LA PROFEZIA DI NOSTRADAMUS: IL PAGANESIMO, IL TIRANNO E IL PAPA CROCIFISSO

scritto da Remox
25 · Nov · 2019

LA PROFEZIA DI NOSTRADAMUS: IL PAGANESIMO, IL TIRANNO E IL PAPA
CROCIFISSO




Nel
precedente articolo abbiamo parlato del destino degli ultimi pontefici del
nostro tempo secondo le rivelazioni della mistica bretone Marie Julie Jahenny.

In questo vorrei evidenziare la
correlazione fra alcune quartine dell’ultima parte del Poema Temporale, prese
tutte dal Proemio del Terzo Millennio, per descrivere l’apostasia della Chiesa
verso un ritorno al paganesimo.

Infine vorrei proporre un’altra
correlazione fra una quartina del Proemio ed il martirio del papa crocifisso
della Jahenny.

Sottolineo che queste sono solo
alcune delle quartine dedicate alla crisi della Chiesa e che alcune di queste
non le ho mai pubblicate prima.

Cominciamo dal paganesimo di
ritorno, ovvero la spoliazione della Chiesa.

Dal Proemio del Terzo Millennio
“La Grande Tribolazione e il Nuovo Tempo”

573

Persecutee sera de Dieu l’Eglise,

Et les saincts Temples seront
expoliez,

L’enfant la mere mettra nud en
chemise,

Seront Arabes aux Pollons ralliez.

573

Perseguitata sarà di Dio la
Chiesa,

E i santi Templi saranno
spogliati,

Il bambino la madre metterà nuda
in camicia,

Saranno Arabi ai Polacchi legati.

I primi due versi non hanno
bisogno di molti commenti mentre il terzo merita un approfondimento. La
spoliazione della Chiesa corrisponde alla spoliazione della Madre che richiama
alla mente la donna dell’Apocalisse, assisa su una bestia, ammantata di porpora
e che viene spogliata.

E’ immagine della Chiesa che si è
conformata al mondo volendole appartenere e che perciò ha rinnegato
l’insegnamento del suo Maestro. Viene spogliata affinchè tutti ne vedano la
nudità, riacquisti l’umiltà necessaria per risorgere e portare a termine la
propria missione.

Il figlio però non è come si
potrebbe credere a prima vista Gesù Cristo, che della Chiesa è sposo. Il figlio
è un consacrato che con la sua azione da il via alla spoliazione della Madre
Chiesa.

Questo consacrato opererà quando
Polacchi ed Arabi saranno fra loro legati. Il Ramotti credeva che questo legame
fosse quello delle comuni rivoluzioni di popolo. Oggi forse possiamo dire che
il legame è più fisico ed è rappresentato dall’immigrazione di massa verso
l’Europa. La Polonia difende strenuamente, insieme all’Ungheria, il proprio
diritto di conservare i confini nazionali e soprattutto governarli.

Non è un caso infatti che proprio
nel Ramo I del 2000 dedicato ai sommovimenti nel Medioriente il mondo arabo sia
messo in relazione al paese magiaro:

“l’Arabo, l’Ungheria, faranno lo
stesso corso”

O che nel Ramo III del 2000 la
questione dell’immigrazione di massa sia relazionata a Inghilterra è paesi
dell’est Europa:

“I popoli d’Inghilterra, Polonia,
Dacia e Boemia faranno una nuova lega per difendere la colonna d’Ercole”

Ovvero il passaggio a est nello
stretto dei Dardanelli, tenuto in ostaggio da Erdogan e la sua politica
migratoria verso l’Europa.

Chi è dunque questo consacrato che
opera in un simile modo portando la Chiesa verso la spoliazione in un tempo con
le minacce attuali?

208

Temples sacrez prime façon
Romaine,

Reietteront les gofres fondements,

Prenant leurs loix premieres &
humaines,

Chassant non tout des saincts les
cultements.

208

I templi sacri secondo la prima
maniera Romana,

Ripudieranno le loro vecchie
fondamenta,

Prendendo per loro leggi quelle
primitive e umane,

Ripudiando non completamente il
culto dei santi.

La quartina 208 annuncia
chiaramente il ritorno al paganesimo, anche se il culto dei Santi non verrà
totalmente ripudiato, forse perché iconicamente accostabile all’idolatria
pagana delle immagini come avviene in alcuni culti sudamericani.

Le Chiese ripudieranno le loro
fondamenta basate sulla Tradizione e apriranno le porte alle leggi “primitive
ed umane” secondo “la PRIMA maniera romana” che descrivono appunto il paganesimo.

In pochi versi l’Autore rende
un’immagine chiara e desolante della caduta della Chiesa Cattolica nelle spire
dell’apostasia.

971

Aux lieux sacrez animaux veu à
trixe,

Auec celuy qui n’osera le iour.

A Carcassonne pour disgrace
propice,

Sera posé pour plus amule seiour.

971

Nei luoghi sacri gli animali visti
a tre,

Con colui che non osera’ di
giorno,

A Carcassonne per disgrazia
propizia

Sara’ disposto per piu’ ampio
soggiorno.

In questa quartina mi soffermo
solo sui primi due versi perché in questo caso, dal mio punto di vista, la
crisi apostatica della Chiesa è cronologicamente messa in relazione ad un
episodio preciso.

Al primo verso abbiamo che nelle
Chiese saranno viste “trinità” di animali, ovvero idoli che evidentemente
prenderanno il posto dell’autentico culto cristiano.

Possiamo tranquillamente pensare a
quanto già oggi avviene in diverse celebrazioni liturgiche dove abusi e
contaminazioni sono all’ordine del giorno. Di ciò abbiamo purtroppo molte
testimonianze.

L’episodio preciso è citato al
secondo verso: chi è colui che non oserà di giorno? Secondo me è il papa, che
assediato dalla rivolte sarà costretto alla fuga in incognito e dunque non si
mostrerà apertamente per non essere catturato. Siamo cioè al tempo del papa
dell’esilio.

Ne abbiamo una prova con la
prossima quartina di cui cito però solo gli ultimi due versi:

812

L’Abbé de Foix auec ceux de sainct
Morre

Feront la forbe habillez en vilan.

L’Abate di Foix con quelli di San
Maurizio

Faranno la furbata abbigliati da
villani.

Qui mi limito solo ad un paio di
considerazioni. Siamo davanti ad un tipico indovinello nostradamico.

L’Abate di Foix è il Monaco di
Foix, ovvero l’unico papa che proviene da questa contea di Francia.

Jacques Fournier che scelse il
nome del Monaco per eccellenza, Benedetto XII.

San Morre secondo le mie ricerche
è San Maurizio, il Santo africano che ha ispirato l’immagine araldica del Moro
che compare in diversi stemmi cristiani.

L’unione dei due indizi secondo me
ci porta dritti a Benedetto XVI, l’unico che ha il Moro nello stemma, ha il
nome Benedetto e quello di Giuseppe, nel segno del sogno profetico di San Pio
X.

I versi descrivono una fuga in
incognito, l’inizio di un esilio.

Benedetto XVI ha optato da ormai
sette anni per un esilio spirituale come ho detto dal primo articolo del blog.
Vediamo se si trasformerà anche in materiale.

Torniamo
un momento alla domanda iniziale, sul consacrato che consegna la Chiesa alla
spoliazione. Ci riporta alla mente il brano del Pronostico del 1562 edito a Parigi da Barbe Regnault che così
recita:

“[…] molti templi dedicati e
consacrati al servizio divino, al culto e alla venerazione di Dio saranno
depredati, spogliati e macchiati di sangue umano, molte sette e diverse
confessioni monastiche, che avranno abbandonato le prime vie e confessioni di
fede, che avranno conciliato segretamente, la congiura dell’Onyx e
sporcato i loro templi facendo segreto consiglio con ladri e furfanti, da
qualche ingresso vedranno (ladri e furfanti) entrare furtivi per la spoliazione
e la profanazione degli stessi templi […]”

Questo brano ormai famigerato che
ho estrapolato dagli scritti nostradamici ci permette l’accostamento di varie
fonti profetiche e tramite un richiamo ai messaggi della Madonna di Anguera di
arrivare a papa Francesco, il consacrato, figlio della Chiesa, che ne permette
la spoliazione mediante “segreto consiglio” con “ladri e furfanti”, ovvero i
nemici della fede e mediante il tradimento di coloro che “avranno abbandonato
le prime vie e confessioni di fede, che avranno conciliato segretamente” per
abbandonarsi all’apostasia.

Ricordiamo i drammatici versi
della 878 dedicata al consacrato gesuita che viene dal Santuario degli dei del
Sudamerica:

“uscito dalla Chiesa militante
aprirà la porta agli eretici”

E proprio questo riferimento alla
Chiesa militante non è affatto casuale perché lo ritroviamo nell’Epistola al Re
Enrico II.

Ricordo brevemente che secondo le
mie ricerche le due Epistole che compaiono nelle Centurie, quella al figlio
Cesare e quella al Re Enrico Secondo sono due parti di una stessa Lettera
indirizzata al vero erede dell’opera nostradamica, il Grande Monarca. Ispirate
al Trattato sulle Intelligenze Celesti di Tritemio che era dedicato al Cesare
Massimiliano Imperatore del Sacro Romano Impero e che in Nostradamus si
scompongono in una parte dedicata a “Cesare” ed una al “Re Enrico”; riportate
insieme ecco che abbiamo il Cesare Enrico, ovvero l’Imperatore Enrico della
Croce, futuro Grande Monarca ed Imperatore d’Europa.

Il brano dell’Epistola è il
seguente:

(CXIV) In quella computazione Astrologica rapportata alle sacre
scritture, la persecuzione delle genti Ecclesiastiche trarrà la sua origine
dalla potenza dei Re Aquilonari, uniti agli Orientali ; questa

persecuzione durerà 11 anni, o un po’ meno, dal momento che
fallirà il più importante Re Aquilonare, e passati tali anni
sopraggiungerà il suo alleato Meridionale, che perseguiterà ancor
più duramente per 3 anni la gente della Chiesa, con la
lusinga dell’Apostasia
di uno che deterrà tutto il potere assoluto
nella Chiesa
 militante (L’Eglise militaire), ed il santo popolo di Dioosservatore della sua
legge
 e ogni Ordine di
Religione sarà duramente perseguitato e afflitto tanto che il sangue 
dei veri Ecclesiastici scorrerà ovunque, ed uno dei terribili Re temporali sarà molto
onorato dai suoi fautori, colui che avrà sparso più sangue umano di Innocenti
Ecclesiastici che non se ne potrà avere di più [se fosse stato] vino; e questo
Re commetterà misfatti incredibili contro la Chiesa, scorrerà il sangue umano
per le pubbliche vie e nei templi, come acqua per pioggia torrenziale e
arrosseranno di sangue i fiumi più vicini, e a causa di un’altra guerra navale
si tingerà di rosso il mare tanto che il rapporto di un Re all’altro, sarà
detto così: Bellis rubuit navalibus aequor .

Tutte
le frasi in neretto vanno lette con grande attenzione perché dietro un
linguaggio che sembra alludere a conflitti militari si nasconde invece uno
scontro tutto spirituale che ho cercato di descrivere in NOSTRADAMUS E ANGUERA: LA GUERRA RELIGIOSA.

Colui che detiene questo potere della
Chiesa militante è il gesuita che aprirà la porta agli eretici, il meridionale
che viene dal Santuario degli dei sudamericano e che con
la lusinga dell’apostasia perseguiterà i veri ecclesiastici
osservatori della legge di Dio e tutto questo sta avvenendo ora sotto i nostri
occhi.

Ricordo che quando il fondatore
dei Gesuiti, Sant’Ignazio di Loyola, si presentò al papa Paolo III per ricevere
l’approvazione alla fondazione del proprio Ordine il papa, approvandone
funzione e scopi, promulgò la bolla Regimini militantis eccleasiae (sulla
supremazia della Chiesa militante) avendo trovato nella Compagnia di Gesù
l’esercito sperato e agognato per combattere i protestanti e tutti gli eretici.
Oggi i vertici di questo glorioso Ordine sono invece alla testa del grande
tradimento.

Non intendo dilungarmi oltre visto
che siamo nel pieno della battaglia e degli eventi profetizzati e spingo dunque
lo sguardo un po’ più lontano dove troviamo il tiranno Archel de la Torre e il
papa crocifisso alla maniera islamica con braccia e gambe tagliate.

La quartina è la 242 ed è
piuttosto particolare:

242

Coq, chiens & chats de sang
seront repeus,

Et de la playe du tyran trouué
mort,

Au lict d’vn autre iambes &
bras rompus,

Qui n’avoit peur mourir de cruelle
mort.

242

Gallo, cani e gatti saranno ripieni
di sangue,

E della piaga del tiranno trovato
morto,

Al letto di un altro gambe e
braccia spezzate,

Che non ha avuto paura di morire
di morte crudele.

Secondo il Brind’Amour la quartina
è piuttosto ermetica e dovrebbe descrivere un tiranno al quale è stata predetta
la morte per causa del morso di un animale.

Il collocamento della quartina
secondo me apre la scena a ipotesi completamente differenti.

Sappiamo dalla Jahenny che un
tiranno proveniente dalla Persia governerà l’Italia e che il suo nome è Archel
de la Torre; che martirizzerà un papa e che regnerà poco in quanto perderà il
potere. A lui seguirà una lotta anarchica che porterà la sua parte ad una
rovinosa fuga e sconfitta.

La quartina secondo me relaziona
la fine dei due grandi personaggi di quel tempo: la morte del tiranno con
quella del papa crocifisso. E la morte del tiranno sarà diretta conseguenza
della morte del primo, il castigo per il suo atto sacrilego.

Segno del sacrilegio nel
linguaggio medievale e oserei dire universale sono i cani e i gatti che ne
bevono il sangue e la morte fuori dal suo letto.

“cani e gatti saranno ripieni del
sangue del tiranno trovato morto nel letto di un altro”

Qui secondo me s’interrompe la
prima predizione perché comincia la seconda.

E della piaga del Gallo, gambe e
braccia spezzate, colui che non ha avuto paura di subire una così crudele
morte.

Ricordo che nella simbolografia
dell’Alciato e di Nostradamus, che all’Autore italiano si è ispirato, il gallo,
appollaiato sulla cima della Chiesa, rappresenta la vigilanza, aspetto
fondamentale del ruolo del Successore di Pietro.

Al primo verso infatti il gallo
poco c’entra con i cani e i gatti in quanto è messo al singolare. Ovviamente
Nostradamus voleva che venisse posta attenzione più al gallo che agli altri
animali. E il legame simbolico più importante è proprio quello con le sue
tavole pittoriche ispirate all’Alciato.





Nella Tavola i simboli cominciano
ad andare al loro posto: Alabarda, come Ratzinger; Sole, come Francesco; Gallo,
come il papa crocifisso; Giglio dorato, come il Grande Monarca e il papa Santo.

Come non pensare poi alle parole
della Jahenny sul martirio di questo papa più crudele di quello del primo
legame della fede che secondo me è San Pietro crocifisso a testa in giù.

Un martire appunto, che passerà
tre anni in catene, e che non avrà paura del terribile verdetto del tiranno e
della sua crudele condanna a morte: crocifisso, con gli arti tagliati e il
petto squarciato (la piaga).

Ricordo inoltre il primo e
l’ultimo verso della quartina 805, l’ultima del Preambolo (prime tre quartine
riassuntive) del Ramo IV del 2000, il capitolo dedicato alla crisi della
Chiesa:

“apparirà un tempio adornato di
luce quando si vedrà il grande Gallo nella bara”

Il successore dovrebbe infatti
essere quel Papa Santo che riformerà la Chiesa e il mondo con l’aiuto del
Grande Monarca.

Ma c’è di più.

Se analizziamo le 4 quartine che
precedono e seguono la 242 nella stessa centuria applicando la decodifica già
vista altre volte emergono particolari interessanti:

240

Un peu apres non point longue intervalle,

Par mer & terre sera faict grand temulte:

Beacoup plus grande sera pugne navale,

Feux, animaux, qui plus feront
d’insulte.

241

La grande estoille par sept iours bruslera,

Nuee fera deux soleils apparoir:

Le gros mastin toute nuit hurlera,

Quand grand pontife changera de terroir.

242

Coq, chiens & chats de
sang seront repeus,

Et de la playe du tyran trouué
mort,

Au lict d’vn autre iambes &
bras rompus,

Qui n’avoit peur mourir de cruelle
mort.

243

Durant l’estoille chevelue apparente,

Le trois grands princes seront faits ennemis:

Frappez du ciel paix terre tremulente,

Pau, Timbre undans, serpent sur le
bort mis.

Gli “animaux” della 240 chiamano
in sequenza “il mastino, il gallo, i cani, i gatti e il serpente” delle
successive a legare fra loro le quartine al fine di estrapolare il verso.

Ed ecco la risultanza:

Par mer & terre sera faict grand temulte

Quand grand pontife changera de terroir

Qui n’avoit peur mourir de cruelle
mort

Timbre undans, serpent sur le bort
mis

Per terra e mare sorgerà un gran
tumulto,

Quando il grande pontefice
cambierà di sede,

Ecco chi non ha avuto paura di
morire di morte crudele,

Quando sul Tevere agitato un
serpente sarà collocato.

I tempi descritti dalla Jahenny sono
quelli di una grande rivoluzione generale che si abbatterà su ogni nazione e
popolo e di cui purtroppo già vediamo i prodromi. La Guerra d’Italia comincerà
proprio quando il papa lascerà Roma e l’Italia sarà allora governata da
dittatori, soprattutto Archel de la Torre, il nemico di Dio secondo la Jahenny.

E sarà a Roma, agitata dalla
rivoluzione, sulle sponde del Tevere, che questo “serpente” prenderà la vita
del papa crocifisso.

Questa sembra essere per noi la
profezia di Nostradamus.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
150 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Bellissimo articolo caro Remox, come sempre!!!

Su un futuro papa che verrà crocifisso, credo ci sia anche una profezia di Gesù Cristo Nostro Signore, data alla veggente Maria Valtorta…..
infatti costui sarà un "Novello Cristo sia nel Dolore e sia nella Sorte del Cristo" e appunto la sorte di Cristo è stata la Crocifissione, ed infatti prorio come il Cristo, egli dovrà "SUBIRE LA PASSIONE SENZA PIEGARE". E pur Cadendo dovrà tenere alzata la Croce, e anche Morendo dovrà far udire la sua voce….

20-11-43 Isaia Cap.22 v.11-14-18
……E tu, primo fra i miei figli fortifica il tuo cuore appoggiando la bocca alla mistica fonte del mio petto squarciato. Come sei il mio araldo, e più che araldo il mio Vicario sulla terra, colui che rappresenta l’Agnello, e dell’Agnello hai cuore e parola, COSÌ SARAI NOVELLO CRISTO NEL DOLORE E NELLA SORTE.

Quanto dolore è già nel calice che si avvicina! E non ti giova l’averne già tanto bevuto e l’esser vissuto da giusto! Non ti giova perché il dolore lo riempie sempre più quanto tu ne bevi, perché esso dolore è distillato e munto dalla Forza a noi nemica, la quale non potendo mordere il Cristo morde le carni delle sue creature. E quale creatura più creatura mia di te, che sei mite e giusto, che sei evangelico come il mio Giovanni?
Come il Prediletto, affissati nel Cielo fino a farti rapire dall’ardore della contemplazione, perché l’ora del dolore è sempre più vicina ed hai bisogno di essere saturo di contemplazione per poter SUBIRE LA PASSIONE SENZA PIEGARE.

Rimani ‘Luce del mondo’ in mia vece, anche se le tenebre ti monteranno addosso per schiacciarti.

Anche CADENDO tieni alzata la mia Croce che è Luce.

Anche MORENDO fa udire la Voce che parla dal Cielo attraverso te, mio Servo esemplare.

Hai pianto e non è giovato che tu conoscessi il segreto di Fatima.

Le tue cure al mondo si sono rivolte contro di te come quelle che si usano ad un ossesso. Ma non importa. Mia Madre è con te ed Io con Lei. Noi siamo presso le grandi ‘voci’ e le piccole ‘voci’ che parlano in nome mio e che consumano se stessi perché la Voce del Cristo suoni ancora in questa terra brulicante di demoni.
Siate benedetti, grandi e piccoli portatori della Parola.
Noi vinceremo contro Satana. Io ve lo dico. E nell’ora della vittoria la mia stessa Luce sarà la vostra luce che vi farà splendenti come nuovi soli».

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Grazie Nicola, dovrei rivedere il contesto di questo dettato, ma sembra molto calzante.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Il lavoro di Remox su Nostradamus credo sia di livello internazionale.Speriamo che prima o poi se ne accorgano.Interessante il commento di Nicola.Sulla questione della Eucarestia,che chiude i commenti al post precedente dedicato alla Jahenney,purtroppo,anche se non sono nemico del Vaticano II in toto,e non gli attribuisco la colpa dell'Apostasia,commento qui, sotto il nuovo post,che il disegno sottile dei nemici,e del nemico padre della menzogna comincia a delinearsi sempre meglio.Il Vaticano II,a differenza della Costituente per la Costituzione della Repubblica Italiana,era presieduto da un monarca, il Papa,e quindi il Papa avrebbe potuto faredi piu' il monarca che decide da solo dove ritiene.Eppure la Costituzione usci' bene,anche se scritta da forze politiche che mettevano li' cose pensando di volgerle in futuro a proprio vantaggio.Lo stesso e' stato col Vaticano II,che ha dei bei documenti e non e' da buttare in toto.Sbagliato fare gl'intelligentoni e scadere nella paranoia che pretende di attribuire al Vaticano II una logica univoca e inesorabile,fatale e deterministica.Anche li'da una parte e dall'altra hanno messo li' cose,pensando che poi si sarebbero girate a loro favore.Troppo ottimista forse Montini,come poi anche Wojtyla,che pensavano che lo Spirito stesse gia' soffiando forte e quindi avrebbe dato loro piu' filo pe fare piu' tela.D'altra parte i massacri di due guerre mondiali e non solo,e il progresso scientifico e tecnologico danno loro grandi attenuanti.Wojtyla poi,avendo superato anche il problema della Unione Sovietica,lo capisco bene nel non aver preso piu' di petto certe situazioni,come quella legata ai gesuiti.Avra' pensato che il tempo lavorasse per la Chiesa.Pero' bisognerebbe chiedere a lla Madonna di Fatima ,e La Salette,e Garabandal,e non solo,cosa ne pensa.Ma Lei non giudica,si prodiga per noi.Certo e' che l'idea "cristica"del Cristo che cresce col popolo dei fedeli,ha affascinato troppo il post Concilio,(anche Ratzinger in quei tempi ,fresco di lezioni Rahneriane.Il Novus Ordo,con l'idea che la partecipazione dei fedeli sia necessaria(u sacerdote disse,udito con le mie orecchie,negli anni '90,che "la carne di Gesu' nell'Ostia consacrata non e' la stessa in centro o in periferia ???!!!perche' cambia col cambiare dei fedeli ???!!!).Lo stesso che non credeva che i progenitori avessero i doni preternaturali.(segue).

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

"Il lavoro di Remox su Nostradamus credo sia di livello internazionale.Speriamo che prima o poi se ne accorgano."

