LA GRANDE PESTE DI LONDRA: PUNIZIONE DIVINA

scritto da Remox
11 · Mar · 2015

LA GRANDE PESTE DI LONDRA: PUNIZIONE
DIVINA

 

 

Londra, scoperta fossa comune della peste

Il ritrovamento durante i lavori per una biglietteria
ferroviaria

Quando si fanno buchi si rischia di riportare alla luce ombre di un
passato doloroso. La peste del 1665 e l’incendio del 1666 sono stati per Londra
due immani catastrofi. La prima uccise oltre settanta mila persone mentre il
secondo distrusse quasi tutta la città. Secondo i cittadini la doppia
catastrofe era la punizione divina per la rivoluzione inglese che portò alla
decapitazione del Re Carlo ad opera dei puritani di Cromwell. Il regime del
figlio di Oliver, Richard, terminò nel 1660 e furono gli stessi rivoluzionari,
un tempo compagni del dittatore, a richiamare in patria come Re Carlo II,
figlio del predecessore decapitato. In sostanza i persecutori del padre si
allearono col figlio (anche lui perseguitato e sconfitto in battaglia) per
mantenere la propria posizione visto che il vento fra la popolazione stava
cambiando.

La vecchia Londra era una città angusta, disordinata, sporca e
maleodorante. Le case erano ammassate fra loro e costruite in legno e paglia.
Peste e Incendio ebbero facile gioco nel distruggerla. Secondo altri
commentatori l’incendio fu causato dal Re come ultimo rimedio per distruggere
la peste che non accennava a scomparire. I complottasti esistevano anche
allora.

Di certo l’incendio favorì l’armonica e moderna costruzione di una
nuova Londra che fu il prototipo di quella che ancora oggi si può ammirare. La
catastrofe offrì dunque l’opportunità del cambiamento e del miglioramento.

 

All’Inghilterra è dedicato ampio spazio nel Poema Temporale e
ovviamente parte di questo è tutto per la guerra civile che anticipò di 150
anni la Rivoluzione Francese.

Voglio solo ricordare come la maggior parte delle quartine siano per
noi il passato e fra queste, in accordo con la scoperta della fossa comune,
vorrei citare la 911.

911

Le iuste à tort à mort l’on viendra mettre

Publiquement & du milieu estaint:

Si grande peste en ce lieu
viendra naistre,

Que les iugeans fuyr seront
contraints.

911

Il giusto a
torto a morte si vorrà mettere,

Pubblicamente
e nel mezzo della piazza stando:

Si gran
peste in quel luogo verrà a nascere,

Che
costretti i giudici si vedrà fuggendo.

Risultati immagini per decapitazione re carlo i

Dopo la morte del Re Carlo giustiziato pubblicamente dai puritani
rivoluzionari a Londra, sorgerà la Grande Peste del 1665-1666 che costringerà
alla funga gran parte di coloro che governavano la città fra cui, ovviamente, i
vecchi seguaci di Cromwell, aguzzini del Re.

Con questa quartina Nostradamus sembra voler aderire alla corrente di
pensiero che vide nella peste la punizione di Dio per il crimine di regicidio.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
92 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Eh, certo, il Nostro era poco incline a plaudire ai rivoluzionari e ai tagliagole e neppure gli spirituals erano nelle sue corde!
Mi viene in mente questa famosa quartina

C. I, Q.14
De gent esclaue chansons, chants & requestes,
Captifs par Princes & [Seigneurs][Seigneur] aux prisons:
A l'aduenir par idiots sans testes,
Seront receus par diuines oraisons.

Chi considera le canzoni degli schiavi è un idiota senza testa…bravo MN, né ipocrita né politicamente corretto (due termini che indicano la stessa cosa)…

Luigi Seneca

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Dove collocheresti questa quartina e che senso gli daresti?

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non so rispondere circa la collocazione: "se sapessi tutto insegnerei teologia alla Sorbona" (Eco, il Nome della Rosa).
Il senso è quello di un uomo che vede fare l'apologia del lamento privato. Il dolore degli schiavi non deve renderci schiavi del dolore. Forse il Nostro pensa che il dolore non deve essere oggetto di mercimonio. Forse pensa che l'unica risposta al dolore è il silenzio.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La firma è rimasta nella penna

Luigi Seneca

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«Gli amori e i dolori più grandi sono muti» Giacomo Leopardi
Spring

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La quartina illustra le rivolte in Europa dell'Est contro i regimi comunisti subito dopo la guerra. Gli idioti senza cervello sono i burocrati comunisti che alla fine cadranno sotto i colpi della ribellione popolare in cui la fede giocherà un ruolo importante. È una di quelle poche dove il veggente si espone in giudizi sferzanti.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Perdona, non sono d'accordo.
Manca la considerazione di orazioni divine, che vale per gli spirituals-
Non vi erano né canzoni, né canti né richieste, solo vita da "catacombe" per i cristiani (soprattutto in Polonia). per il resto vi era una schiavitù ove era garantito il pane e il lavoro per tutti, cosa non altrettanto garantita qui e adesso ai moderni schiavi dell'EuroNato.
I governanti comunisti (e te lo dice uno che considera il comunismo una iattura) non erano affatto idioti e avevano una testa pensante. Erano semplicemente al servizio del tallone sovietico e la maggior parte della popolazione accettava più o meno di buon grado di barattare la libertà (un lusso per le élite?) in cambio del pane.
Ho visitato i Paesi dell'Est ai tempi della cortina di ferro: ha ragione Dalla: Berlino era triste e molto grande…

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@Remox
Gli idioti senza cervello sono i burocrati comunisti che alla fine cadranno sotto i colpi della ribellione popolare…

Sono fermamente convinto che a breve potrà applicarsi ai burocrati della UE.
Deve averla capita anche il Bergoglio che proprio ieri (13 marzo) ha comunicato l'intenzione di indire un Giubileo straordinario deidcato alla Misericordia divina.
Troppo tardi signor Papa, all'umanità tutta ora serve la Ferocia divina o meno che sia.
Inoltre pretendere dopo aver fatto la frittata che qualcuno possa ricreare le uova é da stupidi.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A Praga Budapest Berlino vi furono molte manifestazioni già sul finire degli anni '40 finite con la repressione. Altre ve ne furono negli anni '50. Non erano canti di gioia, ma slogan di protesta. Non richieste innoque, ma rivendicazioni di libertà. Finirono nelle prigioni comuniste (secondo verso).
Gli ultimi due versi spaziano verso gli anni '80 dove la religione in Polonia giocò un ruolo fondamentale. Ed è in Polonia che è cominciato il crollo del regime.
Durante le repressioni le rivendicazioni popolari venivano punite con la scusa che erano fomentate dall'estero e dalla Chiesa. Infatti come dici tu molti furono costretti alle catacombe.
La parola "esclave" inoltre oltre alla schiavitù richiama le regione slave vittime del comunismo.
Senza dimenticare le ovvie esigenze poetiche ecco che una quartina dal contenuto apparentemente generico inserita nel suo capitolo di riferimento dall'ordinamento cronologico assume il suo significato completandosi e integrandosi con le altre nello stesso capitolo.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non voglio insistere su un tema che non attiene al post, ma per me il messaggio del Nostro è chiarissimo.
il Nostro dice che IN AVVENIRE, cioè dopo un certo tempo, i lamenti i canti e le richieste degli schiavi saranno scambiati per orazioni divine da idioti senza testa, quindi gli idioti sono coloro che esaltano e divinizzano i lamenti e i canti, mentre i regimi comunisti agivano in senso esattamente opposto, ridicolizzando e reprimendo i fedeli (Polonia) e prendendo molto sul serio le rivolte come in Ungheria Cecoslovacchia (le consideravano infatti movimenti di protesta molto molto umani, pur se spesso eterodiretti): altro che divine orazioni…Detto tutto questo con tutto il rispetto per Ramotti (che non è depositario della verità e può come tutti noi sbagliare).

