LA “PENA” DEI 5 STELLE

scritto da Remox
03 · Mag · 2019

LA “PENA” DEI 5 STELLE





Dopo Inghilterra e
Francia torniamo sull’Italia, in particolare sul Movimento 5 Stelle e la sua
para-rivoluzione così come delineata da Nostradamus.

Ricordo gli elementi
principali dell’analisi:

–          La
quartina 344 del Ramo VI del 2000 sul Movimento e la sindaca Raggi

          La tavola pittorica 45 (43) del
Vaticinia Nostradami

–          Il
linguaggio dei tarocchi di Marsiglia visibile sia nella tavola che nella
quartina

Tutti elementi ripresi in vari
articoli.

Dal Ramo VI del 2000 “Fine della
Tribolazione: il Regno del Grande Monarca”

344

Quand l’animal à l’homme domestique,

Apres grands peines et sauts viendra parler,

Le foudre à vierge sera si malefique,

De terre prinse et suspendue en l’air.

344

Quando l’animale all’uomo domestico,

Dopo grandi pene e salti verrà a
parlare,

La folgore alla vergine sarà così
malefica,

Da terra presa e sospesa in aria.

La quartina è
costruita su ispirazione di un episodio narrato da Giulio Ossequente nel suo
Libro dei Prodigi. La giovane figlia di un cavaliere viene uccisa da un fulmine
che la trapassa dal basso verso l’alto nella località Ager Stellatis, il Campo
delle Stelle.

Questa località, in
ordine cronologico la mia ultima scoperta nell’analisi della quartina,
contestualizza l’interpretazione che avevo dato.

L’animale salterino e
parlante è il Grillo Parlante. Pene sono annunciate per il fondatore del
Movimento e il partito stesso.

La giovane vergine è
immagine di Virginia Raggi, sindaco di Roma, il personaggio femminile più in
vista.

All’ultimo verso,
ispirato da Ossequente, Nostradamus ci presenta la carta dell’Appeso. Un
compito importante, improvviso, al quale non si saprà corrispondere.


L'Appeso - Mazzo Tarocchi Rider Waite



Il “prodigio di
sventura” ci offre ora un altro spunto che l’Onda del tempo ha reso reale:
secondo l’Ossequente il fatto fu interpretato come una predizione di infamia
per le vergini vestali e i cavalieri.

Quali sono le Vestali
del Movimento 5 Stelle? Sono le due donne più in vista: Raggi e Appendino rispettivamente
sindaco a Roma e Torino.

“Mentre il cavaliere romano Publio Elvio, che era stato ai
Ludi Romani, ritornava il Puglia, nel Campo Stellate sua figlia vergine fu
colpita e uccisa da un fulmine mentre stava a cavallo: i vestiti erano stati
portati via dall’inguine, la bocca era spalancata, come se il fuoco fosse
passato attraverso le parti inferiori fino alla bocca. Si interpretò il fatto
in questo modo: era stata predetta infamia alle vergini e all’ordine equestre,
poiché erano stati dispersi gli ornamenti del cavallo.”

Per la prima la crisi
politica sembra inarrestabile tanto da essere considerata ormai l’anello debole
del Movimento.  Ma anche la seconda non
se la passa bene minacciata dall’eversione anarchica. A Febbraio la Appendino è
stata attaccata con un manifesto dove veniva ripresa proprio come la carta dell’Appeso,
sfruttando l’analogia con il suo cognome.

Risultati immagini per appendino appeso

Tornano qui in
evidenza cronaca e sincronicità di Nostradamus.

Le pene del fondatore
sono invece descritte nella tavola 45 (43):





Abbiamo già detto di
come il mostro rappresenti il Tarasco, bestia mitologica medievale originaria
della Provenza che incendiava tutto ciò che toccava. Per Nostradamus
rappresenta il mostro della rivoluzione tanto da essere usata per descrivere
quella Francese del 1789.

Il Tarasco della
Tavola 45 è però diverso: la testa rappresenta quella di Grillo, il corpo è
dimezzato, non si muove fra le piante, ma in un paesaggio agreste. La coda è
mozzata e la spada punta direttamente alla testa del personaggio. Spada (Asso
di Spade), Sole, Luna e Stella sono carte dei Tarocchi. Indicano carisma,
successo, ideale che tuttavia si rivoltano contro. L’Asso di Spade è infatti
rovesciato e va contro la testa. Ecco le pene per il fondatore ed il suo
Movimento.

La rivoluzione di
questo Tarasco sembra solo abbozzata, di fatto una caricatura di quella vera.
Il fatto che non sia vera rivoluzione non significa tuttavia che non abbia
comunque gravi conseguenze.

Oltre al Tarasco
provenzale e alle immagini uguali tratte dai codici medievali esiste un’altra
fonte di ispirazione per questa tavola. E’ uno degli Emblemi descritti da
Andrea Alciato:

si vede un essere
mezzo uomo mezzo serpente in un paesaggio agreste con una testa simile a quella
della Tavola 45. La somiglianza è evidente.

Secondo Alciato l’Emblema
descrive un uomo astuto, ma senza religione e attento solo alle cose materiali.
Una descrizione emblematica dei laicisti di oggi, atei e materialisti, eredi
della dialettica di Marx e dei suoi predecessori (insomma, comunisti).

E’ la deriva che
sembra prendere il 5Stelle con Di Maio che orgoglioso urla “antiabortista!”
come se fosse un insulto alla stregua di “ladro, assassino!”.

Il Movimento di Grillo
nasce per cambiare l’Italia e finisce per strizzare l’occhio all’europeismo
morendo conformista.

Se non è una “pena”
questa….

