL RINUNCIANTE, NON IMPEDIREBBE SIMILMENTE A DIO DI SEPARARLO DAL PAPATO. E dovremmo ancora notare che lo stesso Benedetto ha affermato che non c’è il minimo dubbio circa la validità della sua rinuncia.“’Non c’è il minimo dubbio circa la validità della mia rinuncia del ministero Petrino’ ha scritto Benedetto ad Andrea Tornielli, il vaticanista veterano de La Stampa. ‘La sola condizione per la validità è la piena libertà della decisione. Le speculazioni circa la sua invalidità sono semplicemente assurde’.”

Chiudiamo questo punto notando che i potenziali problemi riguardanti un difetto nella intenzione di rinuncia di Benedetto sono mere speculazioni; e anche se un tale difetto fosse certo, non proverebbe in alcun modo che Dio non abbia scisso il nesso che lo unisce all’ufficio papale. Così, proprio come nel caso dei dubbi riguardanti la validità della rinuncia sulla base della libertà dell’atto, non abbiamo un dubbio positivo e probabile per rigettare la validità della rinuncia sulla base di un difetto di intenzione. Tutti questi dubbi non sono più che mere speculazioni, e quindi non giustificano il rifiuto del pubblico giudizio della Chiesa."

Dunque, allo stato attuale delle nostre conoscenze, un eventuale "difetto d'intenzione" del papa Benedetto XVI, nella sua rinuncia, risulta sanato.
Inoltre, il consenso praticamente unanime dei vescovi e dei fedeli nell’accettare un Romano Pontefice (Bergoglio) come legittimamente eletto, dà assoluta e infallibile certezza del fatto. Infatti, l’accettazione di un Papa della Chiesa universale è un segno infallibile della sua legittimità, e la sua accettazione sana in radice ogni difetto della elezione papale.

Dobbiamo solo attendere per vedere se è vero ciò che dice Pedro Regis, che un giorno tutto il mondo conoscerà il vero motivo della rinuncia.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Tuttavia, nei cattolici, il dubbio resta sempre vivo, anche se sono passati quasi 7 anni. Un esempio è il recentissimo articolo di Silvana De Mari, pubblicato sul quotidiano La Verità del 6 gennaio 2020:

"Il ritiro di Ratzinger è un caso ancora aperto"

https://gloria.tv/post/pq9JdiVag2HE1ohZMDa23yGPK
https://gloria.tv/post/PtVQGcghiicf3WnskQbPtLxZ3

"Un Papa può dare le dimissioni? Un Papa non dà le dimissioni, non è l’amministratore delegato di una multinazionale. Un Papa abdica.
Un Papa può abdicare? Il Papa è il vicario di Cristo e Cristo non ha lasciato la sua croce a metà del Calvario. Un Papa non può abdicare perché è stanco dato che, accettando il papato, ha preso l’impegno solenne di non abbandonare la Chiesa mai. L’abdicazione potrebbe essere presa in considerazione solo se la libertà di giudizio e di decisione del Papa è compromessa: metastasi cerebrali, demenza iniziale o imprigionamento.
Per essere valida, inoltre, l’abdicazione deve comportare la rinuncia totale e il ritorno alla posizione di vescovo. Invece Benedetto XVI è ancora Papa (emerito) e alla domanda sul perché non tornasse vescovo ha dichiarato di avere solo vestiti bianchi nell’armadio.
Il Papa del cattolicesimo è il vicario di Cristo. Cristo non aveva fratelli gemelli. Il Papa deve essere uno. I Papi non possono essere due."

Riguardo a quest'ultimo punto, i dubbi restano forti. Libero BXVI di abdicare, ma per ritornare vescovo, non per restare papa (e per giunta in Vaticano). Questa confusione l'ha generata lui con le sue scelte "innovative" (non sappiamo fino a che punto "costretto"), scelte non fondate sul Diritto canonico (che contempla sì il caso di rinunzia, ma per ritornare vescovo, non per restare Papa Emerito).

