L’ “ULTIMO” VIAGGIO PAPALE

scritto da Remox
25 · Ago · 2013

L’ “ULTIMO” VIAGGIO PAPALE


Dopo la strana scoperta archeologica, un secondo evento
molto importante per la storia della Chiesa sarà quello legato ad un importante
viaggio del papa. Un indizio profetico preciso e puntuale in tal senso ci
giunge da Conchita di Garabandal.

In “La Mistica Cronologia della Fine dei Tempi” abbiamo
visto che la veggente nel 1965 disse:

“Il papa andrà in Russia, a Mosca. Quando tornerà in
Vaticano, allora le ostilità scoppieranno in diverse parti d’Europa.”

Ci troviamo quindi nella seconda parte del grave conflitto
che opporrà l’Oriente all’Occidente quando le ostilità scoppieranno in Europa.
Mosca è ritenuta dagli ortodossi essere la Terza Roma, dopo Roma stessa e
Costantinopoli. Da sempre un viaggio in Russia è considerato dalle comunità
cristiane come un evento epocale in grado di segnare i rapporti fra la Chiesa
Cattolica e quella Ortodossa di cui quella Russa è la più influente. Segnare i
rapporti verso una riconciliazione e dunque un riassorbimento dello scisma
millenario fra est ed ovest. Personalmente sono convinto che senza questa
riunificazione delle due chiese non vi potrà mai essere la pace in Europa e la
pace, da lì, propagarsi nel resto del mondo.

D’altronde sono proprio questi i fatti che caratterizzeranno
il Regno del Grande Monarca dopo questa fase di conflitti.

Tuttavia quello che vedremo ora sono un paio di quartine del
Ramo IV del 2000 “La Chiesa degli Ultimi Tempi” che si riferiscono ad un
importante viaggio, che non darà i frutti sperati, e che avverrà in un tempo di
grande crisi per la Chiesa e l’Europa. E’ mia opinione che si parli proprio del
viaggio in Russia del papa.

La prima di queste quartine, che considero di grande
rilevanza, è il Presagio 104.

Dal Ramo IV del 2000 “La Chiesa degli Ultimi Tempi”

Presagio 104 Dicembre

Alegre
point. Douce fureur au Sacre.

Enflez
trois quatre & au costé mourir.

Voye
defaillir,n’estre à demy au sacre:

Par
sept & trois,& par quinte courir.

Presagio 104 Dicembre

Nessuna gioia. Doccia furiosa al Sacro.

Il Tre decomposto,
all’accostarsi del Quattro morire.

Fallire il
viaggio, non resta che la metà del Sacro:

Per la “73” e la
“75” occorre andare.

Come ogni Presagio anche questo è da leggere con la massima
attenzione, verso per verso.

Nessuna gioia, ma tempi furiosi per la Chiesa. Le prime due
parole, “alegre point” potrebbero contenere vari significati fra loro legati.
Questi tempi furiosi da cosa sono causati e chi andranno a colpire? La parola
“point” potrebbe significare “Putin”. Mentre le due parole insieme, separate
dal resto del verso da un punto, se anagrammate, forniscono le seguenti parole
“pole argentin” ovvero “polo argentino”.

Dunque dovrebbe essere proprio l’attuale pontefice, il papa
argentino, il protagonista di questa situazione di tensione con la Russia. Il
secondo verso infatti parla del terzo papa del secolo, Francesco, decomposto.
In realtà le parole potrebbero anche essere lette come “i primi tre papi
decomposti”, quindi al plurale in maniera più letterale rispetto al testo
francese e dunque indicare sempre l’attuale papa come ultimo di questa piccola
serie. Il resto del verso può essere letto in tre differenti modi.

Dopo il terzo papa, Francesco, giungerà il quarto che
morirà al suo accostarsi al papato, quindi repentinamente.

Oppure il terzo papa morirà e quindi si accosterà il
successore, il quarto papa.

O ancora, il terzo papa morirà all’accostarsi del quarto
anno di pontificato.

Personalmente ritengo la terza opzione come la più
verosimile. Infatti in questo modo si rispetterebbe la prima cronologia di
Garabandal che porta il Grande Miracolo al 13 Aprile del 2017. Questo
significherebbe che il pontificato di Francesco, cominciato il 13 Marzo del
2013, potrebbe finire verso il compimento del quarto anno, ovvero intorno a
Marzo 2017.

Il viaggio fallirà e non resterà che la metà del Sacro. Per
essere citato questo viaggio deve essere sicuraMente importante, poichè la sua
conseguenza sarà un dimezzamento del Sacro. Sappiamo infatti che la Chiesa
Cattolica andrà incontro ad una furiosa persecuzione.

L’ultimo verso è un richiamo diretto al codice Vaticinia
Nostradami. Il Duca dei Tempi ci sta dicendo che per capire i tempi descritti
dal Presagio e dalle quartine del Ramo IV bisogna osservare le tavole
pittoriche dalla 73 alla 75. Il veggente segue la numerazione dei soli dipinti,
non considerando quindi le prime due pagine del manoscritto che riportano un
tentativo di decifrazione. Le Tavole da considerare sono pertanto la 75, la 76 e la
77, guarda caso quelle che parlano della Chiesa dei due Papi che abbiamo visto QUI e QUI. E’ il passaggio di consegne fra Benedetto XVI e Francesco e la crisi che
colpirà la Chiesa in questo periodo.

Ancora una volta vediamo la corrispondenza fra le quartine,
il metodo ordinativo del Ramotti e il Vaticinia Nostradami.



73

74

75


La quartina potrebbe essere riletta così:

Nessuna gioia al papato argentino per causa della Russia di
Putin, ma doccia furiosa per ciò che è Sacro.

I primi tre papi del secolo decomposti e il terzo di lor
morirà all’accostarsi del quarto anno di pontificato.

Il viaggio fallirà e non resterà che la metà di ciò che è
Sacro,

Per comprendere, bisognerà leggere le tavole dalla “73”
alla “75”.

Sempre nello stesso Ramo possiamo leggere un altro
Presagio, il 132.

Presagio 132 Fevrier

Prisons par ennemis occults et
manifestes,

Voyage ne tiendra. Inimitié mortelle:

L‘amour trois, simultez secret publiques
festes,

Le rompu ruine. L’eaue rompra la querelle.