Luigi Seneca

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Remox, Vorrei invece attirare la tua attenzione sulle interpretazioni di Mirella Corvaia.
Ad esempio, pei interpreta la II,82
La preda farà il lupo prigioniero per la fame,
Assalita fuori con estrema destrezza.
Il nato avrà al davanti l'ultimo,
Il grande non scappa nel mezzo del torchio

Lei così interpreta:
Il foglio di carta (la preda) sarà assalito con grande destrezza dal lupo affamato e prigioniero (come accadeva nelle prime macchine tipografiche) che allungherà le fauci fuori dalla prigione, per poi ritirarle istantaneamente con il foglio tra di esse. Il nuovo foglio o giornale appena nato, stampato, avrà davanti a sé quello nato prima di lui come accade infatti nella rotativa. Ma il grande rotolo di carta, come pure la matrice incisa sul cilindro e che imprime i caratteri sulla carta, non può scappare dal mezzo del torchio.

Un'altra domanda: che ne pensi della lapide di Domus Morozzo (Nostre Damus a loge ici…): come abitante di Torino mi ha sempre intrigato…

Luigi Seneca

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Allora in ordine: l'ordinamento del Ramotti è unico nella storia della decifrazione dell'opera di Nostradamus e perfetto nel suo funzionamento. L'interpretazione invece può sempre essere migliorata, ma sempre in attinenza al collocamento. Siccome il ramo parla dell'inizio della guerra fredda l'interpretazione deve essere attinente su questo non si scappa altrimenti si torna al tempo dello studio casuale senza filo logico basato solo sull'improvvisazione. Il senso della quartina può essere raffinato, ma non stravolto.
Ho sempre ammirato la Corvaja poiché ha impostato il suo lavoro nel dimostrare che Nostradamus ha raccontato una storia continuativa in versi; l'approccio non è dunque cosi diverso da quanto fatto da Ramotti con la differenza che lei non disponeva di una guida su come disporre in successione le quartine dovendo quindi affidarsi all'intuito che non sempre ci soccorre. La quartina di cui parli è legata alla crisi ucraina, ne abbiamo parlato molto e la trovi nell'onda del tempo. Ha dunque un significato assai poco "esoterico" com quasi tutte le quartine.
Sulla domus morozzo dobbiamo ringraziare il Boscolo. Nostradamus ne parla anche nelle quartine del ramo Xix del 900 dedicato ai traduttori. Anche in questo caso Ramotti ha offerto una decifrazione crittografica snella e intuitiva che tira fuori gli interpreti italiani del 900 (Boscolo Patrian Ramotti) che ricevono e trasmettono l'eredità del veggente provenzale. Non sarà la Francia infatti a portare a termine questo compito, ma l'Italia. Alla Francia tuttavia è riservato l'onore di un ben più alto personaggio…
Cmq della domus morozzo ne parlato in un precedente articolo, "la sindrome del prescelto".

indopama
indopama
9 anni fa

sto sentendo in giro quest canzone un po' troppo spesso… 🙂
http://www.metrolyrics.com/hey-brother-lyrics-avicii.html

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Piccolo incipit.
«Pensò: “Conosco il segreto di Dio.
So le parole. Mi è noto il disegno.
Posso tutto ciò che Lui vuole.
(…) posso procedere.
Io sono”.» (M. Valtorta)

Dopo aver dato una occhiata qui: http://www.dataasylum.com/mindcontrol-chemtrails-summary.html ed al resto del sito, mi è ritornata in mente una canzone, questa

«….
If you could see my mind
if you really look deep then maybe you'll find
That somewhere there will be a place
hidden behind my comedian face

You will find somewhere there's a house
and inside that house there's a room
Locked in the room in the corner you see
A voice is waiting for me, to set it free
I got the key
I got the key

Voices, I hear voices

In my head the voice is waiting
waiting for me to set it free
I locked it inside my imagination
but I'm the one who's got the combination

Some people didn't like what the voice did say
So I took the voice and I locked it away
I got the key, I got the key

Voices, I hear voices, voices, I hear voices
… »
https://www.youtube.com/watch?v=FNrbrhQknLQ

«Il portatore della luce, con i raggi di questa luce divina che portava, avrebbe parlato agli uomini, ed essi, essendo privi di colpe, avrebbero compreso questi balenii di armoniche …» (Maria Valtorta)

Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

La mia resta una provocazione per épater le bourgeois-
Quello che voglio ricordare ai distratti che il Nostro era e resta un uomo del suo tempo, un grande che non può essere normalizzato dalle mode e dal presente conformismo occidentale-
Nostradamus vede il futuro ma questo vivaddio non lo costringere a sposare le effimere mode del nostro tempo.
Tempo corrotto o tempo di incorruttibile progresso e di immarcescibile civiltà? Lo sapremo fra 500 anni…

Luigi Seneca

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Per me basta andare sul fb di Giulietto Chiesa e leggere il post Occhio al Venezuela!Cose da esserci in due e andarsene in tre, o meglio, ormai, cose che non ce ne sono neanche 13 in una dozzina.Sara' l'ennesima provocazione del solito Putin!!!Se la gente si beve pure questa,vuol proprio dire che e' vicino il tempo di lasciare a Cesare quel che e' di Cesare,compresi quelli che non hanno altro Re che Cesare, e dare a Dio quel che e' di Dio.

Luz
Luz
9 anni fa

Ancora una volta il Papa ha detto di avere la sensazione che il suo pontificato sarà breve… Evidentemente le profezie, Fatima e dintorni, devono essergli note.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Luz

Vero, ma ancora più importante è l'annuncio del Giubileo straordinario dedicato alla Misercordia.
Se e ripeto SE le ipotesi fin qui fatte sono giuste o verosimili allora il 2016 sarà l'ultima grande occasione per prepararsi spiritualmente ai grandi eventi degli anni successivi (il prossimo Giubileo è infatti previsto per il 2025).
Sarebbe quindi all'opera la Provvidenza che all'alba della Prova darebbe la possibilità a tutti di scegliere per il meglio. E' anche possibile che i prossimi mesi e il prossimo anno faranno capire a molti che forse è il caso di accogliere l'Indulgenza offerta in via straordinaria dalla Chiesa.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Luz

Giubileo vuol dire anche piazza S. Pietro piena di gente, Portone spalancato … ho un brutto presentimento.