Speriamo di no Vincenzo, non sono fatto per le polemiche tipiche di certi ambienti.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Infatti ,Remox, dato che hai una spiritualita' mariana…che faccia la "Notre Dame"a suo tempo,quello del Trionfo,se vuole. Anche a me non piacciono le polemiche per vanita' personali.Pero',siccome non ho piu' molta voglia e forza per studiare,mi resta la nostalgia di quello spirito di raccoglimento interiore quasi spontaneo e gratuito che ho avuto sovente da giovane, e mi piacciono le polemiche per prendere spunti e approfondirli,oltre al tentativo continuo di concentrarmi sulla Fede,ma questo da giovane veniva piu' facile e durava di piu';oggi e' piu' difficile e va bene cosi',perche' Dio ci lavora dando e togliendo.Ho conosciuto qualche coppia anziana che sovente si fissava sul dettaglio di un ricordo e discutevano animatamente,sembravano litigiosi,ma probabilmente prendevano lo spunto e cercavano solo di ridare vita a un momento della loro vita passata. 🙂

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Insomma col Vetus forse sarebbe stato piu' difficile arrivare a dare l'Eucarestia anche ai protestanti(e forse non solo)inventandosi la eresia che Nicola ha spiegato sopra.La S.Messa e' tale anche celebrata dal solo sacerdote.Quanto ai fedeli,e' Lo Spirito Santo che li convoca e permette loro di relazionarsi col Mistero che avviene sull'Altare.Alla faccia di certe esagerazioni,che poi oggi ormai sono completamente partite per la tangente,e sbandano fino al panteismo praticato e celebrato,e alla relativa idolatria neopagana.Sarebbe ora che tutti lo vedessero e lo dicessero,tranne proprio quelli in malafede sputata,eredi di quelli che hanno girato,in ogni modo, il Novus Ordo verso le peggiori devianze.Lo Spirito soffiera' forte,e restaurara' in meglio la Chiesa,sia la post che la pre Conciliare, ma certo quanto sangue e quanta sofferenza,se mettiamo nel conto quella del secolo scorso e quella che verra'.Anche per questo,alla fin fine,continuo a essere un poco ottimista pure io,metto nel conto anche la sofferenza di questi decenni che sembrano tempo ottenuto per noi dalla Madonna,e pur ribadendo le parole di Thomas Eliot lette da Giussani,(il sangue sui gradini e il tempio distrutto etc.etc.)voglio credere che le cose profetizzate saranno in parte annullate.Anche perche' Dio ci giudica fino in fondo individualmente solo nel Giudizio Particolare e in quello Universale,e quindi ha senso ,anche biblicamente,vedere le cose un po' a livello di masse e di generazioni.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

BELLISSIMA LETTERA APERTA, DAVVERO BELLA IN CERTI TRATTI COMMOVENTE DIREI.

https://www.aldomariavalli.it/2019/11/26/lettera-aperta-santo-padre-mi-rivolgo-a-te-con-tristezza/

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

L’IMPERO
Proprio venerdì, mentre ricevevo la sua lettera, vedevo il Santo Padre in tv per la Dichiarazione firmata da lui col Patriarca ortodosso Kirill. E’ un memorabile pronunciamento storico-politico con cui la Chiesa Cattolica romana e la Chiesa ortodossa, insieme, hanno rovesciato l’“AGENDA OBAMIANA” a cui IL PAPA SI ERA FINORA – DISASTROSAMENTE – SOTTOMESSO.
La Dichiarazione riporta la Chiesa sulla via di Benedetto XVI, infatti è un vero siluro contro
“LA DITTATURA DEL RELATIVISMO” dell’Occidente
e contro LA DITTATURA DELL’ISLAMISMO dell’Oriente.

E’ un grido di libertà che esalta le nostre radici cristiane, dall’Atlantico agli Urali, e ci restituisce alla grande storia dell’Europa dei popoli e delle cattedrali.
Il contrario di ciò che Francesco ha fatto in questi anni.
Infatti la Dichiarazione fa una vigorosa difesa (finalmente) dei cristiani perseguitati e della libertà religiosa a tutte le latitudini, con l’appello a una coraggiosa testimonianza cristiana nella vita pubblica; attacca la tecnocrazia nichilista dell’Europa occidentale che ha rinnegato le sue radici cristiane e che emargina fino al disprezzo i cristiani; infine fa una difesa tenace della famiglia naturale e della vita dal suo concepimento fino alla sua fine naturale.

Tuttavia, subito dopo la pubblicazione solenne e in mondovisione di questo documento, PAPA BERGOGLIO HA CERCATO DI “RIMANGIARSI” LA FIRMA MINIMIZZANDONE IL SIGNIFICATO. Riducendo tutto a una “photo opportunity”.

Come si spiega questa repentina e incredibile marcia indietro?

EVIDENTEMENTE L’IMPERO CHE HA “DIMISSIONATO” BENEDETTO XVI E CHE “SOSTIENE” IL PONTIFICATO DI FRANCESCO NON GLI CONSENTE DI RIBALTARE LA COLLOCAZIONE GEOPOLITICA DELLA CHIESA.

Per questo Francesco (che pure sulla Siria nel 2013 si permise una coraggiosa indipendenza) è subito tornato nei confini assegnati. Gli è stato facile anche per la leggerezza con cui abitualmente dice, disdice e si contraddice, a seconda degli interlocutori. Il suo magistero è spesso cangiante come la veste di Saruman.
Probabilmente ora anche al Patriarcato di Mosca si chiederanno quanti Francesco sono in circolazione. Noi ce lo chiediamo da tre anni. QUALUNQUE BARCA CONDOTTA COSÌ AFFONDA, INFATTI LA CONFUSIONE NELLA CHIESA REGNA SOVRANA…….

…..Nelle pagine precedenti del libro non ho lesinato (dolorose e amare) critiche a questi tre anni di Francesco, e l’ho esortato a difendere la Chiesa e la fede cattolica anziché farsi “usare” ed esaltare dai nemici di essa.
L’ho implorato di non umiliare più la Chiesa, di non proclamare la resa, solidarizzando con gli avversari, ma invece di opporsi al dominio del “nuovo potere” che – come diceva Pasolini – è “COMPLETAMENTE IRRELIGIOSO, TOTALITARIO, VIOLENTO, FALSAMENTE TOLLERANTE, ANZI, PIÙ REPRESSIVO CHE MAI, CORRUTTORE, DEGRADANTE”.
…..

PARRESIA, NON IPOCRISIA
….Nel mio libro avevo riportato le parole del vescovo spagnolo Melchor Cano (1509-1560), grande teologo del Concilio di Trento: “PIETRO NON HA BISOGNO DELLE NOSTRE BUGIE O DELLA NOSTRA ADULAZIONE. COLORO CHE DIFENDONO CIECAMENTE E INDISCRIMINATAMENTE OGNI DECISIONE DEL SOMMO PONTEFICE SONO QUELLI CHE PIÙ MINANO L’AUTORITÀ DELLA SANTA SEDE: DISTRUGGONO, INVECE DI RAFFORZARE LE SUE FONDAMENTA”……

…..Ma spero soprattutto che sia fedele alla missione di Pietro, cioè che difenda la fede cattolica e non la svenda e nemmeno la stravolga: questo non gli è lecito. Non può farlo.

“Perché anche il papa” diceva Joseph Ratzinger “non può fare quello che vuole. Non è un monarca assoluto, come un tempo lo furono alcuni re. È tutto il contrario, Egli è il garante dell’ubbidienza. Egli è il garante che noi non siamo dell’opinione sua o di chicchessia, ma che professiamo la fede di sempre che egli, ‘opportune importune’, difende contro le opinioni del momento”.

Antonio Socci

https://www.antoniosocci.com/la-lettera-che-mi-ha-scritto-il-papa-su-la-profezia-finale-e-la-mia-risposta/

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

E' evidente che il fedele battezzato Bergoglio e' caduto in superbia,e il Papa Bergoglio si comporta di conseguenza,e lo fa con frode,nonostante la presunzione di base che lo caratterizza di essere onesto e sincero(per questo scrive personalmente a chi ha il coraggio di esporsi,come Socci,o telefona personalmente,come a un prete omosessuale che fece outing e si spreto':perche' s'identifica con essi,ma lo fa in maniera abusiva,e' il suo modo di fare outing,e' un transfert,una "fratellanaza " dei cavoli suoi ). La superbia lo ha illuso mostrandogli grandi traguardi da raggiungere, lo ha reso disonesto,si e' mangiata pure lo spirito di anticonformismo vero ,antimondano,che forse aveva avuto da giovane).Lo ha trasformato in asino come il Lucio di Apuleio,come il Pinocchio di Lorenzini.Proprio come cantava Claudio Chieffo in "La guerra".Scambiare la Fede per ricerca e' un terribile gioco di parole.Attenzione alla guerra delle parole,pure in religione,non solo in politica.La Fede non e' un percorso per il fedele,e' una virtu' soprannaturale,cala dall'Alto,ferma in Se' stessa, Sostanza delle cose sperate che ti indica la Rivelazione e ti lega ad esse,ti porta dentro,non e' che cammina e cresce con te.Quella di Bergoglio e' proprio una seduzione satanica,e lo fa ragionare come i sionisti.A una domanda rispondono con un'altra domanda,hanno una logica hegeliana, non quella classica perfezionata da san Tommaso d'Aquino.Sanno cosa vogliono ma non hanno una Rivelazione piena in cui credere.Biglino viene da quella fucina.Forse pure Draghi.Sicuramente moltissimi che occupano cariche e ruoli importanti.Di fatto vivono un transumanesimo in fieri e finiscono col credersi piu' santi dei santi.Da ragazzo uno di cielle,mio coetaneo,lo invidio,mi disse :"Ma non e' che hai scambiato la fede per ricerca?".Pero' io poi che ,pure ero uno tradizionale,ma ribelle di spirito,autosufficiente,poco obbediente,restai fuori,non stetti li' a voler avere ragione per dispetto.Oggi dico che fu bene cosi',vedendo molti "figli della Chiesa"che hanno detto si e fatto no.Meglio dire no e fare si.Bergoglio e' certamente il pastore idolo descritto dalla Valtorta.Non ho letti granche' della Valtorta,e mi piacerebbe sapere se parlo' del Grande Monarca del papa Santo etc.,per sapere se considerava il pastore idolo come l'ultimo anticristo.Se fosse cosi',sbaglierebbe.Ma Valtorta e Kowalska su Bergoglio concordano,e lo considero un precursore.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Caro Vincenzo, è impressionante come il pontefice attuale, che ha preso il nome per la prima volta nella storia del "poverello di Assisi", assomigli in modo sempre più marcato al Pontefice pianificato e lungamente preparato nei secoli, dal partito anti-cattolico costituito dalle varie sette massoniche, e come le azioni dell'attuale pontificato ricalchino fedelmente "L'EMPIO PROGRAMMA" per il “rinnovamento” (cioè “pervertimento”) della Chiesa Cattolica. Tutto questo è descritto molto bene nel seguente articolo di "Tempi di Maria":

04_Rue du Bac: « Inaugurazione » solenne dei Tempi di Maria. Lo svelamento anticipato dei piani massonici di metamorfosi della Chiesa in senso laicista, ecumenista, liberal-massonico.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Alla luce di ulteriori correlazioni storiche si scopre che le manifestazioni dell’Immacolata a Rue du Bac sono implicitamente legate anche al progetto massonico di smantellamento della Fede attraverso l’incorporazione della Chiesa Cattolica alla “SINARCHIA” universale (quella che oggi è comunemente detta “MONDIALISMO”). Rue du Bac, in questo senso, è il momento in cui l’intervento del Cielo attraverso Maria assume una connotazione fortemente antirivoluzionaria, con speciale riguardo al piano delle massonerie europee di sostituire la Vera Chiesa del Salvatore con una falsa Chiesa imbevuta di tutti i principi rivoluzionari e massonici noti e meno noti.

Con questo ultimo collegamento si arriva, potrebbe dirsi, all’apoteosi del disvelamento del piano diabolico-massonico: l’azione devastatrice della Setta contro la Chiesa di Cristo. Cosa voglio dire? SI DEVE SAPERE CHE, IN QUEL 1830, si concludeva un decennio di lavori occulti svolti DALL’ALTA VENDITA DELLA CARBONERIA, alla fine dei quali questa setta oscura completò le sue Istruzioni. Questo documento è esemplare sotto molti punti di vista. Secondo gli esperti del campo, nulla meglio di questo può far conoscere la costituzione della Frammassoneria, la sua maniera di operare, lo scopo a cui tende e i mezzi che adopera per raggiungerlo. L’alta Vendita era un residuo della Carboneria (almeno quanto al nome), costituita da 40 membri con pseudonimi e diretta da un romano di alto lignaggio (« NUBIUS »). Il loro scopo era quello di conquistare i vertici ecclesiastici nello stesso modo in cui la Carboneria tradizionale faceva con i vertici politici.
In queste Istruzioni segrete lo svelamento del piano satanico-massonico è, direi, totale. Vi leggiamo:
« Il lavoro che stiamo per intraprendere (…) può durare molti anni, forse un secolo (…). Quello che dobbiamo cercare e aspettare, come i Giudei aspettano il Messia, È UN PAPA SECONDO I NOSTRI BISOGNI (…) per spezzare con lui la roccia sulla quale Dio ha costruito la Sua Chiesa (…). Noi avremo il mignolo del successore di Pietro coinvolto nel complotto (…). PER ASSICURARCI UN PAPA SECONDO IL NOSTRO CUORE, si tratta, prima di tutto, di formare una generazione degna del regno che noi desideriamo (…). In qualche anno, questo giovane clero che avrà per forza invaso tutte le funzioni (…) sarà chiamato a eleggere il Pontefice (…) E QUESTO PONTEFICE, come la maggior parte dei suoi contemporanei, SARÀ NECESSARIAMENTE (…) IMBEVUTO DI PRINCIPI (…) UMANITARI CHE NOI STIAMO PER METTERE IN CIRCOLAZIONE (…). Noi dobbiamo (…) riuscire, attraverso dei piccoli mezzi ben graduati, A FAR TRIONFARE L‘IDEA RIVOLUZIONARIA ATTRAVERSO UN PAPA (…) » (1).

Le Istruzioni concludevano: « Nella via che noi tracciamo ai nostri fratelli (…) si debbono vincere grandi ostacoli e superare molteplici difficoltà. Si trionferà colla esperienza e colla perspicacia. Ma il fine è si bello che vale la pena di spiegare tutte le vele al vento per raggiungerlo. Cercate il Papa del quale abbiamo fatto il ritratto. Gettate le vostre reti nel fondo delle sacristie, dei seminari e dei conventi. Il pescatore di pesci diventa pescatore di uomini, voi porrete degli amici nostri intorno alla Cattedra apostolica. Avrete predicato una rivoluzione in tiara e cappa, camminando colla croce e la bandiera, una rivoluzione che non avrà bisogno se non che d’essere un po’ spronata per mettere il fuoco ai quattro lati del mondo. Ogni atto dunque della vostra vita tenda a scoprire questa pietra filosofale » (2).
Terrificante. Abbiamo qui il pieno disvelamento dei piani della Massoneria, dei piani di satana. Un membro della setta, sotto lo pseudonimo di “Piccolo Tigre”, scriveva a “NUBIUS”: « Per uccidere sicuramente il vecchio mondo (LA CIVILTÀ CRISTIANA), noi abbiamo creduto esser necessario di soffocare il germe cattolico e voi, coll’audacia del genio, vi siete offerto a colpire nel capo, colla fionda di un nuovo David, il Golia pontificio. Benissimo; ma quando darete il colpo? Io sono impaziente di vedere le società segrete alle prese coi Cardinali dello Spirito Santo » (3). Ancora….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

….un ultimo dato, la “ciliegina sulla torta” direi.

È ANCORA IL 1830. In Francia. Nel clima anticlericale e rivoluzionario nasceva una figura oscura ed abietta, sconosciuta ai più ma non agli “addetti ai lavori”. Si tratta di Paul Roca, ex prete, apostata e massone. Sarà condannato e messo all’Indice con interdetto dal sant’Uffizio nel 1888. Fu uno dei maggiori responsabili del “modernismo cattolico” svolgendo, a quell’epoca, un ruolo fondamentale di cerniera tra azione massonica contro la Chiesa e uomini di Chiesa. Varò, in Francia, un autentico piano infernale di destrutturazione e demolizione completa del Cristianesimo e della Chiesa cattolica, pubblicando diversi scritti sovversivi, con cui si impegnava ad essere guida di coloro che con lui lavoravano allo stesso progetto infame.

Prospettò e propose un “rinnovamento” (cioè “pervertimento”) della Chiesa Cattolica coi seguenti mezzi:

• SOPPRESSIONE DELLA VESTE TALARE;
• MATRIMONIO DEI PRETI;
• REVISIONE DEI DOGMI IN FUNZIONE DEL PROGRESSO UNIVERSALE;
• SCONVOLGIMENTO DELLA LITURGIA;
• L’EUCARESTIA RIDOTTA A UN SEMPLICE SIMBOLO DELLA COMUNIONE UNIVERSALE;
• IL VECCHIO PAPATO ED IL VECCHIO SACERDOZIO ABDICANTE DI FRONTE AI PRETI DELL’AVVENIRE.

In un suo scritto si legge l’empio programma: « Per far entrare la Chiesa Cattolica nel sinarchismo (4) dobbiamo spogliarla della certezza della Verità, della sua identità dogmatica e delle sue pretese universalistiche. Dobbiamo indurre in essa il pluralismo filosofico e teologico, la reinterpretazione dei dogmi, la falsa collegialità episcopale, la democratizzazione della Chiesa, il falso ecumenismo, l’orizzontalismo religioso, la secolarizzazione della Chiesa, la libera interpretazione delle sacre Scritture, la falsa libertà religiosa, lo sconvolgimento della Liturgia e dei Sacramenti, il rilassamento della disciplina ecclesiastica, il permissivismo » (5); « Tutte le chiese divisionarie scivolano verso la loro rovina; esse sprofondano in pieno per far posto alla Chiesa unitaria, a questa basilica sociale che comprenderà tutti i templi, tutte le cappelle del passato e del presente per sostituire l’ovile unico di cui parla Nostro Signore » (6). Questo oscuro personaggio, in contatto con occultisti del Rito Scozzese, del Martinismo e della Teosofia, davanti ai partecipanti del Congresso spiritista e spiritualista del 1889, aveva proclamato: « Il mio Cristo non è quello del Vaticano (…). Cristo è il duro Adam-Kadmon dei cabalisti; vale a dire la “religione dell’uomo” » (7).

E continuava: « AL CRISTO-UOMO SOFFERENTE SUCCEDE, AI NOSTRI GIORNI, IL CRISTO-SPIRITO TRIONFANTE (L’UMANITÀ DIVINIZZATA DELLE LOGGE – N.D.R.). IL CRISTO CHE COSÌ SI MANIFESTA NELLA SCIENZA, SARÀ RICONOSCIUTO DAGLI EBREI, DAGLI INDÙ, DAI BRAHMANI, DAI MAHATMA, DAI CINESI, DAI TIBETANI » (8).
Il piano ecumenico del massone canonico Roca, inoltre, prevedeva che si sarebbe giunti ad una religiosità planetaria, ossia alla « universalità di un cristianesimo col quale si metteranno in armonia tutti i centri religiosi della terra » (9).

L’arguzia di questo figuro deriva, purtroppo, dal fatto di essere stato un tempo cattolico, perfino sacerdote, per cui conosceva bene l’intima natura della Chiesa cattolica, le sue caratteristiche genetiche, i suoi punti di forza e, di conseguenza, come e dove doveva essere attaccata per poter essere distrutta. Quello di quest’uomo, come di tantissimi suoi “compagni di setta”, è un moto luciferino, un affronto diretto a Dio, frontale, di cui egli riconosce l’esistenza, la presenza, la Provvidenza; come pure riconosce che è Dio il “costruttore” della Chiesa, Mistero oltre che Istituzione.

Si tratta davvero di vedere in azione, qui, quel drago rosso-fuoco di cui parla Apocalisse, la cui furia cominciava a manifestarsi in questi primi decenni del XIX secolo e i cui progetti già si delineavano in modo terribilmente preciso, puntuale.

https://tempidimaria.com/ del 02/08/2017

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Proprio l’altro ieri nell’articolo precedente di Remox, su MARIE JULIE JAHENNY, postavo l’intervento in video messaggio di Pedro Regis (sul messaggio mariano: “LA BENEDIZIONE DATA NON POTRÀ ESSERE RITIRATA”) che conferma che la prossima tappa della massoneria infiltrata nella Chiesa Cattolica, sarà direttamente l’attacco AL SUO CUORE, OSSIA LA SS. EUCARESTIA…….

Ha detto Pedro Regis nel video messaggio:

“Questo non esiste è solo una burla del demonio, PER RIDURRE L’EUCARESTIA AL NULLA!!!

IL DEMONIO VUOLE RIDURRE L’EUCARESTIA AD UNA PRESENZA SIMBOLICA.”

Oggi proprio nella ricorrenza delle apparizioni della SS. Immacolata Maria a Rue Du Bac di Parigi, in un articolo della Nuova Bussola Quotidiana, viene riportato un messaggio della Madonna di MEDJUGORJE, che conferma che l’Eucarestia è il Cuore della Chiesa Cattolica, ed in virtù di questo dobbiamo avere speranza, anzi certezza di vittoria sui suoi nemici che cercano di attaccarla frontalmente:

«LA CHIESA È INDISTRUTTIBILE PERCHÉ MIO FIGLIO LE HA DATO UN CUORE CHE È L'EUCARISTIA».

Sub misericordiam tuam
confugimus, Dei Genetrix.
Nostras deprecationes
ne despicias in necessitate,
sed a periculis libera nos,
una sancta, una benedicta.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

MEDAGLIA MIRACOLOSA
«Maria non vede l'ora di regalarci le Grazie. Ma dobbiamo chiederle!»
….l’inizio dello straordinario piano messo in atto dalla Madonna per la nostra salvezza e quella del mondo intero. Un piano che, solo negli avvenimenti prodigiosi di MEDJUGORJE, troverà il suo compimento e che molti di coloro che oggi sono vivi vedranno realizzarsi sotto i propri occhi.Ne abbiamo parlato con Diego Manetti, noto mariologo e autore del libro: "Perchè appare la Madonna" edito da La Nuova Bussola Quotidiana.
Che piano ha la Madonna, Manetti?
Jean Guitton, un grande intellettuale cattolico di Francia, proprio nel suo studio sulla MEDAGLIA MIRACOLOSA, definì gli eventi di RUE DU BAC come l’inizio di un ciclo moderno di apparizioni mariane, volte a mettere in guardia l’umanità dai piani di Satana: distruggere il pianeta sul quale viviamo e condurre l’umanità alla dannazione eterna. La Madonna, dunque, è venuta sulla terra, da Rue du Bac in poi, proprio per mettere in salvo gli uomini dal rischio che vanno correndo e per esortarli a ritornare a Dio.
Quali sono i segni di tutto questo?
L’apparizione a Caterina Labouré, specialmente quella del 27 novembre 1830, è decisamente profetica: la Madonna compare alla veggente ritta in piedi sull’emisfero terrestre. Il pianeta è avvolto tra le spire di un serpente verdastro, che ricorda quello della Genesi, dunque richiama il Maligno tentatore che cerca di indurre l’uomo alla ribellione contro Dio e al Peccato. Il significato di tale profezia si potrà comprendere solo successivamente, cioè alla luce delle odierne apparizioni che avvengono nel paesino bosniaco. L’1 gennaio del 2001, infatti, a MEDJUGORJE la Madonna dirà: «SATANA È SCIOLTO DALLE CATENE», confermando esattamente quanto preannunciato a Rue du Bac: LO SCATENAMENTO DEL MALIGNO È IN ATTO OGGI ED IL COMBATTIMENTO DECISIVO È ALLE PORTE. Ma appunto, proprio insieme a tutto questo, si sta realizzando anche IL GRANDE PIANO DI SALVEZZA CHE MARIA PORTERÀ SULLA TERRA…
Nell'ultima apparizione, la quarta, Caterina vide invece la Madonna vicino al Tabernacolo. Non solo: la veggente, oltre alle apparizioni mariane, vide spesso anche Gesù vivo nell'Eucaristia. Che significato ha questa presenza dell'Eucaristia?
Questo è un fatto molto particolare che conferma come Rue du Bac sia il manifesto di ciò che accadrà nelle successive apparizioni moderne. Già le apparizioni di Fatima, si può dire che siano apparizioni fortemente eucaristiche: prima della Madonna, infatti, ai pastorelli appare l'Angelo che li Comunica con le sue mani. Il perché di questo profondo legame tra le apparizioni mariane moderne e l’Eucaristia, verrà esplicitato dalla Madonna a MEDJUGORJE, quando il 2 dicembre del 2015 Ella dirà:
«LA CHIESA È INDISTRUTTIBILE PERCHÉ MIO FIGLIO LE HA DATO UN CUORE CHE È L'EUCARISTIA».
Dunque, in un momento di grande confusione e disaffezione alla Chiesa, come quello odierno, il Corpo di Cristo, oltre ad essere il luogo della nostra Speranza, è anche un metodo infallibile per fare discernimento. Laddove si vive la fede cattolica, c’è un amore sempre crescente per l’Eucaristia, basta guardare al fiorire di grazie a cui si assiste nelle Parrocchie in cui si prega l’Adorazione eucaristica. D’altra parte, lo stesso criterio per valutare ogni apparizione mariana è quanto essa sia cristologica: se non porta ad accrescere la fede in Cristo, l’amore per l'Eucaristia e se non avvicina alla Chiesa, allora difficilmente si tratta di un'apparizione autentica….
… In conclusione, quando la Madonna si presenta a Caterina con i piedi puntati sul mondo, e mentre schiaccia il serpente, è proprio come se ci mandasse il seguente messaggio: “ATTENZIONE! PERCHÉ LA VERA LOTTA NON È PER LA RICCHEZZA MATERIALE, MA PER LA POVERTÀ DI SPIRITO; NON È CONTRO CHI OSTACOLA I NOSTRI SOGNI DI GLORIA, MA PER ALLONTANARE CHI VUOLE PORTARE LA NOSTRA ANIMA ALLA PERDIZIONE; NON È PER LA SALUTE DEL CORPO, MA PER LA SALVEZZA ETERNA!".
https://lanuovabq.it/it/maria-non-vede-lora-di-regalarci-le-grazie-ma-dobbiamo-chiederle

