NOSTRADAMUS E IL COSMO

scritto da Remox
29 · Ott · 2014

NOSTRADAMUS E IL COSMO

Facendo seguito ai
commenti al precedente articolo, prendo spunto per offrire uno spaccato sull’interesse
di Nostradamus astrologo per il cosmo e le scoperte del nostro tempo.

Un intero capitolo, il
XIV del ‘900, è dedicato alle missioni spaziali e alla corsa verso lo spazio
fra USA e URSS, intervallato dai soliti richiami agli eventi politici umani
come ad esempio l’assassinio di Kennedy, il Vietnam, l’impeachment di Nixon. Ma
a dominare la scena sono loro, gli astri. Per chi amava sondare le stelle, i
pianeti deve essere stato un piacere immenso poter “seguire” da vicino quel che
altri studiosi del suo tempo non avrebbero mai potuto vedere.

D’altronde come
testimoniano altri suoi scritti, il veggente di Salon, ancor prima di Galileo,
era un convinto assertore del metodo scientifico, della sperimentazione e del
fatto che si poteva scrivere solo di ciò che si conosceva non tanto per averlo
studiato, quanto per averlo provato mediante l’esperienza diretta. I
riferimenti erano all’arte medica, ma potevano ben prestarsi ad ogni altro
campo.

Nel precedente
articolo ci siamo interrogati nuovamente sul significato della quartina 334 del
Ramo XXIII per cercare di capire se il periodo delle eclissi di Sole di questo
biennio, importante per la contemporanea presenza di quattro eclissi totali di
Luna, fosse quello giusto per inquadrare il tempo di avveramento dei versi profetici.
Quattro sono le eclissi e quattro sono le quartine del Ramo che apertamente
parlano di questi fenomeni. Sembra quasi che ad ogni eclisse corrisponda un
evento, quasi a segnare un percorso di avvicinamento verso qualcosa.

La santificazione dei
papi e l’inizio del conflitto in Ucraina per la 137, generiche “operazioni
chirurgiche” per la 184 mentre le ultime due, la 334 e la 305, parlano di un “gran
costo” in corrispondenza delle eclissi.

La 305 sembra
collegare gli eventi ai mesi di Marzo e Aprile e abbiamo già detto che nel 2015
in quei mesi avremo un’eclisse totale di Sole e un’eclisse totale di Luna. La
334 parla di un “monstre” che sarà visto in corrispondenza dell’oscuramento del
Sole e di un’interpretazione sbagliata, poiché l’evento nessun l’avrà previsto.

In effetti possiamo
parlare di strana coincidenza alla luce dell’incidente avvenuto in USA presso
la base in Virginia dove un razzo “antares” è esploso sei secondi dopo il
decollo distruggendo l’area circostante nonché il carico destinato alla
stazione spaziale internazionale. La circostanza si è rivelata inattesa per gli
esperti visto che i precedenti lanci erano andati bene e così le prove di
questo stesso lancio. Il costo economico dell’incidente andrà valutato, ma il
contratto di 1,9 miliardi di dollari prevedeva 8 lanci di questo tipo. Il
titolo dell’azienda che si è aggiudicata il contratto, la Orbital Science, è
crollato in Borsa.

Nello spazio di pochi
giorni si è quindi avuta, visibile in America, l’eclisse di Sole, la “macchia
gigante” visibile in pieno giorno (con i dovuti accorgimenti) e il costoso e
imprevisto incidente, sempre in America.

Ovviamente converrà
attendere i prossimi mesi e lo sviluppo del Ramo per capire bene se l’evento
preconizzato, tipico segnatempo, sia questo o un altro. Ma l’impressione è che
la probabilità che sia così è piuttosto alta. La prendo ovviamente con la
dovuta cautela poiché in questo caso il terzo verso, dedicato alle diverse
interpretazioni della quartina, farebbe riferimento addirittura a questa
pubblicazione. Non risulta infatti che altri siti stiano trattando l’argomento
in tempo reale. Il Duca dei Tempi ha cominciato a parlarne da più di un anno poiché
la quartina è di quelle che destano molta curiosità (oltre ad essere fissata
cronologicamente nel nostro tempo). Trattandosi poi di una pubblicazione online
colpisce il fatto che tali coincidenze si siano verificate proprio mentre ci si
interrogava sul significato dei versi.

Nel frattempo volevo
pubblicare un altro terzetto di quartine molto interessanti proprio a rimarcare
l’interesse di Nostradamus per il tema del cosmo.

Due del Ramo XIV e una
del Ramo XXII dedicata alla tragedia del Challenger.

Dal Ramo XIV del ‘900 “L’Uomo nello
Spazio e i Misteri del Cielo”

258

Sans pied ne main
dend ayguë & forte,

Par glob au fort de port & lainé nay:

Pres du portail desloyal transporte­,

Silene luit, petit grand ­emmené.

258

Senza piedi e mani, dal
dente aguzzo e forte,

Dal porto del forte nato
lanuto al globo:

Preso dal portale trasporto
sleale,

Piccolo Lunik rilucente,
gran viaggio ha compiuto.

Nel capitolo il veggente
affronta in vario modo, giocando con i termini e con gli dei pagani dai nomi di
pianeti, l’argomento della nuova esplorazione. Egli compirà un gustoso
parallelo nella quartina 169 fra la scoperta dell’America ad opera di Colombo e
i voli nello spazio dove Columbus sarà il nome della prima navicella spaziale.
Ma questa esplorazione sarà anche tema di confronto fra le due grandi potenze
nucleari del tempo e la sfida non è sfuggita al dottore.

Al primo verso della 258 una
descrizione dei missili che verranno costruiti per esplorare lo spazio, un
corpo lungo senza mani e piedi e appuntito, con dente aguzzo e forte. Al secondo
verso il primo esploratore, l’orso lanuto russo. Negli ultimi due versi vediamo
che dal porto o portale spaziale sovietico partiranno le prime missioni come
quelle dei piccoli Lunik dedicati alla Luna, Selene. Missioni viste in cagnesco
dall’America, anticipata per tempo.

289

Vn iour seront
demis les deux grands maistres,

Leur grand pouuoir se verra augmenté:

La terre neuue sera en ses hauts estres,

Au sanguinaire le nombre racompté.

289

Un giorno saranno i due
grandi signori dismessi,

(Ma ora) lor grande potenza
verrà ad aumentare:

La nuova terra sarà in sì
altezze,

Al guerrafondaio il numero
raccontato.

Un giorno non ci saranno più
le due grandi potenze che si sono divise il mondo, ma nel frattempo, negli anni
’60 e ’70, la competizione fra i giganti è ai suoi massimi livelli. Vengono
esplorate “nuove terre” poste molto in alto… e in una di queste storiche
missioni, quella americana sulla luna, verrà lasciata nel modulo Lem una targa
incisa e firmata dal guerrafondaio presidente americano Nixon, impegnato nella
guerra in Vietnam. La data è il 21 Luglio 1969 alle 21:17.