Il "potere" della Consacrazione è ancora più noto all'interno della Chiesa. Anche quella fatta singolarmente. È un mio punto di vista.
Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

remox,

è possibile individuare nulla riguardo al giubileo nelle quartine del duca?
quello in avvenire e quelli passati?

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

No giusto un accenno a quello del 2000. D'altronde credo che l'attenzione del veggente sia più sui fatti concreti in cui si svilupperà la crisi.
Questo mese di Marzo sta rapidamente assumendo toni inquietanti…

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sicuro?

se questo giubileo assolve il compito di estrema unzione, deve essere almeno riportato come segno del tempo.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Sicuri non si può mai essere, diciamo che non mi sembra…

indopama
indopama
9 anni fa

un amico russo che sta a Kiev mi ha detto che si parla di un golpe in Russia

qui un video, dal minuto 3 in poi (in russo):

http://ok.ru/video/63492047683770-1

poi mi ha detto che e' stata tolta la bandiera russa dal Cremlino.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Situazione tesa, mi sembra che alla domanda fatta all'inizio dell'articolo su Nemtsov se la sua morte era foriera di gravi sviluppi si possa rispondere si. Sembra simile al tentato golpe comunista fermato da Yeltsin a inizio anni '90. Forse è solo suggestione..ma una "congiura al re" potrebbe esserci anche se non mi sarei mai aspettato che potesse essere Putin. Si vedrà…

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  indopama

articolo con la foto del Cremlino senza bandiera, 13 marzo

http://elise.com.ua/?p=93545

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  indopama

@indopama

in rete si dice che quella bandiera sul quell'edificio in realtà non c'é mai stata neppure in passato.
Tutta la storia ha l'aria di una bufalazza, del resto sui siti web russi (sono tutti linkati su Fort Russ ) non si fa cenno ai 'problemi' di Putin.

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  indopama

mi sa che hai ragione, su google tutte le immagini sono senza bandiera.

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  indopama

@indopama

l'ultima notizia in merito all'enigma Putin é questa:
Fonte: Sembra sia stato ucciso/morto il gen. Zolotov.
"…è capo del servizio di sicurezza personale del presidente della Russia…"

N.B. non conosco il russo, ho semplicemente riportato il link indicato in altro forum pieno di 'segugi' formidabili.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Occorre una premessa.
Il 7 Marzo 2015 – Attorno alle 17:00 qualcuno ha tentato di far esplodere la macchina di Alexei Mozgovoi al checkpoint di Mikhailovka. Fortunatamente ha riportato solo ferite lievi.
http://sakeritalia.it/novorussia/appello-di-alexei-mozgovoi-sul-tentativo-di-assassinio-ai-suoi-danni/:
“Mozgovoi dice apertamente che sa chi c’è dietro tutto questo (e non sono gli ucraini) – ovviamente si tratta delle stesse forze che sono intervenute nel caso dell’uccisione di “Batman” altrimenti detto Bednov…. azioni di questo genere servono allo scopo di dividere la milizia, provocare combattimenti nel cuore della LPR, tra la Milizia del Popolo “obbediente” (che riceve rifornimenti dalla Federazione Russa e fa tutto ciò che vuole il Kremlino) e i comandanti “non obbedienti” come Alexei, che riescono a resistere nonostante la mancanza di rifornimenti dalla Federazione Russa e sono liberi di non seguire ogni stupido ordine ricevuto dal Kremlino (come assaltare l’aeroporto solo perché gli ucraini hanno promesso di restituirlo in cambio di territori attorno a Mariupol, aeroporto che hanno tenuto, quindi era giusto attaccarlo, ma solo quello, non Peski e Avdeyevka, le posizioni chiave dalla quale bombardano l’aeroporto, cosa che succede ancora oggi). Quindi il piano è probabilmente quello di dividere la milizia, dichiarare tutte le truppe delle milizie “indipendenti” – “traditori” e liquidarle, mantenendo sul campo solo forze obbedienti senza particolare ideologia, che si unirebbero all’Ucraina senza problemi e diverrebbero qualcosa come battaglioni di difesa territoriali, solo perché il Kremlino pensa che sia più conveniente forzare il Donbass a unirsi nuovamente all’Ucraina in cambio di una cancellazione di alcune sanzioni e dispensarsi dal dover dare supporto. Ieri un altro comandante – Bondar, ha sofferto un attentato simile alla sua vita (sono state usate mine MON [mine simili alle claymore NdT]), fortunatamente anche lui è sopravvissuto”.
Di sicuro qualcuno cerca di eliminare i comandanti scomodi (e i più efficienti) dei ribelli. La cosa non è nuova. Ad Agosto scorso toccò a Igor Strelkov lasciare il Donbass e rientrare in Russia e da altra fonte:
” Secondo il quotidiano The Guardian, la vera minaccia per Putin non sono i liberali ma i nazionalisti, rafforzati dopo la guerra all’est dell’Ucraina. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

(seguito)Igor Strelkov è uno di questi oppositori dell’ultima ora. Era stato comandante delle forze russe in Cecenia e recentemente ha coordinato il movimento ribelle pro-russo in Ucraina. Ma ad agosto si è dimesso e sembra che voglia avviare un’iniziativa propria contro il Cremlino. “Igor Strelkov sa che ci sarà una crisi di governo e in quella inevitabile guerra civile vuole guidare le forze patriottiche e diventare dittatore di quello che rimarrà della Russia”, ha detto al Guardian Alexander Borodai, leader russo dei ribelli Donbass”. Se fosse vera quindi la morte di Viktor Zolotov non sarebbe altro che un avvertimento e/o un atto della resa dei conti tra i liberali e i nazionalisti, soprattutto un avvertimento a Putin che è cauto ed anche troppo sulla questione del Bonbass. La figura di Zolotov è di poco spessore ma il personaggio occupa un posto importante. Il 12 maggio 2014 Vladimir Putin lo ha nominato Capo del servizio di sicurezza del presidente stesso, Primo Vice Ministro dell'Interno e Comandante in Capo delle Forze Ministero dell'Interno, una grande forza paramilitare di circa 170.000 soldati. Il fatto è che Zolotov non ha fatto carriera propriamente nelle forze armate: nel 1990 è stato assunto come guardia del corpo a San Pietroburgo dal sindaco Anatoly Sobchak e Vladimir Putin all’epoca era vice sindaco. Sostanzialmente fa o faceva il guardia spalle e ogni volta che Putin è apparso in pubblico, Zolotov era dietro di lui. Putin sarà costretto a seguire sempre di più l’ala nazionalista e a mollare i liberali. Le linee strategiche di politica militare saranno dettate sempre di più dal ministro della Difesa russo Serghei Shoigu; secondo il ministro, in risposta alla questione ucraina, la Russia deve espandere la sua presenza militare all'estero, costruendo delle basi in vari Paesi sparsi in tre continenti. Sergey Kuzhugetovich Shoygul, laureato presso il Politecnico di Krasnoyarsk con una laurea in Ingegneria Civile, generale dell’esercito, è Ministro della Difesa dal 2012. Si attribuisce a lui l’attuale efficienza delle forze armate russe. Ha buoni rapporti anche col potere finanziario: il 6 marzo 2015 al Cremlino ha avuto una riunione di lavoro con il ministro delle Finanze Anton Siluanov.
P.Riesz_

luigiza
luigiza
9 anni fa

@Seneca
…. quindi gli idioti sono coloro che esaltano e divinizzano i lamenti e i canti..

