FATIMA: NUOVE CONFERME

scritto da Remox
22 · Ago · 2014

FATIMA: NUOVE CONFERME

A Medjugorje non è stata certo la Vergine del Silenzio...Garabandal Virgen y Niño

Antonio Socci, noto giornalista cattolico particolarmente attivo sul
fronte di Fatima, riporta un interessantissimo contributo che getta maggiore luce sul cosiddetto quarto segreto di Fatima, ovvero la spiegazione della
visione del “vescovo vestito di bianco” che costituisce invece la terza parte.
Nel suo articolo del 17 Agosto pubblica una testimonianza inedita, della stessa
Suor Lucia, su ciò che accadde nel momento in cui dovette mettere per iscritto
la visione del vescovo. Come molti sanno la Chiesa ufficialmente nega l’esistenza
di un quarto segreto, ma come tanti hanno scritto (in parte riportato qui nel
blog) vi sono molte evidenze che la quarta parte esiste veramente e che
costituisce il fulcro, la parte culminante del messaggio di Fatima.

Tale messaggio doveva essere rivelato nel 1960 in pieno svolgimento
del Concilio Vaticano II. Ma così non fu fatto. E così fu la Vergine a prendere
l’iniziativa con le Apparizioni di Garabandal e con quelle di Akita, in
Giappone, strettamente legate al mistero di Fatima. Se di Garabandal abbiamo
abbondantemente parlato, di Akita si è detto poco. Le apparizioni sono
ufficialmente riconosciute dalla Chiesa con avallo diretto dell’allora prefetto
della Congregazione per la Dottrina della Fede, cardinale Ratzinger. La
veggente fu una suora cieca destinataria di tre apparizioni mariane. Nell’ultima
di queste, avvenuta un 13 Ottobre del 1973, proprio come l’ultima di Fatima, la
Madonna rivela al mondo elementi caratterizzanti di quel che a Fatima appare
come la Tribolazione mondiale che porterà al Trionfo di Maria e di quel che a
Garabandal è definito come Grande Castigo.

Ecco il messaggio:

“Mia
cara figlia, ascolta bene ciò che ho da dirti. Ne informerai il tuo
superiore”.

Dopo un attimo
di silenzio la Madonna continua dicendo:

“Come ti
ho detto, se gli uomini non si pentiranno e non miglioreranno se stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su
tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è
mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte
dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I
sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti.
Le sole
armi che vi resteranno sono il Rosario e il Segno lasciato da Mio Figlio.
Recitate ogni giorno le preghiere del Rosario. Con il Rosario pregate per il Papa,
i vescovi e i preti.

L’opera del diavolo si insinuerà anche
nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri
cardinali, vescovi contro vescovi.
I sacerdoti che mi venerano
saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli…chiese ed altari
saccheggiati; la Chiesa sarà piena di
coloro che accettano compromessi
e il Demonio spingerà molti sacerdoti e
anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà
implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della
perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. Se i peccati
aumenteranno in numero e gravità, non ci sarà perdono per loro.

Con coraggio,
parla al tuo superiore. Egli saprà come incoraggiare ognuna di voi a pregare e
a realizzare il vostro compito di riparazione. E’ il vescovo Ito, che dirige la
vostra comunità”.

E dopo aver
sorriso aggiunge:

“Hai
ancora qualcosa da chiedere? Oggi sarà l’ultima volta che io ti parlerò in viva
voce. Da questo momento in poi obbedirai a colui che ti è stato inviato e al
tuo superiore.

Prega molto
le preghiere del Rosario. Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si
approssimano. Coloro che avranno fiducia in me saranno salvati”.

