ITALIA E GERMANIA: UNA NUOVA LEGNANO?

scritto da Remox
06 · Giu · 2018

ITALIA E GERMANIA: UNA NUOVA LEGNANO?




La partita che ora si
apre internamente all’Europa verrà giocata tutta sul ruolo che la Germania
dovrà avere nell’Unione.

Ricordiamo alcuni
punti salienti della politica tedesca che hanno messo in crisi il continente:

  •          
    Il
    surplus commerciale tedesco ha “divorato” le altre economie europee
  •      Questo
    surplus ha determinato una perdita di competitività di Italia e Francia e il contestuale
    peggioramento di alcune parti del bilancio pubblico
  •          
    Ha
    inoltre inasprito i rapporti con gli USA che hanno dichiarato la guerra
    commerciale
  •          
    La
    politica della Germania ha dato il via alla Brexit
  •          La
    Germania ha finanziariamente vessato la Grecia per rientrare dei propri crediti
    e costretto i governi dell’Unione a condividere le perdite
  •          
    La
    Germania ha facilitato la politica sanzionatoria nei confronti di Mosca
  •          
    La
    Germania ha negoziato sotto ricatto con la Turchia il flusso di immigrati a
    danno degli altri paesi europei
  •          
    La
    politica tedesca sull’immigrazione ha creato un fronte di paesi dell’est ostili
    a Bruxelles
  •          
    La
    politica tedesca sull’immigrazione ha avvicinato l’Austria ai paesi del gruppo
    di Visegrad
  •          La
    Germania ha complottato nel 2011 a danno dell’Italia determinando la caduta del
    Governo Berlusconi e l’instaurazione di governi tecnici amici
  •     La
    Germania utilizza l’arma dello spread come ricatto ai danni degli altri paesi
    membri dell’Unione Monetaria

In parole povere la
Germania, con modi diversi, sta nuovamente perseguendo un disegno egemonico nei
confronti dell’Europa senza alcun progetto inclusivo rispettoso delle
sensibilità delle altre nazioni.

E’ bastata la nascita
del nuovo governo in Italia, un paese pesante sotto ogni punto di vista nella
bilancia europea, coalizzatosi dietro il peso della volontà di milioni di
elettori per far cambiare il linguaggio di molti politici europei, tedeschi
compresi. E’ in questo clima di generale debolezza che si decideranno i destini
di tutti.

Anche la Russia si
muove e non è un caso che il primo viaggio da neoeletto di Putin in Europa sia
stato in Austria, e proprio a cavallo della nascita del nuovo governo italiano
le cui forze politiche guardano con simpatia ad Est. Con il prossimo semestre
austriaco la Russia spera che la politica sanzionatoria nei suoi confronti
possa cambiare confidando nella spinta di alcuni paesi dell’Est e dell’Italia, nonché
di Macron, pronto a sfruttare la debolezza della Germania per riaffermare una
propria politica autonoma.

In questo scontro fra “globalisti”
e “populisti” (perfetta ottica marxista che dovrebbe essere rifiutata a priori)
la Chiesa sembra collocarsi alle spalle dei primi, dimostrando il consueto
ritardo culturale instauratosi dopo il Concilio Vaticano II che però, solo con
questo pontificato, sta pienamente e concordemente emergendo.

In ambito profetico
ricordo che il veggente di Waldviertel, austriaco, vide il proprio paese come un
asset della politica di influenza di Mosca in Europa ai tempi dell’invasione.
Gli attuali sviluppi geopolitici vanno proprio in questa direzione.

Ne ho parlato anche in
relazione al codice Vaticinia Nostradami presentando la Tavola 70 (68) dove in
basso si vedono una grande Granchio, una specie di “galassia” ed una fascia di
stelle.

Tavola 70 (68) ispirata alla carta 18 dei Tarocchi, la Luna

L’interpretazione di
questo disegno, sorprendente, l’ho data ne “Il Granchio Russo di Nostradamus”.

Rappresenta cioè, in
modo stilizzato, lo scenario di guerra dove la Russia invade l’Europa.

La coda del Granchio è
la Kamchatka; il corpo è il territorio russo; la chela superiore è la
Scandinavia che secondo vari mistici rappresenta la via d’invasione
settentrionale; la chela inferiore sono la Turchia e la Siria che rappresentano
la linea d’invasione meridionale; la testa del Granchio è il cuneo centrale che
attraversa l’Europa Orientale per arrivare con il becco in Austria.

La “galassia” nasce
dall’unione delle due spire che rappresentano il simbolo astrologico del
Cancro; simboleggia l’Europa con i due estremi che sono il Regno Unito e l’Italia.

La fascia di stelle è
l’Oceano Atlantico, oltre il quale abbiamo la nazione stellata degli USA.

La quartina che
accompagna la Tavola è dal mio punto di vista la 624:

Dal Ramo VI del 2000 “Fine della
Tribolazione: il Regno del Grande Monarca”

624

Mars et le sceptre se trouuera
conioinct,

Dessoubs Cancer calamiteuse guerre:

Un peu apres sera nouueau Roy oingt,

Qui par long temps pacifiera la terre.

624

Marte e lo scettro si troveran
congiunti,

Sotto il Cancro calamitosa guerra:

Un poco dopo un nuovo Re sarà unto,

Che per molto tempo pacificherà la
terra.

Il Cancro che molti
autori hanno cercato di individuare in una congiunzione astrologica è invece il
richiamo alla Tavola 70 (68) che mostra di quale guerra il veggente stia
parlando.

Poco dopo sarà unto un
nuovo Re, il Grande Monarca, che regnerà su una terra pacificata.

Il becco del Granchio,
l’Austria, sarà una testa di ponte della Russia in Europa.

Ma il tema di fondo, a
tutt’oggi, è lo scontro fra Italia e Germania a cui sono legate le sorti dell’Unione.
E tale scontro è mirabilmente riassunto dalla quartina 687.

Dal Ramo XXII del ‘900 “Cronache
degli anni ’80: parte seconda”

687

L’Election faicte dans Francfort,

N’aura nul lieu, Milan s’opposera:

Le sien plus proche semblera si gran fort,

Qu’autre le Rhin en mareschs cassera.



687

L’elezione fatta in Francoforte,

Non avrà più luogo, Milano s’opporrà:

Il suo più prossimo sì forte sembrerà,

Che oltre il Reno e le paludi (lo) caccerà.

La quartina è
costruita sul grande scontro storico che oppose l’Imperatore Federico I
Hohenstaufen, detto
Barbarossa, e i comuni italiani del Nord Italia spalleggiati dal papa
Alessandro III. L’Imperatore voleva colpire la crescente autonomia dei Comuni
italiani ribadendo il primato dell’Impero sulle singole entità statuali e si
accinse dunque ad una serie di campagne militari per assoggettare i reticenti
al proprio volere. Le cose cambiarono con l’elezione del papa Alessandro III,
fautore invece della corrente che vedeva nel Romano Pontefice un potere di
elezione maggiore rispetto a quello dell’Imperatore. Si arrivò alla scomunica e
all’elezione di un antipapa, ma soprattutto alla formazione della Lega Lombarda
che univa gran parte dei comuni della Lombardia e del Veneto. La battaglia
decisiva si svolse a Legnano e segnò una clamorosa sconfitta per le truppe
imperiali, con lo stesso Federico che riuscì a malapena a scampare alla
cattura. Tale sconfitta segnò la fine delle pretese del Barbarossa sull’Italia
e l’inizio del declino del suo potere.

Risultati immagini per federico barbarossa statua museo francoforte

Federico I Barbarossa

La Lega Lombarda venne
fondata a Pontida, aveva il Carroccio come proprio simbolo e Milano come perno
dell’alleanza.

La quartina s’ispira
alla storia, ma come sempre accade modifica qualcosa. Al secondo verso si dice
che l’elezione non avverrà. Storicamente invece il Barbarossa fu incoronato
proprio a Francoforte; ancora oggi l’Imperatore ne è quasi un simbolo.

Cos’ è dunque che non
avverrà?

Non avverrà una
seconda volta che in Germania venga incoronato un potere imperiale sull’Europa
che oggi è rappresentato da chi vorrebbe l’Unione Europea come un superstato
creato dall’allargamento dell’area d’influenza tedesca.

E l’opposizione a tale
potere secondo Nostradamus è nuovamente rappresentato da una Lega Lombarda che
trova il suo incredibile alter ego nel partito italiano fondato agli inizi
degli anni ’90, quasi scomparso dai radar negli anni 2000 e risorto sotto la
guida di Salvini, tanto da diventare il primo partito di centrodestra italiano
ed anima dello spirito di opposizione alle politiche di Bruxelles e Berlino.

Anche questa Lega con
gli stessi simboli di quella del passato.

Quest’ultima nasce sull’onda
della rivolta fiscale contro Roma, ma è interessante vedere o ammirare, come i
fili della storia la ricollochino incredibilmente su un solco storico ben
definito, come opposizione al nuovo potere imperiale germanico.

Badate bene che allora
come oggi la questione primaria rivendicata da Imperatore e Comuni era battere
moneta e riscuotere tributi. Insomma, una questione di economia monetaria e
politica di bilancio. Esattamente come oggi.

La quartina dunque non
solo ripercorre la storia del passato per proporre un’analogia futura, ma fa
prefigurare una nuova sconfitta tedesca per le pretese di dominio economico
sull’Italia.

E la Chiesa che fa?

A tal proposito vorrei
proporre una lettura particolare di queste quartine utilizzando il sistema
delle “terne” già proposto in passato, esaminare cioè la terna di quartine della
stessa Centuria dove quella esaminata è contenuta. Nel nostro caso quindi la
685, la 686 e la 687.

Il sistema prevede di
incrociare versi o parole fra loro conformi o che si richiamano a vicenda;
propongo quindi direttamente la risultanza dell’analisi:

dalla 685: “le iour du
Sacre Urban”

dalla 686: “qui fera
eslire le gran Prelat de Sens”

dalla 687: “L’Election
faicte dans Francfort”

come si può vedere
abbiamo tre versi che parlano di elezione e che parlano del papa o, se
consideriamo solo il verso della 687, il “re dei romani” che è un altro modo
per definire il romano pontefice. Unendoli possiamo trovare che “il Sacro
Urbano, eletto a Francoforte, sia il grande prelato di Sens”.

