UNA NUOVA ABDICAZIONE?

scritto da Remox
02 · Mar · 2017

UNA NUOVA ABDICAZIONE?

In un recente articolo il giornalista cattolico Antonio Socci informa di alcune manovre che sarebbero in
corso in seno alla Curia Vaticana volte a persuadere papa Francesco alle
dimissioni per sostituirlo con il Cardinale Parolin, attuale Segretario di Stato.
La manovra avrebbe l’obiettivo di ricucire “lo strappo” ed impedire uno scisma.

Risultati immagini per parolin papa

Queste “voci” non sono nuove
tant’è che io stesso ne parlai nel Maggio del 2014, quasi tre anni fa,

in “Malumori Vaticani contro Francesco?”.

Nell’articolo riportavo le confidenze riportate
da “Il Foglio” di uno dei più stretti collaboratori del papa, il Cardinale
Maradiaga, il quale parlando ad un convegno in Florida con i Frati Minori disse
che alcuni cardinali in Curia erano pentiti di aver votato per Francesco.
Purtroppo la pagina web del Foglio non è più raggiungibile.

Socci sostiene che al momento si starebbe
cercando di fare una “moral suasion” nei confronti del Pontefice. Appare
difficile tuttavia, come lo stesso Socci sostiene, che il papa possa farsi
convincere.

Di solito quando non funzionano le buone maniere
si utilizzano quelle forti.

E’ veramente possibile immaginare uno scenario di
rimozione forzata del papa? E’ una domanda a cui è difficile rispondere, ma che
non sembra completamente fuori luogo rispetto a tutte le analisi fin qui fatte.

Ad esempio nei messaggi di Anguera potrebbe
leggersi un simile scenario. Più volte la Madonna annuncia che un Re sarà
rimosso dal Trono (quindi non dimissioni volontarie) e più volte ha parlato di
tradimento verso il Trono di Pietro.

So che alcuni vedono in questi messaggi un
riferimento a Benedetto XVI, ma al momento non c’è nulla che possa far pensare
che le dimissioni di Ratzinger non siano state volontarie. Alla cultura del
sospetto, che può anche essere lecita, servono prove concrete.

Il tradimento in atto nella Chiesa è senz’altro
quello contro la Fede e il Magistero. Il papa attuale ha la sua parte di
responsabilità non indicando con chiarezza il senso delle sue parole. Tuttavia
l’aperta ribellione non è mai la strada indicata dalla Madonna che anzi mette
in guardia contro lo spirito di rivolta. Come ho più volte detto fu proprio sotto
queste condizioni che nacque lo scisma d’Occidente.

3.029 – 19/07/2008

Difendete la vostra Chiesa. Giungerà per essa il momento della sua maggiore
prova. La rivolta di molti consacrati scuoterà il trono di Pietro. Le prove saranno frutto di falsità.

Qui ad esempio di parla di una rivolta di
consacrati frutto di prove false; attenzione quindi allo spirito e alle
intenzioni che muovono certe voci o “spifferi”.

Vediamo invece i messaggi sulla rimozione del Re
dal suo Trono:

2.860 – 07/07/2007

Cari figli, pregate. Un re sarà minacciato e cercheranno di allontanarlo dal
suo trono. Ciò che vi ho predetto in passato sta per realizzarsi. Siate fedeli
a Gesù. Non vivete lontani dalla sua grazia.

Se al momento non possiamo riferire questo messaggio a Benedetto XVI (si
parla di UN re nel 2007), potrebbe invece trovare riscontro nelle indiscrezioni
di cui ho scritto nel 2014 e riportate pochi giorni fa da Socci. Se la “moral
suasion” non funziona si potrebbe passare alle minacce (con prove false?)

2.892 – 20/09/2007

Quando il re sarà tolto dal suo trono, inizierà la grande battaglia. L’umanità
vivrà momenti di grande tribolazione. Pregate. Pregate. Pregate.

E’ evidente che una rimozione forzata darà luogo a una grande battaglia.

2.951 – 02/02/2008

Cari figli, un regno si dividerà e sorgerà un altro
regno, causando grande confusione. Un re sarà tolto dal suo trono e il popolo
di Dio perderà. Io sono vostra Madre e voglio dirvi che questi sono i momenti
decisivi per l’umanità. La Chiesa del mio Gesù soffrirà un grande tradimento.

Qui sembra che la rimozione avvenga nel momento della divisione della
Chiesa. D’altronde è innegabile che l’azione di papa Francesco sta favorendo,
per motivi diversi, e per gruppi diversi, uno spirito di divisione. Si annuncia
quindi un grande tradimento che come ho detto mi sembra ricollegarsi al
tradimento della Fede che è già in atto.

3.138 – 22/03/2009

State attenti. Arriverà il giorno in cui il re sarà tolto dal suo trono. Il
regno sarà diviso e ovunque ci sarà grande confusione spirituale.

La divisione del regno, cioè della Chiesa, è già incominciata ed è questo
che spinge alcuni a vedere nel Re tolto dal Trono il papa emerito. Ma la
divisione  è solo all’inizio ed è
destinata ad aumentare. Forse il messaggio va letto alla luce di una divisione
molto più grande e netta che porterà alla rimozione forzata del papa.

3.831 – 9 giugno 2013

La Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Il tradimento arriverà al
trono di Pietro. Il Santo Padre sperimenterà il calvario.

Questo messaggio del 2013 contestualizza il tempo quantomeno al pontificato
di Francesco. Il tradimento arriva al Trono di Pietro. Qualcuno lo legge come
se il tradimento viene messo in atto direttamente dal Trono, quindi dal papa.
Tuttavia la Madonna aggiunge che il Santo Padre sperimenterà il Calvario. Non
si sperimenta il Calvario da traditori, non si può accostare un simbolo così
sacro con un Giuda. Se anche il papa sembra favorire la divisione venendo meno
ai suoi doveri rimane comunque il successore di Pietro. Le sue posizioni
possono portare ad una rivolta (del partito curiale?) e al Calvario e in questo
caso il tradimento è quello dei suoi “amici”, dei suoi collaboratori più
stretti.

Ne abbiamo infatti parlato più volte.

L’articolo di Socci aggiunge appunto un particolare inedito: la scelta del
candidato sostituto sarebbe quella di Parolin. Pubblicare il nome significa
quasi sempre bruciarlo, ma se l’informazione è vera è sintomatico che si parla
comunque di uno stretto collaboratore del papa, da lui elevato a Cardinale e al
ruolo di Segretario di Stato pescandolo dal lontano Venezuela. Un “amico”
appunto.

Se effettivamente la rimozione avvenisse sotto minacce questo si che
sarebbe un grande tradimento.

3.046 – 29/08/2008

Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la Chiesa del mio Gesù. Colui che
potrà essere Pietro diventerà Giuda. Aprirà le porte ai nemici e farà soffrire
gli uomini e le donne di fede. Dite a tutti che Dio ha fretta.

Alcuni interpretano questo messaggio come se il papa, che può esercitare il
ruolo di Pietro, eserciterà invece quello di Giuda diventando un traditore. E lo
accostano ovviamente a Francesco.

Altri vi vedono la ribellione di un cardinale al papa che agirà appunto
come Giuda, uno degli Eletti, un Apostolo, nei confronti di Gesù.

L’azione del papa non induce obiettivamente, oggi, a prendere una posizione
netta perché i suoi silenzi non contribuiscono a tenere salda la direzione
della Chiesa. “Aprire le porte ai nemici” è un’espressione che ho già commentato
in “Un Aspro Combattimento Spirituale” e che trova riferimento anche nelle
quartine Nostradamiche. Le azioni ecumeniche e pastorali del papa senz’altro
stanno sdoganando opinioni, ideologie e personaggi non in linea con il
Magistero di sempre.

Tuttavia il messaggio che segue sembra andare in una direzione diversa:

3.836 – 22 giugno 2013

Cari figli, Pietro incontrerà Giuda sul suo cammino. Pietra su pietra. Vi chiedo di
intensificare le vostre preghiere per la Chiesa del mio Gesù. Il fumo del
demonio è entrato nella Chiesa e ha accecato molti consacrati. Soffro per
quello che vi aspetta.

Il messaggio è del Giugno 2013 e sembra riferirsi proprio all’attuale papa.
L’espressione “pietra su pietra” mi ha sempre colpito perché mi ha sempre fatto
pensare che il Giuda si chiami Pietro. In Curia sono solo due i cardinali con
questo nome: Pietro Parolin e Peter Kodwo Appiah Turkson. Entrambi vicini al
papa, entrambi da lui promossi. Io ho sempre pensato al porporato “ghanese”, ma
evidentemente ho trovato curioso che Socci annunciasse il secondo. 

Risultati immagini per papa francesco turkson

Durante il
Conclave del 2013 apparvero a Roma curiosi manifesti (ma guarda un po’…)

Risultati immagini per manifesti turkson papa

Le ambiguità di papa Francesco non aiutano a districarsi fra i possibili
significati dei vari messaggi, ma sembra comunque che il Re tolto dal Trono
contro la sua volontà non possa essere Ratzinger e che il Giuda non possa
essere l’attuale papa.

Anche nell’analisi nostradamica abbiamo visto alcune coincidenze.
Innanzitutto l’ultimo verso della 609 dove si dice che “la fine (del pontificato) avverrà in tormenti ben
strani
”.

Poi la quartina 735 del Ramo IV del 2000 postata in “Malumori Vaticani
contro Francesco?”:

Dal Ramo IV del 2000
“La Chiesa degli Ultimi Tempi”

735

La grande pesche viendra plaindre, plorer,

D’auoir esleu, trompez seront en l’aage:

Guiere avec eux ne voudra demourer,

Deceu sera par ceux de son langage

735

La grande barca
peccatrice verrà a piangere e lamentarsi,

D’aver eletto,
ingannati saranno al tempo:

La guida con loro non
vorrà dimorare,

Ingannato sarà per
quelli del suo linguaggio.

Ai  primi due versi il richiamo alle lamentele
riguardo alla votazione che ha portato ad eleggere il papa. Si sono sentiti
ingannati. Sono più o meno le parole riportate dal Cardinale Maradiaga nel
2014.

Al
terzo verso la scelta del papa di non alloggiare al Palazzo Apostolico, ma a casa
Santa Marta dove avrebbe costituito una specie di Curia parallela (secondo le
indiscrezioni di Socci).

All’ultimo
verso lo stesso papa viene ingannato da quelli del suo “linguaggio”. Può
interpretarsi con il suo linguaggio natio, lo spagnolo e dunque i sudamericani,
con quello del suo ordine, i gesuiti, oppure con la lingua della Chiesa, il
latino, e dunque i cardinali.

Tuttavia
da mie personali ricerche svolte ormai da tempo c’è una curiosa possibilità in
più di interpretare la parola “deceu” che viene tradotta in più modi dai vari
interpreti. Nel francese medievale c’è la parola “deceuerer” molto simile a “decevrer”
quella comunemente pensata dai traduttori. “Deceuerer” vuol dire “abdicare”, “lasciare
una posizione”, “separarsi”.

Se l’intuizione
è giusta questo aprirebbe a scenari diversi. L’ultimo verso non sarebbe più “ingannato
sarà da quelli del suo linguaggio”, ma “abdicato sarà da quelli del suo
linguaggio”. Un significato molto più forte.

Un’interpretazione
simile è possibile per una quartina di cui ho abbozzato un’interpretazione, ma
che è stata lasciata in sospeso:

Dal Ramo III del 2000
“Crisi in Europa”

677

Par la victoire du deceu
fraudulente,

Deux classes vne, la reuolte Germaine,

Le chef meurtry et son fils dans la tente,

Florence, Imole pourchasses dans romaine.

677

Per successo di un
inganno fraudolento,

Due flotte da una, la
rivolta Germanica,

Il capo morto e suo
figlio nella tenda,

Firenze, Imola
combatti in terra romana.

Ora
dire che un inganno è fraudolento potrebbe avere poco senso perché va da se che
ogni inganno lo sia. Se invece fosse un’abdicazione fraudolenta la cosa avrebbe
un significato molto più cupo e logico. Potrebbe valere in futuro sia per nuove
rivelazioni su Benedetto XVI sia per Francesco. La conseguenza di questo
inganno è “deux classe une” cioè “due flotte una”. Nel linguaggio nostradamico
spesso la flotta è immagine della Chiesa come l’insieme di barche che seguono
quella di S. Pietro. Da una diventano due, dunque scisma e divisione. Segue la
rivolta “germaine”. Della componente tedesca progressista della Chiesa? Oppure leggendo
“germaine” come “sorella” si intende la rivolta di una parte, in generale,
della Chiesa?

E’
indubbio che in questo modo l’interpretazione è comunque più lineare.

Infine
una terza quartina che sembra poter parlare degli stessi eventi:

Dal
Proemio del 2000

515

En nauigeant captif prins grand
Pontife,

Grand apres faillir les clercs
tumultuez:

Second esleu absent son bien debife,

Son fauory bastard à mort rué.

515

In navigazione preso prigioniero
grande Pontefice,

Il Grande appresso fallire, i clerici
in tumulto:

Secondo eletto assente “son bien”
malridotto,

Suo favorito bastardo a morte andato.

La
quartina è complessa e per questo non voglio addentrarmi troppo nell’interpretarla
compiutamente. Mi limito a sottolineare alcuni elementi d’interesse. Al primo
verso un pontefice è “prigioniero” durante la navigazione. Cioè durante il
pontificato è segregato. Può essere Benedetto XVI che dopo le dimissioni si è
ritirato nel monastero Mater Ecclesiae dei giardini vaticani?

Il “grande”
che viene dopo “cade”, “fallisce”: i clerici sono in tumulto. Potrebbe ben
rappresentare la situazione dell’attuale pontificato che affronta una grave
crisi interna e una possibile rivolta.

Il
secondo eletto assente potrebbe essere Benedetto XVI (assente perché ritirato).
E’ infatti il secondo papa del secolo. “Son bien” come fatto notare già in
passato può essere anagrammato in “Benois” ovvero Benedetto. Malridotto in
quanto anziano e debilitato.

L’ultimo
verso lo lasciamo invece in sospeso.

Come
si può vedere ci sono elementi validi per pensare che l’attuale crisi della
Chiesa possa deflagrare in modo (quasi) imprevisto ed il rischio è sempre
quello paventato molti mesi fa: con la scusa di prevenire un male maggiore,
soprattutto se si è in malafede (i curiali?), si rischia un nuovo scisma d’Occidente,
quello del Cardinale di Ginevra contro Urbano VI.

Anche
la possibile correzione ipotizzata dal Cardinale Burke potrebbe ovviamente
accentuare il clima di scontro e divisione.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
138 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Strani quei manifesti.Ci fosse stato un solo Vescovo nero,si potrebbe pensare a qualche buontempone che si fosse ispirato alla presunta profezia del papa nero.Ma cosi' e' proprio strano.Post interessantissimo.La ricostruzione sommaria di Socci sulle mosse dell'Impero mi piace, non sapevo che fosse diventato piu' imparziale.D'altra parte l'avra' cantato anche lui Claudio Chieffo.Di per se' un Re potrebbe essere la stessa cosa de il re ,e anche meglio,non solo perche' nel messaggio del 2009 e' detto il Re sara' allontanato,mentre nel 2007 un Re, ma perche' in fondo la Madonna sarebbe normale che parlasse dicendo le cose col distacco di chi sta in Cielo,fuori del Tempo,sia pure calata a volte nel dialetto e perfino negli abiti locali come a La Salette.Pero'nell'insieme dei messaggi non sembra che si tratti del Papa emerito.Un punto fermo c'e',forse:che Papa Francesco disse che il suo pontificato sarebbe durato poco,e poi "Alla casa del Padre, perche'senno'…".Allora se dovesse impuntarsi,visto che di tempo per fare il Pierino la peste ne ha avuto, bisognerebbe capire ,anzi, "discernere"se un tale sentimento di necessita' gli verra' da Dio o dai suoi capricci.

