IL MISTERO DELLA RIVOLUZIONE DELLA CHIESA SECONDO LE RIVELAZIONI DELLA JAHENNY

scritto da Remox
04 · Mag · 2018

IL MISTERO DELLA RIVOLUZIONE DELLA
CHIESA SECONDO LE RIVELAZIONI DELLA JAHENNY



Il tema delle
cronologie secondo le visioni della mistica bretone Marie Julie Jahenny è
estremamente importante perché permette di cogliere i segni della grande
rivoluzione annunciata per il mondo e la Chiesa. Nei precedenti due articoli ho
provato a tracciare delle possibili cronologie sugli eventi politici che
accadranno in questi anni, in questo, nonostante l’argomento sia piuttosto
confuso, vorrei provare a mettere un po’ di ordine nei messaggi che riguardano
la Chiesa,.

Innanzitutto gli anni
in cui la crisi dovrà svolgersi: 80, 81, 82, 83 ed inizio dell’84. Gli anni di
maggiore crisi sono però i primi quattro. Probabilmente il periodo complessivo
è di tre anni e mezzo.

Che tali anni contraddistingueranno
anche la crisi della Chiesa è chiaro dalle parole che la veggente ode
pronunciare al diavolo:

Satan lui lâcha cette
parole : “En 80, 81 et 82, je ferai beaucoup de révélations.

Je continuerai jusqu’à 83… Il sera impossible de masquer mon langage.

J’imiterai trop bien toutes les paroles du Christ et Ses révélations.

En chargeant ces âmes, je veux perdre beaucoup de prêtres pieux, les égarer
profondément dans toutes ces choses. Je veux en perdre aussi beaucoup qui ne
sont pas prêtres. Si je ne parviens pas à perdre ces âmes, je perdrais au moins
leur réputation ; je les ferai dénoncer jusque devant le conseil des lois
humaines”.

Il diavolo confonderà
la Chiesa e i fedeli imitando le parole di Cristo, portando all’apostasia i
sacerdoti e facendo condannare e perseguitare coloro che rimarranno fedeli.

In questo tempo si
succederanno tre papi martiri:

“Nostro Signore mi dice ancora che il martirio del SECONDO LEGAME DELLA FEDE [II Papa]
sarebbe ancora più doloroso di quello del PRIMO;
che avrebbe i piedi e le mani fissati sulla larga pietra del muro del Vaticano,
e che rimarrebbe per cinque giorni fissato su questo muro, sazio di insulti, le
due gambe tagliate dalle due ginocchia, le due braccia tagliate, non
dall’articolazione del gomito, ma dalla metà del braccio vicino al polso; che
il suo petto sarebbe aperto con una ferocia che gli animali non hanno nella
loro rabbia più avvelenata;

che la testa del TERZO LEGAME DELLA FEDE
[III Papa] sarebbe posta all’estremità di una recinzione di ferro e piantata
alla porta della grande Basilica di San Pietro e insultata, come mai tempio ha
visto insulto simile; che il suo corpo sarà gettato sul fiume che passa un po’
sopra il Vaticano e che sarà trovato sano e salvo ai piedi di una pietra del
fiume che si trova sulla destra mentre si cammina verso sud di questa terra
sopra il Vaticano.”

Il secondo papa subirà un martirio più feroce del primo. Il terzo sarà
decapitato.

Il primo papa martire sarà costretto all’esilio. Il secondo subirà il
martirio a Roma così come il terzo. In un’altra visione sul martirio del
secondo papa la veggente vede degli uccelli bianchi portare nel becco i resti
del corpo del papa. Chi vive a Roma sa bene che da almeno dieci anni la città è
stata invasa dai gabbiani che prima non c’erano. Soprattutto le vie del centro
e la zona del Vaticano. La visione si colloca dunque in questo scorcio di tempo.

Nei riguardi del primo papa la Voce aggiunge:

“Mai, mai
tempesta sarà stata così forte contro un altro Pontefice. E’ già martire prima
di subire il martirio; egli soffre prima che l’ora sia arrivata. Ma egli offre
la sua Persona ed il sangue delle sue vene per tutti i suoi carnefici, e per
quelli che attentano terribilmente alla sua vita. Deve soffrire l’esilio”.



Come sappiamo la crisi
in Italia sarà estremamente dura è graverà sul paese per tre anni e mezzo circa
di cui gli ultimi tre saranno peggiori. La Guerra d’Italia, che porterà infine
alla liberazione del paese, durerà invece più di due anni. Circa due anni e
mezzo secondo la mia ricostruzione. In questo tempo avremo un “re” che mal
governando farà cominciare la rivolta, un Governatore che perseguiterà la
Chiesa martirizzando un papa e infine, dopo un breve periodo di pausa, Archel
de la Torre sotto il cui regno dovrebbe morire martire il terzo papa dopo un
periodo di prigionia.

“La dolorosa guerra d’Italia sarà lunga, durerà più di due anni…La Chiesa
avrà il seggio vacante per lunghi mesi…ci saranno due antipapi successivi che
regneranno tutto questo tempo sulla Santa Sede…”

“La voce dice che la Chiesa resterà vacante per lunghi mesi. Ella aggiunge:
il terzo papa sarà più santo, ma non
regnerà che tre anni prima che Dio lo chiami a se per la ricompensa

Secondo questi messaggi il terzo papa regnerà tre anni prima di morire.
Dovrebbe trattarsi del terzo papa martire. Sarà più santo, ma non il papa santo
che governerà insieme al Grande Monarca.

“È la Francia che dovrà difendere il Legame della Fede assediato,
prima che la pace sia firmata interamente. Il Papa in quel momento non vedrà il
trionfo della Chiesa. Colui che, dopo la sua morte, gli succederà, trascorrerà tre anni nelle catene più
mortali e più angoscianti
.

L’orribile guerra d’Italia sarà lunga…

Gli ultimi tre anni saranno in Italia come in Francia: non lasceranno quasi
nessuno in piedi su questo suolo…”

In questo messaggio si conferma il tempo dei tre anni. Un papa passerà
questi tre anni fra le catene più mortali e angoscianti. Dovrebbe essere lo
stesso terzo papa che regnerà tre anni prima di morire martire.

“[Durante la prima metà del terzo anno] I
servi più vicini al Papa oseranno contaminare la loro dignità con articoli
vergognosi e, per salvaguardare la loro vita, [oseranno] farsi assassini e
carnefici del povero Martire, del quale la vista dei mali sollevati su Roma
estinguono le forze e abbreviano ancor più il martirio.

Per tre settimane le sue sofferenze raddoppiano: ora vede e sente il colpo
definitivamente portato alla Chiesa, alla sua persona e alla terra in cui vive.
Egli non vedrà la fine della persecuzione; colui che lo sostituirà, non lo
vedrà neanche; il terzo vivrà a lungo,
ma sarà difficile trovarlo in mezzo a così tante macerie.”

In questo messaggio il
terzo papa non sembra combaciare con il precedente perché vivrà a lungo. Come è
profetizzato per colui che assisterà il Grande Monarca. Questo terzo papa non è
dunque il terzo papa martire, ma il papa santo. Il “povero martire” di questo
messaggio è probabilmente il secondo papa martire. Colui che verrà ucciso sotto
il Governatore. Il successore non vedrà la fine della persecuzione perché regnerà
tre anni prima di morire. Viene data una misura temporale: prima metà del terzo
anno. Secondo il mio punto di vista s’intende il terzo anno a partire dall’80.
Dunque la prima metà dell’82.

“Un gruppo di Padri
della Chiesa formerà e detterà i suoi consigli contro il PADRE dell’Universo.

Verranno messi nelle mani del Governatore da cui dipende il Santo Padre. Un
complotto lavorato da mani che molte volte hanno toccato il Corpo di Cristo
(Eucaristia).”



Ecco che questo
messaggio dovrebbe collegarsi con il precedente. Ci sarà una ribellione contro
il papa anche per salvarsi la vita e sarà fatta in combutta con il Governatore
sotto il quale il secondo papa morirà martire. Siamo dunque alla metà dell’82.

Come dobbiamo
interpretare i tre anni di governo del successore? Come tre anni completi? Io
penso di no. Secondo me vanno letti come due anni compiuti di governo e morte
nel terzo anno.

In sostanza il primo
papa martire morirà in esilio. Il secondo governerà pochi mesi e morirà martire
a Roma. Il terzo governerà (in realtà sarà prigioniero) due anni e mezzo circa
prima di essere martirizzato, sempre a Roma. Questo terzo papa vivrà
praticamente tutta la Guerra d’Italia.

Il Grande Monarca
muoverà su Roma per liberarlo, ma evidentemente non riuscirà a salvargli la
vita.

“Il nemico di Dio
[= Archel] attraverserà la Persia e gli altri regni e salirà per un anno,
sull’infelice seggio di colui [=Governatore] che farà tagliare la testa degli
apostoli [= vescovi] e che farà un martire di colui che sostiene la Chiesa e la
Fede [= il Papa].”



Il Governatore
ucciderà un papa. Poi lascerà il regno ad Archel per un anno.

“Egli non verrà da
alcuna regione d’Italia, egli attraverserà la Persia e le regioni che si
trovano nel mezzo. Egli entrerà in
Italia verso la metà del secondo anno
(i tre anni di crisi), di quello che
tocca l’anno terribile (il terzo), ma che porterà alla pace. Egli regnerà un
anno e mezzo fra i più atroci dolori.”

In questo messaggio si
dice che regnerà un anno e mezzo. In realtà è la somma fra l’anno precedente e
i sei mesi di anarchia che seguiranno a quest’anno. E’ con Archel che il terzo
papa sarà prigioniero e poi ucciso. Arriverà in Italia verso la metà del
secondo anno di crisi nella nostra penisola.

“Un massacro avverrà
durante tre giorni nella terra di Napoli. La Fiamma forma, a grandi e chiare
lettere, questa scritta che posso leggere senza errore: ARCHEL DE LA TORRE.

Questo è il nome del
principe che avrà condotto questo grande massacro contro i religiosi, i
sacerdoti e le suore di questa terra.

Alla fine dell’anno ’82, il prigioniero del Vaticano riceverà, in due modi
diversi, un fatale ed inescusabile verdetto da questo principe”.

Il massacro di Napoli
sarà come il biglietto da visita di Archel de la Torre e avverrà probabilmente
alla metà dell’82 circa. Alla fine di quest’anno invece sarà il papa, il
prigioniero del Vaticano, a subire un verdetto. Quale? Subito il martirio?
Dovendosi trattare del papa che governerà tre anni non credo possa trattarsi
del martirio vero e proprio perché non tornerebbero gli anni. Questo martirio
dovrebbe avvenire quantomeno alla fine dell’83.

E infatti come dice il
seguente messaggio:

“Colui al quale si riserva l’esilio [Enrico della Croce] è colui che
marcerà su Roma, con i bravi combattenti che l’avranno appoggiato. L’Augusta
vittima [il Papa, vincolo della fede]
sarà ancora in prigione prima che l’anno ’83’ ne sia alla metà
“. 



Prima che si arrivi
alla metà dell’83 il papa sarà ancora prigioniero. Il verdetto della fine ’82 quindi
può essere una condanna, ma non l’esecuzione.

Stante tutte queste
cose possiamo tentare una ricostruzione cronologica:

Prima metà dell’82
(2023?): congiura contro il secondo papa martire prigioniero del Governatore

Metà dell’82 (2023?):
probabile morte del secondo papa ed elezione del terzo

Fine dell’82 (2023?):
verdetto contro il terzo papa da parte di Archel de la Torre

Prima metà dell’83
(2024?): terzo papa ancora prigioniero di Archel de la Torre

Come si può vedere c’è
qualcosa che non torna in riferimento alla durata del regno di tre anni del
terzo papa che supererebbe di molto quello di Archel de la Torre. Comunque la
si rigiri poi c’è sempre un buco temporale tanto da far dubitare, a volte, che
si stia parlando degli stessi eventi.  A
meno che, come oggi, non vi siano papi in vita nello stesso tempo.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
143 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Interessante.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Con la correzione che nel 1981 il Papa non morì, ma fu ferito nell'attentato.

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non ho capito, chi è che si sposa?

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ah ho capito, il papa si sposa dopo la morte del principe d'Inghilterra.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Al di là delle date è interessante vedere che certi eventi cruciali possono essere anche “sentiti” come in una mente collettiva. Ulrich

Domenico
Domenico
6 anni fa

bell'articolo, Remox, non è affatto facile far quadrare tutto, ma almeno hai dato un significato a tutto, tanto da risultare plausibile. Aspetteremo e vedremo se andrà così, con quei tempi così ristretti che hai indicato e che si accavallano spesso tra loro.
Come detto dobbiamo ancora vedere cosa accade a Franciscus, ed in quali tempi, dato che sono molto ristretti nella scaletta che hai proposto,ed anzi bisogna persino vedere quale sarà il residuale ruolo di BXVI, che ancora vive

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Remox, tanto per speculare, se il primo papa martire fugge, ma nel contempo si dimette come Benedetto, i conti tornerebbero. E sarebbe anche plausibile una compresenza con il secondo papa. Ulrich

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

In realtà no Ulrich perchè se rileggi bene i messaggi l'eventuale compresenza dovrebbe restringersi al secondo e terzo papa. Tuttavia questa compresenza sembra proprio esclusa, in quanto si parla di "successore" o di chi viene dopo. Il problema è la durata del pontificato del terzo papa, tre anni, che sembrano troppo lunghi se messi in relazione con gli altri messaggi.

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

Nei riguardi del primo papa la Voce aggiunge:

remox per me questo papa è benedetto vxi , puo essere?"Mai, mai tempesta sarà stata così forte contro un altro Pontefice. E' già martire prima di subire il martirio; egli soffre prima che l'ora sia arrivata. Ma egli offre la sua Persona ed il sangue delle sue vene per tutti i suoi carnefici, e per quelli che attentano terribilmente alla sua vita. Deve soffrire l'esilio".

Gnaktpino
Gnaktpino
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Lo penso anch'io.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Concordo. Massimiliano.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

No, non è lui, deve andare in esilio fuori dall'Italia.
Più di un veggente, tra cui anche la Jahenny, l'ha detto.
Il dott. G.I. sarà più esaustivo ma è così.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Guarda che BXVI e' vivente ancora e tutto potrebbe accadere…

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Mario Mancusi tu ritieni allora che BXVI scappi dall'Italia in carrozzella, prossimamente?

Sì certo tutto è possibile, sopratutto se ci si attacca a tutto a sostegno di proprie ipotesi campate in aria 🙂

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Ma tu ce l’hai sempre con me ??? Io ho scritto solo il primo post gli altri non sono miei

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

sì ce l'ho con te, hai capito bene

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

perchè in esilio? che ha combinato?

