IL SANGUE DEL GIUSTO

scritto da Remox
24 · Feb · 2021

 

IL SANGUE DEL GIUSTO

 
 



 

 
 
 

Nel Regno Unito è forse accaduto
qualcosa che ci permette di marcare con un segno un passaggio nel Pronostico
ricostruito con le concatenazioni che dovrebbe riguardare questo nostro tempo:
la morte del capitano Tom Moore.

 

Quest’uomo molto anziano è diventato prima
un eroe, grazie alla sua attività per raccogliere fondi per combattere il COVID,
poi un’icona nazionale dopo essere morto proprio per quella stessa malattia.

 

Tutte queste circostanze aderiscono
molto bene al Pronostico in questione:

 


La gran peste, per gente straniera

Di lor gran città vicino l’acqua in forte travaglio,

non cesserà prima che morte sia vendicata.

La piaga antica farà peggio del nemico;

Il sangue del giusto a Londra farà difetto,

La gran dama anziana scenderà dall’alto luogo.
 
 

Come detto in
passato ritengo che questa parte del pronostico sia da attribuire all’Inghilterra.
La nazione è stata duramente colpita dal COVID (ancora non sappiamo quali
effetti avrà la campagna vaccinale, ma credo non sarà efficace) proprio nel
mezzo dei problemi legati alla Brexit.

Nel pronostico
la “piaga antica”, ovvero la peste, farà più danni del nemico. Londra è la gran
città vicino l’acqua in travaglio per il virus.

Rimangono da comprendere
gli altri elementi: la morte del giusto, la morte vendicata e la gran dama
anziana.

 

Per l’ultimo
elemento sappiamo che ha a che fare con la regina e la sua discesa dal trono
secondo le estasi della Jahenny. Ciò dovrebbe avvenire al tempo dello scoppio
delle rivoluzioni in Europa, soprattutto in Francia. Si tratta dunque di un
importante segnatempo.

Nel pronostico
però questo evento è anticipato dalla morte del giusto.

 

Il verso,
tratto dalla quartina 251, è ispirato alle vicende di Thomas More. Fu
prigioniero nelle Torre di Londra e giustiziato per ordine del Re Enrico VIII per
non voler rinnegare il cattolicesimo. Un martire dunque, un giusto.

 

Notiamo subito
l’assonanza del nome con Thomas Moore, il capitano inglese celebrato oggi in
tutta l’Inghilterra come “eroe nazionale” e “fonte d’ispirazione per i giovani”
per il quale si moltiplicano iniziative di vario genere. Il personaggio in un
momento di grande difficoltà è usato come icona unificante, simbolo di bontà e
giustizia. La sua morte per COVID ha colpito profondamente l’immaginario
collettivo facendolo diventare un simbolo potente.

Non si può
nemmeno escludere che correlata alla sua morte sia anche la morte che deve
essere vendicata prima che l’epidemia cessi, legando insieme le due profezie.

In questi
giorni un altro importante personaggio inglese è in ospedale, il Principe
Filippo. La sua sorte potrebbe avere un impatto diretto sulla consorte, la
Regina, e conseguentemente con la fine del suo regno.

 

Staremo a
vedere.

 

Tempi davvero
interessanti.

 

In casa nostra
invece è appena cominciato il governo Draghi, il governo del Governatore. L’aura
di santità che lo circonda potrebbe preservarlo dalle insidie di questa crisi
che sembra stritolare chiunque pensi di governarla e spingerlo in futuro ad
assumere un incarico più alto in tempi più burrascosi per guidare il paese (e
sappiamo come).

Nel frattempo
continua inarrestabile l’autodemolizione del Movimento 5 Stelle e del suo
leader Beppe Grillo.

Oggi nessuno
dubita più del ruolo fondamentale che questo movimento ha avuto per traghettare
l’Italia verso il caos in cui si trova e dunque della sua importanza ai fini
delle profezie che riguardano il nostro paese.

I presagi di
sventura che ho cominciato a presentare all’apice del loro successo hanno trovato
pieno compimento così come le domande stupite sul perché dovesse porsi tutta
questa attenzione su Grillo hanno trovato risposta.

Rimane ora da
vedere il ruolo della novella Lega Lombarda se cioè dovrà essere assunto, come
io credo, dal partito della Lega come epicentro politico delle regioni
produttive del nord oppure dovrà manifestarsi per altre vie come una ribellione
o spaccatura futura dell’unità nazionale. O addirittura come entrambe le
ipotesi.

 

Bisogna poi
considerare un altro aspetto: nonostante la potenza di questa crisi l’Italia ha
mostrato una sorprendente tenuta del suo tessuto imprenditoriale. La naturale
diminuzione delle importazioni di beni e servizi dovuta alla crisi del
commercio ha fatto esplodere in positivo il saldo della bilancia commerciale e
delle partite correnti (le esportazioni sono continuate) ponendo l’Italia
subito dopo la Germania fra le potenze manifatturiere. Ben diversa la situazione
della Francia con un deficit molto elevato.

Ciò può diventare
ben presto fonte di instabilità interna poiché significa che il sistema economico
non solo non è in grado di competere con l’estero, ma nemmeno di soddisfare la
domanda interna. Ciò vuol dire crisi sociale.

Insomma l’Italia
secondo la Jahenny sarà l’ultima a cadere e qui forse si può ipotizzarne anche
il motivo. La Francia invece sarà la prima. Per questo motivo bisogna guardare
con molta attenzione alle dinamiche interne francesi ed inglesi, fra loro
diverse, ma profeticamente legate.

 

Il prossimo
articolo penso sarà dedicato all’importante viaggio del papa, nostradamicamente
indicato come “lo sciancato”, in Iraq.

 

Papa Francesco a dieta per curare la sciatalgia

Concludo ripubblicando
il pronostico intero che funge al momento da bussola spazio-temporale:

 
 
In navigazione preso
prigioniero gran Pontefice,
Il
buon vegliardo sepolto ben vivo nei pressi di un gran fiume,
E il romano scettro
sarà dal Gallo colpito,

Per il gran furore del re romano belgico.

Quando al regno giungerà lo sciancato;
Messo al suo posto,
astuto, da Buenos Aires,

Uno che si grava di medaglie d’argento più che oro,

Che mai ve ne fu uno così maligno,

Al real cambio diverranno “poveri”,

E i due, il bianco e il nero, fra lor mischiati,

Saran sedotti al fratricidio.

Ad un prezzo più alto della mirra

I congiurati lo metteranno a morte.
Le città della contrada italica, dal Milanese al
Meridione, saranno in grande ambascia;

Una gran peste verrà, in gran numero saranno condannati a morire soffocati,

Vicini i soccorsi, ma ben lontani i rimedi.

E la fame che verrà sarà universale, tutti li divorerà,

Quando i monarchi saran fra loro in concilio:

Germani, Francesi e Spagnoli per il forte.
La gran peste, per gente straniera

Di lor gran città vicino l’acqua in forte travaglio,

non cesserà prima che morte sia vendicata.

La piaga antica farà peggio del nemico;

Il sangue del giusto a Londra farà difetto,

La gran dama anziana scenderà dall’alto luogo.
Da Corinto ad Efeso ai due mari si navigherà

E guerra si muove fra due desiderosi di lotta.
Un
anno prima del conflitto Italico
Per mare e terra sarà fatto un gran tumulto
Mai Parigi fu in così
dura situazione.

La barca allora diventerà scismatica,

Le sante leggi saranno peggiorate,

E i popoli insorgeranno contro i loro Re.

In sei fuggiti in abito religioso,

La appresso trasferiranno il seggio,
Quando un gran pontefice cambierà di sede.

Ecco colui che non ha avuto paura di morir di morte crudele

Quando sulla sponda del Tevere agitato sarà posto un serpente.

Quando Roma un nuovo Leopardo avrà,
Poco dopo un nuovo Re
sarà unto,
L’Aquila sorgerà attorno a molte bandiere

Tardi e tosto viene il soccorso tanto atteso.

Apparirà verso il Settentrione,

Il sangue Reale del Vaticano terrà,

Un capitolo non vorrà affatto che regni,
I traditori che per il
gallo si unirono sulle Alpi 
andranno verso un
giorno oscuro.
Il grande Celta,
Enrico, entrerà in Roma

Per elevare la croce del papa atteso.
Il
gran motore i secoli rinnova

Nel cielo visto fuoco di lunga cometa

Colpita dal cielo la terra tremante, e poi la pace.
 
 

“Durante il pontificato preso come prigioniero il gran Pontefice; il buon vegliardo nei pressi del Tevere sarà sepolto ben vivo. Così il Romano Scettro sarà dal S.Gallo colpito, per il furore del primate del Belgio. Al regno, messo al suo posto, giungerà lo sciancato. E’ astuto, viene da Buenos Aires e porta il crocifisso d’argento invece che oro: mai prima ve ne fu uno così maligno. Al cambio papale tutti diventeranno improvvisamente “poveri”.

I due però, il bianco e il nero, saranno sedotti al fratricidio: ad un alto prezzo i congiurati lo metteranno a morte.

Le città italiane, dal Milanese al Meridione, saranno in grande difficoltà: verrà una gran peste e in molti saranno condannati a morire soffocati. I soccorsi saranno vicini, ma i rimedi ben lontani. E la fame che seguirà sarà universale e li divorerà tutti, quando per il forte i potenti saranno fra loro in concilio, Germani, Francesi e Spagnoli.