Unknown
Unknown
7 anni fa

Soccianate colossali!

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

In generale, le rivoluzioni, vere o false, o forse le riforme, divorano i loro Padri.specie se dietro c'e' la regia dei nemici della Chiesa,perche',come nella finestra di Overton , cosi' anche in questo hanno l'astuzia di procedere a tappe e di farsi "tirare la volata" come si dice in gergo ciclistico. Gli esempi storici sono molti e ognuno puo' scovarli.Turkson …Turkson…chi era costui?Pertinente l'accenno all'analogia coi manifesti di Pasquino…Bisogna riconoscere,a malicuore, che e' improbabile che li abbia affissi "il popolo" o gli amici della supercazzola.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Tutti i giornali iniziano a parlarne. Pero' perche' si arrivi a una situazione di 'richiesta di abdicazione' ufficializzata o paventata scissione ci vuole dell'altro, ci vogliono dei fatti concreti, delle evidenze gravi, non so. Quindi mi pare che i tempi non siano affatto maturi per un evento del genere, anche se potrebbero maturare all'improvviso, vedremo …
— dukefleed

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Forse hai dimenticato la visita di Alì Acga in Vaticano circa due anni fa. E poi c'è un messaggio dato a Zaro, Ischia.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Parlavo di dati di fatto, non di profezie … ma che c'entra Ali Agca? Non colgo il significato, spiega …
— dukefleed

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Se perfino Socci si è "convertito" riguardo Papa Francesco come puoi dire che i tempi non sono maturi? 😉

Che c'entra … https://osipblog.wordpress.com/2015/05/13/sparero-senzaltro-al-papa-linquietante-liberta-di-ali-agca/

In alto nel blog puoi notare un'ape che si posa sul tarassaco, fiore della cicoria selvatica. Si dice che la pianta sia un ottimo depurante per il fegato. Così, a titolo di cronaca.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Comunque, dukefleed, Remox ha giusto scritto che probabilmente verranno tirate in ballo prove false.
Altrove nei messaggi di Anguera si parlava di un segreto, riconducibile a un Papa se non ricordo male, che sarebbe stato svelato.

Mi pare che ci sia solo da aspettare.

Da oltreoceano alcuni articoli, successivamente rimbalzati, cercano di accreditare l'idea che Ratzinger sia stato fatto dimettere dal corso obamiano, e che ora la nuova amministrazione, Bannon in testa, reclami il suo pontefice di riferimento (e difatti da quando c'è Trump vediamo manifestazioni di dissenso come i manifesti).

Spring
Spring
7 anni fa

Allora il dire e non dire era il riflesso della paura per i nemici che ha intorno e non riguarda lo stile comunicativo gesuitico.

Certo che invitare l'attentatore di Papa GPII senza farlo troppo riecheggiare nei media fa pensare.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

4435 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 28/02/2017

Cari figli, preghiera, penitenza e opere di carità. Questo è il cammino che vi condurrà ad una vera conversione. Piegate le vostre ginocchia in preghiera davanti alla croce contemplando Mio Figlio Gesù, perché solamente così potete comprendere il Suo Grande Amore per voi. Non tiratevi indietro. Questo è il tempo dei dolori per chi ama e difende la verità. Cercate forza nel Sacramento della Confessione e nell’Eucaristia. Vedrete ancora orrori nella Casa di Dio. I prescelti per difendere la verità la negheranno e causeranno grande confusione. Soffro con voi e pregherò Mio Figlio Gesù per voi. Coraggio. Abbracciate gli insegnamenti di mio Figlio Gesù e difendete il Suo Vangelo. Non temete. La vostra ricompensa verrà dal Signore. Voi siete nel mondo ma non siete del mondo. Avanti nella verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Ciao Remox…visto che sono passati oltre due anni da questo tuo articolo e che il 9 aprile 2017 si sta avvicinando hai qualche aggiornamento o sensazione a riguardo?…
http://ducadeitempi.blogspot.it/2015/02/il-pronostico-del-papa-pio-iv.html#!/2015/02/il-pronostico-del-papa-pio-iv.html
Saverio

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Nel pronostico Nostradamus annuncia un evento preciso di cui si parla sia nell'AT che nelle profezie moderne e lo colloca al 9 Aprile. Il problema è l'anno (1567). Io ho ipotizzato un associazione col 2017, ma è arbitraria. Non sappiamo se l'anno 1567 contiene in se un'indicazione dell'anno vero oppure no. Per esempio, se usiamo la tecnica che trasforma gli anni pubblicati nella quartine in codici di puntamento al "grande tappeto piegato" e togliamo quindi l'1, se facciamo la somma otteniamo 18. Può essere il 2018? Se aggiungiamo anche l'1 otteniamo 19. Il 2019?
Oppure semplicemente non c'è alcun riferimento all'anno futuro oppure l'enigma è ancora diverso.
Nel pronostico Nostradamus descrive un settennio di grandi turbolenze dal 1563 al 1570. Gli ultimi tre anni, a partire da quel 9 Aprile, sono gli anni della grande purificazione. Finchè non vivremo quel 9 aprile ogni ipotesi sarà puramente fantasiosa.
Un'altra possibilità è cercare altre corrispondenze fra gli eventi indicati per gli anni precedenti al 1567 con il nostro tempo. Qualcosa sembra di poter trovare, ma senza alcuna certezza.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La particolarità del 9 aprile di quest'anno è che si tratta della domenica delle palme…quella che segna l'ingresso di Gesù a Gerusalemme e l'inizio della sua ultima settimana di passione…sarebbe simbolico per indicare l'inizio di un tempo di passione per la chiesa è per il mondo…credo.
Saverio

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per esempio quando ho scritto: <>

l'ho attribuito alla crisi della Chiesa, a scomuniche reciproche per via di nuove dottrine suscitate da membri ribelli della gerarchia ecclesiastica. Nella realtà invece vediamo che le dottrine confusionarie nascono dal centro della Chiesa e suscitano la reazione di vescovi e cardinali come con l'ipotizzata "correzione formale". Insomma sta avvenendo l'opposto. Gli anni citati però, il 66 e il 67, corrispondono in quanto la divisione si è acquita con la pubblicazione di Amoris Laetitia nel 2016.

Quindi se anche non abbiamo una perfetta corrispondenza fra gli anni del pronostico e i nostri vediamo però che gli eventi pian piano si stanno verificando.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Manca la citazione:
Verso il ’66 – ’67 “fratelli e parenti, anche consanguinei, si perseguiteranno fra loro con reciproci bandi e mai vi furono tante novità bugiarde correre per il mondo con sedizioni e tumulti che cresceranno di giorno in giorno.”

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Diciamo che i presupposti di fondo ci sono…e magari dopo quella fatidica data le cose nella chiesa potrebbero precipitare improvvisamente…basterebbe solo l'eventuale atto di correzione per scatenare i "reciproci bandi". Comunque la coincidenza 9 aprile = domenica delle palme avverrà successivamente solo nel 2028 e nel 2090 ma ovviamente non sarebbe rispettata la sequenza numerica degli anni 1563-1570 con quelli dal 2013-2020 e la coincidenza 1567-2017 con il 9 aprile che rappresenta quella festività cristiana…staremo a vedere anche perché subito dopo abbiamo anche la fatidica data del 13 aprile 2017 che potrebbe essere altrettanto significativa.
Saverio

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Nel post Il pronostico del Papa Pio IV,a un certo punto si legge:"E se il 1567 fosse il 2017?Se la differenza fra i due settennati fosse quella di 450 anni?". Leggendomi su Wikipedia la Congiunzione Giove -Saturno, di cui sapevo poco piu' di quanto scritto da Messori in "Ipotesi su Gesu",mi chiedo perche' non 460 anni,dato che ci sono delle variabili in quei conteggi sulle congiunzioni su un lungo periodo:variabili di cui gia' su wikipedia,che non e' il massimo, ci si fa idea.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Ciao Remox, bell'articolo, devo leggere meglio l'ultima parte.
Interessante l'ipotesi di interpretazione del messaggio 3.863 secondo cui il termine 'Pietro'o 'pietra'significhi proprio il nome proprio di Pietro, dunque interessanti anche i tuoi due nomi.
Ma si può anche riferire al tempo dello scisma, ove vi sarà il papa vero, Pietro, e il papà falso, Giuda. Dunque pietra su pietra, ovvero scontro, impatto tra il vero e il falso papa, la vera e la falsa chiesa. Chissà se uno di quei 2 caedinali non sarà il falso papa. Non mi stupirebbe una simile uscita dalla Madonna di Anguera dopo avere rivelato il nome di Walter Kasper in maniera diretta, potrebbe rivelare anche il nome di un Parolin indirettamente con la locuzione 'Pietro'.
Una cosa è certa: sei l'unico a fare questi nomi, e, se avessi ragione, e se sarà possibile usufruire di Internet allora tra guerre e rivoluzioni, stelle che colli dono ecc…, prenditi tanti complimenti, da parte mia non mancheranno, se non lo sarà, te li farò con la mente 🙂

Ps: mi interessava avere una tua scaletta sommaria degli eventi fino all'Anticristo intorno al 2060, con le ragioni per cui sostieni la sua manifestazione intorno a quell'anno. Per me, per i miei dati e analisi, e di certo anche per gli altri. So che la questione è stata affrontata in passato, ma non ho capito perché quella data, a meno che non si voglia risalire a Newton.
Alessandro

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Le ragioni dipendono dall'analisi di alcune profezie che trattano la lunghezza del tempo di pace dalla comparsa del Grande Monarca. Dovrebbero passare circa 40-42 anni fino alla manifestazione e caduta dell'Anticristo. Se immaginiamo che il Grande Monarca possa cominciare il suo regno nel prossimo decennio ecco che arriviamo al decennio fra 2060 e 2070.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao Remox, scusa, e i 25 anni di pace?
Alessandro

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Una cosa su Socci, non per antipatia personale;anche se poi ognuno puo' capirla come puo' e come vuole.Il suo riassuntino succinto sulle mosse dell'Impero,e le ripercussioni sulla Chiesa,etc,li' per li' mi e' piaciuto,ma mi chiedo perche' lo fa adesso:sembra una cosa pro domo sua:una di quelle aggiustatine in cui gli opinionisti sono abili, in modo da trovarsi sempre ben presentabili,e nonprestare il fianco con zone vulnerabili,mentre sul petto splendono le medaglie del cattolico per la vita, del combattente,del coraggioso avveduto che ha fatto la campagna contro Bergoglio.etc. Eppure Socci non mi convince.Non solo e non tanto perche' certe cose sulla Siria poteva dirle quando forse era utile,quando le dicevamo con Riesze, e non ora che le dice pure Trump.Ma e' proprio il suo modo di impostare le cose che non mi convince.Ha la mentalita' del militante, dell'uomo di parte,che s'interessa delle cose che si prestano alle sue battaglie. Battaglie che non fa veramente allo scoperto, ma con aiuto di inside(oggi si chiamano cosi' 🙂 ,oppure ,come nel caso di cronaca sul suicidio assistito,sfondando porte aperte presso chi condivide, e con poco o nessun rischio da parte del mainstream.I suoi interventi per la vita sono abbastanza generici e scontati ,di modo che non possono dare molto fastidio.Somigliano a certe inconsapevili ruffianate di Adriano Celentano.Sembrano quasi un passare all'incasso.Invece, aver detto che sulla Siria non c'era una guerra civile, come mentendo diceva il mainstream, ma una guerra per procura vigliacchissima,con sanzioni ingiuste a danno dei bambini, tipo Iraq,da parte di tutte le nazioni occidentali associate a commettere genocidio,quello si' poteva costare caro.Socci non sa che la tubercolosi e' provocata da un batterio e non da un virus.Sembra niente,e invece e' strano,perche' la tbc e' una malattia che fa parte della storia e della letteratura.Come fa da ragazzo uno, leggendone, a non cercare su una enciclopedia qualcosa? la tbc e' una malattia, mica un concetto:e' un oggetto di letteratura,per andarci dentro,perdercisi un po', da veri curiosi,come dovrebbero essere i veri giornalisti o scrittori.Alla commissario Maigret,cioe' alla Simenon,nonostante tutto, e non alla giovani ispettori moderni che il Maigret dei romanzi di Simenon si trovava tra i piedi…Si',quelli militanti.Anch'io ero "militante" al Liceo,perche' magari non me ne importava nulla delle materie pero' volevo prendere i bei voti ed essere il primo,ma poi si cresce, perche' la vita ,e la salvezza,non sono un concetto,sono trasformare un cuore di pietra in cuore di carne!Per cui,quando preparai e superai l'esame di Microbiologia medica,sapevo gia' dai tempi del Liceo cosa fosse il Mycobacyerium in questione e come procedesse la malattia.Senno'in fondo sarebbe stato come non sapere,in Italia, cosa fosse il plasmodio della malaria.Ma questi sono militanti e combattenti:vanno di corsa, prendono quel che "serve" e lasciano il resto.Giovanna Botteri, pur cosi' diversa nella sua propaganda , non e' poi tanto diversa.Forse per questo hanno scritto un sacco di cavolate pur facendo una battaglia giusta.Ma com'e' vero che nella vita terrena cio' che conta non e' il traguardo,che e' la morte,ma il viaggio,che determina la sorte terrena,unito alla Misericordia di Dio,cosi' nelle battaglie di opinione, non e' il risultato, ma e' il modo di farla.

Unknown
Unknown
7 anni fa

Inaspettato……. ma non da questi tizi…… l'Etna sta già dando segni, e la Chiesa barcolla.

Da uno strano articolo che già avevo segnalato:
http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze—tech/11946383/preti-politici-manager-il-club-dei-potenti-che-credono-nell-esistenza-degli-ufo.html

(…) una fetta di classe dirigente trasversale e insospettabile, arruolata in una struttura sovranazionale non governativa (…) il quartiere generale si trova a Mosca. Ma sono coinvolte nel progetto importanti città come Washington, Londra, Pechino, Tel Aviv e Roma. Ne fanno parte militari, prelati, politici, manager, professionisti già inseriti in altre organizzazioni o legati dall' appartenenza a logge massoniche internazionali o a istituzioni vicine alla Chiesa cattolica.
(…)
Al vertice della sezione che si occupa di Ufo c' è l' ex tenente generale in riserva Alexej Savin. Il portavoce italiano è il lobbista Piergiorgio Bassi, imprenditore nelle pubbliche relazioni con ottime entrature in Vaticano e in politica (…) l' astronomo gesuita José Luis Funes. Sempre grazie a lui monsignor Basti è stato presso il centro di Mosca. Bassi, seduto nel suo ufficio romano, sorride di fronte allo scetticismo del cronista (…) «Grazie ai rapporti con gli alieni in Russia riescono a prevedere eventi futuri, come attacchi terroristici, disastri ambientali e rivolgimenti politici». Annuncia violente eruzioni di Etna e Vesuvio per il 2017 e uno scisma nella Chiesa cattolica i cui segnali saranno evidenti nel 2018.

