DALLA LEGGENDA ALLA REALTA’: L’INIZIO?

scritto da Remox
14 · Nov · 2018

DALLA LEGGENDA ALLA REALTA’: L’INIZIO?



Luigi XVII

I risultati di una nuova analisi
sosterrebbero l’ipotesi che il figlio di Maria Antonietta e Luigi XVI non
sarebbe morto nel 1795 nella prigione del Tempio, ma cinquant’anni dopo in
Olanda.

di Delphine de Mallevoüe da Le Figaro del 29
marzo 2014 

Grazie al DNA, uno dei più grandi misteri
della storia, uno dei più controversi, forse sta diventando più chiaro. Il
mito di Karl Wilhelm Naundorff che morì in Olanda nel 1845 e che sosteneva di
essere Luigi XVII, figlio di Maria Antonietta e Luigi XVI imprigionato all’età
di 7 anni nella prigione del Tempio ufficialmente morto nel 1795, è ripresa da
un nuova rivelazione.

Mentre gli studi sul DNA commissionati dai
Borbone quindici anni fa per porre fine a questa fantasia storica e a questo
“impostore” – avevano “certamente” attestato che Naundorff
non era Luigi XVII, le nuove analisi dimostrano che il suo diretto
discendente
è un Borbone.

Questa scoperta senza precedenti va al
professor Gérard Lucotte, genetista e antropologo, e allo storico Bruno
Roy-Henry. È il discendente maschio del ramo più anziano di Naundorff, un
libraio di 40 anni che vive in Francia, che ha presentato i suoi geni sotto il
microscopio della professoressa Lucotte. È Hugues de Bourbon – la linea di
Naundorff porta il nome dei Borboni “per gentile concessione della corte
d’Olanda”, dice uno storico, legalizzato da diverse sentenze della
giustizia francese ma ancora fortemente contestato dai Borbone. È figlio
di Charles Louis Edmond de Bourbon, un discendente molto “mediatico” di
Naundorff, morto nel 2008, che molti chiamavano “Monsignore”,
evidenziando la sua somiglianza abbagliante con Enrico IV.

I campioni presi sul giovane Hugues si sono raccolti
a La Rochelle, due anni fa. Lo studio si è concentrato sui marcatori del
cromosoma Y (specifico per la linea maschile). A differenza del
precedente, 15 anni fa, che si concentrava sul DNA mitocondriale (specifico
della linea femminile), tratto da Anna di Romania, discendente di Maria
Antonietta dal ramo degli Asburgo, che fu confrontato con il DNA contenuto in
un osso di Naundorff. Questa ricerca, guidata dal professor Cassiman,
escludeva qualsiasi parentela materna asburgica. Questa volta l’analisi
cromosomica Y del discendente Naundorff è stata confrontata con l’aplotipo
borbonico grazie a “un profilo del cromosoma Y” della casa reale
istituita lo scorso ottobre dal professor Cassiman. Risultato:
“Troviamo in lui la maggior parte dei marcatori del cromosoma Y dei
Borbone, è parte della famiglia”, conclude la professoressa Lucotte. Pubblicati
sulla rivista scientifica International Journal of Sciences, questi risultati
saranno presentati sabato dal genetista nel corso degli studi di Circle of
Louis XVII.

Risultati immagini per hugues de bourbon

Hugues “de Bourbon”

Oltre alla verità storica, la posta in gioco
e le passioni sono considerevoli, tenendo conto degli interessi patrimoniali e
della pretesa simbolica al trono di
Francia. Secondo il suo entourage Hugues tuttavia “non avrebbe affatto
le pretese” del suo defunto padre che reclamava il trono di Francia in
caso di ritorno della monarchia.

Che il giovane Naundorff sia un Borbone non
stabilisce che “il figlio del Tempio” sia sopravvissuto e che sia il
frutto dei suoi discendenti. O almeno non ancora. Questa scoperta di
Lucotte e Roy-Henry è solo il primo passo di una serie di lavori imminenti. Per
sapere se Naundorff era Luigi XVII, sarebbe necessario stabilire il suo DNA
completo. Ora, quattro mesi fa, i capelli di Naundorff sono stati
recuperati dagli scienziati. Si cercherà di dimostrare che il DNA
mitocondriale degli Asburgo – negato quindici anni fa – è davvero nei suoi
capelli. Questi scienziati infatti mettono in dubbio la qualità e
l’autenticità dei campioni di ossa usati per Naundorff, durante i vecchi test,
perché la bara fu aperta nel 1950 durante il restauro della tomba.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
154 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Remox
Remox
5 anni fa
Unknown
Unknown
5 anni fa

Ottimo articolo!
Sapete come è finito con il DNA delle due vittime sotterrate alla nunziatura?
Regis ha fatto festa sulla sua profezia dello scavo in Vaticano che avrebbe fatto scandalo?

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Unknown

per le analisi del dna ci vogliono mesi.

La nunziatura apostolica non si trova nel Vaticano ma a Roma

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Unknown
Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Unknown

aaalè,ma non è nel Vaticano, come già detto, anche se è piena di scheletri……..

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Unknown

Farà rinascere il suo sangue dall'ANTICA URNA…
V:41 Nay souz les umbres et journee nocturne,
Sera en regne et bonté souveraine:
Fera renaistre son sang de l'antique urne,
Renouvellant siecle d'or pour l'aerain.

REMOUX: Ti sfido a duello dialettico sull'Onda-1555; Kab-1566 e altri K. (sto per registrare tutto alla SIAE e dunque potrò parlarne liberamente)
Finirai dialetticamente "acribillado", peggio di Al Pacino nel film "Karlito's way" (Hai il diritto di lamentarti per ritardo nella divulgazione)

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Articolo molto interessante, ma mi chiedo come si accorda con questo ottimo blog che si occupa di Nostradamus e di profezie. Cruc

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il grande monarca è "l'erede" delle Centurie.

Akhira
Akhira
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per erede intendi che ne abbia ereditato anche la capacità di interpretazione in quanto a lui dedicate o che semplicemente a lui siano dedicate e che magari gli saranno utili un giorno ? O_o"

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Semplicemente che è il personaggio a cui l'intera opera è dedicata. Unendo le due epistole delle Centurie otteniamo infatti la dedica: al Cesare Enrico.

HDC
HDC
5 anni fa

E quindi questo sarebbe il GM? Vogliamo proprio crederci? L'articolo è interessante, ma fuorviante se non si prendono in considerazione le varie estasi di Marie Julie Jahenny: Henry non è mediatico, anzi è discendente di una stirpe ben più antica di quella in questione. La mistica bretone parlò di "falsi monarchi", cioè di personaggi che ambiranno al suo ruolo profetico. Da parte mia sorrido nella mia beata ignoranza, perché vivendo in un periodo così confuso, forse la luce della verità non arriverà dal DNA (manipolabile ad usum delphini). Comunque l'articolo è carino, complimenti Remox.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  HDC

La stirpe è quella di Luigi XVI e nessun'altra: capetingi secondo il ramo principale dei Borbone unita a quella imperiale degli Asburgo.
L'articolo serve solo a sottolineare che le cose si muovono soprattutto nel tentativo di rivelare il mistero che lega un ramo storicamente estinto al grande monarca. Se un Naundorff è veramente un Borbone beh… un motivo ci sarà.

Paolo Porsia
Paolo Porsia
5 anni fa
Rispondi a  HDC

Nego.IL GRANDE ENRICO è HENRY DI WINDSOR vedrete!

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Una famiglia screditata dalle profezie della Jahenny, come ha ci ha ricordato HDC. Che senso ha dare risalto al personaggio?

""Ce n'est ni un descendant Louis-Philippe, ni un Naundorff, ni un Napoléon. Il n'est pas parmi les prétendants Bourbons", mais…

C'est un Roi caché qui aura les belles vertus d'un Saint Louis et surtout sa belle foi".

Link: http://mariejuliejahennypropheties.over-blog.com/tag/futur%20roi%20henri%20v%20de%20la%20croix/

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tutto quello che sappiamo lo sappiamo dalle rivelazioni private. Le quali dicono che il grande monarca è un discendente diretto di Luigi XVI. Cosa impossibile secondo la storia perché il ramo si sarebbe estinto definitivamente.
A meno che non si dimostri che la leggenda è vera e cioè che il delfino Luigi XVII non morì da bambino in prigione, ma fu salvato.
È come potrà questo personaggio dimostrare la propria ascendenza dopo secoli? Con documenti? Sappiamo che sarà ostacolato da tutti alla sua presentazione. Sarà contestato.
L'unico modo in questo mondo moderno per affermare i propri diritti e con il DNA.
Ho pubblicato l'articolo non per dire che Hughes è il grande monarca, ma per far capire che gli eventi si stanno cominciando a manifestare. Karl Willhelm Naundorff, se si dimostrasse realmente la sua identità come delfino di Francia, ha avuto numerosi figli e da lì verrebbe dunque il Grande Monarca.
Al momento la sua famiglia è l'unica pista che collega Luigi XVI al grande monarca è la sua storia è l'unica spiegazione di come il seme sia potuto rimanere nascosto.
Se poi vi saranno altri pretendenti lo vedremo.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quello che voglio dire è che i Naundorff (che probabilmente Non sono i veri discendenti) possono diventare lo strumento che faccia emergere la verità storica sulla sorte di Luigi XVII.
A tal fine si è sempre detto che la Chiesa al tempo di Pio IX aveva essa stessa le prove della sopravvivenza del delfino.
Con il caos che avanza in Francia e non solo e il fallimento della Repubblica prima o poi riemergera' nel popolo la questione monarchica.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il tuo discorso non regge: la Jahenny nega il nesso profetico con la famiglia Naundorff. Lo dice esplicitamente, forse ci sarà un motivo. Il "Re Segreto" potrebbe essere figlio di Maria Teresa Carlotta di Borbone-Francia (figlia di Luigi XVI) e di qualche altro pezzo da novanta che ignoriamo. Ci stiamo ponendo troppi limiti, sicuramente è nato fuori dalla Francia e viene chiamato ripetutamente "esiliato e straniero", per questo non accettato dai francesi (nazionalisti). Molto probabilmente non parlerà nemmeno la loro lingua, un motivo di discrepanza psicologica con la mentalità francese. Il Vaticano sa bene dove pescare Henrico lo zoppo…

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

commento molto coerente e condivisibile quello dell'omonimo anonimo

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«L'unico modo in questo mondo moderno per affermare i propri diritti è con il DNA.»

… ed infatti, come dissi una volta, non deve essere un caso che … https://www.myheritage.it

ops! …. le gocce, le gocce, le gocce. Dove ho messo le gocce?

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«A tal fine si è sempre detto che la Chiesa al tempo di Pio IX aveva essa stessa le prove della sopravvivenza del delfino.»

Molti anni prima che questo blog prendesse vita, ho avuto la sensazione che qualcosa "bolliva in pentola" in seno alla Chiesa. Ma che la Chiesa si aspettasse un altro Salvatore mi pareva una contraddizione troppo forte. Adesso le idee cominciano a farsi un po' più chiare 🙂

Il dna serve per gli scettici (neanche troppo). Il modo in cui lo identificherà la Chiesa sarà molto più spirituale.

Gli antagonisti veri lo cercano in base all'attività subconsciale (mi si passi il neologismo, devo ancora trovare le gocce ^_^ ) la quale deve essere paragonabile ad un vulcano in eruzione. Tanto più in eruzione quanto più ci si avvicinerà all'ora X ….


Prodromo

«Un giorno … è arrivato il cappellano militare per informarci che avevamo la possibilità di farci cresimare dall’arcivescovo di Latina-Terracina; ed ha aggiunto che gli interessati dovevano contattare la propria famiglia per farsi spedire un certificato di battesimo. Nel frattempo, dovevano scegliersi un padrino.
Dopo aver riflettuto a lungo su questa opportunità, ho deciso di farmi cresimare; quindi, giunto il giorno prestabilito, sono andato anch’io dall’arcivescovo. Conclusasi la cerimonia, ho sentito il bisogno di restare da solo per meditare su ciò che era successo, per cui, appena siamo rientrati in caserma, mi sono appartato. Venuta la sera, mentre tutti gli altri si trovavano il “libera uscita”, io son rimasto sdraiato sul mio lettino. """"Ho fantasticato per tutta la notte""""".»

Epilogo

«Ho intrattenuto un lungo colloquio col cappellano, e devo dire che la sua dolcezza mi affascinava molto. Gli ho raccontato tutto ciò che sentivo nel mio cuore ed egli, dopo avermi ascoltato con attenzione, mi ha consigliato di mettermi ogni giorno, anche solo per pochi minuti, in preghiera e in meditazione davanti al tabernacolo. Ho seguito il suo consiglio, accorgendomi che, durante il tempo che trascorrevo davanti al Santissimo Sacramento, sentivo una profonda pace interiore. Finché un giorno (era venerdì), mentre guardavo il Crocifisso appeso alla parete della chiesetta, l’ho visto trasformarsi e diventare di carne. Quindi, guardandomi intensamente negli occhi, mi ha parlato così: “Figlio mio, vuoi sacrificarti per me?”.»

Fonte: http://madonnadellaconversione.blogspot.com/2008/08/elio-racconta-la-sua-storia.html

Torno dal medico per le gocce? O_O

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Bhe,se sono "storie tese",forse un piccolo tranquillante…. 🙂

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io comunque sono tranquillo,non devo dare il mio dna a nessuno,perche'nella mia modestia concorro solo per diventare il Papa Santo…e quanto "corro"… 🙂

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Con l'arrivo del freddo, il dottore mi consiglia di uscire e camminare all'aria fresca 🙂

Comunque la faccenda è intrigante

http://www.oltremagazine.com/site/mistero-luigi-xvii.html
http://www.handelforever.com/VersaillesSuprema/versailles/personaggi/luigi17/index.htm
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/04/20/luigi-xvii-enigma-del-cuore.html

Al di là delle battute, non sottovaluterei troppo il subconscio.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Certo che no.Qua in Ecuador, per la Madonna di Quito,aspettano il" Grande Prelato",che sappiamo sara' italiano.Mio nonno era romano.Se mi appoggiano, mi propongo,tanto puo' essere Papa anche un non ecclesiastico e di questi tempi sarebbe ora.Morira' martire,ma ci sono anche dei vantaggi.Chissa' cosa ne pensano "lassu'" e sopra tutto se la considerano una candidatura "seria". 😉

Akhira
Akhira
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Spring ha ragione sulla reale importanza del subconscio 🙂 del resto oggi come oggi le analisi del dna possono essere manipolate da chiunque ne possa trarre vantaggio e non solo…magari qualche setta ben organizzata potrebbe aver fatto un bel copia e incolla del dna di maria antonietta e aver oggi un bel prototipo vivo e vegeto stile pecora dolly del famoso delfino di francia 😉

Akhira
Akhira
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Condivisibile pure il pensiero di Remox,il portare di nuovo all'attenzione l'attendibilità o meno di un discendente capovolgendo i precedenti risultati potrebbe essere sicuramente un segno dell'inizio di qualcosa.Probabilmente il vero e originale GM si sta sempre di più avvicinando e loro si stanno premunendo di confondere per direzionare verso il falso di modo tale che il vero non venga riconosciuto come tale .