Presagio 132 Fevrier

Prigionieri
per nemici occulti e manifesti,

Del
viaggio non si terrà conto, inimicizia mortale.

L’amore
del Terzo insieme al segreto pubblicato per le feste.

Ciò che
è spezzato in rovina. L’Onda spezzerà la disputa.

Più oscuro del precedente, in questo presagio possiamo
identificare alcuni elementi comuni con il tema che stiamo trattando. Un
viaggio che non darà i frutti sperati, un terzo personaggio, un segreto,
nemici, inimicizia, dissensi e l’Onda temporale. Il terzo personaggio combacia
con il terzo papa del secolo, Francesco. L’ « Amore » può essere
un modo per indicare Roma (Amor – Roma). Il segreto sembra essere un
riferimento ai segreti mariani che verranno pubblicati durante una festa,
probabilmente una festività cristiana. Saranno fatti dei prigionieri, forse il
papa stesso, per via di nemici occulti, interni e altri invece manifesti. Ciò
che è marcio cadrà poichè l’Onda temporale, con il suo incalzare, rinnoverà
ogni cosa.

Il Presagio può essere riletto, più o meno, nel seguente
modo:

Vi
saranno dei prigionieri per nemici occulti e altri manifesti,

Del
viaggio non si terrà conto, vi sarà mortale inimicizia:

Dal
Terzo di Roma, il papa, simultaneamente a una festività, verrà pubblicato il
segreto,

E allor
ciò che è marcio cadrà. L’Onda incalzerà.

Se uniamo questi due Presagi con quanto visto nel
precedente articolo possiamo già tratteggiare un quadro complessivo che
descrive eventi topici che caratterizzeranno la storia della Chiesa. Dobbiamo
pertanto aspettarci, con una più che buona probabilità,  che tutto cominci a breve sotto il
pontificato di papa Francesco e che una misteriosa scoperta archeologica fatta in
Roma e successivamente un viaggio in Russia, in prossimità della fine
dell’attuale pontificato, segnino indelebilmente la prossima Tribolazione.

Sempre più infatti la data del 13 Aprile del 2017 sembra
essere la più probabile rispetto al 13 Aprile del 2028. Ma come sempre sarà
solo il passaggio dell’Onda a confermarci la realtà dei tempi.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
24 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Remox
Remox
10 anni fa

Non si può escludere. Il verso che mi colpisce è "non resta che la metà del sacro". Indica una divisione, scissione…oppure la morte di uno dei due papi?

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

Probabilmente il viaggio in questione sarà quello in Terra Santa…è di oggi (5/1/14) la notizia che il Papa andrà in Terra Santa dal 24/5/14 al 26/5/2014…proprio dopo la Santificazione del Polacco (Giovanni Paolo II) il 27/4/14…tutto comincia ad assumere la forma di una "preoccupante" coincidenza…staremo a vedere…comunque volevo fare i complimenti a Remox per lo splendido lavoro che stai facendo…ci aiuti a ricostruire il puzzle degli eventi degli ultimi tempi…grazie

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Figurati grazie a te.
É un viaggio senz' altro importante ma non é detto sia questo il viaggio problematico e non é detto sia l'unico in terra santa.
Aleggia nell' aria anche il viaggio in Russia. ..
Comunque in merito a questo prossimo viaggio pubblicherò un aggiornamento.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie Remox…i miei complimenti non sono una sviolinata ma la semplice constatazione della bontà dell’approccio che hai dato al tuo lavoro di ricostruzione degli ultimi tempi… mi spiego meglio…apprezzo in particolar modo lo sforzo che stai facendo per integrare le profezie di Nostradamus con gli eventi profetici dei tempi correnti…in particolar modo mi riferisco alle apparizioni mariane di Medjuogorje, Anguera e Garabandal che citi costantemente. Dio non ha fatto mai mancare lo spirito profetico e ciò diventa sempre più evidente quando ci si approssima ad eventi che segnano una svolta importante per la storia dell’uomo…in questo le Sacre Scritture sono un esempio continuo dello spirito di profezia e forse quello che manca un po’ nelle tue analisi e un richiamo degli eventi attuali a quanto già profetizzato nel libro dell’Apocalisse che riguarda i nostri tempi. In quest’ottica le apparizioni mariane sono quelle che tu chiami un vero “segna tempo” degli eventi in quanto come Dio mandò San Giovanni Battista per preparare il mondo alla venuta di suo Figlio ora manda addirittura sua Madre a preparare la venuta, o meglio il ritorno, di Gesù. Tutte le profezie, comprese quelle di Nostradamus, fanno quindi parte di quel gigantesco puzzle profetico che in questi ultimi tempi è orientato a farci comprendere che siamo giunti ai tempi finali della storia come la conosciamo adesso in attesa del prossimo intervento e svolta che Dio stesso sta preparando sotto i nostri occhi…a noi tocca solo riconoscere i segni che preparano questa svolta epocale e prepararci bene come le vergini sagge citate nel Vangelo. Come hai già evidenziato abbondantemente nel tuo blog il fulcro delle profezie è incentrato sul destino della Chiesa voluta da Gesù e da quello del suo Vicario in terra e cioè il Papa perché, come dice San Paolo nella lettera ai Tessalonicesi “il mistero dell’iniquità è già in atto ma è necessario che sia tolto di mezzo colui che lo trattiene. Solo allora sarà rivelato l’empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all’apparire della sua venuta, l’iniquo la cui venuta avverrà nella potenza di satana con ogni specie di portenti, di segni e di prodigi menzogneri”…ed è chiaro che il riferimento alla figura del Papa come colui che trattiene il manifestarsi dell’Anticristo diventi a dir poco cruciale. Con questa premessa e in questo contesto è ovvio che tutte le profezie che riguardano il Papa è la Chiesa diventano fondamentali e con l’elezione di Papa Francesco siamo entrati definitivamente negli ultimi tempi, fatto confermato dalle dichiarazioni di Mirjana (la veggente depositaria dei 10 segreti di Medjugorje che dovranno essere rivelati) che all’indomani dell’elezione dichiarò pubblicamente “occorre pregare molto per Papa Francesco perché è il Papa dei segreti”…ma quello che rinforza queste dichiarazioni sono le altre profezie che convergono tutte su Papa Francesco:…continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

