LA FOLGORE DI GIOVE SULLA CHIESA

scritto da Remox
01 · Giu · 2019

LA FOLGORE DI GIOVE SULLA CHIESA

Per gli antichi Giove
era il padre degli dei e la sua arma, la folgore, lo strumento che usava per
comunicare agli uomini il proprio scontento con avvertimenti e castighi.

Secondo Velikovski
Giove, nella teologia segreta ebraica, era riconosciuto come la principale
divinità alla quale si rendeva culto al tempo di Abramo e tale culto era nato
in seguito a catastrofi celesti con il pianeta Giove protagonista. Il sacerdote
Melchisedek era appunto un sacerdote di Giove in quanto il suo nome significava
“il mio nome è Zedek” comunemente tradotto con “il mio nome è Giustizia” mentre
Zedek era uno degli antichi nomi usati per Giove in Mesopotamia.

Tutto questo per dire
che anche Nostradamus, di origine ebraica, usa Giove come simbolo per indicare il Cristianesimo. Nel suo linguaggio infatti i “giovialisti” sono i
sacerdoti cristiani mentre la folgore è lo strumento del castigo o dell’avvertimento.

Tale ispirazione è ben
presente nelle quartine e lo vediamo soprattutto nell’evento principale che ha
rimesso in moto l’Onda nostradamica: le dimissioni di Benedetto XVI.

Vorrei infatti
approfondire il significato legato a Giove nelle due quartine che descrivono l’evento.

La prima è il presagio
9:

Presage 9  Iuillet.

Huit, quinze & cinq quelle desloyauté

Viendra permettre l’explorateur malin:

Feu du ciel foudre. poeur, frayeur papauté,

L’Occident tremble. trop serre vin Salin.

Presagio 9 Luglio

Otto, quindici e
cinque quale slealtà.

Verrà a permettere l’esplorator
maligno:

Fuoco dal cielo,
folgore, paura e spavento al papato,

L’Occidente trema,
troppo serrato nel vin salino.

Al primo verso la
sequenza di tre pontefici del ‘900.

5: il quinto papa del
secolo, Giovanni XXIII, che regna per cinque anni

15: il sesto papa del
secolo, Paolo VI, che regna per quindici anni

8: l’ottavo papa del
secolo, Giovanni Paolo II, che regna per ventisette anni. L’8 rappresenta anche
la durata del regno del successore, Benedetto XVI.

Dopo questi tre papi
comincia il regno di Benedetto XVI che terminerà con le improvvise ed
inaspettate dimissioni. Nostradamus annuncia infatti: quale slealtà! Sarà allora
concesso all’Esploratore Maligno, ovvero al dio Mercurio, messaggero degli dei,
in particolare di Giove, per il quale usava portare a volte anche la folgore,
di avvisare il Papato.

Nostradamus parla appunto
di “slealtà”: di chi ha voluto quelle dimissioni per imprimere una svolta nelle
direzioni della Chiesa. Mercurio era un dio birichino del quale non ci si
poteva fidare del tutto da cui il termine “maligno”. E’ lui che lancia la folgore
sul papato e la Chiesa.

La folgore è “fuoco
dal Cielo” che si abbatte sulla Cupola di S. Pietro da cui scaturiscono paura e
spavento. Il mondo rimase infatti impressionato dalla sincronicità fra l’annuncio
delle dimissioni del papa e il fulmine che colpì la Cupola. Mai come allora fu
evidente che Dio aveva parlato: ma come interpretare quel messaggio? A chi era
rivolto il fulmine?

Un primo indizio lo
abbiamo all’ultimo verso del Presagio: l’Occidente torna a tremare poiché comincia
un nuovo periodo di turbolenze come ad esempio il ritorno del terrorismo
islamico con la nascita dell’ Isis e del suo califfato. L’Islam era infatti per l’Europa un vero e proprio spauracchio al
tempo di Nostradamus.

Ma molto più
importante è il secondo indizio: il vino salino, rovinato nella sua specie, simbolo dell’Eucaristia. E’
indicazione del travaglio della Chiesa con una crisi interna che va ad
intaccare e colpire il cuore del Cattolicesimo, ovvero la sua dottrina di
Verità. Questo verso fa infatti il paio con quello della quartina 705:

il vino
sulla tavola sarà sparso

ispirato alle vicende del Sacco di Roma ad opera dei
Lanzichenecchi e dunque al tempo delle guerre di religione e dello scisma
protestante.

Un presagio nerissimo
per la Chiesa lanciato da Giove per mezzo del suo Messaggero che per analogia
rappresentano Dio Padre e l’Arcangelo Michele, quest’ultimo protettore di
Michele Nostradamus che aveva in Mercurio uno dei suoi simboli (in quanto
medico, ma non solo).

Alla fine il
messaggero che porta l’avvertimento è lo stesso veggente provenzale.

La seconda quartina è
la 306:

306

Dans temple clos le foudre y entrera,


Les citadins dedans leur fort greuez.

Cheuaux, boeufs, homes, l’onde mur touchera,

Par faim, soif, soubs les plus foibles armez.

306

La folgore entrerà nel tempio chiuso,


I cittadini gravati nel loro forte.

Buoi, cavalli, uomini, mura l’Onda toccherà,

Per fame, sete, sottomesse le armate più deboli.

E’ in sostanza l’incipit
dell’ultima parte del Poema Temporale dove la “folgore” rappresenta lo squillo
di tromba che rimette in moto la profezia. L’Onda del terzo verso travolgerà
ogni cosa: è la purificazione che si rende necessaria per un’umanità corrotta
che avrà lanciato l’ultimo attacco verso il Tempio di Dio.

Ma anche questa
quartina, o meglio il suo primo verso che la definisce, è ispirata a Giove e
precisamente ad un presagio di sventura di Giulio Ossequente:

Il Tempio di Giove fu
colpito da un fulmine mentre era chiuso
. L’Aruspice Emilio Potense ebbe un
premio poiché per primo ebbe indicato (il
significato di) espiazione di questo prodigio
, mentre gli altri (aruspici)
lo celavano, poiché annunciava la loro morte
e quella dei loro figli

Il Tempio colpito è
quello del Padre degli dei. Così come S. Pietro è la casa del Vicario di
Cristo, massimo Tempio della cristianità. Il Tempio era chiuso come immagine
del servizio finito, sospeso; allo stesso modo il fulmine colpisce la Cupola in
una notte piovosa dopo il grande annuncio di Benedetto XVI. L’immagine del
Tempio chiuso inoltre sembra quasi prefigurare la collera di Dio che si
allontana dalle azioni dell’uomo.

Un solo sacerdote, una
netta minoranza, interpreta correttamente l’avvertimento: si tratta di un
invito ad espiare. E questo sacerdote parla, tanto da ricevere un premio per il
suo coraggio. Egli infatti va contro la maggioranza degli altri sacerdoti che
invece, pur avendo capito, segretamente, nell’ombra o per semplice
vigliaccheria tacciono. E lo fanno perché capiscono bene che si tratta di un
duro ammonimento per loro. Annuncia la morte per se e i loro figli.

Come non pensare alla
situazione che si è venuta a creare nella Chiesa dove molti consacrati tacciono
per timore di rappresaglie dei loro superiori o perché sanno bene di essere nel
torto e pur sapendolo continuano nel cammino che porterà alla morte spirituale
non solo loro, ma in quanto pastori anche del gregge loro affidato. E come non
pensare invece a quei pochissimi che parlano, e che per questo vengono puniti e
sempre più lo saranno eppure non si nascondono.

A questi è riservato
il premio celeste per la loro fedeltà poiché avranno predicato la Verità anche
a sprezzo del loro prestigio personale.

E’ proprio questo ciò
che indicano il presagio e la quartina di Nostradamus ad esso ispirata. Avverrà
una purificazione per tutti, poiché è necessaria un’espiazione; ma chi rimarrà
fedele sarà salvato mentre gli altri saranno travolti dagli eventi e
soprattutto travolti dalla loro infedeltà.

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
90 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

1Re,18,17-46 la sfida sul Carmelo.Scisma e purificazione,olocausto. Le 12 pietre,IL FRUMENTO,l'acqua,le offerte bagnate e poi asciugate dalla folgore.vv.38-40. Fatima,miracolo del sole:le offerte sono le persone, bagnate e poi asciugate.

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Dimenticavo:il fulmine colpisce la cupola in una notte piovosa.Acab e' citato dalla Madonna in un messaggio di Anguera.I vv,17-18 del capitolo 18 del primo libro di Re,ormai quasi possono essere un ideale colloquio tra Papa Francesco (Acab)e Benedetto XVI(Elia)chiamato sul Monte da Dio.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Bravo Vincenzo, mi sembra molto attente il tuo parallelismo. Oggi i sacerdoti e profeti dell'idolo Baal, sono tutti i seguaci dell'eresia modernista, di matrice gnostica e quindi partorita dalla cloaca massonica! Tali seguaci convertano il loro cuore a Cristo Dio, e alla sua autentica dottrina, se vogliono evitare le conseguenze della tremenda espiazione ed ira divina, come capito' agli ignominosi seguaci di Baal!

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Aggiungo questo:i sacerdoti di Baal sgozzati….a fronte dei messaggi di Anguera sull'azione furente degli uomini dalla lunga barba.Il mito del carro di Fetonte ,narrato tra gli altri da Ovidio,secondo cui e' Giove che fa cadere Fetonte colpendolo con una saetta per salvare la Terra.I capelli di Fetonte prendono fuoco mentre cade ,lasciano una scia e sembra che la Terra sia in fiamme ma non e' cosi':a fronte di quanto dice Conchita sull'Avvertimento:"Sembrera' che la Terra sia in fiamme",e a fronte di quanto dice Anguera":Gli uomini di scienza daranno l'annuncio,gli uomini della terra non spereranno ma saranno graziati".Insomma credo che il liturgico "Testat David cum Sibilla"sia esplicito sul fatto che le profezie escatologiche dell'A. T.sono in parte ritrovabili in mitologie e tradizioni profetiche di molti popoli della Terra.Dio ha sempre avvertito tutti ma non tutti lo hanno ascoltato.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Teste David cum Sibbylla

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Ver.Memoria maccheronica la mia 🙂

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Correttamente si scrive con una b:
Teste David cum Sybilla

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Lo sappiamo che il nuovo Elia(,Papa Francesco in arte Acab non si faccia illusioni), non e' la persona di Ratzinger, ma direttamente la Regina del Monte Carmelo,come si e' presentata sia a Fatima che a Garabandal ,a cui aveva dato appuntamento da Fatima.Quella che a Conchita ha detto"Voglio riunirvi tutti sotto il mio Manto",e Conchita non capiva e diceva:"Non ci stiamo tutti".Quindi gia' Elia ed Eliseo erano prefigurazioni di Maria,la Onnipotente per Grazia,Regina del Cielo e della Terra.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Il mese di giugno è diventato il Pride Month…

Non c'è limite all'impudenza, che diventa blasfemia, di ecclesiastici corrotti e protetti… Questo Mese di giugno, dedicato al Sacro Cuore, diventa inopinatamente il Pride Month. E dunque James Martin, SJ – meglio noto come il "gesuita pro gay" [vedi qui – qui] – formula un tweet ripreso da Taylor Marshall, meglio noto come illustre tomista autore, tra l'altro, del recente Infiltration: The Plot to Destroy the Church from Within [Il complotto per distruggere la Chiesa dall'interno]. Vedi, nell'immagine a lato.

Inserisco le immagini dei tweet originali, dei quali riporto di seguito le traduzioni. A voi l'amara sentenza.
James Martin, SJ: “A tutti i miei amici LGBTQ, cattolici e non: buon mese dell’orgoglio gay. Siate orgogliosi della vostra dignità, che vi è stata data da Dio, del vostro ruolo nel mondo e dei vostri numerosi contributi per la Chiesa. Poiché siete stati ‘fatti meravigliosamente’ da Dio (Salmo 139)”.
Taylor Marshall: “Quest’uomo è sostenuto, invitato e apprezzato da Papa Francesco, dai cardinali Dolan, Cupich e Wuerl e dall’Arcivescovo Gómez. La Chiesa cattolica ha nemici infiltrati *al suo interno*”.
http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/06/il-mese-di-giugno-e-diventato-il-pride.html

BERGOGLIO E IL COMUNISMO: UN RAPPORTO INQUIETANTE (COSA EMERGE DALLA VISITA IN ROMANIA)
…….Cosa avranno pensato i cristiani di Cuba che per decenni hanno dovuto sopportare l’oppressione del regime di Castro?L’ambiguità di Bergoglio verso il comunismo è palese. C’è chi ritiene che sia tipica di una certa chiesa sudamericana.

Nei giorni scorsi – dopo l’episodio del cardinale elettricista nel tombino per riattaccare la luce –Francesco Margiotta Broglio, professore emerito di diritto ecclesiastico e presidente uscente (per la parte italiana) della Commissione per l’attuazione del Concordato, ha rilasciato al “Messaggero” un’intervista che era assai pungente su Bergoglio:“Ha importato il Sudamerica a Roma, uno stile da Chiesa della liberazione… Il Papa somiglia a quelli della Teologia della Liberazione, del resto da quel continente lì arriva” .

L’episodio del cardinale elettricista, secondo il professore, “fa il paio con l’invito del Papa agli zingari in Vaticano. Con Francesco la Teologia della Liberazione è arrivata anche a liberare i contatori”. La sua conclusione, rivolta ai cardinali, è questa: “Volevano un Che Guevara? Ed eccolo”.

https://www.antoniosocci.com/bergoglio-e-il-comunismo-un-rapporto-inquietante-cosa-emerge-dalla-visita-in-romania/

A questo punto data la deriva inquetiante, temo e tremo, che dal prossimo Sinodo dell'Amazzonia ci possano essere altre nefandezze liturgiche e dottrinali inimmaginabili fino a pochi anni fa.
In tal caso i fulmini della terribile Santa Ira DIVINA, sono sospesi sulle nostre teste frastonate e incredule!!!
A meno che non ci sia ancora tempo e capacità di ravvedimento, da parte dei vertici della Chiesa Cattolica, onde evitare l'espiazione e la dolorosa purificazione, evocate anche nel presente articolo di Remox.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

“Bisogna riformare Roma con Roma”: quel Modernismo che governa oggi la Chiesa.

Con la Pascendi Dominici gregis di san Pio X per la condanna del Modernismo e il Giuramento Antimodernista.

«Bisogna riformare Roma con Roma; fare che la riforma passi attraverso le mani di coloro i quali devono essere riformati. […] per questa via Essa (la Chiesa) diventerà un protestantesimo; ma un protestantesimo ortodosso […]» (Ernesto Buonaiuti).

Se non partiamo da queste affermazioni e non le approfondiamo un momento, non ci è facile capire cosa sta accadendo oggi, perciò abbiate la pazienza di seguire questi eventi, grazie……

https://cooperatores-veritatis.org/2019/05/06/bisogna-riformare-roma-con-roma-quel-modernismo-che-governa-oggi-la-chiesa/

L'idea che la Chiesa Cattolica dovesse diventare una sorta di "protestantesimo ordotodosso", è agghiacciante!!!
Dobbiamo ammettere che i lupi travestiti da teneri agnellini, hanno lavorato davvero molto bene nel corso dei decenni, o addirittura secoli. Degli infiltrati sibillini viscidi come serpenti, che non ha risparmiato morsi velenosi al corpo mistico di Cristo.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Allora bisogna decanonizzare Paolo vi, vero responsabile di questo sfacelo. Roncalli in fondo non fece nulla di grave,perché non ebbe il tempo. Dominus vobiscum!