Unknown
Unknown
7 anni fa

…altra cosa da far notare è che PIETRO Parolin induce suggestioni circa il Petrus Romanus di Malachia.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Unknown

Potresti leggere quest'articolo del 1 marzo, che è correlato a quanto hai postato.

http://ningizhzidda.blogspot.it/?m=0

NoName.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Unknown

Scusa NoName, qual è a tuo parere la parte dell'articolo che segnali che ha correlazione con il pezzo di Libero linkato da me?

xyz
xyz
7 anni fa

" L’arrivo dell’Inviato porterà al trionfo del Cuore Immacolato di Maria, e voi, con Maria sarete tutti nuovi nella Luce e irradierete di Me."

http://www.colledelbuonpastore.it/2646-l-arrivo-dell-inviato-portera-al-trionfo-del-cuore-immacolato-di-maria.html

xyz
xyz
7 anni fa

4436 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 02/03/2017

Cari figli, i nemici di Dio seminano la zizzania, ma quelli che appartengono al Signore seminano il grano. Ora è il tempo della grande battaglia tra chi difende la menzogna e chi difende la verità; Tra quelli che sono delle tenebre e quelli che sono della luce. Nel cuore dei Miei Devoti brillerà sempre la Luce del Signore. Dopo tutta la tribolazione, il Signore regnerà e tutti i fedeli vivranno felici. Fatevi coraggio e non permettete che il demonio vinca. Voi siete del Signore e Lui si aspetta molto da voi. Vi chiedo che abbiate un cuore simile a quello di Geremia. Geremia udì il Signore e non ebbe paura di annunciare la verità. Voi avete l'esempio dei grandi profeti che, anche di fronte alla persecuzione, hanno mantenuto accesa la fiamma della verità nei loro cuori. Quando Dio parla, Lui vuole essere ascoltato. Nella preghiera silenziosa, ascoltate la voce di Colui che è il vostro Tutto. Non tiratevi indietro. Io sono vostra Madre e sarò al vostro fianco. Pregate molto e abbracciate i Miei Appelli. Quello che dovete fare, non rimandatelo a domani. Coraggio.
Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

xyz
xyz
7 anni fa

Remox Remox …, il tuo parere su berGoglione e’ cambiato o per lo meno e’ diverso da quando affermavi con toni piu’ che difensivisti:” di quel Papa si diceva che era gay…. di quell’altro si diceva che era un pedofilo….di quell’altro si diceva che era un massone… ma con questo non ce la faranno…, QUESTO E’ UN GESUITA! scrivevi poco piu’ di un anno fa, e via col colpevolizzare i media che a detta tua distorcevano a proprio piacimento le affermazioni di Francesco, non perdevi un attimo sempre pronto a cancellare commenti senza prima aver tuonato:” Non saranno piu’ accettati commenti che vanno contro l’attuale pontefice”: Sentirti dire oggi “Il papa attuale ha la sua parte di responsabilità non indicando con chiarezza il senso delle sue parole. “ E’ GIA UN INIZIO, ma sei ancora molto lontano, infatti non ti rendi conto che quel dire-nondire e’ studiato a tavolino proprio da coloro i quali porteranno all’Apostasia con la A maiuscola. PUNTO!!!

La tua cocciutaggine (la stessa che avevi quando ti ostinavi a negare le evidenti berGoglionate) pero’ rimane e si palesa nel momento in cui neghi quanto affermato da Pedro in merito al re tolto dal trono: Fattene una ragione e prima te la fai meglio e’, in quei messaggi si parla di Benedetto XVI e Pedro cita a scanso di equivoci un altro messaggio che toglie ogni dubbio e conferma cio’ che la Chiesa OGGI sta vivendo:” in una data maestosa la Chiesa piangera’ ( 11 febbraio si dimette BenedettoXVI) i fedeli si lamenteranno E LE DIREZIONI DELLA CHIESA CAMBIERANNO.”PUNTO!!!

Come ho gia’ scritto in un altro commento evitiamo di prendere in considerazione la possibilita’ che Pedro non sia in grado di interpretare i messaggi che riceve, che addirittura non li rammenti tutti, … per piacere … siamo seri anche perche’ Pedro ha dimostrato di saperlo fare e altroche’,… come per esempio nel caso del sole di mezzogiorno(Papa francesco ARGENTO) e sole della sera (Papa Benedetto ORO). Continuare a non prendere in considerazione il discernimento di colui che e’ strumento di Dio a discapito di idee e convinzioni che portano su strade sbagliate, E’ SUPERBIA ALLO STATO PURO!!!

MA COME FATE A PENSARE CHE LA MADONNA SI SIA SCELTA UNO STRUMENTO CHE ANZICHE’ PORTARE SULLA STRADA GIUSTA PORTEREBBE ADDIRITTURA SU QUELLA SBAGLIATA?
MA COME FATE A PENSARE DI POSSEDERE UN DISCERNIMENTO SUPERIORE A COLUI CHE PARLA TRE VOLTE A SETTIMANA CON LA MADONNA? …

xyz
xyz
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Caro Remox il “3.046 – 29/08/2008 :“Cari figli, inginocchiatevi in preghiera per la Chiesa del mio Gesù. Colui che potrà essere Pietro diventerà Giuda. Aprirà le porte ai nemici e farà soffrire gli uomini e le donne di fede….”, va interpretato nel senso che colui che dovra’ difendere gli Insegnamenti di sempre NON LO FARA’ e non facendolo fara’ soffrire gli uomini e le donne di fede. E’ quello che gia’ sta accadendo e all’orizzonte non si vede nulla di buono, ecco spiegato anche il messaggio della chiave nel palazzo, PUNTO!!!

Credere che questo pAPA possa essere cosi’ facilmente “tolto di mezzo” e’ piu’ che un utopia, ma come fate a pensarlo…, addirittura c’e’ pure chi pensa che con il successore Pietro Parolin si andrebbe a compiere la profezia di San Malachia, oh my God!!!
Anche la tua interpretazione sulla profezia di San Malachia non e’ corretta semplicemente perche’ tu affermi che dopo Benedetto XVI ci sarebbero piu’ papi che guiderebbero la Chiesa durante l’ ultima persecuzione: Oh my God…, MA DOVE STA SCRITTO? Ma perche’ vi complicate la vita?,la profezia e’ chiara e i Papi sono quelli indicati non ce ne sono altri, Benedetto e’ l’ultimo Papa dopo di lui c’e’ Pietro il Romano, COLUI CHE GUIDA LA CHIESA ED E’ CON LUI E GRAZIE A LUI CHE SI ARRIVA AL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO. PUNTO!!!

Se anziche’ studiare Nostradamus avessi studiato Carbonia ( probabilmente questo blog non sarebbe nato) oltre al tempo risparmiato avresti avuto anche un quadro piu’ completo e perfettamente in linea con la profezia di San Malachia e con l’affermazione di Conchita sui “Papi restanti”. PAPA BENEDETTO E’ SEMPRE L’ULTIMO PAPA.

CARBONIA 18-08-15:” … MANDERO’ ORA IL Mio inviato il quale nel suo petto portera’ la Mia Misericordia…”
CARBONIA 14-09-15:” … Ora arrivera’ a voi uno scudiero, Io lo mando a voi perche’ si compia in lui il Mio progetto. Aiutera’ la Mia opera a salire, vedrete il Mio Volto …. La battaglia e’ in atto e lo scudiero sara’ colui che si mettera’ al vostro fianco pere difendervi dagli attacchi del maligno, a lui e’ stato permesso di sollevarvi dalle difficolta’…”
CARBONIA 08-10-15:”… PIETRO e’ per tornare sulla terra! Il suo operato sara’ grande in Me, voi sarete al suo fianco o sarete dispersi nelle cose del mondo?…”
CARBONIA 08-10-15:”… Nel Mio amore infinito vengo a visitare il Mio popolo con l’inviato che presto si manifestera’ sotto le spoglie sacre di Pietro. Egli dichiarera’ La CHIESA SANTA DI DIO ne prendera’ le consegne dall’Alto e combattera’ l’iniquita’, fara’ risplendere nella luce del suo Signore la Sua Chiesa. Mostrera’ al mondo la potenza di Dio affinche’ gli uomini vedano si ricredano e possano avere la possibilita’ di salvarsi, tornando al loro Dio Amore…”
CARBONIA 10-10-15:”… l’arrivo dell’inviato sara’ la fine per i Miei traditori…”
CARBONIA 14-10-15:”… l’inviato presto raggiungera’ la Chiesa di Cristo che trionfera’ e satana cadra’…”
CARBONIA 17-10-15:”… il mio intervento sara’ quello di far dimettere il nemico dalla Mia Casa. Il Padre Mi manda Pietro e Maria Santissima per strappare la vittoria al nemico…”
CARBONIA 30-10-15:”… ecco che il ritorno di Pietro segnera’ l’apertura a nuova vita a un paradiso nuovo in Me…”
CARBONIA 01.11.15:”… succedera’ adesso l’arrivo del Mio Apostolo Pietro, a lui donero’ di rinnovare la Mia Chiesa portarla nuovamente allo splendore di un tempo in Me…”
CARBONIA 27-12-15:”… l’arrivo di Pietro mettera’ fine a questa falsa chiesa…”

Se avessi dedicato un po’ di tempo a Carbonia avresti anche dato la giusta interpretazione ad un altro messaggio di Anguera:

CARBONIA 04-12-15:”… Roma iniziera’ da oggi il suo grande calvario, ella mi tradira’ alla grande, PIETRO INCONTRERA’ GIUDA!!! …Avanti il Mio calvario e’ gia finito perche’ vedo la luce in voi, la Mia missione non fallira’ perche’ Io mandero’ l’inviato, egli vi mettera’ il mio sigillo e nel Mio sigillo andrete forti e sarete vittoriosi contro il male…”

xyz
xyz
7 anni fa
Rispondi a  xyz

QUINDI PIETRO IL ROMANO DI MALACHIA CHE GUIDERA’ LA CHIESA DURANTE L’ULTIMA PERSECUZIONE ALTRO NON E’ CHE L’UOMO DI FEDE DI ANGUERA, L’INVIATO/ANGELO DI PACE DI LUZ, IL PIETRO/INVIATO DI CARBONIA!!!

E’ LUI CHE GUIDA LA CHIESA INSIEME A MARIA DURANTE QUESTA ULTIMA PERSECUZIONE PORTANDOLA AL TRIONFO SENZA PERO’ VEDERLO, VERRA’ ASSASSINATO PRIMA PROPRIO PERCHE’ AVRA’ INSEGNATO LA VERITA’ FACENDO TORNARE LA CHIESA AD ESSERE COME GESU’ L’AVEVA AFFIDATA A PIETRO( 2714 Anguera)!!! Infatti proprio in quel messaggio di Anguera si legge anche “… ci saranno grandi persecuzioni alla Chiesa di Mio Gesu’. La croce sara’ pesante per i fedeli ma il Signore fara’ sorgere un uomo pieno di virtu’ che condurra’ i fedeli sul cammino dell’amore e della verita’ …”

xyz
xyz
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Per quanto riguarda il:
3.831 – 9 giugno 2013
La Chiesa del mio Gesù porterà una croce pesante. Il tradimento arriverà al trono di Pietro. Il Santo Padre sperimenterà il calvario.
Quel santo Padre e' Benedetto XVI, lo stesso del 3051:"… cari figli pregate per la chiesa del Mio Gesu'. L'europa si sollevera' contro la Chiesa di Mio Figlio rifiuteranno la verita' e causeranno grande sofferenza a UN successore di Pietro"

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Carbonia, mio caro xyz, è un'apparizione falsa, più volte pesantemente condannata dal vescovo che ne ha descritto in più fasi tutte le gravi mancanze.
Tra l'altro, come molte altre false apparizioni, copia spudoratamente dai messaggi di Anguera per portare avanti le proprie teorie.
Se vuoi avvelenarti con Carbonia il problema è tuo.

Riguardo invece al messaggio 3046 come ho scritto nell'articolo la tua interpretazione può essere un'ipotesi, ma non l'unica. Anche perchè i messaggi vanno letti insieme e non singolarmente. Letti insieme la tua ipotesi interpretativa rimane appunto un'ipotesi.

Riguardo alle dimissioni dell'attuale papa le escludo anche io. Infatti non si parla di dimissioni, ma di rimozione forzata. Le voci ostili circolano da tempo; i messaggi "in codice" anche.
Somigliano molto allo scoop scandalo (credo del 2012) in cui si annunciava la morte o assassinio di Benedetto XVI per la fine del 2012. Vi fu coinvolto se non ricordo male il Cardinale di Palermo Romeo con voci provenienti dalla Cina.

Su Papa Francesco abbiamo avuto le parole del 2014 del cardinale Maradiaga, lo scoop sul tumore al cervello, il vatileaks 2, i manifesti e la falsa pagina dell'Osservatore, le accuse recenti di fonte anglosassone di aver indebolito la lotta alla pedofilia, la strana visita di Ali Agca in Vaticano e i nuovi scandali che stanno emergendo sempre sul fronte pedofilia. E' un fruscio che sta aumentando di intensità e che potrebbe innestarsi nell'attuale disputa dottrinaria per fomentare ancora di più caos e divisione.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Pure Medjugorie è stata condannata più volte dal vescovo

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Se e' per questo pure molte apparizioni del passato non furono inizialmente riconosciute dai relativi vescovi locali, ora pero' sono mete di pellegrinaggio di migliaia di persone.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Non subito, e comunque i due fenomeni sono imparagonabili.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Da quanti anni esiste Carbonia? Risulta per caso che sia divenuta un centro di pellegrinaggio? Conta molto non solo se c'è o meno un'opposizione del vescovo, ma soprattutto i motivi dell'opposizione. Quelli espressi nei confronti di Carbonia la pongono su un piano "patetico". Questo il racconto del vescovo, Mons. Tarcisio Pillola:

"Dopo l’ampio servizio pubblicato dall’Unione Sarda di venerdì 30 dicembre sui presunti messaggi che la Madonna invierebbe ad una signora di Carbonia, sento il dovere di precisare la posizione della Chiesa locale su questo argomento. Alcuni sacerdoti mi segnalarono questi fatti che avevano avuto inizio da diverso tempo e in seguito ne fui informato direttamente dalla signora Miriam Corsini che venne in episcopio il 25 febbraio di quest’anno, accompagnata dalla signora Lilly Priani.
Le ascoltai con attenzione e dopo aver letto i fascicoli che mi consegnarono mi convinsi che si trattava di una raccolta di brani di diversa provenienza, tra loro sconnessi, tendenti a favorire il sentimentalismo più che la vera devozione.
(…)
Diversi “messaggi” sono indirizzati anche a me, come quello delle ore 9,05 dell’11 settembre 2005, “Mio caro Tarcisio, il tuo operato è stato un operato buono per le vie del tuo Signore ma io ti comando ancora e ti metto in condizioni di espletare questo mio comando: vieni al mio colle e celebra la messa dedicandola all’esaltazione della Croce e al trionfo del mio Cuore Immacolato. Tutto deve essere messo in ordine prima dell’arrivo della Beata Vergine, Maria SS. Madre mia e madre vostra. Metti tutto in ordine, il tempo è alle sue ultime ore”.
Ritengo superfluo riportare altre citazioni che ricalcano sempre gli stessi temi.
Espressi subito il mio scetticismo sul valore dei “messaggi” e invitai benevolmente la signora Myriam a desistere dalla sua azione e a convincere il gruppo che ruotava attorno a lei a fare altrettanto.
Purtroppo, dando prova di scarso senso ecclesiale ha continuato, offrendo col suo comportamento, una ulteriore prova della inattendibilità delle sue affermazioni.
Senza entrare in altre disquisizioni teologiche, per la venerazione che ho della Madonna, mi sorprende che i suoi “messaggi” siano scritti su fogli in cui immancabilmente campeggiano due cuoricini e che in quello delle ore 7,55 del 12 maggio 2005, dopo avermi ordinato per tre volte “apri le tue porte a Cristo” si sia rivolta a me per altre tre volte e mi abbia chiesto, in modo molto confidenziale: “Mi ami tu, TARCI?”.