Chi mi ha seguito dall’inizio
sa che la quartina 686 e la definizione di Sens è da me stata legata a papa
Francesco che porta il nome dell’ “Assisen
ovvero l’Assisano Francesco. Ma perché eletto a Francoforte? Forse perché come
gli Imperatori ambisce ad un ruolo di guida anche politica? Oppure per via
della ferrea alleanza con l’Episcopato Tedesco e la Germania di Angela Merkel?
Alleanza questa non solo in fase di Conclave, ma a sentire vari commentatori
anche per riformare la Chiesa Cattolica.

Solo il tempo lo potrà
dire, ma di certo si tratta di una coincidenza veramente particolare che tra l’altro
contrappone la Chiesa di allora, alleata dei Comuni italiani a quella di oggi,
posizionata sul globalismo e l’immigrazionismo di Bruxelles, alias Berlino.

Papa Francesco e la Merkel: alleati su tutto

In un prossimo
articolo proporrò invece la soluzione ad un mistero nostradamico che abbiamo
già affrontato e che ho “casualmente” scoperto interpolando i numeri della
quartina 687 nel tentativo di scoprire altre analogie o interessanti indizi. La
ricerca mi ha invece portato su una strada completamente diversa, ma essenziale
ai fini della soluzione dell’enigma.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
90 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Conferma clamorosa: il papa si unisce ai globalisti contro i populisti.
https://www.maurizioblondet.it/el-papa-a-conclave-segreto-le-7-sorelle-e-blackrock-che-vuole-investire-sul-clima/
{Improvviso interesse della centrali globaliste per l’Italia. Negli stessi giorni in cui il gruppo Bilderberg si raduna a Torino, a Roma, Bergoglio (El Papa) presiede un vertice, che ha lui convocato, con le Sette Sorelle – per la precisione, con i capi supremi delle multinazionali del greggio – e le loro finanziarie ausiliarie transnazionali. L’incontro si produrrà il 7-10 giugno. Le informazioni su questo enigmatico vertice Papa-Petrolieri sono all’incirca scarse come quelle sul Bilderberg. L’incontro è infatti definito ”private”, ossia segreto e su inviti.
Come mai El Papa “delle periferie”, della “accoglienza” degli immigrati, che predica una Chiesa che prenda “l’odore delle pecore”, si riunisce in privato coi più potenti capitalisti, miliardari globalisti ossia attivi promotori delle feroci iniquità del capitalismo terminale? “Chiedetelo a loro”, vien voglia di dire parafrasando lo slogan dell’8 per Mille. ….. } P.Riesz_

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A volte mi sembra che in Vaticano facciano di tutto per far avverare profezie di Anguera come questa:

2.953 – 06/02/2008
Cari figli, l’oppositore troverà nel palazzo la chiave che gli aprirà la porta per agire nel mondo. Con la sua astuzia coinvolgerà uomini e donne di grande sapienza. Il suo progetto coinvolgerà uomini di scienza e di religione. Attirerà verso il suo velenoso progetto governanti del mondo intero; persone famose e persone semplici. Gli uomini fedeli porteranno una croce pesante, ma il mio Gesù lo vincerà e l’umanità troverà la liberazione."

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Remox non capisco cosa tu voglia dire.

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Che in Vaticano ci sono consacrati che ambiscono alle mode e alle ideologie del mondo piuttosto che alla dottrina di Cristo. Questo dice il messaggio. Si userà la Chiesa, ovvero i traditori che sono al suo interno, per rinnegare Cristo di fronte al mondo.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Molto puntuale Remox. Tutto torna. Dispiace veramente che la chiesa si schieri in questo momento storico di cruciale importanza con il campo mondialista, che è la rovina del nostro mondo.

Black

Paolo Porsia
Paolo Porsia
6 anni fa

Ma la LEGA è FILORUSSA

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Porsia:tu hai studiato scienze politiche ma ragioni in modo poco scientifico e poco politico.Quel mostro Ferkel,sara' mica… Altro che Putin.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Mostro e' mostro:per "lei"c'e' la definizione che diede Berlusconi.Risulterebbe azzeccata:infatti il "partner" di lei le "Chiavi" rischia di perderle se gia' non le ha perse. 🙂

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

D'accordo: Follie su follie, credo anch'io (!) con mente luciferina. P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

😉

Remox
Remox
6 anni fa

Per rimanere in tema di incontri "globali":

come sapete dal 7 al 10 Giugno si terrà a Torino la riunione del gruppo Bilderberg a cui, per la prima volta, parteciperà il Segretario di Stato Vaticano. In parallelo l'8 e il 9 Giugno si terrà in Vaticano l'incontro di alcuni fra i principali petrolieri del mondo (e non solo) con esponenti vaticani (previsto anche l'intervento del papa) per parlare di ecologia.

Per carità, sarà una coincidenza, ma guardate cosa è successo alla Cupola di S. Pietro la notte fra il 7 e l'8 Giugno:

https://video.repubblica.it/edizione/roma/roma-tempesta-di-fulmini-nella-notte-un-lampo-colpisce-la-cupola-di-san-pietro-e-la-oscura/307164/307793?video&ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P1-S1.4-T1

Direi che il black-out, dalle parti di S. Pietro, non è solo fisico….

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Stavo notando che questo incontro Bilderberg è il 66esimo, sarà coincidenza, so che il numero del demonio 666, ma se si divide 66 diviso 6 fa 11 che è considerato il numero dell'anticristo.

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa
Rispondi a  Remox
Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Il 66esimo incontro nel mese 6 che è giugno….ecco il 666 con benedizione apostolica.

#HDC

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Grande HDC non ci avevo pensato 🙂

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Me lo chiedo da maggio come mai l'Italia è presa di mira da temporali con fulmini e saette.
Questo prova anche l'autenticità del fulmine precedente. ALmeno per me.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Il fulmine dell'altra notte mi ricorda in maniera impressionante quello della notte delle dimissioni di Papa Benedetto.
Brividi.

Black

Black

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Remox

Spring, non è presa di mira l'Italia, riporto testuale:
"Si susseguono fenomeni di meteo estremo in Europa, con una situazione meteo che ha assunto carattere d'eccezionalità, come l'attività elettrica registrata nell'ultimo weekend: tra la mattina di sabato e quella di lunedì sul Vecchio Continente sono caduti ben 407.198 fulmini"

si parla del centro/nord Europa, in Inghilterra oltre 15000 fulmini in solo quattro ore…ecco questo vuol dire preso di mia.

jacques

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Sebastian Kurz è il GM?!
Luc

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Perché pensate che il GM sia qualcuno in vista? Ce lo vedi un autentico devoto mariano nei posti di comando? Sono tutti luoghi maxons-like

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A parte che il GM non sarà ben visto dall'aristocrazia, e oltretutto non sarà visibile fino al momento che emergerà.

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa

Non credo, se non ricordo male il GM è mezzo Italiano/Francese

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Kurz è un krapfen senza palle (di crema). Il GM è una pastiera napoletana tutta da scoprire…

#HDC

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

Papa Francesco ordina alle donne bianche di far 'razza' con i musulmani

https://sadefenza.blogspot.com/2018/06/papa-francesco-ordina-alle-donne.html

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Intervista davvero choc. Il Vaticano è ormai alleato dei muslim e connivente con la grande invasione afro-islamica dell'Europa.

Black

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

fa bene. le culle dei cristiani sono vuote e anche i cattoirlandesi hanno scelto di ammazzarli nel ventre delle loro madri pertanto se l'Islam è destinato a governare l'eurasia l'unico modo per i cristiani di sopravvivere è di sposare musulmani

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

cioè non ho capito 🙂 secondo te i cristiani europei accettano per legge l'aborto con i loro coniugi della stessa confessione religiosa e poi dovrebbero invece fare figli con le/i musulmane/i per aumentare la popolazione?
Ma che logica é?

Piuttosto fare i figli con le europee cristiane o atee che siano è la tipica strategia musulmana di invaderci prima sotto le lenzuola e poi apertamente con le armi. Come difatti avverrà simpaticamente con Archel, in nome dell'amore universale.
Consiglio davvero furbo di el Papa per pacificare il mondo, ripopolare l'Europa, e arrivare ad una religione unica. Europa che tra l'altro sennò rischia l'estinzione, teniamolo a mente:)).

Piuttosto dovresti dire che ci dobbiamo dare da fare con le cristiane e vietare l'aborto. Sul quale il Papa non dice niente, ormai pare un a prassi accettata dal _Vaticano di oggi, oramai malato e immerso nel pensiero molliccio del mondo

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

pure sposare le negre per migliorare la razza, come diceva il mio professore di biologia non sarebbe male, magari el Papa potrebbe usare anche questo slogan :))

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Aldo Mazzurco bocciato nella materia "Difendi l'Europa".
Sul Vaticano non commento oltre, la posizione delle gerarchie oramai è un delirio puro.

Black

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

"Papa Francesco ordina alle donne bianche di far 'razza' con i musulmani" (Mario Mancusi)

Non è una sorpresa. Ne ha parlato più volte, anche recentemente con Scalfari:

"…Uno dei temi di cui abbiamo parlato è appunto quello della povertà dei migranti in gran parte provenienti dall'Africa e diretti soprattutto verso l'Europa. Tutta l'Europa, del Sud, del Centro e del Nord.
La tesi del Papa è che il meticciato è inevitabile e va anzi favorito dall'Europa. Ringiovanisce la nostra popolazione, favorisce l'integrazione delle razze, delle religioni, della cultura. La popolazione europea sta, in quasi tutti i Paesi, diminuendo e invecchiando. L'accoglienza dei migranti è dunque per Francesco un fatto positivo, destinato a cementare una sostanziale amicizia tra i tre continenti che la geografia pone a confronto tra loro: l'Asia, l'Africa e l'Europa." (Eugenio Scalfari)
http://www.repubblica.it/politica/2017/07/09/news/perche_l_europa_non_deve_temere_l_africa-170332050/

Sottolineo il: "Favorisce l'integrazione delle razze, DELLE RELIGIONI"…

Si vuole creare "un popolo unico, che ha una ricchezza media, una cultura media, un sangue integrato", e UN'UNICA RELIGIONE.

Se il Papa non sostiene scientemente questo progetto massonico (piano Kalergi), nella migliore delle ipotesi, ha una mente pienamente conformata al mondo e allo spirito del mondo.