La gran peste che colpirà gli stranieri che vivono in Inghilterra in una gran città vicino l’acqua non cesserà prima che morte sia vendicata: il sangue del giusto sarà versato a Londra e la regina lascerà il suo ufficio. La peste farà più danni del nemico.

Da Corinto ad Efeso, fra Grecia e Turchia, guerra si muove fra due che desiderano la lotta e ai due mari si navigherà. Un anno prima del conflitto italico per mare e terra sarà fatto un gran tumulto: Parigi non fu mai in una situazione così dura. La Chiesa allora diventerà scismatica, le sante leggi verranno peggiorate ed i popoli insorgeranno contro i loro Re. In sei fuggiranno in abito religioso e il Seggio là sarà trasferito quando un gran Pontefice cambierà di sede.

Ecco poi colui che non avrà paura di morire di morte crudele quando a Roma giungerà un serpente, e la città avrà un nuovo Adriano.

Poco dopo però un nuovo Re sarà unto e l’Aquila imperiale sorgerà fra molte bandiere. Apparirà al Settentrione, tardi e tosto giunge il soccorso atteso; difenderà il sangue Reale della Chiesa di Roma anche se un capitolo non vorrà affatto che regni. I traditori, che si unirono per il S.Gallo sulle Alpi, andranno verso la loro rovina.

Il grande Celta, Enrico, entrerà a Roma per elevare la croce del Papa tanto atteso.

Iddio rinnova i tempi, nel cielo si vedrà il fuoco di una grande Cometa, colpita dal Cielo la terra tremante e poi, finalmente, la pace”. 

 

 

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
45 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonymous
Anonymous
3 anni fa

Celta … non avevo dubbi 😉

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Il Caos è in Italia, in Europa, sopra e sottoterra … ed anche in Usa:
La resistenza a Biden è già iniziata:
https://comedonchisciotte.org/anche-il-north-dakota-contro-biden/
Anche il North Dakota contro Biden.
Il Nord Dakota sta prendendo provvedimenti per annullare TUTTE le leggi incostituzionali e gli ordini esecutivi di Joe Biden.
Ethan Huff –Natural News– mercoledì 17 febbraio 2021.
Intanto una controinformazione intelligente e pungolosa di Israel Shamir:
https://comedonchisciotte.org/biden-congela-il-texas/
P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Secondo il sito Royal Device fra circa un mese ci sarà un grande cataclisma mondiale.

GIONA
GIONA
3 anni fa

Il dibattito langue…..si vede che questo argomento interessa poco!

Anonymous
Anonymous
3 anni fa
Rispondi a  GIONA

O forse è sparito un nick con tutti i suoi alter ego

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

“Quando Roma un nuovo Leopardo avrà”

“Ecco poi colui che non avrà paura di morire di morte crudele quando a Roma giungerà un serpente, e la città avrà un nuovo Adriano.”

NOSTRADAMUS, LA MADONNA, I PAPI E LA QUARTINA SEGRETA
articolo del 19/05/2017

…….Quando avrà Roma un nuovo “LEOPARDO”. Qui vorrei soffermarmi un poco…

• Il Leopardo è simbolo di potere regale. La quartina 620 nell’ordinamento temporale si trova nei Rami del fascismo descrivendo l’ascesa del Duce e la diarchia con il Re. Ma in questo contesto assume un significato ancora più “puro”.

• Il Leopardo può indicare sia il potere regale del Grande Monarca sia quello del papa. Qui bisogna infatti cercare di interpretare l’arguzia del veggente.

• Il Leopardo è un simbolo araldico importante: è un leone “passante” (non rampante) con il muso non di profilo (come lo è nel leone rampante). Questo simbolo è stato adottato dal REGNO D’INGHILTERRA come stemma ufficiale.

Nella storia un solo papa è venuto da quella terra, ADRIANO IV, che ha regnato dal 1154 al 1159. Questo papa è famoso per un evento eccezionale. In seguito ad un duro scontro contro la fazione repubblicana a Roma, lasciò la città e vi lanciò per la prima volta nella storia L’INTERDETTO:

cessazione automatica di tutte le funzioni religiose. Una specie di SCOMUNICA.

Noi sappiamo che al tempo del Grande Monarca un papa dovrà lasciare Roma per le VIOLENZE RIVOLUZIONARIE.

In sostanza si ripeterà qualcosa di simile a quanto accaduto con ADRIANO IV.

Il Santo Padre, dicono alcuni mistici, pronuncerà un duro anatema contro i profanatori.

Abbiamo quindi un rimando alle vicende di ADRIANO IV,

lotta con i rivoluzionari,
fuga da Roma,
anatema,
emersione del Grande Monarca nel Nord,
iniziale opposizione e affermazione finale.

Incredibilmente l’estrapolazione dei versi ci offre una quartina “segreta” di comprensione abbastanza semplice che ricalca fedelmente le predizioni di mistici e veggenti su questo grande personaggio, da Nostradamus più volte annunciato, che è il vero erede delle Centurie.

…..Si parla molto poi del cosiddetto GRANDE RESET, nuovo epiteto per il NUOVO ORDINE MONDIALE. E’ quel sistema di neofeudalesimo……della perfetta fusione tanto agognata in passato fra CAPITALISMO e SOCIALISMO SOVIETICO.

Hanno pronta anche la RELIGIONE UMANITARISTA nata dalla fusione fra ECOLOGISMO e SCIENTISMO TECNOLOGICO…..

…..Coloro che sembrano invincibili sono tigri di carta; la loro debolezza è nel portare alla luce i loro misfatti. La loro rabbia li porterà a divorarsi a vicenda.
(Remox, articolo del 20/11/2020)

….Infine il Castigo che abbatterà tutti i nemici della CHIESA e farà sì che gli uomini possano “RICOMINCIARE COSTRUENDO UN MONDO DI PACE SECONDO I VOLERI DEL CIELO.”
Interessante notare come in questi versi sia una cometa il mezzo della PURIFICAZIONE.
(Remox, articolo del 29/09/2020)

CHIESA E MONDO DI PACE RICOSTRUITI SECONDO I VOLERI DEL CIELO, è il “Tempo della Restaurazione” nel Trionfo del Cuore Immacolato di Maria SS, dopo la Purificazione Celeste, una “MISERICORDIA PURIFICATRICE” come da parole di don Dolindo Ruotolo…….

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

PROFEZIE SUL TEMPO DELLA RESTAURAZIONE – IL FUTURO DELLA CHIESA NELLA NUOVA ERA.

TempidiMaria.com

"Passate queste tribolazioni e queste angosce, Dio PURIFICHERÀ la santa Chiesa e risusciterà lo spirito de' suoi eletti con un mezzo che sfugge ad ogni previsione umana. Dopo di ciò avverrà nella Chiesa di Dio una riforma sì completa ed un rinnovamento sì felice nei santi Pastori, che al solo pensarvi il mio spirito esulta nel Signore……
(SANTA CATERINA DA SIENA)

…..

"Il giudaismo, l'apostasia, i vizi e le passioni, sotto la direzione superiore di Lucifero, muovono insieme all'assalto della Gerusalemme celeste, sperando che i loro battaglioni riuniti ottengano infine la vittoria che non hanno potuto, fino a questo giorno, ottenere con assalti separati. È il loro sforzo supremo, prima di dichiararsi vinti e di deporre le armi. Attendiamo ancora un poco. La Sposa del Salvatore è avvezza a vincere col soffrire. Ella imita in tutto il suo divino Sposo. La Framassoneria, questa novella sinagoga di Satana, sarà come l'antica sinagoga, vinta dalla Croce. Felici coloro che non avranno piegato il ginocchio davanti a Lucifero, né davanti al suo idolo!"
(MONS. MEURIN, ARCIVESCOVO DI PORT-LOUIS)

……

Viviamo in un’epoca che potrebbe essere chiamata l’inizio dell’ERA DELL’IMMACOLATA. (…) Quando l’IMMACOLATA diventerà la REGINA DEL MONDO INTERO, allora la Terra diventerà un paradiso: non quello utopistico COMUNISTA, ma quello vero, per quanto è possibile sulla Terra. La pace e la felicità entreranno nelle famiglie, nelle città, nei villaggi e nelle nazioni dell’intera società umana.
(SAN MASSIMILIANO KOLBE)

Prima che cali la tenebrosa notte del regno dell’Anticristo, Dio consolerà ancora una volta la sua Chiesa […]. Nella sesta età della Chiesa, gli eretici verranno vinti e convertiti, la Chiesa gioirà della più grande consolazione, il dominio turco [islamico] verrà profondamente umiliato, la fede cattolica brillerà per terra e per mare, la disciplina ecclesiastica verrà restaurata e perfezionata […]. Subito prima degli ultimi tempi, la Chiesa sarà immensa, essa verrà come RICOSTRUITA e riconsacrata al suo Sposo Gesù Cristo[…]. Gli uomini vivranno in pace, e questa verrà concessa perché le genti avranno fatto pace con Dio.

Il sesto periodo inizierà con il potente Monarca e il Pontefice Santo […], durerà fino alla rivelazione dell’Anticristo.
In questo periodo, Dio consolerà la sua Santa Chiesa per le afflizioni e le grandi tribolazioni che ha patito durante il quinto periodo. Tutte le nazioni diverranno cattoliche. Le vocazioni saranno abbondanti come non mai, e tutti gli uomini cercheranno solo il Regno di Dio e la sua giustizia. Gli uomini vivranno in pace e questa verrà concessa perché la gente farà pace con Dio […].