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

http://www.antoniosocci.com/quando-nel-settembre-2011-seppi-delle-dimissioni-e-perche-oggi-quelle-inquietanti-profezie/
E’ un episodio che da qualche mese viene diffuso fra alcuni ambienti cattolici e anche in Curia.
Risulterebbe che Pio X, nel 1909, abbia avuto durante un’udienza una visione che lo sconvolse: “Ciò che ho veduto è terribile! Sarò io o un mio successore? Ho visto il Papa fuggire dal Vaticano camminando tra i cadaveri dei suoi preti. Si rifugerà da qualche parte, in incognito, e dopo una breve pausa morrà di morte violenta”.
Sembra che sia tornato su quella visione nel 1914, in punto di morte. Ancora lucido riferì di nuovo il contenuto di quella visione e commentò: “Il rispetto di Dio è scomparso dai cuori. Si cerca di cancellare perfino il suo ricordo”.
Da tempo circola questa “profezia” anche perché si dice che Pio X avrebbe altresì dichiarato che si trattava di “uno dei miei successori con il mio stesso nome”.
Il nome di Pio X era Giuseppe Sarto. Giuseppe dunque. Joseph. Mi auguro vivamente che non sia una profezia autentica o da riferirsi ad oggi.

E.R.
E.R.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

terzo segreto di fatima
il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo, con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce, venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

morrà di morte violenta? beh la dolce morte è riservata a pochi eletti

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

«Mes enfants, dit Jésus, voilà donc mon nouveau représentant placé à la tête de l’Univers. Il y aura beaucoup à souffrir. L’enfer va livrer une dernière lutte à la terre ; et la terre va livrer une dernière lutte à mon représentant. Sa charge sera bien lourde. Il faudra un homme fort comme une montagne, et un esprit point ordinaire, pour soutenir cette révolution et ce carnage.
Ce cher et digne représentant sera entré dans une nouvelle alliance pour soutenir ma sainte Eglise au fort de l’orage.
Les peines, les tortures, le mépris, il recevra tout… jusqu’aux crachats. On ira jusqu’à le conduire à la pierre du premier Pontife. On lui dira : renie ta foi, laisse-nous la liberté. Mais sa foi sera ferme et constante. C’est moi qui vous aurai donné ce Pontife. Priez pour lui qui doit voir, sous ses yeux, une révolution acharnée. Sa main, jusqu’à la mort, tiendra la Croix et ne la lâchera pas.
Priez, je vous en supplie, car la foi et la religion vont être foulées sous les pieds de ces malfaiteurs».
(9 mars 1878)

Da questo messaggio sembra che questo papa "forte come una montagna", che "deve vedere sotto i suoi occhi una rivoluzione inarrestabile", che riceverà tutto, "le pene, le torture, il disprezzo… fino agli sputi", sembra essere un Papa "in carica", cioè un Papa che governa la Chiesa con potestà di giurisdizione (il Papa Emerito non ce l'ha più).

Infatti, i nemici vogliono costringerlo ad apostatare, chiedendogli qualche riforma che egli non può concedere: "Gli sarà detto: rinnega la tua fede, lasciaci la libertà. Ma la sua fede sarà ferma e costante."

Il Papa si opporrà a questa assurda richiesta fatta dai vescovi e, per questo, sarà perseguitato:

"La sua mano, fino alla morte, terrà la Croce e non la lascerà."

Non cederà.

Il Papa Emerito, avendo rinunciato, non ha più potere di concedere alcuna cosa.

La frase: "laisse-nous la liberté" (lasciaci la libertà), mi ricorda una visione di Bruno Cornacchiola:

11 marzo 1970: «Che nottata brutta ho passato. Un sogno mi ha tenuto in apprensione tutta la notte. Il Papa circondato da cardinali e vescovi che gridavano verso di lui dicendogli parole rivoluzionarie: ‘Non vogliamo vivere una vita imposta, ma LIBERI e praticare la religione a nostro piacere e sistema locale. Il Papa gridava piangendo: No, non è possibile sostituire con culti pagani il culto di Cristo, la Chiesa ha lottato molto per abbattere l’ateismo e l’idolatria. Il Papa viene preso e scaraventato dentro un pozzo».

Non sembra essere né il Papa Emerito, né Papa Francesco.
Il messaggio, comunque, è incerto se applicarlo al Papa che andrà in esilio o ad altri.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

a me sembra fatto apposta per indicare il papato di benedetto xvi che è stato costretto a fuggire dai lupi per non cedere ai compromessi…dalla mafia di san gallo ,dalla chiesa massonica, il suo calvario è iniziato e prosegue …e come al solito le profezie si capiscono sempre dopo che si realizzano

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

BXVI a detta del fratello ha ben poco da vivere, anzi poteva già essere morto da un pò per come aveva descritto qualche mese fà la sua condizione di salute. Per cui attribuirgli ancora chissà quali ruoli, per il futuro della Chiesa, come se avesse ancora qualche potere e qualcuno lo voglia fuori dall'Italia, cozza contro il suo stato di salute ed anzianità e il suo ruolo di dimissionario da 5 anni ormai.
Sarebbe più opportuno concentrare i propri pensieri e le proprie analisi su ciò che è fattibile che su ciò che è ormai è acqua passata. A meno di cose davvero strabilianti ha ben poco da dire BXVI, forse solo con le sue lettere può dare ancora fastidio a qualcuno, ma non pare tale da dovere a 91 anni lasciare Roma e l'Italia, neanche avesse ancora n qualche ruolo attivo nella Chiesa e sia di intralcio a qualcuno per affermare la falsa chiesa.
Quelli lì hanno già Papa Franciscus che aperto al mondo e alle novità gli sta facendo fare passi da gigante nella direzione voluta e questo in soli 5 anni.
Immaginiamo se il suo pontificato durasse altri soli 5 anni dove arriveremmo.
Dio ha scelto il Papa attuale (Franciscus) per questi tempi per mettere alla prova i giusti, per testare la loro fedeltà, ed essere consolato dalle loro sofferenze, fatte con e per amore per Dio, dai tanti oltraggi e malvagità degli empi e degli ipocriti, spesso molti chierici stessi, e che Dio sopporta e di cui soffre come non mai prima nella storia del Mondo.
Come dice il dott. G.i. quindi anche Franciscus sembra non sia il primo Papa che sopporterà il martirio spirituale e dovrà lasciare l'Italia perchè minacciato e perseguitato. A meno che si rimangerà fra qualche anno le aperture fatte ai Protestanti, ai lgbt, alle coppie aperte all'adulterio sistematico, agli ambienti della sinistra con cui condivide l'obiettivo e la preoccupazione progressista del benessere materiale più che di quello spirituale.
Direi di concentrare la propria attenzione più su questa ipotesi che almeno è minimamente fattivamente realizzabile, finchè Franciscus è ancora in vita ed in carica e regnante e quindi ha potere nella Chiesa di imporre le proprie idee

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

La probabilità che sia quello che è davvero successo a papa Benedetto XVI quando il "munus" ce lo aveva è molto alta. Poi ovviamente nessuno ha in mano la risposta, ma non possiamo escludere a priori che sia Joseph Ratzinger colui che ha subito (e che tuttora subisce costantemente) le pene le torture le ingiurie di cui parla la Jahaenny e non solo… Massimiliano

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

A volte ho anche io quest'impressione, di una persecuzione cioè cominciata molto prima. Anche alcuni messaggi di Anguera e le parole di Pedro Regis fanno pensare che la vicenda pubblica di Benedetto XVI sia tutt'altro che conclusa e che finirà con il martirio.

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

soprattutto questo messaggio di Cornacchiola: per me riguarda benedetto xvi
non ha voluto accettare i compromessi della nuova chiesa, e da quel momento è iniziato il suo calvario
11 marzo 1970: «Che nottata brutta ho passato. Un sogno mi ha tenuto in apprensione tutta la notte. Il Papa circondato da cardinali e vescovi che gridavano verso di lui dicendogli parole rivoluzionarie: ‘Non vogliamo vivere una vita imposta, ma LIBERI e praticare la religione a nostro piacere e sistema locale. Il Papa gridava piangendo: No, non è possibile sostituire con culti pagani il culto di Cristo, la Chiesa ha lottato molto per abbattere l’ateismo e l’idolatria. Il Papa viene preso e scaraventato dentro un pozzo»

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

i messaggi però sono contrastanti con quelli dati alla Jahenny, in quanto il primo Papa martire subirà soltanto l'esilio dall'Italia e un calvario spirituale, non verrà ucciso. E comunque non in un pozzo.
Per cui può darsi anche che i presagi cambiano col tempo, ma a questo punto non sapremo quali considerare. Forse le apparizioni in corso sono le più aggiornate, però non sempre hanno tutti i dettagli su ogni evento

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

caro domenico come vedi ci sono molte persone che avvallano le mie ipotesi campate in aria, qual è il tuo problema ???che io non avvallo le tue ipotesi matematiche di infiniti anni che ci attendono))remox è stato chiaro per il 2025 può esserci la conclusione di questa prima fase, fattene una ragione, pertanto periodicamente non ci affliggere con i tuoi post che affermano che ci vogliono infiniti anni …l'abbiamo capito il tuo pensiero

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Il martirio del papa che andrà in esilio non è detto che sia solo spirituale. Anzi, dovrebbe essere un martirio vero e proprio. Il "pozzo" credo sia un'immagine simbolica di "prigionia". Può valere per ognuno dei tre papi citati dalla Jahenny.
Uno esiliato, uno in mano al Governatore, uno in mano ad Archel de la Torre.

Per quanto riguarda i tempi, rimanendo in tema con il post e rileggendo i messaggi conosciuti della Jahenny, è detto che saranno dilazionati.
Ora, molti commentatori credevano che gli anni 80, 81, 82, 83 e 84 corrispondessero al 1980 ecc…Tale ipotesi era suffragata da un messaggio in cui si dava un'indicazione temporale con il numero 19, che faceva pensare al 19– del XX secolo.
In effetti in quegli anni tutto sembrava pronto a veder realizzato uno scenario come quello della Jahenny.
Negli anni '70 in Medioriente Israele era in guerra, l'Europa era colpita dal terrorismo rosso, l'URSS era dominante. Il 1978 vide succedersi tre papi e nascere la rivoluzione islamica in Persia. Il 1981 ci fu l'attentato al papa, salvato miracolosamente per intercessione di Maria. Nel 1984 la consacrazione di Giovanni Paolo II evitò, secondo le parole di Suor Lucia, una guerra mondiale nucleare.
Possiamo dire che i tempi sono stati rinviati. Di quanto?
Forse proprio di 40 anni passando dal 1980 al 2020/21. In questo caso le indicazioni temporali degli anni 80-84 mantengono la loro valenza profetica se sommati alla data di morte della veggente il che ci porta al nostro tempo.
In concordanza con quanto detto a Garabandal sui 4 papi dove Benedetto XVI è centrale per l'avvio della sequenza profetica.
Tra l'altro anche la visione del papa Leone XIII avvenuta il 13 ottobre del 1884 sembra in concordanza con questa ipotesi. Egli vide satana avere in potere il mondo per 100 anni fino dunque al 1984. Ma anche qui, per dilazione temporale, ci troviamo probabilmente all'alba degli eventi profetizzati.
La profezia di San Giovanni Bosco dove il mese di Maggio con due pleniluni sembra concludere il tempo della prova, Anticristo compreso, sembra anche concordare. Non con il 2026 e nemmeno con la scadenza degli anni '40. Quanto con quella successiva degli anni '60. Ci sarebbe infatti il tempo di vivere circa 25 anni di pace del Grande Monarca più i successivi anni di caduta fino al tempo dell'Anticristo.
Insomma i tempi sembrerebbero veramente essere questi. E siccome nulla accade per caso è ovvio che i protagonisti di oggi, sia politici che religiosi, possono essere anche quelli di domani.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Mancusi tu sei quello che si aspettava la morte di Ratzinger a Marzo( 1l 19 giorno di San Giuseppe), come è andata poi? Io ho sempre detto che Glauber non aveva profetizzato nulla ma si era basato solo sulle parole di Georg Ratzinger che temeva che il fratello potesse morire entro il mese passato, entro la data del compleanno di Joseph.
E quando avrebbe mai dovuto andare in esilio se fosse morto così in breve termine?
Sei tu che fissi paletti temporali salvo pi dire che non bisogna parlare di date, che non è dato a noi sapere.
Io non parlerò mai di date a differenza tua, nè ne ho mai parlato. Al limite di periodi di tempo non ben definiti, ossia intervalli di anni.
Nel 2017 è successo qualcosa? Finiti questi tempi?
Se tu vuoi fare le gare a chi ci azzecca poi non puoi non aspettarti che qualcuno ti contrasti e fare anche magre figure.
Io non so se nel 2025-26 o quando finiranno questi tempi, quindi la matematica la stai usando tu.
I tempi infiniti inoltre te li stai inventando tu, perchè non sai di cosa accusarmi e quindi butti in faccia agli altri i tuoi insuccessi, perchè ai successi ci terresti salvo poi prendere cantonate. Salvo poi far finta di niente.
Come sai fui io a parlare di dilazione dei tempi e vedo che Remox concorda.
Remox ha fatto un ottimo discorso motivando la sua scaletta, e concordo che può essere come dice lui. Questo non significa che lo sarà ma può. A differenza tua io non parteggio per nessuno. A Remox gli faccio i complimenti perchè ha fatto un ottimo lavoro a te no perchè per te è vanagloria individuare la scaletta esatta.
Te l'avevo già detto una volta ma tu niente, non lo vuoi capire e stiamo sempre allo stesso punto.
E stai più tranquillo che non è una lotteria e non si vince nulla :))))
Prendila più leggera

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Se Ratzinger non andrà in esilio e martirizzato poi magari tornerai a considerare Papa Francesco il falso profeta, il pastore idolo, l'antipapa o altro di cui lo hai già accusato. Devi per forza essere così estremo quando analizzi qualcosa, gradazioni di grigio no eh?
E poi la meni agli altri che non hanno mai parlato di date precise e non hanno mai etichettato anzitempo dei Papi, a cui và dato più rispetto che ad altri cristiani o non cristiani che siano, essendo il vice Capo della Chiesa.