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Appunto:sono le tre tentazioni nel deserto.Gesu' Cristo le respinse,un suo vicario in Terra sembra averle accolte.Tutto vero quello che hai scritto,Nicola:l'avevo letto e ricordo anche queste parole:"Non riusciremo mai a far diventare Papa uno dei nostri,ma possiamo avere un Papa secondo i nostri bisogni".Allora,accanto alla chiave storica,che considero autentica e non complottismo,voglio indicarne anche un'altra,piu' interna alla Storia della Salvezza.I re d'Israele che si appoggiavano a nemici esterni per prevalere sui concorrenti interni.Infatti la Madonna parla di una guerra spirituale.Il nuovo Israele e' la Chiesa di Cristo,teocrazia quella e teocrazia questa.Anche qui in Ecuador,era cosi' prima di Garcia Moreno,tra potenti regionali.Solo un uomo di grande Fede lavoro' per il popolo.Ucciso poi dalla massoneria peruviana ci sono i documenti di pagamenti, su probabile ordine di quella tedesca.Sempre i tedeschi,contro l'amico di Pio IX,che caso.Che stava facendo bene in sud america con una ricetta sua,fondata sulla regalita' di Cristo .Cristo re,appunto.Del resto i nemici di Cristo e della Umanita',non avendo nulla da proporre,puntano su giocare in tutti i tavoli e mettere tutti contro tutti,finanziandoli pure.Distruggere per conservare e accrescere il potere,vendendo illusioni ma contrastando di fatto il progresso vero e stabile dei popoli.Specialmente dal XVIII secolo.Quello che pero' m'interessa sottolineare,e per questo scrivo sotto il post che lo precede,e' che la Storia e' fatta dalla libera volonta' degli uomini.Tant'e' che Nubius parla di cercare e aspettare,mentre lo stolto Piccolo Tigre ha fretta di concludere.Nubius non si e' inventato nulla,e la Storia d'Israele lo dimostra.Ma nessun Bergoglio di questo mondo e' obbligato da nessuno a fare il vigliacco traditore.I suoi "outing"notturni presso Scalfari,tramite telefono o che altro,sono osceni.Meglio quelli del povero Pasolini,specialmente l'ultimo che non fu forse per motivi sessuali,e fu una trappola,anche se in entrambi i casi la vera logica e motivazione sembra piu' irrazionale che razionale,e la rivelano le sue lettere o telefonate personali.Lo dica chiaro che e' eretico,e non crede a certe verita'.Non faccia come il redattore della Nostra aetate."Il Papa fa outing!"Mi dichiaro eretico!"…ma noto che pur non volendolo dire chiaro,non resiste alla fregola ,alla libidine di dirlo come certi serial Killer di una volta, che scrivevano lettere anonime alla polizia.Pero' non erano Papi.Roba da matti… e c'e' ancora chi lo difende.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Tra l'altro la ricetta Garcia Moreno era la stessa che poi Gesu' Cristo suggeri' alla Elena Ajello verso Mussolini.Magari Mussolini l'avesse fatta sua!Quindi dev'essere proprio la ricetta del futuro,quella vincente.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Pero' di cosa mi lamento:oggi ci siamo arrivati:Giuseppe Conte si e' messo nelle mani del vicario neoumanista di Cristo.Che sia tutta una scimmiottatura?Chi vivra' vedra'.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ite ad Joseph!

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Sub tuum praesidium confugimus, Sancta Dei Genetrix. Nostras deprecationes ne despicias in necessitatibus sed a cunctis malibus libera nos, VIRGO GLORIOSA et BENEDICTA. Amen

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Remox che ne pensi? Mi riferisco a ciò che dicevi su arabi e polacchi. I turchi non sono arabi, ma insomma ci siamo vicini al significato…Saluti.
Massimiliano.
https://www.maurizioblondet.it/nato-erdogan-contro-i-baltici-e-polacchi/

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quella della postura aggressiva turca verso l'Europa è senz'altro un tema.
Nello specifico delle quartine che ho citato ritengo però che il riferimento principale sia all'immigrazione. Questo fiume di persone che migrano in Europa sono la "corda" fisica che lega i due continenti fra loro.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Certo che dopo dopo i fatti e i misfatti avvenuti della lercia-ma-da-ma amazzonica, il sinodo amazzonico, l'idolatria, il paganesimo, l'eresia, l'apostasia, le profanazioni, i manifesti e boriosi tradimenti della dottrina cattolica di sempre, le inchieste giudiziare, i mandati di cattura internazionali, riguardanti gli ecclesiastici appartenenti al "cerchio magico" dell'attuale papa, a rileggere l'articolo "NOSTRADAMUS E ANGUERA: LA GUERRA RELIGIOSA" – del 01/03/2019, vengono "i brividi"……questo è solo un'estratto di tale articolo:

Il Re tolto dal trono, il tradimento, l’Onyx, l’Onice, il papa gesuita. Il sacro sarà gettato fuori, porte aperte ai traditori e ai nemici della Chiesa.
…..

1091
L’anno 1609 il Romano Clero
All’inizio dell’anno farà elezione
Di un grigio, preso dalla Compagnia di un nero,
Che mai ve ne fu un così maligno.

Inizio anno = Marzo inizio dell’anno secondo antichi calendari
Grigio = colore dei capelli, argento dell’Argentina
Compagnia = gesuiti, la 1091 è quartina storica e famosa che annuncia un papa gesuita
MALING = Miserando Atque Eligendo, Francesco è il primo papa a riportare nello stemma il motto latino; ma malign vuol dire anche maligno, negativo, ecc… segno distintivo del pontificato e della divisione manifesta nella Chiesa
…….

Benedetto XVI è stato tolto dal trono, comincia la grande battaglia spirituale, i dogmi son disprezzati, il sacro è gettato fuori, i nemici si sono introdotti dentro la Chiesa grazie al grande tradimento, le congregazioni abbandonano la dottrina di sempre e abbracciano false ideologie, le chiese sono “profanate”, è in atto la congiura dell’Onyx
…..

878
UN SOLDATACCIO DALLA LINGUA TORTA,
SUSCITANTE LA CHIESA MILITANTE:
AGLI ERETICI EGLI APRIRÀ LA PORTA,
VERRÀ (DA) IL SANTUARIO DEGLI DEI.

Vn bragamas auec la langue torte = soldato di ventura dalla lingua tagliente, verso ispirato a S.Ignazio di Loyola, dunque un gesuita
Santuario degli dei = Sud America
….

3.046 – 29/08/2008
Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la Chiesa del mio Gesù. Colui che potrà essere Pietro diventerà Giuda. Aprirà le porte ai nemici e farà soffrire gli uomini e le donne di fede. Dite a tutti che Dio ha fretta.

35
La grande barca peccatrice verrà a piangere e lamentarsi,
D'aver eletto, ingannati saranno al tempo:
La guida con loro non vorrà dimorare,
Abdicato sarà per quelli del suo linguaggio.

Grande barca peccatrice = la Chiesa
Trompez = lamentele per l’elezione di Francesco, voci di “pentimento” per la scelta
Deceu = deceuerer, abdicare (variante: decevrer – ingannare). Benedetto XVI non dimorerà più nei Sacri Palazzi, abdica forse spinto da pressioni di cardinali tedeschi (stesso linguaggio)

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

ARCHELAO chi è costui?
(Archelào) [capo del popolo]. Non ha nulla da condividere col figlio di Erode il Grande e della sua quarta moglie Maltace che divenne re della Giudea mentre il piccolo Gesù era in Egitto con Giuseppe e Maria. Archelao conservò il regno fino al 6 d.C. quando Augusto, accogliendo le richieste dei Giudei che ne denunciavano la tirannia, lo esiliò a Vienne, città della Gallia. Fin qui abbiamo non il suo nome proprio ma la funzione: capo del popolo con la caratteristica di governare col pugno di ferro. Il resto ci viene dal correlare la Torre con la Persia; quest’ultima non entra in questa storia col presente ma è Erodoto che ci suggerisce la soluzione: secondo lo storico dell'antica Grecia il nome Persia deriva da Perseo, l'eroe mitologico. Su tale figura dobbiamo tessere la tela di Penelope discendente da parte di padre dal grande eroe Perseo. Nacque in una torre dove era stata rinchiusa sua madre Danae a causa di un oracolo di Delfi che aveva profetizzato ad Acrisio suo nonno re di Argo che sarebbe stato ucciso da un suo nipote. Acrisio, venuto a scoprire la nascita del nipote complice Zeus, rinchiuse nipote e figlia in una cassa lasciata poi alla deriva su una nave; si salvò, divenne forte e bellissimo. Non è qui il caso di riferire su tutte le sue imprese ad eccezione di quella su Medusa, una delle tre Gorgoni. Per poter raggiungere Medusa, Perseo si procurò tre cose: i sandali alati per spostarsi a gran velocità, una sacca magica, la kibisis, per riporvi la testa recisa e l'elmo di Ade, il kunè, che rende invisibili. Resosi invisibile grazie all'elmo di Ade, avanzò nella foresta camminando all'indietro, guardando nello scudo sorretto da Atena a mò di specchio per non rimanere pietrificato; quando fu abbastanza vicino al mostro da sentirne sibilare i serpenti che gli si agitavano sul capo, lo decapitò mentre dormiva col falcetto di diamante affilatissimo che Ermes gli aveva regalato. A sua gloria per volere di Atena dopo la sua morte, Perseo si trasformò in una costellazione. Il novello Perseo, capo del popolo della turrita(*) Italia, mediante armi avveniristiche taglierà la testa di Med(USA). Il suo regno sarà breve, ma il governo sarà glorioso anche se tirannico; ne farà le spese anche il 3° papa martire. (*)L’effigie della repubblica italiana riporta infatti una testa con una corona a forma di torre, come nel francobollo di 1 lira. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Ho trovato in rete questo video, al min 18:50 parla del miracolo dell'avvertimento e anche del martire dell'Eucarestia, credo ma non ne sono certo dica San Pancrazio.
Voi cosa ne pensate?

https://www.youtube.com/watch?v=wJHv6QF9tgs

gnaktpino
gnaktpino
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dott.GI. non so se conosci lo espagnolo, cosa ne pensi?

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Conosco il video (che è del 2017): l'autore parla di san Pancrazio.
Ma sono solo ipotesi e speculazioni, peraltro infondate.

Infondate perché si vuole continuare a tenere in piedi ipotesi smentite da Conchita stessa.

San Pancrazio è una vecchia ipotesi ormai superata da anni, per due motivi:

1) non è un martire dell'Eucaristia, né un martire collegato in alcun modo con l'Eucaristia, sebbene sia stato martirizzato giovane all'età di 14 anni. Egli è propriamente un martire PER LA FEDE: fu martirizzato al secondo miglio della via Aurelia durante la persecuzione di Diocleziano, perché si rifiutò di sacrificare agli dei e offrire incenso all'imperatore:

"….Scoppiò nel frattempo la feroce persecuzione di Diocleziano, era l’anno 303 d.C., ed il terrore dalle province dell’impero giunse sino a Roma, falciando inesorabilmente ogni persona che avesse negato l’incenso agli dèi romani o il riconoscimento della divinità dell’imperatore. Anche Pancrazio fu chiamato a sacrificare, per esprimere la sua fedeltà a Diocleziano, ma rifiutandosi fermamente fu allora condotto dinnanzi all’imperatore stesso per essere giudicato. Diocleziano, sorpreso “dall’avvenenza giovanile e bellezza di lui, adoperò ogni arte di promesse e minacce per fargli abbandonare la fede di Gesù Cristo” (da un manoscritto conservato nella Basilica di San Pancrazio). La costanza della fede di Pancrazio meravigliò l’imperatore e tutti i cortigiani presenti all’interrogatorio, suscitando allo stesso tempo lo sdegno dell’imperatore che non esitò ad ordinare la decapitazione dell’intrepido giovane. Condotto fuori Roma, sulla via Aurelia, mentre il sole al tramonto tingeva di purpureo quella sera del 12 maggio 304 e le tenebre scendevano fitte sul tempio di Giano, Pancrazio porse la testa al titubante carnefice, riconsegnando così la propria vita a Dio…"
http://www.santiebeati.it/dettaglio/27200

Nei rastrellamenti dei cristiani, Pancrazio venne catturato e condotto in prigione. Poiché, però, era di nobile famiglia, il processo si svolse nel palazzo imperiale, alla presenza dell’Imperatore. Questi tentò in ogni modo, prima con offerte e poi con minacce, di fargli rinnegare la Fede dei cristiani. Davanti al netto rifiuto di questi, l’Imperatore lo condannò immediatamente a morte, per decapitazione.

La famosa "Legenda Aurea" di Iacopo da Varazze così ne descrive il martirio:

"…Pancrazio invece fu catturato e portato al cospetto dell’Imperatore. Aveva allora circa quattordici anni. Diocleziano gli disse: Ragazzetto, stai attento, che rischi di morire male. Tu sei giovane, ed è facile che ti ingannino; sei di famiglia nobile, e sei stato un caro amico di mio figlio. Voglio da te che tu lasci perdere questa pazzia, e ti considererò come uno dei miei figli.
Pancrazio rispose: Anche se il mio aspetto è quello di un ragazzo, il cuore che ho in petto è quello di un uomo maturo. A noi cristiani, per virtù del mio Signore Gesù Cristo, la vostra prepotenza fa paura ne più ne meno che questi dipinti che noi vediamo. I tuoi dèi, quelli che mi vuoi spingere ad adorare, sono degli impostori; si stupravano tra fratelli, e non risparmiavano neanche i genitori: se tu vedessi far cose simili ai tuoi servi, li faresti subito uccidere. Mi stupisco anzi come tu non ti vergogni ad adorare dèi del genere.
L’imperatore, sentendosi battuto dal ragazzo, lo fece decapitare lungo la via Aurelia; …"
https://www.sanpancrazio.org/il-martirio-di-san-pancrazio

Dunque, il martirio di san Pancrazio non ha alcuna relazione con l'Eucaristia: martire per la Fede, ma non martire dell'Eucaristia.

2) Inoltre, si festeggia il 12 maggio e si sa da Conchita che il Miracolo accadrà ad aprile, anche se nelle indicazioni ufficiali si continua a parlare per esteso dei mesi di marzo, aprile e maggio.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il video, però, si riferisce ad un'altra ipotesi, uscita recentemente.

Alcuni scienziati del Calvin College negli Stati Uniti hanno previsto che due stelle di un sistema binario vicino alla costellazione del Cigno si scontreranno probabilmente nel febbraio/marzo 2022 o con approssimazione un anno prima o dopo questa data (2021-2023), dando vita a una nova rossa luminosa, che dovrebbe raggiungere la luminosità della stella polare e rimanere visibile a occhio nudo per circa un mese.
Larry Molnar, professore del Calvin College, ha dichiarato: “Le due stelle si stanno orbitando attorno e condividono un'atmosfera comune come due noccioline che condividono un singolo guscio. Quando si fonderanno ed esploderanno, la loro luminosità aumenterà diecimila volte, diventando una delle stelle più luminose nei cieli per un certo tempo da essere visibile ad occhio nudo.”

https://www.focus.it/scienza/spazio/lesplosione-stellare-del-2022
https://www.repubblica.it/scienze/2017/01/10/news/collisione_di_due_stelle_nel_2022-155739801/
https://www.supereva.it/2022-esplosione-fra-due-stelle-che-fara-giorno-29610

Un’esplosione gigantesca, così forte che sembrerà pieno giorno anche di notte (la luce sconosciuta di Fatima?).
Appena è uscita questa previsione scientifica (basata solo su calcoli orbitali), gli studiosi di Garabandal hanno subito ipotizzato che potesse trattarsi dell'Avvertimento, considerando che Conchita ha parlato di due stelle che si scontrano e producono una grande luce nello spazio.
Sicché, attualmente, le maggiori speculazioni sono concentrate sul 2022, presunto anno dell'Avvertimento, e sul 13 aprile 2023, presunta data del Miracolo.

https://mysticpost.com/2018/04/scientists-report-two-stars-colliding-in-2022is-this-the-garabandal-prophecy-about-the-warning/

Anche i rabbini ebrei si sono interessati alla notizia e hanno annunciato trattarsi della stella del loro Messia che starebbe per venire (per i cattolici, un anticristo).

Seguo la cosa da tempo e, in realtà, si tratta di semplici previsioni probabilistiche. Infatti, gli scienziati continuano a monitorare le due stelle, ma hanno affermato che devono rifare di nuovo i calcoli perché la data prevista non è sicura. La fusione/esplosione delle due stelle potrebbe avvenire, secondo loro, alcuni anni dopo il 2022. Di sicuro c'è solo che l'esplosione ci sarà, ma non si sa di preciso quando.

In questo video si dice proprio questo, che forse non sarà nel 2022:
https://www.youtube.com/watch?v=GNnHx1mxFbg

Conferme universitarie che non sarà nel 2022:
https://arxiv.org/abs/1809.02771
http://www.calvin.edu/academic/phys/observatory/MergingStar/2018Update.html

"Tuttavia, gli astronomi… hanno messo in discussione l'affidabilità delle previsioni su KIC 9832227, poiché si basano su un modello che potrebbe non essere sufficientemente accurato per prevedere che il fenomeno avverrà in una data astronomicamente così precisa."
https://it.wikipedia.org/wiki/KIC_9832227

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Comunque Dott. G.I. se effettivamente il miracolo deve avvenire il 13 aprile di giovedì , questo nei prossimi anni avviene solo nel 2023 e nel 2028 (ma quest'ultimo deve essere escluso perché il 13 aprile cade nella settimana Pasquale).

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il Santo Martire dell'Eucarestia deve essere quindi Sant'Ermenegildo http://www.santiebeati.it/dettaglio/31850
Saluti
Fabio

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Scusate ma il 13 aprile si festeggia San Martino Papa I, che nn mi sembra sia un martire dell'Eucarestia.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il sistema binario di stelle KIC 9832227 in questione è lontano 1800 anni luce dalla Terra, nel caso di esplosione di esse la luce dopo quanto tempo giungerebbe sulla Terra?
Se fossero anni vuol dire che l'esplosione già c'è stata in realtà e deve solo arrivare sulla Terra la luce della supernova. Chi mi dice come stanno le cose?

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@anonimo
Il 13 aprile ricorre sia Sant'Ermenegildo, martire dell'Eucarestia e Patrono della Spagna che San Martino Papa.
Saluti
Fabio

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Il sistema binario di stelle KIC 9832227 in questione è lontano 1800 anni luce dalla Terra, nel caso di esplosione di esse la luce dopo quanto tempo giungerebbe sulla Terra?
Se fossero anni vuol dire che l'esplosione già c'è stata in realtà e deve solo arrivare sulla Terra la luce della supernova. Chi mi dice come stanno le cose?" (anonimo)

È esattamente come hai detto. L'esplosione già c'è stata dal punto di vista della stella, ma perché noi sulla Terra possiamo vederla e sperimentarne gli eventuali effetti, deve giungere a noi la luce di quell'evento. Nel cosmo funziona così.
Tuttavia, noi consideriamo questi fenomeni cosmici dal punto di vista terrestre, nel senso che ha poca importanza notare quando sono avvenuti nel cosmo. Quello che importa a noi terrestri è quando sarà visibile PER NOI sulla Terra la luce dell'esplosione, perché è in quel preciso momento che PER NOI SI VERIFICA.
In questi nostri primi anni del secolo, la luce di quel lontanissimo fenomeno ha cominciato a mostrarsi agli scienziati, i quali, sulla base degli elementi in loro possesso, hanno cercato di fare delle simulazioni orbitali per individuare in quale nostro anno terrestre la luce dell'esplosione/fusione diventerà PER NOI visibile. Inizialmente, secondo i loro calcoli, hanno previsto il fenomeno intorno all'anno 2022; poi, hanno ammesso che esso potrebbe rendersi visibile anche alcuni anni più tardi.

Faccio un esempio: ammettiamo, per ipotesi, che questa esplosione coincida con l'Avvertimento; verso noi terrestri, non produce alcun effetto (di quelli descritti nelle profezie: visione dei propri peccati, timor di Dio, ecc.) il sapere che l'esplosione già c'è stata nel cosmo. Per produrre gli effetti salutari dell'Avvertimento, la luce del fenomeno deve giungere fino a noi: solo in quel momento il fenomeno si realizzerà PER NOI. Questo perché è solo in quel momento che la Terra sarà investita dalle radiazioni generate dall'esplosione stellare. Quando accadono fenomeni di questo tipo, dicono gli esperti, parte dell'energia viene rilasciata sotto forma di raggi gamma, la parte più energetica dello spettro elettromagnetico che include la luce visibile.

Perciò, quando noi diciamo che l'esplosione deve ancora avvenire, parliamo dal punto di vista terrestre.

Un esempio famoso è la Supernova SN1054 che esplose il 4 luglio 1054 d.C.. I gas emessi durante l'esplosione si espansero nello spazio e crearono la Nebulosa del Granchio. La luminosità della supernova la rese visibile ad occhio nudo di giorno e più luminosa della luna di notte. Fu osservata e registrata dagli astronomi cinesi ed arabi, i quali scrissero che fu talmente brillante da risultare visibile durante il giorno per 23 giorni consecutivi e durante la notte per 653 giorni consecutivi. Poiché la stella distava 6500 anni luce dalla Terra, la gigantesca esplosione che fu vista nell'anno 1054 d.C., 4 luglio del calendario giuliano, in realtà era già avvenuta 6500 anni prima di quella data.

https://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/quella-strana-stella-che-per-due-anni-illumin–cieli-del-mondo-145811
https://it.wikipedia.org/wiki/SN_1054

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Era infatti come pensavo dottore G.I., ma dato che è stato così gentile, vorrei aggiungere che il seguente messaggio di Anguera in cui si parla di paura da parte degli uomini e che Dio lo romperà non si riferisce dunque al fenomeno fisico che sarà collegato all'Avvertimento, ma ad un altro fenomeno, secondo il suo parere? E poi ancora quando Conchita parlava di un fenomeno astronomico che iniziava con la lettera A, a cosa pensa si riferisse, ad un asteroide forse, o a qualcos'altro? Molto obbligato per il suo tempo che mi dedicherà.

2.576 – 17.09.2005
Gli scienziati daranno l’annuncio e gli uomini aspetteranno con paura, ma Dio lo romperà (vi porrà fine?). Confidate sempre nel potere di Dio. Non tiratevi indietro. Ciò che dovete fare non rimandatelo a domani. Arriverà in Calabria.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

L'ipotesi del bombardamento della Terra di radiazioni fortemente energetiche per spiegare l'Avvertimento è più che plausibile. Tempo fa parlai dell'Avvertimento come di una NDE universale. E cos'è che può generare un fenomeno così potente ed esteso, tanto da separare per alcuni istanti anime e corpi, se non una potente onda energetica?
Avevo ipotizzato una gigantesca aurora boreale generata dal Sole, ma anche l'esplosione stellare menzionata sopra avrebbe credo lo stesso effetto.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il messaggio 2576 di Anguera è molto vago: parla di scienziati che daranno l'annuncio di qualcosa di grave e che Dio interverrà per fermare questo evento.

2.576 – 17.09.2005
"Gli scienziati daranno l’annuncio e gli uomini aspetteranno con paura, ma Dio lo romperà. Confidate sempre nel potere di Dio."

È un invito a confidare nel potere di Dio, che interverrà.