Dal Ramo XXII del ‘900 “Cronache
degli Anni ’80”

241

La grand estoille
par sept iours bruslera,

Nuee fera deux soleils apparoir:

Le gros mastin toute nuit hurlera,

Quand grand pontife changera de terroir.

241

La grande stella per sette giorni
brucerà,

Dalla nuvola due soli apparir:

Il grosso mastino tutta la notte
urlerà,

Quando un gran pontefice cambierà di
territorio.

Il 28 Gennaio del 1986,
in pieno giorno, esplode nei cieli della Florida lo shuttle Challenger. Una
catastrofe che coinvolgerà empaticamente tutta l’America e l’Europa. Moriranno
sette astronauti.

Il primo verso va
letto così: di giorno per i sette la grande stella brucerà. Le immagini dell’esplosione
mostrano un bagliore intenso, come una stella, a cui segue l’esplosione che
produce una nube di detriti. Poi dalla nube vengono immortalate due scie di
fumo luminose create da due grandi frammenti dello shuttle che bruciano.

 La verità sul  Challenger , 25 anni dopo

 space-shuttle-challengerjpg-ff9375e2f0d3b75c

A Marzo si sviluppa la
crisi libica. Il “grosso mastino” è il leader libico Gheddafi, incolpato per
gli attentati terroristici di Berlino e Atene. Il presidente Reagan, pontefice
massimo del nuovo impero, lo definirà
alla stampa “cane rabbioso”. Per punirlo sposterà la VI flotta nel Golfo di
Sirte da dove partirà l’attacco notturno verso la Libia. Gheddafi sfuggirà per
un pelo, ma perderà un figlio. Quella notte il “cane rabbioso” urlerà la sua
rabbia e dolore. Da notare come al solito che la parola “terroir” ben si adatta al tema poichè facilmente interpolabile in quel “terrorismo” che costituisce la piaga degli ultimi trent’anni.

Si tratterà del primo
bombardamento “chirurgico” moderno in Medioriente degli USA contro un leader
islamico, una prima volta a cui seguiranno tante altre missioni contro altre
nazioni, altri dittatori e regimi in una scia ininterrotta di violenza che
perdura fino ai giorni nostri. Ecco che nel Poema temporale fra i corsi e
ricorsi storici si dipana la matassa della storia e si creano i collegamenti
fra ciò che viviamo ora e ciò che ne ha dato origine.

Il tempo viene
annullato e trasformato nel “tempo permanente”.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
52 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Sono questi tempi in cui si scrutano le profezie. Trascrivo la traduzione di Prati su quella di San Francesco pubblicata ieri su un quotidiano cattolico:
Poco prima della sua morte, radunati i confratelli, li avvertì delle future tribolazioni dicendo: Andate avanti con coraggio e trovare conforto e sostegno nel Signore. Si affretteranno a venire incontro gravi tempi di tribolazione e di afflizione nei quali dilagheranno oscurità e pericoli sia materialmente che spiritualmente, la carità di molti si raffredderà, e sovrabbonderà l’iniquità dei malvagi. Sarà slegata più dell’ordinario la potenza dei demoni, sarà deturpata la purezza immacolata del nostro culto e di quello di altri, fino al punto che pochissimi fra i cristiani obbediranno al vero Sommo Pontefice e alla Chiesa romana: un tale, non eletto canonicamente, elevato al Papato nel momento della sua tribolazione, macchinerà di consegnare a molti la morte del suo delirio. Allora si moltiplicheranno gli scandali, la nostra Religione si dividerà, molti saranno da altri del tutto fiaccati tanto che non si opporranno ma si accorderanno con lo sviamento. Saranno le opinioni e gli scismi tanti e tanti nel popolo e nei religiosi e fra gli ecclesiastici che se non fossero abbreviati quei giorni secondo la parola del Vangelo indurrebbero in errore (se fosse possibile) anche gli eletti, se non che essi saranno guidati in così terribile tempesta dall’immensa misericordia di Dio. La nostra Regola e la nostra vita allora saranno da certuni violentissimamente attaccate. Piomberanno addosso tentazioni potenti. Coloro che allora resisteranno nella prova riceveranno la corona della vita. Guai invece a coloro che diventeranno tiepidi sentendosi sicuri nella sola speranza della religione, non resisteranno con costanza alle tentazioni permesse per provare gli eletti. Quelli che ferventi di carità con vero spirito e zelo per la verità staranno attaccati all’amor di Dio, subiranno persecuzioni e punizioni come fossero disobbedienti e scismatici. Infatti coloro che li perseguitano mossi da spiriti maligni diranno essere un grande omaggio a Dio annientare e togliere dalla terra uomini tanto nocivi. Allora tuttavia sarà il Signore sarà rifugio per gli afflitti e salverà coloro che spereranno in Lui. E per conformarsi al loro capo si comporteranno con fede e sceglieranno di obbedire a Dio piuttosto che agli uomini, e non volendo accordarsi con la falsità e la perfidia non temeranno in nessun modo la morte. La verità allora sarà da alcuni predicatori seppellita nel silenzio, da altri si negherà col disprezzo. La santità di vita sarà derisa da coloro che la professano e per questa ragione il Signore Gesù Cristo lascerà a loro non un degno pastore ma uno sterminatore.

Prima di cedere alla suggestione che questa profezia parli dei nostri tempi ci sono due punti abbastanza singolari: la non obbedienza dei molti a «vero sommo pontefice», e l’aggressione violenta contro l’ordine francescano…possibile che Nostradamus nelle sue cronache non ne faccia riferimento?grazie T.M.2

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sulla tribolazione della chiesa ne ho parlato abbondantemente lo scorso anno in vari articoli. Il tema è profondamente trattato negli ultimi capitoli specialmente nel quarto del 2000. Alcune quartine le ho pubblicate altre no la filosofia non è quella di fare troppe previsioni ma di accompagnare lo sviluppo della storia. Per la cronaca Francesco é regolarmente eletto e vero papa. Il "tale" della profezia é un antipapa.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

e se invece la quartina 241 si riferisce ai due papi (due soli)? visto il simbolismo fortemente solare della figura del pontefice ed il cambio di territorio, l'assoluta novità di un papa da un territorio completamente diverso, l'emisfero sud, un vero e proprio cambio di direzione? La figura del mastino (cane grosso che non si arrende) potrebbe certo appellarsi a Gheddafi, come agli USA o come ad un forte potere testardo che forse non è stato contento dell'elezione di papa Francesco.
C'è un sito (goroadachi.com) che da anni interpreta in questa maniera la quartina di Nostradamus (però non si occupa affatto di nostradamus, ma di sincronismi) e prima di tutti ha anticipato la figura dei due papi, informazione da tenere in conto. Guardate cosa scrisse nell'anno 2000 in riferimento alla 241:

This now can be interpreted to be referring to the next pope election. To see the connection, we need to first look at the process of the election. The most common way to elect a pope is by ballot. By lot, the cardinals choose from their group three who collect the ballots of the infirm, three who counts the votes and three reviewers of the results. Two votes are taken every morning and two every afternoon until a two-thirds plus one majority is obtained. The crowd in St. Peter's Square follow the bolloting by watching the smoke that comes from the chimney on the palace roof – the smoke is from burning all the ballots. If the necessary majority is not reached, the ballots are burned in a way that creates black smoke. When the majority is reached, the ballots are burned in a manner that creates white smoke to signal the election.
Now, the word Nostradamus used for "cloud" was 'nuee' which actually implies a big/black cloud rather than a nice/white cloud. Therefore a more fitting translation would be:

"Black cloud will make double sun appear"
Next, the "sun" appearing is symbolic of the successor to Pope John Paul II, because he is the 'pope of the solar eclipse' (JPII was born during a solar eclipse May 18, 1920; and he was given the name "De labore Solis" – 'of the labor/eclipse of the sun' – by St. Malachy […]. So, […] the 'sun appearing' would metaphorically refer to the pope who follows the 'eclipse pope', John Paul II.
But the line says there would be 'two' suns. When combined with the "black cloud" part (which means unsuccessful vote), it's not that difficult to derive the meaning of the whole line; it would refer to a situation of 'pope vs. antipope' (i.e. one elected or claiming to be pope in opposition to the pope canonically chosen). And the indications are that those two 'popes' will be the last popes. At least there are no more popes after them in Malachy's prophetic list of popes. Perhaps it could be viewed that the dissolution of the Church is to begin in the summer/fall of 1999 with the next election.

Cosa ne pensi

Lando

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Bufala 🙂

Remox
Remox
9 anni fa

Ciao Lando benvenuto. Le quartine prr loro struttura possono essere interpretate in molti modi per questo é necessario l'ordinamento per restringere il campo delle ipotesi. Il Ramo XXII é fissato per la seconda metà degli anni 80 inizio dello scontro con l'oriente islamico e caduta del comunismo più alcuni eventi importanti di cronaca. Per questo motivo non può essere interpretata con l'attuale pontificato. A cui tra l'altro è dedicato molto spazio nei Rami attuali.
Un saluto

Remox
Remox
9 anni fa

Sempre riguardo la 334.
Sembra che in questi giorni, subito dopo l'eclisse e l'esplosione del razzo, si stiano attivando pericolosi focolai. I problemi a Gerusalemme con tensioni molto forti fra Palestinesi e Israele, il riconoscimento della Palestina da parte della Svezia, le tensioni sui cieli europei, l'accusa della Siria alla Turchia di violazione del suolo nazionale. Se cosi fosse, si avvalorerebbe l'ipotesi "segnatempo" della quartina.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Una suggestione: il papa a fine novembre va in Turchia, a pochissima distanza da una delle aree più calde del mondo. Intanto, in Turchia cresce a dismisura il consenso per l'Islam più integralista, ed addirittura ad Istanbul esiste un negozio che vende magliette, cappellini e gadget dell'Isis. Obiettivo dichiarato degli integralisti è quello di uccidere il Papa. Aggiungiamo che "la morte si avvicina al nero più che al bianco", laddove la "pietra nera" è Papa Francesco. Dobbiamo prepararci a qualche fatto terribile? PMF

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

I problemi con l' islam sono certi. I pericoli anche…tuttavia secondo me è ancora presto. A breve pubblicherò aggiornamenti su Anguera su chiesa e islam

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Ormai sono sempre di più i fedeli cattolici, ma anche i vescovi, cardinali e i teologi, che si rendono conto che il "papa" intende a poco a poco stravolgere la dottrina cristiana rendendo tutto lecito ed abolendo i peccati.Non a caso le associazioni sodomite plaudono al "loro" papa Bergoglio! Presto quest'uomo cercherà di unificare tutte le chiese in un'unica chiesa mondiale, come vuole massoneria universale che si propone di giungere entro al 2020 ad un'unico governo del mondo. Poi Bergoglio (falso profeta dell'Apocalisse) accoglierà l'anticristo in Vaticano con tutti gli onori. Per fortuna con la guerra mondiale ed i venienti flagelli (cataclismi vari) la massoneria sarà spazzata via da Dio entro il 2017 e poi inizierà il millennio di pace in cui la chiesa cattolica sarà l'unica riconosciuta nel mondo.
PERCUTO SECURI

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Ci sono notizie sulla tomba di Pietro,che non hanno colto di sorpresa questo sito,dove tratta della scoperta archeologica relativa.Sto continuando la lettura dei post del 2013 e relativi commenti.Devo dire che l¿interpretazione prevalente sul regno dei mille anni, e' che la prima resurrezione riguarda l'anima dei Beati, che regnano con Cristo in Cielo nella Chiesa Gloriosa.Il culmine di questi 1000 anni simbolici, e' il Trionfo di Cristo sulla terra, da parte della Chiesa militante.Poi viene il Grande Monarca di cui ci sono profezie fin dal primo millennio dopo Cristo,e infine l'Apostasia, l'Anticristo-Satana e il Giudizio Universale, dove risorgono con con il corpo i Beati, Seconda Resurrezione, e pure i dannati, anime morte mai resuscitate alla Vita.Non ci sono 1000 anni dopo l'Anticristo,ma solo un tempo di pace prima dell'Anticristo.Cioe' l'Apocalisse e' un testo simbolico, che tratta di Realta' invisibili e delle conseguenze che queste determinano sulla Storia,intrecciandole.tra loro.Il Regno dei 1000 anni sarebbe quindi l'aziione di Grazia che la Chiesa Gloriosa svolge in favore di quella militante.Puo' essere, ma e' solo una mia idea, che il tempo di Pace post castigo, serva a reintegrare ilnumero di anime perdute,e' il castigo serva a salvarne molte che altrimenti si perderebbero definitivamente.Come fu sostituito Giuda.Senza togliere libero arbitrio e possibilita' di salvezza ai seguaci dell'Anticristo(infatti si converte Israele e si riuniscono le 12 Tribu'allargate al mondo intero).Anch'io ho criticato Bergoglio, specie per quanto ci raccontano sulle procedure,che sembrano a volte quelle della politica di partito,pero' ,se davvero abbiamo pochi anni dal castigo,credo che ,sia pure senza nessun cambio di Dottrina, debbano essere i forti a fare un gesto di conciliazione coi deboli, che piu' facilmente possono irrigidirsi nella disperazione del peccato, che li condiziona profondamente , nonostante le apparenze superficiali.Il discorso conclusivo del Sinodo da parte del Papa mi e' piaciuto molto.,equilibrato e senza errori. Se uno ci pensa, davanti al rischio delle anime, che serve indurirsi, Cristo non solo accoglie ma va a cercare la pecorella smarrita. Senza per questo tradire l'Insegnamento.Aveva senso irrigidirsi in altri tempi, ma oggi , con pochi anni davanti forse ,meglio ricordare quanto diceva Santa Caterina, di non chiedere al malato piu' di quanto possa dare. Dottrina ,cuore e realismo vanno meravigliosamente insieme, quando siamo un poco dentro la preghiera del cuore, che e' quella desiderata dalla Vergine.La Chiesa e' guidata da Cristo.Nessun arbitrio da parte del Papa dev'esserci,ma solo una Grazia Speciale data da Cristo che unisce Dottrina e Pastorale e tiene uniti gli uomini di buona volonta'.Senza battaglie tardive e di retroguardia.Che poi, se un cristiano fosse pienamente tale, con tutta la sua pratica e devozione, gli verrebbe facile non dico di convertire i peccatori, ma almeno di non irrigidirli e metterli vieppiu' a rischio.Se lo fa, invece,ma non mi riferisco al commento piu' sopra, ma a certi tradizionalisti, significa che , che si crede ricco, e invece e' cieco, povero, nudo e miserabile.(Lettera alla Chiesa di Laodicea.).Ci sono tradizionalisti coi piedi in 2 staffe,:quando fa loro comodo, ricordano che la Santa Sede non li ha delegittimati,salvo poi essi stessi delegittimare la Chiesa post conciliare.Ci sono tradizionalisti come un Parroco di Reggio Emilia, credo, che in omelia dicono che Bergoglio non e¿ Papa perche' non ha accettato, e non ha accettato perche' si chiama Vescovo . di Roma Ormai ha chiarito, ma,a parte l'assurdita' arbitraria del ragionamento, un tradizionalista che non conosce nemmeno il Catechismo Maggiore di San Pio X, mi fa schifo,altro che salvare anime.,pensa a se' stesso e alla sua ideologia, formatasi dall'esperienza individuale, o di gruppo, e non sul Catechismo e tantomeno sulla Grazia..