Continua…

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

"Lo stesso vezzeggiativo è contenuto nel “messaggio” del 24 marzo già citato “Mons. TARCI sarà il Ministro Primario nella realizzazione dell’opera che io chiedo. Sul mio Monte Sacro succederà la grande battaglia contro il male ( l’avversario) e tutto deve essere messo in maniera che IO VOGLIO, non manifestare nessun dubbio : IO SONO”.
Durante il Ritiro del Clero del mese di novembre informai i sacerdoti che il mio giudizio su queste presunte rivelazioni era totalmente negativo e li invitavo a fare ogni sforzo per bloccarne la diffusione e soprattutto a non sostenerne l’attendibilità in alcun modo.
Per queste ragioni sento il dovere di vietare decisamente tutte le celebrazioni – messa, benedizioni, via crucis ecc. – tendenti a favorire la diffusione di questi “messaggi”- in qualunque località e specie sul colle e sulla grotta dove solitamente si raccolgono queste persone, invito i sacerdoti ad attenersi scrupolosamente a questa norma e i fedeli laici a seguire docilmente queste indicazioni su un tema di grande delicatezza.
Da diversi mesi, alcune persone, unitamente alle signore Myriam Corsini e Lilly Priani che ne sono le animatrici, continuano a incontrarsi sul Monte Leone a Carbonia per la recita del Rosario ma purtroppo non si limitano a pregare ma colgono questa occasione per lanciare messaggi di genere apocalittico, cari ai Testimoni di Geova e ad altre sette religiose, come l’imminente fine del mondo, e da loro attribuiti direttamente a Gesù e alla Madonna.

continua….

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

“Mio caro Tarcisio, – dice quello dell’11 settembre 2005 – il tuo operato è stato un operato buono per le vie del tuo Signore ma io ti comando ancora e ti metto in condizioni di espletare questo mio comando: vieni al mio colle e celebra la messa dedicandola all’esaltazione della Croce e al trionfo del mio Cuore Immacolato. Tutto deve essere messo in ordine prima dell’arrivo della Beata Vergine, Maria SS. Madre mia e madre vostra. Metti tutto in ordine, il tempo è alle sue ultime ore”.
Addirittura nel messaggio del 24 marzo 2005 mi viene conferito l’incarico di maggiore responsabile nella realizzazione di questo progetto. “Mons. TARCI sarà il Ministro Primario nella realizzazione dell’opera che io chiedo. Sul mio Monte Sacro succederà la grande battaglia contro il male ( l’avversario) e tutto deve essere messo in maniera che IO VOGLIO, non manifestare nessun dubbio: IO SONO” (24 marzo 2005).
Pochi giorni fa una persona che fa parte del gruppo mi ha consegnato un altro messaggio di contenuto totalmente opposto ai precedenti “O povero uomo, povero te figlio mio, povero te, che ormai stai chiudendo il tuo ministero, tu che mai ti sei degnato di venire a vedere con i tuoi occhi, se questa è verità o falsità, o uomo, perché uomo tu sei, nulla hai preso delle cose Divino, nulla ma sei restato piccolo, sei rimasto nella tua miseria terrena, non hai allungato un braccio al tuo DIO, non hai messo in te il minimo dubbio, che questa mia chiamata fosse veramente mia, del Cristo”.
E dopo una serie di altre ingiurie nei miei confronti, non poteva mancare un affondo contro la Chiesa. “Non c'è più la sua Chiesa, non ci sono più i suoi ministri, non c'è più nulla vi siete venduti al nemico, figli di satana volete restare”.
Credo che l‘inversione di rotta abbia avuto inizio il 25 gennaio dopo un incontro in Episcopio con le signore Corsini e Priani e altre tre persone che insistettero perchè accettassi una prova in grado di dimostrare l’autenticità dei loro messaggi.
Mi dissero che era sufficiente che io, anche solo mentalmente, scegliessi un quesito di carattere religioso e loro, per ispirazione della Madonna, avrebbero conosciuto il contenuto del mio pensiero e mi avrebbero dato la risposta richiesta. Anche senza troppa convinzione accettai la proposta e perché fosse possibile la verifica non mi limitai a formulare il quesito col pensiero ma scrissi su un foglio: era mio desiderio conoscere l’elenco e gli autori dei libri del Nuovo Testamento. La Signora Corsini cominciò a parlare dei soliti argomenti che già conoscevo ma senza alcun accenno alla mia domanda per cui dopo una decina di minuti la interruppi e le feci leggere il biglietto che era sul tavolo e così la prova che intendevano dare sulla attendibilità dei loro messaggi era clamorosamente fallita per cui prevedevo che tutto sarebbe finito molto presto.
Invece la vicenda continua per cui sento il dovere di ribadire ancora una volta il mio completo scetticismo sul valore di questi messaggi e la totale disapprovazione per il loro comportamento.

continua….

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Per impedire che la situazione degeneri rivolgo un sentito appello alle persone che fanno parte del gruppo perché rinuncino alla diffusione di questi messaggi che creano disorientamento nella comunità diocesana e dispongo che in tutti i luoghi dove si svolgono questi incontri e specie sul Monte Leone, siano vietate tutte le celebrazioni di carattere religioso, come messe, benedizioni, vie crucis, veglie di preghiera ecc.
Inoltre invito i sacerdoti ad attenersi scrupolosamente all’osservanza di queste norme e soprattutto a evitare ogni parola o gesto che possano essere interpretati come appoggio a queste manifestazioni e i fedeli laici ad astenersi dal partecipare, anche solo per curiosità, alle loro iniziative. Soprattutto alle persone semplici e in buona fede che potrebbero essere suggestionate da queste forme di devozionismo, ricordo le parole forti ma profonde di Giovanni Papini, lo scrittore cattolico fiorentino “Non fidatevi mai delle apparenze, neppure quando si tratta di devozione: anche i cammelli si inginocchiano, anche i fonografi recitano preghiere, anche gli affettatori di cipolle piangono, anche i cani cadono in estasi”.

mario mancusi
mario mancusi
7 anni fa
Rispondi a  xyz

XYZ puo essere vera la tua interpretazione di anguera su papa francesco , ma per favore per non deligittimare i tuoi ragionamenti non affidarti a messaggi tipo carbonia o luz de maria, qualsiasi persona sensata capirebbe la loro falsità

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

"Se anziche’ studiare Nostradamus avessi studiato Carbonia ( probabilmente questo blog non sarebbe nato) oltre al tempo risparmiato avresti avuto anche un quadro piu’ completo e perfettamente in linea"

Qui ho smesso di leggere e son scoppiato a ridere… carbonia

xyz fatti na ricerchina su google va

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

<>

Un catastrofista che ride deve essere un bello spettacolo.
:)))))))))))))))))

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

"Riguardo alle dimissioni dell'attuale papa le escludo anche io. Infatti non si parla di dimissioni, ma di rimozione forzata. Le voci ostili circolano da tempo; i messaggi "in codice" anche. (…)
E' un fruscio che sta aumentando di intensità e che potrebbe innestarsi nell'attuale disputa dottrinaria per fomentare ancora di più caos e divisione." (Remox)

Anch'io credo che questo papa non si dimetterà mai e, chi segue questo blog, si ricorderà che ho sempre detto di aspettare a giudicare, perché non sappiamo come finirà il suo pontificato (anomalo in toto). Ho parlato spesso di "deposizione".

Socci su una cosa ha certamente ragione: quando descrive le mutate condizioni geopolitiche, dopo l'elezione di Donald Trump.

"Bergoglio aderisce all’Agenda Obama: viva l’emigrazione di massa, abbraccio con l’Islam ed ecologismo catastrofista. Ma aderisce pure all’Agenda tedesca che va verso una protestantizzazione della Chiesa Cattolica."

Ma con l'elezione di Trump, ormai, l'agenda Obama-Clinton basata soprattutto sull'ideologia liberal, cioè relativista (nozze gay, gender, ecc.), non esiste più. E Bergoglio continuerebbe a governare la Chiesa, storicamente lontano da Russia e a dispetto degli USA. Isolato.

"Nei giorni scorsi alcuni intellettuali cattolici americani hanno chiesto pubblicamente a Trump di aprire un’indagine per appurare – considerati alcuni documenti usciti da Wikileaks – se vi siano state, fra 2012 e 2013, interferenze americane per un “cambio di regime” in Vaticano."

Se fossero confermate notizie in questo senso, veramente potrebbe scoppiare uno scisma.

Le voci di possibili "dimissioni" si fecero forti nell'autunno 2015, e sono state riprese più fortemente a settembre scorso, quando si cominciò a vociferare che il Papa si sarebbe dimesso, da buon gesuita, al compimento dei suoi 80 anni, cioè a fine 2016.
Ne accennai a proposito dell'elezione del Preposito generale dei Gesuiti (ogni gesuita infatti si dimette al compimento degli 80 anni).
http://ducadeitempi.blogspot.it/2016/09/considerazioni-sul-papa-emerito-e-sulla.html
Anonymous 15 settembre 2016 18:45

Riportai anche il retroscena di Dagospia che sosteneva: “BERGOGLIO NON MORIRÀ PAPA” (ma bisognerebbe aspettare la morte di Benedetto). Infatti, Dagospia aggiungeva che "Bergoglio non si dimetterà mai finché è vivo il predecessore: una Chiesa con tre Papi in vita farebbe ridere il pianeta".
Effettivamente, se il Papa emerito fosse già morto, potrebbe essere quasi un normale avvicendamento, ma con Ratzinger ancora vivo è un'ipotesi mooolto improbabile, veramente da barzelletta.

Resta quindi l'unica ipotesi della "DEPOSIZIONE" (forzata) da parte dei cardinali che lo hanno eletto (i quali ritirano la fiducia).
Dall'elezione di Bergoglio, stranamente sono andati aumentando gli studi teologici e gli articoli sul tema della possibile "deposizione", e si sono rispolverate (come mai prima) opinioni di teologi quasi dimenticati.
La questione è tornata alla ribalta in Italia dopo la pubblicazione del libro di A. X. da Silveira, Ipotesi teologica di un Papa eretico (Chieti, Solfanelli, 2016). Il da Silveira segue nel suo libro la tesi di S. Roberto Bellarmino.
http://doncurzionitoglia.net/2016/09/25/giovanni-da-san-tommaso/

Infatti le dimissioni di Benedetto XVI, con un Papa deposto (Francesco I) e con un Papa eletto da una parte del Collegio dei Cardinali riproporrebbe una situazione simile a quella accaduta durante il Grande Scisma d’Occidente:

"L’avvenimento più doloroso del XV secolo si ripeterà." (2.483 – 15.02.2005)

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Ho anche sempre creduto che l'interpretazione di Pedro del 2892 fosse errata (anche se questo non piace a xyz).
D'altronde, in tema di "deposizione", consideriamo i 4 messaggi in cui si parla del re tirato giù dal suo trono:

2.467 – 08.01.2005
Cari figli, quando il re sarà tolto dal suo trono inizierà la grande battaglia e la luce perderà la sua brillantezza.

2.892 – 20/09/2007
Quando il re sarà tolto dal suo trono, inizierà la grande battaglia.

2.951 – 02/02/2008
Cari figli, un regno si dividerà e sorgerà un altro regno, causando grande confusione. Un re sarà tolto dal suo trono e il popolo di Dio perderà. Io sono vostra Madre e voglio dirvi che questi sono i momenti decisivi per l’umanità. La Chiesa del mio Gesù soffrirà un grande tradimento.

3.138 – 22/03/2009
Arriverà il giorno in cui il re sarà tolto dal suo trono. Il regno sarà diviso e ovunque ci sarà grande confusione spirituale.

I messaggi sono tutti precedenti al 2013.
Secondo Pedro, almeno il 2892 si riferirebbe a Benedetto XVI, tirato giù dal suo trono.

https://www.youtube.com/watch?v=gQHilA7C9Pw

Nel video, Pedro riferisce che la gente gli chiede sempre: "Perché è stato tolto dal suo trono?" e lui risponde:
"Non chiedetemi niente, io prego per la Chiesa, amo la Chiesa, sono cattolico e morirò cattolico. Non sono cattolico perché del papa, del vescovo o del sacerdote, ma sono cattolico perché Gesù è morto in croce per salvarmi". Non vuole parlare.

Ma non c'è molta scelta.
O il re tolto dal suo trono è Benedetto XVI (come dice Pedro), oppure è papa Francesco (o un suo successore).
Esiste, quindi, realmente la possibilità che papa Francesco venga messo da parte, deposto, tolto dal suo trono, allo scoppio dello scisma e della rivolta dei sudditi (ma questo, credo, perché lui non accetterà mai di dimettersi).
Analizzando tutti i 4 messaggi, si deduce che prima che questo re venga tolto dal trono, debbono accadere altri fatti: il regno si deve dividere in due a causa di un "grande tradimento" come dice il 2951.

Chi è che subirà questo "tradimento"? Può essere Benedetto XVI, come dice xyz? No.

3.805 – 14 aprile 2013
Il tradimento arriverà [verbo al futuro] al trono di Pietro e il dolore sarà grande per gli uomini e le donne di fede.

3.831 – 9 giugno 2013
Il tradimento arriverà [verbo al futuro] al trono di Pietro. Il Santo Padre sperimenterà il calvario.

Questi due messaggi del 2013 sono stati dati quando già regnava papa Francesco (non possono riferirsi a un papa precedente, perché non esiste profezia per il… passato). Quindi si riferiscono a papa Francesco (o a un suo successore).

Interpretando Anguera, non si può escludere che papa Francesco possa essere DEPOSTO dal trono (più che dimettersi) quando ci sarà lo scisma e il regno diviso in due.

La situazione, però, non è ancora definita dal punto di vista profetico.
Resta sempre la grande domanda (quella che poneva anche Mario Mancusi): in tutto questo discorso, papa Francesco come si colloca???

Ho l'impressione che i messaggi di Anguera stiano camminando sul filo, come se fossero in bilico. Hanno preso – è vero – sempre più posizione (WK, e i messaggi degli ultimi 5 mesi), ma manca qualche pezzo grosso del puzzle, perché non c'è ancora chiarezza.
Sembrano appoggiare il papa con un messaggio del 2013, e ultimamente denunciano queste mezze verità contro cui si invita a combattere come fece Giovanni Battista (4423, 4432).

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Evidentemente manca qualcosa di grosso che deve ancora accadere, perché non si spiega come possano stare col papa (che è la causa principale di queste mezze verità, sia con la pubblicazione di AL, sia col non rispondere ai dubia) e ALLO STESSO TEMPO invitare a combattere contro le mezze verità per difendere la verità intera.

In che modo i cattolici dovrebbero combattere contro le mezze verità? Opponendosi a papa Francesco? Le mezze verità le ha introdotte lui! Pregando? D'accordo, ma anche la preghiera esige chiarezza.
Ecco perché, se vogliamo dare ancora un VALORE POSITIVO a questo papa, dobbiamo per forza pensare a qualcos'altro che deve accadere.

Remox invitava in un post precedente a separare il papa dal palazzo:

"Quindi come interpretare i messaggi che invece parlando della difesa della verità sembrano colpire direttamente il papa? Probabilmente la soluzione sta in quanto ho scritto nel precedente intervento. Bisogna separare "il Re" (il papa) dal Palazzo (il Vaticano)." (Remox)

Io non vedo come si possa operare una simile distinzione. Il papa ha emanato quel documento, lui l'ha firmato, lui si è scelto il ghostwriter (Víctor Manuel Fernández, un personaggio tutto dire: http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/05/11/e-questo-sarebbe-il-teologo-di-fiducia-del-papa/), nessuno glielo ha imposto, quelle aperture o ambiguità (e tante altre) sono state volute da lui, secondo il famigerato criterio della coscienza soggettiva, tanto cara ai gesuiti.
Non è stato il "Palazzo" ad imporre AL al papa.

Ecco perché io penso che ci debba essere qualcos'altro che deve accadere.
E penso al "segreto"…

4.061 – 18 novembre 2014
“Cari figli, il segreto DI UN UOMO sarà rivelato e ci sarà grande confusione e divisione nel Palazzo (Vaticano).”