Difficilmente si può riferire all'Avvertimento, perché l'Avvertimento non sarà annunciato con anticipo (e tantomeno dagli scienziati), ma sarà improvviso e inaspettato (come un terremoto). Il Miracolo, invece, sarà annunciato.

"… quando Conchita parlava di un fenomeno astronomico che iniziava con la lettera A, a cosa pensa si riferisse, ad un asteroide forse, o a qualcos'altro?" (anonimo)

Sarebbe un discorso lunghissimo.
In estrema sintesi, si può partire da due dichiarazioni, una di Mari Loli e un'altra di Conchita.

Mari Loli 27 luglio 1975

D. Secondo un’informazione tu hai detto che quando l’Avvertimento accadrà, OGNI COSA SI FERMERÀ, perfino gli aerei in cielo, è vero questo?
R. Sì, ma solo per pochi attimi.

D. Tu intendi dire che ad un certo momento tutto si fermerà, e in quel momento avverrà l’Avvertimento?
R. Sì.

D. Visto che tu sei quella che conosce di più sull’Avvertimento ci diresti se questo Avvertimento avverrà prima del Miracolo promesso attraverso Conchita Gonzalez?
R. Ognuno sperimenterà l’Avvertimento ovunque si trovi, senza differenza riguardo la propria condizione o la sua conoscenza di Dio. Sarà un’esperienza interiore e personale. Sarà COME SE IL MONDO SI FERMASSE, comunque nessuno si renderà conto di ciò dato che sarà totalmente assorbito dalla sua esperienza personale.
https://www.garabandal.it/it/rss-it/105-che-cos-e/avvenimenti-profetici/141-l-avvertimento

A queste dichiarazioni dobbiamo abbinare quelle di Conchita:

“L’ AVVERTIMENTO È COME UNA COSA TERRIBILE CHE PASSERÀ NEL CIELO. LA SANTISSIMA VERGINE LO DEFINÌ CON UNA PAROLA CHE COMINCIA CON LA LETTERA " A ". SARÀ MILLE VOLTE PEGGIORE DI UN TREMENDO TERREMOTO. SARÀ COME UN FUOCO. MA NON BRUCERÀ LA CARNE. LO SENTIREMO SIA FISICAMENTE CHE SPIRITUALMENTE.”

“…L’Avvertimento PASSERÀ e si vedrà dappertutto, ognuno lo sentirà come un castigo, constatando tutto quello che hanno causato i suoi peccati. Ci viene mandato per la nostra purificazione.”.

Premesso che dell’Avvertimento dobbiamo distinguere il fenomeno interiore dal fenomeno cosmico, Conchita ci dice che la Vergine chiamò il fenomeno cosmico con una parola spagnola che inizia con la lettera “A” (asteroide? asse?). Questa parola, quindi, esiste nel dizionario spagnolo e deve essere un termine tecnico-scientifico così difficile che Conchita lo dimenticò (un fenomeno conosciuto dalla scienza e classificato; qui non posso passare in rassegna le varie possibilità).
Poi Conchita afferma che l’Avvertimento “passerà nel cielo”. È evidente che si tratta di un corpo celeste che si avvicinerà alla Terra, senza cadere (quale che sia: cometa, asteroide, meteora, ecc.).
Ma il dettaglio più importante lo dà Mari Loli, quando afferma che sulla Terra “tutto si fermerà” per pochi secondi, le persone, gli animali, le cose, perfino gli aerei in volo. Tutto rimarrà come “freezato”, congelato per pochi attimi, come se il tempo si fermasse, e allora accadrà l’Avvertimento.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Cosa può dirci la scienza di questa affermazione incredibile?

Secondo una esperta astrofisica, ecco cosa accadrebbe se si producesse uno scontro tra due astri molto vicini alla Terra: si produrrebbe un’alterazione del magnetismo terrestre, tale per cui si potrebbe invertire la polarità magnetica della Terra, annullando qualsiasi impulso elettrico.
Secondo vari ricercatori, i cataclismi che caratterizzarono la fine delle Ere Maya furono causati da una inversione del campo magnetico terrestre, dovuto ad uno spostamento dell’asse del pianeta.
La Terra infatti subirebbe periodicamente una variazione dell’inclinazione assiale rispetto al piano dell’eclittica del sistema solare. Ciò provocherebbe scenari apocalittici.
http://www.focus.it/scienza/scienze/quando-il-nord-va-a-sud

Se l’asse della Terra dovesse ribaltarsi completamente, tutto il pianeta sarebbe squassato da uragani e maremoti. Io non credo che ciò avverrà durante l’Avvertimento (perché, l’Avvertimento avverte, non punisce), ma durante il Castigo, col passaggio della cometa. D’altronde anche ad Anguera si parla chiarissimamente di queste cose:

2.509 – 13.04.2005
L’eclittica: per causa di essa verrà grande dolore per l’umanità.

2.707 – 15/07/2006
Ci sarà una grande inclinazione nell’asse dell’eclittica, che si ripercuoterà sulla vita degli uomini e degli animali. Il dolore sarà grande.

3.310 – 24 aprile 2010
L’asse terrestre si sposterà e i miei poveri figli vivranno momenti di grande tribolazione.

ecc.

In effetti basterebbe un asteroide non troppo grande, che passi vicino alla Terra, a far inclinare ulteriormente l’asse terrestre o a causare un cambiamento nella velocità di rotazione della Terra. Da quello che dice Mari Loli, sembra che la Terra fermerà la sua rotazione PER QUALCHE SECONDO, per poi riprendere normalmente a girare.
Ciò potrebbe essere causato dai disturbi elettromagnetici dovuti al passaggio del corpo celeste.

Come può essere, infatti, che “tutto si fermerà”?
Se teniamo conto (lo dicono anche gli scienziati) che il campo magnetico terrestre si sta riducendo di intensità, (cosa che precede e accompagna quasi sempre le inversioni di polarità), anche la rotazione della Terra potrebbe subire qualche arresto. Infatti il magnetismo di un corpo si riduce proprio quando rallenta la sua rotazione.
Non mi dilungo oltre, perché le ipotesi attendibili sono tutte di questo tipo: fenomeni astrofisici legati al magnetismo e all’asse terrestre.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dott . G.i. ne parlammo in altre occasioni ma ora non mi ricordo tutte le ipotesi:
Conchita
D. Hai detto che il Miracolo di Garabandal coinciderà con un grande evento all’interno della Chiesa. Ti ha detto Nostra Signora quale sarà questo evento e puoi aggiungere qualche cosa a quello che hai già detto al riguardo?
R. Si, io so quale sarà questo evento. È un evento singolare nella Chiesa che avviene molto raramente e non è mai avvenuto durante la mia vita. Non è né nuovo né straordinario, è solo raro, come la definizione di un dogma—una cosa del genere-in questo interesserà l'intera Chiesa. Avverrà nello stesso giorno del Miracolo, ma non in conseguenza del Miracolo, è solo una coincidenza.

Quali sono allo stato attuale le ipotesi su questo evento singolare della chiesa che coinciderà con il miracolo ?? un tentativo di unificazione con gli ortodossi?? l'accordo di un calendario religioso unico tra cattolici e ortodossi ??

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

grazie per la risposta dott. G.i.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Off-Topic

dopo Amsterdam, anche Berlino e Parigi sotto assedio.
Primi timidi segnali, di pseudo-rivolta nel Paradiso Terrestre chiamato UE, dove scorre in abbonadanza latte, miele ed euro per tutti!!!!

BERLINO, MIGLIAIA DI TRATTORI INCOLONNATI PER PROTESTA DAVANTI ALLA PORTA DI BRANDEBURGO –
SCIOPERO CONTRO LE NUOVE MISURE SULL'AGRICOLTURA PRESE DAL GOVERNO TEDESCO –

Una lunghissima fila di trattori parcheggiati davanti alla Porta di Brandeburgo: SONO ARRIVATI A MIGLIAIA, 5000 SECONDO LE PRIME STIME, A BERLINO per protestare contro le misure sull'agricoltura varate del governo. La protesta degli agricoltori prende di mira in particolare le disposizioni in materia di pesticidi e protezione degli animali, delle acque e dell'ambiente. Le nuove norme, giudicate troppo restrittive, metterebbero a rischio l'esistenza stessa di molte attività. …….
http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Berlino-migliaia-di-trattori-incolonnati-per-protesta-davanti-alla-Porta-di-Brandeburgo-d9b4cb57-9ce1-44d1-8eaa-3ccaf883b1bb.html

LA FURIA DEGLI AGRICOLTORI FRANCESI CONTRO MACRON

Ieri, nel più totale silenzio dei Media italiani, è quasi nell’indifferenza di quelli francesi si è tenuta un’enorme manifestazione degli agricoltori francesi che ha bloccato il centro di Parigi e con migliaia di trattori che sono giunti perfino sugli Champs Élysées…….

……Sia in Germania sia nei Paesi Bassi ci sono state numerose rivolte contro le premesse anti-agricoltura intensiva della commissione Von Der Leyen. Ora si aggiunge la Francia dove questo movimento si incrocia con quello dei Gilet Gialli attivo ormai da oltre un anno e che continua a protestare ogni sabato. Come abbiamo detto, nel silenzio globale dei media, le manifestazioni antiglobaliste ed antieuropee continuano a moltiplicarsi.

https://scenarieconomici.it/la-furia-degli-agricoltori-francesi-contro-macron/

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Il 12 Novembre 2019, nel precedente articolo di Remox su MARIE JULIE JAHENNY, avevo postato un articolo vecchio di Antonio Socci sul suo Libro “NON È FRANCESCO” che esponeva la “tesi” paurosamente fondata (con mia grande angoscia e orrore), dell’invalidità del conclave che aveva eletto il nuovo papa Francesco, così si concludeva:

“SE NON C’È LA REGOLARITÀ CANONICA NON C’È STATA NESSUNA ELEZIONE.
Come già ho precisato, L’INVALIDITÀ delle procedure seguite al Conclave e della conseguente elezione non implica nessuna colpa da parte di Bergoglio. E LA NULLITÀ DELL’ELEZIONE non rappresenta assolutamente un giudizio di valore sulla persona.” (Antonio Socci).

Adesso c’è uno studio molto dettagliato che sembra mettere un vero e proprio “MACIGNO” sulla validità di tale conclave, anzi potrebbe essere quella famosa “BOMBA ATOMICA” che evocavo lo scorso 12 Novembre, su tale conclave:

IL CONCLAVE DEL 2013 ERA INVALIDO? UNO STUDIO LO AFFERMA.

……

….CONCLUSIONE:
Il fatto che Walter Kasper è scomunicato latae sententiae da 30 anni, e che le sue promozioni a Vescovo e Cardinale sono illegittime, è chiaro come la luce del Sole. E’ chiaro anche che Walter Kasper non ha mai dato la “congrua riparazione” [ vedi esempio di riparazione chiesta a Mons. Milingo – BO411 del 17-7-01 – ]. E avendo constatato questo, appare chiaro che il Conclave 2013 sia totalmente invalido e nullo, secondo “Universi Dominici Grecis art. 33“

Dopo aver letto alcuni libri di Walter Kasper appare subito evidente che lui non è assolutamente Cattolico, ma in verità è un Luterano che si nasconde nella chiesa Cattolica. Per distruggere il “primato di Pietro sulla chiesa universale“.

E sembra anche abbastanza evidente che J.M. Bergoglio sta portando avanti in maniera minuziosa il programma dei cambiamenti della dottrina della chiesa, dettati da Walter Kasper e dalla chiesa di Germania. Programma che Walter Kasper erano 30 anni che voleva applicare, ma che non aveva mai potuto applicare, perché gli altri Papi erano Cattolici veri, non erano “cripto-luterani”.
Guardando il modo in cui J.M. Bergoglio sta portando avanti il programma di Walter Kasper e della chiesa di Germania, mi sto ponendo seriamente la domanda, SE IN VERITA’, IL VERO PAPA OCCULTO NON SIA PROPRIO WALTER KASPER, OPPURE LA CHIESA DI GERMANIA.

Il prossimo passo sarà dare alla chiesa di Germania l’autonomia dall’autorità di Roma e dal “primato di Pietro sulla chiesa universale”. Il loro obiettivo è la distruzione della chiesa di Roma. “Cosi che colpito il pastore, il gregge possa essere disperso.”…..

https://www.marcotosatti.com/2019/11/28/il-conclave-del-2013-era-invalido-uno-studio-lo-afferma/

Madonna di Anguera del 18/11/2014:
“CARI FIGLI, IL SEGRETO DI UN UOMO SARÀ RIVELATO E CI SARÀ GRANDE CONFUSIONE E DIVISIONE NEL PALAZZO (VATICANO).”

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

In tale articolo “IL CONCLAVE DEL 2013 ERA INVALIDO? UNO STUDIO LO AFFERMA” , l’utente che si firma come lo pseudonimo di “CESARE BARONIO” del sito http://www.opportuneimportune.blogspot.com, che lui stesso in un suo articolo del suo blog, si auto-definiva come un "VECCHIO MONSIGNORE BRONTOLONE", "sempre vestito in talare e col cappello romano in castorino", “mandato in pensione anzitempo, perché non voleva celebrare il Novus Ordo e criticava il Concilio”,

ebbene egli da “VECCHIO MONSIGNORE BRONTOLONE” riferisce su tale studio quanto segue:

“Le argomentazioni sembrano credibili e fondate. La cosa importantissima è che, con questo escamotage, L’ELEZIONE DI BERGOGLIO È DI FATTO E DI DIRITTO NULLA, sollevando con questo i Prelati dal doverlo dichiarare eretico. BASTERÀ DICHIARARE NULLO IL RISULTATO DEL CONCLAVE, COSA CHE È NEL POTERE DEI PRESULI e che non pone tutti i problemi che invece aveva la dichiarazione di decadenza dal Papato di Bergoglio. Non solo: se l’elezione di Bergoglio è nulla, nulli sono anche i suoi atti, da Amor Laetitiae a tutte le altre aberrazioni. Una notizia che fa ben sperare”.

“Aggiungo che, ASSIEME ALLA NULLITÀ DI TUTTI GLI ATTI DI BERGOGLIO, SONO NULLI ANCHE I CONCISTORI IN CUI EGLI HA CREATO DEI CARDINALI. Questo fa sì che il prossimo Conclave si trovi ad essere meno infestato da Prelati ultra-modernisti e che ci sia quindi una buona possibilità che dal prossimo Conclave sia eletto un Papa se non ottimo, quantomeno decente. E questa è una notizia meravigliosa.”

CESARE BARONIO

Madonna di Anguera del 18/11/2014:
“CARI FIGLI, IL SEGRETO DI UN UOMO SARÀ RIVELATO E CI SARÀ GRANDE CONFUSIONE E DIVISIONE NEL PALAZZO (VATICANO).”

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

C'è solo un problema, se il conclave del 2013 è invalido perché Kasper era illegittimo, lo è anche quello del 2005 in cui Kasper partecipò , e quindi anche l'elezione di Benedetto sarebbe invalida, siamo fuori strada la Madonna di Anguera lo ha fatto capire nei messaggi del 2017 nel citare i re d'Israele molti dei quali se pur legittimi avevano deviato con le loro azioni, pertanto il cielo riconosce Papa Francesco, in un messaggio lo chiama Papa, il problema stà nelle sue opere che lo possono portare all'eresia.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Si, mi sembra una giusta osservazione, tuttavia la tesi di Socci, si basava, su ben altro, e non certo sulla nullità alla carica di cardinale di Kasper, che comunque quest'ultimo, caso unico nelle messaggi mariani, viene espressante nominato dalla Madonna di Anguera: "……Walter Kasper: PER CAUSA SUA MOLTI MORIRANNO. I PRESCELTI PER DIFENDERE LA VERITÀ LA NEGHERANNO. SOFFRO PER CIÒ CHE VI ATTENDE……" messaggio n. 2.570 del 3 settembre del 2005.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

In effetti mi sono sempre chiesto se questo msg facesse riferimento alla teologia di Kasper emersa col sinodo sulla famiglia e proseguita poi oltre o addirittura sia un avvertimento per un ruolo del cardinale ancora più importante in futuro: secondo falso? Difficile vista l'età.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Infatti. Ha 85 anni ed è ormai un cardinale non elettore…

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Faccio notare che il giusto accanimento contro Gasper finisce per delegittimare Giovanni Paolo II che lo creò cardinale se non erro.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Nessuno è infallibile o esente da errori o da limiti personali o da valutazioni sbagliate, neanche i SANTI.

L'unico infallibile è il Dio fatto Uomo, Gesù Cristo.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Ammesso che sia valida la canonizzazione voluta da Bergoglio. Se vuoi essere davvero coerente nella tua tesi cancella dalla lista dei papi tutti i successori di Pio XII. Ma questa è una annosa controversia che non conviene riproporre per non cadere nel peccato contro lo Spirito Santo.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Salve a tutti! A proposito di Garabandal, dell’Avvertimento, che sarà simile allo scontro di due stelle nel firmamento, e del successivo Miracolo, che segneranno in via definitiva il periodo storico definito della fine dei tempi, avrei una domanda particolare da fare al dott. g.i. che é sempre cosi’ incredibilmente puntuale, preciso e preparato nei suoi lodevoli commenti su questo magnifico blog

@Dott. g.i.

Mi sembra di aver capito che il dott. g.i. sia un grande esperto degli eventi di Garabandal. Ebbene riguardo alla fine dei tempi li’ profetizzata, e piu’ precisamente in un’apparizione avvenuta in Germania nella cittadina di Heede, prima della 2. Guerra Mondiale, dove apparvero sia la Vergine Maria che Gesu’, mi sembra che sia avvenuto qualcosa degno di essere preso in seria considerazione anche in rapporto a Garabandal. Ebbene , riguardo alla fine dei tempi, é interessante analizzare le profetiche parole che Gesu’ stesso nel 1945 pronuncerà nelle apparizioni di Heede, e cioé di un’approssimarsi di un prossimo giudizio in piccolo per tutta l’umanità; interessante é che di un giudizio in piccolo parlerà in seguito anche Conchita quando la stessa descriverà e spiegherà la natura dell’avvertimento nelle apparizioni cantabriche degli anni 60. Inoltre, non per voler speculare su possibili quanto improbabili date, cosa alquanto delicata e forse inopportuna, perché i tempi non solo li conosce solo il Signore, ma sono sempre condizionati alla libera risposta dell’uomo, ad ogni qual modo cio’ che mi ha colpito é che Gesu’, ad Heede, nel 1945, parlerà anche di un orologio della storia che segnerebbe la fine dei tempi, e che allora segnava sul suo quadrante anche un’ora precisa, ovvero le 12 meno 5.
Volevo chiedere al dott. g.i. cosa potrebbe significare questo preciso dato temporale indicatoci da Gesu’ nel 1945, in rapporto a Garabandal, ovvero all’annunciata fine dei tempi e soprattutto all’evento Avvertimento che ne segnerà molto probabilmente l’inizio.

Allego un link per un riassunto degli avvenimenti di Heede, che a maggior ragione sono degne di fede perché anche approvate dalla gerarchia locale.

Grazie per la gentile risposta.

https://profezie3m.altervista.org/ptm_heede.htm

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Le apparizioni di Heede sono molto importanti, simili a quelle di Garabandal (anche a Heede quattro fanciulle).
Nel messaggio, Gesù rimprovera l'umanità di non aver accolto i messaggi della Sua Madre Santissima, parla di "un giudizio in piccolo" e annuncia una Sua prossima venuta per stabilire un Regno di pace.

"L'umanità non ha ascoltato la Mia Santa Madre, apparsa a Fatima per esortare alla penitenza. Ora vengo Io stesso in questa ultima ora per ammonire il mondo. I tempi sono gravi. Facciano penitenza gli uomini per i loro peccati. Allontanatevi sinceramente dal male e pregate, pregate molto, perché l'ira di Dio si plachi. Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio. Meno divertimenti e passatempi.

Io sono molto vicino; la terra tremerà… Sarà terribile. Un giudizio in piccolo. Ma voi non temete, Io sono con voi… Quelli che mi aspettano hanno il Mio aiuto, la Mia grazia e il Mio amore. Per coloro che non sono in stato di grazia sarà spaventoso. Gli angeli della GIUSTIZIA sono già sparsi per il mondo. Mi darò a conoscere agli uomini. Tutte le anime mi riconosceranno per il loro Dio. Mancano cinque minuti alle 12. Io vengo, sono alle porte. L'umanità si lamenterà…"

Nel lungo messaggio, Gesù fa riferimento ai castighi e al Castigo che egli infliggerà alla Terra e poi al trionfo della pace:

"Le coppe dell'ira di Dio vengono già versate sulle nazioni. Ma gli angeli della pace non tarderanno a scendere sulla terra. …
Ciò che accadrà sarà terribile, come mai si vide dall'inizio del mondo … permetterò che si abbattano delle sventure sul mondo, poiché per tale mezzo molti si salveranno."

La frase di Gesù: "Mancano cinque minuti alle 12. Io vengo, sono alle porte.", senza dubbio, si riferisce alla Sua VENUTA DI GIUDIZIO (dall’Avvertimento fino al Castigo). Infatti, il messaggio è del 1945, l'anno della fine della guerra e dell'alba dell'era atomica (Hiroshima e Nagasaki).

La mezzanotte, nella Bibbia, indica il castigo finale, l’evento centrale della storia del popolo d’Israele, cioè la decima piaga d’Egitto, la più dura, la morte dei primogeniti.

Esodo 12, 29 dice: “A mezzanotte il Signore colpì tutti i primogeniti del paese d’Egitto, a partire dal primogenito del Faraone che sedeva sul suo trono”.

Mezzanotte è il compiersi di un castigo estremo verso chi aveva indurito il suo cuore al punto di aver rifiutato la liberazione di un popolo intero ridotto in schiavitù. A mezzanotte si compì il giudizio e si aprì per Israele la strada verso la libertà. Il rituale pasquale ebraico ricorda quella mezzanotte e quel giudizio.

Esodo 12,12 In quella notte io passerò per il paese d'Egitto e colpirò ogni primogenito nel paese d'Egitto, uomo o bestia; così FARÒ GIUSTIZIA di tutti gli dèi dell'Egitto. Io sono il Signore!

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Soprattutto, quella frase ("Mancano cinque minuti alle 12.") si riferisce al pericolo dell'energia atomica.

Curiosamente, proprio nel 1945, venne fondato dagli ex-fisici del Progetto Manhattan dopo il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki, il Bulletin of the Atomic Scientists of Chicago, il cui scopo era di educare gli scienziati e di informarli sui pericoli inerenti all'uso delle armi nucleari così come di altre armi di distruzione di massa.

Nel 1947, gli scienziati della rivista crearono l'Orologio dell'Apocalisse, un orologio simbolico che si poneva l'obiettivo di misurare la distanza in termini temporali da una possibile catastrofe globale.

Il pericolo della FINE viene rappresentato con un orologio, in cui la mezzanotte simboleggia appunto l'apocalisse. Inizialmente l'orario 'x' era rappresentato soltanto dall'ipotesi di una guerra nucleare, ma dal 2007 in poi gli scienziati hanno iniziato a considerare anche altri eventi, come ad esempio i cambiamenti climatici.

Attualmente, le lancette dell'orologio segnano DUE MINUTI ALLA MEZZANOTTE, come si era avuto solo nel 2018 e 1953. È la terza volta che l'orologio è stato impostato così vicino a una catastrofe globale.

Qui è spiegato tutto:
https://it.wikipedia.org/wiki/Orologio_dell%27apocalisse
https://www.youtube.com/watch?v=m4wriECjzP4

Quindi, la frase di Gesù: "Mancano cinque minuti alle 12", non sembra che avere un significato simbolico, come quello espresso dall'Orologio dell'Apocalisse (non ci vedo possibili significati nascosti per cercare di individuare la data della fine).

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie Dott. G.I. come sempre superbo e illuminato nelle spiegazioni.

Quindi dal 1945, si dipana la cosiddetta era del grande pericolo atomico, da li’ trascorreranno altri minuti fino a portarci alla crisi di Cuba degli anni 60 sventata anche grazie alla caratura spirituale di S. Giovanni XXIII con il suo impulso della Pacem in Terris e proseguendo fino al dipanarsi della profezia di Conchita sulla fine dei tempi, che sarebbe cominciata dopo la morte del papa menzionato al quale ne sarebbero seguiti tre per l’inizio effettivo di questa fine dei tempi.
Ci troviamo quindi proprio nel pieno di questi tempi predetti a Heede e dalla Vergine del Carmelo di Garabandal che avranno a quanto pare, a breve, il grande apice nell’avvertimento, nel miracolo e, sperando che non si riveli un conflitto atomico, nel castigo, che sembrerebbe arrivare in ogni caso, di questo ne sembrerebbe convinta Conchita che teme soprattutto per i suoi figli che lo vivranno.

