UCRAINA: SI AVVICINA L’”ECATOMBE”?

scritto da Remox
20 · Feb · 2014

UCRAINA: SI AVVICINA L’”ECATOMBE”?

Massacro a Kiev, è un bagno di sangue

“Decine di vittime tra i manifestanti”

Deputati in fuga dal Parlamento

(La Stampa
Esteri)

Precipita la
situazione in Ucraina e con sofferenza dobbiamo constatare che la nostra
finestra all’est, aperta con il Presagio della Cornacchia Gracchiante, ci pone
davanti ad un panorama che sembra confermare la prossima “ecatombe”.

Gli articoli dedicati
all’argomento sono:

LA CORNACCHIA GRACCHIANTE: UN INFAUSTO PRESAGIO PER L’UCRAINA?

UCRAINA: UN PRESAGIO SEMPRE PIU’ INFAUSTO

CRONACHE DI DICEMBRE 2013: IL RITORNO DELLA GUERRA FREDDA IN EUROPA

IL REGNO DEL CAOS

LE RIVOLTE IN SIRIA, EGITTO E UCRAINA

L’ECATOMBE DI LENIN

IL REVIVAL DELL’IMPERO AUSTRO UNGARICO

L’attenzione che
questo piccolo blog ha dato al tema è decisamente superiore, fatti i dovuti
rapporti, con quello di molti media italici. La longa manus della Rivoluzione
anti-russa, in stile guerra fredda, unisce la crisi in Siria, in Egitto, in
Turchia, in Libia e ora nell’Est Europa. Quale sarà la reazione di Putin? Ma
soprattutto… come evolverà lo scenario a Kiev?

Rivediamo le quartine
principali dedicate ai sommovimenti all’Est:

Dal Ramo XXIII del ‘900 “Il
Secolo di Febo”

283

Le gros
traffic d’vn grand Lyon changé,
La plus part tourne en pristine ruine,Proye aux soldats par pille vendangé:Par IURA mont & Sueue bruine.

283

Il grande traffico da un gran
Leone cambiato,

La maggior parte torna a una
novella rovina:

Prove per i soldati da vendette
di occupazioni,

Bruma agli Svevi dai monti in
Georgia e Ucraina.

Il Leone di S. Pietroburgo torna
protagonista nella scena. L’accordo con l’Iran è il massimo successo poiché
rompe una politica di embargo internazionale. L’Est è in sommovimento. Con il
termine IURA si possono facilmente intendere sia la Georgia che l’Ucraina. Gli
Svevi erano un’antica popolazione dell’Est Europa, dal Baltico alla Germania.
Le fiamme ucraine possono facilmente divampare in tutta l’area. Al secondo
verso la parola “pristine” potrebbe richiamare disordini nel Kosovo di cui
Pristina è la capitale.

834

Apres Victoire du Lyon au LyonSus la montaigne
de IURA Secatombe
Delues &
brodes septiesme million
Lyon, Vlmes à Mansol mort & tombe.

834

Dopo i Viktor che seguono i Leonid,

Ecatombe sui monti di Georgia e Ucraina:

Di studenti e imbonitori un settimo di milione,

Per il Leone all’uomo solare Ulianov Messia morte e
tomba.

Dopo i primi due presidenti
ucraini, i Leonid, seguono i due Viktor. Già sotto Jushenko cominciano i
disordini con un tentativo di avvelenamento del presidente. Ma è sotto Yanukovic
che la situazione precipita. Si preannuncia per l’Ucraina un’ecatombe, ma anche
la Russia (IURAS unendo i caratteri cubitali) potrebbe rimanerne coinvolta.
Vengono abbattute le statue di Lenin in odio alla Russia di Putin, il Leone di
S. Pietroburgo. Lyon, possibile riferimento a Leopoli epicentro dei rivoltosi dell’Ucraina occidentale. Brodes, possibile riferimento agli abitanti di Brody città ucraina dell’Oblast di Leopoli. Il termine IURA in lettere cubitali, su cui il veggente richiama l’attenzione, è uno storico richiamo alla Montagna del Giura, che ai tempi di Giulio Cesare divideva i popoli celtici fra loro contendenti degli Elvezi e dei Sequani. La IURA di oggi, l’Ucraina, è ugualmente divisa fra due fazioni. E in piazza non abbiamo gli Elvezi, ma gli “eleves”, gli studenti (D’eleves & brodes).