"Cari figli, un segreto sarà rivelato e ci sarà grande confusione nel palazzo." (2748)

"La barca di Pietro ondeggerà e ci sarà grande confusione. Pietro e il segreto: ecco la risposta." (3785)

Il segreto sembra riguardare Pietro e la rivelazione di esso farebbe ondeggiare la barca, cioè creerebbe "grande confusione e divisione". Qualcuno potrebbe tirare fuori documenti compromettenti che riguardano il papa attuale, magari proprio per costringerlo a dimettersi.
Segreto quindi compromettente, al punto che causerà confusione e divisione.

In tutto l'affaire Malta, è anche emerso che il Papa aveva chiesto al Card Burke di ripulire l’Ordine di Malta da infiltrazioni massoniche.

In data 2 febbraio 2017 il giornalista Riccardo Cascioli riassume così, con parole sue, il contenuto di una lettera di Papa Francesco inviata il 1 dicembre scorso al Card. Raymond Burke, Patrono del Sovrano Ordine Militare di Malta (SMOM).

Il Papa invitava Burke alla vigilanza sugli interessi spirituali dei membri e spiegava che «si dovrà evitare che nell’Ordine si introducano manifestazioni di spirito mondano, come pure appartenenze ad associazioni, movimenti e organizzazioni contrari alla fede cattolica o di stampo relativista».
Nella lettera non si parla apertamente di «massoneria» ma di «associazioni, movimenti e organizzazioni contrari alla fede cattolica o di stampo relativista». Il riferimento è all’infiltrazione della Massoneria tra i Cavalieri di Malta.

«Qualora ciò dovesse verificarsi», ha proseguito il Papa, «si inviteranno i Cavalieri che eventualmente fossero membri di tali associazioni, movimenti ed organizzazioni a RITIRARE LA LORO ADESIONE, essendo essa INCOMPATIBILE con la fede cattolica e l’appartenenza all’Ordine».

Dunque, il Papa non ha mai chiesto a Burke di dimissionare qualcuno, ma di fare indagini su eventuali infiltrazioni massoniche e di riferire personalmente al Papa: ordine che sembra essere stato disatteso dal Cardinale Burke o sottovalutato.
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-quella-lettera-del-papa-al-cardinale-burke-18826.htm

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Papa Francesco aveva già criticato l’influenza distruttiva della Massoneria e la sua ostilità verso la Chiesa. Parlò per la prima volta di "lobby massoniche" nel famoso discorso sui gay, nel luglio 2013, di ritorno dal viaggio in Brasile.

Scrive Marco Tosatti:
"A complicare il tutto c’è anche il timore, presente negli anni passati in ambienti vaticani, che fra le file dei Cavalieri si fossero infilati appartenenti a un gruppo ben diverso, la massoneria. Non per scopi propriamente spirituali ma perché richiamati dalla possibilità di fare affari. L’Ordine è uno Stato, emette passaporti, offre molta carità ma anche contatti eccellenti. Un richiamo appetitoso."
http://www.marcotosatti.com/2017/01/29/ordine-di-malta-troppe-domande-senza-una-risposta-una-strana-brutta-storia/

Ora, chi intralcia i piani (e soprattutto gli affari) della Massoneria, ha di che temere.

La vendetta potrebbe arrivare da lì.

Matthew Festing si è dovuto dimettere come Gran Maestro dopo l'incontro con il Papa, ma dall’Inghilterra, dove è tornato ad abitare, ha promesso battaglia. Parlando con The Tablet, ha sottolineato che il contenzioso è tutt’altro che risolto, facendo intendere che sta studiando mosse legali. Non è finita ancora.

In sintesi, l'elezione di Trump ha dato una mazzata inaspettata al pontificato attuale.
Il colpo decisivo potrebbe arrivare da qualche altro scandalo, rivelante qualche "segreto".
E questo colpo finale, arriverà per "tradimento", come profetizzano i messaggi di Anguera.
Papa Francesco sarà tradito, nel senso che sarà scaricato, abbandonato da quegli stessi che lo hanno sostenuto.

Finora non c'è, ma noi aspettiamo lo scoppio della "GRANDE GUERRA tra la Vera e la Falsa Chiesa" (4397):
"Nella Grande Guerra tra la Vera e la Falsa Chiesa, la Vittoria Finale sarà di Gesù dei Suoi Eletti." (4397)

Posto che la "guerra spirituale" tra ecclesiastici sorgerà proprio a causa delle mezze verità (poiché si dice che "i soldati fedeli lotteranno per la verità" intera, e non mezza), si pone un problema che investe tutti i messaggi e l'apparizione stessa di Anguera.

3.799 – 31 marzo 2013
Una guerra sorgerà. I soldati avranno la tonaca.

4.195 – 22.09.2015
Amate la verità e non lasciatevi contaminare dalle novità che il mondo vi presenta. Inginocchiatevi in preghiera. Ci sarà una grande guerra spirituale e i soldati fedeli lotteranno per la verità. Coraggio. Chi sta con il Signore vincerà.

4.392 – 23/11/2016
Ricordate sempre: in Dio non c’è mezza verità. Una grande guerra ci sarà e i soldati indosseranno l’abito talare. Soffro per quello che viene per voi.

Facciamo un'ipotesi.
Se la "grande guerra spirituale" sarà generata dalla correzione formale di AL, i messaggi invitano a restare fedeli alla verità di sempre. La verità di sempre – piaccia o meno – è quella sostenuta da Burke & co. (l'adulterio non è mai permesso). Se arriveremo ad una correzione formale e quindi alla "grande guerra", seguendo Anguera, si formerebbero due partiti: quello delle mezze verità e quello della verità intera.
In questa IPOTETICA contrapposizione dei due partiti, il papa da che parte starà? non starà forse dove già sta ora, cioè con il partito delle mezze verità, visto che ha scritto lui AL e non ha mai voluto rispondere ai dubia? Difficile che stia col partito della verità intera. O no? E quindi, noi dovremo opporci al papa? Non può essere.

Manca ancora qualche pezzo della verità.

dott. G.I.

Domenico
Domenico
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Sì bisogna aspettare, devono ancora avvenire fatti e svelati retroscena che non conosciamo.
Quindi le ipotesi è bene anche farle ma senza eccedere, in quanto sarà il futuro che disvelerà quello che ancora no sappiamo.
Per cui stiamo alla finestra e guardiamo cosa accadrà.

Le apparizioni di Anguera se sono vere (come sembra) non possono essere contro la persona del Papa, in quanto è un vero Papa e quindi eletto da Dio. Il segreto che sarà svelato forse si riferisce al motivo per cui Papa Bergoglio non risponde ai 4 dubia. Forse che qualcuno, forse qualche cardinale, plagia ( o ancora peggio)il Papa, il quale non è molto preparato in teologia, come spesso dimostra e testimonia da sè?

Vedremo.

Domenico

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  xyz

«perché non si spiega come possano stare col papa (che è la causa principale di queste mezze verità, sia con la pubblicazione di AL, sia col non rispondere ai dubia) e ALLO STESSO TEMPO invitare a combattere contro le mezze verità per difendere la verità intera.»

E se la mezza verità fosse invece un "balbettare"? Succede quando si ha paura. Paura di cosa? Di un evento del tipo 13 Maggio 1981 in Piazza S. Pietro (cfr Alì Acga). Sembra che il turco non fosse proprio un lupo grigio solitario, ma avesse avuto l'appoggio di tutta l'intelligence occidentale.

Non è necessario imporre, è sufficiente sintonizzare la vittima sulla giusta lunghezza d'onda.

«E penso al "segreto"… 4.061 – 18 novembre 2014
“Cari figli, il segreto DI UN UOMO sarà rivelato e ci sarà grande confusione e divisione nel Palazzo (Vaticano).”»

È! Appunto. Quindi il suo dire non-dire non era forgiato dal tipico stile comunicativo dei gesuiti, ma dalla paura che si venga a sapere.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Papa G.P.I morì quasi certamente avvelenato, cioè fu ucciso.

Papa G.P.II subì un attentato, semifallito, dal quale ne uscì quasi indenne. Poi, forse per far capire che non gettavano la spugna davanti ad un fallito attentato, mandarono un messaggio estremamente forte facendo sparire nel nulla una cittadina vaticana. E cosa ancora più grave, stando ad un famoso magistrato, il rapimento della Orlandi fu testato, prima di essere messo in atto, su una cittadina italiana, anche questa sparita nel nulla (segno che ci tengono a fare le cose per bene).

Poi venne Papa B. XVI che gridò al lupo, al lupo ed alla fine dovette dimettersi. Non per paura, ma per mancanza di forze (dunque il nemico invisibile è estremamente forte)

Dulcis in fundo arriviamo all'attuale Papa che dice e non-dice perché è un gesuita ed i gesuiti son fatti così, sempre tesi a tener in equilibrio l'asticella della bilancia.
Però, forse ha paura e quando uno ha paura balbetta. O forse è una tecnica affinché il gap del non detto sia riempito secondo le proprie inclinazioni. Poi però deve "colpire" sul collo gli eretici.

Mancano un sacco di pezzi.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  xyz

p.s.
13 Ottobre 2013 … rullo di tamburi, fiato alle trombe e … e … e la Consacrazione fatta davanti alla statuetta della Madonna di Fatima fatta trasportare apposta in piazza S. Pietro difetta per l'ennesima volta della parola Russia. Eppure in moltissime parrocchie del mondo si erano riuniti per fare la Consacrazione all'unisono. Che ci voleva? Col carisma trascinante che aveva agli inizi del pontificato poteva farla dire quella benedetta parola Russia anche se non era in programma perché sconsigliata da non si sa chi.
Perché?

Qui non si tratta di fare e non-fare secondo un certo stile gesuitico. Qui o mancano le informazioni giuste, oppure è paura.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  xyz

@dr G.I.

Non per fare quello che l'ha detto per primo (perché non ho fatto altro che segnalare e commentare del materiale uscito altrove), ma sono stato io, prima di Socci, a dire che era uscito quell'articolo, poi rimbalzato ovunque, in cui si chiedeva un'indagine sulle dimissioni di Ratzinger (e che la nuova amministrazione voleva il suo pontefice di riferimento….. by the way, mi domando da quanto vada avanti questa tendenza a voler determinare l'elezione di un pontefice amico…).
Poi sono seguite le pasquinate.

In precedenza ancora, avevo linkato quel pezzo su Libero nel quale, assai prima delle elezioni USA, si menzionava l'imminenza di uno scisma, quando tutto pareva relativamente tranquillo.

Altrove invece è stato illustrato come nelle profezie del Ragno Nero venga predetta la compresenza di tre pontefici.

Insomma: capisco pure io che le profezie non siano da affiancare random, pescando nel mucchio, ma queste tre in cui mi sono imbattuto si stanno dimostrando abbastanza predittive.

Che dite?

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Con Bergoglio non credo che si tratti di "paura". Forse gli mancano le "informazioni giuste" (soprattutto a livello teologico).

Nel suo primo Angelus fa l'elogio del "teologo" Kasper, definito "buon teologo"…
Se allora, nel 2013, avessimo saputo il significato certo del WK, un campanello d'allarme sarebbe suonato.

Il Papa va avanti per la sua strada, perché sta attuando il Concilio: "… un Concilio, per essere assorbito bene dal corpo della Chiesa, ha bisogno di un secolo… Siamo a metà". Lo ha detto chiaramente rispondendo alle 23 domande che la giornalista Stefania Falasca gli ha rivolto nella recente intervista pubblicata su Avvenire.

Per lui basta il battesimo per essere cristiani, e poi le altre differenze non contano per fare l'unità.

Questo è il senso dell'ecumenismo del Papa ed anche il suo programma.
Basta essere battezzati e camminare insieme, con Kirill, Hieronymos, Tawadros, Daniele di Romania, Ilia e, naturalmente, Bartolomeo, l’amato fratello ortodosso, ed è fatta.

Che teologia è questa? Forse in Argentina gli hanno insegnato questo, ma a Roma s'insegnano cose diverse.

Gli è stato chiesto giustamente:
– Ma c’è chi pensa che in questi incontri ecumenici lei voglia “svendere” la dottrina cattolica. Qualcuno ha detto che si vuole “protestantizzare” la Chiesa…

Non mi toglie il sonno. Io proseguo sulla strada di chi mi ha preceduto, seguo il Concilio. Quanto alle opinioni, bisogna sempre distinguere lo spirito col quale vengono dette.

NON GLI TOGLIE IL SONNO quello che sta facendo.
Non se ne importa.

Ha perfino citato il "motus in fine velocior"!
La rovina e la dissoluzione di ciò che ci circonda sembra procedere sempre più veloce preannunciando la fine, così come nel motto aristotelico: "verso la fine il moto si fa più veloce".
E lui è consapevole di questo.

"Non sono io. Non ho dato nessuna accelerazione. Nella misura in cui andiamo avanti, il cammino sembra andare più veloce, è il motus in fine velocior."

https://www.avvenire.it/papa/pagine/giubileo-ecumenismo-concilio-intervista-esclusiva-del-papa-ad-avvenire

"mi domando da quanto vada avanti questa tendenza a voler determinare l'elezione di un pontefice amico…" (Howling Mad Murdock)

Da sempre è così. Prima c'erano i principi cristiani che si facevano difensori della Chiesa Romana (in particolare la Francia, figlia primogenita della Chiesa, spesso infedele, ma anche la Spagna, ecc.) e sostenevano i cardinali di loro gradimento.

Con l'abbattimento delle monarchie europee cristiane, la Chiesa ha trovato protezione nelle potenze del blocco occidentale, soprattutto dalla rivoluzione russa del 1917.

Storicamente, è così a partire dall'editto di Milano (o editto di tolleranza) del 313.
Costantino fu il primo a comprendere l'importanza della religione cristiana per rafforzare la coesione culturale e politica dell'impero romano.
Prima della data fondamentale del 313, la religione cristiana aveva camminato da sola, senza protezioni, tra le persecuzioni dei vari imperatori. con Costantino (grazie alla sua autentica conversione personale), il Cristianesimo ottenne la libertà di culto.

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  xyz

Una protezione ci vuole, sia come deterrente alle persecuzioni materiali, sia perché altrimenti si suscitano le battute ironiche degli atei che confidano solo nella loro potenza militare, come Stalin: "Il papa? Quante divisioni ha?".
Questo il commento di Stalin a Yalta in risposta alle critiche della Santa Sede nei confronti della politica sovietica. Insomma, chi non ha peso militare… meglio che stia zitto!

"Era una battuta evidentemente ironica con cui si sottolineava lo stato di debolezza politica del papa e della Chiesa. Ma, nel 1953, all’annunzio della morte del leader sovietico, papa Pacelli avrebbe detto a un intimo: «Ora Stalin vedrà quante divisioni abbiamo lassù!». Le due affermazioni sono, in un certo senso, speculari: l’irrilevanza della Chiesa e del papa nelle grandi battaglie politico-militari da una parte e, dall’altra, la concentrazione della Chiesa su di un universo che è al di là della geografia di questo nostro mondo…"
http://www.limesonline.com/la-potenza-profonda/5795
https://it.wikiquote.org/wiki/Stalin
nota 1

"Altrove invece è stato illustrato come nelle profezie del Ragno Nero venga predetta la compresenza di tre pontefici." (Howling Mad Murdock)

Le profezie del Ragno nero sono controverse. Per me non sono sicure, perché non hanno fonte (= di fonte medianica).

Sul sito dove forse l'hai letto (http://profezierivelazione.blogspot.it/2016/11/profezie-sul-papato-degli-ultimi-tempi.html), è interpretato in modo da far sopravvivere Benedetto XVI a papa Francesco. Tre troni: il successore di papa Francesco, Benedetto XVI e un antipapa.