SEMPREIO
SEMPREIO
3 anni fa
sempreio
sempreio
3 anni fa
Reply to  SEMPREIO

"CAMMINIAMO INSIEME I DEFETTI LASCIAMOLI DA PARTE….

E L'EUCARESTIA SAREBBE UN DEFETTO….

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Pero'la sostanza e' che come il Battista(Elia)converti' i cuori dei figli verso i padri e viceversa, e ristabili' ogni cosa, cosi fara' Maria;come dopo il Battista ci fu un primo successo di Gesu' e poi l'Apostasia,cosi' dopo il tempo di pace portato da Maria"(Un solo Battesimo una sola Fede una sola Chiesa")ci sara' l'apostasia e l'Anticristo.Elia,il Battista,Gesu' hanno fatto i fatti, da veri protagonisti e altrettanto fa e fara' Maria con Dio,Creatore del Cielo e della Terra che l'ha coronata Regina del Cielo e della Terra.Protagonisti siamo anche tutti noi,ma il nostro campo di battaglia fondamentale dev'essere la conversione,la preghiera,la vita cristiana,senza che l'attualita' e la cronaca diventino da coadiuvante a elemento centrale.In questo caso diventerebbero fuorvianti,idoli,trappole.Dobbiamo sapere e pensare che la vittoria sui nemici dell'Umanita' verra' da Maria,e non preoccuparci di questo,per non distrarci da cio' che piu' conta:lo spirito d'infanzia,che si affida alla madre e cerca di farla contenta.Che poi e' lo spirito dei veri soldati.Gli altri sono saccheggiatori e non a caso Santa Giovanna d'Arco educo' i soldati.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

L'accusa dei tradizionalisti Usa: "Così Obama ricattò Ratzinger"

Nella rivista "The Remnant", i tradizionalisti chiedono a Trump un'inchiesta sulle mosse di Barack Obama che avrebbero portato alle dimissioni di Benedetto XVI

……"Durante il terzo anno del primo mandato dell'amministrazione Obama – si legge nella lettera aperta – il segretario di Stato Hilllary Clinton, e altri funzionari del governo, hanno proposto una "rivoluzione" cattolica il cui obiettivo era la scomparsa definitiva di ciò che che restava della Chiesa cattolica in America". I sospetti nascono da una e-mail che John Podesta, consigliere della Clinton, inviò a Sandy Newman, direttore di una rivista progressista. Nella e-mail Podestà spiega al suo interlocutore che sta cercando di realizzare una "primavera cattolica" in Vaticano simile alle "primavere" che hanno ribaltato i regimi del Nord Africa.

Secondo i firmatari della missiva, l'elezione di Papa Francesco sarebbe servita a "dare un appoggio spirituale al programma ideologico radicale della sinistra internazionale", tanto che oggi il pontefice sarebbe ormai diventato "il leader della sinistra mondiale". La rivista The Renmant, quindi, chiede a Trump di aprire una inchiesta che spieghi "per quale motivo la NSA ha monitorato il conclave che ha eletto papa Francesco", "quali operazioni segrete sono state effettuate dal governo Usa sulle dimissioni di Benedetto XVI" e renda conto delle "transazioni monetarie con il Vaticano sospese pochi giorni prima delle dimissioni di Ratzinger". In effetti nel dicembre 2013 Deutsche Bank chiuse i bancomat all'interno della Santa Sede con la scusa delle indagini sulle norme anti-riciclaggio sullo Ior, ma poi il giorno il giorno successivo alle dimissioni dell'ex pontefice il Vaticano e la banca trovarono subito un accordo. Riaprendo i bancomat.

Infine, i firmatari chiedono al presidente di chiarire il ruolo di Podesta in quella che lui stesso avrebbe definito "primavera cattolica", quale influenza abbia avuto il finanziere George Soros e se l'amministrazione Obama sia entrata in qualche modo in contatto con quella che è stata chiamata la "mafia di San Gallo", ovvero il consesso di cardinali e vescovi (Carlo Maria Martini, Adriaan Van Luyn, Walter Kasper e Karl Lehman, Achille Silvestrini eBasil Hume) che già nel 2005 avrebbe individuato in Bergoglio il papa perfetto per la riforma della Chiesa in senso progressista.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/laccusa-dei-tradizionalisti-usa-cos-obama-ricatt-ratzinger-1358671.html

all'epoca non diedi molto credito a tale lettera, oggi invece credo la situazione della Chiesa sia alla totale deriva…..

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z
NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Questa "rivoluzione", o "primavera cattolica", i cui congiurati sarebbero stati i vari Obama, Clinton, Podestà, Soros, e tutte le "eminenze nere", dietro di loro e sopra di loro, ovviamente hanno radici antiche…..

…..Nel 1923 Lev Trotsky, il "grande architetto" del comunismo, scrisse in un articolo per Pravda (intitolato "È maturo il tempo per lo slogan: Gli Stati Uniti d'Europa?"):
"L'Europa (dei banchieri – Ndr) sarà in grado non solo di mantenersi, ma di consolidare e costruire se stessa, una volta che avrà abbattuto le barriere doganali e la sua economia sarà unita alle inesauribili ricchezze naturali della Russia. "Gli Stati Uniti d'Europa" – una prospettiva puramente rivoluzionaria – è la fase successiva della nostra prospettiva rivoluzionaria". Lev Trotsky

…….“Esiste anche un'altra alleanza – a prima vista strana e sorprendente – ma che se ci si pensa è ben fondata e facile da capire. Questa alleanza è tra i nostri capi comunisti e i vostri capitalisti” Vladimir Lenin
…….Vladimir Bukovsky, scrittore russo anticomunista, dissidente dal regime sovietico, passò alla storia come uno tra i primi prigionieri politici ad essere rinchiuso in una psikhushka: rete di ospedali psichiatrici istituiti dal governo dove venivano internati i dissidenti dell'ex-Unione Sovietica. …..
…..Bukovsky paragonò poi il Parlamento europeo al Soviet Supremo (organo al vertice del sistema dei Soviet, dal 1938 al 1989, su cui si basava il potere in Unione Sovietica: poi riformato e trasformato in organo ad elezione indiretta, fino al 1991) e la Commissione Europea al Politburo (ufficio politico del comitato centrale del partito comunista). Bukovsky fu tra i primi a comprendere il fil rouge che univa i profeti del comunismo a quelli della Paneuropa, nonché i retaggi comunitari della trappola razziale di Kalergi. Egli in un passaggio del suo famoso intervento notò profeticamente:
“coloro i quali si oppongono all'immigrazione incontrollata dal Terzo Mondo saranno considerati razzisti e quelli che si oppongono all'integrazione europea saranno considerati xenofobi”.
Le osservazioni del dissidente russo, del 2006, hanno oggi un sapore amaramente profetico, infatti i cittadini italiani ed europei contrari all’iper-immigrazione di massa sono bollati senza mezzi termini come razzisti e / o xenofobi, e finanche “cattivi cristiani” da parte del clero modernista e filo-europeista (espressione di una chiesa decisamente avversa alla vera Chiesa di Cristo: eretica). Quindi chi si schiera contro il “Piano Kalergi” e non abbraccia l’omologazione forzata e il genocidio programmato della cultura, dei valori e delle razze europee, è marchiato e ghettizzato dal regime: proprio come avvenne a Bukovsky, in Unione Sovietica. Alla luce di ciò è lecito parlare di europeismo “rosso” e di stretto rapporto tra ideologia, linguaggio propagandistico e cultura dell’iper-immigrazione. Oggi il multiculturalismo dilaga in Europa come in Russia! Indice che l'élite per mantenere il potere confiscato ai popoli, ha bisogno di non-popoli, greggi senza identità. La questione della commistione razziale, non è assolutamente un fatto nuovo, come qualcuno vorrebbe farci credere: non si tratta di “fenomeni incontrollabili o naturali”, né recenti, ma di strategie ampliamente denunciate in diverse sedi e oggi attuate meticolosamente, secondo un rigido copione. Anche chi, malgrado tutto, ancora non crede alla veridicità del “Piano Kalergi” dovrà ricredersi……
http://www.quieuropa.it/piano-kalergi-e-convergenza-tra-europeismo-e-comunismo/

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Bravo Spring,
il tuo link da te postato sopra è molto attinente!

PRIMA PAGINA DI LIBERO QUODIDIANO ALLORA DIRETTO DA MAURIZIO BELPIETRO di Sabato 10 aprile 2010

"VOGLIONO CACCIARE IL PAPA

STRATEGIA CHIRURGICA: I giornali americani tirano fuori una lettera con cui Benedetto XVI avrebbe coperto un pedofilo.
I nemici del Pontefice al lavoro per costringerlo a lasciare

DI GIANLUIGI NUZZI — Sabato 10 aprile 2010
C’è unobiettivo internazionale in quanto sta accadendo sulla figura, sulla pelle di Benedetto XVI in questa progressiva, geometrica, messa d’accusa per il più ignobile dei reati che possano macchiare un sacerdote, un uomo.
C’è un desiderio tumultuoso di far dimettere Joseph Ratzinger, il papa della dottrina e dell’intransigenza………."

Si vede che non era ben allineato al Globalismo modernista immigrazionista, e anti-cattolico……

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Nel 1923 Lev Trotsky, il "grande architetto" del comunismo, scrisse in un articolo per Pravda intitolato "È maturo il tempo per lo slogan: Gli Stati Uniti d'Europa?" Ma Lev Trotsky fortunatamente non riuscì nel suo piano; questo lo dobbiamo a Stalin che fece deragliare questo progetto conformando la rivoluzione verso un socialismo adattato alle condizioni della Russia con venature di patriottismo russo: vedi 2^ guerra mondiale, guerra patriottica. Con Trosky avremmo avuto buona parte dell’Europa sotto un bolscevismo anticapitalista solo per i mezzi di produzione ma guidato dalla finanza internazionale: hanno progettato per il capitalismo finanziario un avvenire su due strade: il liberalismo nei paesi occidentali ed il socialismo negli altri; liberalismo e socialismo sembrano antitetici ma egualmente validi a sostenere il capitale finanziario. Allo stato attuale la radice maligna del capitalismo finanziario sta producendo guai nell’occidente per le sperequazioni sociali indotte; in Russia si è passati al sistema occidentale ma i guai non sono terminati: i parassiti di ieri si sono appropriati delle imprese di stato e sono malvisti dalla popolazione; la quinta colonna di estrazione liberale controlla in parte le istituzioni finanziarie ed è di ostacolo al progresso del paese. A questo punto anche Putin risente delle lotte interne e non è più agile e determinato come un tempo; anche lui sta tramontando. La Cina ha avuto uno sviluppo tutto particolare: dal maoismo cioè dal socialismo ingenuo si è passati ad un socialismo realista: libero sfogo alle piccole e medie imprese; ma il controllo delle banche e delle grandi imprese è sotto il rigido controllo del partito-stato. Se vogliamo c’è un parallelismo con l’Italia del grande boom: le grandi imprese erano di stato e le piccole e medie imprese lavoravano intensamente: i contratti con l’estero si facevano in dollari, sterline e marchi; ma le monete forti appena arrivate le incassava la Banca d’Italia allora statale e all’impresa andava sul conto il corrispettivo in lire. Funzionava meglio di oggi. P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Malachi Martin – Il Terzo Segreto di Fatima
Intervista a Malachi Martin (C2C) del 13 luglio 1998:
……….
…………….
Art Bell: Ok, eccoci di nuovo qui. Voglio leggere velocemente ancora alcune cose, Padre, una di un amico australiano, che dice: “Alcuni anni fa, a Perth, un prete gesuita mi ha detto qualcosa di più sul Terzo Segreto di Fatima.

Ha detto, fra le altre cose,

che l’ULTIMO PAPA sarebbe stato

SOTTO IL CONTROLLO di SATANA.

Papa Giovanni svenne, pensando che avrebbe potuto essere lui. Siamo stati interrotti prima che avessi potuto ascoltare il resto.” Ha qualche commento?

Malachi Martin: Sì. Sembra che stesse leggendo o che gli fosse stato rivelato il testo del Terzo Segreto.

Art Bell: Oh, mio Dio!

https://due1000dodici.altervista.org/blog/malachi-martin-il-terzo-segreto-di-fatima/

e qui l'originale in inglese e l'mp3 (quasi sparito da internet):

http://fatima-2017.blogspot.it/2016/11/original-malachi-martin-interview-on.html

https://www.youtube.com/watch?v=cHEyoc9rMsA&feature=youtu.be

Ma mi vengono i brividi di terrore! non so cosa pensare di questa lunga intervista a Padre Malachi Martin!

tra l'altro uscì pubblicata negli anni sessanta una "versione diplomatica" del terzo segreto di Fatima, tramite un periodo della Germania; tale versione in realtà non corrisponde al vero segreto, se non in alcune parti, in altre ci sono delle incongruenze e distorsioni, e omette altre parti molto più importanti e esplosive mai rivelate……

ecco cosa ci dice Padre Martin a riguardo di tale presunta "versione diplomatica":

Malachi Martin: L’ho sentito e suppongo che la risposta moderata che dovrei dare consta di due parti, proprio, due dichiarazioni. Non è il testo che mi è stato dato da leggere nel 1960. Ci sono alcuni elementi che appartengono al testo.

Art Bell: Perciò, in altre parole… sto cercando di procedere il più cautamente possibile… in altre parole, sta suggerendo che non è precisamente quello che lei aveva, ma ci sono alcuni elementi in ciò che lei ha appena sentito…?

Malachi Martin: Sì, ci sono alcuni elementi che appartengono al Terzo Segreto. Questa è forse la risposta più moderata che posso dare.

Art Bell: Ok, va bene, non le chiederò di dirmi altro, ma tenendo a mente ciò che ho appena letto, potrebbe considerare che il Terzo Segreto sia così traumatico com’è stato suggerito in ciò che ho letto, o ancora di più?

Malachi Martin: Di più.
Art Bell: Di più?
Malachi Martin: Sì, di più. Molto di più. Il… senza… di nuovo… sai, Art, procedendo molto cautamente, l’elemento centrale del Terzo Segreto è terribile. E non è in quel testo.
Art Bell: Non è nel testo?
Malachi Martin: No, non c’è, grazie a Dio.
……..

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

https://gloria.tv/video/ZC7LQbAmBPwW1cdmaHc4TfXgk la profezia di Fatima sul Portogallo si sta realizzando.

