I MISTERI DEL “GLORIA OLIVAE”

scritto da Remox
20 · Set · 2016

I MISTERI DEL “GLORIA
OLIVAE”

 

Nel recente libro di
Peter Seewald su Benedetto XVI è presente una domanda curiosa al papa emerito
che ha a che fare con la profezia dei papi di S. Malachia.

“Lei conosce la profezia di Malachia, che nel medioevo
compilò una lista di futuri pontefici, prevedendo anche la fine del mondo, o
almeno la fine della Chiesa. Secondo tale lista il papato terminerebbe con il
suo pontificato. E se lei fosse effettivamente l’ultimo a rappresentare la
figura del papa come l’abbiamo conosciuto finora?”.

“Tutto può essere” risponde Ratzinger “Probabilmente questa
profezia è nata nei circoli intorno a Filippo Neri.
A quell’epoca i protestanti sostenevano che il papato fosse
finito e lui voleva solo dimostrare con una lista lunghissima che non era così.
Non per questo però si deve dedurre che finirà davvero

A parte
il fatto che la domanda contiene di per se un errore in quanto il motto
Gloria Olivae non annuncia la fine del papato, è invece interessante la
risposta del papa emerito che è allo stesso tempo seria ed ironica. San Filippo
Neri era un santo romano famoso per predicare ai giovani e per aver istituito
gli oratori. Per quale motivo avrebbe dovuto dedicarsi alla composizione di un
simile testo?

Non
si capisce bene se Ratzinger creda o meno a questa profezia, tuttavia non è la
prima volta che nel suo entourage viene fuori il tema.

Già
a Luglio infatti, in un’intervista concessa da Mons. Gaenswein ad EWTN, l’intervistatore
chiese cosa ne pensasse della profezia di S. Malachia (la attribuì anche lui a S.
Filippo Neri) e al fatto che Francesco risulterebbe essere l’ultimo papa.

Anche
in questo caso c’è un errore di fondo. Dopo il Gloria Olivae c’è infatti una
predizione generale che descrive la tribolazione della Chiesa, sul cui trono
siederà un Romano Pietro, ma senza specificare quanto tempo comprenderà e se ci
saranno più papi che vivranno questa tribolazione.

Già
in passato ho avuto modo di affrontare il tema e di mettere in relazione l’ultimo
motto latino sia con la predizione dei 4 papi di Garabandal (prima dell’inizio
del tempo delle profezie) sia con la visione di Fatima del vescovo vestito di
bianco. Tutte e tre le profezie (Fatima, Garabandal e Malachia) infatti
sembrano concordare sull’inizio della tribolazione o della via crucis con la
fine del pontificato di Benedetto XVI. E visto come tale fine è avvenuta c’è da
credere che sia proprio così. Come Mons. Gaenswein ha più volte detto, il Cielo
stesso ha testimoniato i tempi con il pauroso fulmine sulla cupola di S.
Pietro.

La
risposta del segretario di Benedetto XVI è stata comunque più diretta:

“Guardando alla profezia e considerando
come questa abbia sempre avuto dei riferimenti ai papi storici ammetto
onestamente che mi da i brividi. Tuttavia non è parte del Libro della Rivelazione
e a nessuno è richiesto di crederle. Ma da una prospettiva storica si dovrebbe
dire: beh è una chiamata a stare all’erta.”

In
precedenti articoli ho cercato di dimostrare come sia probabile che l’estensore
di questa profezia sia stato lo stesso Nostradamus, contemporaneo di S. Filippo
Neri. A differenza del Santo di Roma il veggente francese ha spesso concentrato
la sua attenzione sulla Chiesa e la successione dei papi (basta vedere il
Vaticinia Nostradami). In più, almeno con un papa (Pio IV), ha avuto una
corrispondenza “profetica”.

Riflettendo
nei giorni scorsi sull’ultimo motto latino, il Gloria Olivae, oltre a tutto
quanto ho già esposto in precedenza, mi sono soffermato a considerare ulteriori
aspetti. L’attribuzione classica è quella con l’ordine di S. Benedetto tramite
il ramo degli Olivetani. Mi chiedevo se per caso non si nascondesse nell’ordine
Olivetano qualche altro riferimento al pontificato di Benedetto XVI.

Con
mia grande sorpresa ho trovato interessanti coincidenze.


I monaci Olivetani a differenza dei
Benedettini classici indossano un abito bianco.


Prendono il nome dal principale monastero,
quello della Vergine di Monte Oliveto. Questo monte ricorda il Monte degli
Ulivi, dove cominciò la passione di Gesù Cristo. Nella visione di Fatima il
vescovo vestito di bianco (Benedetto XVI) comincia la Via Crucis della Chiesa.


L’Ordine raggiunse la massima diffusione nel ‘500,
al tempo di Nostradamus.


L’Ordine si espanse soprattutto in Italia e
in Francia.


Ma la cosa più importante è che l’Ordine
Olivetano era l’unico ad avere l’Abate “a tempo” e non eletto a vita. Curioso
davvero alla luce di un papa eletto a vita e che invece sceglie di far posto ad
un successore.

Nelle quartine Nostradamus gioca a volte con la parola “monaco” in
riferimento a Benedetto XVI (San Benedetto monaco e Monaco di Baviera dove
Ratzinger è stato vescovo). Ma nella quartina 812 compare anche “l’abate di
Foix” che potrebbe avere un riferimento con il papa emerito. Un abate di Foix,
Paolo, frequentava la corte di Caterina de’ Medici al tempo di Nostradamus.
Visse fino al tempo in cui l’abazia fu distrutta dai protestanti nelle guerre
di religione, nel 1580. Nella 812 Nostradamus descrive un abate di Foix che
fugge travestito da popolano. Potrebbe trattarsi di una duplice profezia: la
prima riferita all’abate Paolo (forse si travestì per fuggire), la seconda ad
un papa che allo stesso modo dovrà fuggire nel nascondimento.

Potrebbe essere il papa emerito o anche un suo successore identificabile
con la parola “abate”.

Di certo il motto malachiano Gloria Olivae mostra sorprendenti nuove
corrispondenze con Benedetto XVI.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
106 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
7 anni fa

comunque Remox, Filippo Neri aveva il dono della preveggenza.

jacques

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Così pare, ma non mi sembra che a lui siano attribuite profezie specifiche o che sia noto per questo particolare carisma.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

vero, secondo te cosa intende Ratzinger per questi fatidici cenacoli intorno a Filippo Neri? i primi oratori o altro?

jacques

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non lo so, ma mi sembra che pensi direttamente a San Filippo Neri come autore della profezia in funzione anti-protestante. Mi sembra quanto meno dubbia come attribuzione…

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Remox, anche nel libro "Scienza temporale e papi…" Si vede una tavola con un papa solitario che passeggia e un'altra tavola con una tiara sospesa nel vuoto

Seneca

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Senza numeri di tavola Seneca non ho ben chiaro a quale ti riferisci (per il papa solitario).
Per la tiara sospesa intendi forse la 51 (49) dove compare "la rosa in pugno". Ne ho parlato qui:
http://ducadeitempi.blogspot.it/2013/04/vaticinia-nostradami-parte-seconda-i.html

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Remox, la rosa in pugno è chiara, anche se la tiara vuota è inquietante.
Mi riferivo alla tavola 73- ma anche la 76 mostra un papa che rinuncia al pastorale mentre un frate invece lo regge. Un frate…papa Francesco? Lo so, è gesuita, ma per rappresentare papa Francesco perché non disegnare…san Francesco?

Seneca

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La 73 se vai nella sezione dei Vaticinia l'ho attribuita a Benedetto XVI. Ci sono tra l'altro evidenti somiglianze con il dipinto dedicato a Pietro da Morrone. La 76 anche. Il frate o monaco tiene in mano un pastorale benedettino. Sembra il monaco Benedetto che decide di cederlo a un successore, inizialmente riluttante.
Per alcuni il papa riluttante è Ratzinger, che ha sempre visto il papato come un peso grave. Quello stesso pastorale benedettino prenderà fuoco in un'altra tavola mostrando un papa in grande difficoltà. Non dimentichiamo però che nel conclave del 2005 Bergoglio pregò tutti coloro che lo avevano votato di scegliere Ratzinger e di non usarlo come elemento di contrapposizione. Entrambe le interpretazioni potrebbero avere un senso. Un'altra interpretazione è che il frate-monaco sia S. Francesco che però consegna un pastorale benedettino (quello di Ratzinger) al successore che prenderà appunto il nome Francesco: "va e ripara la mia casa".
E' certo comunque che quel papa andrà incontro a grandi difficoltà. Mi sembrano quelle dell'attuale pontificato, anche se al momento ancora non pienamente esplicitate.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

La profezia potrebbe realizzarsi tranquillamente….nel senso che non necessariamente l'ultimo papa eletto può essere l'ultimo papa in vita e quindi una scomparsa prematura di Francesco renderebbe Benedetto XVI l'ultimo papa vivente in carica…questa ipotesi nel 2013 sembrava remota ma visto che sono passati quasi quattro anni e Benedetto è ancora in vita ora non è più così improbabaile.
Saverio

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dopo Francesco c'è almeno un successore, più probabili due, credo, prima del tempo di pace. Ovviamente successori legittimi.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Come mai, secondo te, questi possibili successori non sono citati nell'elenco di Malachia?..come mai questa omissione?….hai delle ipotesi?…grazie

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

L'unica ipotesi è che l'estensore della profezia volesse indicare la successione dei papi fino al momento in cui sarebbero cominciati i tempi della tribolazione, sulla quale non voleva o poteva alzare il velo.
Qualcosa che si ritrova nello stile di Nostradamus e soprattutto nel Monaco Solitario (un probabile pseudonimo dello stesso Nostradamus) nella cui profezia, al momento in cui deve descrivere il tempo dell'Anticristo, descrive come un muro di fuoco che ne ostacola la visione.
Per questo motivo è incerta l'estensione temporale della predizione finale di Malachia. Arriva fino al tempo di pace annunciato a Fatima? Oppure fino all'Anticristo?