Eppure lì non è citata la frase intera, che è questa:

"Seguite il vecchio vestito di bianco, che viene dall'Oriente. Il trono è scomparso. E ci saranno due troni. Poi ce ne saranno tre. Ritornano a suonare le campane. Ma il loro suono è funebre."

http://libridienoch.weebly.com/ragno-nero-03.html

La presenza contemporanea di più papi è predetta anche in altre profezie, ma non come l'abbiamo attualmente (per rinuncia), bensì come risultato di un conclave turbolento (futuro), nel quale alcuni cardinali eleggono un papa, altri ne eleggono un altro (cardinali contro cardinali…), e si apre la grande divisione. Insomma, lo scisma si aprirebbe alla morte di un papa e in occasione del conclave.

dott. G.I.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Profezie o no io vedo che la chiesa cattolica è ferita gravemente in primis dagli scandali del sesso e pedofilia, grazie alla rivoluzione mediatica degli ultimi anni stanno venendo a galla tutte le malefatte di una grande minoranza di preti. Imperdonabile… chi avrebbe ancora il coraggio di andare a confessare i propri peccati con il rischio che nel confessionale sieda un pervertito? Figurarsi poi a mandarci il proprio figlio o figlia … no grazie. Saluti Luc

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Secondo molti cattolici non è importante se il prete sia pervertito o meno perchè i sacramenti da lui amministrati sono comunque validi.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tomaso D'Aquino –“Quando è tutto il popolo che pecca, la vendetta va fatta su tutto il popolo, come furono sommersi nel mar Rosso gli Egiziani che perseguitavano i figli d’Israele e come furono colpiti in blocco gli abitanti di Sodoma; oppure va colpito un numero rilevante di persone, come avvenne nel castigo inflitto per l’adorazione del vitello d’oro. Invece altre volte, se si spera l’emenda di molti, la severità della vendetta deve colpire pochi esponenti, la cui punizione incuta timore negli altri: come si legge nel libro dei Numeri, che il Signore comandò di impiccare i capi per il peccato di tutto il popolo. Se invece il popolo non ha peccato in blocco ma in parte, quando i colpevoli possono essere riconosciuti, la vendetta deve esercitarsi su di essi: se però il castigo è possibile senza pregiudizio per gli altri. Altrimenti si deve perdonare al popolo a scapito della severità. Lo stesso si dica per il principe che rappresenta il popolo. Infatti il suo peccato va tollerato, se non può essere punito senza scandalo dei sudditi: a meno che non sia tale da nuocere al popolo, nell’ordine spirituale o temporale, più dello scandalo che potrebbe nascere dalla punizione' Luc

danlug
danlug
7 anni fa

Tiratissime come conclusioni

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Un protestante non va a confessarsi,ma un cattolico se non ha il vero dolore necessario per il pentimento,non ci va lo stesso;o non dovrebbe;ma se lo ha , ha un dolore interno,soprannaturale,assoluto e universale.Assoluto significa che per lui in quel momento non c'e' cosa piu' importante al mondo che confessarsi e ottenere l'assoluzione, per cui sfiderebbe anche un campo minato.Il vero dolore del pentimento e' una cosa straordinaria,soprannaturale,una magia, come lo stato d'innamoramento.Se parliamo davvero di Cristo,e non del Cristo che non aveva registratori, e' con queste magie che bisogna confrontarsi, e non coi programmi di pedagogia e le chiacchiere da circolo didattico della scuola pubblica. Quello e' salotto.Poi la grata esiste anche per queste cose, e almeno in Confessionale, un sacerdote si dara' una regolata. Senno',se e' proprio in malafede, allora le stesse cose possono capitare ovunque. Su Youtube una Orietta Berti d'annata :Io,tu e le rose"(e pensare che c'era chi lo considerava un testo vuoto e sciocco:potenza dell'intellettualismo da strapazzo impegnato e sociologizzante anni' 60) . https://www.youtube.com/watch?v=fC-43ViBFdo

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Contrariamente a quanto impone il diritto canonico, la grata sta scomparendo dai confessionali. Solo nelle antiche basiliche si possono ancora trovare confessionali con grate.

Nessuno lo ha notato, né lo hai mai messo in relazione con la disabitudine alla confessione. Forse le principali testate giornalistiche non se ne sono mai occupate.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

In fondo possono sostituirlo con un cappuccio omologato.Per ragioni igieniche ognuno si compra il suo e se lo porta da casa.Numerato, come le maglie dei calciatori.L'importante e' che il confessore non cada in sudditanza.L'arbitro,cioe', il confessore tradizionalista potra' indossare completi neri,mentre il modernista potra'indossare completi giallo luminescente,purche' rigorosamente omologati.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Il canone che prevede la grata è il 964.

Can. 964 – §1. Il luogo proprio per ricevere le confessioni sacramentali è la chiesa o l'oratorio.

§2. Relativamente alla sede per le confessioni, le norme vengano stabilite dalla Conferenza Episcopale, garantendo tuttavia che si trovino sempre in un luogo visibile i confessionali, provvisti di una grata fissa tra il penitente e il confessore, cosicché i fedeli che lo desiderano possano liberamente servirsene.

§3. Non si ricevano le confessioni fuori del confessionale, se non per giusta causa.

Molti non sanno che la grata è stata messa a protezione non solo del penitente che si confessa, ma anche del sacerdote che ascolta le confessioni. Non è consigliato per lui vedere in faccia il/la penitente mentre vomita i suoi peccati: è uno scudo di difesa.

http://www.iltimone.org/32409,News.html

dott. G.I.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non vomita, ma confessa i suoi peccati. Ma che razza di linguaggio si serve il timone?
Jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Non è "Il Timone" ad usare quel linguaggio.

Quel linguaggio l'ho usato io, citando la Bibbia (perché è linguaggio biblico).

San Pietro, per descrivere il peccatore che, liberatosi del suo peccato, torna a peccare, usa l'immagine del cane che rimangia il suo vomito:

2Pietro 2,22
È avvenuto di loro quel che dice con verità il proverbio: «Il cane è tornato al suo vomito»

Facendo questo, cita l'Antico Testamento:

Proverbi 26,11
Lo stolto che ricade nella sua follia,è come il cane che torna al suo vomito.

Purtroppo, oggi si legge poco la Bibbia…

dott. G.I.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

non mi sembra sia la stessa cosa,

vero, purtroppo oggi si legge poco e male la bibbia…

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Molti Padri della Chiesa hanno usato l'immagine del vomito in relazione alla Confessione, perché, come ho detto, è un'immagine biblica, soprattutto S. Agostino.

Ecco un breve esempio tratto dai Sermones (dal sito Augustinus con tutte le opere del santo):

«21. Vedete bene, quindi, fratelli, che è una bugia quanto dicono alcuni: "Li conservo per i miei figli". È una bugia, fratelli miei, è una bugia. La verità è che sono avari. Almeno in questa maniera vengano costretti a confessare ciò che non vogliono fare, mentre si vergognano di tacere quello che sono. Tirino fuori [il male], vomitino nella confessione quanto portano dentro. Hanno lo stomaco gonfio, ubriachi d'iniquità. La confessione la vomita fuori, ma si stia attenti a non ritornare al vomito, come i cani.»
http://www.augustinus.it/italiano/discorsi/discorso_010_testo.htm

Ma colei che la usa di più, sulla scia dei Padri e dei Dottori della Chiesa, è santa Caterina da Siena nelle sue Lettere.

Santa Caterina ci dà un'ottima dottrina del Sacramento della Confessione.
Non si accostava mai all'Eucarestia senza prima essersi confessata.
Per lei la Confessione è "un continuo Battesimo". La Confessione aiuta il peccatore a "vomitare" dalla coscienza tutte le tendenze malsane e i legami deleteri che lo mantengono schiavo del demonio. Il verbo "vomitare" è usato molte volte da S. Caterina in senso quanto mai realistico ed efficace: il peccato è come cibo avariato che fa male allo stomaco. Perché esso possa ritornare a funzionare bene è necessario che rigetti l'ingombro che lo tormenta.

Famosa la lettera 276 a una prostituta di Perugia:
“Io ti dico, dolcissima figliuola mia, che se tu vomicherai il fracidume del peccato per la santa confessione, con proponimento di non cader più nè ritornare al vomito; dice la dolce benignità di Dio: «Io ti prometto che non mi ricorderò che tu mi offendessi mai». E veramente così è: che colui che punisce per contrizione e dispiacimento il peccato suo, Dio none ’l vuole punire nell’altra vita.” (Lettera 276)

Altri esempi dalla Lettere:

“Perocchè è maggiore la misericordia di Dio, che le nostre iniquità, colà dove noi ci vogliamo correggere, e vomitare il fradiciume del peccato per la santa confessione, con proponimento d’eleggere innanzi la morte, che tornare più al vomito.” (Lettera 21)

“Per la infermità perde il vigore del santo e vero desiderio, in desiderare l’onore di Dio e la salute del suo prossimo; e cresce sempre la infermità se egli non ricorre al medico, Cristo crocifisso, vomitando il fracidume per la bocca, usando la santa confessione. Se egli il fa, riceve la vita e la sanità; ma se egli nol fa, subito riceve la morte…” (Lettera 121)

“Perocchè, vomitando il fracidume delle nostre iniquitadi con la bocca, cioè confessandoci bene e diligentemente al sacerdote; egli allora assolvendoci, ci dona il sangue di Cristo, e nel sangue si lava la lebbra de’ peccati e delli difetti che sono in noi.” (Lettera 254)

“Costoro fanno come ’l cane, che, poich’ha mangiato, vomita, e poi per la immondizia sua pone l’occhio sopra ’l vomito, e piglialo, e così immondamente si notrica: così costoro negligenti, posti in tanta tepidezza, hanno vomitato, per timore della pena, e’ fracìdumi de’ peccati per la santa confessione, cominciando uno poco di volere entrare per la via della verità. Onde, non andando innanzi, conviene che tornino addietro.” (Lettera 272)

“Rechisi a vomitare il fracidume de’ peccati suoi per la bocca, confessandosi bene a diligentemente; ché in altro modo non potrebbe participare la divina Grazia.” (Lettera 155)

http://www.letteraturaitaliana.net/pdf/Volume_2/t38.pdf

Dunque, noi confessandoci bene e diligentemente non solo vomitiamo il fracidume dei peccati, ma partecipiamo anche alla grazia divina.

Ti sembra ora la stessa cosa?
Quante altre prove vuoi?
Probatum est.

dott. G.I.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Allora perché hanno tolto la grata? Oggi è ancora più necessaria ancora le telecamere messe all'interno delle chiese e la facilità con cui si può manipolare l'informazione.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

va bene, non è un termine che mi convinca per descrivere la confessione, ma quando uno ha ragione, ha ragione.

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

La grata non è stata mai abolita (come si vede dal can. 694), ma sono i sacerdoti che non se ne servono (col laisser faire dei vescovi). Sono piccoli abusi che a lungo andare diventano prassi comune, con la beffa che chi si limita ad osservare i sacri canoni, viene ritenuto un retrogrado. Lo stesso discorso vale per l'abito sacerdotale.

"Non si ricevano le confessioni fuori del confessionale, se non per giusta causa." (can. 694)

Se c'è una giusta causa, va bene; ma se diventa la regola che un sacerdote confessi – per esempio – stando all'impiedi, è evidente che si tratta di abusi: piccole indiscipline.

dott. G.I.

ARIDAJE'
ARIDAJE'
7 anni fa

Trevignano Romano 03 marzo 2017

Amati figli miei, voi che siete riuniti qui, non immaginate quanto mi rendete felice. Le vostre preghiere confortano il mio cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Amati figli, siate sempre uniti nella preghiera anche nelle vostre famiglie, abbiate sempre il coraggio di testimoniare la fede e le grazie che vi arrivano dal cielo .

Questo è un tempo di tribolazione dove il male crede di aver vinto, ma il mio cuore immacolato trionferà molto presto.

Pregate per la Chiesa di mio Figlio.

Presto arriverà un uomo inviato dal Padre per liberarvi da questo abominio.

Voi continuate a pregare per tutti i figli scelti dallo Spirito Santo. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Amen

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  ARIDAJE'

Sinceramente non so quanto affidabili siano questi messaggi… sembrano tanto un copia-incolla
Spero di sbagliarmi

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  ARIDAJE'

Si dovrebbe fare una lista con il grado di attendibilità di tutte, o almeno la maggior parte, delle apparizioni mariane. Magari con una piccola, ma dettagliata, history. Veggente inclusa. Come fanno per le schedature di ignari o fessi cittadini insomma 🙂

Pierpaolo
Pierpaolo
7 anni fa
Rispondi a  ARIDAJE'

Ciao Spring, ciao a tutti 🙂

Puoi consultare QUI

e

QUI

sono aggiornati quotidianamente.

Buona domenica a tutti e che il Signore vi dia pace !

Pierpaolo o.f.s. 🙂

Pierpaolo
Pierpaolo
7 anni fa
Rispondi a  ARIDAJE'

QUI trovi un elenco completo di TUTTE le Apparizioni Mariane, ma non so (non si capisce) se viene aggiornato quotidianamente.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  ARIDAJE'

Thanx!
Direi che il migliore sia profezie del 3° millennio.

ps intanto c'è appena stato un terremoto in Svizzera 4.4

Spring
Spring
7 anni fa

Uhmm … 2° voi ci sarà un grosso terremoto prima della primavera? O_O

SummerJam
SummerJam
7 anni fa

Io credo che ci sia un piano preciso per provocare lo scisma. Qualcuno vuole mettere sul trono di Pietro un "papabile" amico di certi poteri oscuri. A me l'attuale pontefice non era gradito, ma da quanto ho contemplato posso dire che la falsa chiesa della Emmerich sia quella che vuole destituire il vero pontefice.

Che piaccia oppure no, l'attuale Papa è il Papa, Romano Pontefice. Chi usa la dottrina per destituirlo imita l'azione protestante di Lutero: l'obbedienza al Romano Pontefice è dogma della Chiesa, quella vera, da secoli. Voi vi state focalizzando solo sui veggenti, sulla questione Medjugorje e sulle parole del Pontefice che viene mistificato (e mal consigliato).

E' evidente che non tutti nascono Pontefici, però la carica appartiene solo a lui e non al precedente. Chi cita il precedente giustifica il complotto contro Francesco, portando così la Chiesa verso lo scisma definitivo. Io non scherzerei con il supporto delle fazioni, anzi bisognerebbe discernere. L'odio, la zizzania e le malelingue spaccheranno la nostra religione in due fazioni.

Schedature di veggenti, ma anche schedature di chi frequenta certi circoli cattolici che di cattolico non hanno nulla. Solo fame di potere, soldi e tanta ipocrisia: questo sta combattendo Papa Francesco.

Riflettere per credere.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  SummerJam

Veramente Ben detto Summer ! Bobfox

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

http://www.pandoratv.it/?p=14825 Riporto anche uno scritto di Giulietto Chiesa." Quale e' la sorgente del terrorismo cosiddetto islamico?C'e' una cosa interessante,a mio avviso,da notare:tutti gli attentati terroristici che sono avvenuti in Europa negli ultimi anni sono stati attribuiti,da tutti(incluso il mainstream media al completo)ai musulmani sunniti fanatizzati dai wahabiti sauditi.E' chiaro a tutti che la centrale operativa del terrorismo,e la sua sorgente ideologica principale,e'in Arabia Saudita(ovviamente chi "guida"non sono gl'Imam fanatici,e bisogna cercarlo altrove,con tutta probabilita' a Tel Aviv,Londra e Washington).Ma il governo italiano,insieme a tutti i governi della NATO,continuano a considerare terroristi gli sciiti.Che invece stanno dalla parte opposta. Sembra quasi che tutti siano sotto la direzione politica e sotto il ricatto di Israele,che con i terroristi wahabiti collabora da tempo,ma che teme il ruolo di Hezbollah nella difesa contro l'aggressione israeloamericana nell'area mediorientale.La domanda che mi faccio (segue)

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Al minuto 1:25 "un'altro" con l'apostrofo … trattasi di omofobia? ^_^

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Credo che i sottotitoli li metta una donna, magari in fretta ,oppure no.Pero'..questa si' che una domanda da rivoluzionario… :-).