585

Par les
Sueues & lieux circonuoisins,
Seront en guerre pour cause des nuees;Camp marins locustes & confins,Du Leman fautes seront bien desnuees.

585

Per gli Svevi e i luoghi vicini,

In guerra per causa degli sciami saranno;

Campi marini, locuste e confini,

Del Lemano assai sbagliate le decisioni saranno.

La crisi ucraina potrebbe
allargarsi ai propri confini interessando la Polonia (Svevi). Le organizzazioni
sovranazionali (Lemano) prenderanno decisioni assai sbagliate (e lo vediamo).
Il terzo verso non lascia presagire nulla di buono. Nel Mar Nero sono entrate
navi con a bordo marines americani (Marines in campo?). L’Ucraina, il cui nome
significa “terra di confine” potrebbe vedere l’ingresso di soldati stranieri
(anche e soprattutto russi).

254

Par gent estrange,
& Romains loingtaine,
Leur grand cité apres eaue fort troublee:Fille sans main trop different domaine,Prins chef, ferreure n’auoir esté riblee.

254

Per gente straniera e per Romani lontani,

Lor grande città per “acque” in forte tormento:

Figlia senza poteri avrà troppo diverso domani,

Capo prigioniero ai ferri, “popolo” ribellato.

Kiev è tormentata
dalle rivendicazioni dei vari gruppi etnici che vivono nel paese. Fra questi è
importante la componente romena. La Romania guarda da vicino la crisi in
Ucraina poiché interessata ai territori abitati dalla propria minoranza. Le
acque della rivolta tormentano la capitale. L’ultimo verso sembra ricordare il
parallelismo con quanto accaduto a Causescu, giustiziato dal popolo. Un funesto
presagio per l’attuale presidente Yanukovic.           

Quel che traspare
quindi è un allargamento dei disordini alle nazioni confinanti, la caduta
rovinosa del presidente e la possibilità di sbarchi di soldati stranieri.
Ammetto che fra tutte quest’ultima è l’ipotesi peggiore.

C’è un’altra quartina
di questa serie non ancora pubblicata, sempre nello stesso Ramo e consecutiva
alla 254 che in precedenza avevo attribuito ai conflitti scoppiati prima della
morte di Giovanni Paolo II in Asia centrale. Ma in questa rilettura critica dell’ultimo
Ramo del ‘900 è ovvio ormai che anch’essa debba essere rivista.

137

Vn peu deuant que
le Soleil s’absconde,

Conflict donné, grand peuple dubiteux:

Profligez, port marin ne faict response,

Pont & sepulchre en deux estranges lieux

137

Un poco prima che il Sole si nasconde

Conflitto scoppiato, gran popolo
dubitoso:

Sconfitti, porto marino non da
responso,

Nel Ponto, in due luoghi stranieri
sepolti.

Si parla di conflitto,
di un popolo sospettoso, di sconfitti e di quel “port marin” che non da responso.
Non è che per caso ci si aspetta un soccorso dei “marines” che in realtà non
arriverà? Chi sono gli sconfitti del conflitto? I rivoluzionari?

All’ultimo verso la
parola “pont” forse indica il Ponto, regione del Mar Nero. Ma in realtà è
aperta a varie interpretazioni che per il momento è meglio tralasciare (ponte,
pontefice).

Potrebbe accadere
quindi che l’allargamento del conflitto porti alla caduta del presidente e ad una
richiesta di intervento all’Occidente che non arriverà?