Come si può vedere si parla sia della crisi che colpirà la Chiesa che
del castigo generale che si abbatterà sul mondo. Nell’inedita testimonianza di
Suor Lucia compaiono gli stessi elementi:

“Ho sentito lo spirito inondato
da un mistero di luce che è Dio e in Lui ho visto e udito: la punta della
lancia come fiamma che si stacca, tocca l’asse della terra ed essa trema:
montagne, città, paesi e villaggi con i loro abitanti sono sepolti. Il mare, i
fiumi e le nubi escono dai limiti, traboccano, inondano e trascinano con sé in
un turbine, case e persone in un numero che non si può contare, è la
purificazione del mondo dal peccato nel quale sta immerso. L’odio, l’ambizione,
provocano la guerra distruttrice. Dopo ho sentito nel palpitare accelerato del
cuore e nel mio spirito una voce leggera che diceva: ‘nel tempo, una sola fede,
un solo battesimo, una sola Chiesa, Santa, Cattolica, Apostolica.
Nell’eternità  il Cielo!’.

La punta della lancia ricorda l’immagine della spada fiammeggiante
dell’angelo che per primo apparve ai pastorelli di Fatima le cui fiamme
sembravano volessero incendiare il mondo. Dunque anche Suor Lucia, come era prevedibile,
poté assistere al castigo del mondo testimoniando la sua ampiezza e magnitudine
che, come da molti pensato, si può ben associare ad un fenomeno cosmico oltre
che derivante dagli effetti di una grande guerra nucleare. Nella visione della
veggente di Fatima vediamo sia la “guerra distruttrice” che lo scatenamento degli
elementi naturali. Se a questa visione aggiungiamo quella della via crucis del
vescovo vestito di bianco ecco che, con la crisi della Chiesa, abbiamo il
quadro completo della situazione.

Suor Lucia vide il castigo così come lo videro le veggenti di Garabandal,
la veggente di Akita, quelli di Medjugorie e altri ancora.
Gli stessi
elementi infatti li abbiamo più volte trovati in quei mistici di cui abbiamo
riportato parole e visioni. Come ad esempio il veggente di Waldviertel, lo
stesso Nostradamus o ancora i veggenti di La Salette. Nel “segreto” di Melania
infatti vediamo descritta proprio la fase che si riferisce a ciò che avverrà
prima del Trionfo di Maria:

La
Francia, l’Italia, la Spagna e l’Inghilterra saranno in guerra; sangue scorrerà
per le strade; il francese combatterà col francese, l’italiano con l’italiano;
poi ci sarà una guerra generale che sarà spaventosa. Per un po’ Dio non si
ricorderà più della Francia e dell’Italia, perché il Vangelo di Gesù Cristo non
è più conosciuto. I malvagi sguinzaglieranno tutta la loro malizia; persino
nelle case ci saranno omicidi e mutui massacri. Con il primo fulmineo colpo
della sua spada, le montagne e tutta la natura tremeranno di spavento, perché i
disordini e i crimini degli uomini stanno squarciando la volta dei cieli.
Parigi sarà bruciata e Marsiglia inghiottita; numerose grandi città saranno
scosse e inghiottite dai terremoti; tutto sembrerà perduto; si vedranno solo
assassinii; si udranno strepito di armi e bestemmie. I giusti soffriranno
molto; le loro preghiere, la loro penitenza e le loro lacrime saliranno fino al
Cielo e tutto il popolo di Dio chiederà perdono e misericordia e chiederà il
mio aiuto ed intercessione. Allora Gesù Cristo, per un atto della sua giustizia
e per la sua grande misericordia verso i giusti, comanderà ai suoi angeli di
mettere a morte tutti i suoi nemici.

In un colpo i persecutori della Chiesa di Gesù Cristo e tutti gli uomini dediti
al peccato periranno e la terra diventerà come un deserto. Poi, ci sarà la
pace, la riconciliazione di Dio con gli uomini; Gesù Cristo sarà servito,
adorato e glorificato; la carità fiorirà ovunque. I nuovi re saranno il braccio
destro della Santa Chiesa, che sarà forte, umile, pia, povera, zelante,
imitante le virtù di Gesù Cristo. Il Vangelo sarà predicato ovunque e gli
uomini faranno grandi passi nella fede, perché ci sarà unità tra gli operai di
Gesù Cristo e gli uomini vivranno nel timor di Dio.