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

e' questa:il Battista,che la madonna ci ricorda, accusava Erode ,cioe' il potere, della sua ipocrisia davanti a una questione di morale dottrinale. oggi,di epigoni del Battista ne abbiamo molti,che fino alla nausea si battono su una questione,(Eucarestia ai divorziati risposati)in cui non sanno fare chiarezza ma solo confusione,ai fini pratici.Infatti,trattandosi di condizione oggettivamente di peccato,la norma e' sempre stata l'esclusione per prudenza, come spiego' Cavalcoli e riportai:proprio perche' il male fa male anche a chi non e' consapevole,e per prudenza e' meglio evitare,a parte gli scandali possibili.se poi c'e' qualche caso particolare,sempre possibile,quello va risolto caso per caso, col vescovo.Bene:dopo un oceano di post,articoli,libri,parole, ancora stanno a parlare di Amoris letitiae eretica,oppure no,e non si avvicinano neanche al buon senso.Nonostante che il Papa ne stia facendo molte, ancora non riescono a staccarsi da una questione in cui ha detto bene il Cardinale Muller.I dubia li capisco vista la confusione che c'e' alla base,ma tutti quelli che si propongono a strapontificare tra vertici e base,preti,fracristofori,minutelle cosi' buone sul pane,socciani,dematteiani,ultra e controultras,commentatori anonimi e non anonimi,etc etc…mi chiedo se mai sia passato loro per la mente che quando la Madonna ci ricorda il Battista o Geremia,forse, forse, non sta preoccupandosi solo dello spirito e delle deviazioni dottrinali e delle divisioni nella Chiesa,ma anche (attraverso le ipocrisie di questa Europa e Occidente criminale come mai,che somiglia tanto a quei servi di cui parlo' Cristo,che sapevano quello che dovevano fare e non lo fecero e che riceveranno piu' percosse)ma anche della carne dei suoi figli,la stessa che Gesu' Cristo ha assunto e portata sulla Croce, e nell'Eucarestia.Il Battista e Geremia non sono ne' per i radical chic ne' per i clerical chic.Altro che Carbonia.

mario mancusi
mario mancusi
7 anni fa

dott g.i. ame sembra perfetta per i tempi che viviamo:
apparizioni delle Tre Fontane di Roma, Bruno Cornacchiola

“Figli miei, la salvezza non è riunire tutte le religioni per farne un ammasso di eresie e di errori… Gli uomini devono vivere la Chiesa e non la Chiesa vivere di loro. Gli uomini devono essere persuasi della verità… La dottrina della Chiesa è di Cristo… Non cambiate la dottrina, ma cambiate i vostri cuori a vivere essa dottrina per la salvezza vostra e del prossimo”.

“L’Eucaristia sarà un giorno dissacrata e non più creduta la presenza reale di Mio Figlio. False ideologie e teologie!”.

“Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine”.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Le bufale come quella irlandese servono ai nemici della Chiesa,che stanno sopra tutto in Occidente,per prendere due piccioni con una fava,da un lato combattere Cristo nella sua Chiesa, dall'altro prendere la Chiesa come scudo,per offrirla bersaglio al popolo, in modo da poter portare il popolo alla miseria e al disordine senza che questo si rivolti contro i veri responsabili,che stanno sopra tutto in Europa.Pero',al di la' di queste analisi,che possono essere soggettive e discutibili, resta un fatto:che gli europei,e i cristiani in particolare, invece di fare i capponi di Renzo,dovrebbero,se fossero coerenti,essere tanti Battista e Geremia e dire ai governi "Non ti e' lecito fare quello che stai facendo".Addirittura ,senza il veto di Russia e Cina, stavano mettendo all'ONU altre sanzioni contro la Siria! Questo e' il vero abominioterribile dei nostri tempi,da parte di ex nazioni cristiane oggi serve depravate di chi sappiamo.L'altro ci sara' dopo che sara' riapparso l'impero bizantino col GM e il Papa Santo,e che sara' stato riedificato a Gerusalemme il Tempio.Questi sono dati acquisiti,e se sbaglio chi puo' mi corregga.In questo momento ,come diceva Virgilio,cito in italiano perche' senza controllare potrei sbagliare,"Vedrai spesso quelli che ti sembreranno i confini dell'inferno:ma sono solo nuvole".E diciamolo chiaro:se cosi' fosse, ignorare la Siria,dico in generale in Europa, e da parte di quei cattolici o cristiani che hanno responsabilita' dirette,e non qui in questo blog,per menarla sempre su 'ste cose e' una bella stronz…. Non e' che si puo' fare come se fossero cose diverse, indipendenti,e' un nostro preciso dovere. E' la prova del 9 della nostra vera coerenza.Nemmeno si puo' fare come Socci che anni fa istericamente reclamava l'intervento Nato in Medioriente,senza rendersi conto di cosa avrebbe significato(e oggi ci fa il riassuntino di tutta la storia come al fratellino piccolo! ).Voleva la Nato in Medioriente a difendere i cristiani, e non si rendeva conto ,forse,che la Nato c'era gia' e anche piu' che la Nato, e non si rendeva conto che alla NATO ammazzare cristiani piace.Porsia poi ci raccontavi che l'FSB di Putin aveva infiltrato in Siria come terroristi i ceceni,e nei posti di comando dell'Isis,per partecipare alla spartizione della Siria.Invece quelli c'erano contro la Russia ,in Siria,e se avessero vinto avrebbero collaborato ad accerchiare la Russia,secondi la strategia Brzezinski,oltre a distruggere del tutto un paese civile com'era la Siria.L'abominio oggi e'nella morale e nella ragione perdute di molti sedicenti cattolici che al Battista non somigliano per nulla,anche se parlano di Madonna un giorno si' e l'altro pure.

mario mancusi
mario mancusi
7 anni fa

4.437 – Messaggio della Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 04/03/2017
Cari figli, non allontanatevi da Mio Figlio Gesù. Egli è il vostro tutto e senza di Lui non potete fare nulla. Voi Appartenete al Signore e solo Lui dovete seguire e servire. Se vivete secondo il Desiderio del Mio Gesù, raggiungerete la Salvezza. Dite No alle cose del mondo. Separatevi da tutto quello che è contrario alla fede e ovunque testimoniate che siete nel mondo ma non siete del mondo. Camminate verso un futuro doloroso. Il demonio diffonderà confusione nella Casa di Dio e i Miei poveri figli saranno presi dal dubbio e dall'incertezza. Siate difensori della verità. Imitate Timòteo (vedi nota), che ha accolto la Vera Dottrina e non ha permesso agli insegnamenti pagani di contaminare la sua comunità. Questo è il tempo della vostra scelta: Chi volete servire? Che il vostro Sì sia sempre a favore della verità. Ascoltate il Vero Magistero della Chiesa del Mio Gesù e sarete grandi nella fede. Coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

Nota: Timoteo riceve direttamente dall’Apostolo Paolo la Sana Dottrina.L’accoglie senza alterarla e la trasmette a sua volta con grande fedeltà. (2 Cor 1,17-24 e 1Ti 6 in particolare versetti 11 e 12)

quindi o questi messaggi sono falsi o la madonna ci invita esplicitamente a difendere la verità dogmatica, che in questo momento papa francesco vuole modificare, non ci sono mezze misure, o dentro o fuori

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Si, i messaggi di Medjugorje sembrano anche accompagnare l'attualita',oltre a definire grandi verita',e forse lo hanno sempre fatto:contenevano fin dall'inizio Dottrina generale piu' un po' di presente e il futuro.Pero' le prove e difficolta'che vengono dall'attualita' e dal futuro,perfino quelle di Giobbe, non sono fini a se' stesse o a dividere i capri dalle pecore,come sara' nel giorno del Giudizio,ma dicono anche che se la prova e' necessaria e' perche' ci sono delle carenze,e che,anzi,Dio castiga per primi quelli che ama.Fede comporta opere,e Dottrina comporta le sue applicazioni pratiche.Dice."Se vivete secondo il desiderio del Mio Gesu',raggiungerete la salvezza".Niente di nuovo, lo dice anche san Giovanni in una sua lettera,per cui Dottrina e vita sono strettamente collegate.Oggi pero',per colpa di questi modernisti neoprotestanti,Gesuiti e quant'altro,la tentazione in un modo o nell'altro raggiunge tutti:quelli che li ascoltano, per un verso,ma anche quelli che non li seguono, per un altro.Del resto il male degli altri e' sempre anche una provocazione per gli uomini di buona volonta',che rischiano di reagire male.Capita nella vita ,in famiglia,sul lavoro,etc.Capita anche nella vita spirituale,non solo ai religiosi e ai monaci e monache, ma ormai anche alla gente comune.Il continuo battage sui temi dottrinali,rischia di portarci fuori da noi stessi e dalle situazioni sociali e politiche che invece possono e devono essere un tutt'uno con la dottrina.La dottrina deve avere carne e sangue, e infatti le ha nell'Eucarestia.L'insegnamento di Wojtyla in questo senso era molto forte,e oggi c'e' il rischio che si attenui proprio perche' i neoprotestanti ne fanno una parodia vuota e insensata che disgusta.Pero' resta,ed e' una prova del 9. P.esempio, se sono fermo nella Dottrina,e ascolto o leggo Papa Francesco dire che vuole masticare una foglia di coca, nel suo viaggio in Bolivia nel 2015,e' normale che ,proprio per il Dogma dell'Incarnazione, Morte,e Risurrezione di Gesu' Cristo,e per la sua Passione,pensando alle dure condizioni storiche passate degl'indios, sul lavoro e nella salute,e all'uso che facevano della foglia di coca,non devo essere un mistico per coglierne il senso ,immedesimarmi,e non farne un argomento di scandalo,e di lotta dialettica,dove invece c'e' da riconoscere comunque un tratto divino in quelle parole.Nella esasperazione dei tempi, la tentazione sottile e' di fare quadrato sulla Dottrina senza accorgersi che la dottrina si sta svuotando in noi del suo contenuto essenziale.Infatti l'intensita' dell'impegno rischia di distogliere l'attenzione dall'esame interiore.P.es. Fra' cristoforo che nega la legittimita' di Francesco come Papa eletto,al punto da dire che non e' mai stato Papa e che morto Ratzinger la sede e'vacante va fuori del seminato.Ma la domanda e':perche' va fuori del seminato?La risposta nelle parole della Madonna"Non allontanatevi da mio Figlio Gesu.egli e' il vostro tutto..etc" Solo dopo parla di Dottrina,e di attualita' e di futuro.La premessa maggiore e' piu' di tutto questo.Per cui il mio criterio di giudizio non e' o di qua o di la' secondo la Dottrina.Vedo una realta' trasversale e fluida.Non una Verita' fluida, ma una massa di fedeli fluida.La solidita' dipende dalla premessa maggiore.Il Papa e' un cristiano.Un cristiano difende la dottrina della Chiesa.Il Papa difende la dottrina della Chiesa…ragionamento corretto. Il Papa difende la dottrina della Chiesa. Mussolini difende la dottrina della Chiesa(col concordato).Mussolini e' il Papa…ragionamento non corretto.

Domenico
Domenico
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Vincenzo, salutem, volevo solo dirti che quel messaggio è di Anguera, anche lì la Madonna usa lo stesso appellativo di Medjugorje. Bisognerebbe sempre specificarlo quando si posta, a tal riguardo.

roberto
roberto
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

mi sembra scontato che fosse di anguera il messaggio )) i messaggi di medjugorie non avvengono mai il 4 di ogni mese.

Domenico
Domenico
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

ti chiamano anche Vincenzo, per caso?
No perchè il messaggio era rivolto a lui, non a te a cui è sicuramente scontato che i messaggi avvengono il 2(Mirjana) e il 25(Marija) di ogni mese

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Vincenzo i messaggi non li conosce proprio, e menomale senno sai che monologhi ….

roberto
roberto
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

se tu scrivi questo :Bisognerebbe sempre specificarlo quando si posta, a tal riguardo, mi sembra evidente che sia rivolto a tutti quelli che postono messaggi , pertanto mi sento in causa a risponderti, dicendoti che non è necessario ok….

Domenico
Domenico
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

non è necessario ma sarebbe quantomeno utile, visto che gli equivoci possono nascere, come in questo caso.
Adesso però non facciamone una questione di chissà quale rilevanza, altrimenti diventa pesantina una cosa che non lo era. Il mio era solo un chiarimento a favore di Vincenzo.

roberto
roberto
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

ok il mio era solo un semplice contributo

Domenico
Domenico
7 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

va tutto ok, Roberto, saluti
e pace e bene 🙂

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

E' vero Mad Murdock, non è la prima volta che anticipi Notizie rilevanti Anche circa i potenti che credono agli ufo è interessante che da qualche tempo stanno aumentando i segnali di acclimatazione delle masse ? speriamo che il discorso sui vulcani ci lasci ancora un po di tempo perché quel disegnino con l'Italia spezzata in tre sarebbe davvero terribile. Bobfox

Truthaboutpeople
Truthaboutpeople
7 anni fa

Quanta gente CRISTIANA ha la coscienza sporca e lo dico da cristiana. Persone che con la scusa della tradizione commette ogni abominio agli occhi del Signore. Si sentono giustificati ma sono bestie, anzi sarebbe meglio dire salvatori della patria. Che piaccia oppure no, papa Francesco è il Pontefice. Molte sette stanno sperando di sradicarlo dal suo trono, perché sta colpendo troppi potentati cattolici dove girano soldi. Quest'ultimi con la scusa della dottrina istigano il fedele alla guerra luterana con il Papa, così la Chiesa si trasforma in scismatica, protestante e anticristica. Il dogma dice: "Seguire il Papa"….oggi la corrente di pensiero cattolica dei tradizionalisti dice: "Seguire il Papa (prima di questo)".

Ma non ci si vergogna nell'anima? Parole e paroloni per giustificare questi sporchi fini. Sono tutte sette paracristiana – nate nel mondo cattolico – ma pur sempre sette. Ho visto amici cambiare per colpa di idee folli come quelle che leggo qui, ho visto persone modificare stili di vita e abbandonare il loro cuore. Fate e pensate come volete, ma sappiate che sono tutte sette. La Chiesa è quella che vediamo e vedete ogni giorno, con i suoi pregi e con i suoi difetti, ma limpida e cristallina. Purtroppo satanasso "DIVIDE ET IMPERA"…

Per fortuna che il monarca non si farà mai infinocchiare dal pensiero subdolo di questi strozzini da quattro soldi. Per fortuna che l'Onnipotente manderà tre giorni di buio per castigare gli empi. Per fortuna che ogni ragionamento anticristiano è destinato a finire.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Truthaboutpeople

Per fortuna che sei venuta tu.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Truthaboutpeople
Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Truthaboutpeople

Anonymous6 marzo 2017 10:53…esiste gente che in nome di Gesù ha fatto le cose più abominevoli immaginabili e possibili. I "club cattolici" non sono la parola di Gesù, anzi loro stessi si sentono messaggeri di un messaggio che per primi non vivono. C'è molta ipocrisia in giro.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Il mio ragionamento fatto sopra non nasce in funzione di una scelta di politica ecumenica.Pero' una volta espresso,a guardarlo,puo' dare una indicazione come conseguenza.Cioe' che ,invece di fare pasticci coi protestanti e neoprotestanti,puo' darsi che dal dialogo con gli ortodossi vengano i frutti migliori,perdendo per strada quelli che,sia da parte cattolica che ortodossa si allontanano da Cristo(che "non si vergognano nell'anima").Mi sembra che le profezie,da don Bosco alla stessa Garabandal,vadano in questo senso.

anonimo
anonimo
7 anni fa

"Non giudicate, ma amatevi gli uni gli altri, affinché il mio cuore possa trionfare. Vi rigrazio!" ( dal Messaggio di Medjugorje, 2 marzo 2017)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Signor Remox lei aveva calcolato anni fa che il grande miracolo di Garabandal ci sarà il 13 aprile prossimo….si sente di confermare questa data? IL GRISO

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ma lo scienziato pazzo non ti ha detto niente? IL GIONA

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Non preoccuparti Griso , l'Avvertimento credo sia davvero imminente.

http://www.radiospada.org/2017/03/rosario-di-riparazione-per-i-vespri-anglicani-in-san-pietro/

anonimo
anonimo
7 anni fa

Perché celebrare i vespri anglicani in San Pietro è un sacrilegio? La Parola di Dio non sarà la stessa?