Ricordo che il Papa Pio XII, per il timore di essere rapito dai nazisti, firmò in anticipo la sua rinunzia al Pontificato (affidandola a persona di fiducia) con l'intenzione di ritornare un semplice cardinale:

"Pio XII aveva pronta una lettera in cui dichiarava le sue dimissioni, dando disposizioni affinché i cardinali eleggessero il suo successore. Un Pontefice che si «dimette», che rinuncia al suo incarico: perfino questa incredibile possibilità era stata prospettata da Pacelli, a riprova del suo timore di rappresaglie naziste. «Se mi rapiscono – affermò il Papa – porteranno via il cardinale Pacelli, ma non il Papa»."
https://www.iltempo.it/cultura-spettacoli/2009/06/17/news/papa-pio-xii-nel-mirino-dei-nazisti-690253/
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1988/01/28/il-papa-era-pronto-dimettersi-se-hitler.html

Benedetto XVI (o chi per lui) ha innovato l'istituto della "Renuntiatio" (rinuncia), senza l'appoggio e il fondamento del Diritto Canonico. Per PRASSI (tanto cara ai gesuiti e a Bergoglio).

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Grazie di cuore dott. G.I., come al solito, sempre puntuale e padrone della materia!

E un sentito grazie per i loro interventi anche agli altri utenti, nell'ordine VNV, Mario Mancusi, Avvoltoio, Vincenzo, che hanno fornito molti utili spunti di riflessione. Dio vi benedica, e l' Immacolata vi custodisca dal maligno!

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Aggiungo per maggiore chiarezza le parole precise di Pedro Regis : Papa Benedetto è stato costretto alle dimissioni, non con la forza, ma ci sono tanti metodi per spingere qualcuno a fare qualcosa, a chi obietta che le abbia fatto in piena libertà ricorda che Benedetto non ha sempre detto la verità, per esempio sul terzo segreto di Fatima, nel 2000 disse che era stato tutto rivelato, e si era realizzato, nel 2010 si contraddice dicendo che non si era ancora realizzato, lasciando capire che non tutto era stato rivelato.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