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A Jacarei la Madonna invita a pregare per papa Francesco contro chi lo attacca interpretando erroneamente le sue riforme aprendo così la strada alllo scisma di cui approfitterà il falso profeta per insediarsi sul trono di Pietro.

lupetto
lupetto
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@ ALDO MAZZUCCO:
Le apparizioni di Jacarel sono false, e' Anguera che conferma nessun'altra apparizione in Brasile.
Continuate ad essere vittime dei vostri pregiudizi, le cercate tutte pur di avvalorare le vostre tesi.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Le apparizioni di Jacarei sono false, e' Anguera che conferma nessun'altra apparizione in Brasile." (Lupetto)

Mi dici da dove trai questa supposizione per cui Anguera confermerebbe nessun'altra apparizione in Brasile? La fonte.

Se è l'intervista a Pedro Regis, leggi meglio, perché Pedro non ha detto questo.

Inoltre, se fosse vero che le apparizioni di Anguera sono le uniche vere in Brasile, sarebbero false anche le apparizioni a Itapiranga, a Edson Glauber…

dott. G.I.

TUTTO QUA
TUTTO QUA
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Infatti i veggenti ( di _Itapiranga e di Anguera) sulla posizione di Papa Francesco sono come dire … non proprio sulla stessa linea…
Nel primo caso non ci sono dubbi:

http://www.graziesangiuseppe.it/messaggi/messaggi-di-gesu-e-della-madonna-su-san-giuseppe/110-messaggio-di-gesu-e-della-madonna-a-mozzo

Per quanto riguarda il secondo caso, beh sappiamo quello che il veggente ha detto e di Papa Francesco non si fida affatto pur pregando per lui ( come la stessa Madonna afferma), anzi (parole sue) ha dei seri dubbi e molte incertezze tanto da arrivare addirittura ad affermare di non sapere se quell'uomo di Chiesa, che causera' ad essa molti danni spirituali possa o meno essere lui.

ATTENETEVI AI FATTI…. E I FATTI SONO QUESTI!!!

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Anguera, con messaggi troppo ambigui, ormai compare con varie citazioni su tutte le pagine cattoliche contro Bergoglio. Ma anche a Medjugorie una delle veggenti ha definito papa Francesco un dono di Dio, ma che non sia il papa il falso profeta è evidente a chiunque abbia un cuore retto e non chiuso dall'odio e dall'intolleranza. A Medjugorie la Madonna disse che tutte le religioni sono buone quindi l'ecumenismo e l'unità interreligiosa sono l'unica strada percorribile per la costruzione di un mondo di pace. Assisi è questo.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Infatti i veggenti ( di _Itapiranga e di Anguera) sulla posizione di Papa Francesco sono come dire … non proprio sulla stessa linea…
Nel primo caso non ci sono dubbi…
Per quanto riguarda il secondo caso, beh sappiamo quello che il veggente ha detto…"

Quindi, che vuoi dire? che le apparizioni di Itapiranga sono vere, mentre quelle di Anguera sono false?
Tira le conclusioni, perché non ho capito dove vuoi arrivare.
Poi risponderò.

dott. G.I.

Il samaritano
Il samaritano
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Credevo che Nostro Signore avesse detto "Io sono la Via, la Verità e la Vita" e anche "senza di Me non potete far nulla" e ancora "Io sono la vite e voi i tralci" e pure "andate e ammaestrate tutte le Nazioni, chi crederà sarà salvo…". Inoltre "nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra; e ogni lingua proclami che Gesù è il Signore". Boh forse mi sono sbagliato.

Lupetto
Lupetto
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Credo nelle apparizioni di Anguera e credo LOGICAMENTE anche allo strumento (e al suo discernimento…) che la Madonna ha scelto per quelle apparizioni (uniche al mondo come la stessa Madonna ha affermato). Ho visto il video di Edson nella sua ultima venuta in Italia con don Leonardo e non mi ha affatto "impressionato", non lo so perché ma non mi ha convinto anche se il vescovo locale ha dato il suo beneplacito a queste apparizioni, sono certo che la Madonna li e' apparsa, non sono certo invece che continui ad apparire …
Per farla breve, se domani i due veggenti dovessero entrare in palese disaccordo, e parlo sia per messaggi sia per il loro modo di interpretarli(come nel caso del Papa per esempio) io credo di poter affermare senza dubbio che seguirei i messaggi di Anguera e il discernimento di Pedro! Ovviamente vale anche nel caso in cui il modo di "intendere" Papa Francesco dovesse invertirsi.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quelle di Pedro Regis sono interpretazioni di un paio di messaggi su papa Francesco a mio avviso sbagliate. Farò un post sui messaggi di aAguera subito prima e subito dopo le dimissioni di Ratzinger per dimostrare che la Madonna non ha mai parlato contro papa Francesco.
Su Itapiranga ero inizialmente scettico, ma approfondendo ho capito di essermi sbagliato. Tra l'altro a differenza delle altre apparizioni brasiliane queste hanno ricevuto un'approvazione da parte del vescovo locale.
Jacarei invece mi sembra sia stata condannata dal vescovo ed in effetti, esaminandole bene, credo non abbia tutti i torti. Anche su quelle a Ferreira nutro personalmente molti dubbi.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

In riferimento ad Anguera: forse stiamo vivendo a livello internazionale l'inizio del compimento delle predizioni sull'uomo orgoglioso.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tutti i veggenti concordano su un punto: lo scisma è alle porte!
Bene, e con quale fazione si schiererà la Madonna di ogni veggente?
A chi ha chiesto a Pedro se sono vere o meno le apparizioni di Medjugorie ha risposto che può parlare solo delle sue pertanto a me sembra che ognuno va per la sua strada e del resto è evidente che la forma, e spesso pure i contenuti, dei messaggi di una apparizione è completamente diversa dagli altri come se di Madonne ce ne fossero tante. E' perciò impossibile discernere il falso dal vero, sappiamo però che Pedro sta cavalcando l'onda del tradizionalismo a cui pure il papa ha aperto le porte ma che rischia di gettare benzina sul fuoco.
Il messaggio di Jacarei è chiaro: chi sta contestando il papa per le riforme prepara la strada allo scisma di cui approfitterà l'anticristo.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"un evento scuoterà le fondamenta di San Pietro" Madonna di Trevignano

"una grande prova scuoterà le sue fondamenta ma non la farà crollare" Madonna di Jacarei

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

I protestanti sono fissati con l'anticristo e non contemplano l'avvento del monarca cattolico. Per fortuna che gli ortodossi almeno la pensano diversamente. Ogni video che vedo su YouTube…parla di anticristo qua e la….ma è una fissazione! E' dal seicento che vedono anticristi ovunque….con tutto il rispetto smettiamola di allarmare chi potrebbe credere a queste teorizzazioni del nulla.

TEO
TEO
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Giusto due cose:
La prima è che secondo garabandal Benedetto e l'ultimo papà quindi se muore Benedetto la profezia risulterebbe falsa.
La seconda cosa è che non si può negare un filo conduttore fra tutte le apparizioni diciamo più famose… Cioè medjugorie, garabandal, anguera, ittapiranga, tre fontane, Schio e tante altre…
Tutte parlano di avvertimento castigo scisma miracolo in maniera molto coerente fra tutte

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

una cosa è certa, esiste un filo conduttore fra tutte le apparizioni più importanti di questi ultimi tempi e non solo cioè medjugorie, anguera, itapiranga, garabandal, kibeho, akita, tre fontane, schio ecc. ecc.
gli argomenti sono sempre quelli castigo in primis poi scisma, avvertimento in alcuni anticristo, devastazioni varie.. ecc. ecc.
sul fatto che benedetto sia l'ultimo papa non lo so ma se cosi non fosse garabandal sarebbe una falsa apparizione cosa che non credo.

Luz
Luz
7 anni fa

Remox, cosa ne pensi del libro "Ultime conversazioni"? Visto che citi la parte finale, immagino tu l'abbia terminato…
Grazie.
Luz

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Luz

Si l'ho terminato diversi giorni fa, si legge agilmente. Molto interessante perchè mi sembra restituisca l'immagine genuina dell'uomo Ratzinger facendo giustizia di molti pregiudizi e luoghi comuni.

