CONFERME ALLE TENDENZE GENERALI IN ATTO

scritto da Remox
27 · Gen · 2015

CONFERME ALLE TENDENZE
GENERALI IN ATTO

Le notizie che
giungono dai fronti in guerra, in particolare Ucraina e Islam, non fanno altro
che confermare le tendenze ipotizzate. Aumento del caos in quelle regioni e
soprattutto contagio in quelle vicine.

In Ucraina ad esempio
è ricominciata la guerra con scontri molto più duri fra le varie fazioni e tale
fronte si sta espandendo a sud nella città di Mariupol. Tale città non dista
molto da quella Melitopol che abbiamo individuato nelle quartine 998 e 249 del Ramo I del 2000. Soprattutto emerge in modo chiaro come l’Ucraina intesa come
stato nazione molto difficilmente riuscirà a mantenersi intatta anche in quelle
regioni che al momento sembrano tranquille. Fra le ipotesi abbiamo detto che è
possibile assistere ad uno spezzatino in sette parti. Al momento sono già
quattro: Kiev, Donetsk, Lugansk e Crimea.

 

Ma come ben sappiamo
il rischio maggiore è un coinvolgimento diretto dei paesi vicini non solo nella
fornitura delle armi, ma anche nel dare i propri eserciti. Nonostante questo la
Russia non cederà, ma anzi incrementerà la propria spinta ad allargare le terre
russofone sotto la propria influenza.

In Medioriente la
situazione è in rapido peggioramento. L’Iraq e la Siria sono terre di passaggio
e di confronto fra milizie di vario tipo. Una poltiglia di interessi
contrapposti che può facilmente esplodere in ogni momento. Abbiamo già detto
come un’area cruciale sia quella al confine fra Iran, Iraq, Siria e Turchia: un’area
che corrisponde al Kurdistan che l’Occidente sta armando e di fatto creando
come entità autonoma. Uno stato curdo difficilmente potrà sorgere senza
esacerbare la tensione fra i paesi vicini. Ma le novità sostanziali sono altre:
da un lato il maggior coinvolgimento di Israele che in futuro potrebbe
veramente causare una crisi di vaste proporzioni e dall’altro il passaggio di
potere in Arabia Saudita con lo Yemen settentrionale caduto sotto il controllo
delle milizie sciite. Come sappiamo ad Anguera è prevista l’emersione di un
uomo perverso yemenita, ma tale personaggio presumibilmente dovrebbe essere sunnita.
Per questo non va sottovalutata la situazione in Libia, dove a capo dell’ISIS ci sarebbe proprio uno yemenita.

In questo articolo si
evidenza come l’ISIS non sia ormai più solamente confinato nell’area di Derna,
ma si stia espandendo in tutto il territorio. Gli attentati di oggi a Tripoli
sembrerebbero confermarlo. La Libia si avvia quindi a conclamarsi come un
pericolo serio e reale non solo per la stabilità del Nordafrica, ma anche per l’Italia.
Il novello Annibale potrebbe sorgere da lì.

L’ISIS sta diventando
il fattore scatenante del caos nel mondo islamico. Una nazione molto importante
e fortemente a rischio è il Pakistan, terra di tensioni islamiste e di
armamenti nucleari.

Veniamo poi alle
questioni politiche europee. Pian piano la crisi economica, destinata a
peggiorare sensibilmente, sta facendo emergere quelle forze di sinistra che
sono preconizzate come al governo in Europa nel momento del maggior caos. Tali
forze non solo non sapranno governare la crisi, ma contribuiranno a
polarizzarla a livello civile, sia fra i cittadini sia contro la Chiesa. In Grecia le elezioni sono state vinte da un partito che si richiama ad una
giovane voglia di cambiamento e di contrasto all’estabilishment consolidato.
Simili movimenti sono presenti anche in Italia (dove al governo c’è il PD) con
il Movimento di Grillo, e in Spagna, con Podemos.

  © EPA

Non decifrabile è al
momento la situazione in Francia dove i recenti attentati potrebbero aver
risollevato le sorti di una sinistra francese affossata da Hollande. In tal
caso sarebbe l’attuale premier Valls il miglior candidato, giovane e
intraprendente, in stile Renzi-Tsipras.