https://www.marcotosatti.com/2020/01/12/os…iller-papalino/

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, l’Osservatore Marziano ci ha mandato un articolo davvero inquietante, oggi, ma ve lo offriamo come lettura thriller per il week-end…Sui contenuti come vedrete non si esprime lui, e non ci esprimiamo neanche noi. Buon divertimento.
§§§
OM a Tosatti.
La mia tentazione, caro Tosatti, era quella di indagare e verificare se ci fosse stato, per esempio, un complotto marziano per minacciare di assassinio, o assassinare Papa Ratzinger e spiegare in tal modo la sua rinuncia.
Ma i marziani son molto più civili dei terrestri.
In più son stato preceduto da questo articolo – blog (qui sotto riportato) che invece scopre, con talune prove anche apparentemente consistenti, salvo verifica,, che chi voleva far fuori Benedetto erano i cinesi alleati alla lobby gay vaticana (boh!).
Non farò commenti perché l’allegato è fin troppo esaustivo, quanto poco credibile sia nel puntare il dito su questa curiosa alleanza.
Unica considerazione: questa chiesa non finisce mai di stupirci, ogni giorno ci troviamo scodellato davanti qualcosa di sorprendente che nulla ha di spirituale.
O si tratta di gay o di soldi o di eresie o di minacce o di complotti per far fuori il Papa, prima Giovanni Paolo I°, ora Benedetto XVI.
Mi sa che son realmente gli ultimi tempi, caro Tosatti.
Buona lettura. OM
§§§
10 gennaio 2020
Cari amici,
Invio un articolo il cui titolo è:
“Were the Chinese & Vatican Gay Lobby involved in an Assassination Threat against Pope Benedict XVI?”
Il collegamento è qui.
Il blogger ipotizza una connessione tra la lobby gay in Vaticano ed il tradimento della Chiesa
Cattolica sotterranea in Cina (cioè i cattolici che non si sono lasciati irretire dalla Chiesa Cattolica Patriottica, controllata dal governo comunista cinese che ne nomina i vescovi).
La lobby gay in Vaticano è quella denunciata dall’arcivescovo Viganò che ha testimoniato, sulla vicenda del card. McCarrick, che Bergoglio era pienamente al corrente dei numerosi episodi di pedofilia in cui costui era coinvolto e che nonostante gli aveva il proprio appoggio e la sua “copertura”.
La vicenda, di cui riferisce il blogger, ruota attorno al card. Paolo Romeo, all’epoca arcivescovo di Palermo, quando ancora Benedetto XVI non aveva presentato le proprie strane “dimissioni”, in cui dichiarava di non abdicare dal ruolo spirituale ed orante del “munus Petrinum” ma solo dal ruolo attivo del suo Ministero come pontefice.
Nel novembre 2011 il card. Romeo, nel corso di un suo viaggio in Cina, pensando che le sue parole che non sarebbero state riferite, aveva affermato che circolava in Vaticano un documento segretato in cui si affermava che era in atto un complotto per assassinare il Papa, entro i successivi dodici mesi.
Dopo il clamore suscitato dalle sue parole, trapelate senza il suo consenso, il card. Romeo aveva poi rilasciato una smentita, che a molti era sembrata strana e per la verità non molto convincente.
Il blogger fa notare che, in una intervista a LifesiteNews, il bollettino di informazioni di orientamento cattolico tradizionalista, il card. Zen, figura centrale del cattolicesimo cinese, aveva chiesto che cessasse l’annientamento della Chiesa in Cina ad opera dell’accordo siglato dal Vaticano con il governo cinese. (N.d.R.: la denuncia del card. Zen è apparsa su Infovaticana e su questo sito, Stilum Curiae).
In tale intervista il card. Zen ha affermato che l’accordo firmato da Bergoglio replica un analogo documento che Benedetto XVI si era rifiutato di firmare.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Le ipotesi di una collusione tra la lobby gay del Vaticano ed il governo cinese nella strana ed oscura minaccia
di un complotto per assassinare il Papa, Benedetto XVI, sono basate sui seguenti elementi:
a) il card. Romeo apparentemente era parte della lobby omosessuale, come rivelato da un sito di informazionigay, e sostenitore del gruppo “Gionata”, una organizzazione di omosessuali “cattolici”;
b) il card. McCarrick, al centro delle rivelazioni dell’arcivescovo Viganò sulla connivenza di Bergoglio nel coprirlo, subito dopo la nomina di “Francesco” al papato, dopo lo strano conclave successivo alle stranissime dimissioni del Papa, ottiene l’incarico di recarsi in Cina a trattare con il governo cinese quell’accordo che ora entra in vigore e che il card. Zen denuncia come mortale per la Chiesa cinese;
c) proprio il viaggio di McCarrick nel 2013 in Cina è il punto chiave della testimonianza dell’arcivescovo Viganò
In merito alla collusione di Bergoglio nel coprire la lobby gay e pedofila del Vaticano;
d) Maria Antonietta Calabrò in un articolo sul sinistrorso sito HuffPost, ha fatto notare che proprio Bergoglio, con riferimento agli “attacchi” da lui subiti quando erano emerse le rivelazioni del card. Viganò, aveva ricevuto la solidarietà di vari episcopati del mondo ma che in particolare aveva ricordato la solidarietà ottenuta da un vescovo della Chiesa Patriottica Cinese e da un vescovo della Chiesa Cattolica in clandestinità
e) sempre la suddetta Calabrò asserisce che proprio la vicenda della denuncia dell’arcivescovo Viganò avrebbe accelerato la conclusione dell’accordo tra il Vaticano ed il governo cines
Per spiegare il mistero delle tante inquietanti e singolari interconnessioni tra eventi in apparenza non correlati, il blogger ipotizza che il governo cinese volesse davvero sbarazzarsi del papa Benedetto XVI – da qui le anomale notizie di un complotto per assassinarlo – e che la lobby gay pedofila vaticana possa aver concluso un’intesa con esso per arrivare alla successiva “elezione” al pontificato di Bergoglio, che si sapeva avrebbe favorito l’accordo, nel quadro di uno rischieramento del Vaticano nel contrasto geopolitico in atto nel mondo; il complotto e la minaccia di assassinio di Benedetto XVI sarebbe stato materialmente messo in piedi da agenti operativi cinesi, più organizzati ed esperti dei prelati vaticani della lobby gay nel preparare un tal genere di progetto omicida;almeno un vescovo della Chiesa Cattolica, in clandestinità e fedele a Roma, sarebbe in realtà stato un agente in contatto con il governo cinese, tradendo così i suoi confratelli in clandestinità; proprio la minaccia di assassinio sarebbe, forse, stata la ragione che potrebbe aver indotto Benedetto XVI ad annunciare le sue strane dimissioni.
Alle ipotesi del blogger, per parte mia posso aggiungere, che se quanto sopra fosse corretto, si potrebbe arrivare ad ancora un’altra conclusione. Papa Benedetto sapeva – ipotizzo – che la minaccia di assassinio era reale e che poteva ben facilmente arrivare ad avere l’esito che si proponeva. Benedetto XVI – sto sempre ipotizzando – potrebbe, dunque aver ideato una formula che permetteva di salvare la legittima Successione Apostolica e con Essa la validità del Sacrificio Eucaristico della Messa celebrata in comunione con il Papa.
L’espediente escogitato era di dimettersi senza dimettersi del tutto, dunque rimanendo canonicamente Papa. Da qui la bizzarra, inusitata ed un poco “ bizantina” formula extra-canonica di sdoppiare il “munus Petrinum” in un ruolo contemplativo ed uno attivo del Ministero Papale.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