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
54 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
5 anni fa

E’ il solito circolo: Grillo …. Gianroberto Casaleggio …. Giuliano Di Bernardo ….
http://giacintobutindaro.org/2013/03/27/gianroberto-casaleggio-ed-i-suoi-rapporti-con-la-massoneria/ …. governo mondiale ….
“Il Movimento di Grillo nasce per cambiare l’Italia e finisce per strizzare l’occhio all’europeismo morendo conformista”; non esiste sintesi migliore. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ulteriori considerazioni. Il movimento 5Stelle è nato su pressione popolare; ma bisognava inquadrare il movimento spontaneo su binari ferrei per portarlo a destinazione come vogliono i manovratori; niente di nuovo sotto il sole: chi detiene il potere e teme di perdere il controllo di una popolazione o a livello più ampio del mondo utilizza i movimenti, li incentiva, li controlla per poi farli deragliare. Non guardano a spese, usano la finanza, corrompono, uccidono, fanno attentati, destabilizzano, fondano movimenti terroristi anche di segno opposto, aggrediscono e dilaniano le nazioni: Afganistan, Iraq, Siria, Libia…Venezuela…. . L’ultimo atto è stato l’attentato nello Sri Lanka: una fase della lotta tra Cina e Usa per la supremazia in Eurasia; una mossa tattica simile è stata utilizzata nella vicina Myanmar, https://colonelcassad.livejournal.com/ , un attacco alla Cina, una energica opposizione all'iniziativa "One Belt – One Way": divide e distruggi. Non è esercizio ozioso tentare di decifrare le intenzioni dei 5Stelle per capire l’obiettivo dei manovratori nell’ombra: certamente portare confusione in Italia ed Europa, aumentare la rabbia delle nazioni, far deragliare la concordia e la solidarietà globale fra le nazioni; solo così la dittatura o governo mondiale può imporre i suoi dettami; il mezzo è sempre il solito: divide et impera per distruggere. In questa lotta i media sono importanti: servono per suscitare rabbia oppure per addormentare; in Italia ed Europa è da un pezzo che si dorme. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo
Anonimo
Anonimo
5 anni fa

"Relazioni gay lecite se fedeli". ​Così la Chiesa vuole sdoganare l'omosessualità

La diocesi di Torino "riscrive" il Catechismo aprendo all'amore fra le persone dello stesso sesso
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/relazioni-gay-lecite-se-fedeli-cos-chiesa-vuole-sdoganare-1689209.html

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"Relazioni gay lecite se fedeli". ​Così la Chiesa vuole sdoganare l'omosessualità.
Riccardo Cascioli – Dom, 05/05/2019

……..In effetti in un solo anno molte cose sono maturate e la diocesi di Torino sa di poter contare su un ampio sostegno in Italia e all'estero. Diversi vescovi in Germania ed Austria, ad esempio, stanno prendendo posizione a favore della benedizione in chiesa delle coppie dello stesso sesso. In febbraio abbiamo assistito alla grande operazione Sodoma, dal titolo del libro scritto dal sociologo francese Frédéric Martel: interviste a decine di cardinali e vescovi per concludere che una grande fetta di sacerdoti cattolici sono omosessuali, e che quindi sarebbe giusto un coming out generale. Inutile dire che Martel ha potuto trovare porte spalancate in Vaticano, e non fa mistero di incontri ripetuti con padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica e «una delle eminenze grigie» di questo pontificato. Non è dunque un caso che più tardi sia stato proprio Martel ad anticipare con un tweet che all'inizio di aprile il Papa avrebbe incontrato una delegazione internazionale Lgbt con previsto un discorso «storico». All'ultimo momento discorso e incontro sono stati annullati, ma la delegazione Lgbt ha potuto incontrare almeno il segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin. Del resto poche settimane prima, papa Francesco aveva incontrato, con tanto di foto ricordo, il Consiglio pastorale dei cattolici Lgbt+ della diocesi di Westminster, direttamente inviati dal primate inglese cardinale Vincent Nichols.

Fatti e gesti eloquenti, accompagnati anche da una martellante insistenza del quotidiano dei vescovi italiani, Avvenire, che della legittimazione delle unioni gay ha ormai fatto una bandiera e non passa settimana che non la proponga. Si dà spazio alle esperienze positive di amore omosessuale, si sprecano interviste a teologi che riscrivono la Bibbia, si insiste sulla presunta emarginazione patita da sempre nella Chiesa e sull'omofobia che accomuna molti cattolici; si valorizzano le iniziative pastorali come quelle di Torino e si oscurano quelle nel solco dell'insegnamento della Chiesa, come quella di Luca di Tolve, autore del libro-testimonianza Ero gay.

E ora, in maggio, le iniziative cattoliche pro-gay esploderanno intorno alla Giornata mondiale per la lotta all'omo-transfobia. In Italia c'è già tutto un fiorire di veglie di preghiere per le vittime dell'omofobia e della transfobia: da Roma a Firenze, da Genova a Vicenza, da Bologna a Ragusa è già partita la macchina della propaganda, perché come già accaduto negli anni passati si tratta di occasioni importanti per cambiare l'atteggiamento dei cattolici nei confronti dell'omosessualità. E di anno in anno aumentano diocesi e parrocchie che aderiscono o che comunque danno ospitalità. I «piemontesi» marciano sicuri della vittoria.

E' SCANDALOSA LA DERIVA PROTESTANTIZZANTE ED ERETICA, DI AMPI SETTORI DELLA CHIESA CATTOLICA, SOLO UN "PICCOLO RESTO" RIMANE FEDELE CON CORAGGIO E PERSEVERANZA, PER NON SOCCOMBERE AI FLUTTI VIOLENTI FURIOSI E VELENOSI DEL "fiume d`acqua dietro alla donna, al fine di farla travolgere dalle sue acque" quelle del " serpente infernale che le vomitò dalla sua bocca"!!!!!

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

OMOERESIA
«Ok agli atti omosessuali». In Belgio è Chiesa arcobaleno.

La condanna degli atti omosessuali non è più sostenibile». Lo ha detto il cardinale De Kesel, arcivescovo di Bruxelles, parlando a un gruppo gay a cui ha anche anticipato il progetto di una qualche cerimonia religiosa per le unioni omosessuali. Che questo sia contrario alle Scritture, alla Tradizione e anche al magistero recente per il cardinale non fa problema.

http://www.lanuovabq.it/it/ok-agli-atti-omosessuali-in-belgio-e-chiesa-arcobaleno

Orami siamo in piena e manifesta apostasia, senza vergogna alcuna!!!!!
Forse questa fase storica perciciosa per la Chiesa Cattolica, è necessaria, per snidare e rendere manifesti al mondo i tanti Giuda di Cristo e del suo Corpo Mistico, che sono tutti lupi famelici travestiti da teneri agnellini, caduti nell'apostasia.
"Tuttavia se sono caduti, è impossibile rinnovarli una seconda volta portandoli alla conversione, dal momento che per loro conto crocifiggono di nuovo il Figlio di Dio e lo espongono all'infamia." (Eb 6,6).