La fase della guerra che coinvolgerà l’Europa, i disastri naturali, il
castigo dell’umanità e in ultimo la pace promessa a Fatima dove la Chiesa sarà nel
tempo, una sola fede, un solo battesimo, una sola Chiesa, Santa, Cattolica,
Apostolica.

Gioverà ricordare che i tempi dell’Anticristo verranno dopo questa
pace promessa a Fatima, dopo il tempo del Grande Re.

I nostri tempi sono invece una
grande Pasqua che ci prepara alla risurrezione dell’umanità, alla terra
promessa.

Commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
33 Commenti
Le più vecchie
Le più nuove
Feedbacks in linea
Vedi tutti i commenti
indopama
indopama
9 anni fa
Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  indopama

Scusa indo … che c'entra skype?

Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Con buona pace del "reverendo" 😉

Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non esiste niente del genere a tutt'oggi nella letteratura del paese dalle pagliuzze nell'occhio. 😉

https://www.youtube.com/watch?v=AsoYXIDVQQw

Spring

indopama
indopama
9 anni fa

e' una foto di un testo in condivisione, non so pero' se tutti la riescono a vedere.

indopama
indopama
9 anni fa
Rispondi a  indopama
Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Circola in internet anche la teoria che la vera Suor Lucia di Fatima sarebbe morta diversi anni prima della data ufficiale della sua morte quasi centenaria e sarebbe stata sostituita da una falsa suor Lucia che incontrò l'ignaro papa Wojtila in Portogallo. I fautori di questa teoria mostrano anche le foto a confronto delle due suor Lucie e fanno notare la differenza nel mento. Cosa ne pensa signor Remox di questa cosa? PAOLO PARODI

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Penso che sia una storia completamente inventata… per vari motivi. Non ci sono prove, non c'é il movente, va contro la personalità di suor Lucia che ha deciso di vivere in clausura nel nascondimento e fa credere che nella cerchia del papa fossero tutti allocchi.
A volte il complottismo fa brutti scherzi.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Secondo te Papa Wojtila è andato lì solo per salutarla? Io credo di no. Se non fosse stata la vera Lucia se ne sarebbe accorto sicuramente dialogando con lei.
Rimpiazzare suor Lucia con un'altra persona avrebbe richiesto molto di più della somiglianza fisica.
Però questo la dice lunga su come si danno da fare per infangare ogni cosa.

Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=74425:
“Il patto Isil-Usa in una foto…La pistola fumante è una foto. È stata scattata il 27 maggio 2013 a Idleb, nel nord della Siria. Ritrae Mohammad Nour, Salem Idriss, Abu Mosa, John McCain e Ibrahim al Badri. Il primo è il portavoce del Fronte al Nusra (Al Qaida in Siria). Il secondo è il capo dell’Esercito siriano libero (responsabile in Siria di raccapriccianti massacri). Il terzo è il portavoce dell’Isil, il quarto è un senatore degli Stati Uniti, nonché ex candidato alla Casa Bianca, nonché ambasciatore ombra del Dipartimento di Stato. L’ultimo è noto anche come Abu Du’a, figura nella lista dei cinque terroristi più ricercati dagli Stati Uniti (dieci milioni di dollari di ricompensa) e come nome di battaglia ha preso quello di Abu Bakr al Baghdadi, il capo dell’Esercito islamico dell’Iraq e del Levante (Isil)….. È stato McCain la mente della rivoluzione che ha detronizzato Slobodan Milosevic dalla presidenza della Serbia, colui che ha cercato più volte di rovesciare il governo di Hugo Chavez in Venezuela, l’ideatore della rivoluzione arancione in Ucraina nel 2004 e di Maidan nel 2013, il grande manovratore della Primavera araba e di tutte le sue rivoluzioni (Iran, Tunisia, Egitto, Libia, Siria)”.
Il perché di tanti delitti è chiaro: dominare i popoli della terra; come andrà a finire? Leggiamo l’Apocalisse.
http://lapocalisse.wordpress.com/g-babilonianew-york/
Il simbolo americano più noto è la Statua della Libertà. Richard Coombes ha fatto un attento studio per dimostrare che la Statua della Libertà sia in realtà la rappresentazione della divinità babilonese Ishtar.…..Babilonia la Grande è la sola Superpotenza Globale: Apocalisse 17:1, “…la grande prostituta che siede su molte acque.” Apocalisse 17:15, “Le acque che hai visto e sulle quali siede la prostituta, sono popoli, moltitudini, nazioni e lingue”…..Superpotenza economica: Apocalisse 18:3: “…e i mercanti della terra si sono arricchiti con gli eccessi del suo lusso.” Apocalisse 18:11: “I mercanti della terra piangeranno e faranno cordoglio per lei, perché nessuno compra più le loro merci…”…..Superpotenza militare: Geremia 50:23: “Come mai si è rotto, s’è spezzato il martello di tutta la terra?” Geremia 51:20: “Tu sei stata per me un martello, uno strumento di guerra; con te ho schiacciato le nazioni, ho distrutto i regni”. Isaia 14:4-6: “Come! l’oppressore ha finito? ha finito l’esattrice d’oro? L’Eterno ha spezzato il bastone degli empi, lo scettro dei despoti. Colui che furiosamente percuoteva i popoli di colpi senza tregua, colui che dominava irosamente sulle nazioni, è inseguito senza misericordia.”…..La città più grande e potente mai vista al mondo: Apocalisse 18:18: “Quando vedranno il fumo del suo incendio piangeranno, essi esclameranno: ‘Quale città fu mai simile a questa grande città?’ “.Apocalisse 18:16: “Ahi! Ahi, La grande città che era vestita di lino fino, di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle! In un attimo una ricchezza così grande è stata distrutta”….”
Anche per la chiesa cattolica e le altre religioni sta per arrivare la fine come per Babilonia la grande: hanno preteso di avere la verità in esclusiva per esercitare il potere anche civile sui popoli. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

i vertici religiosi svolgono il compito di servitori massimi di Dio, quindi quello di cercar di far rispettare al massimo il libero arbitrio.
sono illuminati e non possono avere come obiettivi quelli terreni della massa, loro esprimono se' stessi (quindi Dio) as much as possible. dove sta il potere di uno che dice di avere 2 o 3 anni di vita? sta nel fatto di conoscere alla perfezione come si svolge il gioco della vita, e' un potere tra lui e Dio e non tra lui e gli altri. l'approvazione di cosa fa la vuole da DENTRO e non da fuori.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=74446:
“La mezza verità ipocrita e reticente del Papa…quando il Papa parla di terza guerra mondiale iniziata " a pezzetti" omette consapevolmente dall'indicare le responsabilità delle forze che l'hanno scatenata…”
Come si vede l’azione del Papa non è giudicata del tutto positiva; anzi! La struttura della chiesa non cambia; non si libera della finanza, non si libera dei palazzi e dei musei, occulta scandali. Per questo va verso la sua fine come tutte le religioni. Iddio nostro Padre, infatti, è l’Essere Perfettissimo; ha in Sé tutte le virtù senza limiti tra cui l’Umiltà: non si pone sopra l’uomo perché lo considera figlio e non vuol essere adorato. Solo gli dei e i demoni vogliono essere adorati dagli uomini e per sottometterli hanno creato le religioni. Le religioni hanno bisogno di intermediari così pure gli intermediari delle religioni. Iddio non ha bisogno di intermediari perché ci ha fornito due cose peculiari e sufficienti: l’intelletto e la coscienza. Attraverso l’intelletto e la coscienza, gli uomini formano, associandosi nella libertà, le varie civiltà. L’azione delle religioni in campo civile produce disastri: divisioni, guerre ecc. . Il motivo è presto detto: chi crede di avere la verità assoluta, la impone in maniera esclusiva e a volte in modi inumani e grotteschi anche in campo civile; per questo le strutture religiose nascono, crescono e…muoiono. La religione non deve avere gerarchie, deve essere semplice dottrina come i detti di Gesù. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