Scrive Scalfari:
“Papa Francesco … suppone che nella società globale in cui viviamo interi popoli si trasferiranno in questo o quel Paese e si creerà, man mano che il tempo passa, una sorta di “meticciato” sempre più integrato. Lui lo considera un fatto positivo, dove le singole persone e famiglie e comunità diventano sempre più integrate, le varie etnie tenderanno a scomparire e gran parte della nostra Terra verrà abitata da una popolazione con nuovi connotati fisici e spirituali”.
http://daniloquinto.tumblr.com/post/165433616148/il-meticciato-di-papa-francesco-danilo-quinto

In realtà, la fusione delle razze mira tendenzialmente alla cancellazione, di fatto, di ogni identità etnica, nazionale e RELIGIOSA.

Questa volta il Papa ha aggiunto di far “razza“ con i migranti (musulmani) al fine di contrastare la "denatalità":

"Tornando alla questione dei migranti, la peggiore forma di benvenuto è quella di “ghettizzarsi”. Al contrario, è necessario integrarli. … Penso a papa Gregorio Magno (papa dal 590 al 604), che ha negoziato con il popolo noto come barbaro, che è stato successivamente integrato. Questa integrazione è tanto più necessaria oggi poiché, a seguito di una ricerca egoistica di benessere, l’Europa sta vivendo il grave problema di un tasso di natalità in declino. Si sta sviluppando un vuoto demografico." (Papa Francesco)

Anche qui, parlare di "denatalità", in questi termini, equivale, nella migliore delle ipotesi, a pensare secondo il mondo. I figli del mondo parlano e ragionano in questo modo.

L'umanità ha molti problemi di cui preoccuparsi e il tasso di natalità NON è uno di questi.
La denatalità è un FALSO PROBLEMA.

Una lieve o pesante decrescita è cosa naturale e, anzi, salutare.

Mi limito a dire solo dell'Italia.

Dal 1860 ad oggi, la crescita è stata continua, con brevi stabilizzazioni.
Qui c'è la curva dell'evoluzione demografica italiana dall'Unità a oggi:comment image

Dai circa 20 milioni del 1860, si è passati ai 40 milioni negli anni '20, fino ai 56,4 milioni di abitanti nel 1991 e ai 60 milioni nel 2011, fino ad oggi 2018. La curva mostra visibilmente una crescita continua.

Ma non è da pazzi voler AUMENTARE o anche soltanto, MANTENERE, una popolazione di già 60 milioni?
Un Paese dove la crescita demografica non si coniuga con lo sviluppo economico avrà dei gravissimi problemi.

(continua…)

dott. G.I.
dott. G.I.
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Riporto brevemente l'andamento della popolazione italiana nei secoli, per far capire quanto essa oggi sia estremamente sproporzionata ed abnorme.

– Nei primi due secoli dell’era cristiana = cresce da 7 a 8,5 milioni di abitanti;
– Dal 200 al 700 d.C. = decresce a circa 4 milioni di abitanti (la decrescita più grave di sempre);
– Dal 700 d.C. al 1200 = cresce fino a 8,5 milioni di abitanti;
– Dal 1200 al 1350 = cresce fino a 12,5 milioni di abitanti;
– Dalla peste del 1348 al 1450 = decresce a 7,5 milioni di abitanti;
– Dal 1450 al 1600 = cresce da 7,5 a 13,5 milioni di abitanti;
– Dal 1600 al 1650 = decresce a 11,7 milioni di abitanti;
– Dal 1650 ad oggi = crescita continua.

http://alleanzacattolica.org/la-popolazione-in-italia-profilo-storico/

Dal 1650 ad oggi, la popolazione italiana cresce costantemente, con tassi d'incremento diversi.
Ora, una crescita demografica non può essere infinita (anche perché la superficie del territorio italiano è sempre la stessa, non cresce).

Una decrescita demografica non può che fare gran bene alla nazione italiana e ai suoi abitanti. E se questo ora avviene per bassa natalità, mentre nei secoli passati avveniva per peste, epidemie o elevata mortalità infantile o altre cause, non fa alcuna differenza.
E non si venga a ripetere la solita storia di chi pagherà le pensioni agli anziani nel 2050. Basta un minimo di riorganizzazione previdenziale.

Teoricamente, la popolazione giusta italiana (ideale per la sostenibilità economica e per la superficie in kmq) è intorno ai 20-25 milioni di abitanti (come era nella seconda metà del 1800). E non lo dico io.

In generale, siamo davvero in troppi.
La Terra è troppo sfruttata, troppo ‘consumata’. Le risorse non sono infinite. E la colpa primaria è dei troppi consumatori, del fatto che siamo in troppi a consumare (ora che si affacciano anche i nuovi Paesi emergenti). Pertanto a livello globale, chiunque può vedere che: o riduciamo drasticamente i consumi, oppure riduciamo altrettanto drasticamente i consumatori (troppa gente = troppo consumo).
La corsa verso la catastrofe può essere interrotta solo da un intervento che inverta la tendenza, agendo o sulla popolazione o sui consumi.
Ecco perché sono stolti, tutti quelli che ragionano in quel modo sul falso problema della denatalità. Non conoscono la storia passata e non hanno la minima idea di quella futura.
Poiché già sappiamo che sui consumi non si riuscirà mai ad intervenire, bisognerà agire sulla popolazione. E chi lo potrà fare (senza incorrere in peccato)?

Dobbiamo ringraziare Dio che provvederà, coi Suoi castighi – come ha annunciato ai Suoi profeti – a ridurre la popolazione di almeno due terzi!

Non sono un malthusiano (o neo-malthusiano), che auspica la diffusione di pratiche volte a frenare l'aumento naturale della popolazione con mezzi anticoncezionali (aborto, sterilizzazione, ecc.).
Nemmeno auspico che si ricorra a strumenti per disincentivare la natalità, ma credo che qualora ci sia un tasso di natalità basso (o crescita zero), sia buono e saggio non intervenire affatto per aumentare la popolazione con mezzi impropri, tra cui l'immigrazione selvaggia (per creare un meticciato). Lasciare che una nazione abbia una decrescita naturale è SALUTARE. Non c'è da temere: i cristiani sopravvivranno lo stesso (anche senza sposare musulmani).

Ripeto, quello che il Papa definisce un "grave problema" (= il "tasso di natalità in declino") è un falso problema. Ragiona da mondano, senza conoscere il futuro che Dio va annunciando dapprima che lui nascesse.

Non andrà come pensano loro (o pianificano) e nemmeno come auspica questo Papa.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

ben detto dott. G.I.
E' noto che la Terra sia sovrasfruttata oltre il suo tasso naturale di rinnovo( overshooting day) e sovrappopolata(megalopoli un pò e ovunque e quasi niente verde ). Io da tempo sono decrescitivista, conosco i Limiti della crescita(Limits to growth del 1972), la questione del peak everything non solo dell'oil.
Quindi la crescita della popolazione ci avvicinerà ai Castighi divini, di fatto, perchè in un modo o nell'altro si arriverebbe ad una nuova guerra mondiale ( che verrà fermata dal Castigo finale, come sappiamo) per l'acqua, per la terra fertile, per il clima ( global warming in parte antropico) che rende improduttive e invivibili molte zone terrestri e causa danni crescenti, per le risorse minerarie, per gli idrocarburi fossili ecc.
I figli bisogna farli ma in modo da tendere ad una decrescita della popolazione. Gli anziani vorrà dire che prenderanno una pensione bassa, meglio che in passato che non ce ne erano affatto. Aumentare invece la popolazione globale porta a problemi di sostenibilità sempre più gravi e che saranno risolti dalla natura(con catastrofi, epidemie) e dall'uomo (guerra) e che portano alla semplificazione della complessità del sistema.

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Sia riguardo alla sovrappopolazione ,sia riguardo alla denatalita'l'atteggiamento del cristiano non puo' essere una scelta fatta per induzione,dall'esterno all'interno,dal basso all'alto, ma deve essere spontameamente una risposta a Dio.Dio e' tutto e dev'essere al centro della vita delle persone.Solo questo conta,"solo Dio basta".Dio non e' il supervisore che interviene in problemi umani e sociali che si determinano per ragioni oggettive legate all'ordine naturale,e il peccato non e' l'infrazione a un regolamento che norma contenuti accettabili.Il peccato e' antitutto, e' intero e onnicomprensivo,e mentre solo Dio basta direi che solo il peccato non serve.(Anche se qiuando c'e' Dio lo redime lo rende utile se viene dismesso.L'ordine naturale e' si' limitato,ma non sappiamo veramente fino a che punto e' limitato,e sopra tutto l'ordine naturale e'soggetto a molte variabili anche contraddittorie tra loro.Ma anche se le variabili convergessero tutte in una sola direzione,esprimendo una unica necessita'operativa,anche questo dovrebbe/deve essere sottomesso a Dio e alla nostra risposta a Dio.Ognuno deve ragionare per se',non per tutti,e deve farlo in risposta a Dio.Quello che sappiamo,per esempio, e' che il numero dei giusti non e' completo,e non sappiamo quanto tempo ci sia per completarlo.Chi dice piu' di 1000 anni,chi secoli,chi pochi decenni.Poi ,come ben dice il dott. GI,non possiamo darci regole( come i cinesi).Anzi,saranno i cinesi che si convertiranno a Gesu' Cristo(quelli che gia' non sono cristiani):ma nemmeno mentalmente e senza imposizioni statali dobbiamo fare come loro.Sono scelte soggettive in risposta a Dio,e su questo,ancora una volta, casca chi crede di essere cristiano e ha una mentalkta' radicale.Infatti, orientarsi alla decrescita pur facendo figli,come dice Domenico,significa spartirsi i figli,e allora:perche' uno 3 e l'altro 1 solo?Ci mettiamo a litigare per "i diritti"?Se Dio non e' tutto,niente funziona davvero,neanche in campo sociale.Il Papa Francesco crede di piacere a Dio ficcando il naso nelle cose di Dio senza vederle:fa elucubrazioni fallaci degne di miglior causa cercando di mettere insieme la somma delle parti che piacciono a Dio senza pero'ottenere il tutto.A Dio piace la vita:allora il Papa si preoccupa per la denatalita'.A Dio piace che razze e popoli fraternizzino come figli di Dio e allora il Papa fa 2+2 e "trova"la soluzione spremendosi i neuroni dove conserva informazioni storiche.Perfavore , Papa Francesco:questge sono ruffianagte, non discorsi da paterni:abbi pieta' di noi peccatori,e risparmiaci le tue robe,perche' rischi di fsrci perdere il rispetto.Cosi' finisce che, oltre a peccare contro Dio e contro di te,uno rischia di addolorare l'homunculus antropocentricus Domenico,e magari di peccare anche contro di lui 🙂 –