Luz
Luz
7 anni fa

Aggiungo che, a mio parere, il pensiero di Ratzinger su Bergoglio appare chiaro nelle sue linee essenziali: pur diversissimi tra di loro, Benedetto riconosce in Francesco delle qualità che lo rendono il Papa "giusto" per questi tempi. Che piaccia o non piaccia, Francesco è il papa che lo Spirito Santo – in conformità al disegno di salvezza del Padre – ha voluto, e certamente – aiutato dalle nostre preghiere – farà la sua parte…
Luz

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

il problema che, incuranti delle parole del Papa emerito, continuano a sostenere una inesistente contrapposizione con Papa Francesco. Sono due i fronti aperti per dividere la Chiesa di Pietro.
Jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Ciao e buonasera Remox, un piccolo fuori tema.
Secondo te, chi potrebbe mai essere il precursore dell'Anticristo che con le truppe di varie nazioni cercherà di farsi adorare come Dio del segreto di La Salette?
È il comunismo? O magari il nazismo?
Oppure si tratta di un uomo o sistema che avrà il suo avvento prima dell'era di pace?
Alessandro

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Onestamente non ne ho idea. E' incerto se collocarlo prima o dopo il tempo di pace. A leggere il messaggio sembra dopo, ma non è detto che sia rispettata una perfetta continuità cronologica.
Diciamo che potrebbe forse essere un leader politico che getta il mondo nel caos poco prima della comparsa dell'Anticristo come pacificatore e profeta.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie mille 🙂
Alessandro

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

ATTENZIONE A TUTTI I ROMANI: ALLISON MISTI HA AVUTO LA CONFERMA DAL CIELO CHE A DICEMBRE,SOTTO NATALE, UN TERRIBILE TERREMOTO DISTRUGGERA' ROMA COMPLETAMENTE…. ANCHE IL COLOSSEO CADRA'! DEL RESTO ERA PREVISTO ANCHE NELLE VECCHIE PROFEZIE IL CROLLO DI ROMA! ROMANO AVVISATO,MEZZO SALVATO; FORZA ROMA! FORZA LUPI! GIONA

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ancora con sta Misti ? Ma lo volete capire o no che è falsa come una banconota da 15€ ?

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per pura curiosità sono andato sul blog di questa Misti. Lo sfondo della pagina Home è lo stesso del programma di aggiornamento del navigatore satellitare TomTom. Non voglio offendere la sensibilità di nessuno ma mi è sembrato uno scemaio (una congrega di scemi). Penso che ci sia ben altro di cui preoccuparsi.

NoName.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La Madonna di Zaro ha mostrato il sud Italia devastato dal terremoto. Se poi Roma si sia trasferita al sud non sono aggiornato.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Un vasto terremoto al sud nei prossimi cinque/dieci anni è stato già previsto dalla Scienza, senza bisogno di scomodare la Madonna.

NoName.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A parte che la scienza che prevede i terremoti non esiste, bisognerebbe comunque punteggiare gli eventi.

Comunque, tornando alle cose serie, se diventassi mormone me lo darebbero un visto per gli usa?

Spring

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Luz de Maria è precisa nel collegare il grande terremoto all'attivazione simultanea dei vulcani. Elena Aiello dice che a parte Roma l'Italia verrà risparmiata dalla guerra ma devastata dalla natura.

http://www.attivotv.it/vesuvio-scienziati-insistono-mega-eruzione-che-fara-un-milione-di-morti-in-15-minuti/

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

È difficile però, per la scienza, dire quando questo accadrà. Con gli strumenti che ha lo può dire solo quando la tragedia è imminente.

Su cosa sarebbe potuta essere l'Italia se non fosse entrata in guerra è scritto in uno dei messaggi della Aiello.
http://profezie3m.altervista.org/ptm_aiello.htm

Spring

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

In collegamento al discorso di dott G.I. sul prossimo Papa Nero che potrebbe essere colui che porterà alla rivolta una famosa congregazione contro il Papato mi sono soffermato su un nome in particolare:

Padre Gabriel Ignacio Rodriguez

http://www.cpalsj.org/p-gabriel-ignacio-rodriguez-provincial-de-colombia-es-el-nuevo-asistente-de-als/

E' attualmente uno dei quattro assistenti "ad providentiam" del superiore, tra i suoi "consiglieri generali" e lo danno tra i "papabili" alla prossima congregazione generale del 2 ottobre.

http://www.ansa.it/giubileo/notizie/2016/08/09/gesuitivoto-papa-neroin-corsa-lombardi_1e32ee49-3d44-4471-97ad-a9070a1d7de9.html

Penso che alcuni messaggi di Anguera possono in qualche modo richiamarlo

Proviamo a fare alcune ipotesi:

02 Aprile 2005 – 2.504

Dall’albero più famoso del giardino uscirà una radice che si diffonderà nel mondo. In un immenso campo ci sarà il gregge. I nemici del pastore lo disperderanno, ma per grazia del Signore ci sarà l’unione. Nella casa del Signore ci sarà confusione. Un cuore cattivo proporrà la creazione di un consiglio, ma Dio non abbandonerà il suo popolo.

( La radice penso che si possa trattare della TDL di cui molti Gesuiti ne sono impregnati.
Padre Gabriel è nato a Medellin in Colombia nel 1952 dove tra l'altro nel 1968 è nata ufficialmente la TDL).

https://it.wikipedia.org/wiki/Teologia_della_liberazione#La_teologia_della_liberazione_oggi

2.539 – 24 Giugno 2005

Il sole di mezzogiorno sarà considerato più importante di quello della sera. Un uccello del palazzo andrà ad abitare in un altro nido. Uccello pericoloso del paese dei re; terra di peccati. Ascoltate con attenzione ciò che vi dico. Pregate sempre e pregate molto. È bene pregare per Papa Benedetto XVI. La pietra della pietra sarà spezzata.

( Se si prova a guardare la bandiera Colombiana vediamo che nel riquadro appare un'aquila, un uccello appunto e sotto ad esso rappresentato un sole che sta raggiungendo lo zenit, cioè il mezzogiorno.

https://www.google.it/search?q=colombia&espv=2&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwiv-aD_4aLPAhUCvhQKHdEkBJcQ_AUICSgC&biw=1380&bih=642#imgdii=ipXCD3dJEnksqM%3A%3BipXCD3dJEnksqM%3A%3BCvZ4u_nf2sVQVM%3A&imgrc=ipXCD3dJEnksqM%3A

Il confronto tra il sole di mezzogiorno e quello della sera potrebbe essere applicato anche alla metafora dell'età;
P. Gabriel ha "solo" 64 anni rispetto a Papa Francesco che ne ha quasi 80.)

Uccello pericoloso del paese dei re; terra di peccati.

(l'aquila quindi l'uccello pericoloso come detto sopra si trova nella bandiera colombiana e la sua pericolosità è dato proprio dalla ideologia della TDL di cui già la Madonna di Anguera aveva messo in guardia.

Ecco perchè la definisce anche come terra di peccati, e con il termine terra penso che intenda tutto il continente sudamericano e non solo la Colombia.

2.507 – 09 Aprile 2005

Cari figli, dal paese dei re verrà un uomo per comandare una grande truppa, ma l’accordo che farà darà origine a una grande guerra.

Estendendo qs prospettiva a tutto il continente esso può essere tranquillamente definito anche come paese dei RE associato a tutte le società precolombiane con i rispettivi RE che hanno popolato quella TERRA!!!

Volevo sapere il vostro pensiero Remox e dott. G.I se qs ipotesi possono avere un criterio di validità.
Fermo restando che la conferma arriverà tra non molto.

Un saluto

Teofilo

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il "paese de re" credo debba riguardare un cardinale o vescovo. Io penso che "il passero" citato dalla Madonna sia appunto il cardinalis o il vescovo, passeriformi tipici del continente americano. Quest0uomo infatti risiede nel Palazzo, ovvero il Vaticano (quindi più probabile sia un cardinale).
E quindi come luogo di provenienza direi che è un posto specifico, dove secondo me il cristianesimo non è maggioritario come fede e dove superstizione e magia hanno ancora la loro importanza (terra di peccati).
L'albero più famoso del giardino penso che sia la Compagnia di Gesù, la più grande Congregazione della Chiesa. La radice che si diffonderà nel mondo penso sia l'attuale papa, uscito dalla Compagnia. Ma, come detto dalla Madonna, il veleno non è nel frutto (il papa), bensì nell'albero (l'ordine).
Mi sembrano quindi due fatti differenti: uno legato a un cardinale/vescovo – l'altro all'ordine dei gesuiti. A meno che con "passero" non si voglia intendere un ruolo di prestigio come quello del "papa nero".
Staremo a vedere.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

sole di mezzogiorno e sole della sera è riferito ai due soli e secondo l'interpretazione del sito Royal Device alla riduzione della giornata a 16 ore http://www.royaldevice.com/lettere23.htm

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

su Royal Device ci sono scritte tante di quelle Gazzate che ci si potrebbe fare un libro, basta guardare questa immagine (modificata 1000 volte tra l'altro):
http://www.royaldevice.com/calendario/linead1.jpg

"fine papato 13-9-16" poco prima "distruzione vaticano"

e ovviamente anche lui si schiera contro l'attuale Papa.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

All'inizio non ero riuscito a trovare i nomi dei possibili candidati.
Poi ho visto che sono tutti sul sito ufficiale dei gesuiti (che è registrato nella Città del Vaticano, dove si trova il server):
http://www.sjweb.info/curiafrgen/curia_gencouns.cfm

L'Ordine dei Gesuiti è strutturato in 9 "Assistenze" che a loro volta comprendono 83 Province, 6 Regioni indipendenti e 10 Regioni dipendenti.
Al primo gennaio 2013 i gesuiti nel mondo erano 17.287 (di cui 12.298 sacerdoti, 1.400 fratelli, 2.878 scolastici e 711 novizi).

Il generale dei gesuiti è il dittatore assoluto dell'Ordine. Quando parla, le sue disposizioni sono recepite dai "provinciali". I provinciali sono i suoi subordinati più importanti. Come ho detto, ci sono 83 provinciali, al momento.
L'Ordine dei Gesuiti ha diviso il mondo in 83 regioni. Per ogni regione vi è una provincia gesuita (ci sono 10 province negli Stati Uniti, ce n'è una in America centrale, ecc.) Insomma, hanno diviso il mondo in province.