Per mano di Dio onnipotente, durante il sesto periodo avverrà un così meraviglioso cambiamento che nessuno può umanamente immaginarlo […]. Dio Onnipotente opererà un meraviglioso cambiamento, qualcosa di apparentemente impossibile, secondo la ragione umana […]. Le persecuzioni cesseranno e la giustizia regnerà […]. Tutte le nazioni verranno ad adorare Dio nella vera fede cattolica e romana. Ci saranno molti santi e dottori [della Chiesa] sulla terra. La pace regnerà su tutta la terra perché Dio legherà Satana per un certo numero di anni prima dei giorni del FIGLIO DELLA PERDIZIONE [l’Anticristo].

Nessuno potrà distorcere la Parola di Dio; durante il sesto periodo ci sarà un Concilio ecumenico che sarà il più grande di tutti i concili. Con la grazia di Dio, con la potenza del Grande Monarca, con l’autorità del Santo Pontefice e con l’unione di tutti i principi più devoti, l’ateismo e ogni eresia saranno banditi dalla terra

(VENERABILE BARTOLOMEO HOLZHAUSER)

…….

https://gloria.tv/post/mSTQnypS4MPL17rsefMZsymcN

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

Una vistosa, imprevedibile ed incoraggiante crepa, si è aperta nella Titanica e Smisurata Diga della narrativa corrente del Main Stream, secondo la quale, il vaccino se lo devono inoculare tutti sulla faccia della Terra,….. senza se, senza ma, e senza forse,……. perché esso è “Luce di Speranza”, a cui prostrarsi inginocchiati in adorazione, e in quanto tale, non è possibile ad alcuno, ne ammesso, dal Sistema Mondiale del Pensiero Unico, mettere in discussione il vaccino, o temere eventuali effetti collaterali. È vietato temere, discutere, e obiettare.
Infatti il Sistema Monolitico Mondiale di dice, che sono tutte sciocchezze, e che tu hai “l’obbligo morale” di farti il vaccino, altrimenti si passerà dall’obbligo morale a quello materiale, cioè alle manieri forti: l’introduzione del “passaporto vaccinale”, che introdurrà tali e tanti divieti, da renderti la vita impossibile, così da obbligarti a “prostrarti inginocchiato in adorazione” al vaccino……

…..tanto per ribadire i mantra e i nuovi dogmi della “RELIGIONE UMANITARISTA nata dalla fusione fra ECOLOGISMO e SCIENTISMO TECNOLOGICO”…….

Uno araldo di tale Sistema Mondiale, la Merkel, “per il momento” ha avuto “l’impudenza” di rifiutare il vaccino, e NON HA DATO IL "BUON ESEMPIO", che il Sistema esige da tutti…….

"QUEL VACCINO NON LO VOGLIO". ANGELA MERKEL RIFIUTA LA PUNTURA: COLPO DI SCENA CLAMOROSO DAL MEDICO

ANGELA MERKEL RIFIUTA IL VACCINO ASTRAZENECA: "NON È CONSIGLIATO PER LA MIA ETÀ"

Angela Merkel non ha voluto farsi iniettare la dose contro il coronavirus: "Io ho 66 anni e non appartengo al gruppo per cui AstraZeneca è consigliato" ma "è un vaccino affidabile, efficace e sicuro ed è stato approvato dall'agenzia europea del farmaco e in Germania consigliato fino ai 65 anni di età".

La cancelliera Merkel doveva sottoporsi al vaccino anti-Covid davanti alle telecamere per convincere i tedeschi a seguirla ma in un'intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung ha spiegato che NON SI FARÀ INIETTARE LA DOSE del siero AstraZeneca…….

…… Un altro fattore potrebbe essere anche la riluttanza di molti cittadini a farsi somministrare il vaccino Astrazeneca, dopo la campagna di stampa che ne ha messo in discussione la sicurezza e l'efficacia. Come ha ammesso la stessa cancelliera tedesca tra gli europei c'è un "problema di accettazione" del vaccino anglo-svedese.
E la cosa la riguarda direttamente visto che è stata lei la prima A NON FARSELO INIETTARE e A NON DARE IL "BUON ESEMPIO".

https://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/26346060/angela-merkel-rifiuta-vaccino-astrazeneca-non-adatto-mia-eta-.html

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

DRAGHI: SÌ AL PASSAPORTO VACCINALE. SERVONO TRE MESI, SI LAVORA PER L’ESTATE

I leader Ue in pressing sulle case farmaceutiche: «Garantite le consegne». Ma frenano sul blocco dell’export

https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2021/02/26/news/l-europa-apre-a-un-passaporto-vaccinale-servono-tre-mesi-si-lavora-per-l-estate-1.39954361?ref=fbpp

come da programma ID2020 finanziato da Bill Gates, in cui è previsto il passaporto vaccinale , come già adesso è obbligatorio in Israele.

Nel programma ID2020 c’è dell’altro ossia, il “TATUAGGIO QUANTICO INVISIBILE” per la vaccinazione, ideato dall’università del MIT, e finanziato dal Bill Gates.

“Bill Gates finanzia un tatuaggio quantico invisibile nascosto nel vaccino contro il coronavirus per stoccare la cronistoria vaccinale”
praticamente una sorta di microchip quantico sottopelle.

“……cioè con la scusa e l’obbligo di vaccinare tutti, applicano senza dirlo un MARCHIO INVISIBILE alle persone (QUANTUM DOT DYE, il tatuaggio quantico invisibile), che può contenere un dispositivo di registrazione come pure un sensore biometrico sul quale impostare una forma di controllo individuale (e sociale, come già avviene in modo diffuso, capillare e feroce in Cina)”.

GATES STA PREPARANDO LA CARTELLA CLINICA “CUCITA SULLA PERSONA” PER TUTTI, INIETTABILE CON IL VACCINO

https://scenarieconomici.it/gates-finanzia-tatuaggio-quantico-vaccino-corona/

Buona tirannìa a tutti!!!!

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

L’Etna scotta … questo ancor di più:
https://www.marcotosatti.com/2021/02/26/big-tech-la-censura-ci-venderanno-la-corda-con-cui-li-impiccheremo-cit-lenin/
{Marco Tosatti.
Carissimi Stilumcuriali, nell’atmosfera guerra che Big Tech ha mosso alle voci libere sul web (pensiamo a Byoblu, a Silvana De Maria, a Adoracíon y Liberacíon, a La Fabbrica della Comunicazione, per non citare i primi che vengono in mente) ci sembra interessante condividere quello che Korazym.org scrive oggi. Buona lettura. …Un rispettato scienziato sociale, il Presidente dell’Ethics and Public Policy Center, un think tank di Washington, ex vicedirettore di First Things, scopre che il suo libro When Harry Became Sally: Responding to the Transgender Moment, che solleva serie e argomentate critiche agli assunti dell’ideologia gender e transgender, è stato bandito da Amazon. L’autore, Ryan Anderson, non ha ricevuto spiegazioni per la decisione; presumibilmente qualche dipendente di Amazon, agendo dietro un velo di anonimato, è stato offeso dalle sue opinioni (A proposito, Amazon continua a vendere Mein Kampf di Adolf Hitler). Anderson osserva: se temi cosa può fare la Big Tech se dissenti dall’ideologia di genere, aspetta solo di vedere cosa farà il Big Government se la cosiddetta Equality Act diventasse legge. Secondo, una lezione: se temi il Big Government, non chiudere un occhio davanti a Big Tech. …}. Sono liberali … P.Riesz_

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

Il programma ID2020 si disvela…..

Sarà sicuramente un fake – anche se la fonte, the Duran, è del tutto credibile – oppure ci sarà certamente una spiegazione.
Un tal RICHARD ROTSCHILD ha brevettato nel 2015 un “Sistema e Metodo per testare il Covid-19”.

Spiegazione dal foglio di brevetto: “Viene fornito un metodo per acquisire e trasmettere DATI BIOMETRICI (ad es. Segni vitali) di un utente, in cui i dati vengono analizzati per determinare se l’utente è affetto da un’infezione virale, come COVID-19.

Il metodo include l’utilizzo di un pulsossimetro per acquisire almeno il polso e la percentuale di saturazione dell’ossigeno nel sangue, che viene trasmessa in modalità WIRELESS a uno SMARTPHONE.

Per garantire che i dati siano accurati, viene utilizzato un accelerometro all’interno dello smartphone per misurare il movimento dello smartphone e / o dell’utente.

Una volta acquisiti dati accurati, vengono caricati sul CLOUD (o HOST), dove i dati vengono utilizzati (da soli o insieme ad altri segni vitali) per determinare se l’utente soffre (o è probabile che soffra) di un’infezione virale, come COVID-19……”.

Ma la cosa principale è la data:

Prima immatricolazione: Paesi Bassi, 13 ottobre 2015

Seconda immatricolazione: USA, 13 ottobre 2015

…….

……The Duran si chiede: “Entrambe queste registrazioni di brevetti  sono state archiviate e aggiornate anni fa, ma dovevano essere rese pubbliche a settembre 2020. Come faceva il signor RICHARD A. ROTHSCHILD a sapere come creare un sistema e un metodo per testare una malattia che non esisteva ancora, e sapere esattamente come verrà chiamata la malattia, compreso l’anno in cui verrà scoperta la malattia?”

Ma io sono sicuro che c’è una spiegazione normale per questo.
Duran aggiunge un’altra di quelle che definisce rivelazioni-bomba:

Milioni Di Kit Per Test COVID-19 Venduti Nel 2017 E Nel 2018

la nuova malattia COVID-19 è apparsa in Cina verso la fine del 2019. Pertanto è stata denominata COVID-19, acronimo di Corona Virus Disease 2019 .