Se continuano a persistere ed indurirsi senza atroce pentimento, nell'eresia e nell'apostasia, "dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati,ma soltanto una terribile attesa del giudizio e la vampa di un fuoco che dovrà divorare i ribelli…….Di quanto maggior castigo allora pensate che sarà ritenuto degno chi avrà calpestato il Figlio di Dio e ritenuto profano quel sangue dell'alleanza dal quale è stato un giorno santificato e avrà disprezzato lo Spirito della grazia? Conosciamo infatti colui che ha detto: A me la vendetta! Io darò la retribuzione! E ancora: Il Signore giudicherà il suo popolo. E' terribile cadere nelle mani del Dio vivente! (Eb 10, 27.29-31)

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa

A parte la questione ormai stucchevole (che andassero…) quello che mi fa veramente incavolare e'un'altra cosa,perche' su questa ormai bisogna pure stare attenti a cosa si dice,e tanto da che parte sta la verita' cristiana chi vuole saperlo lo sa.Mi fa incavolare il moralismo fasullo della fedelta'che stravolge il Vangelo.Non che N.S.G.C. dicesse di tradire la moglie o il marito( di gay non ne parlava proprio,e sembra che ad alcuni questo basti… mah!,come se non avesse detto che nemmeno uno iota della Legge A.T. era invalidato,a parte che poi anche il N.T.mette i puntini sulle i,al riguardo,ma evidentemente per i Lutero in erba si bruca qua' e la' e si scacarza qua e la' come le anatre).Carrega prende la parabola del buon samaritano e conclude che il nostro prossimo e' "quello che ci capita".Insomma ,a caval donato,e' proprio il caso di dirlo, non si guarda in bocca…?Ma il buon samaritano e' il prossimo per Gesu',che e' il viandante:e difatti per me fa il paio con quella degl'invitati a nozze renitenti e sostituiti.Cioe' riguarda realta' eterne, escatologiche,riguarda la Carita'e la relazione con Dio nel Corpo Mistico.Non riguarda la realta' terrena dove ognuno ha la sua vocazione e attitudine prestabilita,(salvo inversioni perverse) e sopra tutto dove niente va perfettamente liscio neanche a chi e' sulla strada giusta.Questo mi fa incavolare moltissimo:la confusione con la realta' quotidiana.Fanno moralismo sporco,peloso,ti promettono e prertendono il Paradiso in terra, questi sozzi, mentre Gesu' insegnava che non puoi rimandare la moglie che ti avesse tradito se questa non e' andata gia' a vivere con un altro per conto suo,apertamente o meno!Ma anche li' l'immagine ricorda proprio la relazione tra l'uomo e Gesu' Cristo Dio,la sua infedelta'.Si pensi a Osea.Questi scacarzano come anatre sia le cose ultime, eterne,sia quelle temporali.Sono l'anticivilta' completa,sono l'inversione della verita'.Dio li ripulisca presto perche' sono insopportabili.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

"San Lorenzo chiamò tesoro della Chiesa i poveri, ma egli usava il linguaggio del suo tempo." (Tesi n.59 di Martin Lutero)

Linguaggio del nostro tempo: "La fede cresce in questo clima, un clima a cui ci si adatta stando insieme a quanti non si pongono sul piedistallo, ma hanno bisogno e chiedono aiuto. Per questo vivere la fede a contatto coi bisognosi è importante per tutti noi. Non è un’opzione sociologica, non è la moda di un pontificato, è un’esigenza teologica. È riconoscersi mendicanti di salvezza, fratelli e sorelle di tutti, ma specialmente dei poveri, prediletti dal Signore." (Indovina chi l'ha detto?)

#bastafuffa

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Anonimo a che gioco giochi?A quello dei disonesti Azzeccagarbugli?Poveri e bisognosi ce ne sono molti,ma le facce di cu..che pretendono di chiamare buono cio' che e' male non hanno nessun diritto di ciurlare nel manico chiamandosi poveri.Abusano del termine e ne renderete conto a Dio,razza di disonesti pervertiti.Sul piedistallo vi ci ponete voi,che volete stravolgere la verita'e dei vostri sofismi sai che cosa te ne puoi fare,non c'e' bisogno che te lo dica.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Tutto siete tranne che poveri.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

riguardo alla tavola 45

non so quanto sia recente, ma mi sembra che il simbolo degli italofoni, sia la stella a 8 punte/rosa dei venti, azzurra.

Tizio Fittizio

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La stella a 8 punte blu compare proprio nell'arcano maggiore "stella" dei tarocchi di Marsiglia.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Stella a 8 punte (derivazione babilonese): indovina che l'ha messa sopra il suo blasone? L'iconografia della dea Ištar (adattato anche in Ishtar) è associata anche alla stella a otto punte….per non dire che il messaggio dei suoi adepti ricorda tanto…

#bastafuffa

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Nello stemma del papa è simbolo di Maria come il fiore di Nardo lo è di San Giuseppe.
Non ci farei dietrologia.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ecco la mia dietrologia: misericordia sfrenata…una storia secolare che si ripete.

"Ishtar è anche una divinità votata al sacrificio, che non esita a offrire se stessa per i mortali; la sua MISERICORDIA è la più grande che esista, un sentimento di amore assoluto verso tutto ciò che vive e che per questo va preservato a ogni costo. Se la pietà che gli altri dei sentono per i mortali è simile a quella che un uomo proverebbe vedendo un animale che soffre, Ishtar ha realmente a cuore le loro vicende e vi partecipa in modo molto più personale. Di solito sono i mortali a credere negli dei, ma nel suo caso è vero anche il contrario: Ishtar è forse l’unica divinità a credere davvero negli esseri umani."