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo
anonimo
anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

Radio spada è ultra tradizionalista

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

E quindi?

anonimo
anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

Sono le solite quisquiglie legalistiche, se questa celebrazione serve per favorire l'unità dei cristiani, ben venga.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

I cristiani Cattolici Romani non devono per forze essere riuniti, soprattutto se sotto una falsa interpretazione delle parole di Gesù. Altro che quisquilie…

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

"Perché celebrare i vespri anglicani in San Pietro è un sacrilegio? La Parola di Dio non sarà la stessa? Sono le solite quisquiglie legalistiche, se questa celebrazione serve per favorire l'unità dei cristiani, ben venga." (anonimo)

Non sono quisquiglie legalistiche.

Non si ragiona per etichette: "Radio Spada è ultra tradizionalista". Che significa?
Vediamo quello che dice l'articolo, prima di giudicare per preconcetti.

Bisogna intendersi su cosa significhi "unità dei cristiani".

Nella lettera "Mortalium animos" di Pio XI, datata 1939, si afferma “la Sede Apostolica non può in nessun modo partecipare alle loro riunioni [di confessioni acattoliche] e che in nessun modo i cattolici possono aderire o prestare aiuto a siffatti tentativi; se ciò facessero, darebbero autorità ad una falsa religione cristiana, assai lontana dall’unica Chiesa di Cristo” e più avanti “pertanto, Venerabili Fratelli, facilmente si comprende come questa Sede Apostolica non abbia mai permesso ai suoi fedeli d’intervenire ai congressi degli acattolici; infatti non si può altrimenti favorire l’unità dei cristiani che procurando il ritorno dei dissidenti all’unica vera Chiesa di Cristo, dalla quale essi un giorno infelicemente s’allontanarono: a quella sola vera Chiesa di Cristo che a tutti certamente è manifesta e che, per volontà del suo Fondatore, deve restare sempre quale Egli stesso la istituì per la salvezza di tutti”.

La lettera "Moralium animos" è Magistero della Chiesa cattolica e non possiamo buttarla nella spazzatura solo perché è precedente all'idolatrato superconcilio. Sono i dissidenti che si allontanarono dalla Chiesa che devono ritornare in essa pentiti, e non pregando nei loro riti scismatici, ma accettando i riti cattolici.

Il punto, un po' più grave rispetto ad altre volte in cui i papi si sono recati in visita per esempio ad un tempio ebraico o luterano, è che questa volta si permetterà che gli Anglicani celebrino in San Pietro i LORO Vespri anglicani: una confessione acattolica celebrerà un LORO rito nel cuore storico e simbolico del Cattolicesimo Romano, per concessione delle autorità ecclesiastiche stesse.

Pregare con gli acattolici e partecipare ai loro riti è peccato grave per i fedeli (sanzionato anche nell’attuale codice di diritto canonico) e diventa peccato ancor più grave quando ciò riguarda le autorità della Chiesa cattolica, perché offre motivo maggiore di scandalo.

Nel diritto canonico si chiama: "communicatio in sacris".
La "communicatio in sacris" consiste, come il nome lo indica, nel comunicare con infedeli o eretici nelle cose sacre cioè NEL CULTO, come partecipare alle loro cerimonie.

La Teologia morale la distingue in materiale e formale.
Essa è MATERIALE quando il cattolico assiste solo esternamente, in maniera passiva ad un culto acattolico senza voler prendere parte interiormente al culto. Una tale partecipazione può essere lecita per ragioni valide, come per esempio il funerale di un conoscente.
La communicatio è invece FORMALE quando un cattolico partecipa ad un rito acattolico con la reale intenzione di dare un culto a Dio. Una tale partecipazione è sempre illecita poiché implica la professione della falsa religione che si esprime appunto nel culto.
Nel nostro caso si tratta di communicatio formale.
Il vecchio Codice di Diritto canonico era molto chiaro in proposito:

1. Non è mai lecito ai fedeli assistere attivamente o prendere parte in qualsiasi forma ai riti non cattolici.
2. La presenza passiva o puramente materiale può essere tollerata per rendere onore o soddisfare ad un obbligo di civile convivenza, nei funerali, ai matrimoni e nelle solennità analoghe, per una ragione grave che, nei casi dubbi, deve essere riconosciuta dall’ordinario, purché ogni pericolo di perversione e di scandalo siano evitati. (Can. 1250)

“Colui che comunica nelle cose divine con gli eretici contro ciò che è prescritto nel can. 1250 è sospetto di eresia.” (Can. 2316)

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  anonimo

L'attuale Codice di diritto canonico del 1983, prevede una giusta pena per i casi di “communicatio in sacris”:

"Colui che è colpevole di una communicatio in sacris vietata, sia punito con una giusta pena". (Can 1365)

in latino:
Can. 1365 – Reus vetitae communicationis in sacris iusta poena puniatur.

Si tratta di vedere quali sono i casi di “communicatio in sacris” vietati.

26. La « communicatio in sacris » che pregiudica l'unità della Chiesa o include formale adesione all'errore o pericolo di errare nella fede, di scandalo e di indifferentismo, è proibita dalla legge divina.
http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_decree_19641121_orientalium-ecclesiarum_it.html

Pericoli di scandalo, di indifferentismo e di errare nella fede ci sono.

Di scandalo, sicuro, se è già stato indetto un incontro di preghiera riparatrice.

Anche il decreto del Concilio Vaticano II sull'ecumenismo, Unitatis redintegratio (UR), afferma che il culto in comune (communicatio in sacris) non deve essere considerata come un mezzo da utilizzare indiscriminatamente per il ristabilimento dell'unità cristiana:

"Tuttavia, non è permesso considerare la « communicatio in sacris » come un mezzo da usarsi indiscriminatamente per il ristabilimento dell'unità dei cristiani. Questa « communicatio » è regolata soprattutto da due principi: esprimere l'unità della Chiesa; far partecipare ai mezzi della grazia.

http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_decree_19641121_unitatis-redintegratio_it.html

Voglio solo ricordare la grande ipocrisia di alcuni ecclesiastici che qualche anno fa usavano l'arma della "communicatio in sacris" contro la Fraternità di S. Pio X, affermando che la "communicatio in sacris" con gli scomunicati della Fraternità comportava una pari scomunica (= chi partecipava ai loro riti, partecipava della loro scomunica). Ma nessuno ha mai spiegato perché la "communicatio in sacris" con la Fraternità porterebbe alla scomunica "latae sententiae", mentre la stessa "communicatio in sacris" con gli eretici e gli scismatici non la comporterebbe. Due pesi e due misure.

È sempre il solito discorso: non è lecito fare il male perché ne venga un bene (l'unità dei cristiani).
L'unità la si fa nella Verità; se no, è meglio non farla (perché non renderebbe vero culto a Dio).

dott. G.I.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Sara ' pure imminente l'Avvertimento,ma allora non e' lo stesso di Garabandal per chi conosce un po' le interviste alle ragazze,che Remox ha riportato in un post.M'incavolo a leggere che c'e' chi si permette di confondere l'abominio della desolazione con la situazione pre Avvertimento di Garabandal,perche' danno fastidio queste cialtronerie virali in cui basta che uno lanci la sciocchezza e poi ci sono i pappagalli che la diffondono.Mi da' fastidio perche' io ho stima del genere umano,nonostante tutto e voglio continuare ad averla, mentre certi anonimi rischiano di farla perdere.Ma siete cresciuti a canne? Attenti che la nuova marijuana e' piu' pericolosa,dicono i medici(io non conosco neanche la vecchia).Non vorrei che facesse dei buchi nel cervello.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

La Krokodil è peggio

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Guarda che lo stesso Remox diede come data per l'Avvertimento il prossimo 13 aprile, piu' imminente di cosi'.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

La Krokodil la consumo fin da bambino:il pianto del Krocodil.Anonymous pero' se hai seguito e'gia' da quasi di 2 anni che abbiamo letto altre considerazioni.Del resto nella storia del mondo,a parte la religione, la data cruciale nel secolo scorso e' stato il 1929.La svolta dell'industrializzazione in URSS,le scelta definitiva di massacrarei kulaki,la crisi di WAll Street ,la premesse per l'ascesa del nazismo grazie agli stessi sponsors internazionali del bolscevismo,e dello stlinisnmo,la collaborazione tra bolscevichi e nazisti. Se poi ,nel campo religioso,pensiamo alle parole che disse Gesu'a Lucia di Fatima proprio nel 1929…

Spring
Spring
7 anni fa
Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Spring

Sono cose ancora poco conosciute, ma c'e' da dire che anche tra i giovanissimi, come il portiere del Genoa Perin, e' stata riscontrata molta sensibilita'.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Spring

L'ho postato solo per far notare che neanche le altre potenze scherzano. Anzi son peggio, solo non possono esprimere al massimo il loro potenziale

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Spring

Sono cose sataniche,negli estremi,ispirate dallo spirito satanico,per cui davanti a quelle degenerazioni siamo tutti uguali,a qualunque razza e civilta' apparteniamo.Un rabbino interpellato da un soldato israeliano ha detto che non si dovrebbero avere contatti coi goym ma che in guerra si puo' farlo per esprimere l'istinto cattivo.Ma che ci sia una base culturale e dottrinaria,o meno,alla fine e' il cuore dell'uomo che si esprime.Da vero soldato o da miserabile.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

https://www.facebook.com/GeoPoliticalCenter/posts/1259410457478006

procede il piano di dividere gli USA dall'Europa (Waldviertel, disimpegno militare americano dall'europa).

indopama

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Bene! Ci avviciniamo alla resa dei conti.

La gente pensa che certe cose sono reali solo nei film. Non pensa invece che ce le fanno vedere nei film affinché diventino per noi "irreali". Non ha compreso che certe operazioni chirurgiche nella testa di una persona si effettuano senza bisturi.

Comunque, oltre a quanto scritto, c'è da aggiungere che il cellulare col suo A-GPS è il top. In situazioni di prossimità esiste un codice che permette di ascoltare tutto il traffico, sms e telefonate. Più a distanza si può interrogare un server che ne può individuare sia la posizione che il traffico. Ovvio occorre un passepartout.

Spring
Spring
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A leggere l'ultimo articolo di Blondet sembrerebbe che stia spaccando pure gli Stati Uniti.
Il tempo sta correndo velocemente.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/monsignor-negri-mano-obama-dietro-dimissioni-benedetto-xvi-1372635.html

Potrebbe essere qualche rivelazione clamorosa su questo a causare stravolgimenti all'interno della Chiesa nel prossimo futuro? E' interessante notare come negli ultimi tempi se ne parli sempre piu' spesso ed apertamente

— dukefleed

xyz
xyz
7 anni fa

4.438 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 07/03/2017

Cari figli, state attenti ai Segni di Dio. Annunciate il Messaggio del Signore a tutti quelli che vivono nelle tenebre del peccato. Il popolo che viveva nelle tenebre vide una grande luce. Mio Figlio Gesù è la Luce del mondo e tutti quelli che accolgono il Suo Vangelo saranno proclamati Benedetti del Padre. Nel passato, Dio parlò per mezzo dei Profeti e ora vuole parlare per mezzo di voi. Ricordate il Grande Profeta Isaia, ascoltò il Signore e annunciò la Buona Novella. Per mezzo del profeta Isaia, il Signore annunciò la Venuta del Messia, la Sua Vita e le Sue Azioni. Aprite i vostri cuori e ascoltate la Voce di Colui che vuole trasformarvi e farvi grandi nella fede. Ascoltate il Signore per mezzo della Sua Parola, nella Preghiera e attraverso i Veri Insegnamenti della Sua Chiesa. Come i profeti che ascoltarono e non rimasero in silenzio, annunciate anche voi le meraviglie del Signore. Voi avete grandi lezioni date nel passato. Sono tesori che non possono essere dimenticati. Tempi difficili verranno e solo i ferventi nella fede e che amano la verità sopporteranno il peso della croce. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Avvicinatevi al confessionale e cercate Mio Figlio Gesù presente nell'Eucaristia. La vostra vittoria è in Lui. Avanti nella verità. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

xyz
xyz
7 anni fa

4.439 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 08/03/2017

Cari figli, il Signore vi ha scelto e si aspetta molto da voi. Cercate forze nella preghiera, perché solamente così potete sopportare il peso delle prove che verranno. I sacerdoti e i fedeli che amano e difendono la verità saranno sempre più perseguitati. Per i Ministri di Dio il dolore sarà maggiore, perché saranno giudicati e condannati. Coraggio. Voi che foste scelti dal Signore, resistete a tutta la persecuzione. Il Mio Gesù resterà al vostro fianco e le Sue Benedizioni saranno sempre con voi. Come il Signore ha scelto in passato il profeta Amos e gli ha affidato le severe correzioni agli infedeli; voi che siete del Signore, proclamate e difendete sempre la verità, anche se sarete cacciati fuori, ma voi resterete sempre nel Cuore di Mio Figlio Gesù. In questi tempi difficili, il Signore ha bisogno di uomini e donne che assumano il loro vero ruolo di cristiani che difendono il Vero Magistero della Chiesa del mio Gesù. Non dimenticate: A chi molto fu dato, molto sarà chiesto. Avanti senza paura. La vostra ricompensa verrà dal Signore. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

mario mancusi
mario mancusi
7 anni fa

Negri, complotto Obama per dimissioni Benedetto XVI. Blondet: "Io parlai dello swift…"
http://www.intelligonews.it/societa-e-protagonisti/articoli/8-marzo-2017/58383/negri-complotto-pressioni-obama-per-dimissioni-ratzinger-parla-maurizio-blondet/

che fosse questo il segreto di pietro ???

Racing Compare with Blogger Content via BloggerContest | You Can JOIN :)
Racing Compare with Blogger Content via BloggerContest | You Can JOIN 🙂
7 anni fa

You have a great blog. With the BloggerContest.com you are a candidate to win with your website or blog, promote your web page, win prizes and promotions. With the support of our sponsors via we organize our blog competition for the first time in 2017. You can learn more about participation from our website. You can join, the applications are ongoing.
Thank you for your interested-in and support!

Web : http://www.bloggercontest.com
Mail : contact@bloggercontest.com
Pbx : +390694802050

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

L'abdicazione di Bergoglio non converrebbe più a nessuno:ai progressisti ovviamente, ma pure ai tradizionalisti che vedrebbero indebolito il papato con due papi emeriti. Il terzo papa sarebbe come Cristo in croce, col chiodo di Ratzinger sulla mano destra e quella di Bergoglio sulla sinistra. Quanto alla Madonna non ci crede più nessuno perchè parla troppo.

Share This