Il generale dei gesuiti governa il mondo attraverso i suoi provinciali. E i provinciali poi, naturalmente, dispongono sui Gesuiti di grado inferiore, molti dei quali non hanno idea di ciò che succede nelle alte sfere.
Funziona come nella massoneria. I massoni inferiori non hanno idea di quello che viene ordinato nelle alte sfere, ma devono solo obbedire.

Il generale è assistito da 9 assistenti, nominati dalla Congregazione generale: a ogni assistente fa riferimento un' "Assistenza", cioè un gruppo di province raggruppate per lingua o nazionalità.
Quella del preposito è l'unica carica elettiva: egli nomina i prepositi provinciali, che nominano a loro volta quelli delle comunità locali.

La Congregazione Generale elegge anche quattro Assistenti "ad providentiam". La loro funzione è quella di assistere il Superiore Generale a nome di tutta la Società.

I quattro assistenti "ad providentiam" del superiore sono padre Federico Lombardi, l'indiano Lisbert D'Souza, l'americano James E. Grummer e il colombiano Gabriel Ignacio Rodriguez.
Poi ci sono i Consiglieri Generali e stanno tutti qui:

http://www.sjweb.info/curiafrgen/curia_gencouns.cfm

Con molta probabilità, uno di questi sarà il prossimo "papa nero".

dott. G.I.

Unknown
Unknown
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

pure i francescani hanno superiori provinciali e generali e penso pure i domenicani e tutti i grandi ordini religiosi ma non per questo sono una massoneria

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

sia il sistema massonico sia quello dei gesuiti prende come riferimento il sistema di tre ordini cavallereschi: templare, ospitaliere e teutonico.

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"pure i francescani hanno superiori provinciali e generali e penso pure i domenicani e tutti i grandi ordini religiosi ma non per questo sono una massoneria" (Aldo Mazzurco)

Ma la storia dell'Ordine dei Gesuiti è una storia a parte.

Se nel 1773 un papa, Clemente XIV, decise di abolire la Compagnia di Gesù, sciogliere i ventitremila gesuiti, far incarcerare il Padre Generale ed i suoi consiglieri, abbandonare al loro destino i missionari sparsi nel mondo…, vuol dire che c'erano gravissime ragioni. Non era certo un pazzo.

La ragione non la disse mai. Giustificò quest'atto con le seguenti parole:
"Le ragioni le teniamo chiuse nel Nostro minuscolo cuore."

Non dimentichiamo che appena tre anni dopo l'abolizione, l'Ordine degli Illuminati venne fondato a Ingolstadt (Germania) il 1 maggio 1776 dal Gesuita Johann Adam Weishaupt (1748-1830 – di origine ebraica e quindi convertito al Cattolicesimo), che era docente di diritto canonico all'Università dei Gesuiti di Ingolstadt.

Dopo essere stati ufficialmente aboliti dal Papa Clemente XIV nel 1773, i Gesuiti usarono l'Ordine degli Illuminati e altre organizzazioni per svolgere le loro operazioni.

La Compagnia di Gesù, come milizia armata della Chiesa Cattolica Romana, fu sancita nel 1540 da Papa Paolo III con un mandato: sconfiggere il protestantesimo e ritrovare un governo pontificio globale. Per raggiungere questo obiettivo colossale, i gesuiti impiegarono metodi di pseudo-formazione, programmi sociali, infiltrazione, e tutta l'astuzia che potrebbe essere concepita, sia essa usata a fin di bene o a fin di male. Nati con un fine buono, deviarono e si diedero al potere per il potere (perciò il papa abolì l'Ordine).

Non ci volle molto quando le nazioni cattoliche (soprattutto i Borbone) si stancarono dell'ingerenza dei gesuiti nei loro affari nazionali. Erano così infuriati contro i gesuiti che chiesero al Papa di abolirli una volta per tutte. Una vera pressione politica fu esercitata su Papa Clemente XIII. Tuttavia, egli morì prima che potesse fare nulla al riguardo. Il compito di abolire la Compagnia di Gesù poi cadde sul suo successore, Clemente XIV. Come Clemente XIV firmò il decreto di abolizione dei Gesuiti, disse:
"Ho firmato la mia condanna a morte…"
Morì dopo nove mesi. Molti contemporanei considerarono la sua morte un caso di avvelenamento, e sospettavano i gesuiti come i responsabili.

Ovviamente i gesuiti non furono espulsi da molte nazioni (anche cattoliche), a causa del loro lavoro educativo sui bambini e per la loro carità. Sono stati espulsi perchè erano continuamente coinvolti in trame politiche eversive per far avanzare la propria causa o anche semplicemente contro i Governi che li ospitavano. Tra il 1555 e il 1931 la Compagnia di Gesù è stata espulsa da almeno 83 Paesi.
La seguente citazione riassume la loro strategia operativa:
"Siamo venuti come agnelli e governeremo come lupi. Saremo espulsi come cani e torneremo come aquile" (Francesco Borgia, Terzo Superiore Generale dei Gesuiti)

Dopo che Papa Pio VII fu liberato dall'esilio nel 1814, il suo primo ordine al ritorno a Roma fu quello di ristabilire l'Ordine dei Gesuiti.

Il papato aveva subito una grande umiliazione per mano di Napoleone. Così, subito dopo la sconfitta di Napoleone nel 1814, il Papa Pio VII fu liberato dalla prigionia e fu restituito a Roma. La necessità di ripristinare la milizia dei Gesuiti divenne una questione urgente. Roma non voleva privarsi di nuovo dei servizi dei gesuiti, non importa quanto fosse gravoso questo servizio.
Con la bolla "Sollicitudo omnium ecclesiarum" del 30 luglio 1814, Pio VII ripristinò la Compagnia di Gesù in tutto il mondo.

http://www.ritosimbolico.net/studi2/studi2_04.html

dott. G.I.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Volevo sapere il vostro pensiero Remox e dott. G.I se qs ipotesi possono avere un criterio di validità. Fermo restando che la conferma arriverà tra non molto." (Teofilo)

Riguardo all'ipotesi del Padre Gabriel Ignacio Rodriguez, egli è certamente uno dei candidati, perché è già attualmente uno dei quattro assistenti "ad providentiam" del generale. Ma io non credo che sarà lui.

Riguardo all'interpretazione del messaggio 2539, bisogna stare attenti alla traduzione:

2.539 – 24 Giugno 2005

O sol do meio dia será mais valorizado do que o sol do entardecer. Um pássaro do palácio fará morada em outro ninho. Pássaro perigoso do país dos reis; terra de pecados. Escutai com atenção o que vos digo.

…Il sole del mezzogiorno sarà più valorizzato del sole del tramonto. Un passero del palazzo farà dimora in altro nido. Passero pericoloso del paese dei re; terra di peccati. Ascoltate attentamente quello che dico…

1)
Innanzitutto, è sbagliato tradurre "pássaro" con "uccello" (generico, come in molti siti): primo, perché l'uccello generico in portoghese si dice "ave"; poi, perché il "pássaro" in portoghese è un "ave pequena" (Diz. Priberam), cioè un uccello piccolo e non può essere un'aquila (come dice Teofilo). Quindi è un uccello passeriforme, probabilmente il cardinalis, come diceva Remox, che è rosso. L' "uccello pericoloso" è pertanto un "passero pericoloso", cioè un cardinale (o un vescovo) pericoloso.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cardinalis_cardinalis

2)
Va bene che il Padre Gabriel Ignacio Rodriguez è nato a Medellin, ma non riesco a capire da dove hai tratto l'aquila per la bandiera colombiana e il sole.

"Se si prova a guardare la bandiera Colombiana vediamo che nel riquadro appare un'aquila, un uccello appunto e sotto ad esso rappresentato un sole che sta raggiungendo lo zenit, cioè il mezzogiorno." (Teofilo)

La bandiera colombiana attuale è semplicemente a tre strisce orizzontali, gialla, blu e rossa.
https://it.wikipedia.org/wiki/Colombia

Quella che hai visto tu, probabilmente è lo stemma araldico della Colombia, che è altra cosa e che risale al 1834. Contiene molti simboli massonici: un berretto frigio rosso, un condor, un melograno (a testimonianza del nome della Colombia antecedente al 1861, ossia Nuova Granada: l'emblema della città di Granada è per l'appunto un melograno), ecc.. Un melograno, quindi, non il sole.
https://it.wikipedia.org/wiki/Stemma_della_Colombia

Io penso, invece, che il confronto tra "sole di mezzogiorno" e "sole del tramonto" dovrebbe riferirsi (oltre possibilmente all'età), a qualche simbologia contenuta non nelle bandiere degli Stati, ma in qualche stemma cardinalizio (o vescovile).

Ricordiamoci che lo stemma di papa Francesco contiene un sole di mezzogiorno, ossia un sole in pieno splendore.
Cito dal sito vaticano:
"In alto, campeggia l’emblema dell’ordine di provenienza del Papa, la Compagnia di Gesù: un sole raggiante e fiammeggiante caricato dalle lettere, in rosso, IHS, monogramma di Cristo. La lettera H è sormontata da una croce; in punta, i tre chiodi in nero. In basso, si trovano la stella e il fiore di nardo. La stella, secondo l’antica tradizione araldica, simboleggia la Vergine Maria, madre di Cristo e della Chiesa; mentre il fiore di nardo indica San Giuseppe, patrono della Chiesa universale."

"Un sole raggiante e fiammeggiante" è un sole "di mezzogiorno", cioè nel massimo splendore.

Bisognerebbe quindi cercare tra tutti gli stemmi dei cardinali, per trovare un simbolo del sole (al tramonto, a mezzogiorno, ecc.).