Molta attenzione va
infine data al primo verso poiché si collega alla quartina 334 che si trova
esattamente nella stessa sezione del Ramo e che abbiamo collegato alla visione
che alcuni veggenti hanno avuto dell’oscuramento del Sole e della “pioggia di
fuoco”:

334

Quand le deffaut du Soleil lors sera

Sur le plein iour le monstre sera veu:

Tout autrement on l’interpretera,

Cherté n’a garde nul n’y aura pourueu.

334

Quando la mancanza del Sole a lor capiterà

In pieno giorno il mostro sarà visto:

Ben altrimenti lo si interpreterà,

Del gran costo nessun allarme, nessun l’avrà previsto.

Questa
“mancanza” del Sole potrebbe essere la stessa descritta nella 137 come il Sole
che “si nasconde”? Se l’interpretazione è corretta, la degenerazione della
rivoluzione ucraina anticiperà di poco il fenomeno cosmico.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
14 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
indopama
indopama
10 anni fa

la mancanza del sole non potrebbe riferirsi ad un eclissi totale? la prossima c'e' il 20 marzo 2015 visibile da Italia, Islanda, Europa, Nord Africa, Asia
http://www.utelio.it/eclissi-di-sole.php

Remox
Remox
10 anni fa

Ciao, si potrebbe anche essere una eclissi. La fine di quest'anno e l'inizio del prossimo, proprio fino a Marzo 2015, sembrano piuttosto ben segnalati da un paio di congiunzioni astrologiche presenti nelle quartine di questo tempo.
Certo è che gli eventi in Ucraina sembrano molto accelerati. In questo caos generale potrebbero accelerare anche le crisi in Turchia, Egitto, Siria.

indopama
indopama
10 anni fa

ciao Remox, e il mostro con pioggia di fuoco dal cielo potrebbe essere un grosso asteroide? non si parla mai di asteroidi nelle quartine?

Remox
Remox
10 anni fa

Beh, come sai non è semplice capire subito il significato dei versi prima che un evento accada. Di certo grazie alla chiave ordinativa è più semplice, ma l'errore è sempre dietro l'angolo. Comunque per rispondere alla tua domanda ti dirò che ci sono quartine che insistono su fenomeni "del cielo e del sole", "folgore malefica con terra presa e sospesa in aria", "morte di sette terre e mari", "pietra dal cielo", "catastrofi che diminuiscono il mondo" e altre… cosa poi esattamente si vuole dire lo lascio in sospeso, ma sembra chiaro che andiamo verso fenomeni naturali molto intensi.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

Bel lavoro remox.

in attesa come sempre della conferma dei fatti, mi riguardo un po di boscolo sul tubo,

https://www.youtube.com/watch?v=yqDV7_qtT_c
https://www.youtube.com/watch?v=b5S_mGPS-Ko

Remox
Remox
10 anni fa

Grazie, nel primo filmato, quello su Misteri, si vede anche Ramotti.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

ciao Remox,
mi sembra che tempo fa avevi messo una quartina in cui si parlava di una citta' americana colpita dal gelo, siccome mi sembra che quest'inverno in america sia stato particolarmente freddo ti chiedevo a che successivi fatti questo evento portava.

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao, si un trittico di quartine in "Il Ritorno del Terrore in America". Non è il vento delle tempeste polari, ma "il vento del terrore".
A mio modo di vedere annunciano un nuovo grande attentato in America.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

ciao Remox,
pare che gli eventi si stiano susseguendo con una velocità incredibile: Crisi Ucraina, Paesi emergenti scossi alle fondamenta a livello finanziario, Crisi economica Europea (meglio dire occidentale) assolutamente cronica e che peggiora di ora in ora…ebbene considerando tutto ciò com'è possibile arrivare alla deflagrazione "solo" nel 2017??…qui vedendo come le cose precipitano pare che debba scoppiare tutto da un momento all'altro…che diavolo di situazione ci sarà tra tre anni vedendo già il caos attuale?