1- La profezia di San Malachia sul 112 e utimo Papa: PETRUS ROMANUS « Durante l'ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa siederà Pietro Romano, che pascerà il gregge fra molte tribolazioni; passate queste, la città dai sette colli sarà distrutta ed il tremendo Giudice giudicherà il suo popolo. Fine. » … Papa Francesco è proprio il n 112 dell’elenco …l’ultimo che verrà eletto in “modo canonico” (spiegherò più avanti il significato di questa dichiarazione)
2- Profezia di Jacques de Molay (templare morto sul rogo) sulla durata del papato "terminerà entro 700 anni dalla mia morte" 18.3.1314 …quindi secondo questa profezia nel 2014 la successione papale legittima terminerà…ed è strana la “casualità” che vede cadere il termine dei 700 anni proprio con l’elezione del 112 papa dell’elenco di San Malachia…e questa profezia è avvalorata dalla successiva della Madonna ad Anguera…
3- Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace n°3790… ANGUERA
16.03.2013
“Amati figli, Pietro condurrà la Sua barca in mezzo a grandi tempeste. Pregate. Il successore di Pietro avrà bisogno delle vostre preghiere. Egli sperimenterà il calvario. Sarà amato e odiato a causa delle sue posizioni. Ecco i tempi dei dolori. Il veleno è nell'albero, non frutto. La Chiesa del Mio Gesù cammina per un futuro di grandi privazioni, ma come ho già detto, Gesù è al controllo di tutto. Pietro nella terra di Pietro. Ciò che vi dico non potete comprendere adesso, ma calmate i vostri cuori, perchè il Mio Gesù cammina con voi. Il re soffrirà a causa dei suoi sudditi. Non temete. Io sono la vostra Madre e pregherò il Mio Gesù per voi. La strada sarà corta per il re,simile all'attraversare la famosa piazza.” …pur esprimendo il beneficio del dubbio su questa profezia, c’è comunque da rilevare almeno un paio di elementi importanti che ho evidenziato in rosso…la durata del pontificato…P.zza S. Pietro (la famosa piazza?) è larga 250 metri e profonda 340. Se stabiliamo che ad ogni metro si intende un giorno si può pensare che il pontificato di Francesco I possa durare al massimo 340 giorni e quindi terminare nel 2014 avvalorando la profezia di Jacques de Molay… e poi il luogo dove tale pontificato potrebbe finire e cioè in Terra Santa (Pietro nella terra di Pietro) e questo spiegherebbe meglio ed in modo più opportuno l’appellativo che San Malachia fornisce per l’ultimo papa …il Petrus Romanus sarebbe quindi da ricondurre, a mio modo di vedere , non alla funzione di Vescovo di Roma ma al destino che lo aspetta…e cioè lo stesso di quello del primo Pietro…Lui partì da Gerusalemme per trovare il martirio a Roma mentre l’ultimo Pietro (il Romano) partirà da Roma per incontrare il martirio a Gerusalemme chiudendo,come segnata da una regia divina, in un cammino inverso la missione del papato assegnata a Pietro da Gesù, come a segnare la fine di un percorso terreno degli eventi per dare spazio alla manifestazione dell’Anticristo prima e poi alla gloriosa venuta di Gesù che lo spazzerà via subito come indicato nella lettera di san Paolo ai Tessalonicesi che ho citato all’inizio ( è per questo che ritengo che questo viaggio in Terra Santa o eventualmente uno dei prossimi siano fondamentali e decisivi) … e se dovesse scoppiare un conflitto subito dopo la santificazione di Giovanni Paolo II (27/4/14) mentre il Papa è a Gerusalemme potrebbe anche realizzarsi la profezia di Fatima che vede il Papa martirizzato in una città in rovina…e tale finale viene anche preconizzato da un’altra profezia…
4- Il monaco di Padova predice nel 1600 circa “l’ultimo Papa verrà da lontano (Argentina!) per incontrare martirio e morte”…e a questa si aggiunge anche un’altra profezia…
5- Anche la Monaca di Dresda (visse solo 26 anni tra il 1680 ed il 1706) profetizzò la “Fine” per i nostri tempi in una lettera in cui l’ultimo Papa dell’elenco che corrisponde proprio a Francesco viene indicato con il simbolo dell’ Angelo della Pietà e quindi con il segno del Martirio…continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Direi quindi che alla luce di queste profezie, per quanto da prendere con le molle e sempre suscettibili di essere modificate dal nostro comportamento e dalla conversione a cui ci invita sempre la Madonna a Medjugorje, occorre tenersi pronti perché gran parte degli eventi cominceranno ad essere incalzanti proprio da questo anno in poi…infatti c’è un messaggio recente ad un veggente (Javier Viesca) che illustra ciò che sta per accadere:
13 agosto 2013: "La mia Chiesa sarà tradita dall'interno, come fece Giuda con me, preparatevi figli miei a tale forte colpo che avrete. Le nazioni si volgeranno una contro l'altra, ma per poi allearsi nel male, con Satana, per attaccare coloro che vivono nel bene… Una nuova rinascita attende l'intera umanità e l'universo stesso, al quale avrete parte. Conoscerete segreti finora mai svelati, che furono dati in passato, poi sminuiti a causa del peccato, ma questo è il momento del mio Amore e della mia Misericordia… vivrete una nuova vita sconosciuta, con grandi gioie, perché il mio amore è infinito e io mi do infinitamente alle anime che mi cercano… Il dolore del parto che avrete, sarà presto dimenticato, sarà come alcuni secondi che passano nel tempo dell'eternità, perché la gioia che io darò sarà infinitamente più di quanto avete dovuto sopportare, ed essa guarirà e curerà completamente il dolore passato."
Alla luce di questa profezia vado ad illustrare quello che potrebbe accadere da qui a poco tenendo conto di alcuni passi del libro dell’Apocalisse e di un’altra profezia di San Francesco e delle indicazioni della Madonna a Garabandal …la mia riflessione sull'argomento è partita leggendo questa profezia di San Francesco:

"Poco prima di morire (1226), San Francesco d’Assisi, avendo convocato i fratelli, li avvertì di grandi tribolazioni future.
Fu la «profezia» molto importante in cui si trova la parola «sterminatore», poi ripetuta anche dal Venerabile Bartolomeo Holzhauser per definire Lutero che si è gloriato di questo nome.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dopo aver convocato i suoi fratelli poco prima della sua morte (1226), Francesco ha avvertito su tribolazioni future, dicendo: “Fratelli agite con forza e fermezza in attesa del Signore. Un periodo di grandi tribolazioni e afflizioni in cui grandi pericoli e imbarazzi temporali e spirituali accadranno; la carità di molti si raffredderà e l’iniquità dei malvagi abbonderà. Il potere dei demoni sarà più grande del solito, la purezza immacolata della nostra comunità religiosa e altri saranno appassiti al punto che ben pochi fra i cristiani vorranno obbedire al vero sommo Pontefice e alla Chiesa Romana c on un cuore sincero e perfetta carità.
“Nel momento decisivo di questa crisi, un personaggio non canonicamente eletto, elevato al soglio pontificio, si adopererà a propinare sagacemente a molti il veleno mortale del suo errore. Mentre gli scandali si moltiplicheranno, la nostra congregazione religiosa sarà divisa tra altre che saranno completamente distrutte, perché i loro membri non si opporranno, ma consentiranno all’errore. Ci saranno così tante e tali opinioni e divisioni tra la gente, e tra i religiosi e i chierici che, se quei giorni malefici non fossero abbreviati, come annunciato dal Vangelo, anche gli eletti cadrebbero nell’errore (se fosse possibile), se in tale uragano non fossero protetti dall’immensa misericordia di Dio. Così la nostra Regola e il nostro modo di vita saranno violentemente attaccati da alcuni. Delle tentazioni terribili sorgeranno. Coloro che supereranno la grande prova riceveranno la corona della vita. Guai a quelli tiepidi che metteranno ogni loro speranza nella vita religiosa, senza resistere saldamente alle tentazioni consentite per provare gli eletti. Coloro che nel fervore sp irituale abbracceranno la pietà con la carità e zelo per la verità, subiranno persecuzioni e insulti come se fossero scismatici e disobbedienti. Perché i loro persecutori, spronati da spiriti maligni, diranno che in questo modo prestano grande onore a Dio nell’uccidere e rimuovere dalla terra degli uomini tanto cattivi. Allora il Signore sarà il rifugio degli afflitti e lui li salverà, perché hanno sperato in Lui. E poi per rispettare il loro Capo, agiranno secondo la Fede e sceglieranno di obbedire a Dio piuttosto che agli uomini, acquistando con la morte dalla vita eterna, non volendo conformarsi all’errore e alla perfidia, per assolutamente non temere la morte. Così alcuni predicatori terranno la verità in silenzio e negandola la calpesteranno.
“La santità di vita sarà derisa da coloro che la professano solo esteriormente e per questa ragione Nostro Signore Gesù Cristo invierà loro non un degno pastore, ma uno sterminatore“.

Parole che riprendono l’inganno ind icato dallo stesso Vangelo; che svelano in pieno quella la scalata dei «falsi cristi», lupi vestiti da agnelli, all’attacco finale, quando un “personaggio non canonicamente eletto, sarà elevato al soglio pontificio”

Di per sè questa profezia può sembrare vaga ma contiene un elemento importante relativo a come questo personaggio "sterminatore" della fede arriverà al soglio pontificio e cioè "non canonicamente eletto" … ma passiamo avanti …il secondo elemento di cui ho tenuto conto è quanto rivelato dalla Madonna a Conchita, una della veggenti di Garabandal, nel 1962 ….leggi qui:…continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La profezia dei TRE PAPI.
Si è avverata una profezia che di ceva che sarebbe venuto un Papa vincolato a San Benedetto, il grande evangelizzatore dell’Europa, e si avvera pure la profezia della Madonna a Garabandal sui TRE Papi.
Una conversazion e molto importante della mamma Aniceta con Conchita è riportata dal D. Albrecht Weber, nel suo libro “Garabandal – Der Zeigefinger Gottes” (“Garabandal – Il Dito di Dio”). Questo titolo fa riferimento al Segno che Dio lascerà della sua Presenza a Garabandal, nei pini e dopo il Miracolo, segno che durerà per sempre fino alla Fine del mondo. Leggiamo una parte del dialogo:
Quando nel paese si seppe la notizia della morte di Papa Giovanni XXIII, le piccole campane della chiesa annunciarono il decesso del Papa con un tono funebre. Conchita si recò in chiesa con sua madre Aniceta e con la Sig.ra Ortiz. Parlavano tra loro: – E’ morto il Papa, disse sua madre.
Rispose Conchita: – Ah, il Papa è morto. Allora restano TRE Papi.
Fin qui, nulla di particolare. Tuttavia, ritornate a casa, Aniceta non si sentiva tranquilla e volle conoscere più profondamente i pensieri di sua figlia, che sembrava riservata in presenza della Sig.ra Ortiz. A casa, da sole, temendo un possibile sbaglio di sua figlia, la madre la interroga: – Da dove sai tu che soltanto restano TRE Papi?
Conchita risponde: – Dalla Santissima Vergine. In realtà mi disse che ancora sarebbero venuti QUATTRO Papi, ma Lei no teneva in conto uno di essi.
Dice Aniceta: – Ma allora, perch é non tenere in conto UNO?
Risponde Conchita: – Lei non lo ha detto, soltanto mi disse che UNO non lo teneva in conto. Tuttavia mi disse che avrebbe governato la Chiesa per breve tempo.
Alla domanda: – Forse per questo non lo considera?
Conchita dice: – Non lo so.
E sua madre: – E poi che succede? – Lei non lo ha detto."

…ora alla luce di queste due premesse (la profezia di San Francesco e le indicazioni della Madonna a Conchita che spiega di non tener conto del papato di Giovanni Paolo I) passo ad interpretare il passo di Apocalisse 17 che fino a qualche mese fa era incomprensibile ma che alla luce degli ultimi eventi appare dispiegarsi in tutta la sua forza profetica …

Apocalisse 17 – 8,11
"La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall'Abisso, ma per andare in perdizione. E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà.

Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re.

I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l'altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.

Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l'ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione. "

…per comprendere questo passo occorre però sapere che il Papa è considerato anche Re dello Stato del vaticano SOLO a partire dal 1929 quando lo Stato del Vaticano è stato istituito con i Patti Lateranensi…quindi escludendo Giovanni Paolo I dall'elenco dei papi che si sono succeduti dal 1929 in poi rimane che i 5 re caduti sono Pio XI, Pio XII, Giovanni XXIII, Paolo VI e Giovanni Paolo II che i due in vita sono Benedetto XVI e Francesco I e quindi si può rileggere il passo di Apocalisse 17 così:
…continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"La bestia che hai visto era(re) ma non è più(re), salirà dall'Abisso, ma per andare in perdizione. E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era (re) e non è più (re), ma riapparirà (come re).

Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re.

I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita , l'altro non è ancora venuto (Francesco I) e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.

Quanto alla bestia che era (re) e non è più (re), è ad un tempo l'ottavo re e uno dei sette ( il sesto visto che il settimo dovrà rimanere poco), ma va in perdizione. "

…praticamente rileggendo questo passo biblico profetico con questa chiave di lettura si confermano tutte le profezie che vedono Papa Francesco destinato al martirio e al tempo stesso la salita al soglio pontificio di un papa che sarà l'ottavo re ma che "non sarà eletto canonicamente" come indicato nella profezia di San Francesco e quindi non sarà un vero papa e "andrà in perdizione" …e così potrebbe compiersi quanto avvenuto per Gesù … come Gesù ebbe il suo Giuda che lo consegnò per la condanna, il calvario e la crocefissione così la Chiesa (che è corpo mistico di Cristo) avrà il suo Giuda che andando in perdizione la consegnerà all'Anticristo portandola sulla via del calvario.
So benissimo che appare inverosimile che Benedetto XVI (oppure un’altra alta figura nell’ambito della Choesa) possa tradire Gesù e la Chiesa eppure quanto scritto nelle Sacre scritture deve compiersi e poiché proprio le dimissioni di BXVI hanno reso possibile il realizzarsi delle condizioni necessarie perché questa profezia biblica si avveri occorre stare molto attenti a quanto accadrà d'ora in poi anche perché il settimo re (Papa Francesco) "dovrà rimanere per poco" e Benedetto XVI è sulla soglia dei 90 anni di vita e quindi è probabile che tutto si verifichi a breve.
Ovviamente spero vivamente che questa ricostruzione si riferisca ad altro ma la cosa che è passata quasi inosservata è che nel Motu Proprio delle dimissioni di Papa BXVI c’è un articolo in cui si elimina la regola che impedisce la nomina del Papa tramite acclamazione popolare…in un certo senso si rende possibile una nomina del Papa in “modo non canonico” come indicato da San Francesco ma tale da sembrare valido…e ciò potrebbe avvenire dopo la morte improvvisa di Papa Francesco e sull’onda emotiva del momento. Non mi dilungo oltre su questa ipotesi perché oltre ad essere inverosimile mi appare anche terrificante per il caos che porterebbe nella Chiesa insieme all’inevitabile scisma….continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Come dicevo all’inizio, Dio non opera se non dopo aver dato mandato ai suoi profeti di annunciare ciò che viene perché Lui “non vuole che il peccatore muoia ma che si converta e viva” e fa di tutto prima di abbattere sull’uomo la sua giustizia misericordiosa e questo non avviene solo per i cristiani ma anche per gli altri popoli ed in modo particolare per quello Ebreo verso il quale Dio ha fatto una promessa di restaurazione che comunque manterrà nonostante la “dura cervice” di quel popolo benedetto che non ha riconosciuto in Gesù l’unico Salvatore. I segni e le profezie per il popolo Ebreo sono ovviamente diversi da quelli dei cristiani in quanto non considerando Gesù il Salvatore i segni premonitori presenti nei vangeli non sono da loro considerati. I segni più importanti per il popolo Ebreo sono quindi quelli dei cieli ed in particolare le tetradi di lune rosse avvenute solo altre tre volte nella storia e che si ripeteranno nel biennio 2014-15 (vedi qui per approfondimenti …
http://www.notizievangeliche.com/il-sole-sara-mutato-in-tenebre-la-luna-in-sangue-i-segni-dei-tempi/
…durante questi periodi Israele è sempre stata sotto assedio e in pericolo e guarda caso nel 2014 inizia un altro periodo potenzialmente terribile con le armi di cui le nazioni dispongono adesso.
Ma per il popolo Ebreo esiste anche una inquietante profezia di un rabbino molto noto e rispettato in Israele, tale Yitzhak Kaduri, che poco prima di morire all’età di 108 anni nel 2005 profetizzò che il Salvatore atteso da Israele sarebbe comparso in Israele in forma umana (L’Anticristo?…non certo Gesù che tornerà nella gloria) solo dopo la morte di Ariel Sharon che, è notizia proprio di questi giorni, sta per morire dopo essere rimasto in coma dal 2006 a causa di un ictus…. e ovviamente sembrava impossibile potesse sopravvivere fino al 2014…strana coincidenza anche questa… no?
Come vedi Remox molte profezie convergono in questi anni e a queste si aggiunge la conferma di Mirjana che l’anno scorso ha affermato che siamo ormai “molto vicini alla rivelazione dei segreti” e tutto questo concorda con il quadro profetico che hai già ben evidenziato con la possibile data del grande avvertimento (13/4/16) e gli altri avvenimenti dei segreti che si susseguiranno subito dopo in sequenza.
Da ultimo mi permetto solo di inserire un’ultima profezia consolante in questo quadro abbastanza cupo che si prospetta davanti a noi….è quella di Santa Elisabetta Canori Mora (recentemente proclamata santa da Giovanni Paolo II)che ebbe delle visioni di Gesù che le disse che il “Giudizio” era molto vicino. Alle sue insistenze sul “quando”, nella notte del 19 marzo 1820, Gesù le rispose: “Entro due secoli a partire da oggi” (tenete presente che la chiesa cattolica non mette sull’altare una psicopatica e che il Tribunale per le Cause dei Santi ha vagliato la vita di suor Elisabetta)"
Scusa se mi sono dilungato ma l’argomento è troppo corposo per essere superficiali…ciao e grazie ancora…Saverio

Remox
Remox
10 anni fa

Ciao Saverio,

praticamente hai scritto un articolo 🙂

Molte delle cose che dici le ho già scritte nei precedenti post, tuttavia mi incuriosisce quanto scrivi a proposito delle dichiarazioni di Mirjana. Io ho visto un video dove dichiara, all'indomani dell'elezione del papa, che bisogna pregare molto per lui poichè avrà un pontificato molto duro (in accordo con quanto ho scritto con Nostradamus). Ma non ho sentito dire che è il papa dei segreti. Hai una fonte?
Anche su Elisabetta Canori quanto dici è interessante…ma non ho mai letto dei due secoli a partire dal 1820. Puoi darmi qualche indicazione?