I dati della World Integrated Trade Solution (della BANCA MONDIALE), tuttavia, mostrano qualcosa di sorprendente:

“Nel 2017 e nel 2018, due anni prima di COVID-19, sono stati distribuiti in tutto il mondo centinaia di milioni di kit di test per COVID-19”

Ci sono altri brevetti interessanti. Come questo
“APPARECCHI E METODI PER TRASFERIRE DATI ATTRAVERSO IL CORPO UMANO.
 (guardatevi i disegnini)

O questo

• REALIZZAZIONE FISICA, OVVERO COMPLETAMENTO CON HARDWARE DI RETI NEURALI, neuroni o parti di neuroni utilizzando neuroni biologici, ad esempio neuroni biologici collegati a un circuito integrato.
Utilizzo di neuroni biologici reali da un essere vivente implementato su un substrato.

Questi neuroni possono essere attivati ​​e letti dall’esterno. Le interconnessioni possono essere fissate o può essere consentito loro di crescere ed evolversi”.

Questi brevetti potrebbero spiegare perché tutti i governi UE – da Merkel a Draghi – vogliono
il PASSAPORTO VACCINALE “entro tre mesi”. Obbligatorio per tutti noi.

Ed impongono (facendo leva sulla vile speranza di ritorno alla “vita di prima”) una modificazione genica all’intera popolazione, usando “vaccini” che evidentemente non servono a combattere il Covid perché palesemente servo ad alto. A cosa?

A trasformarci in TRASMETTITORI DI DATI ATTRAVERSO IL CORPO UMANO?

A MIGLIORARE I NOSTRI NEURONI CON HARDWARE?

Ma no, non posso crederci.
Sicuramente c’è una spiegazione. Altrimenti siamo sotto la Grande Impostura, e al potere c’è l’Impostore.
Invece no. I nostri governi ci vogliono bene, e vogliono prepararci ad essere più green, resilienti, meno inquinanti come esige la Quarta rivoluzione industriale. Ci propongono i loro eroi come modelli:

« STORIA.
L’8% degli uomini di una vasta regione dell’Asia “discende” da Genghis Khan. Il condottiero RIMOSSE 700 MILIONI DI TONNELLATE DI CO2 dall’atmosfera UCCIDENDO 40 milioni di persone e RIFORESTANDO le aree da loro abitate. »

LA LORO IDEOLOGIA. IL GENOCIDIO È ECOLOGICO.

Blondet del 27/02/2021

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

"Da Corinto ad Efeso, fra Grecia e Turchia, guerra si muove fra due che desiderano la lotta e ai due mari si navigherà.”

Ritorna alla carica in modo “possente” la Turchia, dopo una tregua di 6 mesi mal sopportata, inflitta dalla Francia, ma soprattutto da Donald Trump, che minacciava pubblicamente di “distruggere” la Terra di Efeso, e che al momento non può più infliggere tregue, ad alcun Sultano impazzito…..

87 NAVI E 27 AEREI GIÀ IN AZIONE
SCATTA LA MANOVRA DELLA TURCHIA

MANOVRA PER DECINE DI NAVI E AEREI: IN TURCHIA SCATTA MAVI VATAN 2021

Le forze armate turche tornano nell’Egeo e Mediterraneo orientale. In questi giorni, nelle acque della Turchia, si svolge infatti una delle più importanti esercitazioni militari: Mavi Vatan 2021. Secondo le informazioni diramate dal ministero della Difesa di Ankara, sono attualmente impiegati nelle manovre militari ben 87 mezzi navali, 27 aerei e 20 elicotteri, insieme alle forze anfibie che si eserciteranno in simulazioni di sbarco.

Un numero di unità impressionante: segno eloquente che la Turchia non vuole far passare il messaggio che la sostanziale calma degli ultimi mesi venga tacciata per una resa rispetto alle sue richieste avanzate questa estate, quando l’escalation con la Grecia ha rischiato di scatenare un pericolosissimo effetto domino per il Mediterraneo e la Nato.

L’esercitazione Mavi Vatan 2021 si svolge nell’Egeo e nel Mediterraneo orientale e in parte nel Mar Nero. Mari di primo piano per la strategia turca. Il nome delle manovre è eloquente: Mavi Vatan, la Patria Blu, è il nome della dottrina su cui si basa la svolta navale turca. La dottrina, ideata dall’ammiraglio Cem Gurdeniz, ha come primo obiettivo proprio quello di ricomporre la strategia turca fondandola su due binari: nuova ripartizione delle acque dell’Egeo e del Mediterraneo orientale e possibilità per la Turchia di sfruttare quelle aree che considera di sua sovranità.…….

https://it.insideover.com/guerra/manovra-per-decine-di-navi-e-aerei-in-turchia-scatta-mavi-vatan-2021.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect

“Al regno, messo al suo posto, giungerà lo sciancato. E’ astuto, viene da Buenos Aires e porta il crocifisso d’argento invece che oro: mai prima ve ne fu uno così maligno. Al cambio papale tutti diventeranno improvvisamente “poveri”.
I due però, il bianco e il nero, saranno sedotti al fratricidio: ad un alto prezzo i congiurati lo metteranno a morte.”

Dagli “Osanna!!!!” urlati dai mass-media su ogni tetto e da ogni “loggia” per la “FRATELLI TUTTI”, al “Fratricidio”,…….. evidentemente il passo è breve, se è vero come è vero, che i cari “fratelli” congiurati, che tanto si erano prodigati per l’elezione dello “Sciancato” come da diligenti “venerabili” “fratelli” “illuminati” ma anche spietati “traditori, che si unirono per il S.Gallo sulle Alpi”, adesso si rivoltano contro il medesimo papa Francesco, mi riferisco ai cardinali e vescovi del Sinodo Tedesco, i quali minacciano senza troppo pudore, uno Scisma da Roma.

“i congiurati lo metteranno a morte”, ma papa Francesco dice di non temere la morte, sia se rimanesse in carica da papa, e sia se dovesse morire da “emerito” rimanendo comunque a Roma……insomma ha ventilato apertamente l’ipotesi delle dimissioni, sulle orme del suo predecessore…..

PAPA FRANCESCO: "NON HO PAURA DELLA MORTE E LA IMMAGINO A ROMA, IN CARICA O DA EMERITO"

Il pontefice si confessa a La Nacion. E racconta dell'incontro con la psichiatria e la psicologia: "Le nevrosi bisogna accarezzarle. Sono compagne della persona durante tutta la sua vita"

“Non ho paura della morte e la immagino a Roma”, “come Papa in carica o emerito”: lo afferma Papa Francesco in una intervista anticipata dal quotidiano argentino La Nacion. ….

https://www.huffingtonpost.it/entry/papa-francesco-non-ho-paura-della-morte-e-la-immagino-a-roma-in-carica-o-da-emerito_it_603a70f1c5b6829715008c01

GIONA
GIONA
3 anni fa

Fortuna che si è svegliato Nicola Z. e ci fa i suoi soliti romanzi….

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

Se è vera la previsione del vaccino obbligatorio conviene suicidarsi.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

I sostenitori di Trump hanno costruito una statua color oro del loro idolo. Finalmente hanno un vitello d'oro da adorare!
Maga….Gog….Magog.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

@Remox si è fatto sentire anche Benedetto XVI dicendo che i complotti su di lui e su Papa Francesco sono stronzate.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  Anonimo

“IL PAPA È UNO SOLO” DICHIARA RATZINGER AL CORRIERE. MA NON SPIEGA QUALE DEI DUE

L'INTERVISTA DI MASSIMO FRANCO A BENEDETTO VORREBBE ESSERE RISOLUTIVA, MA AGGRAVA I SOSPETTI

Attenzione, attenzione: oggi l'intervista in esclusiva di Massimo Franco del Corriere della Sera a papa Benedetto XVI che finalmente dovrebbe fare chiarezza sul mistero dei due papi.

Copiamo i virgolettati del “papa emerito” ….. :

"Non ci sono due Papi. Il Papa è uno solo…». Joseph Ratzinger lo dice con un filo di voce, sforzandosi di scandire bene ogni parola. «Il Papa è uno solo» ripete battendo debolmente il palmo della mano sul bracciolo”.

Il papa è uno solo, benissimo. QUALE DEI DUE ALLORA? Ratzinger non lo spiega.

Se rileggete attentamente l’articolo di Franco, da nessuna parte Ratzinger afferma: “Bergoglio è il solo unico vero papa”. Cosa che sarebbe stata la più ovvia, semplice per risolvere una annosa querelle.

Quindi, volendo, le dichiarazioni di Benedetto potrebbero anche essere perfettamente interpretate come riferite anche a se stesso: ”Il papa è uno solo ed è quello che ha conservato il munus petrino, cioè IO”…..

…..Questo non esclude che Benedetto si sia potuto apparentemente dimettere per seguire una strategia che a Valli sfugge. Di tale ipotesi ne abbiamo scritto qui:

Continua Benedetto: “Penso alle teorie cospirative che l’hanno seguita: chi ha detto che è stato per colpa dello scandalo di Vatileaks, chi di un complotto della lobby gay, chi del caso del teologo conservatore lefebvriano Richard Williamson. Non vogliono credere a una scelta compiuta consapevolmente. Ma la mia coscienza è a posto».