Allego un bel documento in spagnolo, datato, ma dove si apprezza la naturalezza e la grande fede di quest’anima bella di San Sebastiano di Garabandal che è un punto di riferimento per capire i tempi che viviamo.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=605&v=h14xQyJPmek&feature=emb_logo

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Alcuni esorcisti invitano a pregare e riparare in modo particolare il giorno 6 dicembre
http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/11/quattro-esorcisti-indicono-per-il-6.html#more
Saluti
Fabio

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Un sogno o una visione, non ricordo bene, di san Francesco,ne ho letto su Gloria.tv Non so da dove derivi,non nei Fioretti,perche' li ho letti e non c'era.Due scale una rossa , con in cima Gesu' e una bianca con in cima Maria.Molti frati salivano sulla scala rossa,ma cadevano e non arrivavano.San Francesco a un certo punto consiglio' di salire sulla scala bianca,che risulto' piu' agevole e foriera di successo.C'e da meditare, sia per gli anziani che per i giovani,se sono cosi' privilegiati da capirne il signifcato prima di avere sperimentato la scala rossa.Io,chierichetto da piccolo,e da 24 anni me dicente credente,fino a oggi,quindi dopo 41 anni, mi ci ritrovo e m'illumino.Da giovane che crede di essere cristiano,non e' che vuoi imitare Gesu' Cristo:direi che "ti senti" un Cristo,anche senza bisogno di essere matto da un punto di vista medico.Non sai che la forza che hai dentro e' in prestito,ed e' destinata a diminuire ,trovare ostacoli,fossi,paludi,falsi segnali,montagne.Per cominciare davvero a imitare Cristo,devi passare per Maria.Di Maria a me da giovane importava molto poco,mi sembrava piu' di competenza delle signorine.Ovvio che se ti senti un Cristo stai volgendo la Grazia in presunzione ,e col rischio che diventi ribellione e superbia.Sei accecato.Sei un esteta, un romantico,un don Chisciotte,un illuso,anche un violento,perche' no.E' a partire da Maria che nasce e cresce Gesu' Cristo,per noi ,in noi.Credi di essere gia' partito e invece non sei ancora arrivato al punto di partenza.Quello in cui la consapevolezza della impossibilita' umana di salvarsi e di essere in Grazia ,asse trasversale della Croce,tocca il punto da cui la Verticalita' ti assorbe e ti assume.Quel punto e' Maria."Senza di me non potete fare nulla": e tu fai,e anche benino,non solo malino,ma non sai che stai spendendo la Grazia che ti e' stata data in prestito,che deve diminuire perche' tu possa chiedere e quindi "farti" la tua. Forse e' per questo che abbondano pazzi rivoluzionari e apostati:che lottano contro la vita che sembra volerli contrastare, scalzare e umiliare:ma se l'umiliazione di Cristo e' stata salvifica,l'umiliazione di quelli che non sono in Cristo a partire da Maria rischia di essere una dannazione rabbiosa e sempre piu' impotente.Giuda e Lutero,appunto,ma anche molti ebrei e sionisti non cristiani.Vittimisti(chi in buona fede, chi no) e oppressori.E Bergoglio?

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Su che scala si arrabatta "il vescovo vestito di bianco"?

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Ecco:quando a Natale ci diranno che come Maria dobbiamo far nascere in noi Gesu' Cristo,forse staranno dicendoci questo.Mi raccomando:non prendiamola per propaganda gender.Neanche se lo dicesse…

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Ho dimenticato una cosa importantissima che volevo sottolineare:abbondano pazzi, rivoluzionari e apostati…di ogni eta',e sovente di eta' avanzata.Proprio perche' se non vai avanti vai indietro:verita' che deve sempre metterci in guardia,svegliare la buona volonta',farci capire molte cose reali e non farci stupire che siano reali.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Si diventa anziani solo se si nasce anziani.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

…e se non ti ammazzano/ti ammazzi prima.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Chi non ha il peccato originale è invulnerabile. Lo dimostra la Vergine Maria, che, pur avendo superato i 2000 anni,nelle apparizioni non supera i 20 anni.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

I due sessi tradizionali generano inesorabilmente la morte. All'inizio fu l'androgino, che non aveva ancora peccato. Qui habet Aures audiendi audiat

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"I due sessi tradizionali generano inesorabilmente la morte. All'inizio fu l'androgino, che non aveva ancora peccato. Qui habet Aures audiendi audiat"

Non condivido, è il peccato che porta alla morte…. In realtà se Adamo ed Eva non avessero peccato sarebbero immortali…

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
HDC
HDC
4 anni fa

IL FALLIMENTO DEI LORO PROGETTI.
La Madonna di Amsterdam ha avvisato gli ecclesiastici dei danni che faranno in Italia: una lotta politico-cristiana. La profezia è contenuta nel 12° messaggio (30/08/1947): "Nel frattempo vedo molto distintamente il nord e l’estremo sud dell’Italia. Nel mezzo riconosco l’Italia centrale. Qui regna un silenzio inquietante. Non c’è gente, nulla, solo un silenzio di tomba. Poi vedo sorgere una gran cupola sulla quale, improvvisamente, cadono gocce sempre più grosse e compatte. Ad un tratto, mi accorgo che non sono gocce ordinarie di pioggia che dal cielo cadono sulla cupola, ma gocce di sangue. In lontananza una croce si staglia nella luce e odo: “Sarà una grande lotta politico-cristiana, politica ecclesiastica”.

PRETI, POLITICA E FUTURO: UNO SCENARIO ASSURDO.
La politica ha intasato la mente di chi dovrebbe pregare senza fare certa propaganda: DIO vota gli umili, ama i deboli e spesso eleva gli ultimi. Ecco la guerra politico-religiosa profetizzata dalla Madonna di Amsterdam in Italia che avanza nella notte europea più buia….

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  HDC

Preghiamo per Papa Benedetto XVI….preghiamo per l'orrore che stiamo vedendo ogni giorno sempre più. Canti eretici nelle chiese, canti politici nelle chiese, il capo che non fa la benedizione ai suoi fedeli e che usa strane formule, la pachadiavolessa sudamericana, riti vodoo e altre bizzarrie insensate. Spero solo che Papa Benedetto XVI non ci lasci a breve, perché lui è una sorta di "katechon"….poi dopo di lui si passa direttamente ai castighi profetizzati prima della sesta età della vera Chiesa.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  HDC

Non so come spiegarvelo, ma dentro il mio cuore provo una sorta di "ansia e timore" per quello che accadrà. Ho come la sensazione che tutto precipiterà a breve, forse l'eresia sarà ancora più palese dopo la morte di Papa Benedetto XVI. Speriamo che non accada mai…

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Sulle benedizioni,cioe' su come funzionano, so poco,dovrei studiare.Per esempio se sono efficaci anche se chi le riceve non le desidera, o non in certi termini.Dite voi.Pero' c'e' una cosa curiosa:ammettiamo pure che Papa Francesco chieda la benedizione di Dio anche per chi non riconosce la SS.Trinita'e quindi tenda a evitare la Benedizione Apostolica.Ormai non lo dice neanche piu',e questo gia' mi sembra un personalismo scorretto.Come Papa, se lo spieghi ogni volta fai il tuo dovere,se spieghi solo all'inizio e poi instauri la prassi,pecchi di autoritarismo e di personalismo se non d'infedelta'.Li'vedi la personalita' autoritaria(ma di m….):perche' adesso non ha spiegato ma ha sottolineato con decisione:"Ci benedica tutti".La prossima volta magari non dice piu' neanche questo:tipo ragazzetta viziata,possessiva e vendicativa,buona per mantenuti e arrampicatori,oppure per masochisti e diversamente maschi.Alla "verga" come si dice qui.Ma mi domando:perche' non da' la Benedizione Apostolica come da' l'Eucarestia nelle Messe ecumeniche?Mal che vada, chi non ci crede non la "prende".Perche' l'Eucarestia si' e la Benedizione no?.Potrebbe obiettare,forse:"Ma chi va alla Messa ecumenica anche se protestante vuole l'Eucarestia".Ma:forse chi va a un incontro col Papa mette in conto che non accetta benedizioni apostoliche???Certo:conosco uno che va allo Stadio a vedere la Nazionale di Calcio ma non vuole sentire l'inno.Viene dal Piemonte,e' un "imbastardito" (psicologico e dottrinale),con genitori emigrati in sudamerica.Rimandarcelo a nuoto.Si chiamano provocazioni,sfacciate e irresponsabili,oltreche' DEMENTI,e al confronto le mie parole sono acqua di rose.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Non sto dicendo che l'Eucarestia ai protestanti non contiene Gesu' Cristo in corpo sangue anima e divinita',al contrario,ma secondo logica,se dai una benedizione universale per paura che alcuni non ricevano una benedizione apostolica efficace (ipotizzando che la ragione sia questa),e riservi la benedizione apostolica ad altre circostanze,allora mi devi spiegare perche' non fai lo stesso con L'Eucarestia..e se non me lo spieghi efficacemente, allora stai bene attento a non chiuderti in una stanza a quattrocchi con me,se sono un cardinale ,perche' dopo escono due occhi neri.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non ti sei accorto che Bergoglio barcolla?! Gli occhi neri si vedono se lo guardi con lo zoom ma il calcio nel sedere non riesce a nasconderlo.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Anche io ho notato che barcollava, quasi zoppicava a momenti nella sua camminata affaticata.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

“barcollava … zoppicava…”; non è mica malato? Se sì, non risponde più delle sue azioni e non può essere scomunicato; i detrattori, invece, pur avendo ragioni da vendere, peccano contro la carità e andranno dritti dritti all’inferno; i poveri fedeli che non sanno più a che santo votarsi si ritroveranno dentro una strana chiesa insieme ai protestanti, agli dei andini e agli stregoni africani. Che pandemonio! Nessuno ci vede più bene: forse i tre giorni di buio stanno arrivando; sto facendo incetta di quei grossi lumini rossi che si usano per i cemeteri: faranno comodo durante l’oscurità perché le altre forme di illuminazione pare non funzioneranno. Non ci credo; ma i lumini li ho comprati, non si sa mai! P.Riesz_

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non credo che siamo arrivati a questo punto, almeno lo spero.

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Speriamo che non abbia preso pure un loculo in affitto per abbandonare la chiesa militante e ritrovarsi in quella trionfante.
Questa ossessione per i lumini rossi (perché poi proprio quelli rossi?) potrebbe avere uno strano effetto Pigmalione.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Se preferisci la cremazione puoi diventare cibo per sardine….visti i tempi….rosso di sera bel tempo si spera.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

I loculi li ho prenotati e sono in costruzione: uno per me ed uno per la mia consorte; non voglio lasciare incombenze finanziarie ai figli che se la potrebbero prendere a male. Anche la pietra tombale sarà al completo con tutte le scritte ad eccezione di quella di morte; sarei tentato di scrivere anche quella, ma con ogni probabilità rovinerei la pietra; la parte scritta con i fiori finti per ora la sistemerò verso l’interno. Niente cremazione! Disporrò che le mie ossa siano curate e non confuse con quelle di altri: non voglio correre il rischio che nella confusione della resurrezione mi ritrovassi con le anche altrui magari sciancato, non sia mai! Purtroppo i lumini cimiteriali sono tutti rossi ma non per una questione politica; se la vogliamo proprio mettere in politica posso confermare che il rosso attuale mi fa schifo che più schifo non si può. Le sardine sono buone quelle sottosale; a chi ci governa due sardelle (randellate) le darei subito. Se non sono stato esaustivo, chiedete pure. P.Riesz_

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Beh! Visto che hai già deciso dove passare il resto dei tuoi giorni, facci conoscere almeno l'indirizzo. Se non sarò vaporizzato di colpo da un'atomica, verrò a trovarti.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Noi a Venezia mangiamo le "Sarde in Saor"…sardine con cipolla..un piatto storico. Bella la storia del loculo, ma poi dopo qualche anno ti metterranno in ossario comune. Tempo al tempo e se cambiano le leggi (visti i tempi), poi chissà dove finirai. In pochi mesi hanno rovinato le nostre vite…aspettiamo dopo Natale…

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Le alici scottadito sono più semplici e gustose; "Li sardoncì a scottadeto", scritto nella maniera in cui va pronunciato alla sambenedettese, è una tipica ricetta della realtà marinara marchigiana; è un ricetta povera, usa pesce azzurro economico, ma vi assicuro, il gusto certo ci guadagna! Il complemento naturale è un buon sorso di “passerina”, il vino DOCG Offida, uno dei vini bianchi più diffusi e apprezzati in tutta la zona adriatica, un vitigno antico da cui si ottiene un vino molto fresco, non molto strutturato, ma profumatissimo, ingentilito da deliziosi suggestioni floreali e fruttate. L’atomica lasciala agli americani che ne sono ghiotti ed hanno pure il cervello pieno di pollo fritto. Mi chiedi l’indirizzo… come è ridicolo l’animale uomo! P.Riesz_

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Una bella pizza ripiena di alici, olive nere in salamoia (quelle senza aggiunta di soda, che le priverebbe di quel buon sapore amarognolo) e pomodorini … è solo per palati raffinati.
Se annaffiato da buon pecorino (che non è un formaggio, ma un vino bianco adatto per piatti a base di pesce), si verrà sicuramente rapiti fino al settimo cielo.

È vero. Sarebbe davvero ridicolo dover chiedere ad un passante "per andare, dove dobbiamo andare, per dove dobbiamo andare". Vorrà dire che, da buon re magio (non ho più gli anni per fare il GM), mi affiderò alle stelle.

«Seconda stella a destra
quello è il cammino
e poi dritto, fino a Portofino
poi la strada la trovo da me
porta all'isola che non c'è»

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Il pecorino! A Spring che mi stuzzica:
https://winedharma.com/it/vitigno/pecorino-il-vitigno-la-storia-e-le-caratteristiche-organolettiche-del-mitico-vino-bianco-mar
http://www.tenutacoccigrifoni.it/
“La nostra famiglia conosce la terra. La coltiviamo da 4 generazioni … “ La storia del Pecorino è legata all’azienda Cocci Grifoni; in breve: un funzionario della provincia di Ascoli Piceno, esperto cacciatore, riferisce al suo amico titolare della tenuta e cultore di curiosità antiche che andando a caccia sui monti dell’ascolano ha trovato a 600 mt sul mare un vitigno abbandonato da tempo immemore … Il titolare della tenuta immediatamente con tecnici veneti impiantò la prima vigna di Pecorino, così chiamato perché a quell’altura oltre a vecchi vitigni cresceva solo l’erba per le pecore. P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Link esplosivo,,da ascoltare fino in fondo,(poco piu' di 7 minuti)ma solo se avete una Fede a prova di soppressione della prescrizione.Se non l'avete, la vostra vita potrebbe essere sconvolta per sempre e potreste non riprendervi mai piu' dal colpo psicologico.Potreste impazzire, dilapidare risparmi,non lasciare i loculi pagati ai figli,darvi a donne e champagne,viaggi e spese sconsiderate,gioco d'azzardo,risse,potreste perdere le vostre caratteristiche d'italiani virtuosi, e se questo non bastasse, potreste dannarvi l'anima a forza di bestemmie.Il link e' questo: youtube.com/watch?v=Bxpv-RsouCU e se sentite che state impazzendo,e la Fede e' persa, provate con l'ascolto due volte al giorno, prima di pranzo e cena,di youtube.com/watch?v=46OWji8vkPg

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Avevamo proprio bisogno di "buone notizie".
Che non sia questa la vera atomica? Speriamo di non scoprirlo mai.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

Remox cosa ne pensi ?? secondo me è ragionevole come interpretazione
Condivido questa interpretazione sui motti di Malachia ,
https://translate.googleusercontent.com/tr…-afjzkXTrCxhhyw

C'è un'altra possibilità Aviso. La circostanza che abbiamo oggi, quella di Papa Emerito, potrebbe continuare dopo la morte di Papa Benedetto. Papa Francesco 1 ha già detto che non ha escluso le dimissioni, quindi potremmo avere un numero qualsiasi di giorni con "2 Papi". Un altro pensiero che può supportare questa idea è la profezia di San Malachia su 112 Papi, essendo Papa Benedetto n. 111. L'autenticità di questa profezia rimane in discussione, ma qualunque sia la sua opinione, esiste una linea molto interessante, che si colloca tra la previsione per il n. 111 "gloria dell'olivo" e il n. 112 Petrus Romanus. Si legge,
"Nell'estrema persecuzione nella Santa Romana Chiesa ci siederà …"
È una frase incompleta e apparentemente molti studiosi ritengono che la linea sia incompleta al fine di comunicare che ci sarà un numero qualsiasi di Papi non identificati tra la ["gloria delle olive"] e Pietro il Romano. Comunque suggerisco che "ci siederà …" è deliberatamente privo di nomi papali perché quelli che "siedono" non sono affatto papi, ma vescovi in ​​bianco, usurpatori del trono di Pietro. Se la loro interpretazione deve essere considerata corretta e c'è un numero sconosciuto di Papi tra 111 e 112, allora perché all'ultimo Papa dovrebbe essere assegnato il numero 112. Inoltre, la frase "estrema persecuzione nella Santa Chiesa Romana" suggerisce una conseguenza periodo di sofferenza dei battezzati come risultato diretto del conflitto interno tra coloro che hanno venduto il loro sacerdozio all'Anti-Chiesa e coloro che rimangono della Vera Chiesa.
Per enfatizzare ulteriormente questo punto, quando parliamo di persecuzione non usiamo generalmente la frase "della" Santa Chiesa cattolica romana e non "nel?" E infine, le profezie del tempo non affermano che i santi Pietro e Paolo nomineranno il Papa che sostituirà l'Uomo della Perdizione? Parole simboliche che si riferiscono all'elezione di No.112 Petrus Romanus, che sarà intronizzato da un legittimo conclave di una chiesa cattolica romana completamente restaurata, che sarà stata ripulita dalla sporcizia di Mammon.

Aggiungo troverebbe spiegazione anche la dichiarazione della suora di Garabandal

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

OT

Sul fenomeno ufo forse occorrerebbe tener conto anche di questo
https://www.youtube.com/watch?v=_-ZguhFoqIo

A prescindere dalla veridicità dei messaggi, comincio a pensare che non sia una cosa campata in aria.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Su questo fenomeno ha già risposto la mistica Maria Simma. Basta poi sentire Pier Giorgio Caria col suo mentore stigmatizzato per convincersi che trattasi di due megalomani, imbecilli per chi li ascolta con attenzione. Cristo non ha bisogno di ritornare in astronave con una legione di pleiadiani. Sta molto al di sopra di questo livello rozzo e materiale.

Spring
Spring
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Egregggìo anonymous, ma tu il filmato lo hai visto? E quello che disse la mistica Emmerick l'hai letto?

Avvoltoio
Avvoltoio
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Mario Mancusi, condivido questa tua riflessione, anche secondo me "Malachia" non ha inserito i nomi dei Papi tra il 111 (Benedetto XVI) e il 112 (Petrus Romanus) solo perchè non li considera dei Papi, anzi li considera peggiori degli anti-Papa del passato, citati da Malachia, perchè questi ultimi è vero che hanno fatto una marea di cavolate ma non hanno mai tentato di cambiare o andare contro il Vangelo.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Questo argomento è stato affrontato tempo fa in una discussione con Dott. G.I. che riportava appunto la teoria della separazione dell'ultimo motto della profezia di San Malachia (che motto non è) dedicata al Pietro Romano.
L'impaginazione del Lignum Vitae, il testo originale contenente la profezia, riporta infatti "in extrema persecuzione S.R.E. sedebit" come se fosse un motto a se stante.
Dal mio punto di vista si è trattato di un errore di impaginazione poiché l'analisi del presunto motto porta ad evidenziare come questo si discosti notevolmente nella forma da tutti gli altri. Secondo Dott. G.I. invece si tratterebbe a tutti gli effetti dell'ultimo motto prima della profezia finale.
Se così fosse questo sarebbe il motto da attribuire a papa Francesco.
Secondo me invece l'intera profezia finale non si riferisce ad un singolo papa, ma ad un tempo di grande persecuzione per la Chiesa in cui potrebbero esserci più papi.
Torniamo ad esempio alle visioni della Jahenny. Abbiamo secondo la mia ricostruzione un papa dell'esilio, un papa crocifisso ed il papa santo. E al momento siamo con Benedetto XVI e Francesco.
Per far combaciare l'ipotesi del dott. G.I. con la sequenza dei papi della Jahenny bisogna ipotizzare che Benedetto XVI o Francesco siano il papa dell'esilio e che il Petrus Romanus sia il papa crocifisso. In realtà combacerebbe sono se il papa dell'esilio fosse Francesco perché in caso contrario avremmo si la sequenza di Malachia rispettata, ma andremmo incontro alla confusione, in merito alle visioni della Jahenny, su come considerare Francesco.
Nella mia ricostruzione invece Francesco potrebbe essere il primo "antipapa" (dichiarato ex post) di due. Avremmo così il papa dell'esilio, due papi ed il papa crocifisso: 4 papi (due antipapi) per tre posti. Ecco che allora la profezia finale di S. Malachia non andrebbe interpreta come un normale motto (o due), ma come una profezia più generale.
Per quanto riguarda gli antipapi del passato sono riportati nella profezia solo perché sono tratti quasi al 100% da una biografia rinascimentale dei papi; non è detto pertanto che essi debbano essere riportati anche per i papi del futuro (dalla fine del XVI secolo fino a noi).
Il tema è spinoso e confuso e perciò in ogni caso aperto al dibattito.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

correggo due errori:

"In realtà combacerebbe solo se il papa dell'esilio fosse Francesco"

"Nella mia ricostruzione invece Francesco potrebbe essere il primo "antipapa" (dichiarato ex post) di due. Avremmo così il papa dell'esilio, due antipapi ed il papa crocifisso: 4 papi (due antipapi) per tre posti."

Ricordo che dal mio punto di vista la Profezia di S. Malachia è originaria del XVI secolo e pertanto non attribuibile direttamente al Santo Cistercense.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Comunque anche questa interpretazione giunge alla stessa conclusione
1 Gloria olivae= Benedetto XVI il Papa dell'esilio
2 In persecutione extrema Sanctae Romanae Ecclesiae sedebi= è deliberatamente privo di nomi papali perché quelli che "siedono" non sono affatto papi, quindi Papa Francesco e il secondo Papa dubbio.
3 Petrus Romanus, il papa dei tre anni martirizzato.

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

No Mario, se è un motto deve indicare un papa specifico e l'unico è Francesco.
Se invece come penso non è un motto allora il campo è aperto ad ogni ipotesi.

HDC
HDC
4 anni fa

ULTIMO MESSAGGIO DI ANGUERA È MOSTRUOSO!

Cari figli, due templi e un'unione; La Città dei Sette Colli e la Terra della Santa Croce (Brasile). La sofferenza verrà per gli uomini e le donne di fede. Quello che vi dico non potete comprenderlo ancora, ma vi chiedo di intensificare le vostre preghiere in favore della Chiesa del Mio Gesù. Abbiate coraggio, fede e speranza. Voi siete importanti per la realizzazione dei Miei Piani. Date il meglio di voi nella missione che il Signore vi ha affidato. Dite a tutti che Dio ha fretta. L'umanità cammina verso l'abisso della distruzione spirituale. Amate e difendete la verità. Pentitevi e ritornate. Quello che dovete fare, non lasciatelo per il domani. In questi tempi difficili, cercate forze nella preghiera e nell'Eucaristia. Accogliete il Vangelo del Mio Gesù e ovunque testimoniate la vostra fede. Non tiratevi indietro. Io vi amo e sarò sempre vicino a voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per averMi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

(Madonna di Anguera, 30 novembre 2019)

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  HDC

" Cari figli, due templi e un'unione; La Città dei Sette Colli e la Terra della Santa Croce (Brasile)"

Beh se ragiono come spesso fa Pedro, devo leggere il dopo di quell'unione:
"La sofferenza verrà per gli uomini e le donne di fede."
Quindi questa unione non sara' positiva per noi cattolici ( la citta' dei sette colli), e allora nn puo' che riguardare l'unione della Chiesa cattolica con quella protestante che sta dilagando in Brasile.