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Si trova sul web liberamente, un testo edito oltre un secolo e mezzo fa, editore Merlo, intitolato "Predizioni e segni straodinari di prossimi avvenimenti".Molto conosciamo, ma qualcosa c'e' di pu' e qualcosa di meno.Lo cito sulla questione modernisti-tradizionalisti,Capitolo 28, ultimo capoverso, e' MOLTO interessante e attualissimo, e pure sorprendente, quello che Gesu' dice alla Beata Anna Maria Taigi.(Nel frattempo Socci esce con una altro libro, un romanzo giallo. non so se tanto per schiarire le idee confuse dei fedeli,o per fare sinergia con quello su Francesco, o per farlo dimenticare.Fatto sta che alla cassa, cristianamente, un libro aiuta il fratello che ha sbagliato,e meno male che non si tratta di compagni che sbagliano di pannelliana memoria.Chi ne uscisse con le idee confuse, pianga se' stesso, e un'altra volta li spenda tutti in Messe di Suffragio.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Grazie Remox per le interpretazioni profonde che nulla concedono al sensazionalismo e che sono "condite" di sano spirito cattolico romano. Il Signore te ne renderà merito, R

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie "r" troppo buono.
Volevo segnalare lo strano caso che: dopo la esplosione del razzo in virginia abbiamo avuto quella del vettore spaziale della virgin.

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

bravo Remox e siccome il caso non esiste allora questo e' un segnalo ben chiaro, interpretarlo pero' non e' facile, tu hai qualche idea?

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@indopama

e se fossero solo coincidenze? Perchè cercare a tutti i costi significati reconditi?

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@indopama

ci sono altri come te. :-))
Guarda cosa ho appena letto qui a proposito della "interpretazione" dell'incidente del velivolo della Virgin:

Se guardate la foto della navetta spaziale virginia è un tridente, sono tre mini aerei in uno, sono entrambi virginia, ma non sembrano gli stessi, credo che il secondo è quello crollato.
Per il sito Goroadachi è un presagio del prossimo big one in California che da anni lui ne parla, infatti è crollato in California, in Cali, la dea Kali rappresentata con un tridente, diciamo la versione orientale di Poseidone, il Dio che crea i terremoti secondo la mitologia.

Capperi, la fantasia corre! Sì ma dove corre?

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Le coincidenze non esistono. Neanche i matrimoni tra comuni mortali avvengono perché il destino li ha fatti incontrare. Che poi questo non abbia o possa non avere un'origine trascendente siamo d'accordo 😉
Spring

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Nessun mistero indo è una curiosa sincronicità che mi è capitata nello studio di un messaggio di anguera di cui parlerò. Sulla coincidenza in se non mi esprimo poiché non saprei che dire…a parte il fatto che è singolare.

indopama
indopama
9 anni fa

il primo era un razzo ANTARES, scoppiato in Virgina.
il secondo era della VIRGIN COSMOS.

ANTARES
Verso la fine di aprile inizia ad apparire, verso l'orizzonte sud-est, una stella di un colore rosso vivo, luminosa, circondata verso nord da un archetto di stelle azzurre: la stella rossa è Antares e forma, con le stelle vicine, la testa dello Scorpione, una delle costellazioni che saranno poi dominanti nei cieli estivi.
Antares e'una variabile irregolare pulsante che oscilla fra le magnitudine 0,88 e 1,16; un buon metodo per individuare ad occhio nudo le sue fasi consiste nel compararne la luminosità con la stella Spiga, nella costellazione della Vergine.

VERGINE
Sono molte le leggende legate alla costellazione zodiacale della VERGINE e quindi molti i miti ad essa legati. Ha origini molto antiche. Secondo un mito rappresenta CERERE, dea romana delle messi che tiene in mano una spiga di grano. Nella cultura assiro-babilonese la VERGINE viene collegata alla dea ISHTAR, conosciuta anche come ASTART, dea della fertilità e della primavera, colei che scese negli inferi per cercare il suo amato TAMMUZ. Ma qui rimase imprigionato e in sua assenza la terra divenne arida. Gli dei, allora, la liberarono e al suo ritorno la terra tornò a rifiorire. Un ulteriore mito parla di PERSEFONE che fu rapita da ADES e portata negli inferi. La madre di lei, CERERE, per il dolore della perdita della figlia, distrugge i raccolti. Un altro mito di questa costellazione parla di ASTREA, dea della giustizia.

Remox, centra qualcosa con quello che stavi studiando?

indopama
indopama
9 anni fa

anche questo dai…. 🙂 che la navetta della Virgin assomiglia alla corpo dello scorpione con le sue due chele.

SCORPIONE
Lo SCORPIONE è una fra le più belle costellazioni estive. Il mito riferito allo SCORPIONE parla di questo animale che uccise il cacciatore ORIONE su ordine della dea GEA. Il cacciatore venne poi resuscitato da ESCULAPIO, leggendario guaritore che si supponeva fosse antenato di IPPOCRATE. In Egitto le stelle dello SCORPIONE, per molto tempo, furono considerate come un serpente e la stella più luminosa. ANTARES, cinquemila anni fa indicava la posizione del sole all’equinozio d’autunno. ANTARES deriva dal greco anti-Ares, il quanto il suo colore rosso rivaleggiava con ARES, ossia MARTE, il pianeta rosso.