Ciao e grazie.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

complimenti ad entrambi 🙂
ceslanc – hieron (come codice di verifica) a voi la spiegazione

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

Ciao Remox…hai ragione …ho praticamente scritto un articolo :-)…ma gli argomenti sono così concatenati tra di loro che si può avere un'idea della portata di queste profezie solo se si riesce ad avere una visione d'insieme degli eventi…ogni singola profezia presa singolarmente può avere un valore relativo ma quando ognuna rappresenta un tassello che rimanda a quello vicino permettendoci di avere un quadro più chiaro, il valore delle singole profezie viene amplificato dalle conferme che arrivano da altre profezie fatte in tempi e luoghi diversi.
Per quanto riguarda le dichiarazioni di Mirjana sono la necessaria sintesi di un dialogo radiofonico in una intervista di padre Livio…alla domanda di Padre Livio "Mirjana… dopo l'elezione di Papa Francesco tu hai detto che bisogna pregare molto per lui perché incontrerà grandi difficoltà…lo hai detto perché è il Papa che assisterà ai segreti?…la risposta di Mirjana fu più o meno questa "io non posso dire questo…ma dobbiamo pregare molto per Papa Francesco…avrà un compito duro da affrontare"…ovviamente chi ha orecchie per intendere… intenda!…non potendo inserire nel mio già lungo intervento precedente tutto il dialogo mi sono permesso di sintetizzare il senso implicito delle dichiarazioni di Mirjana…e poiché già si vedono i prodromi di quello che sarà un vero calvario per Papa Francesco credo proprio che dovremo veramente pregare molto per Lui. Per quanto riguarda Santa Elisabetta Canori Mora ho letto quella profezia in due circostanze e una di quelle si trova in questa esposizione all'interno di un forum http://geniv.forumcommunity.net/?t=16256937.
In realtà ho evitato di aggiungere altre profezie per evitare di dilungarmi oltre quanto avevo già fatto nel mio intervento precedente ma forse vale la pena citare quella che Gesù stesso fece a Maria Valtorta nel 1943 quando le anticipò che alcuni di quelli nati in quel periodo "..Molti di questi sono già sulla terra.." avrebbero assistito all'avvento dell'anticristo finale…
http://www.entraevedi.org/Il%20Futuro%20dell'umanita%20secondo%20le%20profezie%20di%20Maria%20valtorta.pdf
…se quelli nati tra il 1930/40 vedranno l'anticristo i tempi sono ormai maturi perché si tratta di persone che hanno ormai circa 80 anni!…più o meno vale lo stesso discorso che si fa quando si parla del miracolo di cui dovrebbe beneficiare Joey Lomangino (ormai ultraottantenne) al momento del miracolo di garabandal (13/4/17) oppure delle considerazioni che si fanno circa Padre Petar che avendo ad oggi circa 69 anni avrà il duro compito di rivelare i 10 segreti di Medjuogorje…insomma …tutto fa pensare che siamo entrati negli anni cruciali della storia dell'umanità….continua

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

..Poiché molti degli eventi principali riguarderanno la situazione in Medioriente, che è sempre al centro delle profezie nelle Sacre Scritture, ti invito a leggere questo interessante articolo di Glenn Allen "La distruzione di Damasco" all'interno di questo forum..
http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/PROFEZIE/D1038077-13.html
…e proprio per il fatto che Israele sarà al centro di tutti gli eventi credo che il verificarsi delle tetradi di lune rosse tra il 2014 e il 2015 a cui si aggiungerà una eclissi totale di sole il 20/5/2015 siano segni di cui tener conto per comprendere la tempistica degli ultimi eventi.
Se tutto il caos dovesse iniziare proprio quest'anno con l'inizio di un conflitto , la crisi nella chiesa con uno scisma e la possibile "abolizione del sacrificio quotidiano per 1290 giorni" citato nel libro di Daniele con l'avvento sulla scena mondiale dell'anticristo (che in molte profezie si dice che nascerà in Israele…forse proprio il "salvatore" del popolo ebraico della profezia del rabbino Kaduri, che dovrebbe manifestarsi dopo la morte di Ariel Sharon ormai imminente) è verosimile che proprio tra il 2015 e il 2016 inizino gli avvertimenti celesti e poi il miracolo nel 2017 con il trionfo del Cuore immacolato di Maria al termine dei tre anni e mezzo (1290 giorni) del calvario della Chiesa.
Prima dell'inizio della seconda guerra mondiale vi fu una inspiegabile aurora boreale nei cieli dell'Europa proprio come aveva profetizzato la Madonna a Lucia di Fatima come segno che stava per iniziare il secondo conflitto….ebbene …ora non mi stupirei affatto se si realizzassero quelle visioni che hai citato nel blog sugli effetti del passaggio dei residui della cometa Ison …sarebbero veramente un segno straordinario che qualche evento importante è in arrivo….ciao..Saverio

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La mia "guida" per questi tempi è il messaggio di La Salette. Io non credo affatto che questa generazione vivrà i tempi dell'anticristo. Quei tempi verranno dopo il periodo di pace promesso a Fatima. In questo la Madonna a La Salette è stata molto chiara. Prima deve venire il tempo del Grande Monarca, dopo quello dell'anticristo.
E' il motivo per cui diffido di tutti quei veggenti che annunciano la prossima venuta dell'anticristo.
Grazie per i link che hai postato.

indopama
indopama
10 anni fa

Quando arriverà il tempo della fine. Le scritture, la cabala e il significato dei numeri.