Prima di accusare altri guardati allo specchio cosa hai negli occhi

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Domenico ti sbagli, per me la cosa era superata sei tu che mi hai attaccato sopra , per quanto riguarda Benedetto xvi ho avvallato la possibilità del 28 luglio 2018 come data del possibile attentato in cui papa Benedetto morirà scappando a seguito dell’attentato, infatti sono io che ho fatto insieme al nibbio le ricerche sulle date del possibile attentato, ho ipotizzato la morte del papa Benedetto anche a seguito del messaggio di Anguera del primo gennaio e non ho mai affermato che le dichiarazioni di Edson erano una profezia

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Io ti ho attaccato per il fatto che tu mi scrivi da anonimo ma poi lo neghi. Qua nessuno è fesso.
Le cose che hai da dire dille in faccia. Che bisogno hai di ricorrere a strategie insignificanti e puerili, vanno contro di te. Io ti stimo, basta che sei onesto.
Il 28 Luglio potrebbe essere Franciscus che subisce l'attentato, non deve per forza essere BXVI che anzi non conta un bel nulla. Mettiamo lo organizzi l'isis, attaccherebbero il Papa regnante, che cosa gli interessa Papa Francesco?
Io ho sempre pensato che sarebbe Franciscus a rischio attentato, lo potrebbero voler morto anche i Massoni per poter poi accelerare ancora di più, con la tattica del vittimismo, nelle riforme contro la volontà di Dio e creare una Chiesa unica che accoglie tutti, come obiettivo individuato dal CVII°. Sul 28 Luglio 2018 come data dell'attentato facesti un ottimo lavoro ma bisogna vedere se e per quale dei 2 Papi sarà diretto.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"che cosa gli interessa BXVI" non Papa francesco

evidentemente volevo scrivere, sorry

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Ti sbagli non ero io nei post anonimi , poi credi quelli che vuoi , io ipotizzo che nell’attentato muore papà Francesco è Benedetto scappa e poi muore in esilio, come lo stesso nibbio ha avanzato come ipotesi

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Il post non è più attivo da tanto tempo e non si riesce più a trovare( forse per motivi di economia di memoria?), ma se quindi erano queste le vostre conclusioni allora concordo, è Papa Francesco a rischio attentato. Poi vedremo se effettivamente accadrà in quella data.
Ma se muore prima Francesco sorge il problema, con le profezie della Jahenny che da poco abbiamo conosciuto più approfonditamente grazie a Remox e dott. G.I. che il primo Papa martire è quello che và in esilio, non quello che muore ucciso a Roma, che saranno, a quanto pare, il 2° e il 3° Papa martire.

Per cui per far quadrarle tra loro Anguera e la Jahenny, dovrebbe prima andare in esilio BXVI e poi esserci l'attentato a Papa Francesco. Essendo BXVI vecchio e malandato dovrebbe il tutto accadere subito qualche giorno da qui a prima del 18 Luglio 2018. Ma quale motivo così grave ci sarebbe perchè scappi(per modo di dire)?

Ecco che a pensare alle date si finisce troppo spesso in vicoli ciechi per cui meglio non pensarci e non cercarle proprio di individuare. Saluti

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

«Insomma i tempi sembrerebbero veramente essere questi. E siccome nulla accade per caso è ovvio che i protagonisti di oggi, sia politici che religiosi, possono essere anche quelli di domani.»

Ve lo avevo detto io, ve l'avevo detto!
https://www.youtube.com/watch?v=pHRg34eEAX0 dal minuto 0:18 ^_^

Ed il GM è quasi pronto.
E Archel de la Torre non fa che confermare che la "strage degli innocenti", per stanare e liquidare il gì-èmme, è iniziata al momento della sua nascita ( o dintorni)
E la storia di Suor Beghe, o meglio il suo libricino, mi suona in qualche modo come uno specchietto per le allodole.

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"La probabilità che sia quello che è davvero successo a papa Benedetto XVI quando il "munus" ce lo aveva è molto alta." (Massimiliano)

"A volte ho anche io quest'impressione, di una persecuzione cioè cominciata molto prima." (Remox)

Se ci riferiamo strettamente alle profezie della Jahenny, quel Papa non può essere BXVI. La ragione è semplice.
Ho già citato il messaggio in cui a quel Legame della Fede (non è chiaro quale: il primo?) verrà RICHIESTO PER ISCRITTO, da un "gruppo di Padri della Chiesa" (vescovi) di concedere tre cose. A BXVI non è stato mai chiesto nulla per iscritto e in maniera pubblica, quando era regnante (né potra esserlo in futuro). Non si tratta di pressioni segrete, ignote al mondo, ma di un atto pubblico, nel quale entreranno tutti i mass-media.
Vorranno una maggiore libertà e lo dichiareranno pubblicamente. E quel Papa risponderà anche lui per iscritto, senza ottenere nulla (anzi aggravando la situazione). Inoltre, – e questa è la cosa più importante – il fatto si colloca durante la prima crisi francese (futura) o al massimo, durante la seconda.
Ricorreranno ad un sistema ignobile: sfideranno la Verità (e il Papa) promuovendo una raccolta di firme, per prevalere con la maggioranza (che otterranno).
Ma la Verità non è questione di maggioranza.

"Un gruppo di Padri della Chiesa formerà e detterà i suoi consigli contro il PADRE dell'Universo.
Verranno messi nelle mani del Governatore da cui dipende il Santo Padre. Un complotto lavorato da mani che molte volte hanno toccato il Corpo di Cristo (Eucaristia).
Questo pezzo scritto comprenderà tre cose:

La PRIMA sarà questa:
CHE IL PAPA LASCI LIBERTA' PIU' GRANDE a coloro che sono sotto la giurisdizione dell'autorità del Pontefice.

ED ECCO LA SECONDA:
Ci siamo rovinati, dicono, e siamo convinti che se il CAPO mortale della Chiesa ammonisce il Clero romano (la Curia) per rafforzare la FEDE, se vuole obbligarci a rispondere di chinare la fronte ai potenti della Terra – ci vuole obbedienza, sottomissione – NOI DICHIARIAMO CHE VOGLIAMO CONSERVARE LA NOSTRA LIBERTA'.
Noi ci consideriamo LIBERI di fare nulla di più….. agli occhi della gente…..di quello che facciamo attualmente.

Il Papa avrà un dolore lancinante per la disobbedienza di coloro che rifiutarono il richiamo del suo cuore. Il Papa rivolgerà loro questo richiamo per iscritto.

LA VOCE DELLA FIAMMA spiega la TERZA cosa scritta: farà tremare il piccolo popolo della terra.
Verrà dal clero che aspira ad una maggiore LIBERTA'…..dal clero di Francia, da quello italiano e belga…..e molte altre nazioni che Dio farà conoscere.
Questa lotta sarà ancora più grave, grande segno della sua collera.

ECCO CIO' CHE DICE QUESTA FIAMMA:
Il prossimo richiamo farà nascere la contestazione nei cuori dove ancora regna la FEDE.
Si vuole spezzare l'UNITA' tra il Santo Padre ed i Sacerdoti dell'Universo…..separarli dal Capo della Chiesa affinchè ognuno viva LIBERO di sé e senza alcuna sorveglianza.

In diversi angoli del CENTRO [Parigi] un foglio di carta (manifesto) sarà appeso sui muri delle strade ed ai confini delle grandi vie dove il popolo passa…..Questo avviso parlerà della separazione degli apostoli di Dio [vescovi] dal Papa….
In seguito il popolo sarà invitato ad aiutare nell'accordo con le autorità così colpevoli di quei tempi…..” (7.11.1882)

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Proprio perché si parla di Governatore non credo proprio sia il papa dell'esilio. Dovrebbe essere il secondo. Dovrebbe…

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Il martirio del papa che andrà in esilio non è detto che sia solo spirituale. Anzi, dovrebbe essere un martirio vero e proprio. Il "pozzo" credo sia un'immagine simbolica di "prigionia". Può valere per ognuno dei tre papi citati dalla Jahenny.(Remox)

Remox se una parte di una profezia può essere interpretata simbolicamente, come dici, potrebbe essere che anche l'esilio e il martirio sia simbolico.
In tal caso avremmo risolto la questione, il primo Papa martire che ha subìto persecuzioni, è stato avversato ed odiato, è stato spinto a lasciare il trono, è andato in esilio in senso figurato, è BXVI, anche se non ha lasciato il Vaticano.
Non verrà ammazzato, perchè non è ragionevole che accada in quanto non ha potere, è vecchio e in cattivo stato di salute, non è di intralcio a nessuno, se fà qualche intervento scritto è più di sottile humor che di denuncia dei mali del pontificato di Papa Francesco e del modernismo, non è uno che alza il livello dello scontro, è mite come persona. La natura e il tempo faranno il loro corso prima o poi, quindi perchè ucciderlo e farlo diventare una specie di simbolo della Chiesa che si sacrifica per la Verità in contrapposizione con quella che si adegua ai comodi richiesti da chi non si vuole convertire e non accetta di fare rinunce per dare gloria e consolazione al dolore di Dio, che soffre tantissimo per i peccati degli uomini e donne?
A meno che sia vittima di un attentato tipo kamikaze che uccide chi capita a giro(toscanismo) e ci vada di mezzo PER CASO Benedetto XVI in qualche futura apparizione pubblica o camminando (deambulando)per i giardini vaticani o altrove in Vaticano. In tal caso il martirio materiale avverrebbe per puro caso, senza una ragione specifica, perchè non si capisce chi si spingerebbe a ucciderlo premeditatamente, con un disegno ben delineato. Quale disegno mai ci potrebbe essere ad uccidere un ultra novantunenne, che non sta bene in salute, ed e' senza potere? E' questa la cosa che non riesco ad accettare, perchè è illogica.
Se quindi può interpretarsi in modo simbolico l'esilio e il martirio del primo Papa martire, non ci rimarrebbe che vedere chi sarà il secondo, forse Papa Francesco sarà, in questo caso, realmente assassinato? Cosa che non sarebbe affatto strano, come già detto, le minacce dell'Isis sono note, vogliono conquistare Roma e abbattere la Chiesa di Roma. Oppure saranno i nemici interni alla Chiesa che lo perseguiteranno in futuro e lo faranno uccidere perchè ha deluso le loro aspettative, si è tirato indietro da alcune riforme a loro gradite, ma empie.
Se effettivamente le cose stanno così non bisognerebbe aspettare un Papa futuro che vada in esilio, ma solo che BXVI passi a miglior vita, e sarà seguito dal secondo Papa martire a venire.
Ed intanto a breve lo scoppio della rivoluzione in UK e FRA e la comparsa di 2 antipapi

Saluti

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

La cosa che non sappiamo è se Papa Francesco morirà prima o dopo BXVI, ma l'ordine sarebbe rispettato:
1)una Papa legittimo và in esilio(BXVI)
2) Se Papa Francesco muore prima (perchè ucciso?)di BXVI, ci potrebbero essere 2 antipapi nei prossimi anni, durante l'"esilio" di BXVI. Questi potrebbe vivere anche un lustro e più se Dio vuole, può aiutarlo nella salute, se il discorso lo si vuole portare al limite.
Considerare l'ipotesi che BXVI venga ucciso è una ipotesi limite perchè senza un movente, come già spiegato.
Mancusi che è carabiniere dovrebbe capirle queste cose.
3) Se Papa Francesco muore (perchè ucciso?) dopo BXVI, i 2 antipapi ci sarebbero finchè non viene a mancare BXVI l'esiliato in senso simbolico, e un tale esilio potrebbe, come già detto, durare ancora qualche anno.
Dopo la fine dell'"esilio" che coincide con la morte di BXVI ci sarebbe dopo un certo tempo il martirio fisico (o spirituale che sia, se è simbolico anche esso) di Papa Francesco.
A seguire il martirio del 3° Papa, quello almeno dovrebbe essere fisico come con re Luigi XVI.

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Quando facciamo ipotesi non possiamo prescindere dalle rivelazioni private perchè tutte le nostre discussioni sono frutto di ciò che Dio ha rivelato mediante i suoi strumenti.
Quindi secondo le rivelazioni alla Jahenny i papi martiri sono tre e subiranno un vero martirio, anche estremamente cruento.
Possiamo ragionare diversamente se rapportiamo queste rivelazioni ad altre dove invece si parla in modo diverso di questa persecuzione. Nei sogni profetici del Cornacchiola ad esempio si vede un papa assediato in San Pietro da manifestazioni di massa e violente. Si vede un papa osteggiato da molti prelati e "gettato in un pozzo". Si vede un papa colpito da colpi di arma da fuoco.
In quelle di altri mistici si descrive solo un papa in fuga da Roma e di un papa che poi torna in una Roma liberata.
La Jahenny ha la particolarità di descrivere quasi come una cronista questo specifico periodo di tempo sebbene a volte, soprattutto per quanto riguarda i papi, sembrano esserci delle contraddizioni temporali.
L'ipotesi dell'esilio spirituale di Benedetto XVI è quella che io ho adottato dall'inizio del blog, ma se devo (come devo) rispettare le varie rivelazioni private non posso non considerare che l'esilio vero di cui si parla è fisico.
Anche ad Anguera ci sono vari riferimenti a questo scenario:

2.530 – 01.06.2005
Cari figli, la ricerca del potere avrà come risultato una grande guerra tra i religiosi e un successore di Pietro vedrà la morte di molti dei suoi sacerdoti. Il sequestro di un leader religioso lascerà la Chiesa divisa, ma il Signore si prenderà cura del suo popolo. L’oro: ecco il desiderio dei nemici. Gli uomini cercheranno di smorzarne il luccichio, ma non riusciranno.

3.033 – 27/07/2008
A causa della vostra fede, sarete perseguitati da coloro che dovrebbero difendervi. Ci sarà grande disprezzo per il sacro e vi sarà tolto il diritto di servire Dio. La grande persecuzione colpirà, soprattutto, gli uomini e le donne di fede. I sacerdoti fedeli saranno frustati e portati nelle prigioni. Nella Terra della Santa Croce (Brasile) saranno create leggi per allontanarvi da Dio. Non tiratevi indietro. Restate con la verità e siate difensori della Santa Dottrina. Io camminerò con voi. Avanti!

2.496 – 17.03.2005
Le nazioni saranno in guerra. La fede sarà presente in pochi cuori, ma Dio farà sorgere qualcuno che condurrà nuovamente l’umanità alla vera fede. Questo sarà un grande uomo di fede, ma la sua fine sarà dolorosa perché avrà insegnato la verità e avrà condotto il popolo di Dio alla vittoria spirituale.

3.241 – 17 novembre 2009
Quando tutto sembrerà perduto, il Signore invierà un uomo giusto e questo contribuirà alla crescita spirituale della Chiesa. Dopo tutto il bene che farà alla Chiesa, sarà assassinato, ma la Chiesa resterà salda e i nemici sconfitti.

2.996 – 13/05/2008
La Chiesa del mio Gesù vivrà il dolore del calvario. Un uomo vestito di bianco sarà perseguitato e condotto alla morte. Nella festa di un grande martire, i fedeli avranno di che piangere e lamentarsi.

2.541 – 28.06.2005
Un uomo sarà portato via senza il suo consenso e molti piangeranno e si lamenteranno. Pregate.

2.501 – 26.03.2005
Il re lascerà la sua casa in fretta, ma dovrà passare attraverso il sangue che scorre nel suo palazzo.

2.502 – 29.03.2005
La città delle sette colline cadrà. Arriverà il giorno in cui un re lascerà la sua casa e si stabilirà in un altro paese. Voglio dirvi che il Signore è addolorato per i peccati degli uomini. La terra è piena di malvagità e gli uomini camminano verso la grande distruzione che hanno preparato con le proprie mani.