In Italia ci si
appresta ad eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Difficile capirci
qualcosa, ma potrebbe essere l’occasione di scoprire l’identità del “truculento di Bologna”, un personaggio opposto a Berlusconi che avrà un ruolo chiave nel
nostro paese. Forse proprio quello di Presidente della Repubblica.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
10 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Il traculento di Bologna è Prodi?! Molto acute come sempre daltronde le tue riflessioni Remox, anche se però io non credo che il comunismo sia risuscitato né in Grecia e né altrove, invece gli ex comunisti come Putin sono ancora molto pericolosi e ormai si capisce che il conflitto si risolverà in medioriente, anche quello tra Russia e il resto dell'Occidente. Ciao da Luc, oggi anonimo.

Remox
Remox
9 anni fa

Ciao Luc, io credo che ci sia un problema vero nel comprendere il significato di "comunismo".
Se ne leggiamo la storia dal 1917 ad oggi, nelle sue varie trasformazioni, credo che non avremo difficoltà a riconoscerne la presenza nelle sue varie manifestazioni.
In ultima istanza poi sarà un diluvio contro la Chiesa.
Sul truculento di Bologna: la quartina è nel penultima Ramo dell'opera. Quindi, anche se dovesse essere già presente e attivo nella scena politica, la sua azione sarà palesemente manifesta più avanti. Le vere personalità degli uomini emergono nei momenti di crisi, difficoltà e panico.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Remox

I comunisti sono come i ….. papaveri! In natura esistono tantissime specie di papaveri di altezze e colori differenti, che vanno dal rosso cupo, al bianco, al viola, al giallo, al blu. In generale trattasi di specie infestanti, come il comune rosolaccio, (cioè rosa dei campi) erbacea annuale molto vigorosa e di notevole altezza. Parallelamente a quelli naturali ci sono quelli politici: di centro, di sinistra, di quelli più a sinistra ancora… . La colorazione va dal rosso, al rosa, all’arancione, al giallo, al verde, al viola. Nell’Italia mediterranea è però avvenuta la maggiore evoluzione della specie: dal papaver bolscevicus, dal colore rosso cupo, al papaver atlanticus, con fiori rosso chiaro e in alcuni ibridi con fiori bianchi, blu e verdi, fenomeno dovuto all’ibridazione con margherite, consorterie massoniche ecc. …. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Remox

Possiamo ben dire che è un partito dalle idee chiare 😀
Spring

enrico
enrico
9 anni fa

nel toto nomi di questi giorni anche Pierferdinando Casini è nato a Bologna

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

"Le vere personalita'degli uomini emergono nei momenti di crisi,difficolta' e panico".Abbiamo visto nel 2011 qual'e' la vera personalita' di Berlusconi e perche' con lui e' stato usato il metodo del bastone e della carota, a differenza che con altri italiani, magistrati o politici o imprenditori. Non e' facile sapere,prevedere, vedere, in atto con piu' chiarezza quest'aggressione contro l'Italia, e contro cio' che rappresenta nel Mediterraneo e verso l'Est, vedere che avviene con la complicita' interna a varii livelli,e non esplodere. Prodi era un vecchio nonno in difficolta'gia' 10 anni fa, Berlusconi un cane da pagliaio,superbo e intrigante,,Napolitano un superbo intrigante permanentemente offuscato,Casini sarebbe proprio l'ambizioso d'accatto giusto,I fatti stanno davanti, chiari, e dicono che ci siamo fatti menare per il naso, e quando sembra che ci risparmino , e' solo perche' puntano sulla nostra vigliacca condiscendenza, che spera di farla franca e che tocchi agli altri.Invece, al massimo, tocca" prima" agli altri,Siamo i figli della serva, in tutto, questa associazione a delinquere chiamata ue,Ammiro Dio, Cristo. la Vergine e i Santi ,perche' in loro la superiorita' si fa sollecitudine responsabile ,disprezzo satana perche' in lui la superiorita' si fa vigliaccheria e sopruso, e disprezzo gran parte della classe dirigente ATTUALE italiana, perche' sono i sottoposti di satana, privi di onore, di futuro e di sicurezza, anche se per averle farebbero quasi tutto.Oggi tra le facce di cartone che si adeguano al political correct, e' di oda dire"Queta e' la sua opinione, la rispetto, e' giusto che la abbia, ma non la condivido".Ma io, che sono peccatore, non riesco a rispettare tutte le opinioni, perche' so che ognuno e' responsabile di quel che pensa, com'e' vero che chi fa,almeno ogni tanto, la volonta' di Dio, e osserva la sua Legge, la Trinita' prende dimora presso di lui, e quindi lo illumina e gli da' le "opinioni" giuste.Non lo rende infallibile ne' impeccabile,ma nemmeno sistematicamente misero vigliacco cane da pagliaio.