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao,
si siamo nel regno del caos, ma purtroppo è solo un antipasto. Qui da noi, in "Occidente", deve ancora tutto cominciare. Rivolte violente anche da noi, tribolazione della Chiesa, guerre e vere catastrofi naturali. Sono le doglie prima del parto. Chissà, forse divulgando quanto più possibile queste informazioni sul futuro che ci attende e che ci stanno costruendo i nostri leader…forse i popoli sapranno reagire in maniera tale da limitare per quanto possibile i danni del caos e della violenza… è la mia speranza.
Un saluto.
PS: lasciate un nome o un nick quando scrivete un messaggio, così è più semplice 🙂

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

Salve Remox Andrè,
sono Giak2011 e ho scoperto il suo blog da un po' e ne sono rimasto inquriosito.
Ho letto i suoi pezzi sulla guerra in europa…però ci sono alcune cose le vorrei chiedere:

. Secondo lei com'è possibile che la Russia riesca ad entrare in europa quasi di sorpresa senza che le sue forze armate vengano prontamente intercettate dalle forze Nato e dalle forze militari dei vari paesi europei?

. (legato alla domanda 1) è possibile secondo lei che questo possa accadere in seguito a una tempesta magnetica che per un periodo metterà completamente fuori uso i sistemi elettronici di qualsiasi tipo? (quindi anche satelliti, radar, ecc) ma se così fosse potrebbe valere anche per i russi no?

. Terzo ( e ultimo perché non voglio abusare della sua pazienza). Da qui fino all'invasione che ne sarà dell'UE e dell'Euro? Perché se le cose andranno come pare queste forze nonostante tutto riusciranno ad imporsi fino alla guerra…almeno così sembra

P.S. Lei fa una grande lavoro e quello che ha iniziato a scrivere tempo fa si sta letteralmente avverando.

Cordiali saluti

Giak2011

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Salve Giak, puoi darmi del tu.
Alle domande rispondo come segue: l'impressione che ho io è che quando si parla di terza guerra mondiale si pensa che possa avvenire nella forma delle prime due. Io invece la vedo come un insieme di guerre civili che provocheranno il collasso delle nazioni, letteralmente svuotandole del loro sangue. Così esanimi le nazioni europee diverranno vittime di un'invasione lampo. Ma come è possibile che si produca questo collasso socio-politico? Secondo me avverrà per il collasso dell'unione monetaria, per catastrofi naturali e per lo stop delle forniture di gas dalla Russia. Sono sicuro che arriveremo al punto in cui la Russia ci taglierà il gas.
I popoli abituati al benessere sono capaci di tutto nel momento in cui precipitano nella penuria. In quel "di tutto" intendo il caos. Immaginiamo l'Europa come una grande ex Jugoslavia o anche come una grande Ucraina. E' persino possibile che molti invocheranno i russi come liberatori. Comunque prima di arrivare a questo punto vedremo ancora rivolgimenti politici e rumori di guerre, soprattuto in Medioriente. Vedremo ancora attentati in America io credo, e catastrofi naturali. A quel punto l'Europa crollerà economicamente, l'America avrà i suoi rivolgimenti interni e così noi. L'invasione lampo sarà solo l'ultimo atto.
Nel prossimo articolo cercherò di avanzare ancora un po' nella cronaca di questi giorni. Bisogna ancora chiarire la sorte di Yanukovic. Il parallelo con Morsi è molto interessante, anche se il destino potrebbe essere diverso (addirittura più favorevole all'egiziano). Credo che in questo momento diversi leader si stiano ponendo delle domande….e fra questi quello che secondo me dovrebbe drizzare bene le antenne, considerata anche l'avversità dei presagi nostradamici (se li conoscesse ovviamente), è il leader turco Erdogan.
Grazie e un saluto.

Remox
Remox
10 anni fa

Già, qualcuno parla addirittura di ricandidare Morsi… chissà.

Share This