2.978 – 30/03/2008
Pregate per il Santo Padre. Pregate per i miei figli sacerdoti. La Chiesa berrà il calice amaro del dolore. Il fuoco brucerà parte del palazzo e il re lascerà la sua casa.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

BXVI non è più il Papa regnante, ciò unito alle altre considerazioni che ho già fatto, quel Papa che fuggirà effettivamente da Roma, e verrà magari ucciso in Italia o fuori dall'Italia che sia, ed è qui che volevo arrivare 🙂 , non è BXVI ma qualc'un altro

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

La sensazione che si ha leggendo i messaggi ricevuti dalla Jahenny è che l'attenzione sia focalizzata specialmente su un Grande Papa Martire che subisce tutte le tribolazioni possibili, la prigionia, l'esilio, e ogni altra umiliazione.
Viene spesso chiamato l' "Auguste Victime". Come se gli altri Legami della Fede, pur martiri, debbano regnare per così poco tempo, che l'unico vero Grande Martire sia questa "Augusta Vittima".
Si tratta del Papa prigioniero in Vaticano che sarà aiutato dal GM.

Spesso la parola "exil" (esilio) viene usata in senso spirituale, come allontanamento dal Trono e come impossibilità di governare (la Chiesa).

« Celui que l'exil réserve (Henri de la Croix) c'est lui qui marchera sur la Ville Eternelle, avec les braves combattants qui l'auront assisté. L'Auguste victime (le Pape, le lien de la foi) serait encore en prison avant que l'année « 83 » ne soit à la moitié ». (29 septembre 1879)

"Colui al quale si riserva l'esilio [Enrico della Croce] è colui che marcerà su Roma, con i bravi combattenti che l'avranno appoggiato. L'Augusta vittima [il Papa, vincolo della fede] sarà ancora in prigione prima che l'anno '83' ne sia alla metà".

Questo Papa prigioniero ("captif", "en prison"), se ci riflettiamo, è anche esiliato (pur restando in Vaticano), perché, essendo "in catene", non può governare liberamente. Non solo è prigioniero in senso fisico, ma è anche "esiliato" in senso spirituale dal Trono.
Ecco da dove può nascere la confusione sul Papa in esilio.

La prova è in questo estratto (che non si riferisce al Papa), in cui "prigioniero" è associato a "esiliato":

1882-02-09 :
De tes yeux de l'âme, tu verras se lever la nuée promise. Elle se dirige vers la terre étrangère, où se trouve, CAPTIF ET EXILÉ, celui à qui est réservé de faire refleurir les temples du Seigneur, de relever de la boue le front de celle qui a tant de fois promis de rester fidèle, et qui sera livrée aux mains des hommes barbares qui sembleront régner comme d'autres empereurs. Leur règne sera court.

1882/02/09:
Coi tuoi occhi dell'anima vedrai la nuvola promessa levarsi. Essa va in un paese straniero, dove si trova, PRIGIONIERO ED ESILIATO, colui al quale è riservato di far rifiorire i templi del Signore, di sollevare dal fango la fronte di colei che ha così spesso promesso di rimanere fedele e che sarà consegnata nelle mani di uomini barbari che sembreranno regnare come altri imperatori. Il loro regno sarà breve.

captif et exilé = prigioniero ed esiliato

Colui che è prigioniero è anche esiliato.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Questo è il messaggio sul Papa prigioniero: il luogo di esilio sembra una montagna con una prigione.

1877-09-18 :
« Au pied de la montagne, sur un rocher, je vois comme une prison solitaire et, là, est enfermé un VIEILLARD à cheveux blancs dont les traits sont resplendissants. Il porte une croix sur la poitrine. Le Bon Maître s’avance, le vieillard se prosterne et Jésus l'embrasse.
Mon fils bien-aimé, dit-il, martyr de la Sainte Eglise, prisonnier du Sacré-Coeur, repose-toi sur Moi et J’adoucirai ta peine. L’auguste vieillard verse des larmes de bonheur.
Mon fils bien-aimé, reprend le Sauveur, sèche tes larmes. Depuis longtemps tu portes la croix, mais bientôt, je te rendrai tous tes droits ravis et ta liberté ! Rien ne rompra le lien qui nous unit. L’enfer a voulu te faire plier mais, je t’ai soutenu et tu ne te courberas pas…»

1877/09/18:
"Ai piedi della montagna, su una roccia, vedo come una prigione solitaria, e là, vi è rinchiuso un VECCHIO con i capelli bianchi, i cui lineamenti sono splendenti. Porta una croce sul petto. Il Buon Maestro avanza, il vecchio si prostra e Gesù lo bacia.
Mio amato figlio – dice – martire della Santa Chiesa, prigioniero del Sacro Cuore, riposa su di me e io addolcirò il tuo dolore. L'augusto vecchio versa lacrime di felicità.
Mio amato figlio – riprende il Salvatore – asciuga le tue lacrime. Da molto tempo tu porti la croce, ma presto ti restituirò tutti i tuoi diritti e la tua libertà! Niente spezzerà il legame che ci unisce.
L'inferno voleva che ti piegassi, ma ti ho sostenuto e tu non ti piegherai…"

Il riferimento alla "montagna" ha fatto pensare a molti commentatori al messaggio di Fatima ("…salire una montagna ripida…").
Questo Papa prigioniero sembra che verrà reintegrato nella sua posizione originaria ("ti restituirò tutti i tuoi diritti e la tua libertà!").

"Il massacro di Napoli sarà come il biglietto da visita di Archel de la Torre e avverrà probabilmente alla metà dell’82 circa. Alla fine di quest’anno invece sarà il papa, il prigioniero del Vaticano, a subire un verdetto. Quale? Subito il martirio?" (Remox)

Nelle note francesi, si dice che il prigioniero del Vaticano subirà per due volte l'arresto da parte di Archel.
Il secondo verdetto lascerà la Chiesa vacante per lunghi mesi (= martirio).

"La Chiesa sarà distrutta. Il Papa, di quel tempo, morirà martire. Così finirà l'"ottimismo" e la "gioia" della Chiesa del Vaticano II."

A ben vedere, ha ragione l'autore (Dupont): tutte le belle speranze del Concilio Vaticano II finiranno lì.

Sull'anno '84 è significativo questo estratto:

9 maggio 1882 – La Voce nel Sole: "Nell'84, il popolo del Signore sarà passato attraverso le torture più spaventose… La terra avrà ricevuto la grande rugiada, o meglio, l'immenso mare di sangue cristiano – di sangue cristiano mescolato con il sangue di molti stranieri (invasori) che sono entrati in quel paese (la Francia) per unirsi a quelli (rivoluzionari) che stavano devastando tutto e diffondendo la rovina fino alla sua completezza ".

L'anno '84 è quindi, "The day after".
E prima che l'anno " 83 " sia alla metà (tra gennaio e maggio ’83), l'Augusta Vittima sarà ancora in prigione (29 Settembre 1879).

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

quinti dott. G.I. potrebbe essere Papa Benedetto ??considerando che nel 2024 avrà 96 quindi potrebbe ancora essere in vita.

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

L'augusta vittima di questi messaggi dovrebbe appunto essere il papa che passerà tre anni in catene, lo stesso terzo papa che regnerà tre anni, praticamente tutti gli anni della persecuzione più accesa. Il suo regno dovrebbe quindi comprendere il periodo di un anno e mezzo di Achel de la Torre e quello del Governatore, autore egli stesso di un martirio di un papa (il secondo). Ed è qui che nascono i problemi cronologici…anche perchè prima del Governatore ci sarà un "re" che governerà 11 mesi consegnando l'Italia alla rivoluzione.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"L'Église aura son siège vacant de longs mois… (…) Il y aura deux anti-papes successifs qui régneront tout ce temps-là sur le Saint-Siège… "
29 septembre 1882

La Chiesa avrà il suo seggio vacante di lunghi mesi … (…) Ci saranno due successivi anti-papi che regneranno tutto quel tempo sulla Santa Sede

Con l'esilio del primo Papa martire seguiranno 2 antipapi, addirittura contemporaneamente come fà capire Anguera, ci saranno 3 troni, quindi la falsa chiesa prenderà il sopravvento sulla Chiesa di Cristo con sede al Vaticano.

Quello che vorrei far notare, e chiedo a chi vuole di dire la sua, è che mentre ai tempi del futuro primo Papa martire c'è una Chiesa ed una antichiesa, ai tempi del Governatore comunista che dominerà l'Italia e ai tempi di Archel de la Torre, i due Papi martiri ( 2° e 3° dei 3) saranno prigionieri e almeno l'ultimo ammazzato, se non entrambi, e non si sà se ci saranno ancora gli antipapi precedenti in Italia o altri oppure essendo a quel tempo bandita la religione cattolica in Italia non ci saranno neppure quelli ma governi autoritari filocomunisti col Governatore, e filo musulmani con Archel.

La falsa chiesa che si sta costruendo forse non ci sarà più, almeno in Italia, durante il governo dei 2 dittatori finali, ma solo persecuzione verso i cattolici(ridotti a riunirsi in segreto in qualche casa e in poche chiese sperdute) e i 2 Papi consecutivi prigionieri.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

La Chiesa sembrerà essere sparita,come disse Conchita(mi sembra), l'elezione degli ultimi 2 Papi martiri avverrebbe clandestinamente e sotterraneamente, come al tempo delle catacombe.
Non ci sarebbero nè Papi, o meglio ci saranno ma non si potranno mostrare pubblicamente perchè prigionieri, ma forse neppure degli antipapi. Quest'ultimo è il mio dubbio, se ci saranno o meno.

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

@ Mario Mancusi
Come ho detto sopra, mi sembra improbabile che si tratti di Benedetto XVI, ma come si fa ad escluderlo?

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Una cosa si può dire, se BXVI fosse il primo Papa martire , allora Papa Francesco potrebbe essere il 2° Papa martire, tranne se in futuro verrà dichiarato antipapa da un successivo Papa o da un Concilio promosso in futuro da un Papa legittimo.
Se Papa Francesco fosse dichiarato in futuro antipapa, benchè sia stato legittimamente eletto, dovremmo aspettarci, con BXVI ancora vivo, un altro antipapa, in modo da arrivare a n.3 troni e 3 re di cui due falsi.
Se non viene fuori un altro antipapa per questa via si deve escludere BXVI come primo Papa martire.

Spring
Spring
6 anni fa

«Un massacro avverrà durante tre giorni nella terra di Napoli (…) Il massacro di Napoli sarà come il biglietto da visita di Archel de la Torre»

Perché proprio Napoli?

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Spring

perchè lì sta il Vesuvio pronto a esplodere

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Perchè fu maledetta a causa del carnevale e per come la gente all'epoca si comportava.
-CDL

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Spring

si abbandonavano a feste orgiastiche?

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  Spring

"Perché proprio Napoli?" (Spring)

Archel sarà chiamato dalla Persia in Italia dai suoi amici ("pour répondre aux appels et réclamations de ses amis") e verrà a Napoli, dove compirà un massacro per tre giorni. Poi si volgerà ad attaccare il Papa…
Io credo che a Napoli ci siano altri suoi "amici" (massoni? musulmani? La comunità musulmana napoletana è molto numerosa) che invocano il suo aiuto e il suo intervento.

I cognomi “Della Torre” (e “Torriani”) hanno alla base la parola italiana torre, derivante dal latino turris. In latino medievale assumono le forme De La Turre, Da La Turre, Turrianus. Portavano una torre nel loro stemma:
http://www.blasoneshispanos.com/Heraldica/HeraldicaGentilicia/Armoriales/TT/Torre.htm

Il cognome così come visto e sentito pronunciare dalla Jahenny è "De la Torre" (staccato).
Così come scritto, è un cognome nobiliare di origine e provenienza spagnola, passato poi anche nel Regno di Napoli (durante la dominazione spagnola), con lievi modifiche: "Della Torre".

Altre modifiche: la Torre, Latorre, de la Torre, Torres, de Torres, de las Torres, Torras, Torrero, Torreros, Torreiro, Torrasa, ecc..

I "della Torre" sono una famiglia di origine reale, originata dai sovrani Carolingi.
Non si conoscono i nomi dei capostipiti in Italia. Erano fratelli figli di un signore detto Della Torre che, esiliati dalla Francia, si rifugiarono in Italia dove presero in spose le figlie di un Tazio o Taccio signore della Valsassina, gli successero come conti acquisendo il cognome Della Torre e per rimarcare la propria ascendenza innalzarono nel proprio blasone i gigli, propri dei Carolingi. In Milano sette principi della famiglia governarono diversi anni.
Alcuni con questo cognome ricevettero dai Sovrani del Regno di Napoli delle cariche onorifiche…
https://it.wikipedia.org/wiki/Torre_(famiglia)

“La famiglia Torre (alias de la Torre) originaria dalla Francia dal cognome La Tour (de la Turre), passa in Italia (diventando tra le più potenti con principi a Milano, cardinali, arcivescovi e patriarchi d'Aquileia) e poi in Sicilia alla fine del XIV secolo. A Plaza nel 1445 troviamo Marco de la Turri (alias de la Torre) che è Giurato testimone in atti amministrativi. Nel 1455 Bartolomeo de la Turri è avvocato della Magna Curia nella nostra Città. 1527 Francesco La Torre è notaio e Giurato che testimonia in atti amministrativi…”
http://www.cronarmerina.it/storia-civile/famiglie-e-stemmi/item/1062-famiglia-torre

Anche Pio La Torre, il famoso politico e sindacalista italiano, doveva appartenere alla stessa famiglia genealogica.
https://it.wikipedia.org/wiki/Pio_La_Torre

A Napoli, la famiglia nobile con questo cognome sono i "Filo Della Torre", che si formò attraverso l'unione di due casati: l'antica famiglia "Filo" di origine greca, e la nobile famiglia di origine spagnola "De la Torre".
http://www.nobili-napoletani.it/Filo.htm

Per esempio, la contessa Alberica Filo della Torre, uccisa nel delitto dell'Olgiata, apparteneva a questa famiglia di nobili napoletani.
https://it.wikipedia.org/wiki/Delitto_dell%27Olgiata

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Una stima approssimativa di circa 2500 persone, in Italia, portano il cognome "Della Torre".
In Spagna, invece, sono circa 16.350 persone ("De la Torre").

Dalla Spagna, il cognome è passato anche in Messico e in America latina (Argentina, Ecuador, ecc.) e così è rimasto ("De la Torre").

