CONSIGLIO EUROPEO – MACRON: LA TURCHIA NON PUÒ SFIDARE LA SOVRANITÀ GRECA SULLE ISOLE

scritto da NICOLA_Z
03 · Giu · 2022
CONSIGLIO EUROPEO

In un discorso programmatico dopo la fine del Consiglio europeo, il presidente della Repubblica francese, Emanuel Macron , ha condannato le dichiarazioni della leadership politica turca in contestazione della SOVRANITÀ GRECA SULLE ISOLE DELL’EGEO ORIENTALE , con la falsa argomentazione che la loro militarizzazione è illegale .

Un’ultima parola qui, per dire che durante i lavori del Consiglio il Primo Ministro greco ha espresso molto forte la ragionevole preoccupazione della Grecia e ha condannato le dichiarazioni di molti funzionari turchi, che METTONO IN DISCUSSIONE LA SOVRANITÀ DELLA GRECIA SU MOLTE DELLE SUE ISOLE. Ovviamente voglio esprimere qui il sostegno di tutti gli europei, e in particolare della Francia. “Nessuno può mettere a repentaglio la sovranità di alcuni Stati membri oggi, e credo che queste dichiarazioni (comprese quelle turche) debbano essere condannate al più presto, cosa che ho appena fatto “, ha affermato il presidente francese Emanuel Macron.

CAVUSOGLU: SOLLEVEREMO LA QUESTIONE DELLA SOVRANITÀ NELLE ISOLE DELL’EGEO ORIENTALE SE NON SARANNO SMILITARIZZATE

Il ministro degli Esteri turco  Mevlut Cavusoglu, che oggi ha preso il testimone della provocazione turca, è tornato con dichiarazioni incendiarie sullo status delle isole dell’Egeo , sollevando nuovamente la  questione della smilitarizzazione delle isole. Infatti, parlando con l’agenzia Anadolu, ha mostrato mappe che “rendevano grigio” l’intero Egeo orientale!

Cavusoglu ha chiesto la smilitarizzazione  delle isole dell’Egeo, altrimenti ha avvertito che la Turchia avrebbe avviato un dibattito sulla loro sovranità. “C’è una violazione del loro status in entrambe le condizioni riguardo la smilitarizzazione. La Grecia le militarizza dal 1960. Le isole devono essere smilitarizzate”. “Se la Grecia non si tira indietro, apriremo alla discussione la questione della loro sovranità“, ha detto, rilevando che Ankara aveva inviato due lettere all’Onu, denunciando Atene per aver violato i trattati.

Il ministro degli Esteri turco ha dichiarato che la Turchia sta  ponendo fine al Consiglio supremo di cooperazione greco-turco, cosa per la quale invia una lettera, riferendosi alle dichiarazioni ostili del primo ministro Kyriakos Mitsotakis, nonché all’atteggiamento incoerente di Atene negli sforzi di dialogo.

In effetti, Cavusoglu ha accusato i politici greci di ritenere che non avrebbero potuto compiacere il loro pubblico se non avessero fatto osservazioni aggressive contro la Turchia, almeno 5-10 volte al giorno.

ACCUSA LA GRECIA DI POLITICA ESPANSIONISTICA

Cavusoglu insiste nell’accusare la Grecia di politica espansionistica, sostenendo che questo è il motivo per violare il regime. ” Il diritto internazionale è chiaro “, ha aggiunto.

Riferendosi al viaggio di Mitsotakis negli Stati Uniti, ha affermato che il primo ministro greco ha parlato contro un Paese della NATO e ha fatto pressioni al Congresso contro la Turchia, osservando: “Sono contro di noi”.

OIKONOMOU: LE DICHIARAZIONI DI CAVUSOGLU SONO ANTISTORICHE E INACCETTABILI

Il portavoce del governo Ioannis Oikonomou ha attribuito alla Turchia una provocazione crescente, commentando su Real Fm che le dichiarazioni di Mevlut Cavusoglu,  sono inaccettabili e antistoriche.

Ci troviamo subito di fronte a queste affermazioni inaccettabili a tutti i livelli, negli alleati e nelle relazioni bilaterali. Queste affermazioni non sono storiche e non si basano da nessuna parte. Non faremo un solo passo indietro verso la nostra sovranità e la sua protezione. “Tutto questo riflette i molteplici problemi interni di Erdogan, il nervosismo e il risentimento causato dai continui successi del nostro primo ministro sulla scena internazionale”, ha il signor Oikonomou.

Infine, ha affermato che le “minacce ibride” potrebbero essere minacce come Evros nel 2020 o la sicurezza informatica e ha aggiunto che il governo ha gestito con successo tali minacce, che non hanno mai visto la luce del giorno. “Ogni Paese che comprende l’ambiente internazionale deve adottare misure per affrontarli. “In passato abbiamo gestito con successo tali minacce che non hanno mai visto la luce, come nel campo della sicurezza informatica”, ha affermato il portavoce del governo.

https://www.protothema.gr/politics/article/1249308/europaiko-sumvoulio-makron-i-tourkia-den-borei-na-amfisvitei-tin-kuriarhia-tis-elladas-sta-nisia/

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
teofilo
1 anno fa

Un altro tassello che comincia ad andare al proprio posto.

gralion torile
1 anno fa

Greetings! Very helpful advice on this article! It is the little changes that make the biggest changes. Thanks a lot for sharing!

Share This