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Rispondo in ritardo:
Maria Teresa Carlotta, primogenita di Luigi XVI, morì senza figli, in quanto sterile.
Le rivelazioni private sono sostanzialmente le uniche fonti che parlano del GM e da queste sappiamo che sarà un discendente diretto di Luigi XVI. Ma come è possibile?
E' possibile perchè Luigi XVII, secondo figlio maschio del re, non morì nella prigione del Tempio, ma riuscì a fuggire. E' una leggenda, che tuttavia è confermata dalle rivelazioni private. Di chi è allora il cuore imbalsamato e a lui attribuito? I survivalisti ritengono che sia del fratello maggiore, che fu delfino prima di lui, e che morì all'età di 8 anni.
La Jahenny dice che il GM non sarà un Orleans (e lo sappiamo), un Bonaparte (e lo sappiamo), un erede Borbone conosciuto (al tempo del XIX secolo, gli stessi rami di oggi e lo sappiamo) e un Naundorff.
Massimino Giraud, uno dei veggenti di La Salette, incontrò Enrico d'Artois, quell'Enrico che secondo le rivelazioni alla Jahenny sarebbe potuto essere il giusto re meritato dalla Francia (ma il parlamento lo rifiutò), per annunciargli che Luigi XVII era vivo e non era morto nella prigione del Tempio.
Melania disse invece al suo confessore, il Padre Combè, che la famiglia Naundorff discendeva da Luigi XVII.
Come conciliare quest'affermazione con le rivelazioni alla Jahenny?
Secondo alcuni dagli archivi vaticani sarebbe emerso che Karl Naundorff era figlio illegittimo del Principe di Condè, Borbone, cugino del Re e donnaiolo. Lo avrebbe avuto con una giovane prussiana che si chiamava Naundorff di cognome. Questo giustificherebbe il risultato del dr Lucotte del 2014 e cioè dell'ascendenza genetica con i Borbone per parte paterna. E confermerebbe i risultati di 15 anni prima che negherebbero invece quelli per linea materna con gli Asburgo. Questi risultati però sono contestati dallo stesso Lucotte. Egli disse che nel Maggio 2014 avrebbe avuto anche le nuove risultanze per la linea materna, ma non sono riuscito a trovarli in rete. Se questi esami sono stati effettuati a cosa hanno portato? Hanno confermato che potrebbe trattarsi di un Borbone illegittimo oppure del vero Luigi XVII?
Perchè Melania avrebbe detto che i Naundorff discendono da Luigi XVII? Per alcuni disse una bugia a fin di bene. Per altri riportò solo quel che si sentiva dire in giro. Ma c'è chi crede che invece disse la verità al suo confessore. Se così fosse come conciliare le sue parole con quelle della Jahenny?
Fino a questo momento ci si è basati sempre su una linea di successione maschile. Karl Naundorff ebbe tre mogli, solo l'ultima con matrimonio religioso. I rami ereditieri sono considerati dunque a partire dai figli maschi: ne ebbe 5. Quello principale, rappresentato da Hugues, ha rinunciato in favore di quello di Adelberth. Dei 5 maschi solo 3 apparentemente hanno avanzato pretese e uno di questi come detto ha rinunciato.
Nessuno di loro, secondo la Jahenny, può essere il ramo del GM. E se infatti si trattasse del ramo femminile? Se Melania ha detto la verità, se Naundorff era Luigi XVII e se il GM non può essere un Naundorff potrebbe voler dire che la discendenza verrebbe da una figlia e ciò avrebbe senz'altro garantito un miglior nascondimento alla famiglia del GM. E' solo un'ipotesi ovviamente.
E' comunque certo che la famiglia Naundorff è lo strumento usato dalla Provvidenza per nascondere in un modo o nell'altro l'identità e l'emersione del GM. E gli esami di Lucotte costituiscono un chiaro segno dei tempi. Che sarebbe ancora più chiaro se si trovassero le risultanza degli esami condotti per determinare l'ascendenza per linea materna.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Karl Naundorff ebbe 4 figlie dal terzo matrimonio, quello religioso. Ebbero figlie anche alcuni dei figli maschi.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Forse ho trovato la soluzione: ci sarebbe una dichiarazione di Lucotte di metà 2016 in cui conferma che: 1) Naundorff non sarebbe discendente diretto di Luigi XVI. 2) Potrebbe invece esserlo del ramo dei Condè.
Il che confermerebbe l'indiscrezione attribuita ad una ricerca fatta negli archivi vaticani al tempo di Pio XII.
Naundorff figlio illegittimo del Principe di Condè, cugino di Luigi XVI, e cresciuto per un periodo a corte con discrezione insieme ai figli del Re.
Melania dunque avrebbe detto al Padre Combè solo ciò che si mormorava al tempo, senza rivelare nulla sull'identità di Luigi XVII.
E in Vaticano, sepolto da qualche parte, potrebbero avere invece i documenti in grado di attestare ciò che accadde veramente.

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La vicenda dell'evasione del piccolo Luigi XVII (con il conseguente affaire Naundorff) è intricatissima.

Se ricordi, vi accennai qualche anno fa citando il link sull'uscita del libro "Sang Royal" di Jean-Louis Bachelet, che parla proprio di queste recenti presunte scoperte, oggetto dell'articolo di Le Figaro.
http://ducadeitempi.blogspot.com/2016/07/le-sestine-di-nostradamus-e-i.html
5 agosto 2016 19:19

Io credo che per vie umane (es.: analisi medico-genetiche) non si arriverà a nulla di certo, perché per avere dei risultati sicuri occorre esaminare fonti certe. Nei travagli rivoluzionari e post-rivoluzionari, molte fonti furono corrotte, truccate, falsate, scambiate, distrutte, ecc., sicché noi non saremo mai sicuri dell'autenticità di esse. Inoltre, nelle analisi del DNA, occorre seguire dei metodi molto rigorosi, altrimenti il risultato risulta falsato.

Infatti, le cosiddette "scoperte" del professor Gerard Lucotte non vengono prese seriamente in considerazione dalla comunità scientifica, perché ottenute con metodi scientificamente parziali.

Nel marzo 2014, il professor Gerard Lucotte e Bruno Roy-Henry pubblicarono i risultati di una analisi del DNA sui marcatori del cromosoma Y, da Hugues de Bourbon (discendente di Naundorff) e l'aplotipo della casa Borbone.
Entrambi i ricercatori affermarono che Naundorff appartiene alla famiglia Borbone, contestando l'autenticità dei campioni di ossa del professor Cassiman (analisi 1998).

Secondo un seconda analisi pubblicata il 28 luglio 2014 dal professor Lucotte sui capelli Naundorff e quelli di Anna di Romania (discendente degli Asburgo), Naundorff apparterrebbe anche alla famiglia degli Asburgo.

A fine dicembre 2014, usciva in Francia il libro "Sang Royal".

"Questo giustificherebbe il risultato del dr Lucotte del 2014 e cioè dell'ascendenza genetica con i Borbone per parte paterna. E confermerebbe i risultati di 15 anni prima che negherebbero invece quelli per linea materna con gli Asburgo. Questi risultati però sono contestati dallo stesso Lucotte. Egli disse che nel Maggio 2014 avrebbe avuto anche le nuove risultanze per la linea materna, ma non sono riuscito a trovarli in rete. Se questi esami sono stati effettuati a cosa hanno portato? Hanno confermato che potrebbe trattarsi di un Borbone illegittimo oppure del vero Luigi XVII?" (Remox)

Gli esami non hanno portato a nulla di sicuro, perché sono stati trovati solo alcuni marcatori del cromosoma Y dei Borbone. Occorre esaminare il DNA completo (sempre presupponendo che le fonti comparate non siano false, inquinate o corrotte).

Comunque le analisi sono online.

1) analisi del 1998 (pubblicate su "European Journal of Human Genetics" 6/4: 383–395):

"… In order to resolve the identity of Naundorff, mitochondrial DNA (mtDNA) D-loop sequences of his remains were compared with the sequences obtained from the hairs of two sisters of Marie-Antoinette, Marie-Antoinette herself, and with the sequences obtained from DNA samples of two living maternal relatives. The mtDNA sequence of a bone sample from Naundorff showed two nucleotide differences from the sequences of the three sisters and four differences from the sequences of living maternal relatives. Based on this evidence it becomes very unlikely that Naundorff is the son of Marie-Antoinette."

"Per risolvere l'identità di Naundorff, le sequenze D-loop del DNA mitocondriale (mtDNA) dei suoi resti sono state confrontate con le sequenze ottenute dai capelli di due sorelle di Maria Antonietta, Maria Antonietta stessa e con le sequenze ottenute dai campioni di DNA di due parenti materni viventi. La sequenza mtDNA di un campione di ossa di Naundorff ha mostrato due differenze nucleotidiche dalle sequenze delle tre sorelle e quattro differenze dalle sequenze di parenti materni viventi. Sulla base di queste prove diventa ALTAMENTE IMPROBABILE che Naundorff sia il figlio di Maria Antonietta."
https://www.nature.com/articles/5200227.pdf

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

2) analisi 2014 (pubblicate su "International Journal of Sciences" vol 3, July 2014):

"…Consequently, Naundorff cannot be excluded to be considered as being Louis XVII on the basis of mtDNA sequence of his humerus (as affirmed in Jehaes et al., 1998).
Comparisons of mtDNA sequences between mtDNA extracted from Naundorff’s hair reported here and those of the living Anna of Roumania (of Habsburg descent) shows that both correspond to mtDNA haplogroups of the general HV cluster."

"… Di conseguenza, Naundorff non può essere escluso che sia considerato come Luigi XVII sulla base della sequenza mtDNA del suo omero (come affermato in Jehaes et al., 1998). I confronti delle sequenze di mtDNA tra mtDNA estratti dai capelli di Naundorff riportati qui e quelli della Anna vivente di Romania (di origine asburgica) mostrano che entrambi corrispondono a aplogruppi di mtDNA del cluster HV generale."

"The comparison between Naundorff’s hair mtDNA sequences and those (2) of Anna of Roumania (a living relative belonging to the maternal Habsburg lineage) shows that both correspond to related mtDNA sub-haplogroups inside to the general HV cluster."

"Il confronto tra sequenze di DNA del DNA di Naundorff e quelle (2) di Anna di Romania (una parente vivente appartenente alla linea materna degli Asburgo) mostra che entrambi corrispondono ai sottogruppi del mtDNA correlati all'interno del cluster HV generale."

https://www.ijsciences.com/pub/pdf/V320140710.pdf

3) analisi integrativa 2014 (pubblicata su "International Journal of Sciences" vol 3, December 2014)

CONCLUSION
Results reported in the present study concerning comparisons of genetic markers of the Y chromosome between Karl Wilhelm Naundorff and Hugues de Bourbon establish that K.W. Naundorff is identical to Hugues for 14 STR allelic values on 15 studied. Consequently Hugues de Bourbon is well the biological 4th generation of the elder branch descendant from Karl Wilhelm Naundorff by patrilineage.

CONCLUSIONE
I risultati riportati nel presente studio relativi a confronti di marcatori genetici del cromosoma Y tra Karl Wilhelm Naundorff e Hugues de Bourbon stabiliscono che K.W. Naundorff è identico a Hugues per 14 valori allelici STR su 15 studiati. Di conseguenza, Hugues de Bourbon è la quarta generazione biologica del ramo maggiore discendente da Karl Wilhelm Naundorff, per linea paterna.

"These datas establish that Hugues de Bourbon is patrilinealy related to K.W. Naundorff."
"Questi dati stabiliscono che Hugues de Bourbon è patrilineamente imparentato con K.W. Naundorff."

https://www.ijsciences.com/pub/pdf/V320141212.pdf

Scusa, continuo domani.

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Volevo semplicemente dire che, di tutta questa complessa e misteriosa vicenda, a mio parere, l'unica cosa certa (non ancora dal punto di vista storico) è quasi certamente l'evasione e la sopravvivenza del piccolo Luigi XVII. Melania Calvat ne era talmente convinta che partecipò a più Messe di ringraziamento, per ringraziare Dio di un tale dono immeritato (l'evasione del re).
La voce (che doveva essere per forza fondata) circolò tanto profondamente tra il popolo, che soltanto nei primi decenni del XIX secolo apparvero circa un centinaio di falsi Delfini: tutti pretendevano di essere il figlio legittimo di Luigi XVI e rivendicavano quindi il diritto di salire sul trono di Francia. I più conosciuti tra questi pretendenti furono un tal Barone di Richemont e, soprattutto, l'orologiaio prussiano Karl Wilhelm Naundorf, i cui eredi continuano a rivendicare la propria discendenza dai Re di Francia e ai quali l’Olanda ha riconosciuto il diritto di fregiarsi del nome di Borbone (c'è anche sulla tomba; foto:
comment image).

Ma basta leggere questo lungo e dettagliato studio per rendersi conto di quanto sia intricata la vicenda:
http://www.traditio.it/sacrum%20imp/Luigi%20XVII%20inumato%20in%20Saint-Denis%20e%20e%20lo%20Zarevich%20Alexei.pdf

Io, invece, affronto il problema da un altro punto di vista.

Il Realismo francese attuale (Royalisme) è nettamente diviso. Si può riassumere in tre correnti più importanti, con tre pretendenti:

1. La corrente Legittimista con il principe LOUIS DE BOURBON.
https://fr.wikipedia.org/wiki/Louis_de_Bourbon_(1974)

2. La corrente Orleanista con il principe JEAN D'ORLEANS.
https://en.wikipedia.org/wiki/Prince_Jean,_Duke_of_Vendôme

3. La corrente Provvidenzialista, con un re sconosciuto, di cui solo il nome è noto: HENRI DE LA CROIX (io aderisco a questa terza).

La corrente PROVVIDENZIALISTA ha il principio di affidarsi umilmente a Dio per la scelta e l'avvento del nuovo re. Marie-Julie Jahenny, in molte delle sue estasi, ha annunciato questo Grande Monarca e lo ha chiamato HENRI V DE LA CROIX. Il senso dei suoi messaggi è che non sono i Pretendenti che ci vengono presentati oggi (o in futuro) ad essere chiamati a sedere sul Trono di Francia! Non è necessario CERCARE secondo Marie-Julie Jahenny il Re, né tra gli Orleans, né nei discendenti di Naundorff, né nei pretendenti risultanti dai Borboni.
Anzi, lei più volte ha profetizzato che i pretendenti che si proporranno da sé, non saranno scelti da Dio per regnare (al di là del loro diritto vero o presunto).

Eppure, sappiamo, anche dalle apparizioni di Amsterdam, che sarà un Borbone:

"C'è qualcuno a cavallo. Porta uno scudo e una spada ed è attorniato da molti scudieri. Sento: «Borbone!». Ho l'impressione che ciò sia per più tardi." (3 gennaio 1946)

Sembra una contraddizione, ma non lo è.
In sostanza, il senso è che ogni volta che vedremo un pretendente aspirare al trono PER VIE UMANE, quello NON sarà il GM.

Mélanie Calvat nelle sue lettere al canonico de Brandt scriveva:

– le 3 novembre 1881: « Nous sommes trop dans le naturel. Nous pensons trop dans le naturel. NOUS PENSON TROP À LA MANIÈRE HUMAINE. Ce ne sont pas les hommes qui mettront le roi sur le trône de France, ce sera le bon Dieu qui le conduira quand la France aura été lavée ; elle en a besoin. Maintenant la boue lui couvre les yeux et elle n’est pas en état de comprendre et d’être dans la vérité ».
– 3 novembre 1881: "Siamo troppo nel naturale. Pensiamo troppo sul piano naturale. PENSIAMO TROPPO ALLA MANIERA UMANA. Non sono gli uomini che metteranno il re sul trono di Francia, sarà il buon Dio che lo guiderà quando la Francia sarà stata lavata; lei ne ha bisogno. Ora il fango le copre gli occhi e non è in grado di capire ed essere nella verità.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

– le 29 janvier 1883: « Dans ce moment, la France ne veut pas de roi, et quand le moment sera venue, Dieu trouvera le roi à donner à la France humilié jusqu’au centre de la terre ».
– 29 gennaio 1883: "In questo momento [l'anno della morte del conte di Chambord], la Francia non vuole un re, e quando sarà il momento, Dio troverà il re da dare alla Francia umiliata fino al centro della Terra".

La Francia deve prima toccare il fondo ("UMILIATA FINO AL CENTRO DELLA TERRA"!).

Il Gran Re verrà quando la situazione sociale e politica dell'Europa e della Francia sarà allo sfascio totale, senza alcun possibile rimedio umano. E per arrivare allo sfascio ci vogliono ancora degli anni.
Secondo la Jahenny verrà poche settimane prima della "GRANDE PACE":

"…QUELQUES SEMAINES AVANT LA GRANDE PAIX de la France."