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

beh, caro signor Vincenzo, nessuno ha scritto che non bisogna pensare a cosa Dio vuole dalla propria vita, e che non bisogna scegliere in base a cosa pensiamo sia la cosa giusta da fare nel caso concreto personale in dialogo interiore con Dio,ma si faceva una constatazione oggettiva che l'aumento della popolazione mondiale porta alla fine alla guerra mondiale perchè l'uomo è indebolito dal peccato e sempre meno propenso alle virtù in un epoca in cui Satana è sciolto dalle catene e influisce peggio che in altri tempi sulle società umane e il loro comportamento.
A meno di pensare che gli uomini dopo un periodo di abbondanza si accontentino di vivere con poco, coesistendo pacificamente con una popolazione mondiale crescente.Questa possibilità è solo teorica in quanto, come già detto, i tempi sono caratterizzati da tentazioni e confusioni mai viste nella storia dell'uomo. Sono tempi peggiori di quelli pre-diluviani o no? Non l'ho affermato certo io ma l'ho letto da fonti profetiche attendibili. Quindi come pensare che l'aumento della popolazione mondiale porti a migliorare le prospettive che abbiamo davanti?
Fossimo in un epoca dove si vive condividendo le cose e le esperienze il più possibile per amore verso il prossimo, limitando il più possibile egoismi e frivolezze, potrei capire che anzi l'aumento della popolazione significherebbe accettare di vivere con meno che ci dà il mondo e più con quello che ci dà Dio.
Purtroppo però non è questo il tempo. Da cui le osservazioni che abbiamo fatto io e il dott. G.I. sono pertinenti. Non sapessimo le profezie cosa dicono avresti ragione, anche l'aumento della popolazione sarebbe una grazia che dà Dio che ha detto andate e moltiplicatevi. Purtroppo però non andrà così globalmente, anche se magari individualmente si rivelerà una grazia. Questo sopratutto se si accetta una scaletta degli eventi molto ravvicinata, per cui le tue obiezioni sono sì interessanti ma teoriche

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

e fuori dal tempo

Unknown
Unknown
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Le culle sono vuote per la corruzione degli uomini non per pianificazioe delle nascite!

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

esatto Aldo,le culle sono vuote per la contraccezione, per l'aborto, per i peccati dell'uomo. All'uomo di oggi non interessa affatto i discorsi fatti qui dentro, anzi spesso nemmeno crede che Dio esista e quindi esista il peccato.
La pianificazione delle nascite nemmeno quella deve esistere, e neanche a livello mentale come diceva Vincenzo, che non ha capito il discorso che si portava avanti.
Oltretutto il suo discorso è contraddittorio perchè se dice che trattasi di una pianificazione mentale secondo il pensiero che mi attribuisce( ma erroneamente, ho spiegato il perchè sopra) e non legislativa allora non si pone il problema dei diritti. Per cui semmai invece che saltare a conclusioni semplicistiche dovrebbe prima chiedere ulteriori spiegazioni agli interessati. E' un difetto il suo, quello di cercare sempre un nemico da combattere, forse perchè ha bisogno di fare polemica, si annoia a Quito, e lo capisco nel caso, l'ambiente artificiale che voglia sottrarsi alle leggi naturali di Dio genera difatti molti più omosessuali, per fare un esempio, poichè non sono a contatto con l'ordine di natura dato da Dio. E poi le cose che fa Dio sono molto più belle di quelle pur mirabili che può fare l'uomo. Come si dice il verde è un buon architetto, non quindi, aggiungo io, un semplice architetto qualunque, magari che voglia accontentare politici, leggi urabanistiche, committente, salvare capre e cavoli e combinare un guazzabuglio .

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Ma in riferimento al modello cinese sul controllo delle nascite,che ho citato,il problema dei diritti,e delle franchigie,si pone.Ma di fatto anche in Occidente,sotto altre forme,specie in Italia(fiscali,contributive,etc)..Quindi nel mondo si pone,eccome. Non mi sembrava che col dott. GI aveste detto proprio la stessa cosa,pero' ora hai parlato di Dio e parlando di Dio hai parlato bene..Quello che voglio sottolineare sara' ovvio,ma se io, per esempio,da individuo mi metto a fare osservazioni e analisi su scala mondiale,come a volte ti piace fare,non e' detto che posso trovare una soluzione o un orientamento valido per ciascuno e insieme per il mondo intero.Una soluzione ordinata,organica e pacifica.Magari nel Paradiso Terrestre prima del peccato originale.Ritorna sempre il discorso di Dio.La mentalita' del mondo,mondialista,invece analizza,osserva e programma,a parole,come se tutto fosse amalgamabile e la soluzione esistesse senza conflitto,tecnicamente.Sostituire la tecnica alla politica e in definitiva a Dio.Ma i due approcci ,che tu usi entrambi,non e' detto che non confliggano.Confliggono,ma c'e' sempre il rischio di addormentarsi e non accorgersene piu'.

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Vincenzo ma non ho parlato assolutamente di controllo delle nascite fatto per legge, rabbrividisco ad una tale ipotesi.
Era un pensiero personale, volevo dire che se una persona si rende conto dei problemi della sovrappopolazione, e pochi se ne rendono conto, potrebbe anche decidere autonomamente di fare pochi figli, ad esempio 2 a famiglia, già così la popolazione decrescerebbe nel tempo. Il figlio unico è una cosa brutta per il bambino/a che non avrebbe neanche una sorella o fratello. Io ho 2 fratelli e avrei voluto avere 1 sorella, la cosa mi manca anche adesso che ti scrivo. Infatti se avessi un giorno una figlia sarei contentissimo, a me piacciono molto le bambine. Ho una nipotina e mi è piaciuto vederla crescere. Purtroppo però gli anni passano troppo in fretta, ha già 12 anni adesso, è alta più di 1,70 m.
Vorrei tanto che fosse ancora piccola 🙁
Riguardo le misure fiscali siamo fuori tema, trattasi solo di un trasferimento di denaro in + o in allo Stato, agli enti locali. L'impronta ecologica della popolazione non cambierebbe, perchè il suo numero sarebbe immutato.

Comunque una cosa che voglio dirti è che la mia non era una analisi che voleva trovare una soluzione per il Mondo intero. Sò già da tempo che soluzioni non ce ne sono, prima o poi le risorse finiranno. Magari si troveranno migliori modi per sfruttarle, nuove tecnologie, ma che non eliminano il problema, l'entropia aumenta in ogni caso. Solo dio può ruisolvere il problema e lo farà come sappiamo: ritrasformerà la natura e l'ambiente di tutto il pianeta, dopo gli effetti della guerra mondiale e la pioggia di fuoco.
Ringrazio sempre Dio e voi stessi da cui ho imparato tante cose, adesso so quale sarà la soluzione al problema che tecnicamente molti si sono posti, io pur credente non immaginavo per nulla quello che ci aspettava in futuro, e che ho imparato a definire gli Ultimi Tempi.

Nessuno degli studiosi da cui ho letto pensava che si sarebbe andati verso una diminuzione spontanea della popolazione mondiale, e neanche io nel mio piccolo pensavo a ciò. Il mio era un pour parler. La soluzione al problema delle risorse finite in una mondo limitato e finito teoricamente sarebbe la diminuzione della popolazione, ma ognuno sà che è impraticabile. Dio ci dice di moltiplicarci per cui quello dobbiamo fare, non tendere a diminuire ma ad aumentare( moltiplicare).
Quello che vuole Dio è giusto e non lo discuto mai, anzi in privato rimproverò chi giudica Dio, chi si domanda perchè Dio permette questo e quello? Gli rispondo sempre che Dio ha sempre ragione, anche se noi non riusciamo sempre a capire quale sia.
ciao Vincenzo, un tuo estimatore

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

in + o in –

volevo scrivere

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Riguardo le misure fiscali siamo fuori tema, trattasi solo di un trasferimento di denaro in + o in allo Stato, agli enti locali. L'impronta ecologica della popolazione non cambierebbe, perchè il suo numero sarebbe immutato.(Domenico)

Spiego meglio il concetto.

Cambierebbe solo la distribuzione dei redditi disponibili ( al netto dei tributi, ossia le tasse e le imposte)tra la popolazione per effetto di detrazioni fiscali per familiari a carico(figli non occupati), detrazioni per il numero di familiari nel caso delle imposte sui rifiuti, detrazioni per asili nido, sconti mense scolastiche, sconti libri, altre sovvenzioni per i figli, oppure al contrario vengono tolti tali sconti fiscali,
e quindi cambierebbe la distribuzione dei figli tra le famiglie, ma grossomodo il numero di nascite totali di tutta la popolazione statistica presa in esame resterebbe identica.

L'unica possibilità, ma deprecabilissima, per far diminuire la popolazione mondiale sono obblighi di legge di fare un tot massimo di figli a famiglia, come lo era in Cina fino a poco tempo fà, ora neanche più lì è così,e far applicare la legge fino a far abortire le donne per i figli soprannumerari.
Capiamo bene che sarebbe una società infernale qualcosa di siffatto.
Mi viene il voltastomaco a pensarci brrrr

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

Domenico lo so bene che non hai parlato d'imporre leggi restrittive, ci mancherebbe.In Cina a quanto lessi recentemente hanno solo permesso il secondo figlio,mentre prima era uno solo salvo eccezioni,come situazioni legate all'agricoltura.Buon proseguimento e…figli maschi!(Scherzo 🙂

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  mario mancusi

ah 2 figli a famiglia, è che non ricordavo bene cosa era cambiato ma qualcosa era cambiato :-)in meglio, ma non tanto, quindi.