LA CHIESA NON POTRA' MAI ANDARE "VERSO LA SUA FINE" COME DICE RIESZ PERCHE' SI FONDA SULLA PROMESSA DI GESU' CRISTO FATTA A SAN PIETRO: "TU SEI PIETRO E SU QUESTA PIETRA FONDERO' LA MIA CHIESA E LE PORTE DEGLI INFERI NON PREVARRANNO"
LA CHIESA POTRA' ESSERE PERSEGUITATA,RIDOTTA ANCHE ALLO STATO CATACOMBALE, MA CI SARA' SEMPRE FINO ALLA FINE DEL MONDO. INFATTI DUEMILA ANNI DI PERSECUZIONI NON SONO RIUSCITI A FARLA CROLLARE…SONO CROLLATI GLI IMPERI, LE GRANDI IDEOLOGIE CHE CREDEVANO DI DOMINARE LA TERRA, MA LA CHIESA NON E' MAI CROLLATA.
(NON PREVALEBUNT). BENITO SACRAMORTE

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Non sono d'accordo con quanto affermi P.Riesz, almeno sulla base di quel che è storicamente la fede cristiana.
Perchè è necessaria l'intermediazione fra Cielo e terra? Per le conseguenze del peccato originale che hanno prodotto un uomo "deturpato". Un uomo non più in grado di comunicare con il Cielo poichè con il peccato è la sua stessa natura ad essere stata contaminata. Prima dell'avvento di Cristo l'umanità era priva dei mezzi necessari per riattivare questa figliolanza con Dio. Immaginiamo quell'umanità con il progresso tecnico di oggi. Credi davvero che avrebbe avuto i "mezzi di libertà e civiltà" per sopravvivere? Parliamo di un'umanità in cui la maggioranza degli uomini era "giuridicamente" schiava.
Anche oggi siamo sull'orlo del baratro nonostante l'avvento di Cristo e il motivo è semplice. Le tenebre rigettano la luce (incipit del Vangelo di S.Giovanni), l'uomo non vuole Cristo per amico.
Poi non dimenticare che Cristo stesso disse che "nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me" istituendo la necessità dell'intermediazione. E siccome così come è in cielo, dove esiste la gerarchia (Dio, e creature), così è in terra, ecco che si rende necessaria la gerarchia con la suddivisione dei ruoli per ciascuna missione, fra cui ovviamente quella sacerdotale, puramente spirituale che ha come compito primario riconciliare con Dio e spezzare le specie Eucaristiche, ovvero l'estremo e continuo sacrificio per la redenzione del mondo. Quel Sacrificio istituito durante l'Ultima Cena. Abbiamo poi la gerarchia di Pietro sugli Apostoli, quella degli Apostoli sui Discepoli, e così via…abbiamo l'imposizione delle mani per la scelta dei nuovi Apostoli (S. Mattia) e Discepoli….
Insomma è tutto il Vangelo che è gerarchico e richiedente l'intermediazione fra Cielo e Terra. E' quando l'uomo rifiuta questa intermediazione, magari animato da buoni propositi (rapporto intimo e diretto con Dio), che poi si genera in ultimo il rifiuto di Dio. L'Anti-Dio è lo spirito della materia (materia senza spirito, uomo dio di se stesso), caduca per sua natura, destinata alla morte che alla fine schiaccia l'uomo nella sua perversa logica egoistica ed individualistica.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Grazie Remox per questo commento che è una perfetta sintesi della "salvezza" cristiana e del ruolo della Chiesa Cattolica come strumento voluto da Gesù …purtroppo il relativismo imperante di questi tempi ha offuscato le menti al punto tale da non riconoscere i doni che provengono dal cielo e che vengono elargiti per mezzo della Chiesa
Saverio