28 mars 1874, alla Jahenny:
"Pourquoi ne priez-vous pas plus ? Pourquoi ne demandez-vous pas plus le salut de la France, votre Patrie ? Je lui donnerai un bon roi pieux. Il montrera le bon exemple à la France. Le Roi fera refleurir la foi et la religion sera triomphante. Le Roi, c’est un lys, c’est un héros, le monde ne le connait pas. Il règnera jusqu’à la fin des temps dans tout l’éclat de sa beauté et de sa gloire. Son nom n’est connu que du Ciel. Il sortira du Cœur adorable de Jésus QUELQUES SEMAINES AVANT LA GRANDE PAIX DE LA FRANCE. Elle se fera cette paix en plein trouble, en pleine révolte. Ce n’est ni un descendant Louis-Philippe, ni un Naundorff, ni un Napoléon. Il n’est pas parmi les prétendants des Bourbons. C’est un ROI CACHÉ qui aura les belles vertus d’un Saint Louis et surtout sa belle foi…"

"Perché non preghi di più? Perché non chiedi di più per la salvezza della Francia, del tuo Paese? Io gli darò un buon re pio. Mostrerà il buon esempio alla Francia. Il Re farà rifiorire la fede e la religione trionferà. Il re è un giglio, è un eroe, il mondo non lo conosce.
Regnerà fino alla fine dei tempi in tutto lo splendore della sua bellezza e gloria. Il suo nome è conosciuto solo dal Cielo. Uscirà dall'adorabile Cuore di Gesù poche settimane prima della grande pace della Francia. Farà questa pace in piena difficoltà, in piena ribellione. Non è né un discendente Louis-Philippe, né un Naundorff, né un Napoleone. Non è tra i pretendenti dei Borboni. È un Re nascosto che avrà le belle virtù di un San Luigi e soprattutto la sua bella fede…"

L'annunciato monarca sarà SCONOSCIUTO fino all'ultimo momento. Quindi è veramente un "ROI CACHE" (Re nascosto). La sua esatta identità, fino all'ora in cui Dio gli chiederà di tornare sul trono dei suoi antenati, è un segreto e DEVE rimanere tale. Condurrebbe nel frattempo una vita ritirata e penitente. È la scelta di Dio, della Sua santa e divina Provvidenza.

Marie-Julie Jahenny stessa aveva avvertito il marchese de la Franquerie:
"Nessuno conoscerà il re. Lui è il re nascosto e Dio non vuole che lo conosciamo prima dell'Ora della sua Provvidenza, perché se fosse conosciuto, i Massoni, i Repubblicani o alcuni pretendenti, CERCHEREBBERO DI FARLO SPARIRE!"

« Personne ne connaîtra le roi. Il est le roi caché et Dieu ne veut pas qu’on le connaisse avant l’Heure de sa Providence, car s’il était connu, les Francs-Maçons, les républicains, ou certains prétendants, essaieraient de le faire disparaître !» (1874-01-01)
http://lesfilsdelaloide1.actifforum.com/t994-l-arrivee-imminente-du-grand-monarque

Lo ucciderebbero! Quindi, è completamente fuori luogo pensare che egli possa salire sul trono a seguito e in forza di cause legali o di richieste di analisi del DNA, ecc. (per assurdo, Hugues de Bourbon, sarebbe in pericolo di vita se si dimostrasse scientificamente essere lui).

Il GM, da parte sua, non pretenderà nulla per sé, non aspirerà ad alcun titolo ufficiale e non lotterà per questo. Dio farà tutto per lui.
Sarà soltanto Dio a rivelarlo al tempo opportuno con numerosi prodigi.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quando, quindi, leggiamo sui giornali o in rete, storie di pretendenti (anche legittimi) al trono di Francia e sentiamo delle loro battaglie medico-legali per affermare i loro diritti regali, nessuno di essi è il GM.

Voler affermare i propri diritti intentando cause legali, con analisi del DNA ecc., è tipico dei pretendenti al trono "ordinari" (ripeto, anche legittimi e che avrebbero tutti i diritti), che vorrebbero però regnare contro la volontà di Dio (cioè non voluti da Dio).

Marie Julie Jahenny ha profetizzato che alcuni pretendenti avranno l'ambizione di regnare, ma finiranno molto rapidamente, quando il vero re arriverà miracolosamente, designato dalla Santa Croce che apparirà pubblicamente su di lui.

Sarà Dio a donare il Re, ma in un modo tutto miracoloso. Non dobbiamo pensare che il Re venga riconosciuto per vie umane, per mezzo di battaglie legali e contese umane.

Attualmente, esiste una serie di pseudo "pretendenti" alla corona di Francia, ognuno dei quali afferma di avere un antenato reale (e probabilmente ha ragione). Un centinaio, sparsi in tutto il mondo…
Di fronte a tale disordine, solo un intervento divino potrà imporre il vero prescelto, quando la Francia avrà perso ogni speranza di un governo legittimo.

Il Re voluto dal Cielo sarà donato da Dio al momento da Lui desiderato e per vie straordinarie.

Riguardo a quest'altro punto:
"E in Vaticano, sepolto da qualche parte, potrebbero avere invece i documenti in grado di attestare ciò che accadde veramente." (Remox)

Sì, questa ipotesi può corrispondere al vero. Il marchese de la Franquerie cita una profezia di Padre Pio rivelata a un suo (di Padre Pio) figlio spirituale, il quale poi per lettera la avrebbe riferita ad un religioso. La profezia parla di un misterioso testamento della Duchessa di Angoulême, che quando sarà pubblicato dal Vaticano, rivelerà il segreto del re Luigi XVII e del GM. So chi è questo figlio spirituale di Padre Pio e non ho motivo di non credere alla sua testimonianza.

Scrive il Marquis de la Franquerie nel suo "Ascendances davidiques des rois de France":

"Alla fine, la Provvidenza permise che il 18 dicembre 1978 mi fossero mostrate diverse lettere di uno dei confidenti e segretario all'occasione di Padre Pio. Queste lettere risalgono al 1972 e furono indirizzate a un pio religioso dei miei amici. Ne ho le copie e cito le parti più importanti; tutto scritto da un italiano, di cui conservo lo stile.

25 febbraio 1972
"Carissimo Padre, Padre Pio mi diceva che "senza il sostegno del potere regale di Davide, la Chiesa cade in rovina sotto il potere dello spirito del serpente che alza la sua orgogliosa testa sul capo della Chiesa ". Padre Pio diceva che "il potere reale è un potere divino che abbatte i serpenti. Le repubbliche rialzano invece da terra gli spiriti serpenti che sacrificano il popolo di Dio, impedendogli di alzarsi verso il Dio del Cielo. È questo oggi il male dell'Europa sotto le repubbliche" diceva il Padre Pio…"

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Lettera del 5 maggio 1972
"Un giorno Padre Pio mi parlò di un importantissimo Testamento nascosto in Vaticano. Si tratta del Testamento della Duchessa di Angoulême… Questo Testamento avrebbe rivelato non solo il mistero del Delfino ma anche il suo… Per il bene della Francia, dell'Italia e del mondo, un tale Testamento non può restare segreto…"

Lettre du 5 mai 1972
"Un jour Padre Pio me parla d'un importantissime Testament caché au Vatican. Il s'agit du Testament de la Duchesse d'Angoulême… Ce Testament aurait révélé non seulement le mystère du Dauphin mais encore le sien… Pour le bien de la France, de l'Italie et du monde, un tel Testament ne peut rester secret…"

https://books.google.it/books?id=ftZvDwAAQBAJ&pg=PA18&dq=#v=onepage&q&f=false
http://www.a-c-r-f.com/documents/FRANQUERIE-Ascendances_davidiques_rois_France.pdf

Questo mezzo (non ricercato) sarà quello che Dio potrebbe usare per confermare (almeno in parte) l'identità e la missione del GM. Come dicevo, sarà Dio a fare tutto per lui, per accreditarlo di fronte al mondo e alla Chiesa.

Maria Teresa Carlotta di Borbone (1778 – 1851), duchessa d'Angoulême, delfina di Francia, nota anche come Madame Royale, era la figlia primogenita di Luigi XVI e di Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena. Dopo tre anni di prigionia fu scambiata con dei prigionieri e sopravvisse.
https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Teresa_Carlotta_di_Borbone-Francia

Il fatto che sia la figlia primogenita è molto importante ai fini della discendenza.
Il segreto è il suo e sta in quel testamento.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io ho trovato l'intervento di un utente di un forum francese che riportava nel 2010 la notizia secondo la quale il papa Pio XII ordinò una ricerca approfondita negli archivi vaticani per scoprire cosa avvenne con Luigi XVII. La ricerca, avvenuta negli anni '50, fu richiesta da personaggi importanti di cui non viene riportato il nome.
Si trovarono documenti molto ben conservati che raccontavano la vicenda di Karl Naundorff, figlio illegittimo del Principe di Condè, e soprattutto del delfino di Francia. L'autore sostiene che si fu in grado di rintracciare la discendenza fino a stabilire il ramo del GM, ovviamente rimasto segreto.
Se da un lato quindi i Naundorff in un certo senso nascondono il vero ramo da cui viene il GM dall'altro riportano alla ribalta le vicende di quei giorni e la questione della legittimità del trono francese.
Per quanto riguarda la primogenita di Luigi XVI si sa che era sterile e che non ebbe figli. E' più facile forse nascondere l'identità di un principe "morto" e di una casata estinta piuttosto che di un figlio nato da donna sterile (e che visse a lungo).

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La ricerca ordinata da Pio XII, fu una ricerca nell'Archivio segreto vaticano.

Questi sono i siti dove se ne parla:
http://le-grand-monarque.monsite-orange.fr/piexiievincenaundorff/index.html
http://nouveauroidefrance.forumactif.org/t814-naundorff-n-est-pas-louis-xvii-le-grand-monarque-ne-sera-pas-un-naundorf

"Le Prince de Condé, cousin de Louis XVI, avait à son service une jeune Prussienne de 22 ans. Elle se nommait Naundorff. La jeune demoiselle était devenue la maîtresse du Prince de Condé. Le Prince conçut de l'épouser, mais Louis XVI refusa car il ne voulait pas d'un mariage roturier. Le Prince de Condé passa outre et de cette liaison secrète naquit un fils en 1785, soit la même année que Louis XVII. Ce fils illicite fut élevé tantôt à Chantilly, tantôt à Versailles, de 1785 à Janvier 1789. De la sorte, l'enfant de Melle Naundorff, le Prince illégitime de Condé fut éduqué en compagnie des enfants de Louis XVI, notamment l'aînée Marie-Thérèse, la future Duchesse D'Angoulème.(C'est la raison unique pour laquelle le bâtard put faire valoir des souvenirs communs, notamment en ce qui concerne les descriptions de lieux et de personnes.) En Janvier 1789, Melle Naundorff fut chassée avec son fils naturel hors du service du Prince de Condé, nantie d'une forte somme d'argent afin de pourvoir aux nécessités du fils illicite et cela sur décision secrète de Louis XVI. Après la révolution, la terreur et la commotion populaire, le jeune Naundorff n'eut aucun mal à faire valoir l'identité de Louis XVII."

Perciò, ho detto che è inutile cercare e tra i Borboni ufficiali, e tra i Naundorff ufficiali, e tra gli Orleans,…
Il Re sarà scelto direttamente da Dio, sebbene discenda da san Luigi.

La duchessa di Angouleme ha sempre considerato Naundorff un impostore.
Chi meglio di lei, che era la sorella maggiore, conosceva bene suo fratello Luigi XVII.

Melania si è solo espressa in modo chiaro a favore della sopravvivenza del piccolo Luigi XVII, ma su Karl Wilhelm Naundorff non ha detto parole precise, limitandosi a parlare della "famiglia Naundorff". Alcuni parlano di Naundorff come "falso Delfino" ma "vero Borbone".

Anche la visita di Maximin fu tirata nell'‘800 da una parte e dall'altra per comprovare la propria tesi (avrebbe trasmesso il segreto di La Salette al conte di Chambord). Noi oggi lo sappiamo con certezza, perché nel 1999 è stato ritrovato il suo segreto autentico. Ma ai suoi tempi il segreto non era noto e su questo suo colloquio col conte di Chambord si ricamarono troppe menzogne di parte (ad esempio che nel segreto c'era il nome del re che doveva regnare, e che questo re era Naundorff e altre cose che non ci sono).

Invece, Maximin aveva semplicemente ricevuto un ordine dalla Beata Vergine di rivelare la sopravvivenza di Luigi XVII e dei suoi discendenti al conte di Chambord. Per questo scopo si recò a Frohsdorf.

Il Conte de Vanssay, segretario del conte di Chambord, dichiarò:

"Ero presente a questo incontro, il principe si era opposto a che io mi ritirassi. Condusse Maximin ad una nicchia della finestra e lo incoraggiò a parlare. Vidi che il conte di Chambord era commosso e parlò a lungo e molto gentilmente con il giovane profeta. Quando Maximin, profondamente commosso, ebbe lasciato la stanza, il principe si voltò verso di me:
– Ora, ho la certezza che mio cugino Luigi XVII esiste. Io non salirò, dunque, sul trono di Francia. Ma Dio vuole che manteniamo il segreto. È LUI SOLO che si riserva di ristabilire la regalità."

http://cril17.eu/la-salette-et-la-question-louis-xvii-3

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Questo episodio,

1) non significava che Maximin avesse rivelato al conte di Chambord che Naundorff era Luigi XVII (egli rivelò solo la sopravvivenza del re);

2) non significava in alcun modo che il conte di Chambord attribuisse il minimo credito alle storie di Naundorff (Chambord lo ha sempre considerato un impostore).

Alla fine del colloquio, il conte presentò a Maximin un oggetto d'oro, il quale lo rifiutò educatamente, dicendo ad alta voce: "Sono venuto per riferire un messaggio. Ho compiuto il mio dovere, il denaro sarebbe di troppo". Il principe, tuttavia, voleva che il pastore accettasse almeno le spese di viaggio.

Comunque, sulla duchessa di Angoulême e sul suo testamento, è probabile che la ricerca sotto Pio XII sia avvenuta nel 1951 (le lettere citate dal marchese della Franquerie sono del 1972, molto dopo Pio XII, il Concilio e Padre Pio).
Infatti, il testamento, depositato al Quai d’Orsay e in Vaticano, doveva essere aperto 100 anni dopo la morte della duchessa (1951), ma di esso non ci sarebbe più traccia:

– La « déclaration testamentaire » de la duchesse d’Angoulême qui devait être ouverte cent ans après sa mort, en 1951, déposée au Quai d’Orsay et au Vatican, et dont il n’y a soi-disant plus trace… Une lettre du 21 décembre 1992 des Archives Secrètes du Vatican spécifie « que les inventaires et les autres moyens de recherche à notre disposition n’indiquent pas de trace sur l’existence de documents regardant vos demandes (dossiers duchesse d’Angoulême, de Bourbon, Naundorff). Il faudrait donc prendre en main de nombreux volumes et dossiers pour voir s’il y a quelque allusion à ces questions »… (Sic)

– La "dichiarazione testamentaria" della duchessa di Angoulême che doveva essere aperta cento anni dopo la sua morte, nel 1951, depositata al Lungofiume di Orsay ed in Vaticano, e di cui non c'è a quanto sembra più traccia… Una lettera del 21 dicembre 1992 degli Archivi Segreti del Vaticano specifica "che gli inventari e gli altri mezzi di ricerca a nostra disposizione non indicano alcuna traccia sull'esistenza di documenti che riguardano le vostre richieste (dossier duchessa di Angoulême, di Bourbon, Naundorff). Bisognerebbe prendere in mano numerosi volumi e dossier per vedere dunque se c'è qualche riferimento a queste domande".

http://www.portail-rennes-le-chateau.com/cros-de-sede.html

Che il testamento sia sparito o che non si trovi, può far pensare che uscirà fuori al momento opportuno (come è avvenuto per i due segreti di La Salette, scoperti "per caso" da un tesista, 148 anni dopo).

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io mi ritrovo sul filo logico del dott. G.I. (mi dispiace solo di aver fatto già le foto in calzamaglia, con la parrucca sulla capoccia e la corona sotto il braccio. Me ne farò una ragione. L'unico dilemma sarà se pagare o meno il fotografo. Ma per evitare che in paese si sappia di quelle foto … potrebbero fraintendermi … ^_^ ).

«La corrente PROVVIDENZIALISTA ha il principio di affidarsi umilmente a Dio per la scelta e l'avvento del nuovo re.»