'sti cinesi sono troppi anche per loro stessi 🙂

ciauz, Vincè

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

https:www.pandoratv.it/come-israele-lavora-sul-web/

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Su parte della Chiesa, quella al potere,che si consegna ai nemici non possiamo stupirci proprio noi:infatti da quel che sappiamo dalle profezie,basta il fatto che la Chiesa di oggi taccia, mentre quella del passato aveva parlato chiaro contro massoneria,bolscevismo e comunismo e contro il nazismo.Questa dorme nel Getsemani proprio prima che arrivi Giuda,cioe' il peggio.E' un'omissione cosi' plateale che i peccati in opere non ne sono che la prova del nove.L'ingenuita' da candore e' una cosa, ma quella da accecamento e' colpevole.A parte quelli che sanno davvero quel che fanno.Comunque stanno facendo come fecero gli Apostoli che non pregarono con Gesu' Cristo nel Getsemani.Lo lasciarono solo:devo dire che questo lo percepisco chiaramente anche se non sono un mistico ed e' il vero dispiacere.Il resto e' gia' scritto e l'arrivo di Giuda con le guardie svegliera' molti Apostoli.Svegliera' anche Giuda ma inutilmente.Non credo che il nuovo Giuda sia Bergoglio.Chi e' accecato forse ha vissuto con leggerezza,concentrandosi sulla carriera,senza curarsi troppo del peccato individuale che non ha una valenza sociale diretta e immediata,e dando per scontato che a quello provveda la Misericordia.Dimenticando che "Se sei come ieri,sei peggio di ieri"(S.Agostino,mica Robespierre…).Hanno creduto di essere piu' santi dei santi e piu' Misericordiosi di Dio.Ne e' derivato un accecamento da superbia che li rende ottusi e presuntuosi.Era normale che su questa via si trovassero in convergenza progressiva coi nemici della Chiesa (e nemici loro).Ora, come dice il proverbio (il diavolo e' sottile ma fila grosso",cioe' grossolanamente)stanno diventando uno zimbello.Una scheggia impazzita.Chi mette gli occhiali rosa e non capisce l'angoscia che provo' Gesu' Cristo ,non capisce neanche il coraggio che ebbe,anzi,non capisce neanche la necessita' del coraggio e la soprannaturalita' del coraggio.Sapere che dicendo la Verita'sembrava negare e bestemmiare in molte cose la Verita' dell'Antico Testamento.Un'antitesi netta col mondo,un paradosso che si presenta in tutti i tempi,non solo allora.(segue)

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Anche i laici,gli sposati,non e' che non vengano a trovarsi in antitesi con la mentalita' del mondo.Basta pensare al dover lottare nella scuola contro il gender fin dalle elementari.Basta pensare alla discriminazione sul lavoro e nella carriera(la stessa che del resto gia' stanno praticando in Vaticano).Solo pensare che in Vaticano possano esserci dei Principi della Chiesa,chiamati da Gesu' Cristo in Persona,con lo Spirito,che credono di avere la soluzione facile per convergere col mondo sui fatti, da cristiani anonimi,che si confondono col mondo come un sacerdote che veste in abiti civili(emblematico),e' pazzesco.Poteva essere in parte possibile un secolo fa,ma non oggi.Infatti un laico con la mentalita' del mondo dira' che da allora la societa' civile e' progredita molto.L"uomo di oggi",l'"Uomo moderno",la societa' dei nostri tempi"…e via col linguaggio modernista.Chi ha avuto la grazia di non perdere di vista l'essenziale non dimentica che se bevi veleno ti fa male anche se credi che sia rosolio. Le condizioni soggettive,attenuanti,il foro interno,non possono essere il toccasana miracoloso.L'ipereticismo alla Scalfari,fasullo anche quando sincero,s'incontra con la mentalita' modernista,faccendiera.Ironia del destino…santa Marta."Marta, Marta..tu ti preoccupi per molte cose ,ma…".Dimenticano che se guardi all'essenziale, il resto ti e' dato in sovrappiu',compreso il servire,l'essere solidali,ognuno secondo le sue peculiarita' e i suoi doni.Tipico della superficiale e presuntuosa ottusita' di certi ecclesiastici,che essendo mezzo disgraziati a dire poco,pensano che tutti debbano trovare molto difficile fare il bene e debbano essere costantemente educati.Invece fare il bene e' normale perche' siamo creati per questo,solo
che e' difficile perseverare, avere continita',e sappiamo il perche' dal Catechismo e dalle Scritture e dalla vera Teologia.S. Agostino diceva che siamo come vasi forati.Lo Spirito innaffia.ma…Ecco perche' serve la preghiera vera, Maria,senza ideologizzare le buone disposizioni di Marta,che senno'poi diventano vuote nevrosi ossessive..Idoli,per dirla da credenti.Un amico,molto piu' anziano, me lo diceva decenni fa:"Dove ci vogliono portare ci siamo gia".Capivo e condividevo:non e' un discorso etico quello che ti fa capire, ma e' sperimentare ,e sperimentare none' fare,e' prima di tutto ascoltare lo Spirito quando soffia-La pienezza ogni volta sta all'inizio,e' all'alba,ogni volta:il resto e' servo inutile,concretizza ma disperde anche.Del resto basta aver lavorato per saperlo,non serve essere ingegneri.Ne' servono libri su libri di pseudo teologi del nulla.Lo Spirito soffia dove vuole,(poco in Germania,tra gli ultimi per numero di sale di adorazione eucaristica nel mondo,come scrissi anni fa). Non puoi trattenerlo neanche se hai buona volonta' e agisci.Figuriamoci se puoi trattenerlo coi libri del Kasper.L'erore grave, pero',e'credere,senza accorgersene, che coi libri del Kasper ne puoi fare a meno,perche' se li leggi "Ti fara' bene".Alla fine questi sono ladri perche' neanche danno a ciascuno il suo.Farisei,appunto.Diceva il proverbio:"La prima gallina che canta e' quella che nasconde l'uovo".Oppure"La lingua batte dove il dente duole".Dico solo per mettere a discernimento. Arvedse doman,neeh…

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

<> (Il cimitero di Praga, p.20)

Praha…le jeux sont fait…On ne jette des pierres qu'a l'arbre chargé de fruits.

#HDC

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Don Minutella fa il pienone a Verona. Oltre 1500 persone si sono presentate al palafiera…

Unknown
Unknown
6 anni fa

"Pregate figli, pregate per la Russia, il lupo in pelle di pecora si farà conoscere.

Pregate figli, pregate per la Germania, patirà a causa del terrorismo.

Pregate figli, pregate per gli Stati Uniti, l’aquila perderà parte della sua terra.
"Pregate figli Miei, l’insicurezza dell’umanità l’ha portata a prendere parte a grandi proteste che si generalizzeranno nel mondo.

Popolo Mio: prega, prega con sollecitudine, le acque si muoveranno e si addentreranno nelle città costiere.

Amato Popolo Mio, pregate, vedrete una stella staccarsi dal firmamento, pregate con forza, non dimenticatevi che un corpo celeste si avvicinerà alla terra, causando panico tra l’umanità.

Amato Popolo Mio, pregate, una nuova epidemia verrà alla luce e minaccerà la popolazione mondiale, l’uomo conosce il trattamento ma non sarà efficace, perché questa epidemia sarà resistente ai vecchi medicamenti.

Amato Popolo Mio, pregate per la Tailandia, il fuoco uscirà dai suoi vulcani.

Amato Popolo Mio, la Russia vivrà momenti di tensione a causa del terrorismo."

A Luz de Maria il 3 e 6 Giugno 2018

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

Terrorismo psicologico del tipo "docojocojo" (dove colgo, colpisco). P.Riesz_

Domenico
Domenico
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

si scrive
n'do cojo cojo

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Unknown

vedi che saranno ai mondiali di calcio gli attacchi terroristici? Solo così l'Italia avrebbe un c… così a non parteciparci… tutti i mali non vengono per nuocere.
luc

Domenico
Domenico
6 anni fa

È del tutto inaspettata la coda che cambia il senso del G7 terminato sabato sera a Charlevoix, nel Quebec. Merkel, Macron e gli altri europei avevano lavorato il presidente Usa ai fianchi per arrivare quanto meno a un comunicato finale congiunto per tenere aperto il dialogo sui dazi ed evitare quella spirale capace di gettare il mondo nella temuta guerra commerciale temuta dall’Europa. E invece no, quando tutti gli arei di Stato stavano volando verso le rispettive capitali, Trump ha mandato tutto all’aria definendo il padrone di casa, il premier canadese Justin Trudeau, un "debole e disonesto", aggiungendo di avere dato ordine ai suoi di levare la firma dalla dichiarazione finale dei leader del G7. Con postilla velenosa: «Ora valutiamo dazi sulle auto che invadono il mercato americano». La minaccia più temuta da Merkel così come da Macron e Conte, i cui paesi importano auto negli States.

http://www.repubblica.it/esteri/2018/06/10/news/g7_nella_notte_trump_fa_saltare_tutto_e_attacca_il_premier_canadese_debole_e_disonesto_-198607758/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

Intanto la guerra commerciale preannunciata ad Amsterdam segna un altro passo in avanti.
Trump con tali divisioni politiche internazionali accelererà la crisi in Europa e in Italia.
Italia che già traballa per il governo Conte inviso dai poteri forti e per il forte debito pregresso , inefficienze, mancanza di concorrenza e mafie.

Con Trump c'è da aspettarsi di tutto e in poco tempo.
Sta accelerando in modo esasperato il verificarsi di molte profezie, tant'è che non so come sarà il Mondo solo fra 1 anno.

Domenico
Domenico
6 anni fa

nel testo originale c'è un errore, correttamente si dovrebbe scrivere che:
i cui paesi ESPortano auto negli States.

Luca
Luca
6 anni fa

Salve Remox! seguo da molto tempo il tuo interessante Blog, volevo domandarti, se la causa dei Dazi di Trump provocherà la crisi economica con guerre civili in europa e in Italia? o sarà la terza guerra mondiale ha causare la rivolta e guerra civile in Italia? grazie, scusa per le domande, ma ho una certa confusione con la cronologia degli eventi futuri, grazie, a presto, ciao!

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Luca

La guerra commerciale in occidente è un segno evidente del disfacimento dell'ordine mondiale. E' un segno come ce ne sono altri e dunque una tappa di avvicinamento al tempo di crisi predetto. La guerra sarà solo il traguardo finale di questo percorso discendente.
Per quanto riguarda l'Italia, come detto a Zaro, il nostro paese sarà provato da gravi terremoti e da una pesante crisi finanziaria. Questa crisi potrebbe originarsi da una dissoluzione disordinata dell'unione monetaria oppure potrebbe esplodere dalla congiuntura sfavorevole fra normali e prevedibili problemi economici legati al momento storico e catastrofi naturali, che aggraverebbero la crisi, che dovrebbero essere vaste e pesanti.

Luca
Luca
6 anni fa
Rispondi a  Luca

grazie Remox! da quello che ho capito, dunque e solo l'inizio o un segno dei tragici eventi futuri! ma sono cosi scioccato di tutte queste profezie cosi tragiche e incredibili da credere, ma spero che Dio abbia ancora misericordia di noi nonostante la situazione mondiale sia irrecuperabile, ok, grazie ancora, vi auguro una serena notte a tutti, a presto! ciao!