"Il periodo dei tempi ultimi (estremamente tragico) durerà complessivamente 18 anni.8 mesi ed un giorno a partire dal 11 settembre 2001. La fine del tempo pertanto è prevista il 13 del mese di Maggio del 2020 ( coincidente con terzo mistero di Fatima e l’ attentato al Papa Giovanni Paolo II ) ossia 1 Tammuz (Anno ebraico) 5780"

http://archivio.siciliainformazioni.com/cultura-arte/quando-arrivera-il-tempo-della-fine-le-scritture-la-cabala-e-il-significato-dei-numeri/

Remox
Remox
10 anni fa
Rispondi a  indopama

Ciao, grazie.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

La tempistica indicata da INDOPAMA potrebbe essere corretta…corrisponde con quella che potrebbe essere l'ultima delle settanta settimane del calendario ebraico….settimana formata da 7 anni il cui inizio dovrebbe essere proprio con la pasqua 2014 come spiegato e illustrato perfettamente e dettagliatamente qui…
http://www.sequenzaprofetica.org/2013/05/svelare-i-numeri-dellapocalisse-xvi/
Personalmente Remox il mio punto di riferimento sono le Sacre Scritture e le apparizioni della Madonna e fra queste spicca quella di Medjugorje dove, proprio agli inizi delle apparizioni, la Madonna stessa spiegò il motivo delle stesse dicendo che veniva a completare ciò che aveva iniziato a Fatima rivelando anche che ci stava preparando al ritorno di Gesù…ecco le parole testuali:
Mirjana ha ancora riferito: «La Madonna mi disse: – Sto venendo così spesso nella terra per preparare gli uomini al ritorno di Gesù. Io le chiesi: – Vuoi dire che vuoi preparare gli uomini a ritornare a Gesù? – No, rispose la Madonna, voglio preparare gli uomini al ritorno di Gesù.»…e la Madonna ci sta guidando come fece Mosè con il popolo Ebreo verso la terra promessa…e come loro vagarono per 40 anni prima di raggiungere l'aspirata meta se il cammino di Medjugorje dovesse terminare dopo 40 anni dalla sua partenza finirebbe proprio nel 2021 esattamente al termine dell'ultima settimana ebraica che va dal 2014 al 2021 come indicato nel sito che ho indicato.
Poiché dopo i primi segreti (2 avvertimenti e 1 miracolo sulla collina delle apparizioni) ci saranno 7 segreti che corrispondono stranamente ai 7 sigilli dell'Apocalisse c'è da supporre che accada ciò viene indicato nell'Apocalisse e cioè il ritorno di Gesù…che è poi la promessa fatta dalla Madonna a Medjugorie.
Per quanto riguarda la Salette, pur trattandosi di apparizioni vere, ci sono sempre stati notevoli dubbi sulla veridicità della visione di Melania perché prima di arrivare a quella definitiva sembra che vi furono versioni differenti modificate nel tempo…e infatti la Chiesa non ha mai ritenuto attendibile quella versione al contrario di quello che accadde poi a Fatima…ciao ..Saverio

Remox
Remox
10 anni fa

Non del tutto, infatti delle varie versioni del messaggio di La Salette, quella "sintetica" di Melania e quello di Massimino giunsero direttamente nelle mani di Pio IX e ricevettero l'approvazione ecclesiastica. Li ho pubblicati nell'articolo dedicato a La Salette.
A Fatima la Madonna annuncia un -periodo- di pace che, per forza di cose, ha una durata limitata.
La tradizione profetica cristiana fin dal Medioevo annuncia l'anticristo dopo il regno dell'ultimo grande Re romano, il Grande Monarca. Anche diversi mistici "moderni" ne hanno parlato abbondantemente.
Secondo me l'errore nell'interpretazione nasce da due punti: quanto durerà questo periodo di pace? come vengono interpretati gli avvenimenti annunciati a Garabandal, avvertimento, miracolo, castigo?
Io credo che questo periodo di pace nun durerà a lungo. A La Salette si parla di 25 anni, ma questa indicazione compare nel messaggio che non venne approvato da Roma (ricevette solo l'imprimatur del vescovo di Lecce). Ma altri mistici, fra cui Nostradamus, fanno capire che il periodo non sarà lungo. Dopo verranno i tempi dell'anticristo, quindi ben si può dire che la Madonna prepara l'umanità alla venuta di Gesù, poichè i tempi comunque non sono così lontani.
Per quanto riguarda l'avvertimento, il miracolo e il castigo che precedono il periodo di pace annunciato a Fatima…non sono forse un giudizio in piccolo così come detto da vari mistici? Non è forse una manifestazione diretta e potente del Cielo?
Ecco io credo che la confusione nasca proprio da come si vogliono interpretare questi segni. D'altronde, come detto sempre da molti mistici e sottolineato a La Salette, prima che venga questo periodo di pace e regni il Grande Monarca, la Terra sembrerà come un deserto. Espressione terribile che indica la durezza dei tempi ormai prossimi. Appunto un giudizio in piccolo.

Un saluto Saverio.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Remox

Concordo con te per quanto riguarda la possibile dinamica degli eventi…in effetti il mio dubbio su La Salette riguardava proprio la versione che indicava i 25 anni di pace…detto questo rimane comunque difficile capire ciò che accadrà dopo il castigo…quello che mi lascia perplesso è che nel libro dell'Apocalisse non si fa cenno a nessun grande monarca e si parla di "mille" anni di pace come un tempo lungo di primavera per l'umanità dopo la scacciata dal mondo di satana.
La cosa curiosa invece è che Melania accenna al fatto che l'anticristo nascerà da un'ebrea e questo potrebbe coincidere stranamente con quanto detto a proposito della profezia del rabbino Kaduri nel 2005…l'ulteriore coincidenza riguarda alcune profezie che dicono che l'anticristo si manifesterà pubblicamente (come Gesù) all'età di 30 anni…tra queste spicca quella del Ragno Nero (un monaco bavarese) che addirittura indica l'anno 1985 come quello della sua nascita e quindi la sua manifestazione avverrà nel 2015 (ci sarà un'eclissi solare totale sul Medioriente il 20/3/2015)…se la morte di Ariel Sharon, ormai agli sgoccioli della sua lunga agonia, precederà la sua comparsa sulla scena pubblica i tempi coincidono in maniera stupefacente…tenendo conto anche del fatto che proprio dalla Pasqua 2014 inizia l'ultima settimana di 7 anni delle 70 settimane ebraiche la cosa comincia ad essere abbastanza intrigante, nonché preoccupante…quello che accadrà dopo la bufera che è in arrivo non è chiaro ma una cosa è certa…la bufera sta arrivando!…e quindi ora ci dobbiamo preoccupare di metterci al riparo (nel cuore Immacolato di Maria) …al dopo ci penseremo se passeremo la tribolazione…ciao Remox …mi auguro che potremo parlare di queste cose anche dopo che le cosa peggiori saranno passate 🙂