Infatti la storia del GM somiglia molto a quella del Davide Biblico.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sono le informazioni che ho trovato anche io. Tuttavia per quanto concerne la conversazione fra Melania e il padre Combè disse chiaramente "non sa padre che la famiglia Naundorff discende da Luigi XVII?"
Può aver solo fatto riferimento alle voci che si dicevano allora come alcuni sostengono…perchè altrimenti sarebbe una conferma dell'identità di Karl Naundorff come il delfino di Francia. Come potrebbe altrimenti la famiglia Naundorff discendere dal figlio di Luigi XVI?

Akhira
Akhira
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Nel popolo ebraico delle origini la discendenza è stata sempre scelta per linea materna forse per il famoso detto ,non a caso, mater semper certa est 🙂 in certe famiglie dinastiche ,quelle con un certo grado di sapere tramandato nei tempi,era vietato agli uomini unirsi a donne non di sangue ebreo mentre alle donne per unioni politiche era consentito, è anche vero che ci sono ancora oggi forti dibattiti in tal senso fra le varie correnti di pensiero ebraiche ma sono sicura che i tradizionalisti ossia gli originali pura razza ebrea mantengano le vecchie usanze :)Senza dimenticare come dottor G.I stesso ci ricorda sulla discutibile veridicità di certe prove seppur accreditate come nelle varie epoche storiche chiunque potesse effettivamente vantare un legame con un regnante perchè non vi erano ancora le prove genetiche (comunque manipolabili ) e si faceva uso di altri stratagemmi per poter avvalorare tale appartenenza,quindi chissà quante famiglie di fatto importanti oggi come anche al tempo non siano realmente legate in purezza alle stesse che vantano di esserlo .Penso che le discendenze più importanti che poi sappiamo abbiano fatto la storia fino ai nostri giorni a volte in bene e a volte in male siano poche e che abbiano fatto regole ben più rigide e ben strutturate per motivi che poi si possono legare ad antiche consapevolezze o credenze. Del resto i faraoni per garantirsi la linea genetica consumavano unioni famigliari anche strette ,troppo strette,come del resto gli ebrei che ancora oggi ne mantengono un minimo e si uniscono fra cugini di primo grado come pure in altre culture a parte quella cristiana dove è severamente vietato se non attraverso una dispensa.Si dice o meglio si tramanda detto che lo si facesse per garantirsi una rinascita in quello che era il nido sicuro del potere ,perchè anticamente si credeva fermamente che il corpo era il custode del sangue e come tale ne garantiva il ritorno .Quindi riassumendo il mio pensiero forse un pò scasinato per molti che probabilmente la sorella del delfino non era sterile o forse la piccola Sofia non mori ma fù allontanata dal palazzo prima che le cose potessero peggiorare.In passato le grandi famiglie non appena percepivano venti di sommossa si garantivano con finte morti e/o sostituzioni il futuro di una rivalsa della propria stessa casata,di parti gemellari ad esempio ne separavano tal volta la femmina dal maschio al fine di garantirsi la progenie pura.Dio ha sempre mostrato sopratutto con Maria l'importanza della coppa sacra come contenitore del divino e come principio di discendenza quindi ne deduco che se è vero che un grande uomo debba giungere e che sia nato da una linea poi scomparsa sia tutto finito ma realmente iniziato da una donna.Probabilmente il delfino non è morto come pure non era sterile la sorella e forse la piccola morta in tenera età è viva e per nascondere l'ovvio crearono un mistero ossia il delfino sopravvissuto segretamente e distolgono l'attenzione dall'ovvio che è la sterilità che magari invece ha dato alla luce la linea prescelta o ancora potrebbero essere entrambe esche seppur vere e l'ultimogenita che nessuno conta perchè fatta sparire dichiarandola morta ancor prima che tutto accadesse ha prosperato e generato la discendenza che nessuno valuta e quindi conosce ,forse ma forse ma magari dico tontaggini quindi mi scuso in anticipo e che la storia è veramente intrigante 🙂

Akhira
Akhira
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Un dipinto di Élisabeth Vigée Le Brun mostra un quadro che veniva fatto non a caso durante il periodo in cui la bimba morì ,un dipinto che ha una forma che alcuni altri quadri hanno ,una forma che potrebbe racchiudere un indicazione ,indicazione di un segreto come il dipinto di Nicolas Poussin et in arcadia ego,tanti segni di qualcuno che forse voleva dirci qualcosa .Nostradamus come altri che oggi usiamo per capire perchè ci tramandarono cripticamente qualcosa di veramente importante ,vedendo il dipinto con il delfino che indica la culla vuota ho notato la similitudine dei gesti di alcuni pittori per l'appunto facente parte di determinati circoli che non a caso nascondevano qualcosa e che non a caso la chiesa cercava e cerca come di fatto ha fatto perchè secondo il mio umile pensiero se il GM è nascosto e lo sarà fino all'ultimo significa che di quella discendenza nemmeno si trovano in rete illazioni come accade per il delfino e la sorella maggiore.Ma è sempre un mio punto di vista 🙂

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Io quella parte l'avevo già cambiata nelle mie preghiere vent'anni fa!
"non permettere che io cada in tentazione ma liberaci dal male!"
La chiesa dopo secoli si è accorta che la vecchia traduzione era sbagliata?

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

La vecchia traduzione non è sbagliata.
Posso sapere in quale traduzione (protestante) leggi la Bibbia?
La Nuova Riveduta? La Nuova Diodati? La Luzzi/Riveduta? o quale altra?

Se me lo dici, te lo dimostro.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Agatone
Agatone
5 anni fa

Sapevo che il mistero del delfino Luigi xvii fu risolto con il rilevamento del DNA dal cuore conservato a Saint Denis che combaciò con quello estratto dalla ciocca di capelli di Maria Antonietta, la madre. Riproporre questo problema significa invalidare quelle analisi. Il G.M. è solo un'allegoria che non si può decriptare con la chimica.

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Agatone

« Il G.M. è solo un'allegoria che non si può decriptare con la chimica.»

Non ne sono molto convinto. S'interessano in troppi di questo re.
E molti sono i pretendenti al trono di Francia, al punto da suonarsele nei tribunali a colpi di carta bollata. Perché?

La prima volta che lessi del GM era sul libro di suor Beghe. Ma, dopo aver letto del "re secondo il Mio Cuore che Io darò al mondo", ho buttato il libricino nella spazzatura. Non ci credevo neanche io.
Eppure, poco prima di comprare quel libretto di suor Beghe, pensavo che in questo mondo di "emme" (acronimo di quanto puoi ben immaginare) un re sarebbe stata l'unica soluzione.

Agatone
Agatone
5 anni fa
Rispondi a  Agatone

Sarà inevitabile ma il monarca non emergerà certamente dalla vecchia nobiltà di origine medievale ormai decrepita.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Agatone

Si sostiene che quel cuore fosse in realta' del fratello.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

E' solo un gesto mediatico che non risolve il problema.
Non bisogna umiliare il povero in questo modo. La vera carità è aiutarlo davvero di nascosto, senza che la destra sappia cosa fa la sinistra. Agat

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tu l'hai mai aiutato di nascosto?

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Adesso sono le 19,17 qua,ma stamattina avevo molta chiarezza nell'anima e nella mente,uno di quei giorni in cui la Liturgia della Parola parla in generale ma riesce anche a parlarti personalmente,come al tempo della giovinezza matura, e lo senti,e ti da' delle coincidenze.Avevo cercato anche un segno alla decisione di recitare il S. Rosario ogni giorno,presa per la prima volta in vita mia, e l'ho ricevuto inequivocabile.Bene,dal cuore sentivo con chiarezza che il parlare sempre di aiutare i poveri,come fa Bergoglio,e' una pacchianata chic assurda,ammesso e non concesso che Bergoglio possa avere qualcosa di chic senza il radical davanti.Per quello ero allegro e scherzavo.Mi fermo qui,perche' appunto l'oro in bocca ce l'aveva la mattina.Per conto mio Agat ha centrato il punto.A tal punto che mi vennero in mente anche le parole evangeliche sulla riservatezza circa la beneficenza,etc.La Carita' viene da Dio,e' pura gratuita' e non si vanno a cercare le occasioni perche' arrivano da sole.Non dipende dai piani dei Consigli pastorali,dalle Commissioni,dalla burocratizzazione e dalla struttura.Tantomeno si strombazzano,perche'sono fiori delicati,che a toccarli appassiscono.

Sombrero
Sombrero
5 anni fa

Secondo te un gesto del genere fa di un Papa un grande? Anonimo??? Sono sempre il primo a difendere il Papa ma questa non doveva farla, io continuerò a pregare sia il Gloria che il Padre nostro come mi hanno insegnato i miei. Mi sembra assurdo che per migliaia di anni si preghi in un certo modo e che nemmeno i Santi ad esempio Sant'Agostino, Santa Teresa D'Avila, o altri dottori della Chiesa, hanno osato modificare. Non scherziamo! Cercate di firmarvi al posto di postare cose anonime

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Gli italiani hanno imparato a leggere solo di recente. I tuoi nonni imparavano a pappagallo senza capirne il significato!!

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Sì, è vero! Imparavano le orazioni in “latinorum”. Nel Pater Noster ad es. dicevano: …. e trenosse in du casse in tentazione…. Il meglio lo davano nelle litanie: kirieleisò, … Qualcuno ridanciano ci scherzava: …tira ssa vrugna (turris eburnea) … Joanna va a celli (Janua coeli) … Ma erano migliori di noi. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

ESIMIO PROFESSOR Mazzurco.. I nonni e gli italiani cattolici – ad esempio – ripetono quello che c'è scritto nei Vangeli di Matteo o di Luca ("non ci indurre in tentazione" (Mt 6,13 – Lc 11,4)) pertanto non capisco il motivo della sua risposta denigratoria e soprattutto, non ne capisco la logica.
Una curiosità: dato che parla dei nonni altrui, i suoi quante lauree possiedono?
Mazzurco, la sua laurea invece? Ha studiato all'università Kristal di Tirana con "il Trota"?
Provo tanta pena per i suoi studenti.
Cordialmente,

Ronin

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Gentile Ronin, l'esimio professore è "protestante"… Tutto si spiega.
A proposito del cambiamento del Pater leggere: https://apostatisidiventa.blogspot.com/2018/11/in-attesa-del-padre-lgbt.html
Saluti
Samaritano

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Buongiorno Samaritano, so che il PROFESSOR Mazzurco è protestante ma penso (evidentemente sbagliando) che ciò non dovrebbe impedire ad una persona di usare il buonsenso, l'intelligenza e il rispetto.
Cordialmente,

Ronin

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

I miei nonni e mio padre erano poveri contadini e pertanto pure loro imparavano a pappagallo. Il cattolicesimo è forte dove regna miseria e ignoranza e pertanto il popolino non si cura della sostanza della liturgia, italiano o latino per loro è uguale. Alle infinite omelie del prete sonnecchiano e sbadigliano sperando di resistere al supplizio oratorio. I vangeli sono solo una interpretazione personale delle vicende di Cristo che non ha lasciato nulla di scritto e non ha mai ordinato agli apostoli dei scrivere nulla perchè diversamente si sarebbero riuniti già subito dopo la resurrezione per redigere un univo vangelo. E invece sappiamo che furono scritti molto tardi e autonomamente copiando da un vangelo andato perduto.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Quanta superficialità, presunzione e arroganza nelle sue parole: "Il cattolicesimo è forte dove regna miseria e ignoranza e pertanto il popolino non si cura della sostanza della liturgia, italiano o latino per loro è uguale. Alle infinite omelie del prete sonnecchiano e sbadigliano sperando di resistere al supplizio oratorio."
Sta insultando milioni di credenti. Come fa a generalizzare in questo modo? Ma chi crede di essere?
Ora capisco il motivo per il quale – se non erro – ha avuto dispute anche con i suoi "compagni di merende" protestanti.

"I vangeli sono solo una interpretazione personale delle vicende di Cristo che non ha lasciato nulla di scritto e non ha mai ordinato agli apostoli dei scrivere nulla perché diversamente si sarebbero riuniti già subito dopo la resurrezione per redigere un univo vangelo."
Questa è una sua opinione (vorrei usare un altro termine…). Se nessuno avesse scritto di Gesù Cristo cosa sarebbe arrivato a noi?
Inoltre dovrebbe sapere meglio del sottoscritto che la datazione dei Vangeli è una discussione ancora apertissima specialmente dopo il ritrovamento
dei rotoli a Qumran. Alcuni storici affermano che il Vangelo di Marco può essere retrodatato al 50 d.C. , altri addirittura al 40/43 d.C.
Solo che come sostiene il prof. Paolo Sacchi, docente di Ebraico e Aramaico all'Università di Torino «Sulla datazione dei vangeli avvengono
fatti sconcertanti. Certi criteri scientifici che si usano per altri testi, quando si arriva al Nuovo Testamento non valgono più.»

Cordialmente,

Ronin

Sombrero
Sombrero
5 anni fa

Secondo te un gesto del genere fa di un Papa un grande? Anonimo??? Sono sempre il primo a difendere il Papa ma questa non doveva farla, io continuerò a pregare sia il Gloria che il Padre nostro come mi hanno insegnato i miei. Mi sembra assurdo che per migliaia di anni si preghi in un certo modo e che nemmeno i Santi ad esempio Sant'Agostino, Santa Teresa D'Avila, o altri dottori della Chiesa, hanno osato modificare. Non scherziamo! Cercate di firmarvi al posto di postare cose anonime

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Condivido e mi associo. Non pregherò mai la nuova versione del Pater e del Gloria. E continuerò ad andare alla Messa in latino. Alla faccia dei modernisti…
Saluti
samaritano

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Sombrero

Almeno l'hai studiato a scuola?

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Chi ha un minimo di Fede vera non sopporta di dire "non abbandonarci alla tentazione".Non solo e' una traduzione sbagliata, ma e'una grandissima ambiguita'teologica e dottrinale,tanto per cambiare.Tanto che nel testo aramaico del Padre Nostro,dopo l'ultima petizione,e' scritto,e tradotto,"Perche' tuo e' Regno Tua e' la Potenza e la Gloria nei secoli". Dio e' Onnipotente da sempre e per sempre,e nel Padre Nostro questo non e'evidente,se togli questo e togli pure l'indurre in tentazione.E' evidente solo che e' Onnipotente in Cielo,non in Terra.Invece lo e' anche in Terra.Questa traduzione puo' piacere ai nemici della Chiesa,per esempio ai giudei talmudici.I demoni non possono agire se Dio non permette,e quindi la tentazione e' permessa.Saperlo fa crescere cristiani dal carattere forte,proprio perche' sanno di avere un Dio Onnipotente e geloso,che fa di tutto per riportarli sulla strada giusta,compreso il castigarti,eccome.Liberi anche di sbagliare,e sbagliare non e' una questione politica o sociale,ma prima di tutto spirituale,quindi se vieni castigato ci guadagni.Meglio da Dio che da Bergoglio e complici.Leggetevi il Deserto nella Citta' di Carlo Carretto,se volete, al giorno Venerdi'.Non dipendi dalle simpatie o antipatie e dalla soggettivita' degli altri,e Dio non e' uno che o sta con te o ti abbandona al nemico,ma e' uno che comanda anche il nemico,e quindi gioca su due tavoli,per cosi' dire.Ti favorisce lo spirito d'infanzia e di affidamento.Sei come un bambino in braccio alla madre, come bimbo svezzato anche quando sembra il contrario!Questo e' il seme che puo',produrre la fede di Abramo,e non quella dei servi nella paura.Mica poco, specialmente oggi,avendo a che fare con dei Bergoglio.Liberi di fregarsene di fare la beneficenza per semplice rispetto umano o senso di colpa,di fare il sorriso al migrante perche' ti vedono,di rispettare "Il Papa" al punti di non difendere il Depositum Fidei,di fingere che non giudichi quando sei proprio tu che giudichi etc.Molti anni fa, una signora , il cui marito era autista volontario di pronto soccorso,mi chiese perche' non andavo a un pranzo in parrocchia ,organizzato non da lei ma da altri.Risposi che l'umilta' preferivo averla che fingerla. Mi rispose:"E' la stessa cosa che mi ha detto mia marito:anche lui non viene".