Fonte: http://worldofdarkwing.com/bibbia/divinita/ishtar/

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Giusto per non dimenticare che la "grande meretrice" profetizzata è sempre lei: ricordo solo che nella grande Babilonia era adorata come protettrice delle prostitute, quindi la boss delle meretrici. Una figura che si diverte a sostituire la Madonna (Santa Vergine Madre di Dio) in varie apparizioni per confondere la Chiesa, i credenti e le povere anime: io conosco bene questo demone, perché mi sta sfidando da anni. Quindi se vuoi puoi fidarti di me, ma non chiedermi perché mi sta sfidando, anche perché non posso rivelarlo. Per sede dell'anticristo, culla dell'abominazione, si intende anche il meretricio con questa "regina dell'inferno". Gli esorcisti sanno che sto dicendo la verità.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Questo idolo Ishtar, nel libro di Geremia viene denominata addirittura come "regina del cielo" identificandolo presumibilmente con il pianeta Venere, coincide forse con l'artemide degli efesini? e questa "regina dell'inferno", in quali presunte apparizioni si è spacciata come se fosse la Madre di Dio? Ad esempio la presunta apparizione della Madonna del Pino a Giuseppe Auricchia, è uno dei suoi inganni? e quali altre apparizioni ingannevoli ci sarebbero?

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tutte le apparizioni non riconosciute dalla Chiesa, tutte quelle apparizioni non approvate dalla Chiesa e tutte quelle apparizioni che lavorano contro la Chiesa. Facciamo attenzione al demone di Astarte/Ishtar/Inanna (e altri nomignoli vari). Non è una sorta di idolo: questo demone esiste, io purtroppo la sto affrontando da diversi anni. Vi posso dire che è bionda, veramente bella, ma a volte appare in maniera diversa. Lei forma insieme ad altre quattro "demonesse" una sorta di casta infernale che sta lavorando contro l'umanità. Io le ho viste, poi potete crederci oppure no, ma sono qui per raccontarlo (sapendo quanto stanno soffrendo per le mie parole). Da quando mi sono avvicinato alla fede – grazie all'intervento del Signore – che attraverso la sua grazia mi ha tirato fuori da una schiavitù carnale del passato. La mia è una testimonianza, voi siete liberi di credermi oppure no. Però vi posso assicurare che lei esiste e dobbiamo pregare per bloccarla.

Tutti sono concentrati contro Satana (giustamente) e Lucifero (entità a parte), ma in realtà questa figura è tremenda (insieme alle sue alleate infernali). Gli inganni sono all'ordine del giorno, per questo motivo ci conviene allinearci alla dottrina e alla tradizione.

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per chi ha tempo può ascoltare tutto il filmato per avere una panoramica degli accadimenti.
Prestare particolare attenzione a quel che dice dal minuto 23:10

https://www.youtube.com/watch?v=0G6BtNM1Ubg

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

lucifero e santana, non indicano forse lo stesso medesimo diavolo, principe del tenebre, padre della menzogna, il drago rosso dell'Apocalisse, omicida fin dalle origini, l'antico serpente dell'Eden, maledetto da Dio, il quale ha decretato eterna inimicizia con la Donna messianica?
Io ho sempre saputo che i due nomi indicano la stessa medesima identità demoniaca.
Poi onestamente non sapevo che Astarte/Ishtar, fosse una demonessa donna, ma immagino che sia uno dei moltissimi angeli decatuti della schiera di satana(lucifero), che serve e obbedisce a quest'ultimo principe delle tenebre.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

"….L'iconografia della dea Ištar (adattato anche in Ishtar) è associata anche alla stella a otto punte…."
Davvero è così? dove possiamo trovare tale riferimento? c'è un sito internet?
Sarebbe agghiacciante se fosse come dici tu. Anche io infatti pensavo che la stella ad 8 punte fosse un riferimento mariano, cioè rivolto all'Immacolata Vergine Maria nello stemma di papa Francesco. Tra l'altro inizialmente la stella non era ad 8 punte, ma era una normalissima stella a 5 punte, di colre giallo, poi dopo è stata modificata non la stella ad 8 punte.

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Lo stemma di Bergoglio è sempre stato lo stesso atto a rappresentare la Sacra Famiglia.
In alto il simbolo dei gesuiti col monogramma di Gesù Cristo. In basso la stella, originariamente d'argento e a 5 punte a rappresentare Maria, e il fiore di Nardo anch'esso in argento a rappresentare S.Giuseppe.
Da papa lo stemma è stato modificato da chi è esperto in araldica per renderlo più conforme al suo significato. I simboli sono diventati d'oro, la stella è diventata ad 8 punte e il fiore di nardo è stato reso più somigliante a un vero fiore di nardo perché prima sembrava un grappolo d'una.
È iconografia tipicamente cattolica pertanto. Poi ogni simbolo può essere usato e storpiato come si vuole, ma il significato è quello.

anonimo
anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Anonimo delle 20:20. E l'apparizione di Medjugorje?

mario  mancusi
mario mancusi
5 anni fa

https://gloria.tv/article/SN1ETh391SkR6FyoNpvtaxrMG

Messaggio Anguera 29 aprile 2019, ancora un riferimento ad Abu Dhabi? Pedro Regis conferma!

Remox
Remox
5 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Questo secondo me potrebbe riaprire il dibattito sui messaggi che parlano dell'accordo e soprattutto sull'identità dell'uomo del paese dei re.
Questo perché ritengo che tutti questi messaggi parlino dello stesso accordo. Un accordo che genera confusione e guerra religiosa interna alla Chiesa.

mario mancusi
mario mancusi
5 anni fa

Situazione sempre più anomala: e la Rinuncia di Benedetto, davvero rotola!
https://cronicasdepapafrancisco.com/2019/05/06/situazione-sempre-piu-anomala-e-la-rinuncia-di-benedetto-davvero-rotola/

……………..è evidente che la vistosa firma “BENEDETTO PP XVI” con quel “PP” (Pontefice Massimo), sulla copertina del nuovo libro appena uscito – vedi qui – di cui si parla, e con la “scomparsa” del termine “emerito” (da noi sempre categoricamente rifiutato, perché sia dai Vangeli, quanto dal Diritto Canonico, non esiste), è evidente dicevamo, che c’è qualcosa che proprio non va!

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Ho avuto una visione orrenda: Bergoglio impiccato. Omicidio o suicidio?!