Concordo; gli idioti cioé i deboli di intelletto danno sempre la colpa ad altri per le avversità che incombono su di loro e mai alla causa vera che neppure conoscono ed invocano altre potenze per tirarli fuori dai guai.
Non che l'invocazione o la preghiera non abbiano effetto, ce l'hanno, ma non mi risulta perchè é falso che un vuoto muover di labbra possa ottenere alcun risultato.
Quel tale affermava, correttamente, che le porte del Cielo si sarebbero aperte solo a coloro che avrebbero fatto loro violenza.
Gli idioti non hanno la più pallida idea di cosa stesse parlando. Loro si consolano con le frasi clichè ed il vuoto muover di labbra.
Condoglianze agli idioti e sia ben chiaro, neppure minimamente sentite.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Perdona la digressione personale, sono contento di ritrovarti qui, Luigiza, pur apprezzando i tuoi non rari voli sui cieli che i corvi affollano.
Anche Indopama è qui: un altro fratello che talvolta si posa sui rami e i ramotti di questo Blog. Pax et lux.

Seneca

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Certamente la demagogia e il falso ugualitarismo e l'antropocentrismo sono strumentali e ipocriti e quella parte di popolo che ci cade si mette nelle mani dei lupi.Vero anche che queste cose possono essere presenti in parte anche all'interno della Chiesa Cattolica,che e' fatta di uomini che vivono il loro tempo.Vero che puo' esistere una falsa o vuota pieta' fatta di superstizione.Ma e' vero anche che ,proprio come dice Gesu' in Matteo11,7-19,il piano della Grazia portata da Cristo agisce a un livello superiore di quello dell'impegno ascetico precedente la venuta di Cristo.per cui, credo,che un evento come il Gubileo, certamente ispirto dallo Spirito che guida la Chiesa, vada,anzi va per la sua strada comunque.e fruttifica.Se ci sono fedeli che muvono solo le labbra,vero anche che alle nozze di Cana c'erano convitati che muovevano le mandibole, ma questo non ha impedito che un ristretto numero di servi , quelli che riempirono le anfore di acqua, obbedendo a Gesu',contribuissero a trasformare l'acqua della pentenza in vino della gioia e della vita anche per loro.Non lo dico certo col retropensiero di essere uno dei servi, anzi, ma a prescindere dai casi personali.questo e' il punto.Mai sottovalutare la forza della Chiesa e le Azioni di Grazia che promuove:e sta profetizzato che da Cristo la liberta' giungera' ai popoli dell'est europeo, e non solo,che hanno conosciuto le dittature.quindi, senza offesa per nessuno,e senza piaggeria verso Remox, ma per amore di quella che credo la verita', credo che le due cose dette da Remox,nei commenti, siano, anzi sono, oggettive, cioe' un parlare non a nome proprio, a prescindere che si possa essere piu' o meno ottimisti.pero' e' ovvio che per capire questo bisogna essere stati un po' afferrati dal Mistero della Chiesa, senno' questo sembrera' sempre una presunzione infondata.Quindi?Quindi, per me,dall'universale si ritorna alla responsabilita' individuale:e iinfatti la salvezza e il Gudizio sono anche individuali.Non e' che le parole di chissa' quale rituale segreto e antico devono essere efficaci, perche' riservate, e le parole delle preghiere cattoliche essere inefficaci perche' diffuse alle motitudini,o che il canto e il lamento di un nero debba essere raglio d'asino solo perche fatti da un nero.Se comprendere in parte il Mistero della Chiesa o meno, non e' una discriminante , perche' dipende dai piani di Dio su ciascuno,e' invece dovere di uomini, con la U maiuscola, non cadere nelle seduzioni dell'appetitus excellentiae,che solitamente colpisce in quella pericolosa eta',in cui , come diceva Lelio Luttazzi, non si e' piu' ragazzi e non si e' ancora uominii. Eta' che forse si sposta in avanti col passare dei decenni:in sintonia con la decadenza dei tempi.Avendola conosciuta per conto mio, so di cosa parlo,e sono vaccinato.Ora ne ho 61.

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Sia nell'Antico Testamento ,in Isaia 58,6-9che nel N:T,per bocca di Cristo,Dio dice chiaramente che preferisce la misericordia al sacrificio,e specifica cosa intenda per misericordia.in Isaia,58,6-9,questo chiede, credo, Dio, ora, attraverso la Chiesa cattolica, a ciascuno uomo, specialmente al potente secondo il mondo.Quelli che non risponderanno, sceglieranno di fatto il sacrificio per se',e sacrificio pesante.I castighi saranno selettivi, sappiamo, anche se come sempre un numro di martiri accompagnera' la fine dei peccatori.

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Matteo 11, 7-19 in parole povere, o piu' povere ancora:Gesu' dice, e io l'ho sperimentato nella mia vita, che non serve che ti metti a fare digiuni sacrifici nel tempo n cui Dio ti vuole dare gioia e abbondanza, e viceversa, nel tempo in cui ti da' una concatenazione di eventi non favorevoli, non serve fare lamenti, canti o arrabbiarsi,vendicarsi o prevaricare e pensare di cambiare la sorte finche' non cogli il messaggio individuale che Dio ti sta mandando, che e' quello di cui in Isaia,58,6-9,,come lo mando' a Giona.Da Cristo e' la Grazia che ci guida, e il cristianodve stare al gioco di Dio, al passo di Dio,e il pu' piccolo nella grazia di Cristo e' piu' grande del Battista,cioe' del maggior esponente dlla santita' prima di Cristo.Incidentalmente, le sorti individuali sono anche contenute dentro sorti non individuali, famigliari, o di nazionalita', e altro.Ma la sostanza e' la responsabilita' individuale,in vista dell'eternita'.Ecco perche'il Papa dice ai bambini(?!)che finche' si tratta di "Fai questo, non fare questo, fai questo, non fare questo,etc."non e' ancora cristianesimo:non lo e' perche' il cristianesimo e' camminare con la Grazia di Cristo, secondo i tempi e le vie in cui Cristo conduce.Niente male per dirlo ai bambini, e mi scuso se l'ho spiegato con parole mie,senza riportare qualche spiegazione firmata.Ma me lo posso permettere 🙂 .poi ci sono quelli che credono che i cristiani, sia pure indegni, siano solo dei pappagalli vuoti…ma in realta' siamo figli del nostro tempo, non siamo partiti dal catechismo a scendere, ma dall'esperienza, a risalire gradualmente…Dopo i 10 anni, ce ne sono voluti molti di vita ed esperienza prima di riprendere in mano un catechismo, per me e per molti, e magari pentirsi di non averlo consultato ogni tanto,e di domande ce ne siamo sempre fatti e tuttora ce ne facciamo. Compagnucci della parrocchietta, non ne ho conosciuti.P. es. alcuni giorni fa mi chiedevo perche'in Paradiso girano vestiti, stando a mistici e veggenti, se, Adamo d Eva non avevano vergogna di essere nudi prima del peccato originale,Mi e' venuta, come moltissime volte rapidamente la risposta:i vestiti che ci sono in Paradiso non sono gli stessi che portiamo noi.Semplice:ma mettiamo che questa domanda me la fossi fatta da ragazzino e mi fossi detto che i preti raccontano favole…da quel momento ogni informazione sarebbe stato colta o meno e catalogata dal mio cervello in una direzione sola…Avrei potuto con questo crescere pensando legittimamente che io fossi furbo e i credenti dei fessi???

indopama
indopama
9 anni fa

@Remox,
Medvedev, Born September 14, 1965 (age 49 years), Saint Petersburg, Russia
Dmitry Medvedev, Born

anche lui viene da SAN PIETROBURGO ed e' lui che in caso di problemi a Putin ne sarebbe il probabile successore.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Sono molti nel gruppo di Putin a venire da li…oggi cominciamo a entrare nella configurazione astrologica di Marzo predetta. Se l'interpretazione è corretta sarà un periodo molto turbolento nonché molto interessante.