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Il Padre nostro è assai più breve del tuo commento e si chiede semplicemente a Dio di liberarci dai pericoli e dalle tentazioni pertanto Dio non può essere la causa del male.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Ah si?Allora perche'hai scritto "Pertanto Dio non puo' essere la causa del male?".Potevi scrivere:"Pertanto Dio non e' la causa delle tentazioni".Se e' cosi' semplice(ma la religione a livello mentale non e' semplice),se i demoni tentano e Dio puo' impedire,perche' ti sei messo al coperto scrivendo che Dio non e' la causa del male?Il male e' conseguenza di una tentazione non rigettata,quindi e' chiaro che Dio non e' la causa del male.Ma giustamente uno potrebbe dire:"La tentazione si vince non guardando indietro,alle altre volte che siamo stati tentati o che siamo caduti, ma guardando avanti.Il male e' privazione del bene,e quindi si chiede a Dio di colmare il nostro spirito della Sua presenza o della sua Grazia,anche attraverso le cose buone del mondo.In pratica si riconosce di essersi allontanati e distratti e si torna a far attenzione a Dio e a metterlo al primo posto nella nostra vita." D'accordo:in questo caso Dio non si e' mosso,siamo stati noi che ci siamo allontanati.Lo dice Dio a Geremia, per esempio.:"Se tu ritornerai a me…"etc.Magari attraverso la Madonna.Ma allora,perche' mai chiedi a Dio di liberarti dalle tentazioni?Forse sei gia' un po' figliol prodigo anche solo da tentato,senza peccare?Si' puo' essere.Forse perche' come Simone dici a Gesu':" Signore da chi andremo?Tu solo hai parole che danno la vita!".Si',puo' essere.Ma Gesu' Cristo stava fermo o camminava?Non era nato per camminare verso Gerusalemme e verso il Calvario?Quindi non basta non allontanarsi,bisogna seguirlo,qui sta il problema.Proprio a Geremia diceva Dio:"se ti lamenti ora che corri contro i pedoni,cosa farai quando dovrai correre contro i cavalli?".Perche' nel Vangelo Gesu' viene chiamato "Pietra d'inciampo?".Ovviamente perche' e' un banco di prova PARADOSSALE,e quindi svela i segreti dei cuori.Chi opera secondo la Luce e chi fa le opere delle tenebre e non riconosce la Luce che e'Gesu' Cristo.(segue)

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Quindi nel Pater noi chiediamo un supplemento di Grazia per adeguarci alle difficolta' del cammino,che sono difficolta' crescenti,ovviamente,se dobbiamo arrivare a santificarci nella Volonta' di Dio.E' una richiesta preventiva,in modo da camminare spediti senza inciampi.Se invece non lo facciamo,arriva l'inciampo e potenzialmente la tentazione.Ecco perche' Gesu' Cristo dice che bisogna pregare sempre ,senza interruzione,nel profondo dell'anima.Perche' la strada e ' in salita e bisogna farsi i "muscoli".In conclusione:proprio perche'il Pater e' un'azione di grazia preventiva(oltre a quella della Madonna che sovente previene e soccorre,come dice Dante ma come diceva nell'A.T. il Libro della Sapienza)ecco che diventa difficile capire quella petizione( almeno di non buttarla sulla fintamente saggia e santa "semplicita' furbesca e autocontraddittoria,come fai tu,difatti ne discutono molti e non saremo tutti scemi e complicati o faziosi).La mia risposta e soluzione,che propongo,e' che la questione se Dio castighi oppure no non si risolve al livello della petizione preventiva del Pater,e a discutere su questo SI GIRA IN TONDO.La questione comincia oltre,quando l'azione preventiva viene a mancare,e allora,si' vediamo se Dio manda la tentazione, oppure castiga la colpa, o se invece non lo fa.Bene:voi protestanti,per negare che lo faccia, ne dovete tagliare di passi biblici,di libri biblici,di testimonianze di santi e mistici,e via via…state attenti a non andare in frenesia,che'nella foga per sbaglio non vi succeda di tagliarvi anche qualche …."petizione"di troppo.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Dio è la causa di tutto. Leggi il libro di Giobbe.

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

Magari a qualcuno può essere utile questo articolo.

Fate i bravi, e non bisticciate, date il buon esempio ai lettori di passaggio : c'è da essere solo contenti se qualche 'protestante' frequenta questo blog ("chi non è contro di noi è con noi"…)….vuol dire che la Vergine Maria gli ha acchiappati per mano, e non per le orecchie come fa con noi cattolici 🙂

Il Signore vi dia pace !

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

o viceversa….chi lo sa ? °_°…….:-D

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Eh eh Pierpaolo,bella domanda…forse per rispondere bisognerebbe stabilire a che punto e' la finestra di Overton e quindi il relativo conformismo,e conoscere l'eta' di Mazzurco.

Unknown
Unknown
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Io sono nato nel dicembre del 1978. La visione della Madonna delle lagrime è del 1992 quindi a 13 anni. Cattolico e aspirante sacerdote fino al 1999 quando ho redatto il mio primo e unico scritto: "Processo alla Chiesa cattolica" dove raccogliendo documentazione varia dimostravo l'incompatibilità tra cattolicesimo e una vita normale "cristiana". Se l'avessi scritta oggi la documentazione riportata sarebbe sestuplicata!

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Allora, anche a prenderlo sul serio,il tuo scritto e'prezioso:dimostra che per vivere la vita cristiana normale bisogna essere santi.Proprio quello che chiede la Chiesa Cattolica.Chiede…poi ognuno risponde prima di tutto per se' stesso.Come dovevasi dimostrare 😉

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Lunga intervista di don Minutella a un giovane giornalista R.A.I. Don Minutella:"Ne ho una piu' di Lutero! ".Scomuniche? Chi lo sa.Io,nonostante tutto, ne ho una meno di Lutero,e non vedo la necessita' di dichiarare falsa chiesa la Chiesa Cattolica di N.S.G.C.che tra l'altro non e' solo il Papa e gli ecclesiastici ma anche molta gente che incontriamo per strada.Possiamo sentirci in piena comunione col Papa,relativamente al Depositum Fidei e alla Sua figura,poi tocca al Papa essere in comunione con Cristo e quindi con la Chiesa, dato che la roccia su cui e' fondata e' Cristo di cui il Papa e' vicario secondo certe condizioni.Che le condizioni ci siano non serve neanche andare a cercare nei Padri della Chiesa(Bellarmino,l'Aquinate).Nel cuore possiamo sentirci in piena comunione col Papa e col Vescovo per come il Cielo vuole che siano,poi che siano tali o meno riguarda la loro coscienza .Possiamo non comprendere e non condividere decisioni che prendono,senza uscire dalla Chiesa.La Storia ha dimostrato che la Chiesa rimane di Cristo,p.es. il caso di sant' Atanasio di Alessandria.Pero' come un pade malato rimane tale ma i figlici stanno attenti,se beve,gioca,picchia la moglie,sfascia la casa,cosi',allo stesso modo…

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Anche Alesandro Gnocchi,ha fatto una nuova puntata del Romanzo Infernale, pesante nella prima parte,un po' per addetti esperti di antropologia,linguistica,filosofia, poi avvincente nella seconda parte, ma arriva a delle conclusioni esagerate,insiema al suo Padre F.Mi sorprende negativamente, deve avere dei problemi a livello psicologico ,se dimentica che basta un solo cattolico,insieme con Gesu' e Maria, per fare Chiesa.Chi c'era, quando Gesu' risorse?Solo Gesu',la Trinita' e da lontano la Fede indefettibile di Maria.Ma il peggio e' che son cose che dovrebbe sentirle nel cuore,anche con la liturgia del novus ordo.Non vanno neanche d'accordo tra loro,anche se s'intervistano,p.es. con Valli,perche' Valli scrisse in un post recente che ancora sente beneficio,comunione coi fratelli e conforto durante una S. Messa.Viva la semplicita' dl cuore,prendiamo esempio dal Dottore della Chiesa santa Teresa di Lisieux,e chi sa la sua storia capisce cosa voglio dire.Comunque tocca un tema importante,attuale e per il futuro,ma che c'entra risalire a decenni fa?E' proprio essere fuori strada.Ideologia.Inutile perdersi in certi tecnicismi liturgici se porta alla paranoia.Gesu' Cristo e' presente fino alla fine dei tempi.E' Parola di Dio,e basta.Solo Dio,basta.

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

Caro Aldo,
finchè ti farai una "religione"-fai-da-te o cristianesimo-fai-da-te, non ne verrai mai fuori : sarai quotidianamente impastoiato nelle sabbie mobili della gnosi e a rischio di perdizione, tra mille dubbi e difficoltà interiori.

Hai detto che eri aspirante sacerdote, bene, ma in effetti NON hai studiato : essere in ricerca NON vuol dire aver studiato e in effetti, davanti a Dio, non occorre neanche studiare…tutto quello che serve davanti a Dio è solo avere Fede e pregare (non "dire le preghiere") e frequentare con umiltà e devozione i Sacramenti della Chiesa Cattolica, ma prima di tutto occorre incontrare Cristo : se non si incontra Cristo, tutto quello che ho detto sopra non serve a nulla, e succede proprio come hai detto tu, come le bizzoche che dormono all'omelia e farfugliano le preghiere a pappagallo.

Ma che ci importa degli altri ? Il rapporto con Dio Padre è singolo e personale ! La Chiesa Cattolica è depositaria della Fede e Verità e amministra i Sacramenti, ma al giudizio particolare, verremo giudicati singolarmente per i nostri propri personali pensieri , parole opere ed omissioni, non per quelli comunitari o che abbiamo fatto comunitariamente. Ciascuno di noi è come se fosse solo davanti al Signore : solo gli Sposi sono 2 anime (insieme) davanti al Signore.

Coraggio Aldo, chè il tempo stringe !

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Coraggio Aldo, affidati a Pierpaolo che ha studiato; ma chi troppo studia alla fine perde la vista e non ci vede come una talpa. Uno sguardo impietoso al passato e al presente, almeno con gli occhiali; all’inizio i protestanti hanno cominciato a discutere di tutto e su tutti; il risultato è alla luce del sole: le fazioni non si contano più, tutti contro tutti su ogni piano. Col concilio vaticano secondo è iniziata la stessa malattia per i cattolici: per ora siamo a due fazioni che si accusano senza ritegno; hanno iniziato a togliere alcuni mattoni sia in dottrina che in comportamento che sorreggevano la casa e questa inizia a sbriciolarsi. La confusione è altissima perché non vi è più un governo solido ed accettato senza riserve; è legge di natura che vada tutto in fumo. Fino a non molto tempo fa la chiesa interveniva di imperio e decideva in un modo o nell’altro; il caso medjugorie è sintomatico: non puoi lasciare la decisione alle pecore, quelle si dirigono alla cieca in tutte le direzioni. Tutto ciò riguarda il governo; altra cosa poi è distinguere il vero dal falso e siccome per me è tutto falso, una qualsiasi decisione non potrà cambiare il valore di verità della dottrina.
http://www.papanews/dettaglio_interviste.asp?IdNews=7499
L'intervista è stata eliminata dal sito cattolico "papanews" evidentemente dava fastidio a qualcuno(?).
{Monsignor Andrea Gemma, già Vescovo di Isernia-Venafro, tra i più grandi esorcisti viventi, non usa mezzi termini: altro che la Vergine, a Medjugorje sono apparsi, sinora, solo fiumi di denaro. Un’accusa grave, che dà la cifra non solo del coraggio ma anche della levatura morale e spirituale del prelato che ha accettato di rispondere alle domande di ‘Petrus’ su una vicenda così spinosa.
DUNQUE, ECCELLENZA, COME DEFINIRE MEDJUGORJE?
“E’ un fenomeno assolutamente diabolico, intorno al quale girano numerosi interessi sotterranei. La Santa Chiesa, l’unica a potersi pronunciare per bocca del Vescovo di Mostar, ha già detto pubblicamente, e ufficialmente, che la Madonna non è mai apparsa a Medjugorje e che tutta questa messinscena è opera del Demonio”.
LEI PARLA DI ‘INTERESSI SOTTERRANEI’… QUALI?
“Mi riferisco allo ‘sterco del Diavolo’, al denaro, e a cosa, sennò? A Medjugorje tutto avviene in funzione dei soldi: pellegrinaggi, pernottamenti, vendita di gadgets. Cosicché, abusando della buona fede di quei poveretti che si recano lì pensando di andare incontro alla Madonna, i falsi veggenti si sono sistemati finanziariamente, si sono accasati e conducono una vita a dir poco agiata. Pensi, uno di loro organizza direttamente dall’America, con un guadagno economicamente diretto, decine di pellegrinaggio ogni anno. Ecco, costoro non mi sembrano proprio delle persone disinteressate. Anzi, unitamente a chi presta il fianco a questo clamoroso raggiro, hanno palesemente tutto l’interesse materiale di far credere di vedere e parlare con la Vergine Maria”.
MONSIGNOR GEMMA, IL SUO E' UN GIUDIZIO SENZA APPELLO?
“Potrebbe essere diversamente? Queste persone che asseriscono di essere in contatto con la Madonna, ma che in realtà sono ispirate solo ed esclusivamente da Satana, stanno creando scompiglio e confusione tra i fedeli per interessi e vantaggi assolutamente deprecabili. Pensi, poi, alla disobbedienza che hanno alimentato in seno alla Chiesa: la loro guida spirituale, un frate francescano cacciato dall’Ordine e sospeso a divinis, continua ad amministrare invalidamente i Sacramenti. E numerosi sacerdoti di tutto il mondo, malgrado il divieto esplicito della Santa Sede, non desistono dall’organizzare e dal prendere parte a pellegrinaggi con destinazione Medjugorje. E’ una vergogna! Ecco perché parlo di una miscela tra interessi personali e diabolici: i falsi veggenti e i loro assistenti intascano denaro, e il Diavolo crea discordia tra i fedeli e la Chiesa; i fedeli più accaniti, infatti, non ascoltano la Chiesa, che – lo ripeto – ha sin dall’inizio ha messo in guardia dalla mendacia delle apparizioni di Medjugorje”}. P.Riesz_

Domenico
Domenico
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

parte 1
I pellegrinaggi in un sito ritenuto luogo di una apparizione celeste uniti a preghiera e conversione sono notoriamente ritenuti frutti spirituali positivi anche per valutare la veridicità di una presunta apparizione, infatti la Chiesa è in procinto di riconoscere vera Medjugorje anche per tali frutti.
viaggiare da un luogo ad un altro crea movimenti di beni e denaro, a meno che siamo degli angeli e fanno a meno, beati loro, di tutto ciò. Abbiamo un corpo che ha esigenze di spostamento materiale e bisogno di pernottamento, mangiare, bere, vestirsi, cure mediche, tutto indotto dei pellegrinaggi, oltre alla esigenza umana di vicinanza ai Santi con l'acquisto di statuine che aiutano a riportarne meglio la memoria( così come affreschi, quadri, statue a grandezza d'uomo ma che sono troppo costose per una persona comune e spesso opere d'arte uniche appartenenti a chiese e abbazie, a palazzi storici) abbiamo esigenze spirituali di pregare e comprare rosarii, croci, libri sacri, fotografie, santini ecc. Tutte cose che spero non risultino disdicevoli a chi legge.

I veggenti di Medjugiorje o almeno alcuni di essi non sono il massimo come esempio di vita cristiana, difatti la Madonna aveva consigliato loro di dedicarsi a Dio completamente e prendere i voti. Consiglio che ora se ne vede quanto sarebbe stato benefico. L'essersi sposati, e alcuni trasferitisi all'estero però d'altro canto ha dato molta più possibilità ai messaggi della Madonna di essere conosciuti nel Mondo. E questo è un fatto, un fatto positivo. Per cui da questo punto di vista è stato meglio così. Ho visto alcuni filmati di come vivono i veggenti a Medjugorje e fuori, un pò tanto mi hanno fatto repulsione, è vero, ma Gesù ha detto a chi glielo chiedeva che per essere dei buoni cristiani e per andare in paradiso bisogna rispettare i 10 comandamenti, e in nessuno di essi si legge di non arricchirsi. Solo se uno vuole essere perfetto dinanzi a Dio e servirlo completamente e a tempo pieno deve lasciare le ricchezze, donare tutto agli altri e magari prendere i voti, o dedicarsi all'eremitaggio. Ma se si hanno delle ricchezze basta non farsi contaminare il cuore dall'orgoglio di possederle o di vantarsene, ma anzi di metterle a disposizione per altri (e non lasciarle improduttive come il servo che aveva solo un talento e lo nascose sotto terra) come beni strumentali atti a produrre servizi alle persone. In questo caso ai pellegrini, devoti della Madonna o che sono semplicemente in cerca di Dio.