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Trump non è così sciocco come ce lo fanno credere: ha ben capito che non può nulla contro la Cina e il solo modo di far aumentare le esportazioni dell’industria nazionale è distruggere la produzione di un concorrente politicamente debole. A tale scopo verrà a patti con la Cina mediante un accordo indiretto con la Corea del Nord e poi volgerà le sue mire sull’Europa. Aiuterà l’Italia nella sua lotta per i migranti ed il debito pubblico cresciuto a causa degli eurocreduloni ma soprattutto per le esportazioni tedesche che deprimono la crescita italiana. L’Italia minerà la compattezza europea, i dazi usa mineranno anche l’industria tedesca; occorre poi qualcosa di traumatico e dirompente: gli sciocchi popoli come gli ucraini, i baltici, i polacchi e i nordici si sono presi il gusto di fastidiare i russi con sanzioni, con militari ed armamenti ai confini; basta che Trump aizzi gli ucraini contro il Donbass e si avrà la reazione russa; Trump si smarca e dichiarerà il non intervento. L’Europa ritorna al 1946 con le sue industrie a pezzi; nuova Yalta e nuovo secolo americano. Tutta fantasia? Può darsi! Ma i russi come arriveranno velocemente in Germania secondo le profezie? P.Riesz_

Avvoltoio
Avvoltoio
6 anni fa

Stavo riflettendo sulla questione del G7 e delle decisioni di Trump, allora se ho ben capito il presidente americano fa i complimenti al nostro premier italiano, manda a rotoli l'accordo per risolvere la guerra economica, dichiara che bisogna eliminare le sanzioni alla Russia e riportarla nel G8, si mostra amichevole con la Cina. Ma tutta questa "amicizia" che sta dimostrando verso la Russia, Cina e Italia, non potrebbe essere stata "vista" da Nostradamus o da qualche Veggente? Secondo me quello che sta succedendo in questi giorni mi sembra strano che non sia stata vista da nessun veggente, siccome quello che sta succedendo avrà conseguenze per il futuro del mondo, alcune volte io ci vedo l'anticamera della famosa visione del periodo di pace, cioè quando il mondo festeggerà (ingenuamente) la pace, in realtà la guerra sarà imminente. Aggiungo che Trump rappresenta un tipo di oligarchia (Anti-Globalisti) che si sta opponendo all'altra oligarchia (i Globalisti) rappresentati dalle Banche e dall'alta finanza, questa scissione non potrebbe causare i presupposti della futura guerra civile americana oltreché globale.

Domenico
Domenico
6 anni fa

@ P.Riesz

Trump non può far altro che stare in buoni rapporti con la Cina, dato che i Cinesi hanno una bella fetta dei treasury bond. Se i Cinesi ritirassero i loro prestiti dagli Usa, questi fallirebbero, ma non conviene neppure ai Cinesi stessi perchè perderebbero così i loro soldi. Quindi Cina e Usa sono legati tra loro a doppio filo, e nessuno dei due vuole far emergere ufficialmente che il debito americano è inesigibile da ormai molto tempo. Nessuno vuole ammettere che siamo in una bolla debitoria globale che non ha alcuna soluzione, se non il fallimento a catena di Stati e di moltissime aziende private o con capitale misto. Se l'Italia è too big to save, figurarsi gli Usa che hanno un debito ancora maggiore, sia pubblico che privato, quindi stanno anche peggio che l'Italia che ha (ancora per poco ) molti risparmi, prima che si volatilizzino.

La crescita italiana bassa degli ultimi decenni non dipende solo dall'Euro forte che ha reso meno competitive le imprese esportatrici italiane, anche perchè in realtà le esportazioni italiane continuano ad andare bene, nonostante l'Euro, ma dipende dalla domanda interna bassa.
E' bassa perchè molte aziende estere o italiane hanno delocalizzato e aumentato così la disoccupazione o comunque i lavori non sono a tempo indeterminato ma a progetto, stagionali, part time, a tempo determinato ma che per la contabilità nazionale sono considerati comunque come occupati, anche se guadagnano poco e hanno orizzonti incerti e quindi tendono a risparmiare invece che spendere. Da qui la domanda interna bassa.
Inoltre dipende anche dalle inefficienze del sistema Paese Italia dove non si sono fatte liberalizzazioni ma si è difeso( per scopi elettoralistici) l'"italianità" di aziende decotte e che sono una voragine continua per i conti pubblici.
Altro peso per la competitività sono i tributi alti non giustificati da adeguati servizi, a causa di corruzione negli appalti, mazzette a politici ( p minuscola)che si riperquotono sui prezzi-costo dei servizi nonchè sulla qualità delle opere pubbliche.
Continuando, la burocrazia pubblica, gli enormi interessi sul debito pregresso che distolgono una gran fetta delle entrate fiscali, la giustizia lenta e macchinosa, l'incertezza del Diritto e delle pene

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Domenico

Quel che dici è purtroppo vero; aggiungo che in Italia non vi è una classe industriale di alto livello; lo capì Mattei che non smantellò l’Agip ma rese l’azienda un modello di sviluppo efficiente e consono alle competenze tecniche anche di rilievo degli italiani. Anche l’IRI funzionò fino a che i politici non ci misero le mani e poi lo smembrarono su comando europeo; riuscirono a distruggere il Nuovo Pignone in salute e pieno di commesse! Sul versante privato anche la la storia dell’Olivetti è emblematica: costruì il primo personal computer; sappiamo come andò a finire: Adriano Olivetti morì in treno mentre si recava in Svizzera per concludere accordi con i sovietici, l’ingegnere di origine cinese progettista del personal morì in uno strano incidente d’auto ….. Se gli italiani si fossero riuniti come indicava Mattei sotto una sola bandiera quella del bene comune che si chiama propriamente patria, oggi non saremmo in uno stato lacerato e finora governato da ladri ed incompetenti anche se di colori diversi. Il connubio stato-mafia vige dal 1860: è pazzesco pensare che qualche ignorante che non ha neppure finito le elementari riesca a governare una galassia che fattura almeno dai 150 ai 300 miliardi di euro all’anno; per questo Falcone e Borsellino hanno pagato con la vita. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Domenico

Mi domando se Salvini, che dice di voler colpire la mafia (anche degli scafisti), se la caverà così alla buona, come se la mafia fosse ormai ala frutta,
Luc

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Come questo:

https://www.maurizioblondet.it/le-specie-viventi-sono-nate-tutte-insieme-lo-dimostra-uno-studio-genetico/

soppiantato dalla genesi biblica di don Guido. Si preferisce la teoria degli incroci sin dal principio.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Spring

"La deputata Pd Francesca Bonomo e il senatore Pd Mauro Marino, su Facebook, hanno preannunciato un'interrogazione parlamentare". Il fenomeno non è ignorato: per il PD la colpa di tutto è Salvini che vuole utilizzare qualsiasi mezzo, ufo compresi, per i respingimenti. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

remox, la nave acquarius ha un nome iconico.
secondo te c'e' niente negli scritti di mdn,
riguardo alla vicenda che sembra rappresentare un cambio di rotta della politica italiana?

astro

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa

Ho visto da poco le 4 puntate di Santoro sul caso Moro (fiction compresa,santa pazienza).In una delle 4 c'e' un breve dialogo rapido tra Santoro e un ecclesiastico che e' stato vice di don Cesare Curione.Rimango sul generico,senzafare altri nomi,ma per me e' troppo interessante,non solo per curiosita'pura:c'e' dietro una riflessione anche storica importante sulla Chiesa e la giurisdizione terrena di Gesu'Cristo Risorto e sui fedeli.Attualissima nei tempi a venire.Siccome so che ci sono dei curiosi tra voi,compreso il bravo padre Riesz,e siccome sono provocatore,vi do' questo link che ho trovato,da collegare a quel breve dialogo: ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1999/05/25/sarebbero-circa-130-tra-loro-irriducibili-gente.html Leggetelo tutto con attenzione,se vi pare.Chi capisce il link,si trova davanti a una discussione grande che puo' fare con se' stesso.Gesu' Cristo Risorto e' capo del mondo:davanti a questo,che una volta la Chiesa di Roma sapeva, e forse ancora sa,in chi vuole,e davanti ai diritti delle vittime,etc etc.(che sovente non sono le belve che i media amano rappresentare)la Storia e la realta' possono aiutarci a uscire dalla mentalita' ebreo-farisaica ipocrita e antropocentrica a cui il mainstream vuole ridurci per fregarci.Rispettiamo la legge ma chi comanda sopra tutti e' Gesu' Cristo,non l'Imperatore di qualunque secolo.Il triregno aveva un senso e per conto mio si puo'rispolverare.Gesu' giudica caso per caso.(Ma non ditelo al card. Kasper:del resto quello dice, ma poi,in nome di Cristo, giudica a mazzi e libera tutti dalla tana).Dio e Cristo spiazzano,anticipano,sorprendono.Il mainstream vuole fare di noi dei piccoli borghesi di quelli fessi,consumatori ,spettatori,finche' possono,e perbenisti frustrati gretti e ottusi.Invece Gesu' Cristo vuole fare di noi dei soldati e dei nobili.Sempre dubitare quando il mondo non ci considerera' antisociali e anarchici, cannibali, violenti e magari anche dubitare dell'anticonformismo solo di facciata targato "modernisti".E' quello delle donnette facili ma che vogliono salvare la faccia con se' stesse.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

"ci sono dei curiosi tra voi,compreso il bravo padre Riesz". Confermo il "curioso" (-issimo, in verità); sono "bravo" quanto basta per vivere senza affanni; sono padre nel senso non ecclesiastico in quanto genitore con l'ovvio aiuto di mia moglie di un ingegnere e di un economista. Saluti, P.Riesz_

Vincenzo
Vincenzo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Christus regnat!… :-)Ricambio i saluti.

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

ha ha!
ecco chi ti ha insegnato la geometria proiettiva 😉
Pensavo avessi fatto da solo

Anonimo
Anonimo
6 anni fa
Rispondi a  Vincenzo

Per favore, al buon Vincenzo non devi far conoscere il teorema di Desargues detto anche dei triangoli omologici: oltre ai suoi commenti diciamo euclidei ci dovremmo poi sorbire anche quelli omologici per l’appunto. P.Riesz_

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

https://oracolocooperatoresveritatis.wordpress.com/2018/06/11/il-segreto-di-fatima-e-il-papato-p-malachi-martin-che-cosa-sapeva/

Il Segreto di Fatima e il Papato: P. Malachi Martin che cosa sapeva?
Pubblicato il 11 giugno 2018
Padre Malachi Martin, un ex gesuita rimasto fedele a Sant’Ignazio di Loyola, che ebbe il privilegio di conoscere (integralmente) la terza parte del Segreto di Fatima, nei suoi libri raccontò tutto (o quasi) quello che sta accadendo nella Chiesa in questi ultimi anni. Leggere per credere.
Solo pochissimi anni fa sarebbe stato non solo poco probabile, ma pure poco possibile pensare alla rinuncia di un Papa al munus petrino; nonché alla conseguente elezione di un successore – preparata da anni[1] – che avrebbe lentamente, ma inesorabilmente, aperto processi il cui fine è cambiare la Chiesa cattolica dall’interno, omologandola alle comunità protestanti[2] e scendendo a patti e a compromessi con le lobby massoniche del Nuovo Ordine Mondiale[3].