LA MAdonna dice che non possiamo comprenderlo ancora, la stessa cosa che disse lo scorso luglio quando affermava " la Benedizione data nn potra' essere ritirata ": Aspettiamo con ansia i tempi del Cielo e che Pedro ci spieghi cosa intende la Vergine,

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

"Cari figli, due templi e un'unione; La Città dei Sette Colli e la Terra della Santa Croce (Brasile). La sofferenza verrà per gli uomini e le donne di fede."

" L'umanità cammina verso l'abisso della distruzione spirituale."

Caro HDC, Il secondo virgolettato è chiaro, visto che è evidente che non siamo più in un fase di "semplice" secolarizzazzione, ma di vera e propria eresia, che sfocia in apostasia, e questa a sua volta verso una abominevole idolatria, e profanazione di ogni cosa che la Chiesa Cattolica ci ha trasmesso e tramandato di Sacro, come la Santa Dottrina, la Santa Tradizione Ecclesiastica, il Culto, i Dogmi,….ecc.

Ma il primo virgolettato cosa mai potrà significare? A tuo parere cosa significa?

Grazie mille.

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

"due templi e un'unione" = Eresia amazzonica
Due templi diversi che si uniscono nell'unico culto: ecco l'abisso spirituale.
Se abbiamo visto Pachamame e concerti LBGIGI, forse il meglio è ancora dietro l'angolo.
ERESIA => APOSTASIA => AVVERTIMENTO => CASTIGO => SESTA ETA' DELLA CHIESA
I tempi non sono molto virgolettati, diciamo che non passeranno secoli o decenni per capire.

Domenico
Domenico
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ottima e convincente spiegazione HDC

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Nel frattempo dopo il culto idolatrico pagano della lercia-ma-da-ma amazzonica, che ha diffuso il SACRILEGIO in Vaticano e Roma, proseguono le ignobili Profanazioni anche nella Cattetrale di Vienna, con il beneplacito del suo Cardinale, ed in merito il papa regnante, pare non abbia nulla da obiettare, tutto normale secondo il programma buonista di questa "chiesa in uscita"……..

CONCERTO LGBT IN CATTEDRALE. VIGANÒ: UNO SCANDALO, VIENNA SENZA PASTORE

https://www.marcotosatti.com/2019/12/01/concerto-lgbt-in-cattedrale-vigano-uno-scandalo-vienna-senza-pastore/

MONSIGNOR VIGANÒ: “DI FRONTE AL CONCERTO OSCENO E SACRILEGO DI VIENNA, CHIEDIAMO PERDONO A DIO E PREGHIAMO L’IMMACOLATA”

https://www.aldomariavalli.it/2019/12/01/monsignor-vigano-di-fronte-al-concerto-osceno-e-sacrilego-di-vienna-chiediamo-perdono-a-dio-e-preghiamo-limmacolata/

….L’idolatria soffoca la verità nell’ingiustizia, ottenebra la mente e perverte il giudizio. Allora l’uomo, in balia della tirannia delle sue passioni infami e delle sue voglie vagabonde, si abbandona ad ogni forma di perversione e di impurità, “così da disonorare il proprio corpo, poiché ha cambiato la verità di Dio con la menzogna e ha venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli.” (Rom 2, 25).

Ancora una volta Vienna, la gloriosa capitale che seppe resistere con le armi della luce e della fede, all’avanzata della Orda Ottomana, subisce – sgomenta e scandalizzata – L’ENNESIMA PROVOCAZIONE OMOERETICA E BLASFEMA. Sulla cattedra di Santo Stefano si esibiscono attivisti gay, travestiti e transessuali che dalla Chiesa Cattolica dovrebbero invece ricevere l’annuncio della Verità liberatrice di Cristo e il dono dell’Amore salvifico, gratuitamente offerto a tutti coloro che, dal più profondo delle proprie ferite e del proprio pentimento, osano riconoscersi bisognosi di salvezza…….

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Ti faccio ridere NICOLA: io sono stato a Vienna l'anno scorso e già notavo l'eresia dilagante in quella città. Parliamo del ragazzo viennese (bravo e coraggioso), ma la sua realtà è abominevole come la nostra. Abominevole che nelle chiese ci siano simili teatrini…..no words! Questo è il grande circo ecclesiastico – in pompa magna – che sgomenta l'anima e scandalizza i neuroni. Ne vedremo sempre di più, peggio del peggio…..nel frattempo le nostre preghiere devono bussare la porta del Paradiso, anzi permettetemi di dire….bisogna sfondarla a suon di rosari – preghiere esorcistiche – salmi: una preghiera incessante contro questi blasfemi al comando.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

SCHÖNBORN ABUSA DI NOSTRA SIGNORA PER SPETTACOLO GAY – TRE GIORNI DOPO: EMBOLIA POLMONARE

Il cardinale Schönborn ha aperto il suo blasfemo spettacolo omosessuale del 30 novembre nella Cattedrale di Vienna con un riferimento blasfemo a un "miracolo".

Ha confessato che "mi ha toccato tantissimo", "spero che toccherà anche voi".

Il "miracolo" si è rivelato essere una favola omosessuale, presentata dalla giornalista oligarca austriaca Chris Lohner.

Secondo Schönborn/Lohner, due uomini furono legati nudi su un albero e lasciati morire nel 1256 a Montevergine (AV), perché avevano praticato fornicazione omosessuale.

Tuttavia, "Nostra Signora" ha inviato fasci di luce solare per riscaldarli e li ha miracolosamente liberati. Il popolo è stato "commosso" da questo e ha accettato gli omosessuali.

QUESTA FAVOLA NON È CRISTIANA, MA SI RIFERISCE A PRATICHE CHE HANNO ORIGINE NEL CULTO DELLA DIVINITÀ CIBELE E A SACERDOTI PAGANI CHE SI EVIRAVANO COME SACRIFICIO PER CIBELE.

L'abate di Montevergine si è opposto ripetutamente allo sfruttamento di questo santuario per la propaganda omosessuale.

TRE GIORNI DOPO LO SPETTACOLO OMOSESSUALE, SCHÖNBORN È STATO RICOVERATO IN OSPEDALE IL 3 DICEMBRE, PER UN'EMERGENZA, QUINDI HA DOVUTO ANNULLARE TUTTI GLI APPUNTAMENTI FINO A NATALE. SI DICE ABBIA SOFFERTO DI EMBOLIA POLMONARE. A marzo, è stato curato per cancro alla prostata.

https://gloria.tv/post/xHRLwgnt28jZ4Ad2sRJ1Qig6E

PREGHIAMO CON CARITA' CRISTIANA, CHE IL CARDINALE DI VIENNA SI PENTA DEI SUOI ABOMINI, E SI CONVERTA NUOVAMENTE A DIO, ABBONDANDANDO PER SEMPRE LE SUE ERESIE, PRIMA CHE ESALI L'ULTIMO RESPIRO……

Luz
Luz
4 anni fa

Dal sito di Aviso su Garabandal

"My Friends, please just few words between us about the Garabandal Eucharist Martyr story, we have debunked the St Hermenegild possibility years ago here and elsewhere, I personnaly spent probably around a year about this topic only, in the village as we some relatives close to Father Laffineur, the Garabandal Pioneer and the only one who sent to Rome a full dossier about the Apparitions as he was wasked for it, so what we know for sure to date about it :

1. It’s not St Hermenegild, the Eucharist Martyr is a young boy (a child), not spanish, Hermenegild was married and Spanish
2. It’s not on holy week, holy Thursday, our Lady or our Lord’s Feast
3. Description given by the seer herself match Saint Tarcisius
4. The Great Miracle will happen in April
5. De facto Probably not on April 13th

Those main details are to date, basic facts to many of us, thank you".

Luz

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Luz

Si vabbe'… e per chi conosce solo l'italiano?
Qualcuno di buona volonta?
Grazie.

Anvedi ao'
Anvedi ao'
4 anni fa
Rispondi a  Luz

MMazza' ao' se a volonta' se venneva eravate du straccioni…

HDC
HDC
4 anni fa
Rispondi a  Luz

Ci perdiamo troppo dietro a Garabandal, scordando invece i segni profetici di La Salette.

Il Samaritano
Il Samaritano
4 anni fa
Rispondi a  Luz

Amici miei, per favore, solo poche parole tra di noi sulla storia dell'Eucaristia martire di Garabandal, abbiamo sfatato la possibilità di Sant'Ermegegina anni fa qui e altrove, personalmente ho trascorso probabilmente circa un anno solo su questo argomento, nel villaggio mentre alcuni parenti chiudono a padre Laffineur, il pioniere del Garabandal e l'unico che ha inviato a Roma un dossier completo sulle apparizioni mentre veniva lavato per esso, quindi quello che sappiamo per certo risalire al riguardo:

1. Non è St Hermenegild, l'Eucaristia Martire è un ragazzo (un bambino), non spagnolo, Hermenegild era sposata e spagnola
2. Non è la settimana santa, il giovedì santo, la festa della Madonna o del Signore
3. La descrizione fornita dallo stesso veggente corrisponde a San Tarcisio
4. Il Grande Miracolo accadrà ad aprile
5. Di fatto probabilmente non il 13 aprile

Questi dettagli principali sono fino ad oggi, fatti di base per molti di noi, grazie ".

Nel sito c'è anche un'interessante commento di un'utente:
Ho preso una delle mie vecchie Garabandal International, datata aprile-giugno 2002, che ricevo dall'Australia (sono un kiwi, neozelandese) molto interessante: ecco cosa si legge: “Conchita ha cercato personalmente per trovare un indizio liturgico su il futuro giorno del miracolo. Ha dato alcuni suggerimenti significativi alle persone e dovrebbe essere rivelato il seguente. Dopo aver letto un calendario liturgico per il 1963, lesse la corrispondente data del giorno del Miracolo, (tranne l'anno in cui già sapeva che sarebbe successo) il nome e una nota concisa di un santo martire dell'Eucaristia. Alla fine avrebbe detto che non era spagnolo, aveva 22 anni quando fu martirizzato e che la sua festa non fu celebrata nel 1963, perché avvenne durante la Settimana Santa. ”È Saint Hermgild, il 13 aprile 2023.? È mezzo spagnolo.

Aviso non è attendibile ha sbagliato tante volte , non capisco perché insiste su San Tarcisio che viene celebrato il 15 agosto, per me il santo è Ermenegildo che si festeggia il 13 Aprile e che è Visigoto, non Spagnolo.
Dott. g.i. solo tu puoi illuminarci su questo punto? Qual è il santo che attualmente viene considerato più attendibile nelle varie ipotesi ?? grazie

Il Samaritano
Il Samaritano
4 anni fa
Rispondi a  Luz

Aviso insiste :
“Il Miracolo si svolgerà nella festa di un giovane martire dell'Eucaristia. Era un
ragazzo che portava la Santa Comunione ai cristiani perseguitati. I suoi compagni di gioco,
vedendolo passare, cercò di costringerlo a unirsi ai loro giochi. Quando ha rifiutato, loro
lo lapidò a morte e scappò via. Un soldato cristiano che stava passando portava con sé il suo
corpo lontano. "
Conchita agli amici francesi, settembre 1963

Dott. g.i. quali sono le tue informazioni ??

Il Samaritano
Il Samaritano
4 anni fa
Rispondi a  Luz

Altre informazioni che identificano San Tarcisio:
Conchita descrive il giovane martire dell'Eucaristia “Il miracolo si svolgerà alla festa di un giovane martire dell'Eucaristia. Era un ragazzo che ha portato la comunione ai cristiani perseguitati. I suoi compagni di gioco, guardandolo passare, hanno cercato di costringerlo a partecipare ai suoi giochi. Quando ha rifiutato, è stato lapidato a morte ed è fuggito. Un soldato cristiano di passaggio portava il suo corpo. "(Libro La stella sulla montagna; p. 121)

San Tarsicio è stato correttamente identificato come il "Martire dell'Eucaristia", non è spagnolo e il suo nome è strano. Scartò completamente San Hermenegildo per essere spagnolo, era un martire in difesa della fede che rigettava la comunione di un vescovo non cattolico, e anche San Estanislao che fu ucciso all'altare per celebrare la Santa Messa per aver denunciato la corruzione sociale e politica. Nessuno dei due sono martiri dell'Eucaristia, un martire dell'Eucaristia è ciò che muore per difendere l'Eucaristia.

Attualmente il festival di San Tarsicio viene celebrato lo stesso giorno dell'Assunta, il 15 agosto, organizzato dal "martirologio romano". Ovviamente questo giorno non può essere il giorno del Miracolo. Nella Chiesa cattolica, i martiri vengono commemorati ogni anno il giorno della loro morte. Il giorno della morte di San Tarsicio è sconosciuto poiché Papa Benedetto XVI indica "Non abbiamo molte notizie su di lui" .

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Stiamo entrando anno dopo anno e mese dopo mese, nella fase storica della PERSECUZIONE agli uomini e donne di fede, in una vera DITTATURA RELIGIOSA, che perseguita coloro che vogliono rimanere nella verità di sempre, nella fedeltà agli “insegnamenti del passato”, i quali non si possono disconoscere, pena il rinnegamento di Cristo Gesù Signore Nostro, e tutto avviane per disposizione “dall’alto” cioè dal VATICANO, come ci ha predetto più volte la Madonna di Anguera:

N. 3837 – 24/6/2013
“Cari figli, camminate verso un futuro di grandi prove spirituali. Gli uomini e le donne di fede porteranno una croce pesante. Il futuro della Chiesa sarà segnato da una grande divisione e una TRISTE DITTATURA RELIGIOSA. Soffro per quello che vi aspetta.”……

N. 4777 – il 26/03/2019
….”Camminate per un futuro di grandi persecuzioni. Gli uomini e le donne di fede berranno il calice amaro della sofferenza. Cercheranno il Prezioso Alimento e in molti luoghi non Lo troveranno. Adoreranno il Signore in luoghi segreti. Molti templi saranno chiusi e CI SARÀ UNA GRANDE DITTATURA RELIGIOSA. Coraggio. Il Mio Gesù sarà con voi. Non c'è vittoria senza croce”…..

4.486 – 18/06/2017
…..Questo è il tempo del Calvario per gli uomini e le donne di fede. Qualunque cosa accada, non allontanatevi dalla verità. Guardate l’esempio di fedeltà di Giosafat. GIOSAFAT È DIVENTATO UN VERO SUCCESSORE PERCHÉ NON BUTTÒ VIA QUELLO CHE DIO ISPIRÒ AI SUOI PREDECESSORI. State attenti. Non dimenticate gli insegnamenti del passato, perché solamente così potete rimanere fedeli alla verità. Io sono vostra Madre e sono al vostro fianco. Camminate per un futuro doloroso. I fedeli porteranno una croce pesante, perché affronteranno UNA TERRIBILE DITTATURA RELIGIOSA. Coraggio……

«QUELLE CLARISSE PREGANO TROPPO». CACCIATE DAL MONASTERO
L'incredibile storia di suor Maria Giuliana e altre 5 monache del Monastero di Porto Viro, provincia di Rovigo e diocesi di Chioggia, che due anni fa hanno vista distrutta la loro comunità, commissariata dal Vaticano su richiesta del vescovo di Chioggia e del ministro delle provincia francescana: la madre accusata pubblicamente di plagio delle suore e di scandali economici, ma le radici del problema SONO NELLA LUNGA RESISTENZA ingaggiata da suor Maria Giuliana al tentativo di stravolgere la vita contemplativa e la regola di Santa Chiara. TRA I CAPI D'ACCUSA: LA PRESENZA IN CONVENTO DI STATUE DI SAN MICHELE ARCANGELO.

…….. Quali accuse? Probabilmente quelle che torneranno qualche mese dopo a giustificare il decreto di commissariamento: essenzialmente plagio delle suore da parte della madre, e giro di importanti somme di denaro gestite in modo autonomo dalla madre all’insaputa delle monache. TUTTE ACCUSE CHE LE SUORE HANNO RESPINTO E PROVATO FALSE, ANCHE IN UNA DELLE TANTE LETTERE A PAPA FRANCESCO RIMASTE SENZA RISPOSTA ALCUNA…..
….Ma appare abbastanza chiaro che si tratta di pretesti per porre fine all’esperienza di un monastero di clarisse un po’ diverso dalle altre, semplicemente perché voleva restare fedele alla regola di Santa Chiara, con una clausura stretta e una vita intensa di preghiera. Cose che evidentemente non vanno più di moda. Si capisce da un passaggio del decreto vaticano del 5 dicembre 2017 con cui si conferma l’allontanamento di suor Maria Giuliana dal monastero di Porto Viro.

Come prova del plagio e del condizionamento esercitato sulle monache, si legge che «IL MONASTERO È PIENO DI IMMAGINI SACRE. UNA STATUA CHE RICORRE PRESSOCHÉ IN OGNI AMBIENTE È QUELLA DI SAN MICHELE ARCANGELO, “PROTETTORE DAL NEMICO E DA TUTTI I POSSIBILI NEMICI”, SECONDO LA SPIEGAZIONE DELLE MONACHE». Curioso: si è arrivati al punto che in Vaticano fa scandalo la presenza di immagini sacre in un convento, e in particolare di SAN MICHELE ARCANGELO, di cui evidentemente si ignora identità e missione se si deve citare la spiegazione delle suore, prendendone le dovute distanze….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

…..Ma poi si scopre che la vicenda ha radici molto più lontane nel tempo e ha a che fare con la volontà di stravolgere senso e modalità della vita religiosa. Suor Maria Giuliana era inizialmente entrata nel monastero di Montegrotto (PD) nel 1982 e quasi subito si era trovata a dover combattere contro i tentativi di modernizzazione della vita claustrale: «A CAUSA DI ALCUNI FRATI, PENETRARONO NEL MONASTERO IDEOLOGIE ERRATE, MEDITAZIONE TRASCENDENTALE, PSICOLOGIA FREUDIANA E ALTRO; E IO, SAPENDO CHE ERANO GRAVI ERRORI MI OPPOSI». Al punto che ben presto dovette cambiare monastero, scegliendo quello di Porto Viro. Diventata abbadessa, si ritrovò ben presto nella stessa battaglia: facendo parte di una federazione di monasteri, quello di Porto Viro rappresentava l’unica forma di resistenza all’annacquamento della regola di Santa Chiara, l’unico a difendere l’autonomia dei monasteri e la vita contemplativa.

Allora però suor Maria Giuliana e il monastero di Porto Viro potevano contare sull’ascolto e sul sostegno della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata: il prefetto, cardinale Eduardo Martinez Somalo, e il sotto-segretario padre Jesus Torres, hanno più volte appoggiato esplicitamente la battaglia del monastero di Porto Viro fino a decretare la separazione del Monastero dalla Federazione Veneto-Emilia Romagna nel settembre 2000.
Questo però è stato solo l’inizio di un nuovo capitolo NELLA GUERRA DICHIARATA contro la “mosca bianca” Porto Viro; e CON IL CAMBIO DI CLIMA IN VATICANO I NEMICI DI SUOR MARIA GIULIANA SEMBRANO AVER AVUTO BUON GIOCO: inutili infatti le decine di lettere inviate ai nuovi capi della Congregazione per gli Istituti di Vita consacrata, il prefetto cardinale Joao Braz de Aviz, e il segretario monsignor José Rodriguez Carballo, con la richiesta di potersi difendere dalle accuse. Mai una risposta, neanche alle lettere di supplica e di incontro inviate a papa Francesco. Così suor Maria Giuliana e le sue suore sono state lasciate in balìa della Commissaria e del ministro della provincia francescana.

«La Commissaria – dice suor Maria Giuliana – mi accusava di condizionare le suore ancora dopo il suo arrivo, ma è assurdo; IN REALTÀ MI HA SEGREGATA PER 5 MESI NELLA MIA CELLA, TOGLIENDOMI QUALSIASI COMUNICAZIONE CON LE SORELLE». E le altre suore confermano il clima pesante creato all’interno del monastero, con offese gravi alla madre, anche da parte del ministro francescano padre Favretto, riferiscono anche di strattonamenti e insulti gravi alle resistenze di suor Giuliana alla decisione di trasferirla in altro luogo. «MI DAVANO DELLA MATTA e avevano già preparato il mio trasferimento alla Casa Raffael di Genova», che in effetti è una casa di cura per religiose in crisi spirituale o con disagi psichici.

L’affermazione di suor Maria Giuliana trova in effetti conferma nel decreto del 25 ottobre 2017 firmato dal cardinale Braz de Aviz, che dà potere alla Commissaria di provvedere al trasferimento presso questa struttura «per un tempo indefinito». Il ricorso di Suor Maria Giuliana le ha permesso di guadagnare tempo, MA HA ANCHE RESO ANCORA PIÙ AGGRESSIVI I SUOI NEMICI; e, come già detto, un capitolo di questa storia si è chiuso con la richiesta di esclaustrazione di almeno un anno da parte di suor Maria Giuliana, «per ristabilirmi in salute e ritrovare pace nel mio animo»; E CON LA RISPOSTA VATICANA (14 FEBBRAIO 2018) CHE LE IMPONE LA DEPOSIZIONE DELL’ABITO RELIGIOSO E LA SEPARAZIONE DEFINITIVA DAL MONASTERO…..

….Ma nelle parole e nello sguardo di suor Maria Giuliana non c’è risentimento verso chi le ha fatto così tanto male: «Li ringrazio perché HO POTUTO CAPIRE COS’È LA PERSECUZIONE. Però voglio verità e giustizia: questa è la mia vocazione, sono una suora e deve essere ristabilita la verità sul monastero di Porto Viro»…..

https://lanuovabq.it/it/quelle-clarisse-pregano-troppo-cacciate-dal-monastero

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Se la prende con i deboli … ma se gli capiterà di cadere nelle mani di non proprio gentiluomini, mi tapperò le orecchie per non sentirlo frignare …
P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Signor Remox, lei ritiene che il sinodo sull'Amazzonia sia proprio il sinodo a cui si riferiva la Madonna di Garabandal quando disse che un sinodo avrebbe anticipato il grande avvertimento?
GIONA

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non saprei, immagino di no. Penso che siano in programma altri incontri, ma tutto può essere, come disse Benedetto XBI.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Giona dopo anni, non puoi evitarti la diagnosi:tu soffri di precocita'.Chissa' se i tuoi alunni se ne sono accorti 😉

SAVERIO
SAVERIO
4 anni fa

Su questa pagina Facebook in spagnolo ho trovato delle importanti indicazioni di Conchita sul giorno del grande Miracolo…
https://www.facebook.com/notes/los-%C3%BAltimos-tiempos/el-gran-milagro-edici%C3%B3n-especial/574895849383047
"Nascita di Conchita: anno 1949
Dogma Mariano: Assunzione di Maria 1950
Canonizzazione: Papa San Pio X nel 1954
Giubileo ordinario: 1975

Non è una canonizzazione o un dogma mariano, poiché questi eventi si sono verificati nella vita di Conchita, né si riferisce ad un anno giubilare, dal momento che non è insolito né assomiglia alla definizione di dogma. Si riferisce a un decreto di riunificazione di una Chiesa particolare con la Chiesa di Roma. Forse una chiesa ortodossa.