Veramente non sono queste le teorie cospirative che vanno per la maggiore, bensì LE MACCHINAZIONI DEL GRUPPO DELLA MAFIA DI SAN GALLO – peraltro dichiarate esplicitamente dal primate del Belgio card. DANNEELS – e della MASSONERIA ECCLESIASTICA. Lo sanno tutti, sono anni che se ne parla.
Né la MASSONERIA, né la MAFIA DI SAN GALLO, sono citate da Ratzinger, per l’appunto.

Quindi la sua scelta di non-dimettersi, o dimettersi invalidamente, avrebbe potuto essere dettata da pressioni di lobby (da lui non citate) e questo disegno, sottilmente strategico, ha lasciato scontenti i suoi sostenitori che non lo hanno colto. Lui ha la coscienza a posto perché sa che Tempus omnia revelat. Come vedete il discorso di Ratzinger filerebbe ugualmente, senza una piega.

Allora Benedetto XVI è disonesto e usa dei trucchi? Nient’affatto: sarebbe perfettamente sincero e coerente con la condotta che ha avuto fino ad oggi. A vederla da un'altra prospettiva, di pari dignità rispetto a quella del Corriere, Benedetto non si è dimesso validamente, è ancora papa perché conserva il munus petrino, continua a vestire di bianco, a farsi chiamare Pontifex Pontificum, a impartire la benedizione apostolica, a pronunciarsi in materia di fede e ribadisce pure in intervista, con forza, che IL PAPA E' SOLO UNO: LUI”.

A vederla così, il discorso fila del tutto.

Complottismo? No, la lingua italiana parla chiaro, basta saperla leggere attentamente e il collega Franco ha sicuramente riportato i virgolettati con fedeltà…..

….E allora è ovvio che, in un caso del genere, la sua unica risorsa potrebbe essere solo un linguaggio che sia veritiero, ma velato, che solo alcuni riescono a interpretare correttamente, secondo il Logos divino. Un linguaggio sottile che è stato ravvisato anche nella Declaratio di dimissioni…..

……Di certo l'intervista non definisce un bel niente, ma anzi aggrava i sospetti.

La sensazione è che Ratzinger, che a quanto pare è l’unico che conserva il titolo di Vicario di Cristo (Bergoglio vi ha rinunciato) sia “candido come una colomba e astuto come un serpente”, come raccomandava Gesù Cristo. E che, con quattro parole usate col contagocce, abbia fatto fessi tutti quanti. Di nuovo….

https://www.liberoquotidiano.it/articolo_blog/blog/andrea-cionci/26378596/benedetto-xvi-intervista-corriere-della-sera-papa-uno-solo.html

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@NICOLA_Z Sei un bugiardo, sai benissimo che ha detto che il papa è Francesco, solo che dopo tutto il fango che avete gettato su papa Francesco e tutte le cose incredibili che avete scritto è difficile accettare che la realtà sia diversa.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Tranquillo, sig. Anonimo, o preferisci sig. Innominato?

L'articolo non è mio ma del sig. Andrea Cionci, che ha scritto lui quell'articolo, quindi il bugiardo eventualmente sarebbe lui.

E' giusto però leggere anche un'altro punto di vista, diverso dal tuo e anche dal mio.

Naturalmente anche per me, papa Francesco è il papa in carica.

Vedremo in futuro, se questo pontificato sarà stato un motivo per attenuare l'entità dei segreti di Medjugorje, oppure al contrario per inasprire "le cose terribili", che ivi vi sarebbero contenute.

"Ad maiorem Dei gloriam".

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  Anonimo

QUELLA SINGOLARE “INTERVISTA” DI BENEDETTO XVI AL CORRIERE

Raramente mi occupo del lavoro di altri giornali e giornalisti, ma faccio un’eccezione per la singolare “INTERVISTA” che Benedetto XVI avrebbe concesso al Corriere della sera.

Perché scrivo “INTERVISTA” tra virgolette e uso il condizionale?

Semplice: perché se si legge l’articolo si vede bene che INTERVISTA NON È.

Massimo Franco e il direttore del Corriere fanno visita a Benedetto XVI e gli portano (l’avevano già fatto un’altra volta) due vignette di Giannelli. L’anziano papa emerito (anche a causa del suo attuale stato di debilitazione) risponde ad alcune sollecitazioni con brevi battute (“la voce è un soffio, va e viene””), ringrazia e saluta. Tutto qui.

LE INTERVISTE SONO UN’ALTRA COSA.

E perché dico che l’intervista, ammesso e non concesso che di intervista si tratti, è singolare?

Semplice: perché parole e contenuti non sembrano proprio appartenere al vocabolario e allo stile di Joseph Ratzinger.
Il Ratzinger che conosco io non avrebbe mai usato, per definire gli amici non contenti della sua rinuncia al pontificato, la parola “fanatici”. Né si sarebbe mai permesso di intervenire negli affari italiani augurandosi che Draghi, “molto stimato anche in Germania”, possa “risolvere la crisi”.
Allo stesso modo, Ratzinger non si sarebbe mai permesso di attribuire al presidente americano Biden una convinzione (“personalmente è contro l’aborto”) per poi commentare in modo superficiale e approssimativo che, però, “come presidente tende a presentarsi in continuità con la linea del Partito democratico”.
Idem per quanto riguarda l’altra affermazione, veramente incredibile, riguardante Biden, e cioè che “sulla politica gender non abbiamo ancora capito bene quale sia la sua posizione”.

E poi perché quel plurale? “Abbiamo”? Improvvisamente è stato recuperato il plurale maiestatis?

Circa le parole “Non ci sono due papi, il papa è uno solo”, mi sembra francamente che non costituiscano una notizia. Ratzinger lo ha detto tante volte. Avremmo avuto uno scoop se Ratzinger avesse detto “l’unico papa è Bergoglio e io non lo sono più”.
MA QUESTO NON LO HA MAI DETTO E CONTINUA A NON DIRLO.

Le vere domande da porre a Benedetto XVI sarebbero state altre. Per
esempio:

– “Santità, ci scusi, lei veste di bianco e benedice come un papa emerito, ma come ha potuto inventare un tale monstrum?

– Come ha potuto abbandonare il gregge alla ferocia dei lupi?

– Lei dice di avere la coscienza a posto, ma non avverte lo sconcerto e la sofferenza di tanta parte del gregge?”.

Allora sì che avremmo avuto un’intervista.

E poi ecco puntuale Vatican News, l’agenzia di stampa ufficiale del Vaticano, titolare con gran rilievo: “Ratzinger ripete: ‘Non ci sono due papi’”.

Un giochino che sta diventando stucchevole.

https://www.aldomariavalli.it/2021/03/02/quella-singolare-intervista-di-benedetto-xvi-al-corriere/

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La questione del due, che potrebbe moltiplicarsi, mi pare che venne delucidata qualche anno fa dal vescovo segretario di Ratzinger , chiamato sempre don Georg, che introdusse il concetto di "pontificato allargato". Diciamo il binomio Mosè e Aronne, dove Aronne sta in per Ratzinger e Mosè per Bergoglio.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  Luz

Molto bene Luz, grazie per questo confortante articolo!

Di Medjugorje e dei 10 segreti, ne avevo già parlato nel precedete articolo di Remox, con Domenico, sottolineando, che in questo anno 2021, ricorrono i 40 anni delle apparizioni, vedremo se e come segneranno uno spartiacque, oppure dovranno ancora maturare molti processi, che comunque sono già in atto.

«…..Ho già sottolineato l’emblematica l’iniziativa di Diego Manetti, il quale si è inventato una novena di 40 settimane a partire dal 25 giugno 2020, consistente in una preparazione ai segreti, in modo da giungere al 24 marzo prossimo, vigilia dell’Annunciazione, con l’intento, neppure tanto nascosto, di trovarsi a ridosso di quello che potrebbe essere il giorno dell’annuncio del primo segreto.

E questo per quel meccanismo suggestivo che si verrebbe creare a partire da una delle apparizioni del 18 marzo (in qualsiasi anno capiti), compreso questo anno 2021, in coincidenza all’entrata nel 40° anniversario delle apparizioni. Tutti ormai sappiamo che questa apparizione non è legata al compleanno che Mirjana festeggia in quel giorno, ma all’inizio dei segreti, come ha spiegato più volte Mirjana: “Quando avranno inizio i segreti, si capirà perché”.

Il perché più ovvio è che sette giorni dopo viene la solennità dell’Annunciazione, una data maestosa, adatta a dare l’annuncio del primo segreto che aprirebbe tutta la serie dei 10 segreti, destinata a cambiare il mondo. Per questo in tanti permane un sospetto riguardo alla data del prossimo 18 marzo.

Siamo nel pieno di questa attesa, e lo stesso Mons. Hoser, Amministratore di Medjugorje per conto del papa, nel corso di un’intervista recente ha detto: "STIAMO ASPETTANDO L'INIZIATIVA DI DIO."……»

"Scrivi la visione
e incidila bene sulle tavolette
perchè la si legga speditamente. E` una visione che attesta un termine,
parla di una scadenza e non mentisce;
se indugia, attendila,
perchè certo verrà e non tarderà" (Abc 2, 2-3)

“E` giunto infatti il momento in cui HA INIZIO IL GIUDIZIO a partire dalla CASA DI DIO; e se incomincia da noi, quale sarà la fine di coloro che rifiutano di credere al vangelo di Dio?” (1 Pietro 4,17)

Pierpaolo
Pierpaolo
3 anni fa

Questo mio NON è un pronostico, è una valutazione e chiedo venia se sono fuori argomento, ma Nicola fa bene a scrivere ciò che ha scritto : per davvero i toni di padre Livio e gli interventi di Diego Manetti (ma anche di saverio gaeta ed altri) volgono a presumere che i 10 Segreti sono davvero prossimi.