P. Malachi Martin
Ebbene, c’è stato invece qualcuno che già dagli inizi degli anni ’90 aveva previsto tutto questo. Stiamo parlando di padre Malachi Brendan Martin (1921-1999)[4], sacerdote ed esorcista irlandese appartenente alla Compagna di Gesù (dalla quale uscì nel 1965)[5], che prestò servizio in Vaticano dal 1958 al 1964 come segretario del cardinale progressista ed ecumenista Agostino Bea.
Fu uno dei pochi uomini al mondo che ebbe il privilegio di leggere – interamente – la terza parte del segreto di Fatima. Vincolato al giuramento di mantenere il segreto, non lo rivelò mai, ma qualcosa lasciò intendere nei suoi libri riguardanti la crisi nella Chiesa cattolica.
Padre Martin, inoltre, fu il primo – proprio lui, ex gesuita ma sempre fedele a Sant’Ignazio di Loyola – a descrivere la deriva e il tradimento della Compagnia di Gesù in un libro ben documentato intitolato I Gesuiti. Il potere e la segreta missione della Compagnia di Gesù nel mondo in cui fede e politica si scontrano (Sugarco, 1987; cliccare qui).

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

Stavolta però vogliamo parlarvi di due opere di padre Malachi, mai tradotte in italiano, in cui viene drammaticamente narrato ciò che sta avvenendo nella – e alla – Chiesa anche in questi giorni.
Cominciamo con The Keys of This Blood (Le Chiavi di questo Sangue, Simon & Schuster, 1990), un’analisi geopolitica riguardo ciò che accadrà intorno all’anno 2000 o poco dopo, ovvero l’istituzione di un governo mondiale che poterà a termine il progetto del Nuovo Ordine Mondiale. Padre Martin fa un resoconto di ciò che papa Giovanni Paolo II stava facendo per contrastare il mondialismo, opponendosi al materialismo liberale dell’Ovest e a quello comunista dell’Est. Ma la battaglia dell’allora Romano Pontefice era su due fronti. L’ex padre gesuita infatti spiega che vi era – e vi è ancora – una “super force” progressista nella Gerarchia cattolica fedele non a Cristo, ma al Nuovo Ordine Mondiale, il cui scopo è quello di cambiare il magistero della Chiesa dall’interno con il pretesto delle “riforme” e del dialogo con i “lontani”. Questa “super force” stava lavorando, secondo padre Malachi, per mettere sul Trono di Pietro un cardinale progressista, pur non facendo parte del loro gruppo.
Vi riportiamo alcuni estratti (il grassetto è nostro) tradotti dal giornalista e scrittore Francesco Colafemmina[6].
«[…] Alcuni vescovi e prelati assieme ai loro assistenti hanno elevato se stessi ad anti-Chiesa all’interno della Chiesa. Essi non vogliono abbandonare la Chiesa. Non intendono separarsi. Non intendono scuotere l’unità della Chiesa. Non intendono obliterare la Chiesa, ma cambiarla in base ai loro piani; ed è ad oggi banale nelle loro teste che i loro piani siano inconciliabili con il piano di Dio rivelato fino ai giorni nostri dal successore di Pietro [Giovanni Paolo II, ndt] e dalla sua autorità magisteriale. […] Essi sono convinti di poter riconciliare questa Chiesa e i suoi nemici attraverso un “decente compromesso”, di essere i soli a capire cosa sta accadendo, e di essere i soli a poter assicurare il successo della Chiesa di Cristo compattandola con quella dei leaders mondiali. Ma nella loro devota creazione dell’anti-Chiesa dentro la Chiesa – a partire dal Vaticano fino al livello della vita parrocchiale – hanno alfine minato l’unità della Chiesa […]» (pag. 662).
E, purtroppo, i “decenti compromessi” con il mondo, il cui principe è il diavolo (cfr. Gv 12, 31; 14, 30), sono le conseguenze dei peccati contro lo Spirito Santo[7]. Infatti, la “super force” lavora affinché «le precedenti regole di comportamento morale della Chiesa Cattolica Romana riguardo i principi collegati alla vita – concepimento, matrimonio, morte e sessualità – devono essere portati in un fraterno allineamento con le prospettive, i desideri e le pratiche del mondo intero. Altrimenti come potrebbero i membri di questa Chiesa proclamare di essersi aperti ai loro fratelli e sorelle?» (p. 681).
P

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

adre Martin raccontò che la “super force” progressista[8] era già all’opera per trovare il giusto successore di Giovanni Paolo II. «Tutto sarà messo in atto nel prossimo Conclave da una struttura ecclesiale nella quale hanno lavorato per almeno 25 anni e non hanno fatto nulla per piegare, combattere o solo correggere le aberrazioni dello “spirito del Vaticano II”, ma lo hanno fomentato passivamente (non facendo nulla) o attivamente (perché sposavano lo stesso “spirito del Vaticano II”). Questi cardinali verranno da diocesi nelle quali la vasta maggioranza dei vescovi non conoscerà e non vorrà conoscere nulla di ciò che non gli sembrerà coerente con lo “spirito del Vaticano II”. Le parrocchie e le diocesi dietro di loro saranno già completamente lievitate nello stesso “spirito”. […]» (p.683).
Che succederà con l’elezione del candidato della “super force”? «I cattolici vedranno allora lo spettacolo di un Papa validamente eletto che separerà l’intero corpo della Chiesa, sciolto dalla sua unità tradizionale e la struttura apostolica orientata al papato che la Chiesa aveva finora creduto di istituzione divina. Il brivido che scuoterà il corpo della Chiesa Cattolica in quei giorni sarà il brivido della sua agonia. Perché le sue pene verranno dal suo interno, orchestrate dai suoi leaders e dai suoi membri. Nessun nemico esterno avrà portato a questa situazione. Molti accetteranno il nuovo regime. Molti resisteranno. Tutti saranno frammentati. […]» (p.684).
Ciò che padre Malachi Martin non ha potuto scrivere in The Keys of This Blood, lo ha però fatto nel libro di cui stiamo per parlarvi, intitolato Windswept House (La Casa spazzata dal Vento; Main Street Books, 1996). Si tratta di un romanzo, ma il nostro autore ha affermato che il 95% degli eventi nel libro è reale e l’85% dei personaggi sono persone vere[9].
Tutto avviene nei giorni nostri, ma comincia nel 1963, quando il 29 giugno (solennità dei Santi Pietro e Paolo e giorno scelto per l’incoronazione del nuovo Romano Pontefice, Paolo VI), un gruppo di prelati commette nella Cappella Paolina un orrendo delitto criminale: un rituale satanico in cui, col proprio sangue, giurano fedeltà a Satana e lo incoronano re del Vaticano e s’impegnano a cambiare la Chiesa cattolica dall’interno.
Fanta-religione? Libertà artistica o esagerazioni di un romanziere? Ai più scettici ricordiamo che papa Benedetto XVI, nel 2009, ha riconsacrato la Cappella Paolina a porte chiuse, che fu riaperta al pubblico in quello stesso anno dopo i restauri[10]. E che lo stesso papa Paolo VI, nella famosa omelia del 29 giugno del 1972 (nono anniversario della sua incoronazione), fece scalpore, affermando di avere la sensazione che «da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel Tempio di Dio»[11].

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

Nel libro, padre Malachi offre una rappresentazione di prelati di alto rango (cardinali, vescovi e membri della Curia) che, stringendo un’alleanza con le lobby del Nuovo Ordine Mondiale, lavorano per costringere il Papa regnante ad abdicare – ci riusciranno! – in modo che possa essere eletto il loro candidato, ovviamente di orientamento progressista e fedele allo “spirito del concilio”, che cambierà radicalmente la fede cattolica e allineerà l’operato del mondo cattolico all’agenda del Nuovo Ordine Mondiale.
Il Papa del racconto, inoltre, si opporrà totalmente al Nuovo Ordine Mondiale, difendendo col suo magistero la legge morale naturale, nonché cercando di rinvigorire la cristianità cattolica liberalizzando il Vetus Ordo Missae e provando a riformare il Novus Ordo Missae.
«Al Papa (il Papa Slavo lo definisce padre Martin, pensando ovviamente a Giovanni Paolo II, ndt) viene consegnato un dossier riservato che mette in luce le storture e i veri e propri crimini commessi da tanti chierici nel mondo. Ciò accade mentre monta la pressione mondialista perché la Chiesa, attraverso un pronunciamento magisteriale del Papa, proclami alcuni ripensamenti dell’etica cattolica. Nello stesso tempo il Papa già anziano e malato viene invitato da una cerchia ristretta di Cardinali a dimettersi onde affidare a loro il compito di nominare un Papa più “compiacente” rispetto alle esigenze del “mondo”».
Padre Malachi, circa 10 anni prima che scoppiasse lo scandalo dei “preti-pedofili”, scriveva che «omosessualità e satanismo erano fra i virus più antichi insinuatisi nel corpo politico della Chiesa. La differenza era adesso data dal fatto che l’attività omosessuale e satanica aveva ottenuto un nuovo status all’interno di quel corpo politico. (…)». Infatti la cosiddetta “lobby gay claricale” è più potente che mai.