Domenico
Domenico
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

parte 2
Il denaro è lo sterco del demonio per chi vuole farsi ingannare dal diavolo tramite il denaro, ma chi si arricchisce non vuol dire che è automaticamente adoratore di Satana, si può diventare ricchi senza adorare le ricchezze e perchè semplicemente si lavora molto e bene senza commettere peccati di sorta unito ad un pizzico di casualità positiva che non premia necessariamente chi lavora di più e meglio ma beneficia anche delle occasioni favorevoli create dal contesto sociale. Si può beneficiare anche del lavoro e dell'organizzazione della società e dei mezzi di produzione fatta da altri, ci si trova nel momento giusto e al tempo giusto e si ha successo, grazie ad una idea unita all'intraprendenza.
I veggenti di Medjugorje da interviste di cui ne ho visto il video non paiono affatto vantare quello che posseggono o adorarlo, ma solo vogliono rendere materialmente fattibili tali pellegrinaggi, accogliendo i pellegrini o addirittura organizzando i viaggi. Non è certo peccato questo. Vivono in case che hanno comodità e sono finanche belle, ma non è nemmeno lusso. E allora cosa si dovrebbe dire dei re cristiani del passato che erano proclamati tali dai Papi, benedetti da Dio come legittime guide delle nazioni? Loro sì che vivevano nel lusso eppure anche questo non è peccato se vissuto con distacco, ma anche se non lo avessero vissuto in tale modo comunque non li rendeva indegni difronte a Dio di guidare la nazione di cui erano sovrani.
Quindi la ricchezza dei veggenti non li discredita di per sè, ed è avvenuto anche in altri casi nel passato, non bisogna fermarsi a questo per valutare se sono veri o falsi, ma vedere se c'è coerenza dei messaggi dati con le Sacre Scritture e col Magistero costante della Chiesa e se ci sono frutti spirituali, con buona pace del tale vescovo di Isernia che invece si ferma al primo ostacolo. Oltretutto sappiamo dalle profezie come Akita che avremo vescovi contro vescovi e cardinali contro cardinali, sia nella Dottrina e sia presumibilmente nell'accettare o meno le apparizioni della Madre di Dio. Quindi di cosa ci dovremmo meravigliare se un vescovo anche importante, compreso quello di Mostar, prende delle enormi cantonate? Ma davvero stiamo ancora a questo punto? Che si scriverebbe a fare qui dentro? Perfino avremo un antipapa contro un Papa, starà a noi individuare chi sarà chi, quello sì che sarà un dilemma anche più insidioso per tutti.
Quello che, infine, sappiamo essere un peccato (e in più mortale) è l'invidia della ricchezza altrui, quello sì che è un sentimento negativo grave e censurabile, una prova a cui ci espone Dio per verificare se si ama più Lui o si desidera di più le cose altrui, e che quindi non si hanno. Chi parla delle ricchezze di altri farebbe bene a verificare che quella non sia invidia, anche solo dell'idea di ricchezza che gli si fissa in mente.

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

@P. Riesz
"Io non vi devo convincere, devo solo dirvi quello che mi ha detto la Signora". Santa Bernadette Soubirous

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Caro Pierpaolo, il problema è che non conosciamo la verità; dobbiamo accettare tutto per fede e questo non mi piace affatto; la mia coscienza si ribella. P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Non so se e'proprio la coscienza che si ribella.Potrebbe essere la mente,che col tempo ha prodotto una resistenza istintiva.La coscienza non e' mentale, e' qualcosa di profondo che provi e anzi ,puo' andare contro la mente.Per esempio inspiegabilmente,senti di aver sbagliato in qualcosa mentre la mente ti dice che avevi ragione, e la dialettica tra mente e sentimento rimane,ma capisci che il sentimento e'piu'profondo ed e' la coscienza.Non serve che la mente si accordi,basta che verifichi che quel sentimento,libero e spontaneo, e' conforma all'insegnamento religioso.Si dice:"La voce della coscienza"non "il ragionamento della coscienza".Sono due cose diverse.La prima e' una categoria estetica,la seconda e'una categoria socio-etico-logica.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Confusione si aggiunge a confusione. CEI: "Va abrogata la messa antica, papa Ratzinger ha sbagliato".
P.Riesz_

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

@ P. Riesz

e questo è già qualcosa.

La Verità non ha bisogno di "essere conosciuta", perchè si vede benissimo, risplende di luce propria e si difende benissimo, solo che qualcuno ce la deve indicare, altrimenti non la incontriamo mai…eppure, appena proferita, o intravista, anche solo da lontano, il nostro cuore e la nostra anima la riconoscono subito. Pensaci 😉

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

La coscienza indica la via, la ragione la illumina e … a Dio ci arrivo, al resto no. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Grande papa Francesco, smettetela di attaccarlo, sopratutto tu Sombrero!|!!

https://www.avvenire.it/multimedia/pagine/papa-francesco-visita-presidio-sanitario-poveri-piazza-san-pietro

Sombrero
Sombrero
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Buffone sei e buffone resterai! Almeno firmati

mario mancusi
mario mancusi
5 anni fa

https://gloria.tv/article/SPXnk6yfpVhK4YrjY9QemzoK6
1. DA ANGUERA UN MESSAGGIO CHIARO E DRAMMATICO 31/01/2017
Un uomo orgoglioso ordinerà la modifica della Professione di Fede e le sue azioni compiaceranno gli uomini perversi. Sarà una grande offesa al mio figlio Gesù.

2.774 – 19/12/2006 Abbiate cura della vostra vita spirituale. Non siete del mondo. Siete del Signore. Quando il messale sarà strappato, il giudizio sarà vicino.

mario mancusi
mario mancusi
5 anni fa

dott g.i stò leggendo in questi giorni i messaggi di Eduardo Ferreira, ci sono alcune cose che mi lasciano perplesso, ne abbiamo già parlato:
12 febbraio 2013 – São José dos Pinhais/PR Molti stanno chiedendo perché Papa Benedetto XVI si è dimesso.
Rispondo: figlioli, egli è stato costretto a dimettersi. Non era la sua volontà… non criticatelo e invece pregate.
se la madonna afferma questo, per il diritto canonico la sua rinuncia dovrebbe essere invalida e invece nei messaggi successi:
13 marzo 2013 – São José dos Pinhais/PR È con gioia che vi saluto questa sera, con il cuore pieno di gioia per la scelta del nuovo Papa.
Amati, non smettete di pregare per lui. Pregate, pregate, affinché egli possa condurre la Chiesa del mio Divino Figlio con amore e sicurezza.

inoltre c'è una continua richiesta per pregare per la salute di papa francesco 15 agosto 2013 – São José dos Pinhais/PR Pregate per la salute di Papa Francesco. 29 agosto 2013 – São José dos Pinhais/PR Vi invito a pregare per la salute di Papa Francesco.12 gennaio 2014 – São José dos Pinhais/PR In questa giornata trascorsa in preghiera, vi invito a continuare a pregare per la salute di Papa Francesco.
Giorni difficili si avvicinano per lui., si afferma inoltre il suo breve pontificato
12 marzo 2015 – Itajaí/SC Pregate anche per Papa Francesco.
Come avevo già detto in messaggi precedenti, il Papa non resterà molto tempo sul soglio di Pietro. 13 marzo 2015 – Itajaí/SC Oggi vi invito ancora una volta a pregare per la salute di Papa Francesco.
Come già vi ho detto, egli non ha molti anni a disposizione. eccc
inoltre c'è il famoso messaggio in cui si annunciano importanti cambiamenti nella chiesa nel 2017, che non ci sono stati. perché consideri affidabile questa apparizione ??

dott. G.I.
dott. G.I.
5 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"… perché consideri affidabile questa apparizione ??" (Mario Mancusi)

Non è che la considero affidabile. Semplicemente non l'ho ancora rigettata del tutto come falsa.

Giudizio sospeso.

Anche alcuni messaggi potrebbero essere interpretati in senso ampio.
Per esempio, quello in cui si dice che papa Benedetto "è stato costretto a dimettersi" si può intendere non in senso assoluto (costrizione forzosa e imprescindibile), ma in senso relativo (scelta necessaria e dolorosa, ma libera). Infatti, se intendessimo la sua rinuncia come un atto forzato e insuperabile (senso assoluto), sarebbe tutto invalido: il conclave, l'elezione del successore, ecc., mentre negli stessi messaggi non si dice questo, bensì si invita a pregare per Papa Francesco. Quindi, i messaggi stessi sarebbero in evidente contraddizione se avessero voluto significare una costrizione assoluta. Avrebbero poi invitato a ribellarsi a Francesco e a non accettarlo come papa.

Anche l'altro messaggio sugli importanti cambiamenti nella Chiesa nel 2017, si potrebbe intendere in senso più ampio, come decisioni assunte nell'anno 2017 e che poi si realizzano negli anni successivi, (come la decisione sul Messale, perfezionata nel 2017 e che trova realizzazione e applicazione negli anni successivi).

Inoltre, sono ancora prudente, perché fin dagli anni '90, don Stefano Gobbi è stato favorevole sia a Eduardo che a Junior (ha celebrato varie volte lì).
Qui ci sono alcune foto:
http://estigmasdecristo.nafoto.net/photo20090223194750.html
http://www.royaldevice.com/eduardo-junior.htm

(27/06/2011) messaggio sulla morte di padre Stefano Gobbi due giorni prima
http://www.aparicoesdemariarosamistica.com/22092011-sao-jose-dos-pinhaispr-1.html

Comunque, questo non vuol dire nulla.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Purtroppo mi sembra che sia latente la tendenza a marginalizzare il Credo o Simbolo che dir si voglia, mentre la Madonna ci tiene moltissimo,e si capisce.Stamattina a Radio Maria, nel collegamento per Rosario Vespri e S.Messa,non hanno detto il Credo nel Rosario,che a me risulta non sia facoltativo come invece lo sono le litanie lauretane(non hanno detto neanche quelle).Neanche lo hanno detto nella Messa,va gia' bene se lo dicono la domenica.In compenso alcuni canti tra una decina e l'altra…Il Credo basta leggerlo per capire che da' fastidio,troppo specifico,poco ecumenico,mentre il Pater e' universale…specie "depurato"…Depurino,depurino,…che Qualcuno a suo tempo "disinfestera'?

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

@vincenzo (non so perchè, ma il Blog non mi "acchiappa" le risposte ai singoli post °_°)

Quello che scrivi dispiace – soprattutto non dire le Litanie, che sono praticamente "attaccate" al Salve Regina, e che sono di una bellezza e di una consolazione (quelle Lauretane) indescrivibili – ma purtroppo risponde alla realtà dei fatti : se ti può consolare , quì dove sono io (Puglia, versante jonico), recitano/iamo sempre, all'inizio il Credo Simbolo degli Apostoli e alla fine le Litanie Lauretane.
Il Signore ti dia pace ! 🙂

p.s. oggi per me, e per molti altri, è Festa : oggi è Santa Elisabetta, Regina d'Ungheria, Langravia di Turingia, Patrona del Ordine Francescano Secolare 🙂

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Ho scritto "stamattina"perche' le 16.40 in Italia sono le 10.40 da noi.Prima di concludere il Rosario per me e' imprescindibile il pateravegloria per le intenzioni del Papa…quelle come le intende Dio… ;-)Dio non fa niente per caso,ma e' sempre piu'evidente che anche quaggiu' ci sono persone che non fanno niente per caso,per cui i "casi" sono due:o obbediscono a Dio, oppure obbediscono alla scimmia di Dio.

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

La coscienza indica la via, la ragione la illumina e … a Dio ci arrivo, al resto no. P.Riesz_

Bene ! 🙂

sempreio
sempreio
5 anni fa
Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Libro della Sapienza 5,17-23 e 16,27-29 Citati in un bel post su santa Ildegarda di Bingen nel blog" Cooperatores veritatis".Picchia duro santa Ildegarda! Sapienza 5,17-23 e' solo una dei molti riferimenti che ci sono sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento ,e nelle Scritture come nella Tradizione fino ai nostri giorni,del fatto che Dio usa la natura per castigare gli uomini.Far telefonare al card. Becciu a Radio Maria per riprendere Padre Giovanni Cavalcoli,non solo si commenta per conto suo,ma non e' per caso:obbedisce al calcolo di creare clamore per dare grande risalto a qualcosa che si vuole far passare,e,tanto per cambiare, si vuole far passare per stravolgere la Verita'. Come nel Pater e come nel Credo e nelle traduzioni di passi biblici.Dio e' stato messo agli arresti domiciliari,Dio c'e' solo per amare e essere Misericordioso,quanto a castigare, nemmeno se chiede il permesso di uscire.Quanto alla Madonna, Lei deve annunciare il Vangelo,che e' la lieta novella, e quindi non puo di certo annunciare catastrofi,neanche per ipotesi.(parole di un frate a Diretta 2000).Il passo Sapienza,16,27-29 ,sulla manna che si sciolglie al primo Sole,e' tradizionalmente interpretato non solo e non tanto in relazione all'alzarsi presto la mattina,ma al fatto che quando arriva il Sole(Seconda venuta di N.S.G.C.)bisogna essere pronti gia'svegli e in attesa,cioe' sconfessa la Nostra aetate scritta dal cardinale omosessuale e filosionista Baum. Gli ebrei che si salveranno saranno quelli che si saranno convertiti a Gesu' Cristo,e l'Antica Alleanza non basta.Ma di "Sole"ne spuntano ogni mattina, e questa volta non si tratta di un refuso 😉

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Una volta rimessi "al loro posto" sia Dio che la Madonna,ma anche Gesu' Cristo,si puo'finalmente dire che questa e' davvero una Chiesa "democratica".Lo e' a tal punto,che Dio,nella Sua infinita Sapienza,ha permesso che si riempisse di omosessuali,di modo che' non possa nemmeno instaurarsi la dittatura del proletariato.Questa e' la rivoluzione perfetta.Anzi…la Riforma perfetta.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Sul video al link dato da Sempreio:tutto giusto,ma e' troppo facile farsi scattare i riflessi davanti a un "povero"sacerdote,pronto a spaventarsi, che non ha detto nulla di diverso di quello che disse Papa Francesco a un adulto islamico ,e lo vedemmo nel video.La questione degli arabi e degl'islamici e' complessa,Don Nitoglia, in un link che diedi tempo fa,(a cercarlo su Goggle cliccando don Nitoglia si dovrebbe trovare)lo spiega bene.L'Islam ha una componente moderata e una aggressiva. Poi ci sono i finti islamici ,gestiti dai sionisti,e quelli sono nichilisti verso di noi.Dire Islam e' come dire Cina:nel senso che sono tante realta' in una.Tra l'altro gl'islamici si convertiranno gia' col Papa Santo e il GM,mentre i nichilisti o i satanici sionisti ,comunque camuffati,dureranno fino quasi alla fine del mondo.A Radio Maria c'e' Padre Livio,uomo molto pragmatico,basta vedere cosa ha messo in piedi nel mondo,ma se uno non e' disposto a sacrificare qualcosa per cio'in cui crede,o non vale quello in cui crede o non vale lui.Puoi per obbedienza allontanare anche (la lista e' lunga) Cavalcoli anche se non te l'hanno chiesto,ma la Verita' IMPORTANTISSIMA che ha detto ,non puoi non ribadirla con fermezza.Fare credere che Dio non castiga e' come buttare la bomba atomica.Credo di averlo spiegato in un commento recente.Molto piu' importante che temere l'Islam.Negli anni '60 il pericolo era il materialismo,e si puo' capire che qualche prete pensi che in fondo almeno non sono materialisti.Poi puo'succedere di tutto ,nel caos delle crisi,ma l'islamico ha delle regole,non fa terrorimo e arancia meccanica a capocchia.Anzi,ti governa pure,e se sei allo sfacelo del nichilismo,ti fa bene, ti rifa' le ossa per un tempo di servitu',come capitava all'antico Israele.E' castigo e Provvidenza di Dio e lo devi accettare.Non devi accettare le menzogne contro la Dottrina,invece.Il Credo a Radio Maria sarebbe meglio che lo facessero recitare all'inizio del Rosario,pretendendolo per andare in collegamento.Sono questi dettagli quelli che piu' demoliscono la Chiesa,insieme ai peccati.L'insidia subdola e' quella massonica e sionista,che ha mille facce, e una di queste e' l'ISIS e altre false flag islamiche.Se, dopo invasi ,saranno queste frange quelle che ci governeranno,allora ,nonostante le apparenze,non sara' l'Islam,ma saranno i sionisti che gia' ci stanno rovinando dall'interno da molto tempo.Sara' il culmine del bubbone marcio.Ma forse no,saranno altre componenti islamiche,almeno successivamente,e se poi arriveranno i comunisti da est,speriamo non siano gli stessi che oggi in Ucraina fanno i nazisti ,perche' allora saranno sempre false flag sionista.