Alcuni esempi:

Alfonso de la Torre (Burgos, 1410 – 1460), scrittore e poeta del Prerinascimento spagnolo.
https://es.wikipedia.org/wiki/Alfonso_de_la_Torre

Fernando de la Torre (Sevilla, 1609 – 1677), sacerdote, cronista, poeta, scrittore.
https://es.wikipedia.org/wiki/Fernando_de_la_Torre_Farfán

Francisco de la Torre (1483 – 1507) fu un compositore e musicista spagnolo che visse e operò anche a Napoli (questo per dire come i "de la Torre" spagnoli vennero nel Regno di Napoli).
https://en.wikipedia.org/wiki/Francisco_de_la_Torre

Bernardo de la Torre fu un navigatore spagnolo, che salpò dal Messico nel 1542 nella spedizione di Ruy Lopez de Villalobos che attraversò il Pacifico raggiungendo l'isola di Mindanao nelle attuali Filippine.
https://es.wikipedia.org/wiki/Bernardo_de_la_Torre

Altri esempi più recenti, che ci testimoniano come il cognome spagnolo sia restato inalterato:

Carlos María de la Torre (1873, Quito, Ecuador – 1968, Quito, Ecuador) fu cardinale ecuadoriano della Chiesa cattolica romana. Arcivescovo di Quito, fu elevato al cardinalato nel 1953 da Papa Pio XII, il primo ecuadoriano ad essere ammesso al Collegio cardinalizio.
https://en.wikipedia.org/wiki/Carlos_María_de_la_Torre

Arath de la Torre (1975 in Cancún, Quintana Roo) attore e comico messicano, vivente (un nome molto simile).
https://en.wikipedia.org/wiki/Arath_de_la_Torre

Diego de la Torre (1984 in San Luis Potosí), centrocampista messicano di calcio, vivente.
https://en.wikipedia.org/wiki/Diego_de_la_Torre

Lisandro de la Torre (6 December 1868 – 5 January 1939), politico argentino.
https://en.wikipedia.org/wiki/Lisandro_de_la_Torre

Manuel de la Torre (1980 in Mexico City), ex difensore di calcio messicano, vivente.
https://en.wikipedia.org/wiki/Manuel_de_la_Torre

E molti altri esempi (basta cercare su Wikipedia).

Pertanto, io credo che non sia un nome simbolico oppure uno pseudonimo, ma un nome nobiliare vero e proprio.
Infatti, nei messaggi si dice che la sua è una famiglia nobile, in origine cattolica.
I "De la Torre" (e i "Della Torre" italiani) erano una nobile famiglia spagnola, cattolica.

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Spring

La Torre di Guardia

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Thanx dott. GI.

Mazzù? Cerca di non stare da quelle parti in quei giorni 😉

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Mi chiedo se questo messaggio di Anguera a questo punto si riferisca all'azione di Archel de la Torre quando verrà chiamato a Napoli, e compierà un massacro di religiosi, distruggendo forse conventi e chiese.

msg n. 3.450 – 12 marzo 2011
Si vedrà una grande devastazione. Napoli chiederà aiuto.

In passato abbiamo sempre pensato che si riferisse ad una devastazione di origine naturale, un'eruzione, un terremoto, ma forse sarà l'opera dei 3 giorni di distruzione di Archel

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Pensa che ridere se il nostro De la Torre è un figliastro di Edoardo Agnelli, che si dice si convertì all'islamismo sciita (a Teheran ha e fu ucciso per questo in opposizione ai sionisti Elkan. D'altronde gli Agnelli sono originari di Priero il cui simbolo è la Torre (nella forma antica un corvo nero su una torre). La famiglia poi acquistò dai Turinetti di Priero (che hanno la Torre come stemma), acquistarono poi dai Turinetti la villa (detta castello) a Villar Perosa, ancora oggi di proprietà, che era un ex castello di cui rimane in piedi solo una torre. Ulrich
http://www.blasonariosubalpino.it/Pagina9.html
http://www.ilgiornale.it/news/edoardo-agnelli-eroe-sciita-teheran-dedica.html

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Spring

No, parliamo di una famiglia trasferitasi in Oriente molto tempo fa. Il cognome stesso credo sia stato traslitterato in lingua orientale, non so se persiano o altro.

formica
formica
6 anni fa
Rispondi a  Spring

persone di un acume fuori dal comune

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  Spring

"No, parliamo di una famiglia trasferitasi in Oriente molto tempo fa. Il cognome stesso credo sia stato traslitterato in lingua orientale, non so se persiano o altro." (Remox)

« Un massacre s’accomplira sur la terre de Naples, en l’espace de trois jours… La Flamme forme, en grosses lettres moulées, que je peux lire sans me tromper, ce nom ; je le vois, hors du soleil, pour mieux comprendre. C’est Archel de la Torre. Il est répété : Archel de la Torre. » (6 juin 1882)

"Un massacro sarà compiuto nella terra di Napoli, nello spazio di tre giorni … La Fiamma forma, in grandi lettere ben delineate, che io posso leggere senza sbagliarmi, questo nome; lo vedo, fuori dal sole, per meglio comprendere. È "A R C H E L D E L A T O R R E". È ripetuto: "A R C H E L D E L A T O R R E".

Come si vede da questo messaggio, il nome del famigerato personaggio non è una trascrizione fonetica fatta dai presenti, ma è un nome che viene limpidamente VISTO dalla veggente fuori dal sole mistico, lettera per lettera. Non è quindi un nome che si può leggere, per esempio, alla francese, come sostengono alcuni: "Arshel". No.

Quello che voglio dire è che la mistica non ha pronunciato un nome che poi è stato trascritto (come meglio si poteva), dalle persone che l'assistevano durante le estasi. Ella ha proprio VISTO il nome in grossi caratteri e lo ha dettato lettera per lettera.

Il nome, ovviamente, rimane misterioso, ma è esattamente quel nome.
E lui, per ritornare a Napoli, a soccorrere i suoi amici, vuol dire che ha un legame con l'Italia e con Napoli.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Spring

http://it.m.wikipedia.org/wiki/Torre_Azadi

Ecco de la torre….
La torre in questione.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Spring

elezione formale il 2 Maggio di Fra Giacomo Dalla Torre come 80° Gran Maestro dei Cavalieri di Malta .

Paolo Porsia
Paolo Porsia
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Min-al Varaj in arabo…

Unknown
Unknown
6 anni fa

<< Vi chiedo di pregare per il Mio Popolo delle Hawaii, la terra tremerà con forza.^^ a Luz de Maria il 2 Maggio 2018

https://www.corriere.it/esteri/18_maggio_05/hawaii-terremoto-magnitudo-69-causato-dall-eruzione-vulcano-97ff17ac-4ff7-11e8-add4-a53a42c91877.shtml

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

Che ne pensate di Luz de Maria? Vera o falsa?

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

indovina

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

falsa al 100%

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Scrivo qui a proposito del messaggio di Anguera n° 184 del 29 giugno 1989,che il dott. GI ha citato in una risposta nel post precedente a questo.Mi sembra in analogia con la profezia di don Dolindo Ruotolo ,se non sbaglio fine anni '50 inizio '60.Tra l'altro,se il GM avra' circa 40 anni quando emergera' come tale,mettiamo che sia intorno al 2027/2028…vorrebbe dire che aveva l'eta' della ragione,circa 6 anni, intorno al 1993 e magari pure il Papa Santo che verra',anche se dovesse essere piu' anziano,si sarebbe comunque formato durante il pontificato di GPII.Ecco che allora si potrebbe spiegare in che senso GPII puo' aver preparato il trionfo del C.I.in senso esterno,oltreche' in senso mistico.Senza bisogno che tale trionfo dovesse accadere sotto il suo pontificato,magari nel 1991,come pensava o pensa Padre Livio,per via della caduta dell'URSS(ma GPII saggiamente si chiedeva se fosse stato solo un bene ) o perche' no nel 2000 con la "pubblicazione" del terzo segreto di Fatima,con la gentile partecipazione del cavalier fanfulla Tarcisio Bertone,tuttora in auge in Vaticano, e suor Lucia obbligata al silenzio.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Un link piu' direttamente collegato alle profondita' delle nostre anime,credo utilissimo in tempi difficili,che poi portando dubbi personali, e' questo,che mi sono scaricato https://gloria.tv/article/prJfUFjPvMeK3Lc3PDN7KUiEA Trame ordite dai demoni per perdere le anime rivelate alla Venerabile Maria di Gesu' d'Agreda.

Domenico
Domenico
6 anni fa

Intanto proseguono le singolari "spaccature" sulla Terra, ora tocca alle Hawaii.
Ricordiamo che gli Usa, di cui le Hawaii fanno parte, subiranno molte catastrofi naturali e danni economici che li porteranno, insieme alle nefandezze della finanza corrotta e sperperatrice, alla crisi economica e alla guerra civile.
Qualcuno per caso vuole comprare casa adesso nello Stato del ciao(Aloha state) ?

https://www.youtube.com/watch?v=EJoZuWrS_VE

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Anonimo
Anonimo
6 anni fa

ma dai, magari finisce tutto come al solito a tarallucci e vino.. saluti Luc

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

E piano piano le cose cominciano a cambiare….Massimiliano.
http://www.aldomariavalli.it/2018/05/08/quelle-parole-che-fanno-tremare-2/

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo
Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

4.632 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 05/05/2018

Cari figli,sono vostra Madre Addolorata e soffro per quello che vi attende. I nemici di Dio pianificano di togliervi i grandi tesori della fede. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Ecco il tempo dei dolori per gli uomini e le donne di fede. Credete fermamente nel Potere di Dio. Amate e difendete la verità. Credete nel Vangelo e difendete Mio Figlio Gesù. CercateLo nell’Eucaristia. Egli è presente in Corpo, Sangue, Anima e Divinità nell’Eucaristia. Questa è una verità innegoziabile. Non vivete lontani dal Mio Gesù. Egli vi ama e vi aspetta a Braccia Aperte. Dite il vostro Sì alla Sua Chiamata e ovunque testimoniate la vostra fede. Conosco ciascuno di voi per nome e sono venuta dal Cielo per chiamarvi alla conversione. Non tiratevi indietro. Ciò che dovete fare, non rimandatelo a domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Sursum Corda
Sursum Corda
6 anni fa

Siano lodati Gesù e Maria!
Analisi interessantissima, vedremo con il passare del tempo il realizzarsi delle profezie, nella certezza che Dio onnipotente, Dio degli eserciti, ha tutto sempre sotto controllo. A tal proposito é interessante ricordare la Profezia di Akita ("satana marcerà in mezzo alla Chiesa: cardinali contro cardinali, vescovi contro vescovi, ecc…") che sta iniziando sotto ai nostri occhi, basta leggere la cronaca. Vedremo, ma stiamo attenti ai segni dei tempi: la prima parte di Akita é iniziata, speriamo che avvenga il più tardi possibile la seconda parte…
Ave Maria

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

https://blog.libero.it/vettefatate/
vediamo cosa succede:

possibile e svelare NOSTRADANUS
Post n°286 pubblicato il 08 Maggio 2018 da vettefatate
1X83 sole 20 grado del toro ,la terra tremera cosi pesantamente che il gran teatro riempito viene distrutto ,aria ,il cielo e la terra si scuotono e si agiteranno . x67 il sisma cosi forte nel mese di maggio,satuno in capricorno ,giove mercurio in toro ,venere in cancro ,MARTE IN NEL NON NATO ,cadra quindi grandine più grande di un uovo ,perfino i mirscredenti invocheranno DIO e i santi . leggendo queste quartine –io spero che non succede ma –il 20 MAGGIO 2018 SOLE IN TORO —SATURNO IN CAPRICORNO –VENERE IN CANCRO -MERCURIO IN TORO-MARTE IN ACQUARIO esso astrologicamente non ha nessuna forza e quindi non nato , GIOVE IN scorpione RETRO NEL 17 GRADO –GRADO MOLTO MALEFICO – possibile che succede un terremoto il 20 maggio 2018 lo stesso aspetto astrologico si presenta il 6 maggio del 2047 ,e i tempi sono molti lontani per noi . consiglio alle persone di buona fede -di tenere conto non si sa mai meditare

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Potrebbe avere 40 anni nel 2021-22, allorquando inizieranno i tempi profetizzati dalla Jahenny. Molto probabilmente nasce nel 1982 in coincidenza con l'evento mariano di Fatima: https://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/homilies/1982/documents/hf_jp-ii_hom_19820513_fatima.html

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Ritornando al discorso su Archel de la Torre, osservando un blog francese specializzato in profezie della Jahenny, si parla di questo personaggio. Vi riporto in francese quello che dicono con tanto di link.

" du nouveau sur l'énigme Archel de la Torre

Message par Ami de Saint Bernard le Mer 4 Jan 2017 – 16:16
L'énigme Arche de la Terre perd ses derniers voiles.

Marie Julie Jahenny a parlé de deux frères, dont l'un (Arche de la torre) désigné pour Rome âgé de seize ans, et l'autre de deux ans de plus.

Dans «Sous les orages de la fin des temps» j'avais écrit que cela ne correspond pas à l'âge d'un chef de guerre mais qu'il semble qu'on puisse en faire une lecture symbolique, 16 correspondant au millésime (20)16 où ce chef de guerre mènerait une vague d'attentats à Rome.