Remox
Remox
9 anni fa

No 🙂 però i ripassi di mitologia sono sempre benvenuti. Grazie.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Remox

Le chele, perché no? E’ fantasia, ce la illustra Aristotele:
Da: http://www.chaosekosmos.it ISSN 1827-0468 2
Fantasia è nomen actionis relativo al verbo fantazomai. Il significato letterale è “apparenza”, “visione”, “immaginazione”, “immagine”. Tanto fantazomai quanto fantasia mostrano nell’uso la doppia valenza di visione reale o di elaborazione mentale realizzata o sulla base di una referenza specifica (visione in absentia) o come puro effetto di rappresentatività. Aristotele attribuisce alla fantasia una funzione decisiva per l’acquisizione della conoscenza intellettiva, lontana da ogni forma di innatismo e imprescindibile dal senso che fonda il concetto. In De Anima Aristotele distingue fantasia da sensazione e pensiero senza ritenere quella, però, realizzabile in mancanza di sensazione e la annovera tra le cinque facoltà che permettono la realizzazione del giudizio. Se dunque l’immaginazione è la funzione per la quale diciamo che si produce in noi l’immagine, essa è una facoltà tra le altre o uno stato che permette di giudicare. Tali sono anche la sensazione, l’opinione, l’intelletto, la scienza. Nel processo di definizione, Aristotele delinea la natura della fantasiadimostrandone la distinzione dagli altri quattro elementi del giudizio: la sensazione è potenza o atto, vista o visione, la fantasia può prodursi in assenza dell’una e dell’altra; la sensazione è sempre data, la fantasia non lo è; la fantasia non ha alcun legame necessario con la verità, condizione essenziale, invece, dell’attività sensoriale; la sua stessa fallacia presuntiva dimostra la distinzione tra fantasia e scienza, e tra fantasia e intelletto (428 a 18). L’opinione, che pure può essere vera o falsa, si distingue dalla fantasia perché si accompagna alla convinzione che gli animali non sono in grado di conseguire, perché la convinzione presuppone la persuasione e la persuasione presuppone la ragione che senza dubbio gli animali non possiedono, mentre invece è attribuita loro la facoltà rappresentativa.
Stabilito che, per evidenza empirica, la facoltà rappresentativa non è assimilabile a nessun altro degli elementi del giudizio, Aristotele passa ad affermare, prima di definirne positivamente la natura, che la  non è neppure l’effetto di una concomitanza dei fattori contigui, sensazione e opinione. Egli ritiene che la  non sia opinione accompagnata da sensazione, né opinione prodotta per mezzo della sensazione, e neppure un intreccio di opinione e sensazione. Aristotele considera che l’azione di immaginare consista nel dare figura a un’opinione su quanto sia avvertito tramite sensazione. La , dunque, è un movimento prodotto dalla sensazione in atto ed è per necessità simile alla sensazione medesima, qualità che sarebbe dimostrata dalla sua stessa etimologia. Aristotele ritiene, infatti, che la  abbia tratto il suo nome dalla sensazione per eccellenza, la vista, la quale ha facoltà di essere atto grazie alla luce, faos dal quale fainoapparire).
Gli uomini non hanno lo stesso grado di sensibilità e quindi di fantasia; io ad esempio più che due chele ci vedo due corna sopra una testa ed un tronco; indovina, indovinello: il cielo a chi avrà fatto le corna? (ho scritto fantasia, fantazomai, faos, faino il lettere italiche e non in greco: la formattazione del commento non le accetta). P.Riesz_

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Remox

@Riesz

Wow si vola alto sul blog del Remox. :-))

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Remox

La fantasia, secondo la definizione di Aristotele, è dunque il punto di partenza dell'interpretazione. Il problema è allineare la nostra fantasia a quella della fonte o dell'autore rimanendo fedeli allo spirito dello scritto o della profezia.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Remox

@LuigiZa. E’ una tua opinione o una semplice fantasia? Per la verità, la fantasia è l’ancella più infima nella formazione del giudizio, ma dobbiamo ad essa e alla sua fatica buona parte del progresso umano: non esisterebbe la miglior parte della letteratura; non esisterebbe l’impulso a fare nuove scoperte scientifiche e… non esisterebbero neppure le profezie. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Secondo me, Remox, la tua interpretazione inerente la quartina 241 è errata:

241
La grande stella per sette giorni brucerà,
Dalla nuvola due soli apparir:
Il grosso mastino tutta la notte urlerà,
Quando un gran pontefice cambierà di territorio.

Credo infatti che questa sia in realtà una delle quartine più importanti, esplicite e profetiche di Nostradamus, senza passare per simbolismi. Vediamo infatti cosa dice Anguera:

La grande stella per sette giorni brucerà: forse si tratta di una cometa? Vediamo:

3106 – 07/01/2009

Amati figli, aprite i vostri cuori ed accogliete con allegria i Miei appelli. Sono venuta dal cielo per condurvi al cielo. Siate docili. Non incrociate le braccia. Sforzatevi ed assumete il vostro vero ruolo di cristiani. L'umanità cammina verso una grande sofferenza. Dio vi chiama e vi aspetta a braccia aperte. State attenti. La grande luce sarà visibile nell'emisfero sud. Se gli uomini non si convertiranno, cadrà fuoco dal cielo e grande parte dell'umanità sarà distrutta. Ciò che vi ho annunciato in passato si realizzerà. Piegate le vostre ginocchia in orazione. Nel Signore è la vostra vittoria. Avanti. Affrettatevi e non rifiutate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo. Amen. Restate in pace.

3109 – 15/01/2009

Amati figli, l'umanità cammina verso un futuro di sangue. La creatura si è messa al posto del Creatore e i Miei poveri figli camminano come ciechi alla guida di altri ciechi. Io sono la vostra Madre e voglio aiutarvi. Ascoltatemi. Siete del Signore e cercatelo sempre, poichè Egli vi ama e vi aspetta con immenso amore di Padre. La grande cometa verrà e causerà grande distruzione. Ritornate in fretta. Desidero condurvi a Mio Figlio Gesù. Sappiate che questi sono i tempi più dolorosi per voi. Siate attenti. Ciò che dovete fare, non lasciatelo per il domani. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

3201 – 15/08/2009

Amati figli, pregate molto dinanzi alla croce per la conversione degli uomini. Cercate forze nell'Eucarestia, poichè solamente così sarete capaci di testimoniare le meraviglie del Signore. Non permettete che il demonio rubi la vostra pace. Voi siete solamente del Signore e solamente Lui dovete seguire e servire. Io sono la vostra Madre dolorosa. Voglio dirvi che avrete ancora grandi sofferenze. State camminando per un futuro di grandi privazioni. L'umanità sarà purificata nella sofferenza. Arriverà il giorno in cui gli uomini grideranno soccorso e desidereranno la morte. Un fuoco veloce e distruttore colpirà la terra. Da molto lontano stà venendo e gli uomini non potranno impedire la sua azione distruttrice. Soffro per quello che viene per voi. Continenti cesseranno di esistere e la terra non sarà più la stessa. Tutto sarà diverso. Ciò che oggi contemplate cesserà di esistere. Dopo tutto questo Dio farà sorgere una nuova terra per i Suoi eletti. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

(continua sotto)

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

(continua da sopra)

Dalla nuvola due soli apparir:

3199 – 11/08/2009

Amati figli, Io sono la vostra Madre e vengo dal cielo per chiamarvi alla conversione sincera. Non restate a braccia incrociate. Vivete nel tempo delle grandi confusioni spirituali ed è giunto il momento del vostro ritorno al Signore. Sappiate che Gesù aspetta molto da voi. Piegate le vostre ginocchia in orazione e tutto finirà bene per voi. L'umanità cammina per un grande abisso e i Miei poveri figli caricheranno pesante croce. Giorni difficili verranno per l'umanità. Ritornate in fretta. Il Signore vi ama e vi vuole. Non sentitevi soli. Nei momenti più dolorosi per voi, il Signore vi proteggerà e voi proverete la Sua vittoria. Un fenomeno straordinario avverrà in Europa. Gli uomini non avranno spiegazione. Quando gli uomini testimonieranno il sorgere della grande luce, sappiate che è prossima la grande battaglia finale. Gli uomini la chiameranno del secondo sole. Quello che vi ho annunciato in passato và a realizzarsi. Coraggio. Io chiederò al Mio Gesù per voi. Avanti senza timore. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

Il grosso mastino tutta la notte urlerà: forse si riferisce ad una delle tre bestie di Anguera, ovvero Leone, Drago, Orso. Io credo che si riferisca al Leone, cioè ad una nazione Islamica (o all'Islam in generale). Potreste giustamente domandarvi come sia possibile associare un leone ad un mastino. Beh, provate a cercare su internet qualche foto del Mastino Tibetano. Curioso, non trovate? Tornando al verso di Nostradamus, magari viene descritta l'insurrezione di un esercito islamico, che guarda caso porterà il Pontefice a lasciare la sua dimora?:

2722 – 19/08/2006

Amati figli, un grande esercito* partirà dalla Mecca e dove passerà lascerà un solco di distruzione e morte. La malvagità degli uomini sarà così grande sulla terra che il Signore anticiperà il giorno del Giudizio Finale**. Convertitevi e ritornate a Colui che è il vostro vero unico Salvatore. Pregate sempre. La forza della preghiera vi farà comprendere i disegni di Dio per le vostre vite. Avanti con coraggio. Il Signore vi aspetta. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi qui ancora una volta Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

2937 – 01/01/2008

Amati figli, cercate forze nella preghiera, nell’Eucarestia e nelle parole del Mio Gesù. Voi dovete affrontare grandi difficoltà. Siate coraggiosi. Non perdetevi d’animo. Chi stà con il signore vincerà sempre. Sappiate che la Terra de Santa Cruz sperimenterà grande distruzione. La croce sarà pesante per i Miei poveri figli. Piccole e grandi città cesseranno di esistere. Colui che si oppone a Cristo marcerà con il suo esercito e arriverà alla grande città. Il trono di Pietro tremerà. Soffro per quello che vi attende. In molti luoghi gli eretici occuperanno spazio privilegiato. Quando il Signore perderà il suo luogo di onore, il grande castigo verrà. Pochi resteranno fermi nella fede. Vi chiedo che viviate i Miei appelli. Io vi condurrò per cammini sicuri. Vi chiedo che facciate parte del Mio esercito vittorioso. Portate il rosario, E’ l’arma per il grande combattimento. Giammai sperimenteranno la sconfitta coloro che lo recitano con fervore. Avanti senza paura. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi qui ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

(continua sotto)

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

(continua da sopra)

3007 – 07/06/2008

Amati figli, continuate a pregare per la Chiesa del Mio Gesù. Arriverà per lei il momento della sua maggiore prova. Un esercito partirà furioso in direzione di Roma. Chiese saranno incendiate e molti luoghi sacri saranno distrutti. Ecco che arriveranno i tempi difficili per i fedeli. Non vi allontanate dalla verità. Tornate al Signore. Fuggite dal ed abbracciate la grazia santificante di Dio. L'umanità si è contaminata con il peccato ed ha bisogno di essere curata. Riconciliatevi con Dio e riempitevi del suo amore. L'amore cura, libera e santifica. Aprite i vostri cuori. Io ho bisogno di voi. Non rifiutate ciò che dovete fare non lasciatelo per domani. Coraggio. Io chiederò al Mio Gesù per voi. Avanti. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

3030 – 22/07/2008

Amati figli, il leone furioso attaccherà la Chiesa e causerà grandi sofferenze ai Miei poveri figli. Le teste si uniranno e pianificheranno il grande attacco. Soffro per quello che vi attende. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Cercate forze nell'Eucarestia e nelle parole di Mio Figlio Gesù. Pentitevi sinceramente e tornate al Signore. Egli vi ama e vi aspetta. Avanti. Questo è il messaggio che oggi ci trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

Gran Pontefice cambia territorio:

2501 – 26/03/2005

Amati figli, la terra della Regina sarà sorpresa e i suoi nemici faranno grande distruzione. Il Paese del Salvatore dovrà soffrire molto, ma quando sentirà la sconfitta, si difenderà con armi che diffonderanno fuoco nel cielo. L'umanità non trova la pace, perché gli uomini hanno preso le distanze dal Creatore. Intensificate le vostre preghiere e tornate a Colui che è il vostro unico grande amico. Il re lascerà la sua casa in fretta, ma dovrà passare sul sangue che scorre nel suo palazzo. Non bisogna scoraggiarsi. Non ritiro. Con Dio sarà vittorioso. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

2502 – 29/03/2005

Amati figli, gli amici del re si sono uniti contro di lui, ma Dio li punirà severamente per il loro tradimento e perché hanno aperto la porta per l'entrata degli assassini. La città dei sette colli crollerà. Verrà un giorno in cui un re lascerà la sua casa e dimorerà in un altro paese. Voglio dirvi che il Signore è afflitto dai peccati degli uomini. La terra è piena di male e gli uomini camminano verso la grande distruzione che hanno preparato con le proprie mani. Pentitevi. Io sono la vostra Madre e giammai vi lascerò soli. Aprite i vostri cuori, figli della Terra di Santa Cruz. Il Signore vi aspetta a braccia aperte. Ritornate finchè c'è tempo. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

Considerate che questi eventi descritti da Anguera sono tra l'altro fra loro compatibili in termini temporali, perché si verificherebbero entro un periodo di paio d'anni al massimo. Insomma, Anguera non finisce di stupirci. Cosa ne pensate?