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

La signora che conduce il Rosario, dopo le Litanie, alla fine, non dice "per le intenzioni del Papa" ma "preghiamo per il Papa" e parte col Padre Nostro, poi dice "preghiamo per…" e giù una lunga sfilza di nomi di persone, parrocchiani e non, poi dice "preghiamo per tutti gli ammalati e i sofferenti" e vai col Pater, poi dice "preghiamo per i nostri defunti e tutte le anime abbandonate…" e vai con 3 l'Eterno riposo.
Poi dice "Dolce Cuore di Gesù, ecc. Dolce Cuore di Maria e poi Sia lodato e ringraziato ogni momento….." e alla fine ci Segniamo tutti. 🙂

P.S.
Si concede l'indulgenza plenaria al fedele che:

1º recita devotamente il Rosario mariano in chiesa od oratorio, oppure in famiglia, in una Comunità religiosa, in una associazione di fedeli e in modo generale quando più fedeli si riuniscono per un fine onesto;

2º si unisce devotamente alla recita di questa preghiera, mentre viene fatta dal Sommo Pontefice, e trasmessa per mezzo della televisione o della radio.

Nelle altre circostanze invece l'indulgenza è parziale. (Manuale delle Indulgenze, 17) 🙂

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Lectio magistralis. 🙂 Sulla questione della correzione nel Pater, in risposta a Mazzurco,piu' sopra alle 17:10 e 17:29 di oggi ci sono due commenti miei che se sono sbagliati me li correggerete 🙂

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Spring

L’Italia è piena, la Francia pure! Mentre Wojtyla li chiamava orde e li temeva come il peggiore dei mali del passato millennio, invece Bergoglio li accoglie: «Vedo la Chiesa del terzo millennio afflitta da una piaga mortale, si chiama islamismo. Invaderanno l’Europa. Ho visto le orde provenire dall’Occidente all’Oriente: dal Marocco alla Libia, dall’Egitto fino ai paesi orientali».
MONS. MAURO LONGHI testimone di Papa Wojtyla – 22 ott 2017 a Bienno
https://www.youtube.com/watch?v=gyDTvJhal9g&feature=
https://youtu.be/gyDTvJhal9g?t=2874

P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Spring

Bergoglio,parlandone come persona, e' un cialtrone ideologizzato,che da classico pulcinella si agita da una parte per nascondere quello che nasconde dall'altra, insieme ai suoi complici,e percio' mostra la sua immagine di pastore,per nascondere,forse anche a se' stesso, la sua idolatria di ideologizzato.Quello che rinfaccio' a mons. Vigano',come spesso accade, lo riguardava personalmente.Era una proiezione psicologica e per questo usci' cosi'improvvisa e violenta.Sovente le persone quando accusano gli altri ci mettono del proprio.Ha un concetto distorto anche di quella che e' la pazienza cristiana,che non e' la pazienza politica e diplomatica, e il tessere le ragnatele.E' quella del monologo di Amleto,e su quella e' scarso,ecco perche' vorrebbe cambiare il mondo a modo suo.La canzone di Chieffo
" La guerra" lo descrive ante litteram.Pero' san Giovanni Paolo II non l'ha messa giu' cosi',piu' che puntare il dito contro islamici o arabi ha parlato di una crisi mortale per la Chiesa cattolica,una crisi come mai in passato,di cui l'invasione sara'solo un aspetto."Non basteranno le armi"ha detto,nel senso che si trattera' di ritrovare l'anima della Europa cristiana e di uscire dal giogo dei nemici interni,della Chiesa come dell'Italia,della Francia e dell'Europa,per non dire del mondo intero.Il problema e' l'Europa, non l'Islam,e l'invasione degl'Ismaeliti era conosciuta e profetizzata anche nei secoli passati.Paradossalmente,quando esisteva ancora l'Impero Ottomano,la chiamavano cosi',mentre oggi,dopo che da 1 secolo l'Occidente mette le mani in Medioriente come mai prima,parlano di islamismo,ma farebbero meglio a parlare di sionismo.Non ci sto a cadere nel tritacarne propagandistico preparato per le masse.Interessante questo breve video di 3 minuti cercando su google Le parole della Storia-Mu'ammar Gheddafi.Pandora TV. Descrive il quadro vero.Le orde,arabe o cecene o ucraine o russe saranno semmai il frutto di una strategia sionista che da oltre un secolo manovra da Usa,Israele Arabia Saudita,Russia Medioriente,nordafrica,contro Europa e la Chiesa, ma lo fa anche dall'interno di Europa e Chiesa. Emotivita' e propaganda non c'entrano niente.

HDC
HDC
5 anni fa
Rispondi a  Spring

Parole di fuoco e lingua veritiera: Vincenzo ringrazio per la tua condivisione. Diciamo che ogni discorso "ante litteram" sembra cadere a "fagiuolo" in questo dannato presente…

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Spring

@B(eato) Vincenzo. Le orde islamiche sono il risultato finale di vari attori in combutta o meno tra loro: il Wahhabismo settario e fanatico, il sionismo di Israele che tiene in fermento il medio oriente ora alleato del Wahhabismo, il capitalismo anglo sionista che ha inventato i Talebani e i Fratelli Mussulmani. Il sionismo ha soggiogato da tempo i protestanti americani ed ora anche i cattolici con la massoneria, erodendo i principi morali su cui si fondavano i popoli europei, minandone anche la vitalità esistenziale mediante droga ed aborto. Meglio di così si muore. P.Riesz_

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Spring

Pare che abbiamo trovato altri giacimenti in Egitto ed Angola
fonte: formiche net

piccolo OT
https://it.notizie.yahoo.com/mosca-dove-si-prende-la-metro-con-una-volpe-sulle-spalle-111321786.html

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

la profezia di Rol non è per il 2020 ma per il 2025
https://www.youtube.com/watch?v=OQQ-QupjmW0

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Terremoto di 4.2 a Rimini, paura da Ravenna ad Ancona. Ingv: «Ci saranno repliche»

https://www.ilmessaggero.it/italia/terremoto_oggi_emilia_rimini_san_marino_ancona_adriatico_18_novembre_2018-4115656.html

HDC
HDC
5 anni fa

Ritorniamo in topic, ma lo facciamo in grande stile.
Stavo ascoltando la trasmissione "Padri Nostri" di Giovanni Marcotullio: circa verso dopo le 18:05 della trasmissione di oggi (non ricordo il minuto preciso ma basta riascoltarlo), elogiando Papa Francesco e il discorso sui poveri, parlando di Gesù Re dei Re (discorso che condivido)….ad un tratto lancia una SFURIATA contro coloro che credono in un FUTURO MONARCHICO, in quelle persone definite da lui MILLENARISTE che aspettano la soluzione dei problemi in una forma politica non condivisa dalla Chiesa (secondo la sua voce) e dallo stesso PIO XI che istituì la festa di Cristo Re. Vi consiglio di ascoltarla…ad un certo punto parte a mille contro i TRADIZIONALISTI. Per caso è un nostro follower del blog? La vedo dura per Henri…povero zoppo….

HDC
HDC
5 anni fa

Stavo leggendo un blog francese molto interessante, anche se assume certe posizioni "forti": http://legrandreveil.wordpress.com/

Questo fa capire anche il rapporto particolare tra Papa Benedetto XVI e la fraternità di Pio X.

Sottolineo la parte interessante: "l'ultimo bastione".

C'è una cosa che il diavolo ha sottovalutato: la forza della Tradizione. Non capiva quale fosse il suo vero ruolo, ed è per questo che le profezie dovevano essere codificate. Tutti. Il terzo segreto di Fatima potrebbe essere questo: che la Chiesa è passata segretamente all'arcivescovo Lefebvre, che la continuità apostolica è passata in segreto non ufficiale . Quella Roma si lanciò segretamente a Ecône da Siri a Lefebvre nel 1988. Un po 'come il grande scisma dell'Occidente: i migliori non sono i funzionari, i migliori non sono a Roma, ma in Francia. Urbano VI è delegittimato sia dalla sua elezione che dalle sue azioni, da qui la saggezza della profezia dei papi che attribuisce un motto agli antipapi, come se li contasse davvero.
Se il diavolo lo avesse saputo, avrebbe fatto di tutto per distruggerlo; cercò, ma invano (divisioni, tentativi di firma con Roma, critiche interne, defezioni, sedevacantismo da un lato, raduni dall'altro).Ma è del tutto possibile che non abbia compreso il ruolo essenziale della Fraternità: non rappresentare ma essere Roma, quell'indistruttibile Roma di cui parlano i Vangeli. È lei che farà risorgere e schiaccerà perché ora gioca il papa, e la Provvidenza vi cresce: per i suoi seminari, e la nomina dei vescovi e l'espansione in parallelo identico alla Chiesa (congregazioni religiosi, laici, associazioni proprie cappelle, enti di beneficenza, seminari, scuole missionarie senza contratto), con il backup del sacerdozio e la vera fede contro ogni previsione, e infine la consacrazione della Russia 20 agosto 2017. È la Tradizione che ha salvato la Chiesa perché è la Chiesa, quella che non è cambiata, quella che è sopravvissuta come era da Pio XII, e messa in quarantena dal Concilio.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Comunque, comincio a capire meglio che,anche se la Storia ha i suoi protagonisti,compresa quella della Salvezza,con Maria la storia la facciamo noi. Spero di non essere contorto nell'esposizione.I grandi eventi profetizzati,anche se gia' annunciati da secoli o millenni,e i grandi protagonisti,sono frutto anche delle nostre azioni.Come Dio preservo' Maria dal peccato originale in previsione dei meriti di Cristo,cosi',p.es.,l'Avvertimento o Illuminazione delle coscienze,sara',si' un dono di Dio,gratuito,come anche il Miracolo,etc,gia' stabilito da Dio dalla profondita' dei secoli,ma stabilito anche in previsione dei nostri meriti in Maria e attraverso Maria.Per questo Maria ci vuole MOLTO ATTIVI.Dio fa uno strano giochetto cinese,apparentemente bloccato e irrisolvibile:ci porta a essere costruttori di quel che ha gia' deciso di donarci gratuitamente…e proprio la riflessione sul "non indurci in tentazione",come lo spiega san Tommaso d'Aquino(cfr. il sito Cooperatores veritatis)me lo fa approfondire.Attraverso la preghiera,attraverso le azioni di grazia,diventiamo costruttori di cio' che non possiamo costruire,come se l'avessimo costruito noi.a sulle tentazioni.Compresa la vittoria sulle tentazioni e il superamento in positivo delle prove .Dio costruisce/ricostruisce la Divina Volonta' in noi(Piccarreta),ma lo stesso Carlo Carretto parlava del "desiderio del povero"come "un fatto che non e' un fatto ma ha diritto di cittadinanza nel Regno dei Cieli perche' e' nel cuore di Gesu' Cristo".Allora:come le benedizioni sacerdotali,anche se non lo vediamo,sono grazie straordinarie, diceva una mistica
importante ma di cui ora non ricord il nome,,cosi',per esempio,milioni,miliardi di Rosari detti nel mondo,da gente semplice ,da fedeli,e di preghiere,e di fioretti,di sacrifici etc sono una bomba che un giorno esplodera',e non c'e' da sorprendersi se Cristo e Maria trionferanno in tutto il mondo.(segue)

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

L'Aquinate scrive:"Dio,a causa dei molti peccati precedenti, puo' sottrarre" la sua Grazia all'uomo, che cosi'cade di fronte alla tentazione".Apriti Cielo:i modernisti,come prevede la sig.ra Dorotea,lo "faranno fuori" nelle catechesi,ma senza darlo a vedere.San Tommaso insiste sulla responsabilita' dell'uomo nel peccare,e fin qui,i modernisti possono anche far piu'o meno finta di essere d'accordo.(Senno'negherebbero apertamente il libero arbitrio).Ma siccome sono furbi e "studiati",prendono un'altra strada:Dio non ti abbandona nella tentazione,percio',se cadi,allora non puo' che essere un peccato veniale,nonostante le 3 condizioni(materia grave, piena avvertenza e deliberato consenso).Intanto perche' la piena avvertenza non e' poi cosi' certa, e poi perche' ci sono le attenuanti(p.es.condizionamento sociale,forza delle abitudini contratte,immaturita'affettiva -esistenziale..e quest'ultima e' una vera chicca per modernisti-storicisti).Ecco perche' si sentono sicuri nel dire che Dio non tenta al male,non c'inganna,etc. anche se le Scritture e la Tradizione dicono il contrario.Invece Dio non tenta al male per il male,ma a fin di bene,permette e favorisce tentazione e anche inganno.Uno potrebbe dire:"Ma se la forza delle abitudini contratte e' un'attenuante,come fa s. Tommaso a dire che Dio,a motivo dei molti peccati precedenti,permette la caduta?".Gia'…ma sono due cose diverse. La forza delle abitudini contratte e'una dipendenza ,una debolezza,in pratica un¿infermita' acquisita,mentre i molti peccati precedenti sono quelli che Dio vuole correggere,quando non e' possibile diversamente, attaverso proprio la caduta e l'inciampo in altri peccati,per svegliare il peccatore e porlo davanti a se' medesimo.Per esempio peccati di omissione, di presunzione,di superbia, di poca mosericordia e di poco perdono verso i fratelli.DEl resto succede anche nella vita tra le persone.C'e' quelllo che ti vede bene,e ti aiuta dove sei meno preparato,e c'e quello a cui sei antipatico che anche se sei forte ti aspetta al varco dove puoi inciampare e fa leva su quello,per esempio sul lavoro ,nello studio,etc.Dio non fa eccezione,solo che Dio e' Giusto in assoluto.Ecco perche' la Madonna ci vuole all'offensiva, molto attivi,perche' la buona volonta' anche se non basta…alla fine e' sufficiente,anzi,determinante.Invece, chi si bea sulla " profonda riflessione che ormai la Chiesa posiede circa le condizioni soggettive"com'e scritto sulla Amoris Letitiae,rischia di fare come la lepre contro la tartaruga…e perdere la corsa .Come volevasi dimostrare.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Ed ecco perche',come dice la Bibbia, molti peccatori vengono presi al laccio dove non si aspettano…perche' vengono accecati da Dio…basta p.es. vedere qua in Ecuador certi politici miserabili che finiscono in galera e si rovinano perche' a un certo punto si sono messi a rubare come nemmeno si sarebbero immaginato di fare, e cosi' si prestano al gioco dei loro manipolatori occulti e dei loro avversari.Dio vuole e permette,forse perche'la galera puo' fare riflettere.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Non sto a correggere i molti refusi,consonanti mancanti,Amoris Laetitia,etc,sovente non rileggo tutto,ma concludo:e' giustissimo confidare molto in Dio,ma si puo' farlo senza cadere nella presunzione e nel lassismo:anzi,una certa serenita',e liberta' dalla mentalita' del mondo viene proprio dal sapere che Dio ci segue con perizia,con fantasia,e non e' un idolo bloccato li' a fare Misericordia e dare Amore generico a senso unico.E' un Dio vivo,non l'idolo e la statua dei modernisti.Ha molti modi e molti mezzi per portarci dove desidera,ed e' geloso della nostra anima per la nostra salvezza.Insomma:si puo' girarla come si vuole, ma questi modernisti al potere stanno proprio a rovescio in tutto…sono inquietanti .