Il miglior esempio di riunificazione di una Chiesa particolare con la Chiesa di Roma fu l'Unione di Brest. Questo grande evento ecclesiastico ebbe luogo negli anni 1595-1596. Questo evento è stato così significativo che Papa Giovanni Paolo II commemora il 400 ° anniversario in memoria del vescovo San Giosafat, martire dell'Unione dei cristiani
Conchita racconta qualcosa in più sul giorno del Miracolo "Sarà veramente un giorno eucaristico e sacerdotale, anche un giorno, per eccellenza, dell'Unità dei Cristiani." "

..ho collegato questa indiscrezione sulla coincidenza di un evento raro nella chiesa che avverrà in coincidenza del Miracolo con la notizia apparsa in questi giorni di una "probabile" riunificazione della chiesa cattolica con parte del mondo ortodosso…

https://gloria.tv/post/HDZZCZghKFsZ6ZyJxAZ3p99RF

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  SAVERIO

Io sono quasi certo che sia quello l'evento. Una riappacificazione fra oriente e occidente cristiani.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa
Rispondi a  SAVERIO

Infatti, sul diario Conchita lo dice a una sua parente,forse zia,che "Le Chiese si riuniranno".E' per questo che accenno sovente a sorprese anche positive e non solo negative nei prossimi anni e a un modello di Chiesa del futuro gia' "presentato"prima della vittoria di Maria,cosi' come nell'Ultima Cena Gesu' istitui' Eucarestia,sacerdozio ed episcopati prima della Passione.Allora i nemici getteranno la maschera e dato che controllano tutto il mondo useranno tutti i pezzi della scacchiera,Russia post-Putin compresa. Ma non bastera'.Un po' come nelle belle fiabe che si rispettano.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

Chiedo perdono a Remox per l'OFF TOPIC, ma credo sia una notizia importante, perchè è connessa con i suoi precedenti e recenti articoli sulla Turchia, Erdogan,le sue attività belliche e le sue provocazioni internazionali, il suo espansionismo simil-ottomano, e le profezie del monaco Pasios……

LA TURCHIA CONQUISTA CIPRO. PRETESE ASSURDE DI UN GOVERNO ESPANSIONISTA

La presenza della Turchia nel consesso internazionale e il suo modus vivendi degno delle migliori tradizioni ottomane si sta vedendo nel suo pseudo accordo con cui ha definito, in modo assolutamente arbitrario, le sue pretese sulle acque territoriali cipriote.
Premessa: Cipro, stato riconosciuto anche in sede ONU e membro dell’Unione Europea, ha una zona settentrionale, LA REPUBBLICA TURCA DI CIPRO DEL NORD, nata a seguito dell’invasione dell’isola da parte delle truppe turche negli anni settanta a difesa della locale minoranza turca. QUEST’ENTITÀ NON È RICONOSCIUTA A LIVELLO INTERNAZIONALE, UN NON STATO, che vive soltanto per il diretto appoggio economico e militare di Ankara.
Cipro ha definito, in accordo con l’ONU, l’Unione Europea e i confinanti Egitto, Israele, Libano e Grecia il proprio spazio economico esclusivo marittimo, EEZ, che potere vedere nella seguente immagine:…….

Data la presenza di idrocarburi nell’area, sottoposta ad esplorazione, Cipro ha provveduto ad assegnare le varie aree per lo sfruttamento minerario. Potete facilmente notare che si tratta di aree LONTANE dalle acque turche, paese con il quale sussiste ancora un contenzioso.

La Turchia prima ha mandato le sue navi militari a disturbare le operazioni di prospezione, quindi ha avuto un vero colpo di genio:
ha riunito una conferenza internazionale CON I DUE GOVERNI FANTOCCIO NON RICONOSCIUTI di Cipro Nord e di Haftar in Libia, e con questa fior di approvazione ha deciso una nuova Zona Economica Esclusiva, che potete vedere qui:……

……PRATICAMENTE CIPRO NORD (CIOÈ LA TURCHIA) E LA TURCHIA SI SONO ASSEGNATE TUTTE LE ACQUE LIMITROFE A CIPRO CHE, LETTERALMENTE, AVREBBE PERSO IL POSSESSO DELLE PROPRIE ACQUE TERRITORIALI.

Una situazione assurda che mostra il modus operandi assolutamente al di fuori degli schemi internazionale di Erdogan e che MERITEREBBE UNA RISPOSTA ARMATA DI QUELL’UNIONE di cui Cipro, teoricamente, fa parte, ma che per ora viene a latitare.
SIAMO TORNATI AI TEMPI DI LEPANTO, CON AL SOLA DIFFERENZA CHE, IN QUESTO CASO, MANCA UN DON GIOVANNI D’AUSTRIA.

https://scenarieconomici.it/la-turchia-conquista-cipro-pretese-assurde-di-un-governo-espansionsta/

L'ennesimo atto di guerra di Erdogan, o l'ennesima intollerabile provocazione, che potrebbe far traboccare il vaso…..

Remox
Remox
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Si, ne ha parlato giorni fa anche Maurizio Blondet. Tutto va nella direzione segnata dal Monaco Paisios. In Medioriente le terre occupate dalla Turchia, nel Mediterraneo le sue aspirazioni strategiche.
E' da qui che verrà per la Turchia il conflitto e quando verrà dovrà ritirare le truppe inviate nelle terre occupate in Siria.

sempreio
sempreio
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

ESCI FUORI DALLA CASA DI DIO!!!!!!!!!!

https://www.youtube.com/watch?v=YrWp4Ugxd6c

sempreio
sempreio
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z
sempreio
sempreio
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z
sempreio
sempreio
4 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z
Anonimo
Anonimo
4 anni fa

http://www.giornaledibordo.org/ :
26 novembre 2019
LA PEDOFILIA NELLA CHIESA CATTOLICA
{Nicola Corradi, prete italiano, condannato a 42 anni di carcere in Argentina
Pena analoga per il suo compare, il sacerdote Horacio Corbacho. Riconosciuti colpevoli di 43 stupri a danno di minori (anche di 4 anni!) affidati alle loro cure perché sordomuti. Almeno tre bambine rimasero incinte e si ignora che fine abbiano fatto i loro bebè. Le nequizie, protrattesi per anni, si svolgevano a La Plata e a Mendoza, nelle filiali dell’Istituto Provolo per sordomuti di Verona, dove lo stesso Corradi e altri preti sono accusati di violenze analoghe. Imputato indiretto – ma mai indagato – Jorge Bergoglio, che gli avvocati dei violentati accusano d’aver protetto i preti pedofili. È impensabile che Bergoglio, all’epoca arcivescovo di Buenos Aires, non sapesse, anche perché Corradi e compagnia brutta erano stati inseriti dall’Arcidiocesi di Boston nell’elenco dei preti pedofili, pubblicato su internet…
VATICANO COMPLICE
Silente da 11 anni
La prima denuncia alla magistratura contro i preti pedofili del Provolo di Verona risale al 28 novembre 2008. Nel 2014 presentato un esposto a Bergoglio, ch’era papa da un anno. Le vittime sinora accertate sono 60….}
http://www.ilgiornale.it/news/politica/prete-italiano-condannato-violenze-sui-sordomuti-1790201.html
{È stato vissuto così ieri, in diretta su Youtube, il processo della mega-causa per abuso sessuale e corruzione di minori con problemi di udito commessi da sacerdoti e personale dell'Istituto Provolo, un caso destinato ad avere ripercussioni in tutto il mondo, a cominciare dall'Italia visto che le violenze sessuali contro sordomuti minorenni erano iniziate nella casa madre dell'Istituto, a Verona, e le prime denunce risalgono agli anni 50…}.
Le fonti sono tante …. ho lasciato perdere…. Le debolezze umane sono da commiserare; ma questi fatti sono da manicomio criminale; mi è venuto il mal di stomaco e sono stato lì e lì per vomitare. La chiesa, in particolare italiana e argentina, sapeva? Bergoglio non sa nulla? Se Dio, come dicono, ha già espresso la sua condanna: “ Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare" (Matteo 18,6), sono …azzi loro! Il brutto è sì le nefandezze umane, ma il coprirle è da criminali; se si fosse intervenuto subito, i due sarebbero stati allontanati e curati per le loro manie criminali e le violenze fermate. Per queste cose non ci vedono; ma sono occhiuti solo nel caso di condannare delle suore che hanno il “vizio” di riempire le sale del convento di statue di san Michele Arcangelo! Per Dio non so, per me sono intellettualmente depravati. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciò di cui ci informi è inaccettabile. Mi chiedo come mai non ne parlano i media. Invoco la Giustizia Divina.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Si saranno venduti tutti l'anima al diavolo! P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sono più di 2 anni che se ne parla:
https://www.fanpage.it/esteri/scandalo-pedofilia-in-argentina-i-magistrati-interrogano-l-inviato-di-papa-francesco/
purtroppo in Italia non vi è stato nessun magistrato a differenza di quello argentino che abbia messo alle strette i complici del silenzio: ”il pubblico ministero Flavio D’Amore ha ascoltato l’inviato papale, padre Dante Simòn, per sentirlo come persona informata sui fatti. Il prelato si è dapprima rifiutato di rispondere alle domande del magistrato appellandosi al segreto pontificio, per poi arrendersi a cominciare a parlare. Alla fine dell’interrogatorio, il pubblico ministero a disposto al sacerdote di deporre tutto il materiale legato al caso Provolo oltre ad una relazione completa sull’indagine che la Chiesa sta compiendo in modo parallelo rispetto alla magistratura argentina”. Se non avesse collaborato avrebbe rischiato 4 anni di carcere. In Italia, silenzio. P.Riesz_

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa

12. IL GRANDE MIRACOLO DOVREBBE ACCADERE NEL PONTIFICATO DI FRANCISCO

https://www.facebook.com/notes/los-últimos-tiempos/el-gran-milagro-edición-especial/574895849383047
Vescovo: C'è qualche altra relazione tra Roma, il Santo Padre e il Miracolo di cui vorresti parlare?
Conchita: Sì. La Vergine ci ha detto qualcosa in relazione al Santo Padre, ed era che prima del Miracolo ci sarebbero stati solo altri tre Papi.

Se consideriamo "altri tre Papi" che hanno terminato il loro pontificato, allora il Miracolo sarebbe durante il pontificato di Francesco, se consideriamo "altri tre Papi" da quando hanno iniziato il suo pontificato, allora il Miracolo avrebbe dovuto avvenire nel pontificato di Papa Benedetto XVI. Il conteggio parte dal pontificato di Papa Giovanni XXIII, Papa Giovanni Paolo I non viene preso in considerazione, poiché Conchita disse che c'erano davvero 4 Papi ma che la Beata Vergine non ne contava uno.

1. Papa Paolo VI
2. Papa Giovanni Paolo II
3. Papa Benedetto XVI
4. Papa Francesco [Il miracolo]
È molto probabile che il Miracolo sia nel pontificato di Francesco, poiché prima che scoppi la guerra in Europa, un Papa deve visitare Mosca. Il più indicato per fare questo viaggio è Papa Francesco.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"Quali sono allo stato attuale le ipotesi su questo evento singolare della chiesa che coinciderà con il miracolo ?? un tentativo di unificazione con gli ortodossi?? l'accordo di un calendario religioso unico tra cattolici e ortodossi ??" (Mario Mancusi)

Sì, io credo entrambi.

“È un fatto singolare nella Chiesa che si verifica raramente e che non è mai successo nella mia vita. Non è niente di nuovo o straordinario, è semplicemente qualcosa di raro, come la definizione di un dogma, qualcosa che influenzerà l'intera Chiesa. Accadrà lo stesso giorno del Miracolo, però non come conseguenza di esso, ma per pura coincidenza." (Conchita 1974)

Non bisogna prendere per vero tutto quello che scrive Aviso. Molte sue affermazioni sono solo speculazioni o ipotesi.

Secondo Aviso, infatti, l'evento ecclesiastico che accadrà in quel giovedì, avrà a che fare con lo scisma. Ecco cosa scrive:

"Ciao Mike, l'evento all'interno della Chiesa che accadrà lo stesso giorno del Grande Miracolo come una coincidenza è per me legato al Papato, un possibile scisma che è già in corso; non può essere la consacrazione della Russia perché questo raro evento (ma non per la prima volta) è già successo in passato."

"Sì Anonimo, posso confermare che, l'evento ecclesiale sarà uno scisma aperto e legato a uno specifico Sinodo su Papa Francesco."
https://garabandalnews.org/2018/11/07/an-argument-for-2028-as-the-fulfillment-of-garabandal/

Come si può credere a una cosa del genere, che contrasta apertamente con le fonti di Garabandal?

Conchita ha parlato di un evento singolare, molto importante, raro, (acontecimiento muy importante, raro, singular) sia per la Chiesa che per tutta la cristianità, un evento felice e lieto (acontecimiento feliz y venturoso).

"Venturoso" significa "fortunato", "favorevole", "lieto", "di buona sorte", "felice".

Evento felice e fortunato non può essere una sventura come lo scisma. Né può essere un sinodo per deporre o per correggere gli errori di Papa Francesco (come crede Aviso). Sarebbe un evento a dir poco drammatico, non "felice".

Questo evento "feliz y venturoso" per la Chiesa non si è verificato durante la vita di Conchita e da quando lei è nata il 7 febbraio 1949, possiamo già eliminare un certo numero di eventi che si sono verificati nella Chiesa durante la vita di Conchita, cioè dal 1949 a oggi, o almeno dal 1949 al 1974:

– Anniversari o centenari di santi

– Beatificazioni o canonizzazioni

– Fondazione di nuovi istituti religiosi

– I grandi viaggi papali

– Congressi mariani

– Anni santi (1950, 1975, 1987/1988, 2003-2004 …)

– Morte di un Papa

– Elezione di un nuovo papa (1958, 1963, 1978, 2005 …)

– Un Concilio, Sinodo o Concistoro

– Un nuovo catechismo della Chiesa

– La definizione di un nuovo dogma mariano (quello dell'Assunzione di Maria ai cieli nel corpo e nell'anima, del 1° novembre 1950)

– L'istituzione di un nuova festa liturgica (María Regina, 1955)

– Consacrazioni speciali del mondo al Sacro Cuore e al Cuore Immacolato di Maria, (1984, 2000)

– ecc.

Nessuna teoria può eludere o andare contro questo vero indizio, dato da Conchita.
La teoria più accreditata, non solo su Internet, ma anche nei libri su Garabandal, dagli anni sessanta, è questo. Non è più un segreto.
È più che un'ipotesi credibile, perché si basa su un'altra apparizione mariana: Nostra Signora di Soufanieh.

Per otto anni, in un piccolo quartiere di Damasco, Siria, una donna e la sua piccola immagine della Vergine di Kazan (un souvenir acquistato in Bulgaria) essudavano olio inspiegabilmente, in occasione della Pasqua, ma solo quando le celebrazioni degli ortodossi e dei cattolici coincidevano.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

La veggente cattolica Myrna di Soufanieh, ha ricevuto per la prima volta le stimmate nel suo corpo il 25 novembre 1983. Il fenomeno si è ripresentato altre quattro volte, sempre il Giovedì santo nel 1984, 1987, 1990 e 2001. E soltanto negli anni in cui la Pasqua giuliana e la Pasqua gregoriana coincidevano di data.
Il messaggio dell’ultima apparizione della Vergine recita:
«Fondate una chiesa. Non ho detto: costruite una chiesa. La Chiesa che Gesù ha adottato è Una, perché Gesù è Uno. La Chiesa è il Regno di Dio sulla terra. Chi l’ha divisa ha peccato, e chi si è rallegrato della sua divisione ha peccato. Gesù l’ha edificata, ed essa era piccola; quando è diventata grande, si è divisa. E chi l’ha divisa non ha l’amore dentro di sé. RIUNIFICATEVI. Come sono belli i miei figli inginocchiati, in preghiera! Non siate divisi, come lo sono i grandi. Voi insegnerete alle generazioni le parole Unità, Amore e Fede».

Mentre l’ultimo dei messaggi trasmessi durante le visioni estatiche, il 26 novembre 1990, si apriva così:

«Non temere, figlia mia, se ti dico che questa è l’ultima volta che mi vedi, fino a quando la festa di Pasqua non sarà unificata».

E poi le ultimissime parole:

«Noi siamo con te e con chiunque desideri che la festa di Pasqua sia unificata».

http://www.tempi.it/siria-il-prodigio-pasquale-di-soufanieh-e-il-monito-divino-di-ai-miei-figli-che-e-a-loro-che-domando-l-unita#.V83VUUO_j3M

http://www.soufanieh.com/ITALIAN/general.htm

Ciò coincide perfettamente con le profezie di Garabandal sull'unificazione delle Chiese.
La Vergine a Garabandal ha annunciato uno degli eventi più importanti legati all'Avvertimento e al Miracolo: la conversione della Russia e l'unione delle Chiese. In una conversazione, con diversi testimoni, il 13 novembre 1965 (ultima apparizione della Vergine), Conchita disse "che ci sarà una sola religione, che coloro che sono separati si incontreranno di nuovo". Questo è stato ascoltato da numerosi testimoni durante l'estasi: "LE CHIESE SI UNIRANNO". Alcuni autori hanno ipotizzato che possa essere l'unione delle Chiese o, almeno, un passo preliminare (ad esempio, l'unificazione della data della celebrazione della Pasqua, che è attualmente diversa nelle Chiese Ortodosse e Romana).

C'è una curiosa coincidenza di date. In effetti, la rottura, fino ad oggi definitiva, tra cattolici e ortodossi fu consumata il 16 luglio 1054.
Il cardinale, un nunzio pontificio, scomunicò Michele Cerulario per mezzo di una bolla che depositò il 16 luglio 1054 sull'altare della Basilica di Santa Sofia e lasciò la città.
A sua volta, pochi giorni dopo (24 luglio), Cerulario rispose scomunicando il cardinale e il suo seguito, e bruciando pubblicamente la bolla romana, col che iniziò lo scisma.
È precisamente questa data (16 luglio) quella scelta dalla Madre di Dio per apparire a San Simone Stock, due secoli dopo, il 16 luglio 1251, sotto il titolo di Nostra Signora del Monte Carmelo, una data che il Cielo ha scelto proprio per le sue apparizioni a Garabandal, come per indicare che il grande scisma orientale si concluderà sotto il segno del Monte Carmelo.

Quel giovedì mattina, i capi delle Chiese potrebbero firmare qualche accordo importante, e nel pomeriggio, alle 20:30, la Vergine farà il Grande Miracolo, "non come conseguenza di ciò, ma come una coincidenza". La Madre di Dio, Theotokos, come la chiamano i Greci, confermerà con quel Miracolo che Dio APPROVA e BENEDICE quell'accordo e non le altre cose avvenute in precedenza. Infatti, sappiamo che lo scisma ci sarà poco prima dell'Avvertimento, mentre l'evento ecclesiastico non può riguardare direttamente lo scisma. Il Miracolo dirà a tutti i cristiani che la via da seguire è quella intrapresa quel giovedì mattina (e non altre vie).

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Un piccolo indizio.
Il 16 agosto 1961, padre Luis Andreu, che era morto da poco, si manifestò ai veggenti in un'apparizione. Questo eminente poliglotta, che aveva visto in anticipo il Miracolo, insegnò loro a pregare l'Ave Maria in GRECO. Perché la Vergine voleva che le ragazze imparassero a pregare in greco, cioè in una delle principali lingue della liturgia ortodossa?

Non entro nella discussione sul santo martire dell'Eucarestia perché è una storia lunga e intricata, anche con alcune (almeno apparenti) contraddizioni.
Dico solo che non credo che il santo martire sia sant'Ermenegildo. In questo concordo con Aviso. Escludo però il santo, ma non il giorno.

Il Miracolo accadrà:

«En la fiesta de un mártir de la Eucaristía, QUE NO ES ESPAÑOL, y que tiene un nombre extraño (al menos para los españoles)»
https://ourlady.ca/wp-content/uploads/2018/12/Cuando-ocurrira-Milagro.pdf

Il santo martire NON È SPAGNOLO ed ha un nome "strano" almeno per gli spagnoli.

Qualcuno può dimostrarmi che sant'Ermenegildo non è spagnolo?

Essendo nato in Spagna (non si sa se a Siviglia o Medina del Campo) è spagnolo. Non contano le origini dei suoi genitori (visigoti). Talmente spagnolo per nascita (e patrono della Spagna), che il re Felipe II fece una petizione al papa per chiederne la canonizzazione e il papa Sisto V lo canonizzò nel millenario della morte.

Quanto al nome del santo martire, esso è definito "extraño" o "raro" per gli spagnoli (ossia per la lingua spagnola), proprio perché il santo non è spagnolo, ma è di un'altra nazione.

Il fatto raccontato da una utente che citava il mensile "Garabandal International Magazine" di aprile/giugno 2002, posso chiarirlo.
Si trattava di un articolo scritto da Jacques Serre (autore anche di un libro su Garabandal), il quale riportava una voce proveniente dai paesani (quindi un'ipotesi):

"Alla fine [Conchita] AVREBBE DETTO che non era spagnolo, aveva 22 anni quando fu martirizzato e che la sua festa non fu celebrata nel 1963, perché avvenne durante la Settimana Santa."

"She would eventually say he was not Spanish, was 22 years old when martyred, and that his Feastday was not celebrated in 1963, because it occurred during Holy Week."

Non nominando S. Ermenegildo, l'autore riportava una voce, senza dichiarare da dove proveniva: infatti usava il condizionale (eventually, "avrebbe detto"). Si può liquidare il tutto come una ipotesi.

Giustamente, Aviso ricorda che il 13 aprile 1995, festa di Sant'Ermenegildo, sulla base di simili indiscrezioni dei cosiddetti esperti di Garabandal, migliaia di persone senza aspettare alcun annuncio da Conchita e convinti che il Grande Miracolo sarebbe avvenuto in quell'anno, si recarono nel villaggio di Garabandal, creando caos e confusione, al punto che dovette intervenire la polizia.

Queste speculazioni fanno danni.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

S. Tarcisio è una vecchia ipotesi, sempre valida.

Di S. Tarcisio non si hanno notizie precise. Il Martirologio romano (antichissimo martirologio) ne fissa la morte il 15 agosto del 257 d.C. (perciò, si festeggia il giorno 15 agosto).

Aviso sostiene che il santo martire sia S. Tarcisio. E ciò è possibile, ma non oggi.
È possibile, infatti, che la festa di San Tarsicio sia spostata in futuro ad aprile tra i giorni 8 e 16. Se accadrà questo, è certamente lui il santo martire. Attualmente, non è possibile.

Come ho già detto, attualmente la Chiesa cattolica festeggia S. Tarcisio il 15 agosto, che è ritenuto il giorno della sua morte (dies natalis). Quindi, PER IL MOMENTO non può essere lui. Il Martirologio Romano ne fissa la data al 15 agosto, da sempre.

Se la festa di San Tarsicio sarà fissata in futuro ad aprile tra i giorni 8 e 16, allora diventerà possibile. Ma nessuno può affermare, senza fornire alcuna prova, che il dies natalis sia l'11 o il 12 aprile. Sarebbe ridicolo. Occorrono prove storiche o archeologiche, che per ora non ci sono.

Dunque, se le cose rimanessero sempre come sono attualmente, S. Tarcisio non potrebbe essere il santo martire.

Paradossalmente, se, per esempio, la festa di s. Tarcisio sarà inserita nel Calendario per il giorno 13 aprile, noi avremmo che la data del Miracolo sarebbe nella festa sia di s. Ermenegildo, sia di s. Tarcisio, entrambi martiri dell'Eucarestia (e sparirebbero le attuali contraddizioni). Perciò bisogna aspettare.

mario mancusi
mario mancusi
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Grazie sempre preciso, la madonna ha voluto lasciare un mistero sulla data del miracolo, altrimenti con tutti gli indizi dati, sarebbe stato facile individuarla in anticipo, con tutto quello che comporta, come hai ben evidenziato sopra.

Per quanto riguarda l'affermazione che ho riportato sopra ti risulta??

https://www.facebook.com/notes/los-últimos-tiempos/el-gran-milagro-edición-especial/574895849383047
Vescovo: C'è qualche altra relazione tra Roma, il Santo Padre e il Miracolo di cui vorresti parlare?
Conchita: Sì. La Vergine ci ha detto qualcosa in relazione al Santo Padre, ed era che prima del Miracolo ci sarebbero stati solo altri tre Papi.

invece cosa ne pensi della mia ipotesi:
Comunque anche questa interpretazione giunge alla stessa conclusione
1 Gloria olivae= Benedetto XVI il Papa dell'esilio
2 In persecutione extrema Sanctae Romanae Ecclesiae sedebi= è deliberatamente privo di nomi papali perché quelli che "siedono" non sono affatto papi, quindi potrebbe indicare più di un papa dubbio (Papa Francesco e il secondo Papa dubbio )
3 Petrus Romanus, il papa dei tre anni martirizzato.