INTERVISTA / ANTONIO SOCCI: “SIAMO DI FRONTE A VERTICI ECCLESIASTICI CHE LAVORANO CONTRO LA CHIESA”
……

Domanda:
Una questione che ti sta molto a cuore e hai studiato a fondo: la rinuncia di Benedetto XVI. Perché Ratzinger si è fatto da parte? Possibile non immaginasse che cosa sarebbe successo dopo? Oppure lo sapeva benissimo ed ha voluto che alcuni processi in corso arrivassero alle estreme conseguenze per contrastarli meglio?

Risposta di Socci:
Anche in questo caso nessuno può pretendere di conoscere i pensieri di Benedetto XVI. Di certo papa Bergoglio non è stato eletto da lui, ma da un collegio cardinalizio che palesemente non aveva conoscenza del candidato e durante un conclave e un pre-conclave su cui molte cose sono da chiarire. Ma, per quanto riguarda la rinuncia e la scelta di essere “papa emerito”, io credo che, documenti alla mano, sia ormai evidente che Benedetto XVI non intendeva rinunciare – o rinunciare totalmente – al MUNUS PETRINO. Come ha spiegato lo stesso monsignor Gaenswein nella famosa conferenza alla Gregoriana:
“PRIMA E DOPO LE SUE DIMISSIONI BENEDETTO HA INTESO E INTENDE IL SUO COMPITO COME PARTECIPAZIONE A UN TALE ‘MINISTERO PETRINO’.

Egli ha lasciato il Soglio pontificio e tuttavia, con il passo dell’11 febbraio 2013, NON HA AFFATTO ABBANDONATO QUESTO MINISTERO”. C’è un altro passo che vorrei sottolineare di monsignor Gaenswein su Benedetto XVI:
“EGLI NON HA ABBANDONATO L’UFFICIO DI PIETRO, COSA CHE GLI SAREBBE STATA DEL TUTTO IMPOSSIBILE A SEGUITO DELLA SUA ACCETTAZIONE IRREVOCABILE DELL’UFFICIO NELL’APRILE 2005”.
A me sembrano parole esplosive (e non sono mai state smentite dal papa emerito). Il più stretto collaboratore di Benedetto XVI ci spiega che per Joseph Ratzinger “L’ACCETTAZIONE DELL’UFFICIO” DI PIETRO È “IRREVOCABILE” E ABBANDONARLO È “DEL TUTTO IMPOSSIBILE”.
Per quanto in Vaticano si continui a fingere che tutto sia chiaro, a noi cristiani del popolo è lecito porsi la domanda su cosa sia veramente successo nel febbraio 2013 e quale sia oggi la collocazione di Benedetto XVI nella Chiesa.
…….

https://www.aldomariavalli.it/2020/01/13/intervista-antonio-socci-siamo-di-fronte-a-vertici-ecclesiastici-che-lavorano-contro-la-chiesa/

Share This