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Il peccato originale è una invenzione degli dei e demoni per sottomettere l’uomo inculcando il senso di colpa; la storia della messa alla prova dei progenitori, la successiva caduta e la condanna anche dei discendenti non regge minimamente a nessun criterio logico. Iddio nostro Padre ci ha mandato in questo mondo per farci migliorare; la scuola di vita è dura: dobbiamo fare il bene secondo coscienza e riparare il male con sofferenza. Se i progenitori avessero superato la prova, i discendenti sarebbero vissuti in maniera beata in contrasto con il disegno primigenio di miglioramento evolutivo nel tempo. Inizialmente gli esseri superiori all’uomo per pregressa evoluzione e differenza ontologica avrebbero dovuto comportarsi secondo l’Umiltà senza limiti: chi è superiore deve servire e non approfittare per le funzioni superiori svolte di asservire ed abusare dei sottoposti. Approfittando del libero arbitrio, alcuni dei divennero addirittura demoni ed avversari di Iddio Padre che evidentemente permise loro di far del male ma in maniera limitata nei confronti degli uomini; altrimenti a quest’ora ci avrebbero incenerito. Per parlarci, Iddio Padre si serve della coscienza: non vi è bisogno né di libri sacri né di intermediari; se sapremo essere umili e nella libertà riuscire a fare il bene e a migliorarci avremo il giusto premio di ritornare a Casa e goderci la vita eterna; la salvezza è un cammino del tutto individuale. La figura di Dio che si arrabbia contro i progenitori, li scaccia dal Paradiso, condanna pure i futuri discendenti, resta imbronciato per secoli e si rabbonisce fino a che qualcuno non paghi per tutti, somiglia fin troppo al fare umano; anche questa è una invenzione adatta psicologicamente per essere iniettata bene nel cervello umano. Il dio delle religioni non è Iddio Padre: questo è il motivo per cui seguendo ciecamente il proprio credo l’umanità si divide in credenti ed infedeli, quest’ultimi da eliminare o convertire o al massimo da mal sopportare. Chi crede per fede rischia di credere fermamente a tutte le panzane possibili: Iddio ci ha dato l’intelletto e quello dobbiamo usare; ci ha dato il necessario e nulla più: coscienza ed intelletto nel libero arbitrio. P.Riesz_

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

E' evidente che quello che Riesz dice non corrisponde pe niente alla dottrina della Chiesa Cattolica Apostolica e Romana. Opinione rispettabilissima la sua ma, dal punto di vista cattolico, è una posizione da eretico vicino alle teorie luterane o protestanti o dei testimoni di Geova. Dice "il peccato originale è un'invenzione degli dei e dei demoni"…Ma quali dei? Quelli pagani ed inesistenti che erano adorati dagli antichi Greci e dagli antichi Romani? C'è un solo Dio Uno e Trino che ha creato l'universo;
basta ripassarsi il Credo per sapere qual è la vera fede cattolica. PERCUTO SECURI

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

P.Riesz_ il tuo pensiero è un po' contraddittorio. Se come affermi Dio è perfetto, per quale motivo avrebbe creato una creatura imperfetta e addirittura bisognosa di soffrire tramite le esperienze della vita al fine di migliorarsi? Perchè sottomettere la creatura a questa "dura scuola di vita"?
La dottrina del peccato originale è invece conforme all'idea di una creatura perfetta, pienamente libera e cosciente, che mediante un atto "originale" ha determinato un'indelebile caduta della sua discendenza. Da cui nasce la dura scuola di vita, quella sofferenza necessaria alla redenzione. Non è Dio che ha messo alla prova i progenitori, quello è un linguaggio simbolico utilizzato per farsi comprendere da chiunque. Sono i progenitori ad aver volontariamente scelto una via errata gravida di conseguenze. Non serve instillare un senso di colpa. Il senso di colpa è insito in ogni coscienza nel momento in cui ci si rende conto di aver fatto una scelta sbagliata.
Non sono i discendenti ad essere colpevoli della colpa originaria, ma ne portano incise nel corpo, nella mente e nello spirito le nefaste conseguenze. Da cui le malattie, le violenze, le ribellioni spirituali. Ecco perchè diventa necessaria la mediazione, poichè altrimenti da quest'imbuto di male non se ne può uscire fuori.
Poi sono d'accordo con te che fides et ratio devono camminare insieme, ma se fossero servite solo ed esclusivamente quelle allora Cristo non sarebbe mai venuto al mondo.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