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"In persecutione extrema Sanctae Romanae Ecclesiae sedebit è deliberatamente privo di nomi papali perché quelli che "siedono" non sono affatto papi, quindi potrebbe indicare più di un papa dubbio…" (Mario Mancusi)

Se è valida l'ipotesi che la frase "In persecutione extrema Sanctae Romanae Ecclesiae sedebit" rappresenta un motto a sé stante, distinto dalla frase che segue, allora non può che indicare UN SOLO Papa e non più papi. Al massimo può indicare un antipapa, visto che tra i motti ce ne sono alcuni indicanti antipapi. Ma sempre UNO SOLO. Infatti, il verbo "sedebit" è al singolare (indicativo futuro, 3a persona singolare: siederà) e non "sedebunt" (siederanno).
Inoltre, esso è "privo di nomi papali" perché nessun motto contiene nomi di papi, tranne l'ultimo (che non è un motto, ma un periodo) e che contiene il nome di Petrus Romanus.

Come dissi in passato, il testo "In persecutione extrema Sanctae Romanae Ecclesiae sedebit", in lingua latina, è una perfetta frase di senso compiuto, con il verbo posto alla fine (come usa fare il latino). E dopo "sedebit" c'è il punto. Problemi testuali, quindi, non se ne porrebbero.

Il verbo è usato in molti altri motti, sempre di senso compiuto.

"De Schola exiet"
("Uscirà dalla scuola") il papa Clemente III di cognome "Scolari".

Anche questo motto ha il verbo al futuro (exiet, da exeo) ed è una frase compiuta, ancorché breve.
Il verbo "exiet" è posto alla fine della frase, come il verbo "sedebit" (ugualmente futuro).

"Fructus Jovis juvabit."
("Il frutto di Giove sarà utile, gioverà") il papa Giulio II, Giuliano Della Rovere (il rovere è una quercia sacra a Giove).

Anche questo motto ha il verbo al futuro "juvabit", disposto alla fine della frase (come "sedebit").

dott. G.I.
dott. G.I.
4 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Riguardo all'altra questione riportata nella pagina Facebook dell'Ing. Raymond Yerks al punto 12 (cioè che il Miracolo deve accadere durante il pontificato di Francesco), l'autore non cita la fonte precisa, ma lo faccio io.

La frase è tratta dalla famosa intervista che Conchita concesse all'arcivescovo Mons. Garmendia, il 27 agosto 1981. È lunga, ma molto importante.
Qui c'è la trascrizione:
http://ecosdegarabandal.blogspot.com/2013/08/entrevista-de-mons-garmendia-conchita.html

Ad una precisa domanda dell'arcivescovo, Conchita si lascia sfuggire la frase che: "…PRIMA del Miracolo ci saranno solo tre papi…".
Poi, subito chiede scusa e si corregge, dicendo che non ha detto "PRIMA" di nulla, ma solo che restavano tre papi.

Questo, l'ingegnere non l'ha detto. Se Conchita si è corretta, la frase non può essere presa per vera.

FG: Qualche altra cosa legata a Roma, Garabandal, Roma, il Papa?

Conchita: La Vergine ci ha detto che prima del Miracolo sarebbero rimasti solo tre Papi. Mi scusi, ho detto che ci sarebbero stati solo altri tre papi, non ho detto prima di nulla, ho detto che sono rimasti altri tre papi, niente più di altri tre papi, stava parlando della Fine dei Tempi. A quel tempo c'era Giovanni XXIII.

FG: ¿Alguna otra cosa relacionada con Roma, Garabandal, Roma, el Papa?

Conchita: La Virgen nos dijo que antes del Milagro solamente quedarían tres Papas. Perdone, dijo que solamente habría tres Papas más, no dijo antes de nada, dijo faltan tres Papas más, nada más que habrá tres Papas más, ella estaba hablando del Final de los Tiempos. En ese tiempo estaba Juan XXIII.

Conchita si corregge e dice: "No dijo ANTES de nada" (non ho detto prima di nulla). L'arcivescovo le tende un'altra insidia e lei per la seconda volta si corregge e dice che non ha detto "prima" di nulla, ma solo che restavano tre papi.
Dunque, il fatto citato dall’ingegnere non può essere sostenuto.

Bisognerebbe capire se è un semplice lapsus, oppure se è qualcosa che le è sfuggito involontariamente e subito si è corretta.

Qui c'è la registrazione audio dell'intervista (si capisce):
https://www.youtube.com/watch?v=VBq30W4Z6fk
dal min. 0:43 a 1:50

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Quando parlammo anni fa di san Tarcisio,feci caso che il 15 agosto non e' solo la Festa dell'Assunzione,ma anche quella della Dormizione per gli Ortodossi.Un'eventuale riunificazione,almeno con gli Ortodossi o una loro parte,se comportasse la creazione di una festa comune per il 15 agosto,potrebbe proprio suggerire di spostare san Tarcisio,festeggiato solo in Occidente,nello stesso giorno di san Ermenegildo,festeggiato 1l 13 aprile in Occidente ma il 1 gennaio oppure il 1 novembre tra gli Ortodossi.1 gennaio che per noi e' festa della Madre di Dio e 1 novembre che e' il giorno della proclamazione del Dogma dell'Assunzione nel 1950.Un bel modo per mettere in ordine anche qualche differenza forse piu' formale e diplomatica che sostanziale.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Che poi Madonna ed Eucarestia sono le due colonne,si richiamano a vicenda,e sono col Papato le tre "cose bianche".Tutte e tre sotto attacco.Un santo triangolo terreno che incrociandosi col triangolo celeste ,la Ss.Trinita',puo' fare "quadrato" ed essere indistruttubile.Maria perla in Cielo nell'ostrica Trinitaria,onnipotente per Grazia,mediatrice di Grazia e,in Terra, corredentrice ,Madre del mondo e Signora dei popoli.Alla faccia dei modernisti e dei loro calcoli meschini e vigliacchi,e delle loro becere banalizzazioni sociologiche e politiche.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

La "diplomazia"dei modernisti verso i protestanti a riguardo dei Dogmi Mariani e' analoga e forse un po' madre di quella del governo italiano verso il mondo,la Germania il MES.Una diplomazia del cavolo,autolesionista, controproducente, traditrice verso la Costituzione e verso il popolo.Gl'idioti di Dusseldorf, riciclati in kapo' di Dusserdolf,aggressivi e risarciti a spese nostre nel 2011-2012 dopo essere stati fregati da Wall Street e dalla City nel decennio precedente,possono insegnarci solo la vigliaccheria criminale e l'arroganza ladra e assassina quanto ipocrita e in malafede marcia e rivestita di pretestuosita'e votata alla catastrofe suicida.Come Lutero appunto,loro degno rappresentante ed "esportato" pure quello tra gli adoratori di idoli.Non lasceranno traccia.Stavolta, sperabilmente, che la Germania e la Francia siano costrette a fare debito per salvare le loro banche,invece di salvarle coi soldi nostri affossandoci ancora di piu' e in maniera premeditata per saccheggiarci ancora e sconfiggere in maniera sleale e criminale la nostra concorrenza a livello di medie e piccole imprese sane e virtuose e di attitudine al risparmio virtuoso,non quello idiota sulle infrastrutture.La questione e'politica, non tecnica o altro,e chi non lo dice,merita lo stesso trattamento che meritano gli azzeccagarbugli e bari di Bruxelles:sputargli negli occhi e rovesciare il tavolo.Se serve,estrarre la pistola ad acqua e sparare.Si fa per "delirare",naturalmente 😉

Spring
Spring
4 anni fa

«Francia: oggi sciopero generale

… I servizi si fermeranno quasi del tutto per tutto il giorno: dagli aerei ai treni, da autobus e metro alle scuole, fino agli ospedali, aperti solo per le emergenze. In tutto il paese si attende una mobilitazione di massa, tra le più imponenti degli ultimi anni. Sono circa 250 le manifestazioni annunciate a Parigi ed in altre città, promosse da sindacati, partiti dell'opposizione e 'gilet gialli' per chiedere al presidente francese di . La capitale sarà blindata, con seimila poliziotti dispiegati …»

fonte:
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2019/12/05/francia-oggi-sciopero-generale_3c7a9775-32f0-414d-8ea1-18daef55d37e.html

Per non parlare del vertice NATO (la foto sul sito di Blondet è abbastanza eloquente) e della webtax che il senato non ha intenzione di cambiare (forse qualche ritocchino).

Quanto manca all'alba?

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa

GRETA SVELA LA VERA FACCIA DELL’ECOLOGISMO, L’ODIO DI SÉ DELL’OCCIDENTE
Giulio Meotti –Il Foglio, 4 Dicembre 2019

GRETA THUNBERG: “DOPOTUTTO, LA CRISI CLIMATICA NON RIGUARDA SOLO L’AMBIENTE. I SISTEMI DI OPPRESSIONE COLONIALE, RAZZISTA E PATRIARCALE L’HANNO CREATA E ALIMENTATA. DOBBIAMO SMANTELLARLI TUTTI”.
Siamo nel cuore della vera faccia dell’estremismo ecologista, che non è tanto la premura per l’ambiente, ma quella di UN OCCIDENTE SOMMERSO DALL’ODIO DI SÉ. Siamo nella nuova fase dell’ambientalismo.
Nessun discorso, nessun documento, nessuna analisi ambientalista può concludersi senza che riecheggi il grande luogo comune: l’uomo bianco è malvagio.

In un saggio dal titolo “Mass Death Dies Hard”, il compianto critico culturale australiano Clive James, da poco scomparso a Cambridge, definiva la campagna sul global warming come un “animus rivoluzionario contro la democrazia liberale”, un “abracadabra” il cui vero scopo potrebbe essere quello di “CREARE UN GOVERNO MONDIALE che assicurerà quella che Robert Mugabe chiama ‘LA GIUSTIZIA DEL CLIMA’, in cui il capitalismo è sostituito da qualcosa di altruistico”.

Questo prima che Greta Thunberg saltasse la scuola in Svezia per salvare il pianeta, prima che diventasse una icona mondiale, prima che si imbarcasse su un catamarano per l’America, prima che questa settimana arrivasse a Madrid per il summit sul clima delle Nazioni Unite. “Why we strike again” è il titolo dell’editoriale scritto da Greta su Project Syndicate per spiegare perché è importante protestare. “Tale azione deve essere potente e di ampio respiro”, scrive l’ambientalista svedese.

“DOPOTUTTO, LA CRISI CLIMATICA NON RIGUARDA SOLO L’AMBIENTE. I SISTEMI DI OPPRESSIONE COLONIALE, RAZZISTA E PATRIARCALE L’HANNO CREATA E ALIMENTATA. DOBBIAMO SMANTELLARLI TUTTI”.

Rileggiamola bene:

LA CRISI CLIMATICA È FRUTTO DEL RAZZISMO, DEL COLONIALISMO E DEL PATRIARCATO OCCIDENTALI, CHE VANNO SMANTELLATI.

Siamo nel cuore della vera faccia dell’estremismo ecologista, che non è tanto la premura per l’ambiente, ma quella di un occidente sommerso dall’odio di sé. Siamo nella nuova fase dell’ambientalismo.

Il Guardian ha pubblicato una serie di interviste sulla “giustizia climatica”, a cominciare da quella al suo ideatore, Robert Bullard. Si rilegge anche la storia attraverso questa lente. Ricercatori della University College di Londra hanno di recente spiegato che la colonizzazione delle Americhe da parte di Cristoforo
Colombo (le cui statue sono state abbattute perché in odore di “razzismo”) ha riscaldato il clima, impattando sulla salute del pianeta. E’ la convergenza perfetta dei capri espiatori:

• IL MARXISMO, che ha individuato nel capitalismo il responsabile delle miserie umane;

• Il TERZOMONDISMO, che ha elevato l’occidente a criminale della storia,

• L’AMBIENTALISMO, dove il colpevole è l’uomo stesso.

Parlando con il settimanale francese Point, Michael Shellenberger, “eroe dell’ambiente” secondo la rivista Time, ha detto che questo moralismo ecologista vorrebbe farci “vivere come nei paesi poveri. Greta Thunberg non vivrà come una congolese, è ridicolo. La sua esistenza è quella di una ricca bambina svedese”.
E’ l’idea di appartenere alla feccia dell’umanità, così che l’interesse di tutti i diseredati sociali e gli emarginati culturali viene a coincidere, tanto che nessun discorso, nessun documento, nessuna analisi ambientalista possa concludersi senza che riecheggi il grande luogo comune: l’uomo bianco è malvagio.
Come ha scritto Pascal Bruckner nel suo “Fanatismo dell’Apocalisse”, la preoccupazione ambientale è universale, la fine del mondo è esclusivamente occidentale. L’indiano Barun Mitra conferì un “premio” speciale alle ong occidentali per la loro opera “di sostegno della povertà”. Una lapide appoggiata allo sterco animale, a simboleggiare la qualità degli argomenti degli ecologisti radicali e la “biomassa” cui erano stati condannati i poveri.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

9:25-10:15 da cronicasdepapafrancisco.com/2019/04/20/pasqua-1956-discorso-e-benedizione-urbi-et-orbi-di-pio-xii-in-audio/ Merita specialmente la prima parte dal primo minuto per com'e' attuale.Neoumanesimo e confusione al posto della vera fede.L'abracadabra satanico e sionista ,si chiami Thunberg,e chi per lei,poi ,presto,societa' gilaniche, poi societa' ginandriche, poi vattel'a prendere … sono solo artifici che si presentano come certezze.Pio XII lo dice chiaro in questo messaggio audio:sono prese in giro. Roba per grecetti e uomini mancati che sbagliano i Conti(e). Non e' il momento d'improvvisarsi tutti intellettuali e pensatori,ne' di ambizioni personali che non si fondino sui Novissimi.Senno' perderemo tutti la testa.La realta'anche storica non e' quella che ci presentano i pifferai magici,i quali sono impegnati nel difficile lavoro satanico di creare una realta' sempre piu'distorta e piu' perversa lavorando sulla testa della gente e riempiendola di fuffa,per portarla a fare passo dopo passo quello che vogliono,in stile Ue e stile monaca di Monza.Gia' se ne accorse il buon Solgenitsin negli anni '80.Non corriamo dietro a ogni passeretto che svolazza,ma nemmeno dietro a fenomeni troppo potenti e di ampio respiro che sorgono improvvisamente e si propongono come profetici ma sono fasulli e strumentali.Al diavolo.Teniamoci strette le buone e antiche cose del passato.Artigianali.Queste "robe" industriali possono attrarre solo le persone vuote che gia' un po' hanno tradito Gesu' Cristo ,il buon senso e la natura stessa che dicono di voler difendere.Dobbiamo essere buongustai e le porcherie gettarle nella pattumiera.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Ci puo' stare anche "societa' ginandriche",nel casino, ma intendevo societa' ginarchiche per evidenziare che quelli che oggi parlano di parita' domani parleranno di superiorita' femminile, gia' lo fanno e lo programmano.Essere coerenti e' l'ultima cosa che interessa loro.In realta' si tratta di giochetti come spiegava bene Pio XII,e servi e imbe…i di qualunque genere si prestano,forse sperando che la gente diventi tutta come loro cosicche' mal comune sia mezzo gaudio:ma non lo e' nemmeno all'Inferno."Sono molto determinato" bisbigliava il molle,infido ed effeminato avvocato alla balena tedesca.Bene,se e' determinato che vada a quel paese e in fretta.La stessa vicenda del Mes e' emblematica della malafede piena che solo dei disonorati non uomini possono accettare:prima mi fai firmare il Mes nel 2012,poi lo cambi in corsa in modo che diventi un'altra cosa,e una cosa anticostituzionale per la Costituzione Italiana,perche' col Mes si delega sovranita' ,e secondo Costituzione si puo' delegarla, in parte, solo in condizioni di parita'e condizioni fisse, non "riformabili"..Chi ha pensato il Mes sapeva gia' di voler fare una trappola e un inganno,e arrivare a commissariare l'Italia o /e a ristrutturare il debito pubblico italiano,e anche i traditori tra gl'italiani lo sapevano.Ristrutturare(svalutare il debito) o commissariare l'Italia,cosa che vogliono da molto tempo.Non servitra' a migliorare la nostra economia, ma solo a spolparci ancora prima che la Ue vada all'aria.La battaglia e'costituzionale(nel metodo e nel contenuto) e anche politica.Chi non la vuole e' un poveretto o un traditore.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Ma quanti traditori abbiamo? Col pelo ispido sullo stomaco, per giunta! Ma con un buon rasoio potremmo fare pelo e contropelo! P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

IL GOVERNO “EUROPEISTA” PRENDE SOLO SCHIAFFI DALL’EUROPA

Roberto Gualtieri, nella conferenza stampa di ieri, sembrava un sequestrato che legge il comunicato preparato dai suoi rapitori. Ci ha provato, il ministro dell’Economia, a venderci come un successo dell’Italia il negoziato sul Mes. Intanto, Mario Centeno, capo dell’Eurogruppo, lo smentiva impietosamente, ripetendo fino alla nausea che le trattative sono chiuse, che il rinvio al 2020 non significa spazio per emendamenti. Al massimo, si potranno limare i dettagli tecnici. Restano invece tutti i punti controversi del salva-Stati, quelli che fanno tremare anche autorevoli economisti progressisti, i quali hanno persino firmato un appello di Micromega contro il meccanismo che le crisi, anziché combatterle, potrebbe innescarle. Restano persino le modifiche alle clausole che servivano ad allontanare ipotesi di ristrutturazione del debito pubblico.

PER SEMPLIFICARE BRUTALMENTE: I CAMBIAMENTI FACILITANO IL PANICO SUI MERCATI E IL DEPAUPERAMENTO DEI RISPARMIATORI ITALIANI. È FINITA L’ERA IN CUI, SE RITROVAVI I BUONI DEL TESORO NELL’ARMADIO DELLA ZIA, POTEVI SPERARE DI DIVENTARE RICCO.

Non c’è che dire: un vero trionfo, per il governo amico dell’Europa. Europa nella quale abbiamo persino collocato un commissario all’Economia italiano, benvoluto dagli autocrati di Bruxelles.

Ma come? Non ci era stato detto che i sovranisti ci avevano isolato, che fare i riottosi ci rendeva più deboli, che anziché arrivare sempre ai ferri corti con l’Ue, dovevamo chinare il capo e chiedere misericordia? Non ci era stato detto che serviva un governo europeista per ammorbidire l’Europa?

Alla fine, la flessibilità per la manovra giallorossa è paragonabile al margine ottenuto dal Conte 1, quando la manovra l’ha scritta pure la Lega. IL MES CE LO TENIAMO COSÌ COM’È.

LA «LOGICA DI PACCHETTO», INVOCATA DAL PREMIER, RISCHIA DI TRASFORMARSI IN UNA LOGICA DEL «PACCO»:

L’UNIONE BANCARIA ALLA TEDESCA MINACCIA DI ESSERE UN MASSACRO PER IL NOSTRO SISTEMA CREDITIZIO.

Per digerire una fregatura, imploriamo che ce ne diano anche un’altra. E persino sui migranti, la love story dell’esecutivo con Bruxelles non ha prodotto risultati apprezzabili……

https://www.nicolaporro.it/il-governo-europeista-prende-solo-schiaffi-dalleuropa/

(Infatti l’accordo sulla riforma del MES prevede che il MES possa “IMPORRE d’imperio” la ristrutturazione del debito pubblico italiano, vale a dire il taglio del valore dei Titoli di Stato, che sarebbe una “catastrofe finanziaria” per tutte le banche italiane, oltre che per i risparmiatori, e quindi si trasformerebbe in una catastrofe sociale su LARGHISSIMA scala, una ECATOMBE senza precedenti storici, con fallimenti a catena di innumerevoli aziende, fuori da ogni possibile immaginazione, ossia un “DELIRIO” degno degli INDEMONIATI furiosi del “paese dei Gadarèni”, in cui Gesù Cristo li libera mandando i demoni in una mandria di maiali…….. si vede che in questa Unione Europea abbiamo dei “demoni incarnati” in corpi di esseri umani – ndr).

TRA CONTRADDIZIONI E GIRAVOLTE: COSÌ IL M5S SI È FATTO PARTITO
Da "uno vale uno" a "non rompete i c…": LA STORIA DEI 10 ANNI DEL MOVIMENTO È SEGNATA DAL CAOS.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/m5s-storia-giravolte-1790837.html

Come aveva previsto Remox, interpretando le quartine di Nostradamus, il M5S, è diretto verso la sua dissoluzione, ed il CAOS fuori da ogni controllo…….

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Dopo la giornata di sciopero generale di ieri, continua, per il secondo giorno, la protesta in Francia contro la riforma delle pensioni voluta da Macron.

Trasporti in sciopero fino a lunedì
La mobilitazione riguarda soprattutto il settore dei trasporti, con lo sciopero esteso fino alla giornata di lunedì. Nella regione parigina dell'azienda RATP (metro e bus) diverse linee hanno annunciato una corsa su tre o, nelle ore di punta, una corsa su quattro. Quanto ai treni, l'alta velocità circola al 10%- esattamente come ieri – mentre l'adesione alla protesta sui treni regionali è passata dal 90% al 70% delle adesioni. Air France ha cancellato il 30% dei voli interni e il 10% di quelli a medio raggio. In provincia, situazione più tranquilla: a Lione e Marsiglia la rete tram-metro-bus funzionano normalmente.
La giornata di ieri nella capitale è stata caratterizzata, oltre che dalle manifestazioni pacifiche delle varie categorie di lavoratori, anche da violenti scontri tra black bloc e polizia. Un nutrito gruppo vestito di nero ha incendiato veicoli e infranto vetrine nella zona di place de la Republique, provocando la reazione delle forze dell'ordine che sono intervenute con una pioggia di lacrimogeni.

https://tg24.sky.it/mondo/2019/12/06/sciopero-francia-secondo-giorno.html

La Francia si avvia verso nuovi scioperi, proteste e manifestazioni anche oltre il fine settimana. Intervistati in diretta da BFM-TV, diversi responsabili sindacali in lotta contro la riforma delle pensioni promessa dal presidente Emmanuel Macron hanno annunciato "nuovi momenti forti" e un nuovo corteo interprofessionale dei lavoratori martedì prossimo a Parigi, tra l'Esplanade des Invalides e Place Denfert-Rochereau.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2019/12/06/parigi-nuovi-cortei-protesta-martedi_dd30f982-f00f-428c-90a9-c03af928d87d.html

Anonimo
Anonimo
4 anni fa

Auspico che l'Unione con gli ortodossi non avvenga perché rappresenterebbe uno stato di perpetuo scisma nella chiesa. Ci sono valori non negoziabili, come il primato pietrino e il purgatorio, che Bergoglio ha già negoziato subdolamente. Non credo che la Vergine essudi olio perché vuole l'unione ma piuttosto per scongiurarla.Lo Spirito Santo ci liberi dalle autocefalie e dai vari Cirilli e Bartolomei! Amen

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Se accade come dice Conchita non sara' un documento in stile Abu Dhabi o una trattativa-accordo con la Cina,e altre cose a cui ci hanno abituati:sara' una cosa che viene dall'Alto.Un ritorno all'Ovile.Eventi spirituali,di conversione, non eventi mentali e diplomatici e di potere.Anche perche' prima ci sara' stato l'Avvertimento e magari una breve guerra mondiale.

Vincenzo
Vincenzo
4 anni fa

Anonimo delle 18,43, mi chiedo come fai a non ricordarti di queste cose,che pure immagino tu sappia.Se quelli dei valori non negoziabili fossero tutti come te,non saprei scegliere tra loro e i modernisti.Entrambi mummie,idoli:trasformati nell'oggetto che adorano.La Fede viva e' altra cosa,ed e' connessa col Dio Vivo:come puo' essere vivo un fedele che si dimentica che lo Spirito soffia e agisce sui cuori;che la Chiesa e' un'assemblea di convocati dallo Spirito;che e' lo Spirito e non la lettera quello che suscita il pentimento vero senza cui uno fa una confessione invalida.Ti auguro d'invidiare HDC quando dice di confessarsi e poi temere di non averlo fatto efficacemente.Se tu sapessi cosa significa confessarsi col pentimento soprannaturale,come dev'essere,non potresti scrivere quello che hai scritto.Pero' sono contento che credi al Purgatorio,perche' esiste, e perche' crederci deve esserti di grande conforto e forse non sai quanto ma prima o dopo spero e credo che lo saprai.

Anonimo
Anonimo
4 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Egregio Vincenzo, non si tratta solo del Purgatorio ma pure dell'Inferno, che non può trovare posto nella Palingenesi finale, che in sostanza postula la salvezza del Diavolo ridicolizzando la redenzione di Cristo. Non voglio che tu caschi in uno dei due regni inferi di cui sopra avallando l'unione. In ogni caso, ti lascio la precedenza per rispetto.

Share This