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Te fortunato! Purtroppo non l'ho avuta. P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La visione dell'impiccato è orrenda certamente, ma che significato gli si potrebbe dare? Chi è stato l'impiccato del collegio apostolico dopo che Gesù Cristo venne consegnato in mano ai suoi diabolici carnefici? Costui era quello che Nostro Signore definì "il figlio della perdizione", il traditore del Figlio di Dio. Allora forse si potrebbe interpretare questa tua visione, come indicazione del nuovo "Traditore" di Cristo del 21° secolo? Chi lo può dire, nessuno!!! ammesso che questa sia una reale visione mandata da Dio!!! Mi auguro che non sia questa l'interpretazione corretta, tuttavia in tali tempi moderni e "modernisti", la dottrina bimillenaria della Chiesta Cattolica, viene presa a picconate, viene orrendamente flagellata, come fecero a Gesù Cristo, e colui che dovrebbe essere Pietro, non se ne cura affatto, ma anzi sembra quasi che voglia partecipare attivamente a tale "orrenda flagellazione", per arrivare infine alla crocifissione. Nessuna pace di Dio, potrà venire da tale tradimento, perchè la pace la può donare solo Dio e non il mondo con i suoi innumerevoli idoli e compromessi mondani.
"E quando si dirà: «Pace e sicurezza», allora d'improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà." (1Ts 5,3)

"La pace è un dono di Dio, recato all’umanità da Gesù Cristo, Figlio di Dio e sovrano del cielo e della terra.

La Chiesa cattolica da lui fondata, è la suprema depositaria della pace, perché essa è custode della verità e la pace si fonda sulla verità e sulla giustizia. Il neo-modernismo, impiantato ai vertici della Chiesa, predica una falsa pace e una falsa fratellanza. Ma la falsa pace porta la guerra nel mondo, così come la falsa fratellanza porta allo scisma, che è la guerra all’interno della Chiesa.

San Luigi Orione l’aveva drammaticamente previsto il 26 giugno 1913: «Col modernismo e col semi-modernismo non si finisce – si andrà presto o tardi, al protestantesimo o ad uno scisma nella Chiesa che sarà il più terribile che il mondo abbia mai visto» (Scritti, vol. 43, p. 53)."

http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/05/il-piu-terribile-scisma-che-il-mondo.html

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io credo che non è un problema teologico ma psichiatrico.Occorre pertanto tenere sotto controllo Bergoglio per prevenire qualsivoglia gesto autolesionistico.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La citazione di 1Ts 5,3 mi sembra proprio azzeccata per questi prossimi anni.Infatti l'Anticristo finale sappiamo arrivera' dopo un tempo di pace vera,non come quella "in costruzione" di oggi.Anche il riferimento alle doglie di una donna in cinta,e' apocalittico,e riguarda idealmente la Chiesa che nonostante tutto "partorira'" Gesu' Cristo nella sofferenza,grqazia a Maria,e praticamente tutta l'Umanita' perche' tutti sono chiamati a credere in Gesu' Cristo.(Quello vero,non quello modificato a piacimento personale,e la vita di ciascuno,volente o nolente,buono o malvagio, va nella direzione di dargli l'occasione di credere nel vero Gesu' Cristo.Per questo Dio fa piovere sui buoni e sui cattivi,secondo le Sue vie imperscrutabili,come dice anche l'Anticristo di Solove'v,solo che poi se la rigira come gli pare e ne trae una conclusione tendenziosa,realizzando un vero sofisma anche se parte da una premessa giusta,si',ma tendenziosamente usata.Proprio "roba" da modernisti di ieri di oggi e del futuro).Come diceva Bartali:"Io miei non avevano i soldi per far studiare la gramigna!):-)

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Mancusi, PP non significa Pontefice Massimo ma Pater Patrum

Mangiafoco

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

a corredo, ecco quanto scrive un lettore sul Corriere della Sera

Pater patrum
Caro Romano, ha ragione sul fatto che le due P.P. dopo il nome del papa significano «Pater patrum». Infatti, secondo alcuni studi storici, la parola papa nasce dall’unione delle prime due sillabe di «Pater patrum». È giusto, quindi, quanto riportato dal «Lexicon abbreviaturarum» di A. Cappelli, infatti, in pratica, significa semplicemente papa.

Giuseppe La Malfa, giuseppe.lamalfa@poste.it

Mangiafoco

mario mancusi
mario mancusi
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

non cambia la sostanza, manca sempre la dicitura emerito che ora èscomparsa

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa

“La più grave crisi nella storia della Chiesa”

“Un dovere di coscienza come cattolico”. Il professor Claudio Pierantoni spiega così la sua decisione di sottoscrivere la Lettera aperta ai vescovi che muove a papa Francesco l’accusa di eresia. Lo fa in un’articolata intervista di Diane Montagna per LifeSiteNews e che il professore ha gentilmente inviato a Duc in altum nella versione italiana.

“Io ritengo – dice il professore nel corso dell’intervista – che la Chiesa stia attraversando la più grave crisi non solo dalla Riforma protestante, ma in tutta la sua storia”.

Professor Pierantoni, che cosa l’ha spinta a firmare la lettera aperta che accusa papa Francesco del delitto di eresia e chiama i vescovi della Chiesa cattolica a indagare sulle accuse?

In primo luogo, un dovere di coscienza come cattolico. Come dice la Lettera, questo atto segue alla pubblicazione di un documento su Amoris Laetitia, firmato da 45 studiosi nel 2016, in cui si metteva in rilievo la grave ambiguità di molti passi, che nel loro senso più ovvio e naturale sembravano eretici. Poi, l’hanno seguente, 2017, con un gruppo più ampio, arrivato a 250 studiosi, abbiamo pubblicato la Correctio filialis de haeresibus propagatis (“Correzione filiale sulla propagazione di eresie”) quando è stato chiaro da vari atti e affermazioni del Papa che i passi ambigui di AL andavano senz’altro intesi in senso eretico. Finalmente, durante l’ultimo periodo, si è ampiamente confermata la volontà del papa di imporre una certa linea di cambiamento rivoluzionario della morale sessuale e matrimoniale, soprattutto mediante le nomine di prelati favorevoli a tale rivoluzione in posti di rilievo del governo della Chiesa. Quindi, ormai siamo arrivati a quello stadio di affermazione dell’eresia che è appropriato chiamare “ostinata” o “pertinace”. Di qui la necessità di ricorrere ai vescovi per rimediare a questa situazione tragica per la fede: la situazione di un papa che cade nell’eresia……..