A)Parto dallo schema della prova ontologica di Gödel:
Ogni proprietà positiva è necessariamente positiva.
Per definizione Dio ha tutte e solo le proprietà positive.
L'esistenza necessaria è una proprietà positiva.
Quindi Dio, se è possibile, possiede necessariamente l'esistenza.
Il sistema di tutte le proprietà positive è compatibile e non contraddittorio.
Quindi Dio è possibile.
Essendo possibile, Dio esiste necessariamente.
B)Il pensare è una proprietà positiva; Dio ha la proprietà di pensare.
Il volere è una proprietà positiva; Dio ha la proprietà di volere;
L’umiltà è una virtù positiva; Dio è umile;
La compassione è una virtù positiva; Dio è compassionevole.
Le virtù sono positive; Dio ha tutte le virtù positive.
C)La perfezione è una virtù positiva; Dio è perfetto: le virtù che possiede sono senza limite; altrimenti non sarebbe perfetto. Egli è infinito e di conseguenza unico.
D)Se esistono altri esseri che possiedono proprietà positive, necessariamente le debbono possedere in maniera limitata; Cogito, ergo sum: penso, esisto; ma sono limitato. Ogni creatura è limitata; non può esistere creatura perfetta perché la perfezione la possiede solo Dio. La creatura è perfettibile: può migliorare il proprio grado di perfezione con una dura scuola di vita; la prova è continua. Dio non vuole stressarci, sarebbe ingiusto; desidera che i gradi di perfezione acquisiti siano per merito personale. La “prova” dei progenitori non ha alcun senso. Ci sono stati poi, ci sono e ci saranno in questo mondo imbonitori che promettono il paradiso a buon mercato al prezzo modico di… . Ricordo personale: non avevo ancora dieci anni; mi piaceva dire molte preghiere soprattutto quelle con l’indulgenza plenaria a favore delle anime purganti; annotavo il tutto su un taccuino e alla fine ne feci un rendiconto al parroco, felice di aver liberato centinaia di anime. Il religioso mi rimbrottò e mi disse che la cosa non era così automatica ecc… ecc…; mogio, mogio me ne ritornai a casa a fare i compiti di scuola con l’amarezza di aver subito una truffa.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

🙂 Analitico il fanciullo….

Tutto giusto, eccetto che la prova fu decisa dall'uomo e non da Dio tramite un utilizzo errato della propria libertà. Le sofferenze conseguenti al peccato originale non sono quindi un "prodotto divino", ma umano. L'uomo fu libero di sbagliare proprio perchè perfettamente libero e in grado di intendere e di volere, nonchè amico di Dio.
Ben diverso sarebbe stato se Dio avesse creato un uomo già "tarato" alla concupiscenza, meno libero dunque, proprio come siamo noi. Quello si sarebbe stato un atto di arbitrio.
Il problema, in soldoni, non fu tanto per i figli di Set (rimasti incorrotti), ma per quelli di Caino.

Remox
Remox
9 anni fa

ANSA: "La Siria è pronta a collaborare alla lotta contro il terrorismo: lo ha detto il ministro degli esteri siriano Walid al Muallim, citato dall'agenzia ufficiale Sana, precisando che la collaborazione può avvenire nel rispetto della risoluzione Onu n.2170, che prevede sanzioni contro gruppi jihadisti in Siria e Iraq."

Nuova strategia per mettere le mani sulla Siria, novella frontiera del gas.