indopama
indopama
9 anni fa

ecco, Casini lo vedo bene come nome 😀 ma anche Prodi ha il suo significato.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Truculent de Bolongne.
Truculènto (raro trucolènto) agg. [dal lat. truculentus, der. di trux «truce»], letter. – Truce, crudele, o di aspetto torvo, minaccioso. Il significato latino sembra fuorviante. Il significato francese è diverso.
Un peu de définition de la Truculence:
La Truculence se caractérise par une posture philosophique et intellectuelle marqué par la recherche constante de la vérité et de l'originalité. Basé sur une continuité de la philosophie des cyniques, la truculence pose une conception intellectuelle se ramenant à quelques thèmes essentielles:
a)La recherche de l'originalité absolu.
b)Le dégoût de la vanité.
c)L'amour et la culture du sarcasme.
Né Casini né Prodi mi sembra rientrino in questi schemi. Siamo sicuri che Bolongne sia proprio Bologna?
Ma “Bolongne” ci ricorda anche Bola e Alba Longa, le antiche città romane che sorgevano dove oggi si trovano Albano e Castel Gandolfo; ma anche i comtes de Bolongne et d'Auuergne come Godefroy de Bolongne in Histoire genealogique de la maison de France liv. XXIX. P.Riesz_

vincenzo
vincenzo
9 anni fa

La persona nella foto in alto che tiene il cartone su cui e' scritto che ha il diritto di cercare di distruggere il sistema che cerca di distruggere lei, probabilmente si e' guadagnata la giornata, se proprio non e' stipendiata.L'ha pagata il sistema, come paga le femen,le pussy riot, l'Isis, la guerriglia colombiana e molte altre nel mondo.Mi sembra in Suor Beghe o in Anguera si dice che arrivera' il giorno in cui i potenti stenderanno la mano ai poveri come mendichi, ma non e' da questi pseudo rivoluzionari che arrivera' quel giorno, bensi' da Dio per le Sue vie.Da questi prezzolati arrivera' solo la vigliaccheria di colpire la gente che lavora e indirettamente quella che e' disoccupata e ovviamente la Chiesa Cattolica,.Quelli, se vengono arrestati dalla polizia, sono protetti dall'alto o dall'esterno attraverso qualche funzionario interno corrotto.Io credo che le Istituzioni dovrebbero fare gesti clamorosi, convocare interviste ,fare nomi, emettere mandati di cattura internazionali .Gente come MC Cain , p. es. dovrebbe essere denunciato e ricercato in tutto il mondo dall'Italiae non solo,,la cui sicurezza e' messa in pericolo dall'attivita' di questo signore,anzi di questo cain,.Non parliamo poi della finanza, li' ci sarebbe da sbizzarrirsi nell'individuare i sospetti criminali.Preparare un programma internazionale ,insieme con altri paesi, per bloccare i beni all'estero di queste persone, e di industrie e banche che risultino implicate in operazioni di criminalita' finanziaria eversiva.SI', perche' questi sono sovversivi, e attentano allo Stato, a molti Stati.La Francia di De Gaulle, con la sua force de frappe,e quindi una certa potenziale sovranita', poteva e dovrebbe almeno ora levarsi a difesa del mondo libero, senza subire pressioni e ricatti atlantici e loro derivati.Ma dovrebbe prima ritrovare la sua anima, o non averla perduta.In parte non l'ha perduta,e vedremo nei prossimi 2 anni.Ma se in Italia, invece che dei napolitani e dei renzi avessimo avuto e avessimo rappresentanti delle istituzioni piu' consapevoli e sovrani, ci dovrebbe essere tutto un lavorio volto a tessere alleanze vaste tra Stati minacciati da questi sovversivi criminali internazionali.Su tutti i piani, economico, politico,commerciale, finanziario,militare, di sicurezza,,legale, propagandistico.Dovremmo fare come sta facendo la Russia di Putin,ma probabilmente siamo divisi e cerchiamo soluzioni personali, anzi nazionali, mentre ipocritamente si parla di Europa e si cerca di fregarsi gli uni con gli altri.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

L'unico collegamento eventuale fra Mattarella e il truculento di Bologna che mi sovviene al momento è l'ex NAR Fioravanti, imputato per la strage di Bologna e del delitto di Piersanti Mattarella. Ulrich

Share This