3)
"Terra di peccati"
Anch'io la penso come Remox:

"E quindi come luogo di provenienza direi che è un posto specifico, dove secondo me il cristianesimo non è maggioritario come fede e dove superstizione e magia hanno ancora la loro importanza (terra di peccati)." (Remox)

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Premesso che tutto il mondo è terra di peccati, in senso tecnico, l'espressione indica senza dubbio una terra che non è stata ancora interamente evangelizzata, quindi, una terra di idolatrie. Penso all'India o all'Asia in generale.

Perciò è errato dire:
"Ecco perché la definisce anche come terra di peccati, e con il termine terra penso che intenda tutto il continente sudamericano e non solo la Colombia." (Teofilo)

Il continente sudamericano è completamente evangelizzato e cristiano (almeno teoricamente, poi ci sono sempre peccati, eresie, magie, ecc.).

4)
Paese dei re
"Cari figli, dal Paese dei re verrà un uomo per comandare una grande truppa, ma l’accordo che farà darà origine a una grande guerra." (2507)
"Queridos filhos, do País dos reis virá um homem para comandar uma grande tropa, mas o acordo que fará resultará em uma grande guerra."

Se si dice:
"Il Paese del Salvatore dovrà soffrire molto, ma quando sentirà la sconfitta si difenderà con armi che diffonderanno fuoco nel cielo." (2501)
è ovvio che qui il riferimento è certo e oggettivo. Il Paese del Salvatore non è opinabile (= Israele).

Così, secondo me, deve essere anche del "paese dei re". Non può essere un riferimento relativo, soggettivo, controverso, passibile d'interpretazione, ma deve essere un qualcosa di oggettivo, indiscutibile, certo, incontestabile, anche se non subito evidente.
Il "paese dei re" non può essere il Vaticano, l'Italia, la Francia, la Spagna o altri, perché ognuno di essi è tale in senso relativo.
Il suddetto citato stralcio sembra maggiormente riferirsi a una guerra militare che non a quella religiosa che scoppierà nella Chiesa.

"Paese dei Re": questo è il significato etimologico della parola Rajasthan, che indica oggi lo Stato situato nella parte nord-occidentale dell'India, con una superficie pari a due terzi della Francia.
La parola Rajasthan è formata da due parti: Raja e sthan.

Il suffisso geografico "stan" che appare nel nome di molti Paesi o Regioni soprattutto della zona eurasiatica, ha origine nella parola persiana "stan" e prima ancora sanscrita "shtan" che significa "PAESE" o appunto, "REGIONE". In pratica, il Kazakistan è il Paese dei Cosacchi o Kazaki; il Kurdistan è il Paese (in questo non riconosciuto) dei Kurdi; l'Uzbekistan è il Paese degli Uzbeki; l'Afghanistan degli Afghani, e così via.

(continua…)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Rajà o Maharajà (in italiano maragià), in sanscrito significa "grande re", è l'antico titolo utilizzato per i sovrani indiani. Il termine deriva dal sanscrito, maha "grande" e rajan "re" (si veda il latino lingua indoeuropea, all'accusativo, magnum "grande" e regem "re").

http://it.wikipedia.org/wiki/Maharaja

Il Rajasthan, quindi, è il "paese dei re", cioè il Paese dei maragià: il suo nome deriva dai principi guerrieri Rajput che regnarono per più di mille anni sull'India Nord-occidentale.

E veniamo all'interpretazione. In senso lato, il Rajasthan indica l'India.
Dall'India settentrionale, quindi, verrà un uomo che farà un accordo che darà origine a una grande guerra (guerra militare, secondo me). Si parla infatti di "uma grande tropa", truppa, termine militare in portoghese.

Alcuni dicono che il "paese dei re" sia la Giordania, ma in realtà solo la strada che porta da Amman a Petra è chiamata “la via dei re” (i re nabatei) e non l'intera regione.

Solo Raja-sthan significa etimologicamente, e quindi intrinsecamente, "paese dei re".

https://itineramundi.wordpress.com/2014/07/29/india-asia-rajasthan/comment-page-1/
http://www.viaggioindia.org/viaggio-rajasthan/rajasthan-paese-dei-re.html
http://www.viaggioinindia.com/Pacchetti_India/Rajasthan_Il_paese_dei_Re.html

Rajasthan (…literally, "Land of Kings") is India's largest state by area…
https://en.wikipedia.org/wiki/Rajasthan
http://www.britannica.com/EBchecked/topic/490092/Rajasthan

dott. G.I.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io guarderei anche all'Africa (Ghana?), oltre che al rajasthan. Cmq ho controllato sia vescovi che cardinali indiani tempo fa, ma nessuno era nato o veniva dal rajasthan. A meno che ovviamente non s'intenda tutta l'India. Ma la Madonna di Anguera è sempre molto precisa.
Sono certo invece che la guerra sia religiosa è che la Tropa sia o una "milizia religiosa"; o un ad congregazione vaticana o una religiosa, come ad esempio i gesuiti, tipico ordine religioso "militare" (i soldati di Dio o del papa).
In questo caso però il passero non sarebbe un cardinale…un vescovo? Difficile… bisognerebbe quindi vedere se passato può indicare un religioso in generale, ma finora non ho trovato riferimenti in tal senso.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Scusate gli errori scrivo dal tablet. Passaro, non passato. Tropa=milizia religiosa (mia opinione).

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Secondo due gesuiti spagnoli e rumors interni la congregazione potrebbe eleggere come superiore generale un asiatico, probabilmente dall'India.

http://mattersindia.com/2016/09/spanish-jesuits-foresee-asian-as-new-leader/

indopama
indopama
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

quindi complimenti all'analisi di G.I.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

In effetti le sue analisi sono sminuite inserendole nei commenti. Meriterebbero una posizione privilegiata nei post di Remox.

Qualcun altro che si occupa di argomenti simili ha avuto l'idea di riportarle nel suo blogspot, però, anche così, è recisa dalla vite originaria, sebbene siano piuttosto complete.

Spring

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Come sempre mi trovo a leggere con estremo interesse gli ottimi commenti del dott. G.I. ed in particolare gli ultimi, relativi al " Mondo Gesuita ".
Per quanto vale, concordo in pieno sulla valutazione di una valenza non indifferente tra gli "affari interni" gesuitici e la situazione attuale, così come quella in divenire…..
Alla luce di ciò mi permetto di sottoporre una mia riflessione sulla figura del candidato americano alla vice presidenza democratica Timothy Michael Kaine.
Il futuro "Vice" della claudicante e sofferente Hillary Clinton è definito di "fede cattolica" ed ha studiato presso i Gesuiti e dopo la laurea ha lavorato per anni in una missione dell'ordine dei gesuiti tra gli indios dell'Honduras, dove pare si sia avvicinato e condiviso la teologia della Liberazione, tanto cara a questi ultimi.
Premesso che le informazioni sul web relative a Kaine siano "molto poche", e non volendo fare il complottista dell'ultima ora, ma ipotizzando la vittoria del candidato Clinton a Novembre negli Usa ed un suo possibile ( Voluto? ) ritiro a causa delle sue condizioni di salute, si aprirebbero le porte della presidenza ad un personaggio molto, ma molto, vicino ai Gesuiti.
Questa possibilità chiuderebbe un "cerchio" di potere Gesuitico estremamente notevole nel mondo con ai vertici del potere persone direttamente e non,
legate ad essi.

Videre Nec Videri

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Su Kaine ……

"Un allievo devoto di Sant’Ignazio di Loyola, un cattolico cresciuto sotto l’ala della Compagnia di Gesù, è l’uomo che Hillary Clinton ha scelto come vice per difendersi dalla feroce inquisizione di Trump"
Link: http://m.dagospia.com/hillary-sceglie-il-suo-vice-il-senatore-gesuita-tim-kaine-ex-governatore-della-virginia-129276

Videre Nec Videri

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«Un grande albero sarà tagliato e i suoi frutti cattivi non si moltiplicheranno più»
Anguera, 2.489 – 27.02.2005

«Cari figli, un grande albero sarà tagliato e da lì nascerà la grande battaglia. I miei poveri figli porteranno una croce pesante.»
Anguera, 2.905 – 20/10/2007

Sarà Papa Francesco a tagliarlo? E di conseguenza lo spodesteranno? …

«Cari figli, un ordine sarà dato da un Ordine. Nella sua promessa ci sarà falsità e il trono di Pietro sarà scosso.»
Anguera, 2.952- 05/02/2008

Spring

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Se il ragionamento sul PAESE DEI RE fosse corretto allora l'indiano Fr. Lisbert d'Souza di Mumbay sarebbe in cima alla lista dei candidati papabili proprio per l'importanza del ruolo che riveste.

In tal caso il termine PAESE DEI RE equivarrebbe all'INDIA in senso ampio e non al RAJASTHAN in senso stretto visto la non poca distanza che separa il Rajasthan dalla città più popolosa dell'India…per l'appunto Bombay.

O forse il futuro eletto Rajasthaniano si annida tra la folta comunità Indiana invitata alla 36-sima congregazione generale?

Staremo a vedere.

Teofilo

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie a tutti (a Indoparma, Spring, Videre nec videri…), ma sono ipotesi.
Aspettiamo ancora pochi giorni (3 ottobre) e capiremo di più.