ragnarok

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao Ragnarok,

capisco il tuo punto di vista e mi rendo conto che la quartina può essere ambigua. E' un discorso affrontato da sempre e molte volte anche nel blog. Il problema è che si continua a prendere le quartine una per una mentre invece vanno lette insieme per gruppi perchè si completano l'una con l'altra. Questi gruppi sono i capitoli o rami, ovvero il risultato dell'ordinamento cronologico scoperto dal Ramotti.
Ora le quartine in se hanno la caratteristica di adattarsi a più fatti e più interpretazioni, per questo motivo solo ordinandole nei rispettivi rami di competenza possono assumere un significato più preciso. Il veggente, che aveva visto nel suo tempo lo svolgersi dei principali eventi dei successivi 5 secoli, ha volutamente confuso le acque per celare il vero significato delle sue profezie fino al tempo dovuto, prossimo alla conclusione del ciclo profetico. E così si scopre che nella seconda parte del '900 si trovano quartine che descrivono fatti di cronaca, alcuni dei quali apparentemente poco importanti, ma che in realtà sono fondamentali per il traduttore che doveva capire in quale punto all'intero dell'opera si era arrivati e lo poteva fare solo testimoniando "il passaggio dell'onda" nel tempo reale. La 241 è uno di questi esempi che prende spunto da un episodio che al tempo sconvolse l'opinione pubblica e lo lega al primo intervento americano in medioriente contro uno degli esponenti di quel terrorismo che ai giorni nostri è uno dei principali problemi.
Le profezie di Anguera da te citate riguardano probabilmente il castigo di quest'epoca, che corrisponde nell'opera nostradamica alla fine dell'opera. Un castigo che Nostradamus descrive, ma senza approfondire più di tanto. Forse sapeva che altri veggenti ne avrebbero parlato abbondantemente? O forse come il "solitario di Orval" la mente si appanna e gli è impedita la visione "dell'ira di Dio?". O forse più semplicemente non è un tema considerato così centrale perchè il passaggio di fondo è quello da una generazione perennemente in guerra a quella di una generazione in pace sotto l'erede di quell'Enrico II di Francia a cui "falsamente" è dedicata la sua Apocalisse.
Tornando alla 241 ti assicuro che, per i testimoni di quei fatti avvenuti nei primi 3 mesi dell'86, l'eco degli eventi era sufficiente a notare le correlazioni e le coincidenze con la quartina. Tra le altre cose se hai seguito i servizi sull'esplosione dell'antares e della navicella Virgin avrai visto che le immagini proposte erano quelle del challenger.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«La malvagità degli uomini sarà così grande sulla terra che il Signore anticiperà il giorno del Giudizio Finale**»

Con "terra" suppongo si riferisca al pianeta Terra. Se ha specificato potrebbe essere un implicito riferimento all'esistenza di altre forme di intelligenze dotate di libero arbitrio. Quindi sottoposte a prova di fedeltà etc etc.
Spring

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

…. il Signore anticiperà il giorno del Giudizio Finale**»

E se invece di Giudizio parlassimo di Transizione di fase che implica sì una separazione e quindi per certi versi un giudizio che però non é certo divino.
Transizione che é naturalmente preceduta da fenomeni precursori che non sono l'Avvertimento da parte di qualche entità, ma solo i segnali di qualcosa che sta per succedere.

Il Nostradamus é molto più razionale su queste cose.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Giudizio Finale vuol dire Giudizio Finale non transizione. Il giorno in cui tutta la razza umana comparirà davanti all'Onnipotente per il giudizio conclusivo. Sostanzialmente il giorno della resurrezione dai morti quando tutti riacquisteranno un corpo di carne e ossa, da Adamo fino all'ultimo uomo vissuto sulla Terra.

Notradamus non è razionale visto che scrive dietro ispirazione come lui stesso afferma. Né a rigor di logica potrebbe esserlo visto che scriveva di cose che sarebbero accadute nei secoli seguenti quello in cui ha vissuto. Ancora oggi molte cose da lui scritte devono ancora accadere. Parlare di razionalità mi pare inappropriato.
Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao Remox, grazie per la spiegazione. Comunque resto del parere che Nostradamus, in quella quartina, faccia in qualche modo riferimento ai messaggi di Anguera da me riportati. Inoltre, tu stesso hai osservato nei tuoi precedenti articoli che esistono molti punti in comune fra i messaggi di Anguera e le quartine di Nostradamus.

Ragnarok

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@Spring

Purtroppo la tua conclusione è errata. Quando Anguera parla di "dimensioni" (non dice dimensioni, è solo per fare un esempio), menziona unicamente Cielo (abitato da Angeli, defunti e Santi) e Terra. L'Inferno viene menzionato di rado, anche se indirettamente. Quindi, dicendo che la cattiveria degli uomini sulla Terra sarà molto grande, si riferisce semplicemente al nostro piano di esistenza. In nessun messaggio Anguera cita altri pianeti, o la vita nell'Universo. Al massimo parla di giganti che "verranno da lontano", come asteroidi o comete. Questo lo dico con certezza perché ho studiato tutti i messaggi. Gli unici esseri celesti menzionati, con i quali entreremo sicuramente in contatto, sono i nostri angeli custodi. Quelli classici, però, quelli che sono stati al nostro fianco fin dal nostro primo istante di vita. Questo avverrà in seguito alle future, ma prossime, tribolazioni.

Ragnarok

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@luigiza

Il Giudizio Particolare è una delle verità rivelate. Infatti l’Apostolo Paolo (Ebrei 9,27) dice: E stabilito che gli uomini moiano una sola volta; e dopo la morte venga il giudizio.
Il Catechismo di S. Pio X, in risposta alla domanda 97, risponde: «Ci sono due giudizi: l’uno particolare, di ciascun’anima, subito dopo la morte; l’altro universale, di tutti gli uomini, alla fine del mondo».

Il Giudizio Universale, che avverà alla fine del mondo, non riguarda direttamente il singolo uomo, già giudicato col giudizio particolare, ma riguarda l’umanità intera per la manifestazione pubblica dell’infinita Bontà, Misericordia e Giustizia di Dio, che ha voluto o permesso (per rispetto alla libertà umana) tutti gli avvenimenti dei singoli individui, e tutti gli avvenimenti sociali dell’umanità intera.
Il giudizio universale è una verità rivelata. Gesù Cristo ne ha parlato più volte in termini chiari e precisi.

Quando Anguera dice che "il Signore anticiperà il giorno del Giudizio Finale", intende che tutti, e ribadisco tutti, vivremo il giudizio particolare, solitamente riservato ai defunti nel momento della loro dipartita. Solo i bambini che non avranno ancora raggiunto l'età della ragione, ne saranno esenti. La cosa grandiosa è che, in questo caso, saremo ancora padroni del nostro destino, perché ancora in vita. Potremo ancora decidere da che parte stare, in base al nostro libero arbitrio. Attenzione, però: coloro che hanno commesso peccati indicibili, al vedere le loro anime così annerite, moriranno dalla paura, e non avranno tempo per convertirsi. E' per questo che la Madonna, tramite i suoi veggenti, ci vuole avvertire, specialmente in questi ultimi tempi. Infine, voglio ribadire che l'Avvertimento non sarà un'esperienza piacevole. A seconda del del grado di purezza della nostra anima, proveremo il fuoco del purgatorio o quello dell'inferno. Se la nostra anima dovesse invece trovarsi in stato di grazia, proveremmo una grande gioia. Questa purificazione è necessaria prima di poter assistere al Gran Miracolo, profetizzato da Garabandal. Se nemmeno in seguito a questi grandi miracoli l'umanità dovesse mostrare segni di pentimento, giungerà il Castigo, e questo sarà tremendo. Giustamente, aggiungerei.