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Ho visto il video dell'intervista in aereo di ritorno dalla Romania.Non mi sembra molto utile mettere l'accento sulle questioni teologiche, come di solito fanno molti giornalisti e commentatori,a partire da mezze frasi,perche'come dice anche il video sul Portogallo che ho linkato,la vera questione e' che sia ortodossa la fede vissuta dalla massa dei fedeli,e non possono essere tutti degli apologeti.Nemmeno e' utile immaginare la condizione spirituale dell'anima di Papa Francesco,perche' la conosce Dio.A me non sembra un demonio,almeno finora, ,ma certo mi sembra uno perfetto per essere strumentalizzato e fatto deviare.Mi colpisce che per Bergoglio sembra che il Vaticano II sia finito ieri.E' euforico,sembra che per Bergoglio il Vaticano II sia Gesu' Cristo stesso.E quello il punto,e in quella chiave i suoi discorsi non sono confusi.E' confuso l'uomo che li fa,perche' bisogna anche tenere conto dei fatti,se si hanno responsabilita',sia pure senz demonizzare tutto il Concilio.Sembra un giovane che ha concepito una idea ,tra i 20 e i 30 anni di eta',e si e' fermato li'. Davvero,come cantava Chieffo ,sembra uno che continua a trascinare i suoi pensieri nell'illusione di cio' che vorrebbe,ed e' convinto che Dio lo abbia scelto proprio per realizzare cio' che ha sognato da giovane!E' accecato,presuntuoso,illuso.Come un giardiniere inesperto,guarda i fiori sui rami e da' per scontato che le radici stiano bene senza curarle.Invece gli alberi sovente prima di seccare emettono molti fiori,e proprio uno di quei libri ottocenteschi della Martinengo lo riportava in una visione.E' la chiesa modernista.Il Vangelo dice invece di zappare e concimare intorno alle radici,e dare loro aria.Senno' marciscono e vengono invase da agenti nemici.Questo Papa in versione nonno terribile, e bonario,sognatore e illuminato,e' proprio un assurdo..Solo un cialtrone irresponsabile puo' arrivare al 2019,da inizio anni' 60,e capire cosi' poco come capisce ,credendo di capire moltissimo.E' fuori strada e secondo me non crede pienamente nel libero arbitrio, ma non se ne rende conto,forse.La prima difficolta' che incontrai io da giovane, quando cominciai a credere, era proprio capire a cosa servisse il libero arbitrio,perche' ti senti cosi' amato e proiettato sui destini eterni dell'uomo che ti sembra che tutto vada bene comunque:ma Dio sa dosare le sue grazie e le sue attenzioni alle anime,in modo che il vino nuovo non sia messo in otri vecchi fino a romperli.Papa Francesco sembra un otre vecchio che perde vino nuovo,ma in realta' e' ragionevole pensare che non si tratti di vino nuovo ma di vino ideologico,a cui da' forza la concupiscenza della carne.Al suo posto preferirei illudermi e compiacere la mia carne innamorandomi di una teen ager,perche' mi accorgerei subito che sono fuori strada.Cosi' invece si ubriaca e si fa usare e diventa come un bambino viziato e capriccioso.Anche un po' infamone.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

L’AMORE STRAORDINARIO DELLA MASSONERIA PER IL PONTEFICE. UNO STUDIO DOCUMENTA UNA STORICA “PRIMA VOLTA”. 9 Aprile 2017

Marco Tosatti.
Abbiamo ricevuto uno lungo testo, corredato di note e riferimenti facilmente utilizzabili, che documenta un fatto certamente nuovo nella storia della Chiesa. E cioè l’apprezzamento – che continua anche adesso – delle organizzazioni massoniche mondiali per l’attuale pontificato. E’ uno studio molto interessante, perché a nostra conoscenza mai niente del genere è avvenuto nei confronti di papi moderni, o recenti, e testimonia se non altro delle aspettative di novità nei confronti del mondo attuale create dal Pontefice. Il documento che riportiamo, e il cui autore preferisce restare anonimo, è frutto di un lungo lavoro di ricerca, intrapreso da tempo, e che probabilmente sta ancora continuando. Credo che si debba essere grati a chi si è impegnato con tanta acribia e diligenza in questa opera di ricerca e documentazione, dal valore storico indubitabile. Lo pubblichiamo integralmente, senza nessuna modifica. Un testo in inglese è stato pubblicato dal sito OnePeterFive nei giorni scorsi.

Un Osservatore

Quei massoni a cui piace Papa Francesco
«… Ciò che noi dobbiamo cercare e attendere… è un Papa secondo i nostri bisogni. Alessandro VI con tutti i suoi crimini privati non ci conviene poiché non ha mai errato in materia religiosa. Invece Clemente XIV sarebbe tutto nostro dalla testa ai piedi» (Da un’istruzione permanente dell’Alta Vendita carbonara, 1a metà sec. XIX)
Un Papa secondo i loro bisogni…
Nel 1861 Jacques Crétinau-Joly pubblica L’Eglise en face de la révolution. Lo studioso francese riporta l’Istruzione permanente dell’Alta Vendita, il gruppo dirigente della Carboneria, che secondo studiosi massoni era de facto il braccio armato della Massoneria, essendo i vertici della Setta riservati a coloro che erano già massoni, specialmente di alti gradi[1].
In quell’istruzione sequestrata con altre carte dalla polizia pontificia, i capi carbonari (e massoni) auspicano in futuro un Papa secondo i loro bisogni («Ce que nous devons demander, ce que nous devons chercher et attendre, comme les Juifs attendent le Messie, c’est un Pape selon nos besoins…»); non un Papa che faccia parte della loro “fratellanza”, ma un Papa che assecondi la loro mentalità. L’istruzione auspica un Papa come Ganganelli (Clemente XIV, quello che soppresse i Gesuiti) il quale – dice l’Istruzione – si consegnò mani e piedi ai ministri dei Borboni (poiché li temeva) e agli increduli (che lodavano la sua “tolleranza”). L’ignoto capo dell’Alta Vendita dice che per avere un Papa così occorre un lavorio che potrà durare anni, decenni, forse anche un secolo[2]…
L’istruzione è dei primi decenni del 1800 ed è resa nota nel 1861, quando non ci sono ancora né tradizionalisti lefebvriani e nemmeno sedevacantisti. È l’epoca di Pio IX.
Veniamo ai nostri giorni.
Giovanni Paolo II e Benedetto XVI non piacciono…
In un’intervista del 1999 e in un’altra del 2009, l’Avv. Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia (1999-2014), ha rimpianto Papa Paolo VI perché (dice Raffi) durante il suo pontificato la Massoneria ebbe una stagione di grande dialogo con la Chiesa, molti ecclesiastici parlavano della fine delle censure antimassoniche e sostenevano la compatibilità tra Chiesa e Loggia… [3] Ma poi con San Giovanni Paolo II tornò il “gelo” antimassonico: nel 1983 Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF) presieduta dal Card. Ratzinger ribadì l’incompatibilità tra Chiesa e Massoneria. Papa Wojtila approvò quella dichiarazione.
Dal 1999 il Cardinale di Buenos Aires, Jorge Mario Bergoglio, è socio onorario del Rotary Club[4].
Nell’inverno 2004-2005, sulla rivista massonica inglese Freemasonry Today, un massone tedesco, Axel Pohlmann, si lamenta di Papa Wojtila (all’epoca ancora vivente) e del cardinale Ratzinger. Pohlmann fa capire che dopo la morte del Pontefice polacco i massoni faranno del loro meglio per convincere la Chiesa a rimuovere ogni condanna antimassonica…[5]
continua…..

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

…….SEGUE

I desideri del massone Pohlmann sembrano avverarsi: dopo qualche mese il Papa muore. C’è il conclave. Il cardinale Martini (gesuita) è tra i papabili; lui sì che piaceva ai massoni, almeno a quelli del Grande Oriente d’Italia[6]. Sembra che in quel conclave la scelta decisiva oscillasse tra l’Arcivescovo di Buenos Aires, Jorge Bergoglio (gesuita anche lui), e Joseph Ratzinger[7]. Vinse Ratzinger (i massoni restarono così delusi) che diventò Benedetto XVI, il Papa del Summorum Pontificum, il Papa della difesa chiara e forte dei valori non negoziabili.
Sotto il pontificato Ratzinger si susseguirono attacchi mediatici frequenti, in certi casi giornalieri, cospirazioni di “corvi”, fughe di documenti, critiche di teologi contro il Papa, boicottaggi massicci al Motuproprio Summorum Pontificum… Sembra che tra i boicottatori, o per lo meno tra i non-entusiasti, del Summorum Pontificum ci fosse anche l’allora Arcivescovo di Buenos Aires[8].
Nel 2010, la rivista massonica argentina “Hiram Abif” N° 119 (maggio 2010), presenta un libro del giornalista José Catalan Deus: “Después de Ratzinger, qué?: balance de los cuatro años de su pontificado y desafíos de su sucesión” (2009). Sono passati solo 4 anni, e già ci si interroga su cosa avverrà alla Chiesa dopo Ratzinger, definito dalla rivista massonica argentina come l’«ultimo conservador»… Catalan Deus parla di cospirazioni in corso contro Papa Ratzinger e di futuro incerto del Cattolicesimo… Crisi nella Chiesa… Curioso trovare tutto ciò su di una rivista massonica, argentina[9]. Vien da chiedersi: massoni & ecclesiastici progressisti (compresi quelli della “mafia di San Gallo”[10]) si stavano industriando a preparare e a gestire il post-Ratzinger ?
11 febbraio 2013, Benedetto si arrende e si dimette. Nuovo conclave. Stavolta Bergoglio viene eletto, 13 marzo 2013. Con Papa Francesco cessano d’incanto attacchi mediatici e critiche, ma riprendono vigore i boicottaggi al Summorum Pontificum. Viene annunciata tanta misericordia che di fatto sembra negata a quei settori “conservatori” in comunione con Roma.
«[…] forse nella Chiesa nulla sarà più come prima». Verso una Nuova Era?
In ambienti tradizionalisti argentini gira voce che Bergoglio, prima di diventare vescovo, sparì qualche tempo dalla circolazione, venne iniziato in massoneria, poi ricomparve e fece carriera… Mah! Sarà l’ennesimo caso di disinformazione tradizionalista? Comunque sia, abbiamo riscontrato in questi anni che Papa Francesco piace a vari massoni. Riporto ora varie attestazioni massoniche in favore di Papa Bergoglio. Si tratta di un numero di elogi pubblici forse mai ricevuti da nessun altro Pontefice.
Qualcuno dirà che l’immagine mediatica di Francesco è strumentalizzata dalla Massoneria e che lui non c’entra niente. D’accordo. Chiediamoci però perché Massoneria e Massoni non strumentalizzano e non lodano anche Pio IX, Pio X, Pio XI, Pio XII… Probabilmente i Massoni con quei Papi hanno poco da strumentalizzare e da lodare.
Cosa pensa Papa Francesco dei massoni?
Il 28 luglio 2013 sul volo Rio de Janeiro – Roma, in quel celebre discorso sul “chi sono io per giudicare un gay”, Papa Francesco sembra far capire che l’essere gay non sarebbe un problema quanto invece il fare lobby gay. Il Pontefice afferma che il problema sono le lobby, lobby degli avari, lobby dei politici, lobby dei massoni…[11] Vien da chiedersi: il Papa ritiene che ci siano massoni che non fanno lobby, dunque massoni “buoni”, di “buona volontà”, che “cercano il Signore” e che magari possano pure ricevere la Santa Comunione restando orgogliosamente massoni ? Forse le profonde convinzioni di Papa Francesco sul tema diventano intuibili alla luce dei seguenti elementi: il caso “Amoris laetitia”, il fatto che Papa Francesco non vuole rispondere ai «dubia» dei 4 Cardinali, e l’oggettiva promozione dell’ “agenda” del Card. Martini (progressismo teologico, etico, ecclesiale) da parte di Papa Bergoglio?
CONTINUA…….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

…..SEGUE
Ora passo a enumerare varie lodi tributate a Papa Francesco da vari ambienti massonici.
1) Appena eletto, Papa Francesco riceve auguri e lodi dal B’nai B’rith[12], una sorta di potente para-massoneria ebraica per ebrei. Il B’nai B’rith (B.B.) precisa di non essere una massoneria, eppure le sue assemblee si chiamano “Loggia” e “Gran Loggia”. Il B’nai B’rith è nato nel 1843 e ha attinto vari elementi dalla massoneria. Pare che il B’nai B’rith, come organizzazione, ha poco o nulla a che fare con l’esoterismo. Certo, essere lodati dal B’nai B’rith non vuol dir niente; il B.B. si mostrava contento anche con Paolo VI e Giovanni Paolo II, così come con Francesco. Ma c’è qualche differenza. Giovanni Paolo II ha condannato apertamente la Massoneria e la Massoneria non l’ha lodato appena eletto. Forse qualche lode sporadica dopo l’incontro di Assisi, ma non di più. La condanna antimassonica dell’83 ha spento l’entusiasmo massonico verso il Papa polacco.
2) Lo stesso giorno della elezione di Papa Francesco, 13 marzo 2013, il sito di informazione Impulso Baires trasmette un comunicato della Gran Logia de la Argentina de Libres y Aceptados Masones: il Gran Maestro in persona, Angel Jorge Clavero, saluta il nuovo Pontefice già Arcivescovo cardinale di Buenos Aires[13].
3) In data sabato 02 marzo 2013, Mario Rolleri 33°, su Fenixnews, pubblica un paio di frasi (rispettivamente del 2009 e del 2012) dell’allora Card. Bergoglio, in difesa dei diritti umani. Ma il titolo dell’articolo è “Bergoglio: el Papa en 02 frases”. E si vede la foto di Bergoglio Papa. Ma strano: la data dell’articolo è 02 marzo 2013… Mentre invece Bergoglio è stato eletto Papa… 11 giorni dopo, il 13 marzo !!!
O è sbagliata la data in cui l’articolo è stato postato (02 marzo) oppure già prima dell’elezione si sapeva il nome dell’eletto…
4) In giorno non precisato, ma comunque nei primi giorni dell’elezione di Papa Bergoglio, marzo 2013, il massone Oscar Bartoli scrive una lettera aperta a Papa Francesco rallegrandosi della sua elezione e conclude così:
« Ma come cattolico semi praticante in continuo affanno per il conflitto interiore con la mia cultura del dubbio, voglio dirLe che spero proprio, insieme al miliardo e duecento milioni di altri cattolici sparsi nel mondo, che la sua elezione al soglio Pontificio possa davvero rappresentare un momento di genuino rilancio della nostra fede, martoriata dalle pestilenze che vanno affiorando nella vita vaticana da tempo.
Hanno bisogno del suo esempio i credenti, i poco credenti, i quasi credenti, gli agnostici e gli atei. E quelli che, disgustati dai comportamenti di buona parte della ‘burocrazia’ in abito talare si sono da tempo rifugiati in un dialogo personale con Dio, stravolgendo dogmi e insegnamenti. Buon lavoro, Caro Francesco I e che il Signore la protegga, insieme al suo clero.
Oscar»[14].
Oscar Bartoli è massone italiano del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani[15], residente a Washington D.C., membro del Rotary Club di Washington D.C.[16], fondatore della Italia Lodge 2001 a Washington (all’obbedienza della Grand Lodge of Washington)[17].