https://www.aldomariavalli.it/2019/05/10/la-piu-grave-crisi-nella-storia-della-chiesa/

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa

QUANDO S. ATANASIO RIMASE QUASI SOLO A DIFENDERE LA FEDE CATTOLICA E FU PERSEGUITATO E SCOMUNICATO. POI PERO'…

Ecco come il grande Blaise Pascal, nei Pensieri, ricorda gli avvenimenti della Chiesa del IV secolo e come riflette sul suo tempo. Le sue considerazioni valgono in modo speciale per il nostro tempo: come si vede anche oggi chi difende l’integrità della fede cattolica viene isolato, perseguitato, accusato di dividere la Chiesa, trattato come un cane. Ma la lezione del IV secolo ci insegna cosa accadde dopo: quando Dio riportò la cristianità alla vera fede, S. Atanasio fu proclamato santo, Dottore della Chiesa e Padre della Chiesa. E chi a quel tempo aveva il potere ecclesiastico sulla terra e cedette all’eresia ariana si è poi trovato a risponderne al Giudice supremo.

https://www.antoniosocci.com/s-atanasio-rimase-quasi-solo-difendere-la-fede-cattolica-fu-perseguitato-scomunicato-pero/

Profezie di Bruno Cornacchiola apparizioni delle Tre Fontane – Roma libro di Saverio Gaeta:

“ma perché gli uomini responsabili non vedono l’invasione dell’Islam in Europa?”

“l’ira di Satana non è più mantenuta: lo Spirito di Dio si ritira dalla Terra, la Chiesa sarà lasciata vedova, ecco il drappo talare funebre, sarà lasciata in balìa del mondo”.

“Figli miei, la salvezza non è riunire tutte le religioni per farne un ammasso di eresie e di errori… Gli uomini devono vivere la Chiesa e non la Chiesa vivere di loro. Gli uomini devono essere persuasi della verità… La dottrina della Chiesa è di Cristo… Non cambiate la dottrina, ma cambiate i vostri cuori a vivere essa dottrina per la salvezza vostra e del prossimo”.

“L’Eucaristia sarà un giorno dissacrata e non più creduta la presenza reale di Mio Figlio. False ideologie e teologie!

La terribile profezia del papa eretico del 21 settembre 1988:

“Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine”.

Cor Jesu Sacratissimum, miserere nobis! – Adveniat Regnum tuum!

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Mi risulta che l'apparizione delle tre fontane non rientra tra quelle riconosciute dalla chiesa. Esiste tuttora solo il permesso di officiare davanti la grotta e inoltre pure il titolo di Vergine della Rivelazione venne modificato da Giovanni Paolo II in Vergine del terzo millennio. Si direbbe che la chiesa abbia voluto prendere le distanze dal presunto veggente, le cui profezie in fondo sono una continuazione della sua primitiva fede protestante che ha sempre voluto la rovina della chiesa cattolica.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Se è per questo, escludendo Fatima,Lourdes, Guadalupe… e poche altre, tutti i veggenti, cui ci si riferisce in questo blog- stando alle mie erratiche perlustrazioni- cadono nella stessa categoria in cui collochi Cornacchiola. I riconoscimenti della chiesa sono sempre tardivi e opportunistici, oltre che censurati. L'utilità di questo blog consiste nel non accettare censure, anche se censura gli interventi volgari di qualche fanatico, giustamente. Koccodè

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Questi due post di Anonimi,specialmente il secondo,pertinente,brillante nello specifico,che scrive Chiesa con la c minuscola, come il primo,e 4 righe e tre parole come il primo,mi fanno ripensare a qualcuno colto,frequentatore di preti di strada,colto e cultore del "dubbio", ma mi suscitano una riflessione interessante,anche divertente ma da non sottovalutare.Non per questione personale,ma per capire la realta',compresa quella dell'A.T.,contro il politicamente corretto,astuto,ma troppo fiducioso di se',e sovente intrigante e tendenzioso.Non so se siano due anonimi o lo stesso che se la suona e se la canta e magari si diverte(mi diverto anch'io ,ma lealmente),pensando di aver preso molti piccioni con una sola fava.Partiamo dal N. T.:Gesu' non e' volgare, ma non e' politicamente corretto.Le dice chiare, e si arrabbiano:non gli dicono volgare, gli dicono bestemmiatore,come a santo Stefano.Andrei piano a far passare l'idea che la volgarita' nasca dal fanatismo e viceversa.Ci sono fanatici che formalmente non sono volgari e volgari che non sono fanatici.La volgarita' nasce dal fanatismo o da una reazione e stanchezza verso la volgarita' oscena di chi continua a ripetere menzogne ,proporre tranelli dialettici,e a giocare a rimpiattino per promuovere la sua superbia che vorrebbe stravolgere l'evidenza e negare il diritto di chiamare peccato cio' che e' peccato?Eppure l'evidenza e' oggettiva,e' nelle cose, nella realta',e quindi la volgarita' e'anche una scelta per metterla in evidenza a chi vuole nasconderla. Certamente,chi nega che Dio possa indurre in tentazione,o tantomeno castigare duramente, e la considera una bestemmia davanti a cui stracciarsi le vesti,non ama ricordare la lettera ai Romani di san Paolo,che parla chiarissimo.Allo stesso modo,il Dio dell'A.T.puo' sembrare violento e truculento,ma violenza e truculenza sono nelle cose, sono oggettive,e Dio non fa che metterle in evidenza, nello stile profetico.(segue)