Anch'io stavo esaminando la biografia del padre Lisbert D'Souza.
Nato a Mumbai nel 1944, risiede attualmente a Roma, fa parte della Curia Generale dei gesuiti ed è Assistente Regionale per l'India e tutto il Sud Asia (provinciale di 3.800 gesuiti operanti in India, nello Sri Lanka e nel Nepal). 3.800 gesuiti su quasi 17.000 sono circa un quarto (1/4).
Non è però né vescovo, né cardinale.

https://richardrego.wordpress.com/2011/11/14/fr-lisbert-dsouza-sj-felicitate-at-sac-mangalore/

Ho sempre pensato all'India (forse mi sbaglio), perché non mi ha mai convinto la teoria che il "paese dei re" sia l'Italia, come riportato nello schema di Royaldevice.
http://www.royaldevice.com/lettere23.htm

L'India è dall'inizio il sogno dei gesuiti (come anche la Cina e l'estremo Oriente, ma l'India di più).
Questo, fin dai tempi del fondatore Ignazio, che spinse Francesco Saverio a partire missionario per le Indie.
Francesco Saverio partì da Lisbona nel marzo 1541 per le Indie e, dopo un anno di viaggio, arrivò a Goa, in India. Fu un pioniere della diffusione del cristianesimo in Asia. Evangelizzò l'India, Taiwan, la Malesia, altre isole, fino al Giappone. Voleva andare anche in Cina, ma, ammalatosi durante il viaggio, morì nel 1552. Il suo corpo fu riportato a Goa, dove si trova attualmente nella chiesa del Bom Jesus (appunto in India).

Negli ultimi 400 anni i gesuiti hanno costruito la più grande rete mondiale di scuole e università.
Queste scuole di primo piano e università, hanno prodotto molti alunni ben noti, diventati poi grandi scienziati, politici e finanzieri del mondo, ecc..
Se si guarda per curiosità la lista delle università fondate dai gesuiti nelle varie nazioni, si vedrà che in Italia sono solo 3 (i tre famosi Istituti pontifici), in Spagna (patria del fondatore) 9, negli USA 30,… mentre in India sono più di 50! Più che in ogni alta Nazione.

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Jesuit_institutions

Non c'è niente da fare: l'India è il sogno dei gesuiti.
E nonostante tutti gli sforzi culturali e religiosi, l'India sembra inespugnabile: resta una terra di idolatrie.

In 7 stati indiani sono state approvate, dal partito nazionalista indù, norme che puniscono la conversione dall'induismo verso le altre religioni (legge anti-conversione), nonostante la Costituzione indiana garantisca la libertà di fede. Lì i cristiani sono perseguitati e uccisi. Tali stati sono:
Orissa (è stato il primo a proibire la conversione per legge, nel 1967)
Madhya Pradesh
Arunachal Pradesh
Gujarat
Rajasthan
Chhattisgarh
Himachal Pradesh.

Nel Rajasthan, il decreto (del 2006) permette alle autorità "l'uso di ogni mezzo per impedire le conversioni" e prevede una pena che va dai due ai cinque anni di reclusione per i colpevoli.

http://www.cardinalrating.com/cardinal_114__article_3695.htm
http://www.asianews.it/notizie-it/India,-il-Rajasthan-approva-la-legge-anti-conversione-5743.html
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/202041

Ma, ripeto, sono solo ipotesi. Potrebbe anche essere eletto padre Federico Lombardi (dimissionato ad hoc, ut promoveatur?), visto che è uno dei 4 Assistenti "ad providentiam".
http://www.sjweb.info/curiafrgen/curia_gencouns.cfm

dott. G.I.

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sarebbe il primo italiano dal XIX secolo ad oggi.
Più ci penso e più mi sembra possibile che la truppa che verrà guidata dall'uccello del paese dei re siano i gesuiti. Attendono il loro "generale" come viene chiamato chi guida la congregazione.
Uccello o meglio passero potrebbe non indicare per forza di cose un cardinale o vescovo, ma semplicemente un religioso anche se non trovo ancora il collegamento. Infatti il generale dei gesuiti non mi sembra sia mai stato eletto fra i vescovi, figuriamoci i cardinali.
E dubito che lo si possa elevare a tali cariche dopo che è stato eletto.
Comunque ci vorrà almeno una settimana prima che lo eleggano.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

A proposito della situazione internazionale http://www.pandoratv.it/?p=11096 Dire escalation e' dire poco. Tra l'altro alle elezioni per la Duma ha votato il 47% degli aventi diritto,a fronte del 60% del 2011 I comunisti sono il secondo partito, con il 15% e un 3% e' stato loro rubato da una lista civetta.Il primo partito,Russia unita,ha preso una maggioranza nettain virtu' del sistema elettorale e della posizine di forza come partito di governo che ha approfittato delle leve burocraticha.Putin,che ha veramente un consenso molto alto tra la gente, ha preso recentemente un po' di distanze da Russia Unita,partito che non ha presso la popolazione quel favore che i risultati direbbero.Putin e' il classico punto di equilibrio,se cade Putin la Russia inciampa.Il premio Nobel a Obama, oltreche' una pulcinellata premeditata, e' stato ed e' una bestemmia.,a meno che non sia solo un burattino. Jhon Kerry, come Hitler, per dire uno piuttosto noto, continua a fare finta di fare accordi e di essere poi tradito dal Pentagono, ma basta guardarlo per capire che porcheria di persona e'. Stanno portando la Russia verso la guerra, come fecero con l'Europa negli anni'30. Sono gli stessi,nei loro epigoni.Spero che le visioni profetiche su Damasco non siano tali.Invoco il castigo di Dio sui responsabili in Israele ,Usa,Australia, Danimarca e su tutti gli altricomplici e tirapiedi criminali e vigliacchissimi. Un degrado simile e cosi' diffuso e' insopportabile.una simile irresponsabilita' verso il mondo e'infernale.Leggetevi se volete gli ultimi post di Blondet,che da' notizie interessanti.

indopama
indopama
7 anni fa

http://www.rischiocalcolato.it/2016/09/deutsche-bank-tocca-airbus-tranquilli-non-ce-guerra-commerciale-fra-usa-europa.html

continua lo scontro commerciale usa-europa, ad un certo punto gli usa potrebbero anche ridurre notevolmente la protezione militare all'europa quindi poi la russia…

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  indopama

Ma esiste qualche cosa in cui non dici sciocchezze?Ormai ne dubito.Sei un adolescente.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  indopama

1) Che l'Europa dipenda e debba dipendere nella sua sicurezza verso la Russia o altri Paesi dalla "protezione americana"quando l'Europa ha un deterrente militare sufficiente e quanto ad approvigionamenti di petrolio e gas dipende dalla Russia solo perche' vuole e le conviene,ma puo' diversificare in altre regioni dove storicamente ha relazioni politiche e commerciali." non e' scontato. 2)La Russia non aspetterebbe altro che poter aggredire l'Europa?Le profezie,in particolare Waldviertel dicono una cosa,ma non dicono perche' e come questa succedera'.Se la Russia invadera' l'Europa potra'ragionevolmente accadere o perche' si sentira' in pericolo e dovra' agire ,o perche' si saranno rotti gli equilbri attuali e ne saranno subentrati altri.Proprio per questo l'atteggiamento normale di un europeo sarebbe desiderare una politica estera europea sovrana,e non prona agl'interessi israelo.anglo-americani,che non coincidono coi suoi oggi e non coincidevano neanche nei secoli scorsi.La Russia ha materie prime , basso debito pubblico e privato, e non ha nessun motivo per aggredire gli altri Paesi.E' l'Occidente ,piuttosto,che spera e cerca di risolvere i suoi problemi a spese degli altri.Non saperlo e non riconoscerlo sfiora la disonesta' morale .

indopama
indopama
7 anni fa
Rispondi a  indopama

si, ho 48 anni, mi devo fare. 🙂

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  indopama

Tienili stretti,Sarri,allenatore del Napoli, ne ha 57 e ne dimostra molti di meno 😉

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Pierpaolo
Pierpaolo
7 anni fa

Non sono un apocalittico millenarista, e da cattolico e francescano professo, so bene che il millenarismo è peccato, non sempre veniale.
Eppure le parole dell'adolescente israeliano Natan ( come anche quelle, tanto per dire, di Gloria Polo) hanno risuonato dentro di me.

Non so come chiamare le sensazioni/emozioni che provo da un pò di tempo a questa parte, ma è come se una gigantesca ombra oscura e minacciosa si sia distesa su ogni cosa e circostanza e persona e fatto che capitano, nel piccolo come nel grande…..non so come altro dirlo.

Chissà, forse c'era anche prima e io non avevo occhi per vedere, può essere, o forse è solo un inganno, ma mi è impossibile far finta di nulla, far finta che non ci sia.

Ciò che da pochissimo mi conforta ( e che contrasta efficacemente le sensazioni/emozioni di cui sopra) è che, forse, sto imparando ad avere fiducia, oltre che Fede, nel Signore e nella Sua Mamma : Lui è il Creatore Onnipotente, Lui è Padre e Onnisciente, è Lui che si prende cura, certamente, di chi lo cerca con cuore puro e mani innocenti….e la Mamma ha sempre qualcosa da dare ai suoi piccoli, fosse anche solo un bel sorriso e un abbraccio materno.

Quindi…..resto saldo, e se vacilla qualcosa, faccio come San Pietro mentre affondava nelle acque del lago : "Signore, afferrami Tu !"

Terza guerra mondiale : mai stata così vicina

Paolo Porsia
Paolo Porsia
7 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

NON MI CITARE IL ROSEMBERG DI PUTLER SENNO' IMBRACCIO IL KALASHNIKOV (UKRAINO)!