Ragnarok

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non ho capito bene cosa vuoi dire.
Nei messaggi (non ricordo se questi o altri di Garabandal) l'Avvertimento viene definito come un "giudizio in piccolo" o "un giudizio particolare" in cui vedremo quello che abbiamo combinato come accade per quelli che muoiono. Ma a differenza del giudizio non seguirà alcuna condanna.
E fin qui ci siamo.
Con "Giudizio Finale" non credo vogliano alludere al Grande Avvertimento. Dal mio punto di vista non sono sinonimi, ma due eventi differenti, perché avvertire e giudicare sono due cose distinte.
Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ed è questo il punto: con l'Avvertimento verrà giudicata la nostra anima ma, non venendo in questo caso condannati, potremmo dire di venire avvertiti. Questo spiega quanto ho riportato sopra.

Con anticipo del Giudizio Finale, Anguera intende una sua "anteprima" (ovvero l'Avvertimento, perché riguarderà tutta l'umanità), e non il "vero" Giudizio Finale. Quest'ultimo infatti avverrà alla fine del mondo, mentre ora siamo nel periodo della fine dei tempi.
Comunque, pure Anguera segue la linea dell'Apocalisse e del Vangelo in generale. Infatti, la Madonna rivela profezie sconosciute al mondo ma afferma che dovranno compiersi TUTTE le profezie bibliche:

3.328 – 5 giugno 2010

Ciò che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio Mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo.

884 – 6 dicembre 1994

Tutto deve compiersi così come è scritto nelle Sacre Scritture, ma NON SIATE TRISTI. ALLA FINE IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERÀ.

Ragnarok

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Gentile Remox, è possibile l'approfondimento dei concetti di tempo corrispondenti a kronos e kairos -anche per sommi capi- dal punto di vista teologico ? Il concetto di "kairos" mi pare infatti sotteso a molte profezie anche recenti.
(Riporto da sopra: "Il tempo viene annullato e trasformato nel tempo permanente"). Grazie, R

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Il tempo viene annullato e trasformato nel tempo permanente"

eccolo il giudizio finale, chi e' arrivato a comprendere che e' un'anima immortale passa al tempo permanente, chi non e' riuscito ripete le incarnazioni che non sono altro che una serie di cilci di esistenza che partono dalla dimenticanza del se'. una playstation avanzata dove si sperimentano i 5 sensi oltre che i sensi dell'anima.

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@indopama

Colorito il tuo linguaggio ma molto efficace nel chiarire certi processi. 😉

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

🙂 non dimenticare che "Tutto e' Mente, l'Universo e' Mentale".
non e' difficile comprenderlo, per esempio quello che chiamiamo sogno notturno non e' nient'altro che l'anima che si stacca da questo sogno (realta', gioco nella playstation = Mente Universale con chissa' quanti software ovvero giochi) per passare ad un altro. poi se lo fai coscientemente diventa un sogno lucido che e' molto piu' reale. tanto piu' la coscienza dentro il sogno e' elevata tanto piu' appare reale. non che non lo sia perche' lo e' sempre, solo che e' una realta' fatta di pensiero, stiamo pensando la vita. chiarita questa cosa si ha poi una diversa visione dei ricordi, del passato e anche del futuro, ecco che le previsioni dei veggenti diventano piu' chiare perche' gia' pensate dalla Mente Universale ma non ancora pensate dalla Mente Personale di ognuno di noi (anime). insomma il futuro e' nel software del gioco con le sue innumerevoli varianti ma pur sempre dentro un certo tipo di gioco. gli aiuti per comprendere alla fine dei tempi sono numerosi 🙂
per me il mistero piu' grande rimangono ancora i sensi come il tatto, l'udito e il gusto (la vista e' facile individuarla nell'immaginazione), questi sono si' legati al pensiero (se stacchi il pensiero, cioe' sei in un momento in cui non c'e' nulla) i sensi non ci sono piu' quindi dovrebbero far parte del "corpo di Cristo". in fondo la Mente Universale (di cui noi siamo una parte piccolissima della Sua coscienza in graduale e continua espansione) dovra' essere fatta di "qualcosa"… e' forse questo "qualcosa" che "sente e sperimenta" i sensi? boh?!? non ho mai letto niente in proposito anche se la Chiesa quando da' l'ostia ti dice: corpo di Cristo.
quindi un significato lo avra', la Mente deve avere un "corpo".
buona pensata (ovvero giornata)! 🙂

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Al di là dei contenuti, è evidente che il "verbo" dei problemi prossimi venturi si diffonde. Ulrich http://tv.liberoquotidiano.it/video/11716691/Nel-2017-la-terza-guerra-mondiale.html

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@Ulrich

vedi forse una soluzione alternativa alla Gran Mattanza?
I mezzi usati sono quelli forniti dall'epoca in cui la mattanza avviene,in sostanza meri accidenti.

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

si ma niente paura, nessuno muore veramente. la sofferenza e' invece reale e per sperimentarla al minimo occorre "seguire il Cuore", il che non e' facile perche' chi arriva a farlo e' gia' passato alla comprensione della vita e quindi immagino pronto per la fase successiva (promosso al Giudizio Finale). pochi, forse perche' piu' ci si muove in alto nella piramide e meno si e' (ma piu' si sperimenta nello stesso istante (sara' capitato a volte di leggere di persone in stati particolari che gli sembrava di essere tutto quello che vedevano).

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Al di là del linguaggio e le sue sfumature il Giudizio finale non è altro che la Vita Eterna, stadio finale di un percorso segnato dal pungolo della sofferenza. Più si va in alto e più ci avviciniamo al Tutto, anzi Tutti diventeremo un Tutto: l’angelica farfalla dantesca. Per coloro che in base al libero arbitrio non accettano la sofferenza e l’umiltà che ne consegue, c’è la morte eterna o la geenna. P.Riesz_

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

sono d'accordo, vita eterna o meglio coscienza della vita eterna durante la vita incarnata, qui sta il difficile.

Paolo Porsia
Paolo Porsia
9 anni fa

RT @StateOfUkraine: Tymchuk: Russia has moved advanced S-300 SAM missile systems into ‪#‎Ukraine‬ & placed Iskander ballistic missiles (range: 500km) on the border
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=4784998720941&l=66c71e5715
OCCHIO…

Paolo Porsia
Paolo Porsia
9 anni fa
Rispondi a  Paolo Porsia

"Quelli che stanno a Poltava chiederanno aiuto" 3.748 – 11 dicembre 2012….

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Paolo Porsia

Ora dopo le elezioni sia ad est che ad ovest potrebbe accadere qualcosa di simile a quanto avvenuto in Crimea sempre però per interposta persona e non in via ufficiale almeno per la Russia.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

La grande stella per sette giorni brucerà,

Dalla nuvola due soli apparir:

Il grosso mastino tutta la notte urlerà,

Quando un gran pontefice cambierà di territorio.

Quando arriverà Gesù svelerà tutti i malifici della chiesa aprirà le porte alla verità e ci saranno due correnti di pensiero

Share This