Remox
Remox
9 anni fa

Nel messaggio di La Salette di dice "persino nelle case ci saranno omicidi e mutui massacri". Una curiosa espressione, specie nell'800, ma che negli ultimi 20 anni ha assunto un significato terribile e sinistro. Non c'è giorno ormai che la cronaca non racconti di efferati omicidi domestici, non solo in Italia.
Un elemento temporale in più che ci fa capire che stiamo vivendo il tempo di quella parte del messaggio. Un tempo dominato dai media, che in tempo reale ci aggiornano anche su ciò che avviene nella case altrui.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa
Rispondi a  Remox

Con quello che è successo a Roma l'altro ieri! Ma credo che il peggio debba ancora venire. Del resto tra di noi in Europa non ci sopportiamo così tanto. Specialmente tra Italia, Francia e Spagna.
Se solo il Papa facesse la Consacrazione!

Spring

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Salve a tutti,
seguo il sito da molto e faccio i miei complimenti all'autore.
Avete mai sentito parlare della presunta rivelazione sull'apocalisse fatta da Gesù nel 1970?
http://pierre2.net/it/la-cle-de-lapocalypse/
in generale date uno sguardo agli scritti su questo sito pierre2.net

mi piacerebbe sapere cosa ne pensate e se possono contribuire alla discussione.
Ciao
Tony

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Ciao Tony,
ho letto il testo. E' decisamente forzato perchè è troppo storicamente contestualizzato, pur riportando elementi condivisibili nell'analisi dell'Apocalisse.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

Ciao,
si condivido la tua analisi. Uno dei testi che più mi ha colpito è quello sul Corano e la Bibbia secondo il quale il Corano
altro non sarebbe che una sintesi della Bibbia data per il mondo Arabo e che poi gli ebrei nel tempo avrebbero
acceso la disputa con i cristiani. Secondo il testo addirittura il comunismo sarebbe opera dei sionisti.
E di Bertha Dudde cosa ne pensate? La Dudde già nel 1959 spiegava che gli ufo altro non sarebbero che una invenzione di satana…….
Tony

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Penso che ci sono fonti ben più alte da consultare…ad esempio gli scritti della Valtorta.
Un saluto.

Anonimo
Anonimo
9 anni fa

"La dottrina del peccato originale è invece conforme all'idea di una creatura perfetta, pienamente libera e cosciente, che mediante un atto "originale" ha determinato un'indelebile caduta della sua discendenza."
Mi meraviglio che in questo ennesimo dottissimo battibecco vi sfugge una cosa banale: che una creatura perfetta non avrebbe mai potuto fare una scelta imperfetta, ovvero ciò che chiamate peccato originale. Bisogna purtroppo dedurne che fu creata imperfetta e programmata alla caduta dal Creatore per puro divertimento.

Remox
Remox
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

Questo commento è stato eliminato dall’autore.

sorin
sorin
9 anni fa
Rispondi a  Anonimo

il pecato originale e la unione del neanderthal con una razza superiore . per questo siamo imperfetti . gli geni della bestia uniti a un essere piu evoluto . Ad una scimia , se gli dai di colpo l'inteligenza di uno sapiens , diventa malvagia, furba , per sodisfare solo l'instinto di sopravivenza E semplice . il dio ebreo , era una civilta aliena ,neanche tanto speciale , per come la vedo io . Hanno fato un intervento genetico sul di noi , perche eravamo tropo depressi , passivi , e pur coregendo il lavoro fatto , abbiamo cristalizato le funzioni di quel organo facendolie nostre per sempre . VEDIAMO IL MEZZOGIORNO ALLE TRE . Non siamo consapevoli della nostra morte e di tutto cio sul qualle possiamo il nostro sguardo . Acumuliamo risorse per piu vite , che e una cosa insensata , da qui parte l'egoismo , tendenza di guadaniare sul nostro prossimo ecc.Siamo sbagliati , ma non e la colpa nostra di tutto cio .tutte le religioni del mondo .non fanno altro , che provare a rimediare a questa disfunzione .PENSATECCI .

Share This