Siamo nell'era chat/smartphone e le notizie volano in pochi minuti.
Appena i veggenti daranno la notizia del primo segreto, o meglio Padre Petar : certo verrà immediatamente sparsa/condivisa da tutti i devoti/simpatizzanti di Medjugorje… in tutto il mondo e in pochi minuti.
Le chat faranno prima – perchè ciascuno avrà la premura di avvisare almeno amici e parenti – la rete seguirà a pochi minuti…….e la TV ?

Secondo voi, come reagiranno i mass-media ? Lo diranno ? Lo diranno ai telegiornali ? Saranno in grado di capire la portata della notizia ?

C'è da dire che 40 anni fa nessuno avrebbe immaginato lo scenario digitale/comunicativo moderno (tranne dal Cielo, ovvio) : invece oggi come oggi è questo…appena padre Petar darà la notizia, posta che la teoria dei 6 gradi di separazione sia giusta, in pochi minuti quasi ogni persona nel mondo, anche non cristiana, saprà dell'evento.

Che ne pensate ?

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Ciao Pierpaolo, e grazie di cuore dei tuoi interventi.

I Mass Media del Main Stream System(MSS), ignoreranno la notizia, o cercheranno di sminuirla, come una curiosità patetica, a cui non dare alcuna importanza di sorta, come se dicessero ai fedeli della Gospa:

"poveri sciocchi che credete a queste cose medioevali, e a queste assurde superstizioni! Ci fate perdere tempo prezioso anche a noi, con queste sciocchezze! Molto più serio e proficuo parlare di gossip, calcio, sport, grande fratello vip, televisione, teatrino della politica, e di quanto è buono e bello Biden, l'europa e l'euro, ed il Gran Reset imposto per il bene di tutti popoli!"

Questo fino quando, gli eventi preannunciati dallo svelamento dei segreti, non gli sbatteranno in faccia in modo roboante e scioccante, tanto da farli balbettare in modo imbarazzato, rossi di fuoco dalla vergogna, che non sanno darsi una spiegazione "scientifica" di quello che accade.

Prima dei mass media del MSS, le chat e i messaggi dei piccoli e anonimi uomini e donne, degli umili, degli ultimi, e dei bambini, proprio loro, annunceranno e proclameranno le "Meraviglie del Signore", meglio di quanto potrebbero mai fare i mezzi dei potenti di questo mondo, che saranno annichiliti dalla vergogna e dal terrore, infatti con il salmo ripetiamo al Signore Nostro Dio:

“Con la bocca dei bimbi e dei lattanti affermi la tua potenza contro i tuoi avversari, per ridurre al silenzio nemici e ribelli” (Sal 8,3)

Anonymous
Anonymous
3 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Avete dimenticato una testimonianza importante

https://www.youtube.com/watch?v=-SO823Re0k0

«C'è da dire che 40 anni fa nessuno avrebbe immaginato lo scenario digitale/comunicativo moderno (tranne dal Cielo, ovvio)»

Il Cielo non trattiene niente per sé. Se "nessuno" poteva immaginare era solo questione di sintonizzazione.

Anonymous
Anonymous
3 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

Dimenticavo, il corollario sarà un notevolissimo numero di diserzioni e come ulteriore conseguenza il fallimento dei piani di chi sogna sulla pelle degli altri.

Senza dimenticare che: "… ma ahimè, anche il male si scatenerà". Resteranno infatti solo gli irriducibili che daranno un terribile colpo di coda.

Anonymous
Anonymous
3 anni fa
Rispondi a  Pierpaolo

… e dulcis in fundo, disertori ringraziando, verranno fuori moltissimi altri segreti. Saranno senz'altro più di dieci!

«Labirinto senza uscite
È il tuo spazio ricamato
Io non saprei camminare» (^_^)

«Io da sempre ho usato l'astuzia
Coi miei giochi di geometria
è sciocco rischiare» 😉

Anonimo
Anonimo
3 anni fa

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-come_vivono_i_lavoratori_in_cina_le_risposte_di_2_manager_italiani/29785_39838/
{Come vivono i lavoratori in Cina? Le risposte di 2 manager italiani. … La parte più interessante, di cui qui non sentiamo mai parlare, è però la condizione operaia, come vivono concretamente i lavoratori. … Nel Guangdong i salari sono più alti che da noi. Mi racconta che i cinesi del sud sono come i latini, ospitali, cordiali e calorosi (loro dicono: “non siamo come i giapponesi”), ma se ti senti superiore a loro, chiudono, e di te non vogliono più saperne. Sentono molto il senso della comunità, che viene prima dell’individuo e le stesse forme di controllo sono da loro giustificate con il “senso della nazione“. I cinesi, quasi tutti, sono molto grati al governo per il benessere che ha portato e tutti – ripeto: tutti, visto che anche le statistiche internazionali dichiarano ufficialmente estinta la povertà – lavorano prima per il Paese e poi per se stessi. Ancora. Mi spiega che da tanti anni non ci sono più i “dormitori aziendali”. Quella era un’altra epoca. E’ finita l’epoca della produzione a basso costo (e bassi salari), ora dettano loro al mondo il catalogo dei prodotti industriali. Investono tantissimo in istruzione e ricerca e ormai sovrastano tutti. Il mio interlocutore al telefono maledice le privatizzazioni e i tagli alla ricerca e all’istruzione, fatti da noi negli ultimi 30 anni; dice che “la pagheremo cara, in futuro”. E’ sbalordito da come tv e giornali italiani vedono la Cina, “tutte falsità”. …}. I nostri politici hanno preso invece la via opposta: tagli sulla ricerca e l’istruzione, distruzione delle imprese pubbliche. Ora col covid siamo alla frutta. L’Italia è messa male come pure l’occidente sia a causa del covid che delle spese militari:
https://colonelcassad.livejournal.com/6594870.html
{L'America ha bisogno di un impero mondiale? …. Secondo il think tank economico Peter G. Peterson Foundation, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti spende più di 700 miliardi di dollari all'anno in armi e prontezza al combattimento, più dei prossimi 10 paesi principali messi insieme. …Alla fine della seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti avevano meno di 80 basi militari straniere, la maggior parte delle quali si trovava sul territorio degli oppositori sconfitti della coalizione anti-Hitler – in Germania e Giappone. Oggi, secondo il Pentagono e il suo esperto esterno David Vine, professore di antropologia presso l'American University di Washington, ce ne sono circa 800. …In confronto, la Cina, che è la seconda economia più grande del mondo e presumibilmente il più grande concorrente degli Stati Uniti, ha solo una base militare ufficiale all'estero a Gibuti nel Corno d'Africa. (Camp Lemonnier, la più grande base americana in Africa, è a poche miglia di distanza.) …Gran Bretagna, Francia e Russia hanno fino a 60 basi all'estero messe insieme. …Nel complesso, la presenza militare della Cina all'estero è relativamente piccola. Il budget per la difesa ufficiale della Cina per il 2020 era di 178 miliardi di dollari; Pechino è molto meno interessata a mettersi al passo con l'arsenale militare del Pentagono mentre è più occupata alla trasformazione: da essere un imitatore a essere una locomotiva in biotecnologia, finanza e informatica, robotica, intelligenza artificiale, aerospaziale, sicurezza informatica e altri settori ad alta tecnologia. La Cina, insieme all'India, è attualmente al primo posto al mondo per numero di laureati in scienze e ingegneria. La Cina rappresenta circa un quarto di questi laureati a livello globale, secondo un rapporto delle Nazioni Unite del 2018. Gli Stati Uniti rappresentavano solo il 6% del totale. …}. La pagheremo cara, perché purtroppo agiamo senza testa. P.Riesz_

anonimo
anonimo
3 anni fa

Remox perché definire questo "periodo interessante" se c'è tanta gente che soffre?

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

In pratica è la stessa domanda che fece Giuda…Saluti.
Massimiliano.

Remox
Remox
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Non c'è tempo in cui non ci sia "tanta gente che soffre". Ma se segui il blog sai la risposta sul perché questo tempo sia interessante.

anonimo
anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Massimiliano, io sarei come Giuda per aver detto che c'è tanta gente che soffre? Vedi che vi manipolate le cose a vostro piacimento? Certo che Gesù io lo posso tradire, ma anche tu e tutti gli altri.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Studia anonimo studia… e vedrai che riuscirai a capire a quale episodio mi sono riferito. Saluti.
Massimiliano

anonimo
anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Lo so, è l'episodio dell'olio profumato ai piedi di Gesù che poteva essere dato ai poveri secondo Giuda, ma questo NON C'ENTRA NIENTE SU QUELLO CHE HO DETTO IO.

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Vabbè anonimo, allora se non c'entra niente come dici tu probabilmente non hai proprio compreso il senso di quel passo del Vangelo. Mi spiace. Ma sono convinto che se ti ci soffermi un pochino e ci rifletti con il cuore capirai cosa intendeva dire Gesù con la Sua risposta… I poveri ci saranno sempre… esattamente come coloro che soffrono, anzi i veri poveri sono proprio coloro che soffrono. Saluti.
Massimiliano

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

…..Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che doveva poi tradirlo, disse:

"Perché quest`olio profumato non si è venduto per trecento denari per poi darli ai poveri?".

Questo egli disse non perché gl`importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.

Gesù allora disse: "Lasciala fare, perché essa lo conservi per il giorno della mia SEPOLTURA.……

…… Gesù rispose: "E` giunta l`ora che sia glorificato il Figlio dell`uomo.
In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna…..