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io che ho 65 anni ,varii acciacchi e sono sposato,ho ancora tentazioni nella carne,di tipo etero,e la tendenza a provare a innamorarmi delle ventenni,specie se brave ragazze e se mia moglie me le mette in casa.(Diciasettenni sono riservate ai Berlusconi).In fondo in fondo uno umanamente non e' mai del tutto convinto che il suo grande amore lo ha gia' vissuto:specialmente nella stagione secca,che in analisi grammaticale suona al femminile.Sono scelte di coerenza,che comportano rischi.Soluzioni facili esistono certamente. Puo' anche farmi piacere,perche' si sa che le cose partono sempre nel migliore dei modi ma poi emergono anche i limiti della natura umana.Non ho bisogno di frequentare travestiti per ricordarmi che ho bisogno di salvezza.Non impastrocchiamo supercazzole erudite quanto sostanzialmente ignoranti.Allora domando:perche' mai dovrei accettare che ci sia gente che vuole convincere i cattolici che mentre io chiamo tentazione di peccato la roba mia,etero,egli non debba chiamare nello stesso modo,come minimo,la "roba" sua,a qualunque eta'?Sarei io quello che si mette sul piedistallo?Allora vi dico,volgarmente:fate a meno di elaborare supercazzole vuote e diaboliche,viscide come serpenti.Leggetevi la lettera ai Romani, invece di saltabeccare alla Lutero.Curatevi l'anima,e non solo,perche' siete al limite dell'Invidia della Grazia altrui,e dovete sapere che Dio fara' di tutto per farvi ritrovare l'onesta' intellettuale e di condotta.Fanaticamente (non )vostro,Vincenzo.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Una ventenne troverà sicuramente affascinante il tuo portafoglio…

Agatone
Agatone
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Intelligenti pauca.

Vincenzo
Vincenzo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

E agl'imbe… nessuna, se uno dovesse tenere conto solo di loro.

Akhira
Akhira
5 anni fa

Chiedo scusa se magari sono fuori luogo perchè magari il nome è solo simile e i tempi non coinciderebbero,ma leggendo le ultime notizie una ha attirato particolarmente la mia attenzione ed è quella della scelta del nome del nuovo principino d'Inghilterra ,"Archie".Mi ha ricordato per la precisione il personaggio menzionato in un articolo proprio di questo blog anzi più volte menzionato ma meglio descritto in un articolo ad esso dedicato :MARIE JULIE JAHENNY: ARCHEL DE LA TORRE postato il 21 novembre scorso.Cosa ne pensate ?

https://d.repubblica.it/moda/2019/05/09/news/archie_harrison_mountbatten_windsor_figlio_meghan_markle_principe_harry_segno_zodiacale_previsioni_oroscopo_simon_and_the_st-4402712/

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Akhira

La Torre di Londra è monumento storico di un passato assai turbolento: molti che vi entrarono non certo popolani non ne uscirono. Se Archel de la torre è il principino Archie + la torre di Londra, il futuro è micidiale! P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa

Se continua così….
https://voxnews.info/2019/05/12/arrestate-lelemosiniere-del-papa-bergoglio-non-e-padrone-a-casa-nostra/
{ARRESTATE L’ELEMOSINIERE DEL PAPA: BERGOGLIO NON È PADRONE A CASA NOSTRA.
Forse è arrivato il tempo di stracciare i Patti Lateranensi, che come dimostrato oggi ‘loro’ non rispettano, e restituire a Roma e all’Italia quel pezzo di terra chiamato Vaticano. E’ tempo di una seconda Porta Pia.
Il gesto del cosiddetto “elemosiniere” del Papa è gravissimo. Uno straniero, esponente di uno Stato straniero, è entrato in Italia e ha violato, con arroganza, la legge.
E qui arriva la prima domanda: perché non è stato arrestato sul posto? Per qualunque italiano normale che facesse un gesto simile, si aprirebbero le porte del carcere.
Per lui e loro no. E non parliamo di una famiglia che non è riuscita a pagare le bollette, parliamo di una struttura occupata abusivamente da 400 immigrati ed estremisti di sinistra, che pagano l’affitto all’associazione di estrema sinistra Action di tal ‘Tarzan’, al secolo Alzetta, già consigliere di sinistra a Roma. …… E 300mila euro di bollette mai pagate che pagano, al posto loro, i contribuenti romani. E italiani. Poi arriva lui, il cazzaro del Papa, e invece di firmare un assegno da 300mila euro o portarseli in Vaticano che fa? Rompe i sigilli di un sequestro e riattiva la corrente. In galera. ….. E’ tempo di una seconda breccia di Porta Pia, così, finalmente, eliminiamo questo tumore che dalla Caduta dell’Impero ferisce il cuore di Roma. Il Cristianesimo non deve essere ‘temporale’, ma Fede. Il Vaticano è un anacronismo. L’ultimo Pontefice di Roma si chiama Augusto. Ps. Non sorprende che i cattolici siano in fuga: Dal 2014, anno successivo all’incoronazione di Bergoglio, ad oggi, il numero dei credenti cattolici è diminuito di oltre il 7%, mentre quello di atei e agnostici è aumentato passando dal 10 al 15%}. Se continua così … tra due anni la rivoluzione in Italia? Le profezie non mancano. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Io suppongo che l'assegno glielo firmerà, ma ciò non risolverà certamente il problema che è tutto italiano. Si tratta di un gesto simbolico che dovrebbe sensibilizzare tutti e che passerà alla storia in onore del Vaticano. Dimentichi che l'Italia invase lo Stato della Chiesa che si era formato non per conquista ma per donazioni e che salvò l'Italia dai barbari educandoli. E' piuttosto l'Italia che deve pagare la prepotenza di Porta Pia. Ma ciò potrà avvenire quando avremo un papa legittimo, ovvero cacciando Bergoglio dal Vaticano. Don Calogero Mortara.