Un simbolico “passaggio di consegne”?
Ciò che padre Malachi Martin scrisse in quei due libri, si è avverato tutto (o quasi), tranne che in qualche dettaglio, benché non di poco conto. Il Papa che ha difeso i principi non negoziabili[12] e liberalizzato il Vetus Ordo Missae[13] e che, alla fine ha abdicato, non è Giovanni Paolo II, bensì Benedetto XVI[14].
Un’altra particolarità vogliamo segnalarvi prima di concludere.
Raccontando del rituale satanico nella Cappella Paolina, padre Martin sostiene che così si compiva una profezia moderna sul satanismo, in cui si sosteneva che l’avvio dell’era di Satana sarebbe cominciata quando un papa avrebbe assunto il nome di Paolo. L’ultimo Paolo – prima di Paolo VI (Giovanni Battista Montini) – fu Camillo Borghese, morto nel 1621. Ebbene, abbiamo fatto numerose ricerche, ma da nessuna parte abbiamo trovato questa profezia. In che modo il nostro autore ne venne a conoscenza?
Ribadiamo che padre Malachi Martin è stato uno dei pochi uomini al mondo ad aver letto la terza parte del Segreto di Fatima. Ma di questo ve ne parleremo prossimamente.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

Bravo a Trump. Ha congelato il conflitto con la Corea del Nord. Così facendo, a scanso di sorprese, ottiene due effetti.
1) alimentare il suo narcisismo:è il primo presidente che visita la Corea del Nord;
2) molto più importante per tutti, può indirizzare l'amministrazione a preparare la guerra all'Iran, acerrimo nemico in Medio Oriente, scongiurando l'apertura di troppi fronti caldi e il cambio di guardia nelle priorità strategiche di sempre.
Spero che nessuno, almeno tra noi qui che conosciamo il futuro profetico, si faccia ingannare da questo summit.
Se vuoi la pace prepara la guerra. Così funziona.
Alessandro

anonimo
anonimo
6 anni fa

Una domanda forse poco pertinente; qualcuno di voi conosce qualche prete del nord Italia che ha il dono di leggere nelle coscienze come P. Pio?

Spring
Spring
6 anni fa

Una Europa che fa sempre più scintille.

«Aquarius a Valencia in sicurezza. Scontro Parigi-Roma. Conte: nessuna lezione»

"IMacron accusa l'Italia di "cinismo e irresponsabilità, le navi vanno accolte nei porti piu' vicini". Dura la replica di Palazzo Chigi: "Non accettiamo lezioni ipocrite da Paesi che hanno sempre preferito voltare la testa dall'altra parte". L'Ue propone di triplicare a 34,9 miliardi di euro la cifra nel budget per rafforzare le frontiere esterne. Salvini concorda col tedesco Seehofer una 'proposta comune sulla protezione delle frontiere'. Merkel: 'L'Ue risponda in modo unitario o esplode'"

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/06/10/migranti-629-su-nave-acquarius_e658233d-3b44-4d78-b0e6-25c6962a7624.html

yokupoku
yokupoku
6 anni fa
Rispondi a  Spring

vediamo… navi della marina scorteranno la acquarius a Valencia

(Valencia?? O_o mi ricorda tanto qualcosa…soprattutto dopo aver pensato che se si apre sto corridoio, prima o poi qualcuno parlerà di invasione anche tra gli spagnoli, tenuto conto che loro sinora il problema migranti lo hanno rilegato esclusivamente alla loro enclave spagnola in marocco)

che sò… la famosa invasione Italiana in Spagna
ma è solo una sensazione .

Remox
Remox
6 anni fa
Rispondi a  Spring

Nelle predizioni alla Jahenny però si parlava di Valence in Francia, nel sud, dove i massacri saranno paragonabili a quelli del Centro, Parigi.
Per quanto riguarda l'invasione della Spagna il riferimento più probabile alla "punta rivolta verso l'Italia" è la Catalogna, per i motivi che ho già spiegato e che per Madrid è il vero cuneo dei problemi attuali.
Col nuovo governo socialista, alleato degli indipendentisti, anche i Baschi hanno rialzato la testa manifestando in favore dell'indipendenza.
Probabilmente questa invasione avverrà nel periodo di massimo caos in Europa e in Italia (non sappiamo con quale governo specifico), ma è opportuno ricordare che sia Di Maio che Salvini hanno parlato in favore della Catalogna.

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

riporto da Marco Tosatti:

Di recente, il 21 aprile scorso nella Città di San José, capitale della Costa Rica, verso le 11:15 un sacerdote degli Araldi del Vangelo, una signora e parecchi giovani che si preparavano ad assistere alla Santa Messa, hanno notato con sorpresa che dagli occhi verginali della Statua pellegrina del Cuore Immacolato di Maria scorrevano abbondati lacrime. Il giovane che ha assistito per primo al fenomeno ha avvisato il suo formatore, avvertendolo di quello che stava succedendo. Egli stesso poi ha preannunciato che un’altra statua, in Costa Rica, avrebbe anch’essa versato lacrime e che nel Guatemala un identico fatto si sarebbe verificato.

Di fronte alla constatazione dei fatti, hanno chiesto al giovane come sapesse con tanta sicurezza quello che stava per accadere. Egli ha risposto con semplicità che glielo aveva detto una donna molto buona.

Solo questo fatto sarebbe bastato a commuovere il cuore di un figlio amante di Maria. Tuttavia i segni del Cielo non si sono fermati qui. Nello stesso giorno il fenomeno si è ripetuto in altre quattro immagini della Madonna di Fatima appartenenti tutte e quattro agli Araldi del Vangelo, davanti a parecchi testimoni, e più insolitamente si è verificato ancora nei giorni 22, 24 e 26 successivi, nelle stesse statue e addirittura su una rappresentazione della Madonna del Buon Consiglio. Tutto ciò è stato riportato puntualmente in un apposito verbale.

Alcuni visitatori esterni hanno assistito a diversi di questi fenomeni e attestano anche loro di aver visto la lacrimazione in atto, cioè, di aver assistito allo scorrere del liquido dagli occhi delle statue.

In Spagna, una statuina della Madonna, acquistata nel Santuario di Fatima da una bambina che frequenta i programmi di formazione del ramo femminile degli Araldi del Vangelo, ha versato lacrime di sangue davanti a diversi testimoni.

In totale, sono undici le statue su cui si è verificato il fenomeno della lacrimazione.

jacques

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

xRemox, ho trovato in una libreria di libri usati ad Amsterdam un libro scritto in inglese nel 17 secolo sulle profezie di Nostradamus. Il libro è stato ripubblicato nel 1975 con delle illustrazioni di un artista americano Shari de Miskey. Relativo alla Quartina 48 delle Cneturie IX, costui ha disegnato (negli anni '70) due grattacieli che crollano e un aereo che si avvicina, proprio come è avvenuto 11 settembre del 2001 a NY. Ora non so se la quartina sia quella relativa all'attentato (scoperta dopo l'incidente) ma è incredibile come da una profezia si possa ritrarre quello che è accaduto realmente 30 anni dopo.
Saluti Luc

Anonimo
Anonimo
6 anni fa

La falsa chiesa insulta la memoria del mitico Papa Luciani: documento nascosto che lo descrive come abortista. Ma questi falsificano tutto!!! Tra poco descriveranno Henri come l'anticristo…ma quanta paura hanno questi "signori"…ma il 2021 sta arrivando pian pianino.

Fonte: http://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/pillola_papa_luciani-3794650.html

#HDC

Spring
Spring
6 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Su questo avevano già seminato a suo tempo negli anni '80, con il libro di Yallop, "In Nome di Dio".
Gli anni '80 andrebbero rivisitati sotto una luce diversa.

mario mancusi
mario mancusi
6 anni fa

https://oracolocooperatoresveritatis.wordpress.com/2018/06/14/caduto-il-terzo-fulmine-sulla-cupola-di-san-pietro/#more-658

In poco più di cinque anni, in concomitanza di feste liturgiche e di eventi drammatici riguardanti la Chiesa cattolica, sono caduti già tre fulmini sulla Cupola di San Pietro. A chi avesse la risposta pronta, o credesse di averla, i tre eventi stanno meravigliando gli esperti perché – in passato – era molto raro che un fulmine colpisse la Cupola di San Pietro. Noi una risposta non l’abbiamo, ma annotiamo solo i fatti, dal momento che al “caso” non crediamo.
1°) 11 febbraio 2013 (Festa della Madonna di Lourdes)
Durante il concistoro della mattina, Benedetto XVI annuncia alla Chiesa e al mondo la sua rinuncia al papato (che diventerà effettiva il 28 febbraio). Quella stessa sera, durante un fortissimo temporale, si abbatté il primo fulmine sulla Cupola di Piazza San Pietro (evento che fu fotografato da Alessandro Di Meo, fotografo dell’Ansa).
2°) 7 ottobre 2016 (Festa della Madonna del Rosario)
Non ci sono scatti fotografici del secondo fulmine che cadde sulla Cupola di Piazza San Pietro, ma la Gendarmeria vaticana e alcuni testimoni oculari hanno confermato il fatto. Due giorni prima, il 5 ottobre, papa Francesco firmò col primate anglicano di Canterbury, Justin Welby, un’ecumenica Dichiarazione congiunta di stampo sincretista nella chiesa di San Gregorio Magno al Celio.
3°) 7-8 giugno 2018 (Solennità del Sacro Cuore di Gesù)
Il terzo violento fulmine è caduto sulla Cupola di Piazza San Pietro nella notte tra il 7 e l’8 giugno di quest’anno, evento che è stato persino filmato (v. anche in basso). Ciò si è verificato proprio nel periodo in cui l’establishment clericale progressista ha cercato di dare il definitivo “ben servito” a tre sacramenti — di conseguenza anche agli altri quattro –: l’Eucarestia, l’Ordine Sacro e il Matrimonio. La Conferenza Episcopale tedesca infatti ha fatto sapere che saranno ammessi alla Comunione (oltre ai divorziati risposati civilmente) anche i protestanti sposati con cattolici. La Santa Sede ha bloccato tutto, non per i giusti e sacrosanti motivi dottrinali, ma per ragioni pratiche, poiché sette vescovi tedeschi si sono opposti fortissimamente. Proprio in quei giorni, il Vaticano ha reso pubblico il documento preparatorio sul sinodo straordinario sull’Amazzonia che si terrà nel 2019: la formula delle “diaconesse” è praticamente pronta come quella di ordinari uomini sposati (viri probati). Formule che rischiano di estendersi, dato che il sinodo si terrà a Roma. Baldisserri, segretario generale del sinodo, ha spiegato: «Anche se il tema si riferisce ad un territorio, le riflessioni che lo riguardano superano l’ambito regionale, perché attingono tutta la Chiesa».

anonimo
anonimo
6 anni fa

Anche San Pietro era sposato. Io non ci trovo niente di scandaloso in questo, e i preti ortodossi non lo sono? A parte il fatto di ammettere i divorziati e i protestanti all'Eucarestia per il resto sono le solite lamentele tradizionaliste…..

Share This