CONTINUA……

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

……SEGUE

5) In data 15 marzo 2013 il website della Gran Loggia Virtuale d’Italia (GLVDI) pubblica un comunicato (datato però 13 marzo 2013) del Gran Maestro Luciano Nistri sull’elezione di Papa Bergoglio:
«Roma 13 Marzo 2013. La Chiesa cattolica ha scelto come Pontefice il gesuita Jorge Mario Bergoglio che ha assunto il nome di Francesco. Una scelta netta, lontana dalla logica della Curia romana e dal potere temporale. Dal primo momento Papa Francesco, un uomo che viene “quasi dalla fine del mondo” rifiutando il manto di ermellino e la croce d’oro sostituita dalla sua croce di ferro ha compiuto il suo primo atto tangibile. Nelle sue prime parole di saluto si è colta una voglia di dialogo con il mondo e con l’umanità, alimentando la viva speranza per laici e non credenti che il cambiamento è in corso. Forse è davvero questo ciò che il mondo si aspetta e si aspettava. Una nuova Chiesa che sappia ricongiungere l’amore alla verità in un confronto fra istituzioni non più arroccate nella difesa del proprio potere. Quella stessa speranza che il mondo e in particolare l’America latina dove i massoni Simon Bolivar, Salvador Allende e lo stesso Giuseppe Garibaldi tra i tanti che hanno dato la libertà ai quei popoli, ha sempre atteso.
Un messaggio che la Massoneria stessa percepisce come netta rottura dal passato e che è rivolta all’ascolto dei poveri, degli emarginati e dei più deboli.
Al nuovo Pontefice formuliamo i nostri migliori auguri di buon lavoro per gli anni che lo attendono. Luciano Nistri, Gran Maestro GLVDI»[18].
Nel gennaio 2017, Luciano Nistri 33° (58 anni, originario di Prato) è stato riconfermato Gran Maestro della GLVDI per il triennio 2017-2019[19].
6) Il 14 marzo 2013 il Gran Maestro Gustavo Raffi del Grande Oriente d’Italia saluta e loda il nuovo Pontefice. Raffi dice (“profeticamente”?): «forse nella Chiesa nulla sarà più come prima»[20]. Oh, come aveva ragione! Nulla è come prima…
Il Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani conta molto in Italia, in Europa, negli USA.
7-8-9) Il sito massonico Fenix news diretto dal massone peruviano Mario Rolleri 33° (“Logia Luis Heysen Inchaustegui”, Lima) pubblica in data 15 marzo 2013 un comunicato della Gran Loggia Unita del Libano: il Gran Maestro Rami Haddad e il Sovrano Gran Commendatore Jamil Saade inviano le loro felicitazioni all’Argentina e alle donne della Gran Loggia Femminile d’Argentina per l’elezione di Papa Bergoglio…[21] Dunque, massoni peruviani (7), massoni libanesi (8) e massone argentine (9) sono lieti dell’elezione di Bergoglio.
Anche le massone argentine? Forse qualche donna massona argentina era (è?) amica del Cardinal Bergoglio/Papa Francesco?
Al contrario, un Pio IX, un Pio X o un Pio XII, appena eletti, non hanno ricevuto lodi e saluti dalla Massoneria italiana o internazionale. Quei pontificati “pii” non sono mai piaciuti ai massoni. Forse anche per questo le cause di canonizzazione di Pio IX e Pio XII sembrano arenate?
10) Ancora Mario Rolleri 33° dev’essere così entusiasta dell’elezione di Papa Bergoglio che in data 15 marzo 2013 posta su Fenixnews, le prime parole del neo-Pontefice. L’articolo termina con le parole della folla “Viva el Papa” ![22]
11) Mario Rolleri, 33° grado e Gran Maestro del Grande Oriente del Perù [almeno nel 2017], direttore esecutivo del sito massonico di lingua spagnola Fenixnews, domenica 17 marzo 2013, pubblica un interessante elogio su Papa Bergoglio. Rolleri 33° loda Papa francesco per la sua umiltà, umanità e fermezza… Rolleri sente che molte cose cambieranno nella Chiesa e che «Su Santidad Francisco» dovrà nominare un nuovo Segretario di Stato. Rolleri 33° saluta con affetto Papa Francesco augurandogli un Pontificato esteso e fruttuoso[23]. Non risulta, almeno al momento, che Rolleri abbia fatto un simile augurio a Papa Benedetto XVI.
12) Venerdì 20 marzo 2013, sul sito massonico Fenixnews, Mario Rolleri 33°, in un altro articolo elogiativo sul neo-Pontefice, ritiene che con Papa Bergoglio la Massoneria possa iniziare un dialogo proficuo… [24]

CONTINUA….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

…..SEGUE

13) Venerdì 29 marzo 2013, ancora Mario Rolleri 33°, su Fenixnews, riporta la lunga testimonianza positiva su Papa Francesco del gesuita venezuelano Luis Ugalde, direttore del «Centro de Refléxion y Planificacion Educativa» di Caracas. P. Ugalde ha conosciuto P. Bergoglio nel 1983. Bergoglio salvò la vita a molti perseguitati politici. P. Ugalde afferma che Papa Francesco deve cambiare molte cose nella Chiesa[25]. Ovvio che il massone Rolleri 33° è contento!
14) Domenica 31 marzo 2013, in un altro articolo elogiativo su Papa Francesco, Mario Rolleri 33° già annuncia che con il nuovo Papa ci saranno notizie di cambiamenti e decisioni inaspettate…[26]
15) Giovedì 11 aprile 2013, il massone Mario Rolleri 33° sul sito Fenixnews, loda ancora Francesco e stavolta chiama in aiuto… la Cabala ebraica! Infatti Rolleri mette a confronto Papa Francesco con il numero 13, dato che è stato eletto il 13 marzo. Rolleri spiega che per la Cabala ebraica il 13 non è un numero di “mala sorte” ma richiama il proposito stesso della creazione. Per i Cabalisti non esiste né fortuna né sfortuna. Rolleri scrive che il Card. Bergoglio non ha avuto la fortuna di essere eletto Papa ma si è costruito questa realtà con le sue non poche azioni… [27] Rolleri invoca la Luce del Creatore su Papa Francesco e sul suo messaggio di amore e di cura per tutti gli esseri umani…[28]
16) Poche settimane dopo l’elezione di Papa Francesco, nel numero di aprile 2013 della Newsletter massonica canadese “The Watermark” leggiamo che il nuovo Pontefice su internet è addirittura indicato come un massone che usa segni massonici («a freemason and using Masonic signs, blah, blah!»)… L’articolista fa capire che si tratterebbero di chiacchere («blah, blah!»)[29]. L’articolista massone confida che il nuovo Pontefice nonostante il suo “conservatismo” sarà disposto a costruire una migliore relazione tra Cattolicesimo e Massoneria. L’articolista fa suo, riportandolo per intero, il messaggio augurale del Gran Maestro della Gran Loggia di Argentina al nuovo Pontefice. Al termine dell’articolo il massone canadese spera che cesseranno così secoli di ingiusta persecuzione dei massoni da parte della Chiesa Cattolica Romana…[30]
17) Sabato 11 maggio 2013, ancora sul sito massonico Fenixnews, Juan Orrego scrive che la Massoneria argentina, della «Gran Logia de la Argentina de Libres y Aceptados Masones» si è rallegrata dell’elezione di Papa Francesco. Orrego osserva che le relazioni tra Chiesa e Massoneria in Argentina sono migliorate negli ultimi decenni. Verso la fine degli anni ’90 i massoni si riunirono con l’Episcopato. Oggi le relazioni sono molto più cordiali, anche se il Vaticano ritiene incompatibili le posizioni della Massoneria con quelle della Chiesa. L’elezione di Papa Francesco ha operato come un miglioramento dei rapporti tra Chiesa e Massoneria…[31]
18) In una lettera catto-progressista all’amico Massimo Teodori, in data 20 giugno 2013, il Gran Maestro Raffi si mostra ancora pieno di zelo e di entusiasmo per atti e parole di Papa Francesco… Raffi auspica una profonda “riforma” della Chiesa, ovviamente secondo le coordinate del pensiero massonico e laicista. Raffi elogia come «profondo teologo» Karl Rahner (gesuita) e la sua teoria dei «cristiani anonimi»… Raffi è contro «antiche liturgie di privilegi e prebende»[32].

CONTINUA…….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

SEGUE….

19) A favore di Papa Bergoglio c’è anche la rivista massonica brasiliana “O Malhete” n° 51, agosto 2013 del Grande Oriente do Brasil, Stato dello “Espirito Santo” (GOB-ES). Nell’articolo di p. 7 (“Uma liçao do Papa”) viene esaltato il Vescovo di Roma. L’autore è Derildo Martins Da Costa, Maestro Venerabile della loggia “Luz do Planalto”, Oriente di Serra – Grande Oriente do Brasil. Martins Da Costa scrive: «O Papa Francisco, antes de exortar os outros a fazerem, primeiro fez. Aí está a diferença do Papa Francisco para seus antecessores», tradotto: “A differenza dei suoi predecessori, Papa Francesco fà, prima di esortare a fare…”.
Inoltre Martins Da Costa afferma che il Papa “sembra essere venuto a dare esempi” (esempi graditi ai massoni?) in Brasile, infatti, passando davanti ad una “chiesa evangelica” decise di recitare un “Padre Nostro” con i pastori che erano alla porta e così facendo il “Papa ci ha lasciato una profonda lezione di cittadinanza”.
[Una piccola parentesi. Il cardinale Braz de Aviz, prefetto della CIVCSVA, ha partecipato nel 2006 da Arcivescovo di Brasilia a un forum “spiritual”. C’erano anche rappresentanti della teosofia, dello spiritismo e della massoneria brasiliana (Grande Oriente do Brasil)[33]. Con loro e con le suore americane progressiste Braz ha dialogato[34], non tanto invece con frati e suore Francescani dell’Immacolata di P. Manelli…]
20) Nel numero 1-2/2013 della rivista “L’Acacia” della Gran Loggia del Rito Simbolico Italiano, a pagina 65-66 il redattore capo Moreno Neri auspica che Papa Francesco, gesuita, possa davvero riformare la Chiesa («nessuno più di un ge¬suita potrebbe essere adatto a prendere in mano la sfida dei cambiamenti che attendono la Chiesa») ed elogia il Cardinal Martini… Il massone Neri spera che la Chiesa non sia più un «sistema chiuso e polveroso»…
21) Nel 2013 i giornalisti Giacomo Galeazzi e Ferruccio Pinotti pubblicano il libro Vaticano massone. Galeazzi è un grande “fan” di Papa Francesco, come lo è pure Andrea Tornielli, vaticanista e collega di Galeazzi al giornale “La Stampa” di Torino. Galeazzi-Pinotti scrivono:
«Negli ultimi 30-35 anni diversi gesuiti si sono interessati in senso positivo alla massoneria, hanno partecipato a dibattiti pubblici, a convegni organizzati dal Grande Oriente d’Italia, hanno scritto articoli e libri sul pensiero filosofico sulla storia della massoneria : in altre parole, sono stati gli unici ecclesiastici che, nonostante gli anatemi e le varie scomuniche della Chiesa di Roma nei confronti dell’istituzione massonica, hanno cercato di capirne, finendo molto spesso per condividerla, l’impostazione filosofica»[35].
Galeazzi-Pinotti riportano alcune dichiarazioni del massone Nicola Spinello:
«Nicola Spinello, Gran maestro aggiunto vicario della comunione di Piazza del Gesù, alla domanda postagli dalla trasmissione Mistero andata in onda il 20 marzo 2013 rispondeva: “Che rapporto c’è tra i gesuiti e la massoneria? Gesuiti e massoneria hanno da sempre avuto credo un grande interesse vicendevole speculativo…”. Poi alla domanda: “Il papa è argentino, e in Argentina c’è una grande tradizione massonica, lui è stato arcivescovo di Buenos Aires, pensa che può aver avuto rapporti con la Massoneria?” ha risposto: “Mi stupirebbe esattamente il contrario: se non li avesse avuti. La tradizione massonica in Argentina è potentissima…”. E a un’altra domanda dell’intervistatrice affermava: “Credo che questo papa sia la realizzazione di un disegno che da troppo tempo voleva essere adottato…”»[36].
Galeazzi-Pinotti proseguono:
«Anche il Gran maestro catanese Vincenzo Di Benedetto, capo della Gran Loggia serenissima di Piazza del Gesù, alla nostra precisa domanda: “Varie fonti indicano l’esistenza di Logge massoniche anche in Vaticano; lo ritiene possibile?” ha risposto senza esitazione: “Assolutamente sì, a prescindere dalla denominazione utilizzata”»[37].

CONTINUA…..

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Adesso mi fermo, altrimenti diventa un lungo romanzo(un romanzo atroce, e angosciante), il resto continua al seguente link:

https://www.marcotosatti.com/2017/04/09/lamore-straordinario-della-massoneria-per-il-pontefice-uno-studio-documenta-una-storica-prima-volta/

Remox
Remox
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Grazie Nicola, in futuro è meglio pubblicare un breve riassunto e il link di riferimento. Lo dico a tutti, grazie.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Quanto riportato da Nicola_z fa pensare e masticare amaro: è mai possibile che tutta quella marea di gente di educazione sopra la media stia rintanata nelle grotte massoniche a complottare senza sosta e perché poi? Dovrebbe trattarsi di gente decerebrata che da mane a sera compie riti senza senso vestendosi nell’occasione con paramenti utili per il carnevale. Quel che fa paura è che sono gente di potere e che lo utilizzano per fini non chiari. Se poi è plausibile che al vertice ci siano oscure menti luciferine prone al volere di Lucifero, se ciò è vero, chi salverà l’umanità? Ci vuole la forza ontologica del bene come è ben raffigurato in un quadro di una chiesa di Montefalco: la Signora con piglio deciso imbraccia un bastone estremamente nodoso che con forza scarica su un demone frastornato e sopra i suoi accoliti; ciò che il pittore non poteva prevedere ai suoi tempi è che tra quest’ultimi al giorno d’oggi ci sarebbe un certo Bergoglio. Si leverebbero allora forti lamenti ed alti lai da dentro le mura del Vaticano ed anche da quelle laiche della repubblica tali che i romani cambierebbero per paura i propri costumi; le cose si raddrizzerebbero ed anche le buche eliminate. Questi pii desideri si scontrano però con previsioni non proprio fauste:
http://lesmoutonsrebelles.com/les-predictions-de-nostradamus-pour-2019/
{Tra le previsioni di Nostradamus per il 2019, dobbiamo contare sulla nascita di un nuovo conflitto internazionale, che a suo avviso dovrebbe essere avviato in Francia. In questione? Il verificarsi di eventi drammatici e traumatici, come l'accumulo di attacchi terroristici da parte di islamisti radicali. …In una delle sue quartine [non citate], Nostradamus evoca un'altra battaglia, che dovrebbe scoppiare il 25 agosto 2019, quando assisteremo alla congiunzione di Marte e Venere, nella costellazione del Leone. Sembra che durante questo giorno fatale la Russia attaccherà la Turchia e l'Egitto mentre i paesi dell'antica Persia, in altre parole Iran e Iraq, invaderanno l'Arabia Saudita con l’aiuto di un esercito di quasi un milione di soldati}. Ed ancora:
http://lesmoutonsrebelles.com/le-plus-grand-krach-financier-de-toute-lhistoire-va-se-produire-en-2019-selon-cet-analyste-financier/
{…Egon Von Greyerz:" L'inevitabile crisi finanziaria globale si sta avvicinando velocemente "!
Bo Polny pensa che il prossimo crollo dei mercati inizierà a giugno, ma tutto non cadrà. Oro, argento e criptati voleranno e raggiungeranno nuove vette storiche. Questo è ciò che spiega Bo Polny: "L'incidente che si verificherà a luglio spazzerà l'incidente di giugno. Ci sarà una corsa verso i valori di rifugio. Le persone fuggiranno verso valori sicuri. Ricorda, quanti soldi hanno stampato?E quanti soldi non sappiamo ha stampato? Sei a conoscenza dei $ 21 trilioni mancanti? Tutto questo denaro che è stato stampato, deve andare da qualche parte. Le persone perderanno fiducia nel sistema monetario basato sul denaro cartaceo. ….}. Chi vivrà, vedrà. P.Riesz_

Gallo
Gallo
3 anni fa

Dite a tutti che Dio ha fretta e che questo è il Tempo opportuno per il Grande Ritorno.