….. Ora l`anima mia è turbata; e che devo dire? Padre, salvami da quest`ora? Ma per questo sono giunto a quest`ora! Padre, glorifica il tuo nome". Venne allora una voce dal cielo: "L`ho glorificato e di nuovo lo glorificherò!"…..

…… Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori. Io, quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me". Questo diceva per indicare di qual morte doveva morire…… (Gv 12).

I tempi sono INTERESSANTI, perché rientrano nell’ambito di profezie e oracoli del patrimonio mistico cristiano, che devono suscitare il NOSTRO INTERESSE spirituale e teologico, in modo da “non camminare nelle tenebre”, “perché chi cammina nelle tenebre non sa dove va”, e per “credete nella luce, e diventare figli della luce”, in modo che giunga nuovamente “l`ora che sia glorificato il Figlio dell`uomo” e venga ancora una volta “il giudizio di questo mondo”, e che provvidenzialmente anche “ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori”,
per la salvezza eterna del “Corpo Mistico di Cristo” che è la Chiesa, e per il mondo intero.

anonimo
anonimo
3 anni fa
Rispondi a  anonimo

Maassimiliano, i poveri ci saranno sempre, ma le parole di Remox come le vostre no.

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

DA 8 ANNI VORREBBERO CHE BENEDETTO XVI DICESSE CHE NON E’ PIU’ PAPA E LUI SPIEGA CHE IL SUO “Sì” AL MUNUS PETRINO è IRREVOCABILE (STAVOLTA POI SI è TOLTO ANCHE UN SASSOLINO SU BIDEN…)

….. UN SOLO PAPA. MA IL NOME?

Quello del “Corriere” sarebbe stato uno scoop se Joseph Ratzinger, oltre a ripetere “il papa è uno”, avesse anche fatto il suo nome. Ciò che tanti sostenitori di Bergoglio, da otto anni, vorrebbero sentir dire a Benedetto XVI è questa semplice frasetta: c’è un solo papa ed è Francesco, mentre io non sono più papa e non ho più nulla a che veder col papato.

Ma questa frase Benedetto XVI non l’ha detta al “Corriere” né ad altri in questi otto anni. Se la dicesse s’imporrebbero nuove domande, che forse il “Corriere”, ragionando giornalisticamente, avrebbe già potuto porgli in questa occasione (ma si è ben guardato dal farlo).

Provo a formularle:

1. perché lei si veste di bianco e viene chiamato “Santo Padre Benedetto XVI” se il papa è uno solo?

2. Perché è qualificato ufficialmente come “papa emerito” se non esiste definizione giuridica o teologica di tale titolo?

3. Perché impartisce tuttora la Benedizione apostolica (o Benedizione papale) che è una prerogativa del papa (a cui è annessa l’indulgenza plenaria)?

Del resto c’è chi ha notato in certi suoi libri recenti la sigla “Benedetto PP XVI”, con quella sigla PP (Pastor Pastorum) che è il titolo riservato al papa.

Inoltre nelle cerimonie pubbliche a cui il papa emerito ha partecipato alcuni cardinali si sono inchinati davanti a lui baciandogli l’anello, cosa che avrebbero dovuto fare solo con il papa.

Il vaticanista Saverio Gaeta ha notato che “sullo stemma di papa Bergoglio è assente il pallio, presente invece su quello di papa Ratzinger: un elemento decisamente non trascurabile nella simbologia vaticana”.

Che significano queste e altre cose simili?

“MUNUS” IRREVOCABILE

Nella sua ultima udienza pubblica, il 27 febbraio 2013, Benedetto XVI dichiarò il suo “per sempre”: “non c’è più un ritornare nel privato. La mia decisione di rinunciare all’esercizio attivo del ministero non revoca questo”.

Quindi il “MUNUS” petrino resta.
E tutto fu confermato, con ricchezza di argomenti, dalla clamorosa conferenza alla Gregoriana di mons. Georg Gänswein, che è un po’ la voce pubblica del papa emerito, quando (era il 21 maggio 2016) disse: “egli non ha abbandonato l’ufficio di Pietro – cosa che gli sarebbe stata del tutto impossibile a seguito della sua ACCETTAZIONE IRREVOCABILE DELL’UFFICIO nell’aprile 2005”.

Torna dunque il concetto di un ministero petrino “IRREVOCABILE”. ….Gänswein spiegò:
“…..partecipazione a un tale ‘MINISTERO PETRINO’. Egli ha lasciato il Soglio pontificio e tuttavia,….. NON HA AFFATTO ABBANDONATO QUESTO MINISTERO. ……quasi un MINISTERO IN COMUNE. […] NON VI SONO DUNQUE DUE PAPI, ma de facto un MINISTERO ALLARGATO – con un MEMBRO ATTIVO e un MEMBRO CONTEMPLATIVO.

Per questo Benedetto XVI non ha rinunciato né al suo NOME, né alla TALARE BIANCA. …… l’appellativo corretto ….. ancora oggi è ‘SANTITÀ’……”

IL TEMPO SVELERA’

Infatti un grande esperto di cose di Chiesa, Vittorio Messori, il 28 maggio 2014, pubblicò un articolo che proprio il “Corriere della sera” titolò così: “RATZINGER NON SI È RITIRATO A VITA PRIVATA. ECCO PERCHÉ ABBIAMO DAVVERO DUE PAPI”.

Messori sa meglio di chiunque altro che, teologicamente parlando, PUÒ ESSERCI UN PAPA SOLO, ma ci sono cose che sapremo solo in futuro.

Mons. Gänswein, nella sua conferenza, evocò la categoria schmittiana dello “STATO D’ECCEZIONE” e parlò di “PONTIFICATO D’ECCEZIONE” per definire la situazione di Benedetto XVI dall’11 febbraio 2013.

Dunque è vero: C’È UN PAPA SOLO. Il tempo dirà quale.

Nella storia della Chiesa ci sono stati alcuni che erano ritenuti papi durante il loro regno e anche dopo, ma che – in seguito – la Chiesa ha riconosciuto non essere tali. Vedremo.

https://www.antoniosocci.com/da-8-anni-vorrebbero-che-benedetto-xvi-dicesse-che-non-e-piu-papa-e-lui-spiega-che-il-suo-si-al-munus-petrino-e-irrevocabile-stavolta-poi-si-e-tolto-anche-un-sasso/

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

A questo punto, sono ritornato a riflettere sulle dimissioni di Benedetto XVI, e che sospetto sempre di più, che abbiano molto a che fare con il segreto di Fatima, che lui conosceva benissimo, e che aveva meditato molto bene in tanti anni di accesi dibattiti, in merito a quanto era già emerso per vie traverse:

”….. nel terzo segreto viene predetto, fra le altre cose, che LA GRANDE APOSTASIA nella Chiesa inizierà dalla sua SOMMITÀ”. (Card. Ciappi)

“LA PIÙ GRANDE PERSECUZIONE DELLA CHIESA NON VIENE DAI NEMICI FUORI, MA NASCE DAL PECCATO NELLA CHIESA” (Benedetto XVI nel ritorno da Fatima)

E proprio per questo Benedetto XVI nel 2010 di ritorno da Fatima esortava con forza, di tornare all’essenziale:
“la conversione, la preghiera, la penitenza e le tre virtù teologali”.

Un angosciato grido rivolto a tutti, ma in modo particolare direi, ai traditori infiltrati nei vertici del clero, “i nemici interni”, che originano “il peccato NELLA Chiesa”.

Infine il Papa lanciava l’allarme per il pericolo che si sarebbe diffuso dalla Chiesa al mondo intero, perché “la fede in ampie regioni della terra, rischia di spegnersi come una fiamma che non viene più alimentata”. E questo, aggiungeva il Pontefice, ha pure un riverbero terribile sul mondo perché “l’uomo ha potuto scatenare un CICLO DI MORTE E DI TERRORE, ma non riesce ad interromperlo”.

“LA GRANDE APOSTASIA nella Chiesa inizierà dalla sua SOMMITÀ”,
Il PECCATO NELLA CHIESA, che porta alla sua stessa persecuzione,
e per il mondo come conseguenza si avrà un “CICLO DI MORTE E DI TERRORE”.

A tutto questo, il papa Benedetto XVI, solo e quasi abbandonato, forse non era più in grado di opporre un efficace ostacolo?
Non era più in grado di essere un valido KATÉCHON ?

Antonio Socci in un suo articolo del 2017:

….Infatti – a rigore – il testo pubblicato nel 2000 è TUTTO il Terzo Segreto ufficiale, perché l’altro scritto di suor Lucia (TUTTORA SCONOSCIUTO) che doveva SPIEGARE QUELLA VISIONE E CONCLUDERE IL SEGRETO, a Giovanni XXIII non sembrò di origine soprannaturale e lui per questo, da allora, impose di secretare tutto…..

…..Tuttavia lo scritto di suor Lucia NON RESO PUBBLICO esiste e resta il mistero sul suo contenuto e sul perché è stato ritenuto non di origine soprannaturale.

COSA ANNUNCIA

E’ assai probabile che papa Roncalli abbia espresso quel giudizio per il contenuto “ESPLOSIVO” di quel foglio. Contenuto difficilissimo da gestire, specialmente per un Papa come lui che voleva vedere tutto roseo e detestava i “profeti di sventura” (come li definiva lui stesso).