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Che il gesto simbolico stia sensibilizzando tutti è cosa certa ma non nel segno sperato da chi l’ha compiuto e credo che non passerà alla storia in onore del Vaticano; prima di strappare i sigilli avrebbe dovuto pagare la bolletta salata di 300000 euro e non lasciarla come di consueto a carico di ignari cittadini che faticano ad arrivare alla fine del mese; questo gesto teatrale non ha fatto altro che a farli infuriare almeno in parte. Non l’Italia ma lo stato sabaudo invase lo stato della chiesa e il regno delle due Sicilie su istigazione dell’Inghilterra che vedeva di malocchio una marineria di tutto rispetto nel mediterraneo all’indomani dell’apertura del canale di Suez; dopo il saccheggio, sparito il tesoro del regno che era a circolazione aurea, sparite le officine meccaniche che avevano costruito la prima ferrovia in Italia, sparito l’arsenale di Napoli e ricomparso a Genova con i suoi torni, sparita la manifattura tessile che tra l’altro aveva tessuto la prima bandiera americana, è nata la miseria del meridione. Anche la chiesa ha le sue grosse colpe: dopo Costantino non gli bastò la parità civile ma con l’editto di Tessalonica del 27 febbraio 380 inizia ad imporsi in modo autoritario ed esclusivo alla società civile: l’imperatore diventa la longa manus delle chiesa contro pagani ed eretici. Non fece muro contro i barbari, si prodigò piuttosto a convertirli; ma le società barbariche distrussero l’impero occidentale; oggi la chiesa occidentale tenta la stessa carta con gli immigrati che essendo per la maggior parte islamici faranno però fallire questo intendimento. Carlo Magno resuscitò l’impero ma non riuscì a completare l’opera per l’opposizione della chiesa a lasciare Roma; la donatio costantini fu un falso per perpetuare una truffa; bene gli andò al Valla che ne dimostrò la falsità di non finire sul rogo. Chi comprese le necessità del tempo e salvò la civiltà occidentale fu il genio di San Benedetto: ora et labora; capì che bisognava aiutare la società civile e non a dominarla. La sete di supremazia sulla società civile portò a conseguenze tragiche: le guerre di religione che insanguinarono l’Europa con milioni di morti. La boria della chiesa non si è fermata neppure dopo il caso Galileo per la presunzione che non è concessa ad alcuno di possedere la Verità, anzi tutte le verità. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La tua analisi è eccezionale e la condivido in pieno. Dico solo che non ci conviene la scomparsa del Vaticano. L'Italia diventerebbe un paese da terzo mondo. A.M.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo

diventerebbe anche peggio del 3° mondo, diventerebbe una terra di Barbari, come ai tempi di Attila il flagello di Dio.
In realtà vogliono imbarbarire tutto l'Occidente, togliendo cultura, religione, civiltà, conoscenze antiche, tradizioni, senso di appartenenza, identità, Amor della Terra Patria e Amor di Dio.

Condivido la seguente riflessione dell'utente "Stanco e sfiduciato" sul blog di Blondet:

"Il meticciamento dell'occidente è uno strumento indiretto e mascherato, di guerra, per rompere definitivamente la pur minima coscienza identitaria collettiva che l'individuo ha, oltre alla coscienza identitaria del proprio se.
Già lo scrissi una volta e venni deriso, lo ripeto: si vuole ottenere l'individuo (su 7 miliardi) singolarizzato, perché se si trova solo, è indifeso nella ricaduta, e rimane nella sola dimensione della animalità sensuale e consumistica liberale.
Ci hanno progressivamente tolto tutte le coscienze identitarie di gruppo collettive difensive:

1. di classe economica (con l’antitesi : Marx),
2. di alterità dal mono-pensiero liberale (con l’antitesi: politically correct),
3. del cattolicesimo (con l’antitesi: cristianesimo generalista),
4. della religione cristiana (con l’antitesi: tutte le religioni sono uguali),
5. quella sessuale (con l’antitesi: uomo/donna LGBT),
6. di genere (con l’antitesi: transgender),
7. culturale (con l’antitesi: società meticcia),
8. nazionale (con l’antitesi: globalismo),
9. fra un po’ toglieranno anche la coscienza identitaria collettiva di appartenenza al genere umano (aggiungo io con l’antitesi posta dagli: animalisti – vegani——> già siamo incamminati verso tale scenario con gli animalisti che pretendono gli stessi diritti che hanno uomini anche per gli animali, per loro non c’è distinzione siamo tutti esseri animali )"

https://www.maurizioblondet.it/non-ce-niente-da-ridere-2/

Spring
Spring
5 anni fa
Rispondi a  Anonimo
NICOLA_Z
NICOLA_Z
5 anni fa

Intanto dal fronte iraniano/americano, congiure e guerre intestine si alimentano ogni santo giorno che passa…….

La linea rossa di Trump con l'Iran.

Trump invia il suo numero telefonico diretto all’Iran tramite la Svizzera. Mossa a sorpresa, che dice più di altre come il presidente americano voglia tenere un filo diretto con la nazione che sembra deciso a far collassare.

Lo ha rivelato la Cnn, ricordando che, anche nella temperie del nuovo giro di vite contro Teheran (ieri l’annuncio dell’invio di missili Patriot e altre navi da guerra in Medio oriente), Trump abbia affermato più volte di voler dialogare con Teheran……..
………

Cia e Pentagono non vogliono la guerra

Secondo Richard Falk, ex funzionario Usa alle Nazioni Unite, la linea dura verso l’Iran alimentata dai falchi è avversata da Cia e Pentagono e da alcuni membri del governo (Agenzia Fars).

Una lotta intestina che non trapela all’esterno, aggiunge Falk, anche per la “leadership impulsiva di Trump”, il quale non vuole arrivare alle presidenziali con una guerra in corso.

La squadra B

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha parlato di una squadra A, che non vuole la guerra, e una squadra B, che invece la cerca ardentemente.
Membri di quest’ultima sarebbero: il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il consigliere per la sicurezza nazionale Usa John Bolton, il principe ereditario degli Emirati Arabi Uniti, Mohamed bin Zayed, e il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman.

Queste due squadre, secondo il ministro Iraniano, utilizzano strategie diverse per fronteggiare l’Iran.

Mentre Trump userebbe le sanzioni per costringere Teheran a negoziare un nuovo accordo sul nucleare, i secondi le usano per “spingere l’Iran a reagire”. “Non penso che [Trump] voglia una guerra, ma non è da escludere che possa essere costretto a farla”, ha concluso Zarif.
Bolton e il Tonchino iraniano

Bolton sembra scatenato: in questi giorni ha tenuto un inusuale incontro segreto sull’Iran con esperti militari e dell’intelligence nella sede della Cia.

Indicativo lo sfogo di un ex membro dell’amministrazione Usa raccolto da Laura Rozen per al Monitor: “Bolton trasforma ogni spiaggia nel golfo di Tonchino” (riferimento all’incidente che provocò l’intervento Usa in Vietnam).
La pressione contro l’Iran è inutile e “fine a se stessa”, aggiunge la fonte di al Monitor. “Gli iraniani potrebbero reagire, cosa che fornirebbe il casus belli a questi matti“.
La linea rossa di Trump dovrebbe servire a limitare i rischi. Almeno si spera.

http://piccolenote.ilgiornale.it/40338/linea-rossa-trump-con-iran

Che Dio ce la mandi buona, contro questa "banda di matti".

Share This