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

@B(eato) Vincenzo: non sei al passo coi tempi! Sei codino! Non sei politicamente corretto!
L'espressione politicamente corretto (che in italiano è un aggettivo sostantivato mentre in inglese è un sostantivo, political correctness) designa una linea di opinione e un atteggiamento sociale di estrema attenzione al rispetto generale, soprattutto nel rifuggire l'offesa verso determinate categorie di persone. Qualsiasi idea o condotta in deroga più o meno aperta a tale indirizzo appare quindi, per contro, politicamente scorretta (politically incorrect)(wiki). Anche la chiesa si è convertita alle mode ed ha iniziato a modificare le preghiere come il Pater Noster; tra non molto il fedele con anima ardente come te, Beato Vincenzo, pregherà: Genitore Uno(*) di tutti(**) che stai dappertutto(***) ….. non abbandonarci alla tentazione(****)…..
(*) dire padre è contro la legge;
(**) di tutti invece che nostro perché è un aggettivo di possesso individuale legato al concetto di padrone;
(***) che stai dappertutto invece che nei cieli; bisogna rispettare la privacy;
(****)non abbandonarci alla tentazione invece di non indurci in tentazione; l’operazione di correzione lessicale lede il concetto pregresso; nel non indurci in tentazione non si richiede di liberarci dalle tentazioni usuali comprese le demoniache; si richiedeva a Dio di non aggiungere a queste le sue prove dirette a causa della nostra debolezza, coscienti comunque che senza prova non c’è merito; la correzione attuale tende a chiedere a Dio di eliminare la tentazione; poteva andare invece non abbandonarci nella tentazione, “nella” cioè durante e non “alla”. Questi vescovi dove hanno studiato teologia? P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

E' vero, Dio non tenta al male per il male,ma per il resto si tiene le mani libere.Per questo mi e' sempre piaciuta l'idea di un Dio "goliarda".Dal Genesi alle Lettere alle 7 Chiese dell'Apocalisse, trovi un Dio che permette e provoca le tentazioni,come caduta che smaschera il peccato nascosto del cuore, i 7 vizi capitali.Nei Vangeli Gesu' dice espressamente, che parla in parabole perche' quelli che non devono intendere non intendano…e avverte di stare attenti a come intendiamo le sue parole…ci puo' essere la trappola…Umanamente parlando,non ha una buona strategia di comunicazione,e Soros e la catena Hilton non lo sponsorizzano.Preferiscono un Dio Uno e neanche Trino,vendibile al meglio a tutti in tutto il mondo. Senza complicazioni:messaggi chiari e brevi.Ma per Gesu' Cristo se non sei contro di lui sei con lui.Vero che dice anche il contrario,ma appunto.. :-)E' chiaro che quando certi vescovi dicono di far tutto per portare piu' chiaramente ai fedeli la Parola,hanno uno zelo sospetto,simile a quello di Giuda per i poveri…a meno che' non siano da piu' del Maestro.Uno puo' non credere in Gesu' Cristo ma non essere contro di Lui,e quindi essere con Lui,e uno puo' credere in Gesu' Cristo e stare dentro la Chiesa,almeno finche' gli conviene, ma essere contro di Lui e quindi non essere con Lui.

Avvoltoio
Avvoltoio
5 anni fa

Il link sopra non funziona bene

https://www.google.it/search?biw=1920&bih=1058&tbm=isch&sa=1&ei=PSH1W67aO4aorgT3jIWIDw&q=gilet+francia+ghigliottina&oq=gilet+francia+ghigliottina&gs_l=img.3…16685.24068..24356…5.0..1.105.2873.28j3……1….1..gws-wiz-img…….0j35i39j0i67j0i10j0i30j0i5i30j0i8i30.8Rj1t7RTpzs#imgrc=e4lyG6ZHNM6aGM:

Ultras Socci
Ultras Socci
5 anni fa

Ultimo libro del GRANDE Antonio Socci:
IL SEGRETO DI BENEDETTO XVI
Perche' e' ancora Papa.

https://it-it.facebook.com/pages/category/Journalist/Antonio-Socci-pagina-ufficiale-197268327060719/

sempreio
sempreio
5 anni fa

In attesa delle iene domenica sera, vi posto la Eleonora di qualche giorno fa.

https://www.youtube.com/watch?v=4GApOht8BJs

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

seguitores de don minutellas en todos el mundo

https://www.youtube.com/watch?v=ewLInb5WokI

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Magari qualcuno lo sapra' gia' da due anni,ma ho scoperto che don Leonardo Maria Pompei nel 2016 e' stato trasferito dalla sua parrocchia di Latina.Evidentemente le ragioni ,taciute magari per obbedire al silenzio richiestogli dal vescovo,si possono arguire dal fatto che cancello ' tutti i video su Anguera,Garabandal,etc etc.Niente piu' frati dell'Immacolata, don Nicola Bux, il prof.Roberto De Mattei,Pedro Regis….vita nuova.Niente da dire sul piano personale,perche' si vede in un video del saluto e dell'addio che soffri' molto,e queste sono grazie, per cui si possono anche amare i nemici tanto grazie cosi' ti avvicinano a GesU' Cristo e alla perfetta letizia.Quindi posso anche capire che da li' si sia aperto ad accettare pazientemente molte prepotenze delle gerarchie,e a lodare documenti che sembrano eterodossi,sminuendone la eterodossia.Capisco e non lo considero pavido o opportunista.Pero',a parte il piano personale, credo che ci sia quello della Verita',che sta a cuore alla Madonna e non solo,e li' a un certo punto,prima o poi, l'uomo,prima ancora del cristiano,se c'e' viene fuori,perche' ha responsabilita' verso tutti, e non puo' fare il tedesco a Norimberga.Lo diceva anche don Vito Cattuozzo,a Striscia la notizia.Quello dell'"aforismo persiana"come lo chiamava,per aforisma persiano.Questo:"Hai perso i soldi?I soldi non sono niente.Hai perso l'onore?L'onore e' importante, ma ancora non hai perso molto…ma se hai perso il coraggio di dire quello che pensi al congresso di Casini e Giovanardi,allora hai perso tutto!".:-)Ezra Pound diceva qualcosa di simile.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

http://sakeritalia.it/religione/limpero-divide-il-mondo-ortodosso-possibili-conseguenze/
{….dire che lo Spirito Santo riempie la Chiesa è considerato assolutamente ridicolo nel nostro mondo post-Cristiano del XXI secolo, ma date un’occhiata a queste parole del Libro degli Atti: “è parso bene allo Spirito Santo e a noi” (Atti 15:28) che mostrano chiaramente che i membri del Consiglio Apostolico di Gerusalemme credevano chiaramente nello, e proclamavano che le loro decisioni erano guidate dallo, Spirito Santo. Chiunque ancora ci creda capirà immediatamente perché la Chiesa non ha bisogno che il “vicario di Cristo” o qualsiasi “rappresentante terreno” agisca in nome di Cristo durante la sua assenza. Infatti, Cristo stesso ci ha chiaramente detto “Ecco, io sono con voi sempre, fino alla fine dell’età presente. Amen” (Matteo 28:20). Se una Chiesa ha bisogno di un “vicario” – allora Cristo e lo Spirito Santo non sono chiaramente presenti in quella Chiesa. Come volevasi dimostrare. …}. Non è per caso che il papato di Roma ha accentrato in sé poteri che non gli appartengono ed oggi è in crisi come lo fu col potere temporale usurpato a suon di truffe con la donatio constantini? @B(enedetto) Vincenzo l’ardua sentenza. P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Pero',Padre Riesz_ ,nella logica della Vita Trinitaria,e la Chiesa e' calata in questa realta' ontologica,c'e' una trasmissione a catena,una relazione a catena.Lo Spirito Santo procede dal Padre e dal Figlio,e non solo dal Padre… ;-)e segue lo stesso schema anche quando si espande al di fuori della S.S .Trinita',cioe' nel Creato,che viene assunto in Essa. Del resto anche nella Resurrezione,la Trinita' poteva far tutto da sola,e invece volle bisogno della Fede indefettibile di Maria come primogenita della nuova Umanita',quella che viene associata alla Vita Trinitaria,che e' la Grazia.Stessa cosa il Gesu' dei Vangeli che opera solo in presenza della fede del miracolato.Lo rende pienamente persona,e non oggetto,e questo e'tipico della signorilita' e paternita' di Dio.Le decisioni della Chiesa sono prese in Collegialita'ma il Papa,che e' primus inter pares,e il primo intermediario,l'anello decisivo.In talmodo,a catena, tutti siamo figli e tutti siamo genitori,nel mondo della Grazia.La Chiesa e' alla antivigilia del Trionfo di Cristo nel mondo intero,e quel che succede ricalca la Passione di Cristo,perche' i discepoli non sono da piu' del Maestro.Oso dire, ma e' una mia idea soggettiva,che ricalca anche l'Apostasia d'Israele,come predisse san Paolo,e difatti la Chiesa cattolica e' il Nuovo Israele.L'Antico apostato' e uccise quello che nella Valtorta e' chiamato "L'Abele divino",cioe' Gesu' Cristo.Per questo nella Valtorta l'antico Israele e' chiamato Caino.Fin qui va bene. Da qui azzardo l'ipotesi che il Caino a cui allude la Teresa Neumann sia ..la Chesa Cattolica.Anche perche'guerre e terrorismo c'erano anche prima del 1999,nel dopo seconda guerra mondiale e ce ne saranno nei prossimi anni.Quindi la Neumann potrebbe riferirsi alla Chiesa Cattolica,dentro a cui,proprio dell'indebolirsi di san Giovanni Paolo II a fine secolo,approfitto' al suo interno per avviarsi verso l'Apostasia che uccise Gesu' Cristo,e se tutto va normalmente,anno piu' anno meno,in questo 2018 colui che "sono un po' furbo,lasciate fare a me","So muovermi",stavolta ,da dietro non ha accarezzato una tigre cucciola, e fara' presto a essere sbranato.Gli porteranno via anche i mobili.Vuol essere povero?Dio forse lo prende in parola.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

"Gli porteranno via anche i mobili.Vuol essere povero?Dio forse lo prende in parola". Aggiungi: gli porteranno via il Vaticano e lo cacceranno dall'Italia.
P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Io non lo chiamerei furbo ma deficiente. Però: lo sono di più quelli che lo hanno voluto e quelli che lo prendono sul serio.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Quello non crede all'Inferno e vuole fare il Papa,e con lui i modernisti non credono a cose fondamentali,tra cui anche dogmi e stanno nella Chiesa,chi in buona fede(deficiente) e chi no(infiltrato).Non solo non crede all'Inferno,e chissa' a quante altre cose,non solo e' ignorantissimo se ha detto che la Madonna da bambina pensava di sposarsi e fare figli,ma ha avuto anche la pretesa e l'illusione di far trapelare che non crede all'Inferno,giocando di sponda con Scalfari al qui lo dico e qui lo nego(ha negato solo di aver voluto fare un'intervista ufficiale).Convinto che cosi' molti che hanno una comprensibile difficolta' a credere all'Inferno,si avvicinino alla Chiesa. Un modo un po' contorto e sopra tutto presuntuoso,e antropocentrico d'intendere la Fede,direi disonesto,e a che serve una Fede puramente umanistica?Magari crede che l'Inferno c'e' fino alla fine del mondo,e poi Dio fa morire le anime dei dannati.Ma per uno che si crede furbo,cioe' per un ruffiano,dev'essere normale fare "i maneggi per maritare la figlia"e giocare sui fatti compiuti.Ruffiani e intriganti.Proprio quello che piu' mi fa schifo nella vita,ma il deficente forse sono io.Pero' da deficente,non riesco a smettere di pensare che quando uno cosi' viene a fare il tormentato,coi dubbi sulla Fede ,etc, e anzi ad accusare chi dubbi non ha,gli griderei sulla faccia:comincia a fare la persona onesta, razza di putt. e di ruffiano,e poi forse ti sara' piu' facile credere.Perche' la Fede e' si' un dono,ma se il dono lo sporchi con la tua psicologia bastarda, poi non puoi fare la vittima esistenziale.In Chiesa si va quando la Grazia ti da' il dono di sentire il peccato come tale, con chiarezza,e non in base a ragionamenti umanistici.Io ho fatto cosi',senno' vanno solo a fare "casino",e neanche tanto tra virgolette.Presto credo che lo conosceranno tutti per come e'.Dio volendo.Quello,se non sente il ribrezzo per le furbizie,le cose storte, intriganti,etc allora non ha vissuto il suo stato di ecclesiastico nella purezza ,anche fisica, e se si confessava faceva dei sacrilegi,perche' metteva in conto di tornare a peccare.Oppure viveva come se fosse dentro alla Chiesa che vorrebbe lui,e non alla Chiesa come la volle Gesu' Cristo con gli Apostoli.Una sporca persona.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Chissà se questa volta è quella buona. A seguito dello scontro russo-ucraino del mar d'azov, riunione del parlamento ucraino oggi alle 16. Richiesta legge marziale, mobilitazione parziale. Pare che le unità navali ucraine non siano più nei porti. Ulrich

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

O adesso o mai più, siamo già a fine 2018

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Prima ci deve essere lo scisma

Domenico
Domenico
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

avremo ancora anni di dure prove(cit.)

Sembra sempre che è la volta buona ma poi non accade niente di così tanto destabilizzante per gli equilibri geopolitici.

La mia idea, seguendo quanto detto da Edson Glauber, è che dobbiamo aspettare prima la morte di BXVI, e solo dopo accadranno fatti estremamente gravi nella Chiesa. Quelli attuali sono solo avvenimenti precursori che gettano le fondamenta a quello che di tremendo accadrà nella Chiesa da una parte: persecuzioni, scisma, Papi martiri ecc.; e nel Mondo: guerre civili, guerra mondiale. Finchè vive BXVI trattiene, per volontà di Dio, sia gli eventi mondani e sia quelli ecclesiali

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Era ovvio e prevedibile che con l'avvento della rete e l'informazione immediata di massa, venisse fuori tutto il marciume della politica, della società, dei costumi e quindi anche e della/nella Chiesa : che cos'è, internet è stata inventata senza l'approvazione e il consenso di Dio ? Internet non è un male, e anche lo fosse, l'Onnipotente ne trae fuori il bene !

Quando fai le pulizie metti tutto fuori – una brutto (permettetemi) casino – e lo schifo e la sporcizia DEVONO vedersi ben chiaramente : così poi il da farsi è semplice, la roba brutta, sporca, inutile e dannosa, la getti fuori nella pattumiera. E' esattamente questo che succede adesso, ma ci vuole ancora un pò di tempo, direi fino al 2021 o poco oltre.

Pure Suor Lucia ha penato e tribolato per lunghi anni e poi sono arrivati il nazismo e la guerra mondiale…mamma mia quanto avrà penato lei e quanti le hanno dato ascolto !

Così è per noi, attendiamo vigili e pronti : armiamoci di Fede, cingiamoci i fianchi con la spada, copriamoci la testa con l'elmo e il busto con la corazza (San Paolo, Efesini 6, 13) perchè questo è solo l'inizio delle pulizie, proprio adesso è cominciato, e già siamo esausti ? 😦

Coraggio non mollate adesso ! 😉

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa

@vincenzo
Tranquillo, Vincenzo, per Don Leonardo : non è stato un trasferimento "punizione" , se vedi i video di Sermoneta (pure quello di "insediamento"), è stato ben felice di essere nominato Parroco lì : da "San Michele Arcangelo" ora è Parroco di "Santa Maria Assunta" , capisci ?…lui che è profondamente mariano, lo ha preso come un segno di amore e predilezione…e poi se noti il suo "umore" e tenore, è lo stesso di sempre, tranquillo, è sotto il manto della Vergine Maria !

Ovvio che non poteva più "manutenere" il sito web della parrocchia di San Michele Arcangelo, non essendone più Parroco, e quindi ha "traslocato" tutto sul suo sito web personale.

Il Signore ti dia pace ! 😊

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

Pierpaolo bella questa cosa… Allora e' promosso:l'importante e' non dirlo in latino… capisci? 😉

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

E’ il contrario, analizziamo: in prima istanza è certamente latina; ma la finale è volgare. P.Riesz_

Pierpaolo
Pierpaolo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Sono prodromi di invecchiamento……😲……🤕……🤓……😬

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

:-))

Share This