Presumibilmente è a quel foglio, tuttora inedito, che si riferiva il card. Ciappi quando dichiarò:

“nel terzo segreto viene predetto, fra le altre cose, che LA GRANDE APOSTASIA nella Chiesa inizierà dalla sua SOMMITÀ”.

E’ chiaro che una cosa simile è alquanto imbarazzante per un Pontefice……

….. Del resto, il 13 ottobre 1996, lo stesso CARDINAL RATZINGER a Fatima tenne una conferenza stampa in cui gli fu chiesto quando sarebbe stato pubblicato il terzo segreto, e lui rispose così:
“La divulgazione del segreto deve essere fatta solo quando non potrà creare unilateralità e squilibri, concentrati solo su dettagli; la rivelazione deve essere fatta solo quando si potrà capire che questo fatto aiuta il progresso della fede”.

Ciò significa che ci sono “dettagli” esplosivi che potrebbero essere “male interpretati” e potrebbero essere usati da qualcuno contro la Chiesa (o meglio contro la gerarchia)……

NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa
Rispondi a  NICOLA_Z

…..Il cardinal Bertone – sentendosi preso di mira – rispose con un libro polemico…..

…… A smentirlo fu lo stesso papa Benedetto XVI che, nell’improvviso pellegrinaggio a Fatima del 13 maggio 2010, affermò: “Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa”.

Poi papa Ratzinger aggiunse che “oltre questa grande visione” – quella del martirio rivelata nel 2000 – “sono indicate REALTÀ DEL FUTURO della Chiesa che MAN MANO SI SVILUPPANO E SI MOSTRANO. Perciò è vero che oltre il momento indicato nella visione, si parla, si vede la necessità di UNA PASSIONE DELLA CHIESA, che naturalmente si riflette nella persona del Papa, ma il Papa sta per la Chiesa e quindi sono SOFFERENZE DELLA CHIESA CHE SI ANNUNCIANO”.

Infine aggiungeva:
“quanto alle novità che possiamo oggi scoprire in questo messaggio” (dunque c’erano delle “novità”) c’è anche il fatto che “le sofferenze della Chiesa vengono proprio dall’interno della Chiesa, dal peccato che esiste nella Chiesa. Anche questo si è sempre saputo, ma oggi lo vediamo in modo realmente terrificante:
che LA PIÙ GRANDE PERSECUZIONE DELLA CHIESA NON VIENE DAI NEMICI FUORI, MA NASCE DAL PECCATO NELLA CHIESA”.

Non si può certo dire che questo fosse contenuto – con chiarezza – nella visione rivelata nel 2000. Pare evidente che si allude a qualche altro testo……

https://www.antoniosocci.com/la-verita-fatima-bene-ne-trattasse-cognizione-causa-astenersi-dilettanti-ignoranti-sciocchi/

…..Tuttavia, a Fatima si insiste molto sulla Russia, sulla consacrazione e la conversione della Russia. Suor Lucia diceva, in quel dialogo del 1957, che “la Russia sarà lo strumento scelto da Dio per punire il mondo intero, SE PRIMA NON OTTERREMO LA CONVERSIONE di quella disgraziata nazione”.

E in questo caso bisogna riconoscere che qualcosa di grandioso è davvero accaduto: non solo il crollo (incruento) del comunismo, del regime dell’ateismo ideologico che aveva tentato di cancellare Dio e la fede dal mondo, ma addirittura un cambiamento così radicale per cui oggi la Russia è uno dei grandi Paesi dove la religione cristiana è più importante nella vita sociale e non è osteggiata e combattuta come in Europa occidentale.
Ecco che qui si vede la grandezza del disegno di Benedetto XVI:
in un momento storico folle, in cui l’Occidente, sempre più scristianizzato, ha assurdamente respinto e aggredito la Russia (questa Russia finalmente libera e tornata cristiana) e ha cercato di emarginarla, riconsegnandola all’isolamento asiatico o ALL’ABBRACCIO DELLA CINA COMUNISTA, IL DIALOGO CHE IL PAPA AVEVA INTRAPRESO CON LA CHIESA ORTODOSSA RUSSA puntava a realizzare il sogno di GIOVANNI PAOLO II:

un’Europa di POPOLI UNITI DALLE LORO RADICI CRISTIANE dall’Atlantico agli Urali.

Quello piantato da Benedetto XVI – e oggi innaffiato dalla sua potente preghiera – è un seme evangelico che davvero potrà far germogliare qualcosa di meraviglioso. Non solo per la CRISTIANITÀ, ma per tutta l’Europa e per il mondo intero. Per scongiurare una folle fine della storia.

https://www.antoniosocci.com/anticipazione-dal-mio-libro-il-segreto-di-benedetto-xvi-un-clamoroso-dettaglio-inedito-da-fatima-puo-illuminare-un-po-lattuale-missione/

Anonimo
Anonimo
3 anni fa
NICOLA_Z
NICOLA_Z
3 anni fa

VITTORIO MESSORI: «E ADESSO SCOMMETTO SULLA MORTE PERCHÉ SO IN CHI HO CREDUTO»

..….Vabbé, passiamo ad altro.

Messori: « E perché? “Gli anni della nostra vita sono settanta, ottanta per i più robusti”. Salmo 90.
LA VITA ETERNA È L’UNICO TEMA.
LA CHIESA OGGI È UNA SUCCURSALE DELL’ONU, NON NE PARLA. QUESTA È RIDUZIONE AL MONDO.
Ma Vangelo significa buona notizia, in greco. Gesù non si occupò di politica, nella sua predicazione non condannò neppure la schiavitù. Venne a schiuderci le porte del paradiso. Prima lo sheol per gli ebrei era il regno dei morti, del buio ».

……

L’aldilà non è la parodia dell’aldiquà.

«Per la Chiesa è paradiso, purgatorio o inferno. Preghiamo perché ai nostri cari sia accorciata la permanenza nel secondo, ma nell’aldilà non esiste il tempo».

E se lei finisse all’inferno?

«I santi c’insegnano che ci va solo chi lo vuole, chi rinnega coscientemente Dio……».

……

A MEDJUGORJE c’è mai stato?

«Dopo le prime apparizioni. Lavoravo per Jesus. La polizia mi fece spogliare, dovetti togliermi persino le mutande».

E che conclusioni ne trasse?

«Il codice di diritto canonico stabilisce che solo i vescovi locali possano giudicare questi eventi. Il Vaticano non si è mai espresso né su Lourdes né su MEDJUGORJE. Il presule di Mostar era scettico, ostile. Ma Gesù insegna che dai frutti si riconosce l’albero. Ebbene il paradosso è che L’ALBERO DI MEDJUGORJE lascerà magari a desiderare, ma i frutti sono eccellenti: i pellegrini tornano da là tutti migliori».

……

Incontra ancora il Papa emerito?

«Non oserei mai disturbarlo. Un giorno mi telefonò il suo segretario Georg Gänswein: “Sua Santità la rivedrebbe volentieri, ma lei dovrà dimenticarsi di essere un giornalista”.
Peccato, perché FECE COMMENTI SULLA SITUAZIONE DELLA CHIESA CHE ERANO DA PRIMA PAGINA.
Sulla scrivania teneva solo due giornali, il Corriere della Sera e la Süddeutsche Zeitung».

……

https://www.corriere.it/cronache/21_marzo_02/vittorio-messori-adesso-scommetto-morte-perche-so-chi-ho-creduto-264501a6-7b93-11eb-a9cc-1eebe11a6a7c.shtml

Già peccato lo dico anche io.
Ritengo Vittorio Messori, assolutamente affidabile e credibile, e se lui ha detto che i commenti di BENEDETTO XVI, sulla situazione della Chiesa attuale, erano addirittura da “DA PRIMA PAGINA”, be allora c’è davvero da riflettere e da rammaricarsene, per tale auto-censura.

Ma ne comprendo la prudenza, per l’inevitabile sconquasso mass-mediatico ed ecclesiale, che ne sarebbe conseguito.

Ma visto che bisogna essere “semplici come colombe e astuti come serpenti” in fondo è lo stesso Messori che usando una santa astuzia, forse tra le righe, in un modo tale che apparentemente fosse solo una sua opinione, ci ha già detto all’inizio dell’intervista, il succo dei “commenti di tale situazione della Chiesa”, direi una situazione spirituale, da “lebbra diffusa” su quasi tutto il corpo ecclesiale, a partire dai vertici e fino alla base:

• “LA VITA ETERNA È L’UNICO TEMA”;

• “LA CHIESA OGGI È UNA SUCCURSALE DELL’ONU, NON NE PARLA. QUESTA È RIDUZIONE AL MONDO.”;

• “Ma Vangelo significa buona notizia, in greco. Gesù non si occupò di politica”;

• “Egli venne a schiuderci le porte del paradiso”;

• “L’aldilà per la Chiesa è paradiso, purgatorio o inferno,…… ed su quest’ultimo i santi c’insegnano che ci va solo chi lo vuole, chi rinnega coscientemente Dio”.

quindi l’inferno esiste, come da apparizione di Fatima, esso non è vuoto, e le anime non vengono cancellate nel nulla come Scalfari riporta essere la “versione ufficiale” del nuovo corso della “Chiesa in uscita”…..

A questo punto, rimango sempre in attesa dello svelamento dei messaggi di Anguera:

“Colui che potrà essere PIETRO diventerà GIUDA.”

“La barca di PIETRO ondeggerà e ci sarà grande confusione. PIETRO e IL SEGRETO: ecco la risposta.”

“Cari figli, PIETRO incontrerà GIUDA sul suo cammino. Pietra su pietra.”

Share This