Paolo Porsia
Paolo Porsia
7 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Intanto quei Santi dei RUSSI guarda cosa propongono alla Chiesa Cattolica Alla Plenaria di Chieti, il capo della delegazione ortodossa russa, il ‘ministro degli Esteri’ del Patriarcato di Mosca, il metropolita Hilarion, ha comunque avvertito che l’azione della Chiesa greco-cattolica in Ucraina è “inaccettabile dal punto di vista dell’etica cristiana”. Il dito è puntato direttamente contro l’arcivescovo maggiore di Kiev, Sviatoslav Shevchuk, le cui dichiarazioni anti-russe, secondo Mosca, “sono in contrasto con il nostro dialogo e seminano sfiducia tra ortodossi e cattolici”. “Dobbiamo essere consapevoli che all’interno delle nostre Chiese vi sono persone, che ostacolano il nostro cammino e dobbiamo ricordarcene quando pensiamo al futuro del nostro dialogo”. L’altro membro della delegazione ortodossa russa, l’archimandrita Ireneo, ha sottolineato che “sarà difficile andare avanti nel dialogo ortodosso-cattolico, se rimarrà irrisolta la questione delle conseguenze ecclesiologiche e canoniche dell’uniatismo”. “L’obiettivo del nostro dialogo non è quello di raggiungere un accordo su questioni che già ci vedono d’accordo, ma dobbiamo discutere anche i problemi che ci dividono. E il tema dell’uniatismo è un problema estremamente attuale, uno di quelli centrali nel secondo millennio”.
http://www.asianews.it/notizie-it/La-Commissione-mista-cattolico-ortodossa-raggiunge-l%E2%80%99accordo-su-sinodalit%C3%A0-e-primato-38649.html

Paolo Porsia
Paolo Porsia
7 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

…Come dire: "LASCIATELI PERDERE ( e FATECELI AMMAZZARE) sennò NIENTE "DIALOGO"

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Putin rappresenta un punto di equilbrio tra molte realta' russe, fra cui Il Patriarcato di Mosca e' solo una delle molte.L'equazione Putin=Patriarcato di Mosca non esiste.E' proprio stolta.,perche' se cade Putin si accendono tutti gli estremismi,e dall'estero ci lavorano in mezzo.Invece di fare la nostra parte, nel nostro interesse di europei,prendiamo ordini dai nostri finti alleati,e per la paura demonizziamo quelli con cui dovremmo costruire piu' sicurezza nell'interesse reciproco.Dotti medici e sapienti prosperano e manco si ricordano che sono esistite figure come p.es. Charles De Gaulle.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

concordo con te. i tempi di una catastrofe e dell'inizio di tutto sembrano ancora lontani, ma in qualunque momento la situazione potrebbe precipitare inesorabilmente e in poco tempo potremmo trovarci con eserciti islamici che vagano per l'italia o che in un momento di confusione dovuto a guerre e catastrofi prenda poter un governo mondiale/massonico che negherebbe in primis qualsiasi forma di rito cristiano.
sembra fantascienza ma forse no… sappiamo tutti che la massoneria lavora da decenni per arrivare a questo e il suo OBIETTIVO è solo uno: L'EUCARESTIA, cioè limitarla, renderla "fuori legge", abolirla se possibile.
da qui partirebbe tutto.

Unknown
Unknown
7 anni fa

Il millenarismo se non erro si basa sui mille anni di pace di cui parla l'apocalisse quindi non capisco perchè la Chiesa lo condanni. L'ombra si manifesta a mio parere sul volto sperduto di tanti sbandati che si aggirano come zombi il giorno e la notte nelle città desolate. Sono uomini senza terra e perciò senza famiglia e identità.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

il millenarismo non è un peccato, la Chiesa è cauta perchè potrebbe alimentare, come sta facendo, derive eretiche.

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

leggendo socci :

il primo pietro rinnegò gesu

l'ultimo rinnega la chiesa?

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

@Giona ti ha già cancellato un messaggio non fare il bambino.

"Siria, raid su Aleppo, Al Jazira: 90 morti, molti bambini. Nessun accordo su cessate il fuoco"
http://www.repubblica.it/esteri/2016/09/23/news/siria_non_c_e_accordo_su_cessate_il_fuoco-148346255/

Risulta anche a voi che la Turchia vuole inviare in Siria (entro qualche giorno) truppe di terra per 45000 unità? Se fanno questa mossa le cose potrebbero cambiare molto rapidamente (in peggio)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A quanto pare il peggio sembra essere successo con l'azzeramento dei servizi informativi delle potenze occidentali in loco. Pare che la Russia abbia sparato solo 3 missili da una nave militare centrando il bersaglio. Deve avere un ottimo servizio informazioni in Siria.

E l'America sembra andare verso il caos sociale. E l'EU non esiste più. Il 2017 sarà col botto!

Spring (Il Catastrofista)

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@ Spring … " Il Catastrofista "

…. Il tuo è Realismo, Caro Spring, solo un logico e sano Realismo ….

Videre Nec Videri

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Remox mi censura perché dico male di Bergogliaccio pagliaccio! Ma un giorno anche quella testa dura di Remox capirà che si tratta di un eretico massone e che il vero papa è Benedetto. Presto ci sarà lo scisma e si dovrà stare o col papa di Cristo o con l'antipapa alleato dell'anticristo! GIONA

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

(Ra)GIONA, anche in base alle ultime news del blog devi convenire che ci sono delle cose che non quadrano.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Russia e Siria sono Paesi alleati e con una storia di collaborazione alle spalle, come lo erano Russia e Serbia, per dire.La Nato attacco' la Serbia,senza nessun vero motivo che non fosse la sua politica imperialista,e la Russia non reagi'.Sarebbe come se la Cina attaccasse il Giappone e poi il Canada:ci sembrerebbe normale che gli Usa intervenissero, tra l'altro chiamati dai loro alleati. Se invece interviene la Russia in difesa di se' stessa in Siria(ricordiamo mi sembra, Caterina di Russia secondo cui la Russia cadra' quando cadra' la Siria)ecco che se ne sentono di tutti i colori come le piume delle galline.Sorgono occultisti, profeti,astrologi e geostrateghi,dotti medici e sapienti.E' gia' molto che la Russia non dichiari guerra agli Usa,aiSauditi, a Israele, e a mezzo mondo, e faccia finta di non sapere che viene fatta contro i suoi alleati una guerra per procura, e che l'obiettivo finale non e'solo l'Iran ma proprio la Russia.Poi, la Cina.L'Occidente e compagnia hanno messo in atto una aggressione che si autoalimenta, per cui a nulla valgono i tentativi di dialogo quando gli accordi vengono disattesi sistematicamente, sfruttati solo per guadagnare tempo dopo le sconfitte sul campo e riorganizzarsi,sia in MO sia in Ucraina.Azioni criminali volte a rompere i patti vengono fatte e poi attribuite sistematicamente alla Russia e ai suoi alleati, e cosi' si rilancia continuamente l'aggressione e si alza il livello dello scontro, in modo da coprirsi davanti all'opinjone pubblica con le menzogne ma nello stesso tempo lanciare alla Russia,per destabilizzarla al suo interno o per indurla a un passo falso, il messaggio che si vuole la Guerra.L'Occidente e' il DISFATTISTA della pace. I polli siamo noi europei in particolare.Ma la Religione ci dice che ce lo meritiamo:pero' e' verissimo, un conto e' la Fede, altro e' la Fiducia:quest'ultima da' gioia a prescindere.

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Quinta epoca di Holzhauser significa molte cose,lo sappiamo.ma credo che pochi riflettano su una di queste molte cose:la diffusione del sistema della riserva frazionaria.Basta immedesimarsi nella situazione.P.es.due fattorie molto grandi,con molti territori vergini, e altre fattorie di la dal fiume Oceano.In citta' quelli che comprano i prodotti per distribuirli,sono gli stessi che prestano soldi che ricevono dai depositi della gente e fanno i prezzi dei prodotti.Ma non si accontentano di prestare complessivamente meta' di quanto ricevono in depositi… prestano complessivamente 10-20 volte piu' di quanto hanno.Come sia possibile prestare denaro che non si possiede, e' cosa che bisogna chiedere a Draghi.Io non so dirlo. Il capo di una delle due fattorie e' un tipo timorato di Dio,vuole lavorare ma anche pregare, passare tempo con moglie e figli,e crescere con lentezza,senza indebitarsi molto,usando i risparmi che via via fa negli anni.Uno tipo il negoziante del film " I fiori del Corano".L'altro si ricorda che prima di darsi ad allevamento e agricoltura era cacciatore.Non proprio il tipo che si accontenta di vivere giorno per giorno.Per lui raccolti buoni e raccolti magri,vanno ugualmente bene,e non teme d'indebitarsi molto.Indovinate perche'.Cosi' nel tempo fa incetta di aziende ,e puo' pagare lavoratori e molte guardie private,e anche farsi amici i giudici,e anche pagare gente che va in paese a dare le notizie che fanno comodo a lui,e pagare la Polizia.Ogni volta che ha una lite con un vicino confinante, e un motivo capita sempre, la vince sempre, con le buone e con le cattive.La democrazia?Bhe',la democrazia e' l'equilibrio dei poteri.infatti,negli Stati dove prospera questo tipo di imprenditore,c'e' democrazia perche' i privati non si fanno schiacciare dallo stato e dalle sue Leggi..anzi,nel tempo si mangiano gli Stati in nome della liberta' e dei diritti umani universali.Cosi',con liberta'e diritti,la democrazia non serve piu',e infatti industrie,media,politica ,polizia esercito,tutto finisce nelle mani della finanza…si quelli che prestavano i soldi e distribuivano i prodotti facendo il prezzo.Comunismo? Macche'! Solo un eunuco potrebbe chiamarlo comunismo.Sistema corrotto, si',guerrafondaio anche.Si sa che un'azienda e' destinata a crescere o a morire,o a essere acquisita.ma non e' colpa del sistema,perche' corruzione e sopraffazione violenta e fraudolenta sono nella natura umana.Pero' vuoi metter la nobile arte della caccia in confronto al vile lavoro di agricoltore e allevatore,che sei non sei un po' poeta e un po' religioso,dopo un po'ti fa proprio schifo. Vuoi mettere la fierezza e le emozioni della caccia e della guerra.Roba da gente superiore.Che puoi perfino farti degli schiavi. Quindi altroche comunismo…Nazismo,semmai.Pagano,reazionario e schiavista:che poi, a forza di crescere non si puo' sempre stare li' a pagare tutti. Tanto facciamo come vogliamo. lLo Stato (e la democrazia ) siamo noi. La gente poi ha paura di tutto,ormai ama l'ordine e una ciotola su cui mangiare come cani.Aldino Huxley era una mammoletta, era la pecora nera della Famiglia,cioe' lo scemo.Se lo sognano un trattamento cosi'.Anzi…non vi dico piu' per non rovinarvi la sopresa…Schiavi!