Che ne pensate?È inusuale x anguera,non trovate???

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Gallo

no, sono messaggi molto frequenti dati ad Anguera.

E ne vengono dati di simili o addirittura uguali DA ANNI

Domenico
Domenico
3 anni fa
Reply to  Gallo

Confermo

Spring
Spring
3 anni fa

C'è un altro segno premonitore: il disimpegno americano in europa.

https://www.maurizioblondet.it/lesercito-usa-vicino-a-una-guerra-di-troppo/

Qualcuno non aveva ancora chiare le idee sulle ragioni per cui ciò sarebbe avvenuto, anche se a suo tempo accennate da remox e da altri nei commenti. Ora le ragioni diventano più evidenti.

Ragazzi, siamo arrivati al capolinea.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  Spring

Non credo che siamo ancora al capolinea, ma la strada sembra tracciata verso un futuro molto nebuloso. Eventuali guerre civili future, in Europa saranno favorite dall'invasione massiccia degli islamici(che non si integrano affatto), la quale sembra essere stata pianificata da un potere sovranazionale oscuro e inafferabbile, per pervenire al loro obiettivo della "Grande Sostituzione".

Addio al Paese cristiano. Il futuro ha un'altra fede

Si parla di "grande sostituzione", ma oltre le teorie c'è un fatto: l'Europa si sta islamizzando.

La Francia non è più un Paese per cristiani. È la conclusione di una ricerca tutta francese e firmata Claude Dargent sociologo e specialista in religione e Olivier Galland sociologo esperto di nuove generazioni.
La nazione da sempre soprannominata «la figlia primogenita della Chiesa» oggi conta sempre meno cattolici praticanti e nella fascia d'età compresa tra i 18 e i 29 anni è già parità con i musulmani. Rispetto al 2008, in soli 10 anni, la partecipazione alla messa è diminuita di tre punti percentuali. Nel 2018 i cattolici sarebbero il 32%, ma il 19% di questi non mette piede in chiesa neanche a Pasqua e a Natale. Nel 1981 i cattolici erano il 70% della popolazione…….
……Un anno fa circa l'arcivescovo di Strasburgo criticava un po' le gerarchie ecclesiastiche francesi ed europee per denunciare fuori dai denti la questione del cambiamento demografico e culturale cui la Francia va incontro da anni. Monsignor Luc Ravel sottolineava l'esistenza di un pericoloso dislivello demografico acuito dal tasso di natalità dei musulmani. Qualcosa che per il porporato sta portando alla «grande sostituzione». Espressione coniata da Renaud Camus e considerata dall'opinione pubblica una teoria cospirativa, con la quale lo scrittore sostiene il pericolo della colonizzazione della Francia (e dell'Europa) da parte di migranti islamici, che minaccia di modificare in maniera permanente il paese e la sua cultura. «La Grande Sostituzione è molto semplice. Ora c'è un popolo, e nello spazio di una generazione ce ne sarà un altro». E Camus definì le attuali politiche migratorie di massa in Europa il più grande cambiamento di popoli e dei loro valori dopo le invasioni barbariche del terzo secolo che portarono al collasso dell'Impero Romano d'Occidente………

http://www.ilgiornale.it/news/addio-paese-cristiano-futuro-ha-unaltra-fede-1707327.html

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Spring

Molto interessante.Avevo fretta e dal titolo non avevo capito l'importanza de post.Che poi i guai non arrivano mai da soli,per cui pure la catastrofe naturale in U.s.a. potrebbe aggiungersi.Teresa Neumann puo' sempre averci azzeccato,almeno su questa,ma il malessere crescente e gli smacchi militari subiti dagli Usa in Siria in fondo potrebbero essere una conferma pure di quella sulla fine del tempo di Caino,sempreche' l'abbia fatta.Se non conoscessimo le profezie,e la situazione interna russa,potremmo anche essere ottimisti.Invece ,conoscendole,penso che con mia moglie avremo pochi anni,se non mesi, per goderci la pensione(1 aprile 2021,gia' sa di "pesce").Il futuro non ce lo garantira' il bel sogno del secolo scorso,ma la Madonna nei modi e nei tempi che vorra'.Tanto siamo in "servizio" fino alla fine,come battezzati.Da notare,per chi ha visto il link che diedi sulla situazione russa interna,che anche da li'verra' il pericolo,e non c'entra Putin,ma semmai le troppe quinte colonne interne.Gli sforzi di Putin e dei suoi sono in parte naufragati,verso l'Europa,e in parte sono stati sabotati,nella politica economica e finanziaria interna e internazionale.Molto probabile che i manovratori siano gli stessi,dentro la Russia e dentro gli Usa,e che la vera manovra a tenaglia contro l'Europa sia proprio questa,non quella temuta dagli esaltati putinfobici.L'operazione Groza forse avverra',e la terza volta sara' quella "buona",purtroppo(dopo quelle fallite nel 1941,perche' preceduta dall'Operazione Barbarossa con l'alleanza ambigua ma non priva di fondamento Hitler -Churchill,e nel 1984-1985 con il grande incidente nella base dei sottomarini nucleari sovietici del Baltico e la crisi economica e finanziaria sovietica,l'offensiva turbo finanziaria mondiale che gia' cominciava con la deregulation di Reagan, poi accentuata da Clinton).Pure gli sforzi fatti verso la Cina si riveleranno precari,non costruiranno ne' la pace ne' il futuro.Ma chi ha bisogno di provare emozioni forti buttando fango su Putin, si accomodi pure.

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Spring

Certo che i sionisti e la criminalita' internazionale, figli del padre della menzogna,del dio delle mosche,sono proprio delle "menti raffinatissime"nel male.Scoppiati gli Usa,anche perche' li hanno fatti scoppiare volutamente a forza di guerre per Sion, useranno Russia e Cina e Paesi mediorientali contro l'Europa e contro Roma.Una Russia pero' troppo sbilanciata sulla guerra tecnologica,costosa e che Dio fermera' dal cosmo,e una Cina nettamente indietro sul piano militare,quindi non temuta davvero dai sionisti,ma che sogna o sognera'di mettere tutti nel sacco e potra' essere usata.Evidentemente fantasia e sibille non mancano a nessuno e molte nazioni credono che il futuro parlera' fatalmente a loro favore.Specialmente quelli che si fanno spiegare le profezie dai falsi profeti.Pero' sappiamo come finira'e sopra tutto ne sappiamo il perche'.

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Spring

… e un commentatore ha postato un link ad un video, della durata di quasi 8 ore, molto interessante.
Mi rende alcune stranezze un po' più chiare. Ma devo ancora vederlo tutto.

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Spring
NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  Spring

Caro Spring tu hai detto: "C'è un altro segno premonitore: il disimpegno americano in europa."
A supporto di tale disimpegno, da parte poi di un presidente(Trump) che è un uomo d'affari, e non certo uomo di guerra(dipendesse solo da lui, non dovrebbe esserci alcuna guerra militare mai e poi mai, ma solo guerra commerciale temporanea e tattica, finalizzata unicamente a raggiungere un'accordo futuro più vantaggioso per gli USA) ecco un'altro articolo:

La caduta dell’Aquila è vicina

Siamo arrivati al momento cruciale, in cui la superpotenza in declino comincia a dubitare di se stessa? La stampa americana ha appena raccontato quello che l’ex presidente Jimmy Carter ha detto a Donald Trump durante il loro recente incontro. L’inquilino della Casa Bianca ha invitato il suo predecessore per parlare con lui della Cina, e Jimmy Carter ha pubblicamente riferito il contenuto di questo incontro durante un’assemblea battista in Georgia. E’ un vero gioiello.

“Tu hai paura che la Cina vada avanti, e io sono d’accordo con te. Ma sai perché la Cina ci sorpasserà? Ho normalizzato le relazioni diplomatiche con la Cina nel 1979. Dal 1979, sai quante volte la Cina è stata in guerra con qualcuno? Nessuna. E noi siamo stati sempre. Gli Stati Uniti sono la nazione più bellicosa della storia del mondo” a causa del desiderio di imporre valori americani ad altri paesi, e ha suggerito che la Cina sta investendo le sue risorse in progetti come ferrovie ad alta velocità invece di spendere per la Difesa.

“Quante miglia di ferrovia ad alta velocità abbiamo in questo nostro paese? Abbiamo sprecato 3 trilioni di dollari in spese militari. La Cina non ha sprecato neanche un centesimo in guerra, ed è per questo che loro sono passati avanti a noi. In quasi tutti i sensi. E credo che la differenza sia che se prendessi 3 trilioni di dollari e li mettessi nelle infrastrutture americane, probabilmente ti rimarrebbero 2 trilioni di dollari. Avremmo ferrovie ad alta velocità. Avremmo ponti che non stanno crollando. Avremmo delle strade manutenute correttamente. Il nostro sistema educativo sarebbe buono come quello della Corea del Sud o di Hong Kong”.

Questo buon senso non ha mai sfiorato la mente di un leader americano che, a parole, parla della natura del potere in questo paese. Senza dubbio è difficile che uno Stato metta finalmente in discussione il suo rapporto patologico con la violenza armata, quando tale stato rappresenta il 45 per cento della spesa militare globale mondiale e dispone di 725 basi militari all’estero, uno stato in cui i produttori di armi controllano lo “Stato Profondo” e determinano una politica estera responsabile di 20 milioni di morti dal 1945. Martin Luther King disse una volta:

La guerra in Vietnam è un sintomo della malattia dello spirito americano, i cui pilastri sono il razzismo, il materialismo e il militarismo.

Ma questa domanda riguarda soprattutto il futuro. Per colpa dei loro leader, gli Stati Uniti sono condannati a seguire il destino di quegli imperi che sono affondati a causa delle loro ambizioni eccessive, letteralmente asfissiati dal peso esorbitante delle spese militari?………

http://sakeritalia.it/america-del-nord/la-caduta-dellaquila-e-vicina/

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Spring

Non ti creare troppe illusioni, la Cina non è poi così pacifica, almeno a livello di leadership.
Pur trovandosi ovunque nel mondo, restano una comunità particolarmente chiusa. Ho visto italiani con fidanzatine di colore, altri fidanzati con mediorientali. Ma un piccolo don Giovanni sottobraccio ad una bella cinesina, non mi è ancora capitato di vederli. Eppure sono delle belle bamboline.
In Canada (British Columbia) una volta vidi una scuola cinese. Non di cinese (dove si insegna la lingua), ma cinese (a tutto tondo, con i loro programmi scolastici).
Eppoi, dove seppelliscono ad esempio i loro morti? Li fanno rimpatriare? In tal caso ci vuole un passaporto apposito (cosiddetto mortuario), quindi devono essere registrati.
Quanti negozi cinesi resterebbero aperti se dovessero pagare le tasse per intero? Molte lamentele su questo punto sono arrivate persino in TV.
Che ci fanno le loro navi militari nel porto di Atene? La guerra batteriologica per ripulire il mediterraneo? Ed in Africa, danno da mangiare agli affamati?
Siamo invasi dai loro prodotti che sono spessissimo di scarsa qualità. Io per esempio non trovo un paio di scarpe che superi i 7 mesi di vita. E le pago almeno 150 euro (ho provato quelle da 50, ma durano un mese). Non era così prima dell'"invasione".

“Fondamentale in tutte le guerre è lo stratagemma.” … “Chi è veramente esperto nell’arte della guerra sa vincere l’esercito nemico senza dare battaglia, prendere le sue città senza assieparle” … “Nell’operazione militare vittoriosa prima ci si assicura la vittoria e poi si dà battaglia. Nell’operazione militare destinata alla sconfitta prima si dà battaglia e poi si cerca la vittoria.”
«L'arte della guerra» Sun Tzu

Al di là della facciata, chi è che comanda davvero negli US (ma anche negli altri paesi occidentali)? Gli americani sono stufi delle guerre almeno dal tempo di quella irachena.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Spring

Seppur d'accordo con l'idea generale del "collasso" dell'esercito USA, trovo questa analisi alquanto superficiale e piena di luoghi comuni. Non è questione di essere "stufi" o aver partecipato a troppi conflitti. E' questione di decadenza morale e fisica, disabitudine alla fatica, assuefazione a tutto ciò che ci facilita la vita ma che ci rende imbelli. Le elitè hanno progettato il disfacimento dell'uomo bianco, senza considerare che la cosa non è compatibile con il mantenimento di uno stato di guerra, lo spirito guerriero e delle virtù militari non può accompagnarsi con le mollezze del femminismo o dell'omosessualità. Il soldato americano è in crisi già dalla guerra civile, lo si è visto dal primo conflitto mondiale in avanti e ha vinto solo grazie all'enorme disponibilità di risorse e di potenza di fuoco che gli USA hanno sviluppato nel corso del 900. E la civiltà moderna non lo aiuta a riprendersi. A parità di addestramento è inferiore alle forze europee (che non sono ben messe). Per quanto riguarda la Cina, affermare che non ha partecipato a guerre di conquista negli ultimi decenni e che invece ha investito denaro per svilupparsi come se avessero un grande progetto da portare avanti è una boiata. Innanzitutto, volenti o no gli USA dovevano e dovranno partecipare a guerre poichè hanno un impero da mantenere che si è iperespanso dato che, nella loro sete di potere e di odio antieuropeo, hanno permesso e favorito lo sfacelo degli imperi inglese, francese e anche della cina nazionalista. Si sono comportati peggio di Atene ai tempi della lega di Delo. Alla Cina comunista questo non riguardava poichè non avevano un impero da mantenere, non avevano proiezione se non sui loro diretti confini (Vietnam, Corea, India, Russia). Il cinese poi è talmente razzista (passatemi il termine) che non ha mai avuto nei secoli passati e attualmente un'idea organica di espansione culturale e creazione di civiltà da esportare, ma sono sempre stati autoreferenziali, tirannici e sfruttatori. E ciò non basta per fondare imperi duraturi (a meno che non annienti le popolazioni conquistate). Ulrich

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Spring

Nelle forze armate c'è comunque una selezione, non dimentichiamolo, l'orientamento sessuale non è certo il passe-partout. Ma è sicuramente una caratteristica che ne fa un "stupenda" macchina da guerra. Si sa che lo stupro è un'arma utilizzata spesso dagli invasori e se oltre a stuprare donne sodomizzano anche gli uomini il lavoro è al completo. I francesi per esempio sguinzagliarono i marocchini nel centro Italia durante la seconda guerra mondiale e questi non guardarono in faccia nemmeno agli animali.
Si dice che anche Cesare (famoso re di Roma) fosse un omosessuale. Tuttavia non si comportò proprio da molliccio.