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Remox,
sono smemorato, potresti per favore mettermi un link ai fatti di marzo?
grazie 🙂

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  indopama

"I grandi pericoli della primavera 2015" articolo del 19 marzo 2014.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Chissà quali "sorprese" ci porterà l'eclissi "Del gran costo nessun allarme, nessun l’avrà previsto". Fra poco vedremo. Ulrich

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Sempre che sia questa e sempre che si intenda una eclissi. La logica dice questo, ma non si sa mai…
Cmq al di là del caso Putin (davvero incredibile per come la storia è gestita) c'è la questione dell'aggravamento della guerra. Forse le due cose sono collegate.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Si, magari non è successo niente ma fa strano che un capo di Stato come Putin sparisca per 9 giorni senza un'adeguata "copertura" propagandistica qualunque. Bisogna sempre vedere come andrà questa voragine ucraina che si allarga sempre più. Non penso che finirà bene. Probabilmente le cose sono collegate come dici tu. Comunque non resta che attendere, oramai i tempi sono sempre più accelerati, ogni settimana che passa solo brutte notizie. E' curioso come tutti vogliano far vedere i muscoli e nel contempo far passare tutta questa situazione come "se non stesse succedendo nulla" in occidente. Ulrich

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Vale forse la pena ricordare due frammenti dalle profezie di Rasputin:

“…Quando i tempi saranno maturi per la purificazione, molti saranno gli spiriti che ritorneranno sulla terra e assumeranno le forme che già avevano nel passato… Molti saloni di Tsarskoe Selo saranno abitati dai risorti, che solo gli uomini in grazia potranno sentire e vedere. Sarà qui che si registreranno prodigi. Il grande vescovo verrà a Pietroburgo e le campane di tutte le chiese lo saluteranno e annunceranno la pace… A Pietroburgo s’incontreranno i tre zar. E un solo granaio sfamerà l’Europa. Nei tempi declinati vedrete prodigi e dolori. Ma vedrete anche molte ombre in figura umana.”

(Solo la fuga dell’asse terrestre può cambiare
le coordinate stagionali e Rasputin la predisse):

49.

“…Passeranno i tempi del vento, del fuoco e dell’acqua; e poi ritornerà l’arcangelo. Ma tutto sarà cambiato. In Siberia crescerà la vite e molti palazzi di Pietroburgo saranno abbelliti con piante di limoni.
La voce della Santa Madre arriverà sulla Luna e oltre. Ma non arriverà nell’intimo del cuore di ogni russo… Lo zar verrà allontanato dal vento. E ritornerà con il vento. E lo stesso vento porterà uno zar che non sarà più zar, ma che avrà più potere dello zar. Il nuovo zar passerà col cavallo bianco attraverso gli agrumeti e molti vecchi lo fermeranno per ricordargli che dove cresceva solamente la neve, ora germoglia l’ulivo… E nelle terre dell’ulivo crescerà la neve. Perché tutto in quel tempo sarà sconvolto. E le montagne le troverete dove c’erano i mari; e i mari li troverete dove c’erano le montagne.”

Quale papa sarà a San Pietroburgo?

Seneca

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Francesco o il successore probabilmente…

indopama
indopama
9 anni fa

Monaco Basilio, anche lui di San Pietroburgo:

IL FULMINE PARTIRA' DALLA BEATITUDINE
E DALLA DANNAZIONE.

"Inizierà con le foglie secche e finirà con i fiori (marzo, adesso).
Partirà col sangue e finirà nel sangue (Putin ucciso).
Il suo albero sarà scorticato e poi abbattuto (gli oligarchi che lo sostengono).
Sarà nel giorno del Signore (domenica)
che la scure si calerà implacabile.
Una nuvola carica di veleno e di sangue (media)
solcherà i cieli della Madre Terra
e si poserà su San Pietroburgo (su Putin).
L'uomo andrà dal mare alla montagna,
mentre la nube partirà dalla beatitudine
e dalla dannazione. In quel tempo,
l'uomo sarà chiamato tiranno (Putin sui media),
ma quando la nube sarà passata,
lo chiameranno martire.
La sua immagine sarà posta sugli altari.
Due fiumi in piena sconvolgeranno la Madre
Russia. Il primo avrà il colore della neve
e il secondo il colore del sangue (guerra).
I tuoi fratelli, mia sventurata creatura,
chiuderanno gli occhi per non vedere e tu finirai
nella casa che porterà il tuo nome,
ma non sarà tua.
Qui saranno abbattuti dodici alberi (le 12 nazioni fondatrici dell'europa, inizia la guerra),
ma non saranno sradicati.
E quando tutto sembrerà morto,
spunterà una gemma che darà un nuovo albero (grande monarca),
ma prima che la gemma diventi legno,
giungerà da Roma un messaggero (avra' la benedizione del Papa).
Le campane suoneranno a festa (periodo di pace),
ma non sarà ancora il tempo della festa.
In questo tempo il segno della croce
sarà uguale per tutti (cristianesimo come religione mondiale).
Sarà questo il tempo in cui le ossa dell'ultimo
Cesare verranno dissotterrate dalla palude
per essere deposte sull'altare (sempre Putin?).
Vicino sarà il tempo in cui la Russia
avrà un nuovo Padre."

ci puo' stare?

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

@indopama; la profezia di Basilio si accorda perfettamente con quanto ho postato sopra; dopo le voci su Zolotov, anche Putin? P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

@indopama …E quando tutto sembrerà morto, spunterà una gemma che darà un nuovo albero (grande monarca), che chiamerà a se l'AQUILA STELLATA (USA!) che porterà con se un'arma micidiale che distruggerà le città di Maometto, così che il grande monarca siederà sulla Pietra cubica della Mecca…
La grande PACE sarà fatta nel 2032…
Marcus

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Grazie Indopama
Per i superbi, ancora da Rasputin:

Povera gloria del mondo, che passi come un’ombra furtiva; il tuo tempo è sempre segnato prima ancora che il tuo profumo si espanda. Povera gloria del mondo vestita d’oro e d’argento, ma fatta di cenere.