Pierpaolo
Pierpaolo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Vincenzo ha scritto : "Anzi…non vi dico piu' per non rovinarvi la sopresa…Schiavi !"

😀 😀 😀

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Pierpaolo lo hai letto tutto…, come hai fatto a leggerlo fino alla fine

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Niente di nuovo sotto il sole…ma certo che se l'uomo voleva diventare prigioniero di un sistema che rende strutturale il peccato che e' in lui,corruzione,violenza,sopraffazioen,e ribellione alla volnta' di Dio,e pagarne le conseguenze al meglio,allora non c'era di meglio.Roba che sembra inventata dal demonio in persona.Ma non ditelo a quelli che sognano l'America e l'Europa… laciateli dormire convinti che siamo sempre e comunque i migliori ,perche' abbiamo la democrazia,e l'abbiamo inventata….No,non quella dei referendum…visto come sono finiti i greci….noi facciamo le cose in grande.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Sul sito "La luce di Maria" viene riportato un articolo secondo loro "shock" nel quale San Giovanni Bosco afferma che dopo la venuta di Cristo gli ebrei non possono salvarsi se non credono in lui.
Se si aggiornassero un pochino su queste cose. Leggano la "Nostra Aetate" nella quale si afferma che nonostante il loro rifiuto gli ebrei NON SONO STATI RIGETTATI DA DIO

Vincenzo
Vincenzo
7 anni fa

Non sono stati rigettati da Dio perche' Dio aspetta che credano in Cristo,sia prima del giudizio particolare,sia, infine,prima del Giudizio Universale.Non certo perche possano salvarsi credendo a un Messia del tipo di quello che aspettano con tutto cio' checomporta un Messia come quello che aspettano:e questo non vale solo per gli ebrei, ma per chiunque.O Cristo o Barabba.Uno solo dei due e' il vero Figlio di Dio:l'altro si salva se con l'aiuto dello Spirito riconosce il primo e ne fa testimonianza,se ha il tempo di farla.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

WOWWWWW l'ultimo messaggio di Carbonia …

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

non sa più cosa scrivere, potrebbe fare compagnia alla signora Misti

state attenti a quello che leggete

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Remox, vorrei chiederti se per caso sei al lavoro per questo:

2.551 – 20.07.2005

Prima che il figlio maggiore giunga a destinazione, il Messico vivrà momenti di grande afflizione

2.564 – 20.08.2005

Messico: il momento di dolore per molti si avvicina.

20/09/2016

In Messico due sacerdoti cattolici sono stati sequestrati e uccisi a Poza Rica, nello Stato orientale messicano di Veracruz. Un gruppo di uomini armati ha fatto irruzione nella chiesa di Nuestra Señora de Fatima.

26/09/2016

Padre José Alfredo Lopez Guillen, che era scomparso lunedì dalla sua canonica a Janamuato, nello stato di Michoacan, è stato trovato sabato notte in un terreno. Aveva ferite da arma da fuoco ed era morto da 120 ore, ha precisato il procuratore dello stato.

Il "Frente Nacional por la Familia", che raggruppa confessioni religiose diverse e anche realtà non religiose, ha organizzato sabato scorso, la "Marcia per la Famiglia", che si è svolta in 125 città del Paese e ha riunito più di un milione e mezzo di persone, secondo dati raccolti dall'agenzia Fides. La marcia era stata convocata dopo che il Presidente Enrique Peña Nieto aveva deciso di sostenere una proposta di legge sui "matrimonios igualitarios", e dopo le prime reazioni di protesta dei movimenti cattolici.

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

l figlio maggiore… si indignò, e non voleva entrare. Il padre allora uscì a pregarlo…
Gli rispose il padre: «Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo, ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato».

Non è riferito al Papa. Non è riferito ad altri. Questo è riferito al grande monarca che andrà in Messico, molto probabilmente è legato alla Madonna di Guadalupe.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Tijuana (Messico) chiederà aiuto e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno.

(Terrore e violenza sul MessicoA Tijuana 49 morti in una settimana, l'orrore che si sta abbattendo sul Paese di Calderòn sembra non vedere un termine: ieri altri dieci cadaveri alla frontiera con gli Usa, alcuni addirittura decapitati)

il Messico che tristemente vanta oltre 100mila morti in 6-7 anni, 250 fosse comuni piene di cadaveri ritrovate solo negli ultimi 2 anni e circa 27mila desaparecidos dall’inizio della guerra ai cartelli del narcotraffico, lanciata dall’ex presidente Felipe Calderón nel dicembre 2006. La mattanza dei ragazzi di Iguala comunque è particolarmente importante perché non è un semplice esempio della violenza crudele e spietata di questi anni di narcoguerra messicana, ma è la più grande strage di studenti mai commessa dopo il massacro di Tlatelolco del 2 ottobre 1968, quando l’esercito uccise oltre 300 manifestanti de movimento studentesco a Città del Messico.

Ecco il tempo dei dolori per l’umanità. Saltillo (Messico)

Saltillo Messico: ritrovati cadaveri mummie impiccati

Messico, cadaveri come mummie impiccati nella notte: orrore in città

Alla guerra tra i narcos si aggiunge un nuovo macabro capitolo: i corpi di cinque persone sono stati ritrovati a Saltillo, cittadina a 90 chilometri da Monterrey, nel nord est del paese.

Jalisco berrà il calice amaro del dolore e da ogni lato si udranno grida

Jalisco ela strage degli innocenti.
i narcos rapiscono degli innocenti con l'unico scopo di ucciderli e mutilarli. Vittime che vengono poi abbandonate lungo una strada come ammonimento alle bande rivali e alla polizia. Si tratta di persone scelte a caso.

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

questo lo donoscete….

La morte passerà per Guerrero e il dolore sarà grande per i miei poveri figli.

Uccisi e bruciati dai narcos mentre erano ancora in vita e poi gettati in una discarica. Ma il loro riconoscimento sarà complicato, perché i sicari ne hanno spezzettato le ossa, per fare sparire ogni traccia della strage. Sono queste le conclusioni delle indagini della procura di Iguala, nello stato di Guerrero (sud del Messico), sul caso dei 43 studenti “desaparecidos” scomparsi lo scorso 26 settembre.

Michoacán berrà il calice amaro del dolore e i miei poveri figli porteranno una croce pesante

Uno scontro violento fra agenti della polizia federale e gruppi armati criminali nei pressi di Tanhuato, a nord dello Stato di Michoacan, ha causato la morte di almeno 42 narcos e 1 agente, secondo il "bilancio preliminare" reso noto dal governatore, Salvador Jara. "La situazione è molto confusa", ha detto il sindaco della città. "Sembra fosse in corso un'operazione di sicurezza, quando sono arrivati gli agenti li hanno accolti sparando".

Quelli che stanno a Toluca chiederanno aiuto. Sono vostra Madre Addolorata e soffro per le vostre sofferenze.

In questo caso, si registra un insolito e violento tornado che ha devastatato l'intera regione con morti e danni per 13 milioni di dollari…

jacques

Remox
Remox
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per la verità non mi sono mai dedicato al Messico. Direi che quanto scrivi è senz'altro attinente agli avvertimenti della Madonna.
La guerra dei narcos è una vera piaga.
Per lo stato di Guerriero non escludo possa trattarsi di un terremoto considerato che è zona sismica.
Per il figlio maggiore non credo si tratti del Grande Monarca, mi fa pensare più al ritorno di Israele al Messia vero.

Anonimo
Anonimo
7 anni fa
Rispondi a  Anonimo

la situazione dell'America latina e quella centrale è preoccupante, la prossima amministrazione americana determinerà le sorti del continente,
ma in alcuni stati il caos è già alle porte. La bomba venezuelana è imminente e potrebbe avere conseguenze sulle nazioni vicine altrettanto in crisi, la prima tessera a cadere del domino mondiale ?

jacques

Anonimo
Anonimo
7 anni fa

Anche Taiwan non se la sta passando bene: Megi mi sembra sia il 3° tifone in 2 settimane, solo che sta volta ha preso in pieno l'isola e lasciato qualche milione di persone senza corrente

Meranti aveva già ucciso 28 persone.

Wystawa Sztuki Warszawa

Your post was not just informative, but also a joy to read. Your writing style is exceptional.

Share This