Poi si resto sono quasi completamente d'accordo. Noblesse oblige

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Papa Francesco, la durissima accusa dell'ex consigliere di Ratzinger: "Così ha tradito la Chiesa"

Pubblichiamo ampi stralci dell' articolo firmato da Thomas D. Williams e apparso sulla rivista americana online «First Things». Williams è un ex sacerdote della congregazione dei Legionari di Cristo, teologo ed ex consigliere di Benedetto XVI, ora insegna e vive a Roma.

…….Il presidente della Commissione delle Conferenze Episcopali dell' Unione Europea ha elogiato le vittorie dei partiti verdi alle elezioni di domenica deplorando l' ascesa di populisti nazionalisti come Salvini. Lunedì, l' Arcivescovo del Lussemburgo Jean-Claude Hollerich ha dichiarato alla stampa che il successo dei partiti ecologisti è un segno «positivo», perché mostra la sollecitudine nei confronti dei temi dell' ambiente e della creazione, ed ha poi aggiunto una curiosa asserzione secondo la quale «come Chiesa» la vittoria dei partiti verdi «ci fa felici». (…)
……Solo per fare un altro esempio tratto di nuovo dalla scena politica italiana, figure ecclesiastiche di spicco hanno demonizzato Salvini perché ha chiuso i porti italiani per cercare di porre fine all' immigrazione illegale, affibbiandogli ogni tipo di etichetta oscena e spingendosi al punto di definirlo «anticristo» e «satana». Ma lo stesso Papa Francesco ha dichiarato più volte che i politici devono esercitare la virtù della prudenza decidendo il numero di immigranti che possono ragionevolmente accettare e integrare, il che implica che non esiste una quota di migranti da accogliere uguale per tutti. Molti sono arrivati alla conclusione avventata secondo la quale le politiche di Salvini, che si oppongono alle migrazioni di massa, sarebbero ispirate dal razzismo e dalla xenofobia, un giudizio che sembra tanto affrettato quanto non corroborato. Due eminenti membri africani della gerarchia cattolica – che è ben difficile considerare razzisti – si sono di fatto dimostrati d' accordo con Salvini denunciando il fatto che le migrazioni di massa sono particolarmente nocive per gli stessi migranti africani.

IMMIGRAZIONE E SCHIAVITÙ
Nel mese di aprile, il cardinale guineano Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino e responsabile della liturgia del Vaticano, ha affermato che la Chiesa non dovrebbe incoraggiare le migrazioni.

È sbagliato «utilizzare la Parola di Dio per promuovere le migrazioni», ha dichiarato. È meglio «aiutare le persone a prosperare nella loro cultura che incoraggiarle a venire in Europa». Il cardinale ha denunciato l' insistenza con cui la Chiesa incoraggia l' immigrazione verso l' Europa, ripetendo più volte che la maggior parte degli immigranti finiscono in Europa «senza lavoro e senza dignità», assumendo la condizione di schiavi. (…)

Secondo un reportage, circa l' 80% delle donne nigeriane che sono approdate in Italia sono diventate prostitute, di solito costrette con la forza. Attualmente, la metà delle prostitute presenti in Italia è nigeriana……

https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13470698/papa-francesco-accusa-thomas-williams-ex-consigliere-ratzinger-chiesa-politicizzata-tradita-da-pontefice.html

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Fin qui è stata data una lettura a sfondo religioso della decadenza e crisi europea; la verità è che le cose stanno anche altrimenti: ho sempre avuto la certezza che la decadenza abbia avuto radici civili ben definite; ho anche la sensazione netta che all’inizio e nel prosieguo ci sia stata una mente lucida ben determinata a produrre le azioni pianificate. L’inizio di tutto è da porre nella nascita e sviluppo del ‘68; a mezzo dei soliti e pagliacceschi accoliti la società viene scossa da una ribellione morale e civile che non ha l’eguale in altre epoche; ricordo le sciocchezze prese per verità assolute in campo sociale ed educativo; ricordo ad es. le pagliacciate degli esami all’università; ciò era possibile per l’ambiente corrotto della società che non aveva più anticorpi. Le idee sulla vita che si sono imposte sono alquanto discutibili per non dire altro: sono certamente la causa della decadenza demografica attuale con la conseguente sostituzione etnica voluta e pianificata. In sintesi hanno programmato di estinguerci e noi ci siamo accodati al progetto come pecore stupide. P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Una chiave di riflessione voglio ricordare,sul Papa,che fa capire molte cose.Dio non e' "pauperista",e come non e' per le mezze verita',non e' neanche per le cose fatte a meta',mezze riuscite e mezze andate a male.A Dio non piace fare le nozze coi fichi secchi.Quando c'e' da piangere e fare lutto,che sia,ma quando c'e' da fare festa,si veste bene,si mangia bene , si beve bene e si danza.Si costruisce con magnificenza e si riportano successi inequivocabili.Piaccia o no,Dio e'cosi'.Le teorie da modernisti del Vaticano che,per esempio, perde il potere temporale perche' cosi',nei piani di Dio,si purifica e si dedica meglio alle cose celesti,vediamo e vedremo dove vanno a finire.Centuplo quaggiu'e persecuzioni non significa sconfitte contrabbandate per vittorie dai soloni alla Rahner,Kasper e compagnia.Oggi poi e' piu' che mai evidente come la tecnica del diavolo sia di farci mangiare fango e farcelo chiamare arrosto:tanto perche' si perda anche il concetto del vero del bello e del buono e del giusto e si ritorni schiavi piu' di prima.Come popoli e come individui.Bergoglio e' proprio esemplificativo al riguardo.A pensarci vengono molti esempi concreti da elencare, ma basta la chiave di riflessione,poi ognuno ci apre tutte le porte che vuole.In Dottrina, in Cielo e in Terra.Altro che fiori e frutti che nell'albero della Chiesa sono diversi dalle radici,e quindi …tutto bene.Supercazzole moderniste.Vero pero',come insegnava tempo fa il dott. GI,che il cristianesimo e'la religione dell'et…et…, il che sembrerebbe un assist per Papa Francesco.Sembrerebbe. Tanto piu' che il Vangelo parla di pani che sembrano pietre,pesci che sembrano serpi e uova che sembrano scorpioni chiusi su se' stessi ma pronti a colpire.Certo,Gesu' e' difficile,se si usa solo la mente,e ci ammonisce che possiamo capire male le sue parole.Lo faceva anche apposta,tanto che i discepoli gliene chiedevano la ragione.Questa:che i cuori onesti non si fanno ingannare, esattamente come le ragazze oneste anche se inesperte.Solo i materialisti e gl'imbe.illi possono crederlo.Gesu',degno Figlio ,degno Sposo e degno Padre(e degno Fratello,degno Amico,degno Lavoratore e degno Soldato etc.)insegnava ai suoi a non accontentarsi,e non solo a essere miti e pacifici,poveri e misericordiosi."Vi meravigliate di questo?Vedrete cose ben piu' grandi di questo".Siate perfetti com'e' perfetto il Padre che e' nei Cieli"(non ricordo ora capitoli e versetti).E molto altro.Noi siamo come gli elementi matematici che compongono l'equazione dell'Universo:ognuno dev'essere esattamente al suo posto,non si scappa.Per questo il Purgatorio.Solo la vera gioia,la vera Carita',il vero coraggio,ci dicono che non ci stiamo accontentando.Possono anche essere le briciole di evangelica memoria che si danno ai cagnolini,non c'e' una regola fissa,et…et…a seconda delle circostanze, e dei tempi,ma la qualita' e' la stessa.Cosi'come nel dare:c'e' la foga del Savonarola,e la dolcezza di san Domenico Savio.Gli elementi dell'equazione ci sono sempre tutti,nell'insieme.Il problema e' che siano al posto giusto e nel tempo giusto.La signorilita' bergogliesca esibita in aereo e le vendette meschine nascoste,dicono che il soggetto e' abituato a mandar giu' robaccia,e il suo cuore non puo' accontentarsi,anche se il soggetto fa di tutto per illudersi o illudere di essere piu' santo dei santi(secondo la bella definizione che don Amorth diede di certi modernisti).Supercazzole.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Potrebbe essere quello buono. Magari il primo di tanti.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

La furia distruttrice dei "vertici deviati" della Chiesa di Cristo, prosegue imperterrita, apparentemente senza ostacoli o intoppi……

"Pregano troppo". Il Vaticano chiude un altro ordine
Precedente qui.

L’opera di distruzione della vita religiosa da parte del Vaticano continua implacabile. Questa volta è il turno delle Piccole Suore di Maria Madre del Redentore, un ordine religioso nato in Francia, e che conta attualmente circa centoventi religiose. Inutili gli appelli alla Segnatura per la congregazione considerata troppo tradizionalista. Le suore rinunceranno ai voti…….

……Accusata però, soprattutto, di una spiritualità considerata troppo “tradizionale”. Il Grande Inquisitore della Congregazione per i Religiosi, il francescano Josè Rodriguez Carballo, braccio destro e uomo di fiducia del Pontefice regnante per questo genere di "cucina", ( e l’uomo del più clamoroso crack finanziario mai vissuto dai francescani) ha colpito ancora. Un copione che ricalca quelli già vissuti dai Francescani dell’Immacolata (ancora commissariati dopo sei anni! (vedi) Ma chi hanno ammazzato per essere trattati così?), della Familia Christi [qui], della Fraternità dei Santi Apostoli e così via. Ormai un format abituale nel regime vigente……

http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/06/pregano-troppo-il-vaticano-chiude-un.html

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Ma ecco che grazie a Dio, provvidenzialmente insorgono voci coraggiose, che mettono i bastoni tra le ruote, a tali "vertici deviati" della Chiesa di Cristo…..

Il Cardinale Burke, il Vescovo Schneider rilasciano una "dichiarazione della Verità" per correggere la "confusione dottrinale" dilagante nella Chiesa.

ROMA, 10 giugno 2019 ( LifeSiteNews ) – Il Cardinale Raymond Burke e il Vescovo Athanasius Schneider, insieme a diversi altri vescovi, hanno rilasciato una dichiarazione pubblica di verità sulla fede per rimediare alla "quasi universale confusione e disorientamento dottrinale" che mette in pericolo la salute spirituale e oggi la salvezza eterna delle anime nella Chiesa.
Alcune delle 40 verità che vengono chiarite nella dichiarazione fanno riferimento implicitamente a dichiarazioni fatte da Papa Francesco, mentre altre si riferiscono a punti di confusione che sono sorti o intensificati durante l'attuale pontificato. Altri ancora affrontano gli errori morali nella società che stanno gravemente danneggiando le vite umane, e come sono altrettanto presenti nella gerarchia.
Il documento di otto pagine (vedi testo completo sotto), pubblicato in diverse lingue il lunedì di Pentecoste, lunedì 10 giugno, è intitolato Dichiarazione delle verità relative ad alcuni degli errori più comuni nella vita della Chiesa del nostro tempo.

La dichiarazione sostiene l'insegnamento perenne della Chiesa sull'Eucaristia, il matrimonio e il celibato sacerdotale………

https://www.lifesitenews.com/news/cdl-burke-bp-schneider-issue-declaration-of-truths-to-correct-rampant-doctrinal-confusion-in-church

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

La Riscossa del “piccolo resto” contro i “vertici deviati” e corrotti della Chiesa di Cristo sembra essere iniziata………. Deo gratias!!!!

“La Chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità” (1 Tim 3, 15) Dichiarazione sulle verità riguardanti alcuni degli errori più comuni nella vita della Chiesa nel nostro tempo
…… Nella nostra epoca attuale la Chiesa sta sperimentando una delle epidemie spirituali più grandi, vale a dire una confusione e un disorientamento dottrinali quasi universali, che rappresentano un grave pericolo contagioso per la salute spirituale e per la salvezza eterna di molte anime. Allo stesso tempo bisogna riconoscere l’esistenza di un diffuso letargo nell’esercizio del Magistero a diversi livelli della gerarchia della Chiesa dei nostri tempi. Ciò si deve in gran parte alla inadempienza al dovere apostolico – affermato anche dal Concilio Vaticano Secondo – di “vegliare per tenere lontano dal loro gregge gli errori che lo minacciano” (Lumen Gentium, 25)………
http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/06/la-chiesa-del-dio-vivente-colonna-e.html

Sintesi della ‘Dichiarazione delle Verità’ per correggere la ‘confusione dottrinale’ che impera nella Chiesa

http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/06/sintesi-della-dichiarazione-delle.html

Viganò: “C’è ancora molto su cui indagare”

…… La crisi riguarda il fatto che una “mafia” corrotta ha preso il controllo di molte istituzioni della Chiesa, dall’alto verso il basso, e sta sfruttando la Chiesa e i fedeli per i suoi scopi immorali. Come ho già detto, questa coalizione è legata non da un’intimità sessuale condivisa, ma da un interesse comune a proteggersi e progredire professionalmente, e a sabotare ogni sforzo per riformare la corruzione sessuale…..
….. Detto questo, non dobbiamo essere né del tutto sorpresi né eccessivamente disturbati da questo stato di cose disperato, data la costante presenza dello Spirito Santo e la promessa di Cristo di tornare a stabilire il suo regno definitivo. Concludo citando un passaggio sobrio del Catechismo della Chiesa cattolica, che sembra essere verificato nella nostra epoca:
Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra svelerà il « mistero di iniquità » sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell’apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell’Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l’uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne. (CCC, 675)
https://www.aldomariavalli.it/2019/06/11/vigano-ce-ancora-molto-su-cui-indagare/

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

https://comedonchisciotte.org/la-venuta-dellanticristo-e-stata-ritardata/
Sicuramente interessante interpretazione… Saluti.
Massimiliano

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Avigdor Lieberman (in ebraico ליברמן אביגדור, nato Ėvet L'vovič Liberman, in russo Эвет Львович Либерман) se la intende con Putin oltretutto perché parla russo. P.Riesz_

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Speaking of which …
https://www.youtube.com/watch?v=rver8vjc04U

mi pare sensato

mario mancusi
mario mancusi
3 anni fa
Reply to  Anonimo

dott g.i approfitto dell'articolo postato sopra per chiedere se effettivamente la profezia della costruzione del terzo tempio, ha riscontro anche nella tradizione profetica cattolica o se ne parla solo nel mondo protestante e ebraico ??
il monaco paisios ne ha parlato

dott. G.I.
dott. G.I.
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Per me, il terzo Tempio è una cosa certa: la storia e i fatti vanno in quella direzione.
Molti studiosi cattolici ne sono convinti.