2016 est passé sans attentats à Rome, et c'est heureux, mais je n'avais jamais envisagé que des attentats puissent être menés à Rome par un jeune homme de 16 ans qu'il soit seul ou pas, non seulement c'est possible mais ça rend plus crédible un certain nombre de détails donnés par Marie Julie Jahenny (les autres"symbolique d'Archel, prise de la Turquie, père turquiste, mère d'Allemagne…" sont déjà dans mon livre)
-La voix dit : Il y a deux fils. Celui qui est désigné pour Rome est âgé de seize ans, et l'autre compte deux ans de plus.
L'attaque-suicide le soir du 12 novembre a été menée par un adolescent. Le jeune kamikaze, dont l'âge a été estimé à entre 16 et 18 ans a actionné sa bombe en pleines cérémonies religieuses dans un sanctuaire soufi. lieu de pèlerinage situé dans une région montagneuse reculée du district de Khuzdar, à environ 760 kilomètres au sud de Quetta.(source leparisien.fr 13/11/2016)
-La voix dit : «Il habite aux dernières limites du Royaume de Perse, en son bord le plus reculé, au fond de cette terre.
L'attaque, revendiquée par le groupe Etat islamique, a eu lieu au Baloutchistan, frontalière de l'Iran et de l'Afghanistan, une province en proie à des violences interconfessionnelles, et à un nombre croissant d'attentats islamistes.(source rfi.fr 12/11/2016)
-Autrefois cette famille noble était catholique.
Les Baloutches sont dépeints comme des hommes nobles, accueillants, sincères, courageux, laborieux et guerriers. (source la revue de Téhéran n°47/ octobre 2009 /initiation à l'ethnologie baloutche)
Les chrétiens chaldéens et arméniens qui vivent en Iran ne rencontrent guère de problèmes. La situation est toute différente pour les chrétiens d’autres confessions, notamment les catholiques latins… les fonctionnaires peuvent perdre leur poste, les étudiants être chassés de l’université. (source la-croix.com 26/11/2016)
-Il reviendra de la terre étrangère, appelé par ceux qui n'auront pas été détruits. Il traversera la Perse et les autres royaumes pour répondre aux appels et réclamations de ses amis…
Les baloutches ont certaines coutumes essentielles… Un homme craignant pour sa vie, coupable ou non du crime qu’on lui impute, peut demander asile à un chef de clan différent du sien. S’il accepte, il tentera de régler le problème en s’entremettant, mais s’il ne réussit pas, il protégera le réfugié jusqu’à la fin de sa vie.(source la revue de Téhéran n°47/ octobre 2009 /initiation à l'ethnologie baloutche)"

Link: http://lepeupledelapaix.forumactif.com/t39009-du-nouveau-sur-l-enigme-archel-de-la-torre

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

"Le retour d'Archel de La Torre :
Extase du 16 mai 1882 :«Le Saint-Siège suivra de près le renversement de la France. Cinq mois après que la paix y sera rétablie, au milieu de la poignée du peuple réchappé, Rome subira les violences d'une révolution sans remède,telle que les siècles n'en auront pas vu passer. Le roi d'alors, quand il aura tout mis en marche, et livré toute l'étendue de la terre qu'il gouverne, s'il peut voir, dit la voix, un an s'écouler, moins une trentaine de jours, ce sera tout. Peut-être que Dieu en retranchera davantage pour abréger son règne révolutionnaire. Ce ne sera pas de sitôt que ce royaume recevra un gouverneur. Il s'écoulera un peu de temps avant que celui qui est l'ennemi de Dieu ne vienne sur ce siège. La tempête se calmera un peu, et toute l'étendue du royaume se croira au bout de la persécution. Après ce temps de repos, celui dont j'ai fait mention reviendra de la terre étrangère, appelé par ceux qui n'auront pas été détruits, tous ennemis de Dieu. La voix dit : «Il habite aux dernières limites du Royaume de Perse, en son bord le plus reculé, au fond de cette terre. Autrefois cette famille noble était catholique. Depuis plusieurs années, elle est entrée en hérésie et a foulé la foi. Il traversera la Perse et les autres royaumes et montera, pour un an, sur le malheureux siège de celui qui fera trancher la tête des apôtres et qui fera un martyr de celui qui soutient l'Eglise et la foi. Cette famille noble habite les derniers confins de la terre de Perse. Le père est un turquiste (le panturquisme ou turquisme est une idéologie nationaliste née au XIXe siècle cherchant à renforcer les liens entre les peuples turcophones voire à susciter leur union au sein d'un même État) et la mère est sortie d'un royaume dont j'ai parlé : elle est sortie de l'Allemagne .La voix dit : Il y a deux fils. Celui qui est désigné pour Rome est âgé de seize ans, et l'autre compte deux ans de plus. Le premier des fils de cette famille ne sera pas catholique au moment où la Turquie sera dans la guerre européenne car, dit la voix, l'Europe entière subira partout lutte et révolution. Ce sera la grande révolution annoncée pour avant la fin des siècles. On comptera encore bien des années avant la fin éternelle. La voix dit encore : Ce premier fils, qui prendra la Turquie, ne fera pas de longs jours : il sera jeté à la mer, la tête à moitié tranchée. Le roi, qui aura traversé les royaumes, pour répondre aux appels et réclamations de ses amis, ne régnera qu'un an. Sous son règne, le calme ne se fera nullement. Jusqu'à son dernier jour, le déchirement ne fera que s'étendre. Un an achèvera sa gloire meurtrière. Son successeur s'échappera à Naples pour se dérober à la fureur des poursuites.
Source : gazette de la Fraudais n°11 de février 2012.

Inoltre si dice che abbia origini nobiliari spagnole: "Le nom Archel est originaire d'Espagne. Cette famille lutta avec les Villareguts contre les Centellas, au début du XVe siècle, à Valence. L'intervention, presque miraculeuse de San Vicente Ferrer le 17/11/1407 mis fin aux affrontements. On la retrouve dans les troupes aux côtés des Autrichiens durant la guerre de succession d'Espagne. (source: heraldrysinstitute. com/ cognomi/ Archel/Spain) Étrange coïncidence, c'est dans la région de Valence qu'aura lieu la tentative d'invasion de l'Espagne initiée par ce personnage. Mais « Archel de la torre » est peut être symbolique. Archel pourrait venir du grec Archelaus, prince du peuple, convenant pour un personnage révolutionnaire, associé à la tour ( de la torre) qui ferait allusion à sa chute. Le père est turquiste."

Link: http://lepeupledelapaix.forumactif.com/t29666-partage-sur-archel-de-la-torre

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sull'ipotesi dell'invasione spagnola che parte da Valencia ne abbiamo già discusso. Sembra invece più probabile che parta dalla Catalogna (e oggi si può capire perchè) mentre la Valence citata nelle estasi della Jahenny è la cittadina del sud della Francia (regione che soffrirà terribilmente insieme a Parigi).

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

"FIGLI MIEI, PREGATE PER TUTTO IL MONDO! ALL'ORIZZONTE VI SONO ANCORA FOCOLAI DI GUERRA! GLI ASSETTI POLITICI MONDIALI NON SONO BUONI! VI SONO COINVOLTE PIU' NAZIONI COMPRESA ISRAELE, MA CHI DETIENE IL PRIMO POSTO NELLA GUERRA E' LA RUSSIA, CHE NON SI E' MAI CONVERTITA AL MIO CUORE IMMACOLATO COME PURE NON HA MAI SPENTO LA FIAMMELLA ED E' SEMPRE PRONTA A FAR ESPLODERE ORDIGNI!"
http://www.madonnadellaroccia.com/messaggi-con-pergamena/1634-messaggio-del-9-maggio-2018.html

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Apparizioni false, basta leggere i messaggi pieni di errori sia grammaticali che teologici.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

https://www.ilgazzettino.it/home/vicenza_veggente_monte_berico_madonna_medjugorje-916853.html
{Silenzio della chiesa sulla veggente che "vede" Maria a Monte Berico. Sui social: «Imita Medjugorje»}.
Monhttps://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2015/8-maggio-2015/i-dubbi-veggente-che-parla-madonna-a-folla-fedeli-2301359004752.shtml
{I dubbi sulla veggente che parla alla Madonna davanti a una folla di fedeli. Monte Berico, controlli della polizia. Angelica è una pregiudicata. …..I dubbi restano, se non altro per il passato non troppo limpido di Angelica, nata a Sant’Anastasia (Napoli), e già conosciuta alle forze dell’ordine come Giovanni Scognamiglio (ha ottenuto il riconoscimento del nome femminile con decisione del tribunale di Vicenza il 20 luglio 1988). Finita in qualche controllo anti-prostituzione, è una pregiudicata (per il reato di violenza privata) e ha alle spalle una denuncia – poi finita con un nulla di fatto – per sequestro di persona. Anche il suo convivente, che naturalmente fa parte del «cerchio magico», è spesso incappato nelle verifiche svolte dalle forze dell’ordine lungo le strade del sesso. …}. Non c’è che dire! Altro che errori grammaticali! Secondo il giornale ci sono errori anche sul sesso! P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

…e ce l'hanno tutti con la Russia… in nome dalla Madonna.Ma non sembra che si tratti proprio della Madonna di Kazan ;-)Vediamo:1)La Madonna di Kazan protegge e incoraggia a resistere la Russia(e la Siria)2)La Russia e' accusata dalla Madonna della Roccia perche' "appiccia".3)La Madonna di Kazan non e' la Madonna della Roccia. https://www.maurizioblondet.it/notre-dame-de-sofanieh-un-miracolo-damasco/

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@vincenzo si è vero ce l'hanno tutti con la Russia, la prima è stata quella di Fatima.

Yokupoku
Yokupoku
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo
Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Anonimo delle 9,37 facci caso:e'proprio il vostro solito stile:sembra che dite si ,ma dite no:sembra una remissivita',un subire, sembrate vittime,ma siete traditori,avvelenati dal veleno del serpenteL'inganno che nasconde aggressivita',voler distruggere per abbassare tutto a livello della vostra disgrazia,che poi e' il peeccato,come per tutti la disgrazia e' il peccato.Il vostro pacifismo ,il vostro vittimismo sono falsi:una tattica che piu' o meno consciamente mettete in atto.Sono una forma di seduzione.meglio sarebbe se onestamente tiraste fuori la vostra aggressivita' e la vostra malizia,per pagarci il dazio e convertirvi.Invece siete subdoli.Potete sembrare dolci,ma siete amari,repellenti:pero' serve purezza per discernere questo,ma siccome la purezza non e' comune, voi voi ve ne approfittate, e trovate "comprensione".Questa credo sia la realta',come la descrivo.Riflettici:ne va della salvezza della tua anima.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Intendiamoci:non solo voi:e' un veleno diffuso in tutti noi figli di Adamo ed Eva,e non c'entra la genetica,o lapresunta creazione secondo Bortoluzzio secondo i suoi seguaci:c'entra l'anima.pero' voi ne fate un'arma che volete affilare e usare all'estremo,fino a non accettare che la natura ,creata da Dio,sia stridente e realistica.da qui ogni sorta di forzatura, travestimento,chimica e chirurgia.Magari certamente non tutti siete cosi' consapevoli,ma l'istinto della tattica che scegliete e' quello:la seduzione el'inganno,e non siete diversi da tutti noi.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Satana, ma anche Soros, vi arruola tra i suoi soldati,v'istruisce,e vi scaglia controla societa' cristiana per devastatla.Fa di voi dei kamikaze,come certi attentatori che poi vengono uccisi o fatti saltare con l'esplosivo,dopoaverli adulati e foraggiati. Vi organizza anche in brigate di volontari in guerra.come pure nel campo della comunicazione.Anche voi siete Eva,non piu' nell'Eden,ma nel giardino del tempo che sempre meno somiglia a un giardino.Si',era vero:"siete peggio delle brigate rosse"(cit.).

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Finalmente! La Madonna di Kazan non e' la Madonna della Roccia. E le altre?
Per me non sono parenti. Saluto Vincenzo. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

4.634 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 10/05/2018

Cari figli, dal palazzo verrà un ordine che causerà grande danno alla fede dei Miei poveri figli. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Ecco il tempo della grande battaglia tra il Bene e il Male. Restate con la verità. Accogliete il Vangelo, perché solamente così potete rimanere sul cammino della Salvezza. Io sono vostra Madre e sono venuta dal Cielo per chiamarvi alla conversione. Allontanatevi dalle cose del mondo. Non siate schiavi. Siete liberi di essere del Signore. Ritornate a Lui, che è il vostro Bene Assoluto e vi conosce per nome. Voi siete del Signore e solamente Lui dovete seguire e servire. Avanti nella difesa della verità. Il Mio Signore si aspetta molto da voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

L'ordine potrebbe riguardare proprio l'accesso all'eucaristia da parte dei protestanti.

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/05/11/allarme-massimo-nella-chiesa-ma-francesco-lo-lascia-suonare-a-vuoto/

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

A me sembra decisamente di si,perche' Francesco ,rispondendo come ha risposto ha scelto di fare piu' danno possibile,e lo sa.Poi lo chiameranno "Attuare il Concilio", "decentramento",etc, ma fatto sta che se avesse dato una risposta specifica,qualunque fosse,restava specifica,e magari condita di distinguo,condizioni, etc, come ce ne sono lo stesso messe dai vescovi tedeschi maggioritari:cosi' invece avvia la sparata dei mortaretti.Ogni episcopato puo'provarci su questa e su altrw cose.A catena.La cosa peggiore,pero',e' che Francesco non e' ingenuo e non e'veramente decentratore,e che nomina i vescovi in modo strategico e direi fazioso.Del resto,quando gli pare e' tutt'altro che tollerante e lontano,basta pensare al disturbo arrecato a Radio Maria e a padre Cavalcoli o al Sovrano Ordine di Malta.Quindi credo si possa parlare di malafede manifesta.Del resto,se dittatura religiosa dev'essere,cosa di meglio che ammantarla di democrazia e decentramento…sulle orme del mondo e magari di Satana e delle sue menzogne.Un vescovo e un uomo perduto.Che Dio e la MAdonna lo rimettano sulla strada degli onesti.Per intanto,la sua Apostasia, la sua disonesta' e malafede sono oggettivamente manifesti.Sul foro interno non sappiamo, puo' anche darsi che sia in grazia di Dio,ma non e' questo il punto.

SAVERIO
SAVERIO
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Mi permetto di sottolineare una cosa…papa Francesco ha finora condotto la chiesa in modo incerto e a volte preoccupante…ma questa volta decidendo di non decidere quando dei vescovi si sono appellati direttamente a lui per dirimere una questione teologica e sacramentale ha veramente dimostrato una grande inettitudine visto che il suo compito è proprio questo… tra le varie decisioni che poteva prendere questa è certamente quella peggiore in relazione al ruolo che ricopre…un papa che non fa il papa quando gli viene richiesto pubblicamente si delegittima da solo purtroppo.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Il capitolo 10 di Giovanni ,insieme con l'altro passo di Matteo16,23 di cui in http://www.novena.it/catechesi/catechesi42.htm nella traduzione letterale,mi sembra che nasconda uno spunto :il vero pastore passa per la porta,e la Porta e' il primo Pastore, Gesu' Cristo.Si e' discusso molto sull'elezione di Papa Francesco e sulle dimissioni di Benedetto XVI,ma queste sono discussioni un po' pretenziose,poco realistiche,giornalistiche e anche commerciali,come quelle sul Concilio,perche' abbracciano un arco di tempo lungo della vita della Chiesa cercando di ridurlo a un punto,a un momento cruciale.In realta',cosi' come il Concilio,cosi' l'elezione di Francesco e le dimissioni di Benedetto sono frutto di un lungo processo a esse anteriore e sono inserite in un lungo processo posteriore. Processi dialettici,umani, non in senso filosofico,ma nel senso di umani,controversi,contrastati e contraddittorii.Difatti gli studiosi autentici ci hanno detto ,rispettivamente, che il Concilio e' valido,anche se non infallibile in una delle sue tre "branche",cioe' quella cosiddetta pastorale(don Brunero Gherardini.mettendoci pero' anche in guardia da tentativi di usare la pastorale per interferire sulla Dottrina…guarda caso che combinazione…)e sulla elezione,riconosciuta valida secondo i canoni,e a questo proposito qui il dott.GI ce lo ha confermato….Ma Gesu' Cristo Pastore e Porta dell'Ovile, non e' solo una elezione al Conclave!E'anche il Depositum Fidei,e' anche il popolo dei fedeli,come dice il Concilio Vaticano II, cioe'…le pecore che conoscono la voce del vero Pastore e lo seguono.Nel passo citato,Gesu' dice che il Pastore cammina davanti alle pecore… per questo quando pietrosgarra gli dice di mettersi dietro e seguire,non stare affiancato alla Porta,cioe' a Gesu' Cristo!Lo definisce avversario,antagonista.Cioe'falso pastore. SeQui arrivio al punto.(Segue)