Seneca

luigiza
luigiza
9 anni fa

Aggiornamento da Mosca: pare sia stat confermata la morte del guardiano capo del presidente russo Vladimir Putin generale Viktor Zolotov. articolo in russo
Traduzione Google qui

L'omicidio dello Zolotov ben spiegherebbe la scomparsa in pubblico delle almeno tre maggiori cariche politiche russe: Putin, Medvedev ed il ministro degli Esteri.
Ragioni di mera più che comprensibile sicurezza, nessun colpo di Stato.
E certo non ti vengono a dire dove sono nascosti.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  luigiza

Le voci si rincorrono; non si è certi di nulla.
http://cdt.ch/mondo/politica/126992/in-russia-segnali-di-colpo-di-stato.html
È l'opinione dell'ex ambasciatore di Israele a Mosca – Putin non compare in pubblico dal 5 marzo. Forse è iniziata la lotta tra nazionalisti e liberali, come ho postato sopra. Ci sono riscontri di questa lotta nelle quartine? Che ne dice il Sig. Remox?
“le ossa dell'ultimo Cesare verranno dissotterrate dalla palude per essere deposte sull'altare” credo si tratti dello zar Nicola nella Russia restaurata (dalla fazione nazionalista?) dalla rivoluzione bolscevica e liberale.
P.Riesz_

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  luigiza

Dico questo sinteticamente: nel ramo terzo del 2000 quello della cronaca del nostro tempo di cui manca circa un terzo alla fine, dopo la quartina dei 17martiri degli attentati di Parigi, c'è quella della congiura e della lotta intestina contro il Re. Ho sempre pensato fosse una riproposizione della cacciata di Yanuckovich perché i rami si dividono in paragrafi e alcuni temi vengono riproposti e ripetuti, ma ora non ne sono più così sicuro…
Poi ci sono quelle che parlano di guerra e altre "crudeli brighe" con leader colpiti e impiccati. Quindi una fine di ramo piuttosto turbolenta. Non resta che aspettare e poi tirare le somme.
Se tutto va come sembra potrebbe esserci anche uno "scoop".

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  luigiza

e io mi imbatto sempre in sta canzone che dice:
sky comes falling down

luigiza
luigiza
9 anni fa
Rispondi a  luigiza

@Remox
…Poi ci sono quelle che parlano di guerra e altre "crudeli brighe" con leader colpiti e impiccati.

Remox ragionaniamo per sillogismo:

1.i leader delle nazioni europee sono nemici della Russia;
2. le nazioni europee sono piene di nuovi Goti sempre più numerosi e con sempre minor entrate da lavoro che non cìé più:
3. ergo mi aspetto che Putin ed i suoi abbiano studiato la Storia del declino e caduta dell'Impero romano sotto il comando dell'imperatore Valente quando fu impegnato su due fronti: quello Sasanide e quello interno goto. Se l'hanno studiata e ne fanno tesoro di leader impiccati e squartati in Europa ne vedremo a bizzeffe.

Lo capisci Putin cosa devi fare prima che per la Russia sia troppo tardi? (sempre che tu sia in ascolto ovviamente).

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  luigiza

Fin'ora io ho notato una cosa: prima che cominciassero le voci sulla scomparsa di Putin, dalla Russia venivano notizie molto interessanti sulle indagini per l'omicidio Nemtsov che chiamavano in causa una lotta di potere interna all'apparato russo fra nazionalisti e ceceni.
Da quando si è cominciato a parlare di Putin non si è saputo più nulla…

indopama
indopama
9 anni fa

intanto il Convento di Novodevičij di Mosca e' in fiamme.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Putin (oggi)

"Se non ci fossero i pettegolezzi sarebbe una gran noia"

Mi viene in mente la battuta di Steve Mc Queen nel film "I magnifici sette"

"Sai quella del tizio che stava cadendo dall'ottavo piano e a d ogni piano che scendeva diceva tra sé -finora tutto bene, finora tutto bene…-"

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Seneca ha firmato

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Putin redivivo, ma intanto l' esercito ucraino è sempre più sul piede di guerra (avrà le spalle coperte?) Ulrich
http://sputniknews.com/europe/20150316/1019556039.html

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quello russo è già in movimento; nuova Poltava in Vista? P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Bisogna vedere a chi tocca far lo Svedese questa volta (anche se mi pare ovvio). Ho però sempre un dubbio di fondo sul fatto che si venga ad uno scontro "in grande stile" Russia-NATO, comunque vedremo penso a breve. Ulrich

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Per lo scontro in grande stile è ancora presto. Prima dobbiamo vedere il collasso economico europeo o il tempo della penuria come lo chiama suor Beghe, poi le proteste di massa e le guerre civili, infine la mossa russa.
Per ora abbiamo Ucraina, terrorismo, Medioriente. Credo possa bastare… Anche se la crisi in Europa credo sia veramente a un passo.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Quindi vedi l'inizio della penuria e delle conseguenti rivolte molto vicino? Non confidi nella possibilità della UE di procrastinare a tempo indeterminato le situazioni disastrose delle economie dei vari paesi? XD Io d'italiani a spasso che non fanno nulla ma hanno ancora la pensioncina della mamma o del nonno da sperperare ne vedo ancora parecchi e non mi sembrano molto "rivoltosi". Bisogna vedere quando arriverà il punto di rottura, cioè quando pensioni e stipendi statali salteranno da un giorno all'altro, ma il malato lo vedo duro a morire. Ulrich

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Adesso tralasciando per un momento il punto di vista che si può assumere leggendo o interpretando le profezie dei veggenti appare chiaro da normali analisi che la situazione economica internazionale è veramente instabile. Non c'è un'area del mondo che possa dirsi al sicuro. Fra i vari fattori di rischio direi che il calo del petrolio, il rafforzamento del dollaro, il QE in Europa e la Grecia abbiano il potenziale per fare un macello. Poi si vedrà, ma non credo che si possa durare a lungo considerando anche i costi dovuti alla difesa nel nuovo clima da guerra fredda, con sanzioni, boicottaggi e una quasi dichiarata guerra valutaria.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Egregio Remox , mi aspetto un bel articolo per l'eclissi di venerdì prossimo….
saluti Luc

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Speriamo non piova…

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Se piove con l’eclisse non si vede neppure l’acqua che cade.
An Red
[An/Anu in lingua accadica vuol dire "colui che appartiene ai cieli"].