Tutta la storia del '900 (e la nostra attuale) è dominata dal Sionismo.
Con la distruzione del secondo Tempio nel 70 e con la diaspora, i Giudei sono stati dispersi nel mondo, condannati dal giusto castigo di Dio a non avere più né patria, né Tempio, né sacerdozio, né culto… nulla.

Da allora, il loro unico obiettivo è solo quello di recuperare tutte queste cose, CONTRO la volontà di Dio (cioè senza rispettare i tempi di Dio), e a qualunque costo (a prezzo di guerre mondiali).

Infatti, le profezie cattoliche ci dicono chiaramente che il Sionismo getterà il mondo in una nuova guerra mondiale, pur di recuperare Gerusalemme e di ricostruire il Tempio, il tutto per affrettare la venuta del Messia (quello che essi credono il Messia). Ecco perché il mondo cattolico ha sempre frenato questi progetti giudaici (per il timore di affrettare la venuta dell'anticristo), mentre i Protestanti (soprattutto Evangelici statunitensi) ritengono che occorra far ritornare tutti gli Ebrei in Palestina affinché possano ricostruire il terzo Tempio per accelerare la seconda venuta di Gesù.

A Teresa Musco 10 Ottobre 1973: "Sta per iniziare una nuova guerra nella terra dove è nato il Salvatore, cioè il Mio amatissimo Figlio e non si fermerà. Sembra che fanno la pace ma non è vero, PERCHÈ DA LÌ NASCERA' LA GRANDE GUERRA, DA LÌ VIENE IL GRANDE CASTIGO DAL CIELO E DALLA TERRA".

La guerra verrà a causa del possesso di Gerusalemme, Molte volte, in passato, hanno tentato di riaverla, senza riuscirci. A partire dal 1917 -> 1948 -> 1967 -> … ad oggi, ci stanno riuscendo.

Scrive Maurizio Blondet, che ha dedicato molti articoli al tema (e un libro: I fanatici dell’Apocalisse, Rimini, Il Cerchio):

"Adesso gli ebrei, che vogliono quel luogo da 2 mila anni, sono sul punto di impadronirsene. Nulla più si oppone: con le opere “di lione e di golpe” (astuzia e violenza), hanno reso i musulmani, protettori per secoli del Luogo Santo, nemici guerreggianti gli uni contro gli altri, sciiti contro sunniti, e il wahab saudita di fatto complice di Sion.
Hanno in loro potere la sola superpotenza rimasta, tanto più oggi che contano sul genero di Trump, Jared Kushner, ebreo della setta Habad Lubavitcher, messianica e millenarista. Dunque possono impadronirsi della Roccia e hanno già pronti persino i vasi sacri per compiere il rito. Lo scopo del rito, secondo loro, è “obbligare” YHVH a tener fede al Patto, ossia esaudire la promessa di dare al popolo ebraico il dominio sul mondo, il Regno di Israele.
Ciò che vogliono ottenere gli ebrei, è la presenza reale del Padre. Quando succederà, riusciranno ad attuare un rito “valido” e nello stesso tempo sacrilego – per le tre religioni, perché per noi l’Agnello è già stato sacrificato…
Quando vedrete la Moschea d’oro distrutta, o occupata da ebrei, sappiate che si è entrati propriamente nella fase apocalittica finale, nel senso più concreto anticristica. Secondo i “loro” calcoli, può accadere fra il 2019 e il 2021."
https://www.maurizioblondet.it/dedicato-laltare-per-il-terzo-tempio/

dott. G.I.
dott. G.I.
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Ha ragione Blondet: vogliono forzare la mano di Dio, TENTARE Dio, a concedere loro la primazia sul mondo, secondo le promesse degli antichi profeti. Vogliono essere a forza il regno di sacerdoti predetto a Mosè in Esodo:
"Sarai per me un regno di sacerdoti e una nazione santa." Esodo 19:6

Ciò può avvenire solo con un Tempio a Gerusalemme e con un culto (oltre che con uno Stato).

Ma non spetta a loro stabilire i tempi o i momenti che il Padre ha riservato alla propria autorità (Atti 1,7).

Hanno tutto pronto. Stanno formando i sacerdoti per i sacrifici e il culto (kohanim), hanno già dedicato l'altare, preparato vasellame d'oro, la corona per il loro re, ecc., ecc., (leggere gli articoli di Blondet).

Aspettano solo che il loro messia si riveli a breve, perché essi lo onorino/adorino.

L'Apocalisse lo dice chiaramente che Gerusalemme sarà al centro delle battaglie escatologiche.

Rimando a questi articoli:

https://it.wikipedia.org/wiki/Terzo_Tempio
https://www.maurizioblondet.it/dedicato-laltare-per-il-terzo-tempio/
https://www.maurizioblondet.it/gianluca-marletta-e-la-ricostruzione-del-terzo-tempio-di-gerusalemme/
https://www.maurizioblondet.it/verso-terzo-tempio-gia-coniato-la-moneta/
ecc.

E soprattutto al breve ma denso libro sull'anticristo di padre Augustin Lémann (1836-1909):
http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2014/07/LANTICRISTO-A-Lèmann.pdf

dott. G.I.
dott. G.I.
3 anni fa
Reply to  Anonimo

In esso sono esposte tutte le teorie cattoliche sull'anticristo, come da sempre credute dalla Chiesa.

A pag. 34, vengono trattate brevemente le due opinioni sul terzo Tempio. Infatti, dal punto di vista teologico, la questione è "indecisa" (cioè non decisa; ognuno può credere come vuole):

"QUARTA COSA INDECISA: Il tempio dove l'Anticristo si farà adorare.

San Paolo ha detto: "L'avversario che s'innalza sopra tutto quello che dicesi Dio, o si adora, talmente che sederà egli nel tempio di Dio, spacciandosi per Dio" (141).
Quale sarà il tempio testimone di questa abominazione?

a) Una prima opinione designa il tempio di Gerusalemme, che sarà, in parte o tutto, rifabbricato dalle ruine dall'Anticristo, e dove agli si farà rendere onori divini. Quest'opinione è adottata da sant'Ireneo, sant'Ippolito, san Cirillo Gerosolimitano, san Damasceno, Severo Sulpizio, e da un certo numero di esegeti antichi e moderni. Essi dicono che bisogna prendere la parola tempio nel senso suo proprio e letterale. Perchè, al tempo di san Paolo, autore di questa lettera ai Tessalonicesi, era il tempio di Gerusalemme che portava il nome di Tempio per antonomasia: si designava semplicemente con questo nome, come rilevasi da san Luca (142) e da altri testi. Allora non esistevano templi cristiani, e soltanto il tempio di Gerusalemme era chiamato Tempio di Dio. È dunque assai verosimile, dice il Suarez, che questo sia quello di cui parlò San Paolo (143).

b) Altri, invece, di opinione contraria, rispondono non esser per niente dimostrato che san Paolo, vaticinando come l'Anticristo si assiderà nel Tempio di Dio, abbia in esso veduto il tempio di Gerusalemme. Infatti san Girolamo, spiegando le parole dell' Apostolo, dice : "Ei si assiderà nel tempio di Dio, cioé nel tempio di Gerusalemme come alcuni pensano, o nella Chiesa, come a noi sembra più verosimile" (144). San Crisostomo ancora dice: "Non nel tempio di Gerusalemine, ma nel tempio della Chiesa" (145). Ma come l'Anticristo si assiderà nel tempio della Chiesa? Teodoreto spiega: "Quello che l'Apostolo chiama il Tempio di Dio, sono le chiese nelle quali quest'empio prenderà il primo posto, il posto d'onore, sforzandosi di farsi riconoscere per Dio" (146). Teofilatto lo spiega anche più chiaramente: "Non nel tempio di Gerusalemme, ma semplicemente nelle chiese, in ogni tempio consacrato a Dio" (147). Questo pure e sentimento di sant'Ilario, del Caietano, del Villalpand, d'Estio, ecc.

Dinanzi a questa disparità d'opinioni, sant'Agostino ritenne la quistione indecisa: "Qual è il tempio di Dio in cui l'Anticristo dovrà assidersi? Sarà questo sulle ruine del tempio fatto edificare da Salomone? sarà nella Chiesa di Dio? È incerto" (148). Bisogna seguire il vescovo d'Ippona e convenire che questa quistione, come quella relativa alla sede dell'Anticristo, rimane indecisa."

http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2014/07/LANTICRISTO-A-Lèmann.pdf

Io opto per la prima opinione perché da molte cose deduciamo che l'anticristo ebraico regnerà da Gerusalemme:

1) metterà a morte i due testimoni a Gerusalemme:

Apocalisse 11:8 I loro cadaveri rimarranno esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sòdoma ed Egitto, dove appunto il loro Signore fu crocifisso.

2) compirà la sua falsa ascensione e caduta a Gerusalemme.
Ovviamente, parliamo dell'anticristo ebraico di Melania.

L'anticristo fisserà in Gerusalemme la sede del suo impero diabolico. Altrimenti, come potrebbe farsi accettare Messia dai Giudei, i quali sognano una gloria terrestre per Gerusalemme e s'immaginano che questa città diventerà, in futuro, la sede dell'impero messianico?

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Ecco l'anticristo ben collocato nella nostra amata Chiesa:
http://www.adepp.info/2019/06/gay-pride-genova-curia-annulla-rosario-riparatore/
Non penso ci sia da sorprendersi che si possa collocare in vari modi sia qui che a Gerusalemme.
Rosaria

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Interessante.Nell'ignoranza ho sempre creduto che esistesse solo la prima ipotesi,a) e che fosse la posizione della Chiesa Cattolica.Sono convinto della a),d'intuito,anche prima di leggere qual e' l'opinione del dott. GI e di ragionarci.Credo che molti preferiscano oggi pensare alla b)per potersi convincere ulteriormente che l'Anticristo sia gia' insediato dentro la Chiesa:anche sacerdoti e monsignori.Credo che siano posizioni in parte prodotte da emotivita',che e' cosa diversa dall'intuizione,anche se pure l'intuizione non e' ragionamento.Comunque sappiamo che il centro mondiale della religione da Roma si spostera' prima a Costantinopoli,il GM regnera' da quella sede, e poi arrivera' a Gerusalemme dopo la morte del GM.Mi ha sempre dato fastidio in questi anni vedere che parlano di "abominio della desolazione"oggi,e magari vanno a fondare altri blog e vengono a snobbarci,ma la classe non e' acqua.Dott. GI e Remox teneteveli stretti.Pranzassero pure con Regis tutti i santi giorni,i ronzinanti non diventano fuoriclasse. 🙂

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

è finita medjugorje?
qualcuno ne sa niente?

Tizio Fittizio

NICOLA
NICOLA
3 anni fa

Nella guerra tra l'impero centrale "euro-teutonico", e la Lega dei comuni italiani, si prospetta un inquetante scenario per l'impero centrale e tutta la corte dei miracoli "euroinomane" ad essa asservita ed ad essa squallidamente sottomessa:

Frenano le economie mondiali, sarà la Germania l'epicentro di una nuova crisi

Fitch taglia il rating di Deutsche Bank e la produzione industriale tedesca continua a scendere: così la Germania rischia di essere l'epicentro di una nuova crisi globale.

Altro che letterina da Bruxelles. L’Europa rischia di essere l’epicentro di una nuova crisi globale, ancora più grave di quella iniziata nel 2007.
E a provocare il collasso del sistema potrebbe essere proprio la Germania. L’economia traino del continente continua a rallentare. Calano produzione industriale e bilancia commerciale. Sono impietosi i dati degli ultimi mesi che hanno fatto registrare un crollo del 3,7% nelle esportazioni e un -1,3% sull’import. Non solo. Secondo un’analisi di Libero la Deutsche Bank rischia di essere la nuova Lehmann Brothers.

Il primo istituto bancario tedesco, che negli ultimi anni è stato anche al centro di uno scandalo sul riciclaggio di denaro sporco verso conti off-shore, collegato all’inchiesta sui Panama Papers, ha già dichiarato di avere 6 miliardi di debiti e in più sarebbe imbottito di titoli tossici. L’esposizione in derivati è arrivata ad oltre 48mila miliardi. Per avere un’idea della grandezza della cifra, stiamo parlando di un numero pari a 27 volte il Pil del nostro Paese.

È notizia di qualche giorno fa il declassamento da parte dell’agenzia Fitch che ha abbassato a tripla B il rating della banca per i problemi riscontrati nell’attuale modello di business……..

http://www.ilgiornale.it/news/economia/frenano-economie-mondiali-germania-lepicentro-nuova-crisi-1709945.html

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Da Malta verrá un ordine che scuoterà la Chiesa e fará soffrire i fedeli….

https://www.ilmessaggero.it/vaticano/papa_francesco_ordine_malta_ratzinger_latino_messa-4552760.html

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Situazione nel Golfo Persico in evoluzione. Silurate due petroliere. Una in fiamme sta affondando. Ulrich

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Petroliere in fiamme nel golfo dell'Oman, Iran e Usa prestano soccorso.

Media locali parlano di esplosioni e incendi su entrambe le imbarcazioni. Gli equipaggi sono stati evacuati –

13 giugno 2019
La Quinta flotta degli Stati Uniti, basata nel Bahrein, ha affermato di aver ricevuto una richiesta di aiuto da due petroliere nel golfo dell'Oman. Lo riferisce un comunicato della marina militare americana, indicando che si è trattato di "due allarmi distinti, uno alle 6.12 del mattino e un altro alle 7 del mattino (ora locale)". "Le navi americane – prosegue il comunicato – sono sul posto e forniscono assistenza". Le petroliere sarebbero la Front Altair, battente bandiera delle Isole Marshall, e la Kokuka, battente bandiera di Panama. Secondo i media iraniani, 44 membri degli equipaggi delle due petroliere sono stati soccorsi dalle unità di salvataggio della marina di Teheran che stazionavano nell'area della provincia di Hormozgan, e sono stati trasferiti al porto iraniano di Bandar-e-Jask. Lo riferisce l'Irna, citando una "fonte informata" sul caso. Fonti locali hanno riferito alla tv iraniana Al-Alam che sono state udite forti esplosioni provenienti dall'area. Tokyo: le navi "sono state attaccate" Il Ministro del Commercio nipponico Hiroshige Seko afferma che "le due petroliere nel golfo di Oman sono state attaccate", aggiungendo che le imbarcazioni trasportavano carichi "collegati al Giappone". "Ho avuto informazioni che le due navi con carico collegato al Giappone erano state attaccate vicino allo stretto di Hormuz", ha detto Seko, proprio quando Shinzo Abe è in Iran come primo premier giapponese in visita dal 1979.