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Mi viene in mente e aggiungo le parole di Isaia"Sono perduto perche' ho visto la faccia di Dio eppure le mie labbra sono immonde".Satana non si mise dietro,Pietro,si'.Mi sembra un senso tipico pertinente.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Anche Giuda si trova faccia a faccia col bacio nel Getsemani,ma seppure avvertito non si mette dietro.Pero' sembra che si metta dietro:va ad affermare l'innocenza di Gesu' e scaglia le monete.Nessuno si straccia le vesti,eppure,se davvero Gesu' aveva bestemmiato,allora anche Giuda bestemmio'col dichiararlo innocente.Nessuno lo arresta o lo uccide per questo.Sembra che si metta dietro,ma il vero pentimento e' Amore,non solo prendere atto freddamente della realta'e rifare la "puntata"sulla carta vincente.Al di la' delle condizioni soggettive spirituali,c'e' una differenza tra Pietro e Giuda nel loro tradimento.Pietro si oppone apertamente alla missione di Gesu';Giuda col bacio la asseconda.Gesu' sembra oggettivamente,cioe'visibilmente piu' duro con Pietro,ma questa e' una Grazia.Sembra oggettivamente meno duro con Giuda,perche' visibilmente non ostacola la sua missione:ma interiormente l'avvertimento e' piu' duro.In Giuda c'e'la frode.O Gesu'finira' col mettersi d'accordo,o la paghera'.In ogni caso,Giuda avra' la sua rivincita.Poi si accorge che in compagnia di Satana si sta male e perfino l'inferno e' un rifugio,se sei un demone,perche' sei piu' lontano da quella creazione e da quella vita che e' un riflesso ,un anticipo del Paradiso perduto per sempre.Per questo si uccide.Come Lutero.Come molti falsi eroi del nostro tempo.Rimane che visibilmente il tradimento peggiore non sembra ostacolare la missione di Gesu'Cristo,mentre quello meno grave,anche se pure questo originato da un desiderio di potenza e gloria mondana,e da un intendere materialmente le pronesse di Cristo,sembra ostacolarlo.Questa puo' essere una chiave per riconoscere i peggiori traditori oggettivamente,non potendo per via ordinaria discernerli nello spirito.Anche sotto questo aspetto,Bergoglio e complici non mi sembrano messi benissimo,allo stato attuale.ma e' solo una curiosita',non certo un giudizio.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

La Porta e' Gesu' Cristo,e il Papa Suo vicario passa per la Porta,sta sulla Porta,Lo affianca.Il potere delle chiavi Pietro lo riceve in Matteo 16,13-20.oggi c'e' chi dice che il potere delle chiavi e' temporaneamente nella mani della Beata Vergine Madre della Chiesa,per inciso.Se sei pastore vero,operi passando per la Porta:non solo quando vieni eletto,ma anche quando arriva unadelegazione dell'episcopato tedesco a renderti omaggio come a una statua pensando pero' di fare come le pare,o sapendo che tu farai come piace a lei,di cui sei complice.Questo e' esattamente entare per il tetto o per una feritoia(come quel famoso fumo di Satana, appunto).Se sei pastore vero,operi con Autorita':se sei pastore falso,operi con despotismo mascherato da democrazia,tolleranza,decentramento e bla bla bla, per imporre la tua voce alla maggioranza delle pecore e dei vescovi e cardinali che non la riconoscono perche' non e' la voce della Porta!Questo dura da 5 anni.Gia' le lettere apostoliche sulla Sacra Rota mi puzzarono molto.Gesu' Cristo lo chiama ladro assassino,avversario.A margine, la speranza e' che si redima e si salvi come Pietro,anche se mette le mani avanti e vuole credere di potersi salvare anche come Giuda.A un certo punto,sono anche fatti suoi:Giuda Dio puo' sostituirlo.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Con questo non sto dicendo che il popolo dei fedeli e' la Porta ed e' infallibile.Nessuna ecclesiologia cristologica puo' sostenere questo.Pero',se sei Papa,se sei Pastore vero,e sei in minoranza nel Collegio Apostolico,puoi anche avere ragione tu,insieme con una minoranza di vescovi e di fedeli,ma se sei Pastore vero,a cui Gesu' non dice avversario , mettiti dietro e segui,allora operi con Autorita',in nome di Gesu' Cristo,come si deve su tali materie,e non come un capopartito astuto,che prepara nell'ombra il Congresso in modo da vincere e rafforzare la sua maggioranza inesistente.Nel primo caso hai Autorita' e la usi per servire, nel secondo sei un cospiratore che si serve del potere per stabilire una dittatura religiosa.Un traditore infiltrato.Satana, ladro e assassino.Falso Pastore.privo del potere delle Chiavi:e anche questo conferma che la Passione della Chiesa sta ripercorrendo le orme di quella di Cristo.L'Apostasia comincia dai vertici:da Pietro e da Giuda.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Proseguo:il passo evangelico e le parole di Gesu' a Pietro in Matteo 16,23 devono togliere ogni illusione a chi si addormenta pensando che" Porta inferi non prevalebunt"(per questo immagino molti che lessero il messaggio(le 25 righe) non lo credettero autentico e dubitarono di Lucia) e quindi l'Apostasia non possa partire dai vertici.E' proprio il contrario!Porta inferi non praevalebunt ma l'Apostasia parti'nel Vangelo e parte oggi dai vertici.Roncalli in fondo ebbe ragione quando non pubblico' il terzo segreto, dicendo che non era per i suoi tempi.Infatti,alla faccia dei lefebvriani,non fu certo Roncalli l'Apostata.Del resto non mi sembra che la Madonna ne avesse chiesto la pubblicazione espressamente,se non sbaglio.Certo volle mettere in guardia e ricordare le parole dette a la Salette.Vero che il secondo messaggio di Garabandal,a fine Concilio,e' piu' duro di quello del 1962;ma vero anche nel 1968 Paolo VI con la Humanae vitae dette decisamente una calmata che GPII avrebbe poi riaffermato in seguito.Fasi alterne,anche nella societa' e nei fedeli.A fine anni '60 l'Italia cominciava a votare di piu' a destra,per il poco che significa ai fini pratici.A fine anni '70 c'era il riflusso,purtroppo ingannevole,pilotato dai Gelli e da tutti i servitori,consapevoli e no,del progetto reazionario della grande finanza e industria che oggi sta massacrando i popoli e tentando di pervertirli e perderli.Vicende umane come le stagioni,insomma.Mai visto piovere sempre da settembre a giugno,e splendere sempre il sole da giugno a settembre.Certo nel 2000 ,con la pubblicazione sostanzialmente ingannevole e tendenziosa del terzo segreto,piovve molto,ma con le parole della Via Crucis del venerdi' santo 2005,Ratzinger e GPII stavano dietro e seguivano Gesu' Cristo.Difatti. Bergoglio ,Bertone,e molti altri,invece sono ancora a rischio,immagino.Sembrano irriducibili.Non e'il Gesu' Cristo storico che dice loro di mettersi dietro.Ora tocca ala Madonna, che lo dice a modo suo.Ma lo dice.Postina o no,lo dice.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Credo che sbagli nell'affermare che celebrera' Messa pubblicamente. A mio modesto parere, ora avrebbe dovuto obbedire e solo dopo un eventuale PROSSIMO scisma avrebbe potuto riprendere a celebrare assieme a tutti gli altri.

https://www.youtube.com/watch?v=a6WZDf1VBvs

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

4.635 – Messaggio della Madonna di Anguera, trasmesso il 12/05/2018

Cari figli, Io sono vostra Madre e vi amo. Sapete bene quanto una madre ama i suoi figli .Sono venuta dal Cielo per chiamarvi alla sincera conversione. Aprite i vostri cuori e accettate la Volontà di Dio per le vostre vite. Voi avete la libertà, ma non permettete che la vostra libertà vi allontani dal Vangelo del Mio Gesù. Io voglio vedervi felici già qui sulla Terra e, più tardi, con Me in Cielo. Camminate verso un futuro doloroso. Una grande guerra ci sarà nella Casa di Dio e molti avranno la fede scossa. La mancanza di amore per la verità causerà grande divisione e confusione. Ritornate a Gesù. Amate e difendete la verità. Allontanatevi dai falsi insegnamenti e siate fedeli al Vero Magistero della Chiesa del Mio Gesù. Coraggio. Non tiratevi indietro. Io ho bisogno di ognuno di voi. Siate docili e tutto finirà bene per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

anche nei messaggi di edson glauber si preannunciano imminenti cambiamenti frutti di falsità nella chiesa cattolica
https://www.youtube.com/watch?v=MoLqXI5vHsU

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

A proposito del "Pastore idolo"della Valtorta:non e' detto che non possa essere un successore dell'attuale Pontefice,attualmente vivente.Quello che m'interessa e', ragionando sul termine "idolo",constatare che l'attuale andazzo e' comunque propedeutico a una situazione del genere.Cosa che non e' una novita',ma il termine idolo e'una delle molte prove del nove.Idolo in senso comune,esteso,o in senso biblico?In senso biblico un idolo e'una statua o qualcosa che ha occhi ,orecchie lingua, ma non vede , non ascolta, non…risponde.Non la persona in se', ma la figura del Papa come vogliono deformarla con la collegialita' ,il decentramento, l'"attuare il Concilio",dalla Liturgia della Parola al Rito di Comunione,alle traduzioni bibliche.)Un idolo e'creatura degli uomini utile per fare come vogliono alla sua ombra, dicendo di onorare e adorare Dio.Uomini,e quindi…episcopati.Si svuota il ruolo del pontefice fingendo di onorarlo.Se poi e' un Pontefice o disonesto o con problemi psichici o peggio,quello si sdoppia,per cui come Pontefice fa l'idolo e come persona fa il complice dei suoi amici modernisti eretici,la cui presenza moltiplica piu' che puo'.Sostanzialmente fa il traditore o prepara le condiziono ideali al traditore che verra'.2)L'idolo non vede,non ascolta:bene:la visione di Bergoglio in economia,ma anche in ecologia, e' retro'.Lungo da spiegare, ma sono state scritte in web cose interessanti al riguardo.La globalizzazione ha cambiato o allontanato nel tempo la visione marxista:ci sono zone in cui lo sviluppo economico del popolo e' andato avanti.Una sorta di vasi comunicanti,una scacchiera globale,dove il capitalismo fa i suoi giochi con accortezza,anche se destinati alla rovina di tutti.L'attacco vero,che e' quello alla classe media,prima che ai popoli in generale, non e' percepito dalla statua pontificale.In aereo a chi gli chiesi di difendere anche i lavoratori autonomi, fu colto alla sprovvista, e alla fine non rispose mai.Non capisce, non partecipa.Gravissimo,perche' l'attacco alla classe media(media in senso ampio)e' contro la democrazia e la liberta'.Chi in mezzo alla gente ci ha vissuto,e chi ci vive,sa il dramma di molte persone che sono viste da questi ignari palloni gonfiati pseudo intellettuali come gente egoista, individualista,chiusa nel suo interesse famigliare o di gruppo,gente che evade le imposte,et etc, in una sorta di visione alla Adam Smith a rovescio,e invece e'gente che ha dimostrato di avere le antenne lunghe da molto tempo,vivendo per fede e tradizione e cercando di andare avanti,magari facendo studiare i figli.Ricordo il tanghero Michele Lubrano in tv,il gran "studioso" del Dizionario,stipendiato e raccomandato RAI,come trattava le classi medie autonome nella sua trasmissione.Con uno sclerotico ideologismo degno di un bolscevico.Ma questa non e' la sola insensibilita' che dimostra la statua pontificale.La dimostra anche verso i cardinali non suoi complici,verso vescovi,sacerdoti,fedeli.Verso la Madonna di Fatima,quando ci dice che l"allora cardinale Ratzinger nel 2000 ci spiego' tutto".(Il Papa Ratzinger pero' disse altro).Etc Etc.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non si è tenuti a credere che alla Valtorta siano state fatte rivelazioni divine che addirittura integrerebbero le Sacre Scritture. E se non fossero vere?
Nessuno può cambiare anche una sola lettera delle Sacre Scritture ma anche l'integrazione di esse può modificarne il significato complessivo.
E' un rischio non indifferente che si corre.
Un Papa inoltre và valutato dai Cardinali non da persone comuni, e comunque può sempre ritornare sui suoi passi se si rende conto di avere errato, quindi chi lo chiama, prima che sia finito il suo tempo terreno o si dimette, antipapa o anticristo o partigiana di Satana o in altro modo si pone fuori dalla Chiesa cattolica. Prima sedes non iudicandum est