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

La MUMMIA Putin è tornata in vita, pallida e con seri problemi. Aveva paura che i vertici militari e i vari complottisti russi suoi amici lo sostituissero al comando. Povera Russia…
Marcus

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

La Obama mummia è ancora in vita, è scura come sempre ma con seri problemi di conservazione. E’ sicuro che i vertici politico-militari non lo faranno fuori come accadde a Kennedy, è così servizievole! Povera America….
Sucram

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Povero Sucram… essendo un ITALIANO pro russo semi morto…

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

@Sucram La Russia e l'America meritano qualcosa di meglio di Putin e di Obama, entrambi due mummie…
Marcus

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Marcus e Sucram come Carmilla e Millarca? Che curioso XD Ulrich

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

https://patriotnewstwo.wordpress.com/2015/03/07/obama-admits-his-wife-is-a-transexual-man-named-michael-crowd-freaks-out-on-live-camera/
THE CRYING GAME II: Obama Admits His Wife is a Transexual Man Named “Michael,” Admiral Mike Mullin Looks Confused …… Fellow teammates observed that Robinson could regularly be heard lamenting over how he is a “woman trapped inside a man’s body”, and on January 13th, 1983, he underwent sex reassignment surgery at Johns Hopkins University School of Medicine. To hide the shame of his new identity, Michael left Oregon State to attend Princeton University under his new legal name, “Michelle Robinson”. Years later, he met Barry Obama Jr. a Kenyan immigrant who later became aware of Michelle’s ‘true’ identity. They subsequently married and adopted two children…..
Se lo dicono gli americani… c’è da crederci!
Sucram.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Per chi non crede che Morin de Villefranche sia un cacciaballe

alcuni aspetti dell'Oroscopo di Putin (San Pietroburgo 9 ottobre 1952 h 9.30 am)

Direzione primaria Urano quadrato al MC per il 2 marzo scorso;

Transiti: in questi giorni tripla opposizione di Urano e Marte di rivoluzione a Sole, Saturno e Nettuno di nascita e quadrato di Urano in riv. ad Urano radix;

Oroscopo solare: Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove e Nodo L. Nord in casa VIII

Seneca

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Oh, Seneca di vetusta memoria! E’ più agevole però leggere i tuoi scritti latini che non la tua concione sull’arte di predire a mezzo degli astri la sorte degli uomini illustri in special modo del nostro nobilissimo signore V.P. . In parole volgari cosa voleva dire quel tuo sanculotto Morin di Villafranca o cacciaballe come la S.V. lo definisce? Sono curioso anche se sono un allevatore di cavalli; a proposito tra due settimane scadono i giorni della mia cavalla Morina dagli occhi dolci e spero che il parto vada bene; che dicono le stelle? Perché, vedi, Giacomino il recanatese ha stampato in chiaro che per la stalla o per la culla è fatale a chi nasce il dì natale. Canese

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Fratello canese, l'oroscopo di VP segnala difficoltà e prove, dolori e decisioni difficili.
Di più non so dirti, io non sono astrologo.
Mi occupo di comunicazione per una società con sede a Torino, città amata da Nostradamus.
Faccio anche il "negro" per il mio Presidente, cioè: lui mi sottopone le bozze delle sue interviste e dei suoi discorsi scritti in un orrendo burocratese e io le traduco nella lingua di Dante.
Non temo che Atropo spezzi anzitempo il filo, ma non verso tutto l'olio sugli asparagi e ne serbo un poco per gli studi notturni (come suggerisce Marziale), prova anche tu, non si sa mai…
Quanto alla tua cavalla, l'importante è che la cavalla in quei momenti non sia assistita da un asino…a proposito, tu sai volare?

Seneca

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Caro fratello… non conosci la canzoncina brasilera di Luiz Gonzaga? Che dice? Che dice? Dice che l’asino è nostro fratello…. Siamo tutti fratelli! E’ l’animale più docile al mondo, non recalcitra, esegue tutto ciò che gli ordina il padrone! Perché tu non fai lo stesso? Così docile al tuo padrone! Se ben ricordo facevamo insieme a Giovenale nella capitale imperiale una vita da cliens, ricevendo in cambio la sportula, cibo e denaro per lui e per noi un buon foraggio. Poi ci siamo persi di vista e tu sei approdato nella città taurina e come dici sai pure volare …. Io non ci riesco … fammi sapere come hai fatto! Saluti somareschi. Canese, l’asino che ancora non vola.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Molte new entries 🙂

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Remox, vorrei una tua opinione su Natale Lanza e il suo Blog (http://codicenostradamus.blogspot.it/)-
Devo dirti che sono perplesso soprattutto a proposito del suo approccio a Fatima, anche se giudico molto "originali" i suoi commenti. Un'altra cosa: secondo te è vero quanto dice lui e quanto dice anche Platania nel suo Blog corvide e cioè che è necessario un approccio meramente cabalistico per capire Nostradamus? Grazie

Seneca

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Mi piace il suo approccio perchè analitico ed "enigmistico". E' il modo giusto per leggere e studiare Nostradamus. Alcune sue intuizioni sono molto interessanti, ma ovviamente non condivido la sua teoria. E comunque lui come gli altri non dispone di un modello organico applicabile a tutta l'opera nostradamica.

Su Fatima e Malachia secondo me è completamente fuori strada, ma è un altro discorso.

Le tecniche cabalistiche sono molto utili, ma in generale è tutto l'impianto dell'opera ad essere ordinato su basi matematiche e logiche.

Ne approfitto per salutare i nuovi arrivati, benvenuti.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Ma non si stanno schierando in Boemia? Nooooo…..ci crediamo tutti. Ulrich
http://sputniknews.com/europe/20150317/1019599590.html

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

http://www.losai.eu/siria-gli-stati-uniti-aprono-ad-assad/

Salve a tutti non sarà questa la famosa alleanza mai vista prima, cioè un coordinamento tra Usa, Siria e Iran per combattere l'Isis…?

Avvoltoio

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

e non sara' questo l'accordo tradito?

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Con una mossa disperata gli Usa cercano di agganciare Assad per salvare il salvabile; ma Assad vuol vincere definitivamente….
http://palaestinafelix.blogspot.it/2015/03/lantiaerea-di-assad-abbatte-un-mq-1c.html#more
“….un drone americano modello MQ-1C é stato intercettato ed abbattuto dalla difesa aerea siriana presso Ibn Hani, nel Nord della Provincia di Latakia, poche ore fa. …. Dopo l'abbattimento di tre Phantom turchi inviati dal regime di Erdogan a spiare la Siria per conto dei suoi padroni americani è ovvio che Ankara abbia chiesto direttamente aiuto agli Usa, ma per fortuna le difese aeree siriane sono ancora pienamente efficienti e reattive”. Non credo che in tutto questo le navi russe alla fonda hanno chiuso gli occhi. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Remox, a volte ci domandiamo come farà l'Isis a conquistare Roma- Se leggi questo articolo dal sussidiario.net
http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2015/3/16/ISIS-IN-ITALIA-Gli-studenti-di-terza-media-Se-arriva-ci-convertiamo-subito-/591126/
forse i conti tornano. Personalmente ho fatto una mia indagine fra adulti e vaccinati: la maggior parte dei miei "intervistati" invoca la sharia contro l'impotenza e l'indulgenza delle istituzioni italiche…che ne pensi? E il Nostro dice qualcosa in proposito?