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Petroliere-in-fiamme-nel-golfo-dell-Oman-Iran-e-Usa-prestano-soccorso-1b192a61-af25-4599-965b-d8ea8a98e274.html#foto-1

C'è puzza di sciagurata "false flag" di servizi segreti apertamente ostili all'Iran, speriamo almeno che non ne sia coinvolto direttamente il "Benjamin" guerrafondaio e istigatore del suo Golem americano, insieme con tutte le sue tribù……

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Anche Blondet, conferma che non c'è una semplice puzza di "False Flag", ma propriamente un tanfo nauseabondo, soffocante ed umanamente insopportabile in tale vicenda apparentemente oscura:

IL FALSE FLAG STAVOLTA SEMBRA RIUSCITO

…….Secondo Zero Hedge, a fare il colpo sono stati i sauditi, che così “prendono due piccioni con una fava: il rincaro del greggio,e la guerra americana all’Iran”.
Il Jerusalem Post esulta:
L’ATTACCO ALLE PETROLIERE DEL GOLFO METTE TRUMP IN UN VICOLO CIECO SULL’IRAN – ANALISI
Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo è volato in Iraq, dove ha riferito di aver mostrato l’intelligence irachena sulle minacce.
DI SETH J. FRANTZMAN……

inoltre a conferma anche di quanto esposto dal dott. G.I. sul terzo Tempio a Gerusalemme:

"Ha ragione Blondet: vogliono forzare la mano di Dio, TENTARE Dio, a concedere loro la primazia sul mondo, secondo le promesse degli antichi profeti.
Mosè in Esodo:
"Sarai per me un regno di sacerdoti e una nazione santa." Esodo 19:6

Ciò può avvenire solo con un Tempio a Gerusalemme e con un culto (oltre che con uno Stato)." (dott. G.I.)

continua Blondet:

"…..Una volta ricordato che sia Mike Pompeo che il vice presidente Mike Pence sono “christian zionistis”, credenti nel dare ad Israele la vittoria sui suoi nemici onde accelerare il secondo Avvento; e il Consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton, ha ricevuto il premio “Defender of Israel Award” ed è un esplicito sostenitore della guerra con l’Iran, il quadro è completo. Aspettiamo gli eventi."

https://www.maurizioblondet.it/il-false-flag-stavolta-sembra-riuscito/

Già aspettiamo gli eventi, che i nemici della pace vogliono assolutamente forzare!

Yokupoku
Yokupoku
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Siamo tornati ai livelli dell' "aereo" sul pentagono
(che poi aereo non era)

si fa presto a dire "silurate due petroliere",

atteso che si parla di squarci sopra la linea di galleggiamento,
non possono essere stati dei siluri che solitamente non volano;

allora sarebbe giusto pensare ad un arma di superficie, che so un cannone,
ma se colpisco con un cannone una petroliera e perdipiù piena questa esplode e si incendia tutta, indi per cui niente cannoni;

allora saranno delle piccole navi pirate, che hanno posizionato delle mine,
ma se mi ricordo bene, le navi cisterne sono con la scorta a bordo, proprio contro i pirati, per cui risulta difficile anche sta terza via della mina pirata;

escuso tutte le motivazioni sovrastanti, non resta che l'autoattentato, e non mi stupirei più di tanto se tra qualche tempo si venisse a sapere che le navi non erano nenche piene di prodotti petroliferi, ma di acqua, o che fossero destinate alla demolizione…

si percepisce chiaramente la mano saudita (che con un colpo becca due piccioni, prezzi del greggio alle stelle e fare un favore pro guerra all'Iran), e quando ci sono loro di mezzo di solito ci sono ameriCANI e i loro padroni kipparuti.
che sono disperati e devono far partire la guerra ad ogni costo,per far accadere la profezia, quindi hanno una fretta matta per riuscire ad eliminare l'ultimo baluardo alla moschea che i kippati vorrebero distruggere per costruire il terzo tempio, .

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

In tutto questo pero' la cosa piu' allarmante e' la sinistra coincidenza tra le attese dei sionisti e quelle di Spring :-)tra il 2019 e il 2021 entrambi aspettano una svolta.I primi aspettano il Terzo Tempio e Spring l'asteroide che "deve" impattare ,ma al di la' della forma,la sostanza qual'e'?

Spring
Spring
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Mentre qui tutto taceva, non mi sono perso d'animo, né mi sono rassegnato. Anzi, mi sono addentrato nella valle oscura della filosofia. Perciò, senza ombra di dubbio, posso risponderti che più che nella sostanza la differenza sta nell'accidente.

Oppure no? O_O

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

A parte gli scherzi,(mi scuso)voglio dire che nell'epoca del IMHO voglio credere che la vera H sia cercare sempre piu' la verita',con fame e con cattiveria,quanto piu' s'invecchia.Non la verita' che in fondo vogliamo,o con sfumature soggettive,o con estrema ingordigia di acquisire sempre nuovi dati, ma la verita' nuda e cruda.Quella del re nudo.Salvarci e' impossibile a noi ma non impossibile a Dio,e dico salvarci individualmente, non solo come popoli.Siamo noi anziani che dobbiamo gridarlo,ne abbiamo il dovere.Saperlo puo' aiutare ad accettare la volonta'permissiva di Dio.Il Vangelo di ieri e di oggi mi ammonisce, perche'sono sovente polemico e aggressivo.Ma il vero disprezzo(forse quello a cui accenna il post di ComedonChisciotte, che qualcuno ha linkato piu' sopra)e' quello che non nasce dalla ricerca della verita',ma da una ribellione a Dio.Quello che ti dice:"Tu fermati li',coi servi e gli animali,che oltre non puoi venire,mentre noi saliamo con Isacco a offrire a Dio".Tanto per restare in tema di "Olocausti"(non so se mi spiego…e di scimmie di Dio e della Bibbia.).Senza la grazia di Dio l'uomo dopo l'Eden e' instabile,gli serve la grazia di Dio e gli serve la gelosia di Dio che apparentemente gli complica la vita ,ma anche gliela semplifica.O si diventa sempre piu' "appuntiti" o si rischia di guardarsi allo specchio e piacersi.Qualcuno ci conta, che ci piacciamo e ci "rispettiamo".Anche dire questo ,pero',puo' essere un modo per soffocare la propria cattiva coscienza.Io pero',che ne dico(indicativo presente) moltissime contro Bergoglio,non ce l'ho con lui.Mi passa subito:credo perche' non c'e' niente di personale.Nessun trauma,nessuna proiezione.In maniera infuocata e spassionata insieme.Perche'se c'e' la Grazia c'e' il Terzo Elemento,che e'Fuoco e Verita'.

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Verissimo Spring,la sostanza e' immutabile ed e' quella che ci salva.

nikolas Kake
nikolas Kake
3 anni fa
Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  nikolas Kake

Remox tu cosa ne pensi?

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

CCC – 1649 Esistono tuttavia situazioni in cui la coabitazione matrimoniale diventa praticamente impossibile per le più varie ragioni. In tali casi la Chiesa ammette la separazione fisica degli sposi e la fine della coabitazione. I coniugi non cessano di essere marito e moglie davanti a Dio; non sono liberi di contrarre una nuova unione. In questa difficile situazione, la soluzione migliore sarebbe, se possibile, la riconciliazione. La comunità cristiana è chiamata ad aiutare queste persone a vivere cristianamente la loro situazione, nella fedeltà al vincolo del loro matrimonio che resta indissolubile.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

FARISEO DAL CUORE DURO, IPOCRITA, INNALZATORE DI MURI, SEPOLCRO IMBIANCATO!

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2019-06/papa-francesco-udienza-vertici-compagnie-petrolifere-mondiali.html

Davvero grande Papa francesco, smettetela di attaccarlo, sopratutto tu vincenzo!!!

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Il Papa dovrebbe confermare i fedeli nella Fede e non disperdere il gregge, invece di pensare alle cose terrene e terrestri.

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Ho ascoltato.E' davvero un grande cialtrone che si occupa di cose di cui non sa e pretende dare consigli se non prorio dettarli.Si comporta in questo analogamente a quelle sciurette che ,accompagnandosi con un uomo potente e/o danaroso, finiscono col voler metter il becco dappertutto e pure con arroganza, e si attirano il biasimo delle persone normali.Ciao,piccolo seguace di Greta.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Vincenzo
Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Pero'non e' questo che mi sorprende.Mi sorprende sempre la beceraggine con cui si mette sotto i piedi le profezie della Madonna e dei santi e mistici cristiani e cattolici in particolare.L'arroganza simil mafiosa con cui allontana con la mano "Quelle visioni…" rispondendo in aereo su Fatima e continuando a mistificare.Chi gli ha detto che figli e nipoti,ma anche noi stessi,non avremo un pianeta trasformato geograficamente e ripulito dall'inquinamento?Per via fisica ma volendo anche soprannaturale,basta pensare a come gli angeli ripulirono la grotta della Nativita'perche' Maria con Giuseppe vi prendessero dimora?Ma non ci sono solo i modernisti:questi fanno cosi' perche' non ci credono.Ci sono stati e ci sono anche ecclesiastici e fedeli che non sono per nulla modernisti e vogliono ignorare e far ignorare le profezie:lo ricordo bene.Di per se' non e' male se da giovane ti tengono umile,applicato alle cose pratiche,e ti creano quel clima intorno per cui se ti azzardi sei il balordo di turno.La Bibbia, anche nell'A. T. come nel N.T. suggerisce un atteggiamento modesto,senza voler indagare cose troppo piu' alte di noi,etc.etc.Rimanere "in chiave"come personaggi di Pirandello,che se ne escono o fanno finta di niente e di non sapere e capire, oppure diventano pazzi o ridicoli.Ma c'e' un tempo per ogni cosa,e la Madonna e' la prima che ne ha sempre tenuto conto,per i singoli e per i popoli.A inizio anni'60 avrebbe voluto TRASPARENZA per i popoli,e io sono convinto che quello fosse il momento giusto per la trasparenza.La nego'per primo un Papa conservatore, e non modernista come viene dipinto,e forse tradi',almeno nello spirito,le aspettative non solo della Madonna ma anche il sentimento e le percezioni sui segni dei tempi che attraversavano l'anima di Pio XII.Un Papa che chiese ,per esempio,a Giovannino Guareschi di scrivere un catechismo per i giovani,usando il suo linguaggio incisivo e la sua abilita'.Purtroppo Guareschi non se la senti',ma questo dice come Roncalli non fosse certo quello che si dipinge.Insomma:da quegli anni in poi,balordi si',in parrocchia, ma solo nell'alveo modernista,molto terrestre.Gli altri…pensassero a lavorare e a "servire".Come oggi le sure contemplative, del resto.Che pregano troppo.Allora un Papa,che non sa neanche la differenza tra inquinamento e riscaldamento globale,invece di amplificare nei poveri il sentimento della loro dignita' di combattenti in prima linea,e difenderli sulla Dottrina, ne parla come di animaletti da proteggere.Si proteggesse la gola,che magari prende freddo,nel migliore dei casi.Io i poveri veri li vedo,ce li ho anche in casa, e imparo da loro a volte.Perche' parlano poco e non sono prolissi come me. :-).Hanno il senso dell'onore e si adattano molto.Se di notte si muove la terra ,e a lungo,stanno calmi.Uragani e maremoti qua non arrivano,ma non si sa mai.Fa Dio.Se poi sono figliole ben educate serie e oneste e armoniose,che vivono ancora con la madre e i fratelli,e recitano il Rosario e' un vero piacere.(Non me ne vogliano gli amici preferiti del Papa).Il futuro e' loro,in tutto e per tutto.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Bergoglio finalmente ha snobbato Viganò coi nunzi come Aupetit ha snobbato tutti con l'elmetto da pompiere a Notre Dame, mentre i fanatici continuano a recitare requiem

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Da Bergoglio venne il male e da lui verrà il bene. Lo Spirito spira dove vuole…

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Reply to  Anonimo

Nel caso non spira ma sospira … P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
3 anni fa

Sempre sul mancato annuncio del terzo segreto di Fatima,da un lato continuo a pensare che i Fatimiti esagerassero ed esagerino drammatizzando col dire,parole loro,che l'annuncio avrebbe riempito le Chiese e convertito le genti.Pero'non mi convincono neanche le parole che disse San Giovanni Paolo II,in Germania,sul fatto che sapere comporta rresponsabilita',mentre molta gente non era pronta e voleva sapere solo per curiosita'.Sapere non e' solo sapere nelle orecchie o nella mente, ma sapere intimamente, nello Spirito,e li' sta la responsabilita' pesante.L'annuncio di fatto sarebbe stato quell'operazione di iniziativa culturale e organizzativa e di mobilitazione interna alla Chiesa cattolica che Pio XI avrebbe desiderato;mentre la Chiesa ha subito inizialmente troppo l'iniziativa di una parte di essa, e del mondo laico,per non dire massonico,tanto che Paolo VI si affretto' a un certo punto a chiudere il Concilio.Io credo che la Madonna avesse predisposto le cose perche' questo non succedesse e il Concilio fosse un momento di crescita generale di chi era predisposto.Io no,avevo 8 anni e se avessi conosciuto il segreto,l'indomani sarei andato a scuola(dalle suore) pensando a scambiare le figurine dei calciatori prima di entrare e a vincere ai compagni nel gioco.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

In Francia fa freddo: In fiamme la chiesa di San Bernadette a Rambouillet. Sembra che l'incendio sia iniziato dall'esterno. P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Remox, dott. G.I. Vincenzo, e tutti i lettori del blog, purtroppo la deriva anti-cattolica dentro la Chiesa Cattolica, prosegue placida ed imperterrita e nessuno sembra porre ostacoli invalicabili purtroppo……

…..E la Chiesa di Bergoglio:
Sinodo Amazzonia. Fra fregnacce ed eresie

L’instrumentum laboris presentato oggi, riguardante il sinodo sull’Amazzonia che si terrà ad ottobre, è sconcertante, più di ogni aspettativa. [….]

L‘ecologismo diventa una vera e propria teologia, tanto che viene addotta l’idea che il peccato originale consista in una rottura dell’armonia fra uomo e natura che, solo per accidente, diventa poi rottura del rapporto con Dio……..

…….Per concludere, ebbene si, si parla di preti sposati:
Paragrafo 129
“Affermando che il celibato è un dono per la Chiesa, si chiede che, per le zone più remote della regione, si studi la possibilità di ordinazione sacerdotale di anziani, preferibilmente indigeni, rispettati e accettati dalla loro comunità, sebbene possano avere già una famiglia costituita e stabile, al fine di assicurare i Sacramenti che accompagnano e sostengono la vita cristiana”.
E sempre al 129, ebbene si, vengono ipotizzati ministeri ufficiali per le donne:
“Identificare il tipo di ministero ufficiale che può essere conferito alle donne, tenendo conto del ruolo centrale che esse svolgono oggi nella Chiesa amazzonica”.

Che dire? A fianco di questo ciarpame, ce n’è molto altro, che tralasciamo perché semplicemente inutile. Ci interessa davvero che un Sinodo condanni gli inceneritori? E forse qualcuno si aspetta che cerchiamo di interpretare frasi come quella per cui si devono “recuperare i miti e attualizzare i riti e le celebrazioni comunitarie che contribuiscono in modo significativo al processo di conversione ecologica“? Siamo alla supercazzola…

https://campariedemaistre.blogspot.com/2019/06/sinodo-amazzonia-fra-fregnacce-ed-eresie.html?m=1

……….

https://www.maurizioblondet.it/ex-oriente-lux/

"Dalla grande foresta verranno spine che feriranno molti cuori……"
4.754 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 05/02/2019

Remox
Remox
3 anni fa
Reply to  NICOLA_Z

Ma io ve l'avevo detto che il problema non erano solo i viri probati, ma l'ecologismo.

Punto di separazione fra scienza e fede.

Share This