Remox
Remox
10 anni fa

Nella tradizione cristiana l'Anticristo è descritto come discendente della tribù di Dan per parte di madre, come d'uso fra gli ebrei, madre falsa vergine e padre vescovo cristiano. Fin dalla nscita con due denti. Quest'ultima è un'espressione curiosa che vuole sottolineare l'origine demoniaca del personaggio. E' la descrizione che la Madonna riprende dalla tradizione della Chiesa e fa a Melania.
Anche Nostradamus usa a volte l'espressione "infante nascerà con in gola due denti" a voler indicare personaggi storici che avranno caratteristiche anticristiche (Napoleone, Hitler, dittatura argentina) ed è molto probabile che un simile personaggio lo avremo anche nel nostro tempo di tribolazione.
Ma l'Anticristo con la "A" è una cosa diversa. Da come ne parla la Valtorta si comprende bene che viene da dentro la Chiesa usurpando il seggio di Pietro. Ma come può essere un Anticristo "pubblico" e universale se viene da una singola Chiesa?
La possibile risposta è che la Chiesa Cattolica non sarà più come adesso…ma sarà l'unica Chiesa di Cristo.
Questo è quello che la Madonna rivela a Massimino a La Salette e che altri veggenti comunicano a riguardo del tempo che seguirà al Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. L'unificazione delle Chiese cristiane e la conversione dei pagani, ma non degli ebrei. Poichè la loro conversione avverrà solo dopo la caduta dell'Anticristo.
Quindi noi viviamo il tempo che precede la pace di Maria sotto l'egida del Grande Monarca. Non molto tempo dopo verranno i tempi dell'Anticristo. Dopo ancora….i famosi 1000 anni felici (cifra puramente indicativa secondo me) che precederanno il Giudizio Universale.
Un saluto a te e grazie per i tuoi interventi.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa
Rispondi a  Remox

Grazie a te Remox…sei veramente chiaro e sintetico (non come me! 🙂 )…come ti ho detto in precedenza il quadro che hai presentato potrebbe realizzarsi come hai descritto…ovviamente, partendo dalle Sacre Scritture e dalle profezie di vari mistici della Chiesa risulta di difficile collocazione la figura del Grande Monarca che è un po' la variabile non contemplata da queste profezie.
Per quanto riguarda la dettagliata profezia della Valtorta non riguarda l'anticristo ma il Giuda della Chiesa che salendo sul trono di Pietro la tradirà consegnandola nella mani dell'anticristo proprio come fece Giuda consegnando Gesù ai suoi aguzzini…questo corrisponde nell'Apocalisse al falso profeta che consegna alla bestia il suo regno…ovviamente questa dinamica presuppone l'esistenza in contemporanea sia del novello Giuda che dell'anticristo…tutto questo in effetti potrebbe avvenire più in là nel tempo…ma quanto più in là se:
1- Gesù dice chiaramente alla Valtorta che quelli nati in quel periodo assisteranno alla manifestazione dell'uomo iniquo (ora queste persone hanno oltre gli 80 anni)
2- la sequenza papale delle profezie di Malachia termina con Papa Francesco (a cui dovrebbe succedere il Giuda che consegnerà il corpo mistico di Cristo ( la Chiesa) per il calvario e la condanna (come hai detto giustamente potrebbe essere una sola chiesa che comprende i protestanti, evangelici e via dicendo che aderirebbero ad una chiesa in cui non si celebra più il sacrificio eucaristico, come citato nella profezia di Daniele, ma che non sarebbe più la vera chiesa voluta da Gesù perché non ci sarebbe più Lui realmente presente in corpo e sangue a conferma della profezia di San Francesco che accenna alla presenza ai vertici della Chiesa di uno "sterminatore" della vera fede.
Ovviamente questo quadro decadente causato dalla presenza del Giuda ("non canonicamente eletto") della fede verrebbe accompagnato dall'emergere in contemporanea dell'anticristo che come dice San Paolo nella lettera ai Tessalonicesi attirerà molti a sé con "ogni sorta di prodigi menzogneri"…sarà come un Dio in terra a cui molti guarderanno con ammirazione perché, dopo i conflitti che dilanieranno le nazioni sarà colui che porterà la pace ma desidererà d'essere adorato.
In pratica dopo che il Giuda avrà distrutto la fede indicherà poi l'anticristo come colui da seguire…e una conferma di questo si può intravedere in un passo delle profezie del Ragno Nero (monaco bavarese) per il 2016 …eccola:
"Sarà allora che il lupo e l’agnello cambieranno segno.

Molti si confonderanno.

E l’ultimo Pietro della foresta dei marmi benedirà il lupo, scambiandolo per agnello"…non se questo sarà l'anticristo con la A maiuscola o minuscola, ma sta di fatto che se veramente apparirà a 30 anni nel 2015 (dopo la morte di Sharon quindi) inizierà ad operare prodigiosamente mentre nella chiesa e nel mondo regnerà il caos e mentre lui salirà alla ribalta la chiesa condotta dal malvagio alla fine si metterà ai suoi piedi…ma come dicono la Valtorta e le Sacre Scritture verrà subito "spazzato" via…e guarda caso nel 2017 potrebbe esserci il trionfo del Cuore Immacolato di Maria…per quanto riguarda i "mille" anni di pace sono anch'io propenso a pensare che sia un numero simbolico se non fosse per un fatto singolare…le profezie del Ragno Nero si concludono il 7 giugno 3017…sarà un caso ma è esattamente 1000 anni dopo il 2017…certo che se non ci fosse di mezzo il Grande Monarca tutta la tempistica sarebbe più chiara! 🙂 …ciao Remox.. e grazie di tutto…soprattutto della grande disponibilità alle spiegazioni e al confronto.

Anonimo
Anonimo
10 anni fa

«Essi (coloro che non furono marchiati dalla bestia, ndr) ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni; gli altri morti invece non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beati e santi coloro che prendono parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni. Quando i mille anni saranno compiuti, satana verrà liberato dal suo carcere.»

Riguardo ai "mille anni" trovo interessante questo articolo: http://www.euve24544.startvps.com/ar1/mistero-venuta.html

Share This