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Collegato al discorso sul Pastore idolo:si tratta di una vera idolatria,nella figura istituzionale,a prescindere dalla persona,che rappresenta Gesu' Cristo.Come ridurre Gesu' Cristo a un idolo!Chiaro che Gesu' Cristo non ci sta.Ma voglio notare questo:l'idolatria e' punita con la morte fisica,nell'A.T.ma anche nella Tradizione successiva:basta vedere quante volte gli avvertimenti dati da Gesu' a mistici e santi si sono realizzati.Il N.T.non annulla l'Antico,ma lo rende piu' evidente in chiave soprannaturale:infatti il peccato e' morte dell'anima,nel senso di dannazione,e comporta morte fisica in questo mondo.Sappiamo anche che Dio a volte fa morire anticipatamente chi sa irrecuperabile,in modo da ridurne peccati nel tempo e conseguente condizione all'Inferno.Altri invece castiga anche materialmente.Di fronte a tutto questo:l'intervento del card. Becciu contro un Cavalcoli fedele alla Scrittura e alla Tradizione e pure equilibrato nella sua esposizione, a Radio Maria,non e' follia pura da accecamento nella superbia?Mi sembra come essere seduti su una polveriera e accendersi un sigaro buttando il fiammifero acceso.Tra l'altro Gesu'Cristo ha sempre detto che gli uomini non possono stare bene nel mondo finche' i suoi prescelti,cioe' cardinali,vescovi e sacerdoti,lo amareggiano profondamente.Non significa che i cattolici debbano aggredire gli ecclesiastici come voleva fare il Cornacchiola, pero'e' necessario sapere che grande responsabilita' essi hanno.Poi sta a noi rendere conto a Dio di cosa ne facciamo derivare nel nostro comportamento.Comunque credo che non essendo tutti santi,anche solo dire le cose come stanno sia testimonianza di Fede e spirito di Profezia,e comporti pure un certo rischio e un certo coraggio,pur non essendo all'altezza del Savonarola.Il quale, tra l'altro,riconosceva pure di essere a volte contagiato dal clima di guerra civile in cui si trovava a vivere e di comportarsi in qualche cosa come i suoi avversari.Non era perfetto.Ma questo non toglie che fosse animato da spirito profetico.Chi pretende di essere perfetto,e chi butta via il bambino con l'acqua sporca nella condotta degli altrie nella sua,quello per me inganna se'stesso.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/05/15/papa-penso-a-quando-dovro-congedarmi_d103fadc-bd3a-4598-b37b-a19988d22036.ht
Interessante no…? Personalmente prego per la dipartita e l'incontro con nostro signore, però se proprio non ci fosse altra via andrebbe bene anche questa.. Scherzi a parte, credo fermamente che lo sfascio definitivo sia ormai alle porte, ma confido sempre nel fatto che l'ultima parola resta sempre a Dio e che qualunque cosa sembri a noi è sempre Lui il padrone della storia. Saluti. Massimiliano.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Tristissima cosa fatta dal card. Ravasi, di cui raccontano Blondet,don Ariel Levi di Gualdo,e perfino Dagospia.Emblematica e profetica.Intanto,desse del suo e non la tiara di Pio IX tra le altre cose.Sarebbe piu' onesto e meno prevaricatore.Poi,non mi sembra che somigli al fattore infedele del racconto evangelico,perche' nel Vangelo i debitori sanno di esserlo e si riconoscono tali,nel ricevere sconti.Qui si e' andati oltre gli sconti.C'e' anche un significato teologico,oltre che profetico:la solita questione della Legge e della Grazia.La Legge non va subita ma compresa,e seguita' di volonta' propria, perche' e' il modo per costruire la botte nuova in cui contenere il vino nuovo che e' la Grazia.La Legge non da' la salvezza in se',ma questo non significa che devi liberartene quando ti senti arrivato,e sbracare davanti a quelli che non la riconoscono.Questo e' sionismo:sono i sionisti che pensano di potersi disfare della legge o farla valere solo per gli altri, cioe' noi.Insomma dimmi con chi vai e ti diro' chi sei,ma anche fammi capire chi sei e ti diro'con chi andrai o gia' stai andando.Comunque, almeno, abbi la onesta' di andare a dare del tuo.Non di quello di Pio IX e della Chiesa di Roma.Puoi confliggere da giovane col padre,con la legge,perche' ti sembrano stanchi e rassegnati alle ingiustizie del mondo,ma fallo apertamente,senz'aspettare di arrivare in alto per poi mandare tutto a putt…. e magari diventare Papa.Sempre da decenni episodi reali mi ricordano qualche passo del grande Georges Bernanos, e mi ci ritrovo come gia' allora,concretamente.Il curato di Torcy diceva chiaro:"Un prete come si deve se ne infischia di essere amato dai fedeli.Quello che gl'interessa e' farsi rispettare".grande verita',per molti ma non per tutti,purtroppo.Ma anche a un fedele, a un uomo,a un padre, perfino a un marito.Nel timore,che non e' paura o terrore,c'e' il riconoscimento di una verita',e noi viviamo per la Verita'.Il terrore e la paura possono sfociare anche nel coraggio e nella ribellione che restituiscono la liberta' interiore,e nel disprezzo per l'oppressione,come quella di Israele contro Gaza.Il timore, anche se portato di mala voglia, sfocia nella grazia della piena riconciliazione e comprensione.Per saper essere figli,ma anche fratelli,bisogna diventare padri.L'alternativa e' sbracare intorno all'albero della liberta' di Napoleone, tutti fratelli,in nome della "grazia"contro la vecchia legge ,con una nuova legge che ti fa cadere in schiavitu'in tutto e per tutto.Fino alle peggiori calamita'.

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa

Stavo pensando che quello che sta succedendo in Israele sulla questione dell'ambasciata a Gerusalemme, non potrebbe causare la guerra descritta da parte del mondo islamico che attacca Israele? La tensione Israele/Iran il fatto che il presidente americano si è ritirato dal trattato nucleare che l'america aveva firmato con l'Iran e ora la questione della capitale Gerusalemme e la sua ambasciata sembrano tutti i presupposti per uno stato di tensione tra il mondo islamico e Israele e conseguentemente la guerra. Il fatto che l'Iran ha minacciato di riprendere l'arricchimento dell'uranio fa pensare che possa costruire l'arma nucleare descritta dalle profezie. Voi cosa ne pensate?

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

Certo Avvoltoio. I disordini di Gerusalemme e ciò che riguarda l'Iran sono senz'altro collegati a quei "segni premonitori" che, come le questioni del trono inglese, annunciano gli anni di crisi profetizzati dalla Jahenny.
L'Europa è in disfacimento: la Grecia è stata economicamente uccisa dalla cosiddetta "solidarietà europea", l'est Europa non vuol sentir parlare delle riforme di Bruxelles, il Regno Unito se ne va, la Spagna è alle prese con la crisi indipendentista catalana (la regione più ricca), l'Austria si defila, in Francia per non far vincere la Le Pen hanno tirato fuori dal cilindro Macron, e non passa giorno che non ci sia una manifestazione di protesta contro le sue riforme. La Germania stessa, principale responsabile del collasso, ha un governo debole. La Russia preme per riappropriarsi del suo spazio vitale, gli USA attaccano con la guerra commerciale (e poi valutaria). In tutto questo l'Italia è in bilico…alle prese con le minacce di un Europa usurpata da una nomenklatura ostile ai popoli e con un'immigrazione massiccia da un Africa destabilizzata.
Insomma, l'equilibrio è fragile…per tutti.

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa
Rispondi a  Avvoltoio

🙂 grazie

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Ascoltate queste previsioni astrologiche per il 2018 e 19… possibili guerre da maggio fino al 2019, secondo le congiunzioni di certi pianeti…https://www.youtube.com/watch?v=hHab2a16mxs
Luc

Remox
Remox
6 anni fa

Pedro Regis è in Italia e forse quel che sta avvenendo alle Hawaii è correlato con una delle profezie della Madonna di Anguera:

3.397 – 7 novembre 2010
Un fatto spaventoso accadrà in un famoso Parco Nazionale. Si alzerà un fuoco distruttore e gli uomini piangeranno e si lamenteranno.

Il vulcano Kilauea è uno dei principali che si trovano nel Parco Nazionale dei Vulcani alle Hawaii. Dopo i danni finora causati "gli scienziati hanno avvisato che le eruzioni dalla vetta potrebbero emettere una forte pioggia di cenere nelle comunità vicine e scagliare rocce “dalle dimensioni di una mucca” fino ad 800 metri di distanza. Per questi motivi, il Parco Nazionale rimane chiuso."

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

In queste previsioni per il 2018 si prevede l'eruzione del vesuvio https://www.youtube.com/watch?v=EDDnvO1Lays
saluti Luc

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Intanto la situazione diventa sempre più disastrosa alle Hawaii big island

https://www.youtube.com/watch?v=ziwm9vhMGIo

NICOLA_Z
NICOLA_Z
6 anni fa

Trump Gives Merkel An Ultimatum: Drop Russian Gas Pipeline Or Trade War Begins.

"Trump dà alla Merkel un ultimum: lascia cadere il Gasdotto russo oppure inizierà la guerra commerciale."

……Nel giro di poco tempo l'Europa ha chiarito che avrebbe sfidato apertamente le sanzioni iraniane di Trump, il WSJ ha riferito che Trump ha detto alla Merkel che se vuole evitare una guerra commerciale transatlantica, il prezzo da pagare sarebbe stato quello di giungere alla rottura su Nord Stream 2, secondo delle Fonti tedesche, statunitensi ed europee.

I funzionari hanno detto che Trump ha dichiarato ad aprile alla cancelliera tedesca Angela Merkel che la Germania dovrebbe rinunciare al supporto per il Nord Stream 2, un oleodotto offshore che porterà il gas direttamente dalla Russia attraverso il Mar Baltico. Tutto ciò in cambio dell'avvio dei colloqui degli Stati Uniti con l'Unione Europea su un nuovo accordo commerciale.

Anche se da tempo si sospettava che Trump avrebbe spinto con forza per smantellare il Nord Stream 2, solamente per consentire agli esportatori statunitensi di gas nazionali, di afferrare una fetta della torta del mercato europeo, una spinta così aggressiva arriva come una sorpresa e, come osserva il WSJ, "la pressione della Casa Bianca riflette le sue faticose strategie sul commercio, azioni che hanno contribuito all'aumento delle tensioni tra Europa e Stati Uniti e hanno suscitato timori di un giro di vite sulle tariffe nella Germania dipendente dalle esportazioni, che potrebbe inghiottire la sua industria automobilistica "………

https://www.zerohedge.com/news/2018-05-17/trump-gives-merkel-ultimatum-drop-russian-gas-pipeline-or-trade-war-begins

Remox
Remox
6 anni fa

Nell'ultimo incontro di Pedro a L'aquila il veggente ha dato un indizio su cosa può essere il segreto che sarà rivelato in Vaticano che causerà grande confusione. Ha citato Vatileaks, il furto dei documenti riservati di Benedetto XVI.
Potrebbe dunque essere un documento non ancora pubblicato.

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Bene! Si avvicina l'ora X

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  Remox

https://www.facebook.com/madonnadianguera/videos/1858579670871076/?t=3799
andate dal minuto 59.00 in poi a me sembra che dalle parole di regis , questa profezia si sia già realizzata nel momento della divulgazione dei documenti generando confusione

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Remox

I messaggi sul segreto sono 4. Ora non posso controllare, ma almeno l'ultimo è successivo a Vatileaks.

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa
Rispondi a  Remox

1)2748-messaggio del20/10/2006- / Bahia .
Un segreto sarà rivelato e vi sarà grande confusione nel palazzo
2)25.10.2008 21:00:00 Messaggio nº 3.072
una scoperta nel Palazzo causerà rivolta tra gli uomini. Molti ferventi nella fede diverranno indifferenti

mancano gli altri che non riesco trovare

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

2.748 – 20/10/2006
Cari figli, un segreto sarà rivelato e ci sarà grande confusione nel palazzo. Non permettete che nulla vi allontani dalla verità.

3.785 – 5 marzo 2013
La barca di Pietro ondeggerà e ci sarà grande confusione. Pietro e il segreto: ecco la risposta.

4.061 – 18 novembre 2014
Cari figli, il segreto di un uomo sarà rivelato e ci sarà grande confusione e divisione nel Palazzo (Vaticano). Inginocchiatevi in preghiera.

4.451 – 04/04/2017
La Chiesa e il Segreto: Ecco che tutto si realizzerà. La Grande Nave sarà colpita ma come promesso, la vittoria finale sarà del Signore. Avanti nella verità.

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Tre su quattro sono successivi a Vatileaks.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Il segreto deve riguardare Bergoglio, qualcosa di grave e compromettente che lo smaschera…

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Il riferimento di Pedro però è a Vatileaks, non a Bergoglio. A meno che non volesse far intendere che potrebbe avvenire qualcosa di simile con papa Francesco.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Sì, ma è "il segreto di un uomo".
Il segreto riguarda un uomo importante: "Pietro e il segreto".

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Certo, un uomo che dovrebbe essere il papa. A un certo punto ho pensato al rapporto che il padre Kolvenbach scrisse su Bergoglio per sconsigliare la sua nomina a vescovo. Si dice che fosse molto negativo e che molti vorrebbero metterci le mani sopra.
Henry Sire, membro (ormai ex) dell'Ordine di Malta, autore del volume "il papa dittatore" ha riferito quanto segue:

“Nel 1991, quando padre Jorge Bergoglio fu nominato vescovo in Argentina, fu necessario ottenere un rapporto dal superiore generale del suo ordine, padre Kolvenbach. La risposta di padre Kolvenbach, basata sulle opinioni degli altri membri del suo ordine, era che Bergoglio non era adatto per essere nominato vescovo. Padre Kolvenbach accusò in Bergoglio una serie di difetti, che andavano dall’uso abituale di linguaggio volgare a devianza, disobbedienza mascherata da umiltà e mancanza di equilibrio psicologico. Era di carattere subdolo ed era stato una figura divisiva quando era provinciale gesuita in Argentina.

Bergoglio era visto, al tempo, come campione del conservatorismo nello stile di Giovanni Paolo II. Ma aveva anche l’abitudine di dire cose diametralmente opposte da un giorno all’altro.

Questo rapporto [che era molto circostanziato] fu diffuso presso i membri della Congregazione per i vescovi dell’epoca ed era noto a un numero piuttosto elevato di persone. Ma Bergoglio, naturalmente, si è premurato di occultarlo quando è divenuto Papa. E la copia che si trovava nell’archivio ufficiale dei gesuiti a Roma è scomparsa”.

Il riferimento a Vatileaks di Pedro però è chiaro. Quindi o si riferiva a quello scandalo oppure ad uno simile che deve ancora accadere dove si rivelerà appunto "il segreto di un uomo, un pietro".

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Durante l'ultimo messaggio, Luz de MAria ha avuto la seguente visione:

“Ho visto una nave molto grande e sulla nave c’erano moltissime luci, più di quelle che di solito ci sono su una nave e mentre guardavo le luci, l’imbarcazione cominciò a perdere splendore, le luci si stavano spegnendo e alla fine ne rimasero solo poche, cosicché l’imbarcazione rimase al buio.

Vidi subito che al timone c’era un uomo giovane, ma lo vedevo sofferente ed andava da un lato all’altro della nave, cercando di accendere le luci; alcune si accendevano, ma la maggior parte non si accendevano, nonostante l’insistenza dell’uomo che era al timone.
Poi individuai una figura sull’imbarcazione che prendeva le luci che non si accendevano e le sommergeva nell’acqua, facendo in modo che queste luci non potessero più accendersi.

La Madonna mi ha detto: “Mia amata, le luci di questa imbarcazione, che rappresenta la Chiesa di Mio Figlio, sono le anime che si mantenevano nel compimento della Legge di Dio e le anime che continuano a sforzarsi per non cedere, però hai visto come il ladro di anime si è introdotto nella Chiesa di Mio Figlio e subdolamente parla alle anime, le convince a seguirlo e le sommerge nella mondanità, quindi non danno più luce.

Questa, figlia Mia, è la sofferenza di Mio Figlio: le anime che sono tiepide, che si muovono al ritmo della volontà umana e che vengono ingannate perché non siano luce, ma tenebra.
Sollecita i Miei figli a pregare per l’umanità, affinché lo Spirito Santo guidi tutti sulla retta via.”

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
anonimo
anonimo
6 anni fa

Io credo che don Minutella dovrebbe imparare il rispetto verso l'Autorità che sembra non avere per niente: Padre Pio si comportava in modo ben diverso!

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

remox cosa ne pensi di questo governo ???potrebbe essere il governo che porterà alle crisi finanziare e alle rivolte??

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Più che valutare se sarà questo il governo è interessante capire se i protagonisti della politica internazionale di oggi saranno presenti quando cominceranno i guai.
Sempre che gli anni siano quelli…

Share This