Seneca

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

🙂
Se pensi a come, da molti e molti anni, gli "adulti e vaccinati" hanno scelto i loro governanti non ci dovrebbe essere alcuna meraviglia sulle risposte dei ragazzi. È la nostra principale caratteristica quella di piegarsi dove soffia il vento. Servitù volontaria l'ha chiamata qualcuno.
Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

«Walking by faith in leadership
with accurate vision
and accurate thinking
is a whole new level of faith.»
😉
Spring

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Infatti la servitu' e' il frutto della idolatria.Dove uno posa il cuore e la mente, la' e' il suo tesoro.L'italiano medio non crede al potere, nel migliore dei casi crede alla famiglia, pero' crede di poter ottenere vantaggi dal potere, almeno una volta nella vita.Crede, e il Libro di Qoelet lo conferma, che a essere troppo giusto o troppo malvagio, si muore presto, mentre nell'aurea mediocritas risulta piu' facile cavarsela,purche' si tema un po' Dio.E' una conoscenza empirica,non approfondita, ma veritiera.Anche perche' essere felici in mezzo a grandi sofferenze che ti colpiscono, e' cosa da Santi,e noi non possiamo concepirlo perche' non lo sperimentiamo.Pero' l'aurea mediocritas facilmente degenera, col passare delle generazioni,e il risultato sono appunto quelli che non credono piu', perche' mettono se' stessi davanti a Dio,Quindi, idolatria. L'idealismo scompare e il pragmatismo deteriore fa proliferare i piccoli clan, di piccoli capetti o aspiranti tali,dalla piu' sperduta provincia fino alla Capitale.L'arma preferita ,per vincere, diventa l'astuzia ,la sottigliezza narcisistica,fine a se' stessa oltreche' finalizzata al prevedere dove tirera' il vento,non per farsi convincere fino in fondo, ma solo per sapersi muovere nella situazione.Ma se guardo la vanita' , e per di piu' col fine della vanita'(il mio tornaconto)non cerco la Verita' e non la riconosco davvero anche se vince.Infatti Dio non la fa vincere finche' l'idolatria non sia stata pagata e purificata,portando l'uomo ad affidarsi completamente a Dio e ad accettare prove o castighi(il per colpa o senza colpa di manzoniana memoria) che prima non avrebbe tollerato.D'altra parte il costo di questa purificazione e' molto alto,e da questo dilemma apparentemente insolubile Dio sa comunque uscire,con la Sua fantasia oltreche' con la Sua Potenza.Infatti salvarsi e' "…impossibile agli uomini ma non impossibile a Dio"(paso del Vangelo di cui a memoria non ricordo evangelista, capitolo e versetti".(segue)

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Di questa situazione apparentemente insolubile, da' testimonianza anche la Sacra Scrittura,non solo testimonianxza storica, ma anche sapienziale, nei profeti, nei salmi.Le letture liturgiche di questa settimana, IV di Quaresima, sono un esempio di questa ambivalenza che e'una costante nelle Scritture e si ritrova continuamente, anche se con gradi diversi di drammaticita', fino al "Dio e' per noi rifugio e forza,aiuto sempre vicino nelle angosce.Percio' non temiamo se trema la Terra,se crollano i monti nel fondo del mare."(Salmo 45 che contiene in se' g moderne profezie,Salmo 33, Salmo 96).Oppure il Salmo90 :"La Sua fedelta' ti fara' da scudo e corazza,non temerai i terori della notte,ne' la freccia che vola di giorno,la peste che vaga nelle tenebre,lo sterminio che devasta a mezzogiorno,mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra,nulla ti potra' colpire,solo che tu guardi coi tuoi occhi,vedrai il castigo degli empi….Lo saziero' di lunghi giorni e gli mostrero' la mia salvezza".La curiosita' e' che questa ambivalenza e' inesorabile,perfino al sole che si oscura a mezzogiorno e alle stelle della notte che appaiono,in Gioele e meno esplicitamente in altri passi di profeti e Salmi, si contrappone in Isaia58,vv10-11 "…la tua luce risplendera' nelle tenebre e le tue ombre diverranno come meriggio"…che poi ricorda la colonna di fuoco dell'Esodo, tenebre per i nemici e luce per Israele.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Vincenzo, ascolta il nostro fratello David: https://www.youtube.com/watch?v=g6uu9IqqORw
è nato come me il 22 novembre ma non è questo il punto
il punto è il dolore. Bergman, il settimo sigillo:

"Che sia impossibile sapere? Ma perché, perché non è possibile cogliere Dio con i propri sensi? Per quale ragione si nasconde fra mille e mille promesse e preghiere sussurrate e incomprensibili miracoli? Perché io dovrei avere fede nella fede degli altri? E cosa sarà di coloro i quali non sono capaci né vogliono avere fede? Perché non posso uccidere Dio in me stesso? Perché continua a vivere in me sia pure in modo vergognoso ed umiliante, anche se io lo maledico e voglio strapparlo dal mio cuore e perché nonostante tutto egli continua ad essere uno struggente richiamo di cui non riesco a liberarmi? Io vorrei sapere, senza fede, senza ipotesi, voglio la certezza, voglio che Iddio mi tenda la mano e scopra il suo volto nascosto e voglio che mi parli…"

Un saluto fraterno

Seneca (come di lui diceva Tertulliano "saepe noster"

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

Caro Seneca,ho ascoltato: ricordo quegli anni,ero ragazzino.Anni in cui al centro c'era sopra tutto l'uomo, la societa' e la Storia.Anni belli, adatti per dare un po' di svago agli adulti, e sciogliere le loro ossessioni, ma anche fatti per viziare i ragazzini di troppa liberta', di cui pero' in molti non abusavamo troppo,perche'in fondo respiravamo aria buona e sana.Andava di moda l'intellettuale tormentato, ma i piu', forse giustamente, "preferivamo" i film di Ciccio e Franco.o gli western.Bergman giudicato da Fellini un bambino nevrotico…ecco…un po' bambino, si'.Troppa Grazia pretendere che Dio ci venga a cercare, quando gia' lo fa,anche attraverso la coscienzaNon e' per tutti e non siamo tutti Saulo di Tarso..Un po' come , da piu' grande ma sempre ragazzo, mi credevo che la vera donna della mia vita dovesse essere quella che non desideravo,e dovesse arrivare quando non ci pensavo.Non era cosi', e poi ho conosciuto che le cose , per averle , bisogna volerle, e direttamente, non scappando per gusto di paradosso.In fondo, ti dico questo, se io fossi Dio, e avessi creato l'uomo a mia immagine, mi aspetterei che fosse cosi' testardo da non credere a quello che vede, ma a quello che il cuore gli dice di dover credere!Insomma , che facesse come Abramo, che credendo contro ogni speranza,fu GIUSTO.Ecredimi che Dio ama i testardi, e i sognatori. Per questo, ormai, l'unico dolore che mi preoccupa per me, e per gli altri, di conseguenza,e' quello fisico .Tutto il resto e' un piacere, perche' motivo di riconciliazione e di speranza, e avere la preghiera del cuore,sia pure fatta di pentimento, e' cio' che desidero e chiedo di piu', oltre alla perseveranza finale.Ma capisci che se Dio gia' ci cerca, non va messo alla prova e ricattato, come si faceva da bambini con la mamma e qualche volta perfino col papa'.Non si fa ricattare e non fa sconti, pero' condivide il dolore dell'umanita'.Non lo fa per imparare a essere umano, altra piccola eresia di quegli favolosi anni,infatti l'Umanita',e l'"umanita'" e' stata concepita da Dio che, prima ancora di crearla, se l'e' gustata e se la gusta.Ma purtroppo, anche per i nostri infantilismi, se la soffre pure, e questo non era necessario.Questo posso dire, senza pretendere di avere la risposta, perche' io il dolre fisico spero di non doverlo provare mai.Nel caso, pero' intuisco che in qualche modo anch'esso mi mettera' in contatto con Dio.Ricambio il saluto.

Share This